Sei sulla pagina 1di 6

LA GUERRA FREDDA

S.S. = Mondo
S.T. = 1945-1956

- PREMESSA
Con Guerra Fredda intendiamo quel periodo lungo alcuni decenni che vide il
mondo separarsi in un due macro aree in competizione fra di loro.
Stati Uniti e Unione Sovietica dopo la seconda guerra mondiale divennero le due
superpotenze che finirono per collidere, ma lo scontro fu per lo pi tra le loro
ideologie completamente opposte, capitalismo e comunismo.
Entrambe non si ritrovarono mai direttamente sul campo di battaglia, infatti alcuni
conflitti esplosi riguardavano nazioni satellite ad esse.

- LA QUESTIONE TEDESCA
Con la sconfitta del regime nazista, la Germania era
occupata militarmente dalle truppe degli alleati e il suo
destino era gi stato progettato dai leader di Russia,
Inghilterra e USA con diverse conferenze nelle quali
pensavano di dividere la nazione in un certo numero di
stati indipendenti tra loro, ma che a loro volta, ognuno
di essi doveva sottostare ad una delle potenze vincitrici.
Inoltre Polonia, Cecoslovacchia e Francia pretendevano
la restituzione di alcuni territori sottratti dai tedeschi
durante il conflitto.
Si cercava insomma di impedire definitivamente alla
Germania di avere possibilit di risorgere nuovamente a
livello politico ed economico e militare.
La prima suddivisione avvenne alla Conferenza di
Potsdam nellagosto del 1945 con la quale si crearono
quattro zone cos amministrate dalle altrettante nazioni
vincitrici.
Berlino stessa ebbe la stessa sorte e si decise di
rimandare almeno temporaneamente altre decisioni
riguardanti economia e politica.
Il popolo viveva condizioni critiche poich con i
bombardamenti moltissime citt erano rase al suolo, lo
scopo giornaliero dei cittadini era quello di trovare il
cibo necessario per il giorno seguente e la classe
politica successiva a quella nazista era troppo debole
per riuscire ad organizzarsi e attuare provvedimenti per
arginare la situazione disastrosa.
Questa suddivisione temporanea cambi con la

CAPITANELLI MARCO 5A 1
fondazione di due stati indipendenti: Germania Est e Germania Ovest, quattro
anni dopo la precedente decisione e gi da questa divisione nacquero la prime
scintille tra USA e URSS.
La Russia che pag pi cara i danni di guerra in termine di risorse e vite umane
pretese come pagamento per i danni di guerra un ingente numero di materie
prime come tassa annua e la delocalizzazione di alcune tra le pi importanti
industrie tedesche in patria impedendo cos una ripresa veloce.
Di controparte gli Stati Uniti inviarono nel loro blocco e in altre zone europee una
serie di aiuti per cercare di dimostrare la loro vicinanza creando cos nuove
alleanze, questa azione viene definita come Piano Marshall, nome preso appunto
da uno dei suoi ideatori.

- LA DEMONIZZAZIONE DELLE IDEOLOGIE

Questa decisione scisse ancora di pi i rapporti tra le due controparti poich


lURSS, anche se necessitava pi di altre nazioni di risorse per la sua ricostruzione,
rifiut gli aiuti statunitensi e stessa sorte tocc ai paesi est-europei affiliati ai
sovietici.
Inoltre i paesi occidentali stipularono un accordo per creare un organizzazione
internazionale per definire come dovessero collaborare in caso di un attacco da
parte dei rivali.
Nacque quindi la NATO (North Atlantic Treaty Organization) il 4 aprile 1949 a
Washington, le nazioni fondatrici inizialmente erano: Belgio, Danimarca, Francia,
Gran Bretagna, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Olanda, Portogallo, USA e
Canada.
Durante il corso della storia questo numero aumentato e la sua funzione
diventata quella di scongiurare guerre e migliorare le relazioni internazionali, ma
alla sua creazione il suo obiettivo era quello di creare una coalizione per
respingere leventuale attacco sovietico.
Dopo la questione tedesca quindi, in tutti questi paesi la propaganda per
screditare le idee dellaltro sistema si intensific fino a diventare una vera e propria
demonizzazione dellavversario, ovvero cercare di presentarlo avanti allopinione
pubblica come la nuova minaccia a livello mondiale.
Polizia e servizi segreti intensificarono la loro attivit in tutto il territorio indagando e
arrestando un gran numero di persone con laccusa di essere oppositori assoldati
dal nemico per infiltrarsi e rubare informazioni.
Questa situazione divent una vera e propria fobia a livello nazionale con delle
paure che alcune volte diventavano vero e proprio fanatismo.
I grandi industriali temevano pi di ogni altro una possibile espansione comunista e
spingevano quindi per un incremento della spesa pubblica per le attivit militari e
nacque il fenomeno della repressione maccartista.
Joseph McCarthy fu la punta della lancia di questo movimento anticomunista e
proprio da lui deriva il termine maccartismo.
Il movimento puntava a estromettere dagli impieghi pubblici ogni possibile
sospetto, le azioni si espansero fino alla repressione delle minoranze che venivano
viste come focolaio di possibili rivolte.

CAPITANELLI MARCO 5A 2
Se si veniva giudicati colpevoli la condanna poteva arrivare fino alla pena di
morte, come successe per i coniugi Ethel e Julius Rosenberg, i quali furono prima
indagati per aver consegnato allURSS documenti riguardanti piani sullutilizzo e
sviluppo del nucleare e successivamente condannati per cospirazione dopo un
processo dai risultati che ancora oggi risultano
controversi.
Questo avvenimento scosse lopinione pubblica e
gett le basi di un pensiero che andava contro il
maccartismo, ritenendo che i metodi utilizzati per
cercare di eliminare le possibili spie nemiche erano
troppo violente e basate su supposizioni senza basi
concrete.
La svolta arriv quando il senatore arriv ad indagare
anche membri dellesercito, questo provoc la
reazione del presidente in carica Eisenhower e dopo un
breve periodo radi in modo definitivo McCarthy dal
senato.
Nella Germania Ovest il partito comunista fu messo fuori
legge e in molte altre nazioni dellEuropa occidentale come Italia, Francia e Gran
Bretagna presero il sopravvento le forze conservatrici.
In tutto il blocco sovietico la polizia segreta lavorava in modo parallelo nel
compiere le medesime ricerche di possibili infiltrati, ma i metodi utilizzati furono
anche pi cruenti di quelli utilizzati negli USA.
Vennero creati veri e propri regimi autoritari che criminalizzarono ogni forma di
protesta o dissenso con la paura che dietro queste si nascondesse un principio di
rivolta capitalista.
Neanche la morte di Stalin avvenuta nel 1953 riusc a placare le tensioni interne ed
esterne, infatti le confessioni estorte agli indagati molto spesso risultavano
funzionali al partito comunista per continuare ad imporsi.
La situazione arriv fino ad un congelamento completo dei rapporti, lURSS
temeva la potenza economica degli americani che permetteva loro un margine
di manovra molto ampio in qualunque operazione volessero intraprendere.
Di controparte gli USA erano preoccupati per la forza militare che i sovietici
potevano mettere in campo in un eventuale scontro che sembrava sempre pi
inevitabile.
Le tensioni erano maggiori nelle aree periferiche dei due blocchi, questo perch l
la presa del paese leader era pi debole e di conseguenza facilmente
influenzabile dallaltro.
Inoltre con il conflitto mondiale nel quale si sprigion la forza della bomba
atomica, si temeva di dover ricorrere nuovamente alluso massiccio dellarsenale
nucleare e questo funzionava come deterrente.
Lunione sovietica aveva ottenuto laccesso alle armi atomiche nel 1949 che
colm il gap militare tra le due superpotenze ma diede il via ad una corsa alle
armi per stabilire quale delle due al momento di una guerra avrebbe avuto un
vantaggio considerevole

CAPITANELLI MARCO 5A 3
Le spese per le ricerche e risorse militari aumentarono vertiginosamente per
ricercare soprattutto di migliorare questa nuova super-arma.
Particolare attenzione fu posta anche per il motivo che una guerra nucleare che
avrebbe coinvolto lintero globo per le sue conseguenze sarebbe potuta scaturire
da conflitti minori.
Rispettivamente nel 1952 e 1953, USA e URSS riuscirono a creare un nuovo ordigno
di molto superiore in termini di potenza rispetto a quello che colp le citt di
Hiroshima e Nagasaki, venne creata cos la bomba H (o bomba allidrogeno), la
quale negli anni successivi venne anche in possesso di alcuni paesi europei e della
Cina.
Questi furono anche gli anni di una nuova frontiera da raggiungere per lessere
umano, la corsa allo spazio stava diventando sempre pi rilevante nei piani di
governo militari e la questione della rivalit tra le due fazioni risult determinante
per approfondire sempre di pi queste nuove tecnologie per potere battere sul
tempo il proprio nemico.

- LA GUERRA DI COREA

Uno dei conflitti pi violenti scoppiato durante la guerra fredda fu quello in Corea
nel 1950.
Il territorio era spaccato in due, a nord il paese era legato profondamente a livello
economico e politico allunione sovietica e alla Cina, mentre il sud era pi vicino
al Giappone ed era un punto strategico militare degli Stati Uniti.
La volont del regime nord-coreano era quella di unire lintero territorio e con
questo pretesto attacc il sud.
Il sostegno USA non tard ad arrivare infatti il presidente Truman invi uno
squadrone a difendere il confine.
Dopo questa operazione arriv quasi nellimmediato la reazione di Mao che
effettu la medesima mossa, dopo linserimento della Cina del conflitto, il
generale McCarthur aveva intenzione di invaderla, ma saggiamente il presidente
USA lo esoner dal proprio incarico nel 1951 per evitare che una guerra locale
potesse poi scatenare un conflitto mondiale nucleare dato che in seguito
sarebbero potute intervenire tutte le forze dellURSS e della NATO.
La situazione rispecchiava perfettamente lintero periodo storico, le due potenze si
temevano e le loro forze erano praticamente speculari.
Il timore dellespansione del conflitto permise di avviare con altissima priorit la
ricostruzione del Giappone data la sua posizione strategica e ideologia
anticomunista, senza tralasciare la grande apprensione per il possibile utilizzo delle
nuove potentissime armi sperimentate nel corso degli anni che avrebbero messo
in ginocchio unaltra nazione.
Nel 1953 si arriv alla fine ad un armistizio che lasci completamente invariata la
linea di confine che vige ancora fino al presente, ma le cifre delle vittime furono
comunque molto elevate, circa 3 milioni di morti con una percentuale vicina al
50% di civili.

CAPITANELLI MARCO 5A 4
- LA DESTALINIZZAZIONE

Nello stesso anno della pace nel conflitto coreano mor il dittatore sovietico
Stalin, gradualmente la rigidit imposta dal regime a livello burocratico e
ideologico si andava dissolvendo.
Il suo successore fu Nikita Sergeevi Chruv che intraprese un piano di
governo basato su aperture e riforme, venne privilegiata lespansione
economica da parte delle industrie che fornivano beni di consumo e si
puntava ad aumentare il tenore di vita delle persone per eguagliarlo a quello
occidentale.
LURSS fu favorita a spingere verso questa modernizzazione grazie alle
numerose conquiste in campo scientifico e dal suo territorio che risulta essere
molto ricco (anche nel presente) specialmente quello siberiano.
Ma per destalinizzazione intendiamo una vera e proprio distruzione e
eliminazione completa di quello che aveva caratterizzato quel periodo di
pesante dittatura, uomini che avevano grandi cariche a livello politico e
importanti figure militari vicini allex leader vennero destituiti, moltissimi
prigionieri politici furono liberati dai gulag, le forze dellordine allentarono lo
stretto controllo sui cittadini e, evento molto importante, molte opere prima
proibite a causa della propaganda furono rese accessibili e legali.
Inizi anche un progressivo abbattimento di tutte le opere che raffiguravano
proprio Stalin, simbolo del disprezzo che la gran parte della popolazione
risentiva nei suoi confronti.

La volont di voltare pagina da parte del nuovo governo fu resa nota al


mondo quando, al XX congresso del Pcus in una seduta che doveva essere
segreta, il presidente lesse un rapporto nel quale erano presenti tutti gli orrori e i
crimini commessi.
Il rifiuto del sistema di potere basato sul culto della personalit era la prima fase
per poter ripartire, ma evidenziando un unico colpevole impersonato in Stalin le
carenze del sistema di governo pi profonde furono oscurate e non cancellate
completamente.
Anche se il clima sembrava essere diventato pi sereno, dopo ladesione della
Germania federale alla NATO, nacque anche lalleanza militare del blocco
sovietico nel 1955, il patto di Varsavia che puntava a limitare anche le crepe
che potevano crearsi allinterno.
CAPITANELLI MARCO 5A 5
Questo trattato era necessario anche per limitare possibili rivolte, infatti erano
nati dei disordini nella parte est di Berlino che vide in questi anni una grave fase
di povert e arretratezza, in seguito fu la volta di Budapest e di Varsavia,
insomma lURSS iniziava ad avere problemi interni di rivolte provocate da una
condizione di vita molto pesante per i cittadini e di sottomissione verso Mosca.

FONTI:

Bibliografia:
- I saperi della storia, Alberto de Bernardi / Scipione Guerracino
- Ecostoria, Popoli Economia Societ, E. Bonifazi / F. Franceschi / F. Ricciardelli
/ A. Quercioli.

Sitografia:
- http://www.treccani.it/enciclopedia/
- http://www.raistoria.rai.it/
- http://cronologia.leonardo.it/storia/welcome.html

CAPITANELLI MARCO 5A 6