Sei sulla pagina 1di 1

Lettera a Beppe Severgnini www.beppesevergnini.

com

IL CONIGLIO MANNARO
Salve, il mio nome Simone e sono uno studente del secondo anno di Scienze Motorie. Scrivo
questa lettere che probabilmente Lei non legger mai per esprimere il disgusto e la rabbia che
provo quando Lei parla di Ronaldo in televisione. Ronaldo a tutti gli effetti il pi grande
campione cha abbia calcato lo storico G.Meazza negli ultimi 15 anni. Spesso nei suoi articoli
sulla gazzetta leggo della necessit di comprendere gli atteggiamenti di Bobo Vieri, La sento
insistere sul fatto che non si pu chiedere a tutti la coerenza e l'eroismo di Capitan Zanetti
perci mi chiedevo perch lo stesso discorso non valesse per Ronaldo. Non capisco perch
invece a lui debba venir richiesta la coerenza di Ghandi. Ronaldo in campo un genio, anche
ora con 7-8 kg in pi si dimostra una spanna superiore a qualunque avversario, anche dopo 2
anni di astinenza dai campi tornato a giocare e subito a segnare: e non ha pi smesso di
farlo. Ronaldo ha preso una decisione e non spetta n a Lei n a nessun altro stabilire se
stata una decisione giusta o meno: scindere Ronaldo-giocatore dal Ronaldo-uomo la pi
grande difficolt che i tifosi interisti stanno ancora trovando soprattutto a causa del "tifo
intellettuale" che si permette di farsi portavoce di una causa sbagliata. Se lei ritiene Ronaldo
un codardo perch andato in Spagna (voglio ricordarLe che Ronaldo ha segnato sempre e
comunque in qualunque campionato e con qualunque squadra abbia giocato), se lo reputa un
coniglio mannaro non deve assolutamente permettersi di parlare a nome degli INTERISTI con
frasi a Controcampo del tipo: "Noi interisti non lo vogliamo pi, ci sta antipatico". Parli a nome
suo per cortesia perch io sono interista quanto Lei e non mi sento affatto rappresentato dalle
sue idee. Se poi aprisse anche gli occhi e si domandasse (alla luce anche del caso Di Biagio):
"Non che per caso avesse ragione Ronny?" magari riuscirebbe a guardare le cose in modo
differente. Sappia inoltre che aver visto giocare Ronaldo nei suoi migliori anni stata la pi
grande soddisfazione che ho avuto dallo Sport in generale: vale di pi di scudetti e coppe. E
aver visto il Fenomeno in azione anche il motivo per cui piovono fischi su grandi, o presunti
tali, come Vieri: Bobo al di l del GOL in campo vale meno di zero, Ronaldo era magia, era
poesia, rappresentava e rappresenta la bellezza del gioco del calcio allo stato puro.
Pozzan Simone simor9@libero.it
"Magia, poesia, bellezza del gioco del calcio allo stato puro". Tutto bene: ma stia
dov'. Comunque hai ragione: non dir "noi interisti", dir "la maggior parte degli
interisti". Ok?