Sei sulla pagina 1di 4

SCALA DIMINUITA

SCALA DIMINUITA

Scala di 8 suoni con la particolare simmetria data dagli intervalli che distano tra di loro

b
b b
12 tono tra SOL e LA

b n
1 tono tra LA e SI

n #
12 tono tra SI e SI
1 tono tra SI e DO
12 tono eccetera

w w
w bw bw (# ) nw #w (b ) nw
=======================
& =l l
Per via della ripetizione costante degli intervalli, nel nostro sistema tonale si generano in tutto solo 3 scale
diminuite che partono dalle note:

#
1. SOL
2. SOL
3. LA

w bw bw nw #w w w w
===============
& =l l
Se continuassimo nella progressione,

# b
1) troveremmo che la scala successiva
che inizia da LA (o SI ) contiene le

w w w bw w #w b
stesse note della scala che parte da

2) #w w
===============
& =l l
SOL e che sale a LA (la n. 1). Per
questo motivo viene chiamata scala

w
(o modo) a trasposizione limitata.

bw w bw bw nw #w
Nella pratica, segue le caratteristiche

3) w
===============
& =l l
di trasposizione degli accordi di
settima diminuita.

Normalmente la scala diminuita viene catalogata come diminuita semitono-tono o tono-semitono.


Questordinamento ha senso se la si considera in relazione alle armonie sulle quali si pu usare.

CORRELAZIONE CON GLI ACCORDI


Gli accordi su cui la scala diminuita si utilizza sono essenzialmente due:

1. laccordo di 7 (di dominante)


2. laccordo di 7 diminuita (il diminuito).

Infatti, mettendo in relazione questa scala con un accordo di 7 di dominante si generano le seguenti note
di tensione:

bw nw #w w w w
w bw
=======================
& =l l

b9 #9 b5 13
(#4) (6)
(#11)

- Pag. 68 -
SCALA DIMINUITA

che complessivamente formano la sigla:


La densit di questa sigla solo da interpretare
come somma totale delle note di tensione che
 b 9 # 9
G7 
b 5

1 3
sono fornite dalla scala diminuita, non come sigla
di normale utilizzo (anche se sempre possibile
utilizzarla in questo senso, volendo).

b # #
Lindicazione di 5 sinonimo di 4 oppure 11 (vedi indicazione in altra parte del metodo), cos

come la 13 sinonimo di 6.

Da questa sigla, cos complessa, si possono estrarre altre sigle pi piccole e utilizzabili spesso, cos come
sono proposte dalle raccolte di brani, dalle trascrizioni e dai normali arrangiamenti. Ad esempio, limitandosi
ad un massimo di due tensioni oltre alla settima, i colori armonici possono essere:

(b9) (#9) (b5) ( 13 ) ( 6)


G7 ; G7 ; G7 ; G 7( # 4 ) ; G 7 ; G7 ( ) ; G 7( ) ; G 7( ) ; etc
; G7 b9
13
#9
# 11
13
b5

Quindi, i consigli pratici per cercare la giusta scala diminuita sono:

1. Su un accordo di dominante (con i colori armonici sopra descritti) usiamo una scala diminuita
che parte dalla fondamentale dellaccordo e sale di semitono (seguir il tono, ecc.).
2. Su un accordo di 7 dim. usiamo una scala diminuita che parte da una nota qualunque
dellaccordo e sale di tono (seguir il semitono, ecc.).

Oltre ai classici sistemi di organizzazione dei pattern, esiste la possibilit di crearne di propri col seguente
sistema. Nella scala diminuita esistono tutti gli intervalli possibili:

1) 2 minore (o 1 eccedente),
2) 2 maggiore,
3) 3 minore (o 2 eccedente),
4) 3 maggiore,
5) 4 giusta,
6) 4 eccedente (o 5 diminuita),
7) 5 giusta,
8) 5 eccedente (o 6 minore),
9) sesta maggiore,
10) settima minore (o sesta eccedente),
11) settima maggiore (a volte chiamata come 8 diminuita),
12) ottava giusta.

Ciascuno di questi intervalli possiede la caratteristica dessere presente nella scala per quattro volte (come
peraltro ogni elemento che riguarda la scala diminuita) e addirittura alcuni di questi, la 3 min., la 4 ecc. (o
5 dim.) e la 6 magg. propongono ben otto combinazioni!

La tabella degli intervalli che segue, riporta le combinazioni appena citate (nel nome, in alcuni casi, usata
liberamente la scrittura enarmonica):

- Pag. 69 -
SCALA DIMINUITA

1 2 3 4
#
2 min.
b
l=========================
& #
l l


ll ll =l l
l
l #


b b
n
l l ( )

ll
l=========================
& ll =l l
2 magg.

l b (n)

b
l=========================
&

ll # (n) l l b l l (n) =l l
3 min. l
b_
l #
L=========================
l & l l l l l l =l l
l
b #

b

3 magg. l
&
========================= l l ll ll =l l
l b_
l b

n



( )
4 giusta
& b
l========================= l l (n) ll ll =l l
l b (n)


l=========================
& ll b ll b
ll ( n )

=l l
5 dim (o 4 ecc.) l b_
l
b_ (n)_
#
Ll=========================
& ll ll ll =l l
l

b_
_


b

5 giusta l
&
========================= l l b ll ll =l l
l b_ b__
l


5 ecc. o 6 min. #
l=========================
& ll ll ll =l l
l









b
b_

&
l========================= l l b l l b ll =l l
6 magg.
l
#
l n
( )

( n )


b

&
Ll========================= l l ll ll =l l
l b_ _ __

b #


7 min. l

=========================
& ll ll ll =l l
l ___
l b_ #__

b




7 magg.
l=========================
& l l ll ll =l l

- Pag. 70 -
SCALA DIMINUITA

Questo materiale melodicamente ricchissimo per creare fraseggio ovunque si possa utilizzare la scala
diminuita.

I numeri, da 1 a 4, riportati sopra le combinazioni intervallari designano la possibilit di creare


formule melodiche che possiamo definire permutazioni, in relazione alle combinazioni che
seguono:

1234 2341 3412 4123

1243 2431 3124 4312

1324 2413 3241 4132

1342 2134 3421 4213

1423 2314 3142 4231

1432 2143 3214 4321

Il risultato finale fornisce migliaia di combinazioni melodiche possibili e realizzabili per il fraseggio
improvvisativo che ciascuno potr sperimentare per proprio conto.

Esistono inoltre altre fonti di possibili accostamenti intervallari altrettanto vaste quanto questa:
sufficiente utilizzare, relativamente ad ogni combinazione dintervallo proposta, luso del retrogrado:

Es.: se lintervallo composto dalle note SOL-LAb (ascendente, come il n. 1 della prima riga nella tabella
della pagina precedente), rendendolo retrogrado (speculare) lo trasformeremo in LA-SOL (discendente), e
cos per tutte le combinazioni di intervalli presenti nello schema.

Si creer una nuova pagina di combinazioni che forniranno altrettante possibilit di lavoro.

Esagerando, qualcuno potrebbe avere la voglia (spaventoso per la mole concreta di lavoro) di provare le
combinazioni possibili tra elementi originali e retrogradi.

- Pag. 71 -