Sei sulla pagina 1di 5

LA NOTAZIONE MUSICALE

Le figure musicali

SEGNO NOME DELLA FIGURA DURATA / PULSAZ. PAUSA RELATIVA

SEMIBREVE 4

MINIMA 2

SEMIMINIMA 1

CROMA 0,5

La battuta e il tempo

La misura o battuta un frammento di pentagramma racchiuso fra due stanghette


divisorie verticali. Ogni battuta deve contenere sempre lo stesso numero di
pulsazioni o una somma di valori corrispondenti. La quantit di pulsazioni indicata
allinizio, dopo la chiave, sotto forma di frazione che prende il nome di tempo e
stabilisce la durata complessiva delle singole misure. I tempi semplici principali
sono il 2/4, il 3/4 e il 4/4. La stanghetta doppia viene messa al termine di un periodo
musicale.

Componi alcune battute di 2/4, e 4/4 utilizzando le figure e le pause che conosci.

2/4 ___________________________________________________________

____________________________________________________________

4/4 ___________________________________________________________

Il punto di valore
Il punto di valore un puntino posto a destra di una figura o di una pausa e serve
ad allungare la nota o la pausa di met del suo valore.

La legatura di valore
La legatura di valore un linea curva che unisce due o pi note della stessa
altezza sommando le rispettive durate in un unico suono.
Il punto coronato

Il punto coronato o corona un simbolo posto sopra o sotto ad una


nota o ad una pausa e permette di aumentare a piacere il valore della nota o della
pausa a cui si riferisce.
1. Calcola il valore complessivo delle seguenti figure:

2. Completa le equivalenze indicate con una o due figure musicali.

= . + ........ .= + ........ + ........ = + ........ + ........

= + ........ + ........ .= + ........ = + ........

= + ........ .= + ........ + ....... .= + ........ + ........

Il segno di ritornello

Il segno di ritornello indicato con due punti prima o dopo una doppia
stanghetta.
Se il segno posto alla fine del pezzo indica che si deve ripetere lintero
pezzo una volta dallinizio.
Se il segno posto in mezzo al brano indica che si deve tornare allinizio e
ripetere la sezione prima di andare oltre.
Se un segno posto al contrario si presenta prima del segno di ritornello
finale, si deve ripetere da quel punto.
Segni finali: la prima volta si eseguono le 2 battute indicate dalla linea, poi
si ritorna a capo e la seconda volta si eseguono le battute contrassegnate
dalla linea con il numero 2.
3. Completa le seguenti battute con figure o pause rispettando il tempo indicato.

4. Completa le seguenti battute con figure o pause rispettando il tempo indicato.

5. Metti le stanghette di battuta al posto giusto, in modo da ottenere 6 battute di 4/4.

6. Metti le stanghette di battuta al posto giusto, in modo da ottenere 6 battute di 4/4.

7. Metti le stanghette di battuta al posto giusto, in modo da ottenere 6 battute di 3/4.

8. Metti le stanghette di battuta al posto giusto, in modo da ottenere 6 battute di 3/4.

9. Metti le stanghette di battuta al posto giusto, in modo da ottenere 6 battute di 4/4.

10.Metti le stanghette di battuta al posto giusto, in modo da ottenere 6 battute di 3/4.

11.Completa le seguenti battute con figure o pause rispettando il tempo indicato.


LE ALTERAZIONI MUSICALI
Alterazioni fisse o costanti: si scrivono dopo la chiave e valgono per tutta la durata del brano, a
meno che non si vogliano momentaneamente cancellare con luso del bequadro.
Alterazioni di passaggio o momentanee: si scrivono a sinistra della nota interessata e valgono
solo nella battuta in cui si trovano.
Suoni omofoni: suoni che hanno un nome diverso ma indicano lo stesso tasto.

Indica laltro nome dei seguenti suoni omofoni

Es. Do# = Reb Sol# = Dob =


Re# = La# = Mi# =
Fa# = Do = Fab =
Do# Re# Fa# Sol# La#
Reb Mib Solb Lab Sib

Mi Fa Si Do
Fab Mi# Dob Si#
1. Segna con un cerchio tutte le note che devono essere alterate con un diesis.

2. Segna con un cerchio tutte le note che devono essere alterate con un diesis.

3. Segna con un cerchio tutte le note che devono essere alterate con un bemolle.

4. Segna con un cerchio tutte le note che devono essere alterate con un bemolle.

5. Indica quali DO sono diesis (lettera D) e quali naturali (lettera N).