Sei sulla pagina 1di 2

Caratteristiche principali NTFS

NTFS un notevole passo avanti rispetto a FAT, l'altro file system di Microsoft. Queste
le sue principali caratteristiche:
Affidabilit - NTFS un sistema transazionale, questo vuol dire che se
un'operazione interrotta a met (ad esempio per un blackout) viene persa solo
quell'operazione ma non compromessa l'integrit del file system.
Permessi e Controllo d'Accesso - a ciascun file o cartella possibile
assegnare dei diritti di accesso (lettura, scrittura, modifica, cancellazione e
altri).
Nomi lunghi e Unicode - i nomi dei file e delle cartelle possono essere lunghi
fino a 255 caratteri e possono contenere caratteri di tutte le lingue del mondo
grazie alla codifica Unicode.
Dimensioni e Flessibilit - La dimensione dei volumi e il massimo numero di
file sono praticamente illimitati; la dimensione del volume pu raggungere al
massimo i 256 Terabytes(232 clusters - 1), il numero limite di files invece di
circa 4,3 miliardi (232 - 1). La dimensione massima di un singolo file di 16
Terabytes, contro i 4 GigaBytes di FAT e FAT32. Sono supportati nativamente i
volumi sparsi e il mirroring. Sono finalmente disponibili gli hardlink.

La performance di NTFS nettamente superiore a quella di FAT e di FAT32. A partire da


Windows 2000, inoltre possibile montare un volume NTFS come sottocartella di un
altro volume NTFS.
NTFS permette inoltre di utilizzare trasparentemente delle opzioni di compressione e di
crittografia.
In NTFS sono stati aggiunti i cosiddetti punti di reparse, ovvero dei meccanismi che
consentono le giunzioni (hardlink) tra directory, altrimenti impossibili per la struttura
del filesystem.

Struttura
NTFS sfrutta un'indicizzazione a 64 bit, sebbene la sua implementazione sia basata
soltanto su 32 bit. La struttura principale di un filesystem NTFS la Master File Table
(MFT), una tabella strutturata in blocchi (solitamente in record di 1KB) che contiene gli
attributi di tutti i file del volume, inclusi i metadati. Tali attributi possono essere
attributi residenti quando sono presenti in MFT, oppure, se non memorizzabili a causa
del poco spazio, vengono salvato in qualche altra posizione del filesystem e prendono
il nome di attributi non residenti.
Le directory sono memorizzate come file: in ogni file-directory sono presenti degli
attributi speciali, memorizzati in ordine lessicografico, che si riferiscono ai file
contenuti in tale directory.
I dati veri e propri dei file sono memorizzati in flussi puntati da appositi attributi Data.

Possibili inconvenienti
Il pi grosso inconveniente di NTFS che pi complesso da amministrare di FAT e di
FAT32. Gli utenti dei sistemi operativi Microsoft infatti erano abituati a poter accedere
alle partizioni FAT anche con un semplice dischetto di boot DOS. Questa in realt non
una vera limitazione di NTFS, quanto piuttosto il risultato del fatto che NTFS un file
system pi moderno, completo e complesso. Il vero limite, invece, legato al fatto che
Microsoft non ha reso pubbliche le specifiche di NTFS, e quindi NTFS un file system di
fatto chiuso e proprietario. Anche per questo, nonostante le sue qualit, non ha
conosciuto fortuna al di fuori dei sistemi operativi Microsoft.
Solo a partire dal kernel 2.6.12 possibile accedere ad un file system NTFS da Linux
anche in scrittura senza danneggiare la struttura del file system e non solo in lettura
come accadeva nelle versioni precedenti del kernel.
FAT32: rappresenta una versione avanzata della FAT che pu essere utilizzata con
dischi rigidi da 512MB a 32GB, ed offre la compatibilit con tutti i sistemi operativi. Se
state utilizzando un dual-boot probabilmente utilizzerete FAT32.
Se dovete installare un nuovo dual-boot in cui uno dei sistemi operativi XP scegliete
un file system basato sull'altro sistema operativo utilizzando queste modalit:
formattate la partizione come FAT se le sue dimensioni non superano i 2GB e se
dovete creare un dual-boot di Windows XP con MS-DOS, Windows 3.11, Windows 95,
Windows 9x/ME, Windows NT;
nel caso la partizione sia pi grande di 2GB utilizzate FAT32;
se la partizione supera i 32GB non dovete necessariamente utilizzare l'NTFS , ma
vivamente consigliato.

NTFS: sicuramente raccomandato per utilizzare Windows XP, presenta tutte le


potenzialit di base della FAT con in pi i seguenti vantaggi:
- maggior sicurezza,
- migliore compressione disco,
- supporto per grandi hard disk, fino a 2TB (TeraBytes).
Una nota va comunque fatta: una partizione formattata con NTFS non sar accessibile
ai sistemi operativi istallati su eventuali altre partizioni presenti sul disco, se
prendiamo come esempio un sistema dual-boot con Windows XP (NTFS) e Windows
98 (FAT), da Win98 non sar possibile accedere ai file presenti nella partizione di XP.

Velocit: Ntfs e Fat32 hanno una velocit molto simile, ma aumentando le dimensioni
del disco la differenza aumenta. Ntfs memorizza i file piccoli nella Master File Table
(MFT) al fine di incrementare la velocit, questa procedura permette infatti l'accesso
veloce delle testine di lettura del hard disk nella posizioni iniziali senza andare a
cercare i dati nelle tracce centrali, contiene infatti informazioni relative a ciascun file
del volume, per esempio il nome del file, i diritti di accesso, le date di modifica ecc.

Una lista di controllo degli accessi, spesso chiamata col nome inglese di Access
control list (ACL), un meccanismo generalmente usato in informatica per
esprimere regole complesse.
Una ACL lista ordinata di regole che viene usata per prendere una decisione, ad
esempio se permettere o meno ad un certo utente l'accesso ad un file.
Ciascuna regola esprime una o pi propriet dell'oggetto da valutare (ad esempio, un
file), e se queste propriet sono verificate indica quale decisione prendere (ad
esempio, far passare il pacchetto oppure rifiutarlo).
La valutazione inizia dalla prima regola e continua fino a quando le condizioni di una
regola non sono verificate.
Se le condizioni sono verificate, la valutazione finisce e viene applicata la decisione
presa. Altrimenti, la valutazione prosegue alla regola successiva.
Se nessuna regola viene soddisfatta, viene applicata una decisione di default,
chiamata policy del'ACL.