Sei sulla pagina 1di 3

ESAME DI TECNOLOGIE SPECIALI - 21 Giugno 2005

Nome e Cognome Numero di lista

A) Nel processo EDM, a tensione a vuoto elevata corrisponde:


1. un maggior tasso di asportazione
2. un maggior traferro di erosione
3. una minore durata dellimpulso
4. un maggior consumo utensile

B) Come realizzare 100 utensili EDM uguali?


1. per asportazione di truciolo
2. per deposizione galvanica
3. per idroformatura, se possibile
4. per EDM

C) lavanzamento utensile nellEDM si ottiene controllando:


1. la corrente di lavoro
2. la dimensione del traferro
3. la tensione di lavoro
4. la tensione a vuoto

D) LECM un processo adatto a realizzare:


1. Gli intagli delle provette charpy
2. La dentatura di un pignone conico
3. Le superfici di guida di una machina utensile
4. microforature su una pala di turbina

E) Che fare se la nostra unica pressa meccanica (a manovella) non riesce a tranciare un dato pezzo?
1. diminuiamo la velocit di lavoro
2. Aumentiamo il gioco punzone-matrice
3. diamo colpi ripetuti
4. incliniamo la superficie della matrice

F) Che fare se il foro del pezzo punzonato non ortogonale alla superficie?
1. si aumenta la rigidezza della pressa
2. si mette uno stripper sul punzone
3. si usa una attrezzatura a quattro colonne
4. si esegue la tranciatura in due passate

G) Il taglio al plasma ti materiali non conduttori:


1. molto difficile
2. possibile in modalit arco non trasferito
3. possibile in polarit diretta
4. possibile solo a basse velocit di taglio

H) Una lamiera di 20 mm di acciaio al carbonio viene tagliata al laser:


1. con focale corta, TEM00
2. con focale corta, TEM01
3. con focale lunga, TEM00
4. con focale lunga, TEM01
I) La parte superiore del cordone di saldatura laser:
1. risente della instabilit della pozza liquida
2. risente della piuma di plasma
3. risente della presenza del keyhole
4. ha le stesse dimensioni del resto del cordone

L) Il pi veloce metodo di saldatura di testa di due tubi :


1. saldatura laser
2. saldatura FSW
3. saldatura per attrito
4. diffusion bonding

M) La placchetta per utensili rappresentata in figura ottenuta per:


1. sinterizzazione + foratura + rettifica
B
2. sinterizzazione + impregnazione + foratura + rettifica
3. sinterizzazione + impregnazione + rettifica
4. sinterizzazione + rettifica

N) quale zona della placchetta ha la minore densit (pressa a semplice effetto)? A


1. vicino alle superfici laterali
2. in superficie
3. sul fondo
4. a met spessore

O) si scelga il trattamento superficiale o lavorazione da eseguire sulla superficie di un cuscinetto


autolubrificato:
1. shot peening
2. rolling
3. rettifica
4. nessuno

P) Quale processo si adatta alla realizzazione di stampi per preserie di componenti in plastica?
1. LOM
2. SLS
3. SLA
4. tutti e tre

Q) Esistono ricoprimenti per utensili in carbonio amorfo?


1. No
2. S, sono realizzati in CVD
3. S, sono realizzati in PVD
4. S, sono realizzati in CVD e PVD

R) Durante la successione di colpi per la realizzazione di un componente al maglio, in quale


maniera varia lefficienza del colpo?
1. Decrescente
2. Crescente
3. Costante
4. Prima crescente, poi decrescente
S) Si consideri la guida indicata in figura. Date le indicazioni a cartiglio, quale sequenza di processi
si ritiene idonea per la sua realizzazione? (La prima fase sia quella di realizzazione del grezzo)

1) .
2) .
3) .

T) Nel caso il componente di figura sia in lega di alluminio e il lotto sia di 1000 pezzi, come
cambierebbe la sequenza?

1) .
2) .
3) .

U) Applicando un fattore di scala di 1:10 (riducendo cio le dimensioni di un fattore 10) e dovendo
realizzare 2 pezzi in acciaio da utensile, come si potrebbe procedere?

1)
2)
3)

V) Il pezzo rappresentato in figura idoneo ad essere ottenuto per sinterizzazione? SI NO

Z) Nel caso di risposta affermativa, quali lavorazioni si rendono necessarie successivamente, e con
quali utensili?

ZZ) Una pressa ad eccentrico non riesce, in condizioni di corsa massima, a realizzare una
particolare operazione di tranciatura a caldo. Si descrivano nella pagina seguente:
a- la possibile modalit per risolvere il problema
b- i possibili rischi connessi
c- se, ed eventualmente come, variano le seguenti caratteristiche del processo: produttivit,
velocit utensile, tempo di contatto pezzo-utensile
d- se il carico di lavoro variato, e come, rispetto a quello originario.