Sei sulla pagina 1di 312
PROFESSIONAL BOOKS| Vv instruments Se INDICE Amuso duro 4 Adesso tu .. 6 Agnese 12 Albachiara 16 Almeno tu nel universo .. 20 Amico 9 Amico 2 (Inno dell’amicizia) 2 Ancora 26 Avrai 28 Balla 36 Bandiera bianca 33 Bella d’estate .. 38 Canzone senza inganni 42 Canzone triste 50 Canzoni stonate .. 47 Caruso 52 Centro di gravit permanente 55 Cisara .. 58 Ci vorrebbe un ami 64 Ciao pa .. 61 Come si cambia .. 68 Con le mani 74 Cosa restera degli anni ’80 1 Cosa suecede in citt 716 Cuccurucucu 79 Domenica bestiale 82 84 87 90 93 96 Fiore di maggio .. 9 Firenze (Canzone triste) .. 102 Fotoromanza 107 Gente di mare 110 Gloria 113 Grazie Roma 116 Il carrozzone 119 I mare d’inverno .. 122 Ii materasso .. 128 Il tempo se ne va 125 Inevitabile follia .. 130 To amo 133 Italia 136 Je so pazzo 138 La donna cannone 140 La leva calcistica de 144 La mia banda suona il rock 148 La notte dei pensieri 153 La rosa del’inverno .. 156 La vita 2 adesso Lanno che vera Le notti di maggio Lei verr: L’era del cinghiale bianco L’estate sta finendo Liitaliano Luci a San Siro Luna . Ma la notte no Maledetta primavera . Milano e Vincenzo Nel silenzio Non Phai Non siamo in pericolo Non so che dar Non sono una Non voglio mica la luna Notte prima degli esami Occhi di speranza Perdere l’amore Pescatore Pippo Pid su Quella carezza della sera Quello che le donne non dicono Ricordati di me Rispetto Sara perché ti amo . Self control Senza una donna . Si pud dare di pit Solo una sana e consapevole Splendida giornata .. Storie di tut Strada facendo .. Teorema ... Terra promessa Ti lascio una canzone .. Ti pretendo Ti ricordo ancora Toffee ... Una lunga storia d’amore .. Una rosa blu Una storia importante Un’estate al mare Vacanze romane Vita spericolata Pierangelo Bertoli A MUSO DURO Testo e Musica di P. A. BERTOLI Lento a- ; segue Re la Re -des-so che fa-rd, non so che di-re eho fred-do co-me quan-do sta-vo so-lo, Ho Sim Mi La Re * Fat7 sem-pre scrit-toi ver-si con la pen-na non or-di-ni pre-ci-si di la-vo-ro. Ho Sim Mi Li Re © Fat? sem-preo-dia-toi por-cied i ruf-fia-ni e quel-li che ru-ba-va-noun sa-la-rio, i Sim La Re * Fat7 fal-si che si fan-nou-na car-rie-ra con _cer-te pre-sta-zio-ni fuo-rio-ra-rio,__ Sim. Miz La Re Can-te-rd le mie can - z0-ni per Ia stra-da ed af-fron-te-r_ la Miz La LaS+ vittaa mu-so du-ro un guer-rie-ro sen-za_pa-tria.e sen-za spa-da con un pie-de nel pas La Lal Re Rent? ©1970 by Edson Musica Ds Laeeo er Gallia del Cano, 4 - 20199 Mino Tai sno ena emi deeper tates del mond, Allah eved testinal Cops secured, Sim? La vol-ti sco-no-sciu-ti: can-te-rd le mie can - zo-nia tut-ti lo-ro 126 Laz stra- da, e lo sguar-do drit-toea-per-to nel fu - E non so sea-vrd glia - po-trd di-re chei miei gior-ni liho vis - su - Re 2, Chit, mi-cia far-miil co-ro Lass Re Rem? E adesso che fard, non so che dire ho freddo come quando stavo solo. Ho sempre seritto i versi con la penna non ordini precisi di lavoro. Ho sempre odiato i porei ed i ruffiani e quelli che rubavano un salario, i falsi che si fanno una carriera con certe prestazioni fuori orario, Canter® le mie canzoni per la strada ed affronterd la vita a muso duro un guerriero senza patria e senza spada con un piede nel passato ¢ lo sguardo dritto e aperto nel futuro, Ho speso quattro secoli di vita ho fatto mille viaggi nei deserti perché volevo dire cid che penso volevo andare avanti ad occhi aperti; adesso dovrei fare le canzoni con i dosaggi esatti degli esperti ‘magari poi vestirmi come un fesso per fare il deficiente nei concerti, Re Canterd le mie canzoni per la strada ed affronterd la vita a muso duro tun guerriero senza patria e senza spada con un piede nel passato e lo sguardo dritto e aperto nel futuro. Non go se sono stato mai poeta enon mi importa niente di saperlo riempird i biechieri del mio vino. Non so com’®, per vi invito a berlo e le masturbazioni cerebrali le lascio a chi é maturo al punto giusto le mie canzoni voglio raccontarle ‘a chi sa masturbarsi per il gusto. Canter® le mie canzoni per Ia strada ed affronterd la vita a muso duro lun guerriero senza patria e senza spada con un piede nel passato elo sguardo dritto e aperto nel futuro. E non so se avrd gli amici a farmi il coro 0 se avrd soltanto volti sconosciuti: canterd le mie canzoni a tutti loro calla fine della strada, potrd dire che i miei giorni li ho vissuti © sea-vrd sol-tan-to eal-la fi-ne del-la Eros Ramazzotti ADESSO TU Testo di E. RAMAZZOTTI, A. COGLIATI Musica di E. RAMAZZOTTI, P. CASSANO. Moderatamente Na-toai bor-di di pe-ri-fe - ria Fam — Reb Fam Reb Fam Reb Fam Reb do-vei tram non van-noa-van-ti pitt do-ve Ta-riaé po - po-la-re Reb @ pit fa-ci-le so-gna-re che guar-da-rein fac-cia la real - ta... Quan-ta gen-te gio-va-ne va via a cer-ca-re pitt di quel che Fam LabMib Fam/Re Fam Reb ha for - se per-chéi pu - gni pre-si a nes-su-no liha mai re-si ibm Fam Sibm e den-tro fan - no ma-lean- cor - di pid. Ed hoim-pa - Red Do Fam. Fam sra- to che_nel-la_vi - ta nes-su-no mai. ci da di pia Sibm Sibm7 Mb Mbt Mi Lab Lab7+ (©1986 by BNA Rear: Mac Pbluhng SpA, -Vi Bache 2 S012 Mino Eon ERREBEMME 51, Vide Maza 193 - 00195 Roms Ber sense conesioned: BMG Plcstors Seo Utena! San Gian - Mien Ta dit sone oem «erp lege pe pes del onde, Al riser, henatond Copii secu — ma quan-to fia-to___ quan-ta_sa-li - ta an-da-rea-van - Fam Fam Sibm Dom oti sen-za vol-tar- si mai... EE ci sei a- des - so Reb Mib = Mibo. Lab Dom/Sol tu a da-reun sen-soai gior-ni miei va tut-to be - ne dal mo-men-to che ci Fam — Fam7/Mib Mibt Mid sei ades-so tu ma non di - men-ti-eo_ tut-ti glia - Lab Donv/Sol Fam Fam7/Mib Reb Dom -mi - cimiei_ che so-noan = co-ra la... Ei si Da & at ®, poi segue -vin-ci-ta.... A-des-s0 Lab Miz La Dofa/Solf Fai fm TMi Re sai chi@_ quel-Puo-mo che c’@inme... Na-toai bor-di di pe-ri-fe- Faden sia do - ve non ci tor- no qua - si pid LaMi— Fafm/Re Sim re-stail ven-to cheho la-scia-to Sim Sim4 Sim og - gi che mi se -iac-can- to Re Dot Fat co-meun tre-no gia pas - sa- to Fafm2 Fata og-giche ci sei sol - tan - to Re Dot Nato ai bordi di periferia dove i tram non vanno avanti pit dove Varia @ popolare ® pit facile sognare che guardare in faccia la realta. Quanta gente giovane va via a cercare pit di quel che ha forse perché i pugni presi a nessuno li ha mai resi e dentro fanno male ancor di pit. Ed ho imparato che nella vita nessuno mai ci da di pitt, ma quanto fiato quanta salita andare avanti senza voltarsi mai Ei sei adesso tu ‘a dare un senso ai giorni miei vva tutto bene dal momento che ci sei adesso tu ‘ma non dimentico tutti gli amici miei cche sono ancora Ia. E cisi trova sempre pit soli a questa eta non sai... non sai ma quante corse ma quanti voli andare avanti senz’arrivare mai, E ci sei adesso tu al centro dei pensieri miei Ja parte interna dei respiri tu sarai Ja volonta che non si limita tu che per me sei gid una rivincita. ‘Adesso sai chi é quell'uome che cin me, Nato ai bordi di periferia dove non ci torno quasi pit resta il vento che ho Insciato come un treno gia passato oggi che mi sei accanto ‘oggi che ci sei soltanto oggi che ci sei... adesso tu. Renato Zero AMICO ‘Testo di RENATOZERO, F. EVANGELISTI Musica di D, BALDAN BEMBO. Mo deestaiente Nl s0-le muo-re gid edi Miva Mi > ib noi que-sta not - tea-vra pie - ta dei no - stri gio-chi con-fu- si 7 — Dom7/+ Faz sib Li nel-Vi-po - eri i-a, il tem - po ru-baicon-tor-niat 3 Lab Mib/Si> Mib — Sib7 re-staa - sta.a-mi-coge-can - toa ib, sib Mi Sib7 par-lar-mi_ di lei sean-co-ra c&— — Lia - mo - re mugzre di-sciol-toin Dom7/4 Lab @ la - cri-me ma noi, te - nia - mo-ci for - tee la-scia - moil mon - Soli Dom Lab Mibisib - doaivi - zi suoi! Ioe te, lo stes - so pen - sie-ro! Lab/Do Don tor-na - re ra-gaz-zie sb7 oy SH OM — iltuo_ ed il mizg re-spi-ro! oo Sol7 Fadia Sous {© 1980 by UNIVERSAL Mate Phin Vi 20183 Mina BMG Rear Muse Ping SpA. Vi Beret 2. 3017 Mino ZEROMANIA MUSIC Enon 111 - Va dels Canes, 569/001 Roma “ait rn tana «emi lege per st pas de! mondo, Als ereved Inara Copy eed cre - der-cian-co-raun po’ spor-che - re-moi mu- ri conun al-tro Per-ché__ ib 7/4 sib Mid Dom Lab/Do Dom Far — sei fi - glio dei tem-pi!.__ Ma se. fru-gan - donel-la tua CHP — Si Sol7 Fa9ila —SolS gic -ca sco-pris-si che die-troil_por-ta - fo-gli_ un cuo-rean-co-ra Dom La ro ce, a - mi- co cer - ca mel. Dal $ at ®, a siz it — spie-ga-te or-mai! E tu ra-gaz-za pu-re tu, che ar-ros- Rem? Sol ma di__ chi? Di -tor - naa pen-sa-re che sa-rai ma - - - dre. La7/Dot Rem , che non si di = ca “fi-glio di." Toe te__ _— = > a 3 a= = : — lo stes - so — se sta 2 Do quel_- lo_che = €0, a-mi - co, a Do? chi_di_ noi Solm Ti sole muore gia e di noi questa notte avra pieta, dei nostri giochi confusi nell'ipocrisia, il tempo ruba ieontorni a una fotografia. E il vento spazza via ‘questa nostra irreversibile follia, chissa se il seme di un sentimento rivedra la luce del giorno che un‘altra vita ci dara. Resta amico accanto a me, resta ¢ parlami di lei se ancora ce. Lamore muore disciolto in lacrime ma noi, teniamoci forte lasciamo il mondo ai viai suoi! pen - sie - ro! da so - lol non pas - sa men-tre tut-to Laz Rem = cosbel - La? Sol9/Si — LalDot val mi - col Rem chi_re-si-ste Solos: LA7/Dot re - si - Dot To € te, lo stesso pensiero, oe te, il tuo ed il mio respiro sara tornare ragazzi e erederci ancora un po', sporeheremo i muri con un altro “no”! E vai se vuoi andare avanti perch¢ sei figlio dei tempi ma se fragando nella tua giacca scoprissi che dietro il portafogli tun cuore ancora €, amieo, cerca me! E ti ricorderai del morhillo e le cazzate fra di noi Ia prima esperienza fallimentare, chi era lei? Amico era ieri, le vele le hai spiegate ormai! Sib/Re Rem Solm lo, a- mi-co@ tut-to@e-ter-nicti Dov Il pit fi-coa - mi-co - rat ste - ral ul segue Orchestra In due__ pid_az-zur - roeil tuo Rem sb Che fai,_ A-mi- Do ‘a Sol Chi di noi, Rem Do Fa ad lib. Solo Orchestra E tu ragazza pure tu, che arrossivi se la mano andava git ritorna a pensare che sarai madre, ma di chi? Di lui che @ innocente, che non si diea “fighio di..."! Toete 1o stesso pensiero! Che fai, se stai li da solo in due pid azzurro @ il tuo volo amico @ bello, amico & tutto @ Peternita, & quello che non passa mentre tutto vai Amico, amico, amico. il pid fico amico é chi resistera, chi resistera... chi di noi. chi di noi... resisters. Ivan Graziani AGNESE Testo e Musica di I. GRAZIANT Non troppo lento Chit. arpees. Si Fat Si Fat Se la mia chi-tar - = ra pian-ge dol - cemen - te_ sta-se-ranoné se-ra_ _dive-de-re gen- - te__ eigio-chinellastra_- da chehochiu-siden-troal pet-to mivo- gliori-corda- Mi Fat Retm7 ~ re Io pen-soad un bar - co - ne ro-ve-scia-toal Fab wy st so_-le in ungior-noin pie-noa - go-sto le bi-ci-clet-tein ri - vaal ma- Fad St re A-gne - se mi parla - va _—_nel-la sab - bia in - fuo-ca - Fab Mi Fad? ta ed io non so__per-ché, non 'ho di-men - ti-ca- Refm7 (©1979 by UNIVERSALE 1 Vie Bechet 2201 Milne Ber sel conzesione d: BMG Pubestors Sesto Users! San Glan - Milo Tea dei sone rar tein legge per spend mondo, Al ahs reseed. beratond Copyright eee + tal Lei mi rac-con-ta - Si Si Fat Fa = va di quel-lo che_ lagen - te di-ce - va del__— suo cor - Si Fat - po con ma-li-ziaed al - le-gri - a ed io che sto pro-van ~ A eS et = — =, do le co-se che pro-va - vo ie - ri, non ho ca-pi - toan-co - Mi Fab Retm7 ra Se @ ge-lo ao se so-no pri - gio-nie - Fat a Si - 10 di que-stocie - lone - ro. e diunri-cor-do che fa ma-le e se con-ti-nuoabe__- rei miei li- quo- ri in - qui-na gee = ES fot f a ug Mi Fat cas th ® verre che. queigior = ni non liho diemen - ti-ea- te + eS ¥ = —— iS - ti Bu - sci-toun po di Sol7 14 so-le da que-sto cie-lo ne - ro V'in-ver-no cit - ta-di - - mo sem-bra qua-siu-no stra- Sol Do co - lor dicioe - co-la- -nie- ro A- gne- se, dol - ceA-gne_ - Sol Fa Sol? ta a-des-soche_ cipen - - -s0 non tiho mai ba-cia - Mim7 Sol ® Sa Coro Nana na na_na na na. ta sa Fe sav eee a na_na na nana na na. na na_na na nana na na. FoF J tit; 0 A-gne-se, dol-ceA - gne - se, co - lor di cioe - ta a-des-soche cipen - £0. To va-doin bi-ci- -clet - ta per. sen - tir - mi a Re La Fam/Re Dob = men - te quan-do la mo - dacam-bia lei pu - re cam-bia con - Do Dom/Si Re? ol Ben DomiLs -ti-nua-men-te, — scioc - ca-men-te, —Ty,. tu che sei di - ver-s0 al- Fa Lab7+ Sol Do -me-no tu nel-Tu-ni - ver-so__ un pun-to sei chenonruo - ta So¥Si Ren/Fa Mis Mi Lam SoVSi ©1909 by BMG Reon Mai Pobluhing SpA. Vis Bacher 2- S012 Mino YOR MUSIC: Ve dele Guinn, 38 - Roma De: genie concessone de BMG Pbleatore- Set Utena J San Guano - Milan Tas dt son sera ema dese er is pues del mand. Alogi reseed, tend Copy cecied 21 maiin-tor-noame un 0 - le che splen-de per me sol-tan- to 0 ~ Soll Do SolSi Do -meun dia-man-tein mez-zoal cuo-re. Tu___che sei di - ver-so al- Lam? Sols Do/Re Sol Do -me-no tu nel-Tu-ni - ver-so non cam-bie - rai dim-mi che — per SoVSi Rem/Fa Mit Mi Lam SoUSi raisin - ce - ro e che mia-me-rai dav-ve - ro, di sem - pre sa- Do Do Sovsi pit, di pit, di pia ______ (wid) Sol Fw/Sol Sol Do Non cam-bie - rai dim-mi che per Lam Soli Soli Rem/Fa nat Mi sem-pre sa-rai_sin-ce-ro e che mia-me-rai dav-ve-ro, di pitt, di pit, di Do SoVvSi Do SoVSi Lam7 —Do/Re ‘ad libitum Sai, la gente @ strana ‘Tu, tu che sei diverso Sai, la gente @ sola prima si odia e poi si ama almeno tu nell universo come pud lei si consola cambia idea improvvisamente un punto sei che non ruota mai non far si che la mia mente prima la verita poi mentira a noi intorno a me si perda in congetture in paure senza seriet, come fosse niente. tun sole che splende per me soltanto _inutilmente e poi per niente, come un diamante in mezzo al cuore, Sai, la gente @ matta ‘Tu, tu che sei diverso forse @ troppo insoddisfatta Tu, tu che sei diverso almeno tu nell'universo segue il mondo ciecamente almeno tu nelluniverso non cambierai un punto sei che non ruota mai quando la moda cambia dimmi che per sempre sarai sincero _intorno ame lei pure cambia e che mi amerai davvero, di pit, un sole che splende per me soltanto continuamente, scioceamente, di pit, di pia, come un diamante in mezzo al cuore. Dario Baldan Bembo AMICO E (INNO DELL’AMICIZIA) ‘Testo di N. M. GIACOMELLI, M. BONGIORNO, D. BALDAN BEMBO Musica di D. BALDAN BEMBO, S. BARDOTTI Moderato PLL Lt Le Mi r Fler seve Mi La Mi La Mi ‘Sim Faém ie Ma Lui: B Va-mi-co &. u-na per - so-na schiet-ta co - me te La Re - che non fa pre - di-che__e non ti giu - di-ca__ tra lui La Dot? Fafm te2 di-vi-sain due la stes-sa a - ni-ma_—pe-rd lui. sa, Ya-mi-co sa, ‘Si7 Miz Re — il gu-stoa - ma-ro del-la ve - ri- ta. ma sa_na - La Miz La Laz -scon-der-la—_e per di - fen-der-ti__un ve-roa - mi-coan-che bu-giar - do. Re La Miz (© 1983 by UNIVERSAL Mus Publtng cl Mano SUGARMUSIC Edin! Mises. leno 15 3001 by UNIVERSAL Muse Pubhing sl - Vi Dang 1 20193 Mino SUGARMUSIC SpA. - Gales del Coro, 4: 20892 Mino Tu chit ana sera emetcilesge be hui ps cel monde. Al og eerved temtondl Copa seed 23 E la-mi-co é qual-co-sa che, pit ce n’@ me-glio 8, dun si la-mi-co un_gri-do che pit si @ me-glio @, oh, oh, Mi ata riser a La La Is a ~len-zio che vuol di-venta-re musica da can - ta-reinco-ro io conte. oh, oh,.. eilmioa-mo-re neltuoamo-re é. Fat i ia La iB Ya-mi-co 8 ___ il pia de - ci-so del-la com - pa - La Re -gni-a e ticon - vin - co-ra a non ar - ren -der-ti — an-che Ie Dot? Fatm vol-te che rin-cor-ri lim-pos - si - bi-le per-ché lui ha, a= mi-co ha, if Siz il sa-pervi-ve-re che man - ca te ti spin-gea la Miz La cor -re-re ti la-scia vin - ce-re _per-ché2un a - mi-co pun-toe ba - sta. Pali M7 & Coro: Va-mi-co qual-co-sa che, pitt ce n’é me-glio @, éun si- i Mi Mi i Mi 24 = len-zio che vuol di-ven-ta-re mu - si-ea___ da can - ta-rein co-ro io con te. — Sim La Mi un co-ro é un gri-do che pit si @ me-glio oh, oh, Fat si Fat Fat oh, oh, cil mio.a-mo-re nel tuo.a-mo - re &.—— Dofm Soltm Fat s Lei e Lui: E Ya-mi-co &__ u-nocheha mol-ta ge-lo-si-a di te_ — per o-gni tua paz-zia ne fau-na ma - lat-tia _tan-to chea Si Rel Soltm vol-te ti vien vo-glia di man - dar-lo via pe-rd lui Ya-mi-co no Dot? Fat? si Mi li ti-ghe - per nien-teal mon-do io lo per - de- Fat? -remo sie lo sa luiil per-ché ep-pu-reéil mio mi-glio-rea-mi- co. Mi Si Fat? Va-mi-co 8 Coro: . un co-ro 8 Si Fah Si 2 dun si - len- zio che vuol di-ven-ta-re @ oh, oh, oh, 25 qual-co-sa che pit ce n’e un gri-do che pia si @ me-glio me-glio mu - si-ea da can - weil mioa Fat Dotm sta-rein coro io =mo-re nel tuoa-mo - Si Pad Bramico é una persona schietta come te che non fa prediche enon ti giudica tra lui e te @ divisa in due Ia stessa anima per® lui sa, T'amico sa il gusto amaro della verita ma sa nasconderla e per difenderti un vero amico anche bugiardo @Yamico & qualeosa che, pitt ce n'@ meglio & @ un silenzio che vuol diventare musica da cantare in coro io con te. Eamico & un grido che pit si @ meglio e, oh, ob, ob, E il mio amore nel tuo amore 6. EPamico & il pid deciso della compagnia ¢ ti convincera a non arrenderti anche le volte che rincorri Fimpossibile perché lui ha, l'amico ha i saper vivere che manca a te ti spinge a correre ti lascia vincere perché & un amico punto e basta. Dat % ad lib. sfumando Si Si EYamico & qualcosa che, pit ce n'e meglio & @ un silenzio che vuol diventare musiea da cantare in coro io con te. Euncoroé un grido che pit si é meglio @, oh, oh, ob e il mio amore nel tuo amore é. EYamico @ uno che ha molta gelosia di te per ogni tua pazzia ne fa una malattia tanto che a volte ti vien voglia di mandarlo via perd lui no, Pamico no per niente al mondo io lo perderd litigheremo sie lo 8a lui perché eppure é il mio migliore amico. BYamico & qualcosa che, pit ce n'é meglio & @ un silenzio che vuol diventare musica da cantare in coro io con te, Eun coroé un grido che pid si @ meglio &, ‘ob, oh, ob. il mio amore nel tuo amore @. 26 Eduardo De Crescenzo ANCORA Testo e Musica di F, MIGLIACCI, C. MATTONE Molto moderato S& Bnot-te al-taeso-no sve-glio_ seisem-pre tu il mio chio-do fis-so.— segue Lam7iFa Rem7/Fa Ret Solm7 Do ie-mea te ci sta-vo me-glio__ € pit ti pen-soe pid ti vo-glio,_ RemT/Fa Re Solm7 Doz ‘Tut-to ilea-si-no fat-to per a-ver-ti_ er que-sto amo-re che e-ra un frut-to a-cer-bo_ b Dos Lam? Raa ea-des-so che ti vo-glio be-ne io ti per - do, ¥ Solm? Sibmo/Reb Sol6/9 Doz An -co-ra_ an - co-ra_— an - co-ra per-ché io da quel-la sera non ho Fa Rem7 Sol? Do7 Lam? a7 sib Laz fat-to pid l'a-mo-re se te_____e non me__ne fre-ga nien-te sen. —— fem Sent php Fa Bm Sainz obs te. An-chesein-con-tras-siun an - ge-lo di - reiz____ “Non mi Fa Rem sib it Lam7 Re7/4. Re7 (© 1981 by BMG Record Mute Paling S.A. Vise 2 20181 Miso EASY RECORDS ITALIANA : Via Nomen Ror es gente concesione di BMG Publeators Seo Utesno | San Guluro« Mla Ta its sno sea a emi eae per pes de mond. Al ih evel. Iteratons Cops secure 21 fai vo - la- rein al - to quan - to lei Dat & at Y, poi Coda CODA te. enon me ne fre - ga nien - te sen-za Fa Rem Solm7 Do? Fipete sfumando B notte alta e sono sveglio sei sempre tu il mio chiodo fisso. Insieme a te ci stavo meglio pitt ti penso e pid ti voglio. ‘Tutto il casino fatto per averti per questo amore che era un frutto acerbo © adesso che ti voglio bene io ti perdo. Ancora ancora ancora perché io da quella sera non ho fatto pit: 'amore senza te enon me ne frega niente senza te, Anche se incontrassi un angelo direi: “Non mi fai volare in alto quanto lei” E notte alta ¢ sono sveglio ¢€ mi rivesto e mi rispoglio mi f& smaniare questa voglia che prima o poi fard lo sbaglio di fare il pazzo venir sotto casa tirare sassi alla finestra accesa prendere a calei la tua porta chiusa, chiusa. Ancora ancora ancora perché io da quella sera non ho fatto pitt amore senza te enon me ne frega niente senza te. Anche se incontrassi un angelo direi “Non mi fai volare in alto quanto lei”... 28 Claudio Baglioni AVRAI Testo ¢ Musica di C. BAGLIONI A-vrai sor - ri-si sul tuo vi-so co-meada - go-sto gril - lie stel-le storie fo- Mi Lam7/sh LabT+ — Sol7/5+S¢ 7Dom - gra-fa- te den-troun al - bum ri - le-ga-toin pel-le tuo-nj dia - Solm Lab2 Sib/Re Mil miso -e-re-i su-per- so-ni-ci_ che fan- noalzar la te - sta il bu-ioal - 3 i sibitab Mib/Sol Lab ral-ba che si fa. d’ar-gen-to al - la fi-ne - stra. A-vraiun te - Reb Lab/Do Labisib sib Lab/Do Sib/Re cle = fo-no vi-ci - no che vuol di - re gia spet-ta - re schiu-ma di 3 ib Lab7+ Sol7/ ca-val-lo - ni paz-zi che sin - se-guo-no___ nel ma-re e —pgn-ta - Solm Lab2 Sib/Re ib Mi -lo - nibian-chi da ti-ra-re fuo - ri chee gia. -sta- te un tre-no Lab SibiLab Mib/Sol Lab per VA-me-ri-ca sen-za fer - ma-te. A-vrai due la - cri-me piddol - ci da sec- Sib/Re Fam LabiSib — Sip Lab2 ib 7 Dom| |© 1989 by by EMU MUSIC PUBLISHING ITALIA sl -VigC. Raa 43/45 - 2049 Mano (COSA Ean Musca ss - Va Michele Mere 17/0017 Rome Tu det sono ters emin diese peri pac del mondo. Al ag eerted versions Capysht seed sca - re un so-le che. siue-ci - dee pe-sca-to-ri di tel - taba Mibisot an? Fat Fall Fadl? “li - ne, e ne-ve di__ monta-gnee piog- gia di col - 7 Sol7/Si Sibas7 sib7 A-vraiun Ie - gnet - to di ere-mi-no da_ sue - chia - re Dom Sib/Re Mib4/9 Mib = Mibav9 Mi don - naa-cer-baeun gio - va-ne do - lo- re via-li di 3 = 3 Lab stay MibSot fo - gliein fiam-mead in - cen - diar - tiil cuo = re. Avra, Lab Sip/Lab Mib/Sol se - dia per po - sar- tie o-re vuo-te co-me wo-va di cioe - co - la - Lab Solm Sol7/Si + toed un a-mi- co che tia - vra de-lu-so tra-di-toein-gan - na-to. A- Dom Mib/sib Lam7/5b, -wrai__a-vrai___a-vraiil_ tuo tem - po per_—an-dar_lon - ta - no cam - Mib2/Sol SibfLab Lab -mj-ne-rai_ di-men-ti-can-do ti fer - me-rai___so-gnan-do, Mib/Sib Sol7/Si_ Dom Mibanis Mb7 Lab -vrai__a-vrai__a-vrai__la stes - sa mia tri-ste spe - ran - za e ab sib7/Fa Mib2Sol Lab Lab sen-ti-rai__ di_ non a-ve-re a - ma- to mai ab-ba-stan-za. Mibisi Sol7/Si_ Dom Mb/s, Mib7 Lab - sea - mo-rea-mo - rea-vrai, A-vrai pa. miso pa sb ~otl -ro-le nuo - ve da cer-ca-re © quan- do vie - ne se-ra e cen- to Fa Si7/Sb Sib7+ Lav/5+ La? Rem pon- ti da pas-sa-re ¢ far suo - na-re la rin-ghie-ra_ la. pri- ma sibz Fa si - garet-tache__ ti fu-main _boe-caun pol di tos - se Na-tg-le sib DolSib, Fall sib dia-gri-fo-glioe can - de-li-ne ros © - se. A-vraiun la-vo - ro da su - Sie Do Rim D ons 31 + da-re mat-ti-ni fra -di-ci di. bri - vidie ru - gia-da gio-chi e-let - z 7 sots/7| Sol7 — Sol7/8i Dot!7 Do? -tro - ni-ci_e sas-si per la stra-da. — A-vrai ri - cor- diom-brel-lie chia-vi da scor - Lazing Rem Domi +da - re. a-vrai ca - rez-ze per par-la- re con i ca-ni e sa-ra Fear Fa Fat Fa Sib Dolsib eae sem-pre di__do-me - ni-ca do - ma-ni, eavrai di - scor-si chiu-si den-troe ma-ni Dolsis Falla sib DolSib che fru-ga-no le ta - sche del-la —vi-taed u-na ra-dio per sen - Lam LaT/Dot Rem FalDo -ti- re che la guer-ra@ fi - nite. A - vrai_a-vrai__a-vraiil_ tuo tem - po sib Do Fa per an-dar Jon-ta-mo = cam - mi_- ne-rai_— di - men - ti - can-do ti Fa2/La Dosh Sib FaDo La7/Dof Rem fer - me-rai___ so - gnan - do. A+ vrai__a-vrai___a-vrai_ la. stes - sa Fa 32 mi- a ti-ste spe - ran - za DofSib sma - to mai ab - ba- stan Fet/i3. Fal sib Doll sen ti-ri di_onon a - ve-re a La7of Rem Fala Archi Fa Sim7/5h Sib7+ Doll Fa Sim7/5> Dol Fa Siml1/ Avrai sorrisi sul tuo viso come ad agosto grilli e stelle storie fotografate dentro un album rilegato in pelle tuoni di aerei supersonici che fanno alzar la testa, el buio alfalba che si fa d'argento alla finestra, Avrai un telefono vieino che vuol dire gia aspettare schiuma di cavalloni pazzi che s‘inseguono nel mare ¢ pantaloni bianchi da tirare fuori che @ gia estate un treno per I’ America senza fermate. Avrai due lacrime pitt dolei da seceare tun sole ehe si uccide pescatori di telline e neve di montagne e pioggia di colline. Avrai un legnetto di cremino da succhiare avrai una donna acerba e un giovane dolore viale di foglie in fiamme ad incendiarti il cuore. Avrai una sedia per posarti e ore vuote come uova di cioeeolato ed un amico che ti avra deluso tradito e ingannato, 4 Doll Fa Sim7/5h Dol Avrai avrai avrai il tuo tempo per andar lontano camminerai dimentieando ti fermerai sognando. Avrai avrai avrai la stessa mia triste speranza e sentirai di non avere amato mai abbastanza ‘se amore amore aval Avrai parole nuove da cercare quando viene sera e cento ponti da passare e far suonare la ringhiera Ja prima sigaretta che ti fuma in bocca ‘un po’ di tosse ‘Natale di agrifoglio e candeline rosse. Avrai un lavoro da sudare ‘mattini fradici di brividi e rugiada giochi elettronici e sassi per Ia strada. Avrai ricordi ombrelli e chiavi da scordare avrai carezze per parlare eon i cani e sara sempre di domenica domani e avrai discorsi chiusi dentro e mani che frugano le tasche della vita ed una radio per sentire che la guerra é finita. Avrai avrai avrai il tuo tempo per andar lontano camminerai dimenticando ti fermerai sognando. Avrai avrai avrai la stessa mia triste speranza e sentirai di non aver amato mai abbastanza 33 Franco Battiato BANDIERA BIANCA Testo di F. BATTIATO ‘Musica di F. BATTIATO, G. PIO Moderato Do Fa Do Fa Mi- ster Tam-bu - ri - no non ho vo-glia di scher-za - re ri - met - -tia- mo - ci la_ma-gliai tem - pi___stan- no per _cam- bia - re. Do Fa Do Fa fi fi - gli del - le stel- le pro-ni - po - ti di suamae-sta il de - na - Do Fa a Do Fa Do Fa 2. vo-glia di met - ter-vi pro - fu-mie deo-do-ran-ti sie-te co-me sab-bie mo-bi-li ti - Do Fa Do (© 961 by MUSIC PUBLSHING ITALIA. - Vis C, Ravina 43/45 - 2049 Ma Tas dt soo ena semi lege se be pes dl mondo. Al ight ceed. tana Capit eed 34 -ra-te git uh uh uh. chi si met - te de-glioe - Fa Sol De zchia-li_ da so - le per a - ye-re pit ca-ri-smae sin-to - ma-ti-co mi-ste-ro. Fa Do Fa Uh co-m’ dif - fi - ci - le ssta-re pa-dre quan-doi fi - gli cre - sco- noe le mam-meim-bian - ca - Fa Do Quan-te squal-li- de fi- gu-re _cheat-tra - ver - sa-noil pa - e-se co-mé mi-se-ra la vi-ta ne-glia - bu-si del po-te-re. Sul pon-te sven-to - la ban-die - ra bian - ca sul pon-te sven-to-la ban-die-ra bian-ca. Fa Sol bian-ca sul pon-te — sven-to-la ban-die-ra Do Fa copa i 35 Sul pon-te sven-to-la ban-die-ra Fa bian-ca. D.C. poi Coda Sol Mister Tamburino non ho voglia di scherzare rimettiamoci la maglia i tempi stanno per cambiare. Siamo figli delle stelle pronipoti di sua maesta il denaro, Per fortuna il mio razzismo non mi fa guardare quoi programmi demenziali con tribune elettorali Eavete voglia i mettervi profumi e deodoranti siete come sabbie mobili tirate gid uh wh wh. CC’ chi si mette degli occhiali da sole per avere pitt carisma sintomatico mistero. Uh com’ difficile restare padre ‘quando i figli crescono ele mamme imbiancano. Quante squallide figure che attraversano il paese com’é misera la vita negli abusi di potere. Do Fa sfumando Sul ponte sventola bandiera bianca sul ponte sventola bandiera bianca. (Sul ponte sventola bandiera bianca sul ponte sventola bandiera bianca), ‘A Beethoven e Sinatra preferisco T'nsalata a Vivaldi Tuva passa che mi da pii calorie. Com’ difficile restare calmi indifferenti ‘mentre tutti intorno fanno rumore, Uh uh uh. In quest’epoca di pazzi ci mancavano gli idioti del orrore. Ho sentito degli spari in una via del eentro. Quante stupide galline che si azzuffano per niente minima immoralia minima immoralia e sommersi soprattutto da immondizie musicali Sul ponte sventola bandiera bianca sul ponte sventola bandiera bianea, (Sul ponte sventola bandiera bianca sul ponte sventola bandiera bianca) 36 Umberto Balsamo BALLA Testo e Musica di U. BALSAMO_ Folk moderato Vor - rei sem - bra - re per teun bam-bi - noe cam-mi - 2 Strumentale. Solm 7 -na-re con te per ma-no, Vor-rei se - de-re die-tro quel ban-co e¢ tu ma- 3 3 3 Re Solm_ 3 -e - stra mi par-le- rai in-se-gna pu-re co-me si de-ve co-me si 3 2 Re Solm 3 de-veu-na don-naa-ma-re, Re-gi-na tu eo-man-da pu-re c@ gid la 3 3 3 Re Solm mu-si-ca per so - gna-re Sciol-go le trec-ce.ei ca-val-li cor - ro - no e le tue gam-bee-le-gan - ti bal -la - no —s bal-la per me bal-la bal-la, tut-ta la not-te sei bel-la non ti fer-ma-re ma sib 3 Fa s s (© 979 by WARNER CHAPPELL MUSIC ITALIANA 1 -Pza dela Repub, 46 - 20124 Mian Tit it sono rena «emir lege peut pes del mondo, A ight eseved. Iterator Copy seared -mon-to io non com-ple- bal-la fi-no.a che —s vic ta dam-mi Ya-mo-re ri-pro-vaan Solm 7 Fa Vorrei sembrare per te un bambino e camminare con te per mano. Vorrei sedere dietro quel banco ¢ tu maestra mi parlerai insegna pure come si deve come si deve una donna amare. Regina tu comanda pure @ gia la musica per sognare. Sciolgo le trecce e i cavalli corrono ele tue gambe eleganti ballano balla per me balla balla tutta la notte sei bella non ti fermare ma balla, fino a che non finiranno le stelle alba dissolva in tramonto io non completi il mio canto e canto te. Intono musiea canti e poemi mentre tu balli ti seiogli di pitt Yacqua si beve per dissetare mentre ti guardo muoio per te nella tua pelle migliaia di stelle lo spazio cosmico e ancora di pit, iil mio can-to e can-to te Re Solm non fi-ni-ran-no le stel-le Val-ba dis-sol-vail tra - sib Solm co-rg enon ti fer - ma-re Re 7 Solm ‘ad libitum sfumando ‘Dammi la vita dammi amore riprova ancora e non ti fermare. Sciolgo le treece e i cavalli corrono elle tue gambe eleganti ballano balla per me balla balla tutta la notte sei bella non ti fermare ma balla, fino a che non finiranno le stelle Yalba dissolva in tramonto fo non complet il mio canto e canto te. Balla per me balla balla tutta la notte sei bella non ti fermare ma balla, fino a che non finiranno le stelle alba dissolva in tramonto io non completi il mio canto e canto te... Dammi la vita dammi amore riprova ancora e non ti fermare. In-to-no s 38 Mango BELLA D’ESTATE Testo di L. DALLA Musica di MANGO. Moderato (senza accordi) so-loun ad-di - 0, cre-di-mi, io. non ci pen-so ma - i, Fam Mib z Ve- do chehai pian - to, __ tu lo sa-pe - vi, ma da quan-do? : a Reb Fam vi + a da me... Not-te d'in-can - to Fam — ® bel-lo ve-de - - re le lu-ci lag - git, (© 1997 by EMI MUSIC PLELSHING TALIA sl Ve C Revs 43/45 20169 Milano LA ROSA DELLINVERNO se - Vie, Anon, 11 Lagoa PZ) WARNER CHAPPELL MUSIC TALIANA sin del Rept, 46-0124 Mano Tas sno eal a tem lege pera pa de mond. Allihs eseed Ientond Copvgh secued, 39 io so-no stan - co, non vo-glio par-la- re. par-la_— tu... Fam Mb % wot-ta desta - te vai_______ vi - a_ dame. Reb Fam Reb = For-se per - ché___ ti cre - de-vo fe-li-ce co - si — pro-prio co Mi ‘on for-se per - ché. ci ba - sta-vaar - ri-va-re fin —F 7 ot = = ga =——___—# qui___ co-me on-de di not - - ~- te sul-la spiag- Mi ~ gia, __ on! La Ja la la— la Ia la... La la la la_ la la la. Fam 40 Fam ib Fam Pie-co-li fuo = — chi, noi sia-mo zin = ga-ri_ di pe-ri-fe- ri - i no-stri son gio = ~— chi, che du-ra-no po - - we la not-te se li por-ta vi - a. pat & at ®, oi segue Chiu-di glioc - - = chie ti sen-ti_per sem-pre co - an-co-ra qui fra le mie brac f res mF per tut-tie due ha-ste - reb-be tor-na-re fin qui. co-me on-de di not - La la la. Fam E solo un addio, credimi, io non ci penso mai. Vedo che hai pianto, tu lo sapevi, ma da quando? Bella destate vai via da me, Notte dincanto ® bello vedere le Iuci laggit. jo sono stanco non voglio parlare... parla tu... bella destate vai via da me, Forse perché ti eredevo felice cost proprio cosi, fra le mie braccia... forse perch¢ ci bastava arrivare fin qui come onde di notte sulle spiaggia, oh! Lala lala Jala Ia., Lala la la lala Ia. -te sul-la spiag - gia. id lala lalala lala. ad libitum sfumando Piccoli fuochi, noi siamo zingari di periferia, {nostri sono giochi che durano poco e la notte li porto via... bella d’estate vai via da me... Forse perehé ti eredevo felice cosi proprio cost, fra le mie braccia. forse perché ci bastava arrivare fin qui come onde di notte sulla spiaggia, oh! La la Ja la la la la. Lala Ja la lala la. Chiudi gli occhi e ti senti sempre cos... ancora qui tra le mie braccia. per tutti e due basterebbe tornare fin qui come onde di notte sulla spiaggia... La la Ja Ia la la Ia. 42 Graziani | Ron | Kuzminac CANZONE SENZA INGANNI Testo e Musica di . GRAZIANI, G. KUZMINAG, R. CELLAMARE Moderatamente (in 4) Re Sol Re Mim7/La LaT/6 A-mi-co can - tau-na can-70 - ne Re Salm. Solm/Sib u-nacan-z0 - ne sen - zain-gan B. Ref Re Mim? po-che no- te in que-sti gio - ni do - La7 Re + to ci por-tain tut - te le cit-ta can-ta pitt for - ss Re ke - teo non ti sen - to io 50 - no qua. Re Sol La? Re (© 108 by BMG Rear Musi Pubshing SpA. Vi Berchet 2- 2081 Mlane MUVICOM s..- Va A, Sanaa, 12 S015 Mane Ber sete concesione de BMG Puan: - Seto ere San Gino Milne Tad on ier « tem dese er at pede mondo. A gh reed enaond Copy ecued 43 E chia-ro che la not - te non va. sol om Dom Mis ca-niran-da - gie trop - pa ma-gia. por-ta-mi vi - cook —— — Fc = a ae a5 * co SoURe Sol Lam? - a per fa-vo-re, vi- Sta-not-teho serit - tou -ma_— can - 20 - Re? Sol - me che co-meu-na fi - glia si met - tea gio-ca - re io chiu-do glioc- = ofa CaS + + a5 7 ta es 17 Sol? -chielala-sciofa - re poi vo-la - - re pidinla...— Do Re7 Sot D Re? ‘Sot Tut-tii gior-ni den-troal bar a par - la-re dei tuoi guai,__ can-ta 44 for-tea-mi-co que-sta.se-ra_ sei. con noi,__ Dolla Sol No, non be-rein fret - ta i tuoi bie - chie-ri_pas-san co-mei tuoi an - Mim ni, can-tau - na can - z - ne sen - zain - gan - Sol Dole a Do Re? ne Sol Rem7 Sol7 Ho fat-to sem-preamo - do mi - 0 = 9 = Do a Fanvtab non ho pre - ga - to mai nes-su no né DolSol Do Rem? uo-mo, né don - na, né Di - - 0; maque-sta se - ra la mia vi-ta men-tre la sto. can-tan - do po-trei cam-biar - la tut - tain-te- Sol7 Do Fa Sol? Do Tut-tii gior-ni den-troal bar. a par- la-re dei tuoi guai,__ can-ta 2 Lam Miz Fa Domi for-tea-mi-co que-sta sei__ con noi. FaRe FalSol Do No, non _be-rein fret - ta i tuoi bie - chie-ripas-san co-mei tuoi an - J? Lam Miz Fa ni, can-tau - na, can - 70 - ne sen - zain - gan - dpi ddd db Fol -_ni, spitLin 1, qual-cu = no le ri-pe - te-ra...— 46 que-ste tue pa - ro - le, e pitin la, qual-cu - Sol Amico canta una canzone una canzone senza inganni con poche note in questi giorni dove il vento i porta in tutte le citta canta pid forte o non ti sento jo sono qua. E chiaro che la notte non va ani randagi e troppa magia portami via per favore, via.. Stanotte ho seritto una canzone che come una figlia si mette a giocare io chiudo gli occhi e Ia lascio fare poi volare pid in la. ‘Tutti i giorni dentro al bar a parlare dei tuoi guai, canta forte amico questa sera sei con noi. No, non bere in fretta i tuoi biechieri passan come i tuoi anni, canta una canzone senza inganni. Fa u-nial-tra cit- ta... S Improve. ad lib. sfumando Ho fatto sempre a modo mio non ho pregato mai nessuno né uome, né donna, né Dio; ‘ma questa sera la mia vita mentre la sto cantando potrei cambiarla tutta intera con la tua vita, se vuoi, ‘Tutti i giorni dentro al bar a parlare dei tuoi guai, canta forte amico questa sera sei con noi No, non bere in fretta i tuoi biechieri passan come i tuoi anni, canta una canzone senza inganni,.. pit in 1a, qualeuno le ripetera. queste tue parole, e pid in la, qualeuno le ricordera. in un‘altra citta. 47 Gianni Morandi CANZONI STONATE Testo e Musica di MOGOL, A. DONATI Lentamente mosso Can-to so-la-men-tein-sie-mea po- chia - mi-c Solm7 quan-do ci tro-via-moa ca-saeab-biam be - vu-to Lam? aoa non pen-sa-re che tiab-biam di-men-ti - ca-to pro-prio ie- ri se-ra parla-va-mo di te. Rez Cam-mi-nan-do ver-so ca-sa mi sei tor-na-tain ““men-te a tempo Solm7 Doz a let-to mison_gi-ra-to e non ho det-to _nien-te Lam? Re? eho ri-pen-sa-toal-la tua vo-ce co-si fre - scae — stra-na Solm7 Do? che da-vasl no-stro grup-po qual-co-sa_di_ pitt En - Lam7 Rett Ker (© 181 by MIMO sal. - Via Becher 2 2012 Milano LALTRA META srl Vie Mann 1520122 Milano Ber sent concenione de BMG Pusan» Seo Uae! San Garo - Milano Tat dt sone rere em dese pe poe del monde, All ag eer, htemsonl Cony ecued 48 ri - co che — suo-na sua mo - glie fail co - ro Gio - segue Solu Do? Lam? Re? -vanenico-me sem - prea - scol-ta _sto-na-tg co - me can - Re? Tam Las ‘a - mo-re che fan-noan-co-ra be - neal Solm7 Do? Lam7 cuo - re noi stan - chi macon - ten-ti se Re? Solm7 Do? chiu-di glioc-chi for-se tu ci sen-ti an-che di D.___ Orch. Ea Re? Solm7 Do? Lam7 Re? Solm7 ¢ Do? Lam Lim? Rez Lal-tra do-me-ni-ca sia-moan-da-tial —_la- go 4 3 is Doz ho an-che pre-so.un lue-cio gran-de che sem-bra 49 dra-go Lam? poi la se-rain tre-no__ Re7 ab-biam can-ta- to pia-no quel pez-z0 a-me-ri-ca-no Lam? che can-ta-vi tu. Can. Da % at ®, poi segue Re? Ret Canto solamente insieme a pochi amici ‘quando ci troviamo a casa e abbiam bevuto non pensare che ti abbiam dimenticato proprio ieri sera parlavamo di te. Camminando verso casa mi sei tornata in mente 2 letto mi son girato e non ho detto niente e ho ripensato alla tua voce cosi fresca e strana che dava al nostro gruppo qualeosa di pit Enrico che suona sua moglie fa il coro Giovanni come sempre ascolta stonato com's canzoni d’amore che fanno ancora bene al cuore noi stanchi ma contenti se chiudi gli occhi forse tu ci senti anche da I. Lialtra domenica siamo andati al lago ho anche preso un luccio grande che sembrava un drago poi la sera in treno abbiam cantato piano quel pezzo americano che cantavi tu. Canzoni stonate parole sempre pit sbagliate ricordi quante serate pasate cos ‘canzoni d'amore che fanno ancora bene al euore diciamo quasi sempre qualche volta... no. 50 Zucchero CANZONE TRISTE Testo e Musica di ZUCCHERO Moderato Hou-na can-20- ne tri- ste nel mio cuor, s ——————— Dom) Fal) — al-le-gra ma non —_trop-po ap-pe-na spun-tail sol sib Solm Mib Dog € pren-doil mio giub - bot - to @u-na can-zo-ne soul sib Sol ib Doo si, la stro-fa @ da cam-bia-re, pe - ro. Po - ib Lab Fa % ~treb-be fun-zio-na-re la - scian-do-siun po'an-da-re suo - nan-do con vi-go-re pitia- Mib sib -van- ti fi-noin fon-doal cuo-re —_sen-za.ac-ce - le - ra- re piano pia-no. ib sib Mi @ Hou-na can-zo-ne tri-ste nel mio cuor;— a-vre-iun gran da Dom Fa ca-roa-mi-co Joe hai Solm ib Dod (© 1986 by WARNER CHAPPELL MUSIC TALIANA o-Ps dele Repub, HS - 2014 Mla Tu det sone nsevas tem dese eri pact del mando Al she rere. enaond Copp seized + ra-re qual-co-sa che non va, il_mo-to-re e Solm ib nel mio cuor_ git a chi, a te, Dod sib il gior-no sa-le Ded sib da ri-fa_- re, pe - 1. Lab Fa la se-raal-lim-bru - ni - re achilode-vo di-re Doo sib Po. Dal & a ®, poi segue che non va pro-prio Solm ib ci sei so-lo Mib Lab Fa e_noi_tor-nia-mo su! Ho una canzone triste nel mio euor; allegra ma non troppo appena spunta il sol prendo il mio giubbotto una canzone soul si, la strofa é da cambiare, perd. Potrebbe funzionare lasciandosi un po’ andare suonando con vigore pill avanti. Fino in fondo al cuore senza accelerare piano, piano oh, Ho una canzone triste nel mio cur; avrei un gran da fare caro amico Joe... Hai fuso si, e devo riparare qualeosa che non va il motore é da rifare, pero. ripete ad libitum Potrebbe ripartire lasciandolo sealdare spingendo con vigore pit avanti, fino in fondo al cuore senza accelerare piano, piano oh. Ho una canzone triste ‘nel mio cuor; Ja sera allimbrunire che non va proprio git a chi, a te, a chi lo devo dire ci sei solo tu il giorno sale la notte amore va git .. € noi torniamo su. 52 Lucio Dalla CARUSO Testo e Musica di L. DALLA Lento Orch. Lamo Rem? Sol DoT Fa sot Lan? OMT Rem? Sol oper Ba? Sul Qui do-veil ma-re luc-ci-ca e ti-ra_— for - ‘teil ven-to__ —;_— a dF nes suu-na vee-chia ter-raz-za ——da-van-tial gol-fo di Sur - rien-to_ ————_, ——o——_ - Lam Lam9 7 0l7 Miz Lam un wo-mo ab-brac-ciau-na ra-gaz- za do-po chea - ve - va pian-to_ poi sischia-ri-sce la vo - ce e ri-co-min - “—— 7 can - to. Te_vo-glio es be - neas-saie ma_tan-to tan-to be - ne sai Rem7 Sol7 Lam Lam @u-na ca - te - naor-mai che scio-glieil san-gue din-t'’e 3-5 Lam9 Lam Rem? Sol7 Miz (© 1986 by BMG Bork Muse ibang SpA. Vis Boch 9 2081 Mlano Evi MUSIC PUBLISHING TALIA sr Vis © Reve 43/45 20149 Ne Ber gene conenione 3: BVI Piblestin Seto he Tut di sno ena emi lege prt San Glin in ‘dlimondo. Al ghee Itraond Copii eed 53 Lam Lam | Rem7 Sot 7 3 Sal Dov Fa Sol Vi-de le Tu-ciin mez-zoal ma-re pen-sdal-le not-ti_ 1a in A-me-ri-ca__ o—s——_, F Lam Rem? Lam? mae-ra-no so-lo le lam-pa-re —e la bian-ca scia diu - m'e-li-ca._ —_ -— Te ralaee Lam9 Tam Lam9 Sen-tiil do-lo-re nel-la mu-si-ca sial-zd dal pia - _no-for-te— ma quan-do vi-de la lu-nau-sci-re daunanu - vo - la gli_sem-brd pit dol-cean-che la —,_——, ——— i! mor-te._ Guar-dd ne-glioc-chi la ra-gaz-za __que-glioc-chi_ ver-di i —o— Lam Tam Lam 6 co - meil ma-re— poi al-Tim-prov-vi-sou-sel una la-eri-ma e Ini credet-te diaffo - -ga-re. ‘Te _vo - glio -nle-li- ca Dal & al ®, poi segue Tam9 Lam LreLI | Lam Tam Lam 54 ma si an-zi si sen-ti-va gia fe - li- ce —s— be - neas-saie Rem? 34 Lam9 Lam We-ne sai, Lam9 Lam Qui dove il mare lueciea ¢ tira forte il vento su una veechia terrazza davanti al golfo di Surriento tun uomo abbraecia una ragazza dopo che aveva pianto poi si schiarisce la voce ¢ ricominefa il canto, ‘Te vogtio bene assaie ma tanto tanto bene sai @ una catena ormai che scioglie il sangue dint’'e vene sai. ‘Vide le luci in mezzo al mare penso alle notti 1a in America ‘ma erano solo le lampare e la bianca scia di unvelica. @ la vi-ta che fi-ni - sce — te - naor-mai ‘Te _vo-glio mr Lam9 Lam ee Lam ——s1—_ ma_tan-to tan - to Sol7 Lam Lam Senti il dolore nella musica si alzd dal piaroforte ‘ma quando vide la luna useire da una nuvela gli sembro pit dolee anche a morte. Guardd negli oochi la ragazza ‘quegli occhi verdi come il mare poi allimprovviso use una lacrima ¢ lui eredette di affogare. ‘Te voglio bene assaie ma tanto tante bene sai @ una catena ormai che scioglie il sangue dint’e vene sai. Potenza della lirica dove ogni dramma ® un falso che con un po' di trucco e con la mimica puoi diventare un altro ma lui non ci pen - sd. e ri-co-min-cid il suo poi tan-to Rem7 can-to. Te vo-glio oI be-ne sai Lam? Lam che scio-glieil san-gue din-t"'e M7 Lam? Lam = Lam? Lam ‘ma due occhi che ti guardano cosi vieini e veri ti fan scordare le parole confondono i pensieri. Cosi diventa tutto piccolo anche le notti la in America ti volti e vedi la tua vita come la seia di un'elica ma sié la vita che finisce ma lui non ci pensd poi tanto anzi si sentiva gia felice ricomineio il suo canto. ‘Te voglio bene assaie ‘ma tanto tanto bene sai @ una catena ormai che scioglie il sangue dint’’e vene sai. 55 Franco Battiato CENTRO DI GRAVITA PERMANENTE Testo di F BATTIATO Musica di F. BATTIATO, G. PIO Moderato Sax Rem Dom Sol Mb Dom Sol Mi Sol U - na vee - chia bre - to-ne—_ con un cap- pel - loeun om - Rem Dom a sbrel-lo di car - ta di ri - soe can - na di bam - bi. mb Dom/La Sol ni co-rag-gio - si fur - bi con-trab-ban - die - ri_ma-co - do - ni, (© 1985 by EMV MUSIC PUBLISHING ITALIA ta -Via C. Ravi, 43/45 - 20149 Mleno Tia di sono eva 9 en deeper at pas del mand. Al gh teed eraond Copyrit eaeed