Sei sulla pagina 1di 4

Che cos’è il luogo geometrico?

Insieme di tutti e soli i punti del piano che soddisfano una data proprietà.
Che cos’è una conica?
In matematica, per conica o sezione conica si intende una curva ottenuta dalla r
appresentazione piana della superficie di un cono tagliato da un piano interseca
nte
La parabola, la circonferenza, l’ellisse, l’iperbole sono coniche?
Si, in quanto ottenibili dall’intersezione tra un doppio cono ed un piano.
Che cos’è la circonferenza?
La circonferenza è il luogo dei punti equidistanti da un punto fissato detto cen
tro ; la misura della distanza tra un qualsiasi punto della circonferenza e il c
entro è detto raggio.
Qual è l’equazione della circonferenza?
In generale, l’equazione generale della circonferenza è data da:
x^2+y^2+ax+by+c = 0
Se si conoscono le coordinate del centro C del cerchio (a,b) e raggio noto, l’ e
quazione della circonferenza da cosa è data?
Dalla seguente formula: (x - a )^2 + (y - b)^2 = r^2
Qual è l’equazione della circonferenza avente centro nell’origine degli assi?
La seguente: x^2+y^2=r^2
Partendo dalla equazione di secondo grado: x^2+y^2+ax+by+c = 0
cosa succede se viene a mancare qualche termine?
-Se manca il termine ax, il centro si trova sull’asse delle y;
-Se manca il termine by, il centro si trova sull’asse delle x;
-Se manca il termine c, la circonferenza passa per l’origine 0;
-Se mancano i termini ax e by, il centro si trova sull’origine;
-Se mancano i termini ax e c, la circonferenza passa per l’origine 0 e ha il cen
tro sull’asse y ed è tangente all’asse x;
-Se mancano i termini bx e c, la circonferenza passa per l’origine o e ha il cen
tro sull’asse x ed è tangente all’asse y.
Come riconoscere se una equazione è relativa a una circonferenza?
Sono importanti tre condizioni:
i termini di secondo grado della x e della y devono essere uguali;
non vi deve essere il termine in xy;
il radicando del raggio deve risultare positivo.
Come si trovano i punti di incontro tra una circonferenza ed una retta o tra due
circonferenze?
Basta risolvere il sistema composto dalle equazioni della circonferenza e retta
o delle due circonferenze.
Come stabilire se una retta sia esterna, tangente o secante ad una circonferenza
?
Si risolve il sistema tra l equazione della circonferenza e l equazione della re
tta e si trova una equazione di secondo grado della quale si determina il discri
minante (Delta).
Se risulta Delta:
minore di zero allora la retta è esterna (nessuna intersezione);
uguale a zero allora la retta è tangente (due intersezioni coincidenti);
maggiore di zero allora la retta è secante (due intersezioni distinte).
Come scrivere l’equazione della circonferenza che passa per tre punti a,b,c, dei
quali vengono date le coordinate?
I passaggi di calcolo sono i seguenti:
Si scrive l equazione canonica della circonferenza.
Si risolve il sistema a 3 incognite (a,b,c) ottenuto sostituendo le coordinate d
ei 3 punti in x e y dell equazione .
Si scrive l equazione canonica sostituendo ad a,b,c i valori ottenuti.
Che cos’è la Parabola?
La parabola è il luogo di punti equidistanti contemporaneamente da un punto fiss
ato, detto fuoco, e da una retta (non contenente il fuoco) detta direttrice.
Qual è l equazione della Parabola?
L equazione della parabola è: y=ax^2+bx+c
Da cosa è dato il Fuoco, la Direttrice, il Vertice e l’asse di una Parabola?
Bisogna considerare le seguenti formule:
Fuoco: x = - b/2a y = 1-Δ/4a
Vertice: x = - b/2a y = -Δ/4a
Direttrice: y = - 1+Δ/4a
Asse: x = - b/2a
Cosa succede se il primo coefficiente (a) risulta positivo oppure negativo?
Se a è positivo, la parabola volge la concavità verso l alto (sorride);
Se a è negativo, la parabola volge la concavità verso il basso (triste).
Come si rappresenta graficamente una parabola?
Innanzi tutto è necessario trovare le coordinate del vertice utilizzando la form
ula V ( -b/2 a ; - (b –4ac)/ 4 a).
Dal segno del parametro a e dal quadrante in cui il vertice si trova si ha subit
o idea se la parabola intersechi o no l’asse delle x.
In quest’ultimo caso è utile trovare le intersezioni della parabola con l’asse x
risolvendo il sistema formato dall’equazione della parabola e dall’equazione de
ll’asse x (y=0).
Trovati questi due punti di intersezione e le coordinate del vertice, unendoli s
i ha idea di quale sia la forma della parabola in questione.
Come scrivere l’equazione della parabola che passa per tre punti a,b,c, dei qual
i vengono date le coordinate?
I passaggi di calcolo sono i seguenti:
Si scrive l equazione della parabola.
Si sostituiscono in x e y le coordinate dei tre punti e si ottiene un sistema di
tre equazioni a tre incognite (a,b,c) delle quali si trovano i valori
Si scrive l equazione canonica sostituendo ad a,b,c i valori ottenuti.
Come si scrive l’equazione della Parabola, conoscendo le coordinate del Vertice
e quelle di un punto P?
I passaggi di calcolo sono i seguenti:
Si scrive l equazione generica della parabola;
Si crea un sistema di tre equazioni a tre incognite (a,b,c) nelle quali si sosti
tuiscono in x e y le coordinate del Vertice e del punto P;
Si uguaglia l ascissa (ordinata) del vertice alla relativa formula nella terza e
quazione .
Come si scrive l’equazione della Parabola, conoscendo le coordinate di due punti
e l’equazione dell’asse della Parabola?
I passaggi di calcolo sono i seguenti:
Si scrive l equazione generica della parabola;
Si crea un sistema di tre equazioni a tre incognite (a,b,c) nelle quali si sosti
tuiscono in x e y le coordinate dei 2 punti e nella terza si impone l’uguaglianz
a di -b/2a con il valore dell asse.
Si determinano i valori a,b,c.
Si sostituiscono tali valori nell equazione generica.
Come stabilire se una retta sia esterna, tangente o secante ad una Parabola?
Si risolve il sistema tra l equazione della parabola e l equazione della retta e
si trova una equazione di secondo grado della quale si determina il discriminan
te (Delta).
Se risulta Delta:
minore di zero allora la retta è esterna (nessuna intersezione);
uguale a zero allora la retta è tangente (due intersezioni coincidenti);
maggiore di zero allora la retta è secante (due intersezioni distinte).
Che cos è l ellisse?
L’ellisse è il luogo di punti la cui somma delle distanze da due punti fissati,
chiamati, fuochi è costante
Qual è l equazione dell ellisse?
La seguente: x^2/a^2 + y^2/b^2 = 1 (con a, b due numeri reali positivi)
Come sono detti a e b?
Sono detti semiassi.
Cosa rappresenta a?
La lunghezza del semiasse sull asse delle x
Cosa rappresenta b?
Lunghezza del semiasse sull asse delle y
Cosa succede se a = b ?
L ellisse è una circonferenza
Che cos’è l’eccentricità dell’ellisse?
Si chiama eccentricità dell’ellisse la quantità e=c\a minore di uno.
Cosa misura tale eccentricità?
Essa, in un certo senso, misura la differenza dei semiassi, e quindi di quanto l
’ellisse si differenzia dall’essere una circonferenza, infatti se e=0 implica c=
0 e quindi a=b ovvero l’ellisse si riduce alla circonferenza di centro l’origine
e raggio a.
Che cos’è l’iperbole?
L’iperbole è il luogo di punti la cui differenza delle distanze da due punti fis
sati, chiamati fuochi, è costante
Qual è l equazione dell iperbole?
La seguente equazione: x^2/a^2 – y^2/b^2 = 1 (con a, b due numeri reali positivi
)
Quali sono le equazioni degli asintoti dell’iperbole?
Le seguenti:y=-bx/a; y=+bx/a
L’iperbole interseca gli assi?
L’iperbole con i fuochi sull’asse x interseca quest’ultimo nei punti A1(a,0) e A
2(-a,0), che si dicono vertici dell’iperbole, mentre non interseca l’asse y. Per
questa ragione l’asse x si chiama asse trasverso e l’asse y asse non trasverso.
Per l’iperbole con i fuochi sull’asse y, invece, i vertici sono i punti B1(0,b)
e B2(0,-b), l’asse y è l’asse trasverso e l’asse x l’asse non trasverso. Pertant
o l’iperbole ha sempre come asse trasverso l’asse focale
Cosa succede se il coefficiente a risulta uguale a quello b?
L equazione dell iperbole diventa:x^2-y^2=a^2 e l iperbole è detta equilatera.