Sei sulla pagina 1di 11

Raffaele Cardone

Musicoterapia
Musica e benessere

www.studiaremusica.com
Musicoterapia

Con il termine di musicoterapia si intende l'utilizzo


della musica e dei suoi elementi (armonia, melodia,
ritmo, timbro) per favorire l'integrazione fisica,
psicologica ed emotiva della persona.
La musica prenatale

L'uomo entra in contatto con la musica gi nel


ventre materno, ascoltando il battito cardiaco, la
respirazione e la circolazione sanguigna della
madre. Ad essi si aggiungono, filtrati dalla
funzione di trasferimento di pelle e liquido
amniotico, quelli esterni, che influenzeranno la vita
futura.
Le reazioni della mente

Quando si ascolta una musica sono coinvolti i due


emisferi cerebrali e, data la complessit
dell'esperienza musicale, sono interessati il sistema
uditivo, visivo, cognitivo, affettivo e motorio.
Le emozioni
I primi studi sulle risposte emotive alla musica
risalgono al 1936, quando Kate Heiner (psicologa e
musicologa), dimostr che il nostro cervello utilizza
per elaborare emozioni dalla musica due elementi:

MODO, cio la tonalit (Maggiore/minore)

TEMPO, cio la velocit di esecuzione (Veloce/


lento).
Le emozioni universali
Si cos notato che dalla combinazione del modo
e del tempo luomo ricava delle emozioni che
possiamo definire UNIVERSALI.
Paura, dramma, angoscia: Modo minore e tempo veloce

Tristezza, malinconia Modo minore e tempo lento

Allegria, euforia, esaltazione Modo maggiore e tempo veloce

Serenit Modo maggiore e tempo lento


Effetto Mozart
Nel 1993 stato dimostrato con un famoso esperimento
pubblicato sulla rivista scientifica NATURE che la musica di
Mozart in grado di migliorare la percezione spaziale e la
capacit di espressione (Howard Gardner sostiene che siano 9
le intelligenze - Teoria delle Intelligenze multiple)

84 studenti furono suddivisi in 3 gruppi e sottoposti allascolto di


3 musiche diverse:

il primo gruppo ascolt musica easy-listening,

il secondo ascolt una sinfonia di Mozart,

il terzo non ascolt musica ma solo silenzio.


Subito dopo lascolto i 3 gruppi furono sottoposti a
una prova di ragionamento spaziale tratta da un
test di intelligenza internazionale.

I risultati furono stupefacenti: il gruppo che aveva
ascoltato Mozart prima del test, ottenne un
punteggio superiore circa di 10 punti rispetto agli
altri.

Tale effetto svaniva dopo 15 minuti dallascolto.

Si parla perci di EFFETTO MOZART
Gordon Shaw, uno degli autori dellesperimento,
ipotizzava che oltre alle incredibili doti logiche,
mnestiche, e musicali di cui era dotato Mozart, egli
componeva in giovane et, ovvero al culmine delle
sue potenzialit percettive e creative.

Ecco perch la musica di Mozart risulta pi adatta.

In seguito personali ricerche hanno portato alla
verifica di particolari disposizioni dei suoni nel
manto frequenziale, atti a creare continui
meccanismi di raggruppamento Gestaltici.
Limportanza della Musica

La musica ha un importante ruolo nel favorire la


comunicazione, la relazione, l'apprendimento, la
motricit, l'espressione.

Inoltre in grado di sviluppare le funzioni potenziali


e residue dell'individuo per realizzare l'integrazione
sociale e quindi migliorare la qualit della vita.
La musica la vostra esperienza, i vostri pensieri, la
vostra saggezza. Se non la vivete, non uscir dai
vostri strumenti

Charlie Parker