Sei sulla pagina 1di 8

QUADRO LOGICO DINTERVENTO

Al fine di garantire efficacia e efficienza allintervento, la struttura su cui si basa il


sistema di analisi adottato, ovvero il Logical Framework Approach (LFA, Sistema
del Quadro Logico), suddivisa in fasi , a loro volta suddivise in attivit, le
quali sono composte da un dato numero di azioni. A un singolo percorso fasi/
attivit/azioni corrisponde dunque uno specifico pacchetto di lavoro attraverso il
cui completamento si determina landamento complessivo dellintervento.
Il progetto, la cui metodologia LFA viene qui di seguito esposta, intende
rispondere a una situazione di scarsa consapevolezza del patrimonio boschivo e
insostenibilit economica delle filiere foresta-legno.
Il diagramma si legge dal basso verso lalto e mostra il rapporto causa-effetto tra
una situazione o condizione di base e una conseguenza di carattere negativo.
A fronte della morfologia sfavorevole e dellelevata frammentazione della
propriet cos come della scarsa cultura forestale e dellinsufficiente spirito
imprenditoriale dei territori presi in esame (quarto livello), ci troviamo di fronte a
un basso livello di infrastrutturazione dei boschi e a una scarsa consapevolezza
del valore della loro multifunzionalit, fattori che hanno nel tempo determinato
elevati costi di intervento, un basso valore di mercato del prodotto legno,
lassenza di alcuni anelli cardine della filiera foresta-legno, incidendo
negativamente sul progressivo abbandono dellambiente montano (secondo
livello). Tali conseguenze producono il problema a cui si chiamati a rispondere
(primo livello).
ANALISI DEI PROBLEMI

Scarsa consapevolezza
del patrimonio boschivo
e insostenibilit
economica delle filiere
foresta-legno

Elevati costi di intervento Basso valore di mercato Assenza di alcuni anelli Abbandono dellambiente
sui boschi del prodotto legno della filiera foresta-legno montano

Infrastrutturazione Scarsa strutturazione Scarsa consapevolezza Incidenza delle classi Sviluppo industriale delle
insufficiente dei boschi delle imprese forestali del valore della anziane su quelle giovani basse valli
multifunzionalit del
bosco

Scarso spirito Servizi alla persona


imprenditoriale insufficienti
Elevata frammentazione
della propriet Morfologia sfavorevole Scarsa cultura forestale

Partibilit ereditaria
Dislivello, pendenza,
clima
Scarsa attitudine storica
alla gestione associata
del territorio
Fragilit idrogeologica
del territorio
Gestione selvicolturale
orientata allottenimento
di prodotti di scarso
valore economico
Anche nel caso dellanalisi dellobiettivo, esposta nella pagina seguente, il
diagramma si legge dal basso verso lalto e mostra il rapporto causa-effetto tra
unazione o intervento di base e una conseguenza di carattere positivo.
La morfologia sfavorevole e lelevata frammentazione della propriet cos come la
scarsa cultura forestale e linsufficiente spirito imprenditoriale dei territori presi in
esame vengono contrastati dallavvio di forme di associazionismo forestale,
dallutilizzo di tecniche costruttive adeguate, da una mirata formazione
professionale, dallinnesco di dinamiche di mercato favorevoli, anche
conseguentemente a una monetizzazione delle esternalit positive derivanti da
una corretta gestione del bosco e allattivazione di incubatori dimpresa (quarto
livello). Tali mezzi comporteranno lo sviluppo della strutturazione delle imprese
forestali, la costruzione di piste agro-silvo-pastorali e di nuovi piazzali di
conferimento, lattivazione di una nuova imprenditorialit giovanile anche
attraverso lavvio di distretti legati alla risorsa legno e il conseguente
riconoscimento sociale del valore del bosco (secondo livello). Tali interventi
consentono di raggiungere la situazione attesa, ovverosia la valorizzazione del
patrimonio boschivo e il raggiungimento della sostenibilit economica delle filiere
foresta-legno (primo livello).
ANALISI DELLOBIETTIVO

Valorizzazione del
patrimonio boschivo e
raggiungimento della
sostenibilit economica
delle filiere foresta-
legno

Diminuzione dei costi di Aumento del valore di Attivazione di tutti gli Reinsediamento
intervento sui boschi mercato del prodotto anelli della filiera foresta- dellambiente montano
legno legno

Attivazione di nuova
imprenditorialit
Costruzione di piste Strutturazione delle Riconoscimento sociale giovanile
agro-silvo-pastorali e di imprese forestali del valore del bosco
piazzali di conferimento

Formazione Creazione di distretti


professionale Monetizzazione delle della risorsa legno
esternalit positive

Associazionismo Utilizzo di tecniche Innesco di dinamiche


forestale costruttive adeguate favorevoli al mercato Campagna di Attivazione di incubatori
sensibilizzazione di impresa

Animazione, Incentivi alla


comunicazione e meccanizzazione
divulgazione allinterno di un quadro
strategico Incentivazione al
reinsediamento
Ricerca e sviluppo di
produzioni ottenibili con Nuovi prodotti
le attuali risorse
disponibili
Legno-energia Potenziamento dei
servizi alla persona

Miglioramento dei
soprassuoli di elevata
potenzialit
A questo punto occorre individuare la strategia operativa, ovvero il percorso
attuativo e la pianificazione delle azioni progettuali; in breve, necessario
stabilire quale dovr essere la logica dellintervento richiesto.
Tale sequenza viene desunta dalla lettura del precedente diagramma associando
ai diversi livelli gli steps metodologici propri del quadro logico: quarto, quinto e
sesto livello rappresentano, dunque, le attivit dellintervento; il terzo livello
quello dei risultati; il secondo quello degli obiettivi intermedi; il primo
rappresenta, infine, lobiettivo generale.
Identificati tutti questi elementi (attivit, risultati, obiettivi specifici, obiettivo
generale) ora possibile presentare la tabella riassuntiva, il cosiddetto quadro
logico. Va menzionato come, da un punto di vista principalmente strategico, la
compilazione del quadro logico non pu esimersi da un approccio di tipo
partecipativo. Tutte le azioni/attivit/fasi progettuali pianificate, infatti, sono da
concepirsi in stretta relazione con la realt locale: sia con la volont locale di
riceverne i benefici, come con la capacit locale di partecipare agli sforzi
organizzativi. Confrontandosi con il fattore umano, sociale e politico (fattori
quanto mai incerti e incostanti sia nel tempo come nello spazio) lintervento deve
assumere una dimensione flessibile e attenta alle istanze locali. Il conseguimento
dellobiettivo generale, che resta comunque il punto fisso a cui teso tutto lo
sforzo progettuale, pu e deve essere raggiunto attraverso modi e dinamiche che
non possono configurarsi mai quali schemi rigidi.
TAVOLA DEL QUADRO LOGICO

Logica di intervento Indicatori verificabili Condizioni


O Valorizzazione del Aumento dei prezzi dei Nascita di forme di
B patrimonio boschivo e prodotti di qualit gestione consortile delle
I raggiungimento della derivanti dai boschi propriet
E sostenibilit economica delle
T filiere foresta-legno Aumento del consumo Strumenti normativi chiari
I dei prodotti locali e coerenti con lobiettivo
V
O Diminuzione dello Sostegno della Pubblica
spopolamento Amministrazione locale alle
G strategie di sviluppo
E Aumento del tasso di sostenibile
N occupazione giovanile
E
R Aumento dellimmagine
A del territorio
L
E
Diminuzione dei costi di Aumento della superficie Sostegno finanziario
intervento sui boschi boschiva gestita allinfrastrutturazione da
parte della Pubblica
Amministrazione
F Attivazione di tutti gli anelli Ottimizzazione del ciclo Aumento della domanda
A della filiera foresta-legno produttivo
S Reinsediamento montano Aumento demografico Mantenimento del livello
I della qualit di vita
Aumento del valore di Aumento dei prezzi Promozione del prodotto
mercato del prodotto legno
Attivazione di un distretto
del legno
Costruzione di piste agro- Aumento della densit Nascita di forme consortile
silvo-pastorali e di piazzali di viaria nel territorio
conferimento boscato

Aumento dei lotti


venduti
A Strutturazione delle imprese Aumento dei numeri Sviluppo della domanda
T forestali degli addetti o del
T fatturato
I Riconoscimento sociale del Aumento dei Corretta e capillare
V valore del bosco finanziamenti disponibili comunicazione sociale
I
T Attrazione di nuova Incidenza delle classi Sviluppo della domanda e
imprenditorialit giovanile giovani su quelle dei servizi alla persona
anziane
Creazione di distretti della Aumento delle Sostegno della Pubblica
risorsa legno esportazioni di prodotti Amministrazione locale alle
in materiale locale strategie di sviluppo
sostenibile

Adeguata campagna di
comunicazione
Utilizzo di tecniche Manualistica tecnica e Recepimento delle
costruttive adeguate corsi di formazione opportune tecniche
specifici costruttive nei bandi
pubblici
Associazionismo forestale Assistenza tecnica per la Opportuni strumenti
costituzione di forme normativi
associative

Corsi di formazione

Digitalizzazione del
catasto
Animazione, comunicazione Focus group, eventi e Sostegno della Pubblica
e divulgazione azioni di concertazione Amministrazione locale alle
strategie di sviluppo
sostenibile
Ricerca e sviluppo di Concorsi di idee Presenza di iniziativa
produzioni ottenibili con le imprenditoriale privata
attuali risorse disponibili Ricerche di mercato
Approccio partecipativo
Assistenza tecnica con i portatori di interesse

Sviluppo di brevetti
Miglioramento dei Strumenti di Opportuni strumenti
soprassuoli di elevata pianificazione territoriali normativi
potenzialit e aziendali

Formazione
A professionale
Z Formazione professionale Corsi, divulgazione di Presenza di imprese
I conoscenze, progetti sensibili allinnovazione
O specifici
N Innesco di dinamiche GPP (Green Public Sostegno della Pubblica
I favorevoli al mercato Procurement) Amministrazione locale alle
strategie di sviluppo
Bandi valorizzanti il sostenibile
materiale locale

Sostituzione delle
energie fossili con
energie rinnovabili negli
edifici della Pubblica
Amministrazione
Incentivi alla Specifici bandi Sostegno della Pubblica
meccanizzazione Amministrazione locale alle
Ricerca tecnologica strategie di sviluppo
sostenibile
Formazione
professionale Presenza di imprese
sensibili allinnovazione
Progetti integrati
Attivazione di incubatori di Bandi specifici Sostegno della Pubblica
impresa Amministrazione locale alle
Uffici e sportelli strategie di sviluppo
sostenibile
Agevolazioni fiscali
Presenza di imprese
sensibili allinnovazione
Incentivazione al Agevolazioni fiscali Mantenimento del livello
reinsediamento della qualit di vita
Servizi alla persona
Sostegno della Pubblica
Sviluppo di reti Amministrazione locale alle
tecnologiche strategie di sviluppo
sostenibile
PRECONDIZIONI Scarsa consapevolezza del patrimonio boschivo e
insostenibilit economica delle filiere foresta-legno