Sei sulla pagina 1di 3

Quaderni acp www.quaderniacp.

it 3 [2016] aggiornamento avanzato 113

aggiornamento avanzato

Ren Zazzo e la psicologia


dello sviluppo
Francesco Ciotti
Neuropsichiatra infantile, Cesena

Questo scritto intende ripercorrere a grandi linee la storia di vita e di ricerca di uno ne Nazionale. in quel tempo che Zaz-
dei pi grandi psicologi del Novecento, Ren Zazzo, insieme a John Bowlby e zo con Wallon pensa di aprire dei servizi
a Jean Piaget. Discepolo di Henri Wallon, di cui condivideva anche la fede politica di Psicologia scolare nelle scuole di Parigi.
e limpegno sociale, egli ha dato un grande contributo allo sviluppo della psicologia Poi al suo impegno di ricercatore al La-
infantile attraverso luso e lapprofondimento del metodo scientifico e sperimentale, boratorio diretto da Henri Wallon, di cui
appreso nei laboratori di Gesell alla Yale University: il confronto tra gemelli omozigoti prende il posto di direttore nel 1960, e di
geneticamente simili, le osservazioni comportamentali videoregistrate, lesame clinico allOspedale Henri Rousselle, nel
testologico standardizzato. Effetto di coppia nei gemelli, costruzione dellimmagine 1967 si aggiunge il ruolo di professore di
allo specchio, imitazione precoce del neonato, disturbi specifici di apprendimento, Psicologia del bambino allUniversit di
eterocromia del ritardo mentale sono le sue scoperte pi rilevanti. Nanterre, che tiene fino alla pensione. A
questo proposito Zazzo nella sua autobio-
This review retraces the life and the research of Ren Zazzo, one of the greatest psychologists grafia dice: Si pu dire quindi che per quasi
of the twentieth century, along with John Bowlby and Jean Piaget. quarantanni ho avuto il privilegio, anche se
Zazzo was a pupil of Henri Wallon with whom shared the same political and social questo non una garanzia di qualit in s,
engagement. He gave his contribution to the development of childrens psychology based di una doppia o meglio tripla vita sul piano
on scientific methods learned at Gesells laboratories of Yale University: comparison among scientifico: quella di ricercatore, di clinico e
monozygotic twins, behavior observation videotapes, performance standardized tests. di insegnante. E a sua volta come ricercatore
Among his most important discoveries are the twin couple effect, the mirror construction una doppia dimensione: quella della ricerca in
of self, newborns early imitation, developmental learning disorders, heterochromia in quipe e quella di ricerca personale. Ed da
mental retardation. qualcuna di queste ricerche e osservazioni per-
sonali che sono nati in verit i filoni di ricerca
principali e successivi della mia vita.

Ren Zazzo un uomo del Novecen- nuncia, attraverso una intervista pubblica Le ricerche sullo sviluppo nel
to. Nasce a Parigi il 27 ottobre 1910 e vi che fa scandalo, le condizioni dei minori Laboratorio di Psicologia sperimentale
muore il 20 settembre 1995. Figlio unico in quel centro, chiusi di notte nelle gabbie
di una modesta famiglia parigina, molto e sottoposti ai mezzi punitivi pi violenti. 1. La ricerca sui gemelli
brillante negli studi e, deludendo il padre Di fronte alle negazioni dei responsabili, partita dal problema del mancinismo
che lo vuole ingegnere, sceglie gli stu- Zazzo e il giornale chiedono una commis- del suo primo figlio Marc, nato nel 1935.
di classici e poi la laurea in filosofia alla sione di inchiesta. La commissione non si Era una patologia, non lo era, era eredita-
Sorbona con una tesi sulla Filosofia del fa ma le gabbie sono smontate. La denuncia ria, andava rieducato? Comincia a studiare
Diritto di Hegel nel 1933. Alla Sorbona costa a Ren un posto di insegnante pub- allora il problema della lateralit motoria
frequenta le conferenze di Ren Allendy, blico che aspettava. Per tre anni vive di le- quando il collega Turpin gli propone di
fondatore della Societ Psicoanalitica di zioni private e piccoli lavoretti. Nel 1937 il studiarne lereditariet sui gemelli. Ed
Parigi, e grazie a lui ottiene una borsa di suo maestro Wallon lo aiuta e gli trova un colpito dai primi due gemelli monozigoti,
studio per andare a Vienna da Freud. Ma posto di assistente tecnico al laboratorio di di cui uno era destrimane e laltro man-
il suo maestro, Henri Wallon, lo sconsiglia psicobiologia sperimentale del CNRS del cino. Per la prima volta si trova di fronte
per lascesa al potere di Hitler e le sue mi- bambino da lui diretto in Rue Gay Lussac. al paradosso dei gemelli: identici sul pia-
re bellicose sullAustria. Cos, con la sua Nel 1940 arriva la guerra. Wallon si oc- no genetico e diversi sul piano psicologi-
borsa di studio, Zazzo invece che da Freud cupava anche di un Laboratorio di Psico- co. Da l partono le sue ricerche sui fattori
va da Arnold Gesell a Yale a fine 1933. L logia clinica infantile allOspedale Henri ambientali capaci di rendere psicologica-
impara il rigore della osservazione scien- Rousselle di Parigi, diretto da Lahy, chia- mente diverse due persone geneticamente
tifica sul bambino, nei contesti normali di mato al fronte. Zazzo lo sostituisce e da uguali. E da l scopre quello che chiama
vita e nei contesti di laboratorio con lu- allora si trova nella posizione privilegiata effetto di coppia: la vita in comune in fami-
so delle telecamere di videoregistrazione di avere una attivit di ricerca al laborato- glia comporta una divisione dei ruoli re-
e il metodo della ricerca sui gemelli. Nel rio sperimentale e una attivit clinica con lazionali dei gemelli rispetto ai genitori e
1934 torna in Francia e ottiene un posto bambini problema allospedale. In quegli rispetto a se stessi.
precario come educatore in un Centro di anni Zazzo entra nella Resistenza insieme
rieducazione per minori. Vi resta 4 mesi, a Robert Debr, direttore dellOspeda- 2. Limitazione precoce nei neonati
il tempo sufficiente per una denuncia cla- le des Enfants Malades, e a Henri Wal- Sempre nel 1945 un altro stupore. Nasce
morosa e una notoriet discussa. Zazzo ha lon, nominato dal governo clandestino il secondogenito, Jean Fabien, che ha so-
solo 23 anni ma dopo qualche mese de- della Resistenza ministro dellEducazio- lo tre settimane. Per gioco gli tira la lin-
114 aggiornamento avanzato Quaderni acp www.quaderniacp.it 3 [2016]

gua ed ecco che lui gli tira la lingua. Pi ligenza per fornire alla scuola strumenti di Questa esperienza dura dal 1946 al 1954
volte. Si ferma e il figlio si ferma. Lo imi- diagnosi psicologica e di intervento per ri- e riguarda essenzialmente 17 plessi scola-
ta, quando si sa che limitazione possi- spondere ai bisogni educativi dei bambini stici di Parigi. Si realizza soprattutto per
bile solo a partire dai 2-3 mesi di vita. Si in difficolt. La tradizione di Wallon, ma- la grande collaborazione di Maurice Da-
confida con Piaget e Wallon che non gli estro di Zazzo, per il quale la psicogenesi vid, direttore generale dellinsegnamento
credono. Poco dopo nasce il terzo figlio, dellindividuo il frutto di una interazione della Seine, e per il grande lavoro di Zaz-
Jacques, che fa lo stesso. Allora torna al costante tra determinanti biologici e socia- zo che ha riunioni settimanali con gli psi-
Laboratorio e conduce una ricerca rigorosa li, di cui famiglia e scuola sono i principali. cologi scolari e che attiva con loro nelle
e controllata su decine di neonati. Scopre Wallon e Zazzo sono entrambi marxisti e scuole progetti di ricerca su metodi e stru-
che non a tre settimane ma gi a 10 giorni durante la seconda guerra mondiale entra- menti per la lettura, lortografia, il calcolo.
i neonati imitano. Trentanni pi tardi gli no nella Resistenza e nellagosto del 1944 I risultati di questo lavoro sono eclatanti.
psicologi americani convalideranno le sue Wallon riceve la nomina dal governo clan- Nei plessi scolastici seguiti il tasso di boc-
ricerche sulla imitazione precocissima. destino francese di Ministro dellEduca- ciatura passa dal 50% al 17%. Gli inter-
zione Nazionale. Entrambi sono mossi da venti individuali dello psicologo centrati
3. Limmagine allo specchio un ideale politico e sociale: voler demo- sulla cura diretta del bambino passano dal
1947, ora Jean Fabien ha 2 anni e un altro craticizzare la scuola, porre mano allin- 30% al 10%; il 90% dellattivit diventa,
stupore arriva. Passa davanti a un grande giustizia sociale dellistituzione scolastica, come era nelle intenzioni, quella preven-
specchio murale. Vedendosi, Jean Fabien che seleziona ed emargina i figli della clas- tiva di promozione dellapprendimento di
arrossisce e gira la testa dallaltra par- se operaia, ridurre le disuguaglianze negli ciascun alunno col suo insegnante, parten-
te. Zazzo deduce che vi si riconosciuto. apprendimenti sin dalla prima elementare. do dai suoi punti di forza, interessandosi
Non lo aveva mai fatto. Ora si sapeva che il Essi vogliono realizzare il preambolo della ai problemi quotidiani dei bambini e non
bambino si riconosce allo specchio a 9 me- futura Costituzione francese del 1946 che ai bambini problema. I progetti di ricer-
si, lo aveva detto Darwin centanni prima. recita: La nazione garantisce uguale accesso ca attivati conducono a risultati altrettanto
Negli anni 70 decide di dedicarsi a questo del bambino e delladulto allistruzione, alla importanti. Per esempio, dimostrano che
enigma ricorrendo a un dispositivo speri- formazione professionale, alla cultura. met dei bambini collocati nelle classi spe-
mentale geniale: specchio bidirezionale e ciali non risponde ai criteri psicometrici
gemelli identici. Ipotesi: il riconoscimen- 1. La nascita della Psicologia scolare della debilit mentale previsti dallOMS e
to di s c quando il bambino prende In Francia la scuola pubblica obbligato- che in molte classi normali le difficolt
consapevolezza della sincronia tra i suoi ria fino ai 14 anni sin dal 1936, a opera mostrate da molti alunni dipendono da un
movimenti e quelli della sua immagine del Front National. Ma molto selettiva ritmo di insegnamento inadeguato e ac-
riflessa. Cos scopre che il riconoscimen- sin dalla scuola primaria, ove le bocciature celerato. La fine di questa esperienza nel
to di s, tanto nel bambino che nellani- sono al 50% e colpiscono i bassi ceti so- 1954 fa dire a Zazzo nella sua autobiogra-
male, avviene gradualmente un poco dopo ciali; esse sono spesso al primo ciclo ele- fia: La distruzione e la fine della psicologia
levitamento dello sguardo. La reazione di mentare e questi primi insuccessi secondo scolare che pass a occuparsi dei bambini pro-
evitamento dello sguardo non una rea- Zazzo sono un circolo vizioso che si av- blema anzich dei problemi dei bambini lho
zione ancora di riconoscimento, ma di di- vita su se stesso e prepara i futuri clienti sentita come il pi penoso insuccesso di tutta la
sorientamento: di fronte a lui c un altro per riabilitatori e psicoterapeuti. La crisi mia carriera professionale.
che non come gli altri, si muove come economica e le differenze sociali del do- Le cause di questa fine sono molteplici.
si muove lui, lo sconcerta e lo impaurisce; poguerra rischiano di aumentare ancora Maurice David, grande sostenitore del
dopo circa tre mesi si riconoscer e si tro- di pi la selezione scolastica. Per questo progetto, lascia la sua funzione e chi gli
ver a suo agio con la sua immagine. Ha Zazzo e Wallon nel 1944 pensano al- succede non crede in esso. Non c stata
costruito limmagine di s ma non lo spa- la figura dello psicologo scolare che por- a livello politico la definizione ammini-
zio virtuale in cui si trova, tanto che molti ta a scuola le conoscenze psicologiche per strativa ed economica dello statuto dello
bambini di 4-5 anni, se hanno la madre fornire alla pedagogia gli strumenti tesi a psicologo scolare. E quando, nel 1959, la
dietro di s riflessa nello specchio, la van- promuovere le potenzialit di ciascuno e a politica finalmente interviene a definirne
no ancora a cercare dietro lo specchio prevenire linsuccesso scolastico. Essi de- lo statuto, ne stravolge la funzione met-
cidono che questo psicologo scolare deve tendo lo psicologo scolare alle dipendenze
Le ricerche sul campo in Psicologia essere un insegnante con almeno 5 anni di dei Servizi per lInfanzia disadattata (ossia
scolare insegnamento, deve fare due anni di for- sullhandicap): egli lavora ora sul bambino
mazione allIstituto di Psicologia di Parigi problema e diventa inutile doppione del-
Il quarto grande filone di ricerca di Zaz- tutti i gioved (giorno di congedo scolare) lo psicologo clinico che lavora nei Servizi
zo riguarda invece la ricerca sul campo, e sar assegnato a una scuola per farsi ca- neuropsicologici esterni alla scuola. Tutta-
spesso condotta in quipe con grande in- rico di quegli alunni e dei loro insegnan- via, questa esperienza ha condotto Zazzo
vestimento di collaboratori e di risorse, ti, predisponendo per ciascuno scolaro un e i suoi collaboratori a scoperte importanti
sullo sviluppo delle funzioni cognitive del dossier psicopedagogico, derivante da un e se la Psicologia scolare secondo Zazzo e
bambino, in particolare rispetto allap- colloquio e anche da test psicologici, in- Wallon finisce, invece la ricerca di campo
prendimento scolare. Questo filone non contrando gli insegnanti sui problemi e nella scuola ormai cominciata e accom-
deriva dal caso ma piuttosto da motiva- le difficolt dei loro alunni, partecipan- pagner Zazzo ancora per molti anni.
zioni ideali e sociali che appartengono al- do a progetti di ricerca comuni sulle abi-
la storia personale di Zazzo e alla storia lit scolastiche. La formazione si svolge 2. Dislessia ed eterocromia
della Psicologia francese. La tradizione di dal 1945 al 1946 e nel 46 sono formati 8 A partire dallosservazione nel 1945 di Jo-
Binet, che agli inizi del 900, su mandato psicologi scolari: 1 va a Grenoble e 7 nel- siane, una dodicenne che ha passato la sua
del Ministero dellEducazione Nazionale, le scuole primarie di Parigi. Quelli for- vita scolastica nelle classi speciali, che non
costruisce la scala psicometrica dellintel- mati dopo vanno anche alle scuole medie. sa n leggere n scrivere e al Binet ha un QI
Quaderni acp www.quaderniacp.it 3 [2016] aggiornamento avanzato 115

di 120, insieme ad Ajuriaguerra dal 1946 e non verbali sono la chiave per migliorare delle dislessie, delle discalculie, delle disorto-
al 1951 scopre i bambini dislessici, ovvero il processo pedagogico, il ruolo del media- grafie, delle psicoterapie di ogni tipo.
i bambini con problemi di letto-scrittura tore sociale dellapprendimento (linse-
senza deficit di ragionamento, che spes- gnante), il funzionamento generale della Che fare? Rassegnarsi? No, ma ripartire
so hanno avuto nellinfanzia un ritardo di struttura scuola. dai progetti di comunit di ieri e di og-
linguaggio. Dal 1955 al 1960, seguendo gi per la lettura e la musica e di doma-
longitudinalmente i soggetti deboli men- 3. La Psicologia scolare oggi ni per la matematica. Perch, come dice
tali con QI<70 di una grande scuola pari- Secondo lesperienza di Zazzo e le rifles- Dehaene a proposito dellintreccio tra
gina, scopre la eterocromia: a parit di QI sioni di Gilly evidente che lo psicologo neuroscienze, psicologia e pedagogia,
basso essi presentano diverse velocit nei scolare non deve essere uno psicologo clini- sono stati fatti grandi passi avanti nella
diversi settori di sviluppo (visivo, verbale, co ma uno psicologo di comunit. Come il comprensione del modo in cui calcolo e let-
motorio) e soprattutto sociale, con diverse pediatra di comunit, ha ruoli diversi e non to-scrittura sono implementati nel cervello.
prognosi sociali e lavorative. sovrapposti a quelli del pediatra di base. A possibile introdurre programmi di educa-
In questa prospettiva egli diffonde e difen- Cesena, dal 2008, esiste il Corso Magi- zione innovativi e abbiamo a disposizione
de la pratica dei test come strumento per strale di Psicologia Scolastica e di Comu- gli strumenti per studiarne limpatto sulla
aiutare il bambino e non per etichettarlo. nit. Questo Corso, come altri peraltro e mente dei bambini. Le classi dovrebbero es-
Infatti, grazie allanalisi qualitativa pi che come la stessa storia della Psicologia sco- sere il nostro laboratorio. il momento della
quantitativa dei test, si possono scoprire i lare francese insegna, rischia sempre di ri- neuro-psicopedagogia, una scienza unificata
punti di debolezza e di forza dellalunno e cadere nella tentazione facile della clinica. e cumulativa in cui linsegnamento rivol-
lavorare su questi ultimi. E a questo sco- LICF per la diagnosi funzionale del bam- to alla ricerca pragmatica di metodi meglio
po, oltre ai test intellettivi e strumentali bino viene utilizzata e insegnata solo per le strutturati e pi efficaci per tutti. Lesigen-
visuomotori, uditivi e verbali per la let- disabilit e non per tutti i bambini. E que- za di sperimentare una delle pi belle idee
to-scrittura, fondamentali sono per Zaz- sto in una scuola di oggi che pi seletti- che la scienza possa apportare alla pedago-
zo i test che indagano i fattori aspecifici va e alienante di quella di ieri. La scuola gia. Sempre oggi come ieri e come do-
e motivazionali dellapprendimento: il test di oggi somiglia di pi a un supermerca- mani la scommessa del pediatra quella
dei 2 barrage per attenzione e autocontrol- to che promuove la competizione e la con- delluomo, perch come diceva un altro
lo e la scala di sviluppo psicosociale (DPS) correnza: si sceglie la scuola che promette maestro del Novecento, Franco Panizon:
per lautonomia personale e sociale. Da qui pi successo professionale e lavorativo. La Luomo ha bisogno di avere sospesa davanti
nasce il Manuale dellEsame Psicologico del scuola subisce direttamente o indiretta- al naso una carota che lo faccia correre sem-
Bambino che tutti abbiamo usato negli an- mente le direttive del mercato del lavoro pre, ha bisogno di sfide, ha bisogno di cam-
ni 70 soprattutto per lesame clinico del dove lorientamento professionale preco- minare per la strada che lui stesso costruisce,
bambino. Infatti, secondo Michel Gilly, ce valorizzato a scapito della concezione ha bisogno anche di ostacoli da superare e di
allievo di Zazzo, il fallimento del progetto umanistica, sociale, culturale della scuola sofferenze Dunque, che ogni gruppo di la-
della Psicologia scolare di Wallon e Zazzo che educhi alla cittadinanza comunitaria. voro trovi la forza di riconoscersi, che ciascu-
dovuto soprattutto alla scelta di mezzi Nella societ le disuguaglianze sono sem- no preservi se stesso, che Dio ci aiuti.
clinici non coerenti con gli obiettivi di una pre pi forti e la scuola fa poco per ridurre
Psicologia di comunit scolastica. Secondo sin dalla scuola materna queste forti disu- *fran.ciotti@alice.it
Gilly il metodo scelto dei test e dei dos- guaglianze iniziali per permettere a tutti i
sier individuali era centrato sullinterazio- bambini laccesso alla istruzione e alla cul- Conflitto dinteressi
ne psichica diadica tra soggetto e oggetto tura. Di fronte a una realt sociale disgre- LAutore dichiara di non avere alcun con-
dello studio e non sulla interazione tria- gante e disgregata, Pediatria di comunit flitto dinteressi.
dica e dialogica soggetto-oggetto-altro, in e Psicologia scolastica e di comunit sem-
cui consiste il processo reale dellappren- brano pi deboli sulla visione di comuni-
dimento scolare, che ha i suoi mediatori t, tanto che gi Zazzo diceva nel n. 9 di Zazzo R. Manuale per lesame psicologico del
sociali nel maestro e nei compagni. An- Crescita del 1984 parole oggi ancora pi ve- bambino. Editori Riuniti, 1975.
zich il test individuale per questo scopo re: Sembra prevalere la visione psicopatologi- Zazzo R. Che ne della psicologia del bambi-
no. Giunti Editore, 1985.
serve losservazione in vivo da parte del- ca, ove laberrazione di psicologizzare tutti Zazzo R. Il paradosso dei gemelli. La Nuova
lo psicologo scolare e del maestro di ogni i problemi della scuola e di psichiatrizzare la Italia, 1987.
situazione specifica di apprendimento in psicologia. Fioriscono cos la pletora degli inse- Zazzo R. Riflessi. Esperienze con i bambini
classe. I comportamenti interattivi verbali gnanti di sostegno, lindustria e il commercio allo specchio. Bollati Boringhieri, 1997.