Sei sulla pagina 1di 51

GLI ELEMENTI DI UN OBIETTIVO BEN FORMULATO

Il modello SMART descritto nella lezione precedente ci racconta solo


una parte della storia. Per un'impostazione realmente efficace degli
obiettivi necessario seguire le linee guida della Pnl, conosciute
come "gli elementi di un obiettivo ben formulato".

Questi elementi rappresentano dei veri e propri criteri di verifica da


applicare ai vostri obiettivi e risultano fondamentali per assumere un
comportamento efficace di successo.

2
L'obiettivo quello di farli diventare un'abitudine di pensiero
sovrapponibile ai criteri SMART . Abbiamo ridotto a sei elementi la
lista dei criteri da applicare ai vostri obiettivi:

1. formulate l'obiettivo in modo positivo

2. contestualizzate il vostro obbiettivo

3. esprimete l'obiettivo in termini specifici sensoriali

4. scegliete un obiettivo da portare a termine personalmente

3
5. valutate onestamente gli effetti del raggiungimento del
vostro obiettivo

6. scegliete un obiettivo degno

In questa lezione spiegheremo questi punti per poi suggerire una


serie di domande che vi aiuteranno ad applicarli. Questo permetter
che ogni obiettivo fissato abbia le migliori possibilit di successo.

4
Potreste scoprire che alcuni dei vostri obiettivi presentano aspetti di
cui non siete consapevoli e che potrebbero determinarne il successo o
fallimento. La cosa fondamentale non preoccuparsi delle risposte,
ma porsi semplicemente delle domande.

DOMANDA

Obiettivo confermato obiettivo non confermato

Cambiare punto di vista

5
Elencate i Vostri Obiettivi

Elencate i vostri obiettivi, desideri o aspettative, prima di apprendere


queste regole. Applicandole a obiettivi della vita reale, le
comprenderete meglio e ne trarrete immediatamente beneficio,
aumentando le vostre possibilit di successo.

Man mano che applicate le regole e vi ponete delle domande,


correggete, se necessario, gli obiettivi che avete annotato. In qualche
caso potreste dover abbandonare del tutto l'obiettivo. Ostinarsi
testardamente su un obiettivo con poche possibilit di successo ha

6
poco senso. Siate pronti subito a fissare nuovi obiettivi. Potreste
anche scoprire di poter raggiungere il vostro desiderio pi profondo
in un modo diverso.

7
1.

FORMULATE LOBIETTIVO IN MODO POSITIVO

Ci che occupa maggiormente la vostra mente, intenzionalmente e


non, tende a trasformarsi in comportamento in realt

Le persone quando vengono interrogate sui propri obiettivi non


rispondono dicendo ci che vogliono ma ci che non vogliono".

Per prima cosa affermate ci che volete, in positivo. Considerato il


funzionamento del cervello, l'espressione di un obiettivo in termini
negativi pu avere esattamente l'effetto opposto.
8
Es: i genitori ai figli dicono sempre cosa non devono fare: "non
saltellare, non versarlo, non fare questo e quello"

Ci non per soltanto per i bambini, ma anche per gli adulti.

Es: un giocatore di cricket incitato a "non perdere la palla", mentre


questa in volo far probabilmente proprio questo. Penser a perderla
piuttosto che ad afferrarla. Il pensiero negativo si auto realizza.

9
Per capire ci che non volete, dovete fare una sorta di
rappresentazione mentale, includendo probabilmente un'immagine di
ci che temete: la nostra mente utilizza le stesse immagini mentali
come obiettivo presunto. Cos ci che non si vuole si trasforma quasi
inevitabilmente in realt.

Pur non comprendendo tutti i meccanismi neurologici coinvolti


quest'aspetto del nostro modo di percepire le cose spesso affascina le
persone.

10
Es: per non pensare al piede sinistro dovete per forza pensarci per
comprendere cosa non bisogna pensare.

Quando si tratta del raggiungimento degli obiettivi l'istintiva


immagine negativa interna pu fare dei danni prima che riusciate ad
applicare l'ingiunzione negativa. Analogamente gli ansiosi cronici
tendono a vivere le proprie paure come una profezia che si auto
realizza, confermando i loro peggiori pensieri e continuando a

11
realizzare puntualmente proprio ci che non volevano (te lo avevo
dettoche sarebbe accaduto).

Come non pensare a ci che non si vuole?

Rappresentate solo ci che volete, in visioni, suoni sensazioni.


Secondo alcuni studi recenti sul sistema nervoso sembra sia possibile
pensare coscientemente soltanto ad una manciata di cose
contemporaneamente. Pertanto concentratevi solo sull'immagine di
ci che volete, escludendo i pensieri su come raggiungerlo.

12
Portate avanti una fase alla volta. una questione di esercizio.

Iniziate a formulare con altre parole le vostre intenzioni, per renderle


pi positive. Ci richiede pi che una semplice inversione, ma un
linguaggio e una sintassi in grado di influenzare adeguatamente la
vostra mente, proprio come vivide immagini mentali.

Provate, con desideri, obiettivi, auguri o qualsiasi altra cosa senza


pensarci troppo. Controllate si vi siete espressi in modo positivo. In
caso negativo, riscriveteli in termini positivi.

13
Se non sapete ci che volete prendetevi un po' di tempo per pensare
ci che davvero potrebbe essere il vostro obiettivo positivo.

Potreste pensare diverse cose che volete e che non vi erano venute in
mente, piuttosto che alla cosa con la quale avevate iniziato che invece
non desiderate pi.

14
Domande di Valutazione dellobiettivo

Porvi queste domande vi aiuter a chiarire i vostri obiettivi e ad


esprimerli positivamente. Con la pratica prenderete l'abitudine al
pensiero positivo pratico, una delle regole di un obiettivo ben
formulato

Cosa voglio?

Cosa spero di cambiare in questo momento?

Quale risultato voglio tenere?

15
Cosa vorrei raggiungere?

Cosa vorrei cambiare?

Cosa voglio fare in modo diverso?

Ho in mente un obiettivo?

Quale obiettivo in mente?

Cosa vorrei fare?

Quindi, avanti, pensiamoci, voglio

16
2.

CONTESTUALIZZATE IL VOSTRO OBIETTIVO

ci che vedete, sentite e provate dentro di voi

un assaggio di ci che accadr realmente

Quando, dove e con chi volete realizzare questo obiettivo? Una volta
che avete scritto e chiarito i termini positivi, il vostro obiettivo adesso

17
questo obiettivo former la realt interna, una copia cianografica
multisensoriale di ci che create.

Il vostro obiettivo deve essere "registrato" come realistico: la vista


l'udito, le sensazioni non hanno luogo nel vuoto, ma in un contesto.

- Volete realizzarlo solo sul lavoro o mentre vi dedicate al vostro


hobby?

- Sono implicate altre persone?

- Volete realizzarlo in un particolare edificio o in una stanza?

18
Se siete incerti sul contesto, applicate le seguenti domande:

COSA?

DOVE?

QUANDO?

CHI?

Immaginate o provate mentalmente ognuna delle risposte man


mano che rispondete. I vostri obiettivi avranno maggiore significato
se li immaginate in un contesto tratto dalla vita reale. Potreste anche

19
scoprire in questa fase di non volere un determinato obiettivo in una
certa situazione, ma in un'altra. Perci, meglio prima che poi,
dovrete identificare il contesto del vostro obbiettivo.

Domande di Valutazione dellObiettivo

Dove mi porter il cambiamento?

In quale contesto sfrutter il mio nuovo obiettivo?

Quando lo voglio?

20
Dove lo voglio?

In ogni relazione? In ogni situazione? Con chi?

In quali contesti l'obiettivo che ho scelto potrebbe non


avvantaggiarmi?

In quali altri contesti il mio obiettivo potrebbe rivelarsi utile?

In quali contesti utilizzerei una minore capacit?

Lo desidero sempre, in tutti gli ambiti della mia vita?

In quanto tempo desidero raggiungerlo?

21
Quando desidero realizzarlo e utilizzarlo?

Sar adatto ad ogni situazione?

In quali contesti questo obiettivo avr importanza per me?

22
3.

ESPRIMETE LOBIETTIVO IN

TERMINI SPECIFICI E SENSORIALI

tutto ci che stato creato nel mondo attorno a noi ha avuto inizio
con il pensiero nella mente di qualcuno

23
Immaginatevi nel futuro dopo il raggiungimento dell'obiettivo: cosa
vedete, sentite e provate all'effettivo raggiungimento dell'obiettivo?
Quali emozioni proverete?

Questa pratica di visualizzazione vi preparer ad alcuni degli esercizi


che svolgerete in seguito. Potete ora iniziare a familiarizzare con il
vostro mondo sensoriale interiore, in cui:

concepite obiettivi create esperienze

24
Inizialmente la pratica di visualizzazione molto difficile: i suoni
potrebbero risultare pi difficili da immaginare rispetto alle
rappresentazioni visive. Tuttavia con la pratica sar possibile
raggiungere un ricco mondo sensoriale interiore. Iniziate con cose
semplici, come visualizzare una persona che conoscete molto bene,
ascoltare la sua voce, ricordando un momento felice trascorso con lui
o lei.

Iniziate sempre con ci che vi risulta pi facile e proseguite da l.


Chiudete gli occhi e immaginate che

25
Presto, oltre ai ricordi, imparerete ad immaginare con chiarezza
esperienze interamente nuove, che formeranno un "ricco materiale
grezzo" per obiettivi futuri.

RAPPRESENTAZIONI SEQUENZA DI
SENSORIALI ASSOCIAZIONI NEURALI

GUIDANO DALLESPERIENZA
INTERNA ALLA REALTA
ESTERNA

26
Le idee immaginate non soltanto rafforzano il vostro obbiettivo, la
vostra destinazione, ma fanno intuire il modo in cui lo raggiungerete
attraverso il viaggio.

Domande di Valutazione dellobiettivo

Cosa vedr, sentir e prover quando avr raggiunto il mio


obiettivo?

Come far a essere certo di aver raggiunto il mio obiettivo?

27
Di quante prove avr bisogno per sapere di aver raggiunto il
mio obiettivo?

28
4.

SCEGLIETE UN OBIETTIVO

DA PORTARE A TERMINE PERSONALMENTE

Raggiungere obiettivi significa raggiungere i propri obiettivi

Dovete impostare e mantenere personalmente il vostro obiettivo. Non


addossate la responsabilit di un eventuale fallimento a qualcun altro

29
o a qualche circostanza. Dovete avere un discreto controllo personale,
per quanto buone siano le vostre motivazioni in favore di altri.

Es: non potete realizzare personalmente l'obiettivo di vostro figlio,


ma potete fissare per voi stessi degli obiettivi che possano aiutare
vostro figlio o portare a compimento il suo obiettivo

Misuratevi onestamente con questi obiettivi, nella misura in cui voi li


portate avanti. Ci non significa che dovete abbandonare il vostro
30
obiettivo se riguarda qualcun altro, ma potrebbe essere necessario
riconsiderarlo, riformularlo e riaffermarlo in modo da recitare il ruolo
di protagonista.

Potete anche accettare gli obiettivi di altri, ADOTTARLI,


FORMULARLI E AVERE LA FORZA DI REALIZZARLI.

Es: come membro aggiunto di un progetto di gruppo, per esempio


non avrete l'autorit per stabilire scadenze, criteri di esecuzione, nella
responsabilit per il risultato finale. Ma come il responsabile del

31
progetto dovrete avere la posizione, il potere e le competenze
necessarie per raggiungere l'obiettivo, anche se attraverso il lavoro
degli altri.

Es: analogamente potete produrre una bozza di relazione,


raccomandando un determinato cambiamento nella vostra azienda
senza assumermi la responsabilit della sua realizzazione. Il vostro
obiettivo si ferma dove vengono meno responsabilit e potere. Questo
per non deve rappresentare un problema, in alcuni casi potete

32
modificare l'obiettivo o limitarlo alla parte che potete recitare
personalmente.

In alcuni casi dovete restringere i vostri orizzonti; tuttavia,


limitandovi agli obiettivi sui quali avete un ragionevole controllo, alla
fine otterrete di pi.

Non dovete necessariamente fare tutto in prima persona, ma dovete


fare in modo che lobiettivo venga realizzato.

33
Domande di Valutazione dellObiettivo

Che cosa far per raggiungere questo obiettivo?

Che cosa ho gi raggiunto personalmente di simile a questo?

Era simile sotto quell'aspetto?

Qualcosa potrebbe impedirmi di raggiungere il mio obiettivo?

Posso farmi carico dei cambiamenti necessari?

Cosa significher questo obiettivo per me?

Cosa mi permetter di fare questo cambiamento?

34
Quali differenze ci saranno per me?

Come posso raggiungere il mio obiettivo?

Come immagino me stesso all'opera?

Quali possibilit riesco a vedere per raggiungere questo


obiettivo?

Ho bisogno di aiuto per raggiungere questo risultato?

Dipende soltanto da me o anche da altri?

Che cosa mi metter in grado di farlo?

35
Come influenzer personalmente questo obiettivo?

Che cosa posso raggiungere con questo obiettivo?

Fino a che punto posso controllare questo obiettivo?

Che cosa posso fare subito?

36
5.

VALUTATE ONESTAMENTE GLI EFFETTI DEL


RAGGIUNGIMENTO DEL VOSTRO OBIETTIVO

Valutate il cambiamento totale

insito nel raggiungimento del vostro obiettivo

37
Raggiungendo questo obiettivo andrete a perdere qualcosa che
attualmente avete e volete mantenere? Pensateci in un senso pi
ampio: include degli effetti sugli altri obiettivi che avete? Ha
uninfluenza sulle persone che vi sono care? Raggiungere un
obiettivo piacevole pu significare sacrificare una promozione
nella carriera se ci richiede prolungamenti di orario e weekend
dedicati al lavoro. Pensate onestamente a ci che potreste perdere
nella ricerca di altro.

38
OBIETTIVO PASSAGGIO DA UNO

RAGGIUNTO STATO ALLALTRO

Aspetti positivi Aspetti negativi ?

39
Prendete in considerazione gli aspetti positivi (per voi) del vostro
stato attuale prima di imbarcarvi nel raggiungimento del nuovo
obiettivo. Potreste finire per sentirvi ingannati, o insoddisfatti,
sebbene all'apparenza abbiate "ottenuto un successo".

Ad un certo punto, pur applicando tutta la forza di volont a un


traguardo mal pensato, i benefici positivi di cui ora godete
tenderanno ad ostacolarlo. Affannandovi per nulla potreste non
rendervi conto del perch non riuscite a mai raggiungere il vostro
obiettivo in corso.

40
Se non esiste un'altra strada che vi permetta di mantenere i
benefici attuali allora rivalutate il costo del vostro obiettivo.

Potrebbe accadere di dover sacrificare qualcosa, come una


relazione. Dovete quindi valutare quest'ipotesi come uno
scambio, accettando il cambiamento che ne consegue.

41
42
Pertanto se il vostro nuovo obiettivo non sostituisce o supera
tutti gli aspetti positivi del vostro stato attuale, ripensateci
prima di imbarcarvi per il raggiungimento di esso, non dopo
che il vostro mondo andato in frantumi

Domande di Valutazione dellObiettivo

Sono sicuro di volere davvero questo?


Che cosa otterr una volta raggiunto il mio obiettivo?
Che cosa voglio davvero?

43
In cosa la mia vita differir una volta raggiunto il mio
obiettivo?
Come integro questo obiettivo nella mia vita attuale?
Che cosa significher per me aver raggiunto questo obiettivo?
Questo obiettivo sembrer appropriato in ogni situazione?
Quale effetto avr sulla mia vita?
Che cosa succeder dopo aver raggiunto il mio obiettivo?
Quali vantaggi otterr dall'averlo raggiunto?
Quale impatto avr il raggiungimento di questo obiettivo sul
resto della mia vita?

44
Che cosa non accadrebbe se lo raggiungessi?
Che cosa accadrebbe se non lo raggiungessi?
Che cosa non accadrebbe se non lo raggiungessi?
Ci sono altri ambiti della mia vita in cui raggiungere questo
obiettivo potrebbe portare benefici o svantaggi?
Sotto il profilo personale lo considero importante?

45
6.
SCEGLIETE UN OBIETTIVO DEGNO
Per applicare questa regola dovete identificare le conseguenze
positive del vostro successo, precedentemente elencate. Ci non
significa soltanto verificare il vostro obiettivo, ma il suo rispetto della
vostra identit e degli scopi a lungo termine della vostra vita.

Si adatta alla vostra personalit e ai vostri valori?

46
IDENTITA

SCOPI

VALORI

SVANTAGGI SVANTAGGI

Immaginate i possibili scenari


( un processo limmaginazione, non un momento)

47
Il sistema si spinger verso i vantaggi o gli svantaggi?
Star a voi riconoscerli come tali in base al vs. sistema di valori.

Domande di Valutzione dellObiettivo


L'obiettivo vale quello che ci vorr per raggiungerlo?
Quali conseguenze seguiranno al raggiungimento
dell'obiettivo?
Come cambier la mia vita?
Questo obiettivo riflette la mia identit e le mie aspirazioni?
Cosa otterr nel raggiungerlo?

48
E che cosa accadr dopo?
A quale altro obiettivo mi porter?
A quale scopo mi porter?

Tutte le domande di valutazione degli obiettivi poste per ciascuna


fase precedentemente elencata vi manterranno concentrati e motivati
durante tutto il processo. Se seguirete con coscienza e immaginazione
queste linee guida si moltiplicheranno le vostre possibilit di
successo, qualunque obiettivo decidiate di intraprendere.

49
Il presupposto di oggi:
LE PERSONE CREANO LA PROPRIA ESPERIENZA
Paragonate questa affermazione al primo presupposto proposto nella
lezione "La mappa non il territorio". Pensate al valore
dell'esperienza. L'esperienza sembra dipendere da ci che accade
nella testa piuttosto che da ci che succede nell'ambiente materiale
che ci circonda. Nel migliore dei casi, la nostra esperienza pu solo
ridursi a una versione filtrata del mondo materiale, sul quale abbiamo
scarso controllo.

50
Tuttavia pensando a ci che vogliamo possiamo creare la nostra
esperienza, includendo anche ci che facciamo e ci che
raggiungiamo realmente.

Tenete a mente il presupposto di oggi quando create soggettivamente


(interiormente) la vostra esperienza oggettiva (esteriore).

51
FINE LEZIONE

52