Sei sulla pagina 1di 2

Nimbus75_Uglietti.qxd 17/07/2016 21.

32 Pagina 40

CHIMICA DELLATMOSFERA NIMBUS 75

Le misure di biossido di carbonio


all'osservatorio Jungfraujoch (Alpi Bernesi)
Chiara Uglietti, Michael Schibig, Tesfaye Berhanu, Markus Leuenberger,
Ingrid van der Laan-Luijkx, Sander van der Laan, Patrick Sturm, Luca Valentino
Climate and Environmental Physic Department, University of Bern, Svizzera.
The Oeschger Centre for Climate Change Research, Bern, Svizzera
email: ugliettichiara@gmail.com

Nella moderna Introduzione


nomenclatura
chimica defini- Centocinquanta anni fa, l'uomo ha
ta dalla IUPAC iniziato un grande ed incontrollato
(International esperimento con il carbonio sul pia-
Union of Pure neta Terra. Non sappiamo esatta-
and Applied
mente come l'esperimento andr a
Chemistry) il
termine bios- finire, ma cambier certamente il
sido (o diossi- nostro clima e la nostra vita.
do) di carbo- GEORGE W. KLING - docente di Eco-
nio ha sosti- logia e Biologia evoluzionistica,
tuito il termine Universit del Michigan, USA.
anidride
carbonica Negli ultimi due secoli, nella co-
(per cui in
siddetta era industriale, gli esseri
questo articolo
si trover scrit- umani hanno emesso grandi
to il CO2 anzi- quantit di biossido di carbonio
ch la CO2). (CO2) e di altri gas nell'atmosfera,
alterando in tal modo i sistemi na-
turali e il ciclo globale del carbo-
2. Bilancio nio. Le conseguenze di queste at-
energetico del tivit umane (antropiche) devono
sistema Terra. essere indagate e comprese in mo- 1. Vista della stazione di ricerca dello Jungfrauioch (3580 m), con la cupola
La radiazione do da prevedere e prevenire i po- dell'osservatorio Sphinx.
proveniente dal
tenziali cambiamenti nei prossimi
sole viene in
parte riflessa decenni, che potrebbero avere superficie terrestre. Questultima sa, che viene assorbita da altre
(30%) e in parte conseguenze gravi sulle future ge- si riscalda e riemette calore sotto molecole e cos di seguito. Questa
assorbita (25%) nerazioni. Oggi la comunit scien- forma di radiazioni infrarosse, di sequenza di assorbimento -
dallatmosfera. tifica sempre pi consapevole dei cui il 30% si disperde e torna nel- emissione il principio alla ba-
Il restante 45% danni delle emissioni in atmosfe- lo spazio, ma il 70% assorbito da se dell'effetto serra, per cui la ra-
della radiazio- ra e delle loro implicazioni sul si- alcune specie di gas (Fig. 2). I prin- diazione infrarossa viene rie-
ne raggiunge la stema Terra e sulla nostra vita ed cipali gas che compongono l'atmo- messa indietro verso la superfi-
superficie ter-
economia. sfera terrestre sono azoto e ossige- cie terrestre, dunque aumen-
restre, e parte
di questa viene L'effetto dei gas serra un feno- no (N2 e O2) che tuttavia non as- tando la temperatura media del-
ri-emessa sotto meno naturale che consiste nel- sorbono la radiazione elettroma- la Terra. In effetti, in assenza di at-
forma di radia- l'assorbimento da parte dell'atmo- gnetica solare. Al contrario, bios- mosfera, la temperatura media
zione infraros- sfera della radiazione infrarossa sido di carbonio (CO2), vapore ac- della superficie terrestre sarebbe
sa determinan- riemessa dalla superficie terre- queo (H2O), metano (CH4), protos- di circa -18 C, anzich 15 C. La
do cosi l'effetto stre. Infatti la radiazione elettro- sido di azoto (N2O) e ozono (O3) so- presenza dei gas serra nell'atmo-
serra. Si tratta magnetica emessa dal Sole rag- no molecole composte da pi di sfera permette quindi la vita sul
di un fenomeno
giunge il limite esterno dellatmo- due atomi e quando assorbono la nostro pianeta, e a destare preoc-
naturale che -
portando la sfera terrestre e parte di essa radiazione infrarossa riemessa cupazione piuttosto il rapido ed
temperatura (30%) riflessa verso lo spazio dalla superficie terrestre, queste eccessivo incremento di questi
media planeta- mentre il restante 70% viene in molecole vibrano. Tale vibrazione composti, imputabile alle emis-
ria a circa 15 parte assorbito dall'atmosfera consente alle molecole di emettere sioni antropiche dovute alla
C, rispetto ai (25%) e in parte (45%) raggiunge la nuovamente radiazione infraros- combustione di combustibili fos-
gelidi -18 C sili, alla deforestazione e ai cam-
che si avrebbe- biamenti di uso del suolo.
ro in assenza
Il carbonio uno degli elementi pi
di gas serra -
permette la abbondanti nell'Universo e il prin-
vita sulla Ter- cipale costituente della materia
ra, tuttavia da organica. presente su tutta la
un paio di se- Terra in diversi serbatoi (detti
coli lutilizzo anche pozzi), nei sedimenti se-
dei combustibi- polti sotto la crosta terrestre (lito-
li fossili ne sta sfera) come i combustibili fossili e
determinando
depositi rocciosi sedimentari. Nel-
unintensifica-
zione, con con- la biosfera l'elemento di base di
seguente rapi- tutta la materia organica ed ha un
do aumento ruolo significativo per tutti gli or-
della tempera- ganismi viventi. Negli oceani il car-
tura e destabi- bonio si trova sotto forma di car-
lizzazione degli bonio inorganico disciolto e come
ecosistemi carbonato nei sedimenti marini.
naturali da cui
In atmosfera invece presente sot-
dipendiamo.

40
Nimbus75_Uglietti.qxd 17/07/2016 21.32 Pagina 41

NIMBUS 75 CHIMICA DELLATMOSFERA

ne (ppm) (JOUZEL et al., 2007; LUTHI


et al., 2008), ma attualmente i li-
velli di CO2 in atmosfera, in ulte-
riore rapido aumento da 200 anni,
ovvero dallinizio dellera indu-
striale, sono superiori a 400 ppm.
Pertanto importante monitorare
costantemente nel tempo il CO2 e
gli altri gas presenti in atmosfera
poich la loro osservazione a lun-
go termine permette di studiare
meglio le corrispondenti sorgenti e
i pozzi di assorbimento.

La stazione di ricerca dello


Jungfraujoch
La stazione di ricerca High Altitu-
de Research Station Jungfraujoch
(46 32' 56 N, 7 59' 17 E) si tro-
va sul versante meridionale della
cresta rocciosa delle Alpi bernesi,
in Svizzera, a un'altitudine di
3580 m (osservatorio Sphinx, Fig.
1). posta su un colle tra le cime
della Jungfrau (4158 m) a Ovest e
del Mnch (4099 m) a Est. La di-
rezione prevalente del vento da
Nord-Nord-Ovest.
La stazione di ricerca facilmente
raggiungibile tutto l'anno per mez-
zo del trenino che da Grindelwald
o Lauterbrunnen porta turisti e ri-
cercatori allo Jungfraujoch. Le
3. Il ciclo glo- to forma di biossido di carbonio centrazioni elevate sono associate emissioni locali sono generalmen-
bale del carbo- (CO2), principale gas serra tra alle fasi interglaciali pi miti. Dal- te basse, poich il riscaldamento
nio, con relativi quelli artificialmente incrementa- l'ultima glaciazione, terminata tra elettrico e si tratta di una zona gla-
pozzi e sor-
ti dalluomo, e il cui aumento re- 18.000 e 14.000 anni fa, le con- ciale pressoch disabitata.
genti: le frecce
nere indicano i cente responsabile di circa il 64% centrazioni di CO2 sono cresciute I dati meteorologici (temperatura,
flussi naturali dellattuale riscaldamento di origi- da 200 a circa 280 parti per milio- umidit, pressione atmosferica,
preindustriali, ne antropica (IPCC, 2013).
mentre le frec- Lo scambio di carbonio tra questi
ce rosse defini- serbatoi noto come il ciclo glo- Jungfraujoch (3580 m) - Medie ed estremi termici giornalieri
scono i flussi bale del carbonio (Fig. 3). Ogni periodo 1961-2015 (fonte: MeteoSvizzera)
di carbonio di comparto del sistema Terra pu 15
origine antropi-
fungere da sorgente (emissione in 10
ca. Le dimen-
sioni sono atmosfera) o da serbatoio di car-
5
espresse in bonio (captazione dall'atmosfera).
miliardi di Per esempio lo scambio naturale 0
tonnellate di tra la biosfera e l'atmosfera avvie- -5
carbonio (GtC, ne attraverso i processi di fotosin-
dove 1 GtC = tesi e respirazione delle piante, -10
C

1015 g C) e i mentre lo scambio tra l'atmosfera -15


flussi annuali
e l'oceano avviene mediante disso- -20
sono espressi
in gigatonnel- luzione del carbonio inorganico Tmin estrema
nell'acqua e altres attraverso il -25
late di carbo- Tmin media
nio all'anno processo di fotosintesi-respirazio- -30 Tmed
(GtC/y). ne della flora marina (fitoplanc- Tmax media
-35 Tmax estrema
ton). La capacit dei serbatoi na-
4. Medie ede- turali (biosfera e oceani) di assor- -40
1-nov
1-gen

1-giu

1-lug

1-ago

1-set

1-ott
1-feb

1-apr

1-mag
1-mar

1-dic

stremi delle bire l'eccesso di CO2 in atmosfera


temperature
uno degli argomenti fondamen-
allo Jungfrau-
joch calcolati tali studiati dai ricercatori. Si sti-
per ogni giorno ma che attualmente circa la met
dellanno sul del CO2 emesso dalle attivit an-
periodo 1961- tropiche rimanga in atmosfera
2015. La me- mentre la restante parte venga as-
dia annua di sorbita dai pozzi naturali (JANSSEN
-7,3 C, con et al., 2003, ORR et al., 2001, SABI-
estremi di
NE et al., 2004). Ci sono tuttavia
-36,6 C (6
marzo 1971) e evidenze che tale capacit di as-
12,8 C (19 sorbimento stia ormai riducendo-
agosto 2012). si (RAUPACH et al., 2014).
Grazie all'analisi del CO2 estratto
5. Mappa dei dalle bolle di aria incluse nei
siti di misura ghiacci antartici, stato possibile
dei gas atmo- ricostruirne l'andamento negli ul-
sferici del GAW
timi 800 mila anni (JOUZEL et al.,
(Global Atmo-
spheric Wat- 2007; LUTHI et al., 2008; PETIT et
ch). al., 1999): si sono verificate ampie
fluttuazioni con periodi di bassa
concentrazione che corrispondo-
no ai periodi glaciali, mentre con-

41