Sei sulla pagina 1di 1

Ciao Susanna...

(-ma che fai?!! Le dai del tu?!! manco la conosci!!


-ma...che davo fare? Darle del lei?! Poi sembra che sia vecchia,sarebbe ancora pi maleducato...e poi siamo praticamente coetanei...
-vab...fa come vuoi.)
sai...mi piace come scrivi....b per quello che ho potuto leggere...
tramite internet intendo,purtroppo il tuo libro non l'ho ancora letto...non mi sento pronto in questo momento...
sai,varie questioni di cuore che non mi sono andate bene negli ultimi anni...
e sto cercando di rialzarmi...il mio timore che il tuo libro mi faccia restare in ginocchio,mi faccia ripensare e rimuginare su quello che e non
stato,e sai...non ho pi voglia di star gi...lo legger quando sar nuovamente in piedi. Promesso.
(-se scrivi ancora una volta sai vinci il premio babbeo dell'anno 2016....e siamo solo ad aprile.
-stavolta hai ragione)
Ho letto che ti piacerebbe ricevere una lettera d'amore...
ne ho scritte molte...alcune ho anche avuto il coraggio di mandarle...la maggior parte non hanno ottenuto risposta..
Ma nessuna andata a segno.
piuttosto frustrante la cosa...ma la fortuna dell'amore che non si impara dai propri errori,altrimenti smetteremmo dopo la prima volta.
Mi piacerebbe tanto scriverti una lettera d'amore...ma dovrei prima innamorarmi di te,ed invece non ti conosco nemmeno...
Da quello che scrivi mi verrebbe voglia di abbracciarti forte forte.
Non sono uno scrittore...sono un meccanico...non sono bravo a scrivere,e probabilmente la lettera non sarebbe un granch,ma ho braccia forti e gli
abbracci mi vengono bene!
Ogni tanto butto gi due righe,ma sono solo pensieri sporadici,nulla di che.
Comunque voglio farti un'altra promessa. Se un giorno ti incontrer ti dar un abbraccio. E se mi innamorer ti scriver una lettera d'amore.
Ora ti saluto e ti ringrazio per come sei...sono in treno,sto portando mia nonna a vedere Roma...gi,non l'ha mai vista,e la scorsa settimana mi ha detto
eh vab,vorr dire che morir senza vedere Roma....al ch una fortissima stretta al cuore mi ha fatto pensare -se nel 2016 non sono in grado di
portare mia nonna a Roma,allora posso tagliarmi le palle e buttarle nell'umido.-
(-non pensi di esagerare? una signorina,non mi sembra sia un linguaggio congruo per riferirsi ad una fanciulla
-ma una scrittrice! Capisce quando si necessit di un'immagine forte per spiegare il concetto,mica voglio essere volgare...poi anche se lo fossi...sono
poi solo un meccanico...)
Cos il giorno dopo sono andato a lavoro,ed appena ho visto il mio capo gli ho detto:
-la prossima settimana non ci sono
-perch?
-cause di forza maggiore.
Penso di averlo detto in maniera piuttosto decisa,perch ha annuito senza chiedermi pi nulla.
Ma ora sto divagando...scusa
Ti saluto,e non ti nascondo che in fondo al cuore nutro la speranza di poter parlare con te,guardandoti negli occhi...probabilmente vedrei qualcosa che
non ho ancora mai visto.
Ciao.
(-ti rendi conto di quanti puntini hai usato vero?!
-eh si...ma ne avevo d'avanzo...)