Sei sulla pagina 1di 5

W

EE
K
Luned 8 maggio 2017

LY
R
EP
O
RT
Il settimanale per i Trader
MERCATI AZIONARI
E' stata una settimana positiva per il mercato azionario italiano
che, sostenuto dal recupero del comparto bancario, ha compiuto un
nuovo balzo in avanti ed salito sui massimi degli ultimi mesi.
L'indice Ftse Mib si infatti appoggiato a quota 20.580 prima di
allungare con decisione fino a 21.500 punti. La struttura tecnica
di breve termine rimane pertanto costruttiva ed confermata dalla
posizione long dei principali indicatori direzionali. Dopo una
breve pausa di consolidamento possibile pertanto un nuovo
allungo, con target teorici a 21.650 prima e in area 21.730-21.750
in un secondo momento. Soltanto una discesa sotto 20.580 potrebbe
fornire un segnale di debolezza e innescare una rapida correzione
in area 20.330-20.310, a quota 20.200 poi e in area 19.930-19.910
successivamente (zona in ancora visibile il gap-up aperto il 24
aprile). Tra i titoli pi interessanti segnaliamo Azimut e Prysmian. Il PI TRATTATI DELLA SETTIMANA
primo ha infatti compiuto un veloce balzo in avanti ed salito oltre PER CONTROVALORE PER TURNOVER
18,70 (massimi degli ultimi mesi. L'analisi dei principali indicatori Titolo perf. % Titolo perf. %
quantitativi evidenzia un interessante rafforzamento della pressione Intesa Sanpaolo 6,283 Juventus FC 7,017
rialzista: dopo una breve pausa di consolidamento/pullback sopra 18,10 Unicredit 8,568 Bialetti Industrie 24,910
possibile pertanto un ulteriore allungo, con un primo target a ridosso Eni 2,242 Stefanel 11,646
dei 19 euro. Pericolosa soltanto una discesa sotto 17,85 in quanto Enel 4,904 Zucchi 10,690
potrebbe innescare una rapida correzione verso 17,55 prima e in area
Fiat Chrysler -1,059 Gefran -7,777
17,25-17,20 euro successivamente. Segnali positivi arrivano anche da
Telecom Italia 8,650 Lazio S.S. 1,660
Prysmian che si spinta oltre 26,70. Il titolo pu proseguire nella sua
Generali 4,955 Banco Bpm 9,438
salita, con un primo target a ridosso dei 27 euro e un secondo
obiettivo in area 27,23-27,25 euro. Solo il ritorno sotto 25,90 potrebbe Banco Bpm 9,438 Mondo TV 1,571

fornire un segnale di debolezza. (Gianluca Defendi-gdefendi@class.it) Ferrari 8,255 Sintesi -1,448


STMicroelectronics 1,348 Bioera 10,722

FOREX & COMMODITY TRADING


Nel corso delle ultime sedute la situazione tecnica del cambio
Euro/Yen migliorata. Le quotazioni hanno infatti disegnato
un'interessante inversione rialzista (a V) e si sono portate a
ridosso della solida resistenza grafica posta in area 124-124,10.
L'analisi dei principali indicatori quantitativi evidenzia un
chiaro rafforzamento della pressione rialzista, con Macd e
Parabolic Sar in posizione long. Solo il forte ipercomprato di
brevissimo termine pu impedire un ulteriore allungo (che avr un
primo target in area 124,45-124,50) e innescare una fisiologica
pausa di consolidamento. Pericoloso soltanto il ritorno sotto
122,95 in quanto potrebbe innescare una rapida correzione verso il
supporto posto in area 122-121,90. (G.Defendi)

1
Trading selection sul Ftse Mib

Azimut Banco Bpm

I prezzi hanno strappato al rialzo e sono saliti fino a quota 18,74 euro. I prezzi hanno allungato con decisione e si sono spinti oltre 2,90 euro. La
Il quadro tecnico rimane costruttivo: dopo una breve pausa di consolidamento struttura grafica sta migliorando: dopo una breve pausa di consolidamento
possibile pertanto un allungo verso la soglia psicologica dei 19 euro. possibile un ulteriore allungo, con target in area 2,95-2,96 prima e
Monitorare. attorno ai 3 euro poi.
Brembo Davide Campari

Il titolo ha strappato al rialzo ed salito fino ad un nuovo massimo Il titolo ha effettuato un veloce balzo in avanti ed salita oltre la
storico di 74,60 euro. Il trend di fondo rimane pertanto positivo: dopo una barriera posta a 11,10 euro. Possibile un nuovo allungo, con un primo target
breve pausa di consolidamento possibile un allungo, con un primo obiettivo a 11,30 e un secondo obiettivo in area 11,38-11,40 euro. Pericolosa solo
in area 75-75,10 euro. una discesa sotto 10,80.
Intesa SanPaolo Prysmian

Il titolo ha strappato al rialzo ed salito oltre 2,85. La struttura Prysmian ha compiuto un veloce balzo in avanti e si spinta oltre 26,80.
tecnica di breve termine quindi migliorata: un nuovo allungo avr un primo Il quadro tecnico rimane pertanto costruttivo: possibile pertanto un nuovo
target a quota 2,88 e un secondo obiettivo in area 2,90-2,9050 euro. allungo, con un primo target a ridosso dei 27 euro e un secondo obiettivo a
Monitorare 27,23-27,25. Monitorare.
Ubi Banca Unicredit

Il titolo ha compiuto un veloce spunto rialzista ed salita oltre la Unicredit si appoggiata a quota 15-14,95 prima di allungare con decisione
barriera posta a 4,03 euro. Il quadro tecnico sta migliorando: possibile verso 16,50. Il quadro tecnico migliorato: un nuovo allungo avr un primo
pertanto un nuovo allungo verso 4,12-4,13 prima e in area 4,18-4,19 poi. target in area 16,70-16,74 euro. Importante la tenuta del supporto posto a
Pericolosa solo una discesa sotto 3,84. 15,80 euro. (Gianluca Defendi)

2
Formazione operativa

fare trading con la leva: TURBO CERTIFICATES


Codice Isin Leva Prezzo Knock-Out Market Focus - Eni
NL0012156384 +14,5390 0,9870 13,5000 Nelle ultime settimane il quadro tecnico di Eni si
L drasticamente deteriorato: il titolo scivolato al di
NL0011952585 +8,9408 1,6050 12,8000
sotto dei 15 euro e nel corso dell'ultima settimana
NL0011952643 -8,0168 1,7900 16,1000
S arrivato anche a testare il supporto chiave a quota
NL0012156434 -5,7980 2,4750 16,8000 14,13-14,10. Proprio nell'ultima seduta Eni ha per
trovato lo spazio per un deciso rimbalzo, che ora
potrebbe decretare l'inversione del trend di breve. Dopo
un veloce pullback verso 14,35-14,33 euro, le quotazioni
potranno provare un nuovo recupero, molto promettente in
ottica speculativa. Solo il cedimento di 14,13-14,10
potr invece favorire un'estensione della discesa. Tra i
certificati di Bnp Paribas, le opportunit pi
praticabili sono rappresentate dal Turbo Long 12,80 per
lo scenario rialzista e dal Turbo Short 16,10 per quello
ribassista.

Codice Isin Perf. sett. Leva Knock-Out Il punto settimanale - Banco Bpm
NL0012160600 +6,5926 0,6250 2,3000 Sulla scorta dell'ottimismo che ha premiato i listini
L europei in vista dell'esito delle elezioni francesi,
NL0011953419 +4,1602 0,1375 2,0435
anche Banco Bpm ha trovato un deciso spazio di rimbalzo:
NL0012157267 -6,9713 0,2050 3,0000
S il titolo ha testato con successo il supporto chiave a
NL0012157275 -5,6930 0,2725 3,1000 2,642 euro e su questo livello ha costruito un veloce
allungo che lo ha spinto anche oltre il massimo relativo
Il Knock-out dei Mini future dello scorso 25 aprile a quota 2,80. Non si quindi
Nei Mini future la barriera non coincide con lo strike. realizzato lo scenario ribassista associato al cedimento
In caso di knock-out, il valore del certificato potrebbe di 2,642 euro, che poteva favorire una ricopertura del
quindi non risultare nullo. Nei Mini Long il knock-out si gap tuttora aperto a quota 2,536. A beneficiare del
verifica quando il sottostante scende al di sotto della rimbalzo di Banco Bpm stato soprattutto il Turbo Long
barriera, che maggiore dello strike: l'eventuale 2,30 che venerd scorso offriva una leva superiore a 6,5
rimborso viene calcolato sulla base del prezzo minimo e che ha guadagnato oltre il 51% a fronte di un titolo in
toccato dal sottostante nella giornata in cui si rialzo di quasi il 9%.
verificato il knock-out. Se tale prezzo sar anch'esso
maggiore dello strike, il valore residuale del certificato
sar positivo e sar quindi liquidato. Il rimborso di un La formazione operativa di
Mini Short sar calcolato sul massimo della giornata di
knock-out. Numero Verde

www.milanofinanza.it/tradingconlaleva per 800124366

AVVERTENZA: La presente rubrica redatta in completa autonomia da MFIU-Milano Finanza Intelligence Unit ed finalizzata a offrire spunti meramente informativi
e di carattere operativo inerenti allimpiego di strumenti che comportano lutilizzo della leva finanziaria. La presente rubrica non costituisce una sollecitazione al pub-
blico risparmio, n una raccomandazione e, pertanto, qualsiasi decisione di investimento e il relativo rischio rimangono a carico dellinvestitore. BNP Paribas e le
societ del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilit per il relativo contenuto, cos come Milano Finanza non si assume alcuna responsabilit per
leventuale utilizzo che il lettore potr fare dei contenuti della rubrica.

3
Calendario macro

luned 8 maggio 2017


ORA PAESE VALUTA EVENTO PERIODO CONSENSUS PRECEDENTE RILEVANZA

CHI Bilancia commerciale (Mld$) APR 35,2 23,92


08.00 GER Ordini di fabbrica m/m MAR 1% 3,40%
10.30 EUR Sentix Fiducia investitori MAG 24,7 23,9

marted 9 maggio 2017


ORA PAESE VALUTA EVENTO PERIODO CONSENSUS PRECEDENTE RILEVANZA

08.00 GER Produzione industriale m/m MAR -0,60% 2,20%


08.00 GER Bilancia commerciale (Mld) MAR 23 20
10.00 ITA Vendite al dettaglio m/m MAR -0,30%
15.00 USA Kashkari (Fed votante): discorso
16.00 USA Sondaggio JOLTS (Mln) MAR 5,743
22.15 USA Kaplan (Fed votante): discorso
ITA Pubblicazione trimestrale: BPER, Campari, Fineco, Mediaset, Terna

mercoled 10 maggio 2017


ORA PAESE VALUTA EVENTO PERIODO CONSENSUS PRECEDENTE RILEVANZA

03.30 CHI Inflazione APR 1,10% 0,90%


07.00 JAP Leading Index MAR P 105,5 104,8
08.45 FRA Produzione industriale m/m MAR 1,10% -1,60%
10.00 ITA Produzione industriale m/m MAR 0,40% 0,01
13.00 EUR Draghi (gov. BCE): discorso al Parlamento olandese
14.30 USA Indice prezzi importazioni a/a APR 4,20%
16.30 USA Scorte greggio DOE (Mln/b) 5 MAG -0,93
23.00 NZD Banca centrale: decisione tassi MAG 1,75% 1,75%
ITA Pubblicazione trimestrale: A2A, Eni, Mediobanca, Poste, Prysmian, UBI. Unicredit, Unipol

gioved 11 maggio 2017


ORA PAESE VALUTA EVENTO PERIODO CONSENSUS PRECEDENTE RILEVANZA

01.50 JAP Bilancia commerciale (Mld ) MAR 798,8 1076,8


10.00 EUR BCE: pubblicazione report mensile
10.30 GBR Produzione industriale m/m MAR -0,50% -0,70%
10.30 GBR Bilancia commerciale (Mld) MAR -3 -3,663
11.00 EUR Commissione UE: pubblicazione previsioni economiche
13.00 GBR BoE: decisione tassi MAG 0,25% 0,25%
13.00 GBR BOE: pubblicazione report inflazione
14.30 USA Prezzi alla produzione a/a APR 2,10% 2,30%
14.30 USA Nuove richieste disocc. (000) 6 MAG 238
EUR Pubblicazione trimestrale: Banco BPM, Enel, Generali, Telefonica, Vivendi

4
Calendario macro

venerd 12 maggio 2017


ORA PAESE VALUTA EVENTO PERIODO CONSENSUS PRECEDENTE RILEVANZA

08.00 GER PIL t/t 1T P 0,70% 0,40%


08.00 GER Inflazione armonizzata APR F 2% 2%
11.00 EUR Produzione industriale m/m MAR 0,40% -0,30%
14.30 USA Inflazione APR 2,30% 2,40%
14.30 USA Salari reali a/a APR 0,30%
14.30 USA Vendite al dett. m/m APR 0,60% -0,20%
16.00 USA Fiducia cons. U.Michigan MAG P 97 97
16.00 USA Scorte societ m/m MAR 0,20% 0,30%
EUR Pubblicazione trimestrale: Allianz, Atlantia

uniniziativa M.F.I.U. Milano Finanza Editori Spa, nei limiti inderogabili di legge, non responsabile per fatti e/o
Milano Finanza Intelligence Unit danni che possano derivare allutente e/o a terzi dalluso dei dati e delle informazioni
Direttore responsabile: Paolo Panerai presenti nella Newsletter. Milano Finanza Editori Spa non garantisce che i dati e le infor-
Analisi a cura di: M. Brambilla, F. Tenini, mazioni presenti nella Newsletter siano completi e/o privi di errori. Il contenuto della
G. Defendi e A. Micheli Newsletter non costituisce attivit di sollecitazione del pubblico risparmio.