Sei sulla pagina 1di 19

NEWSLETTER N 112

MAGGIO 2017

EDITORIALE SOMMARIO

1 Editoriale

4 Diritto del Lavoro

4 Attualit

8 Le Nostre Sentenze

12 Assicurazioni, Locazioni,
Responsabilit Civile

12 Tra le Nostre Sentenze


Leditoriale di questo mese larticolo dellAvv. Salvatore
Trifir pubblicato sulla rivista online di AIDP, in occasione del
suo decennale1 13 Osservatorio sulla
Cassazione
Nel corso dellultimo decennio sono state diverse le riforme
rivoluzionarie (o, per lo meno, annunciate come tali), a partire 15 Il Punto Su
da quella - che, per la verit, a breve compir 14 anni - definita
legge Biagi (il d.lgs. 10 settembre 2003, n. 276). 18 Rassegna Stampa

Questa stata forse la prima ad introdurre in modo consapevole 19 Contatti


lequazione tra flessibilit e incentivo alloccupazione, sia
disciplinando ex novo molti istituti, quali il distacco, lappalto,
il lavoro intermittente e ripartito, il contratto a progetto e il
lavoro accessorio; sia rinnovando la normativa in materia di
somministrazione e agenzie per il lavoro (e forse passer alla
storia per questo), nonch il part time, lapprendistato e il contratto
di inserimento. Il pensiero sottostante a questa riforma, al di l
dei meriti e demeriti nella disciplina dei singoli istituti, stato

1Articolo pubblicato su http://www.aidp.it/hronline/2017/5/9/10-anni-di-diritto-del-lavoro.php

1
Newsletter
quello di ritenere che, con il moltiplicarsi delle (L. 4 novembre 2010 n.183) che, nellambito di
opzioni contrattuali nella disciplina del rapporto misure eterogenee, ha introdotto, con lart. 32,
di lavoro, ciascuna delle quali in qualche modo il doppio onere di impugnazione e deposito del
meno stringente per le imprese e con minori ricorso entro un termine di decadenza sia per
tutele per il lavoratore, si sarebbe incrementato i licenziamenti che per trasferimenti, contratti
il dato occupazionale, favorito anche attraverso a termine, contratti a progetto e, persino,
le cosiddette politiche attive. Il retropensiero risoluzioni di rapporti di lavoro dei quali fosse
stato, dunque, quello di ritenere che causa controversa la natura subordinata.
prima della disoccupazione fosse leccesso di
protezione goduto dai lavoratori, sia in fase di Con questa norma viene confermata la linea
gestione del rapporto, che al momento della di tendenza del legislatore anche per gli
risoluzione dello stesso, nonch limpossibilit anni successivi, basata sulla convinzione che
della principale tipologia standard, quella del riducendo le tutele sostanziali e processuali in
lavoro subordinato a tempo indeterminato, ipotesi di risoluzione del rapporto le imprese
di rispondere a tutte le variegate esigenze di sarebbero state indotte alle assunzioni e a ridurre
elasticit presenti nelle moderne organizzazioni cos la disoccupazione.
imprenditoriali. Inoltre, le politiche attive Lidea sbocciata con la legge Fornero (L.
avrebbero dovuto facilitare lincontro tra 28 giugno 2012 n. 92) e, successivamente,
domanda e offerta di lavoro. lamericaneggiante Jobs Act (legge delega
10 dicembre 2014, n. 183 e successivi decreti
Alla riforma Biagi ne sono seguite altre che, attuativi), preceduto dal Decreto Poletti (decreto
bene o male, hanno sempre mantenuto questo legge 20 marzo 2014, n. 34).
filo conduttore: intervenire in modo, pi o meno
organico, sulle tipologie speciali e atipiche Qui il legislatore, oltre ad intervenire di nuovo
di rapporto di lavoro (talvolta modificando le sugli ambiti consueti che gi erano stati oggetto
disposizioni introdotte dalle precedenti riforme, di precedenti riforme (tipologie speciali di
basti pensare agli svariati interventi sulla rapporto, contratti di collaborazione) - ha
disciplina dei contratti a termine, del part time rotto il tab, dellart. 18 eliminando il diritto
e dei contratti a progetto) e, al tempo stesso, alla reintegrazione nel posto di lavoro, salvo i
introdurre incentivi alle assunzioni di categorie casi di motivo illecito o insussistenza del fatto
disagiate. contestato. Reintegrazione per vero ormai solo
virtuale, tenuto conto che i lavoratori reintegrati
Nel 2010 stato il turno del Collegato Lavoro nel 99% dei casi optano per la soluzione
monetaria legislativamente prevista. Tale norma
stata sostituita per i nuovi assunti, con le
cosiddette tutele crescenti. Una norma che,
da simbolo dei traguardi raggiunti negli anni 70
dalla classe operaia, stata ritenuta, quarantanni
dopo, aver contribuito al disfacimento delle
conquiste dei lavoratori e causa prima della crisi
delle assunzioni nei settori produttivi.

Queste riforme, spesso modificate in corso di


attuazione, hanno anche raggiunto qualche

2
Newsletter
positivo risultato. Tuttavia, esse si sono leconomia e il lavoro nelle imprese.
sviluppate su una visione un po fideistica
del mercato del lavoro: quella secondo In questottica, anche il lavoro autonomo
cui, per invertire il trend negativo del dato nellambito dellimpresa, demonizzato e
occupazionale, sarebbe stato sufficiente ridurre costretto in ambiti sempre pi ristretti, potrebbe
i rischi di conseguenze pregiudizievoli per i invece essere uno strumento di sviluppo e di
datori di lavoro in ipotesi di licenziamento; flessibilit pi utile di tanti contratti di lavoro
aumentare lofferta delle tipologie contrattuali atipici: sia perch consente ai lavoratori di
di rapporto di lavoro disponibili; e imporre coordinare pi facilmente i propri impegni
alle aziende, una volta esteso il novero dei professionali e le proprie esigenze di vita; sia
contratti atipici, di farvi rientrare a forza anche perch, di norma, consente redditi superiori a
ci che prima rientrava nel lavoro autonomo e quelli di un dipendente.
parasubordinato.
Quel lavoro autonomo, contraddittoriamente Resta, infine, la constatazione che vi una
penalizzato dal legislatore, a fronte della pressione fiscale insostenibile ed una ingente ed
domanda di maggior flessibilit richiesta dalle improduttiva spesa pubblica. Senza interventi
imprese. A ben vedere i momenti della storia strutturali in questo campo qualsiasi intervento
recente del nostro paese in cui la crescita sulla normativa del lavoro non potr utilmente
occupazionale stata maggiore sono stati quelli contribuire alla ripresa.
in cui essa cresciuta di pari passo con quella
economica. E ci avvenuto a prescindere Salvatore Trifir
dalle tutele, pi o meno forti, di cui godevano
i lavoratori, e a prescindere dallampiezza delle
tipologie contrattuali utilizzabili.

Le imprese assumono quando aumenta la


domanda dei prodotti e servizi dalle stesse
offerti. Se questa domanda manca, la facilit
di licenziare e la possibilit di utilizzare forme
contrattuali precarie non pu invertire un trend
che dipende da ben altri fattori, ma contribuisce
a creare precariet e demotivazione.

Per incrementare loccupazione necessario


laumento di domanda nel mercato interno.
Per ottenere questo risultato, la flessibilit, che
talvolta sinonimo di precariet, non detto
sia lo strumento giusto. La domanda interna si
alimenta riducendo il costo del lavoro, e il costo
del lavoro non va ridotto riducendo il salario
dei lavoratori, ma riducendo il cuneo fiscale
concedendosi reciproci vantaggi a imprese e
lavoratori. Aumenta cos il circolante e cos
inizia quel circolo virtuoso idoneo a far ripartire

3
Newsletter
invece, delle sanzioni collegate al tributo ed
agli interessi di mora. Qualora la controversia
DIRITTO DEL LAVORO sia relativa esclusivamente agli interessi di
mora o alle sanzioni non collegate ai tributi, la
stessa potr essere definita tramite il pagamento
Attualit del 40% degli importi in contestazione. Il
pagamento dei suddetti importi potr avvenire
anche ratealmente (massimo tre rate), sempre
che limporto sia superiore ad 2.000,00.

Si segnala che la definizione della controversia


non comporta la restituzione al contribuente
delle somme gi versate, ancorch eccedenti
rispetto a quanto dovuto per la definizione.

Qualora il contribuente decida di definire la


controversia ai sensi del Decreto, lo stesso dovr
Le novit del Decreto Fiscale in fare apposita istanza al giudice; in tal caso, il
giudizio sar sospeso sino al 10 ottobre 2017,
ambito di lavoro
data entro la quale dovr essere versata la prima
A cura di Francesco Torniamenti rata del dovuto.

In data 24 aprile 2017 entrato in vigore il Nel caso in cui lufficio fiscale si rifiuti di definire
Decreto Legge n. 50/2017 (c.d. Manovrina la controversia nei termini di cui sopra, lo stesso
Fiscale), concernente Disposizioni urgenti dovr notificare il diniego entro il 31 luglio
in materia finanziaria, iniziative a favore degli 2018. Il diniego impugnabile dal contribuente
enti territoriali, ulteriori interventi per le zone innanzi al giudice ove pende la lite.
colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo
che, tra laltro, ha apportato alcune novit Premio di produttivit.
concernenti lambito lavoristico. In particolare, Lart. 55 del Decreto prevede uno sgravio
la riforma riguarda i seguenti aspetti. contributivo dei premi di produttivit per le
aziende che coinvolgono pariteticamente i
Definizione agevolata delle controversie lavoratori nellorganizzazione del lavoro.Ai sensi
tributarie. dellart. 4 del Decreto Ministeriale del 25 marzo
Ai sensi dellart. 11 del Decreto, tutte le 2016, detta condizione si considera osservata
controversie tributarie di cui parte lagenzia ove il datore di lavoro abbia stipulato contratti
delle entrate pendenti in ogni stato e grado del collettivi di secondo livello che prevedano
giudizio possono essere definite, su domanda strumenti e modalit di coinvolgimento dei
del ricorrente, tramite il pagamento di una lavoratori nellorganizzazione del lavoro (ad
somma che comprenda tutti gli importi che hanno esempio, attraverso la costituzione di gruppi di
formato oggetto di contestazione, compresi lavoro nei quali operino responsabili aziendali
gli interessi per ritardata iscrizione al ruolo e lavoratori finalizzati al miglioramento o
(sino al sessantesimo giorno successivo alla allinnovazione di aree produttive). In tali
notifica dellatto introduttivo), con esclusione, casi, laliquota contributiva IVS (Invalidit,

4
Newsletter
Vecchiaia e Superstiti), a carico del datore
di lavoro, ridotta del 20% nei limiti di
un massimale imponibile di 800 euro. Per
il lavoratore , invece, previsto un sgravio
contributivo totale. Tali premi, inoltre, saranno
parzialmente detassabili sino al limite di euro
3.000 (si applicher limposta sostitutiva del
10%).

APE Sociale per lo svolgimento dei lavori


usuranti. LInps apre alle convivenze di
Lart. 1, co. 179 della L. n. 232/2016 ha previsto fatto e alle nuove unioni civili
che i lavoratori che svolgono mestieri fisicamente
usuranti (individuati nellallegato C della A cura di Jacopo Moretti e Maddalena
legge di bilancio, ad es., operai dellindustria Saccaggi
estrattiva o delledilizia, conduttori di mezzi
pesanti, professioni sanitarie, facchini ecc.), A quasi un anno dallemanazione della Legge 20
qualora siano in possesso dei requisiti anagrafici maggio 2016, n. 76 (pi conosciuta come Legge
e contributivi (63 anni di et e 36 anni di Cirinn) che ha disciplinato le convivenze di
contribuzione) possono accedere ad un anticipo fatto e le unioni civili tra persone dello stesso
pensionistico se lattivit usurante svolta in via sesso, lInps, con la Circolare n. 84 del 5 maggio
continuativa da almeno sei anni. Lart. 53 del 2017, fornisce chiarimenti circa gli effetti di
Decreto precisa che, perch lattivit usurante tale Legge su prestazioni a sostegno del reddito
sia considerata continuativa, necessario che erogate in favore dei conviventi di fatto e in
la stessa non abbia subito interruzioni superiori favore di persone dello stesso sesso legate da
ai dodici mesi nei sei anni precedenti, e sempre unione civile.
che la citata attivit sia stata svolta nel settimo
anno precedente per un periodo complessivo Ai sensi della precitata Legge n. 76/2016, per
pari a quello dellinterruzione. conviventi di fatto si intendono due persone
maggiorenni unite stabilmente da legami
DURC. affettivi di coppia e di reciproca assistenza
Lart. 54 del Decreto stabilisce, infine, che il morale e materiale, non vincolate da rapporti
DURC venga rilasciato anche nel caso in cui di parentela, affinit o adozione, da matrimonio
il datore di lavoro dichiari di volersi avvalere, o da un'unione civile; per laccertamento
nei confronti degli agenti della riscossione, della stabile convivenza si fa riferimento alla
della procedura di definizione agevolata dei dichiarazione anagrafica. La fonte regolatrice
debiti contributivi, ai sensi dellart. 6, D.L. n. dei rapporti patrimoniali tra conviventi di fatto
193/2016. In tal caso, la validit del DURC relativi alla loro vita in comune pu essere di
sar subordinata al pagamento degli importi natura negoziale, ossia il c.d. contratto atipico
previsti nellambito della definizione agevolata, di convivenza.
in quanto il mancato versamento, anche di una
sola rata, comporter lannullamento di tutti Quanto alle unioni civili tra persone dello stesso
DURC rilasciati dagli enti preposti. sesso, la stessa Legge statuisce che: al solo
fine di assicurare l'effettivit della tutela dei

5
Newsletter
coltivatori diretti, titolari delle pensioni a carico
delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi
(artigiani, commercianti, coltivatori diretti,
coloni e mezzadri) il cui nucleo familiare abbia
un reddito complessivo al di sotto dei limiti
stabiliti annualmente dalla legge.

Per le suddette prestazioni, la Circolare n.


84/2017 stabilisce quale sia il nucleo di
riferimento per le unioni civili e come si
determini, in caso di convivenza, il reddito di
diritti e il pieno adempimento degli obblighi riferimento.
derivanti dall'unione civile tra persone dello
stesso sesso, le disposizioni che si riferiscono Quanto al nucleo di riferimento per le unioni
al matrimonio e le disposizioni contenenti civili, la Circolare prevede i seguenti tre casi:
le parole coniuge, coniugi o termini
equivalenti, ovunque ricorrono nelle leggi, 1) nucleo in cui solo una delle due parti
negli atti aventi forza di legge, nei regolamenti dellunione lavoratore dipendente o
nonch negli atti amministrativi e nei contratti titolare di prestazione previdenziale: sar
collettivi, si applicano anche ad ognuna delle riconosciuta la prestazione familiare (AFN
parti dell'unione civile tra persone dello stesso o AF) alla parte dellunione civile priva di
sesso (art. 1, comma 20). posizione tutelata.
2) Nucleo formato da persone dello stesso
In ragione dellintroduzione di queste due sesso con unione civile e figli di una delle
nuove posizioni soggettive meritevoli di tutela, due parti dellunione nati precedentemente
vengono cos estesi, anche ai conviventi di fatto allunione stessa: (i) nulla cambia nel caso
e in caso di unione civile tra persone dello stesso in cui uno dei due genitori abbia la posizione
sesso, l'Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) tutelata e laffido sia condiviso oppure
e gli Assegni Familiari (AF). esclusivo. A tali figli, infatti, viene garantito
in ogni caso il trattamento di famiglia su
Come noto: (i) l'Assegno per il Nucleo Familiare una delle due posizioni dei propri genitori,
(ANF) erogato dallInps spetta ai nuclei a nulla rilevando la successiva unione civile
familiari dei lavoratori dipendenti iscritti alle contratta da uno di essi; (ii) ove si tratti di
casse gestite dallInps, dei titolari delle pensioni genitori separati o naturali, privi entrambi
e delle prestazioni economiche previdenziali di una posizione tutelata, la successiva
da lavoro dipendente (disoccupazione, unione civile di uno dei due con altro
CIGS, maternit), dei lavoratori assistiti soggetto - lavoratore dipendente o titolare
dall'assicurazione contro la tubercolosi, del di prestazione previdenziale sostitutiva -
personale statale in servizio e in quiescenza e garantisce il diritto allANF/AF per i figli
dei dipendenti e pensionati degli enti pubblici dellaltra parte dellunione civile.
anche non territoriali; (ii) gli Assegni Familiari 3) Nucleo formato da persone dello stesso
(AF) di cui al DPR 30 maggio 1955, n.797 sono sesso con unione civile e figli di una delle
prestazioni erogate per il sostegno delle famiglie due parti nati dopo lunione: lassegno potr
di coltivatori diretti, coloni e mezzadri, piccoli essere erogato dallInps allorch il figlio sia

6
Newsletter
stato inserito allinterno dellunione civile. 3, art.1 della legge n.76/2016, dovr farsi
riferimento agli atti dellunione civile
Quanto al reddito di riferimento per le registrati nellarchivio dello stato civile;
convivenze di fatto, la Circolare dispone che, d) trattandosi di dati detenuti da altra
ai fini della determinazione dello stesso, pubblica amministrazione, ai fini della
assimilabile ai nuclei familiari coniugali la sola concessione del diritto sar sufficiente
situazione dei conviventi di fatto, che abbiano la dichiarazione del richiedente, nella
stipulato il contratto di convivenza, qualora dal domanda, di essere coniuge/unito civilmente/
suo contenuto emerga con chiarezza lentit convivente di fatto ai sensi del comma 50
dellapporto economico di ciascuno alla vita in della legge 76/2016.
comune.
In chiusura, la Circolare stabilisce che
La Circolare prevede, inoltre, che lassegno le disposizioni hanno effetto, ai fini del
per congedo matrimoniale quale prestazione riconoscimento del diritto alle prestazioni
previdenziale prevista per ciascun lavoratore o pensionistiche e previdenziali e dellapplicazione
lavoratrice che contragga matrimonio civile o delle disposizioni che le disciplinano, a
concordatario, per un congedo della durata di 8 decorrere dal 5 giugno 2016.
giorni da fruire entro i 30 giorni successivi alla
data corrisposta ad entrambi i coniugi quando
luno e laltra vi abbiano diritto - spetti anche
in caso di unione civile tra persone dello stesso
sesso.

La Circolare precisa, anche, che il matrimonio


contratto allestero da cittadini italiani con
persona dello stesso sesso produce gli effetti
dellunione civile regolata dalla legge italiana.

La Circolare fornisce, altres, le indicazioni


operative per richiedere le prestazioni di che
trattasi: Guarigione anticipata dalla
malattia. Obblighi del lavoratore
a) la domanda potr essere inoltrata allInps e del datore.
in via telematica, seguendo le procedure gi (circolare INPS del 2 maggio 2017, n. 79)
esistenti per le prestazioni di riferimento;
b) nella domanda per le suddette prestazioni A cura di Francesco Torniamenti
familiari il richiedente tenuto a dichiarare
sotto la propria responsabilit, ai sensi Con la circolare n. 79 del 2 maggio 2017,
dellart.46 del DPR 445/2000, lo stato di lINPS delinea gli obblighi del lavoratore e del
coniuge, unito civilmente, convivente datore di lavoro in caso di guarigione anticipata
di fatto ex comma 50 dellart.1 della legge dalla malattia, rispetto alla prognosi definita dal
76/2016; medico competente.
c) per quanto riguarda la qualificazione
di unito civilmente ai sensi del comma In primo luogo, lINPS afferma che il lavoratore

7
Newsletter
- in caso di guarigione anticipata dalla malattia alla visita domiciliare di controllo (ovvero la
rispetto alla prognosi inziale - ha lobbligo decurtazione dellindennit in misura variabile
(sia nei confronti dellEnte Previdenziale che in proporzione al numero di rientri anticipati al
del datore di lavoro) di chiedere al medico lavoro senza previa informativa allIstituto).
competente di rettificare il certificato medico.
Tale obbligo rientra nel dovere del lavoratore
di tenere, nei confronti dellEnte previdenziale, Le nostre sentenze
un comportamento di massima collaborazione
e correttezza, che gli impone di comunicare
il venir meno della condizione morbosa,
presupposto per lerogazione della prestazione
economica dal parte dellIstituto. Lobbligo
di rettifica del certificato previsto anche nel
disciplinare tecnico allegato al decreto del
Ministero della Salute del 26 febbraio 2010,
che impone al medico curante di rettificare il
certificato medico in caso di riduzione della
prognosi.

Il rientro del lavoratore al lavoro - prima del LA SENTENZA DEL MESE


decorso della prognosi - senza che sia stato
rettificato il certificato medico telematico, 1 Bacco e Venere
danneggia lINPS che, infatti, da una parte
eroga al lavoratore prestazioni economiche non A cura di Stefano Beretta, Luca Peron, Orazio
Marano e Tiziano Feriani
dovute e, dallaltra, pu incorrere in valutazioni
di competenza inappropriate (inviando, ad
esempio, inopportuni ed inutili controlli al Dice il noto proverbio che Bacco con
domicilio del lavoratore, con derivanti oneri a tabacco e Venere riducono luomo in cenere.
carico dellIstituto stesso). Dice il Giudice che Bacco anche senza
tabacco e Venere possono far perdere il posto
Daltro canto, il datore di lavoro che consente al di lavoro.
dipendente la ripresa dellattivit lavorativa, in
presenza di un certificato con prognosi ancora La sentenza di questi giorni (tecnicamente
in corso, agisce in violazione dellart. 2087 cod. una ordinanza emessa in ambito rito Fornero).
civ. che, come noto, impegna il datore di lavoro Protagonista il triangolo: Lui, Lei e Laltro,
ad adottare tutte le misure necessarie a tutelare tutti colleghi di lavoro. Lantefatto, una cena
lintegrit fisica dei prestatori di lavoro. aziendale di fine anno; il fatto, il dopo cena.

Al fine di scongiurare le suddette condotte, Dopo la cena dai molti brindisi, Lui si reca nel
lINPS prevede che il dipendente che ritorna al parcheggio attiguo ai locali aziendali e vede
lavoro anticipatamente dalla malattia senza Lei (pure ex, come poi emerger) appartata
previamente comunicarlo allEnte sia passibile in macchina con Laltro. E assolutamente
delle stesse sanzioni previste dalla circolare indifferente cosa stesse facendo Lei con
n. 166/1988 nel caso di assenza ingiustificata Laltro, dice il Giudice. Ci che rileva il

8
Newsletter
comportamento di Lui che, verosimilmente
spinto anche da Bacco, savvicina minaccioso
e prende a calci e pugni lautovettura-alcova
costringendo Lei e Laltro a scendere. Qui
subentra Venere a dar manforte a Bacco e Lui
aggredisce Laltro che, comprendendo di non
doverne fronteggiare uno, ma tre, fugge mentre
Lei si rifugia in macchina per evitare il peggio
e l rimane fino allorario di apertura del locale
aziendale, dove avrebbe dovuto iniziare il turno. 2 Mette in vendita Smartphone
Ed anche Lui attende. Trovate le forze per rigenerati senza avvertenze:
uscire dalla macchina, Lei entra in azienda ma licenziamento giusto
viene verbalmente aggredita da Lui che, pur
non essendo di turno, vuole entrare con Lei Tribunale di Milano, 27 aprile 2017, ord.
nel locale aziendale, verosimilmente non per
svolgere attivit lavorativa. Ed inveisce anche A cura di Marina Olgiati
contro il Responsabile che non lo fa entrare,
battendo pugni e calci sulla vetrata aziendale, La messa in vendita di Smartphone senza
sino a che non si fanno intervenire i Carabinieri, lindicazione che si tratta di prodotti rigenerati
che invitano il protagonista a privarsi della giustifica il licenziamento del dipendente
compagnia di Bacco e Venere e raccolgono responsabile dellomissione.
la denuncia di Lei, invitata anche a recarsi in
ospedale per gli accertamenti del caso. Capita spesso di leggere annunci pubblicitari
riguardanti lofferta di telefoni cellulari a
Alla contestazione, Lui reagisce riconoscendo prezzi molto convenienti, che recano la dicitura
il proprio comportamento che attribuisce a rigenerati o ricondizionati o refurbished.
qualche bicchiere di troppo e confidando nella
clemenza aziendale, peraltro non conseguita Uno smartphone rigenerato un articolo
e viene licenziato. Lui si rivolge al Giudice che gi stato venduto, ma poi stato reso
che, tuttavia, valutato complessivamente il dal cliente per difetti di vario tipo; dopo i
comportamento tenuto prima nel parcheggio necessari controlli viene riparato, reimballato e
aziendale e poi in prossimit dei locali aziendali, rivenduto funzionante ad un prezzo pi basso
afferma che si tratta di comportamento che di quello del prodotto nuovo. Tale operazione
denota linclinazione del lavoratore alla di rigenerazione pu essere effettuata sia dal
reazione fisica e violenta incontrollata rispetto produttore che dal rivenditore autorizzato. Tutto
a situazioni di potenziale conflittualit e ci legale, purch sullarticolo messo in vendita con
costituisce un comportamento idoneo ad tali caratteristiche sia indicato che il prodotto
interrompere il rapporto fiduciario. non nuovo e vi sia la certificazione di chi lo ha
Il Giudice aggiunge che va tutelato linteresse ricondizionato.
della societ resistente ad evitare, stante
la evidenziata incapacit del ricorrente ad Nel caso giudicato dal Tribunale di Milano,
autocontrollarsi, ogni contatto con gli ex un dipendente di elevato livello professionale,
colleghi quantomeno sul luogo di lavoro o in con mansioni di buyer della telefonia, aveva

9
Newsletter
concluso, per conto dellazienda, un contratto
con un fornitore per la consegna di una partita
di telefoni cellulari.

Nella proposta di vendita, il fornitore aveva


inequivocabilmente indicato che lofferta
si riferiva a smartphone ricondizionati, con
garanzia prestata dello stesso fornitore.

Ciononostante, il buyer aveva, dapprima,


reclamizzato quei prodotti sul volantino delle Al riguardo, non era scusabile lerrore addotto
promozioni aziendali, senza indicare che si dal lavoratore, che aveva sostenuto di essere
trattava di prodotti rigenerati e, in un secondo stato convinto che si trattasse di prodotti
momento, pur a fronte delle segnalazioni nuovi; infatti, lofferta del fornitore indicava
dei direttori di vari negozi della societ, che chiaramente che si trattava di prodotti rigenerati.
rappresentavano di avere direttamente constatato
la vera natura dei prodotti in questione e che Ancora pi grave stato giudicato il
riferivano che numerosi clienti avevano restituito comportamento del lavoratore, che, dopo avere
gli apparecchi acquistati, lamentando vizi e avuto evidenza concreta che i telefoni cellulari
difetti estetici o di funzionamento (addirittura messi in vendita in negozio erano rigenerati,
era risultato che gli apparecchi venduti non si limitato a supporre erroneamente che
erano commercializzabili sulla piattaforma si trattasse di prodotti rigenerati di classe A,
del produttore e che i correlativi codici IMEI ordinando perci di continuare la vendita. Ma
corrispondevano ad apparecchiature distrutte tale preteso errore era ancor meno plausibile,
e non pi in commercio), aveva ordinato considerato che il dipendente aveva anche
di continuare ugualmente la vendita, dando dimostrato di conoscere che i prodotti
assicurazioni che i telefoni erano s rigenerati, direttamente ricondizionati dal produttore
ma di classe A, ovvero ricondizionati venivano venduti in una confezione di cartone,
direttamente dal produttore e, quindi, vendibili recante il logo del produttore e la dicitura
senza problemi. che lapparecchio era ricondizionato con
certificazione del medesimo produttore; gli
La societ datrice, dopo avere effettuato gli smartphone da lui acquistati per conto della
opportuni accertamenti, ha disposto il blocco datrice, invece, erano avvolti da un semplice
delle vendite, il ritiro degli smartphone dai involucro di cellophane.
punti di vendita e la sostituzione dei resi con
prodotti nuovi. La decisione ha, altres, dato rilievo al danno
patito dalla societ, costituito non solo dalle
Il Tribunale ha ritenuto che le condotte del perdite patrimoniali, ma anche dal danno
lavoratore costituivano un inadempimento potenziale allimmagine e alla reputazione
grave. , infatti, una grave inadempienza la commerciale.
messa in vendita e la pubblicit di smartphone
ricondizionati senza la relativa indicazione, Complessivamente, la condotta contestata
ingenerando, in tal modo, la convinzione che si stata ritenuta lesiva del rapporto fiduciario e,
tratti di apparecchi nuovi. quindi, giustamente passibile di licenziamento,

10
Newsletter
considerato, in particolare, che le mancanze pretesamente dovuto per essere stato nominato
hanno riguardato il nucleo essenziale delle consigliere di amministrazione senza deleghe
mansioni affidate al lavoratore, il ruolo, le della societ di cui era dipendente.
responsabilit e il livello di inquadramento.
La prima domanda stata rigettata allo stato
Il caso esaminato, al di l delle interessanti degli atti, senza esperimento di alcuna istruttoria,
implicazioni giuridiche, di attualit, essendo essendo pacifico che il lavoratore percepiva un
frequenti i casi di truffa ai danni del superminimo individuale molto elevato per cui
consumatore, che acquisti a basso prezzo - la sua retribuzione complessiva, tenuto conto di
spesso online smartphone, che si rivelino poi tale superminimo e degli altri benefit, era di gran
inutilizzabili. lunga superiore ai minimi retributivi previsti dal
Attenzione, dunque: la vendita di telefoni C.C.N.L. dirigenti industria (la cui applicazione
cellulari ricondizionati legale, ma il stata richiesta dal lavoratore ex art. 36 Cost.).
rischio di spiacevoli inconvenienti concreto;
per evitare problemi, occorre essere accorti, La sentenza ha ritenuto che, in base al principio
accertando sempre che lapparecchio rigenerato generale della assorbibilit del superminimo,
che si sta acquistando presenti una garanzia e leventuale riconoscimento della qualifica
controllando il soggetto che labbia prestata. superiore irrilevante, non discendendo da
esso alcuna pretesa differenza retributiva.
La sentenza ha richiamato la giurisprudenza
consolidata di legittimit e di merito per cui
il superminimo non assorbibile solamente
laddove sia espressamente qualificato come tale
dal contratto individuale di lavoro, ovvero dalla
contrattazione collettiva che lo ha previsto.

La seconda domanda, relativa al compenso


come consigliere di amministrazione, stata
rigettata poich, in assenza di conferimento di
3 Qualifica superiore e deleghe gestionali, la mera partecipazione ai
assorbimento del superminimo Cda comporta il diritto al compenso solo se
individuale ci stato previsto al momento della nomina.
Allorch, invece, come nel caso di specie,
Tribunale di Milano, sentenza 10 aprile la delibera di nomina nulla abbia previsto in
2017 merito ad un eventuale compenso, lo stesso
deve ritenersi escluso e, comunque, rinunciato.
A cura di Tommaso Targa

Nel caso di specie, il ricorrente, assunto


con qualifica di quadro, ha rivendicato
linquadramento dirigenziale sul presupposto
delle elevate mansioni dal medesimo svolte
per tutto il corso del rapporto di lavoro. Ha
chiesto, inoltre, il pagamento del compenso

11
Newsletter
immeritevole di tutela ai sensi dell'art. 1322
ASSICURAZIONI, LOCAZIONI, c.c., comma 2, in quanto realizza un ingiusto
RESPONSABILIT CIVILE e sproporzionato vantaggio dell'assicuratore,
e pone l'assicurato in una condizione di
indeterminata e non controllabile soggezione.

Cassazione, sentenza 28 aprile 2017, n.


10506/2017

A cura di Bonaventura Minutolo e Teresa


Cofano

Registrazione tardiva del contratto


di locazione - effetti Rc auto azione nei confronti
dellimpresa designata per conto del
In tema di locazione immobiliare ad uso non fgvs successiva identificazione del
abitativo, la mancata registrazione del contratto, responsabile
prevista dallart. 1, comma 346, della l. n. 311
del 2004, ne determina la nullit ex art. 1418 c.c. Esperita lazione risarcitoria nei confronti
che, tuttavia, attesa la sua atipicit, desumibile dellimpresa designata per conto del Fondo di
dal complessivo impianto normativo in materia garanzia per le vittime della strada, ricorrendone
ed in particolare dalla espressa previsione di i presupposti, la successiva identificazione del
forme di sanatoria, sanata con effetti ex tunc responsabile del sinistro non esplica alcuna
dalla tardiva registrazione del contratto. influenza sulla legittimazione sostanziale
e processuale di detta impresa, che resta
Cassazione, sentenza 28 aprile 2017, n.10498 stabilizzata per tutto il corso del giudizio

Cass. sentenza 22 novembre 2016, n. 23710


Clausola claims made

La clausola c.d. claim's made, inserita in un Tra le nostre sentenze


contratto di assicurazione della responsabilit
civile stipulato da un'azienda ospedaliera, Il recesso ad nutum dellagente, avvenuto pochi
per effetto della quale la copertura esclusiva giorni prima di una verifica amministrativa dalla
prestata solo se tanto il danno causato quale sia emerso un pesante sbilancio di cassa,
dall'assicurato, quanto la richiesta di risarcimento ha natura evidentemente strumentale, in quanto
formulata dal terzo, avvengano nel periodo di non persegue semplicemente il risultato della
durata dell'assicurazione, un patto atipico risoluzione del rapporto, ma mira a prevenire il

12
Newsletter
recesso per giusta causa della Compagnia e la caso di specie, per soppressione della posizione
conseguente perdita delle indennit. lavorativa), precisando che il contemperamento
fra gli opposti interessi non pu risolversi
Esso da ritenersi, quindi, contra legem e bilanciando tra loro, da un lato, quello
configura unipotesi di abuso del diritto. imprenditoriale ad un incremento di produttivit
e, potenzialmente, di redditivit e, dallaltro,
Tribunale di Milano, sentenza n. 4741 del 28 quello del dipendente a mantenere una data
aprile 2017 occupazione, in quanto un bilanciamento del
genere presupporrebbe, a monte, la risposta
allinterrogativo su quale sia il limite consentito
del saggio di profitto, al quale non pu
rispondersi in sede giudiziaria.

La Suprema Corte ha precisato che la


riorganizzazione deve essere genuina,
precedere logicamente e/o cronologicamente
il licenziamento (che, altrimenti, sarebbe un
mero effetto di risulta di una scelta diversa
da quelle tecnico-organizzative e produttive
consentite dallart. 3 della legge 604/1966)
OSSERVATORIO SULLA e derivare da necessit non meramente
CASSAZIONE contingenti e transeunti (cio non destinate ad
essere certamente riassorbite in un breve arco
di tempo).

A cura di Stefano Beretta e Antonio Cazzella

Licenziamento per ragioni Licenziamento del lavoratore


organizzative: non si richiede che disabile assunto obbligatoriamente
lazienda sia in perdita
Con sentenza n. 10576 del 28 aprile 2017 la
Con sentenza n. 13015 del 24 maggio 2017 Suprema Corte ha affermato che il datore di
la Suprema Corte ha confermato il recente lavoro pu risolvere il rapporto di lavoro del
orientamento pro business, secondo cui disabile assunto obbligatoriamente, nel caso
lesistenza di utili di bilancio non osta ad un di aggravamento delle condizioni di salute o
licenziamento per ragioni organizzative (nel di significative variazioni dellorganizzazione

13
Newsletter
del lavoro, ai sensi di quanto stabilito dallart. dipendente non aveva formulato alcuna
10, comma terzo, della legge n. 68/1999, solo deduzione in ordine allo svolgimento di
nel caso in cui la speciale commissione, di particolari attivit impegnative e/o gravose, che
cui al predetto art. 10, accerti la definitiva normalmente caratterizzano le funzioni direttive
impossibilit di reinserire il disabile allinterno e, per contro, era emerso che egli aveva goduto
dellazienda, anche attuando i possibili di pause e riposi, consumando i pasti in albergo.
adattamenti dellorganizzazione del lavoro; non In particolare, la Suprema Corte ha rilevato
, quindi, sufficiente il giudizio di non idoneit che la sola presenza sul luogo di lavoro, per un
alla mansione specifica espresso dal medico tempo superiore allorario normale di lavoro,
competente nellesercizio della sorveglianza non sufficiente a dimostrare lo svolgimento di
sanitaria effettuata ai sensi del d.lgs. n. 81/2008. lavoro usurante e, quindi, a determinare anche il
diritto ad un compenso per lavoro straordinario.
La Suprema Corte ha evidenziato, altres, che
non assume alcun rilievo la circostanza che
lintervento del medico competente sia stato
sollecitato dallo stesso lavoratore e che la
diagnosi di inidoneit fosse stata auspicata da
questultimo, stante linderogabilit delle norme
a tutela della disabilit.

Onere probatorio del lavoratore in


materia di lavoro usurante

Con sentenza n. 10318 del 26 aprile 2017 la


Suprema Corte ha esaminato una fattispecie
nella quale il direttore di un albergo aveva
chiesto il risarcimento del danno per
svolgimento di lavoro usurante, affermando di
aver svolto lavoro straordinario oltre il limite
della ragionevolezza.

La Suprema Corte ha confermato la decisione


della Corte di merito, che aveva escluso
il superamento di tale limite, in quanto il

14
Newsletter
terzi promossa da una banca nei confronti di
una persona fisica (debitore della banca), con
IL PUNTO SU pignoramento degli emolumenti e compensi che
il soggetto aveva maturato quale amministratore
unico di una Societ e membro del consiglio
di amministrazione di unaltra Banca (terzi
pignorati).

Nellambito del giudizio riguardante il


procedimento di pignoramento presso terzi, il
Tribunale di Ancona con ordinanza - aveva
assegnato alla Banca procedente tutte le somme
che i terzi pignorati avevano accantonato quali
emolumenti per lattivit dellamministratore/
debitore sulla base degli incarichi societari
A cura di Vittorio Provera sopra riportati.

Il punto su: Le Sezioni Unite Era, quindi, proposta opposizione ad opera del
intervengono sulla natura del predetto amministratore, il quale affermava
rapporto tra amministratore e fra gli altri che la propria attivit doveva
societ di capitali ricondursi nellambito delle disposizioni
di cui allart. 409 n. 3 c.p.c. (quindi attivit
Il tema della qualificazione del rapporto tra una parasubordinata), con conseguente limitazione
societ per azioni ed il proprio amministratore, della pignorabilit al solo quinto del totale.
pi precisamente se sia qualificabile come La relativa decisione del Tribunale di Ancona
rapporto parasubordinato o autonomo, ovvero risultava del tutto opposta a quella del giudice
estraneo a tali ambiti, oggetto di un dibattito dellesecuzione; poich in sentenza si motivava
giurisprudenziale che dura da oltre trentanni che lattivit in questione doveva, comunque,
e che, peraltro, aveva avuto gi una presa di rientrare nellambito del cosiddetto lavoro
posizione della Corte di Cassazione a Sezione parasubordinato (pure in presenza di contrasto
Unite. giurisprudenziale) e, quindi, i relativi compensi
dovevano ritenersi impignorabili oltre al limite
Tuttavia, il nuovo assetto normativo del quinto.
sviluppatosi nellambito della disciplina delle
societ di capitali conseguente alle riforme A fronte di tale decisione era stato proposto
legislative degli ultimi anni, ha sostanzialmente ricorso avanti la Suprema Corte ad opera della
rimodificato lapproccio che, come vedremo, Banca creditrice la quale, a prescindere da
era stato assunto dalla giurisprudenza di questioni di carattere processuale, ha lamentato
legittimit nel 1994 ed ha quindi ora condotto che il giudice aveva omesso di accertare, in
ad un nuovo rilevante ripensamento della concreto, il grado eventuale di subordinazione,
qualificazione del rapporto. Il caso in esame, considerando che il debitore peraltro svolgeva
deciso dalla Corte di Cassazione a Sezione con la stessa attivit - contemporaneamente - presso
sentenza del 20 gennaio 2017 n. 1545, prende diversi Enti. Inoltre dovevano escludersi, nel
spunto da unazione di pignoramento presso caso di specie, le caratteristiche di continuit e di

15
Newsletter
coordinazione che in qualche modo qualificano lamministratore da un lato e la societ
un rapporto parasubordinato, anche ai sensi dallaltro, ciascuno autonomo centro di interessi
dellart. 409 n. 3 c.p.c. anche contrapposti; b) la cosiddetta teorica
organica, a fronte della quale si configura
La Suprema Corte, a Sezioni Unite ha, solitamente una immedesimazione dellorgano
dapprima, effettuato una ricognizione del dellamministratore nella persona giuridica che
quadro normativo di riferimento sotteso al caso rappresenta, senza possibilit di un regolamento
in esame. Pi precisamente ha rilevato che, con negoziale interno. Su questo contrasto era
le leggi n. 311/2004 e n. 80/2005, stato esteso intervenuta la stessa Cassazione a Sezioni Unite,
al settore privato la disciplina di cui al D.P.R. con pronuncia del 14 dicembre 1994 n. 10680,
n.180 del 1950, finalizzata originariamente con la quale si era affermato che allinterno
a regolamentare i rapporti di lavoro alle dellorganizzazione societaria sono individuabili
dipendenze della Pubblica Amministrazione. A rapporti di credito nascenti da unattivit (come
fronte di tali modifiche stato posto un limite quella resa dallamministratore) che ben pu
al pignoramento e sequestro di stipendi, salari e presentare i requisiti di continuit, coordinazione
retribuzioni fino alla concorrenza di un quinto; ed il carattere prevalentemente personale;
mentre nellipotesi di compensi corrisposti cosicch la natura imprenditoriale del ruolo di
nellambito di rapporti lavoro parasubordinato amministratore non impedisce la configurazione
(di cui allart 409 n. 3 c.p.c.), gli stessi sono di un rapporto di parasubordinazione; come del
sequestrabili e pignorabili nei limiti di cui resto ammesso nella figura dellinstitore (che
allart. 545 c.p.c. e, quindi, ancora una volta peraltro opera in regime di subordinazione).
nella misura di un quinto.

Dunque solo i crediti di lavoro dipendente e
parasubordinato hanno la previsione del limite
di pignorabilit.
Da ci consegue limportanza di una corretta
valutazione della riconducibilit dei compensi
percepiti dagli Amministratori nellambito
di un rapporto di lavoro subordinato o
parasubordinato, o di lavoro autonomo di altro
tipo, o di rapporto di diversa natura; poich Tuttavia detta pronuncia non ha fatto venir meno i
lesatta qualificazione giuridica del medesimo contrasti giurisprudenziali negli anni successivi,
condiziona anche la possibilit di integrale (o cosicch altre sentenze hanno affermato la
parziale) espropriazione dei compensi ad opera tesi del rapporto di lavoro autonomo, pur con
dei creditori procedenti. generico riferimento allimmedesimazione
organica; in tale panorama si altres asserito il
La Suprema Corte ha, po, i ricostruito i principio di non applicabilit del principio di cui
diversi orientamenti formatisi in dottrina allart. 36 Cost., con conseguente ammissione
ed in giurisprudenza e sintetizzabili in due della disponibilit e rinunciabilit del compenso
fondamentali teorie: a) la cosiddetta teoria (si veda tra le tante Cass. sentenza n. 19714/12).
contrattualistica, secondo la quale vi sarebbe In aggiunta, intervenuta la novit della riforma
un vero e proprio negozio giuridico che del diritto societario (D. Lgs. 168 del 2003), con
disciplina i rapporti tra due soggetti distinti, la quale lOrgano Amministrativo qualificato

16
Newsletter
come figura egemone nellorganizzazione il rapporto tra amministratore e societ non
societaria, con un potere di gestione esclusiva pu qualificarsi n come contratto dopera, n
ex art. 2380 bis c.c., nonch un potere di come rapporto subordinato o parasubordinato,
rappresentanza generale ex art. 2384 c.c.; mentre ma come rapporto di tipo societario, che in
allAssemblea dei Soci riservato un potere considerazione dellimmedesimazione organica
di autorizzazione degli atti amministrativi ex che si verifica tra persona fisica ed ente e
artt. 2364 n. 5 c.c., in presenza di previsioni dellassenza del requisito della coordinazione,
statutarie, ma senza poter limitare lautonomia non compreso in quelli previsti dallart. 409
decisionale degli amministratori. c.p.c. n. 3.

E ancora, demandata al Tribunale Ne deriva che i compensi spettanti ai predetti


dellImprese la competenza in merito alle soggetti, per le funzioni svolte in ambito
controversie relative ai rapporti societari, ivi societario, sono pignorabili senza i limiti
compresi quelli concernenti laccertamento, previsti dallart. 545 c.p.c. comma 4.
costituzione, modificazione o estinzione del
rapporto societario, compresi quelli tra societ La pronuncia costituisce una radicale
e amministratori, sullassunto che questi ultimi presa di posizione a favore della tesi della
svolgano un ruolo essenziale per la societ immedesimazione organica, sulla base del
(Cass. 9 luglio 2015 n. 14369). modello societario e struttura di governance
introdotta dalle modifiche normative.
Dal complesso di tali elementi, le Sezioni Presumibilmente ci avr anche dei riflessi sotto
Unite della Suprema Corte - nella pronuncia in altri profili, non solo relativi agli emolumenti,
esame - sono pervenute alla conclusione che ma anche al rapporto sostanziale.

17
Rassegna Stampa
Diritto24 Il Sole 24 Ore: 02/05/2017
Guarigione anticipata dalla malattia. Obblighi del lavoratore e del datore
Francesco Torniamenti

Diritto24 Il Sole 24 Ore: 09/05/2017


Mette in vendita Smartphone "rigenerati" senza avvertenze: licenziamento giusto
Marina Olgiati

AIDP - HR Online n.9, 2017


10 anni di diritto del lavoro
Salvatore Trifir

Diritto24 Il Sole 24 Ore: 18/05/2017


Le novit del Decreto Fiscale in ambito di lavoro
Francesco Torniamenti

Diritto24 Il Sole 24 Ore: 19/05/2017


La nuova norma sulle collaborazioni contenuta nello "statuto" dei lavoratori autonomi
Tommaso Targa

Diritto24 Il Sole 24 Ore: 25/05/2017


La proposta di assunzione non ha sempre natura vincolante
Antonio Cazzella

Diritto24 Il Sole 24 Ore: 26/05/2017


Le Sezioni Unite intervengono sulla natura del rapporto tra amministratore e societ di capitali
Vittorio Provera

CLICCA PER
LARCHIVIO
RASSEGNA
STAMPA

18
Contatti

MILANO ROMA

Via San Barnaba, 32 Piazza Giuseppe Mazzini, 27


20122 00195
Tel.: + 39 02 55 00 11 Tel.: + 39 06 3204744; + 39 06 37351176
Fax.: + 39 02 54 60 391; + 39 02 55 185 052; Fax.: + 39 02 54 60 391; + 39 02 55 185 052;
+39 02 55 013 295 +39 06 36000362

TORINO TRENTO

Via Raimondo Montecuccoli, 9 Via Galileo Galilei, 24


10121 38122
Tel.: + 39 011 53 06 15 Tel.: + 39 0461 26 06 37
Fax.: + 39 011 51 19 137 Fax.: + 39 0461 26 44 41

PARMA

Contatti Online
Sito web: www.trifiro.info
Indirizzo email: trifiro.partners@trifiro.it
Strada XXII Luglio, 15
43121
Tel.: + 39 0521 23 94 65 LinkedIn: Trifir & Partners Avvocati
Fax.: + 39 0521 23 0724
Twitter: @TrifiroPartners

Realizzazione Newsletter a cura di

19