Sei sulla pagina 1di 76
MARE DA VIVERE PU OLR aa) (id eee eee CU aed ae aaa a a 1) Baga cman EOit on ry CREDIAMO NEL NOSTRO TERRITORIO PER QUESTO INVESTIAMO NELLA SUA RISORSA PIU PREZIOSA: Credere nel territorio per noi significa porre {a tua famiglia al centro della nostra attenzione. Ate abbiamo dedicatola nostra ampia gamma di prodotti servizi studiati su misura per migliorare la qualita del tuo quotidiano € fart pianificare serenamente il futuro con accanto un partner che tiascolta e da valore alla sua risorsa pi preziosa: TU BANCA POPOLARE DIPUGLIA E BASILICATA www.bppb.it DAL 1883 POPOLARE PER SCELTA ‘ anit In copetina: La Baia dele Zagare «on Faro maxi, vicina a View, sul Gargano Fowografa ds Franco Cols CIALE PUGLA Qaimcees forrorts cioReo MoNDABOR eaanor one Ce IL. GUSTO DELLA PUGLIA Il gusto di questa terra allestremo sud-est della Penisola, conosciuta dai turisti di tutto il mondo per le sue spiagae, quello diun semplice piatto di pasta ai ricci di mare, di un calamaro ripieno di ricotta, della tiella fata di riso, patate ¢ cozze, Sono t sapori della tradizione che ispira gli chef che li hanno reinterpretati in chiave di alta cucina. Il gusto della Puglia & anche quello di vini composi come il Negroamaro e il Primitivo, che nascono da vitigni antichi, sempre pitt raffinati per incontrare il favore internazionale Queste gioie della tavola da sole potrebbero valere il viaggio. Senza parlare delle spiagge. Ci sono quelle del celebrato Salento, da cui tisitare i bonghi dellinterno ricchi di storia, come Oria, Galatina € Speechia. Ci sono quelle vicino a Taranto, citta dove non si pud non vedere la splendida collezione di ori del Museo Nazionale Archeologico, Ci sono quelle vicino alle saline di Margherita di Savoia ¢ quelle del Gargano. Ma in una giornata senza mare, consigliamo di partire alla scoperta delle cripte affrescate affascinanti memorie del periodo bizantino, Emanuela Rosa-Clot DIRETTORE 01 ELLITALIA Im ato: i! borgo di Specchia, Sopra: la spiaggia di Leporano, vicino a Taranto, eran a na Masseria cinque stelle lusso, posta in una vasta tenuta immersa nella zona degli ulivi dominante il mare mediterraneo. Una Spiaggia Fantastica con Ristorante Gourr Pesce, Si a Spa AVEDA nella antica torre. Un man di golf con magnifica vista mare \gio per passeggiate sulla lunga jola dicucina della Masseria con iprodc Lofamosa Tutto questo é l'ospitalita in Puglia delle nostre Masserie. www.masseriatorremaizza.com - tel. +39 080 4827838 10 28 eo n Sommario Taranto IGIOIELLI DEI DUE MARI Ltorate Tarantino LA MAGIA DELLE SPIAGGE TRE BORGHI FRA IONIO E ADRIATICO Margherita ot Savoia (Baretta-Andria-Tran LE SALINE DEI FENICOTTERL Puglia a tavola SETTE CHEF MILLE SAPORI Gargano (Foggia) IN BICICLETTA TRA LE DUNE Lecce e Brindisi IL FASCINO SEGRETO DELLE CRIPTE BIZANTINE | vii i Pugia LA RISCOSSA DEL VITIGNI AUTOCTONI Cartina @informazioni Ten oo ee eo Ty ne lo ha recentemente reso vistabile Beant conned CoC erty ri ati dal recupeto del sinuoso, gli antichi ‘ inalmente tornati a brillare nelle sal ee eo attesa che anche i! cuore di ER eel Bog Reet ie] eMac ke) creer valorizzazione di Fe i rT 7" co) Reals Flavia Piccinni Massimo Ripani Sopra: scorco dt piazza Maria Immacolata, taglo della uno de Nella pagina sequent, dalato in senso oraio: atvatta del I secolo dal'anticotempio i de! castello; due de ustoditi al Museo Archeologic. 6 be uue mari e due anime, Taranto Ia citta meno nota e turistica della Puglia, da come abitanti dopo Bari, fin dalla fondazione (nel 706 a.C. @ ‘opera di coloni spartani) ha sempre vis suto diluci eombre. 1 massimo splendo- glia, anche se la secon: relo raggiunse in epoche remote, nel IV I secoloa., Alloraerail porto commer ciale pid importante per !Oriente e una delle pit popolose ctta della Magna Gre cia, famosa perla sua eccelsa produzione diterrecotteedior,testimonianz: civiltdraffinatissima, [vasie igioiellicon servati al Museo Archeologico raggiun: gono vette i iabili per Yepoca. Dopo 25 secoli di silencio, Taranto sta tornandoa fiorire, favorita dalla sua posi zione tra due mari “chiusi’, che ne fanno Dopo 25 secoli di silenzio Taranto sta tornando a fiorire, favorita dalla sua izione tra due mari 8 marittima per eccellenza, ¢ dal sinueso Iungomare, recuperato in anni recenti,con una lunga triscia cher perd interdetta, proprieta della Marina Militare. I centro della cit vecehia & un dedalo di vicoli chiusida palazzi di antico lignaggio che attendono di essere boni ficati, mentre la nuova Taranto vive nei quartieri ottocenteschi a piazze e viali Mailsuogioiellogil Museo Archeologico, creato nel 1887 per volere di Luigi Viol chiuso per sette anni di lav to con un nuovo allestimento nel 2 Le sale visitabili al primo piano (il se condo ¢ il terzo attendono fondi per procedere ai lavori di ripristino) rega- lano meraviglia ed emozione, Un tuffo nella civilta Apula, simile a quella greca eppure elegantemente differente, i cui corredi funerari hanno portat pezzi diincredibile fatura, in per quanto 1 Sono i famosi Ori di Taranto: anelli, bracciali, diademi, corone, orecchi ni lavorati qui con Voro proveniente dall’Egitto. Recuperati con gli sea compiuti nelle necropoli nell$00, molt sono finiti all'estero, arricchendo i > articolare uarda le tombe femminil Sopra, da sinisa: interno della cattedrale di San Cataldo; dito at monumento ai Caduti 8! riconosce una finestra e! palazzo degli Uti Sotto: a cosiddetta coppa ai Siana VI sec. a), custedita al Museo Archeolegeo, Nella pagina sequente, alfa in senso ratio: palazzo de Governo il Cappellone i San Cataio, nella cattedale; cripta Bizantina della, tedrale; uno degh attreschi cella cripta rafigura San Cataldo, 8 Bertaa formato da via di Palma e via D'Aquino, affollato di bar e neyozi alla moda. O visi tandbo il Castello Aragonese (detto anche Castel Sant'Angelo), voluto nel 400 da Ferdinando ’Aragona: appartiene alla Marina Militare, che Tha recentemente aperto al pubblico. I suoi torrioni e Ie mura esterne,controcui battonole onde, stannoa guardia del ponte girevole che si apre per far passare le navi militar, eda cui si accede alla cicta veechia. Anche se {I vero, monumentale ingresso al borgo storico sono ledue colonne doriche, rest diun tempio di Poseidone del VI secolo. Da sempre cuore di Taranto, la cita vee chia i presenta ancora disordinata, una. birinto discal ulmi anni, pur ta scorci dellantico de grado. La strada da percorrere é via Duo- ‘mo, che taglia per interolapiccolaisola su cei sorge il nucleo storico,e che nei suoi episod architettonici racconta un pas to di dominazioni bizantine, spagnole ¢ borboniche, p palazzo Galeota al convento di San Fran. cesco,allachiesa di Sant Andrea degli Ar ‘meni, del’500, fino alla cattedrale di San Cataldo. In ctti, da non perdere & anche ate e vicoi risanato negli sando dal settecentesco latrecentesca chiesa di San Domenico:da quiil Giovedi Santo parte la processione dell’ Addolorata che, insieme a quella de Misteri,é Tappuntamento fondamentale della Settimana Santa E poi piazza Fontana, che conserva i resti di una fontana voluta da Carlo V, € dove si sentono nellaria i profumi della cucina tarantina. Arrivano dalle trattorie affacciate sul Mar Piccolo, il ‘cui porto ospita decine di pescherecci« Ja mattina é sede di un colorato merca: to. piatti sono quelli della tradizione, a base di pesce fresco. Non mancano mai le cozze, declinate in infinite variant alla tarantina, gratinate, con il riso e le patate, La passes sullinterminabile Iungomare che profilo della citta vecchiae del bor tocentesco, Nellaria salmastra vengono ata non pud che finire in mente le parole di Guido Piovene, che ai Taranto seriss Nivaci dell alia del Sud,e non saprei tro: vame di paragonabili. Una cited di mare ‘uno dei posti pit tersa e lieve, tanto che passeggiandovi sembra di respirare a tempo di musica’ La musica del vento, La musica di una ita dai due mari e dalle due anime. © ff LITORALE TARANTINO. 25 chilometri di spiagge, calette e dune ancora poco frequentate, se non dai turisti locali nn mare trasparente, di mille sfumature di blu, cui&impos- sibile resistere quando estate esplode. Spiagge di sabia do- rata, calette tra le roece, qual- chelidoattrezzato,lunghitrattidiarenile libero. E un mare di dune, in particolare nel trattotra Marina di Pulsanoe Marina i Lizzano. F lungo 25 chilometr il lito rale tarantino, caldo, avwolgente e poco frequentatoal difuoridel turismolocale. E la Puglia balneare dei non famosi, tra le tante Puglie gridate, tutta un ssusseguirsi di punte e baie da Pulsa- no a Campomarino di Maruggio. Con ilturchese del mare cheinvadeVorizzon- te, costringendo a socchiudere gli oechi per la troppa luce. E.con un patrimonio di masserie agricole da recuperare, ap- pena pochi chilomer allinterno. Pro- 12 Betta prio per riorganizzare questo ambiente rurale, che in cert puntiarrivaalambire le spiagge, & stato lanciato quest’anno il progetto Green Road. MASSERIE RECUPERATE PER UN TURISMO DI QUALITA *Sin verso laine del XIX secolo le fami- fatentroterrafonico: era la zona dele Cento massere’ spiega Antonio Prot promotore del progetto. Con il pasare del tempo molte venneroabbandonate, senza perd che si verificasero scem pi eli o frazionament di propriet Finoa noie giuntoquindi unhinerland integra, che neg kimi anni abbiamo iniiatoarilanciarerecuperandoimmo- bil esistent eativih agicole”. Lidea@ quella di collegare il mare con la campa- Asinistra: nel centro oi Pulsano sorge il castello De Falconibus, cost rel XV secolo su resi di una precedente fortfcazione. Ogg} ospita iniziative cultural Im basso: la spaggia de! Canneto a Satuo. Nella pagina seguente: tuna delle spiagge di Marina di Pulsano, il cul Itorale @ caratterizzato allalternars di calette e scogler. ‘gna, lungo una direttrice che dall’entro- terra arriva a lambire le onde, per dar vita aun turismo rurale di qualita Gia da quest’anno é possibile soggior- nare, tra Crispiano e Marina di Pulsa no, in sei splendide masserie antiche, rmentre altre quindici sono in fase di ripristino, Per vivere di giorno tra sole, bagni, sal, ristorantini sulle spiagge, & ritirarsi di sera in paesaga rurali ra gli live i frinire dei grill, ospti di strut- ture a corte dai muri tanto spessi da non rendere necessaria Varia condizionata. Mangiando pesce ma anche i prodotti dell'ortoedellacampagna. Esorseggian do negroamaro € primitivo, gli ottimi vini di qui, spesso prodotti dalle stesse rasserie che offrono ospitalit ‘Tra le pia belle spiagge tarantine rag- giungibili dalla Green Road, ci sono Telegante Lido Gandoli,le rocce di Porto Pirrone e le sabbie di Torre Saturo, ama ta anche dagliantichi Romani e awvolta nella leggenda Perché qui si dice che la ninfa Satyria si innamord di Poseidone concepi Taras, il futuro fondatore di Taranto. E poi verso Marina di Pulsano, glistabilimentichic Fata Morgana eGab- biano. Ritagliato sul panorama, il prof lo delle torr di avvistamento, ereite in sequenza a meta del 500 dagli spagnol per arginare le scorribande dei Turchi. ‘Tra tute, la pit bella € torre Sgarrata, sentinella cadente protesa nel blu MARINA DI LIZZANO: FONDALI BASSI E DUNE BIANCHE Intanto, una cala si srotola dopo Taltra, su un mare sempre declinaco in tutte le sinfoniedel celeste: cosiperchéi fonda lisonobassiesul fondoc’é sabbia chiara, popolata di sogliole, polpie ricci. Manon bisogna guardare solo il mare, bisogna anche volgergllespalle per godere della catena di dune bianche che si succede ininterrotta lungoi7 chilomettiche —P Sopra: la spiaggia di sabbia verso Tore Ovo, a Marugsio, & tra le pid belle del Salento ionico. In alto: dune tra Tore Sgarratae Tore Ovo, rientrano sotto la Marina di Lizzano: per lunghi trati, al dia della lioranea non cB altro che dune e campi, senza nem: meno una casa Il connubio migliore tra maree campagnalosigode pocolontano allo scenc Ovo,coni quattro stabilimenti,uinodise guito alfaltro, del B trovodella me notte, del Paradise e del Posto 9, fra ten: de bianche, aperitivi eatmostere trendy ico promontorio di Torre Sun, punto di ti ogioventi di giorno edi per chiudere con L’Ukima Spiaggia, con suo el chiosco in legno e i profumi del ristorante. Oppure, la distesasilenziosa di PiriPir, due chilomerti di spiaggia li bera tra dune e pineta nei pressi di Ma. ruggio: un paradiso di tranquillita IN SELLA DALLA MASSERIA ALLIOMBRELLONE Nell'attesa che il progetto Green Road inauguri utilizzo di auto elettriche © il ripristino dei vecchi caseli ferrovia ri in disuso, gli amanti della mobilita sostenibile possono gid da ques'anno raggiungere il mare in bici o a cavallo. Pedalando gid da Crispiano a Pulsano lungo strade di campagna, o trortando finoa Marina di Lizzano dopo aver bor: deggiato il Mar Piccolo (il mare interno di Taranto) c le sue coltivazioni di coz: ze, E mag la costa per rientrare il giorno dopo al ri rimanendo a dormire sul io. Imperdibile poi la gita di un orno in catamarano, per tuffarsi nella grande conea turchese di Lido Silvana © sotto Torre Sgarrat nuoto la spiaggia Lo spuntino presso gli stabilimenti sara ogni volta una sorpresa, Perché al po: sto del gelato spunteranno mandorle profumatissime, friselle al pomodoro ¢ lecelebri pampanelle, forma in foglie di fico, prodotte dai freschi casari locali, Insomma, dalla masseria allombrellone. 08 INFORMAZIONI PRATICHE Gli alberghi di Taranto. Hotel Saracena al Faro se (Taranto, via dll Pineta 3-5, 09544, 71.44.44), & 10 int dal centro, splendid masseradel"700 con terazza ‘ul Mar Piolo. opria da 80 euro Hote Akropols # + (Tarana, vice Pro Semiraro 3, 09944, 70.41.10) Nella cits vecchia, vista sul mare. Doppie da 120 euro Reals Hist, Peto xxx (Tent, via Sntancrea Creummarpicool, 0994 72.11.88). Lussuosa massera ra lecoline dul, 2 pochi ‘minut dlcento Taranto, Dopoia da 79 euro. Hotel varcangolo x (Trani, plaza Fontana 33, 09514 71.5940). \n una tranquil iezz— ‘ela cita vecchia, con vote trav e paviment in plea. Doppia da 89 euro Grand Hotel Kaira & Thalasso Spa (Castelanete Marna, lc. Prncpessa, Stale 108, 0988-20 40.06}. Realzzato secondo princi dala bioarchtetura: una parete gardina incastone esteramente tutte camere. ‘Annesso certo benessere. Dopia da 120 euro. .. le masserie ruta Bare di Eméra (Marina ci Pulsaro, contrada Porvca, 0995 33.3051). Nel cuore i un’zenda vevinicoa bio, una massera del "60D, Cene nea carte intea sotto lo i mare siraggiungein bil tri vet. Dopp da 200 euro (Quis ut Deus (Crispino, Provincial 49, 10750, 0998 11.01.16). Splendida masseia nela Premurgia, con centro benessere e relax assicurato. Doppia da 140 eu. Le Fabrice (Marugso, Provincial 130, (099/9 72.82 84) Vigneti a perita docchioe 18, sue minimal chic. Donpia da 190 euro. ‘Bagnara Resot&Spa (Lizzano,Provncile 125, (099/956 8337). Banchissima ed elgante, a ‘900 mat dal mare. Dapeia da 220 euro | ristoranti a Uge (Tarant, piazza Fontana angolo largo San Nicol 5, 9844.6087-36) Storca vaio ela cita veccna:pesce feschssimo € Ingederti genun. Coto medo 15 euro. (esi Cristo (Taranto, via Cesare Batts 8 (09914 77.7253). Ambiente spartano e atmosera casarecca: 8 rato negli ann 50 come pescheria, Otime ke cazze rata ea ftura i pesce. Conto medio 25 euro ‘A Canale (Taranto, Sceso Vast, (099/47 64.200), Locale legate, in splendida psizioe poco dstante dal ponte revoke CConto medio 45 euro. La Barea (Marina ci Pusano, itoranea Saentin, (099/5 38.23.35). Be locale con terazza Sul mare; ttm i antipasti di mare con verre Conta madio 35 euro Osteria di Monacizzo (Tericl,fazione ‘Menacizz, piazza Teste 2, 347/051.0651) Cucina pughese di campagna:spcca la carne rela pignata al foro, Conto medio 30 eur. La Locanda al Castella (Pulse, piazza Casto, (099 33.01.87). Local icco sulla paza del pase ome le oecchiete di grano.arso con porodor burrata.Conto medio 30 euro. Da vedere e da fare ‘Museo Nazionale Archeologieo (Taranto va Cavour 10, 09944.5321.12). Orato: 30-19:30 pest vse gute, wwmmusetarartot Castelo ragonese (aan, pazza Casto, (0997.75.34 38) Oto vist guide al gor deta durata ch un'xae mezzo wv casteloaragmnesetarantot Taranto Vea (Moto Taranto Yacht, fo Ponte Peta, 3286 $8 80.36) Usciten rare con il catamaano cl Water Carargel. 25 euro a pesona, 125 peril eek end, cambusa a pate ‘wuontaratoul.t Grotaato . Fracavil - Son ciosio Centro ippico 1 Moro ai Pua (Cispiaro ‘Masser La Francesca, Stal 172, 3384.28.38 99) Passeagiate a cavalo tale ‘essere, augio © agosto anche sto fa un: le oganizzaFsiruttre Michele Carl. Uniora 15 euro, uscta dimezza gornata 40 eur. Terranostra Team Bike (Crspiano, Carpe Dem ‘Aut Café, ia Leopard, 327/1 25.65.87) Pec tescursion in bic anche con gua (soo su prenctazone, 40 eur per due persone, 10 euro 2 testa per gruppi da 5 persone insu) Info Pugliapromozione Taranto, Taranto, corso Umberto 113, 09914.53.23.92 ‘Gal Coline oniche, Grovagie, Palazzo De Felice, 09995.66.71.49 wu viaggiareinpugla.t; www greenroad it Relais Histo S, Peto Betta 18, SALENTO (Leove Brindisi In Puglia, solo nell’antica Messapia si trovano paesi a pochi chilometri sia dal mare Adriatico sia dal mare lonio. Con il vantaggio di poter scegliere la costa migliore, secondo come spira il vento. Oria, Galatina e Specchia sono tra i pill affascinanti di questi borghi, ricchi di castelli e cattedrali, e con bellissime spiagge a breve distanza TEST Carmen Mancarella FOTOGRAFIE Massimo Ripani 16 Beitala Sopra, da sinistra: i Ora; da qui la local i Mandura, che prende Lng sinista: a facet palazze Seale, nel cuoce ne 700, Sota, da sinista: i cupo plage di Campomar sempre sll lon Nella pagina successva ria, Galatina, Specehia, tre bor: ghi fra due mari, Nella Messa Pia, la“Terradi Mezzo” come la defini Erodoto nelle sue Storie tutte le cittd guardano verso duesponde,ladriaticae laionica. La pit lontana dalla costa si trovaameno di 30 chilometri, ed 2 una distanza che si ac corciaamanoamano che siscende verso Ta punta del Tacco. D'estate, chi & in va canza qui gode di un grande vantaggio: pud areilbagnoin acque semprecalme sullo Ionio se spira vento di tramontana, sull’Adriatico sec scirocco. ORIA: CASTELLI, TORNEL E SFILATE STORICHE Candicda sul colle del Vaglio, la brindisi na Oria € una cartolina dei borghi salen. sione ridotta della citta bianca di ben pia famosa e distant chilometti. Un grovigh passate a calce, quinte di palazzi dai portali ridondas 2e panorami che aperte sull'orizzonte di ulivi che sconfinano nel mare: a 26 chilomett, PAdriatico; a 14 chilometti le spiagge sullo Tonio. Il castello federiciano per ‘mettedicontrollare entrambe lesponde Esuccesso quasinove secolifa,maaOria Federico I, il Puer Apuliae, arrivo qui con la sua corte, fece amplia- re il castello e sidiede alla caccia con il alcone nella foresta oritana € a feste di addio al celibato in attesa di sposare, il 15 novembre 1225, Jolanda di Brienne Bandi per dilettoil“Torneamento con le lance spuntate”. E ancora oggi,la secon da domenica di agosto, 800 oricani cele brano il torneo dei rioni, preceduto da una sfilata storica con i figuranti vestti come ai tempi del re svevo. Da Oria, per un tuffo nell’Adriatico si raggiungela costa di Carovigno, tra Torre SantaSabinae la Riserva naturaledi Tor re Guaceto, dave suscogliere basse, intervallate da calette sabbiose: un paesaggio caratterizzato da ‘macchia mediterranea, ggli selvati- ie alberi d'ulivo secolari. Da qui Carlo V iniaid a costruire le torri costiere che scandiscono il perimetro della penisola salentina, per difenderla dalle scorreric a Sabina, dalfin Ilo Tonio Torre uu uno dei tanti di Mandut puntimagicidel li an E una costa di spi ci, protetta da un cema di dune dove ancora capita di godersiil mare sen: intorno, Le Saline dei Grec ‘oggiriserva naturale, regalano pass teal profumodisalew ipricoccoloni petinati dal vento. GALATINA: CREATIVITA E SOBRIA ELEGANZA Viene chiamata “ombelico del Salento perché equidistante dai due mari, Gala tina, cittdelegante esignorile. Sull' Adria tico, a 20 chilometsi, guarda verso le marine di Nardd; sullo Ton’ sempre 20 chilometri ma verso est laghi Alimini di C so Principe di pper la piazza centrale dove prospetta la chiesa madre dei Santi Pc tro e Paolo per rendersene conto. Il ca rattere dei suoi abitanti @ perd estroso e creativo, da artista, Conseguenza forse di quel grande cantiere d'arte e di idee che contrassegnd la costruzione della “> ‘desta: la bala di Porto Selvaggio, sul litorale ‘omonimo pat ‘mezzo at ini Aleppo NNonostante non sia facile arrivarc, 8 tra le preferit agli abitant di Galatina pet le sue acque blu basilica di Santa Caterina d’Alessandria, Siamo sul finire del Trecento e il duca Raimondello del Balzo Orsini, di ritorno dalla Terra Santa, concepisce il sogno di divenire imperatore: primo passoe quel: lodii grande chiesa cattolica, sul luogo di una dirito bizantino, nel cuore della religiosi 1 greco-ortodossa. Muore troppo giova: ne per raggiungere i suoi scopi, ma sard la mogiie, Maria ¢’Enghien, a portare a compimento limpresa: diventera regina consorte del Regno di Napoli, sposando 242 anniil ventisettenne Ladislao di Du- razzo. E proseguird anche nel progetto di erigere e abbellie | Caterina, commissionando gli affreschi a tre scuole pittoriche: quella bizantina Tumbro-marchigiana giottesca e quella tedesca. Un grande incontro di idee e di culture allinsegna delfarte rimasto nel dna dei galatinesi,tanté che ancora oggi quando un giovane @ partcolarmen: wiars il papa, costruendo una basilica di Santa te estroso si io di Santa Caterina”, Allinterno la basilica @ uno sfolgorio di affrese tutte le volte ¢ le pareti con cicli pit torici dedicati al Vecchio e al Nuovo Testamento, ¢ dove la regina fa spesso capolino, cedendo anche alla tentazione i prestare il suo volto alla Madonna. DAI LAGHI ALIMINI ALLE VILLE DELLE CENATE Per il bagno, quando c vento di sci rocco i galatinesi si riversano sulle chilometriche spiagge adriatiche dei laghi Alimini, passando attraverso fite pinete tra le dune. Ma il cuore li porta piuttosto verso lo Tonio. Alle marine di Nardé: la bella e selvaggia Sa na e Tincantevole ansa di Santa Maria al Bagno, che fa venire in mente certe esdlusive insenature E poi Porto Selvaggio, dove la scoglie: rae irta e pungente, ma il mare é una favola blu. La natura @ una meraviglia anche nelfimmediato entroterra, tr le fantasiose ville eclettiche della --> ca Cateri uri del Levante. 22 Belt ricca borghesia terriera dei primi del Novecento, che formano la localita delle Cenate. Sembrano tutte uscite dai disegni di un architetto che aveva il compito di stupire. Un secolo prima delle archistar di oggi DA SPECCHIA ALLA SPIAGGIA DI PESCOLUSE Come il carparo di castello Risolo, pietra dal tipico colore sabbia, da un taceo di classe alla piazza centrale di Specchia, cosilasabbia daitonideserticiconferisce uuncarattereesoticoallitoralediPescolw: se,ribattezzatala*Maldive del Salento’ E la spiaggia ionica di riferimento di Specchia, localita che dista pochi chilo- metri da entrambi i mari: circa 15 dal: lo onio e 6 dall’Adriatico. Sullo Tonio i colori del mare, dall'uzzurro al verde smeraldo, rimandano alla distesa di uli viche circonda il borgo, Sull’Adriatico,a Tricase e nelle sue marine (Marina Serra € Tricase Porto) si avwerte Tintreccio tra Ja vita dei pescatori e quella dei contadi ni: il mare da queste patti é profondo, ilbagno é per intenditori ASpece! t70 storico lipana ta piazze, vicol alazzi, bril- Ia come sotto Pefferto di un gel. Non Cé una nota fuori posto, né un angolo sbrecciato, Gid da a ‘uni annii fond eu: slormare le case, che da contadine sono spesso diventate dimore per Pospitalita, -ando un circuito virtuoso che ha d acquistare e strutturare e gli abitamti a valorizzare tun tesoro che non sapevano di avere portato gli stranieri Struscio, chiacchiere e feste avvengono nella piazza centrale, quella del castello (© palazzo) Risolo, mentre il sottosuolo nasconde un frantoio ipogeo eai margini si eleva limponente convento dei fran: ccescanineri.Evolgendo lo sguardo verso Oriente e Occidente, al dila della foresta verdediulivi,siseorgonoiduemari della Terra di Mezzo. €8 Nella pagina precedente: tuna linda stra del borgo salentina di ‘nuovo grazie a fond dell'Unione Europea, Sopra: I insenatur Marine Serra, resso case, sul ltorale jonico, a brave distanza 42 Specchia, A desta: portale di caste! Risolo, principale manumento i Specchia, sovrastato dallostemma ai famiglia, Sotto, a siistra: uno dei Busti che adornan: il portale; castel Risalo visto dalla chiesa di Sant Antoni. INFORMAZIONI PRATICHE Cee Gli alberghi Borg i Ova Resort (Or, 329/714 50.93) ‘ergo cituso nel cento sto, con sppartamentin casedale ve a ta Da 70euroa nt fro a4 persone, ‘tice dimore (Ora, ve Latino 103, 3209.25 20.87) Palazzo del pir del'900.con ‘ve ampi appartment, Dopo da 70 eu. ‘BRB Messapia (One, via Tho Sper 3298.24.31 18¢ 3396.0261.58) 4 camere yegi venerato come San Rugge Torre Pietra sorge nella zona delantico lage Salpi, a guardia di una tenti idrovore (4.500 litri al secondo), ricmpie unvarea che é la pitt grande zona umida dell'ltalia centromeri- dionale, e anche la riserva naturale statale con la pitt grande comunita di fenicotteri rosa stanziali e di passo. E inoltre aironi, anatre selvatiche, avo- cette, cavalieri Ttaliaeun'altracinquan. tina di specie di ucvelli che nidificano sugliisolott di salicornia, A questa zona si affianca quella spiccatamente produt- tiva, cioé i restanti mille ettari dei 4.300 complessivi,divisi a meta tra strade, ar ni, aie e palazzine da un lato, ¢ vasche salantidallaltro.In queste ultime Pacqua vira al rosso per la presenza di un'alga ‘monocellulare che @ alla hase della ca tena alimentare, la Dunaliella. B Vani ‘co essere vivente capace di colonizzare questi ambient ipersalini I suo colore & legato alla sintesi di un pigmento antios sidante e precursore della vitamina A, 32 Beltala bella insenatura (soto). Réestra: dune sulla spiaggia ta 'Ofanto e Margherita i Savoia iTbeta-carotene. Diessa sinutre Artemia salina (detta *scimmia di mare"), un pic- colo crostaceo che a sta volta & cibo per i fenicotteri. E alla fine di questo cielo i carotenoidi rendono rosa le loro piume. IL PIACERE DELL E DELLE SPIAGGE In quest'area lunga 20 chilometri e larga 5 nel suo punto massimo, per secoli in festata dalla malaria, sofferenze e sforzi sono ricambiati dal sale e dalle propriet curative delle acque madri incuirestano imbrigliati sai di magnesio, bromo, iodio ezolfo).1 intuito Annibale, che nel 216 avanti Cristo si riposb qui prim della battaglia di Canne. Che fosse un luo go tranquillo lo sapeva anche Giuseppe De Nittis, pitore impressionista barlet tano, poi morto a Parigi, che vi visse in 2 (dal 1848 al 1860) ins nonno Vincenzo, architetto delle Saline TERME Una sua opera giovanile ritrae proprio saline di Margherita durante la stagio estiva, qui raneifanghi delle acque residuali per averne salutari effetti. Oggi lo sfruttamento termale di quei fanghi salso-bromo-iodici e del acque madri batteriologicamente pure della salina avviene nelle mosterne terme Facciate sul mare. Enon c8solonatur, doc siimmera salee salute, ma anche turismo balneare Laltra faccia delle saline @ infatti la spiaggia di Margherita di Savoia che Tecosteggia. Case allineate una via altra seguono larettadellungomaree della sua sabbia finissima; un arenile punteggiato di stabilimenti balneari che dalle terme scendono verso sud per due chilometti fe mezzo. D'obbligo un tuffo, in questo angolo di Adriatico dow dossano la ivrea dei spettacolo della natura fa rimanere, se non di stucco, certo di sale. 68 fienicotteri in amonti. Edove lo INFORMAZIONI PRATICHE Gli alberghi Grand Hotel Terme x (corso Garbo! 1 (0883/65.68.88). In poszione panoramica tra imate ele saline, gode di una splenida vista sul Gargano. 70 ampia camere dire tipologe, tutte dotate di balconcino eavia condiionata, Spiaggia prvzta con accesso ditto dalfhote ‘centro benessere con bagn al sale termale nelle vasche idromassaggio, vattament estetc e pacchett benessere personalzzat, Grand Hote &colegatocirettamente alle terme, dove un reparto& riservata ai client Celfalbergo. Ya seri ofert: cure naatori, fanghi, bag onficant e idromassagg termal. Doppa in pensione completa da 184 euro, Una setimara in pensione completa con pacchett rattamentipresso il centro benessere nes, spiagsia, internet bici da 660 euro a persona, Consigabiti due rstorant: 1 Galeane (tess telefono dehote, al sesto iano, cente medio 40 euro. Ristorante Aqua (0883165 28.69), sua spiagi, corto medio 39 euro Note det Sole xe (vis Manteconia kr 34,500, 0883165. 73.06). A pochi met dal ‘mare, alfintemo dl una bala con accesso Fivato, ideale per una vacarza alfinsegra el relax e del benessere. Dopiain pensione ‘completa da 200 euro, Hotel Belvedere wx (va Manfeconia km 34,600, 0883/65, 28.41). Una strttura moderna e confertewle, dietamente su mare, ainterno deta iserva naturale dela salina DDopgia in pensione completa da 110 euro, inet +e (corso Gantal 6 (088365 41.23). In cet, sul ungomare: _atmosterafemiiare e un rstorantespecialzato in cucina puglese. Dopp in pensione completa do 110 eur, ‘BRB Copacabana Colors (vi Vitro Veneto 13, 0883/65 64.98 e 239/1.82 1808) In centro, otimo bed ard breakfast colegato 2 ‘uno cei mgr i banear, I Copacabana Beach. Doppia con colavcne da 60 euro. | ristoranti Canneto Beach 2 (coro Garba 159, (088365. 10:91), Pat trxizonali vst dalo chef Saatore Riontino.Conto medio 35 eura Osteria dei Nomi (va Vittorio Vento 123, (0883165.28 81). Rinomata peri pat dimare, come gl spaghett ala pop di co, renete el pescatore a fttura di peranza. Corto medio 30 eur, trata (lungomare Cristofor Colombo “angolo via Ronzno 20, 0883/65 51.06) Cucina pugiese di mare e dite a 300 met dale terme. Corto medo 20 eu. Pleasure (corso Gata 5, 0882065 51.56 @ 328054.73.49) Ristorante affaccito sul mare, alle spale dei salina e a poch pass dale terme, dove gustare le tracizioni local. Conte medio 20 eur. Per le visite Cento PrcorsiCutra-Natura (ia Aca Onentale 50, 883165 75.196 33862 16.349; mow museesaia it Le ste ala salina © ala 20ra uma oro posit Cer) ro ‘Barletta Ta “Foagie * » ie ‘hos aria Sire tutti ori, ma solo con guida e prev prenotazione (20 euro indipendertemente dal numero di persone; durata minima due or). Museo storcoéelia Salina (corso Vitoro Emanuele 99, 083165. 75.19; www. ‘museosalinait In un vecchio magazzino del sale adiacerte al Torione, i museo si article in la szion dedicate alle propria del sale, ‘aisuoiimpiegh eal storia dela salina e dele tecniche estatve. Da settembre a giugno _aperto dale 10 alle 12; uo e agosto dalle 19 ‘ale 23, ngresso lero. Possibits di accesso anche in ath rari (Su prenctazione). ‘Aisle Spa (corso Vittorio Emanuele 90, (0883/87. 10.00). Da contatare per richiedere Tautorizzazionealfaccesso diet alle aree produtive della salina, ‘Terme oi Margherta ti Savoia (piazza Libertd 1, 0883065 54.02, wwitermemargherta, 1, Sabiimento terrae di 15 mila mq speciaizzatoin fang balneo terapi, cure inaitore e massagg. Aperto da ape 3 novembre, lunedivenerd, 7-11 € 1530-17,30, sabato 7-11. Converzicne con i Servizio Saniaro Nazionale, Info ‘Uricio Informazioni e Accogtienza Tursica (at) di Margherita d Savoia, via Principe Amedeo 88365. 40.12. Betta 33, Sette chef mille sapori / raziéi@.una cultura CUllinar zion@ieinnic Rossella Cerulli ee ee eee a eee ed Penne reno cr cher n nitty Rei che! Franco Ricatti Gel Boceo dl Ristorante Bao, Bai Bat ifinisce ura et sD Chet tungo corso, da 2007 Franco Ricatt piatti con un conduce il ristorante Bacco nel centro di Bar| anaes. fn retta dell'omionim it eravergine al 1950 cree ri Bacco Sao subto prema on re mar eee a confrma chele classe nan @ acqua. Rca ret notura Sal prt Stora zz tance d go, matic aoeate savers core Tito Srrevih, pec cf orac srr con rpc aotarragie Are, Mabeontendh ctu ste terge ‘rare ‘mao Per sete crepe spaghet I tuto in un ambiente Bacoa, Bar corso Viti , ostriche, ricci: il pesce A sinistra: la cattedrale di rani, costuita a pattie dallx se2ol0 a ridosso del mare. La aca bianco- esaltata dalla ce calda della e del A desta: ippazio Turco, lo chet el ristorante Lemi di Tr Salentino, da sempre alfere ella cultura gestronomica Gella sua tera stupisce per ia capacita di ispetto tradizio crudo da queste parti é un culto, sceglierlo é quasi un rito |ppazio Turco, Ristorante Lem Tricase (Le) A sins: la torre Leonardo Vescera Gegé Mangano Li Jalantuomene, Monte Sant’ Angelo ( Foresta Umbro. Mi Mondiale 2 fe dell'Umanit ta Unese 2 ekjene” Sebastian Lome Angelo “Lillino” Silibello 42 Bata HOTEL MERCURE VILLA ROMANAZZI CARDUCCI BARI ASOLI 10 MINUTI DAL CENTRO CITA, IMMERSO IN UN MERAVIGLIOSO PARCO SECOLARE, SORGE L’HoTEL MERCURE VILLA ROMANAZZI CaRDUCCI. AMPIO PARCHEGGIO E GARAGE, WI FI, PISCINA SCOPERTA, FITNESS & BEAUTY SONO OFFERTI GRATUITAMENTE ALLA CLIENTELA, Via G. Capruzzi, 326 - 70124 - BARI Misigall gem Tl. +39.080.5427400 - Fax +39,08¢ prenotazioni@villaromanazzi - www.villaromanazzi.com 0297 re In bicicletta eM em eit PTAC oli ccee-18ce geo | ees EM aM NS lec aoe Mel le iceel r-y4(eg1-1 ae(-1f Gargano: un itinerario di quasi 70 chilometri lungo. Re RSMo eclleKe Cul em elite or-cee (ek -Ben 2) Co MeTote Meo (eM roe Me MUCH} au Geese eee GARGANO Lago di Lesina ebizzarrie geografichemihanno sempre incuriosito, Nella Puglia ene sono varie. I puli ad esem: pio, enormi cavita di origine car sica profondecentinaia di metr aprono sull'altipiano delle Murge. Quelle di Molfetta edi Altamura sono le pitt impressionanti. E che dire poi di un Jago, anzi due che sono cosivicinial mare da sembrare una sola cosa? Un paio di drappiazzurri che si stendono sulunghe corde disabbia sotto illu dell Ad Jadimostrazione platealedi quantopossa essere fragile il confine fraacquae terra, Sulla carta sirintracciano facilmente. Stanno in cima alla Puglia, sulla costa settentrionale del Gargano, in quel di Foggia. Sono i lagh ano, Duelaghi gemel promontorio, che una sottile striscia di 46 Belthaia A destra: vesuta del logo © del itorale marino. Nella pagina seguente, dal’ un cilista tra intorno a ago: sul itorale ‘i affaccia Tore Milt, che da nome a una stanione balneare sulla spor orientale del lage. IL lago di Lesina ha orizzonti piatti e continui, e Vacqua si confonde con il cielo Laghi o lagune? A rigore valela seconda, ma correntemente li si definisce laghi Sebbene cosi vicini, hanno paesagai dif ferenti. Varano simmerge trae pendici delle alture del Gargano, in mezzo agli uliviealembidibosco,conil centro prin: cipale, Cagnano, a 165 metri. Lesina ha orizzontipiattie continui,doveacqua,a volt, siconfonde con il cielo, Inbiciclev tale preferenze vanno per quest ultimo. Maavevo dei dubbi. Michiedevose fosse possibile effetruare in bici tutto Panella di Lésina ILLUSTRAZIONE Altane Mareatai del Lago di Lesina. Una bella pedalat quasi 70 km, fra canneti, litorali sabbio- si, pinete, campi e canali, acque marine e lacustri. Un mondo di natura a porta ta di mano, anzi, di pedale. A guardare le mappe vedevo perd un ostacolo, La stradina lungo Tistmo si interrompeva in corrispondenza di uno dei due eanali che fanno da comunicazione frail mare il lago, a Foce Schiapparo, Ponti non ne vedew are sulla sponda op- posia, fondamencale per chiudere Vane lo. Neppure quando arrivai a Lesina mi diedero valide informazioni. Le opinioni differivano: chi affermava di si pur non essendoci mai stato, chi invece 1 addiriteura conT'avviso di qualche impr visco lu 0 il percorso, Insomma, uno di a per metiere alla prova la mia indole di esploratore dome stico e imporre un controllo dev Ebbene si:il giro del lago di Lesina si pud fare, n biciclotiae questa é una bella notizia. A Foce Schiapparo cé una chiusaesulla paradia corre una passerella dove si transita, Il cancelletto che la pro- tegge @ aperto, ma anche se fosse chiuso sarebbe facilmente superabile DAL PARSE AL TOMBOLO DELLISOLA Partiamo dunque in mountain bike, per via della molta strada sterrata da far Partiamo da Lesina paese, un grumo di case bianche circondato per tre lati dal lago. Paese di pescatori di anguille pesci che tradizion: ad arricchire la tavola natalia dei napo lean. La complessaattvitA della pesca in una ~ oltre alle anguille,spigole, orate fali~ richiede un'organizzazione collet negli ulmi anni é declina gono ancora ibarchi: nida pe nel scantinati si incontrano womini che jenza le reti che ate perl cattura formanoleparanze pda Lesina in diresione della sua iatico, > Marina, posta sul lito Sopra: a luce del tamonto esata peoilo el borgo Tacustre, A desta: la Ccampagna a ios del lago, Sotto le tradizcnalibarche dei pescatorormegziate Sul Tungolago n asso: a Casa Comunale di Lesina, ne centro del paese, affacciata su piazza Aldo Noro. Nella pagina seguente: in sella Tungo la iteranea nei press di San Nicola Varano, con i Tago 4 Varano sullo slondo I nostro giro si compie in senso orario e il primo trattolo icondivide con le auto, Ii frequentatori. Facile ora imbattersi in branchi dibufale, molto socievolislo died ti solo nel periodo estivo. Prima ¢ alla Marina, si piega a destra su una strada secondaria che conduce a I iIpontesulcanale al mare. Vale la pen Acquarotta, il primo dei deviazione fantine per esperienza dirt A un tratto del percorse in Iegno si spin una passere unfarcadisosta pres prendere la breve ve che garan. per osservar tisconoil necessario ricambio d'acqua al ovvero pi cole pozze d'acqua ago, E qui comincia Pavventura: senza alera con il asfalto si procede st un duro fondo sab- bioso che non ostacola la pedalata. Per 15 chilometricisi dolce, poste fra una duna e loro corredo di flora acquatica joltranel tombolo VERSO LOSSERVATORIO delP'Isola, la stretta linea di terra che separa il lago dal mare. In realta é for mata da una serie di antiche dune alte alcuni metr, forse le sole rimaste intat te hungo la costa adsiatica. Sono rivest- te da bassa macchia con pianticelle che sopportano alti gradi di salinita, oppure dda macchia robusta con lecci, querce € lembi di pineta. Incredibile la fioritura primaverile del cisto di Clusio, un raro arbusto simile al rosmarino dai fragili fiori bianchi. Cervi, lupi, pernici sono ‘animali scomparsi, ma una volta abitua FAUNISTICO E IL RIENTRO La pista, battuta solo da qualche alle vatore in Fuoristrada, ha una sua storia. Fu realizzata dal principe Placido Impe riale, tenutario del feudo di I 1751, per la festa d'addi principe di Borbone. Tempi in cui ai futur’ sposi si preferiva regalare strade esina nel invece che spettacoli di lap-dance La sola presenza storica rimasta sul tom: @ la Torre Scampamorte, simile a torr di guardia a difesa dagli attacchi saraceni. La passerella consente i lasciare VIsola e di continuare ancora perun tratto sulla spondasectentrionale, finoaseguire, verso destra, le indicazioni perl Osservatorio faunistico: un capanno costruito su palafitte, raggiungibile lun- 0 lo stradello che contorna la porzione orientale det lago, protetta come riserva naturale. Il uogo adatto per un téte-d-éte conmoriglioni natre,gallinelle eal je migrant o nidificanti i inizia il tratto a ritroso, Iungo la sponda meridionale. Qui si procede lungo strade campestri che si perdo- no fra i canneti 0 attraversano fertili campagne bonificate nel se aghe solcate da canali che disegnano larg gcometrie nella piana, La campagna é frequentata da conta: dini che dividono il loro tempo fra la cara delle ortaglie ¢ una stravagante vocazione a decorare minuscole casi ne autofabbricate. L'ultimo tratto del percorso porta sulla bassa sponda del Jago, ormai in vista del bianco campa- nile della chiesa di Lesina, © INFORMAZIONI PRATICHE Itinerario Itinerario circolare in mountain bike attorno al ago dl Lesina, situato nel setore sattentrionale de Parco nazionale del Gargano, in provincia ot Fogste Punto i partenzae dari: Lesina Lalocalta si rags al casello di P on la Ald, uscita gio Imp jet dal caselo, le; Lesina Lunghezza: 65 ch ‘Tempo di percorrenza 4 ore circa (escluse Distivetlo: 37 met ‘Condon del percoso: sade communal provincial asfatate; sade campestn sferrte, n parte con fondo sabbioso ma dur. Portare can sé scorta d'acqua, casco, atrezzi per eventual fxature. (Quando andare:n esate evtare le ore calde ella gienata; in genere meglio non efletuare fescursione in gierate con forte vento Latracola GPS ¢scaricabile a sito: ritp/web. rme.com/marcariniGPStracks.vasentiro Sentiridautore-htmi Gli alberghi BB Lis Palazzo Ducale Aligher 19, 0682 | ristoranti ‘Averg-istanteLesina (Morne Lesin, via Tore Fete 1, 088299 51.70- (88299 58.14), a mio cucina 6 pesce dete zon, Conto medio 25 eur Tatra Le antihe sere Les, via Peto Mica 22, 088299 1942) Pe assaggiare angi le gril, fit aragnat (cota in umigoe grata) Corto mede 30 eu, Info ‘Comune a Lesina, Cerro vste oi Lesna, via Banchina Volero- Zora Luresiago, (0882/70.74.55, wanwcomunelesna.t Organizza tour in btn Puglia Srronets Bike Tours, 045/8:3461.04; wwaisimonetabieoursit Anguilla in unio, ‘4 ~~ - ll fascino segreto eGR GH rele Nelle grotteaffrescate ai tempi dei Bizantini, cicli di pitture PRUE] eco Cemed Ur h a ou Rea Sa ee wo Ras) EVM Utieo= | UOMO LM er cr eal ORC M Coca R Mond ai FOTOGRAFIE Carmen Mancarella. Carlos Solito Quasi non c’é paese che non abbia la sua grotta affrescata, un patrimonio artistico tutto da scoprire 52 Belfaia ‘occhi a mandorla stringe tra le braccia il Bambino con Yorec chino al lobo e regge con Paltra mano un melograno, C pantocrate benedice con dio accostatiesul soffit indice e il me fantastci sembrano usciti dalle pe ne dei bestiari medieval. Ce un’arte som: astodito ‘mersa nel Salento, un tesoro ¢ sottoterra nelle cxipte bizantine ancora tutto da scoprire ‘non abbia la suacriptaafrescata, risultato delfincontro tra Oriente e Occidente Quasi non cé paese che SESSANTA CRIPTE SOLTANTO NEL LECCESE In uno studio dell’ Universita del Salento sono state censite ben 60 cripte nella sola provincia di Lecce. Cosimo de Giorgi trail 1882 eil 1888, nei suoi Bozzert di viagei, ne aveva registrate 233 in tutta la Puglia. Oggi motte sono andate perdute, ma buo- na parte di quelle che rirangono conse ‘ano ancora i cick pittorici realizzati tra il [Xeil XIV secolo, in un period ricco di fermenti culturali. A Otranto era al suo fe Tabbavia di Ca massimo splend considerata un'universita di livello euro- peo, e fr sone stava realizzando nella cattedrale il magnifico pavimento nte P’Albero della vita (1097), Molto + scuola pittorica biza X secolo, Almeno fino alla conquista normanna, sul finire dell’XI secolo, il Salento fu di fatto una fiorente provin- ia hizantina, che aveva isuoi uoghi di culto nelle grotee facili da scavare perla natura cale -a delle rocce, piuttosto che nelle chiese, complesse da edificare Perannisi@ ritenuto che gli affreschi de pizantini in fuga da Bisanzio per le ==> Jotte iconoclaste; ultimamente gli st diosi tendono a parlare invece di diverse scuole pittoriche: biz angioina, chesulfiniredel'300avrebbero. dato vitaalla scuola umbro-marchigiana, ipolavoro é la @Alessandria giottescae tedesca, i c basilica di Santa Cateri ‘ Galatina. Dei cil pittorici rimasti, non josi riescono quasi sempre a dare un nome ai sant, rifacendosi a particolari e ettagli, poiché tuet i pittori s iosamente icriteriiconog secondo Coneilio di Nicea Ma scendiamo nel sottosuolo per ammi affreschi pidimportan- ti sono quelli nella eripta delle Sante Marina e Cristina a Carpignano Sa- lentino, nel cuore della Grecia, a die chilometrida Otranto,sia peril gran nu: ‘mero di iscrizioni greche, sia ali affreschi pit antichi con date cert aficidel rareidiping ché sono La maggior parte venne realizzata dai pittori Teofilato ed Eustazio trail 959 ei 1020. Nella scena dell’Annunci Madonna fila a lana, Santa Cristina viene raffiguratacon un lun, velo che le copre il capo, mela SIGNIFICATI DOTTRINALI MA ANCHE STORIE DIVITA Ma cid che desta emozi epigrafe che racconta la stru tia d'amore tra un padre tare) dellesercito bizantin @ Ia Tunga gente sto il suo figlio Scratigulis (buono con gli schiavi, amato dagliamici), morto prematuramente. Nel realizzare la sua tomba nell arcosolio del: 1a cxipta, il padre gli promise che presto lo avrebbe rag dendo aun siaciglio funebre accanto al suo. In qu stacripta, come nellealtre, si celebravain janto, prov ‘ortodosso ei grecoera ain itualmente pariata dalle genti salen ne. Trail 1600 ei! 700 un altare per celebrarv 1 ito cattolico, rovinando parte degli aftreschi A pochi chilometri da Carpignano trovia: mo un’altra importante testimonianza Ia cripta di Santa Maria degli Angeli di Poggiardo, Scoperta nel 1929, a due passi dalla chiesa madre, la cripta ha intervento di recupero che og arebin bandito, ma che al to allfavanguardia, Per preservarli dagl staccatie restaurati dal! Istituto Centrale del nel 197% iardini del paese, dove sit oggi, mentre nel locate delle copie. Di magnetica bellezza a erittico che ritrae la arcangeli. Poco fuori Poggiardo, ha intattoil suo fascino la crip ta dei Santi Stefani, dove Stefani —> adonna trai due non éun plurale, ma un genitivo:“Amate Dio e odiate il mondo” scritto in greco sopra Timmagine di Sant’Antonio Abate, nelfaffresco commissionato dal fedele Stefano. Da non mancare, accanto alla cripta, la chiesa paleocristana e i resi di un villaggio messapico del VII secolo a.C Accinque chilometri da Poggiardo, la crip. a semipogea di Santa Maria della Grotta a Ortelle conserva, tra glialtri, un affresco unico: quelloin cuila Madonna,cheregge il velo quaresimale su cui viene raffigur ‘alla passione del Figlio, rappresenta non solo la Madre di Dio, ma la Chiesa rome: nad Occidente.“Laffresco,realizzato nel 1340, € un vero proprio manifesto poli tico”, sotolinea Sergio Ortese, dottore di ricerca in Beni Cultural all Universita di Levee. “Vuole infati evidenziare il preva- JeredellaChiesalatinasuquellaotientale, con la Madonna raffigurata come Madre i Cristo, con la corona e il giglio simbolo di purezza, ma anche come incarnazio- ne della Chiesa cattolica. Valenza che si esprime nella corona a sette punte indo. sata dalla Vergine” A SAN BIAGIO PITTORI ISPIRAT DAIVANGELI APOCRIFI Spesso intorno alle cripte sorgevano Villagg} rural abitati dai contadini. B il caso dellinsediamento rupestre di San Biagio, a San Vito dei Normanni (Brindi si). Diversamente dagit alti casi, qui gli affreschi si ispirano ai vangeli apocrifi ecco perché San Giovanni guida Maria ¢ Giuseppe nella fuga in Egitto, mentre in uunaltra scena la Madonna porge Gest appena nato, a due ancelle. Alcuni par ticolari degli affreschi, come il volto del Bambino, sono stati purtroppo rovinati agli abitanti del posto: un'assurda cre denza voleva che sotto le immagini sacre si celasse un tesoro, mai trovato. Scendendo verso la punta estrema del Salento, quasi sulle sponde del mar Tonio, incastonata in una meravigl sa pineta della Serra, ecco la cripta di Coeli Manna a Supersano, nei pressi del cimitero, abitata forse sin dal Paleolitico La Vergine in trono con il Bambino che benedice alla greca & Taffresco meglio che San Nicola raffigurato con il Vangelo, jn mano, anch'egli nell'atto di benedire. Ancora pita sud incontriamo la cripta del Crocifisso di Ugento, recuperata con i fondi europei. Nella cavita, orientata a est come tutte le cripte per incontrare la luce delf'alba (VOriente) control buio del wamonto (POccidente), Gesit Bambino, esempio unico, é raffigurato con Vorec chino, in segno di potere al pari degli im: peratoriorientali. ETimmagine che subli ma incontro tra le due culture, !Oriente \ccidente, il dna del Salento. ©8 Bet'ala 87 INFORMAZIONI PRATICHE re io) Per le visite vos tute le ripe ono fur di con bia: per reggungerle core spesso pecorere nical Stade secondare Chiesa San Bago, San Vito ei rman, contagaJannuazo, Per artvar: Saale Bar rindi, usta Son Vio oi Norman: a cies sua va per Bens Perle vise: Coopertva Pade, 3474.93.4843, Crit delle Sante Marina e Cristina, 2 Carpgnano Salentino, rep Madonna dele Grae. stale Lecce Maghe,uscta Matano- Sosa; da Marana dreziene Orants, sca Corpegrano arpa strova in pose. Per visita: Associazione Cariiana, 390/440.25 79 ‘ipa de Sant Stetnie Museo del afresh 4 Santa aria degli Ange, 2 Posada crit ula crcomalaine él pes, smuseo stro in centro, Da Carignan, 62 Beira con il nero di Troia, una varietd autoc tona diffusa trail promontorio del no lecolline della Dauniaela pianuradel Tavoliere, in provincia di Foggia, finoalle vigne che circondano Castel del Mont: (Andria), ilceleberrimo maniero a pian. ta ottagonale fatto costruire da Federico I nel XII secolo e protetto dall'Unesco. Questo vitigno, diffuso anche nel Ba- rete, pud essere vinificato in purezza 0 in uvaggio con altre varieta, a seconda del gusto che si vuole ottenere. A una de cina di chilometri dal paese di Troia, per esempio, sulle colline di Orsaradi Puglia, la cantina del euoco-vignaiolo Peppe Zall lo propone in blend con Vautocto no tuccanese e poco merlot per Tetichet: ta Ali Uva, 0 con cabernet per !Ursaria. Sono vinida degustare lentamente me ai piatti dello chef, nati dai prodotti del suo orto e delallev dopo una visita alla moderna cantina re alizzata con materili di recupero, come nto, oppure seechie pietre e trav in legno. Il progetto dell'architetto Nicola Tramonte, le ope red'arte di Leon Marino. Cantina Torrevento A desta: i contr un monastro de! 700, Sot, da sinista: lo vgn ircondano un tu a. W basso Mont Scendendo versosud edopo un pai tappe culeurali, prima a Cerignola per la cattedrale del XI-XII secolo, poi a perla concattedrale di Santa Maggiore (oltre che per i luoghi della celebre Disfida), entriamo nel ter toriodella Doc Castel del Monte, un vino bianco e rosso in diverse tipologie. Non lontano dall'enigmatico maniero di Fede rico II, merita una visita la eantina Tor revento, dei fratelli Fr sco e Dome del "700. La produzione comprende, ac canto all oli extravergine doliva, diver: si vini bianchi, rosati e rossi Tra quest il Rosso Riserva Vigna Pedale, da uve nero di Troia in purezza, sifa notare per ilcolore rubino intenso ei profumi di pic coli frutti rossi, Oltre che per d ivini, latenuta Torrevento vavisitata per Tecantine, scavate nella occia allinterno del complesso benedettino, ¢ poi per le vigne e gli uliveti dell’Alta Murgia, Continuando verso sud si entra in una: tra importantissima area viticola, quella del Salento, il cui vitigno simbolo @ me il negroamaro (o negramaro che @ stato preso in prestito dal famoso gruppo musicale originario di queste ter re pianeggianti, pene di murett a secco, Un nome centr storici che inneggiano al baroceo € unmareda cartolina, Dalla varietd autoc tona de -groamaro si possono ottenere le verdure, e vini rosati da bere freschi, ideali compagni peril pesce ei crostacei Tnegroamaro si pud “sorseggiare” in tante denominazioni dorigine,comela DocSalice Salentino, la Doc Alezio aDoc Santi Dimitri Asinista In bass: Copertino, la Ig Puglia. Peravere un‘idea dell'antica tradizione vitivinicola salenti x tappa alla cantina Leone de Castris, di Salice Salentino, trai storici della regione. Fondata nel 1668, oggi produce oltre 2,5 mili anno tra bianchi, rossi e rosati. Ospita inoltre un interessante museo del vino offre ospitalita e ristorazione nelle venti suite del Villa Donna Lisa. Ad aver dato famainternazionalealmarchiodeCastris nel 1943, i Five Roses, il primo: ‘oimbortighiato in Teal Tradizione ¢ modernitd trovano tn ing dito punto dincontro nellebottiglie della loneaGalatina, pr dallarchite Luca Scacchett Molto piace con Pampia sala faccia sulla bottai, ali modern. vini modo innovativo dall'enologo Giuseppe re PAT Pizzolante Letzzi. Da non pe Dopo aver soddisfatto il palato, « da lustrarsi gli occhi con quello che la splendidl palazzi barocchi in pietra lec aborata chi intina Leone a Ascalone,cheli pasticciotti de con sede in un ps ano, apert re di S duecamere edi del produttore Giovanni Guarini, che spazia “a tutto Salento” dal primitivo alla malvasia nera, notevoli, in part lare, quattro version di ne; Piutri e Nativo per il rosso, Mare perilrosato e c suite, Tra le etichette Campo di srum per un passi todicolorerubino scuro, con profumi di frutta matura, ottenuto in uvags lamalvasia nera. Valera faccia del Salento vinicolo é i Primitivo, che trova Ia sua roceaforte naturale nella provincia di Taranto. Anche questa é terra di masserie di ba: occ eda cartolina ll Primiti vodi Manduria ¢ o adavercottenutolaDo dolce naturale. Si tr gperlaversione a di un vino che staincontrandomoltos profumi di frucea cacao e a una bocca dolce e avvolgente. ‘cai ievi sentori di Gon il nome Primitivo di Manduria vie ne prodottaanche a Doc perlatipologia rosso secco, un vino da tutto pasto che accompagna salumi st piatti con sughi important ce cacciagione. Piatti e vini che provare a Le Fabriche, wine-resort tra le vigne e gli ulivi secolari, vicino alle belle spiagge i Maru Cavalieri di Malta che lo governarono dal 1317 al 1819 costruendovi nel XV secolo un c ossiamo i, il paese dei cello tuttora visible, Tra le offerte dellazienda ci sono visite, degu- stazioni, un ristorante con piatti pugliesi cesu richiesta corsi di cucina e pernotta: menti in tuna masseria sec ‘orsi botanici,itinerari fitness € tesca. Inf INFORMAZIONI PRATICHE ee Le Cantine Poppe Zillo(Oser of Pusla, Fx Plano Paradis, 0881/96 47.53, wnpeppezulo.i Visita e dagustarione su prenotazione. Anche cosptalta in belle suite (doppia 0 euro) fistorante a chioeto zor Toreverto (Corato, Ba, provincial 234 km 10,6, 0808.98.09. 23, wntorevert.t Solo su prenetaione Leone de Casts (Saice Sakti, Le, ve Senator de Casts 25, 0832/23.11.12 man. ‘eonedecasns com). ist ala canting a "Museo del vino Pero e Salvatore Leone de Castrs con dagustarione luned.venerdi 9-13 15-17 su prenctazone con meno tre gor 4 preawiso Sant Dimitri (Gatto, Le, canada Sant imi, ne Gut, 053656 58.65, wn santelii).Su prenctzione. Duca Cara Guarini (Scorane, Le, rg Frise 1, 0836-46,0288, usu cucacaogurnit) Su prenctaione. Anche osptalita in un elegante palazzo settcentesco (dope 160 eur) & ‘tora (conto medio 40 euro) Aaiendaagricaa Le Fabiche (Naru, Ta, provinciale Marugpo-eranto, (0009.73.82.84 wuwmasserialetabrche.ite woefabrichei, Degustazioi su richest, Le strade del vino di Puglia Surat ei Vin Doe Castel del Monte A (Ba), corvad Cost el Mri, sale 170, Ciro rete Beto, 33/4 98.58.10, ewvcodaleeoone k Sta dl Vin Vie del Soe Loco, va Bracco Mate 5, 0832682416 wo srxininotgrmtdtat Seo eV Do Prime i Mandar © Tree Liza i cae Eb 37-2, (9955 20 12 wostadoseimavo.t 68 Bertie Eventi ‘Apulia Wine identity 2 Lecce al 12 a!17, siugno, seconda ediione su vgn simboio dolla regione. Quasi trentacantine di pid aree stache presentano ali operator i vin dolf'annata 2011 non ancora in commerio; aperto al pubblico sabato 16 ore 18-21, ingresso liber. Complesso di Santa Chiara, via degli Ammicati, 0831/57 19.5 puglabestwine:it Gli alberghi Ais Rowe sac (Tan Bt plaza Chee 085948 64 1) Dita sia rl laaaiees oat Wests esr Soon iron Dopiacon cate 180 er BAB La olin (rie Fanea, Te, stds Gr Bsa, oe FOS 396229) Accagierz aire el ere. Dopp con islet recs a Vila Pusio + (Moto Ta vA 158, 0286.85.42 14, 16camerein tr esienza dela Vl a, Dol con coatone ca 66 eu Macs Pld (Manca, Te, contd Patent 0998 735408 Azenda apis con comer aint, pin, bag tro, abate Docc clare ICO wr | ristoranti LaFossa del Grano (San Sever, Fz via Miruziano 63, 0882724.11.2) A conduzione familar, la cucina del nord dela Pug. Conto mexio 35 eur. Le Lampare al fortino (Tan, Bat, mab SantAntono, a Tlepon, 088348. 03 08). Pat 4 pesce locale ropost dalo chef Giovanni Leruseo. Ambiente in petra e tevazza vista ‘mare, Conto medio 90 euro. “ny, ee Trang? ste Slice P23 Mn ® loting suse £4 )bredaetna 1 Rave degli Amici (Martina Franca, Ta corso Messapia 8, 0804.83. 92-49) Cucina pugiese in un palazztto delfOtocente, Cento medio 40 euro La Locanda dei Camini (Botupio, Le, vio Vitoro Emanuele 36, 0826/09 37-33) Mare © terra rel pat oi Oronzo Rzzel. Ale parti Quads dello chef pore. Conto mocko 35 euro. Falsopepe (Massafia,T, vie Sant Medici 42 (099/6 80.4687), Ristoante-enoteca, con preferenza per prodat del rt, Mostre a rctazone, Meni degustazione 3 INFO Aciende di Promazione Turistic: Foes (0881/72.31 41; Ancria 0882/28.02 93; Lecce 083231.41.17; Taranto 09914 53.23.97; nfo ul sit ww viaggiorinpuelia.t Il fascino Terra dalla storia antica, incastonata tra due mari, é uno dei gioielli di Puglia. Destinazione perfetia per una vacanza nel segno dela natura, dell arte € della buona accoglienza Porto Cesareo, perla de! Salento Da borgo di pescatori a rinomata localit turistica. 6 botaniche, qui sal Merito dei paesaggi mozzatiato e delle rat ¢ SS | APPRODO NATURALE FIN F— | DALLANTICHITA, GRAZIE ALLE OPERE <{__ DEGU ANNI TRENTA F lo zona umida < Ee 3iParchi, Porto i | Cesareo & oggi una delle localité = turistiche pid rinomate dl Solnto, Riserva naturale regionale “Polude del Conte e Duna Costiera”. Queso 2 mosaico di ecosistemi Nel Centro visite della cinquecentesca Torre Lapillo é possibile reperire informazio Porto Cesareo e sulle sue risorse ambientali, s: Riser regi Costiera”, clire che 9 Per saperne di pi le oree retrodunali sono il regno www.portocesareo.le it : dellpomea saggitata, dell’orchidea i, in questa zona —_palustre, del cardo moriano Sopra, @ facile awistare numerose specie u e = dici Villa Giuliana, | yvacanza a 4 stelle ¢ In una posizione strategica, vicina ai principali 5 centri storici del Salento, questa dimora nobiliare del XIX secolo offre un‘ospitalita Iissimo livello ) Asinisra | d/se00 Soto, « centro pe a struttura offre servizi quali bar, lo carte, ampia sala ‘A POCHI CHILOMETRI DA ALCUNE TRA LE LOCALITA PIU CARATTERISTICHE DEL SALENTO E DAI MAGGIORI CENTRI BAINEARI, com Giuliana @ lo meta ideale per chi cerco una vacanza esclusiva, mo wole assop: rio. Dimora storica ottocentesco ch: del XIX secolo, restaurata con wwnw.maldive.org la Giuliano dispone di otto camere di lusso elegantemente arredate di una suite immersa nel verde. in un bellissimo parco PUGLIA = CARTINA DI Davide Bassoli Mone ° Sas Ostunie : Cealie Messapicae sell ‘ sGrotagte Tcasee ( 9 INFORMAZIONI TURISTICHE Nel 2011 la rete pugliese Pugliapromazione indi infoponthari.com; info@® CBS3/5888.30 infotrani@ — fogga.promorione® delle APT (Agenzie di riezanturit verso le _infapointbaricom viaggiareinpugia.t viaggareinpugta.it Promazione Turistica) & _associazion ele struture stata assorbita dal'agen- di informazione dislocate BARLETTA-ANDRIATRANI —_BRINDISI Lecce 2a regionale Pugliapro- sul territorio, dove sono PuglaPromazione PuglaPromozione, Brindi- PugiaPromazione, Le mozione. La nuova gover: molto attvi Gal (Gruppi Barletta, corso Garibaldi i, viale Regina Marghe- corso Vitcrio Emanuele nance, cul fanne capa il di Azione Locale) le Pro 204-206, 0883/23.13.31; ta 44, 0831/56.21.26; 18, 0832/33.2463; lecce sito www.pugliaterisme. loco. in alcune localit, _info.bareta@viaggaren- brindisipromozione@ ——_—promazone@viaggarein: com e portale turistico gl ufficiinformazione—_puglast viaggiareinpugla.t uel. ‘www.viaggiareinpugliait, gest dal'amminstrazio- — Utticio Cultura e Turismo, si awale di uffici di infor: ne comunale. Andria, pazza Vitor Ema- FOBSIA TARANTO. mazione distocati in tut ‘uae 1, 0883126, 16.05, _PugliaPremarione, Foggia, PugiaPromozione, Taranto | capoluoghi di provincia. BARE 08837 29.03.41 via Perrone 17 (entrola corso Umberto | 113, Oltre a fornie informazio- PuglaPromazione, Bari, wwm.comuneandria.ttit fine del 2012 glufci si 096/4.59.23.92; tarant. nie material sul comune piazza Aldo Moro 33, PuglaPromazone, trasfenranno in via Solita: promozione@viaggiarein. Gi pertinenza, gl uffici di 0809.90.93.41; www, Trani, piazza Teste 10, ni), 0881/72.31.41; pugiiast 72 Balai www.tagliator LIATORE 3 ae on = en ' cen A LA PUGLIA E SEMPRE ONLINE. VIENIA ESPLORARLA DALVIVO. www. pugliaevents.it www.viaggiareinpuglia.it