Sei sulla pagina 1di 8

Ing. Andrea Bucchi Strutture Aerospaziali a.a.

2007-2008

ANALISI STATICA [TRAVE elemento BEAM]

Si vuole studiare il comportamento a flessione della trave rettilinea a sezione rettangolare,


rappresentata in figura:

Geometria

Lunghezza: L = 4 m

Altezza: H = 0.15 m

Larghezza: W = 0.10 m

Materiale [Alluminio]

Modulo di Young: E = 70 GPa

Coefficiente di Poisson: = 0.3

kg
Densit: = 2700
m3

Carico ellittico

2
x
q ( x ) = q0 1
N
q0 = 5000
L m

SELEZIONE dei GRADI di LIBERTA

ControlDegrees of Freedom
Ing. Andrea Bucchi Strutture Aerospaziali a.a. 2007-2008

DEFINIZIONE della GEOMETRIA

GeometryPoints

I primi 2 punti servono alla definizione dellasse della trave, mentre il 3 punto definito punto
ausiliario necessario per la definizione del carico da applicare e per lorientamento della sezione.

Si passa quindi alla definizione della linea (asse trave):


GeometryLinesDefineAdd

Quindi alla geometria caratterizzante la sezione


ModelElement PropertiesCross SectionsAdd

A questo punto la caratterizzazione della geometria completa


Ing. Andrea Bucchi Strutture Aerospaziali a.a. 2007-2008

DEFINIZIONE del MATERIALE

ModelMaterialsElasticIsotropicAdd

IMPOSIZIONE dei VINCOLI

ModelBoundary ConditionsApply Fixity

Si scelto di vincolare il punto 1 come un incastro.


Ing. Andrea Bucchi Strutture Aerospaziali a.a. 2007-2008

IMPOSIZIONE del CARICO

Geometry Spatial Functions Line Add (Tabular) Import (File.TXT)

Model LoadingApplyLoad Type (DISTRIBUTED LINE LOAD) DefineAdd

Lintensit unitaria del carico posta pari a 5000

E stata selezionata la Spatial Function 1 per il carico sulla linea


Ing. Andrea Bucchi Strutture Aerospaziali a.a. 2007-2008

CREAZIONE della MESH

Scelta dellelemento

MeshingElement GroupsAdd

Scelta del numero di elementi

MeshingMesh DensityLine

Creazione della Mesh

MeshingCreate MeshLine
Ing. Andrea Bucchi Strutture Aerospaziali a.a. 2007-2008

A questo punto se tutto stato eseguito correttamente quello che appare :

Si pu quindi salvare il file (si consiglia il salvataggio in formato IN).


In tal modo il file con tutti gli step eseguiti nella sua generazione, editabile e visibile attraverso il
notepad di Windows.

Una volta salvato il file si pronti alla analisi statica.

Le varie tipologie di analisi sono selezionabili dal seguente menu:

Il caso viene quindi processato attraverso:


SolutionData File/Run

In questa fase deve essere scelto il nome da dare al file che conterr i risultati dellanalisi agli
elementi finiti, che sar sempre oggetto del post-process allinterno di Adina.
Ing. Andrea Bucchi Strutture Aerospaziali a.a. 2007-2008

Questo il risultato dellanalisi effettuata:

ListExtreme Values Zone


Ing. Andrea Bucchi Strutture Aerospaziali a.a. 2007-2008

ANALISI di CONVERGENZA

Per cambiare il numero di suddivisioni nella mesh si pu editare direttamente il file in formato IN
tramite il Blocco Notes di Windows:

Numero Elementi Beam w [cm] ADINA w [cm] TEORIA


1 2,16720 4,94381
2 3,53050 4,94381
4 4,33704 4,94381
8 4,69507 4,94381
16 4,83776 4,94381
32 4,86238 4,94381
64 4,87145 4,94381
128 4,87295 4,94381
256 4,87532 4,94381
512 4,87632 4,94381

ANALISI di CONVERGENZA

ADINA TEORIA

4
w [cm]

0
1 10 100 1000
Numero Elementi BEAM