Sei sulla pagina 1di 2

Quesito n.

6
Dobbiamo vedere per quali valori di k l’equazione: k cos 2 x ! 5k + 2 = 0 ha soluzioni per 15°<x<45°.
5k ! 2
Intanto k " 0 (altrimenti si ha 2 0 e l’equazione è impossibile) e cos 2 x = con 30°<2x<90° #
k
$% 5k ! 2 3 10 k ! 4 ! 3k ( 10 ! 3 ) k ! 4
%%
5k ! 2 %% k < 2 # 2k
<0#
2k
<0
cos 90° < cos 2 x = < cos 30° # & .
k %% 5k ! 2
%% >0
%' k
$% 4
%% 0 < k <
Risolvendo le due disequazioni si ha: %& 10 ! 3 # 2 < k < 4
% 2 5 10 ! 3
%%% k < 0 ( k >
%' 5
y Oppure:
5k ! 2
1 L’equazione cos 2 x = si può interpretare come
k
A (! "12#$%3/2& 5k ! 2
l’intersezione tra le curve y = cos 2 x e y = (fascio
k
) + +*
di rette orizzontali) nell’intervallo , ; - ;
., 12 4 /-
si ha:
5k ! 2 3 4
retta per A: = #k= ;
k 2 10 ! 3
5k ! 2 2
'(! "4 , 0)
x retta per B: =0#k= ;
k 5
0 ! "12 ! "4 2 4
si ottiene quindi: 1 soluz. per < k <
5 10 ! 3

Quesito n. 7
La funzione f ( x) = x3 ! 2 x2 è una funzione algebrica razionale intera e quindi continua e derivabile su tutto
l’asse reale ed in particolare continua in [0, 1] e derivabile in ]0, 1[ e quindi soddisfa le ipotesi del teorema di
f (b) ! f ( a) f (1) ! f (0) !1
Lagrange, ne segue che esisterà 0 ]0, 1[ tale che = f '(0) # = = 302 ! 40 da cui:
b!a 1!0 1
$% 1
%0 = 1
302 ! 40 + 1 = 0 # &% 1 3 ; delle soluzioni è accettabile solamente 01 = poiché 02 = 1 1 ] 0,1[ .
% 3
%'% 02 = 1

Quesito n. 8 y
2
* + 3+ )
La funzione f ( x) = tan x , non è continua nell’intervallo - , , in
/- 4 4 .,
1
+
quanto non definita in x = , ove presenta un asintoto verticale,
2 x
e quindi non si può applicare il teorema dell’esistenza degli zeri e
2+3 !/4 !/2 3!/4 !
nulla si può concludere su f ( x) = 0 anche se f 55 444 = 1 > 0 e
647
-1
2 3+ 3
f 55 444 = !1 < 0 ; tale funzione, vedi grafico a lato, non ha infatti
6 4 7
-2
intersezioni con l’asse x in detto intervallo.

Quesito n. 9
Poiché la f ( x) è derivabile e diversa da zero in ogni punto del suo dominio e coincide con la sua derivata prima,
si ha:
f '( x) f '( x)
f '( x) = f ( x) # =1# 8 dx = 8 1 dx # ln f ( x) = x + c
f ( x) f ( x)
e quindi
ln f ( x) = x + c # f ( x) = e x+ c = e c 9 e x # f ( x) = ±e c 9 e x = k 9 e x
dove si è posto ±e c = k .
Poiché inoltre f (0) = 1 si ha f ( x) = k 9 e x # 1 = k 9 e0 # k = 1 e quindi la funzione richiesta è f ( x) = e x .
Si poteva giungere brevemente allo stesso risultato ricordando che f ( x) = e x è l’unica funzione (derivabile e
sempre diversa da zero) che coincide con la sua derivata prima e passa per il punto (0,1).

Quesito n. 10
La funzione f ( x) = a sin x + b cos x , definita e derivabile su tutto l’asse reale, ha come derivata prima
4+ 2 2+ 3
f '( x) = a cos x ! b sin x ; le condizioni x = estremante e f 55 444 = 1 , portano al sistema:
3 6 3 7
$% 2 4+ 34 $% 2 4+ 3 2 4+ 3 $% 2 1 3 2 3
% f ' 55 44 = 0 % a cos 5 444 ! b sin 5 444 = 0 %% a 55 ! 44 ! b 55 ! 3 44 = 0
%
%% 6 3 7 %
%% 5
6 3 7 5
6 3 7 %
% 6 2 4
7 5
6 2 74
4 $% a = 3 b $% a = 3
& # & # & # %& # %& .
% % 2 2+ 3 %% 2 2+ 34 2 2+ 34 %% 2 3 34 2 1 3 %'% 2b = 2 %'% b = 1
f5 4 a sin 55 44 + b cos 55 44 = 1 %% a 55 ! 4 + b 55 ! 444 = 1
%'%% 56 3 744 %'%%
=1
6 3 7 6 3 7 %%' 65 2 744 6 27
La funzione pertanto ha equazione f ( x) = 3 sin x + cos x , che può scriversi (ricordando le formule di
2 3 1 3 2 +3
addizione) f ( x) = 2 55 sin x + cos x 444 = 2sin 55 x + 444 da cui si deduce facilmente che la funzione ha periodo
65 2 2 74 6 67
T = 2+ .