Sei sulla pagina 1di 4

TELNET

DEFINIZIONE

Telnet (Telecommunications Network) stata uno dei primi strumenti disponibili su Internet e
permette agli utenti autorizzati di collegarsi ad altri computer ed eseguire i programmi presenti su
di essi.

Esso fornisce all'utente la possibilit di effettuare un login remoto all'interno di una rete (remote
login) da un dispositivo e permette di collegarsi ad un altro dispositivo remoto e di inviare
comandi, accedere ai relativi file e servizi.

IL PROTOCOLLO TELNET

Il protocollo Telnet fu sviluppato a partire dal 1969 e fu uno tra i primi protocolli del livello applicativo.

Per utilizzare il protocollo Telnet occorre un programma client, di norma distribuito con il sistema operativo,
che fornisce un'interfaccia a caratteri (prompt dei comandi) verso un interprete di comandi in esecuzione su
un host remoto: il server.

Al protocollo Telnet stata assegnata la porta 23 e si basa su una connessione TCP per inviare dati
e comandi in formato ASCII codificati a 8 bit.

La comunicazione avviene mediante un protocollo bidirezionale half-duplex codificato a 8 bit e il flusso di


dati viene inviato linea per linea: il byte che segue un valore 255 viene interpretato come un comando.

Il protocollo Telnet si basa su tre concetti fondamentali:

il terminale virtuale di rete (NVT - Network Virtual Terminal)


il principio di opzioni negoziate
la simmetria del collegamento
NETWORK VIRTUAL TERMINAL

Lo scopo del Terminale Virtuale di Rete o NVT quello di fornire le specifiche per un terminale "standard" di
rete, cio di un "modello di base" di un terminale, indipendente dalle macchine connesse.

Il NVT un ambiente virtuale creato ai due estremi della connessione, dove operano rispettivamente il
client e il server Telnet: naturalmente i due host possono essere di tipo diverso, con sistema operativo
diverso e software Telnet diverso e attraverso il Telnet host diversi possono comunicare tra loro.

NVT definisce un terminale di rete virtuale che fornisce un'interfaccia standard ai sistemi remot e quindi
non necessario utilizzare software specifici sia dal lato client che da quello server.

Specifiche di rete standard dei NVT

Per effettuare la connessione sono disponibili diverse funzioni che vengono negoziate tra i due host in modo
da avere un ambiente identico con caratteristiche comuni: si hanno quindi due NVT identici sulle due
macchine, composte da :

caratteri ASCII 7 bits ai quali si aggiungono quelli del codice ASCII esteso;
tre caratteri di controllo;
uno schermo che scrive i dati in arrivo;
una tastiera che produce i dati che spedisce attraverso la connessione Telnet e anche al proprio
schermo.
PRINCIPIO DI OPZIONI NEGOZIATE

Nella connessione tra due host diversi possibile che essi possano fornire un insieme di funzionalit
diverse, come servizi aggiuntivi rispetto a quelli di base comuni a tutti i NVT standard, come ad esempio
uninterfaccia grafica pi grande o piccola per la visualizzazione dei dati.

Queste funzionalit si traducono in opzioni e lo stesso Telnet definisce la modalit per cui all'atto del
collegamento i due soggetti cercano di comune accordo di trovare la migliore forma di collaborazione.

Questa fase di dialogo e di collaborazione tra i due dispositivi prende il nome di negoziazione.

La negoziazione avviene nel seguente modo:

un host indica all'altro che intende usare una certa opzione;


questo gli risponde accettando quella opzione, o proponendone una nuova;
se non si trova un accordo, si utilizza la modalit standard.

Se un host riceve una richiesta di disabilitazione di una opzione naturalmente obbligato ad accettarla in
quanto il suo interlocutore gli sta indicando l'impossibilit di comunicare in quella modalit.

Ci sono quattro tipi di richieste :

DO - vuole usare
DONT - rifiuta di usare
WILL - vuole che l'altra estremit usi
WONT - rifiuta che l'altra estremit usi

Esempio

Ogni richiesta seguita da un numero che indica il tipo di opzione:

WILL XXX

indica che un interlocutore desidera usare l'opzione XXX.

LA SIMMETRIA DEL COLLEGAMENTO


Alla base del protocollo Telnet stato posto il concetto di simmetria, cio si scelto un protocollo
simmetrico perch semplice da realizzare.

Ci per pu portare a problemi dovuti proprio al fatto che non essendoci un host principale la fase di
negoziazione delle opzioni potrebbe portare a un "ciclo infinito" di richieste nel caso di una errata
interpretazione di una richiesta.

Per prevenire queste possibili situazioni indesiderate, l'NVT deve seguire diverse regole:

ogni interlocutore pu richiedere un solo cambio nelle opzioni (non possibile richiedere lo stato di
una opzione);
se viene inoltrata una richiesta per un'opzione gi attiva, questa viene ignorata;
deve essere inviato un ACK in risposta per ogni richiesta di cambio di stato;

LA SICUREZZA DI TELNET

Quando Telnet stato sviluppato all'inizio degli anni '80 la maggior parte degli utenti delle reti apparteneva
a dipartimenti di universit, a centri di ricerca oppure ad aziende private, ambienti dove non era molto
importante la sicurezza dato che le informazioni venivano trasmesse sempre all'interno delle singole
organizzazioni.

Con l'avvento delle reti remote, i limiti di Telnet lo rendono praticamente inutilizzabile a causa di due
principali problemi:

Telnet non cripta i dati inviati ed relativamente facile catturare e leggere in chiaro i dati scambiati
Manca uno schema di autenticazione che renda sicura la comunicazione tra due host e non
intercettabile.

Nel 1998 Telnet fu praticamente abbandonato a favore di un nuovo protocollo pi sicuro : SSH.

Esso offre tutte le funzioni di Telnet pi una sicura criptazione e un'autenticazione a chiave pubblica, ed
diventato uno standard per l'amministrazione remota.

UTILIZZO DEL TELNET

L'uso principale di Telnet avviene nelle fasi di debug di servizi di networking come i server HTTP, in quanto
rappresenta un modo semplice per mandare comandi al server ed esaminare le risposte.

Inoltre pu essere utilizzato per la lettura della mail sulla propria mailbox, e permette di cancellarla o
modificarla.

Font

- PDF IL PROTOCOLLO TELNET


- Google Immagini