Sei sulla pagina 1di 8

g .

2017
ag. - Lu
N.2 M

Anno LI - Periodico trimestrale - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 2, DCB Parma

la debolezza della violenza


Tilla Brizzolara, pf
V

Foto Quotidiano Avvenire


iolenza, parola che incute terro- Ed oggi questi fratelli ritrovati, sono
re. Eppure, come afferma il cardinal sotto attacco. Solo dal 2013 ve ne sono
Tauran (presidente del pontificio con- stati una quarantina, fra aggressioni
siglio per il dialogo interreligioso) in di cristiani e attacchi a chiese, in pra-
una intervista rilasciata sulle recenti tica un episodio al mese, con decine di
uccisioni dei cristiani in Egitto: La morti. Nel tempo di Pasqua due attac-
violenza debolezza, perch non un chi violenti: la domenica delle Palme
argomento. Un argomento, e con- alla chiesa di san Marco; poco prima
vincente, sono invece le parole di una dellAscensione ad un pullman di pel-
giovane venticinquenne del Cairo: Se legrini. Morire perch cristiani: Tutti
vivo, vivo per Lui e se muoio, muoio dobbiamo morire. Preferisco farlo
per Lui. Perch dovrei aver paura? servendo Ges. Affermazione di una
Come lei cos si esprimono i cristiani in Egitto. Tuttavia ne par- forza adamantina, pronunciata da chi ha perso amici nellat-
liamo poco. Altri attentati hanno maggior visibilit mediatica. tentato di Tanta. Questi fratelli copti stanno scrivendo, tra le
Il fatto che siano detti copti contribuisce a farceli sentire pagine dei quotidiani, parole di una tale speranza che nulla
lontani e non fratelli nella fede. pu zittire. In loro vediamo accolto lappello alla nonviolenza
Appartengono ad una piccola comunit - neppure il 10% della che papa Francesco ha lanciato ai credenti di tutto il mondo
popolazione egiziana - che fa risalire la propria nascita alla nel suo messaggio per la Giornata mondiale della pace 2017.
predicazione dellevangelista Marco. Controversie teologiche Vi si legge che il Vangelo dellamate i vostri nemici la magna
del IV secolo portarono al distacco dalla Chiesa di Roma, contro- charta della nonviolenza cristiana e non consiste nellarrendersi
versie sanate dal dialogo avviato con il Vaticano II sfociato, nel al male, ma nel rispondere al male con il bene, spezzando in
1988, nella firma di una Dichiarazione comune sulla cristologia. tal modo la catena dellingiustizia. La nonviolenza - ha scritto
papa Francesco - latteggiamen-
to di chi cos convinto dellamore
di Dio e della sua potenza, che
non ha paura di affrontare il male
con le sole armi dellamore e della
verit. Lamore del nemico costi-
tuisce il nucleo della rivoluzione
cristiana. Chiediamo a noi stessi,
mentre ci prendiamo qualche
pausa di riflessione estiva: Perch
dovrei avere paura? Proviamo a
ripetere con san Paolo: quando
sono debole, allora che sono
forte. Allora linerme forza della
fede che perdona, non arrende-
vole n ingenua, innescher in noi
la nonviolenza della rivoluzione
cristiana.

SOMMARIO

2 SPIRITUALIT
3 HOSPICE 10 ANNI
FICAT
4-5 UN MAGNI ICO
POLIFON
6-7 BLOC-NOTES
8 PROFILI
PICCOLE FIGLIE 1 MAG. - LUG. 2017
100 anni: madre della
da
consolazione e provvidenza
N ella Casa Madre della Con- necessario tra Dio e gli uomini
gregazione, in piazzale san Gio- per poterne essere partecipi. []
vanni 7, proprio nella stanza in Bernardino da Siena era fervente
cui il Fondatore don Agostino devoto di Maria. Non lasciava pas- di un po pi di fede di quella
sar d, tra le altre cose, senza fare che scrive, rivoltesi allimmagine
una non breve visita ad una sua le dissero:
devota immagine e senza recita- O Maria, se volete essere vera-
re la sua corona. Non si pu dire mente vestita come merita la
quanto ci tornasse caro a Maria. vostra persona, vi dovete prov-
Il desiderio di imitare un tale san- vedere; se ci sarete larga delle
to, di accondiscendere non solo ai vostre grazie, noi vi promettiamo
desideri del padre e fondatore, di far tutto per ricamarvi e farvi il
ma molto pi agli intimi impulsi vestito bianco [] Noi vi pre-
del cuore, faceva s che le poche ghiamo di unaltra cosa. Questa
e povere sorelle che dovevano casa ha bisogno di personale e
diventare focolare ardentissimo quindi vi preghiamo di cercarle il
di devozione a Maria si arrovel- personale che voi volete in casa
lassero per giungere a possedere vostra
una statua. Forse sottoscriviamo la nota di
Leggiamo il racconto, di disar- colei che ha steso la Cronaca e
mante semplicit, dalle pagine parafrasiamo: le sorelle piene di
della Cronaca inedita della Con- un po pi di fede di chi legge
gregazione sulla Madonna di ci provocano a quellaudacia, a
Consolazione e Provvidenza, anno quella biblica parresia che sa
1877: Era da tempo che le sorelle attendere da Maria ci che, alle
dellIstituto desideravano compe- nostre flebili energie e possibilit,
rare unimmagine della Madonna; non concesso.
verso la met circa del
mese di aprile 1877 ven-
mor nel 1891, stata allestita da ne loro fatto di trovarla
tempo una piccola cappella, per da un indoratore di Par-
la preghiera delle sorelle: come ma un certo Fratti
un tuffo nella memoria grata. L Ci fece un poco meravi-
vi la statua di Maria, Madre di glia (e tutto si attribu
Consolazione e Provvidenza, ad opera di Maria vo-
venerata nella Congregazione lendo forse essere ono-
sotto questo titolo da quando, rata nellIstituto sotto il
100 anni fa, fu acquistata. bellissimo titolo di Ma-
Era un desiderio intenso delle dre della Consolazione
prime sorelle poter avere unim- e Provvidenza), perch
magine che fosse signora nella due sorelle, girarono
nascente comunit, le parole del quasi due giorni con di-
Fondatore acuivano tale attesa. rottissima pioggia senza
Ne rileggiamo alcune, tratte dai risentirne per questo
suoi scritti: alcun malore.
A Ges per Maria Avete voi Arrivata che fu la statua
ponderato il senso intimo, pro- nellIstituto, a parole
fondo di queste poche parole, di non si pu descrivere la
questa concisa sentenza? Breve- gioia di tutte, senza che
mente innanzitutto significano una sapesse dellaltra;
che senza lopera di Maria, noi fino il direttore e fonda-
non potremmo mai stringerci, tore don Chieppi Agosti-
cuore a cuore con Ges Cristo, no, prov la stessa con-
Salvatore delle anime nostre, n solazione senza sapere
quaggi nellesilio, n lass nel- ci che era avvenuto
la patria. Dio solo la prima ed nelle altre. In seguito
essenziale sorgente della grazia, le sorelle si diedero at-
infatti dal Padre della luce che torno per provvedere di
ogni dono discende. Siamo tenuti che pagarla, di che ve-
solo a Ges mediatore unico e stirla Le sorelle piene

PICCOLE FIGLIE 2 MAG. - LUG. 2017


hospice: dieci anni
mille storie
D ieci anni, mille storie. lo 10 anni di cure -
slogan che ha accompagnato il come hanno osserva-
Convegno organizzato per ce- to gli organizzatori
lebrare il decennale del Centro - volte al sollievo del
Cure Palliative la mattina del 29 dolore totale, alla
aprile scorso. valorizzazione della
dignit e del tem-
po insieme ai propri
familiari e ai propri
cari. Oltre mille storie
umane registrate nel
nostro animo con le
loro irripetibili pecu-
liarit persone di ogni
ceto, etnia e appartenenza reli- Bordin, direttore sanitario Hospi-
giosa, davvero una ricchezza in- tal Piccole Figlie e dellHospice.
calcolabile di esperienza umana. Nella seconda parte del Con-
stata unoccasione per condi- vegno sono intervenuti vari
videre la propria esperienza e relatori, coordinati da sr Tilla
rinsaldare il proprio legame col Brizzolara: suor Alfonsina Mazzi,
territorio, infatti varie autorit superiora generale della Congre-
hanno portato il loro saluto e gazione Piccole Figlie sul tema
riaffermato, a nome delle isti- Fedelt alle origini, ha situa-
tuzioni, il proprio sostegno e la to lHospice nella mission della
propria stima per lHospice Picco- Piccola Figlia, suor Erika Bucher,
le Figlie: il Sindaco di Parma Fe- medico palliativista ha illustrato,
derico Pizzarotti, Elena Saccenti, numeri alla mano, il percorso
direttore generale dellAUSL-PR, compiuto in dieci anni, Federica
Massimo Fabi, direttore gene- Gardini, gi docente di bioetica
rale dellAzienda Ospedaliero presso lUniversit di Parma, ha
Per lo svolgimento dellevento Universitaria, Maurizio Falzoi in illustrato il tema Letica della
non poteva essere scelto luogo rappresentanza dellOrdine dei cura: il modello delle cure pal-
migliore dellIstituto dei Saveriani Medici, Francesco Ghisoni diret- liative, il dott. Massimo Dami-
fondato da San Guido Conforti, tore dellUnit Operativa Com- ni, direttore medico scientifico
dove lannuncio cristiano si fa plessa Cure Palliative dellASL dellHospice ha trattato il tema
missione nel mondo verso i pove- (che coordina la rete delle cure delle Cure Palliative dal punto di
ri e i bisognosi. palliative sul territorio) Padre vista medico, e Rossana Grossi,
Una vera e propria mission, Virginio Bebber, presidente del psicologa, ha illustrato la mostra
quella delle suore, dei medici, de- lARIS (Associazione Religiosa fotografica intitolata: Humani-
gli operatori sanitari, dei volon- Istituti Socio sanitari) e Giorgio tas. Stati dellanimo realizzata
tari dellHospice, che da Barbara Anselmi
coniuga professiona- e Martina Passarella,
lit e umanit. Questi operatrici in Hospice.
aspetti, costantemente Al culmine del Conve-
testimoniati allinterno gno stata celebrata
dell Hospice, offrono lEucarestia di lode al
a pazienti e familiari Signore, presieduta dal
accudimento, com- Vicario Generale Don
prensione e protezio- Luigi Valentini. LHo-
ne in un particolare spice - ha affermato il
momento di fragilit presule nellomelia -
fisica ed umana, ma il luogo in cui si misura
anche spirituale. il rapporto tra la vita e
Dal primo ottobre la morte senza paura,
2007, data di entrata perch sappiamo di
in funzione della strut- portare in quel mon-
tura di via Po ad oggi, do, oggi come ieri, la
sono stati ben 1.638 i Parola della Speran-
pazienti che sono stati za, dellEsodo, della
accolti nellHospice. Pasqua.

PICCOLE FIGLIE 3 MAG. - LUG. 2017


UN MAGNIF
perderne nessuna: Leggere e
meditare la Parola di Dio. Vivere
la fraternit nella famiglia re-
ligiosa. Vivere la celebrazione
eucaristica e adorare Ges Cristo
nellEucaristia. Affidarsi alla Ver-
gine Maria.
Professare la gioia Come hanno vissuto questi mo-
menti le nostre sorelle? Gioia
Bukavu (RdC) Sabato 13 Maggio, nella che supera il timore questa la
chiesa parrocchiale Saint Pierre Claver, costante:
cinque giovani si sono consacrate al Il mio cuore pieno di una gio-
Signore affidandosi a questa Parola: ia grande. per me loccasione di
SIGNORE, da chi andremo? Tu hai parole rendere grazie al Signore che mi
di vita eterna. (Gv 6,67). Chi sono que- ha scelta in questa famiglia delle Piccole La gioia di proclamare la formula
ste giovani, che trovano ancora oggi la Figlie e di ringraziarle per avermi accol- della mia consacrazione al Signore ha
forza di mettere tutta la loro vita nelle ta nonostante la mia fragilit. vinto la paura che avevo quando aspet-
Mediter sempre sulla parola del tavo il moi turno. La testimonianza di
Papa che invita a essere sempre nella queste 5 giovani, del nostro tempo,
gioia, affinch la gioia abiti in me. che abbracciano una vita che sembra
Sono nella gioia perch il Signore mi in contraddizione con le esigenze
ha scelta alla sua sequela. Gli chiedo la della vita dei giovani doggi - anche
grazia della fedelt. Grazie Signore per qui in Congo - sostiene il cammino e il
questo regalo gratuito che tu mi fai. desiderio delle giovani del gruppo vo-
Nelle tue mani metto tutto quello che cazionale Berakha che ci frequentano.
sono chiamata a fare nel tuo amore. Che la nostra famiglia religiosa, opera
Ero emozionata di gioia. Appena ho di Maria, possa crescere nellombra
finito di pronunciare la mia formula e nel mistero e estendere i suoi rami
una gioia immensa ha inondato il mio per infiammare il mondo dellamore
cuore. di Cristo!

Grandi cose ha fatto il Signore per noi


Domenica 23 aprile Parrocchia Fami-
glia di Nazareth (PR) ore 16: festa dei
cinquantesimi di professione religiosa.
Nella chiesa risuona un canto festoso:
Grandi cose ha fatto il Signore per
noi ed ora possiamo cantare lamore
che Dio ha versato su noi!.
mani di Dio, come la Vergine Maria che Tutti possiamo dire di avere sperimenta-
si affidata nella fede al progetto di to lamore che Dio ha versato su noi, ma
Dio? Sono: ANNA ETE, della parrocchia oggi al centro dellattenzione ci sono sei
di Baraka; MARTHE MWANGAZA, della suore: sr Eugenia Silingardi, sr Rosanna
parrocchia di Bobandana; ELIZABETH Fregona, sr Celsa Fattorel, sr Rosina presentate occasioni per vivere la fede,
NAMWANA, della parrocchia di Boban- Rocci, sr Lydia Fischer, sr Domenica Bar- forse momenti di buio, di disillusione
dana; HORTENCE OLINGANYA, della bieri che, in 50 anni di vita religiosa, di In fondo - ha detto il celebrante - tra la
parrocchia di Kadutu; SIFA GILBERTE questo amore ricevuto e donato hanno vita matrimoniale e la vita religiosa, non
BAHALIRE, della parrocchia di Ndosho. unesperienza speciale! so quale sia pi ricca di sfide! []
La sera precedente alla professione, La chiesa gremita di amici, parenti, Se queste sorelle sono qui perch
con un rito semplice in comunit hanno colleghi e conoscenti che le attendono. hanno custodito nel cuore licona del
ricevuto labito che segno di consacra- Vengono da Limana, Belluno, Gordola, costato trafitto di Ges. Forse non lo
zione e di povert, di appartenenza alla Milano, Concordia, ma soprattutto da hanno toccato, ma sentito nel cuore, s.
congregazione. Il Sabato, giorno in cui Parma e dintorni. Entrano in chiesa in In Lui hanno trovato giorno dopo giorno
la Chiesa, ha ricordato lanniversario di corteo dietro la croce con la lampada il loro Signore e loro Dio.
100 anni dellapparizione della Vergine accesa. Ma lasciamo la parola a ciascuna di loro.
Maria ai pastorelli di Fatima, nella gio- Ma chi sono queste suore? Il celebrante,
ia del tempo pasquale, Anna, Marta, padre Alfredo, missionario saveriano, Sr Eugenia: orgogliosa
Elisabetta, Hortence e Gilberta si sono nellomelia dice che sono quelle che di essere piccola figlia
impegnate a seguire Cristo nella vita hanno vissuto la beatitudine: Beati Sono contenta di avere
religiosa. coloro che pur non avendo visto cre- raggiunto questo traguar-
Il Celebrante, don Emilio, ha loro ricor- deranno. Insieme queste suore, in- do, il 50 di consacrazione
dato il segreto per un cammino sicuro fatti, hanno sommato 300 anni di vita religiosa e sono orgogliosa
offrendo 4 chiavi da conservare senza religiosa e certo ogni giorno si sono di essere una Piccola Figlia. Ho avuto un

PICCOLE FIGLIE 4 MAG. - LUG. 2017


ICAT POLIFONICO
cammino vocazionale tortuoso e molto Madri fermarci due giorni a ringraziare, Aprite il vostro cuore a Cristo, seguite-
difficile sono riuscita a superare le pregare e condividere la nostra gioia per lo! Lui, il fedele, vi render fedeli per
difficolt solo grazie al sostegno e alla portare a quanti avviciniamo la testimo- sempre...perch il suo amore per
guida di Madre Albina Uccia che mi ha nianza di come il Signore sia il Fedele e sempre.
seguito fin da ragazza. Cos sono riuscita come io lo ho sperimentato come Colui
ad entrare in Congregazione. Incontravo che attende, richiama, abbraccia quando Sr Lydia: alla scoperta
Madre Albina quando veniva a visitare mi sono fermata un pochino e non lho dellamore segreto
le suore al mio paese, Novi (MO), o nei riconosciuto in pieno nelle difficolt, op- Il suo amore per sem-
paesi vicini o a Gordola dove lavoravo. pure nelle Sorelle che Egli ha messo sul pre Attraverso il profeta
Infatti sono entrata in Congregazione mio cammino. Prego: Grazie Signore, Geremia, Dio fa questa
da l, dove operavo con gli anziani del Tu sei il mio Dio, Redentore e Sposo che promessa al suo popolo:
Solarium al fianco di sr Lorenza Pal. non si stanca di cercarmi ogni giorno, Dar loro un cuore ca-
In questi 50 anni di vita religiosa mi sono che mi hai fatto il grande dono di servire pace di conoscermi. (Ger. 24,7) Pro-
sempre trovata bene sia in Italia che le tue spose (mie sorelle) che sento di messa stupenda per il cuore umano!
in Spagna (a Manresa) e in Svizzera (a amare pi di me stessa. Dammi ancora la Egli la realizza lungo la storia della
Gordola). Il Signore mi sempre stato forza e la grazia di essere sempre pronta salvezza fino a donare il suo Unigeni-
vicino. Voglio dire un grazie sentito alle a servirle con amore, rispetto e tanta to, lAmato.
mie formatrici sr Lucia Modesti, sr Libe- tenerezza. Il tempo vissuto, 50 anni, alla ricerca
ra Uccia e sr Anna Soncini ed anche un Alla fine di questa giornata, rendo gra- di questo Volto amoroso, alla scoperta
ringraziamento particolare alle carissime zie al Signore, alle Madri e a tutte le mie dellamore segreto che Dio nutre per
Madri sr Alba e sr Alfonsina. sorelle per la loro fraternit e fiducia. me e per lumanit, mi colma ora vera-
Maria Madre di Consolazione e prov- mente di gioia indicibile, di gratitudine
Sr Rosanna: videnza mi accompagni e mi sostenga verso tutti coloro che ho incontrato
a Te, che sei il mio Dio nel dono costante di me stessa a Dio e lungo la strada. Proprio mentre ero in
O Dio, tu sei il mio Dio, a quanti ogni giorno incontrer sul mio cammino una amica nella fede mi ha
allaurora ti cerco, di Te cammino. Amen. consegnato questa poesia di Rainer
ha sete lanima mia, a Te Forse non sono riuscita ad esprimere pie- Maria Rilke; essa oggi ha un sapore e
anela la mia carne, come namente quanto ho nel mio cuore, ma si un profumo di verit tutto particolare:
terra deserta arida, senzacqua Cos ti sa. le cose pi belle restano dentro e Dobbiamo permettere alle cose di rive-
benedir finch io viva. (Sal. 62 ) non facile esprimerle a parole. larsi seguendo il proprio corso quieto e
Terra arida che le Tue Mani, un giorno, indisturbato in una crescita che viene
hanno plasmato. Terra arida che il Tuo Sr Rosina: aprite il dal profondo e che non pu essere
soffio di vita, ha reso tua Immagine e vostro cuore a Cristo spinta o affrettata in nessun modo.
Somiglianza. Terra arida che lacqua del Ricordati del cammino Ogni cosa porta in s la vita e poi la
Battesimo ha irrorato e purificato. Terra che il Signore tuo Dio ti fa nascere.[] Se vivremo le domande
arida che la Tua Voce ha chiamato a vi- ha fatto percorrere. (Dt per come sono forse, gradualmente,
vere nel solco della Tua esistenza. 8,6) Queste parole della senza accorgercene, in un giorno che
Mutando: La mia debolezza in forza; la Bibbia mi hanno accompagnato nei vari ancora non conosciamo, potremo vive-
mia fragilit in potenza; il mio peccato momenti della mia vita. re dentro alle risposte.
in grazia; il mio dolore in gaudio; il mio Chi, se non Dio, ha potuto aiutare a
lamento in benedizione; la mia solitudi- percorrere questi 50 anni di cammino Sr Domenica:
ne in dono. racchiusi e vissuti nella sua fedelt amo- condividere, perch il mondo creda
Perch: Egli il nostro Dio, noi il popo- rosa e ostinata? Con il cuore traboccante
lo di cui ha cura e il gregge che la sua di gioia canto con Maria: Lanima mia
mano conduce. (Sal. 95 ) magnifica il Signore.
OGGI si sono compiuti i cinquantanni di Desidero esprimere la mia gratitudine
Consacrazione, che sono: come il gior- alla mia famiglia, in particolare ai miei
no di ieri che passato giorno di grazia genitori che hanno accolto la mia vita,
e di lode in un unico Eccomi cos, come custodita e fatta crescere in un clima
stato per Maria, la Madre! Giorno che ci di fede e di amore. La mia gratitudine
ha avvolto tutti, come una Benedizione. allamata famiglia religiosa che mi ha
Cos ti benedir finch io viva. accolto e in modo particolare un grande
grazie riconoscente ai fratelli e sorelle
Sr Celsa: grazie allo congolesi che amo tanto, con i quali Meravigliose sono le tue opere, io ti
Sposo che mai si stanca ho condiviso, tanta, tanta ricchezza rendo lode. Grazie. Questa sponsalit,
stato bello stare insieme spirituale ed umana. Il mio grazie alle appartenenza totale gratuita, giorno
e raccontarci dopo 50 anni sorelle che mi hanno accompagnato dopo giorno diventata sempre pi co-
la fedelt del Signore per nel cammino formativo e alle sorelle sciente, consapevole, condivisa. Anche
noi, quel grande mistero missionarie con le quali abbiamo con- la notte con te luminosa, le tenebre
del seguimi in cui Ges diviso gioie e sofferenze nellannuncio come la luce. non possedersi pi, ma
ha fissato il suo sguardo su del Regno. appartenere all Amore eterno che alle
di noi e passo dopo passo ha mostrato Abbiamo meditato in questi giorni spalle e di fronte mi circonda e pone su
il suo amore misericordioso e fedele nei questo brano biblico: Siate ricolme di di me la sua mano. Questa sponsali-
nostri cuori, nel cuore di ciascuna. sta- gioia. Il suo amore per sempre. Alle t condivisa nel dono quotidiano di
to veramente bello insieme alle nostre giovani vorrei dire: non abbiate paura! s...perch il mondo creda.

PICCOLE FIGLIE 5 MAG. - LUG. 2017


vocazione:
un cammino quotidiano di abbandono
Ilaria Rossi, novizia
P arlare di vocazione, oggi, concretamente?
mi permette di volgere La chiamata iniziale, con
lo sguardo indietro, ricor- tutte le sue emozioni, della mia vita ma, certamente, mi
dando la prima chiamata, sintreccia inevitabil- chiede di abbandonarmi alla sua
e avanti, verso un futuro mente con quella di ogni volont senza fare troppi progetti
che, in quanto tale, nel- giorno: il primo amore o, quando naturale progettare
le mani del Signore. alimenta la quotidianit e sognare, essere sempre pronta
Mi chiedo spesso cosa sia e, a sua volta, la vita di a cambiare i miei sogni e progetti
stato davvero importante ogni giorno incarna una per quelli che il Signore mi pone
per rispondere alla vocazione di chiamata che non pu rimanere davanti!
cui il Signore mi ha fatto dono. solo ideale! In questo modo, di- La parola vocazione si riempie, per
Credo sia stato fondamentale un venta una risposta allamore di me, di tanti significati: dono rice-
atteggiamento di apertura, al fine Dio concretizzata nella relazione vuto, risposta data, abbandono
di poter ascoltare e accogliere la intima con Lui, nella vita in co- nelle mani del Signore, desidera-
sua chiamata, unito al coraggio di mune con le sorelle che il Signore re che i suoi sogni diventino i miei
cambiare i miei piani per poterlo mi affida, e alle quali mi affida, e e non viceversa!
seguire. nellincontro con i fratelli di cui il Vocazione, come dice don Tonino
Lapertura non necessaria sola- Signore mi fa dono nelle distinte Bello, una scommessa: Dio ti
mente per una risposta iniziale ma attivit pastorali. affida un compito che solo tu puoi
altrettanto fondamentale nella Ogni progetto di vita presuppone svolgere. Tu e non altri. Un compi-
risposta quotidiana. S ogni uno sguardo al domani e, come to su misura... per Lui. S, per Lui,
giorno il Signore mi chiama! E ogni scrivevo allinizio, il futuro nelle non per te. Pi che una missione,
giorno sono invitata a rispondere a mani del Signore. Questo non mi sembra una scommessa. Una scom-
questa domanda: Voglio seguirlo, solleva dallessere responsabile messa sulla tua povert.

Q uando il Signore chiama at-


tende soltanto una parola: S primi passi con gioia
o No, e la attende dal cuore.
Gilda Abarca Osorio, novizia
normale avere paura allinizio, ma
c una certezza nel profondo che un luogo di incontro con i momenti gioiosi e tristi,
ti d calma e gioia, qualcosa che me stessa e con Colui che dolci e amari, ma con lo
nessuno ti pu togliere se tu non mi chiama e mi parla nel stesso sogno e desiderio.
lo permetti. silenzio, nella meditazione Non posso dire che tutto
Ho sperimentato in questo tempo assidua della sua Parola, stato calma, gioia, pace...
del noviziato come questo s nella sua condivisione e perh ci sono stati anche
si aperto man mano dentro di nella contemplazione. dei momenti amari, diffi-
me per entrare in luoghi che era- stato un tempo in cui le cili, duri, ma tutto passa e
no sconosciuti, per vedere le mie mie guide sono state Ges dopo si vede l la ricchezza
fragilit e anche le mie grandez- e Maria, attraverso la mia Mae- che questo ti porta. Ci mi ha aiu-
ze, per cogliere con uno sguardo stra, le mie sorelle di comunit e tato a conoscermi pi in profondi-
damore la mia vita, la mia storia, i confessori. Sento che questa la t, sapendo che un cammino di
il mio oggi e la grandezza e la ric- base del mio cammino, della mia tutta la vita, ma adesso che ho gli
chezza della mia nuova famiglia, vita spirituale, comunitaria, ma si strumenti necessari e anche le per-
la storia dei Fondatori, delle mie aggiunta anche un altra ricchezza, sone adatte per non cammminare
sorelle qua e nel mondo intero e gli studi in Conferre (Organismo da sola, questo mi richiede apertu-
con cui condivido gli stessi sogni, che riunisce gli Istituti Religiosi), ra e abbandono.
desideri e aspirazioni iniziali, os- corsi che sono stati un apporto Lo vedo e lo sento pi concreta-
sia essere portatrice della buona teorico alle mie conoscenze e che mente nella compagnia e vicinanza
novella nelloggi, con tenerezza, sono un apoggio per continuare il di tante sorelle che conosco e che
illuminata dal carisma discernimento. non conosco, che pregano per me
dellIncarnazione e Credo che non sareb- e per tutte le giovani in formazio-
con lamore ardente be stato lo stesso se ne e le sorelle in missione. Questa
che sgorga dal Cuore avessi vissuto questo vicinanza e calore della fraternit
di Ges. tempo da sola, non mi fa sentire come tra le braccia di
Ho chiamato allinizio avrei scoperto quello Maria ed un dono grandissimo.
questo tempo il mio che adesso vivo e rin- Il noviziato un tempo di vera
piccolo Nazaret e grazio il Signore per e abbondante grazia, forse sul
veramente lo stato avermi dato una co- momento non lo vedi con tanta
(nonostante i cambi e munit formativa, una chiarezza, ma quando passa ti sor-
le situazioni inattese), sorella di cammino per prende, e molto!

PICCOLE FIGLIE 6 MAG. - LUG. 2017
una presenza damore
gratuito di Don Franco Tonini

C oncordia (MO). Siamo nella profondamente il


societ dellefficienza, dove tutto Signore che han-
si misura nel fare e non nellessere. no scelto come
Cos si valuta una persona per la sposo. Perch han-
professione o il mestiere che eserci- no scelto una scala
ta e, ancora di pi, per quanto gua- di valori che va
dagna. Nella societ materialista, contro la mentali-
ove il danaro e leconomia hanno la t del mondo che
precedenza su ogni altro valore, la non le capisce,
persona vale per quel che produce ma, tuttavia, le
in termini economici. Cos non ha apprezza. Anche
pi senso la presenza del malato, labito un segno
si rottama il vecchio, si scartano gli forte della loro
inefficienti Parlando di Suore non consacrazione a Dio Se vero Tutti ammiriamo da anni la tenacia
possiamo, evidentemente valutare che labito non fa il monaco (o la di suor Concetta nel servizio alla
la loro presenza in una parrocchia, monaca), pur sempre vero che il parrocchia: il decoro della chiesa,
e pi in generale nella Chiesa, con i vestito, latteggiamento, lo stile di lessere catechista e soprattutto la
parametri sopra accennati vita, parlano di quel che sei, di quel sua dedizione ai malati per i quali
Quindi cosa fanno le Suore, a che credi. a forza di camminare si consuma-
Concordia? Fanno innanzitutto le Se quanto ho detto pu sembrare ta le ginocchia, dovendo ora, per
suore. una premessa, io lo ritengo essen- forza, rinunciare a qualche visita o
Mostrano la loro letizia di anime ziale per giustificare la presenza farsi accompagnare in auto. E suor
consacrate; dicono a chi le vede che delle Suore a Concordia. Sicura- Silvana, ultima arrivata, che tanto
ci sono ancora persone coraggiose mente tutti qui apprezziamo suor esempio ci d con la sua pazienza,
che sanno fare scelte definitive per Anselmina per la sua bont con i il suo sorriso, la sua disponibilit.
il Signore; sono segno del Regno bambini della Scuola Materna, per S, certo non sono pi giovani, ma
di Dio che in mezzo a noi. Chi le la sua affabilit convincente con le pregano ancora cos bene e in loro
vede non pu non pensare a Dio maestre, per labilit didattica, la traspira ancora tanto la presenza di
e chiedersi: Perch si sono fatte capacit di garantire alla scuola la Dio, che non le cambierei con delle
Suore? Perch credono e amano sua caratteristica di scuola cattolica. giovani.

la mia missione in per


Soeur Noella Habamungu Matabaro

R allegrati, il Signore con te! e mi manda ai miei fratelli in Per


Sono convinta che il Signore fa il per condividere con loro il tesoro
camino con me, lui che mi chiama che contiene il Vangelo: la gioia e
lamore.
Per me la Missione ti
spoglia della tua cultura
per abbracciarne una
nuova, e imparare un
nuovo modo di vivere,
di relazioni, di linguag-
gio perch una sfida Le suore di Huacho: sr Luigia Bonatti,
sr Noella Habamungu, sr Franca Davighi e sr Lucia Martini
per superarti
con sr Gladys, vicaria generale.
una esperienza che
ti arricchisce per il fat- della nostra parrocchia; contenta
to che conosci nuova di dare quello che ho ricevuto
cultura con tutta la sua con amore, gratuito, durante gli
ricchezza; ti spinge a incontri formativi: ritiri, giochi,
pensare in modo diver- dinamiche
so ed anche a vedere il Tutto questo rappresenta la mia
mondo sotto una diversa gioia della missione e credo che,
prospettiva. condividere con gli altri la mia
Sono molto contenta esperienza di Cristo, cercare di vi-
di condividere la mia vere uniti come fratelli, diventare
esperienza di fede con segno di vita fra i giovani con la
il popolo del Per e spe- visione della fede e della speran-
cialmente con i giovani za, sia il massimo che il Signore mi
nella pastorale giovanile poteva donare.

PICCOLE FIGLIE 7 MAG. - LUG. 2017


SR ANTONIA PIOLI SR CHIARA PEZZI Era unabitudine troppo bella e piacevole
Crema (CR) 12.08.1930
venirti a salutare nella tua stanza di lavoro
Berceto (PR) 13.10.1916
> Parma 05.05.2017 ...anche se non sempre avevamo bisogno di
> Parma 26.03.2017
te. Il grazie che merita e sentiamo tutte di
rivolgerle il riconoscimento delle sue qua-
Sr Antonia Pioli ha chiu- Sr Chiara passata alla lit divenute stile di vita nel quotidiano .Il
so la sua vita terrena alla casa del Padre in modo tuo donarti e donare, sr Chiara, era sempre
veneranda et di 100 repentino, inaspettato, unito ad una capacit di accoglienza e di
anni! Un record riservato lasciando ogni sorella e ascolto ogni volta che passavo da te per un
ad alcuni e da lei vissuto quanti la conoscevano saluto, uno scambio, una richiesta; mentre
nella gratitudine, consapevole che ogni quasi increduli e smarriti; sembrava una maneggiavi aghi e forbici davi spazio alla
istante della vita un dono del Signore breve degenza allospedale con un rientro persona e sapevi dire, subito! quando ti
da spendere per gli altri nelle modalit certo in Comunit. Ma Dio ha disposto di- chiedevo un favore. Ora la sartoria uno
pi diverse e quotidiane. Ha rispecchiato versamente nel suo disegno imprevedibile spazio vuoto, ma racconta tanto di te, men-
nella sua vita la trasparenza e la semplicit damore, gratuito e fedele, pi grande delle tre ci guardi dal Paradiso, dove ti penso
della sua terra dorigine, Berceto, paese nostre corte vedute e previsioni. Maria, nel intenta a confezionare preghiere per le
incastonato nei monti del parmense che mese a lei dedicato, ha voluto accoglierla tue sorelle e per lumanit intera. Grazie
vanta un Duomo di valore storico ed arti- donandole labito della Festa senza fine, a per sempre e per tutto, earrivederci!
stico, ed un santuario mariano S. Maria lei che ha trascorso la sua vita modellando e (Sr C.C.).
delle grazie, cuore della piet popolare confezionando con tanta cura e competenza Grazie per tutte le volte che ti sei messa in
dei bercetesi e meta di continui pellegri- gli abiti delle sue sorelle. Esperta in ricamo, gioco nella scelta dei tessuti adatti alla no-
naggi. facile pensare che qui sr Antonia taglio e cucito dopo essere stata inviata in stra divisa con tempo, pazienza e ostinazio-
sost spesso in preghiera e a Maria deve varie case per insegnare alle ragazze nei ne per il meglio. Grazie per tutte le volte
il merito della chiamata alla vita religiosa laboratori, dal 1969 ad oggi stata al che ti ho chiesto un segno di riconoscen-
che coron entrando, a 18 anni, nella Con- servizio delle suore della Congregazione, za per persone che si erano prestate per la
gregazione delle Piccole Figlie dei SS.Cuori operando nella sartoria di Casa Madre, a nostra Famiglia religiosa, e tu estraevi dalla
di Ges e Maria. Parma, sartoria che si potrebbe definire tua camera capolavori di uncinetto. Grazie
In essa spese 80 anni di vita religiosa tutta Punto accoglienza! Per 50 anni, fino per le volte che hai preparato materiale per
dedita al Signore e al bene dei fratelli e allultimo, ha continuato a cucire abiti e veli, le sorelle delle missioni, con entusiasmo e
delle sorelle: potremmo definirla Suora senza arrendersi di fronte ai malanni che si partecipazione. GRAZIE: ci hai voluto bene
Servizio e Suora Pazienza come trapela presentavano. nella silenziosa concretezza di punti, stira-
dalle testimonianze raccolte da chi ha con- Precisa e calma, non faceva le cose in ture, fodere e C. , adesso goditi il Paradiso
diviso parte della sua vita o le passata modo approssimativo o affrettato: cercava (Sr V.B.). Ringraziamo Dio per tutto quello
accanto. Era una persona molto genero- di modificare gli abiti delle suore in modo che in lei ci ha donato.
sa nel servire. Era la prima ad andare in che li indossassero bene, perch voleva che
secchiaio e a farsi avanti per spazzare il le suore fossero dignitose nel vestire. Ha
cortile, con serenit e calma (Suor Diva). confezionato anche paramenti per la sagre- Direttore Responsabile
Ha servito come cuoca in varie realt: stia di Casa Madre con lo stesso amore ed Tilla Brizzolara pf
lOspedale e lOrfanotrofio di Suzzara, le impegno (Sr A.G.). In Redazione
scuole dellinfanzia di Cingia De Botti (CR), Tanto lavoro, compiuto con amore e preci- Angela Giubertoni pf, Domenica Guatteri pf
S. Giovanni del Dosso (MN), Concordia sione, era sostenuto da una vita di fede, da
Hanno collaborato a questo numero
(MO), la Casa di riposo di Fontanelle (PR) un costante a tu per Tu con il Signore; ed Sorelle del Congo
da 1969 al 1987, anno in cui fu trasferita anche da una curiosit intellettuale che la Ilaria Rossi
a Villa Chieppi dove ha trascorso gli ultimi portava a frequentare la lettura con passio- Gilda Abarca
don Franco Tonini
30 anni. ne: Era il mio grazie per lei: un libro che Noella Habamungu Matabaro pf
Anche questi sono stati anni di servizio leggeva, di cui parlavamo, che condivideva,
umile e paziente verso le sorelle a lei af- che mi restitutiva perch fosse a disposizio- Amministrazione
Parma - Piazzale S. Giovanni, 7
fidate, bisognose di assistenza e di aiuto. ne di altre. Non solo agiografia, ma com- Tel. 0521.280311
Era persona delicata nel servire le amma- menti alla Bibbia e storia e romanzi per Fax 0521.235753
late e tanto paziente (Suor Pasqualina). avere il polso delloggi I tuoi punti sulla Aut. Trib. di Parma n. 387 del 21.1.1986
Sapeva stare accanto ed accudire ogni stoffa e le mie virgole sui libri: un dialogo Redazione:
sorella che le veniva affidata con la bont tra sorelle! (Sr P.B.). Parma - Piazzale S. Giovanni, 7
e carit di una madre. Quando doveva ser- e-mail: tilla@pfiglie.org
Si distinta non solo per la fedelt alla
vire i pasti alle pi ammalate, si prodigava preghiera, ma anche per la povert che ha Progetto grafico:
senza calcolo di tempo fino a raggiungere vissuto. quanto dice sr Adelvira S. Aveva Studio Zani (Parma)
lo scopo. solo camicette consumate e povere: quelle Impaginazione e Stampa
Il suo linguaggio era sempre positivo: nuove le dava, su richiesta, alle sorelle; pen- Tipografia Pubbliprint Grafica
Parlava sempre bene di tutte. Posso sava prima agli altri, poi a se stessa. Traversetolo (Parma)
dire che era buona, buona, buona (Suor Di lei testimoniano diverse sorelle: Ca-
Eugenia). Era persona ricca di umanit, rissima sr Chiara, siamo state nello stesso
intelligente, amante della lettura, rifles- ambiente per tanti anni non ti sei mai
siva, disponibile, pronta a tutto. Pregava smentita: sempre pronta, laboriosa, vigile,
con assiduit, partecipava con entusiasmo attiva, attenta alle novit del momento e
alle celebrazioni liturgiche ed aveva una grande comunicatrice. Al mio apparire sulla
devozione tutta speciale per la Madonna. porta intuivi subito che avevo bisogno di te
I nipoti, a cui era particolarmente affe- per lavori di sartoria. Tutte siamo passate
zionata, sottolineano la sua sincerit, periodicamente da te: la sarta del conven-
affabilit e socievolezza. to: novizie, suore, missionarie e ci hai sem-
Gli ultimi anni sono stati segnati dalla pre accolto con pazienza, professionalit e
malattia e dalla perdita progressiva delle tempestivit di esecuzione. Grazie! (Sr V.F.).
forze. Anche questa situazione lha trova- Le fa eco sr Luisa Z. Ci hai sempre rive- La Congregazione Piccole Figlie
ta serena ed abbandonata in Dio. esprime il suo pi vivo ringraziamento
stite con amore, passione, precisione [] a tutti coloro (e sono tanti!) che hanno
inviato offerte per il presente Giornalino,
lHospice, il Congo, il Per e le tante
PICCOLE FIGLIE 8 MAG. - LUG. 2017 necessit a cui la carit ci spinge...