Sei sulla pagina 1di 14

LUDOTECA

E uno spazio gioco pomeridiano destinato ad accogliere bambini dai sei mesi
ai dieci anni. Vengono proposte attivit ludico-educative in base alle diverse
fasce.
In ludoteca i bambini possono giocare, costruire oggetti utilizzando materiali
naturali e di recupero, partecipare a diversi laboratori.

LABORATORI

1. WE LOVE ENGLISH approccio graduale e progressivo alla lingua inglese


2. LABORATORIO DI PSICOLOGIA SCOLASTICA
3. LABORATORIO CREATIVO SINESTESIARTE
4. LABORATORIO PSICOMOTORIO
5. LABORATORIO MUSICALE
6. LABORATORIO LOGOPEDICO
7. LABORATORIO TEATRALE

1. WE LOVE ENGLISH

Progetto Inglese: We love English

Unaltra importante caratteristica che contraddistingue la nostra


programmazione il progetto che prevede lapprendimento graduale e
progressivo alla lingua inglese, avvalendosi di un metodo solo orale, basato
sulla cosiddetta play and learn technique, cio sullapprendimento attraverso
il gioco. Partendo dal presupposto che un bambino di tre anni ha ancora
alcune difficolt nel pronunciare ed esprimersi correttamente nella sua lingua
madre, il nostro metodo non insiste tanto sulla produzione linguistica, quanto
sulla comprensione globale del lessico proposto, sulla capacit di identificare
oggetti a lui noti e di giocare e cantare in inglese. Analizzando gli aspetti
psicologici di un bambino di 3 anni, sappiamo che il gioco assorbe gran parte
della sua giornata, che in esso vengono profuse energie fisiche, psichiche e che
persino ansie, timori e paure possono essere dal bambino esorcizzate
attraverso il gioco. Un approccio alla lingua straniera sar tanto pi sereno e
naturale quanto pi il bambino verr coinvolto in questo mondo, per lui nuovo,
attraverso il gioco. Il Progetto si propone quindi di stimolare, attraverso
lattivit ludica, capacit di ricezione, memorizzazione, interiorizzazione

Gli obiettivi didattico-linguistici possono essere sintetizzati come segue:

- acquistare la capacit di ascoltare, comprendere e rispondere utilizzando


funzioni semplici
- apprendere il lessico primario
- acquistare la capacit di memorizzare e ripetere filastrocche e canzoncine
tradizionali in lingua inglese
- acquistare la capacit motorie di risposta ai comandi spaziali e manuali

2. LABORATORIO DI PSICOLOGIA SCOLASTICA

Al nido: la Psicologa in asilo: un supporto per educatori e famiglia


Facilitare la comunicazione tra Asilo Nido e Famiglia , permette di creare i
presupposti per una funzionale comprensione di eventuali segnali di difficolt
da parte del bambino.
Spesso tali segnali si riferiscono a normali reazioni dovute alla necessit di
adattarsi ad una nuova situazione.
A tale scopo lAsilo Nido intende offrire, avvalendosi della collaborazione di
una psicologa-psicoterapeuta Dott.ssa RAFFAELLA BERARDELLI, la possibilit di
utilizzare nuovi strumenti per stimolare la ricerca delle risorse esistenti nei
contesti di vita del bambino e delle figure di riferimento che ruotano intorno a
lui.
La presenza di tale figura professionale intesa:

- Come supporto per gli educatori, sostenendoli nelle eventuali difficolt che
possono incontrare nello svolgimento del loro lavoro;
- Come osservazione delle dinamiche relazionali tra i bambini, i loro
cambiamenti durante la crescita
- Come individuazione di eventuali segnali di malessere manifestati dai singoli,
cos da poter intervenire precocemente al fine di limitare e prevenire la
formazione di disagi nel processo evolutivo.
- Come occasione di dialogo e di confronto fra i genitori

E inoltre possibile, laddove ve ne fosse richiesta, offrire la possibilit di


incontri tematici con i genitori su argomenti relativi alla prima infanzia
(l'inserimento, la genitorialit, il gioco, il sonno, le regole, la nascita di un
fratellino, ecc...).

Servizio incluso nella retta mensile

Alla Scuola dellInfanzia: Servizio di psicologia scolastica --- Dott.ssa Sara


Passalacqua

..Il contesto della scuola materna contribuisce in maniera significativa allo


sviluppo psicologico del bambino.. (Winnicott)

La scuola dell'infanzia fornisce al bambino un ambiente fisico adeguato alle


sue capacit, elargisce stimoli che lo spingano a seguire il suo processo
evolutivo, lo aiuta a sviluppare relazioni armoniose con gli altri e contribuisce
a costruire la concezione del proprio s che collegata alla realt che
percepisce.
Anche questo anno scolastico la Scuola dell'Infanzia intende offrire,
avvalendosi della collaborazione di una psicologa-psicoterapeuta dell'infanzia,
un servizio di Psicologia Scolastica.
Il servizio di psicologia scolastica ha come obiettivo generale quello di
promuovere lo stare bene a scuola, in primo luogo dei bambini, ma anche
delle loro famiglie e del corpo insegnante.
Una sana collaborazione tra scuola e famiglia rimane uno dei punti centrali
che permette al bambino di trovare nell'ambiente scolastico un contenitore
positivo , accogliente e non contraddittorio, un clima di fiducia reciproca
contribuir a rassicurare il bambino e a farlo stare bene.
Per questo il servizio di Psicologia Scolastica attraverso lo Sportello di Ascolto
per i genitori, la collaborazione con le insegnanti ed il lavoro nelle classi con i
bambini cerca di alimentare il rapporto scuola famiglia ed individuare percorsi
comuni.
Altro obiettivo generale quello di prevenire il disagio del bambino, che
trovandosi in difficolt, per motivazioni diverse (disagio emotivo affettivo,
difficolt di integrazione, difficolt nella separazione, ecc) pu essere non
compreso rischiando di peggiorare la situazione.
Attraverso osservazioni, prove di livello, segnalazioni delle insegnanti, il
servizio di Psicologia Scolastica individua i fattori a rischio e indirizza la scuola
e la famiglia verso possibili soluzioni che rispondano al bisogno del bambino.

Servizio incluso nella retta mensile

3. LABORATORIO CREATIVO SINESTESIARTE

Al nido:
Un pomeriggio a settimana proponiamo il LABORATORIO CREATIVO
SinestasiArte ideato e condotto da Carlaberto Mattaroli.
Gioco non il nome di un atto o di unazione; il nome di una cornice per
lazione.
Percorsi

- Attivit Sensoriali e di Manipolazione offrendo al bambino la possibilit di


esplorare, di conoscere e di costruirsi un suo mondo.
- Nel manipolare oggetti vari, colori a dita, creta, farina, sabbia ecc., non
tanto il risultato che interessa al bambino, ma il fatto di averlo prodotto egli
stesso; ci contribuisce in gran parte a sviluppare in lui il senso di fiducia nei
propri mezzi e capacit, e costituisce la base della sua futura autonomia e
spirito di iniziativa.
- Esplorazione del colore e sviluppo delle Capacit Percettive
- Attraverso la manipolazione di oggetti diversi per forma e tipo di materiale
(oggetti morbidi, duri, lisci, ruvidi, sonori, ecc.) si intende sviluppare capacit
percettive quali il tatto e ludito. I bambini verranno suddivisi in piccoli gruppi
di 6/8 bb.

Laboratorio non incluso nella retta mensile

Alla scuola dellinfanzia:


Una creativit malintesa genera un fraintendimento che nuoce e pregiudica il
significato del fenomeno artistico. E necessario quindi riconsiderarlo,
legittimamente, come parte fondamentale di quei valori, modelli e visioni del
mondo che si risolvono nel termine cultura. Scegliere di lavorare con i bambini
sullarte presuppone il superamento dellidea di gratuit ed opzionalit delle
attivit espressive, per considerarle non un riempitivo, ma un momento
sperimentale di grande importanza di una proposta educativa pi ampia. Un
bambino non un piccolo adulto e non semplicemente un infante. E un
bambino nella specificit delle sue funzioni cognitive, affettive, sociali e
relazionali. E solo considerando tali aspetti in modo unitario, sar possibile
facilitarne uno sviluppo armonico. Conservare un ricordo piacevole di
unesperienza vissuta, stimola i fattori motivazionali che sono alla base della
volont di ripeterla. Questo significa pensare ad un metodo di lavoro fondato
sul principio di piacere come importante motivazione alla crescita.
Determinante la certezza di poter sempre comunicare al di l di tutte le
differenze e diversit individuali.

Obiettivi
Obiettivo centrale la conquista della sicurezza in s stessi, poich dalla
sicurezza di s derivano le capacit di apprendimento.
Ci che importa non il prodotto, non lesercizio in quanto tale, ma il modo
in cui il bambino si sente durante il processo che porta alla produzione di
un elaborato; latteggiamento con il quale affronta la situazione, il ruolo in cui
la vive. Ed proprio nel modo in cui vengono affrontate le diverse situazioni
che si realizza una scelta creativa. Sar dunque necessario valorizzare le idee,
le intenzioni e gli stili espressivi di ogni bambino al fine di favorire lo sviluppo
della personalit di ciascuno, ma anche il rispetto reciproco allinterno del
gruppo.
Se attraverso lesperienza sensoriale si raggiunge, poi, anche il compiacimento
per le proprie tracce (corporee, grafiche, sonore, ecc.), lapprendimento viene
interiorizzato. E sar fonte motivazionale per gli apprendimenti futuri, che
consentiranno unelaborazione creativa ed una loro trasposizione in situazioni
diverse.
E importante che il bambino si ponga di fronte allambiente con un
atteggiamento attivo e critico. Nell esplorazione attiva dellambiente, il
muoversi liberamente, toccare, manipolare, rovesciare, rompere, ecc., sono
azioni che contribuiscono enormemente ad allargare i propri orizzonti
conoscitivi e favoriscono lo sviluppo armonico della personalit.

Servizio incluso nella retta mensile

2. LABORATORIO PSICOMOTORIO --- Dott.ssa Livia Corelli


Il termine psicomotricit sta ad intendere lintegrazione psiche-soma, la
capacit cio di vivere esperienze a livello tonico corporeo motorio, di
rappresentarle a livello emozionale per poi catalogarle a livello cognitivo.
Perch tutto ci sia possibile importante che sia integra la capacit del
proprio corpo di reagire agli stimoli esterni e di aggiustarsi rispetto agli stessi.
In ambito educativo e non terapeutico, la psicomotricit, basata sul gioco
psicomotorio (sensomotorio, simbolico e di socializzazione) permetter al
bambino di procedere nelle tappe della sua evoluzione in modo pi armonico
consentendogli anche di elaborare eventuali ansie legate alla tappa evolutiva
che sta vivendo. Il corso di educazione psicomotoria si svolge in dieci-dodici
incontri nei quali i bambini, divisi in piccoli gruppi, sperimentano, attraverso il
gioco, il concetto di equilibrio nello spazio e di aggiustamento tonico corporeo;
le possibili modalit di aggregazione e socializzazione; la simbolizzazione e
quantaltro crei emozione e quindi conoscenza di s.

Asilo nido servizio non incluso nella retta

Scuola dellinfanzia - servizio incluso nella retta mensile

3. LABORATORIO LOGOPEDICO --- Dott.ssa Livia Corelli


Il termine logopedia significa educazione al linguaggio l dove il termine
linguaggio logos inteso come pensiero.
La parola quindi come fase finale di un processo esperenziale cognitivo che
conduce alla capacit verbale di raccontare, esprimere emozioni e concetti,
risolvere problemi, esporre teorie.
La terapia logopedica quindi non , o non soltanto, riabilitazione alla corretta
pronuncia di fonemi (consonanti, sillabe, parole) ma ristrutturazione cognitiva
di tutte le aree corticali deputate alla formazione del pensiero.
In ambito pedagogico la logopedia, attraverso la somministrazione di alcuni
dei test che compongono le batterie valutative, viene utilizzata per osservare
la modalit di crescita delle aree corticali atte alla strutturazione del
linguaggio pensiero e non ha valore di diagnosi. I test, presentati come
gioco, vengono somministrati singolarmente nel pieno rispetto della volont
del bambino, il quale pu decidere se farli in quel momento, farli pi avanti,
non farli affatto.

Servizio proposto solo alla scuola dellinfanzia - incluso nella retta mensile

4. LABORATORIO MUSICALE --- Insegnante: Luca Marchioni

Il laboratorio musicale un momento nel quale si propone agli interlocutori


bambini unesperienza caratterizzata dallutilizzo pedagogico della Biomusica
e Musicoterapica Evolutiva. La proposta integra quindi elementi musicali,
sonori ed educativi.
Dal punto di vista musicale e sonoro lobiettivo quello di favorire al bambino
la possibilit di prendere contatto con la propria dimensione musicale e di
consentirgli di esperirla senza subire quei giudizi inopportuni e prematuri che
possono scaturire dallidea estetica adulta di valido risultato musicale. La
speranza quella di instillare un ricordo positivo e piacevole, di momenti
anche brevi in cui il bambino scopre la voglia di esprimersi utilizzando canali e
modalit diversi da quelli che abitualmente usa. Il ricordo di un passato
piacevole e di successo pu aprire alla percezione del futuro come tempo da
vivere con fiducia in se stessi e nella propria originalit.
Dal punto di vista musicoterapeutico gli obiettivi sono due: proporre unattivit
di carattere preventivo, lavorando con la voce, la respirazione ed il movimento
coordinati; al contempo permettere ai bambini di sperimentare percezioni del
proprio corpo che si possono aprire grazie allutilizzo di precise tecniche di
respirazione e di canto.
Le tecniche educative che integrano la proposta sono propedeutiche allo
svolgimento della stessa e favoriscono (o tentano di favorire) la dimensione
dellimmaginario; la narrazione, in particolare, costituisce il collante del
viaggio che si compie insieme settimanalmente.

Asilo nido servizio non incluso nella retta

Scuola dellinfanzia - servizio incluso nella retta mensile

5. LABORATORIO TEATRALE

Il laboratorio teatrale nel percorso della Scuola dellInfanzia fornisce un valido


strumento di apprendimento didattico che ha, in questo contesto, la finalit di
produrre due importanti eventi:

1. lo spettacolo di Natale
2. lo spettacolo di fine anno scolastico

In questo laboratorio teatrale i bambini insieme alle insegnanti producono i


loro costumi e gli oggetti di scena, fanno prove individuali e di classe,
partecipano attivamente, quindi, allallestimento scenico che confluisce in una
prima prova generale a scuola e in una seconda direttamente a teatro, per
prendere confidenza con il palcoscenico, fino allo spettacolo vero e proprio.
Queste rappresentazioni teatrali sono fasi fondamentali e lavori conclusivi di
un impegno, per i bambini e le loro insegnanti, che inizia diversi mesi prima
dalla data dellevento.

ATTIVIT/LABORATORI EXTRA-CURRICULARI:

1. BABY NUOTO e SCUOLA NUOTO


2. GIOCO-DANZA e PROPEDEUTICA allla DANZA
3. JUDO
4. INFORMATICA
5. SPORCHIAMOCI LE MANI SABATO MATTINA

Corsi quadrimestrali di scuola nuoto


La Scatola Magica srl in convenzione con la piscina Sporting club Il Delfino di
Via Cesare Rasponi, 10 b offre ai bambini la possibilit di frequentare, dal
mese di OTTOBRE, dei corsi quadrimestrali di nuoto.

Il servizio prevede:
- una frequenza settimanale: GIOVED dalle 10,40 alle 11,30
- trasporto con pullman Autoservizi Lucidi
- assistenza dei nostri educatori sia sul pullman che nello spogliatoio.
- versamento di una quota quadrimestrale pari che comprende scuola nuoto
trasporto assistenza

Attivit motoria-musicale gioco-danza


La Scatola Magica srl offre ai bambini la possibilit di frequentare, dal mese di
OTTOBRE, un corso di gioco-danza.
Il servizio prevede una frequenza bisettimanale - MARTED e VENERD
POMERIGGIO.
Il bambino viene educato ad ascoltare, a percepire, a vivere la musica ed a
muoversi nella musica e non semplicemente ad eseguire una serie di
movimenti a s stantiLe proposte musicali sono molto varie, e comprendono
sia musiche commerciali, che pu conoscere gi, e che quindi lo aiutano a
collegare uso del corpo e musica anche nel quotidiano, sia musica di ricerca,
per sviluppare le sue capacit d' ascolto e la sua sensibilit artistica.
Con limmediatezza del lavoro proposto nelle lezioni sotto forma di gioco il
bambino esplora le sue possibilit di muoversi, ma anche di stare fermo, pu
sviluppare la coordinazione e la relazione con la musica.
Per liscrizione necessario:
- certificato di sana e robusta costituzione per attivit sportiva non agonistica
- versamento di una quota discrizione e una quota quadrimestrale

Corso preparatorio di Danza


La Scatola Magica srl propone dal mese di OTTOBRE un corso preparatorio di
danza.
Il servizio, che si attiver con un numero minimo di 10 adesioni, prevede una
frequenza bisettimanale - MARTED e VENERD POMERIGGIO; la durata della
lezione di 50 minuti.
Il corso della propedeutica alla danza, si prefigge lo scopo di aiutare le
bambine a scoprire e conoscere il proprio corpo e ad indagare sui processi
creativi per favorire il globale sviluppo psicofisico conducendole gradualmente
ad una completa padronanza di tutti gli elementi che concorrono a creare i
presupposti per la migliore disponibilit allo studio della danza.

Per liscrizione necessario:


- certificato di sana e robusta costituzione per attivit sportiva non agonistica
- il versamento di una quota discrizione e di una quota quadrimestrale

Per la frequenza del corso le bambine dovranno:


- indossare il body, le calze e le scarpine
- avere i capelli raccolti

Corso di JUDO
Il corso, che si attiver con un numero minimo di 15 adesioni, prevede una
frequenza bisettimanale - LUNED e MERCOLED POMERIGGIO dalle 16.45 alle
17.45, da ottobre a maggio.
Il Judo, larte di educare: una disciplina educativa basata su tecniche
corporee che implicano uno stretto contatto con l'altro e l'apprendimento di
esercizi di attacco e difesa nel rispetto di precise regole di comportamento.
La sua origine da ricercare in Giappone verso la fine del 1800 grazie
all'opera del prof. Jigoro Kano (1860-1938) che seppe salvare alcuni aspetti
del decadente Ju-jitsu e, dopo un'accurata selezione, li amalgam, con molti
nuovi contenuti, nel suo metodo educativo. Si tratta di un'attivit in cui i
praticanti cercano, attraverso le prese al judo-gi (abito da judo in cotone
pesante), di portarsi in disequilibrio e, muovendosi con agilit, di sfruttare
questa situazione per applicare una tecnica di proiezione (in giapponese
"nage-waza") e far cadere l'altro con velocit e precisione. Questo
assolutamente privo di rischi per l'incolumit personale in quanto il tutto
avviene su un apposito tappeto elastico (tatami) e solo dopo l'apprendimento
di precise tecniche per cadere senza ferirsi (ukemi-waza).
Gli scopi del Judo: Jigoro Kano indica come finalit del judo: "amicizia e mutua
prosperit attraverso il miglior impiego dell'energia" meglio espressa in "tutti
insieme per crescere e progredire intelligentemente".

Per liscrizione necessario:


- certificato di sana e robusta costituzione per attivit sportiva non agonistica
- il versamento di una quota discrizione di una quota quadrimestrale

Laboratorio di Informatica --- Insegnante: Maurizio Rossini


Per lanno scolastico 2011/2012 la scuola dellinfanzia propone, in via
sperimentale, un laboratorio di informatica.
Il corso, che si attiver con un numero minimo di 15 adesioni, prevede una
frequenza settimanale - GIOVED POMERIGGIO dalle 16.30 alle 17.30, da
ottobre a maggio.
In un contesto culturale come quello odierno condizionato da un rapido
sviluppo delle tecnologie dellinformatica e della comunicazione, e la
constatazione che molte case sono invase da computer, apparecchi televisivi
con accessori digitali e satellitari, lettori DVD ecc., fa riflettere sulla posizione
che le scuole debbono assumere sui progetti educativi da proporre. Imparare
attraverso il computer pu diventare per la scuola una nuova risorsa. Occorre
tuttavia evidenziare che il computer sussidio didattico, cio una tecnologia al
servizio della didattica, affascinante, divertente, utile, diversa dai mezzi
tradizionali, ma pur sempre un sussidio che non pu, e non deve, nel modo pi
assoluto, sostituire il ruolo dellinsegnante.
In merito alla Scuola dellinfanzia, linformatica sar introdotta in una
dimensione ludica, socializzante e collaborativa, sfruttandone il potere
aggregante. Gli obiettivi prefissati nell utilizzo del computer nella scuola
dellinfanzia riguardano le diverse aree: motoria, linguistica-relazionale,
autonomia, cognitiva.

Laboratorio per genitori e bambini:


SporchiamociLeManiInsieme!
Creare insieme unattivit stimolante e coinvolgente non solo per i bambini ,
ma anche per i genitori. In modo particolare per il genitore un opportunit
per sperimentare modalit alternative di vivere e valorizzare il tempo dedicato
al bambino.
Il progetto prevede degli incontri, di SABATO MATTINA, durante i quali i
genitori, insieme ai propri bambini, possano realizzare alcuni oggetti con colle,
pennelli, colori e materiali di riciclo. Il laboratorio si propone, cos, di creare un
momento per mamme e pap che desiderano sperimentare la soddisfazione di
lavorare creativamente per costruire qualcosa insieme ai propri bambini. Uno
spazio di gioco e creazione, dove il lavoro di manipolazione diventa una scusa
per incontrasi e per costruire con i propri figli, condividendo momenti ludici
insieme ad altri genitori.

Sono previsti quattro incontri, ognuno della durata di due ore. Nello specifico i
periodi ed i temi trattati saranno i seguenti:
DICEMBRE - Il Natale
FEBBRAIO - Il carnevale
MARZO - La Pasqua
MAGGIO - La Festa della Primavera
CENTRO ESTIVO e RICREATIVO

un servizio extra scolastico che si attiva nei periodi di chiusura delle scuole
pubbliche e private.
Si rivolge ai bambini dai sei mesi ai 10 anni.

Nido Estivo: per i pi piccoli lasilo nido, dotato di tutti i confort, rappresenta il
luogo ideale dove trascorrere le giornate, allinsegna di coccole, bagnetti in
piscina e tanti giochi. Nei nostri spazi climatizzati possibile fare sereni
riposini, mangiare e giocare accompagnati da personale altamente qualificato.

Centro Estivo: per i pi grandi la scuola dellinfanzia si trasforma in un oasi di


divertimento. Nellampio terrazzo attrezzato si svolgono le pi disparate
attivit ludiche: piscina ed i giochi dacqua, miniolimpiadi, giochi a squadra,
caccia al tesoro, attivit sportive e motorie; gonfiabile.

Allinterno, grazie allambiente climatizzato, si realizzano divertenti laboratori:


- gastronomico gli allegri pasticcioni,
- teatrale e di giocoleria,
- di danza stramovimentiamoci,
- giochi da tavola, biblioteca,
- costruzione e decorazione di aquiloni,
- costruzione di giocattoli utilizzando materiale di reciclo;
- english in the garden
ed infine escursioni e gite