Sei sulla pagina 1di 20

LIBRETTO

DIMPIANTO ELETTRICO
DI UNIT IMMOBILIARE AD USO RESIDENZIALE
III Edizione

COGNOME E NOME PROPRIETARIO

COGNOME E NOME COMMITTENTE

CAP COMUNE PROV VIA/PIAZZA N

CONDOMINIO/RESIDENCE INTERNO PIANO


INDICAZIONI PER LA
COMPILAZIONE DEL LIBRETTO
RISERVATE ALLIMPRESA INSTALLATRICE E AL VERIFICATORE

1. Limpresa installatrice deve compilare le pagine 4-5-6 Identificazione Impianto, la pagina 7 Verifiche Periodiche indicando la data della prossima
Verifica Periodica (vedi punto 3 di queste istruzioni), la pagina 7 Promemoria Scadenze indicando le scadenze di eventuali apparecchi o impianti
installati e la pagina 17 Elenco allegati. A pagina 5 per Numero Libretto si intende il numero progressivo dellarchivio dei libretti dimpianto
dellimpresa installatrice.
2. Il Rapporto della 1^ Verifica Periodica (pagine 8-9-10-11) e i rapporti delle verifiche periodiche successive devono essere compilati dal Verificatore. Il
modulo per le verifiche periodiche successive (simile al Rapporto della 1^ Verifica Periodica) scaricabile dal sito www.prosiel.it.
Nota: La Verifica Periodica deve essere eseguita da persona esperta, competente nelle verifiche (Norma CEI 64-8/6 Punto 62.1.6).
3. Lintervallo di tempo intercorrente fra una Verifica Periodica e la successiva pu variare in virt della durata funzionale di apparecchiature particolari
installate, quali: rivelatori di gas, sirene di allarme, soccorritori elettrici (UPS), motori per cancelli e basculanti elettriche con dispositivi tampone, etc.

INDICE
3 COSA IL LIBRETTO?

4 IDENTIFICAZIONE IMPIANTO

7 VERIFICHE PERIODICHE
PROMEMORIA SCADENZE

8 RAPPORTO DELLA 1^ VERIFICA PERIODICA


DELLIMPIANTO ELETTRICO

12 ISTRUZIONI PER USO E MANUTENZIONE IMPIANTO

15 CHI PROSIEL?

16 I SOCI PROSIEL

17 ELENCO ALLEGATI

2
COSA IL LIBRETTO?
Il Libretto dImpianto Elettrico - in seguito Libretto - stato promosso da PROSIEL.
Il Libretto un documento volontario che supporta efficacemente il committente e/o il proprietario dellunit immobiliare a mantenere sicuro ed efficiente
il proprio impianto elettrico.
Il Libretto consente allimpresa installatrice di predisporre e consegnare al proprietario tutti i documenti necessari perch esso possa assolvere gli obblighi
di legge. Al Libretto dovranno essere allegati la Dichiarazione di Conformit e/o, se del caso, la Dichiarazione di Rispondenza, documenti obbligatori per
legge che attestano il rispetto della regola dellarte secondo la normativa vigente (DM n. 37/2008 art. 7).

ART. 8 DEL DM N. 37/2008


OBBLIGHI DEL COMMITTENTE O DEL PROPRIETARIO
...Omissis
2. Il proprietario dellimpianto adotta le misure necessarie per conservarne le caratteristiche di sicurezza previste dalla normativa vigente in materia,
tenendo conto delle istruzioni per luso e la manutenzione predisposte dallimpresa installatrice dellimpianto e dai fabbricanti delle apparecchiature
installate. Resta ferma la responsabilit delle aziende fornitrici o distributrici, per le parti dellimpianto e delle relative componenti tecniche da loro installate
o gestite.
Omissis...

1 2 3
Il Libretto, oltre alle istruzioni per luso Il Libretto dimpianto contiene le istruzioni duso opportuno che il Libretto e i suoi allegati siano
dellimpianto elettrico, indica la frequenza e manutenzione delle apparecchiature che conservati con diligenza per essere trasmessi ad
prevista dallimpresa installatrice per gli interventi formano limpianto, le relative garanzie, e ogni ogni eventuale futuro utente dellimpianto.
di manutenzione ordinaria e straordinaria informazione fornita dallimpresa installatrice per
affinch limpianto mantenga le caratteristiche di la sua migliore gestione affinch lutente abbia
sicurezza e prestazione di progetto. la possibilit di adempiere i suoi obblighi e per
ottenere le migliori prestazioni previste in tutta
sicurezza.

Il presente Libretto rappresenta una traccia utilizzabile da installatori e committenti in relazione ad istruzioni duso e manutenzione degli impianti elettrici e va
necessariamente completato e verificato alla luce delle caratteristiche dei singoli impianti, in ordine ai quali non pu essere riconosciuta alcuna responsabilit a Prosiel.

Il presente Libretto va comunque conservato anche in occasione di sostituzione dello stesso.


E opportuno che il proprietario dellabitazione consegni il Libretto allinquilino che diviene il conduttore dellimpianto.

3
IDENTIFICAZIONE IMPIANTO
CAP COMUNE PROV

VIA/PIAZZA N

CONDOMINIO/RESIDENCE INTERNO PIANO

PROPRIETARIO (COGNOME E NOME O RAGIONE SOCIALE SE INTESTATO A SOCIET)

EMAIL TELEFONO

INQUILINO

EMAIL TELEFONO

INFORMAZIONI GENERALI
DATA DI COSTRUZIONE IMPIANTO ELETTRICO (ANCHE PRESUNTA)

TIPO DI CONTATORE Elettronico 1^ GEN. Elettronico 2^ GEN. INDUZIONE

POTENZA CONTRATTUALE 3 Kw ALTRO (specificare) kW


(VEDI BOLLETTA)

UBICAZIONE DEL CONTATORE Nellabitazione/appartamento Nelle parti comuni - in cantina

Nelle parti comuni - sul piano Sul confine di propriet (allesterno)

Altrove (specificare)

SCHEMI PROGETTUALI Presenti Assenti

DIMENSIONE DELLA CASA Fino a 50 m2 Da 50 a 75 m2 Da 75 a 125 m2 Oltre 125 m2

DICHIARAZIONE DI CONFORMIT (*) DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA (*)


Al termine dei lavori, limpresa installatrice deve rilasciare al committente la In mancanza della dichiarazione di conformit, solo per gli impianti gi
dichiarazione di conformit degli impianti realizzati nel rispetto delle norme. esistenti dal 1990(**) al 27 marzo 2008, questa pu essere sostituita dalla
dichiarazione di rispondenza.

N N

RILASCIATA DA RILASCIATA DA

DATA DATA

(*) Una delle due dichiarazioni deve essere presente nella documentazione dellimpianto e deve avere in allegato:
- nella Dichiarazione di Conformit, il rapporto di verifica iniziale;
- nella Dichiarazione di Rispondenza, i documenti attestanti i controlli eseguiti.
(**) Per gli impianti antecedenti al 1990 la Dichiarazione di Rispondenza facoltativa.

4
DATI IDENTIFICATIVI RESPONSABILE TECNICO DELLIMPRESA INSTALLATRICE
COGNOME NOME

DATI IDENTIFICATIVI IMPRESA INSTALLATRICE


COGNOME NOME

RAGIONE SOCIALE

PARTITA IVA CODICE FISCALE

N ISCRIZIONE CCIA REGISTRO IMPRESE O ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE

INDIRIZZO

CAP COMUNE PROV

EMAIL TELEFONO

ASSOCIAZIONE TIMBRO E FIRMA


DI CATEGORIA O ALBO DELLIMPRESA INSTALLATRICE

ALBIQUAL

ASSISTAL SSISTAL

CONFARTIGIANATO
ELETTRICISTI

TIMBRO FIRMA
CNA

DATI LIBRETTO
UNAE
DATA EMISSIONE DEL LIBRETTO NUMERO LIBRETTO

ALTRA

NESSUNA

5
DESCRIZIONE COSTRUTTIVA E DOTAZIONI IMPIANTO

1 2
CLASSIFICAZIONE IMPIANTO ELETTRICO
DOTAZIONE IMPIANTO (*)
SECONDO NORMA CEI 64-8
LIVELLO 1 / BASE CENTRALINI Q.T
LIVELLO 2 / STANDARD PUNTI COMANDO Q.T
LIVELLO 3 / DOMOTICO PUNTI EMERGENZA BAGNO Q.T
SOLO SE ANTECEDENTE ALLA DATA DI PUBBLICAZIONE PUNTI PRESE Q.T
ALTRO
DELLA NORMA CEI 64-8 SESTA EDIZIONE - FEBBRAIO 2011

3 4
ILLUMINAZIONE (*) TRASMISSIONE SEGNALI E DATI

PUNTI LUCE ORDINARIA Q.T PUNTI TV DIGITALE TERRESTRE Q.T


PUNTI LUCE EMERGENZA Q.T PUNTI TV SATELLITARE Q.T
PUNTI TELEFONIA Q.T
PUNTI DATI Q.T

5 6
INTEGRATO NELLA INTEGRATO NELLA
DOMOTICA E COMFORT ALIMENTAZIONE PER ALTRI SISTEMI
DOMOTICA? DOMOTICA?
COMANDO LUCI S NO CANCELLI S NO
COMANDO TAPPARELLE S NO BASCULANTI S NO
CONTROLLO CARICHI S NO TENDE S NO
TERMOSTATO S NO CALDAIA S NO
CRONOTERMOSTATO S NO CLIMATIZZAZIONE S NO
CONTROLLO IMP. CLIMATIZZAZIONE S NO S NO
RIVELAZIONE GAS S NO S NO
RIVELAZIONE ACQUA S NO
RIVELAZIONE INCENDIO S NO
CITOFONO S NO
VIDEOCITOFONO S NO
TVCC S NO
ANTINTRUSIONE S NO
CONTROLLO ACCESSI S NO
DIFFUSIONE SONORA S NO
GESTIONE SCENARI S NO
CONTROLLO REMOTO DELLIMPIANTO S NO
UPS (GRUPPO STATICO DI CONTINUIT) S NO

(*) Le quantit indicate includono anche le dotazioni impianto e i punti luce presenti nelle cantine e nei box solo se alimentati dal centralino dellunit immobiliare.

6
VERIFICHE PERIODICHE
LA NORMA CEI 64-8 / PARTE 6^ ART. 62.2.1 CONSIGLIA DI ESEGUIRE UNA VERIFICA PERIODICA OGNI 5 ANNI

1
VERIFICA PERIODICA PREVISTA PER IL (MM/AAAA)

EFFETTUATA IN DATA

2
VERIFICA PERIODICA PREVISTA PER IL (MM/AAAA)

EFFETTUATA IN DATA

3
VERIFICA PERIODICA PREVISTA PER IL (MM/AAAA)

EFFETTUATA IN DATA

In caso di modifica, ampliamento o manutenzione straordinaria dellimpianto elettrico, che richiede il rilascio di una nuova Dichiarazione di Conformit, il Libretto va
sostituito integralmente.

PROMEMORIA SCADENZE
IMPIANTO O APPARECCHIO 1 DATA DI SCADENZA E RINNOVI

RIVELATORI DI GAS

ANTINTRUSIONE > BATTERIA CENTRALE

ANTINTRUSIONE > BATTERIA SIRENA

7
RAPPORTO DELLA 1^ VERIFICA
PERIODICA DELLIMPIANTO ELETTRICO
LA NORMA CEI 64-8 / PARTE 6^ ART. 62.2.1 CONSIGLIA DI ESEGUIRE UNA VERIFICA PERIODICA OGNI 5 ANNI.

IDENTIFICAZIONE IMPIANTO

CAP COMUNE PROV

VIA/PIAZZA N

CONDOMINIO/RESIDENCE INTERNO PIANO

PROPRIETARIO (COGNOME E NOME O RAGIONE SOCIALE SE INTESTATO A SOCIET)

EMAIL TELEFONO

INFORMAZIONI GENERALI
DATA DI COSTRUZIONE IMPIANTO ELETTRICO (ANCHE PRESUNTA)

TIPO DI CONTATORE Elettronico 1^ GEN. Elettronico 2^ GEN. INDUZIONE

POTENZA CONTRATTUALE 3 Kw ALTRO (specificare) kW


(VEDI BOLLETTA)

UBICAZIONE DEL CONTATORE Nellabitazione/appartamento Nelle parti comuni - in cantina

Nelle parti comuni - sul piano Sul confine di propriet (allesterno)

Altrove (specificare)

DOCUMENTAZIONE IMPIANTO Dichiarazione di conformit Dichiarazione di rispondenza

SCHEMI PROGETTUALI Presenti Assenti

DIMENSIONE DELLA CASA Fino a 50 m2 Da 50 a 75 m2 Da 75 a 125 m2 Oltre 125 m2


EFFETTUA MENSILMENTE LA PROVA
SI NO NON SAPEVO ANDASSE FATTA
DEL DIFFERENZIALE (TASTO T)?

8
Foglio 1 di 2

CONTROLLI DA ESEGUIRE
CENTRALINO A VALLE CENTRALINO 2 ALTRI
DISPOSITIVI DI PROTEZIONE DEL CONTATORE GENERALE CENTRALINO CENTRALINI
IL DISPOSITIVO GENERALE (DG) O I DISPOSITIVI
S NO S NO S NO S NO
GENERALI DI LINEA (DGL) SONO IDONEI E INTEGRI?
LSPD E IDONEO E INTEGRO ? S NO S NO S NO S NO

NON INSTALLATO NON INSTALLATO NON INSTALLATO NON INSTALLATO

NUMERO DI DIFFERENZIALI TOTALI DI CUI Q.T Q.T Q.T Q.T

- CON RIARMO AUTOMATICO Q.T Q.T Q.T Q.T

- CON RITARDO DI INTERVENTO Q.T Q.T Q.T Q.T

NOTE

CONTROLLI GENERALI

LE PROTEZIONI CONTRO I CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI SONO


S NO NOTE
GARANTITE?

LE PROTEZIONI DEI CONDUTTORI CONTRO I SOVRACCARICHI E I


CORTOCIRCUITI SONO CONFORMI ALLE PRESCRIZIONI DELLE NORME S NO NOTE
CEI?

I COLORI E/O LE MARCATURE PER LIDENTIFICAZIONE DEI


S NO NOTE
CONDUTTORI SONO RISPETTATI?

IL NUMERO DEI CIRCUITI PROTETTI E CONFORME ALLE


S NO NOTE
PRESCRIZIONI DELLA NORMA CEI 64-8 CAPITOLO 37?

LA SELETTIVIT DEI DIFFERENZIALI INSTALLATI IN SERIE


S NO NOTE
CORRETTA?

STATA PREVISTA UNA LINEA DEDICATA PROTETTA CON


INTERRUTTORE DEDICATO PER LALIMENTAZIONE DI
S NO NOTE
APPARECCHIATURE A ELEVATO CONSUMO (CONDIZIONATORI, BOILER,
ETC) ?

VERIFICHE STRUMENTALI

LA PROVA DI CONTINUIT DEI CONDUTTORI DI PROTEZIONE E DEI


CONDUTTORI EQUIPOTENZIALI PRINCIPALI E SUPPLEMENTARI STATA S NO NOTE
SUPERATA?

LA PROVA DI EFFICIENZA DELLE PROTEZIONI DIFFERENZIALI


S NO NOTE
STATA SUPERATA?

LA MISURA DELLA RESISTENZA DELLISOLAMENTO, SE PRATICABILE,


S NO NOTE
CORRETTA?

9
VERIFICA DEGLI IMPIANTI NEI LOCALI DELLUNIT IMMOBILIARE
CUCINA CUCINA SALA
CUCINA / SOGGIORNO PRINCIPALE SECONDARIA DA PRANZO
SOGGIORNO

LE CASSETTE DI DERIVAZIONE SONO IDONEE E INTEGRE? S NO S NO S NO S NO

LE PRESE A SPINA SONO IDONEE E INTEGRE? S NO S NO S NO S NO

GLI APPARECCHI DI COMANDO SONO IDONEI E INTEGRI? S NO S NO S NO S NO

I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE SONO IDONEI E INTEGRI? S NO S NO S NO S NO

I CAVI SONO NELLE RISPETTIVE SCATOLE (IMP. SOTTOTRACCIA)? S NO S NO S NO S NO

I CAVI SONO ADEGUATAMENTE PROTETTI (IMP. A VISTA)? S NO S NO S NO S NO

CAMERA ALTRE
CAMERE DA LETTO MATRIMONIALE
2 CAMERA 3 CAMERA
CAMERE

LE CASSETTE DI DERIVAZIONE SONO IDONEE E INTEGRE? S NO S NO S NO S NO

LE PRESE A SPINA SONO IDONEE E INTEGRE? S NO S NO S NO S NO

GLI APPARECCHI DI COMANDO SONO IDONEI E INTEGRI? S NO S NO S NO S NO

I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE SONO IDONEI E INTEGRI? S NO S NO S NO S NO

I CAVI SONO NELLE RISPETTIVE SCATOLE (IMP. SOTTOTRACCIA)? S NO S NO S NO S NO

I CAVI SONO ADEGUATAMENTE PROTETTI (IMP. A VISTA)? S NO S NO S NO S NO

BAGNO BAGNO DI 3 BAGNO O ALTRI BAGNI


BAGNI / LAVANDERIE PRINCIPALE SERVIZIO LAVANDERIA O LAVANDERIE

LE CASSETTE DI DERIVAZIONE SONO IDONEE E INTEGRE? S NO S NO S NO S NO

LE PRESE A SPINA SONO IDONEE E INTEGRE? S NO S NO S NO S NO

GLI APPARECCHI DI COMANDO SONO IDONEI E INTEGRI? S NO S NO S NO S NO

I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE SONO IDONEI E INTEGRI? S NO S NO S NO S NO

I CAVI SONO NELLE RISPETTIVE SCATOLE (IMP. SOTTOTRACCIA)? S NO S NO S NO S NO

I CAVI SONO ADEGUATAMENTE PROTETTI (IMP. A VISTA)? S NO S NO S NO S NO

I COMPONENTI ELETTRICI SONO FUORI LE AREE DI RISPETTO? S NO S NO S NO S NO

MANSARDE BALCONI E CANTINE


ALTRI LOCALI STUDIO
E TAVERNE TERRAZZI E BOX (*)

LE CASSETTE DI DERIVAZIONE SONO IDONEE E INTEGRE? S NO S NO S NO S NO

LE PRESE A SPINA SONO IDONEE E INTEGRE? S NO S NO S NO S NO

GLI APPARECCHI DI COMANDO SONO IDONEI E INTEGRI? S NO S NO S NO S NO

I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE SONO IDONEI E INTEGRI? S NO S NO S NO S NO

I CAVI SONO NELLE RISPETTIVE SCATOLE (IMP. SOTTOTRACCIA)? S NO S NO S NO S NO

I CAVI SONO ADEGUATAMENTE PROTETTI (IMP. A VISTA)? S NO S NO S NO S NO

NOTE

(*) I controlli delle cantine e dei box sono stati effettuati solo se alimentati dal centralino dellunit immobiliare.

10
Foglio 2 di 2

VERIFICA IMPIANTO DI TERRA

ESISTE LIMPIANTO DI TERRA? S NO NOTE

PRESENTE IL CONDUTTORE DI PROTEZIONE (TERRA) NELLAPPARTAMENTO? S NO NOTE

IL CONDUTTORE DI PROTEZIONE E STATO PREDISPOSTO PER TUTTE LE MASSE? S NO NOTE

IL CONDUTTORE EQUIPOTENZIALE PRINCIPALE STATO PREDISPOSTO PER TUTTE LE MASSE


S NO NOTE
ESTRANEE?

LA MISURA STRUMENTALE DELLA RESISTENZA DELLANELLO DI GUASTO COORDINATA CON IL


S NO NOTE
VALORE DI INTERVENTO DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE?
MISURA
RILEVATA

VERIFICA DEI SISTEMI

I SISTEMI DOMOTICI E I LORO COMPONENTI SONO IDONEI, INTEGRI ED EFFICIENTI


S NO NOTE
ENERGETICAMENTE?
I SISTEMI DALLARME / ANTINTRUSIONE / RIVELAZIONE GAS E I LORO COMPONENTI (BATTERIE
S NO NOTE
INCLUSE) SONO IDONEI, INTEGRI ED EFFICIENTI ENERGETICAMENTE?
I SISTEMI DI REGOLAZIONE DELLA TEMPERATURA E I LORO COMPONENTI (BATTERIE INCLUSE) SONO
S NO NOTE
IDONEI, INTEGRI ED EFFICIENTI ENERGETICAMENTE?

I RIVELATORI DI GAS SONO ANCORA VALIDI? S NO NOTE

LE LAMPADE DI EMERGENZA SONO EFIFCIENTI E IN GRADO DI FUNZIONARE AL MANCARE DELLA


S NO NOTE
RETE DI ALIMENTAZIONE?
GLI UPS PRESENTI DANNO CONTINUIT DI SERVIZIO ANCHE AL MANCARE DELLA RETE DI
S NO NOTE
ALIMENTAZIONE?

NOTE CONCLUSIVE
La Verifica Periodica rappresenta una semplice ricognizione dellimpianto elettrico per consentire al Proprietario o allinquilino dellunit immobiliare
di valutare la necessit di eventuali interventi per garantire la sicurezza prevista. Essa non comporta assunzioni di responsabilit da parte
dellInstallatore n tantomeno da parte di PROSIEL e non sostituisce in alcun modo le dichiarazioni di conformit o di rispondenza dellimpianto alla
regola dellarte previste per legge (DM n. 37/08). PROSIEL si impegna a mantenere riservati i dati in conformit alla normativa in materia di Privacy
(Dlgs. 196/2003).

ESITO DELLA VERIFICA PERIODICA DATA DELLA VERIFICA PERIODICA


NULLA DA SEGNALARE

SONO STATE RISCONTRATE NON CONFORMIT

Chi ha commissionato la Verifica Periodica deve comunicare tempestivamente al


Proprietario o allInquilino dellunit immobiliare lesito negativo della stessa, affinch
possano dare incarico a un installatore abilitato.
Interventi suggeriti:

LOGO E DATI VERIFICATORE

FIRMA DEL PROPRIETARIO DELLIMMOBILE O DELLINQUILINO FIRMA VERIFICATORE

11
ISTRUZIONI PER USO
E MANUTENZIONE IMPIANTO
PER LA
SICUREZZA

4 8
Non utilizzare mai tappeti o simili come copertura Non utilizzare elettrodomestici (ferro da stiro e
di prolunghe a pavimento: i fili possono essere asciugacapelli e similari), in particolare i portatili,
soggetti a schiacciamento con conseguenti rot- con mani bagnate e/o piedi scalzi.
ture e quindi pericolo di scosse e incendio.

1 5 9
Non lasciare accesi apparecchi che potrebbero Non sovraccaricare mai le prese multiple o cia- Non utilizzare apparecchiature elettriche per sco-
provocare un incendio durante la vostra assenza batte oltre la soglia di potenza (W) indicata. Que- pi non previsti dal costruttore.
o di notte. ste sono utili per collegare pi elettrodomestici
alla stessa presa dellimpianto, ma necessario
rispettare il limite di potenza riportato sulle stes-
se.

2 6 10
Non coprire apparecchi di illuminazione per ab- Non togliere la spina dalla presa tirando il cavo. Non intervenire sullimpianto elettrico neppure
bassarne la luce con panni, fogli di giornale, per la semplice sostituzione di una lampadina,
cartoncini o altri materiali che - surriscaldati - po- senza aver tolto prima la corrente aprendo lin-
trebbero incendiarsi. terruttore generale del centralino.

3 7
Non utilizzare mai apparecchi nelle vicinanze di Non posizionare il frigorifero vicino a fonti di ca-
liquidi infiammabili. lore avendo cura di lasciare uno spazio di almeno
10 cm tra la parete e il retro dellapparecchio.
12
ART. 8 DEL DM N. 37/2008
OBBLIGHI DEL COMMITTENTE O DEL PROPRIETARIO
...Omissis
2. Il proprietario dellimpianto adotta le misure necessarie per conservarne le caratteristiche di sicurezza previste dalla normativa vigente in materia, tenendo
conto delle istruzioni per luso e la manutenzione predisposte dallimpresa installatrice dellimpianto e dai fabbricanti delle apparecchiature installate.
Omissis...

PER IL RISPARMIO
ENERGETICO

14 18
Rispettare i limiti massimi per la temperatu- Controllare periodicamente il buono stato delle
ra ambiente (inverno=20C + 2C tolleranza; guarnizioni di frigorifero e forno.
estate=26C - 2C tolleranza) ed i limiti di eser-
cizio previsti per legge.

11 15 19
Utilizzare lampadine a basso consumo energetico Installare rilevatore presenza per evitare di tenere Non lasciare elettrodomestici in stand-by. Quella
(minimo classe A). luci accese. lucina rossa consuma moltissimo!

12 16
Usare la lavatrice a basse temperature e lavasto- Installare dispositivo controllo carichi per gestire
viglie solo a pieno carico. potenza contrattuale in modo che non scatti lin-
terruttore automatico nel quadro elettrico.

13 17
Utilizzare elettrodomestici ad alta efficienza ener- Sbrinare periodicamente il frigorifero e pulire
getica (minimo classe A) e seguire le istruzioni di regolarmente le relative serpentine per ridurre i
impiego previste dal costruttore dellapparecchio. consumi.
13
CONSIGLI
UTILI

23 27
I punti presa che sono inaccessibili (es. quel- Verificare la presenza della marcatura CE sulle
li dietro ai forni) e i punti di alimentazione diretta apparecchiature utilizzate o in fase di acquisto e
(es. scaldacqua) devono essere sezionati da un inter- preferire sempre i prodotti che hanno i Marchi di
ruttore di comando bipolare per poter togliere lalimen- Qualit (es. IMQ). Attenzione a non confonderla
tazione in fase di pulizia o manutenzione ordinaria. con marchi similari.

20 24 28
Ricorrere sempre a imprese installatrici abilitate Eseguire la diagnosi degli interruttori differenziali men- In caso di guasti o malfunzionamenti dellim-
(iscritte alla camera di commercio) per installazione, silmente, utilizzando lapposito tasto di Test o far instal- pianto contattare sempre un installatore/tecnico
trasformazione, ampliamento e manutenzione stra- lare interruttori differenziali con riarmo automatico. abilitato o un centro di assistenza (antintrusione,
ordinaria dellimpianto, ai sensi del DM n. 37/2008. automazione cancelli, etc).

21 25
Richiedere la Dichiarazione di Conformit dopo Utilizzare prese multiple o ciabatte dotate di prote-
ogni intervento di installazione, trasformazio- zione e non superare mai la potenza (W) indicata sulle
ne, ampliamento e manutenzione straordinaria stesse, onde evitare un surriscaldamento dei cavi e
dellimpianto, ai sensi del DM n. 37/2008. un conseguente deterioramento dellimpianto.

22 26
Far sostituire le prese danneggiate (con anneri- Far sostituire cavi e spine degli elettrodomestici
mento esterno, rottura, etc.) quando sono danneggiati o mal fissati.

IL TUO IMPIANTO ELETTRICO E SICURO?


FAI IL TEST DI AUTODIAGNOSI DI PROSIEL!
WWW Il test di autodiagnosi disponibile sul nostro sito www.prosiel.it
o direttamente dallapplicazione per il tuo smartphone o tablet.

14
CHI PROSIEL?
PROSIEL UNASSOCIAZIONE SENZA SCOPO DI LUCRO, COSTITUITA NEL 2000,
I CUI SOCI SONO I PRINCIPALI ATTORI DELLA FILIERA ELETTRICA.
LA SUA MISSION LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA E DELLINNOVAZIONE
ELETTRICA.

PERTANTO, PROSIEL SI PROPONE DI:

ESSERE UN PUNTO DI RIFERIMENTO PER LE AUTORIT


1 GOVERNATIVE
nella definizione di un sistema efficace di verifiche periodiche degli impianti elettrici che possa
garantire la sicurezza degli immobili e dei loro fruitori.

AIUTARE LINTERA FILIERA ELETTRICA A DIVENTARE


2 VIRTUOSA
promuovendo una cultura elettrica moderna che favorisca luso delle pi recenti tecnologie per
lautomazione delledificio.

FAVORIRE LINNOVAZIONE NEI NUOVI IMPIANTI ELETTRICI


3 per rispondere alle esigenze della vita moderna e garantire unadattabilit ai bisogni futuri.

PROMUOVERE LAMMODERNAMENTO DEGLI IMPIANTI


4 ESISTENTI E/O OBSOLETI
affinch il proprietario immobiliare possa usufruire dei benefici delle nuove tecnologie in termini di
maggiore sicurezza ed efficienza energetica.

DARE ALLUTENTE FINALE UNA MAGGIORE


5 CONSAPEVOLEZZA
sullimpianto elettrico, informandolo in merito al corretto utilizzo e alla periodica manutenzione per
mantenerlo in efficienza e totale sicurezza.

RESTA IN CONTATTO CON NOI...

WWW

Naviga sul nostro sito internet www.prosiel.it e Cerca PROSIEL nello store del tuo smartphone/ Collegati ai nostri profili social su Facebook,
registrati per non perdere le ultime novit. tablet e scarica la nostra applicazione. Youtube, LinkedIn, Google+ e SlideShare.

15
I SOCI PROSIEL
ALBIQUAL CNPI
ALBO DEI COSTRUTTORI QUALIFICATI DI IMPIANTI CONSIGLIO NAZIONALE PERITI INDUSTRIALI
ELETTRICI ED ELETTRONICI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI
Associazione che ha lo scopo di aumentare la consapevolezza D voce e rappresentanza alle istanze della professione in tutte
sulla sicurezza elettrica, stimolare una corretta progettazione nella le sue articolazioni, salvaguardandone lidentit e lautonomia
realizzazione degli impianti. professionale.

ANACI CONFARTIGIANATO
ASSOCIAZIONE NAZIONALE AMMINISTRATORI CONDOMINIALI
E IMMOBILIARI
ELETTRICISTI
Organizzazione di rappresentanza di piccole imprese che esercitano
la pi grande associazione a livello nazionale che raggruppa 8.000
lattivit di costruzione, installazione, collaudo, messa in funzione,
amministratori di condominio, amministratori professionisti.
manutenzione e riparazione di impianti elettrici.

ANIE ENEL SPA


FEDERAZIONE NAZIONALE IMPRESE Enel una multinazionale dellenergia e uno dei principali operatori
ELETTROTECNICHE ED ELETTRONICHE integrati globali nei settori dellelettricit e del gas.
Aderente a Confindustria, rappresenta le imprese elettrotecniche
ed elettroniche che operano in Italia.

ARAME FME
ASSOCIAZIONE NAZIONALE RAPPRESENTANTI AGENTI FEDERAZIONE NAZIONALE GROSSISTI
MATERIALE ELETTRICO E DISTRIBUTORI DI MATERIALE ELETTRICO
Associazione di categoria che nasce allo scopo di creare una banca Rappresenta, nellambito della filiera italiana di materiale elettrico, il
dati alla quale ogni associato pu accedere al fine di ottimizzare comparto della distribuzione grossista della quale tutela il ruolo e la
lesercizio della professione. funzione esercitata sul mercato.

ASSISTAL IMQ
SSISTAL ASSOCIAZIONE NAZIONALE COSTRUTTORI DI IMPIANTI ISTITUTO ITALIANO DEL MARCHIO DI QUALIT
E DEI SERVIZI DI EFFICIENZA ENERGETICA - ESCO E FACILITY Il pi importante ente di certificazione italiano, leader in Europa
MANAGEMENT nellattivit di valutazione della conformit e di laboratorio di prova
Associazione confindustriale di categoria che rappresenta le nei settori elettrico, elettronico e gas.
imprese costruttrici di Impianti Tecnologici e i fornitori di Servizi di
Efficienza Energetica (ESCO) e Facility Management.

CEI UNAE
COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO ISTITUTO NAZIONALE DI QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE
Ente riconosciuto dallo Stato italiano e dallUnione Europea per la DINSTALLAZIONE IMPIANTI
normazione e lunificazione del settore elettrotecnico, elettronico e Associazione senza scopo di lucro che persegue il miglioramento
delle telecomunicazioni. tecnico nellesecuzione degli impianti elettrici, promuovendo
iniziative per la crescita professionale delle imprese di installazione.

CNA UTILITALIA
CONFEDERAZIONE NAZIONALE DELLARTIGIANATO FEDERAZIONE DELLE IMPRESE AMBIENTALI,
E DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA ENERGETICHE ED IDRICHE
Costituisce il sistema nazionale ed unitario di rappresentanza Federazione che riunisce le aziende di servizi pubblici che operano
generale dellimpresa italiana, con particolare riferimento nei settori Ambiente, Energia Elettrica, Gas e Acqua.
allArtigianato, alle Piccole e Medie imprese, alle Piccole e
Medie Industrie, a CNA Pensionati ed ai relativi Raggruppamenti
dinteresse.

CNI
CNI - CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI
Organismo di rappresentanza istituzionale sul piano nazionale degli interessi
rilevanti della categoria professionale degli ingegneri.

Con la partecipazione di:

UNC
UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI
Associazione senza scopo di lucro impegnata in iniziative di
educazione, informazione e difesa dei consumatori e degli utenti
dei quali rappresenta i diritti in numerosi organismi.

16
ELENCO ALLEGATI
DA CONSERVARE UNITAMENTE AL PRESENTE LIBRETTO (BARRATO SE CONSEGNATO)

DICHIARAZIONE DI CONFORMIT

DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA

PROGETTO DELLIMPIANTO (SE PREVISTO)

MANUALI DUSO E MANUTENZIONE DELLE APPARECCHIATURE INSTALLATE (A CORREDO DELLE STESSE)

INDICAZIONI SUI CENTRI DI ASSISTENZA TECNICA

CONTRATTO DI MANUTENZIONE DELLIMPIANTO ELETTRICO

CONTRATTO DI MANUTENZIONE DELLIMPIANTO DOMOTICO

RAPPORTI VERIFICHE PERIODICHE

17
18
19
Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione senza lautorizzazione di Prosiel.
PRST001 01/2017
DI

PROSIEL
UN
PR IMM
I T
ST O
00 BIL

Viale Vincenzo Lancetti, 43 - 20158 Milano


1 IA CO TIN
- L RE P AT
IB AD IA A

Tel. 02 3264 206 - Fax 02 3264 395


RE
TT US MA LLA
NO

O O R GG VE
N

DI E IO N

segreteria@prosiel.it - www.prosiel.it
DE

IM SID
S

PIA EN
O A

NT ZI

P.IVA IT 13439930150 - Cod. Fisc. 97264590155


O ALE
EL -
ET III
TR ED
IC IZ
DI

O IO
TA

NE