Sei sulla pagina 1di 3

Hitler e il Nazismo

La crisi americana del 1929 aveva provocato effetti disastrosi anche in tutta
lEuropa; proprio per questo in Germania esplodono agitazioni sociali ed economiche,
che portano rapidamente al successo il Partito nazionalsocialista dei lavoratori
tedeschi, guidato da Adolf Hitler.
Oltre alle simpatie dei grandi capitali, questo partito raccoglieva il consenso della
piccola borghesia, a cui Hitler aveva promesso il ritorno alla sicurezza sociale, al
benessere economico e lordine con unefficientissima organizzazione paramilitare, le
camicie brune (SA).
Alle elezioni del luglio del 1932 la
Nsdap divenne il 1 Partito tedesco
e Hitler viene nominato cancelliere;
successivamente, in seguito
allincendio del Reichstag
(organizzato dai nazisti e attribuito
ai comunisti) ottenne pieni poteri. In
questo modo, decretata la fine della Repubblica di Weimar e Hitler proclama
come partito unico quello nazista, imponendo
lordine con il terrore delle SA: aveva cos inizio,
allinsegna della svastica, il Terzo Reich. Capo
della polizia fu nominato Himmler, che cre
la Gestapo (Polizia segreta di stato),
affiancata da una magistratura speciale per i
reati politici per giudicare i reati di alto
tradimento. In pochi anni, anche i semplici
oppositori andarono a riempire le prigioni e i
campi di concentramento (il primo fu quello
di Dachau) appositamente creati per loro.
Il 30 giugno 1934, nella terribile notte detta
dei lunghi coltelli, le SS eliminarono decine
di esponenti del partito non daccordo con
loro e tutti i leader delle SA. Hitler nel 1934,
dopo la morte di Hindenburg, si pose la duplice carica di presidente e
primo ministro: cos era compiutamente e definitivamente il Fhrer del
Reich.
Per ottenere il controllo e il dominio sui tedeschi (quindi instaurare
quello che si definir totalitarismo perfetto), bisognava irreggimentare
la societ. I proprietari delle aziende e i loro dipendenti vennero inseriti
al Fronte del lavoro; i giovani furono inquadrati nelle organizzazioni del
regime (come giovent hitleriana); Goebbels, organizzo una propaganda
capillare che regolava la vita dei cittadini. La scuola, luniversit, la
stampa, la magistratura vennero asservita ai principi del nazismo.
Inizialmente, il nazionalismo cancell linflazione, fece ritrovare ai tedeschi il
benessere perduto: anche grazie al potenziamento dellindustria bellica, tutti
lavoravano, ogni famiglia poteva vivere serenamente, le citt erano pi floride ed
eleganti che mai.
Ben presto il nazismo, present il suo volto peggiore: non solo eliminava gli
oppositori, ma cominci una grande persecuzione contro i non ariani, in modo
particolare contro gli Ebrei.
Il 15 settembre 1935 vennero emanate le leggi di Norimberga, che
tolsero agli ebrei ogni diritto politico, proibendo anche i matrimoni
misti, al fine di tutelare la purezza della di razza ariana.
Hitler, infatti, sul Mein Kampf ipotizzava ed esaltava la superiorit
della razza ariana come "razza dominante" su tutte le altre e in
particolare sulla razza ebraica, che doveva essere eliminata.
La vera e propria azione di
persecuzione contro gli
ebrei cominci il 9
novembre 1938, quando,
nella "notte dei cristalli",
al fine di vendicare
luccisione, avvenuta a
Parigi, di un diplomatico
tedesco, ucciso da un
giovane ebreo, furono
distrutte sinagoghe e
negozi di ebrei. In
pochissimo tempo divenne sempre pi violenta: gli ebrei venivano segregati in ghetti,
poi quando si pass alla purificazione razziale vera e propria, con eliminazioni di
massa non con fucilazioni (perch cera il costo delle pallottole ma con metodi
sempre pi efficienti pe uccidere persone in massa, usando le camere a gas e i
forni crematori per eliminare fisicamente i corpi. Tristemente famosa lodissea
vissuta degli ebrei e dei dissidenti, che venivano internati nei campi di
concentramento. All'arrivo in questi campi i prigionieri venivano divisi in due gruppi:
quelli troppo deboli per lavorare venivano uccisi immediatamente nelle camere a gas
e i loro corpi bruciati, mentre gli altri venivano impiegati disumanamente nelle
fabbriche situate dentro o attorno al campo. Il trasporto dei prigionieri nei campi
era spesso svolto utilizzando convogli ferroviari composti da carri bestiame, con un
ulteriore umiliazione e di disagio dei prigionieri.
In aggiunta, i nazisti condussero molti esperimenti medici sui prigionieri, bambini
compresi.
Si calcola che per la persecuzione nazista persero la vita circa sei milioni di ebrei.
Le condizioni di abbrutimento ed annichilimento della persona sono state riportate
nelle pagine di Se questo un uomo, capolavoro dello scrittore italiano Primo Levi,
di origine ebrea, deportato ad Auschwitz e miracolosamente sopravvissuto alla
prigionia nel campo di sterminio.