Sei sulla pagina 1di 102

RIZA MAGGIO 2017 PERIODICO MENSILE

ISSN 2465-3470 (ON LINE) N. 96

O G NI M E S E UN A CURA V IN CEN TE

IL MODO MIGLIORE PER BRUCIARE I GRASSI SENZA DIETA

Le combinazioni alimentari
per dimagrire subito
Il segreto per perdere peso
associare bene i cibi nel piatto
SCOPRI LE ACCOPPIATE VINCENTI
Via il gonfiore con ananas e pollo
Elimina i ristagni con sedano e aceto
Sciogli ladipe con segale e avocado

COSA PORTARE IN TAVOLA OGNI GIORNO


La pasta ti gonfia? Linsalata drenante Contro la cellulite
Con il sugo giusto se la fai aggiungendo frulla insieme
diventa snellente bacche e frutti rossi cavolo e menta
e

Valido uglio
1L
dal 1Aprile al 3

Come partecipare e vincere


i meravigliosi premi in palio?
Acquista almeno 15 di prodotti Equilibra*
di qualsiasi linea e conserva lo scontrino. Collegati al sito
www.inviaggioconequilibra.it, registra i dati del tuo
scontrino seguendo le indicazioni riportate sul sito. STA N Scopri subito se hai vinto uno dei
IN

250 cofanetti Bellezza e Benessere


messi in palio ogni mese

Estrazione nale di due vacanze Alpitour:


vacanza per 2 adulti e 2 bambini di 7 giorni**
Estrazione mensile presso lAlpiClub Lindos Princess a Rodi;
di un weekend presso
lagriturismo Il Poggio di Teo vacanza per 2 persone di 8 giorni**
presso lAlpiClub Bluebay Beach Resort & Spa a Zanzibar.

* limporto deve considerarsi in un unico scontrino. ** il pacchetto include soggiorno e trasporto aereo, partenza da Milano.

Concorso valido dal 01/04/2017 al 31/07/2017. Estrazione nale entro il 15 Settembre 2017.
Montepremi complessivo pari a 63.720 IVA esclusa ove dovuta. Regolamento completo su www.inviaggioconequilibra.it
LEDITORIALE di Vittorio Caprioglio

Anche tra gli alimenti


questione di chimica
Ci sono cibi che, mangiati insieme ad altri, sono pi digeribili,
mentre associati diversamente causano gonfiori e fermentazioni.
A tavola, come nella vita, bene scegliere la giusta compagnia

Q uesto numero di Salute Naturale Extra de-


dicato a un tema, le combinazioni alimentari,
la cui importanza si fatta pi evidente in
questultimo decennio. Gi in passato le tra-
dizioni religiose fornivano consigli su come
combinare i diversi alimenti, ma oggi, forse a causa
del moltiplicarsi di disturbi digestivi e sovrappeso,
riescono ad avere un figlio e che, con grande sorpre-
sa, si scoprono feconde appena si uniscono a un altro
partner? Si grida al miracolo, ma forse si trattava di
incompatibilit riproduttiva con il primo compa-
gno, risolta poi con il secondo, azzeccando la reazione
giusta in quello che il laboratorio pi raffinato che
esista, quello della vita. Ma anche nel nostro stomaco,
tornato in luce quanto conti un buon matrimonio che Paracelso paragonava a un laboratorio alchemi-
nel piatto. Ci che accade, infatti, mescolando i diversi co, importante rispettare le giuste combinazioni. La
nutrienti, in qualche modo paragonabile a ci che si digeribilit maggiore o minore di un pasto dipende
ritrova, fatti i debiti cambiamenti (mutatis mutandis moltissimo dagli accoppiamenti culinari: ce ne sono
sentenziavano i latini), tra gli esseri umani. Non si dice alcuni che appesantiscono il nostro metabolismo, ci
forse che tra due persone deve scattare la chimica, fanno digerire male e ingrassare. Alcuni abbinamenti
ovvero devono combinarsi bene, come i pezzi di un puz- favoriscono gonfiori e fermentazioni, aumentano le tos-
zle, affinch vadano damore e daccordo e il rapporto sine in circolo, limitano il funzionamento del sistema
funzioni? La medesima chimica deve innescarsi anche immunitario, fanno alzare la glicemia e altri... danno
tra gli alimenti che fanno parte del- il risultato opposto. Dovremo consi-
lo stesso pasto, affinch il pro- derare, non c dubbio, le risposte
cesso digestivo sia proficuo. soggettive, cio tener presente
A volte certi abbinamenti che esiste una certa elasticit
sono ottimali, altre volte individuale nel tollerare o
tollerabili, altre ancora meno alcuni accostamenti.
le incompatibilit sono a Ma, se si vuole dimagrire e
tal punto radicali, che le favorire la corretta funziona-
conseguenze non possono lit dellapparato digerente,
essere che un problema. Ma opportuno conoscere le compa-
non esistono forse ritornando tibilit tra alcuni cibi. questo che
al parallelismo con gli esseri umani abbiamo voluto mettere in luce, racco-
persone timide che diventano loquaci gliendo, nelle pagine di questo numero, i
con linterlocutore giusto? Soggetti arro- suggerimenti e le combinazioni alimentari pi
ganti che si danno una calmata se trovano chi utili se si vuole perdere peso e digerire meglio.
riesce a tener loro testa? O ancora coppie che non Buona lettura!

3 Maggio 2017
Il tuo gonfiore dovuto a combinazioni
alimentari sbagliate? Fai il test! pag. 14

IL SOMMARIO Maggio 2017 - numero 96

Pane la mattina, carne la sera: la prima dieta


dissociata prescritta... nella Bibbia pag. 18
3 Leditoriale
Anche tra gli alimenti questione di chimica

6 Notizie dal mondo


8 Il tuo percorso di benessere
Porta a tavola le combinazioni alimentari snellenti

10 La guida
Abbina bene i cibi: digerisci meglio e dimagrisci subito

Non tutti gli alimenti vanno daccordo tra loro: 16 Cosa accade nel corpo
ecco gli errori da non fare pi pag. 25 Ecco come funziona la nostra digestione

18 Cenni storici
Consigli e divieti gi nelle tradizioni religiose

20 Indagine
Dispepsia: un problema ricorrente per il 60% dei lettori

25 Gli errori da evitare


Questi sono i cibi che non vanno insieme

Niente rag o carbonara: sulla pasta il sugo di 35 Le combinazioni alimentari


noci ad essere davvero snellente pag. 38
sono il miglior dimagrante
Bruciagrassi - Anche la pasta fa dimagrire associata nel modo giusto
Antigonfiore - Blocca le fermentazioni con questi accostamenti
Antiristagni - Nelle insalate metti insieme i vegetali verdi e quelli rossi

52 Combinazioni antifame
Gli sfizi light che ti salvano dalle abbuffate
Soncino e uva, cavolo e melograno: ecco
le sinergie che sciolgono i cuscinetti pag. 48

IDEE SALVALINEA
Unisci spinaci, aloe e mela per ottenere un drink

57 Attenti alle bevande. Anche loro detox che riduce il girovita pag. 62

vanno abbinate bene


Come bere - I s e i no nel bicchiere
Nella centrifuga - I mix pi efficaci contro i chili in pi
In tazza - Le migliori miscele di erbe per agire sui punti critici

67 Ricette a confronto
Rendi tutti i tuoi menu un trionfo di leggerezza

81 Per la salute
Le scelte giuste per migliorare lassimilazione dei nutrienti
Bastano piccoli aggiustamenti per rendere tutti

90 Rimedi verdi i tuoi pasti a prova di dieta pag. 68

Digerisci male? Ti servono pi enzimi!

96 Libri
Centro Riza
Servizio di psicologia e psicoterapia

Incontri di gruppo
Tutti i gioved con Raffaele Morelli
SCOPRIAMO LE NOSTRE RISORSE INTERIORI A volte una cattiva digestione causata da un
fegato affaticato: il rosmarino aiuta pag. 94
Abbandoni, separazioni, fallimenti sentimentali, disagi esistenziali e disturbi
psicosomatici a volte ci travolgono. E cos ricorriamo agli psicofarmaci con la speranza
di salvezza. Ma non fuggendo dal sintomo, o cercando di metterlo a tacere con le
medicine, che possiamo risolvere il problema. Questi disagi racchiudono una gemma
preziosa: il grande sapere dellanima che preme per farci realizzare la nostra vera
natura, cio il nostro essere diversi da tutti gli altri. Perch ognuno possiede Immagini
soltanto sue. Gli incontri terapeutici del gioved sono workshop pratici dove vengono
insegnate le tecniche fondamentali per ritrovare il benessere interiore.
Tutti i gioved alle ore 17.00
Per informazioni e prenotazioni: 02/5820793 - centro@riza.it

Centro Riza di Medicina Naturale - Via L. Anelli, 4 20122 Milano


Sito web: http://centro.riza.it
NOTIZIE DAL MONDO

IRLANDA
I latticini non fanno ingrassare
se li metti col giusto contorno
I latticini alzano il livello di colesterolo o lo abbassano?
Fanno dimagrire o no? Dipende. E dipende soprat-
tutto da come vengono abbinati agli altri alimenti
nel piatto. Lintuizione deriva da uno studio del 2016
condotto dallUniversity College Dublin, in Irlanda. I
ricercatori hanno monitorato lalimentazione di 1.500
irlandesi dai 18 ai 90 anni, con particolare riferimento
al consumo di latticini sia light che ad alto contenuto
di grassi. emerso che chi consumava spesso latte, for-
maggi & simili, pur assumendo una dose maggiore di
grassi saturi, aveva una percentuale di grasso corporeo
Ideali con inferiore rispetto a chi li mangiava raramente o mai; sen-
la verdura za inoltre mostrare un eccessivo livello di colesterolo
Una porzione LDL. Il motivo, secondo gli esperti, da ricercare anche
di verdure nel modo in cui ogni alimento viene combinato agli altri
il contorno ideale cibi nel corso del pasto.
per il formaggio

CALIFORNIA
A digerire bene si inizia da piccoli
grazie al latte della mamma
Il latte della mamma contiene gli anticorpi e i batteri buoni di cui
il neonato ha bisogno per restare in salute e anche per imparare a
digerire correttamente tutto ci che mangia. Lo sostengono diversi
studi e lultima conferma arrivata nel 2016 dai ricercatori della
University of California (Stati Uniti). Sarebbe proprio grazie allallat-
tamento al seno, insomma, che il bambino impara a tollerare alcuni
microrganismi buoni. Sono proprio questi che colonizzano lintestino
del neonato e, proliferando, gli assicurano non solo la formazione di un Nutrimento indispensabile
sistema immunitario efficiente, ma gli forniscono anche gli strumenti Lallattamento al seno fornisce
per digerire bene ci che verr ingerito. al neonato i batteri intestinali
pi utili al suo benessere

6 SALUTE NATURALE EXTRA


WASHINGTON
Niente bar n ristoranti: mangiare
a casa il segreto per pasti pi salutari
A bbinare i giusti alimenti durante il pasto, cos da garantirsi una corretta
digestione, decisamente pi complesso se si mangia fuori: al bar, al fast
food o al ristorante si finisce in genere per adattarsi alle proposte del menu,
che magari non di grande qualit. Invece la cucina di casa d la possibilit
non solo di combinare bene i cibi, ma in generale di mangiare pasti pi sani
e salutari. Lo sostiene anche uno studio condotto dalla University of Wa-
shington e dalla Oregon State University (Usa), che tramite un questionario Casalingo meglio
hanno indagato le abitudini alimentari di 437 americani: emerso che i pasti Mangiare a casa non
consumati in casa risultavano pi salutari rispetto a quelli mangiati fuori casa. solo pi economico,
ma anche pi salutare

GIAPPONE
Alghe e olio di pesce:
la coppia anti-obesit
A bbinare nel piatto alghe brune e olio di
pesce aiuta a ridurre la massa grassa e
il livello di zuccheri nel sangue. Lo sostiene
uno studio condotto sui topi dalla Hokkaido
Effetti negativi University, in Giappone. Gli scienziati attribui-
gi noto che scono questo risultato principalmente allazio-
troppi antibiotici ne della fucoxantina, un carotenoide marino
danneggiano contenuto appunto nelle alghe brune comme-
la flora batterica stibili che, anche somministrato da solo, si era

OREGON dimostrato in grado di contrastare obesit e


diabete. I ricercatori giapponesi hanno per
notato che se le alghe ricche di fucoxantina
Pranzo pesante? La colpa vengono combinate con lolio di pesce (in
genere si assume come integratore), fonte di
pu essere degli antibiotici acidi grassi buoni, i risultati sulla riduzione del
peso diventano pi significativi.

T ra gli effetti negativi delluso di antibiotici ci


sarebbe anche un rallentamento della dige-
stione, che diventa quindi meno efficiente, con
Super fucoxantina
conseguenze indesiderate a cascata sullassimila- Labbinamento con lolio rende
zione dei nutrienti e il peso forma. Lo sostiene un la fucoxantina delle alghe pi
efficace contro lobesit
recente studio della Oregon State Universirty, ne-
gli Stati Uniti, che ha indagato appunto gli effetti
indesiderati delle terapie antibiotiche, sia quando
lassunzione ordinaria sia quando eccessiva.
Tra le altre cose, infatti, era gi noto che i troppi
antibiotici danneggino la flora batterica intestina-
le, mentre adesso stato ipotizzato che, oltre a
intaccare il processo digestivo, influenzino anche
il sistema immunitario e il comportamento.

7 Maggio 2017
IL TUO PERCORSO DI BENESSERE

Porta a tavola le combina


Pesantezza e pancia gonfia?
Ecco come liberartene in fretta
P er dimagrire non devi rinunciare
ai tuoi cibi preferiti, ma imparare
ad abbinarli nel modo giusto. Alcuni
alimenti, infatti, sono poco compatibili
tra loro: se li associ nel piatto, affatichi
la digestione e, di conseguenza,
favorisci gonfiori, fermentazioni e
accumulo di peso. Scopri quali
A PAGINA

25
sono gli (insospettabili) errori da
non fare pi durante i pasti!

Associa cos i cibi: bruci i grassi


e vinci anche la ritenzione idrica
P orta in tavola la strategia
dimagrante pi adatta alle tue
esigenze. Vuoi bruciare pi grassi e
accelerare il metabolismo? Oppure
vincere ritenzione idrica e cellulite?
O, ancora, prevenire le fermentazioni
e ridurre il girovita? Ecco quali sono
le combinazioni alimentari
A PAGINA

35
pi efficaci per raggiungere
ciascuno di questi obiettivi.

8 SALUTE NATURALE EXTRA


I testi di questo numero
sono stati curati dalla
dott.ssa Cristina Molina,
medico chirurgo esperto in
omeopatia e omotossicologia

zioni alimentari snellenti

Rendi tutti i tuoi piatti preferiti


a prova di dieta, ma con gusto
L asagne, polpettone, pizza, fritto
misto... tutti piatti deliziosi che
per, soprattutto quando si inizia una
dieta, si tende ad eliminare: troppo
pesanti e calorici. In realt basta un
semplice intervento per eliminare
le combinazioni alimentari scorrette
contenute in queste pietanze e
A PAGINA

67
renderle a prova di dieta, ma
senza rinunciare al gusto.

9 Maggio 2017
LA GUIDA
Abbina bene i cibi
Digerisci meglio
e dimagrisci subito
P er dimagrire si fa spesso attenzione a cosa si
mangia. Si contano le calorie, si riducono i gras-
si, si aumenta lassunzione di cibi ad effetto
drenante, si pesano pasta e riso. Tutte ottime cose,
efficaci per rimettersi in forma. Ma bisognerebbe
Reazioni chimiche
Una volta introdotto nel nostro corpo, il cibo viene
riportato ai suoi costituenti base per poter essere as-
similato. Le proteine vengono scisse in aminoacidi,
considerare anche un altro aspetto, soprattutto se, i carboidrati in molecole di glucosio, i grassi in acidi
oltre ai chili di troppo, si accusa di frequente pesan- grassi pi semplici, le vitamine e i minerali vengono
tezza dopo i pasti, difficolt digestiva e, nonostante si estratti e assimilati. Nello stomaco e poi nellintestino,
rispettino tutte le regole della sana alimentazione, si in cui si svolge la maggior parte della digestione,
fatichi a perdere peso. Bisognerebbe fare attenzio- si scatenano reazioni chimiche che trasformano una
ne al modo in cui si combinano gli alimenti mela o un panino in carburante per il metabo-
nel piatto. Quello che per noi un pasto lismo. Alimenti diversi per, proprio in virt
completo, per il nostro apparato dige- della loro composizione chimica, hanno biso-
rente una quantit di materiale gno per essere metabolizzati di enzimi diver-
da scomporre e digerire. si che li scompongono. Ed possibile che gli
uni ostacolino la digestione degli altri: biso-
gna evitarlo. I vantaggi saranno notevoli, sul
fronte della linea e su quello della salute.

10 SALUTE NATURALE EXTRA


I ri sultati li vedi
gi dopo 2 ore!
I primi benefici che arrivano dalleffettuare corrette combi-
nazioni alimentari si fanno sentire immediatamente. La di-
gestione inizia subito, non appena si mettono gli alimenti
in bocca, ed entra nel vivo gi dopo unora. La
digestione di un piatto leggero, per lo stomaco,
si conclude dopo due o tre dore. Ed qui
che gi si pu avvertire una prima sensa-
zione di benessere, poich proprio a li-
vello gastrico che pu verificarsi il primo
blocco del processo digestivo. quello
che comunemente viene definito come
peso sullo stomaco ed quella sensa-
zione di pienezza che pu prolungarsi
per diverse ore. Anche perch la dige-
stione completa e lassimilazione di un
alimento, che deve passare attraverso
lintestino, avviene in circa 8 ore, men-
tre leliminazione delle sostanze inutili
o non digerite avverr 24 ore dopo la
digestione. Consumare un pasto pe-
sante, fatto di alimenti che si ostacola-
no fra loro, oltre che abbondante, pu
portare il processo digestivo a prolun-
garsi anche per il doppio del tempo.

11 Maggio 2017
LA GUIDA SE LINTESTINO FUNZIONA, IL GIROVITA CALA

E in pi blocchi sul nascere


il fastidioso gonfiore addominale
C ombinare correttamente i cibi utile soprattutto
se tendi a sentirti sempre gonfio e se, nonostante
le diete, fai fatica a perdere peso. Aiutare lo stomaco
Aumenta lenergia
e si riducono gli accumuli
e lintestino a svolgere il proprio lavoro, cercando Grazie a una digestione velocizzata dallassenza di
di semplificare al massimo il loro compito, ti per- alimenti che si ostacolano lun laltro, si aumenta
metter di bloccare il gonfiore sul nascere, facen- lefficienza con la quale il cibo viene trasformato in
do venire meno le condizioni che lo determinano. energia. Questo si traduce in una maggior forza a
Questo avr ricadute importanti non solo sulla lar- disposizione, ma anche in un minor accumulo di
ghezza del girovita, ma sul funzionamento di tutto grassi. Per comprendere perch questo avviene
il metabolismo nel suo complesso. Non rallentati da possibile immaginare quello che mangiamo come
una digestione lunga e difficoltosa, infatti, i processi disposto su un nastro trasportatore che attraversa
metabolici saranno pi rapidi e questo significher tutto il tubo digerente dal quale il nostro corpo, at-
una maggior velocit nella produzione di energia e traverso i villi intestinali, prende ci che serve.
nel consumo dei grassi di riserva. Si ridurr inoltre Se questo nastro si muove senza intoppi, alla giusta
la quantit di tossine che rappresentano anchesse velocit, verranno prese le quantit di nutrienti ne-
un freno alla perdita di peso. cessarie, ma se il nastro va lento o si blocca, aumen-
Abbinamenti scorretti infatti lasciano che ter il tempo a disposizione per prendere nu-
parti di alimenti non completamen- trienti. Mentre vitamine e minerali sono
te digerite passino dallo stomaco contenuti in quantit limitate, pur-
allintestino, innescando processi troppo ad essere abbondanti sono
fermentativi e putrefattivi che soprattutto grassi e zuccheri, di
sono alla base tanto del gonfiore cui una digestione lenta aumenta
addominale, quanto di un ri- lassimilazione. questa la ragio-
stagno di scorie che generano ne per cui sovrappeso e difficolt
infiammazione e ostacolano il digestive possono essere stretta-
dimagrimento. mente collegati fra loro.

Vinci anche refl usso e gastriti


A nche alcuni problemi digestivi, come gastriti e
reflusso, possono trovare una soluzione attra-
verso le corrette combinazioni alimentari. Vi sono
ovvero condizioni patologiche caratterizzate
dalla presenza di dolori addominali e pirosi
(bruciore o fastidio allepigastrio, ovvero alla
cibi che determinano una maggior secrezione di bocca dello stomaco), che compaiono dopo
succhi gastrici e che, se combinati insieme, pos- aver mangiato. Alcune combinazioni alimentari
sono aumentare lacidit dello stomaco arrivando specifiche possono anche evitare disturbi quando
a danneggiare le mucose che rivestono la parete si di fronte a una ridotta produzione di enzimi
gastrica. Semplificare il lavoro dello stomaco digestivi, cosa piuttosto frequente con laumentare
senzaltro un modo efficace per mettersi al riparo da dellet, o a una ridotta motilit dello stomaco, che
12
quelle che vengono chiamate
EXTRA sindromi dispeptiche, rende pi difficoltoso lo svuotamento gastrico.
Finalmente basta
sonnolenza dopo i pasti
A beneficiare delle corrette combinazioni alimentari non solo la linea, ma anche il cervello. La
digestione un compito davvero molto impegnativo per il nostro organismo. Questo processo
richiede energia e fino al 15% di quella che estraiamo dal cibo serve proprio allapparato digerente
per svolgere il proprio lavoro. Se la digestione si fa troppo lunga e laboriosa, viene richiesta una fatica
maggiore e lenergia viene sottratta ad altri compiti, primi fra tutti quelli intellettivi
che, per il nostro organismo che pensa innanzitutto alla sopravvivenza, sono
meno essenziali. Ecco spiegata la sonnolenza, la mancanza di concen-
trazione e la scarsa lucidit che seguono un pasto impegnativo.

Se puoi, fai una breve passeggiata


Il cervello continuer a governare le varie funzioni fisiologiche, ma
ridurr il proprio impegno sul fronte della concentrazione. Ecco
perch abbinare correttamente gli alimenti un modo semplice
per garantirsi una maggior lucidit mentale, utile soprattutto se
dopo il pasto si deve riprendere a lavorare. E se non possibile
evitare qualche combinazione sbagliata, buona cosa, prima di
rimettersi alla scrivania, fare una passeggiata. La corretta dige-
stione non aiutata solo dalla chimica, ma anche dal movimento.
Passeggiare favorisce il transito del cibo, contrastando pesantezza
e fermentazioni e riducendo la richiesta di energia.

Pi sottile
La larghezza del
girovita influenzata
enormemente dalla
corretta funzionalit
digestiva

13 Maggio 2017
LA GUIDA SCOPRI SE ABBINI MALE I CIBI NEL PIATTO

Fa i i l test
Ti senti cos? Allora
devi stare attento
alle combinazioni! Errori insospettabili
Gli errori alimentari

C i sono alcune condizioni in cui necessario fare che ci fanno ingrassare


maggiormente attenzione al modo in cui si combi- sono proprio sotto
il nostro naso... ma
nano gli alimenti. Se abbinare correttamente gli alimenti
non lo sappiamo!
fa bene a tutti, alcune persone possono trarre ancor pi
giovamento da una pianificazione pi attenta dei propri
pasti. Fai questo piccolo test e verifica se i tuoi problemi
di peso (e digestivi) possono essere dovuti ad alcuni
errori nella combinazione dei cibi.

S NO
Avverti un senso di pesantezza dopo i pasti, spesso accompagnato
da dolori addominali pi o meno intensi?
Hai difficolt a digerire alcuni alimenti e quindi hai cominciato a mangiarli
meno di frequente o li hai completamente esclusi dalla tua dieta?
Dopo mangiato accusi di frequente sonnolenza e calo della concentrazione?
Fatichi a perdere peso anche se segui scrupolosamente la dieta e riduci le calorie?
Il tuo intestino non regolare e spesso si presentano episodi di stipsi?
Avverti di frequente il bisogno di mangiare e la tua fame ti spinge in particolare
verso alimenti calorici e dolci?
Ogni tanto soffri di reflusso e bruciori di stomaco?
Ti capita di soffrire di meteorismo, con accumulo di gas a livello addominale,
e con eruttazioni frequenti?
Hai la sensazione che, da un giorno allaltro, i tuoi vestiti ti stiano pi stretti,
anche se il peso non variato?
Soffri di ritenzione idrica che si manifesta anche
con gonfiori agli occhi al mattino?
Ti capita di svegliarti durante la notte perch hai un peso sullo stomaco?
Se hai risposto positivamente ad almeno quattro di queste domande, allora sicuramente migliorare e correggere
il modo in cui abbini gli alimenti ti sar daiuto, consentendoti anche di perdere quei chili di troppo che paiono
resistenti a ogni attacco.

14 SALUTE NATURALE EXTRA


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
COSA ACCADE NEL CORPO
Ecco come funziona
la nostra digestione
Conoscere i meccanismi del nostro apparato gastrointestinale aiuta
a comprendere come associare gli alimenti nel migliore dei modi

A llapparenza la digestione un processo piutto-


sto lineare: il cibo arriva nello stomaco, i succhi
gastrici lo scompongono, ci che utile viene
assimilato e ci che inutile si avvia alleliminazione.
In realt la questione pi complessa di cos, princi-
NON DEVONO FORMARSI CODE
Inoltre non tutti i cibi vengono digeriti nello stesso
punto e, per evitare gonfiori e fermentazioni causati
da soste prolungate, bene far arrivare gli alimenti
nel posto deputato alla loro digestione il prima possi-
palmente perch ogni alimento che ingeriamo ha un bile, senza far loro subire rallentamenti e stop forzati
percorso digestivo su misura: richiede un certo nu- lungo il percorso. Insomma, quando decidiamo come
mero di ore di lavoro gastrico, il coinvolgimento di abbinare le pietanze dovremmo farci guidare dallap-
specifici enzimi digestivi (sostanze che scompongo- parato gastrointestinale: importante che i cibi siano
no i cibi in alimenti pi semplici) e anche determinate compatibili soprattutto dal punto di vista del lavoro
temperatura e acidit. Ma le condizioni ideali per un digestivo che richiedono. Conoscere come funziona
certo alimento sono, in parte o del tutto, incompatibili lapparato gastrointestinale il primo passo per evitare
con quelle richieste da un altro. di allungare il processo digestivo.

(anche) una questione di acidit


A nche se buona parte della digestione si svolge
in realt nellintestino tenue (vedi box a destra,
in basso), anche i succhi gastrici secreti dallo sto-
dello stomaco aumenta. Ci utile perch non tutti
i cibi richiedono lo stesso grado di acidit per poter
essere digeriti bene. La pepsina, ad esempio, che
maco svolgono un ruolo importante: sciolgono lenzima che degrada le proteine, ha bisogno di
i residui alimentari e sono costituiti principalmente un terreno piuttosto acido per funzionare. Al contra-
da acqua, sali, enzimi digestivi e acido cloridrico. rio lamilasi, che degrada gli amidi, necessita di un
Questultimo, oltre a consentire lassorbimento di ambiente poco acido. Ecco perch grandi quantit
calcio e ferro, il responsabile della variazione del di amidi e proteine nel pasto sono incompatibili: lo
grado di acidit dei succhi gastrici. Se le cellule dello stomaco non pu digerirli contemporaneamente e
stomaco rilasciano pi acido cloridrico, infatti, il pH deve farlo in tempi diversi, quindi pi lunghi.

16 SALUTE NATURALE EXTRA


LA DIGESTIONE DI AMIDI
E GRASSI INIZIA IN BOCCA
Il cibo viene masticato, deglutito e in pochi secondi attraversa
lesofago e arriva nello stomaco. Il processo digestivo inizia
proprio nella bocca: gi durante la masticazione entrano in
azione, tramite la saliva, alcuni enzimi digestivi. In particolare
si attivano gli enzimi amilasi e lipasi salivari, che iniziano cio a
digerire gli amidi e i grassi. Per questo importante masticare a
lungo gli alimenti. Lacidit della saliva, affinch questoperazione
possa essere svolta agevolmente, non deve essere eccessiva.

NELLO STOMACO
IL TURNO DELLE PROTEINE
Il bolo masticato arriva poi nello stomaco. Qui i succhi gastrici e
alcuni enzimi prodotti dallo stomaco stesso iniziano o proseguono
la degradazione degli alimenti ingeriti. In particolare lenzima
chiamato pepsina si occupa della degradazione delle proteine,
mentre lipasi dei grassi. I succhi gastrici per non hanno un grado
di acidit fisso: alcuni enzimi richiedono unacidit maggiore
rispetto ad altri per poter svolgere il loro lavoro. Quindi lo stomaco
deve modificare il proprio ambiente in base al cibo che si trova a
dover digerire e agli enzimi che entrano in gioco.

NELLINTESTINO TENUE
SI ASSIMILANO I CEREALI
Il cibo esce dallo stomaco sotto forma di una poltiglia semi-solida
e passa nellintestino tenue. qui che avviene la pi consistente
fase della digestione, infatti intestino e pancreas (il cui succo
pancreatico confluisce direttamente nel duodeno, il primo tratto
dellintestino tenue) forniscono tutti gli altri enzimi digestivi
necessari a degradare qualunque tipo di alimento. Alcuni cibi
iniziano ad essere digeriti solo quando arrivano nellintestino, e
non prima, ad esempio gli zuccheri semplici. dunque importante
che questi alimenti arrivino il prima possibile nel tratto tenue.
Lultima fase del processo digestivo lassimilazione dei nutrienti,
che avviene sempre nellintestino tenue. A questo punto i residui
proseguono verso lintestino crasso per essere eliminati.

17 Maggio 2017
CENNI STORICI
Consigli e divieti gi
nelle tradizioni religiose
O ggi parliamo di combinazioni alimentari in re-
lazione soprattutto alla salute gastrointestinale
e al dimagrimento, ma la questione molto pi
antica e radicata nella tradizione. Ne un esempio la
religione ebraica, che - come accade anche nellIslam -
LATTE E CARNE:
UNIONE PROIBITA
NELLA BIBBIA
prescrive minuziosamente quali alimenti consentito
consumare, come vanno cucinati e combinati tra loro.
Alcuni animali sono considerati impuri e non posso-
no essere mangiati. Quelli permessi devono essere
I l divieto di mangiare nello stesso pasto cibi
carnei e lattei viene osservato dagli ebrei da
oltre tremila anni. Oggi sono soprattutto i pi
macellati secondo un procedimento rituale. Simili
ortodossi ad applicare la legge in modo ferreo.
attenzioni sono riservate ai vegetali e alle bevande.
Circa un sesto degli ebrei americani (la comunit
Gli alimenti ammessi sono detti kashr, che significa
pi numerosa al mondo fuori da Israele) segue
appropriato. Con tale termine sono indicati risto-
lalimentazione kashr. Per facilitare losservanza
ranti, prodotti e stabilimenti industriali che rispettano
del divieto di combinare cibi carnei e lattei, non
le regole alimentari della religione ebraica.
raro trovare nei supermercati
prodotti a marchio kashr,
DAL DEUTERONOMIO garanzia del fatto che il
Le norme da seguire in ambito alimen-
prodotto rispetta tutte le
tare sono numerose e complesse, e af-
norme religiose. Lindicazione
fondano le loro radici nella Bibbia. Ce
particolarmente utile
n una in particolare che sottolinea la
nei formaggi, il cui caglio
necessit di combinare adeguatamen-
di norma si estrae dallo
te gli alimenti: proibisce di abbinare la
stomaco dei vitellini. La
carne (e i cibi carnei) a latte e derivati.
certificazione kashr
La legge si rif a un versetto dellEsodo
assicura lutilizzo del caglio
e del Deuteronomio, che vieta di cuoce-
microbico o vegetale, e
re il capretto nel latte di sua madre.
quindi lassenza di contatto
I due generi alimentari per questo non
tra carne e latte. I prodotti
vengono cucinati o conservati insieme,
marchiati con una U in un cerchio,
n serviti nello stesso pasto. Gli ebrei ortodossi usano
invece, indicano gli alimenti pareve, cio che non
stoviglie o anche cucine diverse per la carne e per il
includono n carne n latticini.
latte, e se hanno mangiato uno dei due cibi attendono
almeno sei ore prima di consumare laltro.

18 SALUTE NATURALE EXTRA


La curiosit
Pane la mattina, carne la sera: persino Mos separava le portate
P ersino lidea di separare carboidrati e proteine
ha un antenato molto antico. Si tratta del con-
cetto alla base della dieta dissociata, che, facendo
mormorano: Fossimo morti per mano del Signore
nel paese dEgitto, quando eravamo seduti presso
la pentola della carne, mangiando pane a saziet!.
appunto riferimento al differente processo digestivo Provvidenzialmente Dio risponde facendo piovere la
richiesto da ciascun alimento, prescrive di non abbi- manna (cio il pane) dal cielo ogni mattina e radu-
nare nello stesso pasto grandi quantit di proteine e nando un grande numero di quaglie ogni sera, ma
grandi quantit di carboidrati. Per fare un esempio spiega a Mos che le due cose non vanno mangia-
pratico, ci significa mangiare a pranzo un primo, te contemporaneamente: Al tramonto mangerete
magari un piatto di pasta al pomodoro con del pane, carne e alla mattina vi sazierete di pane. In effetti la
e a cena un secondo, come una bistecca alla piastra legge divina ha un suo fondamento nutrizionale, a
con verdure. Curiosamente esiste qualcosa di simile ben vedere: mangiare carboidrati al mattino significa
gi nella Bibbia, nel libro dellEsodo, quando Mos fare scorta di energia in vista della marcia nel deserto,
guida gli Israeliti fuori dallEgitto. Questi, quan- mentre consumare proteine dopo lo sforzo aiuta a
do si trovano nel deserto, a corto di provviste, rimpolpare e nutrire i muscoli stanchi.

19 Maggio 2017
LINDAGINE GONFIORE, REFLUSSO E METEO

Dispepsia: un problema rico


In medicina viene definita cos
la pesantezza che a volte
si accusa dopo mangiato.
La soluzione ripensare
la composizione dei pasti

G
ccattiva
onfiore e pesantezza ne sono i principali
campanelli dallarme, seguiti da reflus-
so, meteorismo e dolore addominale: la
attiva digestione un problema ricorrente per
la maggior parte delle persone. Cos suggerisce
lindagine condotta sul sito www.riza.it. Il 60%
dei lettori che hanno risposto al sondaggio ha
Quasi ogni dichiarato infatti di soffrire di dispepsia e sintomi
settimana correlati piuttosto frequentemente, quasi ogni setti-
Il 40% dei lettori mana (il 40%) o almeno una volta al mese (20%). Al di
soffre di cattiva l delle spiacevoli conseguenze, che includono appunto
digestione pi disturbi gastrointestinali di varia natura, allincirca la
volte al mese stessa percentuale di lettori consapevole degli effetti
CONTINUA A PAG. 22

Quanto spesso soffri La digestione influenza


di cattiva digestione? laccumulo di peso?

Quasi ogni settimana 40% Molto 77%


Quasi mai 40% Poco 20%
Almeno una volta al mese 20% Per niente 3%

20 SALUTE NATURALE EXTRA


RISMO SONO I PI DIFFUSI SINTOMI DI UNA DIGESTIONE DIFFICILE

rrente per il 60% dei lettori


77%
Crede che una cattiva
digestione influenzi
laccumulo di grasso

43%
Di solito presta poca
attenzione alle
combinazioni alimentari
24% In genere ai pasti
prepara un piatto
unico e completo

Quanta attenzione presti Di solito come componi


alle combinazioni alimentari? i tuoi pasti?
Ci provi, ma non sempre
le metti in pratica 44% O solo il primo o solo il secondo 63%
Poca, perch non conosci le migliori 43% Solo un piatto unico 24%
Molta, e ne noti i benefici 13% Primo, secondo e contorno 13%

21 Maggio 2017
LINDAGINE IL 24% DEL CAMPIONE OPTA PER IL PIATTO UNICO,

SEGUE DA PAG. 20

a lungo termine. il 77% a sottolineare che


la digestione influenza molto laccumulo di
Quale aspetto credi influenzi peso, mentre per il 20% la consequenzialit
tra i due aspetti meno forte. Solo il 3%
maggiormente la digestione? crede che non ci sia alcun legame tra un
intestino bloccato e un difficile controllo

36%
Il modo in cui i cibi sono abbinati del peso. In realt sappiamo che vero il
tra loro nel pasto contrario, e non solo perch una digestione
lenta provoca un istantaneo aumento del
Il tipo di alimento mangiato 32% girovita. Dallefficienza del processo dige-
Il metodo di cottura usato 13% stivo dipendono anche lattivit del meta-
bolismo e le calorie che assimiliamo, per
La grandezza delle porzioni 11% citare due esempi evidenti.
I fattori esterni (stress, cambio di stagione...) 8%
CAUSE NOTE
La soluzione? Ripensare la composizione
dei pasti. Perch spesso i rallentamenti di-
gestivi dipendono proprio da quali tipi di
alimenti abbiniamo nello stesso piatto. La
pensa in questo modo il 36% dei lettori. Il
32%, invece, attribuisce la responsabilit
della pesantezza postprandiale (o della sua
assenza) al tipo di alimento che si mangia,
pi che al modo in cui combinato con gli
altri. Non sono da sottovalutare nemmeno
il metodo di cottura usato e la grandezza
delle porzioni, due aspetti rilevati per, ri-
spettivamente, il 13% e l11% del campione.

Scegliere bene
TRA IL DIRE E IL FARE
Pur consci della strategia vincente per evi-
Il 13% dei lettori nota tare cattiva digestione e gonfiori, per, non
gi i benefici delle scelte
tutti i lettori che hanno risposto alla nostra
corrette compiute
in ambito alimentare

Da cosa ti accorgi che non stai digerendo bene?

Ti senti gonfio e appesantito 51%


Accusi reflusso, meteorismo e dolore addominale 35%
Dopo il pasto ti senti molto assonnato 10%
La pancia gorgoglia in continuazione 4%

22 SALUTE NATURALE EXTRA


IL 63% INVECE SCEGLIE O SOLO IL PRIMO O SOLO IL SECONDO

Il pane molto presente nei tuoi pasti quotidiani?

Lo mangi raramente 36%


Lo consumi solo quando mangi un secondo 26%
Lo porti sempre in tavola, tranne quando mangi la pasta 24%
Non manca mai 14%

indagine riescono a metterla in pratica


costantemente. Ad esempio il 44% cerca in
Duo indigesto
linea di massima di prestare attenzione al Abbinare pasta e pane,
modo in cui i diversi nutrienti vengono focaccia o pizza nello
stesso pasto rischia
abbinati nel piatto, ma non sempre con suc-
di farti assumere
cesso. Il 43% vorrebbe dedicarsi alla causa una dose eccessiva
con maggiore convinzione, ma frenato dal di carboidrati
fatto di non conoscere esattamente quali
sono gli abbiamenti migliori e quali i peg-
giori.

ABITUDINI ITALIANE
Probabilmente alcune abitudini culinarie
prettamente italiane rendono pi difficile
portare in tavola ogni giorno un piatto
leggero. Basti pensare, ad esempio, allon-
nipresenza di pasta e pane. Non si tratta
di alimenti sconsigliati in s: tuttaltro. Il
problema nasce nel momento in cui vengo-
no mangiati insieme, perch sono entrambi
fonti importanti di carboidrati e, sommati,
rendono il processo digestivo pi difficol-
toso. Mentre il 14% dei lettori che hanno ri-
sposto al sondaggio dichiara che baguette e
pagnotte sono un ingrediente immancabile
di qualunque pasto, il 24% sostiene di por-
tarlo in tavola solo quando la pastasciutta
non sul menu. Unintuizione giusta, che
per non basta: la pasta non la sola fonte
di carboidrati della nostra dieta-tipo. Biso-
gna riservare lo stesso trattamento a riso,
cereali e anche patate, vista la grande quan-
tit di amidi che apportano.

23 Maggio 2017
Il nuovo libro
di Raffaele Morelli
Educare prima di tutto
stare con i propri figli
senza nessun retropensiero.
Vale a dire senza un fine,
senza il progetto di migliorarli.
Migliorarli significa sempre
omologarli al pensiero
convenzionale e mettere a rischio
la loro unicit.
Questo libro non propone
modelli educativi da perseguire,
che diventano vecchi subito
dopo essere stati annunciati.
Capovolge lidea di educazione:
non pi centrata
su obiettivi da raggiungere,
su compiti e punizioni,
ma sul talento, su cosa
caratterizza i nostri piccoli.
La stella polare
delleducazione chiedersi
che cosa li rende unici...

I bambini ci stanno educando e non lo sappiamo


Dobbiamo insegnare la passione, non il sacrificio
Ci sono cose che solo la mamma pu fare
bene che i bambini dicano le bugie
In libreria
Il genitore peggiore quello che vuole essere perfetto
SALUTE NATURALE

ALIMENTAZIONE EXTRA

Ecco gli abbinamenti


che devi evitare

Le combinazioni
sbagliate possono
trasformarsi
in chili di troppo

25
GLI ERRORI DA EVITARE
Questi sono i cibi
che non vanno insieme
Non tutti gli alimenti
si trovano bene tra loro:
ecco le coppie da limitare
per non accumulare grasso

S ebbene lapparato digestivo di ciascuno sia


un unicum (diversa la quantit di enzimi
digestivi prodotti, diversa la tolleranza e la
reazione individuale ai singoli alimenti) ci sono
alcuni errori che devono essere evitati, in modo da
comporre piatti perfetti, digeribili e dimagranti.
In base a studi sulla composizione chimica degli I benefici
che ottieni
alimenti, sui tempi della loro digestione e sulla fi-
siologia dellapparato digerente, emergono alcune
regole che bene osservare. Sono indicazioni di
massima, non dogmi infrangibili.
Grazie alle giuste combinazioni
LA QUANTIT FA LA DIFFERENZA alimentari possibile:
Quello che davvero risulta pesante per il nostro
evitare un eccesso di zuccheri, che
stomaco e, di conseguenza, anche per il nostro me-
aumenta la glicemia e fa ingrassare;
tabolismo, senzaltro un pasto composto molti
contrastare gonfiori e fermentazioni;
alimenti di natura diversa. C infatti una consi-
migliorare lassorbimento di
derazione da fare legata alla quantit. una varia-
nutrienti utili alla linea e alla salute;
bile importante per favorire la corretta digestione
semplificare il lavoro di stomaco e
e per evitare i chili di troppo. Abbinare due cibi
intestino;
incompatibili, ma consumarne una porzione limi-
ridurre la quantit di tossine
tata, non porter a un grande svantaggio. Quindi,
accumulate nellorganismo.
fare uneccezione alle regole sempre possibile,
purch si moderino le quantit.

26 SALUTE NATURALE EXTRA


No a pasta (o riso)
insieme alla carne
P asta, riso e pane sono la prima fonte di carboidrati, soprattutto
amidi, che saranno scomposti in glucosio. La loro digestione
richiede un ambiente poco acido, al contrario delle proteine che per
essere digerite bene hanno bisogno di un ambiente molto acido.
Mangiare un piatto di pasta o uno di riso, seguito ad esempio da
una bistecca, rallenta e affatica la digestione e aumenta il rischio
che i carboidrati presenti nella pasta fermentino. Questo accade
perch le grandi quantit di proteine che provengono dalla carne
frenano la digestione dei cereali i quali, restando a lungo in attesa di
essere digeriti, vengono attaccati dai nostri batteri intestinali. Questi
producono gas che si accumula nellintestino, dando luogo a
quel fastidioso gonfiore che, talvolta a torto, viene anche
considerato come la conseguenza di unintolleranza. Si tratta
invece di una questione di associazioni.

IL PIATTO UNICO NON PER TUTTI


Il piatto unico, ovvero una portata in cui sono presenti,
contemporaneamente cereali, carne e verdure, non
indicato per tutti. Una porzione di riso con di
fianco uno spezzatino pu diventare causa di
fermentazioni e rallentamento metabolico. Se
la tua tendenza quella di gonfiarti molto, di
avere una digestione lenta, meglio evitare
di sottoporre al tuo stomaco una variet
cos ampia di alimenti che possiedono
caratteristiche differenti. Meglio allora
separare la pasta (il riso e i cereali in
genere) dalla carne o dal pesce.

27 Maggio 2017
GLI ERRORI
DA EVITARE BUONA NORMA NON MISCHIARE MAI TRA

Evita la bistecca
con il formaggio
uno degli accostamenti che non andrebbero proprio
fatti. La bistecca con il formaggio (la tipica valdostana ad
esempio, ma anche il cordon bleu oppure, pi semplicemente,
lhamburger con la sottiletta) davvero un freno a digestione
e metabolismo. La ragione semplice. Si affiancano due fonti
proteiche differenti, che hanno bisogno, per essere digerite di
enzimi diversi. E gli enzimi che servono per digerire la carne
ostacolano il lavoro di quelli necessari a digerire il formaggio.
Ed ecco che, ancora una volta, si avranno gonfiori. C
poi un altro motivo che porta a sconsigliare questo tipo di
associazione. Carne e formaggio sono entrambi una fonte
di grassi saturi, i meno indicati per chi vuole stare
a dieta, ma anche i pi pericolosi per la
salute del cuore.

Mai il pesce
con i legumi
U na zuppetta di lenticchie e poi
un filetto di pesce? No, grazie. E
neppure le seppie con i piselli. Si tratta
di unassociazione non ottimale per
due ragioni. La prima che si stanno
abbinando proteine di natura differente,
quelle presenti nei legumi, che sono di
origine vegetale, e quelle del pesce che
sono di origine animale e che hanno
modalit di digestione diverse. La
seconda che i legumi contengono
anche una buona quantit di
carboidrati e di fibre che rischiano
di far lievitare laddome se rallentate,
nella loro digestione, dal pesce.

28 SALUTE NATURALE EXTRA


LORO PROTEINE DI ORIGINE DIFFERENTE

Sulla macedonia
il gelato pesa
N ei frutti, in percentuali variabili, sono presenti zuccheri
semplici che, pur essendo facilmente digeribili, hanno per
un elevato potere fermentante. Se accompagnati ad altri alimenti
possono quindi favorire il gonfiore. Meglio, per non correre rischi,
evitare labbinata frutta e gelato. Il latte pu peggiorare il gonfiore
dato dalla frutta, anche perch contiene uno zucchero che causa
facilmente gonfiori e disturbi intestinali, il lattosio. per questo che,
di solito, preferibile consumare la frutta lontano dai pasti. Per la
stessa ragione non sono indicate associazioni tra frutta (o anche
marmellate di frutta) e prodotti caseari. Da evitare dunque il famoso
formaggio con le pere.

No alla mozzarella
di fianco al crudo
U no dei classici dellestate, un piatto con mozzarella e
prosciutto crudo, non decisamente la scelta migliore se
vuoi avere la pancia piatta. Si tratta di due proteine di natura
diversa, che diventano pesanti da digerire se portate in tavola
contemporaneamente. E, per lo stesso principio, no anche ai
taglieri che affiancano salumi e formaggi. Meglio sarebbe
accompagnare gli uni o gli altri (nelle giuste quantit) con
unabbondante insalata o con delle verdure saltate
in padella.

29 Maggio 2017
GLI ERRORI
DA EVITARE GLI ORTAGGI DI SO
SOLITO STANNO BENE CON

Vietati i cereali
con le patate
P er garantirsi una digestione agevole e scongiurare
un accumulo di peso, bene evitare abbinamenti tra
carboidrati e altri carboidrati, ad esempio, tra la pasta, il pane
e i cereali in genere con le patate. Comporre il pasto con
una quantit preponderante di carboidrati, infatti, provoca
gonfiori, pesantezza e sonnolenza, oltre ad aumentare le
calorie e il potere ingrassante di quello che porti in tavola.
Le patate, proprio perch contengono notevoli
quantit di carboidrati, andrebbero considerate
alla stregua di pasta e pane, piuttosto che
di semplici verdure. Evita,
insomma, inutili doppioni
che rendono il pasto
troppo ricco e calorico.

Sconsigliata la bruschetta
con i pomodori
L a bruschetta con il pomodoro un grande
classico delle tavole italiane, ma bene
limitarne la presenza se punti a tenere il peso
sotto controllo. La natura acida dei pomodori,
infatti, non compatibile con gli amidi
contenuti nel pane (o anche nella pasta
e nelle sfoglie) e ne compromette
il processo digestivo. Non si tratta
di un abbinamento da eliminare
completamente: tollerato, qualche
volta, ma bene tenere presente che
pu creare problemi digestivi. Se
tendi a soffrirne spesso, limita al
minimo sulla bruschetta la presenza
di pomodori a favore di basilico,
aglio e olio extravergine di oliva.

30 SALUTE NATURALE EXTRA


TUTTO, MA ATTENZIONE A QUELLI CON MOLTI AMIDI

Niente latticini
con le uova
I l latte un alimento completo: contiene zuccheri, proteine e grassi.
Proprio in virt di questa composizione, dunque, latte e latticini
(soprattutto i formaggi freschi) sono difficilmente abbinabili ad altri
alimenti: il rischio quello di allungarne i tempi di permanenza
nellintestino, favorendo le fermentazioni. Alcuni abbinamenti, poi,
rendono la situazione ancora pi complicata: il caso della coppia
formaggi (o latte) e uova. Il problema dato dal fatto che le uova
sono una fonte proteica, ma di tipo diverso da quella dei latticini: per
lo stomaco ci significa doppio lavoro. Evita piatti con uova sode
o frittate e abbondanti quantit di formaggi. E se fai una colazione
allinglese a base di uova prediligi una tazza di t a una di latte.

Non affiancare
burro e olio
G i il burro un condimento pesante da digerire, ma unirlo allolio
la garanzia di una digestione lenta. Se non ti mai capitato di
condire un piatto di pasta o di preparare un soffritto con entrambi
questi grassi, come vuole spesso la tradizione culinaria popolare,
pensa a quelle ricette in cui labbinamento nascosto, ad esempio
le lasagne: trovi il burro nella besciamella e lolio nel rag o nel
pesto di condimento. Lo stesso accade nel risotto: lolio usato per
soffriggere la cipolla, il burro per mantecare a fine cottura. Insomma,
bene usare questi due condimenti separatamente. Lolio,
meglio se extravergine di oliva, si presta soprattutto per
essere usato a crudo ed
molto pi leggero.

31 Maggio 2017
GLI ERRORI
DA EVITARE PI UN PIATTO ELABORATO, PI IL RISCHIO

No ai piselli
con il pollo
P ollo e piselli un secondo piatto
buono e semplice da preparare,
ma nasconde uninsidia per lapparato
gastrointestinale. I piselli sono infatti proteine
vegetali e richiedono un percorso digestivo diverso
rispetto alle proteine animali del pollo. una regola che vale
per tutte le fonti proteiche: visto che non sono tutte uguali,
ognuna richiede una digestione su misura. Mischiare due o pi
tipi di proteine nel piatto, quindi, pur senza danneggiare la salute,
certamente allunga la digestione.

Evita la frutta
dopo la minestra
S e mangi una minestra, evita di concludere il pasto con della
frutta. Se la tua minestra a base di legumi (fagioli, piselli, ceci,
lenticchie...), infatti, la quota di fibre che contengono pu gi essere
causa di meteorismo e gonfiori. Se nonostante ci dai da mangiare al
tuo intestino anche una dose di zuccheri semplici, quelli della frutta,
appunto, il rischio fermentazione amplificato. Lo stesso discorso
vale se nella tua zuppa non ci sono (solo) i legumi, ma i cereali, cio
orzo, pasta, riso e simili. In questo caso lapparato gastrointestinale
gi alle prese con la digestione di carboidrati in abbondanza,
cio di zuccheri complessi che devono essere scissi nelle loro
componenti pi semplici. Aggiungere una dose extra di zuccheri
semplici rischia di appesantire eccessivamente il processo.

32 SALUTE NATURALE EXTRA


FERMENTAZIONI AUMENTA

Niente prosciutto
nella tua frittata
L impressione quella di
renderla pi saziante e sostanziosa,
ma in realt aggiungere la pancetta o il
prosciutto a dadini alla frittata ha il solo
effetto di rallentare la digestione: lapparato
gastrointestinale deve infatti processare
separatamente i due ingredienti, dal momento
che sono proteine differenti e che hanno bisogno di
enzimi diversi. Per rendere pi piena la frittata, puoi fare
affidamento su verdure: aggiungile in abbondanza! In questo
caso vanno bene anche quelle amidacee come patate e
zucca, a patto per di non esagerare con le quantit.

Non accostare
pasta e pane
Q uante volte baguette, panini e francesini fanno la
loro comparsa a tavola, nonostante il pasto preveda
la presenza di un primo piatto a base di pasta o di riso? E
a chi non capitato almeno una volta di ingannare lattesa
della pastasciutta con pizzette e focacce a pezzi, a mo
di aperitivo? Sono tutte combinazioni da evitare:
tanto il pane quanto la pasta (cos come gli
altri cereali che vengono utilizzati per i primi
piatti) contengono carboidrati e amidi,
che oltre ad appesantire la digestione,
provocano un innalzamento della
glicemia che ti porter ad avere di nuovo
fame poche ore dopo il pasto. Inoltre
pane e prodotti da forno contengono
lievito, che pu favorire la comparsa
di gonfiore e fermentazioni, rallentando
ulteriormente la digestione.

33 Maggio 2017
I LIBRI DI RIZA
IN EDICOLA QUESTO MESE
I PI EFFICACI LE SOLUZIONI PRATICHE LA DISINTOSSICAZIONE
DIMAGRANTI NATURALI A TUTTI I PROBLEMI DI LINEA CHE TI RIGENERA

La Garcinia cambogia Le cause del sovrappeso Quando il fegato


la regina dei nuovi sono numerose e ognuna sovraccarico di tossine,
superdimagranti; nel libro richiede limpiego di perdiamo energia e siamo
spieghiamo tutte le sue determinati alimenti, cos come esposti alla malattie. Ecco
virt e i consigli per usarla al lesclusione di altri, per poter le sostanze naturali (cibi e
meglio. Inoltre descriviamo eliminare i chili in pi. Scopri rimedi) che lo depurano a
tutti gli altri integratori pi con questo libro i cibi, i menu fondo e ci fanno ritrovare
utili per perdere peso. e gli inetgratori pi adatti a te. salute e benessere.
In edicola In edicola In edicola con Salute
con Dimagrire e da solo con Dimagrire e da solo Naturale e da solo
dal 20 aprile 2017 dal 20 aprile 2017 dal 26 aprile 2017

GLI ALLEATI TUTTOFARE TRASFORMA LA COLLERA RITROVA IN UN ATTIMO


DA TENERE IN CASA IN UNA PREZIOSA RISORSA CALMA E CONCENTRAZIONE

Bicarbonato, acqua, olio La rabbia unenergia che Tanti consigli e semplici


e limone sono quattro emerge dentro di noi per esercizi per placare lansia
sostanze naturali che da sole segnalare qualcosa che non e la tensione nervosa
possono sostituire decine di va; sbagliato reprimerla rapidamente, senza i
prodotti che usiamo in casa. cos come farsi dominare da farmaci, ma sfruttando le
Dalla tradizione ecco tutti i essa: se le dai il giusto spazio risorse naturali: il respiro, le
loro possibili usi per la salute, diventa una risorsa per far posture, i profumi, i colori,
la bellezza e in cucina. emergere la tua autenticit. i massaggi, i bagni...
In edicola con Salute In edicola con Riza In edicola con Riza
Naturale e da solo Psicosomatica e da solo Psicosomatica e da solo
dal 26 aprile 2017 dal 1 maggio 2017 dal 1 maggio 2017

VIVERE AL MEGLIO PERDI UNA TAGLIA NOVIT: LABBINATA VINCENTE


LET DELLA MENOPAUSA CON I MENU BRUCIAGRASSI

I rimedi verdi sono utili Il nostro programma


per ridurre i disturbi snellente per eliminare
della menopausa fino a 3 chili in sette
e prevenire giorni con menu sani,
losteoporosi. In pi equilibrati, gustosi
ti consigliamo i cibi, e sazianti. E in pi i
gli integratori e gli consigli e i trucchi per
esercizi pi efficaci per vincere la fame e per
sgonfiare il girovita. non ingrassare pi
In edicola da solo In edicola da solo
dal 12 maggio
dal 29 aprile In edicola insieme dal 12 maggio

RIZA Li trovi in edicola oppure ordinali a Edizioni Riza - Tel 02/5845961


o direttamente sul sito www.riza.it (AREA SHOPPING)
SALUTE NATURALE EXTRA

Le combinazioni
alimentari
sono il miglior
dimagrante
Ridurre gli accumuli,
sgonfiarti o drenare
il liquidi: qualunque sia
il tuo obiettivo, c la
strategia su misura per te

35 Maggio 2017
IN PRATICA
Le associazioni giuste
per vincere i chili in pi
I l nostro apparato digerente, sebbene abbia le sue regole
di funzionamento, in grado di digerire pi o meno
tutto. Ma se pensiamo di utilizzare la nostra alimen-
tazione per uno scopo preciso, ad esempio perdere peso,
contrastare la ritenzione idrica, insomma ritrovare la pro-
favoriscono leliminazione ed evitare abbinate che porta-
no il nostro organismo, una volta digerito quello che ci
siamo serviti per pranzo, a trasformarlo tutto, o quasi, in
grasso di scorta.
Allo stesso modo se vogliamo eliminare la cellulite bene
pria forma fisica, alcune combinazioni alimentari sono evitare di mettere nel piatto alimenti che, ciascuno per pro-
pi efficaci delle altre. Se il nostro obiettivo ridurre il prio conto, ma ancor di pi insieme, possono aumentare
grasso addominale, dovremmo associare alimenti che ne la quantit di liquidi nei tessuti.

Combinazioni Combinazioni
bruciagrassi antigonfi ore
Per dare lattacco Per dire basta
alladipe profondo alle fermentazioni
Per sciogliere il grasso necessario che nel piatto Il gonfiore la conseguenza del lavoro dei
vi siano combinazioni alimentari che non causano nostri batteri intestinali su alcune componenti
un improvviso innalzamento della glicemia. degli alimenti, soprattutto fibre e zuccheri. Le
questo il meccanismo che porta allaccumulo di combinazioni alimentari antigonfiore saranno
acidi grassi nelle cellule adipose. Quindi, oltre a dunque costituite da alimenti con un basso potere
scegliere alimenti che tra loro non si ostacolino fermentativo, o prevederanno laffiancamento di
nel processo digestivo, bene evitare anche che cibi pi critici ad altri capaci di assorbire leccesso
un pasto abbia solo carboidrati. di gas che la digestione dei primi scatena.

A pag. 38 A pag. 44
36 SALUTE NATURALE EXTRA
DIETA DISSOCIATA

COS E QUANDO
SERVE DAVVERO
La dieta dissociata prevede la separazione dei pasti
con carboidrati da quelli con le proteine. Generalmente
i primi, nella forma di pasta o riso, sono consumati a
pranzo, mentre le proteine sono lasciate al pasto serale.
Si tratta di unestremizzazione, utile solo in alcuni
casi. Lo ad esempio se ci sono seri problemi di
digestione, con una ridotta secrezione enzimatica.
Sottoporre allo stomaco un solo tipo di
alimento gli rende il lavoro molto pi
semplice. Non indispensabile
invece per perdere peso.

Combinazioni
antiri agni
Per vincere
la ritenzione idrica
Se il tuo problema sono i liquidi in eccesso
importante che, al momento di combinare i
tuoi piatti, tu metta insieme ingredienti che
favoriscono il drenaggio delle scorie liquide, oltre
a supportare il lavoro dellapparato circolatorio. Al
contrario dovrai evitare di associare alimenti che,
per la loro composizione, spingano lorganismo
a trattenere ancora pi acqua.

A pag. 48
COMBINAZIONI brucia
Anche la pasta fa dimagrire
associata nel modo giusto
I carboidrati che contiene attivano
Nel sugo
il metabolismo, ma importante
che non affatichi troppo lo stomaco Meglio le noci del rag

S
Per evitare che i carboidrati contenuti in un piatto di
i crede che eliminare o ridurre drasticamente i car- pasta causino un innalzamento eccessivo del livello di
boidrati sia la via pi breve per dimagrire. In effetti zuccheri nel sangue, con conseguenze negative
rinunciare a pane, pasta, riso & company pu portare sulla linea, occorre associarli a nutrienti ca-
inizialmente a una perdita di peso rapida, ma alla lunga si paci di rallentarne lassorbimento: ad
ottengono risultati opposti. I carboidrati, che sono zuccheri esempio piccole quantit di grassi
complessi, sono la nostra principale fonte energetica: quan- buoni. Prediligi quelli di origine ve-
do li riduciamo allimprovviso, lorganismo entra in moda- getale, che hanno anche effetto
lit di risparmio energetico. Cio non brucia pi i grassi. cardioprotettivo: ne sono esem-
pi i semi oleosi, gli oli vegetali
MAI DA SOLI e lavocado. Un ottimo modo
Il segreto di una dieta bruciagrassi, dunque, non eliminare per rendere la pasta (il riso, i
i carboidrati, ma renderli il carburante del metabolismo. cereali) a prova di dieta,
Non bisogna rinunciare alla pasta, ma importante saperla ad esempio quello di abbinarla
abbinare agli altri alimenti in modo vantaggioso. Questo a un sugo alle noci, unottima
aspetto non pu essere trascurato, perch mangiare car- fonte di acidi grassi
boidrati da soli ha conseguenze negative sul peso forma. Omega 3. Puoi pre-
Essendo zuccheri, provocano un innalzamento pi o meno pararlo frullando
rapido della glicemia. A ci il corpo costretto a rispondere delle noci sguscia-
con una maggiore produzione di insulina, che rista- te con un filo di olio
bilisce lequilibrio prelevando leccesso di extravergine di oliva, un
zuccheri e immagazzinandolo nel cucchiaio di pangrattato, erbe
fegato e nelle cellule adipose. aromatiche, aglio e poca acqua di
Una regola fondamentale cottura. Se vuoi una consistenza pi cre-
delle combinazioni alimen- mosa, aggiungi un filo di latte di soia. Si
tari bruciagrassi, non la- tratta di un condimento migliore rispetto
sciare da soli i carboidrati: al classico rag: le proteine della carne
esistono per delle "com- possono s rallentare il picco di glicemia,
pagnie" pi adatte di altre. ma appesantiscono il processo digestivo,
avendo tempi e modalit di elaborazione
38 SALUTE NATURALE EXTRA molto diverse da quelle della pasta.
grassi Le cose da evitare
Non aggiungere panna, formaggi o tuberi
Accanto agli abbinamenti vantaggiosi, ci sono quelli assolutamente
sconsigliati: la gi citata pasta al rag, ma anche pasta con panna,
prosciutto e piselli, alla carbonara, ai quattro formaggi o con le
patate. Il problema di questi condimenti che abbinano alimenti che,
insieme, diventano difficili da digerire agevolmente. Ad esempio
uniscono nello stesso sugo proteine di origine diversa, quindi con
Appetito sotto tempi di elaborazione differenti: proteine animali, come la carne,
controllo
i latticini, le uova e il prosciutto, e vegetali, come i piselli. Pasta e
Abbinare bene i
verdure ricche di amidi, come i tuberi o le radici (patate, topinambur,
carboidrati produce
un senso di saziet carote ecc.) invece rappresentano un problema perch insieme
pi duraturo sono un eccesso di carboidrati che saranno trasformati in grasso di
scorta. Condimenti a base di formaggi, besciamella o panna sono
sconsigliati, invece, perch grandi quantit di latticini (che comunque
sono grassi) sono poco compatibili con quantit equivalenti di
cereali. Il problema ulteriore di questi sughi che spesso
vengono uniti ad altri ingredienti "problematici", come
affettati, carne e legumi.

La mossa snellente
Unisci al condimento i semi di lino
C arboidrati e fibre formano invece una coppia perfetta. Proprio come
avviene con i grassi buoni, anche le fibre infatti evitano che gli zuccheri
della pasta (o, in generale, gli zuccheri del pasto) si trasformino imme-
diatamente in grasso. Inoltre hanno lulteriore vantaggio di prolungare
il senso di saziet e, se scegli le fonti di fibra solubile (ad esempio i
carciofi) nutri i batteri dimagranti che si trovano nellintestino. Via
libera alle verdure, quindi, ad esclusione di quelle amidacee
come patate e zucca. Al di l dei vari sughi vegetali caldi, puoi
anche preparare uninsalata di pasta fredda a cui aggiungere
dei pomodorini a pezzetti, foglie di basilico in abbondanza,
olive nere, carciofi e peperoni gialli passati in padella.
Completa il piatto con una spolverata di semi di
lino, fonte di acidi grassi buoni.

39 Maggio 2017
COMBINAZIONI
BRUCIAGRASSI I PRIMI PASTI DELLA GIORNATA SONO QUELLI IN

Fai scelte
antiadipe
gi dal mattino
e non ingrassi
N on di sola pasta vivono gli italiani! Saper abbi-
nare i carboidrati per rendere qualunque primo
piatto bruciagrassi utile, certo: ma poi? Ogni volta
che ci mettiamo a tavola dobbiamo scegliere lab-
binamento alimentare pi utile per evitare chili in
pi. I pasti pi a rischio sono colazione e spuntini,
perch in questi momenti che tendiamo a man-
giare cibi zuccherini da soli (brioches e cappuccino
a colazione, succhi e frutta a met mattina...). In
realt le prime ore del giorno sono quelle in cui pu
entrare maggiormente in gioco la leptina, ormone
che regola il metabolismo e il senso di fame. Ci
sono vari modi per attivare questo alleato brucia-
grassi: mangiare poco e spesso, ad esempio, ma
anche inserire nei pasti - gi dal mattino - grassi
buoni e proteine.

Colazione
Spalma lavocado sul pane di segale
A nche a colazione vale la regola: carboidrati s, ma
mai da soli. Invece della marmellata, che anche
nella sua versione pi naturale un concentrato di
solubili della segale, sono bilanciati dai grassi buoni
del frutto, che infatti ricco di Omega 3 e 6. Cos ti
assicuri una dose di energia a lento rilascio, senza
zuccheri (ovvero carboidrati, ancora!), prova a usare effetti negativi sul metabolismo e soprattutto senza
un avocado maturo. Basta spalmarne mezzo su 2-3 attacchi di fame pre-pranzo. Puoi completare il tutto
fette di pane di segale. In questo modo i carboidrati con una tazza di t verde, che d un marcia in pi
del pane, gi attutiti dalla notevole dose di fibre alleffetto bruciagrassi.

40 SALUTE NATURALE EXTRA


CUI RISCHI L'ECCESSO DI ZUCCHERI
Da non dimenticare
I ntegrale o non integrale? Quando si parla di scelte
antiadipe quotidiane, non avere dubbi: il chicco intero
una garanzia. I prodotti ottenuti dalla farina bianca
raffinata, infatti, sono sostanzialmente un concentrato di
zuccheri privato di qualunque altro elemento nutritivo.
Stimoli la leptina Il pane nero e la pasta integrale, invece, ma anche i
I giusti abbinamenti cereali interi e i vari altri prodotti che da essi si ricavano,
alimentari attivano conservano una buona quota di fibre che contribuiscono
la leptina, lormone a tenere sotto controllo il picco glicemico post prandiale.
bruciagrassi che regola
metabolismo e appetito

Spuntino
La mela va
con gli anacardi
M angiare la frutta lontano dai pasti evita
gonfiori e fermentazioni. Per lo spuntino
di met mattina (o met pomeriggio), quindi,
una mela con la buccia unottima scelta.
Ricco di fibre solubili e antiossidanti, questo
frutto tiene sotto controllo lappetito e favo-
risce la regolarit intestinale. Per bilanciare
lazione del fruttosio, lo zucchero semplice
della frutta che pu far salire la glicemia,
bene accoppiare la mela con dei semi oleosi,
fonti di grassi buoni; ne bastano pochi: 3-4
L'a lternativa
anacardi sono sufficienti.
Bevi un succo? Mettici
un cucchiaino di chia
Q uando la fame di met mattina non molto intensa,
probabilmente ti orienterai, pi che su un vero e
proprio spuntino, su un dissentante succo di frutta. Lab-
binamento che lo rende snellente con i semi di chia,
piccoli semini che sono un concentrato di acidi grassi
Omega 3, Omega 6 e Omega 9, oltre che di fibre e pro-
teine. Aggiungendone un cucchiaino alla tua bevanda
neutralizzi limpennata della glicemia che causerebbero
gli zuccheri della frutta da soli. Fai comunque attenzione
a scegliere un succo il pi naturale possibile e privo
di aggiunte. Se puoi, prepararne uno tu centrifugando
frutta fresca e di stagione a pezzi.

41 Maggio 2017
COMBINAZIONI
BRUCIAGRASSI COS FAI IL PIENO DI ENZIMI DIGESTIVI

Il trucco in pi: inverti le portate


Prima verdure,
poi spaghetti
O ltre ad abbinare bene gli alimenti, c una seconda semplice
strategia che puoi mettere in atto per limitare laccumulo di
grasso: invertire lordine delle portate. Questo trucco, suggeri-
Cos riduci to da vari esperti, aiuta effettivamente a tenere sotto controllo
le porzioni limpennata glicemica del dopo pasto e quindi a limitare lazione
e digerisci pi dellinsulina e linevitabile immagazzinamento degli zuccheri in
facilmente eccesso nelle cellule adipose. Invertire le portate significa, banal-
mente, portare in tavola per prima cosa il secondo (cio il contorno,
le verdure cotte o crude) e dopo il primo (quindi la pasta, il riso e
via dicendo). In questo modo ti assicuri come prima cosa il giusto
apporto di fibre, soprattutto, o anche di grassi buoni e proteine,
se il piatto che hai preparato le include: cio quei nutrienti fonda-
mentali che tengono sotto controllo lazione ingrassante degli
zuccheri e dei carboidrati. Un ulteriore vantaggio che deriva da
questa inversione quella di limitare lappetito. Le fibre dei ve-
getali hanno infatti effetto saziante, quindi ti portano a mangiare
una porzione inferiore di carboidrati, che sono naturalmente
pi calorici. E se fai un pasto con pi portate, mescolando
quindi carboidrati e proteine, mangiare prima le proteine,
che sono pi lunghe da digerire, ti aiuter a contenere, al-
meno un poco, il senso di pesantezza.

L'idea da copiare
Insalata verde con olio di sesamo
S e hai in programma di servire in tavola un piatto di pasta o un
primo sostanzioso, dunque, puoi provare ad iniziare il pasto
con uninsalata di rucola e semi oleosi. Preparala lavando e mixan-
do della rucola, 5-6 noci sgusciate a pezzetti, mezzo cucchiaino di
semi di girasole, mezzo cucchiaino di semi di zucca, del finocchio
crudo. Se vuoi aggiungi anche della cipolla rossa cruda affet-
tata finemente. Condisci con un filo di olio di semi di sesamo.
Poi puoi proseguire il pasto con una porzione di pasta al
pomodoro o in bianco, avendo gi assunto
la giusta dose di grassi buoni (nei semi
oleosi e nellolio) e di fibre (nei vegetali)
grazie allantipasto.

42 SALUTE NATURALE EXTRA


Il nuovo numero
di RIZA DOSSIER

PERCH MI SENTO
PERCH
SEMPRE STANCO?
Perch a volte ci si sente sniti n
dal mattino e cosa fare?
Il segreto per sentirsi in forze
respirare bene?
Chi asseconda il proprio orologio
biologico ha pi energia?
La debolezza pu essere causata
da disturbi alla tiroide?
Pu nascondere una carenza di
vitamina D o di ferro?
Come riattivare le forze che sono
gi dentro di te?
Esistono cibi utili per dare al corpo
e alla mente vigore e vitalit?
Quali sono i migliori rimedi verdi
per avere una marcia in pi?

In tutte le edicole

la nuova pubblicazione Riza, che ti aiuta ad acquisire tutta la conoscenza necessaria


per fare le tue scelte in modo consapevole per il tuo benessere. Scoprirai tutto quello che vorresti
sapere e che nessuno ti ha mai spiegato sui grandi temi della salute!
Le risposte dei medici e degli esperti pi competenti per fare chiarezza e sfatare i luoghi comuni.
COMBINAZIONI antigon
Blocca le fermentazioni
con questi accostamenti
Sono i pi efficaci per proteggere
Per ridurre il girovita
il colon e alleggerire la digestione:
cos la pancia resta piatta! Le alghe con i fagioli

I
I legumi sono fonti proteiche utili, ma vengono esclusi
perch talvolta causano gonfiore addominale. In ef-
l dimagrimento dipende (anche) dal benessere dellinte- fetti contengono oligosaccaridi, un tipo di zucchero
stino. Quando lapparato gastrointestinale non funziona facilmente fermentabile. Labbinamento per preveni-
bene, la flora batterica perde il suo equilibrio, si generano re questo effetto collaterale con erbe aromatiche e
gonfiori e fermentazioni, il metabolismo rallenta. Un inte- alghe. Le prime (soprattutto alloro, menta, origano e
stino gonfio si muove meno, accumula tossine. Invece cumino) hanno propriet anti-gonfiore e carminative.
proprio lefficienza dei microrganismi che abitano il colon Le alghe accelerano il metabolismo e riducono le fer-
a determinare, oltre che un buono stato di salute, anche il mentazioni. Un trucco utile mettere un pezzo di alga
buon funzionamento del metabolismo, una minore assimi- kombu nellacqua di cottura dei legumi: li rende pi
lazione di calorie dal cibo, un maggiore senso di saziet. Pu digeribili. Oltre a questo, ogni volta che cucini fagioli,
darsi dunque che la difficolt a mantenere il peso sotto con- ceci, lenticchie e simili (magari in una zuppa) ricorda
trollo derivi da un apparato gastrointestinale non in salute. di aggiungere un abbondante trito di aromi digestivi e
In questo caso la priorit deve essere abbinare una presa di alga kombu o nori. Le trovi in polvere o
gli alimenti in modo da evitare di appesantire essiccate, da reidratare o cuocere prima dell'uso.
lapparato gastrointestinale.

IL SEGRETO LA VELOCIT
Gonfiore e meteorismo si generano quando i residui
alimentari restano per troppo tempo nel tratto intestinale,
indigeriti, dando la possibilit ai microrganismi batterici di
farli fermentare. Questa sosta forzata pu essere provoca-
ta da combinazioni alimentari sbagliate. Alcuni alimenti (in
particolare quelli che contengono zuccheri molto fermen-
tabili) possono essere digeriti solo nellintestino tenue
e quindi devono raggiungerlo il prima possibile. Ci
non accade se li associamo a grandi quantit di cibi che
vengono digeriti gi nello stomaco (come le proteine) o
ad altri che richiedono ambienti digestivi molto diversi.

44 SALUTE NATURALE EXTRA


fiore Contro il meteorismo
Papaia e ananas con la carne
La frutta, soprattutto quella zuccherina, dovrebbe essere
mangiata lontano dai pasti proprio per evitare fenomeni
fermentativi. Ma papaia e ananas fanno eccezione perch
contengono papaina e bromelina, due enzimi che ci
aiutano a digerire le proteine. Mangiare ananas o papaia
prima o durante il pasto, quindi, significa dare una grossa
mano allapparato digerente e fornirgli una dose extra di
enzimi digestivi che, lavorando in collaborazione con quelli gi
prodotti dal corpo, rendono la digestione delle proteine pi rapida
Marinatura furba e agevole. Se hai difficolt a digerire la carne, puoi combinarla con
Fai marinare
questi frutti anche solo mangiandone una porzione (circa 150 g) 30
la carne nel succo
di ananas fresco, minuti prima di metterti a tavola. Altrimenti un abbinamento gustoso
con un pizzico quello tra maiale e papaia: basta lessare la carne, tagliarla a cubetti
di zenzero: e servirla con papaia a pezzetti e salsa di soia. Lananas invece si
la rendi pi sposa bene con uninsalata di gamberi
digeribile
saltati in padella, pomodorini,
lattughino e menta.

Favorisci la regolarit
Le verdure... con tutto!
L abbiamo detto: garantire un transito intestinale veloce la
miglior garanzia contro quei rallentamenti e quei fenomeni
putrefattivi che provocano un gonfiore costante. E quale miglior al-
leato delle verdure, a questo scopo? Sono fonti privilegiate di fibre,
che, insieme ad abbondante acqua o liquidi, sono indispensabili
per aiutare lintestino a svolgere regolarmente le sue funzioni. Per
questo motivo, ma non solo, i vegetali sono il compagno ideale
di qualunque alimento: quando si tratta di combinazioni
alimentari, fanno coppia perfetta con tutto. Mangiate
crude (al naturale o poco condite) sono ideali come
prima portata, perch apportano buone quantit di
enzimi e preparano lapparato gastrointestinale a
lavorare al meglio. Ma se soffri di gonfiori allora
meglio cuocerle, sono pi delicate e digeribili, ed
bene consumarle insieme o dopo piatti a base di
carboidrati o proteine: diventano un concentrato di
fibre dal blando effetto lassativo e depurativo.

45 Maggio 2017
COMBINAZIONI
ANTIGONFIORE TOGLI GLI ALIMENTI CHE VENGONO FACILMENTE

Scelte consapevoli
Conoscere quali
alimenti fermentano
pi facilmente ti aiuta a
Questi gli errori
portare in tavola piatti

Q
davvero light
uando la flora batterica ha gi perso il suo
equilibrio e fatica a ristabilirlo, oppure se si
tende naturalmente a soffrire spesso di disturbi in-
testinali, anche gli alimenti che in genere sono ben
tollerati possono dare problemi, dilatare l'addome
e provocare meteorismo. Il motivo che in molti
alimenti (quasi) insospettabili si nascondono nu-
trienti che, a livello intestinale, vengono fermentati
con grande facilit, con tutti gli effetti indesiderati
che ne conseguono.

BASTA PERSEVERARE!
Anche molti abbinamenti culinari che ci risultano
del tutto familiari e pratici, in realt, possono crea-
re qualche fastidio a livello intestinale nei soggetti
sensibili (cronicamente o magari solo temporanea-
mente) al problema del gonfiore addominale. Ecco
quindi alcuni errori comuni da non fare pi, con
altrettanti utili suggerimenti per correggerli senza
rinunciare al gusto.

Rendi il piatto pi leggero


Sulle pennette sono meglio
le zucchine dei broccoli
A nche se le fibre dei vegetali accelerano il transito intestinale, e quin-
di sono sempre le benvenute in tavola, devi ricordare che alcuni
ortaggi possono crearti qualche fastidio, se tendi a soffrire di gonfiore
addominale, perch vengono facilmente fermentati. il caso di cavol-
fiori, broccoli, ravanelli, cavoli e crauti. E il problema pu peggiorare
se questi vengono abbinati ai carboidrati. Prediligi quelle verdure che
apportano fibre senza effetti indesiderati: molto meglio un piatto di
penne alle zucchine, piuttosto che ai broccoli. La preparazione molto
semplice: basta cuocere in padella le zucchine affettate, con un filo di
olio extravergine di oliva e un pizzico di pepe. Se necessario metti anche
un cucchiaio di acqua di cottura. Infine aggiungi la pasta scolata e fai
saltare con le zucchine per alcuni minuti sulla fiamma viva.

46 SALUTE NATURALE EXTRA


ATTACCATI DAI BATTERI INTESTINALI
Le fibre ti allargano?
Prova a sminuzzarle
da non fare pi P er avere la pancia piatta le fibre sono
di grande aiuto, poich ripuliscono
lintestino e, ad esempio quelle insolubili,
velocizzano il transito intestinale. Ma in
alcuni casi sortiscono leffetto opposto.

Nello yogurt bianco Questo dovuto a una flora batterica la cui


composizione vede un numero minore di
specie capaci di digerire e processare le fibre

No alla frutta zuccherina: dellinsalata. Allora meglio puntare su fibre


pi corte e quindi pi facilmente digeribili.

usa ribes, more e fragole


Ad esempio al posto di grandi foglie
dinsalata, meglio foglioline piccole, come
quelle del songino. Altro trucco consiste nel

L a frutta davvero difficile da abbinare bene agli altri ali-


menti. A parte il caso di ananas e papaia che abbiamo
illustrato nella pagina precedente, in genere preferibile
frullare o sminuzzare le fibre (ad esempio
preparando frullati o passati di legumi):
questo ridurr il gonfiore.
mangiare la frutta da sola. Vale soprattutto per quella zuc-
cherina, che fermenta facilmente (banane, fichi, uvetta, cachi,
datteri). Per nello yogurt bianco spesso aggiungiamo pro-
prio frutta a pezzi! Una scelta che pu fa-
vorire il gonfiore, visto che anche
Sapori alternativi
lo yogurt contiene disaccaridi fer-
mentabili. Un abbinamento meglio Riso ai funghi? Opta
per cacio e spinaci
tollerato tra yogurt e piccole quantit
di frutti acidi: ribes, mirtilli, ananas,
melagrana e fragole.

Q uando la pancia gonfia,


uno dei primi consigli
che si mettono in pratica
Tra le verdure crude eliminare tutti quegli alimen-
ti che contengono lieviti, quei

I finocchi sono i meno indicati microrganismi fungini che


lo suggerisce il nome stesso -
fanno lievitare anche laddome.

T i capita di sentirti gonfia persino dopo aver mangiato


uninsalata? Probabilmente dipende dagli ingredienti
che usi visto che, come abbiamo detto, non tutti i vegetali
Ma si tende a dimenticare che anche
i funghi rientrano nella categoria: non
perch li contengono, ma perch sono
sono ideali per chi tende a soffrire di disturbi intestinali. essi stessi parenti dei lieviti. Oltre a ci
il caso dei finocchi, ma anche della cicoria, che contengono polioli, zuccheri fermentabili che,
contengono oligosaccaridi, cio carboi- a maggior ragione se abbinati ad altri carboidrati,
drati che favoriscono i processi fermen- possono causare fastidi a livello intestinale. Se stai
tativi. Lo stesso effetto indesiderato si pensando di cucinare un risotto, quindi, ricorda
ottiene con carciofi, asparagi, porro e che quello con i funghi non , in questo caso,
rape rosse. L'effetto amplificato se un abbinamento ideale: molto meglio che
la verdura viene consumata cruda. i chicchi facciano coppia, ad esempio, con
Molto meglio abbinare linsalata cacio (stagionato) e pepe, oppure, in
alle carote, ai pomodori, ai ce- caso di sospetta intolleranza al latte,
trioli o al sedano. con erbette o con gli spinaci.

47 Maggio 2017
COMBINAZIONI antiri
Nelle insalate metti insieme
i vegetali verdi e quelli rossi
Approfitta di questa sinergia
per spazzare via gli accumuli SONCINO + UVA
di liquidi e scorie dai tessuti Stimolano la microcircolazione

S
Luva nera ricca di antiossidanti,
i accompagnano spesso al sovrappeso, ma possono be- vitamine A, B e C e polifenoli, nutrienti
nissimo presentarsi anche in chi normopeso. Parliamo che stimolano la microcircolazione, che
di ritenzione idrica e cellulite, problemi legati rispetti- quando diventa inefficiente favorisce
vamente a un malfunzionamento del sistema circolatorio e laccumulo di scorie liquide. Il
linfatico e a uninfiammazione del connettivo, che provocano soncino, invece, ha buone quantit
accumulo di liquidi e tossine nei tessuti. Invece che essere
di vitamine, fibre, ferro, fosforo e
smaltite, queste scorie si sedimentano dando luogo a gonfio-
ri e ai noduli tipici della pelle a buccia darancia. Contro calcio. Usa questi due ingredienti
queste condizioni molto pu essere fatto anche a tavola, con in uninsalatona. Lava e pulisci il
le giuste coppie alimentari. soncino e aggiungi alcuni acini di
uva nera. Completa con scaglie di
OCCHIO AL COLORE pecorino, un cucchiaio di semi di
Una buona strategia abbinare alimenti ricchi di acqua e chia, due gambi di sedano a pezzetti
nutrienti detox, come le verdure a foglia verde (meglio se e un filo di olio extravergine di
con principi amari), a vegetali rossi, blu e viola. I
oliva. Evita
primi sono utili soprattutto perch aumentano
l'apporto di liquidi, fondamentali per "lavare il sale.
via" i ristagni. I secondi invece contengono,
proprio in virt dei loro colori, sostanze pre-
ziose nella lotta contro la cellulite, soprat-
tutto flavonoidi e antiossidanti, che stimo-
lano il microcircolo e sbloccano gli accumuli.
Il modo migliore per unire nel piatto questi
due fondamentali alleati anticellulite, le ver-
dure a foglia verde e quelle blu-viola, sono
le insalate: ecco alcune idee per sfruttare gli
abbinamenti pi snellenti e drenanti.

48 SALUTE NATURALE EXTRA


stagni CAVOLO + MELOGRANO
Favoriscono la leggerezza
Il cavolo nero, grazie alla vitamina C e ai sali
minerali che contiene, ha effetto depurativo.
Puoi mangiarlo crudo in insalata: basta affettarlo
molto finemente. Se invece lo preferisci cotto, fai saltare per
alcuni minuti le foglie a pezzetti in padella, con uno spicchio
Frutti aciduli daglio e un filo di olio extravergine di oliva, finch non si
In piccole quantit ammorbidito. In ogni caso, metti in cavolo nel piatto e
i frutti acidi, al contrario
di quelli zuccherini, aggiungi 2-3 cucchiai di chicchi di melograno e qualche
possono essere abbinati oliva nera. Il melograno un frutto prezioso per la
ad altri alimenti causa anticellulite, dal momento che apporta
significative quantit di vitamina C, acqua
e antiossidanti.

INDIVIA + ARANCE
Prevengono la cellulite
Gli agrumi sono fonti privilegiate di
vitamina C, che rinforza le vene e previene
la formazione di ristagni. Nell'insalata puoi
abbinarli all'indivia riccia, depurativa, diuretica
e ricca di potassio, minerale anti-ritenzione.
Metti nel piatto indivia, unarancia rossa
affettata finemente (con le parti bianche: sono
ricche di antiossidanti), qualche noce sgusciata
e mezza mela a fettine. Condisci con olio d'oliva,
succo di limone (o aceto di mele) e un
poco di pepe nero.
COMBINAZIONI
ANTIRISTAGNI BASTA UN TOCCO DI AROMI PER ACCENTUARE

Le coppie drenanti da sfruttare a


O gni pasto pu diventare loccasione per portare
in tavola quegli alimenti che, combinati tra loro,
ti aiutano sia a sbloccare i ristagni di scorie liquide
lato nelle pagine precedenti, ci sono altre coppie
drenanti che possono esserti d'aiuto. Si tratta per
lo pi di aggiunte "aromatiche" a secondi e contor-
gi presenti sia a tonificare la circolazione in modo ni, a riprova del fatto che basta davvero poco (un
da prevenire la ricomparsa del disturbo in futuro. pizzico di aneto, un goccio di aceto, un rametto di
Oltre alle insalate anti-ristagni di cui abbiamo par- rosmarino...) per dare ai piatti un tocco snellente.

Pesce e rosmarino
Sfiammano il connettivo
U n piatto di mare una buona scelta per con-
trastare i ristagni: il pesce contiene Omega 3,
che aiutano a ridurre linfiammazione dei tessuti
tipica della cellulite e rinforzano la circolazione. Il
pesce forma una coppia perfetta con il rosmarino,
infatti digestivo e diuretico. Puoi preparare un trito di
rosmarino, salvia, pepe e aglio da aggiungere a qua-
lunque pietanza di pesce in fase di cottura o dopo.

Cetrioli ed erba cipollina


Frenano i danni del sodio
I cetrioli hanno poche calorie e contengono molta
acqua, vitamina C e potassio, tutti alleati dre-
nanti. Sono ideali come contorno leggero.
In genere si gustano con generose prese
di sale, il cui sodio per favorisce la
ritenzione. Prova in alternativa
Buoni in tutti i sensi labbinamento altrettanto
saporito con erba cipollina
Pesce e rosmarino sono
e pepe nero. La pianta
una coppia perfetta sia
dal punto di vista del
ha sapore simile a
gusto che da quello quello della cipol-
del dimagrimento la, ma risulta pi
digeribile.

50 SALUTE NATURALE EXTRA


IL POTERE SNELLENTE DEGLI ALIMENTI
Questi i tuoi NO
O ltre a portare in tavola pi spesso queste
coppie drenanti, per, importante

ogni pasto anche evitare quegli alimenti che rischiano


di aggravare i ristagni della cellulite. In
generale sono tutti quei cibi che contengono
sodio: gli insaccati, gli affettati e alcuni cibi
industriali in scatola. Meglio ridurre anche gli
alimenti che alla lunga aumentano il livello
di intossicazione dellorganismo: formaggi
stagionati, carni rosse, zuccheri semplici,
bibite, alcolici

Asparagi e aneto
Cos leffetto detox
Condimento
ideale
L'aceto di mele
si moltiplica
ha effetto detox
sul sistema
linfatico: usalo
D iuretici e depurativi, gli asparagi sono pre-
ziosi soprattutto per il loro contenuto di
rutina e purina, componenti che rinforzano i
per condire capillari e riducono il ristagno di liquidi. Puoi
i tuoi piatti! lessarli e renderli un piatto completo abbinan-
doli alluovo al tegame, ad esempio. Ma per
incrementare le propriet detox e drenanti,
laccoppiata davvero vincente con laneto.
Sedano e aceto di mele Questerba aromatica, dal sapore
pungente, aiuta ad elimi-

Ti depurano dalleccesso nare le scorie: puoi


usarla sia fresca

di tossine ingrassanti
che essiccata.

L aceto di mele svolge unazione depurati-


va sullorganismo, e in particolare sul sistema linfatico.
quindi un ottimo aiuto, a tavola, contro la cellulite. Puoi
usarlo in generale per condire, ma tieni presente che
laceto di mele si abbina bene al sedano, un ortaggio
gi ricco di potassio, fosforo e cloro e con po-
chissime calorie. Taglia alcuni gambi di sedano
a bastoncini e, a parte, prepara unemulsione
con un cucchiaino di aceto di mele, un cucchia-
ino di olio extravergine di oliva e la punta di
un cucchiaino di zenzero in polvere. Immergi le
crudits nel mix e servile come antipasto o aperitivo.

51 Maggio 2017
COMBINAZIONI antifa
Gli sfizi light Piaceri rischiosi
Per tappare la fame
fuori pasto spesso

che ti salvano
scegliamo cibi
grassi e zuccherini

dalle abbuffate
Ecco gli abbinamenti sani da provare ogni volta
che si presenta quel fastidioso buco allo stomaco

Q uando si vuole tenere sotto controllo


il peso, si teme sempre il momento
in cui si faranno i conti con i temibi-
li, improvvisi, attacchi di fame. Un nemico Tra un pa sto e lalt ro
che in realt ben noto anche a chi non sta
seguendo alcuna dieta. Questi buchi allo
stomaco hanno varie cause: possono esse-
re causati dalla noia, da emozioni intense Mangia crudits con poca ricotta magra
e ricorrenti che cercano sfogo (rabbia, tri-
Pu capitare di accusare un insistente senso di fame tra
stezza) oppure da pasti sbilanciati, che
un pasto e laltro, nonostante la colazione o il pranzo
provocano un innalzamento eccessivo della
siano stati comunque sostanziosi. Pu essere pi fre-
glicemia e quindi un senso di saziet limita-
quente nei periodi di grande stress e tensione emotiva,
to nel tempo. In ogni caso questi attacchi di
o magari durante i cambi di stagione. Un efficace spun-
fame spingono frequentemente a mangiare
tino spezza-fame in questi casi una piccola ricotta
fuori pasto e, ancora pi spesso, a prediligere
magra scremata (in alternativa un vasetto di yogurt
alimenti zuccherini, grassi ed elaborati. Con
bianco magro) con crudits di verdure: in tutto 7-8
conseguenze che presto si manifestano sulla
bastoncini di carota o sedano crudi. Prova questo snack
bilancia. Lalternativa per non sopporta-
leggero a met mattina oppure a met pomeriggio:
re la fame in silenzio. Se lappetito chiama,
soddisfa lappetito anche perch, grazie alla consisten-
puoi rispondere scegliendo quegli spuntini
za croccante e piena delle verdure, si ha limpressione
che, ben combinati tra loro, sono capaci di
di gustare uno spuntino molto appagante.
spezzare la fame con gusto e soprattutto con
leggerezza.

52 SALUTE NATURALE EXTRA


me Dopo lo sport
Le mandorle con la frutta rimineralizzante
Uno degli attacchi di fame pi ardui da gestire quello
del dopo-allenamento. Lo sforzo appena fatto ci lascia
ovviamente desiderosi di recuperare le energie il prima
possibile, e in genere con qualunque cosa commestibile si
trovi nei paraggi. Il problema pi frequente se si fa sport
prima di cena: una volta terminato lallenamento e in attesa
di mettersi a tavola, si tende a pasticciare per, appunto,
tamponare la fame insistente. Ma c una preziosa strategia
da mettere in atto per evitare questo appetito smisurato:
mangiare prima e dopo lallenamento. Ovviamente, man-
giare le cose giuste. Come spuntino preparatorio, abbina
un frutto e 10 g di noci o nocciole: cos fai scorta di energia,
ma tenendo sotto controllo il picco glicemico. Dopo lalle-
namento, invece, ideale un drink remineralizzante, che
reidrata e rinforza, oltre a tamponare la fame. Frulla due
carote, il succo di unarancia e il succo di mezzo limone. Poi
aggiungi 3 mandorle tritate, fonte naturale di vitamina E e
di grassi buoni, che bilanciano gli zuccheri della frutta.

Dopo cena
Voglia di dolce? Concediti cannella e cioccolato
La fame del dopo cena la pi insidiosa. Abbiamo appena mangiato,
quindi non un vero e proprio appetito, ma piuttosto il desiderio
di un vago qualcosa in pi che non ci fa sentire completamente
sazi: in genere un dolcetto. Per evitare leccesso di grassi e calorie
che si accompagna a praline, caramelle e biscotti, puoi concludere
la giornata con una tisana alla cannella abbinata a un quadratino di
cioccolato extra fondente. La tisana si prepara lasciando in infusio-
ne per 5-10 minuti in una tazza di acqua bollente un bastoncino di
cannella spezzato. Laroma della spezia, che ha un profumo intenso,
inganna il cervello soddisfacendo la voglia di dolce. Il cioccolato
extra fondente (con almeno il 70% di cacao) fa la stessa cosa: ha
grande potere saziante anche perch favorisce la produzione di se-
rotonina, il neurotrasmettitore legato al senso di benessere e saziet.
Per un anno pie
abbonati a Salu
12 numeri di Salute Naturale Extra +

Una cura
vincente
per la salute
di tutta
la famiglia

E se aggiungi un altro abbonamento a una rivista del gruppo Riza

Il primo mensile di I consigli per perdere Ogni mese tutti Mangiare bene Il mensile
psicologia che ti aiuta peso e restare in forma i rimedi naturali per senza ingrassare. che ti cura
a vivere bene senza fatica curarsi e rigenerarsi Oggi si pu senza farmaci
no di benessere
te Naturale Extra
2 libri in regalo a soli 37 (anzich 58,80 )

* Fino a esaurimento scorte


Proteggi lintestino* Tonifica vene e capillari*
Come proteggere lintestino da virus e sostanze tossiche. Gonfiori, varici e cellulite sono provocati dalla stasi
Le erbe, gli integratori e gli alimenti giusti per combattere circolatoria e linfatica. I consigli pi efficaci per smuovere
la stipsi, la colite, i gonfiori e il grasso addominale. le tossine e sgonfiare le gambe.

ti costa solo 29 in pi ABBONARSI FACILE!


Chiama il numero: 02/5845961
Invia un sms: 331/9656722
Manda una e-mail: ufficioabbonamenti@riza.it
Internet: www.riza.it

Per il pagamento:
Bollettino di c/c postale n. 25847203 intestato
a Edizioni Riza S.p.A. - via L. Anelli, 1 - 20122 Milano
Carta di credito e PayPal direttamente dal sito www.riza.it
Bonifico bancario iban: IT34A0521601617000000010302
La rivista per diventare Curati con lalimentazione La rivista monografica (specificare la causale)
nutrizionista perch il cibo per il tuo benessere
di te stesso il tuo farmaco psicofisico
LE RIVISTE DI RIZA
IN EDICOLA QUESTO MESE
Salute Naturale Alimentazione Naturale Dimagrirextra Dimagrire

I manuali di Riza Riza Psicosomatica Curarsi Mangiando PerdiPeso

Riza Dossier MenteCorpo Mandala Therapy Riza Scienze

Chiedile al tuo edicolante


SALUTE NATURALE

IDEE SALVALINEA EXTRA

Attenti alle bevande


Anche loro vanno
abbinate bene
Quello che versi nel bicchiere
o nella tazza ha bisogno
delle giuste associazioni.
Cos pi facile digerire
e perdere peso

57 Maggio 2017
COME BERE

I s e i no nel bic
C i possono essere combinazioni giuste o
meno giuste per perdere peso e digerire
bene anche se consideriamo le bevande.
Non stiamo, ovviamente, parlando dei giu-
sti abbinamenti tra il vino e il cibo, in questo
caso si tratta di questioni puramente organo-
lettiche, di gusto. Stiamo piuttosto parlando
delle combinazioni tra alcune bevande, come
possono essere t o caff e altre bevande, le-
sempio pi classico il latte, o tra quello che
metti nel bicchiere e quello che mangi. Siamo
abituati a pensare che quello che beviamo sia
quasi ininfluente sul fronte alimentare. Con
lacqua ci idratiamo, con altri tipi di bevan-
de facciamo lo stesso, magari con un po di
gusto in pi. Solo nei confronti di vino, alco-
lici e caff abbiamo qualche consapevolezza
in pi. Eppure, proprio come i cibi, anche le
bevande vengono digerite, nel senso che le
loro componenti vengono assimilate e inte-
ragiscono chimicamente allinterno del nostro
tubo digerente.

BERE A TAVOLA? S, MA POCO


Una prima indicazione di massima per favo-
rire la digestione e il dimagrimento quella
di bere molto, ma non durante i pasti. Soprat-
tutto se si hanno difficolt digestive e si soffre
di gonfiori, bene limitarsi a un solo bicchiere
di acqua durante il pranzo o la cena. questa
infatti la quantit giusta per diluire in modo
corretto gli enzimi digestivi, che effettivamen-
te hanno bisogno di liquidi, senza per an-
nacquarli e renderli in questo modo meno
efficaci. Bere troppo mentre si sta mangiando
pu avere conseguenze spiacevoli, perch
allunga i tempi della digestione e rende pi
complesso scomporre gli alimenti che potran-
no favorire processi fermentativi.

58 SALUTE NATURALE EXTRA


Acqua
Se mangi i grassi ci vuole la minerale al magnesio

Anche la pi semplice delle bevande, lacqua, pu aiutare a di-


gerire meglio. Quando si affronta un piatto contenente grassi
o proteine, quindi nutrienti che hanno bisogno di un maggior
impegno digestivo, pu essere utile bere unacqua magnesia-

chiere
ca, cio con una presenza di sali di magnesio, che ha unazione
digestiva. Vanno bene a questo scopo anche le acque bicar-
bonate. Quando si consumano verdure invece preferibile
scegliere unacqua oligominerale, che aumenta il potere
depurativo dei vegetali.

Spremute e succhi
Non durante i pasti: fermentano
unabitudine tutta americana quella di bere succhi di frutta
durante i pasti. Ma non bisogna dimenticare che si tratta pur
sempre di fonti di zucchero, facile alla fermentazione. E se il
consiglio generale , e resta, quello di non mangiare frutta dopo
i pasti, il divieto vale anche per la loro forma liquida. La classica
spremuta darancia che spesso si beve a colazione non adatta
ad accompagnarsi
con cereali e latte.
Il risultato peso
sullo stomaco, ri-
Bibite zuccherate nella lista nera
schio pi alto di Le bibite zuccherate, invece, non andrebbero con-
acidit gastrica e sumate n durante i pasti e neppure lontano da
pesantezza. essi. Insomma mai. Si tratta di zucchero pratica-
mente puro, che non solo aumenta il rischio di gon-
fiori, ma anche quello di chili in pi. Bere bevande
alla cola o aranciate durante il pasto pu aumentare
anche di molto le calorie. Una lattina di cola ha circa
139 calorie, tutte fornite da zuccheri. E se appena
bevuta pu dare limpressione di migliorare la di-
gestione, poi una volta arrivata nellintestino pu
favorire processi fermentativi.

59 Maggio 2017
COME BERE GLI ALCOLICI ACIDIFICANO LAMBIENTE GASTRICO:

Vino
Tollerato con la carne
Bere un bicchiere di vino unabitudine diffusa. Se si sceglie il vino rosso si
pu godere di un piccolo e benefico apporto di resveratrolo, un antiossi-
dante utile alla circolazione e al metabolismo. per consigliabile evitare
di associare il vino con piatti ad alto contenuto di amidi, come riso, pasta,
patate o legumi. Il vino infatti favorisce, vero, la secrezione dei succhi
gastrici, ma acidifica lambiente dello stomaco, mentre gli amidi neces-
sitano di un ambiente alcalino per essere scomposti. Meglio allora bere
un bicchiere di rosso con la carne, che si avvantaggia di una miglior
secrezione di enzimi. La moderazione per fondamentale, poich
la componente alcolica del vino rallenta la digestione, soprattutto in
concentrazioni elevate. Se si soffre di pesantezza o acidit, meglio
evitare, dunque anche lamaro a fine pasto.

Birra
Sconsigliata con la pizza
Una delle abbinate classiche del sabato sera: pizza e birra.
Peccato che la coppia sia sconsigliata sia sul fronte della
digestione che su quello del dimagrimento. La birra, cos
come il vino, acidifica lambiente grastrico, anche se
in misura minore, rendendo pi complicata la dige-
stione della pizza (o
di pasta e riso che
magari sono con- Caff
sumati nello stesso
pasto). poi una
Mai dopo la pasta e mai col latte
fonte di glutine,
lieviti e zuccheri Sullaiuto o meno che il caff d alla digestione c
fermentabili che da sempre un dibattito acceso. Il fatto che la
possono causare caffeina stimola i succhi gastrici, ma cos come
gonfiori addominali. per il vino, a beneficiarne sono le proteine e non
certo la pasta o il pane. Ecco perch scon-
sigliato bere caff dopo un pasto in cui i
carboidrati sono stati la componente
pi significativa. A dimostrare che il
caff interferisce con la metaboliz-
zazione degli zuccheri sono stati i
ricercatori dellUniversit canade-
se di Guelph, che hanno sottopo-
60 SALUTE NATURALE EXTRA sto a test un gruppo di volontari ai
COS PI DIFFICILE DIGERIRE I CARBOIDRATI
T bancha

Niente amidi
Il vino T
tollerabile con
le proteine, Meglio con il limone che con il latte
ma sconsigliato
con gli amidi Il t, soprattutto quello verde, una bevanda straordinaria per
perdere peso. Merito di alcuni polifenoli che contiene, le epi-
gallocatechine, che hanno unazione bruciagrassi. A patto di
non associarli al latte, che ne riduce la biodisponibilit. quin-
di poco favorevole la-
bitudine inglese di bere
il t proprio con il latte.
Molto meglio invece
Col cibo va bene solo il t bancha
metterci del succo di bene evitare di sorseggiare ai pasti
limone che, grazie alla del t. Anche in questa bevanda, pro-
vitamina C, ne potenzia prio come nel caff, sono presenti
lazione benefica. caffeina (che nel t prende il nome di
teina) e tannini, che possono rallen-
tare la digestione e creare acidit e
pesantezza di stomaco. Tollerato sal-
tuariamente luso del t bancha, un
t molto leggero, con un pi basso
contenuto di teina.

quali stata misurata la glicemia dopo un pranzo abbon-


dante seguito o meno da due caff. Chi aveva bevuto
caff aveva un tasso di zuccheri nel sangue pi alto,
fattore negativo tanto per la salute che per la
linea. Anche lassociazione di latte e caff
sconsigliata. La caffeina rende pi diffici- Pi benefico
le la digestione della caseina, la proteina Il limone potenzia
presente nel latte. Anche i tannini conte- lazione benefica
nuti nel caff, sostanze responsabili del del t, il latte
suo sapore amaro, interferiscono con invece la riduce
il lavoro degli enzimi e
con lassimilazione di
alcuni nutrienti. 61 Maggio 2017
NELLA CENTRIFUGA
I mix pi efficaci
contro i chili in pi
I centrifugati e i frullati possono essere
un ottimo modo per mantenere il peso
forma, a patto di combinare al meglio
gli ingredienti. I succhi, ma anche frullati
e centrifugati a base di frutta, sono fonte
UN CUCCHIAINO DI PSILLIO
Un primo consiglio dunque quello di
mescolare frutta e verdura nella cen-
trifuga: in questo modo puoi diluire
ulteriormente gli zuccheri della frutta
di zuccheri semplici facilmente assobi- e ridurre il loro impatto sulla glicemia.
bili, per cui, anche se rappresentano un Un altro consiglio utile quello di ag-
modo molto gustoso di integrare impor- giungere ai centrifugati un cucchiaino
tanti sostanze dallazione dimagrante, di semi di psillio oppure di semi di chia:
come minerali e vitamine, bene non entrambi questi ingredienti forniscono
dimenticarne la natura. Meno problemi grassi buoni ma soprattutto fibre, che
vengono dai centrifugati di verdura, dal concorrono, ulteriormente, ad evitare
momento che insalate e ortaggi sono in che gli zuccheri vengano metabolizzati
genere pi ricchi di acqua e meno dolci. troppo velocemente.

Cavolo, zenzero e menta


In caso di gambe gonfie

Contro edemi, ristagni e circolazione rallentata ecco un cocktail di


vegetali dallalto potere drenante, capace di migliorare la circola-
zione sanguigna e linfatica. Passa alla centrifuga 6 foglie di cavolo,
un pezzetto di radice fresca di zenzero e qualche fogliolina di menta:
tutti questi ingredienti favoriscono leliminazione dei liquidi in ecces-
so. Allunga, se necessario, con acqua o con del succo di mela. Puoi
aggiungere anche della linfa di betulla, dalleffetto sgonfiante proprio
sulle gambe. La trovi in erboristeria. A seconda dei prodotti la poso-
logia quotidiana pu variare. utile anche il decotto di peduncoli
di ciliegia, ottimo contro la cellulite, per la sua azione diuretica.

62 SALUTE NATURALE EXTRA


Sia frutta
che verdura
Mischia entrambi
gli ingredienti
nel tuo centrifugato:
cos abbassi lindice
glicemico

Spinaci, aloe e mela


Per depurare lintestino

Con questo centrifugato, al quale sarebbe bene in-


tegrare almeno una parte delle fibre che di solito
vengono separate al momento di estrarre il succo,
agisci depurando il colon e favorendo la costituzione
di una miglior flora intestinale, condizione indispen-
sabile per perdere peso. Centrifuga 2 manciate di
spinacini novelli, 2 foglie di cavolo riccio, una mela,
due arance e aggiungi un misurino di succo daloe
puro senza aloina (la dose pu variare a seconda del
prodotto acquistato), che ha un effetto depurativo e
antinfiammatorio sulle mucose. Allunga, se neces-
sario, con acqua naturale.

Sedano, finocchio e lattuga


Neutralizzano la fame nervosa

Tra i minerali efficaci contro la fame causata dallo stress vi sono senzaltro magne-
sio e calcio. Per questo nel tuo centrifugato calmante sono presenti la lattuga
romana, laneto e i semi di zucca. Passa alla centrifuga 125 g di lattuga romana,
50 g di finocchio, 50 g di sedano, un cucchiaino di aneto tritato e 100 ml di succo
dananas. A parte, pesta in un mortaio un piccolo pugnetto di semi di zucca (che
forniranno ancora pi magnesio oltre a grassi e fibre) e aggiungili al tuo centrifu-
gato. Questo mix, che ha basso contenuto di zuccheri ma ti rifornisce di minerali
antistress e antifame, pu essere consumato come spuntino. 63 Maggio 2017
IN TAZZA
Le migliori miscele
per agire sui punti
S i definiscono propriamente tisane le combinazioni di erbe dal-
le quali, per effetto del calore, vengono estratti principi attivi
benefici, da sorbire in tazza. Il primo vantaggio di questi pre-
parati che aumentano lidratazione del corpo, senza aggiungere
neppure una caloria al computo giornaliero. Le erbe poi
possono aiutare con propriet specifiche, sia a ri-
durre gli accumuli adiposi, sia a migliorare la
depurazione dellorganismo. Alcune tisa-
ne inoltre, assunte alla fine di un pasto,
hanno il gande vantaggio di rendere pi
semplice la digestione, e luso di erbe e
semi dallazione antifermentativa li-
deale se la tendenza quella a gon-
fiarsi appena dopo mangiato.
Ecco allora una piccola
selezione di miscele
da provare.

Tanti vantaggi
Digestive e snellenti,
queste tisane sono ideali
da sorseggiare nel corso
della giornata

64 SALUTE NATURALE EXTRA


Coriandolo e tarassaco
Ti garantiscono un ventre piatto
Il fegato un organo chiave se si accumula
soprattutto a livello addominale. questa
ghiandola infatti che centrale sia per il meta-

di erbe
bolismo dei grassi che degli zuccheri. Ti pu essere
utile quindi un mix nel quale sia presente il tarassaco,
tra le erbe pi efficaci per depurare il fegrato, associato
al coriandolo, utile contro il gonfiore addominale.
Fatti preparare il mix dal tuo erborista e versane poi un
cucchiaino in una tazza con acqua bollente. Lascia in infu-

critici
sione 5-7 minuti, quindi filtra e bevi. Puoi aggiungere, se
lo gradisci, anche qualche fogliolina di menta fresca,
anchessa capace di contrastare la formazione di gas
a livello addominale.

Equiseto e limone
Ti regalano cosce pi toniche
Questa tisana ha una duplice funzione. Da una parte
contrasta edemi e ristagni, grazie allazione del li-
mone, dallaltra lequiseto, oltre a rinforzare lazione
diuretica del limone, ha un elevato contenuto di
silice, che stimola la produzione di collagene, la
proteina che rende tonici i tessuti, ed essenzia-
le per garantire, soprattutto con let, lelastici-
t della pelle, prevenendo cedimenti e anche
smagliature.

Cannella e peperoncino
Bruciano il grasso sui fianchi
Quando si vuole andare ad attaccare il grasso che si accu-
mula sul girovita e sui fianchi, quegli accumuli che creano il
tipico salvagente, pu essere utile ridurre i picchi glicemici,
soprattutto dopo un pasto ricco di carboidrati. Ecco dunque
una tisana che pu essere bevuta proprio in queste occasioni.
Come base utilizza una bustina di t verde, al quale sono
riconosciute propriet bruciagrassi. Lingrediente anti-
zuccheri invece la cannella, alla quale sono ricono-
sciute propriet ipoglicemizzanti: ne basta la punta di
un cucchiaino. Aggiungi poi un pizzico di peperoncino,
spezia dotata di propriet termogeniche. Mescola bene
e bevi, senza dolcificare.

65 Maggio 2017
IN TUTTE LE EDICOLE

Per eliminare i chili di troppo e non riprenderli pi basta tenere sotto


controllo lindice glicemico dei pasti; se scegli alimenti giusti
stimoli lorganismo a demolire i depositi adiposi e perdi peso in fretta
SALUTE NATURALE

CONSIGLI PRATICI EXTRA

Rendi tutti i tuoi menu


un trionfo di leggerezza
Le pietanze tradizionali pi
diffuse nascondono spesso
abbinamenti alimentari
scorretti: ecco come renderle
davvero a prova di dieta

67 Maggio 2017
RICETTE A CONFRONTO
Piccole correzioni
per i piatti di ogni giorno
Basta un semplice aggiustamento per risparmiare
sulle calorie, senza per rinunciare al gusto

S pezzatino con patate, lasagne alla bolognese,


fritto misto Sono piatti comuni e presenti
nelle nostre abitudini culinarie, ma celano
combinazioni alimentari poco raccomanda-
bili. Per questo risultano pesanti e calorici.
Anche per questo diventano pietanze
riservate ai giorni di festa o le prime a
cui si rinuncia quando si a dieta. Ma
conoscere labbinamento alimentare
sbagliato ti aiuta a rimediare allerrore,
attenuandone le conseguenze negative
o portando in tavola lalternativa light.

Panino
Il tramezzino con tonno La soluzione
e uova un vero mattone
A
Ancora di salvezza per chi pranza fuori casa, il
panino imbottito pu essere un pranzo equilibra-
Ma con bresaola e olio
to e completo o anche un mattone pieno di
grassi e arduo da digerire. Tutto dipende dal ripieno. Il clas-
extravergine il top
sico tramezzino con tonno, maionese e uova da evitare: ai Ill segreto di un panino saziante, leggero e
carboidrati del pane si uniscono due tipi di proteine diversi, completo scegliere solo tre ingredienti:
in pi la salsa appesantisce il tutto. E addio leggerezza. una sola fonte di proteine (uovo, carne o
pesce), una di fibre (ortaggi) e una di grassi buoni
(avocado, semi oleosi o olio). Usa il pane integrale.
Unottima soluzione ad esempio del pane nero im-
68 SALUTE NATURALE EXTRA bottito con bresaola, un filo dolio, rucola e cetrioli.
Polpettone
In crosta e ripieno
una bomba di grassi
Ill polpettone un piatto molto versatile: pu essere il secondo so-
stanzioso dei pasti in famiglia o il classico svuota frigo in cui fini-
scono buona parte degli avanzi che bisogna cucinare al pi presto.
In entrambe le situazioni il rischio di abbinamenti alimentari pesanti dietro
langolo. il caso, ad esempio, del polpettone in crosta: la presenza della
sfoglia attorno al rotolo di carne aumenta i grassi e le calorie del piatto. Come
se non bastasse, spesso nel ripieno si trovano uova sode (quindi proteine in
pi, diverse dalla carne), mollica di pane (cio una dose extra di carboidrati),
formaggi (dunque nuove proteine
e grassi). A conti fatti, o meglio,
a pasto concluso, lapparato ga-
strointestinale pu fare fatica.
Se usi la pasta fillo al posto della
La scelta giusta
pasta sfoglia togli circa 200
kcal al piatto, ma per una
ricetta davvero light
Tacchino e pistacchi
occorre intervenire lo rendono light
soprattutto sugli
La
a versione light del polpettone inizia
altri ingredienti.
dalla rivisitazione del suo ingrediente
principale: la carne. Sceglila magra e
bianca, cos il profilo nutrizionale del piatto mi-
gliore. Impasta 600 g di fesa di tacchino macinata
con 40 g di pistacchi sgusciati, 300 g di bietole gi
stufate in padella, 4 fette di pancarr ammollato in
acqua, un uovo sbattuto, sale, pepe e prezzemolo
quanto basta. Forma il polpettone aiutandoti con
un foglio di carta da forno e cuoci nel brodo vege-
tale, con il coperchio, per circa unora. Laggiunta
dei pistacchi e delle bietole d al piatto una quota
di minerali, grassi buoni e fibre che contribuisco-
no a rendere la ricetta pi saziante e completa.
Accompagnalo con un contorno di verdure.

69 Maggio 2017
RICETTE A
CONFRONTO DURANTE LA COTTURA PREFERIBILE LOLIO

Fritto mio
Ti risulta indigeribile?
Colpa della pastella
Nellipotetica lista delle pietanze light
e dietetiche, nessuno collocherebbe il
fritto misto ai primi posti. Nonostante la
leggerezza del pesce, infatti, si tratta di un piatto piut-
tosto pesante. La colpa prima di tutto del metodo
di cottura: se non eseguita a regola darte, la frittura
comporta fatica digestiva e una notevole dose di grassi
che, per essere smaltiti, richiedono un lavoro extra anche
da parte del fegato. Inoltre limpanatura in cui molluschi,
frutti di mare e simili sono in genere avvolti aumenta le
calorie del piatto: pangrattato e pastelle sono

Il rimedio spugne che si impregnano delleccesso


di olio. Cos, insomma, il fritto misto
un attentato alla linea, e anche un peso
sullo stomaco. Ma la soluzione c.
Prova farina di riso
e olio di arachidi
Cos puoi preparare un fritto misto leg-
gero, facilmente digeribile e a basso
apporto calorico: circa 300 kcal (le dosi
indicate sono per due persone). Passa 200 g di anel-
li di totano nella farina di riso, che trattiene molto
meno olio rispetto alla panatura tradizionale. Friggi
in abbondante olio di arachidi, leggero, oppure olio
extravergine di oliva. Paradossalmente pi olio usi,
pi leggero sar il fritto: se i calamari ne sono com-
pletamente ricoperti, infatti, cuoceranno in meno
tempo restando cos meno a contatto con i grassi.
La temperatura dellolio deve rimanere costante,
intorno ai 170-180 C. Friggi pochi pezzi alla volta
e solo per pochi minuti, poi passali pi volte nella
carta assorbente. Accompagna il fritto misto con
uninsalata di rucola e limone.

70 SALUTE NATURALE EXTRA


VEGETALE INVECE DEL BURRO

Spezzatino
No a patate e piselli
nello stesso piatto
Lo spezzatino con patate e piselli (o con solo uno dei due ingre-
dienti) uno di quei piatti che di solito fa la sua comparsa in tavola
durante i pasti in famiglia. Eppure la sua versione pi conosciuta non
di facile digestione per stomaco e intestino. Prima di tutto perch le proteine vegetali
dei piselli mal si sposano con quelle animali della carne: insieme formano una coppia
che rallenta il processo digestivo. Daltra parte le proteine della carne richiedono una
degradazione gastrica diversa da quella richiesta degli amidi, che le patate apportano in
grande quantit - come anche
le carote, che spesso vengono
aggiunte alla ricetta. Il risulta-
to quindi, anche in questo
caso, un piatto troppo pesan-
Lalternativa
te. A patto di non usare grassi
animali durante la cottura, ad Con i carciofi non
esempio il burro, e di non esa-
gerare con le porzioni, per,
ti pesa sullo stomaco
puoi concederti una porzione Per preparare lo spezzatino ai carciofi, fai rosolare 500
di spezzatino con le patate di g di carne di manzo tagliata a cubetti in una pentola,
tanto in tanto. Tieni per pre- con un filo di olio extravergine doliva. Quando la carne
sente che esistono alternati- ha preso colore, aggiungi un trito di sedano, aglio e cipolla. Dopo
ve pi digeribili, ad esempio pochi minuti copri il tutto con dellacqua e lascia cuocere con un
lo spezzatino ai carciofi tipico coperchio per unoretta. Intanto lava, pulisci e taglia a spicchi 500
della cucina ligure. g di carciofi. Poi aggiungili alla pentola con lo spezzatino e lascia
cuocere fino a quando non diventano teneri (circa 30 minuti). Le
dosi indicate sono per 4 persone. Il vantaggio di questa ricetta
che non usi grassi animali e, grazie ai carciofi, sostituisci il carico
di amidi con un pi utile carico di fibre.

71 Maggio 2017
RICETTE A
CONFRONTO DIFFIDA DEI PREPARATI PRECONFEZIONATI: SE

Frittata
Se ci metti gli spinaci
assorbi meno ferro
Spesso la frittata diventa loccasione per cu-
cinare una sorta di piatto unico, perch si
arricchisce luovo sbattuto con altri ingredienti
che rendano limpasto pi completo e sostanzioso. Ma
in questo caso gli abbinamenti sono abbastanza insidiosi.
Una frittata con la pancetta, ad esempio, ha il grosso limite
di abbinare due proteine diverse, cosa che andrebbe evita-
ta per favorire una buona digestione. Nemmeno la classica
frittata con spinaci e formaggio perfetta: i latticini aumentano
la quota di grassi e la pesantezza, inoltre lacido
fitico dellortaggio a foglia verde rallenta lassor-
bimento del ferro delle uova. Se vuoi comunque
mangiare questultima ricetta, puoi migliorarla
Lidea vincente
eliminando o riducendo molto il formaggio, ag-
giungendo alle uova sbattute un cucchiaino di
Con le zucchine
crusca (le cui fibre rallentano lassorbimento dei diventa davvero perfetta
grassi) e, magari, anticipando la frittata, in tavola,
con una vellutata di porri e sedano, da mangiare Associando uova, patate e zucchine, la tua frittata diven-
calda o fredda. Oppure puoi servire una frittata ta un piatto completo che ti fornisce proteine, grassi,
che sia saziante e leggera, oltre che perfetta dal carboidrati e fibre. Basta sbattere 6 uova e aggiungere
punto di vista nutrizionale. 2 patate medie lessate, 2 zucchine scottate in padella, un pizzico
di curcuma, pepe nero e prezzemolo (le dosi sono per quattro
persone). Per rendere il piatto ancora pi leggero evita la cottura
in padella, che ti farebbe aggiungere una quota in pi di grassi
(dellolio o, peggio, del burro). Piuttosto inumidisci un foglio di
carta da forno e usalo per foderare una pirofila in cui poi versare
il composto: cuoci in forno gi caldo a 180 C per circa mezzora.

72 SALUTE NATURALE EXTRA


PUOI, SCEGLI TU OGNI INGREDIENTE

Insalata di riso
Il condimento gi pronto
pieno di insidie
Linsalata di riso il piatto estivo per eccellenza: a casa, in spiag-
gia, in ufficio, una soluzione pratica e veloce da preparare. Ci
che rende questo piatto poco snellente prima di tutto luso dei
condimenti gi pronti, che in genere contengono wurstel, formaggio, piselli,
mais, verdurine. In questo modo agli amidi del riso si abbinano a pi fonti pro-
teiche diverse tra loro (la carne, i legumi, i latticini). Wurstel e formaggi, inoltre,
sono fonti di grassi saturi. Puoi rendere il piatto meno calorico apportando qualche
modifica: ad esempio usando un latticino leggero, come la feta, e sostituendo i
salsicciotti con prosciutto cotto magro. Ma possibile fare di meglio: il segreto
scegliere una sola fonte proteica
e abbondare con le verdure, le cui
fibre ed enzimi aiutano la digestio-
ne e rallentano lassimilazione
Cos meglio
dei carboidrati.

Le verdure devono
sempre abbondare
Prepara il riso secondo il tempo di cottura.
A parte affetta pomodori, cetrioli e carote
crude. Unisci la verdura ai chicchi scolati
e raffreddati. Aggiungi prezzemolo, origano e olio
extravergine di oliva. Se vuoi, puoi preparare anche
una frittatina con soli albumi da tagliare a listarelle e
da aggiungere allinsalata: sono una fonte proteica a
basso contenuto calorico che rende il tuo piatto pi
completo dal punto di vista nutrizionale.

73 Maggio 2017
RICETTE A
CONFRONTO NON ESAGERARE CON LE AGGIUNTE: PREDILIGI

Zuppa
Bisogna dosare bene
legumi e cereali
Pietanza tipica della tradizione italiana,
la zuppa un piatto per definizione so-
stanzioso (e quindi, in altre parole, per
nulla leggero). A renderlo impegnativo per stomaco
e intestino labbinamento imperfetto tra legumi e
cereali: nel brodo, con qualche ortaggio, si trovano
infatti spesso farro o orzo da una parte, e lenticchie,
fagioli, ceci, fave e via dicendo dallaltra. A volte si
aggiungono anche le patate, che con la loro quota di
amidi aumentano lapporto di carboidrati gi garantito
dai cereali. La coppia, labbiamo detto, imperfetta: quin-
di puoi concedertela di tanto in tanto, facendo attenzione a
scegliere una sola proteina vegetale e cereali integrali, oltre che
aggiungendo verdure a foglia verde (fonti di fibre) e unabbondante
trito di erbe aromatiche carminative, come alloro e rosmarino.

Lopzione ok
Con lenticchie e cumino
ti sazi senza affaticarti
Una zuppa dallalto potere saziante ma che non
affatica troppo la digestione quella a base di
lenticchie e verdure con limone e cumino. Scalda
in una pentola un filo di olio extravergine di oliva e cuoci per
alcuni minuti tre carote, due gambi di sedano, una zucchina
e mezza cipolla a pezzetti. Aggiungi anche un cucchiaino di
semi di cumino e un cucchiaino di scorza di un limone bio.
Aggiungi 400 g di lenticchie. Copri con del brodo vegetale
e fai cuocere con il coperchio per unoretta, mescolando di
tanto in tanto. Condisci con qualche goccia di limone e un
filo di olio extravergine di oliva. Le dosi indicate sono per
quattro persone. I legumi di questa ricetta, unica fonte pro-
teica, si sposano alla perfezione sia con le verdure sia con
le spezie: in particolare il cumino ha propriet digestive. Il
limone d un tocco detox.

74 SALUTE NATURALE EXTRA


LE PREPARAZIONI PI SEMPLICI

Pizza
Piacere proibito?
Dipende dal condimento
Non c dieta che tenga: resistere alla pizza
davvero difficile. Quando ce la concediamo, per,
mettiamo in conto di assumere un pasto da almeno
600-800 kcal che, in base agli ingredienti che prediligiamo, pu
risultare pi o meno difficile da digerire. Ci sono alcuni trucchi per
limitare i danni, per: ad esempio iniziare con uninsalata come
antipasto, cos da fare il pieno di fibre che evitano il picco glicemico e
riducono lassorbimento dei grassi, e anche rinunciare al dolce e ad
altre portate. Se poi scegli il
giusto condimento, puoi mi-
gliorare ulteriormente il pro-
filo nutrizionale del pasto ed
evitare i gonfiori.
Il trucco in pi
Metti il carbone vegetale
nellimpasto e non ti gonfi pi
Sempre pi ristoranti offrono la possibilit di sceglie-
re una pizza con impasto integrale o, meglio ancora,
con carbone vegetale. Il primo ha indice glicemico
pi basso, il secondo (una polvere vegetale di colore nero)
un rimedio anti-gonfiore e anti-meteorismo. Se puoi, prediligi
la pizza rossa, cio senza formaggio, con verdure (fonti di fibre)
e una sola fonte proteica (ad esempio prosciutto crudo magro,
bresaola o pesce). Se ti piace con il formaggio, rinuncia alle
altre fonti proteiche ma non farti mancare gli ortaggi (rucola,
melanzane, peperoni). Un filo di olio extravergine di oliva
a crudo il tocco finale, cos ottieni anche i grassi buoni.

75 Maggio 2017
RICETTE A
CONFRONTO ALLA BOLOGNESE VANNO BENE SOLO DI RADO

Lasagne
Tanto rag e troppi latticini
non sono compatibili
La ricetta classica parla chiaro: la vera lasagna alla
bolognese prevede sfoglia alluovo, parmigiano,
rag a base di manzo e pancetta, passata di pomo-
doro e besciamella (quindi latte e burro). Non c da stupirsi che
il piatto risulti poco digeribile e decisamente non dietetico: apporta
molti grassi, inoltre la digestione dei latticini (troppi!) non compatibile
con quella della carne. Difficile trovare una soluzione per alleggerirla:
se qualche volta vuoi concederti la versione tra-
dizionale, puoi almeno evitare la pancetta
e il burro - per quanto possibile - e con-
cludere il pasto con una tisana digestiva.
Lantidoto
Altrimenti puoi provare una versione veg
con ricotta e spinaci.
Falle verdi e non sbagli
Le lasagne con ricotta e spinaci hanno meno grassi e, vista
lassenza delle proteine della carne, sono pi leggere. Per
prepararle amalgama 350 g di ricotta vaccina con 500 g di
spinaci lessati in acqua salata. Aggiungi un pizzico di noce moscata e,
se serve, il sale. Assembla le lasagne disponendo in una pirofila uno
strato di besciamella (sul fondo, al posto del burro), uno di sfoglia e
uno di ricotta e spinaci e ancora besciamella. Prosegui fino a formare
3 o 4 strati. Completa con del parmigiano grattugiato e cuoci in forno
caldo a 220 C per una ventina di minuti. Le dosi indicate sono per 4
persone. Se vuoi rendere il piatto ancora pi leggero, evita il parmigia-
no e sostituisci la ricotta con tofu aromatizzato al basilico (lo trovi nei
negozi bio) frullato con spinaci lessi e salsa di pomodoro.

76 SALUTE NATURALE EXTRA


RIZA

IN TUTTE LE EDICOLE

La curcuma possiede numerose propriet: rallenta linvecchiamento,


spegne le infiammazioni, scioglie i depositi di grasso, cura la pelle
RIZA ISTITUTO DI MEDICINA PSICOSOMATICA

Scuola di Nat
Anno Accademico 2017
LA FIGURA Il naturopata opera
PROFESSIONALE in questi ambiti:
DEL NATUROPATA il primo di tipo EDUCATIVO,
La Naturopatia una disciplina allinterno del quale informa
che si ispira alla visione olistica ed educa le persone che gli
di mente e corpo e rappresenta la si rivolgono a conoscere e
sintesi dei metodi naturali al ser- gestire il proprio equilibrio
vizio del benessere e della quali- psico-fisico e a raggiungere
t della vita. Oggi ormai da tutti e mantenere uno stato di be-
riconosciuta come sicuro coa- nessere, indicando a tal fine i
diuvante della salute e del benes- comportamenti pi idonei da
sere e particolarmente utile per la seguire.
prevenzione. Le recenti indagini il secondo di tipo ASSISTEN-
statistiche, sia a livello nazio- ZIALE, ovvero di ausilio al
nale (ISTAT) che internazionale cliente perch riconosca in
(OMS), evidenziano che un sem- se stesso eventuali squilibri
pre maggior numero di persone di tipo psico-fisico-emozio-
DIREZIONE DELLA (oltre un terzo della popolazione) nale o predisposizioni ad
SCUOLA E COMITATO si rivolge, per la cura della pro- essi e di intervento con me-
pria salute, a forme di medicina todiche dolci per favorire
SCIENTIFICO
non convenzionale (agopuntura, il ripristino dellequilibrio e
Dott. Raffaele Morelli fitoterapia, omeopatia, etc). del benessere. Oltre alle di-
Presidente dellIstituto Riza Ma se al medico, adeguatamente scipline naturali che vanno
e della Scuola di Naturopatia qualificato in queste discipline, dalle tecniche di massaggio
Dott. Vittorio Caprioglio spetta il compito esclusivo di alla kinesiologia, dalle erbe
Direttore dellIstituto Riza occuparsi della diagnosi e della ai fiori di Bach, dal lEu-
e della Scuola di Naturopatia cura delle malattie, si delinea al bio tica alla Cro mo te ra pia,
suo fianco in modo rilevante una seguendo la tradizione del-
ll Comitato Scientifico della Scuola di figura innovativa: il naturopata. Il lIstituto Riza, il Natu ro pa-
Naturopatia dellIstituto Riza compo- naturopata, con le sue conoscen- ta acquisisce e utilizza le
sto da Cattedratici Universitari italiani e
ze professionali nelle tecniche di tec niche di Auto stima, di
stranieri di grandissimo prestigio:
trattamento che si riallacciano scoperta del proprio Talen-
Prof. Umberto Solimene (Presidente), alle grandi Tradizioni Orientali to, di Rilassamento. I mo-
Prof. Mariano Bizzarri, Prof. Marcello ed Occidentali, un operatore derni studi neuro-fisiologici
Cesa-Bianchi, Prof. Ervin Laszlo, Prof. del benessere le cui indicazioni hanno infatti mes so in lu ce
Emilio Minelli, Prof. Piero Parietti, Prof. si iscrivono nel quadro di una che ogni trasformazione del
Ivano Spano.
riconciliazione con le leggi della nostro stato di coscienza in
Natura. grado di modificare il siste-

Secondo gli orientamenti della UE, nellambito del personale di assisten


in particolare per coloro che sapranno utilizzare quelle metodiche legate ad un ap
D r ar
at ich si
di

o l ie co
di not
pr

a st n l
e

lti e s ar
ssi i c go
m on an
o n sig ti
um lia cip
uropatia

er
o
FINR

o
Col patrocinio
della Societ Italiana
FEDERAZIONE ITALIANA DEI NATUROPATI RIZA di Medicina
Psicosomatica

-2018 Corso Triennale di Formazione


ma limbico-ipotalamico (la La struttura del corso e il mon-
parte pi antica del cervello) te-ore formativo della Scuola
PER INFORMAZIONI
dove il nostro corpo viene, di Naturo patia del lIstituto
istante per istante, ricreato e Riza sono conformi alle carat- E ISCRIZIONI:
rigenerato. teristiche indicate dalle sud-
dette Leggi. MILANO, TORINO,
Dove svolge
VERONA, BOLOGNA
E ROMA
la sua attivit IL CORSO:
Il naturopata opera in palestre, A CHI RIVOLTO
Tel. 02/5820793
centri di fitness, centri Benes- Limpostazione del corso di na- 02/58207920
sere, centri estetici, strutture turopatia strutturata per dare Fax 02/58207979
termali/di balneazione, strut- un insegnamento completo a
ture assistenziali pubbliche/ coloro che si avvicinano per www.scuola-naturopatia-riza.it
private, strutture per linfanzia la prima volta a questa realt, scuolanaturopatia.milano@riza.it
e la 3 et, presso studi medici, dalla quale si aspettano laper-
in ambienti propri. tura di nuovi sbocchi profes-
sionali. Ma indicato anche a
Le prospettive coloro che gi svolgono unat-
future di lavoro tivit come riabilitatori o fisio-
Attualmente in Italia non terapisti, infermieri, erboristi, QUANDO
ancora stata giuridicamente ri- operatori del settore estetico,
conosciuta la figura professio- personal trainer, in segnanti
nale del Naturopata.Esi sto no di ginnastica, di fit ness e, BOLOGNA , VERONA,
per, delle leggi regionali in generale, operatori del TORINO, MILANO
(Lombardia, Toscana, campo naturale. Nel e ROMA
Liguria, Emilia Ro- contempo si rivol- Gennaio 2018
ma gna) gi ap- ge anche a tutti
provate e in at- co loro che vo-
tesa solamente gliono attivare
COSTI E MODALIT
di essere com- palestre, centri
DI PAGAMENTO
pletate e rese Benessere e di La quota annuale di partecipa-
operative che Fitness naturale, zione al Corso, comprensiva dei
prevedono lesi- sia di micro che seminari, del materiale di dat-
stenza e il ricono- di macro dimen- tico di base, della quota annu-
scimento della figura sioni, acquisendo una ale di iscrizione alla Fede ra zi-
one Italiana Naturopati Riza,
professionale del naturo- professionalit sperimentata
di 1982, Iva inclusa
pata e di scuole di Naturopatia da anni e centrata sulle pre-
idonee a formarlo. messe indicate in precedenza.

za della salute si apriranno nuove prospettive di lavoro,


proccio a misura duomo e lungo lasse della visione psicosomatica.
Centro Riza
Servizio di psicologia e psicoterapia

Incontri di gruppo
Tutti i gioved con Raffaele Morelli
SCOPRIAMO LE NOSTRE RISORSE INTERIORI
Abbandoni, separazioni, fallimenti sentimentali, disagi esistenziali e disturbi psico-
somatici a volte ci travolgono. E cos ricorriamo agli psicofarmaci con la speranza di
salvezza. Ma non fuggendo dal sintomo, o cercando di metterlo a tacere con le me-
dicine, che possiamo risolvere il problema. Questi disagi racchiudono una gemma
preziosa: il grande sapere dellanima che preme per farci realizzare la nostra vera
natura, cio il nostro essere diversi da tutti gli altri. Perch ognuno possiede Immagini
soltanto sue. Gli incontri terapeutici del gioved sono workshop pratici dove vengono
insegnate le tecniche fondamentali per ritrovare il benessere interiore.

Incontri terapeutici di gruppo,


condotti dal dott. Raffaele Morelli, medico, psichiatra e psicoterapeuta,
tutti i gioved dalle 17.00 alle 18.30
Dato lelevato numero di richieste si consiglia di prenotare con largo anticipo

LE TECNICHE PER PREVENIRE E CURARE


LANSIA E IL PANICO
Chi soffre di DAP (disturbi da attacco di panico) ritiene che questo disagio sia insormontabile e finisce con il
farsi condizionare lesistenza. Rinuncia a viaggi, teme la solitudine, perde la sua autonomia e lindipendenza.
In questi incontri di gruppo si impara prima a gestire il disagio e via via a scoprire che lansia e gli attacchi
di panico sono la manifestazione della parte pi vitale che chiede di prenderci cura di noi stessi. Affrontarle
come unopportunit di crescita rende molto pi rapida la guarigione.

Incontri terapeutici di gruppo,


condotti dalla dott.ssa Maria Chiara Marazzina, psicologa e psicoterapeuta,
tutti i marted dalle 18.30 alle 20.00

Centro Riza di Medicina Naturale - Via Luigi Anelli, 4 - 20122 Milano


Per informazioni e prenotazioni tel. 02-5820793
http://centro.riza.it - centro@riza.it
SALUTE NATURALE

BENESSERE EXTRA

Le scelte giuste
per migliorare
lassimilazione
dei nutrienti

81 Maggio 2017
PER LA SALUTE
Ecco le scelte che
ti ricaricano di minerali
C onoscere i migliori abbinamenti alimenta-
ri utile non solo per tenere il peso sotto
controllo, ma anche per fornire allorga-
nismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno. Per
restare in forma, certo, ma soprattutto in sa-
lute. Per funzionare al meglio infatti il corpo
ha bisogno ogni giorno di vitamine e minerali
che assimiliamo (quasi) esclusivamente dai
cibi. Ma non necessariamente mangiare unin-
salata di carote e pomodori sufficiente a fare
il pieno di vitamina A, cos come per mettersi Con il prezzemolo
in pari con le scorte di ferro non basta una
bistecca ai ferri. Questo perch molti nutrienti
sulle lenticchie
fondamentali sono scarsamente biodisponibi-
li: significa che, durante la digestione, il no-
ti garantisci pi ferro
stro organismo riesce a prelevarne sono una
parte (pi o meno piccola).
L aggiunta di vitamina C fondamentale so-
prattutto sulle fonti vegetali di ferro, che - al
UNIONE INDISPENSABILE contrario di quanto si potrebbe credere - sono
La buona notizia che esistono abbinamen- le principali. Il ferro dei cibi di origine animale,
ti alimentari che migliorano notevolmente detto eme, ha struttura simile al ferro usato nelle
la nostra capacit di assimilare vitamine e nostre cellule e dunque, anche se la vitamina C
minerali. Lesempio pi noto forse quello comunque daiuto, il corpo non ha grandi diffi-
del ferro, un minerale indispensabile che colt ad assimilarlo da solo. Il ferro che invece si
assimiliamo pi facilmente quando asso- trova in abbondanza in legumi, asparagi, cavoli,
ciato alla vitamina C. Ecco perch spesso si barbabietole, crusca e germe di frumento e via
insaporiscono (o sarebbe bene insaporire!) la dicendo, di tipo non eme. diverso dal nostro,
bresaola e la bistecca ai ferri con il succo di insomma, e facciamo molta fatica ad assorbirlo:
limone. Lagrume spremuto forse il condi- la vitamina C un preziosissimo aiuto! Quando
mento pi semplice e pratico da usare su se- cucini dei legumi (soprattutto lenticchie e fagioli,
condi e contorni, ma non certamente la sola che contengono circa 8-9 mg di ferro ogni 100 g)
fonte di vitamina C che possibile sfruttare. o un contorno di verdure, condisci sempre con
un filo di succo di limone e dai sapore con abbon-
dante prezzemolo e peperoncino. Anche questi
82 SALUTE NATURALE EXTRA due aromi sono fonti privilegiate di vitamina C.
Porta in tavola le patate con la buccia insieme
ai semi di girasole e fai il pieno di magnesio
I l magnesio un altro minerale fondamentale per
il nostro benessere che, proprio come il ferro,
forma una coppia perfetta con una vitamina: la B6.
mi, pi magnesio assorbi. Abbinare una fonte di
vitamina B6 (possibilmente cruda) a un cibo ricco
di questo minerale, come frutta secca, semi, legu-
Questultima, chiamata anche piridossina, si trova mi e cereali, doppiamente utile, perch ti regala
in numerosi alimenti, tra cui soprattutto tonno, entrambi questi nutrienti. Ad esempio puoi pre-
carni bianche, patate con la buccia, merluzzo, semi parare un secondo di pesce o
oleosi, verdure a foglia verde, grano saraceno. tacchino con un contorno
una vitamina termosensibile, quindi si degrada con di spinaci e bietole stu-
il calore eccessivo. Oltre a regolare la produzione fati o una frittata con
di energia e a migliorare le funzioni cerebrali, la poche patate (lessa-
vitamina B6, come detto, favorisce lassimilazione te con la buccia) e
del magnesio, minerale indispensabile per ossa, abbondanti semi di
muscoli, cuore e cervello: pi vitamina B6 assu- girasole tostati.

Non pelarle
Se tieni la buccia,
le patate sono
pi ricche
di vitamina B6

Spolvera i semi di sesamo


sulla mozzarella per avere
una dose extra di calcio
T ra i fattori che facilitano lassimilazione del calcio c labbinamento con
una fonte di proteine, se possibile quelle dei latticini: questo minerale infat-
ti si lega agli amminoacidi e in questo modo viene assorbito pi agevolmente.
utile anche abbinare le fonti di calcio a quelle di fosforo, un altro minerale
che ben si sposa con il primo. Ad esempio, se mangi della mozzarella, o un
altro formaggio, spolveralo con dei semi di sesamo, che apportano sia
calcio che fosforo. Tieni presente che altri abbinamenti, invece,
ostacolano lassorbimento del calcio, ma anche quello di
magnesio, ferro e zinco. il caso dei cibi
molto ricchi di acido fitico, cio cru-
sca, sesamo, arachidi, soia.

83 Maggio 2017
PER LA SALUTE SCEGLI LEXTRAVERGINE DI OLIVA: COS FAI

Un filo dolio
su peperoni e carote:
caro
cos le vitamine
non ti mancano!
L e vitamine A ed E hanno pi di
un punto in comune. Entrambe
sono antiossidanti e amano lavora- Sui pomodori metti
re in squadra: la vitamina A funzio-
na meglio insieme alla E e alla C, e i semi di papavero: ottieni
anche la E va al massimo con la C.
Ma soprattutto sono tutte e due lipo- molta pi vitamina A ed E
solubili, cio, come le vitamine D e
K, devono sciogliersi nei grassi per
essere assimilate. I pomodori sono piuttosto ricchi di vitamina A: per essere
certa di trarne tutti i benefici, puoi provare questa insala-
ta fresca e sostanziosa. Basta lavare e affettare della lattuga,
SONO LIPOSOLUBILI dei pomodori freschi, mezza cipolla rossa di Tropea e mezzo
Quando portiamo in tavola fonti di avocado maturo (che contiene tanta vitamina E, ma anche
vitamine A ed E dobbiamo farci gui- acidi grassi Omega 3 e 6). Arricchisci il tutto con un
dare dalla loro natura liposolubile e cucchiaino di semi di girasole, anchessi fonte
abbinarle a un alimento che con- di vitamina E e grassi buoni. Completa con
tenga grassi buoni: oli vegetali un pizzico di sale e un filo di olio di semi
e semi oleosi, ma anche pesce, (ma senza esagerare, data la presenza
alghe e uova. La vitamina E av- dellavocado).
vantaggiata, perch spesso
contenuta in alimenti che
includono anche acidi
grassi (i gi citati semi e IL TRUCCO IN PI
oli, lavocado...). Sono ric-
chi di vitamina A, invece, i
vegetali gialli, rossi e arancioni (pomodori, carote,
Nel succo Ace ci vogliono le mandorle
peperoni, albicocche, papaia, melone, zucca). Vi-
sto che gli oli di oliva e di semi apportano grassi
buoni, usarli per condire le verdure gi una ga-
I l succo Ace, come suggerisce il nome, si
propone come fonte di vitamine A, C ed
E: contiene carote, arance e limoni. Ma la
ranzia per la maggiore assimilazione della vitamina vitamina E da dove viene? Nel succo indu-
A ed E. In alternativa puoi dare un tocco gustoso ai striale di norma aggiunta in forma chimica,
piatti vitaminici e alle macedonie aggiungendo alga visto che i tre vegetali non la apportano. Ma
in polvere, frutta secca a pezzi o semi.

84 SALUTE NATURALE EXTRA


SCORTA DI ACIDI GRASSI BENEFICI

Unisci foglie di spinaci crudi


e pappa reale: cos ti assicuri
il massimo dalla vitamina B5
N ella vasta famiglia delle vitamine B, la B5 utile perch riduce
laffaticamento, migliora la resistenza e lirrorazione sanguigna e
regolarizza i grassi nel sangue. Si trova nei cibi integrali, nel polline,
nella pappa reale o anche nelle uova, ma solo alla coque: la cottura
prolungata infatti, come anche i processi di raffinazione industriale e
laccostamento con i cibi acidi, pregiudicano buona parte del contenuto
meglio assimilare questa vitamina al natu- di B5 dei cibi. Altri abbinamenti, invece, potenziano sia lassimilazione
rale. Quando prepari il succo a casa, allora, sia lutilizzazione di questa vitamina: per funzionare al meglio, la
frulla una carota, due arance piccole e B5 deve andare a braccetto con le sorelle B9 (acido folico),
un limone senza buccia n semi. Fil- B8 e B12 o anche con lo zolfo. Puoi accompagnare luovo alla
tra, versa nel bicchiere e bevi subito, coque con un contorno di cavoli (fonte di zolfo) o preparare
ma non prima di aver aggiunto 4-5 un frullato con un cucchiaino di pappa reale, avocado,
mandorle tritate: oltre ad essere una spinacini crudi o rucola (che apportano la B9).
fonte naturale di vitamina E, apporta-
no anche acidi grassi e quindi
rendono il drink vitamini-
co a tutti gli effetti.

85 Maggio 2017
PER LA SALUTE AGGIUNGI SEMPRE UN TRITO DI AROMI

Metti la maggiorana
sulle verdure e hai ancora
pi antiossidanti
L e spezie e le erbe aromatiche non sono unaggiunta
trascurabile, uno sfizio esotico o da alta cucina. Al
contrario: grazie a loro puoi dare ai tuoi piatti un
tocco in pi non solo dal punto di vista del gusto,
ma anche da quello della salute. Come hanno
evidenziato alcuni studi, aggiungere gli aromi
ai vegetali ne moltiplica gli effetti antiossidanti.
Come gi accennato, gli antiossidanti - come vi-
tamine A, C ed E, polifenoli, flavonoidi, antocia-
nine - hanno il grande compito di contrastare
linvecchiamento cellulare, sostenere il sistema
immunitario e prevenire la comparsa di malat-
tie gravi: si trovano praticamente in qualunque
frutto o ortaggio, ma il record di succo duva,
frutti di bosco, cavoli, spinaci, barbabietola e
agrumi. Sulle pietanze salate allora via libera a
Dolci o salati maggiorana, rosmarino, salvia, cumino, peperon-
Rosmarino, salvia e
pepe si sposano con le
cino, timo, origano, curcuma (o curry, che la contiene
pietanze salate, chiodi di in buona quantit). Con dolci e frutta, magari in mace-
garofano e cannella donia, si sposano meglio chiodi di garofano, cardamomo,
con quelle dolci cannella, vaniglia e bacche di acai.

Matrimonio perfetto!
Curcuma e pepe nero si completano
P arlando sempre di aromi e spezie, un matrimonio
davvero perfetto quello tra curcuma e pepe nero.
Sarebbe un vero peccato separare una coppia tanto ben
riuscita: la piperina del pepe nero aumenta del 2000% la
biodisponibilit della curcuma, cio ci permette di assimi-
lare in misura incredibilmente maggiore i benefici principi
attivi di questa spezia indiana.

86 SALUTE NATURALE EXTRA


ISTITUTO RIZA DI MEDICINA PSICOSOMATICA

Corso di Specializzazione
in Psicoterapia
a indirizzo psicosomatico
Scuola di Specializzazione
Direttore: dott. Piero Parietti

(riconosciuto dal Ministero dellIstruzione, dellUniversit


e della Ricerca, D.M. 24/10/94 e 25/05/01)

Sono aperte le iscrizioni


Anno accademico 2017-2018
Inizio dicembre 2017
La Scuola aperta ai laureati in Medicina e Chirurgia o in Psicologia.
Rilascia il diploma di specializzazione in psicoterapia secondo lart. 3
della legge 56/89 e del DM 509/1998

Il piano didattico prevede:

Una formazione teorica comprensiva di:


- una parte generale in cui sono sviluppati temi di psicologia dellet evolutiva, psico-patologica,
psichiatrica oltre alla presentazione e valutazione critica dei principali modelli di psicoterapia;
- una parte specifica che prevede linsegnamento dellapproccio psicosomatico nonch la teoria
e la tecnica della psicoterapia a indirizzo psicosomatico;
Un training pratico-clinico;
Un tirocinio in strutture pubbliche;
Una formazione personale secondo un indirizzo attinente allorientamento della Scuola.

La Scuola ha durata quadriennale e un monte ore annuo di 500 ore;


- a numero chiuso;
- prevede un esame di ammissione e uno al termine di ciascun anno, il cui risultato vincolante
per il passaggio allanno successivo;
- la frequenza obbligatoria;
- le lezioni saranno in genere concentrate nelle giornate di Sabato e Domenica e le unit didattiche
saranno di 8 ore.

Per informazioni rivolgersi alla segreteria della Scuola:


tel. 02/5845961 - 02/58327586 fax 02/58318162
scuolapsicoterapia@riza.it www.scuola-psicoterapia-riza.it Riza - Scuola di Psicoterapia
Centro Riza di Me
e dimagrimento
Il Centro Riza di Medicina Naturale e Dimagrimento Olistico il centro medico dellIstituto
Riza di Medicina Psicosomatica specializzato in cure naturali e percorsi di dimagrimento.
I principi ispiratori del nostro approccio sono quelli della medicina psicosomatica: occorre
andare alla radice dei sintomi per comprenderne il senso, poich ci permette di ristabilire
in modo naturale larmonia tra mente e corpo.

Visite mediche per cure naturali


Presso il Centro Riza presente unquipe di medici esperti nelle cure naturali per
la maggior parte delle patologie croniche: gastrite, reflusso gastroesofageo, colite,
ipertensione arteriosa, allergie, dermatiti, psoriasi, cefalea ed emicrania ecc.

Trattamento post oncologico


di disintossicazione naturale
Prende avvio un nuovo servizio di riequilibrio psico-fisico (che utilizza solamente
rimedi omeopatici e fitoterapici) per pazienti oncologici che hanno sostenuto e
terminato cicli chemioterapici.

Percorso individuale di dimagrimento


Il nostro metodo di dimagrimento cerca di andare alla radice del sovrappeso
basandosi su tre pilasti fondamentali:
A: Educazione alimentare (non diete restrittive o iperproteiche)
B: Disintossicazione dellorganismo con rimedi naturali (no farmaci dimagranti)
C: Cura degli aspetti emotivi che portano ad alterare il rapporto col cibo.

Psicoterapia
Nel caso dei disagi psicosomatici e laddove indicato, le cure naturali sono spesso
affiancate da percorsi di psicoterapia, utili soprattutto in caso di ansia, attacchi di
panico, colon irritabile, gastrite, dermatite, fame nervosa, disturbi del comporta-
mento alimentare, depressione, crisi relazionali ecc. Tutti i medici e psicologi del
Centro sono specializzati in psicoterapia a indirizzo psicosomatico.

Per ulteriori informazioni e appuntamenti telefonare al n. 02 5820793


Centro Riza di Medicina Naturale e Dimagrimento Olistico
Via Luigi Anelli, 4 - 20122 Milano - e-mail centro@riza.it - www.riza.it

Dal luned al venerd 9.00-13.00 e 14.00-18.00.


Si riceve anche il sabato.
dicina Naturale
olistico
INCONTRI DI GRUPPO
con Raffaele Morelli
Tutti i gioved dalle ore 17:00

SCOPRIAMO LE NOSTRE RISORSE INTERIORI


Abbandoni, separazioni, fallimenti sentimentali, disagi esistenziali e disturbi psicosomatici a volte ci travolgono.
Ma non fuggendo dal sintomo, o cercando di metterlo a tacere con le medicine, che possiamo risolvere il problema.
Gli incontri terapeutici del gioved sono workshop pratici dove vengono insegnate le tecniche fondamentali per ritrovare
il benessere interiore.

INCONTRI A NUMERO CHIUSO


Prenotazione obbligatoria

CURA LINTESTINO E DIMAGRISCI


a cura della dott.ssa Pamela Scarlata
Lintestino umano costituito da centomila miliardi di batteri, che idealmente dovrebbero
andare daccordo tra di loro ed essere in un giusto equilibrio di numero. Diversi fattori (farmaci,
diete scorrette, stress) alterano questo ecosistema intestinale portando a disbiosi, direttamente
collegata con il sorgere di problemi quali: gonfiori addominali eccessivi, stipsi, colon irritabile,
problemi alla pelle, obesit, diabete, asma, allergie e intolleranze. possibile studiare il mondo
intestinale di ognuno di noi e correggerlo con determinati alimenti e specifici batteri.

TRATTAMENTI DI OSTEOPATIA
a cura di Natalino Villella (osteopata)
un metodo terapeutico olistico utile per riequilibrare, attraverso appropriate tecniche manuali, i disagi derivanti
da squilibri del sistema muscolo-scheletrico.

Per informazioni e prenotazioni: 02/5820793 centro@riza.it

Gli esperti del Centro Riza di Medicina Naturale


Dr.ssa Pamela Scarlata Dr. Francesco Catona
Medico, esperto in medicina funzionale Psicologo psicoterapeuta
dellintestino e nutrizione Dr.ssa Daniela Marafante
Medico psicoterapeuta,
Vice-Direttore dellIstituto Riza Dr.ssa Laura Onorato
Dr.ssa Cristina Molina e responsabile del Centro Riza Nutrizionista, farmacista
Medico omeopata
Dr.ssa Maria Chiara Marazzina Michela Riva
Dr.ssa Marilena Zanardi Psicologa psicoterapeuta Naturopata e operatrice
Psicologa e floriterapeuta di massaggio olistico
RIMEDI VERDI
Digerisci male?
Ti servono pi enzimi!
Sono loro che ti fanno smaltire bene tutto ci che mangi: quando
quelli prodotti dal corpo non bastano, puoi usare gli integratori

P er essere correttamente assimilato dallap-


parato gastrointestinale, tutto ci che man-
giamo deve essere minuziosamente scisso
fino ad essere ridotto ai nutrienti pi semplici. A
compiere questoperazione fondamentale sono
il cibo. Ma fortunatamente possibile ottener-
ne una dose extra dallesterno. I cibi vegetali
(verdura, frutta, germogli) contengono sem-
pre enzimi che ci sono utili per migliorare il
processo digestivo. Per questo fondamentale
gli enzimi, a cui abbiamo gi fatto riferimento mangiare ogni giorno un piatto verde, a patto
nella prima parte di questo numero. Si tratta per che i vegetali che contiene siano freschi e
di sostanze di natura proteica che si trovano crudi: le alte temperature e la cottura inattivano
ovunque il processo digestivo abbia luogo: nel- gli enzimi, cos come lalcol, il fumo e il caff.
la saliva (quindi in bocca), nello stomaco, nel
pancreas e nellintestino.

A OGNUNO IL SUO
Non esiste un solo tipo di enzima. Ognuno di
Come si assumono
questi super specializzato e ha il compito di
scomporre e digerire un preciso genere di ali-
In capsule prima di pranzo e cena
A
mento. Cos abbiamo, ad esempio, lamilasi che volte gli enzimi prodotti dallorganismo non bastano ad
agisce esclusivamente sugli amidi, la pepsina assicurarci una buona digestione di tutti gli alimenti. A
sulle proteine, la disaccaridasi sui disaccaridi, volte non basta nemmeno la dose extra che otteniamo dai
la saccarasi sul saccarosio e cos per ogni tipo vegetali crudi! In questi casi puoi affidarti agli integratori di
di nutriente che possibile assimilare. enzimi in capsule. In commercio se ne trovano di diversi tipi
e in genere se ne assume una capsula, con un po dacqua,
RIFORNIMENTO CONTINUO prima dei due pasti principali per una settimana. Puoi ripetere
il corpo stesso a produrre gli enzimi, in buo- il ciclo una volta al mese. Gli integratori migliori contengono
na parte. Ma nonostante ci, spesso non sono enzimi che derivano dalla fermentazione delle maltodestrine
sufficienti a garantirci una corretta e rapida a partire dal fungo aspergyllus: funzionano perch restano
digestione di tutti i pasti. Anche per questo si attivi per tutto il tratto gastrointestinale indipendentemente dal
verificano disturbi e gonfiori: significa che gli grado di acidit che trovano e si attivano a una temperatura
enzimi non sono riusciti a sminuzzare a dovere di 30-40 C, cio quella corporea. Lassunzione di integratori
enzimatici controindicata se si stanno prendendo anticoa-
90 SALUTE NATURALE EXTRA gulanti e antitrombotici.
Con t ro tu tti i gon fiori
HAI BISOGNO
DI UN MIX EFFICACE
Se il problema un generale senso di pesantezza
e gonfiore dopo i pasti, hai bisogno di una miscela
di enzimi ad hoc. In commercio trovi integratori che
contengono un mix degli enzimi pi importanti: il loro
scopo aiutarti a digerire bene qualunque pasto,
favorendo leliminazione dei gas e prevenendo le fer-
mentazioni. Guarda letichetta prima dellacquisto:
non devono mancare amilasi (che scompone gli
amidi), lipasi (i grassi) e proteasi (le proteine).
Alcuni prodotti includono altri enzimi
che aiutano a digerire latticini,
frutta e verdura.

Ad azione mi ra ta
COS LATTICINI
E FARINACEI NON
DANNO PI PROBLEMI
Quando un certo alimento ci risulta costantemente
indigesto, significa che siamo carenti degli enzimi
deputati alla sua digestione. In questi casi sono utili
gli integratori enzimatici ad azione mirata. Chi ha una
sensibilit ai latticini pu scegliere un integratore a
base di enzima lattasi (abbinato ad altri enzimi).
Altri integratori aiutano a digerire farinacei e
prodotti da forno (contengono peptidasi DPP-
IV, amilasi e proteasi). Questi integratori
possono essere presi al bisogno,
prima di un pasto.
RIMEDI
VERDI A VOLTE SONO GLI EFFETTI COLLATERALI DEI FAR

Ecco le risposte naturali


a ogni disturbo Pi vulnerabile
Nei periodi di

N
instabilit (climatica,
onostante tutte le accortezze del caso, pu capitare co- emotiva, ambientale...)
munque che lapparato gastrointestinale perda qualche facile che stomaco
e intestino perdano
colpo. Stomaco e soprattutto intestino sono organi delicati,
il proprio equilibrio
quindi non raro che i cambiamenti e le instabilit (inte-
riori ed esteriori) ne rallentino le funzionalit. Per questo
durante i cambi di stagione, in viaggio o nei periodi di
stress pi facile mangiare in modo scostante e sentirsi
gonfi e appesantiti. utile conoscere i rimedi verdi pi
efficaci per contrastare qualunque disturbo. Rispetto ai
medicinali di sintesi, hanno meno effetti collatera-
li: un aspetto da non sottovalutare, visto che
spesso i farmaci mostrano i propri effetti
indesiderati proprio a livello gastroin-
testinale! Il fatto che siano naturali
per non deve trarre in inganno:
fondamentale assicurarsi, con il
proprio medico, che il rimedio sia
adatto al soggetto.

Di spepsia
e mal di stomaco
Langelica ti assicura un dopo-pasto pi sereno
E sistono diversi rimedi
che possono aiutarti a
rendere pi agile una digestione
consistente, invece, puoi valutare luso
della tintura madre di angelica, fiore che
fa parte della famiglia delle Ombrellifere.
lunga e difficoltosa. I pi blandi, ma In genere per contrastare i rallentamenti
comunque efficaci, sono le tisane a base digestivi si assumono 20 gocce di tintura
di erbe e spezie dal comprovato effetto madre in acqua, tre volte al giorno per 10
eupeptico: ad esempio menta, salvia, fi- giorni. consigliabile valutare lassunzio-
nocchio, anice, genziana Anche masti- ne del rimedio con il proprio medico: pu
care un pezzettino di radice fresca di zen- avere effetti fotosensibilizzanti e interferi-
zero molto utile. Se il problema pi re con lazione di alcuni farmaci.

92 SALUTE NATURALE EXTRA


MACI A MANDARE LA PANCIA IN TILT

Refl usso e bruciori


Il bicarbonato riequilibra lacidit
U n prolungato ristagno degli alimenti nello stomaco pu
causare episodi di reflusso, cio la risalita lungo lesofago
di succhi acidi. Questo inconveniente, che pu anche essere
ricorrente e diventare una vera e propria patologia, d luogo
a bruciori, acidit e irritazioni delle mucose della gola.
Un rimedio casalingo per contrastare questo disturbo
il bicarbonato: la sua natura alcalina riequilibra i livelli
di acidit dello stomaco. sufficiente scioglierne un
cucchiaino in un bicchiere di acqua calda, da bere
lontano dai pasti. utile anche mangiare pasti freschi
e leggeri, evitare i cibi piccanti, caff e alcolici.

Stipsi e irregolarit
Il magnesio rilassa lintestino
Q uando la digestione non funziona bene,
i residui di cibo restano nel tratto intesti-
nale indigeriti e troppo grossi per essere
assimilati. Da qui, lo sappiamo, si genera-
no a cascata una serie di effetti negativi:
fermentazioni, produzione di gas, gonfio-
re. E laddome teso, a sua volta, riduce
i movimenti dellintestino provocando
una situazione di stipsi. In questo caso
pu esserti daiuto il cloruro di magne-
sio. Questo minerale, tra le altre cose,
promuove lattivit degli enzimi (quindi
migliora la digestione, prevendo la futu-
ro comparsa del problema) e soprattut-
to favorisce la peristalsi perch rilassa la
muscolatura dellintestino. In commercio
si trovano alcuni integratori di cloruro di
magnesio in capsule: la posologia varia in
base al singolo prodotto e al proprio stato
di salute, ma in genere se ne assumono 1-2
capsule al giorno nel corso della giornata.

93 Maggio 2017
RIMEDI
VERDI LA GHIANDOLA EPATICA TI AIUTA A DIGERIRE

Gemmoderivato di rosmarino
se la colpa (anche) del fegato
Doppia azione
Il rimedio in gocce
I problemi digestivi cronici potrebbero essere
dovuti anche a uninefficienza del fegato. La
ghiandola epatica infatti ha un ruolo importan-
agisce sia sul fegato te nel processo digestivo perch produce la bile,
che sullapparato un liquido indispensabile per il buon funziona-
gastrointestinale mento dellapparato gastrointestinale: facilita la
digestione, favorisce lassorbimento dei grassi e
delle vitamine liposolubili, regola le secrezioni
acide dello stomaco, previene le fermentazioni
e aiuta la regolarit intestinale. Va da s, quindi,
che favorire la funzionalit epatica abbia con-
seguenze positive anche sul benessere gastrico.
Il macerato glicerico di rosmarino (Rosmarinus
officinalis) utile perch agisce su entrambi i
fronti: protegge il fegato e risolve i problemi
digestivi, anche quelli causati da livelli troppo
alti di colesterolo. Il rimedio pu fare al caso
tuo se, oltre a difficolt digestive, accusi spesso
fitte allaltezza del fegato, stan-
chezza, malessere e difficolt
a concentrarti.

Abbinalo alle gocce


di Ficus carica
I n caso di disturbi digestivi cronici, puoi assumere 50 gocce di macerato
glicerico di Rosmarinus officinalis in poca acqua prima di colazione e 50
gocce di macerato glicerico di Ficus carica, in poca acqua, prima di pranzo
e cena. Prosegui per 20 giorni. Dopo 10 giorni di pausa, puoi ripetere il
ciclo per 2-3 mesi consecutivi. Ficus carica, che deriva dalle gemme del
fico, completa lazione del rosmarino perch riduce lacidit di stomaco e
i disordini gastrointestinali (anche quelli legati ad ansia e stress). Consulta
un medico per assicurarti che i rimedi siano compatibili con il tuo stato di
salute ed eventuali altri farmaci che stai assumendo.

94 SALUTE NATURALE EXTRA


Istituto Riza - Milano

Curarsi con la
psicoterapia
Q
uando ci si sente male,
ricorrere alla psicoterapia
significa prendersi cura di Le caratteristiche del percorso
se stessi. Consapevoli che il I colloqui di psicoterapia, in genere a frequenza
malessere pu dipendere da un nostro settimanale, hanno come finalit il recupero del
comportamento sbagliato, da scelte che benessere. I passaggi salienti sono:
Trovare il senso del disagio che si sta vivendo.
non ci appartengono, da una mentalit
Cogliere come mai si manifestato proprio
che ci condiziona ne parliamo con un in quel momento della vita.
terapeuta per far emergere, di noi, Osservare che vantaggi offre.
un lato nuovo, diverso, pi affine a ci Notare in cosa non si pi gli stessi.
che siamo. Ogni malattia infatti, sia che Recuperare lequilibrio psicofisico attraverso
abbia caratteristiche organiche, sia che tecniche specifiche.
ne manifesti di psichiche, rappresenta il
tentativo di liberarci da un modo Gli operatori
di essere superato. In Istituto operano medici e psicologi specializzati
presso la Scuola di Psicoterapia di Riza, e il loro
approccio rispecchia le caratteristiche del lavoro di
ricerca, clinico ed editoriale, sviluppato dallIstituto
INCONTRI DI GRUPPO stesso negli ultimi trentanni. Pur variando da
caso a caso e rispettando la soggettivit di ogni
Le tecniche per prevenire paziente, gli operatori utilizzano un approccio
psicoterapeutico che punta, prevalentemente,
e curare lansia e il panico a superare i disagi in un arco di tempo contenuto.
Lansia e gli attacchi di panico sono la
manifestazione della nostra parte pi vitale che ci I nostri esperti
chiede di prenderci cura di noi stessi. Per questo
Dr. Raffaele Morelli Dr. Piero Parietti
sono unopportunit di crescita. Psichiatra psicoterapeuta, Psichiatra psicoterapeuta,
Presidente dellIstituto Riza Direttore della Scuola di Formazione
Incontri terapeutici di gruppo tutti i marted Dr. Vittorio Caprioglio Dr.ssa Maria Chiara
dalle 18.30 alle 20.00. Medico psicoterapeuta, Marazzina
I gruppi sono condotti Direttore dellIstituto Riza Psicologa psicoterapeuta
dalla dott.ssa Maria Chiara Marazzina Dr.ssa Daniela Marafante Dr. Andrea
psicologa e psicoterapeuta. Medico psicoterapeuta, Nervetti
Vice-Direttore dellIstituto Riza Psicologo psicoterapeuta
Per informazioni e prenotazioni: 02.5820793

Istituto Riza di Medicina Psicosomatica


Via Quadronno, 20 - 20122 Milano
Per informazioni e prenotazioni tel. 02/58459624 - 02/58327586 - Dal luned al venerd 9.00-13.00 e 14.00-18.00
DA LEGGERE

Le verdure apri-pasto
ti fanno digerire meglio
N on mangiare meno, ma mangiare meglio: la strategia vincente per dige-
rire bene, mantenere il peso forma e assicurarsi un buono stato di salute.
Una strategia che, tra laltro, non per nulla difficile mettere in pratica: bastano
sette passi, o meglio, sette regole. Sono quelle spiegate da Sergio Chiesa e
da Laura Faggian in Prima linsalata!. Come si intuisce dal titolo, uno dei
suggerimenti per cambiare la propria alimentazione include proprio liniziare il
pasto con una porzione di verdure: cos ti sazi e prepari lapparato digerente a
svolgere al meglio le sue funzioni. Le altre indicazioni sono altrettanto semplici,
ma utili: scegliere i grassi giusti, bilanciare i nutrienti, fare attenzione ai ne-
mici nel piatto e via dicendo. La maggior parte del libro per dedicata alla
pratica: un vero ricettario con 50 ricette (suddivise in base alla stagionalit) e
numerose indicazioni su come preparare impasti, dado vegetale o besciamella,
su come scegliere e cuocere i cereali e su come cucinare condimenti sfiziosi.

Prima linsalata!
di Sergio Chiesa e Laura Faggian
Terre di Mezzo - pag. 224 - 14

Intestino irritabile? Non pi! Cos dimagrire pi facile


L intestino irritabile
uno dei maggiori
ostacoli al benessere
P rima di combinare
bene gli alimenti
tra loro, importante
intestinale. Studi sapere quali cibi,
scientifici per hanno presi singolarmente,
dimostrato che eliminare favoriscono il
i cibi che contengono dimagrimento e quali
Fodmap, cio sostanze invece ne sono un
altamente fermentabili, ostacolo. In questo libro
porta effettivamente trovi tutti i consigli,
grandi benefici. In gli integratori, le
questo libro trovi ricette ricette e i menu pi
I cibi s e i cibi no
ad alta digeribilit e Low FODMAP efficaci per riattivare il
per dimagrire
indicazioni pratiche per metabolismo, vincere la
di Lorenza Dadduzio, Mario Edizioni Riza - pag. 144
avvicinarsi a questo Bautista e Michela Maccarelli
ritenzione, sgonfiare la
In edicola a 9,90
rivoluzionario approccio Gribaudo Edizioni pancia e neutralizzare la o puoi richiederlo allo
alimentare. pag. 160 - 14,90 fame nervosa. 02.5845961 o su www.riza.it

96 SALUTE NATURALE EXTRA


I CORSI DI RIZA
Questi corsi sono a carattere
tecnico-pratico e sono aperti, oltre
che al pubblico, a fisioterapisti,
estetiste, naturopati, infermieri,
insegnanti di educazione fisica,
personal trainer, psicologi e medici.
CORSI BREVI
I naturopati in formazione
presso lIstituto Riza
hanno diritto di prelazione.
Talento
Scopri la tua creativit nascosta
CITT DATE

Bologna
tel. 02/58207921 8-9 luglio 2017

Tecniche di Enneagramma 196 (Iva inclusa)

Condotto da M. Cusani
CITT IN 3 WEEK-END
Milano
tel. 02/58207921 24-25 giugno, 23-24 settembre
Dieta psicosomatica
21-22 ottobre 2017
Nuovo metodo pratico
CITT DATE
Torino e Roma
tel. 02/58207921 27-28 maggio 2017
Esercizi Psicofisici Bioenergetici Verona
Condotto da F. Padrini tel. 02/58207921 10-11 giugno 2017

CITT IN 1 WEEK-END 196 (Iva inclusa)


Bologna
tel. 02/58207921 10-11 giugno 2017

Ayurveda
Seminario introduttivo
Digitopressione dinamica CITT DATE

Condotto da L. Dragonetti Milano


tel. 02/58207921 1-2 luglio 2017
CITT IN 3 WEEK-END
Torino 242 (Iva inclusa)
tel. 02/58207921 16-17 settembre, 14-15 ottobre,
11-12 novembre 2017

Arte di comunicare
Come migliorare il dialogo con se stessi e con gli altri
Kinesiologia Applicata
CITT DATE
Condotto da B. Sironi
CITT IN 5 WEEK-END Milano
tel. 02/58207921 1-2 luglio 2017
Verona
tel. 02/58207921 27-28 maggio, 17-18 giugno, 1-2 luglio, Torino
16-17 settembre, 28-29 ottobre 2017 tel. 02/58207921 23-24 settembre 2017

Roma
tel. 02/58207921 7-8 ottobre 2017

Visto lalto numero Verona


tel. 02/58207921 4-5 novembre 2017

di richieste si suggerisce 196 (Iva inclusa)

di prenotarsi con largo anticipo


RIZA
Centro Riza
Servizio di psicologia
e psicoterapia
Direttore responsabile: Vittorio Caprioglio
Direttore scientifico: Raffaele Morelli
Incontri di gruppo Condirettore: Daniela Marafante
Direttore generale: Liliana Tieger
Redazione: Claudia Raimondi, Chiara Beretta
Tutti i gioved con Grafica e impaginazione: Andrea Grazzani
Progetto grafico: Roberta Marcante

Raffaele Morelli
Comitato scientifico: Emilio Minelli, Maria Ceriani, Romeo Compostella,
Maurizio Cusani, Pietro Fornari, Paolo Marzorati, Piero Parietti,
Maria Grazia Tumminello, Paola de Vera dAragona, Katia Vignoli
Immagini: 123rf, Fotolia
SCOPRIAMO LE NOSTRE Direttore Pubblicit: Doris Tieger
Ufficio Pubblicit: Luisa Maruelli, Ugo Scarparo
RISORSE INTERIORI Segreteria: Luana Lombardi
Responsabile amministrativo: Danila Pezzali
Segreteria di Direzione: Daniela Tosarello
Responsabile ufficio tecnico: Sara Dognini
Ufficio abbonamenti: Maria Tondini, Clarissa Cazzato
Abbandoni, separazioni, Redazione, amministrazione, servizio abbonamenti e pubblicit:
Edizioni Riza S.p.A. via L. Anelli 1, 20122 Milano,
fallimenti sentimentali, tel. 02 5845961 r.a. - fax 02 58318162
disagi esistenziali e disturbi Stampato in Italia da: Rotolito Lombarda S.p.A.
psicosomatici a volte ci 20063 Cernusco Sul Naviglio (Mi)
Distribuzione per lItalia e per lestero:
travolgono. E cos ricorriamo agli SO.DI.P. S.p.A., via Bettola 18, 20092 Cinisello Balsamo (MI).
psicofarmaci con la speranza di Abbonamento annuale (12 numeri) Italia: euro 37,00.
salvezza. Ma non fuggendo dal Paesi europei: euro 103,00. Altri Paesi: euro 139,00.
Oceania: euro 181,00. Arretrati: euro 9,80.
sintomo, o cercando di metterlo Versamenti da effettuare sul C.C.P. n. 25847203,
a tacere con le medicine, che intestato a Edizioni Riza S.p.A., via L. Anelli 1, 20122 Milano.
Autorizzazione del Tribunale di Milano
possiamo risolvere il problema. n. 165 del 03/04/2009.
Questi disagi racchiudono una
gemma preziosa: il grande ISSN 2036-6094 (PRINT)
ISSN 2465-3470 (ON LINE)
sapere dellanima che preme
per farci realizzare la nostra www.riza.it
vera natura, cio il nostro info@riza.it (informazioni)
riza@riza.it (corsi Istituto Riza)
essere diversi da tutti gli advertising@riza.it (pubblicit)
altri. Perch ognuno possiede abbonamenti@riza.it (abbonamenti)
Immagini soltanto sue. Gli
Associato a:
incontri terapeutici del gioved
sono workshop pratici dove Salute Naturale Extra cita i nomi commerciali di prodotti fitoterapici, omeopatici o farmaci per comple-

vengono insegnate le tecniche tezza di informazione e per libera scelta della redazione.

fondamentali per ritrovare il Le informazioni contenute nella presente pubblicazione sono a scopo informativo e divulgativo:
pertanto non intendono sostituire, in alcun caso, il consiglio del medico di fiducia.

benessere interiore. GARANZIA DI RISERVATEZZA PER GLI ABBONATI


LEditore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilit di richieder-
ne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo a: Edizioni Riza, via L. Anelli 1, 20122 Milano.
Le informazioni custodite nellarchivio elettronico Riza verranno utilizzate al solo scopo di inviare agli
abbonati vantaggiose proposte commerciali (art. 13, decreto legge 196/2003 tutela dati personali).
Tutti i gioved alle ore 17.00
Per informazioni e prenotazioni: Gli esperti di Salute Naturale Extra
02/5820793 - centro@riza.it Alimentazione
Dermatologia
Elio Muti
Maria Teresa Lucheroni
Erboristeria Francesco Novetti
Floriterapia Maria Elisa Campanini, Marilena Zanardi
Medicina ayurvedica Romeo Compostella
Centro Riza di Medicina Naturale Medicina cinese Emilio Minelli
Ginecologia Fiorenza Zanchi, Stefania Piloni
Via L. Anelli, 4 20122 Milano Medicina naturale Cristina Molina
Omeopatia Paolo Marzorati
Sito web: http://centro.riza.it Riabilitazione Giovanni Oliva
Pediatria e allergologia Emilio Curtoni
email: centro@riza.it
ENZYDOC
LTT
LO SPECIALISTA DELLA
DIGESTIONE DEI LATTICINI
ENZYDOC LTT una potente formula con otto enzimi naturali misurati secondo
gli standard internazionali FCC (Food Chemical Codex) che ne garantiscono lefficacia.
ENZYDOC LTT stato prodotto secondo i pi evoluti standard qualitativi
GMP (Good Manufacturing Practice).

Puoi contarci... la tua digestione ti ringrazier.

Ideale per digerire Adatto agli Elimina il senso


latte e latticini intolleranti di gonore

In Farmacia, Erboristeria SCOPRI GLI ALTRI PRODOTTI


e Parafarmacia DELLA GAMMA ENZYDOC
Tel. 0331 799 193
www.optimanaturals.net