Sei sulla pagina 1di 2

TORCICOLLO CONGENITO

Per torcicollo congenito si intende una contrattura unilaterale dello SCOM, con inclinazione
omolaterale della testa e rotazione del mento dal lato opposto. Si presenta per 3 cause: idiopatiche
(senza alcuna causa), ereditarie (genetiche) e acquisite (secondariamente ad un danno muscolare e
al SNC). Nello sviluppo fetale, viene causato da malposizionamento della testa nell'utero, da danno
prenatale al muscolo o da un'alterazione del flusso ematico nella regione del collo. Sebbene le cause
dirette non siano ancora conosciute, il torcicollo congenito pu essere considerato come una
sindrome compartimentale dello SCOM, secondaria ad ostruzione venosa con presenza, all'esame
istologico, di edema, fibrosi e ostruzione venosa.
Malformazioni ossee associate: sindrome di Klippel-Feil (limitazioni del mov del collo per fusione
di 1 o + vertebre cervicali), ipoplasia della massa laterale della vertebra C1 e anomalie atlanto-
occipitali. L'assenza di una contrattura deve indicare la possibile presenza di anomalie ossee
sottostanti.
Visita pediatrica: necessario ricercare nella prima visita post-natale il torcicollo congenito,
associato a plagiocefalia e asimmetria facciale. Infatti, un neonato che presenta un torcicollo, a
rischio per lo 0,3% di sviluppare la plagiocefalia asimmetria mandibolare monolaterale, scoliosi e
deformit dei piedi, ma anche una dislocazione dell'anca, con un'incidenza massima del 20%.
Fattori di rischio: madre primipara, peso elevato, sesso maschile, presentazione podalica,
gravidanza multipla, anomalie uterine materne.
Posizione del feto: nell'ultimo trimestre della gravidanza i neonati assumono una posizione
particolare, appoggiandosi con la schiena al fianco sinistro della madre, con la testa voltata o
piegata verso destra, il tutto in uno spazio notevolmente ridotto. Il neonato con torcicollo invece,
quello che trascorre un certo numero di settimane con la testa piegata contro la spalla omolaterale,
determinando un accorciamento, una fibrosi o una lesione dello scom, e la madre spesso parla di un
feto che in utero si trova bloccato in un'unica posizione con la schiena sempre dallo stesso lato, e la
testa girata sempre sullo stesso lato. La contrattura pi grave nei bambini con posizione podalica
che in quelli con posizione di vertice, perch risultano imprigionati in un'unica posizione per un
periodo di tempo pi lungo, e perch la testa spinta per un periodo pi lungo contro una superficie
piatta. Un ulteriore fattore di rischio rappresentato dalle gravidanze gemellari.
Dopo la nascita: le madri riferiscono che durante l'allattamento il neonato non riesce a girare la
testa per succhiare. Infatti il neonato bloccato presenta: plagiocefalia, disallineamento degli occhi,
asimmetria delle orecchie, depressione del collo sotto le orecchie, appiattimento della mandibola,
inclinazione verso l'alto della mandibola e della linea gengivale, elevazione dell'articolazione ATM,
e limitato movimento del collo.

Caratteristiche
-Occhi: quello dal lato della muscolatura colpita pi piccolo e in posizione superiore rispetto al
controlaterale a causa della pressione sulla guancia.
-Orecchio: dal lato affetto si presenta in posizione pi alta ed anteriore per la pressione della spalla,
e sotto l'orecchio c' una depressione dovuta alla spalla. E' sporgente o accartocciato (a pipistrello);
quello dal lato controlaterale piatto per il contatto con l'utero.
-Mandibola: appiattita e l'ATM sollevata. Durante il pianto la mimica facciale alterata. Il
bambino preferisce tenere la testa voltata verso un lato, e per valutarne la mobilit occorre ruotare e
inclinare la testa del bambino.

Comporamento del bambino: preferisce ruotare o inclinare la testa da un lato, e preferisce attaccarsi
ad un seno piuttosto che ad un altro
Esercizi:quando sveglio, metterlo sulla pancia e farlo giocare in quella posizione, variando il pi
possibile la posizione nella culla, tra le braccia e durante l'allattamento. Quando non in macchina
non usare il seggiolino come contenitore.
-Ruotare delicatamente la testa spostando il mento in direzione della spalla. Mantenere la posizione
per 10'' 3 volte per lato. Inclinare lentamente la testa in modo che l'orecchio vada sulla spalla, per
10'' 3 volte per lato.
-Stretching, il padre deve sedere con la schiena poggiata al muro e le gambe flesse. Il bambino
dev'essere posto in grembo, sulla schiena, e le gambe piegate.
-Stretching scom sinistro: spingere sulla spalla sx del neonato in basso con la mano dx, posizionare
la mano sx sul punto pi alto del lato sx della testa e lentamente portarla verso la spalla dx.
Mantenere la posizione per 10'' per 15 volte 4/6volte al d.
Mettere il braccio sx sulla spalla dx del neonato e prendere la testa con la mano a coppa. Con la
mano dx tenere la punta del mento, e lentamente ruotare la faccia del bambino a sx.
-Bambino prono, farlo giocare con giocattoli posti dal lato della lesione.
-Stretching scom sx: allontanare la faccia del bambino dalla propria, sdraiato su di un lato con
l'orecchio sx sul braccio sx. Mettere il braccio dx tra le gambe del bambino e sostenerne il peso.
Accudire il bambino il pi possibile in questa posizione.

Terapia chirurgica
I risultati sono buoni, sebbene il rimodellamento della plagiocefalia possa essere pi lento nei
bambini pi grandi. L'allungamento bipolare del muscolo da risultati migliori.