Sei sulla pagina 1di 101

LIGHT PAINTING: effetti di luce supercreativi

N
100%
NIKON

E N I Z A G A MMAGAZINE
MAGGIO 2017

CATTURA LA CITTÀ
NELL’ORA BLU
20 consigli per realizzare formidabili scatti urbani notturni
n L'attrezzatura n Le tecniche n I trucchi dei pro
Tariffa R.O.C. - Poste Italiane Spa - Sped. In Abb. Post. - D.L. 353/2003 (conv. In L. 27.02.2004, n° 46), art. 1 comma 1, S/NA

NIKON PHOTOGRAPHY N. 62 - MENSILE - 3,90€

P.I. 14.04.2017

IL MAESTRO DELLA LUCE STORYTELLING LA TUA NUOVA NIKON


L’importanza dell’illuminazione CONTEST
Ecco i vincitori del nostro CONTEST, 8 modelli pronti a mandare in
nei ritratti di FRANCESCO FRANCIA STORYTELLING
scelti tra oltre 200 partecipanti! pensione la tua vecchia reflex
I AM CONCENTRATED PERFORMANCE
I AM CONCENTRATED PERFORMANCE

20 9 32
3,2”
2.359K
MEGAPIXEL FORMATO MONITOR CONTROLLO

20 9 3,2”
ORIENTABILE TOUCHSCREEN

2.359K
FINO A
153
10
MEGAPIXEL FORMATO MONITOR CONTROLLO
ORIENTABILE TOUCHSCREEN
FPS PUNTI AF VIDEO HD-4K CONNETTIVITÀ
I AM THE NEW NIKON
FINO A
153
10
Racchiudo caratteristiche altamente professionali in un corpo decisamente compatto. Un sistema Autofocus a 153 punti, che consente
di catturare con la massima precisione ogni soggetto, la possibilità di riprendere FPSincredibiliPUNTI
videoAF
4K UHDVIDEO HD-4K
(Ultra HighCONNETTIVITÀ
Definition),
I AM THE NEW NIKON
una sensibilità alla luce che arriva fino a 51.200, per riprese perfette anche al buio, ed un nuovo sensore esposimetrico RGB
Racchiudo caratteristiche altamente professionali in un corpo decisamente compatto. Un sistema Autofocus a 153 punti, che consente
da 180.000 pixel. Poi, un monitor basculante e touchscreen da 3,2” e Nikon SnapBridge, il nuovo sistema di connessione senza
di catturare con la massima precisione ogni soggetto, la possibilità di riprendere incredibili video 4K UHD (Ultra High Definition),
fili basato sulla tecnologia Bluetooth® Low Energy, grazie a cui è possibile trasferire le immagini dalla fotocamera al dispositivo smart
una sensibilità alla luce che arriva fino a 51.200, per riprese perfette anche al buio, ed un nuovo sensore esposimetrico RGB
in modo continuo e immediato, nello stesso preciso momento in cui vengono acquisite. Insomma, sono un vero condensato di energia.
da 180.000 pixel. Poi, un monitor basculante e touchscreen da 3,2” e Nikon SnapBridge, il nuovo sistema di connessione senza
Scopri tuttesulla
fili basato le mie incredibiliBluetooth
tecnologia caratteristiche
®
Low su nikon.it
Energy, grazie a cui è possibile trasferire le immagini dalla fotocamera al dispositivo smart
in modo continuo e immediato, nello stesso preciso momento in cui vengono acquisite. Insomma, sono un vero condensato di energia.

Scopri tutte le mie incredibili caratteristiche su nikon.it


Il servizio NITAL V.I.P. assicura 4 anni di garanzia e assistenza più accurata con ricambi originali.
Servizio Clienti Nital: 011.814488
Per estendere la garanzia a 4 anni è necessario registrare il prodotto via web su www.nital.it

Il servizio NITAL V.I.P. assicura 4 anni di garanzia e assistenza più accurata con ricambi originali.
Servizio Clienti Nital: 011.814488
Per estendere la garanzia a 4 anni è necessario registrare il prodotto via web su www.nital.it
LA F
OTO
DE L ME
SE
Scatto di
Simone Fortuna

Classe 1997. Affascinato


dal romanticismo pittorico
(di Caspar David Friedrich,
William Turner e John
Constable), si appassiona
alla fotografia di paesaggio,
a cui affianca
saltuariamente la fotografia
di Still Life.

VERTICAL
Bianchi, esili e delicati,
gli abeti che
caratterizzano
il paesaggio di Simone
Fortuna sembrano
svettare verso l’alto
grazie al formato
verticale, assolutamente
funzionale al racconto
fotografico.

Fotocamera Nikon D7100


Obiettivo  Nikon 55/300
Lunghezza focale   300 mm
Esposizione   1 /1600
Diaframma  F11
ISO  1000
Senza Flash No
Bilanciamento Auto

LA FOTO DEL MESE


Questa è una rivista di fotogra-
fia. I nostri migliori collaboratori
sono i lettori: ogni mese sceglia-
mo una immagine che secondo
i nostri esperti merita di essere
valorizzata al massimo. E quale
migliore posizione della contro-
copertina?
Nel prossimo numero vorresti
esserci tu? Carica le tue foto
all’indirizzo:
www.spreafotografia.it/
nphotography
1) Controlla la loro dimensione:
il lato maggiore dovrà essere
composto da minimo 2.480
pixel, che corrispondono a 21
cm a 300dpi.

2) Anche il formato di salva-


taggio delle immagini è molto
importante. Salvare in JPEG va
benissimo: controlla però che la
qualità sia al livello massimo!
N PHOTOGRAPHY SOMMARIO
O
IL PROOSESSIM
CE IL
NUMER
15 MAGGIO
NUMERO 62 MAGGIO 2017
100% NIKON 100% INDIPENDENTE

3Controcopertina
Scopri la foto scelta dagli esperti
della nostra redazione.
24Ladopocittàil tramonto
20 trucchi da professionista
38Lettura portfolio
I migliori scatti dei lettori
commentati dalla redazione.
per imparare a immortalare le città

6Foto storica
Sveliamo i retroscena di una famosa
nel momento in cui sono più belle.
48Analisi tecnica
I consigli degli esperti

34 Fotografie?
fotografia d’autore: lo “scatto al volo” di per migliorare le vostre foto.
Jacques Henri Lartigue.
No, opere d’arte
8 Arte&cultura
Gli eventi, le mostre e i libri più
Il processo di lavorazione di un’immagine
Fine Art è qualcosa di simile a un preciso
rito magico: siamo entrati in uno dei
50Contest Storytelling
Scopriamo partecipanti
e vincitori del premio speciale a tema
interessanti del momento. Alimenta dedicato a voi lettori.
templi di questa “religione”.
Ci trovi anche su la tua passione per la fotografia!
Google edicola
16Intervista
Questo mese indaghiamo
i segreti di Francesco Francia,
24
maestro della luce e dello scatto posato.

16

60Faiqualcosa
in modo che
accada
Michael Freeman ci spiega il suo punto
72
di vista sull’azione nella fotografia.

66Dipingi con la luce


Un fotoprogetto semplice e
divertente per illuminare la notte con
una tecnica di grande effetto.

70Una nuvola di farina


Cattura il dinamismo usando

59
quello che hai... nella dispensa!

Accademia
Sprea Fotografia 72Tutti artisti
con il Pennello
Photoshop fornisce uno strumento
La nostra sezione pensato apposta per trasformare le
dedicata a tutorial, trucchi tue foto in formidabili dipinti.

e approfondimenti
degli esperti. 74Piùmenonitidezza,
rumore
Intervieni sui file RAW con i potenti
strumenti di Lightroom.
91 92 Lexar Professional
Le schede Lexar raggiungono
velocità e capacità sbalorditive.

96Listino prezzi
Tutte le Nikon in commercio
con le informazioni salienti: specifiche
tecniche, prezzi e una guida all’acquisto.

90

76Le nuove ottiche Sigma 91Lowepro Droneguard


Tre gioielli della serie Art e uno
dalla serie Contemporary, per soddisfare
Uno zaino rigido e sicuro capace di
dare tutta la protezione necessaria
ogni esigenza di scatto. a chi ama le riprese con i droni.

78Supertest: la tua
prossima Nikon
Scopri otto reflex pronte a rimpiazzare la
91Epson SureColor
SC-P800
Stampe fotografiche A2, connettività
76
tua vecchia fotocamera. flessibile e rotolo opzionale per effettuare
stampe su un’ampia gamma di supporti:

90Nikon B700
è l’ultimo gioiello di casa Epson.
Una Coolpix rapida e precisa
con un sorprendente zoom ottico 60x
e un sensore da 20,3 megapixel. 92ACULON T01
Design curato e prestazioni
soddisfacenti si uniscono in questi

90Joby
binocoli, in versione 8x21 e 10x21.
Action
Bike Mount
Leggero, flessibile e compatto: è il
fissaggio a manubrio per action camera
che mancava, ideale per gli amanti delle
92RØDE NTG 2
Un microfono a fucile
con alimentazione multipla
escursioni in bicicletta. che pesa appena 160 grammi!

Il mensile dedicato alla cultura, alle curiosità e ai tech-gossip dell'affascinante mondo Nikon
a cura di Mauro Fabbri
93Il fatto del mese
Edizioni limitate delle
ammiraglie Nikon per festeggiare
94Nikon School Travel
e workshop
Le proposte didattiche di questo mese,
il centenario del brand. da Venezia al Kenya.
❱ il fatto del mese
Nikon Limited Edition La rivincita dell’ “anti-fotogenia”
Bogdanel Ionut Ursu: «Difficile definire il mio stile fotografico con poche parole.
per celebrare i 100 anni Forse potrei dire che è un mix fra fashion photography e Fine Art»

U
n secolo di atti-
vità è un anni-
versario molto
importate per
una società.
Nikon, uno fra i produttori
di attrezzature fotografi-
che in assoluto più famosi
e apprezzati al mondo, il
prossimo luglio festeggerà
100th Anniversary ven-
gono proposte in abbi-
nata a tre obiettivi essen-
ziali per ogni corredo
che si rispetti: il Nikkor
14-24mm f/2.8G ED, il
Nikkor 24-70mm f/2.8E
ED VR e infine il Nikkor
70-200mm f/2.8E FL lenti
ED VR. Questo super cor-
Una solida preparazione artistica e gli studi presso l’Ac-
cademia delle Belle Arti di Roma hanno permesso a Bog-
danel Ionut Ursu di maturare uno stile fotografico molto
94SguardiIl reportage di Giulio Piscitelli,
sulle rotte dei migranti.
proprio il suo centesimo redo si distingue, come interessante. Attratto dai colori freddi, il giovane fotografo
compleanno: è stata fon- già sottolineato, oltre che spiega come l’arte, in particolare la pittura, si mescoli nella
data a Tokyo nel 1917. per la colorazione, anche sua fotografia in modo quasi involontario: «Da quando fac-
Tra le moltissime inizia- per le decorazioni con il cio fotografia, ho arricchito il mio stile lasciando che l’a-
tive che ci stanno accom- logo Nikon 100th Anni- spetto pittorico e quello fotografico si contaminassero
pagnando verso questa versary che spicca anche a vicenda» - spiega Bogdanel. «Nella vita lavoro come
importante ricorrenza, impresso a caldo sulla tra- fotografo e, per un’agenzia di moda, come booker. Mi
c’è anche la produzione colla in pelle delle reflex. occupo di selezionare i modelli e le modelle, di organiz-
di speciali versioni delle Questi prestigiosi kit da zare i casting, rapportandomi con i clienti e gli stilisti. Ho
reflex Nikon D5 e D500 in collezione sono ovvia- iniziato a fotografare circa due anni fa. Ho studiato prima
edizione limitata da colle- mente esclusivi e dispon- arti visive, in particolare la pittura e la scultura, per cui la
zione. Gli speciali kt 100th nibili in soli 100 pezzi per fotografia è per me un punto d’arrivo. Al passaggio defi-
Anniversary sono formati ogni modello di fotoca- nitivo ha contribuito anche la mia preparazione in digital
dai corpi macchina e tre mera e 100 set di obiet- art, quindi la capacità di manipolare le immagini. Difficile
obiettivi resi speciali dal tivi. I prezzi al momento definire il mio stile fotografico con poche parole. Forse potrei dire che è un mix fra fashion pho-
logo Nikon del centena- non sono ancora stati tography e fine art. Non credo particolarmente alla fotogenia. Ritengo invece che ogni soggetto,

ABBONATI ALLA
rio e da finiture di pregio annunciati ma sui mercati se osservato e fotografato dalla giusta prospettiva, possa risultare fotogenico. È molto impor-
come l’elegante (è dav- internazionali si vocifera tante, nella fotografia di ritratto, mettere il soggetto a proprio agio. Conta quindi la complicità, la
vero bella!) livrea color di cifre.... “importanti”, in “connessione” fra il fotografo e il modello. Succede talvolta che il soggetto sia così affascinato
canna di fucile. linea con il livello premium dalle idee creative del fotografo, da non vedere l’ora di iniziare con il set: sono quelli i casi in cui
Le N i ko n D 5 0 0 e D 5 degli apparecchi. ■ nasce un rapporto quasi elettrico fra i due». ■

VERSIONE DIGITALE
N [93]

093_094_62_IL NIKONISTA.indd 93 28/03/17 18:46

SOLO PER PC E MAC

93 Il Nikonista
Notizie dal mondo Nikon
A SOLI 14,90 €
DURATA ABBONAMENTO 1 ANNO

con le esperienze di scatto


e le opinioni degli influencer.
93Nikon school
Bogdanel Ionut Ursu,
tra Fineart e fashion photography. www.sprea.it/digital
FOTO STORICA

Parigi, 1905

Uno scatto
al volo
Jacques Henri Lartigue
Non si può restare indifferen-
ti davanti alle fotografie di
Lartigue, mai. Eccolo che fer-
ma una donna mentre vola.
Ma chi è? Cosa fa? Cadrà?
Nessuno dei due, dalle parti
opposte dell’obiettivo, sembra
preoccuparsene e riescono così
a lasciarci increduli e divertiti.
Jacques Henri Lartigue ama-
va sorprendere così come
sorprendersi, e lo fece sin dalla
sua prima fotografia realizza-
ta a soli 7 anni. Da allora, in 130
album ha raccolto la sua vita
attraverso le sue fotografie.
Sulle pagine, con annotazioni a
completare il suo diario, la sua
memoria visiva, quasi fosse la
ricerca del senso della vita. I suoi
soggetti non erano mai banali,
ma frutto di attesa per ottene-
re, in uno scatto, una visione.
Oltre 60 anni di racconto visi-
vo; illustratore e disegnatore,
usava l’apparecchio fotografi-
co come un block-notes su cui
annotare un’ impressione.Gra-
zie a lui abbiamo ancora oggi
uno spaccato vivace e reale
della società francese e inter-
nazionale, ripresa con il modo
scanzonato dei fotografi dilet-
tanti, quale lui era, che scattano
per fermare un attimo, un volto,
un traguardo.

Jacques Henri Lartigue (1894-


1986) pittore e fotografo,
illustratore, disegnatore per
professione e fotografo per pas-
sione. Le sue fotografie furono
pubblicate già prima della Gran-
de Guerra da La Vie Au Grand
Air e dal secondo dopoguerra
la sua attività parigina fu sem-
pre più attiva fino ad esporre
al MoMA di New York nel 1963.
Nel 1974 ritrae il neo presidente
francese Giscard d’Estaing per
la fotografia ufficiale, nel 1979
dona tutta la sua produzione
fotografica allo Stato francese.
È riconosciuto universalmente
come uno dei fotografi più inte-
ressanti del XX secolo.
[6] N
N [7]
ARTE &C U LT U R A

EDITORIALE Fino al 10 settembre 2017 VENEZIA

David Lachapelle
Casa dei Tre Oci
FENOMENOLOGIA Fondamenta delle Zitelle, 43
DEI COMPORTAMENTI 30133 Giudecca – Venezia

Lost and Found


Ingresso: 12 euro
VERSO LA FOTOGRAFIA E-mail: info@treoci.com
Web: www.treoci.org

Qualche tempo fa, a Milano è andato in sce-


Il grande ritorno in Italia del più dissacrante dei fotografi
na il MIA Photo Fair 2017. Come ogni anno
moltissime persone hanno affollato gli spa-
zi delle numerose gallerie partecipanti, tra
amatori, professionisti, studenti e collezioni-
sti. A tal proposito mi sono divertito a girare
tra i vari stand, per cogliere i comportamenti
di alcuni dei 25mila visitatori che hanno visi-
tato la fiera, atteggiamenti che mi avevano
già colpito nelle precedenti edizioni. Tantis-
sime sono le reazioni del pubblico di fronte a
un’immagine, e qui ho cercato di catalogarne
alcune tipologie. Tra le migliaia di situazio-
ni che ho potuto osservare quattro sono gli
archetipi di visitatori che puntualmente si
aggirano per le fiere:

Il supertecnico che con le sue domande


incalzanti e storico/tecniche non vuole far
altro che sfoggio del suo grado di prepara-
zione.

L’interior designer che per sua natura ha una


fede incrollabile verso le nicchie. Si aggira per
la fiera con l’intenzione di colmare l’horror

L
vacui delle pareti di casa, chiedendo formati a Casa dei Tre Oci di Vene- umana che ruota intorno a Lightness
improponibili anche di fotografie vintage, che zia, dallo scorso 12 aprile, ha temi come il paradiso, la gioia, of being,
2013 ©David
per loro natura sono pezzi unici. aperto le sue sale a una grande la natura e l’anima.
Lachapelle
monografia dedicata all’irrive- Le fotografie di Lachapelle
Il fotografo, che per regola si distingue per rente artista americano David denunciano le ossessioni
l’abbigliamento tecnico con tanto di macchina Lachapelle. contemporanee, il rapporto
al collo, si aggira come un esploratore duran- I suoi soggetti prediletti sono con il piacere, con il benessere,
te un safari, che al contrario di questo però, le celebrità, da Michael Jackson con il superfluo e con una sfre-
di mimetico non ha nulla anzi il suo scopo è a Hillary Clinton, da Madonna a nata esigenza di apparire, il
proprio quello di farsi notare. Uma Thurman, da Andy Warhol tutto ammantato da colori elet- Aristocracy
a David Bowie, le cui immagini trici e superfici laccate, e dalla Two, 2014
L’ignorante molto informato (cit. Miche- sono utilizzate come merce presenza ricorrente di un nudo ©David
le Smargiassi): per questa tipologia umana prodotta in serie, consapevol- sfacciato e aggressivo. ■ Lachapelle
il collezionismo e i mercanti d’arte sono una mente sacrificata sull’altare
sorta di eresia che uccidono l’arte e la sua del sistema fondato sull’icona.
poesia. La prima regola del manuale di soprav- All’esposizione veneziana, oltre
vivenza a una fiera è quella di non intavolare cento immagini ripercorrono la
discussioni con loro. Il rischio è quello di chiu- sua lunga e fortunata carriera,
dere insieme a lui i cancelli della fiera e di partendo dagli scatti in bianco
finire la scatola di mentine. e nero dei primi anni Novanta,
fino alle iconiche immagini a
Ma la frase più commovente l’ho sentita di colori, che gli hanno garantito
fronte ad alcune fotografie di alberi: “Non importanti riconoscimenti da
sono così convinta. Ma prima o poi ci farò l’oc- parte del pubblico e della critica.
chio. Ne sono certa, si fa l’abitudine a tutto”. La mostra si arricchisce inol-
Quest’ultimo pensiero, purtroppo, rientra in tre, di un’esclusiva mondiale: la
una logica collezionistica a me sconosciu- presentazione in anteprima al
ta. In questo caso non bisogna fare domande pubblico della nuova serie New
rischiose. Meglio donare un biglietto da visita World 11, prodotta negli ultimi
fornito di numero IBAN. quattro anni. Il lavoro, compo-
 Denis Curti sto da undici scatti, si presenta
come il suo ritorno alla figura
[8] N
FESTIVAL E APPUNTAMENTI STOCCOLMA NEW YORK
Fino al 31 maggio Patrick Demarchelier Irving Penn:
BERENICE ABBOTT
MAN,
via Sebastiano Stata 27,
Lumière Centennial
08100, Nuoro

Fino all’11 giugno


P
Fino al 14 maggio 2017
Fotografiska
Stadsgårdshamnen 22, 116
er Patrick
Demarche-
lier il concetto di
Fino al 30 giugno
The Met Fifth Avenue – Gallery 199
1000 5th Avenue, New York, NY
«P enn riu-
sciva
a guardare ai
HENRI CARTIER-BRESSON, FOTOGRAFO 45 Stoccolma, Svezia bellezza è una 10028, Stati Uniti miei vestiti,
Palazzo Ducale questione d’i- sentire la mia
Piazza Matteotti 9 stinto e la sua fonte primaria d’ispirazione sono voce e rispondermi attraverso la sua creatività».
Genova i sogni. La sua sfida più grande, quando si trova Con queste parole il designer giapponese Issey
dietro l’obiettivo, è di catturare l’istante in cui la Miyake racconta del loro lungo idillio creativo pro-
modella dimentica la presenza della macchina trattosi per tredici anni, dal loro primo incontro da
fotografica per cogliere l’essenza e la perso- Vogue America nel 1987 al 1999.
nalità della persona che ha di fronte. La mostra Il Metropolitan Museum
a lui dedicata al museo Fotografiska di Stoc- of Art di New York, dal 24
colma, al contrario, aprile fino al 30 giugno,
vuole scandagliare celebra il centenario della
la sua di personalità nascita di Irving Penn
e svelare quali sono con una mostra che si pro-
i segreti del “Demar- pone come la più grande
Fino al 28 maggio c h e l i e r To u c h ”, e completa retrospettiva
EVARISTO FUSAR, I GRANDI REPORTAGE ovvero quell’allure sull’autore. Grazie al pre-
Museo dell’arte fabbrile e delle coltellerie avvolgente e sofisti- stigioso contributo della
Via Maestri del Lavoro d’Italia 1, Maniago cata che il fotografo Irving Penn Foundation,
francese riesce a passando dalle iconiche immagini di Lisa Fons-
Fino al 21 maggio 2017 i n fo n d e re a i s u o i sagrives, agli still life, fino alle tribù della Nuova
L’ITALIA DI MAGNUM. DA HENRI CARTIER- scatti, nonché chiave Guinea, la mostra mette in scena più di duecento
BRESSON A PAOLO PELLEGRIN Patrick Demarchelier © imprescindibile del scatti che ricostruiscono e celebrano la sua sfac-
Camera – Centro Italiano della Fotografia Fotografiska, Knut Koivisto suo successo. ■ cettata e brillante carriera. ■
Via delle Rosine 18, Torino
LEGNANO BRESCIA
Fino al 19 maggio 2017
MAURO MASERA. FOTOGRAFO DEL
DESIGN ITALIANO
Mario Giacomelli Steve McCurry: Leggere
Università Iuav di Venezia
Tolentini, Aula Magna
Santa Croce 191, Venezia
I
Fino al 4 giugno
Palazzo Leone da Perego
via Gilardelli 10,
n occasione del
Festival Fotografico
Europeo le sale del
P
Fino al 3 settembre
Santa Giulia
via Musei 81/b, 25121
er la prima
edizione del Pho-
tofestival, il circuito
Legnano (MI) MA*GA ospitano la Brescia di Bresc i a M u se i
Fino al 27 maggio 2017 personale di uno dei ospita una prima
ASSEDIO A MADRID più famosi fotografi italiani, conosciuto e cele- mondiale del noto fotografo del National Geo-
La Casa di Vetro brato in tutto il mondo. Nel 1963 Szarkowski graphic Steve McCarry. La mostra dal titolo
via Luisa Sanfelice, 3 consacrò Mario Giacomelli tra i cento autori "Leggere", curata da Biba Giacchetti, propone
20137 Milano migliori al mondo: oggi va in scena una grande al pubblico scatti inediti del fotoreporter sta-
esposizione, a cura di Enrica Viganò, composta tunitense tratti dal suo omonimo best seller.
Fino al 18 giugno 2017 da 101 scatti selezionati e ordinati direttamente In esposizione circa settanta immagini pro-
VIVIEN MAIER. UNA FOTOGRAFA dall’artista nel 1984 per un evento espositivo venienti da un viaggio dell’autore intorno al
RITROVATA a Lonato, cittadina alla quale Giacomelli donò mondo, passando dalla Turchia all’Italia e
Museo di Roma in Trastevere alcune delle sue opere. La mostra si sviluppa dall’India agli Stati Uniti, e accomunate da
Piazza Sant'Egidio 1/b - 00153 Roma rispettando i nuclei tematici scelti e curati dallo un unico e universale messaggio di libertà ed
stesso Giacomelli. ■ uguaglianza. ■
Fino al 18 giugno
HELMUT NEWTON. FOTOGRAFIE. WHITE
WOMEN / SLEEPLESS NIGHTS / BIG
NUDES,
PAN - Palazzo Arti Napoli
Palazzo Rocella, Via dei Mille 60, Napoli

Fino all'11 giugno


LIFE – MAGNUM
Museo del Violino
Piazza Marconi 26100 Cremona

N [9]
ARTE &C U LT U R A

MUSEI ITALIANI MUSEI NEL MONDO


MNAF - Museo Nazionale Alinari Fotomuseum Winterthur
della Fotografia Indirizzo: Grüzenstrasse 44/45
CH-8400 Winterthur
Indirizzo: Piazza Santa Maria Orari: da mar. a dom. ore 11 - 18,
Novella 14a, Firenze mercoledì ore 11-20, chiuso il lunedì
Orario: tutti i giorni dalle 10 Mail: fotomuseum@fotomuseum.ch
alle 18:30 Chiuso il mercoledì Tel: +41 (0) 52.23.41.060
Tel: 39055216310 Web: www.fotomuseum.ch
E-mail: mnaf@alinari.it
Web: www.mnaf.it
R inomato a livello inter-
nazionale per la qualità
Roni Horn. Un secondo filone
guarda ai maestri del XIX secolo.

F in dalla nascita della foto-


grafia la Toscana ha svolto
un ruolo chiave nello sviluppo
bito della fotografia e alla sua
storia. Le sue attività, principal-
mente espositive, si svolgono
delle mostre e l’offerta cultu-
rale, il museo di Winterthur si
propone al pubblico di appas-
Le immagini sono, tra le altre,
quelle di Dorothea Lange, Weege
e August Sander, mentre un’ul-
e nella divulgazione del mezzo e all’interno del Museo Nazionale sionati come il tempio sacro tima e vasta sezione è lasciata
dell’arte fotografica. Dal 1852, la Alinari della Fotografia (MNAF) della fotografia svizzera, sia alla fotografia applicata alla sto-
Società Fratelli Alinari ha come con sede a Firenze. Il MNAF si classica che contemporanea. ria, alla sociologia, alla moda e
sua missione quella di racco- avvale di un'ampia sezione Fondato nel 1993, è sempre all’architettura.
gliere e archiviare un vasto per la didattica, mantenendo stato dedicato alla fotografia Il museo offre una grande
patrimonio fotografico, tra un collegamento con gli interessi intesa come arte e come effi- varietà di corsi, workshop e
immagini e libri, per costruire fotografici del mondo giovanile cace strumento di riproduzione masterclass aperti a tutti, dai
una memoria visiva del nostro e traendo da esso spunti e indi- della realtà. La scelta curatoriale principianti ai professionisti.
paese. Nel settembre del 1998 cazioni per il proprio operare. si è concentrata principalmente Particolarmente affascinante è
l’archivio ha costituito la “Fra- L’obiettivo principale del Museo su tre grandi aree temati- l’esperienza diretta in camera
telli Alinari. Fondazione per la è quello di creare una rete di Isti- che. Nella prima sezione sono oscura, ma anche l’opportu-
storia della Fotografia”, al fine tuzioni scientifiche ed artistiche ospitati i movimenti contem- nità rivolta a ognuno di poter
di svolgere un ruolo di tutela, a favore di una programmazione poranei; tra le firme esposte si richiedere uno specifico corso
promozione e valorizzazione di concordata per alcuni progetti scoprono grandi autori come personalizzato in base alle pro-
tutto ciò che è riferito all’am- espositivi. ■ Nan Goldin, Boris Mikhailov e prie esigenze e desideri. ■

BOOK SHOP CONCORSO – URBAN 2017

Mario Dondero, URBAN Photo Awards 2017


Un Uomo un Racconto
Ad Altidona, nelle Marche, si
trova l’Archivio di Mario Dondero
R
Deadline: 31 maggio
Premio: 1.300 euro al vincitore
Web: www.urbanphotoawards.com
itorna, per
l’ottavo
anno consecu-
e dall'11 marzo fino al 13 maggio E-mail: info@dotart.it tivo, il contest
2017 a Bergamo, alla Galleria fotografico
Ceribelli, si potranno ammirare internazionale Urban Photo Award promosso
gli scatti raccolti e catalogati dall’associazione culturale DotART di Trieste.
dall’archivio. Nel catalogo della Il premio, che di anno in anno è cresciuto grazie
mostra "Mario Dondero, Un soprattutto ad una sempre più ampia partecipa-
Uomo un racconto", sono state zione con migliaia di fotografie in gara, quest’anno
raccolte immagini luminose che si divide in due sezioni, entrambe dedicate alla foto-
raccontano di intellettuali, attori grafia urbana.
e soprattutto di gente comune, Ciò che viene richiesto ai fotografi che desiderano
a testimonianza della sensibilità partecipare, è di proporre delle immagini capaci di
e della poetica di un irriducibile esplorare la contemporaneità attraverso il tessuto
interprete di quella tensione cittadino, dove la città diventa la protagonista attra-
morale che ha segnato il pen- verso i suoi luoghi e le persone che la popolano. La
siero del secondo Novecento. ■ giuria, composta, tra gli altri, dal fotografo Mauri-
zio Galimberti, dalle fotografe Monika Bulaj e Ania
Titolo: Mario Dondero, Klosek e da Denis Curti, passeranno al vaglio gli
Un Uomo un Racconto scatti in gara per decretarne il vincitore assoluto,
Autore: AAVV. Walter Guada- che verrà premiato a fine ottobre durante il Trieste
gnini, Tatiana Agliani Photo Days 2017. Gli scatti finalisti, inoltre, avranno
Uscita : marzo 2017 la possibilità di entrare a far parte di un circuito di
Prezzo: 34 euro mostre itineranti che, nei precedenti anni, hanno
Editore: Silvana Editoriale toccato diverse città del mondo come Berlino, Cra-
Pagine: 160 covia e Varsavia e molte altre ancora. ■
[10] N
Vincitore del TIPA Award

« Il miglior laboratorio fotografico del mondo »


Premio conferito dai redattori di 28 importanti riviste internazionali di fotografia
Stanza: living4media / Annette & Christian. AVENSO GmbH, Ernst-Reuter-Platz 2, 10587 Berlino, Germania
I prezzi indicati sono comprensivi di I.V.A., costi di spedizione aggiuntivi. Salvo modifiche ed errori.

LA TUA FOTO COME UNA


STAMPA FOTOGRAFICA DA
GALLERIA D‘ARTE
120 x 80 cm

€ 53,95

Michael Himpel disponibile su LUMAS.COM, cornice opzionale

Appendi le tue fotografie nello stile e nella qualità


di WhiteWall, come in una galleria d’arte.
I tuoi ricordi più belli su pannelli in vetro acrilico, incorniciati, oppure
in grande formato come stampe su carte fotografiche di marca.
Made in Germany e con ben 90 certificazioni e riconoscimenti ricevuti.
Carica la tua foto e scegli il formato che preferisci.

WhiteWall.com
ARTE &C U LT U R A

SCUOLE CORSI
Istituto Italiano di Fotografia Le basi del ritratto:
L’
Sede Didattica: via C. Darwin 20, Milano
Partenza: Gennaio e Ottobre
Istituto Italiano di Foto-
grafia (IIF) è una scuola
introduzione alla fotografia di moda
Durata: 1 annomultifunzionale che opera Sede Didattica: Bottega Immagine
nel campo della forma-
Lingua: italiano c/o via Carlo Farini, 60 Milano
Titolo: Master accademico di I livellozione professionale da Quando: Dal 2 maggio 2017 al 27 giugno
oltre vent’anni attraverso
Crediti: 60 CF Costo: 311,15 € + iva
Web: www.naba.it l’attivazione di corsi diurni Web: www.bottegaimmagine.it
e serali, workshop della E-mail: info@bottegaimmagine.it
durata di un weekend, percorsi specifici pensati per privati e
aziende, corsi in lingua inglese e corsi pomeridiani per ado-
lescenti, tutti improntati all’apprendimento del linguaggio
fotografico. L’istituto comprende tre realtà distinte e com-
N icola Casini guida il corso sul
ritratto di moda promosso
dal centro Bottega Immagine
legate e introducendo lo stu-
dente alla sua personale visione.
Storia del ritratto, attrezza-
plementari: la SCHOOL, vera e propria scuola di fotografia, di Milano, illustrando le basi tura fotografica, tipologie di
l’ARTSIDE, spazio dedicato all’organizzazione di mostre fotogra- tecniche e di linguaggio del luce e flash da studio saranno
fiche ed eventi culturali per dare visibilità al lavoro degli studenti, ritratto applicato nella fotogra- i primi argomenti ad essere trat-
e la sezione PRODUCTION, agenzia di produzioni fotografiche, fia di moda. Il percorso didattico, tate per poi analizzare il taglio
punto d’incontro e collegamento con esperti del settore. che si svolgerà in dieci lezioni e le regole di composizione,
I docenti che insegnano al Corso superiore professionale bien- e sarà il primo di due moduli, mentre un intera lezione sarà
nale sono professionisti operanti in diversi ambiti culturali: affronterà, in questa fase ini- dedicata all’approccio e gestione
fotografi, giornalisti, curatori di mostre, critici e storici dell’arte ziale, una panoramica sul ritratto del soggetto, fondamentale per
e della fotografia. La varietà delle personalità e dei curriculum in studio nel quale Casini spie- poter ottenere le espressioni e
è favorita dall’istituto per aiutare gli studenti a fare emergere gherà le basi tecniche ad esso pose desiderate. ■
le proprie attitudini personali e originali capacità. Tra i profes-
sori, il fotografo Massimo Bassano, che da anni collabora con
la National Geographic Society, conduce il corso di Reportage, CONTEST
il giornalista Leonello Bertolucci, noto per il suo blog di fotogra-
fia su Il Fatto Quotidiano, si occupa del corso di Photoediting,
mentre il critico e storico della fotografia Roberto Mutti esplora
Premio Happiness On the Move
con gli iscritti il tema della progettualità assieme ai fotografi pro-
fessionisti Beppe Bolchi e Gabriele Croppi. Inoltre, Sara Munari,
fotografa e docente, e Gigliola Foschi, giornalista e critica d’arte
A
Deadline: 21 maggio 2017
Web: www.cortonaonthe-
move.com/submission/
nche per la sesta edi-
zione la felicità è il tema
del Premio Internazionale Hap-
e della fotografia insegnano Comunicazione Visiva. ■ premio-happiness-onthemove piness  ONTHEMOVE 2017
E-mail: info@cortonaonthemove.it promosso dal festival interna-
zionale di fotografia Cortona on
The Move in partnership con il
Consorzio Vino Chianti. Docu-
mentare la felicità attraverso
il linguaggio fotografico è una
vera e propria sfida per i foto-
grafi, una sfida che nasce da
una considerazione: ritrarre il
Foto vincitrice 2016, Klaus Pichler, dramma, il pathos, la tragedia è
Golden Days before they end forse più a portata di mano che
ritrarre la felicità. In questo con-
corso, professionisti ed emergenti, senza distinzione di genere, età e
nazionalità, potranno misurarsi con questa sfida. ■

IL LIBRO ILLUSTRATO
ANDY WARHOL’S INDEX (BOOK) A Black Star Book. Random House,
New York, 1967. 280x210mm, 68
pp. Legatura rigida. Copertina in
Nella primavera del 1967 Alan Rinzler, editor di Random House, propose ad Andy Rowlux su una fotografia in nero
Warhol la pubblicazione di un libro d’artista realizzato come un Pop-Up, mostrando- della Factory. Con la collaborazione
gliene esemplari già realizzati dal grafico David Paul. Warhol accettò con entusiasmo, di Stephen Shore, Paul Morissey,
ma da un iniziale progetto di un index dei film dell’artista-filmaker si arrivò a un origi- Ondine, Nico. Several photographs
by Nat Finkelstein.
nale oggetto-libro costruito collettivamente dalla sua Factory. Anche in questo caso Editors: Christofer Cerf, Alan
Warhol riuscì a smitizzare l’immaginario di una genialità artistica individuale, stem- Rinzler, Gerald Harrison, Akihito
perandolo in un processo collettivo di cui colse le potenzialità e diresse la creatività, Shirakawa e David Paul. Factory
confermando il soprannome di Drella (a metà tra Dracula e Cinderella). Photos di Billy Name

[12] N
Fotografia Europea 2017 EVENTI – REGGIO EMILIA FESTIVAL E APPUNTAMENTI
Dal 5 maggio al 9 luglio
Reggio Emilia
Tel: 0522.444412
Fotografia Europea 2017 Dal 20 aprile al 20 giugno 2017
MILANO PHOTOFESTIVAL
E-mail: info@fotografiaeuropea.it Milano
Web: www.fotografiaeuropea.it www.milanophotofestival.it

L e principali istituzioni cul-


turali e le sedi espositive di
Reggio Emilia si preparano ad
nei riguardi dell’archi-
vio, inteso anche come
fonte d’ispirazione e
Dal 7 al 28 maggio 2017
Giornate di Fotografia
Varie città delle Marche – Fermo, Ostra,
accogliere dal 5 al 7 maggio creazione artistica. Senigallia, Ancona
le giornate dell’undicesima Per le mostre del cir- www.lookphotofestival.com
edizione di Fotografia Euro- cuito ufficiale, la sede
pea. Quest’anno la rassegna, s t o r i c a d i p a l a z zo Dal 13 al 28 maggio 2017
sotto la direzione scientifica Magnani ospiterà l’e- CONFINI – Festival di Fotogiornalismo
di Diane Dufour, direttrice del sposizione “Paul Ancona (Marche)
centro Le Bal di Parigi, del Strand e Cesare www.ilmascherone.it
Professor Elio Grazioli dell’U- Zavattini. Un Paese.
niversità di Bergamo e del La storia e l’eredità” Dal 6 all’8 maggio 2017
direttore di Camera Walter dove verranno pre- Les Boutographies – Rencontres
Guadagnini, si concentrerà sentate al pubblico Photographiques de Montpellier
sul tema dell’archivio come ottantotto fotografie Montpellier, Francia
sintesi tra idea di storia, originali provenienti da www.boutographies.com/en
memoria, lettura del presente prestigiosi musei inter-
e visione del futuro. nazionali. Moltissime le
Un vasto programma espo- attività in programma CONTEST e WORKSHOP
sitivo racconterà i diversi che animeranno fino al 9 spettacoli e grandi eventi pre-
approcci creativi che nel luglio la città di Reggio Emi- sieduti dai protagonisti della Dal 25 al 28 maggio 2017
tempo gli artisti hanno avuto lia tra conferenze, mostre, fotografia e della cultura. ■ WORKSHOP Discover Budapest –
Spring Edition
www.letmeitalianyou.it
CRAF – Centro di Ricerca e Archi- EVENTI – FRIULI VENEZIA GIULIA
Una rassegna a tutto tondo
viazione della Fotografia
Palazzo Tadea – 33097 Spilim-
bergo Tel. 0427 91453
E-mail: info@craf-fvg.it
Web: www.craf-fvg.it
Deadline 9 maggio 2017
CONTEST Festival della Fotografia Etica
– World Report Award
www.festivaldellafotografiaetica.it

Dal 13 maggio all’11 giugno

C on il sostegno della
regione Friuli Venezia Giu-
lia, come ogni anno, il CRAF
WORKSHOP Scuola CFP Bauer. Moda:
Trasformare lo stile in immagini
www.cfpbauer.it
organizza una delle rasse-
gne italiane di fotografia più Partenza 8 maggio 2017
attese dell’anno. Il ricco e Tangram Academy. Corso base di
variegato programma, che Fotografia
si articola tra mostre, atti- www.spazio-tangram.it
vità didattiche, conferenze,
seminari, corsi e laboratori, Dal 5 maggio al 8 maggio 2017
animerà un ampio lasso di WORKSHOP fotografico in Val d’Orcia
tempo, inaugurato con la per appassionati, amatori lia Fotografia 2017 e Letizia www.viaggifotografici.biz
mostra Evaristo Fusar - I e professionisti della foto- Battaglia. Tanti anche gli
Grandi Reportage visitabile grafia per poter ammirare appuntamenti di approfondi- Dal 9 maggio al 13 giugno
fino al 28 maggio, per con- da vicino i lavori di alcuni mento tra seminari e dibattiti Istituto Italiano di Fotografia. Corso di
cludersi il 7 gennaio 2018 dei più grandi autori italiani dove saranno ospitati noti Bianco e Nero analogico
con la chiusura dell’esposi- con la mostra La progettua- nomi della cultura fotogra- www.istitutoitalianodifotografia.it
zione I Fotografi veneti del lità dello Sguardo. A partire fica italiana come Giovanna
Novecento. dalle fotografie di Paesaggio Calvenzi, mentre i corsi e
L’appuntamento del CRAF di Gabriele Basilico, Mat- workshop saranno guidati da
s i p ro f i l a c o m e u n o d e i tia Balsamini vincitore del affermati professionisti quali
momenti più importanti Premio Friuli Venezia Giu- Alberto Bevilacqua. ■
ARTE &C U LT U R A

PERSONAGGI DA RICORDARE ACCADDE IN MAGGIO

John Szarkowski
Il primo direttore del MoMA a riconoscere
LA FOTOGRAFIA SBARCA IN AMERICA
20 maggio 1840. Samuel B.
Morse esegue la prima immagi-
di dagherrotipi. Affascinato dal-
la nuova scoperta d’oltreoceano,
la fotografia come pratica artistica autonoma ne dagherrotipica negli Stati Uniti. al suo ritorno in America eseguì
Una vita, quella di Morse, all’inse- le sue prime immagini fotografi-

È stato per
quasi
trent’anni
graphy since 1960 del 1978 e
Color Photographs by William
Eggleston del 1976 che hanno
gna della ricerca scientifica che
lo portò nel 1937 alla sua idea più
rivoluzionaria, quella del telegra-
che, immortalando la moglie e la
figlia in posa sul tetto di casa. Tut-
tavia il dibattito e il procedimento
il Direttore segnato tappe fondamentali fo elettrico. Nell’aprile del 1839, dagherrotipico erano già noti
della sezione nella storia della fotografia. in seguito ad un viaggio a Pari- all’interno dell’ambiente scien-
Fotografia Molte sono state anche gi, Morse pubblicò sul giornale tifico americano, ma fu solo in
del MoMA le pubblicazioni firmate Observer l’articolo dove raccon- seguito al viaggio di Morse a Pari-
John Szarkowsky di New York, da Szarkoswi, volumi cri- tò il suo incontro con l’inventore gi e dei suoi successivi tentativi
succedendo tici di riflessioni teoriche ed francese Louis Daguerre, il qua- che la fotografia arrivò ufficial-
a Edward Staichen nel 1962. estetiche fondamentali nell’e- le gli introdusse i primi esempi mente negli Stati Uniti. ■
G ra z i e a l l a s u a i n f l u e n te mancipazione della fotografia
posizione e alle sue idee rivo- a pratica artistica autonoma.
luzionarie, John Szarkoswi Il suo libro più importane
ha ricoperto un ruolo chiave èsenza dubbio L’Occhio del
nell’evoluzione dei linguaggi Fotografo scritto in concomi-
e degli indirizzi espressivi tanza con l’omonima mostra
della fotografia mondiale. da lui curata, dove spiega
Nel corso della sua carriera molto chiaramente la distin-
da Direttore di Dipartimento zione tra fotografia e pittura
ha organizzato per il MoMA affermando con forza la matu-
più di centosessanta mostre, rità e l’indipendenza stilistica
ospitando per la prima volta, della prima dalla seconda.
in uno spazio istituzionale, le Dopo il suo ritiro, John Szar-
opere di William Eggleston, kowski ritornò a scattare
Elliot Erwitt, Diane Arbus, Lee fotografie esponendo in
Friedlander, Andre Kertz, Bill diverse personali in giro per
Brandt, Garry Winogrand. Tra gli Stati Uniti, mentre nel
queste, le più celebri sono 2006 il MoMA ha dedicato
s i c u ra m e n te M i r ro rs a n d u n a g ra n d e re t ros p e t t i va
Windows: American Photo- completa sul suo lavoro. ■
LA RUBRICA ARTE &C U LT U R A È IN COLLABORAZIONE CON

LO SCATTO CHE HA CAMBIATO LA STORIA

Berlino, 1945. Un soldato dell'Armata Rossa issa la bandiera sovietica


sul parlamento del Reich tedesco. «Raising a Flag over the Reichstag»
(©Yevgeny Khaldei. Afp Photo)

Scopri di più nel nostro speciale Scatti storici. Prenotalo sul sito
www.sprea.it/grandimaestri IN EDICOLA DAL 20 APRILE WWW.SPREA.IT
[14] N
LA DIMENSIONE SOCIOLOGICA DELLO SGUARDO

[16] N
PAOLA MATTIOLI

FRANCESCO FRANCIA
IL MAESTRO
DELLA LUCE
Quando la conoscenza tecnica
favorisce la professione?
Quando anima una passione
e alimenta il desiderio di
condividerla con gli altri

N [17]
IL MAESTRO DELLA LUCE

F
rancesco Francia, profes-
sionista riconosciuto, oggi
fo t o g ra fo m a s t e r N i ko n
School e testimonial per Elin-
chrom e De Sisti, ci dice: «Il
motore che muove realmente la
mia passione è la voglia di con-
dividere».

Quali autori ammiri di più?


«Adoro Helmut Newton. Amo di lui
soprattutto la sua voglia di provo-
care, la sua capacità di richiamare
l’attenzione non soltanto sul pro-
dotto, ma anche su delle tematiche
sociali. Per la stessa ragione, oltre alla
sua creatività, mi piace il coraggio di
Oliviero Toscani».

Consigliaci un “primo libro di foto-


grafia” assolutamente da leggere.
«Il manuale della fotocamera.
Bisogna studiarlo bene perché rac-
chiude sempre delle informazioni
importanti. Poi ci sono mille altri
aspetti da approfondire che riguar-
dano soprattutto la tecnica e
l’illuminazione. Non è facile trovare
un manuale completo di illumino-
tecnica per la fotografia in generale.
Più facile è trovarli per settore, come
per lo still life».

Come regola, la lettura esposime-


trica prima di tutto?
«Sempre, sia in luce riflessa che
in luce incidente. È fondamentale
soprattutto all’inizio del percorso –
mi riferisco al fotoamatore così come
al professionista, per riuscire subito
a superare le difficoltà della gestio-
ne della luce. Mi ricordo di quando
ho avuto sul set nove illuminatori.
Era una sessione di hair beauty con
Isabel Vegas e ho voluto sfidare il
mio assistente. L’idea era che con
una singola misurazione e una serie
di logiche, avendo degli illuminato-
ri con pari potenza, mettendo alcuni
modellatori e gestendo le distanze,
sarei riuscito a prevedere la foto con
tutti i vari rapporti di illuminazio-
« La luce è sì utile a creare un’atmosfera, ma serve anche a valorizzare
ne e una specifica luce d’effetto sui gli elementi della composizione in modo strategico »

Francesco Francia realizzativa. Fra il 2004 e il 2006 ha approfondito di Perugia. Realizza servizi pubblicitari, come editoriali
Appassionato dello scatto posato fin da adolescente, gli studi sul sistema zonale e di illuminotecnica moda, fotografia commerciale con modelle, fotografia
Francesco Francia ha iniziato i suoi studi di fotografia avanzata per fotografia di soggetto cinematografica, industriale, still-life, cataloghi aziendali, ritratto
avanzata nel 2002 e poi nel 2003 ha intrapreso teatrale e fotografia still life. Diventato nel 2007 istituzionale, e-commerce, wedding, ma anche look
indirizzi formativi specifici come fotografia fotografo professionista, insegnante di fotografia e book e servizi privati. Fotografo master Nikon School,
pubblicitaria e di moda al CSF Adams di Roma, comunicazione visiva, si è sempre più specializzato testimonial per Elinchrom e De Sisti, è relatore in
dove attualmente insegna. Contestualmente si laurea nella fotografia pubblicitaria, glamour di taglio eventi nazionali come Nikon Live e Photoshow.
in Economia (indirizzo marketing) e si occupa per editoriale e soprattutto in quella di moda. Ha Fotografo ufficiale Playboy Italia, realizza editoriali
diversi anni di campagne pubblicitarie, gestendole collaborato come docente esterno con la Montana glamour e copertine per la nota rivista.
personalmente – dalla fase progettuale a quella State University e con l’Università per gli Stranieri www.francescofrancia.com

[18] N
PAOLA MATTIOLI

Nella pagina a
capelli. Fatti un po’ di calcoli mentali,
la foto uscì così come previsto al pri- fianco, Ilenia « La luce flash ti permette di creare delle condizioni che
mo scatto. Rimase sbalordito». Sculco. l’occhio normalmente non vede. Un momento creativo
C’è mai stato sul lavoro un impre- Sopra, vero e proprio, un’invenzione totale del set »
visto che ti ha messo in difficoltà? sessione
«Il brivido più grande e forse l’impre- glamour sempre un po’ insoddisfatto di ciò mio compenso. Questo zelo svizze-
visto più significativo, dove neanche con Ilenia che compongo perché rimango un ro era dovuto soprattutto agli elevati
il mio caro sistema zonale poteva a Palermo, perfezionista, raramente mi capita costi del set e per l’imminenza dell’u-
salvarmi, si riferisce a una campa- 2016. di avere tentennamenti, ad eccezio- scita della campagna. In poche
gna pubblicitaria di gioielli realizzata ne di quando ho firmato una penale parole, non si poteva sbagliare. La
a Lugano nel 2011. Se di mio sono di un importo dieci volte superiore al penale non riguardava soltanto
eventuali ritardi sul set o sulla con-
segna delle immagini, ma entrava
in merito agli standard qualitativi
in base ad accordi preliminari presi.
Dovevo gestire un set in una stanza
priva di ogni arredo utile a conte-
stualizzare i miei scatti, seppur con
vista sul lago di Lugano. Era l’unico
luogo dove per accordi tra l’agen-
zia e l’hotel si poteva lavorare. Come
se non bastasse, il tempo a dispo-
sizione per una decina di set era di
tre ore; poi si doveva dar spazio alla
realizzazione di uno spot video con
la bellissima Xenia Tchoumitche-
va che era la modella per il mio set.
Ho contribuito anch’io ad accresce-
re il fattore di rischio, volendo delle
fotografie tecnicamente audaci che
evidenziassero l’aspetto evocati-
vo. Visto il fascino e il carisma della
Emy Danciu Vivian, ritratto testimonial, ho deciso per una limita-
per la coverstory di Playboy tissima profondità di campo al punto
N [19]
IL MAESTRO DELLA LUCE

A sinistra,
Ilenia Sculco ritratta
per un editoriale moda,
Lago di Piediluco (Tr).
Sotto,
Look Book moda sposi
con Ilenia Sculco
e Rossella Gambi.

da mettere a fuoco un solo gioiello per sempre per la fiducia riposta in me), mi ha sole quando non c’è, usandolo anche come
volta rispetto ai tre classici indossati per dato la possibilità di farmi sentire realmente rim light in una giornata di cielo coperto, in
ogni outfit. In questo modo, l’attenzione si nel mio ambiente naturale, portando avan- quanto è facilmente dosabile perché in quel-
sarebbe concentrata al massimo sul volto ti i principi che mi legano radicalmente a le condizioni sovrasta di gran lunga la luce
della ragazza e sul gioiello a lei associato. Nikon School: la condivisione della passio- naturale. Un altro aspetto poco considerato
È stata una sfida e una corsa contro il tem- ne e la concreta divulgazione della tecnica. è che spesso il flash è utilizzato nella foto-
po. Abbiamo realizzato otto cambi outfit Si dice che la vita dedicata a una forte pas- grafia pubblicitaria nei set in esterna, dove ci
e otto set differenti in quelle poche ore. sione è fatta di tante piccole solitudini. In sono delle luci parassite come, per esempio,
Devo ammettere che la capacità di cam- quell’occasione così come nella replica del le dominanti di colore – magari verdi, per-
biare rapidamente schema luce e di gestire 2015 di proporzioni ancora più vaste, ero ché generate dal riverbero del sole sull’erba
quest’ultima, tenendo conto delle variabili tutt’altro che solo». o sul fogliame. Il flash anche se usato con la
in campo, mi ha davvero salvato». tecnica del fill-in è molto utile e dà una resa
Poni sempre grandissima attenzione alla in realtà più naturale che, paradossalmente,
C’è un’esperienza che ricordi con parti- tecnica legata alla luce. scattando a luce naturale».
colare piacere? «Tutto parte da una grande passione per la
«Quella di Nikon Live è stata l’esperienza luce in relazione alla composizione fotografi- Il sistema zonale è davvero fondamenta-
di contatto con il mondo degli appassiona- ca e soprattutto per la luce flash che spesso le per il tuo modo di lavorare?
ti più intensa ed entusiasmante che abbia è considerata un elemento non fondamenta- «È il cuore di tutto. È la base, e non è corretto
mai vissuto. Soprattutto rimarrà sempre nel le. Per me, invece, è una luce importante per collegarlo solo alla fotografia di paesaggio.
mio cuore l’emozione della prima edizione varie ragioni. Per esempio, a livello creativo, È un metodo di approccio a qualsiasi tipo-
del 2014: in aula plenaria, ma soprattut- il flash ti permette di fare cose che non riu- logia di lavoro. Perché se conosci il sistema
to in sala pose, ho trovato una platea di sciresti a creare con una sorgente luminosa zonale non ti troverai mai in condizioni dif-
migliaia di appassionati. Roberto Bachis, a luce continua perché dispendiosa in ter- ficili, potendo avere sempre ben chiara qual
l’ideatore di questo evento a tappe di pro- mini economici e improbabile da gestire in è la risultante in-camera rispetto allo scar-
porzioni gargantuesche (che ringrazierò esterni. E soprattutto, il flash può simulare il to di brillanza della scena rappresentata e
[20]N
FRANCESCO FRANCIA

alle condizioni luce che misurerai nelle varie LED di De Sisti. Mi riferisco a “Il piccoletto”, intelligente per attenuare, per esempio,
zone – sempre in riferimento alla latitudine un prototipo che ho in dotazione per ricerca le texture sul viso della modella e accen-
di posa del sensore e alla gamma di contra- e sviluppo e che presto sarà in commercio». tuare l’attenzione sull’abito, configurando
sto desiderata. Grazie a questo sistema si uno schema luce in grado di creare qualco-
ha il controllo della scena senza la necessità Nei workshop con i fotografi, cosa ti pre- sa di propedeutico e teso a valorizzare gli
di guardare il display della fotocamera che, me sottolineare? elementi espressivi. La sensazione è che
per quanto attendibile, spesso non è real- «È importante capire che per riuscire bene manca, in generale, una cultura tecnica. La
mente quello che la fotocamera acquisisce nello scatto non occorre costruire dei set semplificazione porta a banalizzare quello
– per comprenderlo veramente si dovreb- complicati. Alla fine bisogna avere la capa- che invece è fondamentale. Il bello dei miei
be guardare il RAW. Anche nelle scene più cità di comprendere le esigenze, sapendo incontri in giro per l’Italia è che appena apri
complesse, consente di andare più velo- come utilizzare al meglio i materiali. Non è un po’ la porta su questo mondo tutti sono
ce su tutto il resto e di concentrarsi sulla detto che le cose difficili, complicate e costo- interessati. La conoscenza tecnica ti con-
gestione della modella, sugli aspetti creati- se siano solo quelle che rendano al meglio sente di utilizzare al meglio gli strumenti,
vi e sulle dinamiche del set. uno scatto. Nel beauty occorrono sicura- per mettere in atto la tua creatività».
mente delle attrezzature più complesse, a cura di Giovanni Pelloso
Lavori sempre a 100 ISO? in quanto i riflessi diventano fondamentali:
«In studio sì; è proprio fisiologico. Quando le luci di effetto, le luci di shape entrano in
lavoro in esterni, dipende dalle condizio- gioco in maniera sostanziale e quindi pos-
ni luce. In realtà cambia tutto quando, per sono servire fino a sette o otto illuminatori
esempio, faccio i set per Playboy in indoor. e un’ampia gamma di modellatori, tanto per
Soprattutto nel periodo invernale il bilancia- toccare il massimo della difficoltà. In real-
mento dei rapporti fra luce continua e luce tà, in altri set è semplicemente necessario
flash è fondamentale. Questo implica che fare dei bilanciamenti rapidi e capire qual
ti trovi nella condizione di dover lavorare a è la luce giusta da usare in funzione all’at-
uno standard di ISO diverso, quindi da 400 mosfera, alla fisionomia del soggetto e alle
a 800, per riuscire a prendere e a ingloba- esigenze relative all’outfit della modella. La
re tutta la luce continua e la luce ambiente. luce diventa un elemento creativo non solo
Abat-jour, lampade, illuminatori sulla sce- per il gioco luci e ombre e per la configu-
na si devono integrare con tutti i punti luce razione di un set, pensando, per esempio,
strategici, combinando, oltre alla principa- a una luce Rembrant, ma diventa ancor
le, quella di schiarita e le rim light per creare più interessante nel momento in cui pos-
la giusta atmosfera. Per una perfetta fusio- so utilizzarla per porre in risalto dei dettagli
ne fra luce flash e luce continua, in questo fondamentali della comunicazione visiva,
tipo di ambientazioni, uso spesso gli SB di quali la texture, il pattern, il tono, il colo-
Nikon in combinazione con i mini fresnel re, i contrasti. Posso intervenire in maniera

« Il flash è un buon amico da avere sempre con sé, questa è


un po’ la logica. Certo che va dosato e modellato »
«Mi è capitato
di fotografare
Francesca Lukasik
in lingerie, per la
copertina di Golf
People. Avendo
sforato con gli
orari, non mi ero
reso conto che
intorno a noi si
era radunata una
folla in attesa di un
banchetto nuziale.
Gli invitati erano
intenti a guardare
il mio set, ma non
certo per vedere
che luci stravo
usando... Potete
immaginare
il mormorio
alle mie spalle,
quando la modella
si è tolta
il reggiseno!».
N [21]
IL MAESTRO DELLA LUCE

A TU PER TU CON FRANCESCO FRANCIA


«TRE FLASH NIKON PER UN RITRATTO» A sinistra,
ritratto della modella Chiara Ombelli, realizzato
da Francesco con la collaborazione della Mua
Cinzia Broccucci. Per illuminare il soggetto, il
fotografo ha utilizzato tre flash Nikon SB-5000.

Ripensando a questo test, quali sono i punti a


favore e a sfavore di un tale allestimento?
«La versatilità è il cuore della logica su cui si fondava
quel set. È una combinazione che può essere
replicata in qualsiasi stanza con spazi ridotti e senza
esigenze particolari. È sufficiente una parete bianca
o uno sfondo omogeneo sul quale poi costruire
un’immagine, chiaramente favorita dal taglio stretto
del beauty in primo piano che implica meno
difficoltà».

Questo schema potrebbe funzionare anche per un


ritratto in esterno. Non per forza deve essere lega-
to al solo beauty.
«Vero. In realtà i set sono stati molteplici. Il primo era
basato sull’idea di realizzare uno scatto semplice
con un singolo illuminatore e con pochi accessori.
Poi, aggiungendo tre o quattro punti luce, avendo
a disposizione più illuminatori, abbiamo potuto
configurare schemi più sofisticati dove il controllo
della luce e dei rapporti di illuminazione implicano
anche l’utilizzo di più sorgenti. Alla fine ho realizzato
tutti i più importanti schemi luce della tradizione
ritrattistica, sia indoor che outdoor con gli SB-5000.
Francesco, anche con poco si può fare molto, vero? Un sistema di illuminazione complesso lo realizzai
«Certamente. Non molto tempo fa, ho voluto qualche tempo fa per esigenze professionali coi
verificare proprio quest’affermazione. Il desiderio era precedenti SB-910, durante un set pubblicitario hair
di sottolineare che, anche con attrezzature minime e beauty per un lavoro in partnership con Wella, dove
un solo flash, si poteva configurare uno schema luci ho dovuto allestire due set nei quali lavorare in
assolutamente valido e non banale. Utilizzando il modo sequenziale. Non avendo con me sufficienti
nuovo sistema Nikon SB-5000, ho potuto creare monotorce da studio, ho sfruttato i tre piccoli
diversi set grazie ai vantaggi tecnici di questo lampeggiatori Nikon che avevo in borsa e il risultato
illuminatore. Uno tra tutti è la continuità dello scatto è stato ugualmente garantito, tanto che alcuni
permessa dal sistema di raffreddamento integrato. di questi scatti sono stati pubblicati per un adv
L’immagine che vedete qui sopra è stata a tal punto su Vanity Fair!».
apprezzata che – nata come test, e grazie anche a un
set fortunato e al lavoro eccellente della truccatrice Com’è l’ultimo nato in casa Nikon?
Cinzia Broccucci – è diventata la copertina della «Rispetto ai precedenti flash, la potenzialità e la
rivista La Pelle. La configurazione dello schema modellazione della luce sono maggiori in quanto
luce utilizzato, aggiungendo poi altre due unità di ha un minimale più basso, ovvero parte da
complemento, ha offerto un risultato simile a quello un’erogazione pari a 1/256 della potenza totale.
del ring light, impiegando, oltre ai flash, dei modellatori Può essere particolarmente utile in situazioni
alla portata di tutti (possono essere dei pannelli di di mix tra luce continua e luce flash dove l’esigenza
polistirolo), ombrellini e un pannello riflettente ». dell’erogazione è diversa rispetto a uno schema

[22]N
FRANCESCO FRANCIA
prettamente realizzato con luci flash. Altri vantaggi, Hai sempre un flash in borsa, è vero?
oltre alla trasmissione dati via wireless e quindi via «Sì. Anche due. Perché, comunque, anche se uso
radio, è che ha un sistema di raffreddamento normalmente degli illuminatori più potenti (per
integrato che garantisce una continuità dello scatto esempio l’Elinchrom ELB 400), quando in situazioni
e, soprattutto, che consente una durata delle professionali devo montare modellatori più
batterie maggiore – con conseguente ottimizzazione importanti e avere una durata e un’affidabilità
del consumo energetico. Tutti questi fattori insieme diversa, gli SB-5000 possono risultare efficaci e
fanno davvero la differenza. L’utilizzo in una sala un valido complemento. Anche recentemente
posa è chiaramente più stressante rispetto a un uso mi è capitato in esterna (dove lavoro con gli ELB),
standard, poiché sono posti in continuità di scatto e quando mi serviva una terza luce con la funzione
su una configurazione dove tutte e tre le fonti di luce di complementare o di rim light sui capelli, di
devono rispondere allo stesso tempo, perfettamente aggiungere uno di questi, messo in sincro».
allineate e lavorare anche all’interno di illuminatori
come potrebbero essere dei softbox chiusi. Così,
sperimentato il vantaggio della trasmissione dati « Raramente sfruttiamo al massimo
affidabile, della durata maggiore delle batterie e del le opportunità che la tecnologia ci offre. Il flash,
raffreddamento, ho avuto la possibilità di scattare
in maniera più vicina al soggetto rispetto a quella ad esempio, di solito lo usiamo al 40-60%
che avrei avuto normalmente con i flash da studio». delle sue possibilità ed è un peccato »

Dietro l’immagine
«Questo è uno sche-
ma luci che uso
spesso. Lo propongo
anche in set impor-
tanti come quelli per
campagne pubblicita-
rie per brand partner
come Wella professional e
durante sessioni in cui devo cre-
are set differenti. È frutto di un
accurato calcolo di rimbalzi di
luce e soprattutto di una precisa
valutazione dei riflessi genera-
ti negli occhi della modella. La
maggiore difficoltà è stata quel-
la di conciliare la morbidezza
della luce con l’esigenza di avere
riflessi ben visibili sulle parti riflet-
tenti applicate al viso della modella,
come gemme e brillantini. In questa
occasione rimasi sorpreso dalla durata
delle batterie, dalla continuità di scat-
to e dall’efficienza dei flash SB-5000 di
Nikon, sia in termini di tempi di ricarica
che di costanza della luce erogata: sem-
bravano quasi flash da studio!»
N [23]
La città dopo
il tramonto
Una guida essenziale in 20 punti
per splendide foto in notturna

[24] N
È
il crepuscolo il momento magico della 1) le foto di architettura, che hanno come riuscire a trovare un'idea e dare un signi-
giornata: il sole cala e i magnifici toni soggetto palazzi e costruzioni iconiche del- ficato alle tue fotografie ancor prima di
della sera prendono il sopravvento. La le città, grandi o piccole che siano; scattare. Ciò significa avere già in mente
città inizia ad animarsi, in una danza di 2) le immagini che catturano lo “spirito" la composizione desiderata e saper confe-
luci artificiali e suggestioni che conducono della città (quelle più propriamente vici- rire agli scatti un certo ritmo. Ad esempio,
alla notte. Molte opportunità fotografiche ne alla street photography) che ritraggono i l’occhio umano “legge” le immagini da sini-
si materializzano in queste ore: le possi- suoi abitanti colti in momenti di vita quo- stra verso destra, e dall’alto verso il basso:
bilità di riportare a casa scatti memorabili tidiana, diversa eppure simile a qualunque le immagini dovrebbero avere delle vie
si moltiplicano, di pari passo con le dif- latitudine; di fuga, costituite da linee o pattern che
ficoltà legate a catturare la luce giusta. 3) le classiche "cartoline", ovvero panorami accompagnino lo sguardo dello spettato-
Prima di partire per le tue missioni not- o scorci tanto banali quanto efficaci quan- re in questo percorso - a meno che tu non
turne è perciò bene conoscere le tecniche do ben realizzati. abbia la precisa intenzione creativa di sor-
da usare quando la luce è scarsa e avere È molto importante che, prima di scattare, tire l’effetto opposto, cioè un certo disagio,
chiaro in mente ciò che si vuole ottenere. tu sappia bene a quale genere o stile le tue nell'osservatore.
Gli scatti “urbani” si possono racchiudere a immagini devono appartenere. Il secondo Sei pronto a sperimentare? Prendi la tua
grandi linee in tre grandi categorie: passo è forse anche più importante: devi Nikon ed esci: la città ti aspetta!

In questa pagina Foggy day, una foto del nostro lettore


Roberto Maggio che ci racconta: "La nebbia a Dubai
è un evento rarissimo, così quando mi hanno telefonato
alle tre di notte per avvertirmi della sua presenza, sono
uscito di corsa per fotografare il fenomeno. Salito sul tetto di
un grattacielo con la mia Nikon, mi sono trovato davanti
a questo meraviglioso spettacolo..."

N [25]
COVER STORY

1 Procurati

foto di Majorkla
un solido
treppiede
È
un accessorio che non può mai man-
care nella tua borsa. Le reflex di oggi,
infatti, sono macchine straordinarie,
capaci di restituire ottime immagi-
ni anche in condizioni di luce scarsa. Di
sera, tuttavia, spesso è necessario impo-
stare tempi di posa molto lunghi che non
consentono lo scatto a mano libera. Per
evitare il mosso, dunque, il treppiede è
indispensabile: poter fare affidamento su
un prodotto solido e stabile ti permetterà
di concentrarti maggiormente sulla com-
posizione e sulla scelta delle impostazioni.
Un buon treppiede vale ogni centesi-
mo che costa.

Benro Go Plus Travel FGP28A:


con 338 euro hai il meglio
ALTEZZA MASSIMA
174 cm
LUNGHEZZA DA CHIUSO
(CON TESTA) 49 cm
PESO CON LA TESTA
2,3 Kg
CARICO MASSIMO (GAMBE/
TESTA) 14 Kg/14 Kg
DIAMETRO TUBI GAMBE
28 mm, 25 mm, 22 mm,
19 mm
COLONNA CENTRALE
PIVOTANTE 180°
TESTA A SFERA
BENRO B1
DIAMETRO DISCO DI
ANCORAGGIO 52 mm
ANGOLAZIONI DELLA
GAMBA 3 posizioni

2 Scatta S
cattare in modalità Manuale (M), per vantaggi decisivi: ti permette di scegliere
quanto possa alzare l’asticella della sfi- il punto di fuoco con più precisione (gra-
da, è ciò che ti permette di mantenere zie alla funzione zoom) e cancella il rischio
il pieno controllo sull’immagine di infiltrazioni di luce dal mirino nel cor-

in Manuale
finale, sottraendolo agli automatismi del- so delle lunghe esposizioni. In sintesi, ecco
la fotocamera. L’unica eccezione è legata le tre regole d’oro per i tuoi scatti nottur-
ai tempi di posa superiori ai trenta secon- ni: modalità Manuale, messa a fuoco
di: in questo caso passerai alla modalità manuale e inquadratura in Live View.

e Live View
Posa (B). Anche la messa a fuoco dovreb-
be essere manuale, perché perfino i sistemi In alto, la foto Into the sky del nostro lettore Majorkla.
Davvero notevole la composizione, con due linee di fuga
autofocus più avanzati fanno fatica quan- vertiginose che accompagnano lo sguardo dal basso
do scende la notte. Per l’inquadratura, fai verso l'alto, "palleggiandolo" tra i pattern regolari
affidamento sul Live View, che offre due sulle facciate dei due palazzi.

[26]N
FOTO DA PROFESSIONISTA

3 Tieni gli P
er cominciare, impo- di diaframma. Se invece
sta la sensibilità hai bisogno che entri più
su valori bassi, ad luce dall'obiettivo ma non
esempio 100 ISO. In vuoi aumentare la dura-
questo modo l’immagine ta dell’esposizione (ad

ISO bassi
sarà il più "pulita" possi- esempio, se si vedono le
bile e stabilirà un punto stelle, ma non vuoi le loro
fisso sul quale basare tracce), procedi alzando
tempo di posa e apertura la sensibilità ISO.

4 Blocca D
urante le lunghe esposizioni, anche la più
piccola vibrazione all'interno della foto-
camera può dare come risultato una foto
poco nitida. Se la tua Nikon ha la modalità

lo specchio
Mirror-up (Mup), sfruttala: lo specchio si sol-
leverà poco prima dell'attivazione dell'otturatore
per evitare il micromosso. Qualora la reflex (ad
esempio la D3400) ne fosse sprovvista, scatta in
Live View per ottenere lo stesso risultato.

5 Escludi lo
stabilizzatore ottico
L
o stabilizzatore ottico VR di Nikon energia dalla batteria ma – portando il
ha lo scopo di rilevare i movimen- sistema a controbilanciare un movimen-
ti della fotocamera e di compensarli: to che non c’è – può compromettere la
è quindi inutile attivarlo quando nitidezza dell’immagine. Non dimentica-
usi il treppiede. Anzi, può essere dan- re di riattivare lo stabilizzatore quando
noso, perché non solo consuma preziosa riprenderai a fotografare a mano libera!

N [27]
COVER STORY

6 Attenzione all'esposizione

D
i sera e di notte dovrai fare particolare attenzione all’espo-
sizione. Ogni volta che entreranno in campo luci artificiali
(lampioni, automobili e così via) dovrai gestirla di conse-
guenza. Considerando la frequenza con cui le luci artificiali
si accendono e si spengono in un notturno urbano, tieniti pron-
to a modificare le impostazioni prima di ogni scatto. Tenendo
fissi gli ISO, affinché più luce colpisca il sensore puoi allungare il
tempo di posa o aprire di più il diaframma. Puoi anche intervenire
alzando gli ISO, ma la presenza di rumore sarà molto più evidente.

7 I passanti 8 Controlla la
come fantasmi fotocamera con
il comando
a distanza
U
sare un telecomando ML-L3 è economico e sem-
esclude qualsiasi movi- plice: funziona a infrarossi

D
i notte le città possono essere molto animate e difficilmente mento della fotocamera ed è compatibile con la mag-
riuscirai a fare una foto a una piazza o a un monumen- causato dalla pressio- gior parte delle fotocamere del
to senza gente che ci giri intorno. Nel caso delle lunghe ne sul pulsante di scatto. Ti marchio. Se hai una macchina
esposizioni, anche il minimo movimento di una persona consente inoltre di tenere con collegamento Wi-Fi puoi
determina l’effetto "fantasma", che puoi sfruttare come effi- aperto l’otturatore per il anche usare una delle tante
cace strumento creativo. Se le persone si muovono senza mai tempo desiderato (in moda- app che permettono lo scat-
fermarsi e il tempo di posa è abbastanza lungo, possono anche lità Posa B, ad esempio). Il to in remoto, tra cui una delle
sparire dall'immagine! telecomando senza fili Nikon migliori è Triggertrap.
[28]N
9 I lampioni P
er ottenere l’effetto “stella
di luce” sfruttando i lampio-
ni e l'illuminazione stradale
(come in questa foto di Simo-

come stelle...
ne Capuzzo), prova a impostare
un diaframma chiuso, tra f/16 e
f/22. Più numerose sono le lamel-
le che costituiscono il diaframma
stesso, più brillanti e nitidi saran-
no i raggi nell'immagine.

Budapest, foto di Simone Capuzzo


10 ...e le auto come scie
L
e "scie" sono
prodotte da
una fonte di
luce che si
muove all'interno
della scena mentre
l’otturatore è aper-
to. Un classico
esempio sono i
fanali delle auto
nel traffico. Se
vuoi registrarli in
uno scatto, come
ha fatto qui Fabio
Tofanari, apri l’ot-
turatore prima che
entrino le auto
nella scena e chiu-
dilo solo quando
ne saranno usci-
te, altrimenti
le scie saranno
incomplete e non
riempiranno l'in-
quadratura.
Giocando con la luce,
foto di Fabio Tofanari
COVER STORY

11 Ferma il movimento
della Luna
e delle stelle
L'
inquinamento luminoso nelle cit-
tà spesso impedisce di vedere le
stelle. Con una lunga esposizio-
ne, in una notte scura e senza
foschia, puoi catturare un accenno del-
la loro scia. Un altro soggetto che non
tradisce mai è la Luna, qui ritratta splen-
didamente dal lettore Pietro Zangaro.
La Luna è più luminosa di quanto tu
possa immaginare. In una notte sere-
na prova un’esposizione di 1/250 di
sec a f/8, ISO 100. E con mezza Luna?
L’esposizione è la stessa, perché la lumi-
nosità rimane la medesima. La Luna
crescente offre i migliori dettagli dei
crateri lunari. Incrementa leggermen-
te l’esposizione per catturare meglio
la debole "luce terrestre" che illumina
la faccia oscura.

La nostra Luna, foto di Pietro Zangaro

Lasciati ispirare dai capolavori dell'arte


P
rima che nascesse la fotografia, l'arte di registra- La Veglia notturna
re la luce era mestiere dei pittori. La pittura è a San Pietro di Castello (1758),
stata (ed è tuttora) una fonte d'ispirazione inso- del Canaletto, un maestro
nel raffigurare vedute di città
stituibile per i fotografi. Osserva le opere più come Venezia, Londra, Dresda.
significative di alcuni maestri e prendi spunto dalle loro Il panorama qui ritratto
intuizioni – a partire dal modo in cui la luce si distribui- è quello della chiesa
sce sui vari soggetti, passando per la composizione e le di San Pietro di Castello
geometrie che hanno riportato nei loro dipinti.

I Nottambuli (1942)
di Edward Hopper: un
meraviglioso spunto
per una fotografia Boulevard Montmartre di
di street, ritrae gli Notte (1897). Camille Pissarro,
avventori impressionista, ritrasse con
di un bar tipicamente grande cura le luci artificiali dei
americano, con lampioni e delle vetrine, e il loro
uno splendido riflesso sulla strada bagnata.
contrappunto tra Di questa stessa veduta
la luce dell'interno, di Parigi, Pissarro dipinse
rappresentato più versioni, in altrettante
attraverso una vetrata, condizioni di luce e ambientali
e il buio della notte
all'esterno

[30]N
12 Usa i filtri ND
P
uò accadere che anche dopo il tramon- di allungare i tempi di posa quel tanto che basta
to ci sia ancora troppa luce in cielo per a ottenere l'effetto desiderato. I filtri a piastri-
tentare la lunga esposizione necessaria na di brand come Lee o Tiffen, in vetro ottico
a immortalare un primo piano in ombra di alta qualità, sono piuttosto costosi e richie-
o per ottenere il classico "effetto movimento" dono un portafiltri per essere montati davanti
delle nuvole che corrono nel cielo. In questi all'ottica. D’altronde, garantiscono la massima
frangenti, un filtro a densità neutra (ND) resa e non introducono alterazioni del colore,
è insostituibile perché permette di fare contrariamente a quello che avviene con i filtri
entrare meno luce dall'obiettivo e dunque "low cost" che troviamo online per pochi euro.

Walking the streets of a mess, foto di Majorkla


13 Disabilita
la riduzione
del disturbo
14 Usa sia il tele
che il grandangolo
D
isabilitare la funzione di riduzione del distur-
bo potrebbe essere una mossa vincente. La

T
funzione NR su esposizioni lunghe raddop- utte le reflex Nikon sono perfet- conto ovviamente delle caratteristiche di
pia però la durata dell'esposizione, perché la te per i panorami notturni con la ciascuno: i grandangoli e i decentrabili
macchina ne esegue una seconda senza aprire tecnica della lunga esposizione. sono i più usati, ma prova a sperimen-
l’otturatore. Il cosiddetto "dark frame" viene poi L’unica differenza risiede nell’e- tare con diverse lunghezze focali.
"sottratto" dalla prima immagine per individuare e stensione della gamma dinamica che Tieni presente che il grandangolo con-
ridurre il rumore. Ma quando hai i minuti contati, varia secondo i modelli e che determina sente di includere nell’inquadratura una
aspettare non è sempre la cosa giusta da fare. Se quante informazioni riuscirai a recu- porzione più ampia di scena e donare
scatti in RAW, la riduzione del disturbo può esse- perare in postproduzione dalle ombre al soggetto profondità e distanza, men-
re fatta in postproduzione. o dalle alte luci. Qualsiasi obiettivo va tre gli obiettivi più lunghi schiacciano i
bene per il paesaggio urbano, tenendo piani "comprimendo" la scena.

15 Metti in borsa D
urante le lunghe esposizioni la
macchina lavora più inten-
samente e più a lungo.
Le riprese con tem-

un paio di batterie
pi di posa molto lunghi
esauriscono le batterie più
velocemente; se poi stai lavo-
rando in una serata fredda, le

di scorta cariche
basse temperature ne accorceran-
no l'autonomia, perciò accertati di avere
con te un paio di batterie di scorta comple-
tamente cariche.
N [31]
COVER STORY

16 Dipingi
con la luce S
e vuoi creare un punto d'interesse o illuminare una zona particolar-
mente scura in una scena buia, puoi usare una torcia elettrica, o
Foto di Enrico Merlo

persino uno smartphone, “dipingendo” l’area scura con la luce. Puoi


anche aggiungere effetti divertenti usando la lana d’acciaio, le luci
stroboscopiche, il flash o le gelatine colorate.

17 Rischio
pioggia 18 Usa anche l'HDR
Q
uando usi i tempi lunghi, la pioggia

e la fusione digitale
è un avversario temibile. Come puoi
vedere in questa foto, è inevitabile
vedere le gocce di pioggia sull’o-
biettivo se scatti con un'apertura stretta.
Porta un panno per le ottiche e ripara la

N
macchina con l’ombrello. Attento anche ormalmente i panorami urbani senza bruciare le alte luci o perdere
alla condensa: se c'è umidità, evita che in tarda sera si prestano partico- informazioni nelle ombre. Nell'esempio
la camera subisca forti sbalzi termici, ad larmente bene all'HDR, perché qui sopra – una veduta di Oia, sull'iso-
esempio tra il caldo della macchina, della comprendono alte luci e zone scu- la greca di Santorini - è stata usata la
casa o della stanza d'albergo e il freddo re. È difficile riprendere questo alto modalità HDR di Lightroom per fonde-
dell’aria aperta. contrasto con un’unica esposizione, re tre scatti con tre diverse esposizioni.
[32]N
19 Cambia
punto di vista
G
li edifici più famosi delle città, fotografati di notte, posso-
no spesso diventare soggetti più interessanti e dinamici
che non quando sono ripresi durante il giorno. Rima-
ne comunque importante l’attenzione all’inquadratura.
Quest’immagine grandangolare della Tour Eiffel è stata cattura-
ta con la fotocamera quasi a livello del suolo per sottolineare le
dimensioni della costruzione e mostrarla da un punto di vista
originale e d'impatto.

20 Informati con le app


S
e vuoi scattare una scena che includa un del tramonto, usando un’app come The Pho-
edificio iconico, un ponte o un monumento tographer’s Ephemeris o Sun Seeker. Subito
con la propria illuminazione, fa’ una picco- dopo il tramonto, il cielo dovrebbe essere anco-
la ricerca per sapere a che ora saranno ra abbastanza luminoso e colorato da evitare di
accese le luci, che spesso sono molto scenogra- sovraesporre il primo piano, con il tuo punto d'in-
fiche, e incrocia questo dato con l’ora e il punto teresse illuminato dalla luce artificiale.
N [33]
VINTAGE

Fotografie? No, opere d’arte


Le immagini Fine Art, oggi un settore importantissimo del mercato
fotografico, acquistano valore solo se sono affidate ad abili stampatori

E
ntrando al numero 15/A di Viale Ranzo- Mario De Stefanis, il fondatore, a continuare
ni, a Milano, si ha l’impressione di fare la sua opera sono i soci Massimo Mangione
un viaggio indietro nel tempo di quasi e Toni D’Ambrosio. Quando aprì nel 1986, il
trent’anni. Anche perché tutto, o quasi, laboratorio fu il primo in assoluto a testare
dall’arredo alle foto appese alle pareti, è in e poi ad adottare in Italia il rivoluziona-
bianco e nero. Che del resto è la speciali- rio sistema Multigrade della Ilford, che
tà della “casa”. Scomparso da qualche anno in un’unica tipologia di carta riuniva diverse

Dallo sviluppo dei negativi alla stampa d’autore e di grande formato

Massimo Mangione mentre inserisce rulli e telai Toni D’Ambrosio mostra un particolare
(nel tondo alcuni telai 10x12) nella sviluppatrice dell’ingranditore a condensatore. Nel tondo,
automatica Miniflex 50, in grado di effettuare l’intero la lampada, accanto alla quale sono collocati
ciclo di sviluppo dei negativi. anche i filtri giallo-verde e magenta.
[34] N
F O T OGR A F IE ? NO , OP ERE D ’A R T E

Qui a fianco, Toni D’Ambrosio accanto a una VUOI SAPERNE DI PIÙ?


fotografia di Gabriele Basilico.
Qui sotto, una dedica fattagli
da Gianni Berengo Gardin.

Tratto dallo speciale


Bianco e Nero
in edicola dal 15 aprile
Disponibile anche sul sito
www.sprea.it

gradazioni di contrasto. Da allora, il labo- impostato il timer, la macchina parte e fa


ratorio De Stefanis (nonostante oggi lavori tutti i passaggi: due di sviluppo, uno di
anche il digitale) è rimasto il tempio della arresto, due di fissaggio, due di acqua, uno
stampa in bianco e nero analogica. Il più di imbibente, uno di sgocciolamente e infi-
frequentato da grandi fotografi e artisti, ne quello di asciugatura.
passati e presenti: Gabriele Basilico, Gian- “La prima volta che ho sviluppato ave-
ni Berengo Gardin, Mario Cresci, Giovanni vo 18 anni. Ho lavorato per Vittorio
Gastel, Giuseppe Pino, Federico Patellani, Sacco, che era il fotografo di Enzo Miri-
Francesco Radino, Toni Thorimbert, Armin gliani, quello di Miss Italia. In seguito,
Linke, Marirosa Toscani e Aldo Ballo, Attilio sono passato a Mauro Masera, un gran-
Maranzano, Uliano Lucas, Marina Abramo- de, e poi ad Aldo Ballo, altro fotografo
vic, Ugo Mulas, Francesco Cito, Ivo Saglietti, della vecchia generazione”. I maestri han-
Carlo Orsi... no imparato a fidarsi di Mangione: lui sa
A sovrintendere le operazioni di sviluppo come lavorano. Sa, ad esempio, chi sovra-
di lastre e pellicole, lavorando nel buio più espone e chi sottoespone, e perché. Fa
completo, è Massimo Mangione che utiliz- sempre dei test prima di sviluppare tutto.
za una sviluppatrice meccanica automatica I negativi più “difficili” se li lavora ancora a
Miniflex 50 del 1995. Una volta inseriti rul- mano. Il risultato è generalmente impecca-
li e rullini, messo il liquido di sviluppo e bile e pronto per la stampa. Al De Stefanis

Toni D’Ambrosio impegnato in camera oscura all’ingranditore, mentre guarda nel Dopo essere passata nella vaschetta di sviluppo e poi in quella di arresto,
focometro (nel tondo). Costituito da uno specchio e da una lente d‘ingrandimento, la stampa fotografica viene infine messa nel bagno di fissaggio. Se va bene,
il focometro permette la messa a fuoco di precisione del fotogramma prima di cioè se sarà assolutamente perfetta, verrà poi sottoposta al procedimen-
procedere al suo ingrandimento e alla sua esposizione. to di asciugatura.
N [35]
VINTAGE

sono specializzati in gigantografie. Per taria, dove la sua prof. Giovanna Calvenzi, stabilito il tempo di esposizione e dato il
questo, tra le tante, vi è una camera moglie di Gabriele Basilico, lo segnala al via alla proiezione, D’Ambrosio sembra
oscura dove tutto è oversize, dalla car- marito, che prende D’Ambrosio come assi- un attore intento a recitare una scena di
ta baritata alle vasche di sviluppo e di stente. Nell’86 Mario De Stefanis lo chiama mimo. Tiene le mani davanti al fascio
fissaggio. Qui si proietta su una parete in laboratorio e lui, oltre che per Basilico, di luce per intercettarla, indirizzarla e
magnetica con un ingranditore a conden- comincia a stampare per Berengo Gar- dosarla nelle diverse zone della carta
satori e testa multigrade. Alla De Stefanis, din, Mulas, l’archivio Patellani. fotografica: così ne attenua o ne esalta la
il mago della stampa è Toni D’Ambrosio, Osservandolo al lavoro, dopo che ha con- quantità, a seconda del grado di contra-
58 anni. Ha studiato fotografia all’Umani- trollato minuziosamente la messa a fuoco, sto della pellicola.

Passo a passo | Il processo di stampa in bianco e nero

1 Dopo aver acceso la luce di sicurezza rossa, inserire lo spezzone di pellicola 3 Una volta avviata l’esposizione, si può mascherare, anche usando le mani,
o il singolo fotogramma nel portanegativi dell’ingranditore. la luce che arriva dal proiettore sulle zone più chiare.

2 Collocare il foglio di carta sensibile sul piano dell’ingranditore, regolare 4 Può essere anche necessario fare delle bruciature prolungando il tempo di
il diaframma e controllare la messa a fuoco con un focometro. esposizione nelle zone scure.
[36]N
F O T OGR A F IE ? NO , OP ERE D ’A R T E

Ma non si tratta di un rito magico, sta solo di base che avevo impostato non è sta- nasce un’opera d’arte», puntualizza Man-
facendo delle mascherature e delle brucia- to sufficiente, ricorro alla bruciatura, che gione. Sulla parete d’ingresso della De
ture. Spiega D’Ambrosio: «Intervengo con ottengo aumentando il diaframma o allun- Stefanis sono appese foto celebri. Sono
le mani per fare una mascheratura, ma gando l’esposizione». È così che nascono tutte in vendita, ma chi le vuole comprare
anche con bacchette e cartoncini sagoma- non solo delle stampe perfette, ma del- deve prima contattare la galleria o l’agen-
ti. Allo scopo di fare arrivare meno luce le opere d’arte uniche. «Delle stampe di zia che detiene i diritti. Chiusa la vendita,
nelle zone più chiare, che indicano sot- prova non rimane più niente: una volta il negativo originale viene inviato al labo-
toesposizione o sottosviluppo. Poi vado a che abbiamo dato la stampa originale al ratorio dove sarà stampato come meglio
riprendere le zone più scure: se il tempo fotografo distruggiamo tutto il resto. Così non si potrebbe.

5 Impostato il timer, la carta esposta va messa nella bacinella di sviluppo, che va 8 L’ultimo passaggio è quello nella vaschetta del fissaggio, che renderà duratura
mossa affinché il rivelatore agisca con più efficacia. l’azione degli agenti chimici e fisserà in modo permanente l’immagine.

6 Una volta sviluppato, il foglio di carta va messo nella bacinella del bagno di
arresto, fatto di una soluzione di acido acetico.

7 Anche nel bagno di arresto, è utile muovere la bacinella per rinnovare 9 Fissata sulla carta l’immagine, il processo di stampa è completato: adesso è
continuamente l’azione dell’acido sulla carta. possibile accendere la luce per esaminare il risultato del lavoro.
N [37]
letturaPORTFOLIO Alessandro Marchetti

Silvia Valle Massimiliano Zorat

Angelo Lo Bracco

Antonio Barone
Antonio Zafonte Enrico Luzi

Calogero Marino

Daniele Ferretti
Davide Fabrizio Negro

David Cestrai

Daniele Terrana Enzo Mistretta Grazie D’Amato


LE FOTO DEI LETTORI

Fabrizio Di Silvestro Marco Romanini Paolo Massaro

Federico Zanco Vittorio Cucini Massimiliano Zucca

Stefania Grasso Marco Belardi Mattia Foletti

Gianni Minori Majorkla Maurizio Margiotta

Il PROTAGONISTA sei tu
E siamo noi la tua prima
vetrina per farti conoscere
La prima grande soddisfazione di chiunque
ami la fotografia è quella di vedere le pro-
prie foto su una rivista. Per questo abbiamo
Gilberto Trevisan Luca D’Andrea deciso di dare ampio spazio alle immagi-
ni che i lettori pubblicano ogni giorno su
www.spreafotografia.it/nphotography:
dalla controcopertina (dove inseriamo la
foto migliore del mese) a questo collage di
foto che vuole premiare altri lettori, pas-
sando attraverso la lettura del Portfolio, lo
Storytelling e l’Analisi Tecnica dove i nostri
esperti, oltre a valorizzare il tuo lavoro, lo
commentano e ti danno i consigli giusti per
migliorare. NPhotography è anche tua!
Giovanni Marucosu Giuseppe Tappeti

N [39]
LETTURA PORTFOLIO

La passeggiata immagine ne coglie con discrezione e pre- Mistero di carnevale


della garzetta cisione descrittiva il candido piumaggio e il
becco aguzzo (che per l’esemplare rappresenta
Autore: Paolo Massaro

Autore: Claudia Loschi un’arma formidabile non solo per catturare


le prede ma anche per trafiggerle e “finirle”,
Il genere che preferisce è legato ai paesaggi prima di ingoiarle). Dal punto di vista composi- Da 27 anni vive in Sardegna. Fotografa
e alla natura. Inizia a fotografare da tivo e formale risulta molto interessante il gioco per piacere e per hobby fin da ragazzo
adolescente, ma mai con continuità. dei riflessi sull’acqua. e l’arrivo del digitale lo ha entusiasmato
Negli ultimi anni cerca di migliorare la ancora di più. Ultimamente i suoi soggetti
tecnica grazie a corsi e riviste specializzate. principali sono suo figlio e i suoi compagni
della squadra di calcio.
Il nostro giudizio In linea con il genere della
fotografia naturalistica, Claudia fotografa Dati EXIF Il nostro giudizio L’immagine di Paolo col-
Fotocamera Nikon D300s Obiettivo 80-400 mm
con accurata precisione una garzetta, specie Lunghezza focale 400 mm Esposizione 1/400 di sec pisce in particolar modo per il soggetto, molto
protetta di uccello delle zone umide. Questa Diaframma f/ 16 ISO 500 Senza Flash espressivo e, di certo, insolito. Si tratta di una

[40] N
Cloudy che dividono la scena in tre sezioni. Nel farlo, a
privilegiato il cielo nella sua drammaticità, ma
Autore: Roberto Murgia
senza togliere importanza al primo piano - con
la barca in primo piano che resta protagonista
dello scatto. Per sottolineare l’atmosfera del
Conosce la fotografia a 38 anni per pura momento, ha sfruttato la palette di colori freddi
curiosità. Predilige la fotografia naturalistica offerta dalla scena, ottenendo un’immagine che
che gli ha fatto riscoprire il rispetto per appare a un rapido sguardo come un elegante
l’ambiente. È affascinato soprattutto bianco e nero.
dal ritratto fotografico.

Il nostro giudizio Roberto ha scattato questa


foto all’alba di una giornata nuvolosa. Ha rispet- Dati EXIF
Fotocamera Nikon D750 Lunghezza focale 14 mm
tato alla perfezione la regola dei terzi, ponendo Esposizione 1/100 di sec Diaframma f/ 11 ISO 200
l’orizzonte su una delle due linee immaginarie Senza Flash

maschera colta durante un corteo di Carne-


vale. Il piano della fotografia è, chiaramente, il
primo piano (che, per definizione, ritrae il volto
umano dal mento alla fronte), che permette di
descrivere con facilità e cura del dettaglio e dei
particolari il soggetto. Ottima anche la resa cro-
matica, attraverso una saturazione appropriata
che caratterizza bene il soggetto.

Dati EXIF
Fotocamera Nikon D5100 Obiettivo 18-55 mm
Lunghezza focale 55 mm Esposizione 1/1000 di sec
Diaframma f/5.6 ISO 450 Senza Flash

N [41]
Canne di bambù
Autore: Matteo Piccirillo

Matteo si è avvicinato al mondo della gli alberi e il cielo. La prospettiva pone la traiet-
fotografia da circa tre anni, affascinato toria del suo sguardo in un’angolazione di circa
da tutti i generi fotografici. novanta gradi rispetto alla terra e questo per-
mette l’effetto scenografico fortemente attrattivo
Il nostro giudizio A catturare l’attenzione di chi della fotografia. Ottima anche la resa cromatica.
osserva questa immagine è, in particolare, la sin-
golarità del soggetto e del punto di vista. Sin dal
primo sguardo, infatti, sembra evidente che l’au- Dati EXIF
Fotocamera Nikon D800 Obiettivo 14 mm Lunghezza focale
tore, nell’atto di scattare questa fotografia, abbia 14 mm Esposizione 1/100 di sec Diaframma f/9 ISO 800
scelto accuratamente il luogo da cui osservare Senza Flash

Il santuario di Graglia Il nostro giudizio Questa scena è la versione gistica. Come ben si vede dalla base di appoggio
in notturna notturna di una veduta classica. Dal punto di vista
tecnico, Silvio ha saputo trovare la giusta rego-
in primo piano, questa immagine è stata realiz-
zata su un supporto che ha garantito la stabilità
Autore: Silvio Bongianino lazione per un soggetto complesso e in limitate della fotocamera come un treppiede.
condizioni luminose. Di fatti, per ovviare all’as-
Da un paio d’anni Silvio coltiva la passione senza di luce, l’autore ha aumentato i tempi di
per la fotografia. Gli piace soprattutto esposizione e ha tenuto stretta l’apertura del dia- Dati EXIF
Fotocamera Nikon D5500 Obiettivo 18-200 mm
immortalare i paesaggi, perché da sempre framma per non ridurre la profondità di campo Lunghezza focale 55 mm Esposizione 20 sec Diaframma f/6.3 ISO
ama stare a contatto con la natura. - passaggio importante nella fotografia paesag- 100 Senza Flash

[42] N
LE FOTO DEI LETTORI

Dante suo padrone con una pallina stretta fra i denti.


Autore: Dario Biasi Tutti i dettagli della scena sono ben immor-
talati nonostante il soggetto in movimento,
grazie al giusto equilibrio tra tempo di esposi-
zione (piuttosto breve) e diaframma. Tuttavia,
Giovanissimo (ha 18 anni), si è stringendo i bordi dell’immagine con il taglio
appassionato alla fotografia da qualche dello sfondo, il soggetto corrisponderebbe alle
anno. Il genere fotografico che preferisce linee della regola dei terzi, e la fotografia gua-
è la paesaggistica, ma è molto attratto dagnerebbe in efficacia comunicativa. Anche
anche dalla macrofotografia. un’apertura delle luci e un rafforzamento del
contrasto migliorerebbero la sua espressività.
Il nostro giudizio Gioiosa e dinamica, questa
fotografia risulta espressiva sia per il soggetto
che per il contesto della ripresa. In un campo Dati EXIF
Fotocamera Nikon D3200 Obiettivo 55-300 mm
aperto, assolato e selvaggio, Dario ritrae la Lunghezza focale 180 mm Esposizione 1/400 di sec
corsa di un cane che va incontro, vivace, al Diaframma f/ 5 ISO 100 Senza Flash ORIGINALE

N [43]
LETTURA PORTFOLIO

Le mie visioni
Autore: Mario Ecora

Mario lavora in una grande catena europea Ecco allora che una nuvola solitaria, sospesa in
di elettronica, ma nel tempo libero ama cielo ben sopra l’orizzonte del mare, è sufficiente
entrare in un mondo che può modellare a rendere questa idea e costruire un immaginario
a modo suo. Gli interessa sperimentare assolutamente onirico. Dal punto di vista struttu-
tecniche diverse e trasmettere il suo punto rale la fotografia risulta simmetrica pur nella sua
di vista attraverso le immagini. semplicità. Ottima interpretazione!

Il nostro giudizio La foto di Mario si caratterizza


per il netto e definito riferimento al movimento
artistico del surrealismo. L’atmosfera smarrita Dati EXIF
Fotocamera  Nikon D7100 Obiettivo 70-300 mm
e metafisica definisce l’espressività di questa Lunghezza focale 70 mm Esposizione 1/250 di sec
composizione, di per sé essenziale e sintetica. Diaframma f/10 ISO 125 Senza Flash

Passeggiata domenicale
Autore: Carlotta Ricci

Grande appassionata di fotografia, della sua


foto scrive: “Ho ripreso questa persona una
domenica mattina su questo viale, dove riesco
sempre a fare lavori che mi soddisfano”.

Il nostro giudizio Sin dal primo sguardo, appare


chiaro che all’autrice interessi in particolar
modo trasmettere l’atmosfera di un luogo e di
un momento particolare. Il punto di vista di Car-
lotta segue il passo di un uomo solitario che
passeggia su un viale alberato al fianco del fiume.
Il contesto è quello malinconico di fine giornata,
mentre l’autunno colora di rosso non solo gli
alberi ma anche le strade. Per rendere tutto ciò
con più enfasi e profondità, l’autrice applica un
filtro monocromatico sull’intera immagine, con
un effetto molto espressivo.

Dati EXIF
Fotocamera Nikon D5500 Obiettivo 18-105 mm
Lunghezza focale 70 mm Esposizione 1/250 di sec
Diaframma f/8 ISO 400 Senza Flash

[44] N
LE FOTO DEI LETTORI

Lago Nato a Milano nel 1959, Giovanni lavora


Autore: Giovanni Nardulli nell’ambito editoriale in qualità di
responsabile di stampa della pubblicità,
mansione che lo ha portato a coltivare la
passione della fotografia a livello amatoriale.

Il nostro giudizio La passione dell’autore


per la fotografia pittorialista emerge sia dal
soggetto ritratto, un paesaggio naturale e
incontaminato, sia dallo stile sfumato, ovattato
e onirico. Anche la tonalità calda sembra ren-
dere omaggio al movimento del Pittorialismo
di fine Ottocento. Dal punto di vista composi-
tivo, tutto sembra al suo posto. Ogni elemento
si colloca in continuità con la divisione dell’in-
quadratura, prevista dalla “regola dei terzi”.
Molto interessante anche l’effetto della pro-
fondità di campo, accentuata dalla sfumatura
della nebbia. Occhio al sensore della fotoca-
mera, perché se trascurato può essere la causa
di piccole macchie sulle immagini.

Dati EXIF
Dati EXIF Fotocamera Nikon D7200 Obiettivo 17-70 mm
Fotocamera Nikon D2X Obiettivo EF s 18-55 mm Lunghezza focale 55 mm Lunghezza focale 40 mm Esposizione 1/250 di sec
Esposizione 1/640 Diaframma F 16 ISO 200 Senza Flash Diaframma f/11 ISO 450 Senza Flash

N [45]
LETTURA PORTFOLIO

Colori in Francia Il nostro giudizio Diretta e altamente comu- e dalle aperture delle finestre sulla facciata del
Autore: Silvia Valle nicativa, questa fotografia si distingue per uno pittoresco edificio. Bellissima fotografia, origi-
stile schietto ed efficace. Il punto di vista fron- nale e ben realizzata.
tale non lascia spazio alle ombre, né ai dubbi.
Tutto appare in maniera dettagliata e definita.
Da sempre appassionata di fotografia, I dettagli affiorano dall’immagine grazie alla
solo negli ultimi tempi decide di leggere, luce dura e dirompente del giorno. E i colori
studiare e sperimentare. Predilige saturi e vivaci donano vivacità all’insieme. Dal Dati EXIF
Fotocamera Nikon D7100 Obiettivo  EF s 24-70 mm
paesaggio, still-life, ritratto e scatti punto di vista della composizione, invece, il Lunghezza focale 70 mm Esposizione 1/1.250 di sec.
“rubati” durante gli spettacoli. ritmo cadenzato e regolare è dato dal soggetto Diaframma f/4 ISO 100 Senza Flash

Vuoi esserci ANCHE TU? Ecco come potrai vedere pubblicate LE TUE FOTO
Mandaci le tue immagini: saranno analizzate dai nostri esperti e scelte ogni mese
Caricale all’indirizzo: L’invio alla redazione di qualsiasi materiale editoriale (testi, parte di Sprea S.p.A, per qualsiasi fine e con qualsiasi mezzo, e
fotografie, disegni, ecc.), su qualsiasi supporto e tramite qua- comunque, a titolo di mero esempio, alla pubblicazione gratuita
www.spreafotografia.it/nphotography lunque canale (es. posta ordinaria, e-mail, Facebook, sito Web, su qualsiasi supporto (cartaceo e non) di titolarità della stessa
1) Controlla la loro dimensione: il lato mag- etc.) deve intendersi - sia quale presa visione, nel colophon della Sprea S.p.A e/o delle altre società in qualunque modo ad essa
giore dovrà essere composto da minimo 2.480 pixel, rivista, dell’Informativa ex art. 13 d.lgs. 196/03, nonché quale collegate, nonché per qualsivoglia altro fine, con autorizzazione
che corrispondono a 21 cm a 300 dpi. consenso espresso al trattamento dei dati personali ai sensi altresì all’elaborazione, all’adattamento, alla trasformazione e
dell’art. 23 d.lgs. 196/03 da parte della Sprea S.p.A.; - sia quale a ogni altra modificazione considerati opportuni a discrezione
espressa autorizzazione - in qualità di titolare dei diritti d’autore della redazione.
2) Anche il formato di salvataggio delle e di utilizzazione economica, nonché eventualmente di immagi-
immagini è molto importante. Salvare in JPEG va ne (se del caso anche in qualità di esercente la patria potestà sul Resta inteso che il materiale inviato alla redazione non potrà
benissimo: controlla però che la qualità sia al livello minore raffigurato e/o ripreso nelle immagini) - a titolo gratuito e essere restituito ed entrerà a far parte dell’archivio della
massimo! in via definitiva, alla libera utilizzazione del predetto materiale da redazione a titolo definitivo.

[46] N
La regina
Autore: Danilo Roberto

Grande cura per tutti i dettagli


Questo bel ritratto posato ci porta diretta-
mente nel mondo delle fiabe cavalleresche,
analisiTECNICA grazie a una grande cura dei dettagli
dell’allestimento, ma anche della scena
nel suo complesso. A dare un contributo
vincente è infatti l’insieme – visto che in
questo genere di immagini basta un solo
dettaglio sbagliato per compromettere il
risultato. Danilo ha invece fatto un percorso
netto, senza errori, utilizzando uno sfondo
che grazie allo sfocato diventa l’ideale per
portarci lontano. Ha curato bene make up,
costumi e posa della modella e, infine, ha
composto un’immagine proporzionata,
equilibrata e di ottimo impatto. Dulcis in
fundo, l’illuminazione è così ben realizzata
da non farci capire nemmeno se la luce sul
viso della modella proviene da un flash o
dal sole. Bravo!

Dati EXIF
Fotocamera Nikon D700 Lunghezza focale 85 mm
Modalità Manuale Diaframma f/1.8
Esposizione 1/400 di sec ISO 200

Nave incagliata a Livorno


Autore: Franco Ferri

Unico difetto la composizione: occhio al palo! dienti per un’immagine difficile da dimenticare ci sono
Franco ci ha mandato questa foto molto bella, fatta tutti. Eppure c’è un “però” che riguarda la composizione.
sullo specchio d’acqua nei pressi del porto di Livorno al Detto che il capanno a sinistra sugli scogli esteticamente
tramonto e che ritrae un mercantile incagliatosi a causa non è il massimo, il problema più grosso resta il palo
di una mareggiata. L’immagine è realizzata benissimo della luce che impalla la nave che è il vero soggetto
da un punto di vista tecnico: ha una post-produzione un dell’immagine, disturbandone la visione. Peccato!
po’ “spinta”, ma priva di errori e tutto sommato coerente
con la scena e il tipo di fotografia. I colori del cielo sono
superbi, mentre la lunga esposizione rende tutto più
Dati EXIF
surreale, con un mare che assomiglia a un cielo coperto Fotocamera Nikon D610 Lunghezza focale 24 mm Modalità Manuale
di nuvole. Infine, i dettagli sono nitidi e incisi – gli ingre- Diaframma f/10 Esposizione 10 sec ISO 200

[48] N
Palazzo pubblico, Siena fico di natura architettonica tra i più complessi e imprecisioni (gli archi sul margine sinistro non sono
Autore: Francesco Monari che in Italia vanta diversi esponenti di livello come simmetrici a quelli sul lato opposto), ma nel com-
per esempio Franco Zampetti. Realizzare questo plesso le geometrie tengono, nonostante il ricorso a
La fotografia zenitale non è semplice genere di foto a mano libera, ossia senza treppiede, un’ottica come l’8 mm, tra i campioni di distorsione!
Francesco Monari da Grosseto ci ha mandato que- con una reflex e senza una rigorosa preparazione per
sta veduta di un palazzo senese ”a testa in su”. Non esempio per individuare il punto di scatto perfetto, è Dati EXIF
Fotocamera Nikon D7100 Lunghezza focale 8 mm
sappiamo quanto consapevolmente, il fotografo ha un’impresa a dir poco ardua e Francesco ci è riuscito Modalità Priorità di diaframmi Diaframma f/4.5
catturato un’immagine “zenitale”, genere fotogra- molto bene. Naturalmente ci sono delle inevitabili Esposizione 1/50 di sec ISO 1250

Punta Rossa,
San Felice Circeo
Autore: Luca D’Andrea

Bene, ma più “coraggio” in post


Tutti in piedi per questo bellissimo tramonto
realizzato a Punta Rossa, nel parco del Circeo.
La fotografia, che è un vero classico del suo
genere, è stata scattata in modo ineccepibile
da un punto di vista tecnico e, a nostro avviso,
senza esagerare sul tempo di esposizione,
così da ottenere un’immagine che, sebbene
un po’ onirica, resta comunque credibile e
fedele alla realtà. Da segnalare anche il gran
lavoro del 12 mm che ha restituito un’imma-
gine pressoché priva di problemi di “caduta
di luce” e con una definizione periferica che
consente di gustarsi tutti i particolari della
scena. La postproduzione è fedele e forse fin
troppo “prudente”, dal momento che sem-
bra essere stata limitata all’essenziale. Forse
con qualche piccolo intervento sulla curva si
sarebbe potuto ottenere un’immagine un po’
più accesa senza per questo compromettere

A tu per tu con Qui scegliamo alcune foto dei nostri lettori notevoli per l’idea, la
composizione o la tecnica, ma che presentano qualche problemino. Poi,
il grande livello di nitidezza.

Dati EXIF
i nostri ESPERTI le sottoponiamo al giudizio dei nostri professionisti. Carica le tue foto
su Spreafotografia.it per poter entrare anche tu in questa selezione!
Fotocamera Nikon D610 Lunghezza focale 12 mm
Modalità Manuale Diaframma f/11
Esposizione 1/2 sec ISO 100

N [49]
storyTELLING
SUPER CONTEST
STORYTELLING
Partecipanti e vincitori (parte 1)
Noi abbiamo lanciato la sfida, 200 fotografi
l’hanno raccolta: ecco i fantastici risultati

A
lcuni mesi fa abbiamo sto numero pubblichiamo i re i ritratti di tutti i lettori che
lanciato una sfida ai let- tre progetti che a nostro avvi- hanno partecipato al con-
tori di nPhotography: so hanno meglio sviluppato test. Potrete così riconoscervi
realizzare uno “storytel- il senso di questa particolare e scoprire i profili dei vostri
ling” fotografico raccontando forma di reportage. Prossima- “colleghi” iscritti al porta-
una storia per immagini. Sono mente presenteremo le altre le Spreafotografia.it. Se non
stati più di 200 i fotografi scelte della giuria. Abbiamo vi siete ancora registrati onli-
che hanno risposto. In que- inoltre deciso di raccoglie- ne, fatelo subito!

Agnieszka Alessandro Andrea Andrea Angelo Anita


Jablonska Mordenti Costa Facco Riberti B.

Antonino Antonio Armando Aurelio Camillo Carlo


Catania Procopio Lastella Negroni Campisi Vittadini

Carlotta Cristina Damiano Davide Davide Donato


Ricci Castagnola Tarantino Abbatiello Bordogna Capozzi
SUPER CONTEST

Elena Fabio Fernando Francesco Francesco Franco Gabriella Gian Domenico


Amatucci Di Stefano Alfieri Cannistrà Tavani Malatacca Tutolo Ricciardi

Gianfranco Gianluca Gianluca Giorgia Giovanni Giulia Giuliano Guido


Sciuto Galli Gerardi Bellotti Cassarà Pasqualin Sabato Guglielmelli

Luigi Luciano Luca Luca Andrea Luca A. Laura Ivano Ivan Drago
D’Aponte Bigazzi Veronesi Doria Scaramuzza Carletti Antonelli Confortini

Macinca Bogdan Marco Marco Mariano Francesco Mario Massimiliano Massimo Michele
Silviu Carta Marcone Ciaccio Ecora Londi Verduri Garbi

Michele Nicolaus Pierluigi Pietro Ramm Renato Roberto Roberto


Guidi Dinter Cuna D’Ambrosio Danzig Caloni Besana Napolitano

Rosario Giuseppe Salvatore Salvatore Sara Sebastiano Serena Sergio Sonia


Leonardi Svadas Vassallo Lesino Bellomo Vittorini Vincenti Campanelli

Roberto Veronica Valerio Valentina Ugo Ugo Tommaso Stefano


Riservato Cau Scassillo Gasparre Giuliano Galassi Moni Armaroli

Alessandro Michele Rosi Federico Sergio Simone Matteo Guido


Pasqualetto Lisi Piano D’Avella Stuard De Bernardin Collu Borsetto
N [51]
STORYTELLING

Valerio Scassillo

POSTO
In gabbia
Un animale ridotto in spazi angusti, privato delle relazioni
sociali tipiche della specie di appartenenza, manifesta più
direttamente il suo malessere. Movimenti stereotipati, noia,
automutilazione: è questo il repertorio più noto degli stadi
di alienazione indotti dalla vita nello zoo.

S
embra un reportage da non fa altro che accentuare grande intensità drammati-
una prigione: gli anima- la drammaticità della situazio- ca, pur rimanendo all’interno
li nelle loro gabbie con ne, senza l’alleggerimento del di un’ineccepibile struttura
sguardi, espressioni e colore che spesso sdramma- formale fatta di composizio-
fisicità da carcerati consape- tizza. Valerio ha messo la sua ni rigorose e ardite al tempo
voli che il loro futuro è dietro notevole maestria tecnica al stesso e sempre scevre dalla
le sbarre. Il bianco e nero, servizio di un tema struggen- banalità. Di alto livello anche
contrastato al punto giusto, te. Le foto conservano una la postproduzione.

[52]N
SUPER CONTEST

N [53]
STORYTELLING

Davide Bordogna

POSTO
Japanese Thumb Generation
Lo smartphone è diventato per noi “uomini moderni” un lontananza insopportabile. Il Giappone non differisce dal resto del
compagno di vita insostituibile, la connettività a internet una mondo. Anzi: forse anche a causa della riservatezza delle persone
necessità quasi fisiologica. Per strada, in metropolitana, sul e della rigidità delle convenzioni sociali, qui il fenomeno assume
treno, in un parco pubblico, se non si sta guardando il telefono, lo risvolti sociali ancora più significativi. La Thumb Generation
si tiene in mano, come se il contatto fisico fosse necessario e la (Generazione del pollice, ndr) vive curva sullo schermo illuminato.

L’
“alienazione da tec-
nologia” è il tema
che Davide Bordogna
ha svolto in maniera
davvero egregia. Il progetto
ricorda i “Tokyoites” di Eolo
Perfido: i giapponesi di cit-
tà, veloci, sempre con la testa
china sui loro smartphone
– soli anche tra la folla che
nelle immagini fa solo da
quinta, “fuorilegge” quando
il telefonino è espressamen-
te vietato, incapaci di restarne
lontani nei pochi momenti di
vera solitudine.  
Una storia avvincente e tutt’al-
tro che scontata, raccontata
efficacemente da immagini
molto ben composte, con tagli
originali e una tecnica foto-
grafica di alto livello. Ottimo
anche il processo di postpro-
duzione, mai invadente.

[54] N
SUPER CONTEST

N [55]
STORYTELLING

Andrea Facco

POSTO
Zena Noir
Questo progetto fotografico è stato realizzato a Genova, storia completa, composta da 20 foto che creano l’intera narrazione.
ambientando e creando una storia in questa città secondo le La trama segue la ricerca di un misterioso oggetto da parte del
inquadrature e lo stile di un film noir. La storia è interpretata dallo protagonista. Il mistero riguarda non solo l’oggetto, ma anche la
stesso fotografo che ha realizzato gli scatti e ne è diventato anche il persona che ne ha commissionato la ricerca, una bella quanto letale
soggetto. Le immagini qui presentate sono un breve estratto della figura femminile con cui il protagonista si dovrà scontrare più volte.

A
ndrea ha colto al meglio
il senso della consegna,
creando uno storytel-
ling in senso letterale:
il racconto di una storia attra-
verso le immagini. C’è una
sceneggiatura, una regia,
un’attenzione certosina per la
composizione dell’impianto
scenico. Il progetto è ambi-
zioso e ben realizzato: strizza
l’occhio al noir e all’immagi-
nario di un film come Sin City

[56]N
SUPER CONTEST

(del 2005) diretto da Robert


Rodriguez e Quentin Taran-
tino, soprattutto per quanto
riguarda la caratterizzazione
dei personaggi.
Ad essere pignoli, la post-pro-
duzione del bianco e nero
non rispetta fedelmente i
dettami del genere noir, ma
il lavoro rimane comunque
estremamente efficace e ben
eseguito: merita un gradino
del nostro podio!

N [57]
Ielati D'Andrea Marco Barone

N PHOTOGRAPHY SOCIAL www.facebook.com/nphotography.it

LA REDAZIONE TI ASPETTA TUTTI I GIORNI SU FACEBOOK!

Marco Bertazzoni Massimiliano Coniglio

Maurizio Sparesato Paolo Sfrizzo


WWW.SPREAFOTOGRAFIA.IT

72 COME UN
QUADRO
Usa il pennello di Photoshop
per trasformare le tue immagini.

LA PAROLA AGLI ESPERTI DI N


Sono ricominciati i corsi dell’Accademia di Spreafotografia! Scopri di più su www.spreafotografia.it/accademia

60Anima la scena cercando l’azione 66 Impara a dipingere... con la luce 70 Il danzatore e la farina
La seconda puntata di una nuova
serie a cura di Michael Freeman, dedicata
Con una semplice torcia da pochi
euro puoi illuminare il soggetto dei tuoi
I trucchi per sottolineare i movimenti
del modello e catturarne il dinamismo.
allo sviluppo e alla messa in pratica di scatti anche quando è completamente Non serve uno studio fotografico: per un
percorsi creativi in fotografia. Questo immerso nel buio: scopri la divertente ritratto d’impatto, bastano un fondale
mese, l’importanza dell’azione. tecnica del light painting! nero, dei flash portatili e... un po’ di farina.
ACCADEMIA SPREA FOTOGRAFIA M I C H A E L F R E E M A N

Michael Freeman è un fotografo britannico autore


di numerosi manuali fotografici di grande successo
editi anche in Italia. È specializzato in viaggi,
architettura e arte orientale. Ha collaborato con
la rivista dello Smithsonian Institute e con molti
editori internazionali.

PERCORSI CREATIVI

Fai in modo
che qualcosa
accada
Un’azione regala energia alle tue
immagini, tanto più se è inaspettata

S
ono molte le situazioni in cui vorresti
solo che nulla interferisca con la tua pon-
derata composizione. Lo studio formale
di un’architettura o un sobrio paesaggio
minimalista sono due esempi di situazioni che
non hanno bisogno d’azione. Alcune imma-
gini, invece, prendono vita solo quando
nell’inquadratura succede qualcosa: può
essere un piccolo evento all’apparenza insi-
gnificante, o qualcosa che superi l’ovvio e
il prevedibile. Volere che qualcosa succeda
oppure preferire che non accada nulla può
determinare il tuo modo di scattare. Spesso
questo aspetto viene trascurato, mentre è fon-
damentale identificare lo “stile” di una foto.
Senza entrare nell’insidioso terreno della critica
d’arte, possiamo riconoscere una semplicissima
scala che va dal livello “Calmo” a “Drammatico”
(o da “Composto” a “Vivace”, se preferiamo).
Le immagini nelle quali succede qualco-
sa appartengono al campo Drammatico/
Vivace, che è quasi un credo nella street Questo vecchio scoppino a ridere, o che litighino. È frustrante
photography. Come tutti i percorsi creati- ponte pedonale non poter far niente per influenzare gli eventi
verso un tempio
vi che presentiamo in questa serie di articoli, shintoista in
e questo è esattamente il punto: desideri che
anche questo ha una sua filosofia, che non può Giappone era accada qualcosa perché questo renderebbe la
adattarsi a tutti i fotografi. Nello scenario di illuminato da una foto più interessante, ma non puoi controllarlo.
partenza, davanti a te c’è una scena con alcuni lama di luce che
elementi al posto giusto: soggetto, luce, colo- filtrava attraverso il Il principio
bosco. Quello di cui
re, contrasto, quant’altro. Il tuo “retropensiero” avevo bisogno, e che
di indeterminazione
tuttavia ti sussurra che se all’interno dell’inqua- è accaduto dopo Le parole per il titolo di quest’articolo sono
dratura si manifestasse qualcuno o qualcosa, la una lunga attesa, state scelte con attenzione. “Fare in modo che”
composizione sarebbe migliore. Immagina una era il passaggio di succeda qualcosa non è l’equivalente di “far”
foto fatta in strada con due persone che stanno un prete shintoista succedere qualcosa. Che valore avrebbe una
attraverso la luce.
conversando: la luce va bene, la loro disposi- scena con una bella azione, completamen-
Mentre aspettavo,
zione nello spazio è interessante, e non si sono ho impostato tempi te diretta da te? Funzionerebbe benissimo
accorte di te, per cui puoi scattare. Ma non e diaframmi per la per una foto pubblicitaria o di moda, ma per il
sono scatti espressivi e tu speri che i soggetti giusta esposizione. teatro della strada sarebbe un’interferenza che
[60]N
RE S TA SE MP RE F EDE L E A L L A RE A LTÀ

ucciderebbe la spontaneità. Qualunque tipo di


reportage non artefatto dipende dal caso, che
A volte tu speri che accada
a sua volta dipende dalla tua bravura e dalla qualcosa nella scena, perché un’azione
tua preveggenza e/o pazienza nel cogliere un renderebbe lo scatto più interessante.
momento inaspettato. Potresti essere in circo- Ma l’azione, in fotografia, è un fattore
stanze al di là del tuo controllo, ma cogliere
un momento fuori copione è quello che solo
che non puoi controllare
la fotografia può regalare.
Fare in modo che accada qualcosa può sem-
brare poco più che volere che succeda, il che in queste foto. L’altra è accettare che le foto
non sembra esattamente un “metodo”, ma ci ben riuscite che dipendono dal caso non si
sono due cose che puoi imparare molto bene. ripetono ogni minuto, e che stai andando a
Una di queste è stare all’erta più del solito: caccia di pesci molto grossi e non di pescio-
potrai così riuscire a prevedere una o due lini. In ogni caso non accontentarti di quello
cose che potrebbero succedere, allenando la che hai davanti all’inizio: se aspetti, potreb-
pazienza ad aspettare che succedano – come be migliorare.
N [61]
ACCADEMIA SPREA FOTOGRAFIA M I C H A E L F R E E M A N

Il ruolo della comparsa inattesa


Un modo per far sì che qualcosa accada è scegliere un’inquadratura e attendere
che un inconsapevole protagonista entri in campo a completare l’immagine

È
uno scenario tra i più comuni nel- tenere separate le persone, senza che si l’approccio possibile è quello geometrico
la street photography: attendere che sovrapponessero. La gente che si muove e architetturale, senza persone. In effetti,
qualcosa entri nel mirino ad anima- è più interessante di quella ferma, perciò poiché molte cabine erano chiuse, sareb-
re la composizione. L’inquadratura il momento ideale per lo scatto in questo be stata la soluzione più semplice. Ho
deve quindi essere “previsualizzata” dal caso è stato quando i due uomini si era- provato, ma l’idea non mi era sembrata
fotografo ancora prima che si trasformi no appena incrociati. Come dimostrano sufficientemente forte, quindi il “piano”
in qualcosa di concreto. Di solito c’è una le illustrazioni qui sotto, scattare una fra- B è stato quello di introdurre l’azione.
scena provvisoria, con qualche elemento zione di secondo prima o dopo avrebbe La fase uno è stata trovare un punto di
utile o interessante che ha però bisogno creato soltanto confusione. Organizza- vista adatto e siccome l’unico accesso
di una comparsa per essere completata. re lo spazio è fondamentale ma ricordati pedonale alla spiaggia era attraverso un
In genere, il fotografo street prima di che per farlo puoi seguire diversi percor- passaggio tra le cabine una vista diago-
premere il pulsante di scatto sente la si creativi, senza soffermarti solo su strade nale mi è parsa la migliore. La fase due
necessità di avere un soggetto di un cer- già sperimentate. è stata decidere il punto esatto nel qua-
to tipo all’interno dell’inquadratura: non Per la fila delle tradizionali cabine colo- le “congelare” chi fosse passato e (come
si accontenta della gente che gli passa rate vicino a Torquay, nel Regno Unito, dimostrano le illustrazioni) le possibilità
casualmente davanti, ma cerca qualcosa
o qualcuno che crei vita, azione – essen-
ziale per la definizione stessa di “street
photography”. Percorre le strade su e giù
per ottenere il risultato che ha in mente,
peraltro non limitandosi solo alla classica
disciplina street. Se si allarga la prospet-
tiva a una scena su scala medio-grande,
come un paesaggio urbano, anche in
questo caso ci si può trovare di fronte
alla scelta decisiva tra l’animarla o no: se
si decide di farlo, un soggetto non previ-
sto che entra in campo e cammina per la
scena è la soluzione più naturale.

Prevedi la posizione
prima di scattare
In queste foto del chiosco di una rostic-
ceria e delle cabine di una spiaggia, gli
elementi inanimati all’interno della sce-
na erano il soggetto di partenza. Nel
caso del baracchino a Port Louis (Mau-
ritius), stavo andando a caccia di culture
di strada superstiti, perciò la foto ruota-
va intorno all’oggetto e, data la location
e la luce, un punto di vista ortogonale a
esso mi sembrava la soluzione capace di
sfruttare al meglio le limitate possibilità
Il chiosco di una rosticceria nel centro di Port Louis (Mauritius)
grafiche della scena. C’era un flusso con- catturato nel momento più “pulito” e ordinato. Sotto si vede cosa
tinuo di passanti e il problema era come sarebbe successo scattando troppo presto o troppo tardi; solo
in un preciso istante ogni cosa è andata al proprio posto.

TROPPO PRESTO TEMPISMO PERFETTO TROPPO TARDI

[62]N
FAI IN MODO CHE QUALCOSA ACCADA

erano pochissime. Se la persona aves- solo che passi la sua figura prediletta,
se incrociato una qualsiasi linea grafica, scivola facilmente nel banale o nel già
si sarebbe creata confusione, perciò cat- visto. Pur trattandosi di foto solo par-
turare il movimento della ragazza in uno zialmente pianificate, non “recitate”, per
spazio bianco era fondamentale. Questo avere un risultato davvero degno di nota
è l’unico scatto buono in un quarto d’o- è necessario… alzare l’asticella. In altre
ra d’attesa. Una ragazza corre davanti a una fila di cabine vecchio stile. parole, le foto nelle quali appaia qualcu-
A causa della struttura fortemente grafica e dei colori, era
Consiglio di non dedicarsi troppo a que- no devono essere molto più interessanti
importante cogliere la figura esattamente in uno spazio vuoto
sto genere d’immagine, perché oggi è (un attimo in anticipo e non sarebbe stata così pulita) e i due della media perché valga davvero la
molto diffuso e, se il fotografo aspetta spazi bianchi indicati dalle frecce erano le posizioni migliori. pena di scattarle!

L’attenzione
per i dettagli
A differenza dello scatto con le cabine, qui
l’azione si è prolungata per qualche minuto.
Anche questo è un caso in cui la location e l’in-
quadratura sono di per sé già piacevoli. Quello
che mi ha attirato è stata la luce del sole bas-
so e radente su una massa di colonne. Dal mio
punto di vista, avevo bisogno di un paio di azio-
ni piccole e organizzate, cosa che le due figure
in campo mi hanno dato. La donna parlava al
telefono dondolando il piede sul tacco – nei
quattro particolari si vede la gamma delle sue
pose base.
Quando hai differenti pose a tua disposizio-
La punta del piede sollevata e puntata, con il contorno pulito
ne, scegli il momento dello scatto con cura,
della scarpa sul fondo chiaro, era il momento più espressivo
riflettendo su quale sia esattamente quella che nella mia inquadratura, anche per via della postura
fa per te: poi devi essere abbastanza pronto leggermente piegata in avanti che echeggia quella dell’uomo
da catturarlo. sul fondo, illuminato dal sole.

N [63]
ACCADEMIA SPREA FOTOGRAFIA M I C H A E L F R E E M A N

Questione
di tempismo
Prontezza nel reagire,
capacità di “prevedere”
e scelta dell’istante ideale
sono i requisiti per centrare
l’azione in ogni occasione

O
vunque ci sia movimento e azione, ci
sarà un momento che per te sarà quel-
lo “speciale”. Naturalmente il contenuto
e l’aspetto di quell’attimo dipendono dal
tuo gusto personale; dipende anche da cosa
sei in grado di catturare, non solo in quanto
rapido nell’esecuzione e reattivo, ma anche
in quanto capace di riconoscere il momen-
to significativo che non si ripeterà (come la
nostra foto principale). Questo percorso crea-
tivo parte dal presupposto che ci sia un’attività
che si svolge in una scena già individuata e
inquadrata: pensala come un set già allesti-
to in cui agiscono i tuoi soggetti. Questi si
muovono in maniera imprevedibile e richie-
dono quindi da parte del fotografo la massima
attenzione per ciò che si vede nel mirino.
Nel caso di questa danzatrice Khmer (a destra),
la situazione in sé era piuttosto comune. Il
corpo di ballo andava in scena nell’antico
tempio in pietra Preah Khan (Cambogia), nel
cosiddetto Salone dei Danzatori. L’azione nel
backstage di qualunque spettacolo teatrale è
ricchissima di spunti fotografici e io ne stavo
approfittando: era tutto molto colorato e ric-
co di atmosfera, e fin qui tutto bene. Ma nel
terzo fotogramma delle immagini preparatorie
(foto piccole in alto), sono apparsi i prodromi
di un battibecco tra due giovani artiste che ha
spinto la mia attenzione verso quello che sta-
va per succedere.

Ovunque ci sia azione


e movimento, ci sarà
un momento che per ogni
fotografo sarà quello
“speciale”, da non perdere
[64] N
FAI IN MODO CHE QUALCOSA ACCADA

Scattare nature
“non-così-morte”
Il valore dell’azione non è limitato
alla fotografia di strada o al repor-
tage. Qualche volta, persino per
un soggetto fisso come una natu-
ra morta c’è bisogno di un segno
di vita. Le foto di food, soprattutto
se rappresentano la preparazione
del cibo o i liquidi, esigono azioni
quali versamenti, rimescolamenti,
sgocciolamenti e spruzzi. I video
di cucina sono quasi sempre pie-
ni di cose che succedono, perché
questo è l’ingrediente fondamen-
tale che rende appetitosi i cibi.
Similmente, se qualcosa si muove
nelle riprese fotografiche (almeno
in ambito pubblicitario) viene supe-
rato uno degli inconvenienti dello
still life: quello di essere troppo sta-
tico e contemplativo. Quando è il
momento della “call-to-action”,
come chiedere al consumatore di
allungare il braccio e afferrare il pro-
dotto, l’animazione può funzionare.
Se faccio vedere una bevanda esti-
va rinfrescante e frizzante, questa
deve frizzare. Ciò significa versarla
un istante prima di scattare, in modo
tale che le goccioline siano visibili
nella foto – sopportando i numero-
si tentativi e le molte ripetizioni nel
versamento.

Catturare la nebulizzazione ha comportato


molti versamenti all’ultimo istante, oltre
a un set allestito con cura, in modo che
le goccioline illuminate dal sole risaltassero
contro lo sfondo scuro.

Se avere molte bollicine è parte integrante


di uno still life, puoi usare un semplice ma
efficace trucco producendole artificialmente
durante lo shooting, come in questa foto.

N [65]
ACCADEMIA SPREA FOTOGRAFIA

Dipingi
con la luce
Se vuoi, puoi “illuminare” il buio:
è divertente e non occorre
un’attrezzatura costosa

D
a quando, nel 1889, il fotografo pionieristico Georges
Demeny attaccò delle lampadine a un suo giovane
assistente chiedendogli di saltare, i fotografi hanno
sempre “dipinto” con la luce. La tecnologia oggi
permette un approccio del tutto nuovo alla tecnica
del light-painting: perché, ad esempio, non servirsi di
superfici riflettenti per migliorare l’effetto? Usando acqua,
vetro, specchi e persino il comando “Rifletti quadro” in
Photoshop possiamo creare una piccola simmetria, alzan-
do di molto il livello di una fotografia con dei disegni di
luce. Segui questo semplice fotoprogetto per muovere i primi
passi in questo divertente mondo: il tuo compito principa-
le è far muovere una fonte di luce all’interno di una scena
buia, mentre l’otturatore è aperto. La luce costruirà il tracciato
durante l’esposizione, quindi la torcia funziona come il gesso
sulla lavagna; lo puoi fare all’aperto di notte, o in una stanza
buia. Quando avrai capito le basi, prova con diverse fonti di
luce e movimenti per sfogare tutta la tua fantasia!

[66]N
L A T ECNICA DEL LIGH T- PA IN T ING

Missione
● Imparare a dipingere
con la luce migliorando
l’effetto con i riflessi
Tempo necessario
● Un’ora
Livello di difficoltà
● Facile
● Intermedio
● Difficile
Cosa serve
● Reflex Nikon
● Treppiede
● Telecomando
● Torce elettriche
● Bicchieri di plastica

N [67]
NIKOPEDIA

Quanto buio? Passo passo | Treppiede, modalità Posa e un kit-luci fai da te


Non c’è bisogno di dipin-
gere nel buio completo;
in effetti, una bassissi-
ma luce ambiente aiuta
a vedere quello che stai
facendo. Fai attenzione
però: più è lunga l’espo-
sizione, più aumenta
l’influenza della luce
ambientale che rischia-
ra la scena. Come puoi
vedere in alcune delle
nostre immagini, il chia- 1 Monta il treppiede 2 Imposta la modalità Posa B
rore della città dietro Aspetta che sia quasi buio e monta il treppiede. Può essere Devi impostare la tua macchina fotografica in modo che l’ot-
l’acqua ha rischiarato il difficile comporre l’inquadratura giusta, quindi stai largo nel- turatore rimanga spalancato per tutto il tempo che ti serve
cielo: a occhio nudo non la composizione. Per evitare la continua ricerca dell’autofocus, per dipingere la scena con le torce. Seleziona perciò la modali-
era neanche lontana- metti a fuoco un punto illuminato nella scena, passa in Manuale tà Posa B (dall’inglese Bulb): così facendo, l’otturatore resterà
mente chiaro così, ma e blocca l’AF. Fai attenzione a dove metti i piedi se lavori al buio aperto finché terrai il pulsante di scatto premuto, secondo le
con un’esposizione di vicino all’acqua profonda! esigenze del caso.
100 secondi appare più
luminoso.

3 Collega un telecomando 4 Fai una foto di prova


Usa un telecomando – sia a filo, sia wireless come questo L’apertura del diaframma e gli ISO dipendono dalla potenza
Hahnel – per tenere aperto l’otturatore. In alternativa, se la delle tue torce e dalla luce ambientale presente nella scena. Fai
tua Nikon ha il modulo Wi-Fi di serie o come accessorio ester- una foto di prova per capirlo: comincia con 100 ISO, apertura
no puoi usare l’app dedicata sul tuo smartphone: avvia e f/8, dai inizio all’esposizione e accendi le torce. Se l’immagi-
interrompi l’esposizione da lontano, in modo da concentrarti ne è troppo scura, apri il diaframma o alza gli ISO. Se è troppo
sulla pittura con la luce. chiara, fai il contrario.

Controllo Wi-Fi
Se la tua Nikon ha il Wi-Fi,
puoi comandarla da lontano
con lo smartphone, usando
la app Wireless Mobile Utility
di Nikon: quando dipingi con
la luce, è molto utile perché
non solo potrai mettere a fuo-
co, regolare le impostazioni e 5 Costruisciti un kit di luci colorate 6 Crea figure sinistre
avviare o interrompere l’espo- Esistono luci specifiche per dipingere con la luce, ma probabil- È divertente creare silhouette dall’aspetto sinistro, come quel-
sizione in remoto, ma anche mente ti puoi arrangiare con quello che hai in casa. Noi abbiamo la della pagina di apertura di questo servizio: basta muovere le
controllare il risultato senza usato dei bicchieri di plastica colorati; abbiamo fatto passare la luci dietro a una persona che rimanga immobile, per poi dare
dover ogni volta tornare alla luce attraverso di essi e abbiamo avvolto del nastro intorno alla due colpi di luce vicino al volto attraverso un bicchiere verde, in
fotocamera. gamba di un treppiede, facendola poi oscillare avanti e indietro. modo da far brillare gli occhi di questo colore.
[68]N
L A T ECNICA DEL LIGH T- PA IN T ING

ALLESTIMENTO 1
Simmetria in riva al fiume
Cosa serve
●N
 ikon digitale reflex
●T
 reppiede
●T
 elecomando
●T
 orce elettriche
●B
 icchieri di plastica

Con la torcia, abbozza


la metà di una forma
Dipingere con la torcia è come disegnare con il mou-
se del computer – i risultati possono essere tremolanti
e infantili, ma questo è il loro charme. Per fare una figu-
ra simmetrica usando l’acqua all’aperto, sistema la
fotocamera dall’altra parte del fiume o dello stagno e
blocca l’otturatore aperto, quindi usa la torcia e il bicchie-
re colorato attaccati al
bastone per dipinge-
re metà di una forma
simmetrica, partendo
dalla superficie dell’ac-
qua e cambiando i
colori rapidamente.
Il riflesso fa il resto.
Immaginati la figura
mentre dipingi con le
torce: è un po’ un gioco
a indovinare ma miglio-
rerai con la pratica.

ALLESTIMENTO 2 | Dipingere in interni


Cosa serve
●N  ikon digitale reflex
●T  reppiede
●T  elecomando
● i Pad o tablet
●T  orce elettriche
●V  assoio d’acqua

Dipingi un celebre
skyline con un tablet
La tecnica per dipingere con la luce in una stanza al
buio è la stessa che si usa negli esterni. Per realizza-
re questa immagine, metti un modellino-giocattolo
come questa Statua della Libertà su un tavolo,
davanti a un vassoio pieno d’acqua (come nel riqua-
dro qui sopra). Poi prepara sul tablet una serie di
immagini dai semplici contorni colorati per ogni
edificio e scorrile lentamente mentre fai scivolare
il tablet lungo il bordo dell’acqua (attento a lascia-
re la mano fuori dall’inquadratura). Qualche colpo
di luce sul fondo completerà l’effetto.
N [69]
ACCADEMIA SPREA FOTOGRAFIA

Una nuvola di... farina


Missione
● Allestire, illuminare
e scattare una foto
d’azione... in una nuvola
di farina!
Tempo necessario Bastano un fondale nero e un po’ di creatività per
● 2 o 3 ore
realizzare un ritratto artistico originale e di grande impatto
Livello di difficoltà

R
● Facile
iuscire a catturare l’azione di un soggetto come disporre le luci, quale posa deva assumere il sog-
● Intermedio
un ballerino mentre danza non è semplice. getto e come servirti della polvere nella maniera più
● Difficile
Basta però una manciata di farina per efficace. L’illuminazione ha un ruolo decisivo, tut-
Cosa serve mostrarne i movimenti in modo meravi- tavia – sebbene sembri un allestimento complicato
● Farina gliosamente plastico. La finissima polvere sospesa – avrai bisogno soltanto tre economici flash porta-
● Tela cerata e teli nell’aria, infatti, ne segue le mosse, creando volu- tili e di un paio di ombrelli per “guidare” la luce.
di polietilene te illuminate dalle lampade ma anche anche un po’ Inoltre, non c’è bisogno di uno studio: va bene
● Tre flash portatili di caos tutto attorno: la farina finirà ovunque (oltre qualunque spazio di dimensioni decenti o persino
● Trigger wireless che sul soggetto, anche sulle suppellettili e sull’at- un esterno di notte, ovviamente se temperatura e
● Stativi trezzatura), tuttavia è un prezzo che vale la pena di umidità lo consentono. Noi abbiamo scattato in un
● Ombrelli riflettenti pagare per ottenere questa fantastica tridimensionali- parcheggio sotterraneo e la location ha offerto l’in-
e diffusori, o softbox tà. Nella pagina che segue scoprirai come allestire il dubbio vantaggio di semplificare le operazioni di
set e scattare ritratti simili a questo; imparerai come pulizia dopo la sessione.
[70] N
UN PROGE T TO CRE ATIVO

Passo a passo | Scatta con due luci disposte in parallelo Quick Tip
Scatta in continuo: il teleobiettivo è più comodo; la corretta esposizione è fondamentale Non sono necessari
costosi flash per un
progetto del genere.
È sufficiente che
FONDO SCURO SPEEDLIGHT A 1/16 DI quelli in tuo posses-
POTENZA BEAUTY so offrano il controllo
DISH* manuale sulla poten-
SOGGETTO za del lampo e la
modalità Slave ottica
SPEEDLIGHT A 1/16 – funzioni che anche i
DI POTENZA OMBRELLO modelli più economici
ARGENTATO di solito hanno.
SPEEDLIGHT
A 1/8 DI POTENZA
OMBRELLO
BIANCO
FOTOCAMERA
1 Trova la location più adatta e comoda da pulire 2 Disponi le luci secondo questo schema
Ti serve un ambiente con poca luce e uno sfondo nero (noi abbia- Nel nostro allestimento a tre flash (impostati in modalità manuale),
mo scattato in un parcheggio sotterraneo). Fai il possibile per quello frontale era diretto verso il soggetto attraverso un ombrello
arginare la diffusione della farina, disponendo opportunamente i bianco, quello dietro a sinistra era riflesso da un ombrello argentato,
fogli di polietilene e la tela cerata a protezione della scena. e su quello dietro a destra è stato montato un beauty dish.

Bloccare
l’azione
Non è tanto il tempo di posa
a congelare l’azione, quanto
la durata del lampo. Questo
perché siamo in un ambien-
3 Usa l’esposizione manuale 4 Setaccia la farina te buio dove l’unica luce che
Quando usi i flash separati dalla macchina, devi impostare Per essere scientifici, abbiamo provato due tipi di farina ma non conta è quella del flash – la cui
l’esposizione manuale. Parti da un tempo di posa di 1/200 abbiamo notato grandi differenze tra quella normale e quella durata è più breve del tempo
di secondo, poi regola la potenza dei flash, il diaframma e con il lievito dosato. Passate al setaccio, rimangono entrambe di sincro flash della macchi-
la sensibilità fino a quando l’esposizione andrà bene – nel in aria più a lungo. Il nostro modello ne ha tenuta un po’ in mano na (di solito 1/200 o 1/250
nostro caso abbiamo impostato f/6.3 e 400 ISO. per lasciarla andare ballando e saltando. di sec al massimo). Ricorda-
ti che la durata del lampo è
proporzionale alla potenza
impostata (controlla le speci-
fiche del tuo modello), quindi
al suo valore massimo può ad
esempio avvicinarsi a 1/200 di
sec mentre a 1/16 della poten-
za massima di solito si aggira
intorno a 1/8.000 di sec (o
anche un tempo più veloce).
Per riuscire perciò a blocca-
re i movimenti del ballerino
ed evitare il mosso in ambien-
te buio, riduci in manuale la
potenza del flash a secon-
5 Scegli un abile modello 6 Divertiti con le luci da della rapidità dell’azione
Uno scatto come questo è possibile solo con un soggetto con- Luci di taglio e controluce danno questo contorno chiarissimo sui e all’occorrenza usane più di
sapevole dei suoi movimenti: potendosi fidare della capacità del due lati del corpo. Il modello dovrebbe assumere posizioni che uno simultaneamente per
modello di mettersi in pose interessanti, sarai libero di concen- sfruttino al massimo questa illuminazione girando la testa da un compensare l’abbassamento
trarti sulla tecnica, sulla scelta del momento e sulla composizione. lato o dall’altro – una posizione frontale non funzionerebbe. del livello di luce.
N [71]
Tutti artisti
VUOI SAPERNE DI PIÙ?
TUTTA
NUOVA!
Maggio/
Giugno
2017
con il Pennello
Dai libero sfogo alla tua creatività trasformando una foto
in un dipinto con l’apposito strumento di Photoshop
BIMESTRALE - N. 37 - 9,90 €

P.I. 20-04-2017

È
uno degli strumenti più potenti di Pho- specificare con quale metodo di fusione viene appli-
INFLUENCER

toshop: il Pennello è utilissimo in qualsiasi cato. Ricreare un effetto acquerello, per esempio,
TARIFFA ROC -POSTE ITALIANE S.P.A. – SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE – AUT. MBPA/LO – NO/151/A.P./2016 ART.1 COMMA1 – S/NA.

MATTEO VERNICE SPRAY


DISCARDI E MASCHERE
Dalla tipografia
al digital imaging
Crea con Photoshop
uno stencil per dipingere
progetto e si rivela prezioso anche nel fotoritoc- è piuttosto facile. È sufficiente utilizzare una punta
LIVELLI SEGRETI Tutto quello che devi sapere per migliorare il tuo workflow
co e nelle regolazioni più complesse. morbida a bassa opacità.
Cop_001_I_PPho37.indd 1 22/03/17 11:35 Per sfruttarne al meglio la flessibilità, è importan- Per diventare un maestro della “pittura digitale”
Tratto dalla rivista te capire bene come funziona. Nella maggior parte ci vuole comunque molta pazienza, unita a una
dei casi, le punte predefinite consentono di raggiun- buona dose di studio. Imparare le nozioni di base è
Professional gere risultati ottimali per qualsiasi necessità. Basta fondamentale per procedere con i passaggi successi-
Photoshop selezionare quella che fa al caso tuo e utilizzarla sul vi. Se vuoi sviluppare le principali competenze, segui
in edicola dal 20 aprile disegno. L’aspetto più interessante, però, sta proprio con attenzione i nostri suggerimenti, avendo cura di
nella personalizzazione. Ogni opzione del Pennello concentrarti sulle impostazioni che utilizziamo in que-
Disponibile anche sul sito può essere gestita quasi senza limiti. Puoi modifica- sti esempi per prendere poi il pieno controllo delle tue
www.sprea.it re un singolo parametro o cambiarli tutti, arrivando a immagini una volta fatta un po’ di esperienza.
[72] N
I PENNELLI DI PHOTOSHOP

Pittura digitale | Inizia da uno sfondo bianco e libera la fantasia Quick Tip
Per migliorare la
foto, fai clic sull’icona
Crea un nuovo livello
di riempimento o di
regolazione e aggiungi
i livelli di regolazione
Livelli e Tonalità/
saturazione

1 Inizia dal contorno 2 Pennelli più grandi


Premi B per selezionare un Pennello, quindi dai un’occhiata al Scorri il selettore delle punte fino a trovare quelle più grandi.
pannello delle opzioni in basso. La maggior parte delle punte Sono molto utili per colorare e ombreggiare la figura. Utilizzan-
che trovi all’inizio sono piccole e dure. Rappresentano la miglior do questi pennelli a bassa opacità, puoi ricreare splendidi effetti
soluzione per definire i dettagli di una figura. Infatti, vengono uti- di transizione tra un tono e l’altro. Valuta bene le anteprime for-
lizzate per creare lo schizzo di base del progetto. nite dal pannello delle opzioni.

I consigli
dell’esperto
Una tavoletta grafica è un
supporto su cui puoi disegna-
re con una penna. È pensata
per molte attività, ma dà il
meglio nella “pittura digita-
3 Punte morbide 4 Tratti personalizzati le”. Consente di raggiungere
Nelle impostazioni del Pennello puoi modificare la durezza del Non devi limitarti ai Pennelli predefiniti. Puoi personalizzare la una precisione impensabile
tratto. Le punte più morbide sono molto utilizzate nella mag- resa di ciascuno, crearne nuovi, oppure sfruttare quelli reperibili per qualsiasi mouse. Esisto-
gior parte dei progetti. Per esempio, se applicate a un livello in Rete. Sul sito www.spreafotografia.it/photoshoptutorial, tro- no tavolette grafiche per tutte
con metodo di fusione Luce soffusa, contribuiscono all’aggiun- vi risorse che possono aiutarti. Per importare una punta, basta le tasche. Le più economiche
ta di ombre e luci. trascinare un file .abr in Elements. partono da circa 60 euro.

Qualche altro consiglio | Ottieni di più dai Pennelli agendo sulle opzioni

Metodi di fusione Impostazioni Pennello Impostazioni tavoletta


Fai clic sul menu a tendina dei metodi di fusione. Il pulsante Impostazioni pennello si trova nel pan- Utilizzando una tavoletta grafica, migliori sensi-
Usando questo parametro, modificherai la modalità nello delle opzioni, in basso. Da qui puoi modificare bilmente il modo in cui sfrutti i pennelli. Se vuoi
con cui il pennello agisce nel livello su cui stai lavo- forma e dimensioni, ma anche nuove voci come spa- crescere come artista digitale ti consigliamo di
rando. In base all’opzione, potrai schiarire o scurire ziatura, sfumatura, durezza e molto altro. Agendo su acquistarne una. Nel pannello delle opzioni dello
l’immagine, cambiarne l’impatto cromatico e mol- ciascuna, conferisci alla punta un tratto particolare strumento Pennello, trovi il pulsante Impostazioni
to altro ancora. All’occorrenza, se dipingerai su più e spesso unico. Quando lavori con queste funzioni, tavoletta che permette di gestire i principali con-
livelli, sarai in grado di modificare il metodo di fusio- assicurati sempre di utilizzare il pennello giusto per trolli della stilo, assicurandoti la massima flessibilità
ne per ciascuno. ciò che vuoi fare. durante il disegno.
N [73]
ACCADEMIA SPREA FOTOGRAFIA

Più nitidezza, meno rumore


Di regola, se aumenti la prima cresce il secondo. Ecco perché gli
strumenti per gestirli si trovano nello stesso pannello di Lightroom

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

RAW
IL FORMATO IDEALE PER LA POST-PRODUZIONE
MIGLIORA LE TUE FOTO NEL DVD
ALLEGATO
112 IMMAGINI
DA ELABORARE
UTILIZZATE
ALL’INTERNO
Organizza
& gestisci gli scatti CON PHOTOSHOP DEI TUTORIAL

Sviluppo Ottimizza taglio,


& taratura esposizione,
cromatica & nitidezza

LA GUIDA
PASSO-PASSO
CON TUTTE LE
TECNICHE DEI
PROFESSIONISTI
DELL’EDITING

La tecnologia
Camera RAW

Riduci i tempi
di editing
con i preset

COV_RAW_PROVA.indd 1 09/11/16 10:30

Tratto dallo speciale


RAW con Photoshop
Vai all’indirizzo
sprea.it/rivista/12857
Disponibile nella versione
cartacea e digitale

PRIMA

Missione DOPO
● Imparare a gestire
nitidezza e rumore

L
in un file RAW a massima nitidezza è fondamentale per la resa om vanno ad agire sul contrasto locale, in modo
Tempo necessario di un’immagine. Per ottenerla è determinante concettualmente molto simile a quanto fa il comando
● 30 minuti quello che fai in fase di scatto: usa buoni obiet- Chiarezza: in pratica, aumentano il “microcontra-
tivi, effettua un’accurata messa a fuoco e imposta sto” ai bordi degli oggetti per regalare ai tuoi occhi
Livello di difficoltà un tempo di posa tale da scongiurare il micromosso. un’immagine più definita. Così facendo, però, può
● Facile In fase di post-produzione, di solito non è possibile succedere di compromettere la qualità dello scatto: è
● Intermedio
né correggere gli errori di messa a fuoco né ovvia- facile infatti che appaiano fastidiosi artefatti in forma
● Difficile
mente modificare la durata dell’esposizione, ma la di aloni intorno agli elementi già caratterizzati da un
Cosa serve foto può comunque essere migliorata: posto che la elevato contrasto e che il rumore aumenti in manie-
● Lightroom percezione di nitidezza è data da una combinazione ra percepibile. Per fortuna esistono soluzioni facili e
(o Adobe Camera Raw) di dettaglio e contrasto, Adobe Camera Raw e Lightro- rapide per contenere il problema.
[74] N
LA NITIDEZZA E GLI EFFETTI SUL RUMORE

Passo a passo | Aumenta la nitidezza senza effetti collaterali Il diaframma


perfetto
Ogni obiettivo ha un’apertu-
ra di diaframma ottimale che
consente di ottenere la mas-
sima nitidezza per quella data
ottica. Di solito corrisponde al
valore a metà della gamma di
apertura (da f/8 a f/16) men-
tre la nitidezza viene meno
alle minime e massime aper-
ture possibili, come f/22 e
f/2.8. L’apertura che sce-
1 Esamina attentamente la foto 2 Intervieni su nitidezza e rumore glierai influenzerà – oltre alla
Seleziona un file RAW simile a questo e aprilo in Lightroom. Qui Porta il cursore Fattore a 150. L’impatto sulla formica è notevole, profondità di campo – anche
i particolari minuti non mancano, ma la foto è stata scattata a tuttavia il rumore aumenta notevolmente (il particolare dell’im- la definizione dei tuoi scatti
3200 ISO e dvrai fare i conti con il rumore. Vai al pannello Detta- magine al 100% nel riquadro sopra i cursori ti aiuta a giudicarne in tutta l’inquadratura. Quan-
gli e concentrati sulla parte alta, dedicata alla Nitidezza. Il valore l’entità). Puoi riposizionare la lente di ingrandimento cliccando do fotografi paesaggi oppure
di default è 25, non molto elevato. sul mirino nell’angolo superiore sinistro della finestrella. quando realizzi close-up, se
pretendi il massimo della
nitidezza è bene fin da subito
impostare l’apertura ottimale
dell’obiettivo!

3 La prova del nove 4 Regola il raggio


Se hai in archivio un’immagine come questa, esempio di sog- Torna all’immagine di partenza e porta Fattore a 100 – un valore
getto a elevato contrasto, aprila e imposta sul valore massimo ancora molto alto, ma non eccessivo. Regola Raggio in funzione
i cursori Fattore e Raggio: noterai che intorno ai bordi compa- della risoluzione della tua fotocamera: per sensori da 24 Mp, un
riranno dei brutti artefatti. Se esageri con Nitidezza, questo è valore di 1,4 o 1,5 pixel è spesso l’ideale; per sensori da 50 Mp
l’effetto che otterrai anche all’interno delle tue foto! potrebbe essere necessario arrivare a 2 o 2,5 pixel.

Quick Tip
Il cursore Chia-
r e z z a ag i s c e s u l
c o n t ra s t o l o c a l e.
L’effetto è quello di
rendere più evidenti i
dettagli più fini, come
ad esempio i capelli.
L’immagine appare
molto nitida e di forte
impatto, ma atten-
5 Fai attenzione ai dettagli 6 Applica una mascheratura zione: aumentando
Il cursore Dettagli determina la risposta dei particolari più minuti Il cursore Mascheratura serve ad applicare l’effetto solo a una Chiarezza, si eviden-
(cioè ad alta frequenza). Riducendo questo parametro verranno parte dell’immagine. Si tratta in effetti di una mascheratura dei ziano anche i difetti,
evidenziati maggiormente i bordi, aumentandolo verrà esaltata bordi: zero equivale ad applicare l’effetto all’intera immagine, per cui in certi ambi-
la texture dell’oggetto. Tieni premuto il tasto [Alt] mentre trasci- 100 ad applicarlo solo ai contorni principali. Tieni premuto [Alt] ti (come nel ritratto) è
ni il cursore e l’immagine si trasformerà in una maschera che mentre trascini il cursore per vedere, in bianco, dove verrà appli- meglio non esagerare.
mostra più efficacemente l’effetto ottenuto. cato esattamente l’effetto.
N [75]
Fotocamere/Obiettivi/Accessori

Le nuove ottiche Sigma


Tre gioielli della serie Art e uno dalla serie Contemporary, per ogni esigenza

Q
uando si parla di obiettivi "universali" dal punto di vista della costruzione che obiettivi ben più costosi di questi. Ecco dun-
sono pochi i nomi che reggono il con- delle prestazioni ottiche. In particolare, que le novità Sigma più importanti di que-
fronto con Sigma. Di recente, il mar- si fanno apprezzare i modelli della gamma sto primo scorcio del 2017: due fissi e uno
chio giapponese ha cominciato a Art, dotati di soluzioni tecnologiche all'avan- zoom standard della famiglia Art, e un super-
sfornare prodotti di altissima qualità, sia guardia che di solito si ritrovano solamente in tele della serie economica Contemporary.

135mm F1.8 DG HSM Art


È
un obiettivo della linea Art Compatibile con il convertitore MC-11
che piacerà soprattutto a chi Innesto a prova di polvere,
ama il ritratto: compatibile umidità e acqua
con le reflex full-frame, è un Disponibile per Sigma USB DOCK
tele a focale fissa capace di offrire Permette la personalizzazione
un gradevolissimo effetto bokeh, e la regolazione fine
grazie a un’apertura massima di Diaframma rotondo
f/1.8 e alle 9 lamelle del diaframma. Costruito per minimizzare flare e ghost
È in grado di rendere tutta la risolu- Innesto a baionetta in ottone
zione richiesta dalle reflex da 50 Mp
Misura del MTF con il metodo
e oltre, e adotta tutte le più avan- Sigma “A1”
zate soluzioni progettuali, con vetri Prezzo indicativo: 1.450 €
ottici all’avanguardia. L’ideale per
fotografie a distanza ravvicinata e
figura intera, perfetto per far sta-
gliare il soggetto sul fondo. Inoltre, Caratteristiche
il rapidissimo AF con motore iperso- 13 elementi in 10 gruppi • Apertura minima f/16 • Diametro filtri 82 mm • Angolo di ripresa (35 mm): 18.2° • Distanza min. di
nico HSM lo rende un’ottima scelta messa a fuoco: 87,5 cm • Lamelle del diaframma: 9 (diaframma rotondo) • Rapporto d’ingrandimento massimo: 1:5 •
anche per la fotografia d'azione. Dimensioni: 91,4 mm x 114,9 mm • Peso: 1.130 g

14mm F1.8 DG HSM Art


S
iamo in presenza di un Compatibile con il convertitore MC-11
ultragrandangolare lumi-
Disponibile per Sigma USB DOCK
n o s i s s i m o, c a p a c e d i
Permette la personalizzazione
offrire una qualità d'im- e la regolazione fine
magine davvero straordinaria:
Diaframma rotondo
Il Sigma 14 mm F1.8 DG HSM /
Costruito per minimizzare flare
Art produce sia la grande pro- e ghost
fondità di campo caratteristica
Innesto a baionetta in ottone
delle ottiche di questa categoria per durare nel tempo
sia quella ridottissima derivante Misura del MTF con il metodo
da un'ampia apertura massima Sigma “A1”
di diaframma (f/1.8), garantendo L’anno di costruzione è inciso
così riprese fantastiche di soggetti nel barilotto dell’obiettivo
ben definiti contro sfondi piacevol- Prezzo non ancora disponibile
mente sfocati. Lo schema ottico a
16 elementi e 11 gruppi e l'utilizzo
di vetri di altissima fattura con-
tribuiscono a ridurre al minimo
Caratteristiche
aberrazioni e distorsioni, resti- 16 elementi in 11 gruppi • Apertura minima f/16 • Angolo di ripresa (35mm): 114.2° • Distanza minima di messa a
tuendo immagini nitide dal cen- fuoco: 27cm • Lamelle del diaframma: 9 (diaframma rotondo) • Rapporto d’ingrandimento massimo: 1:9,8 •
tro fino ai bordi dell'inquadratura. Dimensioni: 95,4 mm x 126 mm • Peso: 1.170 g
[76] N
Fotocamere/Obiettivi/Accessori

24-70mm F2.8 DG OS HSM Art Veloce autofocus con possibilità


costante d’intervento manuale
Compatibile con il convertitore MC-11

Q
uesto zoom standard appar- Disponibile Sigma USB DOCK
tiene alla quarta generazione Permette la personalizzazione
delle regolazioni
di 24-70mm targati Sigma. È
in grado di offrire immagini di Predisposto per il Servizio Conversione
Innesto
alta qualità, con aberrazioni ridotte ai
Consente di usare l’obiettivo con corpi
minimi termini grazie ai tre elementi macchina differenti
in vetro ottico SLD e ai quattro ele- Diaframma rotondo
menti asferici. A tutta apertura, l’o-
Innesto resistente in ottone
biettivo offre un’espressività foto-
Controllo con sistema MTF Sigma “A1”
grafica notevole, con aree a fuoco
molto nitide e un bokeh impecca- Il barilotto porta inciso l’anno di fabbricazione
bile. Anche quest’ottica vanta la sta- Prezzo non ancora disponibile
bilizzazione OS e il motore ipersonico
HSM. Nella costruzione del supporto
delle lenti è stato fatto largo uso di Caratteristiche
metallo mentre le parti esterne sono 19 elementi in 4 gruppi •Apertura minima del diaframma: f/22 • Angolo di ripresa: 84.1°-34.3° • Distanza
in TSC, materiale con una bassissima minima di messa a fuoco: 37 cm • Lamelle del diaframma: 9 (diaframma rotondo)
espansione termica. • Rapporto d’ingrandimento massimo: 1:4,8 • Dimensioni: 88 x 107,6 mm

100-400mm F5-6.3 DG OS HSM Contemporary


S
i tratta di uno super zoom con-
veniente con filettatura da soli
67 mm e un peso tutto som-
mato ragionevole (1.160 g). Le Diaframma rotondo
performance sono di alto livello, gra- Progettato per ridurre ai minimi termini
zie alla stabilizzazione ottica (OS), al flare e immagini fantasma
motore ipersonico (HSM) con rin- Compatibile con i nuovi teleconverter
novato algoritmo per messa a fuoco AF veloce con possibilità di messa a
veloce, al limitatore di messa a fuoco fuoco manuale in qualsiasi momento
e altro ancora. Per una veloce impo- Compatibile con il convertitore MC-11
stazione della zoomata l’obiettivo
adotta, oltre al tradizionale anello
rotante, un meccanismo "a pompa".
Caratteristiche Disponibile per il Sigma USB DOCK
Disponibile per il Servizio Conversione
Innesto
Il particolare paraluce è stato proget- 21 elementi in 15 gruppi • Apertura minima: f/22 • Angolo di ripresa: Permette di utilizzare corpi macchina
tato per poter regolare la zoomata in 24.4° - 6.2° • Distanza minima di messa a fuoco: 160 cm • Lamelle del di costruttori differenti
qualsiasi momento proprio tramite diaframma: 9 (diaframma rotondo) • Rapporto d’ingrandimento Prezzo indicativo: 925 €
questo sistema. massimo: 1:3,8 • Dimensioni: 86,4 mm x 182,3 mm • Peso: 1,160g

Digital Camera, in edicola il 24 aprile


STREET PHOTOGRAPHY I NOSTRI TEST
I 10 comandamenti della fotografia di strada: • Fujifilm X-T20
l'attrezzatura, le tecniche, i consigli dei pro. • Nikon D5600
• Tamron
I FOTOPROGETTI SP150-600mm
Tante idee super creative da realizzare subito: • Apple iPhone 7
prendi la tua fotocamera ed esci a fotografare! Plus

LE BASI: GESTIRE IL RUMORE LEZIONI DI FOTORITOCCO
5 Scopri come aumentare la nitidezza dei tuoi scatti I tutorial “passo passo” per diventare
digitali senza comprometterne la qualità. dei veri esperti dell’editing fotografico.

CERCALO IN EDICOLA O ACQUISTALO SU WWW.SPREA.IT. RIVISTA + CD A SOLI 6,90 €


N [77]
I NOSTRI TEST

Quale sarà
la tua
prossima
NIKON?
Inevitabile, arriverà il
momento in cui la tua
vecchia reflex non ti basterà
più... Abbiamo provato otto
modelli pronti a rimpiazzarla

N
egli anni il catalogo Nikon si è ampliato fino a comprendere
reflex per ogni tipologia di fotografo, dal principiante assoluto
al professionista più esigente. I modelli “DX” (basati sul senso-
re APS-C, più piccolo dei CMOS a pieno formato) come quelli
della serie D3000, D5000 e D7000, sono stati progettati per un pubbli-
co che comprende sia chi è alle prime armi sia i fotoamatori evoluti.
Chi preferisce la fotografia full-frame, si rivolgerà alle fotocamere “FX”
delle serie D600 e D700. In definitiva, c’è solo l’imbarazzo della scelta...
Se possiedi già una reflex vecchia di qualche anno, ti sarà sicuramente
passato per la mente di mandarla in pensione sostituendola con una mac-
china più recente. I vantaggi, d’altra parte, saranno subito evidenti: potrai
contare su più megapixel, su una gamma di sensibilità più estesa, su un
autofocus più veloce e su un esposimetro più efficace. Se nel frattempo
hai acquistato dimestichezza con la fotografia, sarai tentato dall’idea di
salire di livello e passare a una reflex di fascia superiore rispetto alla tua.
A parte i costi, la difficoltà nella scelta di un modello piuttosto che di
un altro sta nel capire in che misura le novità si traducano davvero in
una migliore esperienza d’uso e in risultati più soddisfacenti. Nelle pagi-
ne che seguono troverai una rassegna delle reflex Nikon che potrebbero
fare al caso tuo.
[78] N
OTTICHE MACRO

La foto di questa pagina, “Times Square”, è stata realizzata da Felice Miccadei.

Le 8 candidate
Nikon D3400 629 € (con AF-P 18-55mm)
Nikon D5600 819 € (solo corpo)
Nikon D7200 1.200 € (solo corpo)
Nikon D610 1.700 € (solo corpo)
Nikon D750 2.190 € (solo corpo)
Nikon D500  2.349 € (solo corpo)
Nikon D810 3.290 € (solo corpo)
Nikon D5 6.990 € (solo corpo)

N [79]
I NOSTRI TEST

Quanti megapixel? illuminazione, ma è un fenome- vantaggio e la frequenza di mato DX o passare al full-frame.


Un sensore ad alta risoluzione no che i sensori di più recente scatto continuo è determinante Grazie alla super ammiraglia
ti permette di catturare elevati generazione contrastano effica- per cogliere il momento perfet- APS-C Nikon D500, il primo ora
livelli di dettaglio e di preser- cemente, con il vantaggio che si to di una scena d’azione. si adatta anche alle esigenze
vare la nitidezza delle stampe possono ottenere buoni risultati Le fotocamere entry-level di degli appassionati più evoluti
di grande formato – la D3400, anche con impostazioni ISO ele- solito hanno meno pulsanti e e dei professionisti che voglio-
ad esempio, vanta un numero vate. Premesso ciò, in presenza ghiere dei modelli più avanza- no massimizzare la lunghezza
di pixel più che doppio rispet- di poca luce alcune fotocamere ti, e questo può essere un serio focale “effettiva” dei loro tele-
to alla D3000 originale (10,2 Mp hanno una resa migliore di altre. motivo di frustrazione per i foto- obiettivi. Se invece ti servono
contro 24,2 Mp). Il problema grafi con più esperienza che non profondità di campo ridotta,
legato a una conta così eleva- Autofocus hanno la possibilità di accede- una maggiore risoluzione dei
ta è che il sensore (a parità di e facilità d’uso re rapidamente ai parametri di dettagli e prestazioni eccellen-
superficie) conterrà fotositi di Nella fotografia sportiva, in scatto: tienilo in conto se hai ti anche con luce scarsa, una
più piccolo diametro e quindi quella naturalistica e in tutti superato la fase del principiante. reflex FX è sicuramente la scelta
con più scarse capacità di cat- quei generi in cui devi ripren- migliore, anche se comporterà
turare la luce; da ciò deriva un dere rapidi movimenti, un DX o FX? un investimento superiore e
maggiore rumore nell’immagi- autofocus dalle prestazioni ele- Un’altra importante decisione probabilmente la sostituzione
ne finale in condizioni di scarsa vate rappresenta un notevole da prendere è se restare al for- di alcune ottiche del tuo kit.

Nuove e migliori
Un confronto tra gli ultimi modelli Nikon e gli originali
Nikon D3000 >> Nikon D3400 Nikon D5000 >> Nikon D5600 Nikon D7000 >> Nikon D7200
Data di presentazione Luglio 2009 Agosto 2016 Aprile 2009 Novembre 2016 Settembre 2010 Marzo 2015
Sensore d’immagine 10,2 Mp CCD DX 24,2 Mp CMOS DX 12,3 Mp CMOS DX 24,2 Mp CMOS DX 16,2 Mp CMOS DX 24,2 Mp CMOS DX
Processore EXPEED EXPEED 4 EXPEED EXPEED 4 EXPEED 2 EXPEED 4
Gamma ISO (espansa) 100-1.600 (3.200) 100-25.600 200-3200 (100-6.400) 100-25.600 ISO 100-6400 (25600) 100-25.600 (102.400)
Punti AF 11 punti (1 punto a croce) 11 punti (1 punto a croce) 11 punti (1 punto a croce) 39 punti (9 punti a croce) 39 punti (9 punti a croce) 51 punti (15 punti a croce)
Tempi di posa 1/4.000-30 sec + Posa B 1/4.000-30 sec + Posa B 1/4.000-30 sec + Posa B 1/4.000-30 sec + Posa B 1/8.000-30 sec + Posa B 1/8.000-30 sec + Posa B
Frequenza di scatto max 3 fps 5 fps 4 fps 5 fps 6 fps 6 fps (7 fps 1,3 ridotto)
Video No 1080p 720p 1080p 1080p 1080p
Schermo LCD 7,5 cm, 230.000 punti 7,5 cm, 921.000 punti 7,5 cm, 230.000 punti 8,1 cm, 1.037k punti, orient. 7,9 cm, 920.000 punti 8,1 cm, 1.229.000 punti
Wireless integrato No Bluetooth No Wi-Fi No Wi-Fi, NFC
La D3400 è un notevole balzo in avanti rispetto La nuova D5600 ha solo qualche funzione in C’è una notevole differenza di pixel tra il sensore
alla D3000 grazie alla gamma ISO ampliata, al Live più della D5500 (il Bluetooth, ad esempio), ma della D7000 e quello della D7200; inoltre, il
View, alla ripresa video, alla maggiore frequenza rispetto alla D5000 originale ne è passata di processore è due generazioni più avanti. La
di scatto e alla connettività Bluetooth. acqua sotto i ponti: vale la pena aggiornarsi. nuova accoppiata consente ISO fino a 25.600.

Nikon D600 >> Nikon D610 Nikon D700 >> Nikon D750 Nikon D300 >> Nikon D500
Data di presentazione Settembre 2012 Ottobre 2013 Luglio 2008 Settembre 2014 Agosto 2007 Gennaio 2016
Sensore d’immagine 24,3 Mp CMOS FX 24,3 Mp CMOS FX 12,4 Mp CMOS FX 24,3 Mp CMOS FX 12,3 Mp CMOS DX 20,9 Mp CMOS DX
Processore EXPEED 3 EXPEED 3 EXPEED EXPEED 4 EXPEED EXPEED 5
Gamma ISO (espansa) 100-6.400 (50-25.600) 100-25.600 (50-25.600) 200-6.400 (100-25.600) 100-12.800 (50-51.200) 200-3.200 (100-6.400) 100-51.200 (50-164.000)
Punti AF 39 punti (9 punti a croce) 39 punti (9 punti a croce) 51 punti (15 punti a croce) 51 punti (15 punti a croce) 51 punti (15 punti a croce) 153 punti (99 punti a croce)
Tempi di posa 1/4.000-30 sec + Posa B 1/4.000-30 sec + Posa B 1/8.000-30 sec + Posa B 1/4.000-30 sec + Posa B 1/8.000-30 sec + Posa B 1/8.000-30 sec + Posa B
Frequenza di scatto max 5,5 fps 6 fps 5, fps (8 fps con batt. suppl.) 6,5 fps 6, fps (8 fps con batt. suppl.) 10 fps
Video 1080p 1080p 1080p 1080p No 4K
Schermo LCD 8,1 cm, 921.000 punti 8,1 cm, 921.000 punti 7,9 cm, 921.000 punti 8,1 cm, 1.229k orientabile 7,9 cm, 921 k 8,1 cm, 2.359k orient., touch
Wireless integrato No No No Wi-Fi No Wi-Fi, NCF, Bluetooth
La D610 full-frame per il mercato consumer D’aspetto simile alla D300, formato DX, la La gestazione della D500 è durata molto a lungo,
è simile alla D600 lanciata solo un anno prima, full-frame D750 è simile alla D700 per ma questa fotocamera ha portato il formato DX
ma ha uno specchio e un otturatore di nuova costruzione e distribuzione dei comandi, a un livello professionale, con una risoluzione
progettazione. ma con parecchie migliorie. dell’immagine molto superiore.

Nikon F >> Nikon DF Nikon D800 >> Nikon D810 Nikon D3 >> Nikon D5
Data di presentazione Aprile 1959 Novembre 2013 Febbraio 2012 Giugno 2014 Agosto 2007 Gennaio 2016
Sensore d’immagine Pellicola 35 mm 16,2 Mp CMOS FX 36,3 Mp CMOS FX 36,3 Mp CMOS FX 12,1 Mp CMOS FX 20,8 Mp CMOS FX
Processore - EXPEED 3 EXPEED 3 EXPEED 4 EXPEED EXPEED 5
Gamma ISO (espansa) Dipende dalla pellicola 100-12.800 (32-51.200) 100-6400 (50-25.600) 64-12.800 (32-51.200) 200-6.400 (100-25.600) 100-102.400 (50-3.280.000)
Punti AF nessuno 39 punti (9 punti a croce) 51 punti (15 punti a croce) 51 punti (15 punti a croce) 51 punti 153 punti (99 punti a croce)
Tempi di posa 1/1.000-1 sec + Posa B Da 1/4.000 s a 30 s + Posa 1/8.000-30 sec + Posa B 1/8.000-30 sec + Posa B 1/8.000-30 sec + Posa B 1/8.000-30 sec + Posa B
Frequenza di scatto max 5 fps (motore) 5,5 fps 4 fps (5 fps ridotto DX) 5 fps (7 fps ridotto DX) 9 fps (11 fps ridotto DX) 12 fps (14 fps specchio alzato)
Video No No 1080p 1080p No 4K
Schermo LCD No 8,1 cm, 921.000 punti 8,1 cm, 921.000 punti 8,1 cm, 1.229.000 punti 7,9 cm, 921.000 punti 8,1 cm, 2.359.000 punti
Wireless integrato No No No No No No
La DF (non presente nel test) imita la linea Regina della fotografia ad alta risoluzione Sebbene abbia un numero di megapixel superiore
della primissima Nikon reflex 35 mm, ma è (l’ideale per i paesaggi), la D810 ha gli stessi 36,3 a quello della D3, la D5 ha una frequenza di scatto
equipaggiata con l’eccellente sensore da 16,2 Mp megapixel della D800, ma senza il filtro passa- superiore e una gamma ISO immensa, anche
e il processore della D4. basso, per una maggiore resa dei dettagli. grazie al più recente processore d’immagine.

[80]N
LA TUA PROSSIMA NIKON

Risultati
di laboratorio
Risoluzione a 100 ISO
I valori più alti sono migliori

JPEG 26
TIFF 28

0 5 10 15 20 25 30 35
Non è la migliore delle Nikon in
quanto a risoluzione, con valori un
po’ più bassi di altre fotocamere.

Accuratezza del colore


I valori più prossimi allo 0 sono migliori

3,1

-6 -4 -2 0 2 4 6
I colori della D3400 appaiono
saturi ma comunque naturali,
con una buona resa generale.

Rapporto segnale/rumore RAW*


I valori più alti sono migliori

50

Nikon D 3400 629 € (con ottica kit AF-P DX 18-55 f/3.5-5.6G VR) 40

Decibel
30
Una reflex entry-level semplice e divertente da usare
20
*Immagini convertite in TIFF
La D3000 era perfetta per i infatti facilitato dalla tecnologia è un obiettivo discreto, e vale la 10 prima di essere analizzate
principianti e lo è anche la nuova Bluetooth che permette il tra- pena di averlo in borsa.
D3400, grazie all’intuitiva fun- sferimento istantaneo dei file 100 400 1800 6400 25600
zione Guida che in ogni momen- a un tablet o uno smartphone Prestazioni I risultati della qualità d’immagine
to può intervenire in tuo aiuto. collegati wireless grazie all’app La D3400 produce immagini a ISO elevati sono molto simili a
Le numerose modalità di scat- SnapBridge . intense e vibranti, sebbene la quelli della D5600 e della D7200.
to automatiche e i tanti effetti Per il resto, poco è cambiato resa dei dettagli più fi ni non
speciali fanno di questa Nikon rispetto alla precedente D3300. sia all’altezza delle aspettati-
la fotocamera ideale per chi Il sensore da 24,4 Mp e il pro- ve. Ma con una frequenza di
Gamma dinamica RAW*
I valori più alti sono migliori
vuole passare da una compatta cessore EXPEED 4 sono gli stes- scatto di 5 fps e una sensibi- 14
(o al limite da uno smartphone) si, così come il sistema autofo- lità che arriva a 25.600 ISO,
12
Valori dell’esposizione

a una reflex digitale. cus a 11 punti e l’esposimetro. non si può certo definire “len-
Rappresenta anche un otti- La D3400 abbandona il siste- ta”. In definitiva, però, se vuoi 10
mo passo in avanti per i pos- ma automatico di pulizia del sviluppare la tua creatività, 8
sessori di reflex entry-level sensore della D3300 e il flash i controlli semplificati e l’as-
6 *Immagini convertite in TIFF
di vecchia generazione che incorporato non è altrettan- senza di impostazioni perso- prima di essere analizzate
vogliono mantenere le cose to potente: ne giova la batteria nalizzabili possono darti l’im-
semplici ma anche condivide- che ora permette di arrivare a pressione di non aver fatto 100 400 1800 6400 25600
re le foto sui social in manie- 1.200 scatti. molti progressi nell’evoluzio- Le prestazioni RAW non sono
ra più immediata. Lo sharing è Il nuovo AF-P 18-55 mm VR ne del tuo kit. eccellenti ma l’Active D-Lighting
fa un ottimo lavoro nell’ampliare


la gamma dinamica.
Il giudizio
Caratteristiche Benchmark
Un ottimo passo in avanti per i possessori Qualità costruttiva 
La qualità d’immagine della
Prestazioni
di reflex entry-level di vecchia generazione Rapporto qualità/prezzo
D3400 è molto gradevole da tutti
i punti di vista e i JPEG così come
che vogliono mantenere le cose semplici e escono dalla fotocamera sono
condividere le foto sui social più facilmente Punteggio finale generalmente vivaci e brillanti.

N [81]
I NOSTRI TEST

Risultati
di laboratorio
Risoluzione a 100 ISO
I valori più alti sono migliori

JPEG 30
TIFF 32

0 5 10 15 20 25 30 35
I punteggi della D5600 sono un
po’ più alti di quelli della D3400,
ma la D7200 è ancora lontana.

Accuratezza del colore


I valori più prossimi allo 0 sono migliori

-1,4

-6 -4 -2 0 2 4 6
Il bilanciamento del bianco
automatico produce toni un po’
freddi, ma il risultato complessivo
tende comunque al neutro.

Rapporto segnale/rumore RAW*


I valori più alti sono migliori
50

Nikon D5600 819 € (solo corpo)


40

30

Decibel
Una fotocamera economica ma con ambizioni da prima della classe 20
*Immagini convertite in TIFF
La caratteristica saliente del- e di un sensore RGB da 2.016 avanzate, che manca nella 10 prima di essere analizzate
la D5000 originale era il suo pixel invece che di soli 420. Un D3400. La connettività wire-
schermo ad angolazione varia- incremento potenziale della less è garantita dal Wi-Fi e dal 100 400 1800 6400 25600
bile, molto utile per scattare qualità d’immagine deriva dal- Bluetooth a basso consumo (la Ad alte impostazioni di ISO, il
foto ed eseguire riprese video la disponibilità di 14 bit nella D3400 ha solo quest’ultimo). rumore è abbastanza ben con-
da posizioni scomode, o per profondità di colore in modali- trollato, con risultati praticamen-
te identici a quelli della D3400.
autoritratti. La D5600 (e la tà RAW, mentre la D3400 sup- Prestazioni
D5500 prima) offre una miglio- porta solo la modalità a 12 bit. Come la D3400, la D5600
re esperienza d’uso grazie alla Entrambe le macchine sono è pienamente compatibile Gamma dinamica RAW*
praticità del touchscreen – con relativamente leggere e com- con la nuova serie di obietti- I valori più alti sono migliori
un pannello che mostra una patte per via della monoscocca vi Nikkor AF-P e con la serie 14
risoluzione quattro volte supe- in fibra di carbonio. A causa del AF-S, ma entrambe le foto- 12
Valori dell’esposizione

riore rispetto al modello ori- meccanismo per la rotazione camere sono prive di motore
10
ginale per una visione molto dello schermo, la D5600 per- incorporato per l’autofocus,
più nitida. de la fila verticale di pulsanti, che non può quindi funzionare 8
I sistemi autofocus ed esposi- a sinistra sul pannello poste- con i vecchi obiettivi “AF”. Nei 6 *Immagini convertite in TIFF
prima di essere analizzate
metrico della D5600 offrono riore, presente invece su gran nostri test il bilanciamento del
prestazioni superiori rispetto a parte delle reflex Nikon; guada- bianco della D5600 ha talvol-
100 400 1800 6400 25600
quelli della entry-level D3400: gna però un menu di imposta- ta fornito risultati leggermen-
si parla di 39 punti AF contro 11 zioni personali per regolazioni te “freddi”. I risultati di laboratorio sono
rispettabili ma occorre evitare


le sovraesposizioni che
Il giudizio brucerebbero le alte luci e
abbasserebbero la saturazione.
Caratteristiche
Il sistema autofocus della nuova D5600 Qualità costruttiva  Benchmark
Prestazioni
offre prestazioni superiori rispetto a quello Rapporto qualità/prezzo
La D5600 offre una grande
maneggevolezza e un’ottima
della entry-level D3400: si parla di 39 punti qualità d’immagine. Ci ha un po’
AF contro 11 Punteggio finale delusi la funzione SnapBridge.

[82]N
LA TUA PROSSIMA NIKON

Risultati
di laboratorio
Risoluzione a 100 ISO
I valori più alti sono migliori

JPEG 32
TIFF 34

0 5 10 15 20 25 30 35
In parte grazie al più elevato
numero di pixel, in parte
all’assenza del filtro anti-aliasing,
la D7200 risulta superiore anche
alla formidabile D500.

Accuratezza del colore


I valori più prossimi allo 0 sono migliori

4,5

-6 -4 -2 0 2 4 6
La resa dei colori tende alla
N saturazione ma il risultato resta
PHOTOGRAPHY comunque molto naturale.
MIGLIOR
QUALITÀ
PREZZO Rapporto segnale/rumore RAW*
I valori più alti sono migliori

Nikon D7200 1.200 € (solo corpo)


50

40

Una fotocamera potente e sofisticata in formato DX 30

Decibel
20
Finché non è apparsa l’am- all’introduzione del modulo sul pannello superiore è in linea
*Immagini convertite in TIFF
miraglia D500, le reflex della Multi-Cam 3500 di seconda con le Nikon di fascia più alta e 10
prima di essere analizzate
serie D7000 rappresentavano generazione con 51 punti AF (15 facilita la leggibilità delle infor-
i modelli DX con le migliori pre- dei quali a croce). Il punto AF mazioni sullo stato della mac- 100 400 1800 6400 25600
stazioni. Grazie alla scocca in centrale può funzionare anche china e delle impostazioni. Come per la D3400 e la D5600,
lega di magnesio anziché in car- a f/8, come nel caso di un obiet- le foto ad alti ISO sono molto
bonio, la qualità costruttiva è tivo f/4 con un moltiplicatore 2x. Prestazioni pulite, anche se non tanto quanto
quelle della D750 e della D5.
sensibilmente migliore rispet- La maneggevolezza è supe- Con la D7000 originaria ci sono
to alla gamma D3000 e D5000. riore a quella della D3400 e del- stati episodi di inaffidabilità,
La sua vocazione sportiva la D5600: le ghiere e i pulsanti soprattutto riguardo alla preci-
Gamma dinamica RAW*
I valori più alti sono migliori
si intuisce dal veloce tempo di in più permettono di accede- sione dell’autofocus. La D7100 14
posa massimo (1/8.000 di sec) re al volo a molti dei parame- ha rappresentato un migliora-
12
Valori dell’esposizione

e dalla frequenza di scatto piut- tri di ripresa senza ricorrere ai mento e la D7200 un ulteriore
tosto rapida – 6 fps che salgo- menu. Questo rende più natu- balzo in avanti, con AF, esposi- 10
no a 7 fps nel formato ritaglio rale l’intero processo di scat- metro e bilanciamento del bian- 8
1,3x. Ha anche un buffer rag- to creativo e riduce enorme- co più accurati. A meno che non
6 *Immagini convertite in TIFF
guardevole che permette di mente i rischi di perdere una ti occorra tutta la velocità del- prima di essere analizzate
catturare fino a 35 immagini foto perché si è alle prese con la D500, la D7200 è la miglio-
RAW consecutive. Anche l’au- le opzioni a schermo. L’aggiun- re evoluzione di una DX, con un 100 400 1800 6400 25600
tofocus è stato migliorato grazie ta di un display LCD secondario ottimo rapporto qualità/prezzo. La gamma dinamica è migliore


di quella della D3400 e le alte luci
Il giudizio sono preservate meglio che nella
D5600.
Caratteristiche
La sua vocazione sportiva si intuisce dal Qualità costruttiva  Benchmark
Prestazioni
veloce tempo di posa massimo (1/8.000 Rapporto qualità/prezzo
La D7200 è al momento la reflex
in formato DX che cattura meglio
di secondo) disponibile e dalla frequenza i dettagli: i punteggi dei test sono
di scatto piuttosto rapida, 6 fps Punteggio finale ottimi in tutti gli ambiti.

N [83]
I NOSTRI TEST

Risultati
di laboratorio
Risoluzione a 100 ISO
I valori più alti sono migliori

JPEG 28
TIFF 30

0 5 10 15 20 25 30 35
Il punteggio è deludente e supera
di pochissimo quello della entry-
level D3400 in formato DX.

Accuratezza del colore


I valori più prossimi allo 0 sono migliori

3,3

-6 -4 -2 0 2 4 6
Nikon dichiara un netto
miglioramento nelle prestazioni
del bilanciamento del bianco, ma
ci sono ancora margini.

Rapporto segnale/rumore RAW*


I valori più alti sono migliori
50

Nikon D610 1.700 € (solo corpo) 40

30
La via meno costosa alla fotografia full-frame
Decibel
20
Al primo sguardo è diffici- del modello originale hanno rife- altra macchina del test. Il siste- 10
*Immagini convertite in TIFF
prima di essere analizzate
le distinguere la D610 dalla rito la presenza di macchie d’o- ma AF a 39 punti è lo stesso del-
D7200. Le due reflex hanno la lio sul sensore, provenienti dallo la D5600, ma nel formato FX
100 400 1800 6400 25600
stessa disposizione di ghiere specchio e dall’otturatore, ma la della D610 i punti AF coprono
Le immagini a ISO elevati
e pulsanti, compresa la ghiera D610 si presenta con un assem- un’area centrale relativamente sono rumorose, nonostante il
secondaria frontale e lo scher- blaggio riprogettato, oltre a una piccola dell’inquadratura. passaggio da DX a FX e senza un
mo LCD per le info sul pannel- frequenza di scatto di 6 fps, leg- parallelo incremento del numero
lo superiore (assenti su D3400 germente superiore, e a una Prestazioni dei megapixel.
e D5600). Entrambe usano per modalità di scatto continuo più La frequenza di scatto di 6 fps
la scocca la stessa combinazio- silenziosa. è buona, ma il buffer di memo- Gamma dinamica RAW*
I valori più alti sono migliori
ne di lega di magnesio e pannel- A parte queste piccole varia- ria si riempie già dopo soli 14-26 14
li in policarbonato, ma la D610 è zioni, bisogna osservare che la immagini in RAW (a seconda
12
Valori dell’esposizione

fisicamente un po’ più grande e D610 è stata lanciata nell’ot- della profondità in bit e delle
pesante ed è progettata intorno tobre 2013. Nonostante abbia impostazioni di compressione 10
a un sensore full-frame anziché lo stesso numero di megapixel usate). Anche la gamma della
8
a uno in formato DX. della D750, ha un sensore d’im- sensibilità, tra 100 e 6.400 ISO,
La D610 in sé è un migliora- magine di più vecchia conce- è piuttosto limitante; è possi- 6 *Immagini convertite in TIFF
prima di essere analizzate
mento marginale rispetto alla zione e un processore che è di bile espanderla fino a 25.600
D600 originale, lanciata solo un almeno una generazione pre- ISO, ma il rumore in questo 100 400 1800 6400 25600
anno prima. Alcuni possessori cedente a quello di qualunque caso diventa un problema serio. Superando leggermente alcune


delle altre fotocamere nel test,
Il giudizio la D610 conserva le informazioni
nelle alte luci e nelle ombre
Caratteristiche profonde.
La frequenza di scatto di 6 foto al secondo Qualità costruttiva 
è buona, ma il buffer di memoria della Prestazioni Benchmark
Rapporto qualità/prezzo La D610 ha una gamma dinamica
fotocamera si riempie già dopo soli RAW impressionante, ma tutti gli
14-26 immagini in formato RAW Punteggio finale altri valori sono un po’ deludenti.

[84] N
LA TUA PROSSIMA NIKON

Risultati
di laboratorio
Risoluzione a 100 ISO
I valori più alti sono migliori

JPEG 32
TIFF 32

0 5 10 15 20 25 30 35
Non può competere con la D810
ma il dettaglio fine, anche a ISO
elevati, rimane buono.

Accuratezza del colore


I valori più prossimi allo 0 sono migliori

-0,92

-6 -4 -2 0 2 4 6
Meravigliosamente naturale,
N N
PHOTOGRAPHY benché brillante, la resa del colore
PHOTOGRAPHY è molto costante anche usando
MIGLIOR
LA MIGLIORE QUALITÀ il bilanciamento automatico.
DEL TEST PREZZO
Rapporto segnale/rumore RAW*
I valori più alti sono migliori
50

Nikon D750 2.190 € (solo corpo) 40

30

Decibel
Prestazioni di alto livello su tutta la linea, un vero salto di qualità
20
La D700 originale aveva un somiglianze: la seconda è una schermo orientabile rende più 10 *Immagini convertite in TIFF
prima di essere analizzate
layout dei comandi da foto- macchina nuova e migliore da comodo il ricorso al Live View.
camera “pro”, simile a quello tutti i punti di vista. Il sensore è Non manca il Wi-Fi incorpora-
100 400 1800 6400 25600
della D5 e della D500. La più stato completamente riproget- to, assente invece su tutti gli
I risultati di laboratorio non
recente D750 assomiglia inve- tato; il processore è più recen- altri corpi FX. rendono del tutto giustizia al
ce alla D610 e alla D7200, con te di una generazione e l’au- modo in cui, con impostazioni
un approccio più consumer: le tofocus è assicurato da una Prestazioni ISO elevate, la D750 riduce con
modalità scena e gli effetti atti- versione Mk II del sistema Nikon Autofocus, esposimetro e bilan- efficacia il rumore nelle immagini.
vabili dalla classica ghiera dei Multi-Cam 3500 a 51 punti, atti- ciamento automatico del bian-
modi faranno sentire a casa chi vabile anche a f/8. Anche l’e- co sono molto accurati e coe-
Gamma dinamica RAW*
I valori più alti sono migliori
arriva da una reflex di categoria sposimetro è più aggiornato e renti in una stessa serie di foto. 14
inferiore. La D750 va comunque sfrutta un modulo ad alta riso- La qualità d’immagine è eccel-
12
Valori dell’esposizione

considerata a tutti gli effetti una luzione da 91k pixel, contro i 2k lente in ogni aspetto, con gran-
macchina di livello professiona- pixel della D610. Altre migliorie dissima fedeltà dei colori e 10
le – le sue prestazioni sono lì a sono costituite da un buffer di risultati brillanti eppure perfet- 8
testimoniarlo. memoria più capiente, da una tamente naturali. Le foto scat-
6 *Immagini convertite in TIFF
Come la D610, anche la D750 frequenza di scatto di 6,5 fps tate con poca luce hanno un prima di essere analizzate
ha un telaio in lega di magne- e dall’aumento della gamma bassissimo livello di rumore e
sio con pannelli in fibra di car- delle sensibilità fino a 12.800 si fatica a distinguerle da quelle 100 400 1800 6400 25600
bonio, ma qui finiscono le ISO (espansa, fino a 51.200). Lo realizzate con la D5. L’Active D-Lighting migliora il


contrasto, pur conservando
Il giudizio moltissime informazioni nelle
alte luci e nelle ombre profonde.
Caratteristiche
La qualità d’immagine è eccellente in ogni Qualità costruttiva  Benchmark generale
Prestazioni
aspetto, con poco rumore, grandissima Rapporto qualità/prezzo
Reflex FX dalle prestazioni
eccellenti, la D750 garantisce ottimi
fedeltà dei colori e risultati brillanti eppure risultati anche nelle condizioni di
perfettamente naturali Punteggio finale luce più difficili.

N [85]
I NOSTRI TEST

Risultati
di laboratorio
Risoluzione a 100 ISO
I valori più alti sono migliori

JPEG 30
TIFF 30

0 5 10 15 20 25 30 35
Il punteggio della risoluzione
è modesto, cosa che non deve
sorprendere poiché ha il numero
di pixel più basso di tutte le altre
macchine nel test.
Accuratezza del colore
I valori più prossimi allo 0 sono migliori

1,6

-6 -4 -2 0 2 4 6
Oltre a essere molto fedele,
il bilanciamento del bianco
automatico mantiene una grande
coerenza anche in caso di lunghe
sequenze di scatti.

Rapporto segnale/rumore RAW*


I valori più alti sono migliori

Nikon D500 2.349 € (solo corpo) 50

40
La nuova regina DX dello sport e dell’azione, di qualità professionale
30
Era dall’ormai datata D300s qualunque altro soggetto per il UHD in 4K. La D500 offre di Decibel
20
che non vedevamo una reflex quale occorra velocità di scatto serie Wi-Fi, NFC e Bluetooth. *Immagini convertite in TIFF
DX di qualità davvero profes- e prontezza. Inoltre, il formato 10 prima di essere analizzate
sionale. La D500, priva di qual- DX è remunerativo se hai biso- Prestazioni
siasi comando per selezionare gno di teleobiettivi dalla focale Punto di forza della D500 sono 100 400 1800 6400 25600
le Scene, ha solo un pulsante effettiva lunga. le prestazioni: la spettacolare Tra le macchine di formato DX,
per la scelta delle modalità P, L’ammiraglia DX di Nikon capacità dell’autofocus di inse- è quella con il minor disturbo a
A, S e M. La costruzione appare racchiude molte delle meravi- guire il soggetto, l’affidabilità impostazioni ISO alte.
robusta e, fatto inconsueto nel- glie della controparte FX D5, dell’esposimetro e l’elevata fre-
le fotocamere di questa fascia, tra le quali un nuovo siste- quenza di scatto a raffica assi-
Gamma dinamica RAW*
I valori più alti sono migliori
c’è un touchscreen orientabile. ma autofocus Multi-Cam 20k curano la cattura dell’istante 14
L’otturatore arriva a una a 153 punti e il modulo espo- perfetto in qualsiasi condizione.
12
Valori dell’esposizione

velocità di 1/8.000 di secondo simetrico Color Matrix 3D III La nostra unica riserva è che,
e lo scatto continuo a 10 fps, da 180.000 pixel; il processo- nonostante il numero relativa- 10
con un gigantesco buffer in re è il potente EXPEED 5. I due mente basso di pixel (20,9 Mp) 8
grado di sostenere fino a 200 slot per le schede di memo- e una gamma ISO che arriva a
6 *Immagini convertite in TIFF
scatti a raffica in qualità RAW. ria accolgono una scheda ad 1.640.000 (espansa), le imma- prima di essere analizzate
Tutto ciò fa della D500 la scel- alta velocità XQD e una con- gini scattate ad alte sensibilità
ta migliore se il tuo interesse è ve n z i o n a l e S D. E n t r a m - sono notevolmente più rumo- 100 400 1800 6400 25600
l’azione, lo sport, la natura, o be possono archiviare video rose di quelle della D750. La gamma dinamica RAW


la colloca in una posizione
Il giudizio nettamente superiore a quella di
tutte le altre Nikon in formato DX.
Caratteristiche
La spettacolare capacità dell’AF di inseguire Qualità costruttiva  Benchmark
Prestazioni
il soggetto, l’affidabilità dell’esposimetro Rapporto qualità/prezzo
Il modesto numero di pixel diventa
remunerativo quando si parla
e l’elevata frequenza di scatto continuo di soppressione del rumore ed
assicurano la cattura dell’istante perfetto Punteggio finale espansione della gamma dinamica.

[86]N
LA TUA PROSSIMA NIKON

Risultati
di laboratorio
Risoluzione a 100 ISO
I valori più alti sono migliori

JPEG 36
TIFF 38

0 5 10 15 20 25 30 35 40
Sfruttando al meglio il suo sensore
da 36,3 Mp, la D810 è superiore a
tutte le altre fotocamere Nikon
per quanto riguarda la risoluzione.
Accuratezza del colore
Valori più prossimi allo 0 sono migliori

0,9

-6 -4 -2 0 2 4 6
Come la D750, anche per la D810
i risultati della fedeltà del colore
sono vicini all’ideale e superiori
a quelli di tutte le altre macchine
del test.

Rapporto segnale/rumore RAW*


I valori più alti sono migliori

Nikon D810 3.290 € (solo corpo)


50

40

È la scelta migliore quando la risoluzione conta, ma servono le ottiche giuste 30

Decibel
20
Se si vuole catturare ogni generazione più vecchia del- guadagna uno stop rispetto
minimo dettaglio o texture – la D5 e della D500. Processo- alla D800 con la gamma ISO 10 *Immagini convertite in TIFF
prima di essere analizzate
ad esempio nella fotografia di re ed esposimetro sono quel- che si spinge a 12.800 e, in
paesaggio, di moda o nello still li che equipaggiano la D750, il modalità espansa, a 51.200. 100 400 1800 6400 25600
life – la Nikon D810 è il massi- cui autofocus (a 51 punti come Il prezzo da pagare per l’altissima
mo. Deriva direttamente dal- la D810) è però di nuova gene- Prestazioni risoluzione è che, scattando a
sensibilità elevate si avverte
la D800 e dalla D800E ma eli- razione; è un peccato, perché Se parliamo di risoluzione
più rumore.
mina completamente il filtro il nuovo modulo AF a 153 punti d’immagine, non esiste un’al-
ottico passa-basso per esal- della D5 farebbe molto como- tra Nikon in grado di rivaleg- Gamma dinamica RAW*
tare il potenziale di risoluzione do in situazioni critiche. giare con la D810, che ospita I valori più alti sono migliori
del suo sensore da 36,3 Mp. In Com’è intuibile, la frequen- uno specchio e un otturatore 14
termini di maneggevolezza è za massima di scatto della appositamente progettati per 12
Valori dell’esposizione

simile alla D500: la ghiera del- D810 non è molto alta (colpa ridurre al minimo le vibrazio-
10
le modalità di scatto è sostitui- di tutti quei pixel da elabora- ni; tuttavia, un costo collate-
ta da una fila di pulsanti che, in re), ma raggiunge comunque i rale derivante dal passaggio 8
questo caso, ti fanno imposta- 5 fps, contro i 4 fps della D800. a questa macchina è costi- 6 *Immagini convertite in TIFF
re la qualità, il tipo di misurazio- Un altro punto critico, dovu- tuito dalla necessità di avere prima di essere analizzate
ne e i modi di bilanciamento del to alla conta dei fotositi, sono obiettivi estremamente nitidi
100 400 1800 6400 25600
bianco. Quello che c’è dentro le prestazioni a sensibilità ele- per sfruttare il potenziale del-
la D810 è in gran parte di una vate. Nonostante ciò la D810 la macchina. La gamma dinamica è buona per
gran parte della gamma ISO ma,


ai valori ISO più alti cala più che
Il giudizio in altri modelli.
Caratteristiche Benchmark
Deriva direttamente dalla D800 Qualità costruttiva 
Quanto a risoluzione, la D810 non
Prestazioni
ma elimina completamente il filtro ottico Rapporto qualità/prezzo
ha rivali ma, se devi alzare gli ISO
per scattare con poca luce, le
passa-basso per esaltare il potenziale immagini diventano rumorose e
del suo sensore da 36,3 megapixel Punteggio finale sono carenti nella gamma dinamica.

N [87]
I NOSTRI TEST

Risultati
di laboratorio
Risoluzione a 100 ISO
I valori più alti sono migliori

JPEG 28
TIFF 32

0 5 10 15 20 25 30 35
Nonostante abbia un sensore
da “soli” 20,8 Mp, la D5 eguaglia o
supera la risoluzione di quasi tutte
le altre fotocamere del test.

Accuratezza del colore


Valori più prossimi allo 0 sono migliori

7,9

-6 -4 -2 0 2 4 6 8
I risultati sono molto naturali, con
un po’ più vividezza della D750 e
D810 in Modo scatto Normale.

Rapporto segnale/rumore RAW*


I valori più alti sono migliori
50

Nikon D5 6.990 € (solo corpo) 40

30

Decibel
Un vero e proprio demone della velocità, con prestazioni spettacolari 20
Ultima arrivata nella fascia è possibile arrivare a 14 fps ma un vano che accoglie sia una *Immagini convertite in TIFF
10 prima di essere analizzate
di prestigio Nikon, quella del- l’autofocus continuo e l’espo- CompactFlash sia una XQD. È
le reflex professionali, la D5 è simetro saranno disabilitati tra eccezionale anche la durata del-
sicuramente imponente, con una foto e l’altra della sequenza. la batteria, che permette di ese- 100 400 1800 6400 25600

la sua impugnatura verticale L’autofocus e l’esposimetro di guire 3.780 scatti. Alle sensibilità ultra-elevate
(oltre 12.800 ISO) la D5 supera
incorporata e i comandi dupli- nuova generazione funzionano la D750 nel controllo del rumore.
cati per scattare in orizzonta- impeccabilmente – come nel- Prestazioni
le o in verticale. Il peso di 1,4 kg la D500 formato DX – ma, sen- L’autofocus e l’esposimetro
ne fa una macchina pesante ma za alcun aumento del nume- sono impressionanti come nel- Gamma dinamica RAW*
costruita in modo solidissimo e ro di pixel rispetto alla D500, la D500, con grande affidabilità I valori più alti sono migliori
in grado di sopportare qualsiasi la D5 formato FX conserva una e costanza nelle riprese sia sta- 14
maltrattamento. stupefacente qualità d’imma- tiche sia d’azione. Le prestazio- 12
Valori dell’esposizione

La D5 è una scelta impec- gine anche a sensibilità mol- ni in generale sono spettacolari
10
cabile per chi deve fotografa- to alte; in effetti, la gamma ISO e, nonostante il numero inferio-
re qualunque cosa in qualsia- va da 100 a 102.400 e sale a re di megapixel, i risultati della 8
si condizione. Pertanto ha un ben 3.280.000 ISO in modali- risoluzione RAW equivalgono a 6 *Immagini convertite in TIFF
sensore relativamente mode- tà espansa. quelli della D750. Stranamen- prima di essere analizzate

sto da 20,8 Mp che le consen- Non è di certo l’unica Nikon te, il disturbo dell’immagine fino
100 400 1800 6400 25600
te però una frequenza di scatto con il doppio slot per le schede a 12.800 ISO non è inferiore a
di 12 fps; bloccando lo specchio, di memoria, ma in questa c’è quello della D750. La D5 è leggermente inferiore
alla D500 formato DX nella


gamma tra 100 e 800 ISO.
Il giudizio
Caratteristiche Benchmark
La D5 è una scelta impeccabile per chi Qualità costruttiva 
La D5 ha una resa del dettaglio
Prestazioni
deve fotografare qualunque cosa in qualsiasi Rapporto qualità/prezzo
superiore a quella che il numero di
pixel del sensore farebbe supporre,
condizione. La frequenza di scatto può ma tutti gli altri valori sono simili
arrivare a ben 14 foto al secondo Punteggio finale a quelli registrati dalla D500.

[88]N
N
N
LA TUA PROSSIMA NIKON
PHOTOGRAPHY
PHOTOGRAPHY N
MIGLIOR
MIGLIOR PHOTOGRAPHY
QUALITÀ
QUALITÀ LA MIGLIORE PREZZO
PREZZO DEL TEST

Caratteristiche/
punteggio finale NIKON D3400 NIKON D5600 NIKON D7200 NIKON D610 NIKON D750 NIKON D500 NIKON D810 NIKON D5

Prezzo 629 € (con AF-P 18-55) 819 € 1.200 € 1.700 € 2.190 € 2.349 € 3.290 € 6.990 €

Data del lancio Agosto 2016 Novembre 2016 Marzo 2015 Ottobre 2013 Settembre 2014 Gennaio 2016 Giugno 2014 Gennaio 2016

DX/FX DX DX DX FX FX DX FX FX

Sensore 24,2 Mp CMOS 24,2 Mp CMOS 24,2 Mp CMOS 24,3 Mp CMOS 24,3 Mp CMOS 20,9 Mp CMOS 36,3 Mp CMOS 20,8 Mp CMOS
Mirino tipo/ingrandimento/ Specchio / 0,85x / Specchio 0,82x 95% Prisma / 0,94x / Prisma / 0,7x / Prisma / 0,7x / Prisma / 1,0x / Prisma / 0,7x / Prisma 0,72x 100%
copertura 95% 100% 100% 100% 100% 100%
Gamma ISO (espansa) 100-25.600 100-25.600 100-25.600 100-6.400 100-12.800 100-51.200 64-12.800 100-102.400
(102.400) (50-25.600) (50-51.200) (50-1.640.000) (32-51.200) (50-3.280.000)
Modulo autofocus Multi-CAM 1000 Multi-CAM 4800 Multi-CAM 3500 II Multi-CAM 4800 Multi-CAM 3500 II Multi-CAM 20k Multi-CAM 3500 Multi-CAM 20K

Punti AF 11 (1 a croce) 39 (11 a croce) 51 (15 a croce) 39 (9 a croce) 51 (15 a croce) 159 (99 a croce) 51 (15 a croce) 159 (99 a croce)

Sistema di misurazione Color Matrix 3D II Color Matrix 3D II Color Matrix 3D II Color Matrix 3D II Color Matrix 3D III Color Matrix 3D III Color Matrix 3D III Color Matrix 3D III

Tempi di posa 1/4.000-30 sec 1/4.000-30 sec 1/8.000-30 sec 1/4.000-30 sec 1/4.000-30 sec 1/8.000-30 sec 1/8.000-30 sec 1/8.000-30 sec
+ posa B + posa B + posa B + posa B + posa B + posa B + posa B + posa B
Frequenza max di scatto 5 fps 5 fps 6 fps 6 fps 6,5 fps 10 fps 5 fps 12 fps
(7 fps riduz. 1,3x) (7 fps riduz. DX) (14 fps specchio
Capacità Buffer (RAW) 10 scatti 10-14 scatti 18-35 scatti 14-26 scatti 15-33 scatti 79-200 scatti 23-58 scatti 200 scatti

Risoluzione max video 1080p 1080p 1080p 1080p 1080p 4k 1080p 4k

Schermo LCD 7,9 cm 8,1 cm 1.037.000 punti 8,1 cm 8,1 cm 8,1 cm 8,1 cm - 2.359.000 8,1 cm 8,1 cm
921.000 punti orientabile, touch 1.229.000 punti 1.037.000 punti 921.000 punti punti, orientabile, touch 1.229.000 punti 2.359.000 punti
Schede di memoria 1x SD/HC/XC 1x SD/HC/XC 2x SD/HC/XC 2x SD/HC/XC 2x SD/HC/XC 1x SD/HC/XC 1x CF 2x CF
1x XQD 1X SD/HC/XC SD/HC/XC
Collegamenti wireless Blutooth Wi-Fi, Bluetooth Wi-Fi No Wi-Fi Wi-Fi No No

Materiale del corpo Fibra di carbonio Fibra di carbonio Lega di magnesio e Lega di magnesio e Lega di magnesio e Lega di magnesio e Lega di magnesio Lega di magnesio
policarbonato policarbonato policarbonato policarbonato
Corpo (LxAxP) 124 x 98 x 76 mm 124 x 97 x 70 mm 136 x 107 x 76 mm 141 x 113 x 82 mm 141 x 113 x 78 mm 147 x 115 x 81 mm 146 x 123 x 82 mm 160 x 159 x 92 mm

Peso (con batteria e scheda) 445 g 470 g 765 g 850 g 840 g 860 g 980 g 1.405 g

Durata della batteria EN-EL14a EN-EL14a EN-EL15 EN-EL15 EN-EL15 EN-EL15 EN-EL15 EN-EL18a
1.200 scatti 970 scatti 1.110 scatti 900 scatti 1.230 scatti 1.240 scatti 1.200 scatti 3.780 scatti
CARATTERISTICHE
QUALITÀ COSTRUTTIVA
PRESTAZIONI
RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO
PUNTEGGIO FINALE

La migliore Da segnalare
Nikon D750 2.190 € anche
Pregi: eccezionale qualità d’immagine, anche con ISO alti; Nikon D810 3.290 €
maneggevolezza sofisticata ma semplice. Pregi: ben 36,3 Mp; comandi stile
Difetti: manca la grandissima risoluzione della D810 o la pro; qualità costruttiva.
frequenza di scatto elevata della D500. Difetti: frequenza di scatti bassa; rumorosa
N
Giudizio: è la scelta migliore in generale, a meno che tu non a ISO elevati.
abbia esigenze specifiche.
PHOTOGRAPHY
Giudizio: se monta i migliori obiettivi, ha una
IL MIGLIORE resa del dettaglio fantastica ma fa fatica
La D750 è una meraviglia “multi-tasking”: è DEL TEST con poca luce.
molto comoda nell’uso, grazie alla disposizio-
ne intuitiva dei comandi; la qualità d’immagine
è impeccabile anche a ISO molto elevati; offre naturalistica, la D5 è la scelta più professiona-
una buona frequenza di scatto continuo. Dato le; la D500 tuttavia è molto meno costosa e,
il livello delle prestazioni, ha anche un otti- pure essendo una DX, condivide molte carat- Nikon D5 6.990 €
mo rapporto qualità/prezzo ed è in grado di teristiche dell’ammiraglia FX. Pregi: ottimo autofocus
ed esposimetro; 12 fps; gamma ISO.
fotografare qualunque cosa, dal ritratto alla Infine, se in cima ai tuoi desideri c’è la
Difetti: pochi pixel; molto pesante; mancano
foto d’azione. riproduzione perfetta dei più fini dettagli, Wi-Fi e schermo touch/orientabile.
Per prestazioni imbattibili in termini di scatto anche in stampe di grandi dimensioni, la Giudizio: è la reflex definitiva, ma non è
continuo super-veloce o di capacità di inse- D810 è quello che fa per te – solo, non conveniente – a meno che tu non abbia bisogno
guire il soggetto nella fotografia sportiva e aspettarti immagini “pulitissime” ad alti ISO. della massima velocità e robustezza.

N [89]
Fotocamere/Obiettivi/Accessori

Nikon B700

Lo zoom è super
Cattura i dettagli a
grandissime distanze con
lo straordinario zoom 60x
di questa "bridge"

P
recisa e rapida, la Coolpix B700 Zoom
Obiettivo NIKKOR
è caratterizzata da un obiettivo con zoom ottico 60x
NIKKOR con zoom ottico da ben Mirino elettronico
60 ingrandimenti e da un effi- 0,2" e 921K punti
cace sistema AF che garantisce sempre Peso
riprese nitide e particolareggiate. Circa 570 g
Capace di registrare filmati in formato 4K
UHD (3.840 x 2.160/30p) e di scattare in
RAW come le reflex Nikon, dispone di un
sistema VR per la riduzione delle vibra-
zioni da 5 stop di vantaggio, oltre che di
un controllo dello zoom sul barilotto che
permette di impugnare più saldamente
la macchina durante lo scatto.
La tecnologia SnapBridge integrata con-
sente di mantenere una connessione
continuativa con i dispositivi mobili come
smartphone e tablet, e di condividere al di risoluzione assicura una copertura La B700 è molto reattiva e assicura
volo le immagini prodotte. dell'inquadratura del 100%, Non manca un’accensione veloce (1,3 secondi) e
Il mirino elettronico (con regolazione un comodissimo LCD snodato (non un tempo di messa a fuoco di soli 0,09
diottrica) da 0,2 pollici e 921.000 punti touch) con la stessa definizione. secondi.

JOBY Action Bike Mount

Ogni pedalata conta!


Una montatura leggera e flessibile per non perderti
nulla delle tue avventure in sella alla bicicletta

P
er chi ama muoversi in bicicletta può essere utilizzato insieme ad altri
tra montagne, boschi e sentieri, accessori come luci Light Pack, tablet
e desidera immortalare la scam- o smartphone con GripTight, per otte-
pagnata per riviverla quando nere sempre la massima definizione e
vuole, ecco l’accessorio che mancava. qualità dell’immagine. I materiali con
compatto ma robusto, si può montare cui è stato costruito – poliacrilammide,
facilmente sui manubri ed è in grado gomma, silicone e acciaio inossidabile
di sostenere tutti i tipi di sollecitazione, – garantiscono un’ottima resistenza
anche sulle strade più impervie e inac- agli urti e alle cadute. Grazie all’upgrade
cessibili. Grazie agli attacchi multipli, Action Battery Grip, è possibile ricari-
che lasciano la completa libertà di sce- care la GoPro mentre si sta filmando, il materiale può essere raccolto nel pra-
gliere il miglior punto di vista e l'angolo in modo da non perdere neanche un tico Action Base Kit, che contiene due
di ripresa ottimale in tutte le occasioni, secondo delle proprie avventure. Tutto treppiedi e supporti utili.

[90]N
Fotocamere/Obiettivi/Accessori

LOWEPRO Droneguard

Sicurezza e comodità
Ecco la risposta di LowePro a un'esigenza
sempre più sentita: la protezione dei droni
e dei relativi accessori durante il trasporto

FormShell
Il particolare design dello zaino è stato pensato per proteggere
al meglio gli accessori interni. DroneGuard si può portare
in spalla, a tracolla e a mano.

oggetti essenziali come eliche, GoPro,


videocamere, batterie, cavi ed effetti
personali è personalizzabile e modifi-
cabile in base alle esigenze e inoltre è
dotato di fasce di fissaggio che garanti-
scono massima stabilità e ordine.
Il design tecnologico FormShell, ergo-

T
rasportare un drone, insieme essere sistemata e trasportata in totale nomico e dinamico, assicura una pro-
a tutta la gamma di accessori sicurezza, grazie all’involucro esterno tezione superiore in caso di impatti su
necessari per effettuare spetta- semirigido che protegge il drone e gli superfici dure o irregolari durante le
colari riprese dall’alto, ora è sem- accessori integrati dagli urti accidentali escursioni. CS 400, lo zaino più spa-
plice grazie all’arrivo del nuovo zaino e dalle cadute. Il compartimento interno, zioso della gamma, può contenere DJI
Droneguard. Tutta l’attrezzatura può che può contenere un quadricottero e Phantom, 3DR Solo e droni simili.

Epson SureColor SC-P800

Stampa di qualità
Riproduzioni fotografiche A2,
connettività flessibile e rotolo
opzionale per effettuare copie
su un’ampia gamma di supporti

C
on il suo design compatto ed agli inchiostri Epson UltraChrome la stampa Wi-Fi permette di stam-
elegante, la stampante Sure- di nuova generazione: i pigmenti pare senza l’utilizzo di ingombranti
Color è lo strumento pensato hanno un’elevata densità e una cavi e fili.
appositamente per fotografi, grande resistenza alla luce. Con la tecnologia Epson Connect
artisti, agenzie creative e studi di Il rotolo opzionale, valore aggiunto di è facile stampare direttamente da
architettura. questo prodotto, consente di stam- smartphone, tablet o computer por-
Si adatta a ogni tipo di ambiente pare banner, foto panoramiche, o di tatile, ovunque ci si trovi, mentre
lavorativo e permette di effettuare formati particolari, con alta velocità il supporto di Google Cloud Print
stampe di altissima qualità – riso- e precisione. La SC-P800 dispone prevede la stampa direttamente
luzione 2.880 x 1.440 dpi – grazie di ampie possibilità di connessione: da web.

N [91]
Fotocamere/Obiettivi/Accessori

ACULON T01

Semplice eleganza
Design di qualità e Aculon T01 10x21
Colore: Nero e rosso
prestazioni di tutto rispetto Campo visivo: 5°
Campo visivo a 1000 m: 87 m
sono le parole d’ordine Pupilla di uscita: 2,1 mm

per questa serie di binocoli Distanza di accomodamento dell’occhio: 8,4 mm


Campo visivo apparente: 47,2°

leggeri e funzionali Prisma: a tetto

U
na coppia di binocoli con obiet-
tivo da 21 mm e ingrandimento 8x
mette di ottenere sempre immagini lumi-
nose, anche in condizioni di scarsa luce
Scheda Lexar Professional
e 10x disegnata appositamente naturale. Tutti i componenti ottici sono 3500x CFast 2.0
per gli amanti delle attività all’a- realizzati in vetro Eco-Glass eco-compati-
perto, per chi viaggia e partecipa a eventi bili, completamente privi di elementi dan- Scheda di memoria dalle alte pre-
sportivi e che vuole godersi il panorama nosi per l’ambiente – come piombo e arse- stazioni, è disponibile con capacità
circostante o i dettagli più interessanti. nico – e che hanno impatto sulla nitidezza di 32, 64, 128 e 256 GB.
Tascabili, semplici da maneggiare e pre- dell’immagine. Costruiti con un corpo in Con una velocità di lettura fino a
cisi durante l’osservazione, sono dotati di plastica e dotati di prismi a tetto, sono 525 MB/s, permette di trasferire
lenti con rivestimento multistrato a ele- binocoli leggeri e facilmente trasportabili fotografie in HD, video 4K o mate-
vato contrasto che riduce notevolmente durante le escursioni e le attività ricrea- riale di grandi dimensioni in bre-
il riflesso della luce.I vari strati delle lenti tive: pesano entrambi 195 g. Aculon 8x21 vissimo tempo, accelerando note-
realizzano un’interferenza ottica che per- è disponibile nei colori bianco, blu e aran- volmente il flusso di lavoro dalle
cione, mentre Aculon 10x21 si presenta in fotocamere al computer. Include
nero e rosso. Image Rescue, software utile per il
recupero di file persi o danneggiati
Aculon T01 8x21 accidentalmente.
Colore: Bianco, blu e arancione
Campo visivo: 6,3°
Campo visivo a 1000 m: 110 m
Pupilla di uscita: 2,6 mm
Distanza di accomodamento dell’occhio: 10,3 mm
Campo visivo apparente: 47,5°
Prisma: a tetto

RØDE

NTG 2
Un microfono
a fucile con Flash drive JumpDrive
alimentazione
multipla
Lexar S37 USB 3.0
Con una velocità di lettura fino a

C
on una qualità sonora professio- scopica.Si tratta di un microfono dire- 150 MB/s e una velocità di scrit-
nale, NTG 2 è particolarmente zionale con una risposta in frequenza tura che arriva a 60 MB/s, questa
indicato per effettuare registra- originale da 20Hz-20kH, ma dispone di chiavetta USB 3.0 è lo strumento
zioni televisive, cinematogra- un particolare filtro che consente di eli- ideale per trasferire foto, video,
fiche o interviste con suono pulito e minare i rumori a bassa frequenza, come documenti e molto altro in tutta
trasparente. ad esempio quello del traffico o del fru- sicurezza e rapidità.
Il corpo robusto in metallo rende il micro- scio. Il filtro classico WSVM è integrato e Con un design agile e dinamico, è
fono resistente agli urti e al deteriora- riduce notevolmente il rumore del vento. disponibile in diversi colorazioni a
mento, ma allo stesso tempo il peso Durante le registrazioni all’aperto è con- seconda delle capacità: 16 GB in
molto leggero – solo 161 grammi – per- sigliabile l’uso del filtro in pelo artificiale verde acqua, 32 GB in verde, 64
mette un semplice utilizzo con l’asta tele- DeadCat. GB in viola e 128 GB in nero.
[92]N
Il mensile dedicato alla cultura, alle curiosità e ai tech-gossip dell'affascinante mondo Nikon
a cura di Mauro Fabbri

❱ il fatto del mese


Nikon Limited Edition, La rivincita dell’ “anti-fotogenia”
Bogdanel Ionut Ursu: «Difficile definire il mio stile fotografico con poche
per celebrare i 100 anni parole. Forse potrei dire che è un mix fra fashion photography e Fine Art»

U
n secolo di atti- Anniversary vengono
vità è un anni- proposte in abbinata
versario molto a tre obiettivi essen-
importate per ziali per ogni corredo
una società. che si rispetti: il Nikkor
Nikon, uno fra i produttori 14-24mm f/2.8G ED, il
di attrezzature fotografi- Nikkor 24-70mm f/2.8E
che in assoluto più famosi ED VR e infine il Nikkor Una solida preparazione artistica e gli studi presso l’Ac-
e apprezzati, il prossimo 70-200mm f/2.8E FL ED cademia delle Belle Arti di Roma hanno permesso a Bog-
luglio festeggerà proprio VR. Questo super cor- danel Ionut Ursu di maturare uno stile fotografico molto
il suo centesimo comple- redo si distingue, come interessante. Attratto dai colori freddi, il giovane fotografo
anno: è stata fondata a già sottolineato, oltre che spiega come l’arte, in particolare la pittura, si mescoli nella
Tokyo nel 1917. per la colorazione, anche sua fotografia in modo quasi involontario: «Da quando fac-
Tra le moltissime inizia- per le decorazioni con il cio fotografia, ho arricchito il mio stile lasciando che l’a-
tive che ci stanno accom- logo Nikon 100th Anni- spetto pittorico e quello fotografico si contaminassero
pagnando verso questa versary che spicca anche a vicenda» – spiega Bogdanel. «Nella vita lavoro come
importante ricorrenza, impresso a caldo sulla tra- fotografo e, per un’agenzia di moda, come booker. Mi
c’è anche la produzione colla in pelle delle reflex. occupo di selezionare i modelli e le modelle, di organiz-
di speciali versioni delle Questi prestigiosi kit da zare i casting, rapportandomi con i clienti e gli stilisti. Ho
reflex Nikon D5 e D500 in collezione sono ovvia- iniziato a fotografare circa due anni fa. Ho studiato prima
edizione limitata da col- mente esclusivi e dispon- arti visive, in particolare la pittura e la scultura, per cui la
lezione. Gli speciali kit nibili in soli cento pezzi fotografia è per me un punto d’arrivo. Al passaggio defi-
“100th Anniversary” sono per ogni modello di fotoca- nitivo ha contribuito anche la mia preparazione in digital
formati dai corpi mac- mera e cento set di obiet- art, quindi la capacità di manipolare le immagini. Difficile
china e tre obiettivi resi tivi. I prezzi al momento definire il mio stile fotografico con poche parole. Forse potrei dire che è un mix fra fashion pho-
speciali dal logo Nikon del non sono ancora stati tography e fine art. Non credo particolarmente alla fotogenia. Ritengo invece che ogni soggetto,
centenario e da finiture di annunciati, ma sui mercati se osservato e fotografato dalla giusta prospettiva, possa risultare fotogenico. È molto impor-
pregio come l’elegante (è internazionali si vocifera tante, nella fotografia di ritratto, mettere il soggetto a proprio agio. Conta quindi la complicità, la
davvero bella!) livrea color di cifre.... importanti, in “connessione” fra il fotografo e il modello. Succede talvolta che il soggetto sia così affascinato
canna di fucile. linea con il livello premium dalle idee creative del fotografo, da non vedere l’ora di iniziare con il set: sono quelli i casi in cui
Le Nikon D500 e D5 100th degli apparecchi. ■ nasce un rapporto quasi elettrico fra i due». ■
N [93]
MONDO N PHOTOGRAPHY

IL GURU DIGITALE Grande successo per il sito www.nikon.com/100th


Hai un DUBBIO Per ogni nikonista è assolutamente da visitare con atten-
tecnico? Desideri un zione in ogni sua pagina: è il sito realizzato da Nikon per i
CHIARIMENTO? Chiedilo ai suoi 100 anni (www.nikon.com/100th). Tra le molte inizia-
GURU DIGITALI! tive organizzate per festeggiare la storica ricorrenza (come
scrivi a: ad esempio il lancio delle attrezzature limited edition di
redazione@nphotography.it
cui parliamo a pagina 93) che vengono proposte sul sito
Ogni mese i nostri super c’è un emozionante video commemorativo che ripercorre
esperti risponderanno le tappe fondamentali della storia Nikon, i suoi prodotti iconici e i grandi raggiungimenti scientifici a
alle domande più cui il brand nipponico ha contribuito. Il sito raccoglie moltissimi contenuti speciali e funziona come
STUZZICANTI una sorta di conto alla rovescia fino al giorno esatto dell’anniversario, scandito da sempre nuovi post.

Nikon School Travel ❱ Sguardi


Giulio Piscitelli: Da lì a qui
& workshop
Le affascinanti proposte didattiche di questo mese: da un workshop di Street photography tra le vie
e i canali di Venezia per approfondire tutti i temi degli scatti da strada al viaggio in Kenya a cura di
Franco Cappellari, in un luogo in cui la Natura è rimasta incontaminata

STREET PHOTOGRAPHY VENEZIA

a cura di Alessandro Vargiu Il workshop si propone di insegnare ai parteci-


1 luglio 2017 panti alcuni fra i metodi più efficaci per intera- Con il suo lungo reportage sui viaggi dei migranti
gire con le persone e con gli agenti delle forze Giulio Piscitelli, classe 1981, napoletano, ha
Una giornata dedicata alla fotografia di strada, dell’ordine - se necessario - conoscendo i pro- vinto l’ultima edizione del prestigioso Premio
genere molto affascinante e utile per appren- pri diritti e gli aspetti giuridici, temi fondamen- Amilcare G. Ponchielli, istituito dal Gruppo
dere le capacità tecniche e compositive in tali per la fotografia di strada. Redattori Iconografici Nazionale. Un reportage
fotografia. Ciascun partecipante verrà seguito singo- frutto di un lungo progetto, iniziato nel 2010,
Il gruppo di lavoro è molto ristretto, per far larmente, con stimoli utili per sviluppare al vivendo e sperimentando in prima persona il
vivere ai partecipanti un’esperienza utile meglio il suo stile e per esprimere un linguag- viaggio di chi tenta di raggiungere l’Europa dalle
e intensa; dopo alcune nozioni teoriche, la gio visivo originale e personale. rotte africane a quella balcanica, fino ai siriani,
maggior parte del tempo è dedicata alla pra- iracheni e afghani che approdano sulle isole gre-
tica, perché l’azione diretta, sul campo e in che. «Mi sono avvicinato alla fotografia per
compagnia dell’esperto docente, è il miglior un caso, in realtà», spiega Pisicitelli. «Durante i
metodo di apprendimento per questo genere miei studi ero più interessato alla comunicazione
fotografico. pubblicitaria e alla grafica. Non c’è mai stato un
Catturare il famoso “momento decisivo”, alli- background fotografico per me. C’è stata forse
neare le impostazioni della fotocamera, la una vicinanza alla fotografia, ma in maniera più
messa a fuoco, l’obiettivo, istogramma, la che amatoriale, essendo legato all’ambito del
luce e la composizione sono gli obiettivi prin- graffiti writing e della street art. Però, in realtà,
cipali di questa giornata passata tra i vicoli e non avevo mai inteso la fotografia come un
i canali di una tra le città più affascinanti del mezzo per raccontare storie, per raccontare
pianeta: Venezia. la realtà, per raccontare delle cronache. Fino
a quando poi mi sono imbattuto in alcune
KENYA pubblicazioni come i libri di Paolo Pellegrin
o quelli del World Press Photo, e contempora-
a cura di Franco Cappellari neamente a Napoli scoppiava la crisi dei rifiuti. E
24 - 31 luglio 2017 quindi mi sono detto che magari poteva essere
Viaggio nel cuore di un Paese meraviglioso, un’occasione per avvicinarmi al giornalismo e
dove la natura è protagonista assoluta: cominciare a vedere la fotografia come profes-
alla scoperta della vera essenza dell’Africa, sione. E così ho iniziato a fare fotografie che veni-
un’esperienza unica per partecipare a un vano distribuite su territorio italiano da alcune
foto-safari nel bel mezzo della Savana. agenzie. Una cosa tira l’altra, ho iniziato a essere
Dalla capitale Nairobi al Lago Nakuru, pas- coinvolto, guardarmi un po’ intorno, conoscere
sando per i caratteristici villaggi della civiltà dei colleghi che erano molto più bravi di me, e
Masai e per le sconfinate terre ricche di capire che si poteva fare tanto, che poteva
fauna, ce n’è per tutti i gusti. essere un territorio molto interessante». ■
Per i più temerari, la possibilità di un’emo- www.nikonschool.it/sguardi/108/
zionante escursione in mongolfiera. giulio-piscitelli.php

[94] N
ABBONATI SUBITO!
39 ,00€ invece
NTO

%
O

di 46,80€
SC

17 o
nn r i
1 a um e
n
12
Potrebbero interessarti anche:

VERSIONE
DIGITALE IN Il Fotografo Spe.Il Professionista Nikon
OMAGGIO! 49,49€ sconto del 40% 9,90€ su www.sprea.it

Sei già abbonato? Rinnova ora! Per te c’è uno SCONTO del 22% (3 numeri omaggio)
SE SEI ISCRITTO ALLA COMMUNITY PER TE UN’INCREDIBILE OFFERTA 35,00€ INVECE DI 46,80€
PERCHÉ ABBONARSI: COUPON DI ABBONAMENTO
• Prezzo della rivista bloccato per un anno
• Sicurezza di ricevere tutti i numeri Sì! Mi abbono a Nikon Photography
Riceverò 12 numeri a soli 39,00 euro anziché 46,80 euro con lo sconto del 17%
SCEGLI IL METODO PIÙ
Tagliare lungo la linea tratteggiata - Puoi anche fotocopiarlo per non rovinare la rivista

❏ Inviate Photo Professional al mio indirizzo:


COMODO PER ABBONARTI: Cognome e Nome
Via N.
CHIAMACI E ATTIVEREMO INSIEME Località CAP Prov.
IL TUO ABBONAMENTO
Tel. email
•TELEFONA al N. 02 87168197
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle13,00 e dalle14,00 alle ❏ Scelgo di pagare così:
Con bonifico IBAN IT40H0760101600000091540716- intestato a Sprea Spa
18,00. Il costo massimo della telefonata da linea fissa è pari a
Con il bollettino intestato a Sprea S.p.A. Via Torino 51, 20063 Cernusco S/Naviglio (MI)
una normale chiamata su rete nazionale in Italia. conto postale N° 000091540716
Con carta di credito: Visa American Express Diners Mastercard
•ONLINE www.nphotography.it/abbonamenti
•FAX invia il coupon al N. 02 56561221 Numero
Codice di tre cifre che appare
Scad. (mm/aa) sul retro della carta di credito
•POSTA Ritaglia o fotocopia il coupon seguendo
le istruzioni a lato e inviacelo insieme alla copia della ricevuta Firma
di pagamento via fax o mail (abbonamenti@nphotography.it).
❏ Regalo Nikon Photography (quindi non speditelo al mio indirizzo sopra) a:
• CONTATTACI VIA SKYPE/WHATSAPP Cognome e Nome
Via N.
abbonamenti.sprea 3206126518 Località CAP Prov.
valido solo per i messaggi
Tel. email
Informativa ex Art.13 LGS 196/2003. I suoi dati saranno trattati da Sprea SpA, nonché dalle società con essa in rapporto di Il beneficiario del tuo abbonamento riceverà una mail dove gli verrà comunicato il regalo
controllo e collegamento ai sensi dell’art. 2359 c.c. titolari del trattamento, per dare corso alla sua richiesta di abbonamento. A
tale scopo, è indispensabile il conferimento dei dati anagrafici. Inoltre previo suo consenso i suoi dati potranno essere trattati dalle
Titolari per le seguenti finalità: 1) Finalità di indagini di mercato e analisi di tipo statistico anche al fine di migliorare la qualità
dei servizi erogati, marketing, attività promozionali, offerte commerciali anche nell’interesse di terzi. 2) Finalità connesse alla
Compila, ritaglia e invia questo coupon in busta chiusa a:
comunicazione dei suoi dati personali a soggetti operanti nei settori editoriale, largo consumo e distribuzione, vendita a distanza,
arredamento, telecomunicazioni, farmaceutico, finanziario, assicurativo, automobilistico e ad enti pubblici ed Onlus, per propri
Sprea Spa - Servizio abbonamenti - Via Torino 51, 20063 Cernusco Sul Naviglio (MI)
utilizzi aventi le medesime finalità di cui al suddetto punto 1) e 2). Per tutte le finalità menzionate è necessario il suo esplicito
consenso. Responsabile del trattamento è Sprea SpA via Torino 51 20063 Cernusco SN (MI). I suoi dati saranno resi disponibili alle oppure invialo via mail
seguenti categorie di incaricati che li tratteranno per i suddetti fini: addetti al customer service, addetti alle attività di marketing, Accetto di ricevere offerte promozionali e di contribuire
addetti al confezionamento. L’elenco aggiornato delle società del gruppo Sprea SpA, delle altre aziende a cui saranno comunicati i
Accetto che i miei dati vengano comunicati
suoi dati e dei responsabili potrà in qualsiasi momento essere richiesto al numero +39 0287168197 “Customer Service”. Lei può con i miei dati a migliorare i servizi offerti (come specificato a soggetti terzi (come indicato al punto 2
in ogni momento e gratuitamente esercitare i diritti previsti dall’articolo 7 del D.Lgs.196/03 – e cioè conoscere quali dei suoi dati al punto 1 dell’informativa privacy): ❏ SI ❏ NO dell’informativa privacy): ❏ SI ❏ NO
vengono trattati, farli integrare, modificare o cancellare per violazione di legge, o opporsi al loro trattamento – scrivendo a Sprea
PBN 62

SpA via Torino 51 20063 Cernusco SN (MI).

OFFERTA VALIDA SOLO PER L’ITALIA


GUIDAMERCATO

Listino prezzi
Caratteristiche, prezzo e giudizio di tutte le fotocamere a ottica intercambiabile di Nikon con obiettivo kit
NIKON 1 J5 + 10-30mm e microSD Lexar 16 GB 500 €
Sensore 20,8 Mp, CX, 5.232 x 3.488 px
DOTATA DI WI-FI INTEGRATO E TECNOLOGIA NFC, Processore EXPEED 5A
vanta la risoluzione più elevata tra le Nikon 1 Mirino N/D
(20,8 Mp), una buona gamma di sensibilità, Sensibilità ISO 200-12.800
la possibilità di scattare fino a 20 foto al secondo Autofocus 171 a rilev. di contrasto (105 a rilev. di fase)
con AF continuo e un ottimo rapporto prezzo/ LCD Touchscreen basculante, da 3” e 1.037k punti.
prestazioni. Può riprendere filmati in formato 4K. Scatto continuo 20 fps (60 fps con autofocus bloccato)
Memory card micro SD/HC/XC

NIKON 1 AW1 + 11-27.5mm e SD Lexar 8 GB 750 €


MIRRORLESS NIKON 1

Sensore 14,2 Mp, CX, 4.608 x 3.072 px


ADATTA AGLI SPIRITI AVVENTUROSI, è resistente Processore EXPEED 3A
agli urti da un’altezza massima di 2 metri,
Mirino N/D
all’immersione in acqua fino alla profondità di 15
Sensibilità ISO 160-6.400
metri e a temperature fino a -10° C. Per soddisfare
lo stile di vita degli sportivi, incorpora una Autofocus 135 aree a rilev. di contrasto (73 a rilev. di fase)
bussola, un altimetro, un profondimetro e il GPS LCD Fisso, da 3” e 921k punti
Scatto continuo 15 fps (60 fps con autofocus bloccato)
Memory card SD/HC/XC

NIKON 1 V3 + 10-30mm e microSD Lexar 16 GB 870 €


Sensore 18,4 Mp, CX, 5.232 x 3.488 px
RISPETTO AL MODELLO CHE L’HA PRECEDUTA, Processore EXPEED 4A
l’ammiraglia delle Nikon 1 presenta importanti Mirino Elettronico opzionale
aggiornamenti del sensore, del processore e del
Sensibilità ISO 200-12.800
sistema autofocus, In più, monta un pratico
Autofocus 171 aree a rilev. di contrasto (105 a rilev. di fase)
touchscreen basculante e c’è il Wi-Fi di serie
(il mirino elettronico è solo opzionale). LCD Touchscreen basculante, da 3” e 1.037k punti.
Scatto continuo 20 fps (60 fps con autofocus bloccato)
Memory card SD/HC/XC

NIKON D3300 + AF-P 18-55 VR e SD Lexar 8 GB 500 €


Sensore 24,2 Mp, DX, 6.000 x 4000 px
COME LA D3200, ormai fuori listino, la D3300 offre Processore EXPEED 4
la guida interattiva allo scatto per i principianti. Il Mirino Pentaspecchio; ingrand. 0,85x, copertura 95%
processore EXPEED 4 assicura prestazioni migliori, una
Sensibilità ISO 100-12.800 (25.600 espansa)
più veloce frequenza di scatto continuo e una maggiore
Autofocus 11 punti (uno a croce)
efficacia con luce scarsa. Tra le novità, la funzione
“Panoramica semplificata”. LCD Fisso, da 3” e 921k punti
Scatto continuo 5 fps (buffer: 11 RAW/100 JPEG)
Memory card SD/HC/XC

NIKON D3400 + AF-P 18-55 VR e SD Lexar 8 GB 629 €


V Sensore 24,2 Mp, DX, 6.000 x 4000 px
È LA PIÙ RECENTE DELLE REFLEX “ENTRY-LEVEL” Processore EXPEED 4
DEL MARCHIO, capace di performance più elevate Mirino Pentaspecchio; ingrand. 0,85x, copertura 95%
dei modelli già in listino e in grado di fornire immagini Sensibilità ISO 100-25.600
REFLEX PER PRINCIPIANTI

di buona qualità anche in condizioni di illuminazione


Autofocus 11 punti (uno a croce)
precarie – grazie alla gamma di sensibilità nativa
LCD Fisso, da 3” e 921k punti
che arriva a ben 25.600 ISO.
Scatto continuo 5 fps (buffer: 10 RAW/100 JPEG)
Memory card SD/HC/XC

NIKON D5300 + AF-P 18-55 VR e SD Lexar 8 GB 740 €


Sensore 24,2 Mp, DX, 6.000 x 4000 px
LANCIATA ALLA FINE DEL 2013, offre ancora Processore EXPEED 4
oggi prestazioni di alto livello, grazie al processore Mirino Pentaspecchio; ingrand. 0,82x, copertura 95%
EXPEED 4 ancora competitivo. Come nella D3300
Sensibilità ISO 100-12.800 (25.600 in modalità espansa)
e nella D3400, il sensore da 24,2 Mp è privo del filtro
Autofocus 39 punti (9 a croce)
passa-basso, per consentire di catturare il massimo
LCD Snodato, da 3,2” e 1.037k punti
del dettaglio. Incorpora sia il Wi-Fi sia il GPS.
Scatto continuo 5 fps (buffer: 13 RAW/100 JPEG)
Memory card SD/HC/XC

NIKON D5600 + AF-P 18-55 VR e SD Lexar 8 GB 929 €


Sensore 24,2 Mp, DX, 6.000 x 4000 px
DEL TUTTO SIMILE PER COMPONENTISTICA Processore EXPEED 4
ALLA D5500, dispone però della tecnologia Mirino Pentaspecchio; ingrand. 0,82x, copertura 95%
SnapBridge per la sincronizzazione immediata con
Sensibilità ISO 100-25.600
smartphone o tablet – lo standard Bluetooth 4 Low
Autofocus 39 punti (9 a croce)
Energy consente di mantenere un collegamento
LCD Touchscreen snodato, da 3,2” e 1.037k punti
“always on” a basso consumo energetico.
Scatto continuo 5 fps (buffer: 13 RAW/100 JPEG)
Memory card SD/HC/XC

[96]N
Guida mercato
LISTINO PREZZI

NIKON D7200 + AF-S 18-105 VR e SD Lexar 8 GB 1.400 €


Sensore 24,2 Mp, DX, 6.000 x 4000 px
PROGETTATA SULLA BASE DELLA D7100, vanta Processore EXPEED 4
un sistema autofocus più efficace quando la luce Mirino Pentaprisma; ingrand. 0,94x, copertura 100%
è poca, un buffer di memoria più grande, un

REFLEX PER APPASSIONATI


Sensibilità ISO 100-25.600 (fino a 102.400 in modalità espansa)
processore aggiornato e la connettività Wi-Fi
Autofocus 51 punti (15 a croce)
e NFC di serie, oltre a funzioni speciali per la cattura
delle scie stellari e di fluide riprese in time-lapse. LCD Fisso, da 3,2” e 1.228k punti
Scatto continuo 6/7 fps (fino a 35 RAW/100 JPEG)
Memory card 2x SD/HC/XC

NIKON D610 + AF-S 24-120 f/4 G ED VR e SD 8 GB 2.300 €


LA FOTOGRAFIA FULL-FRAME DI NIKON Sensore 24,3 Mp, FX, 6.016 x 4.016 px
COMINCIA DA QUI, con la più conveniente tra Processore EXPEED 3
le reflex FX. La D610 è basata su un sensore da Mirino Pentaprisma; ingrand. 0,7x, copertura 100%
24,3 megapixel e sul processore EXPEED 3: non Sensibilità ISO 100-6.400(50-25.600 in modalità espansa)
si tratta di elementi aggiornatissimi (la macchina Autofocus 39 punti (9 a croce)
risale al 2013), tuttavia l’accoppiata fa ancora LCD Fisso, da 3,2” e 921k punti
bene il suo dovere. Scatto continuo 6 fps (fino a 26 RAW/51 JPEG)
Memory card 2x SD/HC/XC

NIKON D750 + AF-S 24-85 VR e SD Lexar 16 GB 2.690 €


Sensore 24,3 Mp, FX, 6.016 x 4.016 px
UNA FULL-FRAME PENSATA PER I FOTOGRAFI Processore EXPEED 4
ENTUSIASTI che però vogliono cominciare a fare Mirino Pentaprisma; ingrand. 0,7x, copertura 100%
davvero sul serio! Ha lo stesso grado di resistenza
Sensibilità ISO 100-12.800 (50-51.200 in modalità espansa)
a schizzi e polvere della più costosa D810 e il
Autofocus 51 punti (15 a croce)
funzionamento dell’otturatore in Kevlar/fibra di
carbonio è garantito per circa 150.000 scatti. LCD Basculante, da 3,2” e 1.228k punti
Scatto continuo 6,5 fps (fino a 33 RAW/87 JPEG)
Memory card 2x SD/HC/XC

NIKON D500 + AF-S DX 16-80mm VR e SD 16 GB 3.299 €


V Sensore 20,9 Mp, DX, 5.568 x 3.712 px
HA LO STESSO VELOCISSIMO AUTOFOCUS della Processore EXPEED 5
D5, ammiraglia full-frame. Scatta a 10 fps fino a 200 Mirino Pentaprisma; ingrand. 0,7x, copertura 100%
immagini RAW, vanta un esposimetro e un sistema
Sensibilità ISO 100-51.200 (50-1.640.000 in modalità espansa)
di bilanciamento del bianco di prim’ordine, nonché
Autofocus 153 punti (99 a croce)
un telaio robustissimo: visto il rapporto qualità/prezzo
è forse la migliore Nikon di sempre! LCD Basculante, da 3,2” e 2.359k punti
Scatto continuo 10 fps (fino a 200 RAW/200 JPEG)
Memory card 1x XQD, 1x SD/HC/XC

NIKON Df + AF-S 50mm f/1.8 e SD Lexar 16 GB 2.990 €


Sensore 16,2 Mp, FX, 4.928 x 3.280 px)
UN DESIGN ICONICO E CONTENUTI HI-TECH:
REFLEX PRO
Processore EXPEED 3
questo gioiello rétro di Nikon è sorprendentemente Mirino Pentaprisma; ingrand. 0,7x, copertura 100%
compatto per essere una reflex full-frame, ma Sensibilità ISO 100-6.400 (50-25.600 in modalità espansa)
c’è ampio spazio per le numerose ghiere che Autofocus 39 punti (9 a croce)
consentono l’accesso diretto a tutti i parametri di LCD Fisso, da 3,2” e 921k punti
scatto. Peccato non si possano riprendere video. Scatto continuo 5,5 fps (fino a 47 RAW/100 JPEG)
Memory card 1x CF 1xSD/HC/XC

NIKON D810 + AF -S 24-120mm e CF Lexar 8 GB 4.090 €


Sensore 36,3 Mp, FX, 7.360 x 4.912 px
È PERFETTA PER I PAESAGGISTI: ha un sensore Processore EXPEED 4
da ben 36,3 MP senza filtro passa-basso, dotato di Mirino Pentaprisma; ingrand. 0,7x, copertura 100%
microlenti che consentono di convogliare con più Sensibilità ISO 64-12.800 (32-51.800 in modalità espansa)
efficacia la luce sui fotositi, tanto da poter vantare Autofocus 51 punti (15 a croce)
una sensibilità nativa minima di ISO 64. La versione LCD Fisso, da 3,2” e 1.228k punti
D810A è progettata per la fotografia astronomica. Scatto continuo 5 fps (fino a 58 RAW/100 JPEG)
Memory card 1x CF 1xSD/HC/XC

NIKON D5 (solo corpo) con XQD Lexar 32 GB 6.990 €


Sensore 20,8 Mp, FX, 5.568 x 3.712 px
CAPACE DI SCATTARE FINO A 12 FOTO Processore EXPEED 5
AL SECONDO e con un buffer in grado di Mirino Pentaprisma; ingrand. 0,72x, copertura 100%
contenere 200 file RAW, l’ammiraglia di Nikon
Sensibilità ISO 100-102.400 (50-3.280.000 in modalità espansa)
è il sogno dei fotografi sportivi e d’azione. La
Autofocus 153 punti (99 a croce)
sensibilità, seppure in modalità espansa, arriva
allo stupefacente valore di 3.280.000 ISO! LCD Touchscreen fisso, da 3,2” e 2.359k punti
Scatto continuo 12 fps, (200 RAW/200 JPEG)
Memory card 2xXQD (o versione 2x CF)

N [97]
nei prossimi numeri
LE TUE FOTO OTTICHE DA RITRATTO CLOSE UP
PERFETTO
Vuoi vedere le tue fotografie pubblicate Mettiamo a confronto otto
nelle pagine dedicate interamente ai veri Nikonisti? tra i migliori obiettivi per Nikon pensati
carica i tuoi migliori scatti all’indirizzo: per scattare
www.spreafotografia.it/nphotography foto di volti memorabili

MICHAEL FREEMAN
Terza puntata
della serie dedicata alla
creatività:
impara ad allineare
Un fotoprogetto fai-da-te
gli elementi
per scatti macro suggestivi
di una scena

Il numero di GIUGNO sarà in edicola il 15 MAGGIO


Prova la tua rivista anche in dioitale
digitale
www.nphotography.it/abbonamenti

Amministrazione: Spedizione in abbonamento: Tariffa R.O.C. – Poste Italiane Spa - Sped. In Abb. Post.
Erika Colombo (responsabile), Irene Citino, Sara Palestra – D.L. 353/2003 (conv. In L. 27.02.2004, n.46) Art. 1, comma 1,S/NA
amministrazione@sprea.it
Stampa: Arti Grafiche Boccia S.p.A.- Salerno
Mensile - prezzo di copertina 3.90 € Servizio qualità edicolanti e DL: Sonia Lancellotti
www.spreafotografia.it/nphotography distribuzione@sprea.it Copyright Sprea S.p.A.
La Sprea S.p.A è titolare esclusiva della testata Nikon Photography e di tutti i diritti di
N Photography Magazine è un periodico di Sprea Fotografia Segreteria pubblicità: Tel. 0292432244 - pubblicita@sprea.it pubblicazione e diffusione in Italia. L’utilizzo da parte di terzi di testi, fotografie e dise-
(Divisione di Sprea S.p.A.) gni, anche parziale, è vietato. L’Editore si dichiara pienamente disponibile a valutare - e
Sede Legale: - Via Torino, 51 20063 Cernusco Sul Naviglio (Mi) - Italia se del caso regolare - le eventuali spettanze di terzi per la pubblicazione di immagini
Direttore Responsabile: Luca Sprea PI 12770820152- Iscrizione camera Commercio 00746350149 di cui non sia stato eventualmente possibile reperire la fonte. Informativa e Consenso
Per informazioni, potete contattarci allo 02 924321 in materia di trattamento dei dati personali (Codice Privacy d.lgs. 196/03). Nel vigore
Comitato di direzione: Silvia Taietti, Denis Curti del D.Lgs 196/03 ilTitolare del trattamento dei dati personali, ex art. 28 D.Lgs. 196/03,
ABBONAMENTI E ARRETRATI è Sprea S.p.A. (di seguito anche “Sprea”), con sede legale in Via Torino, 51 Cernusco
Redazione: redazione@nphotography.it Abbonamenti: si sottoscrivono on-line su www.nphotography.it/abbonamenti sul Naviglio (MI). La stessa La informa che i Suoi dati, eventualmente da Lei trasmessi
Mail: abbonamenti@nphotography.it alla Sprea, verranno raccolti, trattati e conservati nel rispetto del decreto legislativo
Staff : Luca Montecchi, Andrea Rota Nodari (Coordinamento redazionale), Fax: 02 56 56 12 21 - Tel:02 87 16 81 97 (lun-ven / 9:00-13:00 e 14:00-18:00) ora enunciato anche per attività connesse all’azienda. La avvisiamo, inoltre, che i Suoi
Riccardo Reccagni (Grafica), Roberto Tronconi (Adattamento tecnico) dati potranno essere comunicati e/o trattati (sempre nel rispetto della legge), anche
Il prezzo dell’abbonamento è calcolato in modo etico perché sia un servizio utile all’estero, da società e/o persone che prestano servizi in favore della Sprea. In ogni
Collaboratori: Mauro Fabbri (Direzione Marketing), Still Love e non in concorrenza con la distribuzione in edicola. momento Lei potrà chiedere la modifica, la correzione e/o la cancellazione dei Suoi
Traduzione e localizzazione a cura di: Due A S.r.l. dati ovvero esercitare tutti i diritti previsti dagli artt. 7 e ss. del D.Lgs. 196/03 mediante
Arretrati: si acquistano on-line su www.nphotography.it/arretrati comunicazione scritta alla Sprea e/o direttamente al personale Incaricato preposto al
Sprea S.p.A. Mail: arretrati@nphotography.it trattamento dei dati. La lettura della presente informativa deve intendersi quale presa
Socio Unico - direzione e coordinamento di Gestione Editoriale S.p.A Fax: 02 56 56 12 21 - Tel:02 87 16 81 97 (lun-ven / 9:00-13:00 e 14:00-18:00) visione dell’Informativa ex art. 13 D.Lgs. 196/03 e l’invio dei Suoi dati personali alla
www.sprea.it Sprea varrà quale consenso espresso al trattamento dei dati personali secondo quanto
Presidente: Luca Sprea sopra specificato. L’invio di materiale (testi, fotografie, disegni, etc.) alla Sprea S.p.A.
deve intendersi quale espressa autorizzazione alla loro libera utilizzazione da parte di
Consiglieri delegati: Mario Sprea, Claudio Rossi ( Pubblicità & Marketing), Sprea S.p.A. Per qualsiasi fine e a titolo gratuito, e comunque, a titolo di esempio, alla
Contenuti su licenza: Nphoto Future Publishing Ltd, -Bath- (UK)
Andrea Franchini ( responsabile qualità editoriale) pubblicazione gratuita su qualsiasi supporto cartaceo e non, su qualsiasi pubblicazione
(anche non della Sprea S.p.A.), in qualsiasi canale di vendita e Paese del mondo.
Registrazione testata: Nikon Photography, testata registrata al tribunale di Milano
Coordinamento: Gabriella Re (Foreign Rights) international@sprea.it, Ambra Palermi il 15/04/2005 con il numero 298.
(segreteria Editoriale), Francesca Sigismondi (ufficio legale), Tiziana Rosato (acquisti e Distributore per l’Italia e per l’estero: Press-Di Distribuzione stampa e multimedia
produzione), Emanuela Mapelli (Pianificazione Pubblicitaria) s.r.l. - 20090 Segrate - ISSN: 2240-5097 Il materiale inviato alla redazione non potrà essere restituito.
I AM WHAT I SHARE
3,0”
FINO A

24 2
921K 5
MEGAPIXEL MONITOR FPS
LCD

11
PUNTI AF FULL HD CONNETTIVITÀ
I AM NIKON BLUETOOTH

Con me, è facile realizzare immagini di alta qualità che non lasciano mai
indifferenti, anche in condizioni di scarsa illuminazione, o riprendere filmati
emozionanti, sfruttando pienamente il mio potente sensore da 24,2 Megapixel,
il processore di elaborazione delle immagini EXPEED 4 e l’ampio intervallo
di sensibilità ISO estendibile da 100 a 25.600. Inoltre, grazie alla tecnologia
Snapbridge offro connettività costante con il tuo smartphone: insomma, sono
pronta a scattare immagini straordinarie da condividere all’istante.
Scopri tutte le mie incredibili caratteristiche su nikon.it

Il servizio NITAL V.I.P. assicura 4 anni di garanzia e assistenza più accurata con ricambi originali.
Servizio Clienti Nital: 011.814488
Per estendere la garanzia a 4 anni è necessario registrare il prodotto via web su www.nital.it
I AM SPREADING CREATIVITY

I AM NIKON
AF ISO
FINO A

Sono nata per esaltare il tuo estro e farti esplorare le infinite opportunità creative che 24 2 100 - 25.600 5
FPS
la fotografia offre. Ti offro un innovativo monitor touchscreen ad angolazione MEGAPIXEL 39 PUNTI ELEVATA SENSIBILITÁ ELEVATA VELOCITÁ
AUTOFOCUS ALLA LUCE DI SCATTO
variabile, la tecnologia Nikon Snapbridge per condividere istantaneamente i
risultati ottenuti, la modalità D-Movie per registrare video fino a 50/60p e la
funzione Ripresa time-lapse, attivabile sia in modalità di ripresa foto che video, 3,2” FULL HD
per trasformare scene in movimento in sequenze ad alta velocità di forte impatto. MONITOR TOUCH 24p/25p/30p TIME LAPSE Wi-Fi e BLUETOOTH
ANGOLAZIONE VARIABILE 50p/60p FOTO e VIDEO INTEGRATO
Lasciati ispirare e porta la tua fotografia ad un livello superiore.
Scopri tutte le mie incredibili caratteristiche su nikon.it

Il servizio NITAL V.I.P. assicura 4 anni di garanzia e assistenza più accurata con ricambi originali.
Servizio Clienti Nital: 011.814488
Per estendere la garanzia a 4 anni è necessario registrare il prodotto via web su www.nital.it