Sei sulla pagina 1di 49

Comportamento organizzativo

Prof. F. Garraffo

Laurea Triennale in Economia Aziendale

E-mail: garraffo@unict.it
Ricevimento: Luned 12-13.30 Mercoled 12-13-30

Dipartimento Economia e Impresa


Universit degli Studi di Catania

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo 11


I gruppi

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 12


Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 13
Job Organizational
Performance Commitment

Gruppi Moderate Positive Strong Positive

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 14


Evidenze empiriche su team/job-
performance/organizational commitment
I gruppi hanno una correlazione positiva moderata con la job
performance.
In particolare, le ricerche si sono concentrate sulla relazione tra
processi di funzionamento dei gruppi e performance dei gruppi
In ambienti incerti e complessi i processi di funzionamento del
gruppo influenzano positivamente la team performance
I gruppi hanno una correlazione positiva forte con lorganizational
commitment.
In particolare, in ambienti incerti e complessi, i processi di
funzionamento del gruppo influenzano fortemente il commitment
dei membri
I gruppi che sperimentano processi di funzionamento efficaci
tendono a persistere nel corso del tempo
I componenti che sperimentano uninterazione efficace con gli
altri membri del gruppo tendono a manifestare una pi alta job
satisfaction

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 15


Temi che discuteremo

Cos un gruppo
Quali tipologie di gruppi esistono allinterno delle
organizzazioni
Quali fattori influenzano i processi di
funzionamento dei gruppi

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 16


Gruppo
Gruppo un insieme di individui che
interagiscono, in condizioni di interdipendenza
e per un certo periodo di tempo, al fine di
conseguire uno scopo comune
Non tutti gli insiemi di individui costituiscono gruppi.
Occorre:
Interdipendenza
Scopo/obiettivo comune

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 17


Fisiologia del lavorare in
gruppo

Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 18


Il C.V.G.

Tutti i gruppi, come gli esseri viventi, manifestano un loro


ciclo di vita, caratterizzato dalle seguenti 4 fasi (alcuni ne
propongono una quinta)
Forming
Storming
Norming
Performing
.la quinta sarebbe: Adjourning

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 19


Forming
E la fase di formazione di un gruppo.

In questa fase, sono rilevanti i profili di personalit dei


componenti del gruppo

Questa fase si contraddistingue per il tentativo di definire:


gli obiettivi
le funzioni
i ruoli
le metodologie di lavoro
le norme
la leadership

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 110


Ma tutti i gruppi, dopo il Forming, vivono, di
solito, la fase dello Storming.

Questa fase, assolutamente fisiologica alla vita di


un gruppo, pu essere molto breve o pu durare
anche molto a lungo!!!

Si contraddistingue per la prima sperimentazione e


generazione della percezione (cognitiva ed
emotiva) che le cose cominciano a funzionare
(coesione > storming breve) o a non funzionare
(alto potenziale di conflitto > storming anche
molto lungo)
Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 111
Dopodich viene il Norming
Si conosce meglio se stessi e si conoscono meglio
gli altri calati nella vita di gruppo

Nel Norming si ha il tendenziale consenso su:


obiettivi
funzioni
ruoli
norme
leadership

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 112


Il norming consente di far esprimere al
gruppo il Performing

I componenti assumono la consapevolezza della


forza e potenzialit del gruppo rispetto al compito.

Si sviluppano senso di appartenenza, tolleranza e


costruttivit, flessibilit

Di solito, il tutto si concretizza con il raggiungimento


degli obiettivi perseguiti dal gruppo

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 113


Domanda

Nella vostra esperienza, che cosa ha influenzato


il funzionamento dei gruppi di lavoro ai quali
avete partecipato?
Per rispondere assumete sia la prospettiva dei
singoli componenti sia quella del gruppo nel suo
complesso
10 minuti di lavoro individuale confrontate le Vs
idee in gruppi da 3-4 esponete allaula i risultati
del confronto in gruppo

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 114


Fattori che influenzano il funzionamento dei
gruppi
Legati ai membri del gruppo
Personalit e status dei singoli membri
Leadership e tattiche dinfluenza del leader
Influenza dei singoli membri
Legati al gruppo
Dimensione
Funzioni e ruoli dei membri del gruppo
Norme: gestione per obiettivi e metodi di problem
solving

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 115


Fattori legati ai membri del
gruppo: la personalit e lo
status dei membri del gruppo

Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 116


Status

La posizione relativa di una persona allinterno


del gruppo
Fattori di status:
Titolo di studio
Esperienza
Autorevolezza
Lo status di un componente incide sul:
Numero di rapporti intrattenuti
Potere verso gli altri membri
Coesione tra i membri del gruppo

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 117


Fattori legati ai membri del
gruppo: leadership e tattiche
dinfluenza del leader

Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 118


Leadership
Leadership riguarda il componente che esercita il ruolo di
leader in virt della responsabilit assegnata
dallesterno o dallinterno del gruppo
La leadeship nel gruppo si fonda su:
Stile di direzione
Modalit di esercizio dellAutorit/Autorevolezza
Critica: intelligenza sociale del leader, ovvero capacit di:
risolvere i conflitti
individuare interessi, motivazioni ed emozioni
organizzare il lavoro
riconoscere e gestire le proprie motivazioni ed emozioni

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 119


Fattori legati ai membri del
gruppo: linfluenza tra i membri

Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 120


Influenza tra i membri del gruppo

Il comportamento di uno o pi componenti


influenza quello degli altri
Pressione al conformismo - intolleranza al dissenso
Tutti responsabili - nessuno responsabile (Social
loafing)
Prima il gruppo, poi la decisione (Groupthink)
Si decide di accettare un rischio maggiore o minore
(Riskshift)

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 121


Fattori legati al gruppo: la
dimensione

Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 122


Dimensione
Diade - Triade - Piccolo gruppo - Grande gruppo
La dimensione influenza la:
Partecipazione
Coesione
Soddisfazione
Formalizzazione
Performance

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 123


Domanda

In un gruppo grande, come aumentereste il grado


di partecipazione e di soddisfazione dei
componenti?

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 124


Domanda

E necessaria una maggiore partecipazione da


parte di tutti?
Chi partecipa meno e perch?
La soddisfazione riguarda/interessa tutti allo
stesso modo?

- Occasioni dinterazione e coordinamento


- Obiettivi
- Misurazione dei risultati per sub-unit

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 125


Fattori legati al gruppo: la
struttura e le norme

Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 126


Struttura
Attiene alle funzioni e ai ruoli dei componenti del
gruppo
Funzioni sono le attivit svolte da ciascun componente
nellambito del gruppo
Ruoli sono le reciproche aspettative di comportamento
tra i membri del gruppo
La struttura influenza la:
Soddisfazione (pressioni o conflitti di ruolo, ambiguit
del ruolo, distorsione nelle comunicazioni, incongruenza
del ruolo rispetto a risorse e competenze)
Coesione (prevaricazione, aggressivit, etc.)
Performance

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 127


Norme

Le norme costituiscono i meccanismi di


regolazione dei comportamenti di tutti i
componenti del gruppo
Formali: tempi di intervento nelle riunioni, format dei
report, obiettivi, ricompense, punizioni, etc.
Informali: puntualit, disponibilit, spirito di
collaborazione, rispetto professionale, educazione,
lealt, etc.

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 128


Gruppo

Le norme e regole influenzano:


i comportamenti dei singoli membri del gruppo
i processi di funzionamento del gruppo nel suo
insieme
i risultati ottenuti dai singoli membri e dal gruppo
nel suo insieme

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 129


Norme: la gestione dei gruppi
secondo lapproccio per obiettivi

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 130


Come stabilire gli obiettivi di gruppo
Gli obiettivi di gruppo devono possedere le seguenti
caratteristiche:
- Obiettivi positivi per il gruppo
- Precisi e misurabili, anche a livello di sub-unit
- Perseguibili in gruppo

Affinch gli obiettivi siano efficacemente perseguiti in gruppo


occorre(rebbe) il consenso fra i membri in merito a tali
obiettivi

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 131


Obiettivi di gruppo: intendiamoci

Gli obiettivi di gruppo possono essere stabiliti attraverso


processi:

- top-down - dallalto verso il basso


- bottom-up - dal basso verso lalto

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 132


Processi di definizione degli obiettivi nei
gruppi

Top-down Bottom-up

Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 133


Obiettivi di gruppo: intendiamoci

Nella misura in cui prevalente un processo


top-down, a parit di altre condizioni, cresce
lunitariet dellobiettivo ma aumenta il rischio
di scarso commitment da parte dei membri
del gruppo (limitata o scarsa identificazione
se non adeguatamente coinvolti)

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 134


Obiettivi di gruppo: intendiamoci

Nei casi in cui prevale un processo bottom-up,


diminuisce lunitariet dellobiettivo e, nella
misura in cui non si riesce ad ottenerla dal
basso, non detto che diminuisca il rischio di
scarso commitment da parte dei membri del
gruppo.

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 135


Obiettivi di gruppo: intendiamoci

In entrambe le circostanze, critica la ricerca del


consenso attraverso il coinvolgimento dei singoli
membri nella definizione degli obiettivi e, nel
caso bottom-up, la negoziazione ai fini della
sintesi delle proposte in un unico obiettivo.

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 136


Metodologie per il problem
solving di gruppo

Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 137


Metodi per il PS di gruppo

qBrainstorming

qNominal group

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 138


Brainstorming
Prevede che i membri del team lascino la propria mente
libera di esprimere qualunque idea, specie se inusuale, utile
alla risoluzione del problema.

Come funziona
Fase di generazione delle idee
Fase di chiarificazione delle idee
Fase di associazione delle idee
Fase di valutazione dei gruppi didee

Ruolo del facilitatore

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 139


Brainstorming

Regola fondamentale del Brainstorming:


durante la fase della generazione non sono ammesse
critiche alle idee proposte

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 140


Brainstorming

Problem solving Case

Dobbiamo determinare laltezza del campanile di Giotto


situato a piazza S. Giovanni Firenze.

Lunico vincolo al problema che la porta di accesso al


campanile chiusa e quindi non si ha la possibilit di entrare
nel campanile per misurarne laltezza arrivando in cima.
Inoltre, non possibile utilizzare droni o altre diavolerie per
misurare laltezza del campanile.

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 141


Nominal group
Utilizzata nei casi di gruppi ampi in cui si deve analizzare un
problema complesso che ammette pi soluzioni articolate.

Come funziona
Ogni membro genera la propria soluzione
Le soluzioni sono presentate agli altri membri
Si discute
Si vota

Ruolo del coordinatore del gruppo: facilitare la discussione e


il processo di votazione

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 142


Nominal group

Problem solving Case

Bloccati sulla neve..

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 143


Considerate questa situazione.

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 144


Cooperare o competere?
A soli 5 anni dallassunzione siete stati promossi.
Laumento di stipendio stata una manna, ma in
fondo siete ancora pi soddisfatti per il significato
della promozione.
Avete ottenuto questo risultato dopo tempo ed
energie spesi a mettere a punto le vostre
conoscenze, capacit, competenze e abilit e, in
fondo nel vostro cuore, pensate che se tutto filer
come previsto anche lanno prossimo potrete
ottenere una nuova promozione.
E c dellaltro.

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 145


Una bella novit.
Il vostro capo, per i risultati ottenuti, ha deciso di
inserirvi in un team per lideazione di nuovi servizi
agli studenti e la riformulazione della politica di
comunicazione del Dipartimento.

Siete soddisfatti di questa novit e la ritenete


perfettamente coerente con i risultati che avete
ottenuto. In fondo, pensate, se sono stata/o
capace di giusto che faccia parte del team che
dar le indicazioni per lo sviluppo futuro del mio
dipartimento.
Ma il capo ha avuto anche unaltra idea.
Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 146
Lidea del capo.
Poich fate parte del team e avete ottenuto una
promozione, dovrete preparare un seminario di
formazione, destinato ai componenti del team, nel
quale illustrerete e condividerete le tecniche e i
trucchi del mesteire che vi hanno permesso di
ottenere la promozione.
Vi sorge un dubbio amletico.se condivido
queste informazioni avr colleghi, che aspirano a
una progressione di carriera, preparati come
me. Se faccio finta e non condivido, rischio di
non fare la mia parte nel team e il mio capo se ne
accorger..
Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 147
Domande

Che decisione prendereste in questa situazione?

Che consigli dareste al capo?

10 minuti di lavoro individuale confrontate le Vs


idee in gruppi da 3-4 esponete allaula i risultati
del confronto in gruppo

Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 148


Ragionamento
Ci che mi importa valutare come avete ragionato:
- Quale punto di vista avete assunto per rispondere
alla prima domanda?
- Ci sono altri punti di vista che avreste potuto
assumere? Quali?
- Come renderli compresenti nel vostro
ragionamento?
- I consigli che dareste al capo quali sono e da
quale punto di vista provengono?
La risposta sar la vostra in ogni caso.
assumendovi le responsabilit personali e aziendali
della opzione che avrete preferito.
Comportamento organizzativo - Prof. F. Garraffo - Universit di Catania 149