Sei sulla pagina 1di 11

Tethering WiFi su Android non funziona: ecco

come risolvere
di Michele Nasi (11/11/2014)
L'utilizzo del tethering una delle esigenze pi sentite quando si in viaggio perch permette di
usare lo smartphone Android come modem e collegarsi alla rete Internet, in mobilit, anche da un
notebook.

Il termine tethering si pu tradurre con la parola "incatenamento": lo smartphone od il phablet -


capaci di collegarsi alla rete Internet attraverso una connessione dati 3G/LTE - possono infatti
essere "accoppiati" ad altri dispositivi che, diversamente, non potrebbero essere connessi.
Il tethering WiFi consente di attivare sul dispositivo mobile dotato dell'accesso di rete un hotspot
WiFi al quale possono essere connessi altri device (i.e. computer portatili).
Effettuando una scansione, da tali dispositivi, delle reti wileress disponibili nelle vicinanze, ci si
potr collegare al device mobile ed usarlo come gateway per navigare in Rete.
In molti casi, il tethering su Android non funziona: con la versione 4.1.2 di Android o
successive potrebbe non essere possibile collegarsi alla rete Internet usando lo smartphone
come modem. Alcuni operatori di telefonia mobile, inoltre, bloccano espressamente il tethering.

Prima di tentare l'attivazione del tethering su Android suggeriamo di mettere in campo alcune
misure precauzionali per evitare inutili e spiacevoli addebiti.
Non tutti gli operatori di telefonia mobile permettono, infatti, almeno commercialmente, la
fruizione del tethering da smartphone.

Da un punto di vista meramente tecnico, utilizzare il tethering (quindi configurare lo smartphone


come modem) quasi sempre possibile ma talvolta il provider addebita un importo variabile
anche nel caso in cui si fosse attivata un'offerta per l'attivazione della connessione dati in
mobilit.

Il nostro suggerimento consiste nel controllare se sia possibile disattivare il tethering o


comunque l'utilizzo dello smartphone come modem: in questo modo non s'incorrer in
addebiti pur potendo fruire della funzionalit tethering.
Nel caso di Vodafone, ad esempio, il pannello di controllo web della propria utenza telefonica
mobile, mette a disposizione una comoda opzione che permette di disabilitare l'utilizzo dello
smartphone come modem. Dall'area 190 fai da te, i clienti Vodafone possono portarsi nella
sezione La tua offerta, Gestisci le tue promozioni, Servizio di blocco Internet da PC e fare clic sul
pulsante Attiva (per maggiori informazioni, vedere questa pagina).

Anche nel caso degli operatori diversi da Vodafone, importante verificare se venga offerta una
simile possibilit ed, in ogni caso, attenersi alle condizioni contrattuali sottoscritte.
Il tethering Android non funziona: come risolvere
Per utilizzare lo smartphone Android come modem possibile seguire i suggerimenti pubblicati
nell'articolo Collegarsi ad Internet con Android usando uno smartphone come modem.

Se, tuttavia, il tethering su Android non funzionasse, illustriamo di seguito i passaggi da seguire e le
verifiche da effettuare:

1) Per evitare addebiti, disattivare eventualmente l'uso del telefono come modem dal pannello
di controllo relativo alla propria utenza mobile.
Come spiegato in precedenza, con il preciso intento di evitare inutili addebiti, suggeriamo di
disattivare l'utilizzo dello smartphone come modem dal pannello di controllo web dell'operatore
telefonico. Questa possibilit non offerta da tutti gli operatori: in ogni caso, verificare se sono
previsti addebiti per l'uso del tethering.

2) Controllare l'APN ed il tipo di APN

Gli APN (Access Point Name) sono i punti d'accesso utilizzati dagli operatori di telefonia mobile
per consentire l'invio e la ricezione dei dati. Nell'articolo Configurare APN su Android per
collegarsi ad Internet abbiamo imparato a conoscerli evidenziando le differenze tra l'uno e
l'altro.

Dopo aver verificato, nella sezione Altro, Reti mobili, Nomi punti di accesso delle impostazioni di
Android, la correttezza dell'APN configurato, bisogna toccare il nome dell'APN per accedere alla
sua configurazione.
In corrispondenza della voce Tipo APN bisogner controllare che sia presente l'indicazione dun.

Di solito, come Tipo APN, affinch il tethering funzioni correttamente, dovrebbe essere impostata la
stringa default,supl,dun.
proprio l'aggiunta del parametro dun che consente di abilitare la possibilit di utilizzo del
tethering.

Dopo aver impostato correttamente l'APN, si potr riattivare la connessione dati quindi, dalla
sezione Wireless e reti, Altro di Android, selezionare Tethering/hotspot portatile.
Per mezzo di Configura hotspot Wi-Fi si potr adesso impostare l'SSID ossia l'identificativo
dell'hotspot wireless al quale si collegheranno i dispositivi che dovranno sfruttare la connessione
dati dell'operatore telefonico. A protezione dell'hotspot wireless bisogner impostare una password
sufficientemente lunga e complessa.
Spuntando la casella Hotspot Wi-Fi portatile, l'hotspot wireless sar immediatamente attivato e ci si
potr connettere allo smartphone, utilizzandolo come modem, da qualunque altro device (per
esempio un normale notebook).
Sul notebook bisogner cercare le reti Wi-Fi disponibili nelle vicinanze, cliccare sul nome
dell'hotspot Wi-Fi appena predisposto su Android ed inserire la password corrispondente.

Dopo aver atteso qualche istante, consigliamo di accedere al prompt dei comandi sul portatile e
digitare, ad esempio, ping www.google.it.
In caso di risposta, il tethering sta funzionando regolarmente e si sta usando lo smartphone
Android come modem.

Nel caso in cui si ottenessero quattro richieste scadute, significa che il tethering non sta operando
correttamente. Per risolvere il problema bene cominciare con quanto suggerito al punto
seguente.

3) Verificare l'indirizzo IP associato al sistema client

Se si vuole accedere ad Internet dal notebook sfruttando il tethering, suggeriamo di accedere al


Centro connessioni di rete e condivisione di Windows, cliccare su Modifica impostazioni scheda,
fare clic con il tasto destro del mouse sull'interfaccia Wi-Fi quindi scegliere Propriet.
Dalla finestra successiva, si dovr cliccare sulla voce Protocollo Internet versione 4 (TCP/Ipv4)
quindi sul pulsante Propriet.

Nella schermata seguente, bisogner selezionare Ottieni automaticamente un indirizzo IP:

Confermando la scelta con la pressione del pulsante OK, una volta tornati alla finestra Connessioni
di rete, si potr nuovamente cliccare con il tasto destro sull'interfaccia Wi-Fi e scegliere Disabilita.

Fatto trascorrere qualche secondo, si potr fare doppio clic sulla stessa interfaccia wireless in modo
da riabilitare la connessione.

Provando nuovamente a connettersi all'hotspot WiFi creato con Android, si dovr aprire il prompt
dei comandi e digitare quanto segue: IPCONFIG /all.
Se, in corrispondenza dell'interfaccia WiFi, si dovesse leggere qualcosa di simile, significa che il
sistema correttamente connesso allo smartphone (in questo caso il server DHCP di Android gli ha
assegnato IP locale 192.168.1.145).

Sempre dal prompt dei comandi si pu quindi digitare, di nuovo, ping www.google.it.
Se ancora non funzionasse (richiesta scaduta), altamente probabile che il tethering sia bloccato:
quindi possibile procedere con il passaggio seguente.

4) Assicurarsi che il dispositivo client sia autorizzato ad usare l'hotspot WiFi

Alcune versioni di Android permettono di specificare i dispositivi autorizzati ad usare l'hotspot


WiFi e, quindi, la funzionalit tethering.
bene controllare accuratamente che il dispositivo dal quale si sta provando la connessione non sia
bloccato.

5) Sbloccare il tethering su Android 4.1.2 e successivi

Se, ancora, non si riuscisse a far funzionare il tethering, bisogner procedere al rooting del
dispositivo Android: Differenza jailbreak, root e sblocco sui dispositivi mobili.
Solo in questo modo si acquisiranno i diritti per modificare in profondit il funzionamento del
sistema operativo Android e si potr forzare l'attivazione del tethering.

La procedura di rooting differisce da uno smartphone all'altro: quindi bene documentarsi con
attenzione prima di effettuarla.

Dopo aver acquisto i diritti di root sullo smartphone Android, il metodo pi veloce per sbloccare il
tethering consiste nell'installare e nell'eseguire l'app gratuita ISWAT Tether Unlocker.
Realizzata da uno sviluppatore italiano, necessita dei diritti di root (che devono essere concessi
mediante Superuser o SuperSU) e consente di sbloccare il tethering per tutti gli operatori di
telefonia mobile, anche stranieri.
Per utilizzare ISWAT Tether Unlocker, sufficiente avviare l'app quindi toccare il pulsante Sblocca
il tethering.

La versione gratuita di ISWAT Tether Unlocker visualizza dei messaggi pubblicitari e deve essere
manualmente eseguita prima di attivare il tethering e, quindi, l'hotspot WiFi dalle impostazioni di
sistema di Android.
La versione a pagamento della medesima applicazione (costa 2 euro su Google Play) non visualizza
alcun messaggio pubblicitario e resta attiva in background (non si dovr avviarla manualmente).

In alternativa, per chi non volesse usare ISWAT Tether Unlocker, possibile intervenire
manualmente sulla configurazione di Android, a patto per anche in questo caso di disporre dei
diritti di root.
I passaggi da seguire sono pochi:

a) verificare di disporre dei diritti di root


b) scaricare ed installare un emulatore della finestra terminale da Google Play (esempio)
c) avviare la finestra terminale
d) digitare il comando netcfg
In corrispondenza al nome dell'interfaccia di rete che si occupa di gestire la connessione dati
3G/LTE presente un nome identificativo (di solito rmnet0 e l'indirizzo IP pubblico
correntemente acquisito. Annotare il nome dell'interfaccia.
e) digitare il comando su -c "iptables -tnat -A natctrl_nat_POSTROUTING -s
192.168.0.0/16 -o rmnet0 -j MASQUERADE"

A questo punto, il tethering una volta riattivati l'hotspot WiFi e la connessione dati dovrebbe
finalmente funzionare.

Per fare in modo che il tethering venga sbloccato ad ogni avvio del dispositivo Android, il
suggerimento quello di creare un file di testo nella scheda SD e salvarvi il comando su -c
"iptables -tnat -A natctrl_nat_POSTROUTING -s 192.168.0.0/16 -o
rmnet0 -j MASQUERADE"
L'app Script Manager Smanager aiuter quindi a configurare l'esecuzione del comando ad ogni
avvio di Android: baster tenere premuto a lungo sul file di testo creato in precedenza quindi
scegliere Open as, Script/executable.
Attivando le opzioni Su e Boot (toccare le icone corrispondenti), il comando sar eseguito ad ogni
avvio del sistema operativo.
Da ultimo, opportuno sottolineare che molte "custom ROM" Android permettono di attivare il
tethering senza passaggi aggiuntivi rispetto a quelli indicati nei primi quattro punti della nostra
guida. La possibilit di installare una "custom ROM", che non prescinde comunque
dall'acquisizione dei diritti di root, stata illustrata nell'articolo Installare ROM Android e
aggiornare all'ultima versione.

A proposito della velocit di navigazione ottenibile in tethering, suggeriamo di fare riferimento


all'articolo Cosa significano le icone GPRS, E, 3G, H, H+, LTE sugli smartphone.