Sei sulla pagina 1di 5

LIBRERIA GIREVOLE

Generalit, materiale e strumenti occorrenti


Questa volta tutto ruota per i libri. Questa bella libreria girevole non soltanto
molto decorativa, ma offre anche un appoggio pi che adeguato anche per cassette TV ed
ogni genere di soprammobili.

Dove st scritto che una libreria debba essere sempre appoggiata lungo un muro?
L'entusiasta del fai da te che abbia la voglia e la capacit necessaria, pu costruirsi
questo scaffale girevole, tanto originale quanto pratico. Si tratta di una colonna
girevole di circa due metri di altezza, dotata di quattro settori dotati ciascuno di
quattro scaffali, per un totale di 16 piani di appoggio. Per la costruzione, abbiamo
usato MDF e tavole di faggio, ad eccezione dei due fondi (6). Visto che quest'ultimi
vengono quasi completamente nascosti durante la costruzione, abbiamo usato delle tavole
di piu' economico Okoum (Gabon).

Il meccanismo che consente la rotazione nascosto nella base della libreria; una
grossa piastra su cuscinetti, dotata di 8 fori, che sopporta pesi fino a 450 Kg.,
garantendo una rotazione senza inceppi e l'unione tra la torretta e la base. Tutte le
superfici ed i bordi visibili sono nobilitati con piallacci. Sono stati scelti due
spessori: le superfici usano del piallaccio di faggio di spessore convenzionale, metre
i bordi usano piallacci di spessore pari a 3,1 mm. Quest'ultimo permette di arrotondare
gli spigoli senza esporre il legname sottostante. A motivo della forma rotonda dei
ripiani, bisogna porre attenzione alla direzione della venatura dei piallacci: per i
ripiani (8) a quarto di cerchio, essi vanno applicati ciascuno orientato a 90 da
quello del precedente ripiano (ricordarsi di applicare la colla sia sulla superficie
del ripiano che sul piallaccio). Ricordarsi anche di orientare la venatura del
piallaccio del fascione di base in senso verticale. Lavorate con attenzione e calma -
sarete orgogliosi poi del risultato!

Il taglio delle sezioni circolari si fa preferibilmente sulla


sega circolare da banco. Il lavoro sucessivo di rifinitura dei
bordi piuttosto complesso, particolarmente per il tagli
inclinati da farsi col seghetto alternativo, ed una certa
inaccuratezza pressoch inevitabile.

Si incidono poi le scanalature - almeno 16 per asta- per le


pastiglie che uniscono le aste che formano le pareti laterali (9). Attenzione che 8 di
queste aste hanno bisogno di incisioni su un solo lato.

Abbiamo determinato la distanza tra il piano di base intermedio (2) ed il fondo


inferiore (6) in base allo spessore del meccanismo di rotazione ed allo spazio per le 8
viti che lo fissano. Ricordate di adattare queste misure allo spessore del meccanismo
di rotazione che riuscirete a trovare. Lo stesso aggiustaggio va effettuato anche sulle
dimensioni dell'apertura quadrata del piano di base (1), necessario per accedere alla
viti di fissaggio del meccanismo al piano di base intermedio (2).

Durante l'assiemaggio della torretta, le pareti divisorie (7) sono fissate tra di loro
con delle viti posizionate all'altezza dei ripiani, cos che gli stessi ne nascondano
le teste. Le quattro pareti laterali (9) sono interconnesse con pastiglie incollate.
Ognuna di queste pareti sono fissate con due viti a ciascuno dei due fondi (6), senza
uso di colla: cos che si possano togliere per smontare la libreria. A lavoro finito,
non avete altro da fare che disporre i vostri libri, e non vi sar pi niente tra voi
le ben guadagnate ore di lettura!

Gli strumenti che vi occorreranno sono (in parentesi le alternative elettriche):

Sega a mano (sega circolare da banco e/o a mano)

Un gattuccio (seghetto alternativo)


Trapano a mano e punte (trapano elettrico)

Fresa

Scalpello piatto taglio mm 5 (Fresa per pastiglie e smerigliatrice angolare)

Pialletto

Cinghie di pressione

Martello

Raspa

Pennelli (pistola a spruzzo)

I materiali di consumo includono: colla; carta vetrata media; viti per MDF; spine
10x40 mm; pastiglie. La ferramenta necessaria comprende: 1 meccanismo di rotazione 174
x 157 mm, portata max 450 Kg; 8 viti autobloccanti M10x40 con bulloni esagonali e
rondelle; 8 rotelle a sfera rotanti da incasso, diametro supporto a sfera 35 mm (vedi
figura).

Per il legno da usare, ci occorre la seguente lista:

Legname, dimensioni in mm
N Quantit Nome del pezzo Dimensioni
MDF spessore 19 mm
1 1 piano di base 740 x 740
2 1 piano di base intermedio 740 x 740
3 16 sezioni di cerchio 398 x 145
4 1 fascione di base (sezione maggiore) 1900 x 80
5 1 fascione di base (sezione minore) 500 x 80 ()
tavola okoum spessore 19 mm
6 2 fondi superiore ed inferiore 794 x 794
tavola faggio spessore 19 mm
7 4 pareti interne 1830 x 457
8 16 ripiani 446 x 246
9 20 aste pareti laterali 1830 x 45
10 8 sezioni di cerchio 336 x 70
11 8 sezioni di cerchio 340 x 75
12 8 sezioni di cerchio 402 x 150
13 8 supporti radiali 280 x 25 ()
avanzi spessore 10 mm
14 8 spessori per rotelle ad incasso 60 x 60
listelli 20 x 10 mm
15 16 listelli di assiemaggio 201 lunghezza
circa 98 metri di piallaccio di faggio spesso, 24 x 3,1 mm (per parti 3,
6 e da 8 a 12)
circa 2.2 m di piallaccio normale (per parti da 3 a 6)

le lunghezze sono dimensioni di base, adattare durante l'assiemaggio

Costruzione
Si effettua in alcuni semplici passi

1. Prima di tutto la posizione del meccanismo di


rotazione e dei fori di fissaggio vanno segnati
sul piano di base

2. che si taglia usando la sega da banco, cos come


si tagliano i fondi (6), il piano di base
intermedio (2) e tutte le sezioni di corona
circolare.

3. Le sezioni di corona circolare si uniscono poi


con l'ausilio di pastiglie e colla, che si fa
essiccare mantenendo i cerchi sotto pressione
uniforme con una cinghia.

4. Quando la colla si essicata, i cerchi cos


formatisi saranno leggermente irregolari ai punti
di giunzione delle varie sezioni. Appoggiateli su
un piano di lavoro

5. e tracciate una circonferenza esterna che vi


guidi per il sugessivo

6. taglio che viene effettuato con un seghetto


alternativo; i bordi vanno carteggiati.

7. La carteggiatura dei bordi crea un buon appoggio


per il piallaccio

8. L'applicazione con colla del piallaccio spesso


3,1 mm ai bordi necessita di attenzione quando si
tira la cinghia, per creare una pressione
uniforme.

9. Le parti ecceddenti di piallaccio ai bordi si


rimuovono con accuratezza. La rifilatura si pu effettuare con un pialletto.

10. I bordi dei ripiani (8) si impiallacciano con sezioni di piallaccio con
venatura verticale.

11. L'applicazione dei piallacci ai bordi si pu fare con colla a contatto o


termolabile. In entrambi i casi l'incollatura sufficientemente stabile dopo
circa 30 minuti.

12. Si incollano quindi gli otto supporti radiali (13) al piano di base (1). Il
foro quadrato ivi praticatovi permette in seguito di accedere alle viti di
fissaggio del meccanismo di rotazione.

13. Con la sega circolare si praticano sulla faccia interna dei due fascioni di
base in MDF delle incisioni a distanza di 10 mm, cos che sia pi facile
piegarli.

14. Il fascione di base diviso in due sezioni. La pi lunga si applica per


prima, mentre la seconda viene adattata in lunghezza quando viene di seguito
applicata. Mantenete i fascioni in posizione durante la presa della colla con due
cinghie!

15. Le 8 rotelle a sfera da incasso ed il meccanismo di rotazione consentono


una rotazione della libreria senza intoppi. Gli spessori (8) vanno correttamente
adattati alle rotelle, per fare in modo che, una volta montato il tutto, esse
scorrano sul piano di base intermedio (2).
16. Per far s che le aste che formano le pareti laterali si adattino bene alla
rotondit della libreria, bisogna piallare i bordi con un'inclinazione di circa
4

17. Le aste alle estremit di ogni gruppo sono impiallicciate sui bordi con
piallaccio spesso 3,1 mm.

18. Eliminate gli eccessi di piallaccio ai bordi con una pialla.

19. Le 5 aste che formano ognuna delle quattro pareti laterali sono unite da
pastiglie. Le tacche per alloggiarle si possono incidere, oltre che con
l'apposita fresa, anche con una pi comune smerigliatrice ad angolo.

20. I ripiani (8) sono impiallicciati sui loro bordi rotondi (quelli visibili).

21. Ciascuno dei 16 ripiani (8) tenuto saldamente in posizione da 4


pastiglie.

22. Una vite applicata attraverso ogni parete interna verso il bordo della
sucessiva all'altezza dei ripiani forma l'ossatura della torretta

23. mentre i ripiani (8) sono connessi alla croce formata dalle pareti interne
(4) con l'aiuto di 4 pastiglie ma senza colla

24. Mantenendo poi in posizione con l'aiuto di cinghie le pareti laterali, ora
si posso mettere in posizione i fondi superiore ed inferiore (6) ed assicurarli
alle pareti interne con altre viti

25. Ci deve essere preceduto dall'avvitatura del meccanismo di rotazione al


fondo inferiore (6)

26. Le pareti laterali si avvitano attraverso i due fondi (6) con delle viti.
Esse mantengono in posizione i ripiani (8).

27. L'apertura rettangolare nel piano di base (1) premette poi di avvitare il
meccanismo di rotazione al piano di base intermedio con viti autobloccanti

La cimasa a corona: sezioni di corona circolare profilate


La preparazione della cimasa usando due strati di MDF richiede attenzione particolare.
I due cerchi (10) ed (11) di faggio sono di diametro leggermente crescente, mentre
l'ultimo cerchio di faggio (12) di diametro parecchio pi largo. Tra il cerchio (11)
ed il (12) si inserisce il cerchio (3), che procura un profilo svasato che congiunge i
due. Il cerchio (3), in MDF, dopo la svasatura, si impiallaccia in faggio.

La svasatura deve essere fatta con molta attenzione. Si possono usare diverse passate
con la fresa con punta svasata e pofondit di taglio via via crescente, montando la
fresa su un braccio di raggio adeguato ed incernierato ad un pivot centrale. O si pu
usare un trapano dotato di platorello ed usato a mano libera (lavoro assai meno
preciso). Bench la sucessiva impiallacciatura perdoner qualche disuniformit della
superficie cos ottenuta, il lavoro richiede moltissima pazienza e precisione.

Semplificazioni
La libreria molto ben ottimizzata, e non vi sono molte semplificazioni possibili. La
pi ovvia nella semplificazione della cimasa, che si pu far terminare solo con un
piano rotondo solido che rimpiazza il cerchio (10).

Un'altra modifica, volta a ridurre i costi, consiste nello scegliere dell'abete come
essenza di scelta, da scurire poi magari con un mordente. Addirittura si potrebbero
rimpiazzare le parti (7) ed (8) con MDF impiallicciato, metre le parti (6) si
potrebbero rimpiazzare con compesato multistrato.

Interessi correlati