Sei sulla pagina 1di 14

UNIVERSIT

DEGLI STUDI DI BRESCIA


Dipar=mento di Ingegneria Civile, Archite8ura, Territorio,
Ambiente e Matema=ca
Corso di Laurea in Ingegneria Civile

Tesi di Laurea

METODI A BASE FISICA PER LA DETERMINAZIONE
DELLA VULNERABILIT DI UN INDIVIDUO NEL
CORSO DI EVENTI DI PIENA

Relatore:
Chiar.mo Prof. Marco Pilo5 Laureando:
Correlatore: Stefano Giuseppe Mantelli
Do8. Ing. Luca Milanesi Matricola n 705973

Anno Accademico 2015/2016 1


INTRODUZIONE

Le inondazioni colpiscono pi persone a livello globale La grande tragedia che gran parte di
rispe8o a qualsiasi altro =po di rischio naturale, causando queste perdite potrebbero essere evitate
alcune delle pi grandi perdite economiche, sociali e o almeno rido8e.
umanitarie.

Si pu notare come ques= Paesi oltre ad


essere i meno sviluppa= sono anche i pi
vulnerabili ai disastri naturali e ai
cambiamen= clima=ci

Le mappe di rischio idraulico forniscono le basi per una pianicazione del territorio e delle
situazioni di emergenza.

Esse dovrebbero trasme8ere informazioni chiare sulle potenziali implicazioni siche dei
diversi pericoli per individui e beni espos=.
2
1. STUDI, MODELLI E DATI DI LETTERATURA

Esempi di alcune pubblicazioni fondamentali nel se8ore della sicurezza idraulica

Prove sperimentali in leJeratura

Studio della stabilit dei bambini con diverse combinazioni di altezza e


Foster e Cox [1973] massa in un canale ar=ciale realizzato in laboratorio
Abt et al. [1989] Hanno scoperto che la stabilit umana inuenzata da una vasta
Takahashi et al. [1992]
gamma di fa8ori sici, ambientali, emo=vi, e dinamici
Keller e Mitsch [1993]
Karvonen et al. [2000]
Hanno osservato che linstabilit causata principalmente dallo
Yee [2003] scivolamento
Russo et al. [2013] Hanno dimostrato che deve essere considerato anche lequilibrio al
ribaltamento

Modelli conceJuali in leJeratura STABILIT= f (U , h)

U=lizzo di monoli=
Love [1987] Forza di galleggiamento, instabilit al ribaltamento e allo scivolamento
Lind et al. [2004]
Proposto formule sia conce8uali che empiriche
Walder et al. [2006]
Individuazione di soglie di profondit per adul= e bambini.
Jonkman e Penning-Rowsell [2008]
Xia et al. [2014] Testato un stuntman adulto in un canale reale
Milanesi et al. [2015] Calibrato il proprio modello con i da= sperimentali della le8eratura
Densit del uido e linclinazione del terreno

3
2. IL MODELLO CONCETTUALE
- Sollecitazioni allo scivolamento
- Sollecitazioni al ribaltamento
- Forza di galleggiamento
- Densit del usso

Forza Peso Forza di Galleggiamento

Forza di Drag Forza di A8rito

Condizioni di stabilit
Equilibrio allo scivolamento

Equilibrio al Ribaltamento
Limite di profondit che consideri
il rischio di annegamento

4
2. IL MODELLO CONCETTUALE

Soglie di stabilit per:


adul= (linea so5le)
bambini (linea spessa):

(a) Scivolamento
(b) Ribaltamento
(c) Annegamento
(d) la combinazione di (a),(b) e
(c) secondo l'equazione:

Parametri fisici ipotizzati per il modelli di bambini ed adulti provenienti da statistiche.


[Fryar et al., 2012.; de Onis et al., 2007]
[Garcia e Quintana-Domeque, 2007; Walpole et al., 2012].

5
Per testare unampia gamma di situazioni con diverse profondit e velocit della corrente sono
necessarie a8rezzature e apparecchi complessi per garan=re la sicurezza della prova sperimentale

I risulta= o8enu= in condizioni di laboratorio opportunamente controllate sono accompagna= da


alcuni aspeU poco realisTci; i sogge5:

hanno mostrato una maggiore ducia a causa della presenza di disposi=vi di sicurezza
non hanno trasportato carichi aggiun=vi
sono sta= in un ambiente ben illuminato
sono sta= seleziona= in buone condizioni siche e in una fascia ideale di et

Le situazioni di pericolo reale non riproducibili in laboratorio sono:



lincidenza di a8eggiamen= psicologici
condizioni ambientali (illuminazione, detri=, zaini, temperatura dellacqua)

Di conseguenza, deve essere RappresentaTvit e


arontato un problema di realismo dei daT

Un importante contributo per superare ques= inconvenien= potrebbe venire dalla vasta quan=t di
informazioni visive disponibili nel World Wide Web

6
3. INDIVIDUAZIONE DELLE SOGLIE DI STABILIT UTILIZZANDO INFORMAZIONI
PROVENIENTI DAL WEB

Approccio innova=vo basato sulla Ci#zen Science per o8enere informazioni da


fon= web per la calibrazione di modelli di vulnerabilit delle persone

Ricerca basata su Keywords in pi lingue (Inglese, Francese, Spagnolo, Portoghese,


Cinese, Hindi, Arabo) a8raverso i motori di ricerca pi comuni

Selezione di una vasta serie di documen= che mostrano persone inves=te da una
corrente

Download e classicazione dei video in base alla stabilit dei sogge5 coinvol=

7
3. INDIVIDUAZIONE DELLE SOGLIE DI STABILIT UTILIZZANDO INFORMAZIONI
PROVENIENTI DAL WEB
Suggerimento di un approccio per estrapolare la profondit e la velocit
della corrente dai fotogrammi dei video
PROFONDIT DELLA CORRENTE

Sr [m] Lunghezza scala sica lineare


Ss [su] Lunghezza scala dello schermo
Lr [m] Lunghezza sica reale
Ls [su] Lunghezza schermo

Sr [m] La persona sogge8a alla corrente vicino ad


ogge5 di dimensioni note

Sr [m] Misurando in unit di schermo i dieren=


segmen= corporei del sogge8o

Esempio di iden=cazione della lunghezza scala L'altezza media della popolazione della regione
Lunghezza dellarto superiore (linea blu), che in cui stato registrato il video e la lunghezza
secondo Gordon et al. [1989], in media il 34,3% di ogni segmento corporeo possibile averli da
dell'altezza totale, stata u=lizzata per s=mare studi di le8eratura basa= su solide analisi
l'altezza del corpo non sommerso (linea verde) sta=s=che [Gordon et al., 1989]

8
3. INDIVIDUAZIONE DELLE SOGLIE DI STABILIT UTILIZZANDO INFORMAZIONI
PROVENIENTI DAL WEB
Suggerimento di un approccio per estrapolare la profondit e la velocit
della corrente dai fotogrammi dei video
VELOCIT DELLA CORRENTE
Calcolata misurando il tempo di percorrenza di corpi galleggian= tra due pun= a distanza
nota. Questa procedura fornisce una s=ma della velocit della corrente superciale che
del 16% superiore alla velocit media

Equazione di Bernoulli Velocit media in ver=cale U a monte dell'ostacolo, dove la


profondit della corrente h.

9
3. INDIVIDUAZIONE DELLE SOGLIE DI STABILIT UTILIZZANDO INFORMAZIONI
PROVENIENTI DAL WEB
Quan=cazione dellincertezza e validit dei da=

Calcolo distanze come: Lunghezza scala misurata sulla stessa


Lunghezze focali persona su cui stata misurata la
Angoli visuali Potenziali errori profondit della corrente
Seleziona= video con al= angoli
Problema di distorsione dellimmagine trascurabile zenitali

Quan=t reali Quan=t calcolate


Sono sta= ee8ua= una serie di test per valutare Angolo zenitale Errore
sia la distorsione focale sia la prospeUca in
45 6%
corrispondenza delle diverse condizioni di ripresa
30 4%

L'incertezza della: Dalle sta=s=che


profondit della corrente Dipendono dellaltezza della popolazione e
velocit della corrente della lunghezza dei segmen= corporei
[ Gordon et al., 1989]
Calcolo Prove in laboratorio
e.g. Dierenza 8%
velocit Equazione U

10
3. INDIVIDUAZIONE DELLE SOGLIE DI STABILIT UTILIZZANDO INFORMAZIONI
PROVENIENTI DAL WEB
Risulta=

11
3. INDIVIDUAZIONE DELLE SOGLIE DI STABILIT UTILIZZANDO INFORMAZIONI
PROVENIENTI DAL WEB
Risulta=

Supercie di vulnerabilit L'approccio proposto stato applicato al data set di:


Media ponderata di probabilit Pun= calcola= dai lma= seleziona=
Descrizione probabilis=ca dei da= di stabilit Pun= sperimentali della le8eratura
Denisce soglie di stabilit sul piano U-h
associata a valori percentuali, da u=lizzare nella Il modello irregolare della supercie una
zonizzazione del rischio conseguenza del numero ancora limitato di da= nel
Rappresenta il cara8ere stocas=co del processo campione
12
CONCLUSIONI E SVILUPPI FUTURI
Il numero crescente di informazioni disponibili porter ad un insieme di da= pi grande
La supercie calcolata sar quindi asinto=camente convergente alla supercie di stabilit reale.

Esempio di convergenza verso la distribuzione di probabilit asinto=ca di instabilit umana in


una corrente rappresentato sul piano U-h.
Simulazione u=lizzando rispe5vamente 350, 2000 e 20000 da=.

Punto di partenza di un processo economico e


Data set
autosuciente per aumentare le informazioni a disposizione

13
GRAZIE PER LATTENZIONE

14