Sei sulla pagina 1di 7

CRITERI GEOMETRICI DI MOBILIT 32

REGOLA DI GRASHOF

Meccanismo Grashof.
Il membro pi corto
(manovella) collegato al
telaio ed movente.
Il moto di tutti i membri
univocamente determinato
dalla posizione della
manovella

m M i1 i2

M. Callegari, P. Fanghella, F. Pellicano, Meccanica Applicata alle Macchine 2013 De Agostini Scuola
CRITERI GEOMETRICI DI MOBILIT 33

REGOLA DI GRASHOF

Meccanismo Grashof.
Il membro pi corto il
telaio.
I due membri collegati al
telaio possono compiere
moto rotatorio continuo
(rotazione di 360 gradi)

M. Callegari, P. Fanghella, F. Pellicano, Meccanica Applicata alle Macchine 2013 De Agostini Scuola
CRITERI GEOMETRICI DI MOBILIT 34

REGOLA DI GRASHOF

Meccanismo Grashof.
Il membro pi corto
(manovella) collegato
al telaio. Laltro membro
collegato al telaio
movente.

Il moto di tutti i
membri non
univocamente
determinato dalla
posizione del
bilanciere.
Non ammesso
moto rotatorio
continuo del
movente.

M. Callegari, P. Fanghella, F. Pellicano, Meccanica Applicata alle Macchine 2013 De Agostini Scuola
CRITERI GEOMETRICI DI MOBILIT 35

REGOLA DI GRASHOF

Meccanismo Grashof.
Il membro pi corto la
biella, che qui pu avere
rotazione continua.
I due membri collegati al
telaio possono compiere
moto rotatorio alterno.
La posizione
univocamente determinata
dalla biella, ma non dal
movente.

M. Callegari, P. Fanghella, F. Pellicano, Meccanica Applicata alle Macchine 2013 De Agostini Scuola
CRITERI GEOMETRICI DI MOBILIT 36

REGOLA DI GRASHOF

Meccanismo
non-Grashof.
Nessun membro pu
compiere moto
rotatorio continuo.
Tre bilancieri.

M. Callegari, P. Fanghella, F. Pellicano, Meccanica Applicata alle Macchine 2013 De Agostini Scuola
CRITERI GEOMETRICI DI MOBILIT 37

REGOLA DI GRASHOF

Meccanismo
non-Grashof
(condizione limite).
Quando le cerniere
sono allineate si
determina un punto
singolare; il cedente
pu proseguire il
moto su due distinti
percorsi
(biforcazione).

M. Callegari, P. Fanghella, F. Pellicano, Meccanica Applicata alle Macchine 2013 De Agostini Scuola
CRITERI GEOMETRICI DI MOBILIT 38

REGOLA DI GRASHOF

In tutti i quadrilateri di Grashof sono sempre


possibili due tipi di movimento ottenibili staccando
fisicamente biella e manovella (o altri due membri) e
ricollegandole in una nuova configurazione

M. Callegari, P. Fanghella, F. Pellicano, Meccanica Applicata alle Macchine 2013 De Agostini Scuola