Sei sulla pagina 1di 15

Formulario di

Tecnica delle Costruzioni


Christian Lorenz & Ivano Bettega
29 aprile 2017

Parte I
Costruzioni in Calcestruzzo
1 Verifica a flessione e a sforzo normale
eccentrico
1.1 Sezione rettangolare in CLS doppiamente armata,
flessione pura
1.1.1 Verifica SLE
Dati: caratteristiche geometriche di sezione e armature, momento.
Incognite: C , S , S0 , x.
Asse neutro (distanza dal lembo compresso):
s !
0 00
n 2b (A d + AS d)
x = (AS + A0S ) 1 + 1 + S
(1)
b n(A0S + AS )2

Sforzo massimo nel calcestruzzo:


 1
1 2 x 00 00 0
C = M x bx (d ) + n(x d )(d d )AS (2)
2 3
Sforzo massimo nellacciaio teso:
dx
S = nC (3)
x
1
Sforzo massimo nellacciaio compresso:
x d00
S0 = nC (4)
x

1.1.2 Progetto SLE


Dati: M, CR , SR , S0R , d0 .
Incognite: b, d, AS , A0S , x, d00 .
Rapporto di armatura (fissato dal progettista):
def A0S
= (5)
AS
Nei casi usuali [0.1, 0.2].
Rapporto fra interasse delle barre e altezza utile (fissato dal progettista):
def d00
00 = (6)
d
Costante s (dipendente dai materiali):
nCR
def
s = (7)
nCR + SR
Per semplicit`a di notazione, definiamo alcune costanti:
def 2 def s 00 def 3 def s
c1 = ; c2 = ; c3 = 1 ; c4 = 00 (8)
s CR 1s s 3
Altezza utile d o base b (una delle due deve essere fissata a priori):
r
M
d = r0 (9)
b
0
Costante r (dipendente da geometria e materiale):
s
def c1 (1 c2 )
r0 = (10)
c3 + c2 c4
Se sia la base sia laltezza della sezione sono note, calcoliamo il rapporto di
armatura (che risulta spesso negativo):
M c1 c3 bd2
= (11)
c2 (M c1 + bd2 c4 )
Area di armatura al lembo teso:

Mb 1
AS = (12)
SR 0
r c3 + c2 c4

2
1.2 Sezione rettangolare in CLS doppiamente armata,
sforzo assiale eccentrico
1.2.1 Verifica SLE
Dati: tutte le caratteristiche geometriche di sezione e armature, mo-
mento, sforzo normale.
Incognite: C , S , S0 , x.

Area ideale del calcestruzzo:

Aic = bh + n (A0s + As ) (13)

Momento di inerzia della sezione (non parzializzata):


2 2
bh3
 
h h
Inn = 2
+ bhyG + nA0s + yG d00 + nAs y G d0 (14)
12 2 2

Baricentro della sezione omogeneizzata:


bh2
h 2
+ nA0s (h d00 ) + nAs d0
yG = (15)
2 bh + nA0s + nAs

Valore critico di eccentricit`a (rispetto al baricentro della sezione omogeneizzata):


 1
Inn h
elim = yG (16)
Aic 2

Piccola eccentricit`a:
Momento con effetti delleccentricit`a di N :

M = M + N yG (17)

Massima compressione del calcestruzzo:

M
 
N h
csup = + + yG (18)
Aic Inn 2

Minima compressione del calcestruzzo:

M
 
N h
cinf = yG (19)
Aic Inn 2

3
Compressione delle armature superiori:
M h
  
0 N 00
s = n + + yG d (20)
Aic Inn 2
Trazione delle armature inferiori:
M h
  
N 0
s = n yG d (21)
Aic Inn 2
Grande eccentricit`a:
Distanza tra lembo superiore e centro di pressione (distanza dal lembo infe-
riore se la sezione `e tenso-inflessa)1 :

M h
d0 = (22)
N 2
Equazione dellasse neutro (distanza dal lembo compresso):
b 3 bd0 2
pressoflessione: x + x + (c1 + c2 )x c1 d00 c2 d = 0
6 2 (23)
b 3 b(d0 + h) 2 00
tensoflessione x x (c3 + c4 )x + c3 d + c4 d = 0
6 2
dove:
c1 = nA0s (d0 + d00 ) c2 = nAs (d0 + d)
0 00 (24)
c3 = nAs (d0 + h d ) c4 = nAs (d0 + d0 )
Momento statico della sezione parzializzata:
bx2
Snn = + n(x d00 )A0s + n(x d)As (25)
2
Massima compressione nel calcestruzzo:
N
csup = x (26)
Snn
Compressione nelle armature superiori:
N
s0 = n (x d00 ) (27)
Snn
Trazione nelle armature inferiori:
N
s = n (d x) (28)
Snn
1
Convenzione di segno su N:
N > 0 se pressoflessione
N < 0 se tensoflessione

4
1.2.2 Progetto SLE
Incognite le aree darmatura:
Area delle armature superiori:
00 1 R x 00

N (d 0 + d ) + 2
c bx 3
d
pressoflessione


sR (d d00 )

As = 00 1 R x 00
 (29)
N (d 0 + h d ) +
2 c
bx 3
d

tensoflessione
sR (d d00 )

Area delle armature inferiori:


1 R x

N (d 0 + d)
2 c
bx d 3


R 1 d00 (d d00 )
 pressoflessione
n

A0s = c
0
x
1 R (30)
c bx d x3

N (d 0 + d ) 2

00  tensoflessione
ncR 1 dx (d d00 )

Asse neutro:
ncR
 
x= d (31)
ncR + SR
Incognite base e area darmatura tesa:
Area darmatura tesa:
x

N d 0 + 3
pressoflessione


R d x  + R x d00  xd00

s 3 s 3 dx
As = x
 (32)
N d 0 + h 3

xd00
tensoflessione
s d x3 + sR x3 d00
R   
dx

Base della sezione:


00 
N (d + d0 ) ncR 1 dx As (d d00 )

1 R x
 pressoflessione
x d

b= 2 c 3 00  (33)
0
N (d + d0 ) n R
c 1 d
x
As (d d00 )

1 R
tensoflessione
x d x3

2 c

Incognite altezza e area darmatura tesa (sezione pressoinflessa):


Occorre risolvere il seguente sistema di equazioni rispetto a d e As :
00

1 cR bsd + ncR As sd d sR As = N

2
sd
sd d00
1 sd
(d0 + d00 ) sR As (d0 + d) = 0
R
 R
c bsd d0 +

+ nc As
2 3
sd
(34)

5
dove:
M d + d0 ncR
d0 = ; s= (35)
N 2 ncR + SR

Incognite altezza e area darmatura tesa (sezione tensoinflessa):


Occorre risolvere il seguente sistema di equazioni rispetto a d e As :
00

1 cR bsd + ncR As sd d sR As = N

2
sd 00
1 cR bsd d0 + h sd + ncR As sd d (d0 + h d00 ) sR As (d0 + d0 ) = 0

2 3
sd
(36)
dove:
M d + d0 ncR
d0 = ; s= (37)
N 2 ncR + SR

1.3 Verifica SLU


Supponiamo le seguenti ipotesi:

M > 0 se tende le fibre inferiori;


N > 0 se di compressione;
> 0 se di compressione;
c

> 0 se di trazione.
s

Nei calcoli assumiamo i seguenti valori numerici:

deformazione ultima calcestruzzo: = 3.5 ;


cu

deformazione ultima acciaio teso: = 10 ;


su

deformazione ultima acciaio compresso: = 10 ;


0
su

deformazione elastica calcestruzzo: = 2 ;


c2

deformazione elastica acciaio teso: = 1.9 ;


se

deformazione elastica acciaio compresso: = 1.9 ;


0
se

esponente del legame elastico parabola-rettangolo del CLS: n = 2.


Distinguiamo 6 diversi campi di crisi:

6
1.3.1 Campo 1
Crisi armatura lato inferiore, sezione tutta tesa.
Asse neutro:
< x 0
(38)
< 0
Divisione tra campo 1A e 1B:

su d00 + 0se d
x1AB =
su + 0se
(39)
su 00 + 0se
1AB =
su + 0se

Tensione armature superiori:


0
fyd  campo 1A
0
d00 x

s = (40)
Es su campo 1B
dx

Sforzo normale resistente:

Nrd = (As fyd + A0s s0 ) (41)

Momento flettente resistente:


   
h 0 0 0 h 00
Mrd = As fyd d As s d (42)
2 2

1.3.2 Campo 2
Crisi armatura lato inferiore, sezione in parte tesa e in parte compressa.
Asse neutro:  
cu
0<x d
cu + su
  (43)
cu
0< 0.25926
cu + su
Divisione tra campo 2A e 2B:

su d00 0se d
x2AB =
su 0se
(44)
su 00 0se
2AB =
su 0se

7
Coefficienti e :
 
su

= 3c2 su
1 32c2 1



su


4c2 c c2
1

=  


su

4 3c2

(45)
1


c2 (1 )
= 1


3su c2 c cu
2
(6 su + 4su c2 + 2c2 ) 2 22c2 + 2c2 4su c2
=


4su [(3su + c2 ) c2 ]

Tensione armature superiori:


 00 
d x

E campo 2A
s su
s0 = dx (46)
0
fyd

campo 2B

Sforzo normale resistente:

Nrd = bxfcd As fyd A0s s0 (47)

Momento flettente resistente:


     
h 0 0 h 00 h 0
Mrd = bxfcd x As s d + As fyd d (48)
2 2 2

1.3.3 Campo 3
Crisi del CLS al lembo superiore, armature tese in campo plastico.
Asse neutro:    
cu cu
d<x d
cu + su cu + se (49)
0.25926 < 0.64815
Divisione tra campo 3A e 3B:
 
cu
x3AB = 0
d00
+ se
 cu  (50)
cu
3AB = 00
cu + 0se

8
Coefficienti e :
= 0.80952
(51)
= 0.41597
Tensione armature superiori:
 00 
d x

E campo 3A
s cu
s0 = x (52)
0
fyd

campo 3B

Sforzo normale resistente:

Nrd = bxfcd As fyd A0s s0 (53)

Momento flettente resistente:


     
h 0 0 h 00 h 0
Mrd = bxfcd x As s d + As fyd d (54)
2 2 2

1.3.4 Campo 4
Crisi del CLS al lembo superiore, armature tese in campo elastico.
Asse neutro:  
cu
d<xd
cu + se (55)
0.64815 < 1
Divisione tra campo 4A e 4B:
 
cu
x4AB = d00
cu + 0se
  (56)
cu
4AB = 00
cu + 0se
Coefficienti e :
= 0.80952
(57)
= 0.41597
Tensione armature superiori e inferiori:
 
dx
s = Es cu
x
 00 
d x

0 = E (58)
s s cu campo 4A
x
0 0
s = fyd campo 4B

9
Se esistono, il limite tra i campi 4A e 4B ha espressione identica alla 50.
Sforzo normale resistente:

Nrd = bxfcd As s A0s s0 (59)

Momento flettente resistente:


     
h 0 0 h 00 h 0
Mrd = bxfcd x As s d + As s d (60)
2 2 2

1.3.5 Campo 5
Crisi del CLS al lembo superiore, armature tutte compresse con asse neutro interno.
Asse neutro:
d < x d + d0
(61)
1 < 1 + 0
Coefficienti e :
= 0.80952
(62)
= 0.41597
Tensione armature superiori e inferiori:
 
dx
s = Es cu
x (63)
0 0
s = fyd

Sforzo normale resistente:

Nrd = bxfcd As s A0s s0 (64)

Momento flettente resistente:


     
h 0 0 h 00 h 0
Mrd = bxfcd x As s d + As s d (65)
2 2 2

1.3.6 Campo 6
Crisi del CLS al lembo superiore, armature tutte compresse con asse neutro ester-
no.
Asse neutro:
d + d0 < x <
(66)
1 + 0 < <

10
Divisione tra campo 6A e 6B e centro del fascio:
 
cu c2
t= h
cu
0.42857 (67)
 
se t + c2 d
x6AB =
c2 se
Coefficienti e :
"  2 #
1 1 t/h
= 3cu c2
3cu t/h
 2  
1 c2 1 t/h c2
+ (68)
2 3cu t/h 4cu 1
= "  2 #
1 1 t/h
3cu c2
3cu t/h
Tensione armature inferiori:
 
dx

E campo 6A
s c2
s = xt (69)
fyd

campo 6B
Sforzo normale resistente:
Nrd = bhfcd As s A0s fyd
0
(70)
Momento flettente resistente:
     
h 0 0 h 00 h 0
Mrd = bhfcd h As fyd d + As s d (71)
2 2 2

2 Verifica a taglio
2.1 Calcolo elastico della sezione
Equilibrio concio di trave: (
q = dV
dz
dM
(72)
V = dz
Calcolo delle tensioni tangenziali (formula di Jourawski):
V
= S
Inn b nn
Z x (73)

Snn = bydy
y

11
2.1.1 Sezione rettangolare semplicemente armata
Posizione dellasse neutro !
r
nAs 2bd
x= 1 + 1+ (74)
b nAs

Momento dinerzia bx3


Inn = + nAs (d x)2 (75)
3
Momento statico

b 2 2
2 (x y ) 0 y x

2
Snn = bx2 xd<y 0 (76)

0 xhy xd

2.1.2 Sezione rettangolare doppiamente armata


Posizione dellasse neutro
" s #
n(As + A0s ) 2b(A0s d00
+ As d)
x= 1 + 1+ (77)
b n(As + A0s )2

Momento dinerzia
bx3 2
Inn = + nAs (d x)2 + nA0s (x d00 ) (78)
3

Momento statico
x d00 < y x
b 2

2
(x y 2 )
b (x2 y 2 ) + nA0 (x d00 )

0 y x d00
s
Snn = 2bx2 0 00
(79)
+ nAs (x d ) xd<y 0
2


0 xhy xd

2.2 SLE - tensioni ammissibili


Progetto dellarmatura a taglio
V p
Asw = (80)
z sR (sin + cos )

12
Tensione nel puntone di calcestruzzo
2V
c = (81)
z b (1 + cot )

z: braccio della coppia interna


: angolo di inclinazione dellarmatura a taglio
p: spaziatura dellarmatura a taglio

2.2.1 Normativa
Decreto Ministeriale del 92

punto 3.1.4: Tensioni tangenziali ammissibili nel calcestruzzo


punto 5.3.2: Staffe
2.3 Verifica SLU
2.3.1 Effetto pettine
Calcolo della resistenza della trave senza armatura a taglio:

VRd,c = min{VRd,1 ; VRd,2 } (82)

crisi del dente: VRd,1 = 0.28 b z fct


(83)
crisi del corrente: VRd,2 = 1.62 b x fct

2.3.2 Verifica dellarmatura a taglio


Necessaria se VEd > VRd,c ; forza tagliante massima (EC2 formule 6.13 e 6.14):

V = min{VRd,s ; VRd,max } (84)

dove:
Asw
taglio trazione: VRd,s = zfywd (cot + cot ) sin
s   (85)
cot + cot
taglio compressione: VRd,max = cw bw z1 fcd
1 + cot2

13
2.3.3 Normativa
Eurocodice 2

punto 6.2: resistenza a taglio


punto 9: armatura a taglio
NTC 2008

2.4 Approfondimenti
2.4.1 Traslazione diagramma dei momenti
z
x = (cot cot ) (86)
2
La normativa ammette z 0.9 d.

2.4.2 Taglio in travi ad altezza variabile


Caso di taglio positivo e altezza che aumenta verso le x positive
dM dz
V = C = V Ts tan (87)
dx dx
Per altre configurazioni, adattare i segni di conseguenza.

14
Indice

I Costruzioni in Calcestruzzo 1
1 Verifica a flessione e a sforzo normale eccentrico 1
1.1 Sezione rettangolare in CLS doppiamente armata, flessione pura . . 1
1.1.1 Verifica SLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1
1.1.2 Progetto SLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2
1.2 Sezione rettangolare in CLS doppiamente armata, sforzo assiale
eccentrico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3
1.2.1 Verifica SLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3
1.2.2 Progetto SLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5
1.3 Verifica SLU . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6
1.3.1 Campo 1 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
1.3.2 Campo 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
1.3.3 Campo 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
1.3.4 Campo 4 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9
1.3.5 Campo 5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10
1.3.6 Campo 6 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10

2 Verifica a taglio 11
2.1 Calcolo elastico della sezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11
2.1.1 Sezione rettangolare semplicemente armata . . . . . . . . . . 12
2.1.2 Sezione rettangolare doppiamente armata . . . . . . . . . . . 12
2.2 SLE - tensioni ammissibili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12
2.2.1 Normativa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
2.3 Verifica SLU . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
2.3.1 Effetto pettine . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
2.3.2 Verifica dellarmatura a taglio . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
2.3.3 Normativa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
2.4 Approfondimenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
2.4.1 Traslazione diagramma dei momenti . . . . . . . . . . . . . 14
2.4.2 Taglio in travi ad altezza variabile . . . . . . . . . . . . . . . 14

15