Sei sulla pagina 1di 4

LIBRO IN ASSAGGIO

LA FISICA DEI
SUPEREROI
DI JAMES KAKALIOS
La fisica dei supereroi
DI JAMES KAKALIOS

A THERESE

Prefazione

Da bambino ero un appassionato di fumetti ma, come molti altri prima e dopo
di me, abbandonai questo hobby alle scuole superiori, quando scoprii le
ragazze. Mia madre, seguendo il solito copione, ne approfitt per buttare via
la mia raccolta. Ripresi labitudine di leggerli dopo anni, alluniversit, per
scaricare lo stress della tesi. Oggi, da adulto, ho ricostruito gran parte della
mia collezione di fumetti (o, come la chiama mia moglie, il rischio di
incendio), ma per sicurezza non permetto a mia madre di avvicinarsi.
Nel 1998 lUniversit del Minnesota, dove insegno fisica, introdusse un nuovo
tipo di corso, i cosiddetti seminari per matricole. Si tratta di corsi brevi, con
la struttura di seminari e aperti agli studenti appena arrivati, che, pur dando un
credito, non sono legati a un programma di studi in particolare. I professori
sono incoraggiati a tenere lezioni su argomenti originali, e tra i numerosi corsi
offerti si trovano seminari per matricole dai titoli come La bioetica e il
genoma umano, Il colore rosso (un corso di chimica), Il commercio e
leconomia globale e I sistemi complessi: dai mucchi di sabbia a Wall
Street. Nel 2001 introdussi un seminario, in origine intitolato Tutto ci che
so della scienza lho imparato dai fumetti. Era un vero e proprio corso di
fisica e trattava la maggior parte degli argomenti affrontati di solito, ma tutti gli
esempi, invece di basarsi su illustrazioni di masse su molle, o blocchi che
scivolano lungo piani inclinati, provenivano dalle avventure in quadricromia
dei supereroi in costume e riguardavano in particolare quelle situazioni in cui
la fisica dei fumetti corretta. Anche se ispirato da quelle lezioni, questo non
di per s un libro di testo. E scritto per il non specialista che cerca un modo
relativamente indolore di imparare i principali concetti di fisica su cui si basa il
nostro moderno stile di vita tecnologico. Si discutono argomenti come forze e
movimento, conservazione dellenergia, termodinamica, elettricit e
magnetismo, meccanica quantistica e fisica dello stato solido, e si spiegano
applicazioni nel mondo reale come gli airbag delle auto, i transistor e i forni a
microonde. Spero che sarete tanto impegnati a gustare il gelato dei supereroi
da non accorgervi che allo stesso tempo vi propiner di nascosto anche gli
spinaci.
Questo libro si rivolge sia agli appassionati di lunga data dei fumetti sia a chi
non sa distinguere Batman da Man-Bat, perci ho descritto la storia e il
background degli eroi dei fumetti qui presentati. Per illustrare la fisica relativa
ad alcuni supereroi o trame, ho dovuto riassumere alcuni punti chiave
dellintreccio di vari fumetti, quindi chi non ha ancora letto questi classici tenga
presente per tutto il libro queste due parole: attenzione spoiler .

MONDOLIBRI S.P.A. PIVA: 12853650153 PAG. 2


I lettori cui interessa consultare il materiale di partenza qui considerato
troveranno alla fine le citazioni dei fumetti trattati nel testo. Ho elencato le
informazioni originali su di essi e, quando possibile, dove si possono trovare i
vari numeri in ristampe recenti, disponibili in libreria o nei negozi specializzati.
La data di un determinato fumetto, stampata in copertina, non dice quando
quel numero arrivato per la prima volta in edicola: per prolungare la
disponibilit del prodotto, essa indicava il momento in cui il fumetto doveva
essere restituito alleditore per un credito, non quello in cui poteva essere
acquistato. Nel tentativo di attirare i nuovi lettori che cercano i primi numeri da
collezionare, a volte i fumetti ricominciano la numerazione, pur senza
cambiare nome. Se non diversamente specificato, i numeri indicano il primo
volume di un fumetto. Per ogni pubblicazione elencata nelle note ho citato,
quando possibile, lo scrittore e il disegnatore. Ho tralasciato gli inchiostratori
non per sminuire il loro contributo al fumetto completo (non ritengo
assolutamente che il loro lavoro consista nel ricalcare), ma piuttosto perch
in genere la fisica descritta in una certa scena di un fumetto di competenza
soprattutto del disegnatore e dello scrittore.
Qualsiasi discussione sulla fisica dei fumetti destinata a stimolare un esame
da parte dei fisici e degli appassionati, entrambi noti per la loro.., attenzione ai
dettagli. Ciascuno dei casi che ho selezionato illustra un certo principio della
fisica. A volte proprio nel numero successivo si trovava una scena che
contraddiceva la manifestazione fisicamente plausibile di un superpotere qui
descritto. Quando si considerano dei personaggi che sono protagonisti di pi
testate da oltre mezzo secolo, fuori di dubbio che per ogni mia affermazione
ci siano dei controesempi. Di conseguenza, anche se in molti casi esaminare
la fisica relativa ai poteri di un supereroe contribuir a una migliore
comprensione dei loro talenti, avverto i miei compagni di passione che questo
libro non intende presentare un resoconto completo dei poteri o delle
avventure di un personaggio.
Analogamente, segnalo ai miei colleghi docenti di fisica che questo libro non
si rivolge a un pubblico di esperti. Ho cercato di mantenere le cose semplici,
pur riconoscendo le difficolt e le complicazioni del mondo reale. Una
discussione completa di molti tra gli argomenti qui considerati potrebbe
senzaltro espandersi fino a riempire vari volumi, dimostrando concretamente
le ultime parole del dottor Manhattan alla fine di Watcbmen, di Alan Moore e
Dave Gibbons: Niente finisce, Adrian. Niente ha mai fine.
Il linguaggio che descrive il mondo fisico di tipo matematico. Il perch debba
essere cos una grande domanda filosofica (il fisico Eugene Wigner parlava
dellirragionevole efficacia della matematica nello spiegare le caratteristiche
della natura), che ha sempre disorientato e appassionato chiunque abbia
riflettuto su di essa. In un libro sui supereroi dei fumetti forte la tentazione di
evitare il minimo accenno alla matematica. Questo per sarebbe un inganno
peggiore che non raffigurare alcuna opera darte in un libro su Picasso o non
allegare un Cd musicale a un libro sulla storia del jazz, perch in qualsiasi
discussione approfondita di fisica la matematica necessaria.
Il lettore forse protester dicendo che non capisce la matematica, o non

MONDOLIBRI S.P.A. PIVA: 12853650153 PAG. 3


riesce a pensare in modo matematico. Ma per questo libro necessario solo
riconoscere che 1/2 + 1/2 = 1. Nientaltro che questo: due mezzi sono uguali a
uno. Se non avete problemi con 1/2 + 1/2 = 1, allora non dovreste averne
neanche scrivendo 2 x (1/2) = 2/2 = i (cio, due per un mezzo), perch
ovviamente due mezzi sono uguali a uno. Sembra cosi semplice che potreste
essere sorpresi di sapere che abbiamo gi cominciato con lalgebra (e voi che
pensavate di non usarla pi dopo le scuole superiori!). Come numerosi
studenti sospettano da molto tempo, nellalgebra c un trucco, cio questo:
avendo unequazione che descrive unaffermazione vera, per esempio 1 = 1,
le due parti a destra e a sinistra delluguale possono essere aumentate,
diminuite, moltiplicate o divise per qualsiasi numero (escluso lo zero), e
lequazione resta sempre corretta. Cos, se aggiungiamo 2 a entrambi i lati
dellequazione, otteniamo 1 + 2 = 1 + 2 0 3 = 3, che ancora unaffermazione
vera. Dividere per 2 entrambi i lati di 1 = 1 d 1/2 = 1/2. Poich 1 = 1, allora
1/2 + 1/2 = 1, che a sua volta si pu scrivere 2/2 = 1. Faccio un patto con voi
lettori: non user una matematica pi difficile di quella fin qui descritta, purch
non vi facciate prendere dal panico nel vedere unequazione matematica. La
potrete sempre scansare senza che la vostra comprensione ne risenta. Ma se
dovesse venirvi voglia di calcolare una velocit o una forza per una situazione
diversa da quelle qui considerate, avrete i mezzi per farlo. In ogni caso, vi
prometto che alla fine del libro non ci saranno dei quiz!

Aggiornata il gioved 17 aprile 2008


Edizione Mondolibri S.p.A., Milano
www.mondolibri.it

MONDOLIBRI S.P.A. PIVA: 12853650153 PAG. 4