Sei sulla pagina 1di 3

Studio sul Il risveglio spirituale nella famiglia

La via della comunione Modulo n 3


1

Inizio: Avvisi e preghiera

Obbiettivo dello studio: Abbiamo studiato la settimana scorsa il significato ed i


risultati di una vita ripiena dello Spirito Santo. Oggi parleremo della comunione, un
elemento fondamentale per un sano cammino nelle relazioni famigliari.

Osserviamo la croce

E interessante osservare la struttura della croce, attraverso questa analisi


possiamo capire la profondit dellopera di Cristo. Queste due aste di legno
sovrapposte infatti, hanno un grande significato spirituale. Lasta verticale,
dove a Ges furono inchiodati i piedi, rappresenta una linea continua che v
dal cielo alla terra e raffigura la restaurazione della comunione tra Dio e luomo
perduta nel giardino dellEden. Lasta orizzontale invece, dove a Ges furono
inchiodate le mani, rappresenta una linea continua orizzontale, che raffigura la
restaurazione dei rapporti tra luomo ed i suoi simili. Non possiamo, pensare di
avere una famiglia spiritualmente sana, se in primo luogo non abbiamo
comunione con Dio, ma non possiamo nemmeno escludere il contrario. Non
possiamo nemmeno avere comunione con Dio se viviamo in un mondo
chiaroscuro nelle relazioni col nostro coniuge o coi nostri figli,dobbiamo quindi
avere cura della nostra comunione in famiglia. Camminare cio nella luce di
Dio. Questo il senso di quello che ci dice la Parola. (1
Gv.1.6/7 2.8/9)

Nota: Pu sorgere spontaneamente la seguente domanda; e se i miei famigliari


sono dei non credenti come potr vivere la comunione? In questo caso
sappiamo che non possibile. La comunione il prodotto infatti dello Spirito
Santo. In questo caso per, la comunione assume laspetto dellamore
attraverso il servizio come ci mostra Ges durante lultima cena. Ricordiamo
che i discepoli, pur credendo psicologicamente che Ges era figlio di Dio, non
erano ancora convertiti ossia non avevano ancora ricevuto lo Spirito Santo.
Ges per trasform quel bellissimo momento della cena in una speranza di
comunione futura riversando il proprio amore su di loro attraverso il
servizio!!! (Gv.13.1/9)

Ma cosa significa in sostanza avere comunione?:

Vivere la vera comunione, senza mezzi termini, camminare alla luce di


Dio e alla luce degli uomini, essere cio disposti a conoscere la verit su
noi stessi a qualsiasi costo.

a. Vivere alla luce di Dio vuol dire accettare senza riserve di riconoscere e
accettare di avere bisogno costantemente della una convinzione da parte
dello Spirito Santo, di ci che peccato nella nostra vita e confessarlo
immediatamente e abbandonarlo, incamminandosi quindi sul sentiero
dellobbedienza. Questa attitudine rimuover, tutto ci che ci impedisce di
avere una relazione armonica con Lui, e produrr una comunione genuina,
determinata dal prezioso sangue di Ges (1 Gv.1.7). Facendo cos, scopriremo
giorno dopo giorno di avere delle abitudini carnali insospettate di cui sempre
di pi vorremo liberarci e sperimentare la profonda comunione con Dio.

b. C una cosa molto interessante che riscontriamo nei primi passi della bibbia,
che ci utile per capire il senso della comunione con i nostri simili. Quando
Studio sul Il risveglio spirituale nella famiglia
La via della comunione Modulo n 3
marito e moglie erano appena stati 2 creati, la Parola ci dice che erano:
.Entrambi nudi e non ne avevano vergogna (Gen.2.25). La comunione
nellambito fisico, psicologico, spirituale e relazionale fra loro era una
esperienza continua, gratificante e vissuta con la semplicit dellinnocenza,
desiderata da entrambi e senza

nessuna ombra. Ma sappiamo che appena il peccato entrato nel mondo essi
si sono coperti con una foglia di fico, simboleggiando il desiderio di
mascherare la loro caduta nelle tenebre, nascondendo quindi i loro sentimenti
pi profondi, i loro pensieri nascosti che per la prima volta erano vergognosi e
inaccettabili:.. s'accorsero che erano nudi; unirono delle foglie di fico e se ne
fecero delle cinture (Gen.3.7). La famiglia uno strumento che Dio ha creato
per darci una grande opportunit di mostrarci effettivamente per quello che
noi siamo. Accettando ci che in realt siamo vicino ai nostri famigliari,
confessando apertamente le nostre debolezze ed i nostri peccati e
soprattutto, desiderando di camminare insieme alla persona vicina a noi ogni
giorno di pi in uno spirito di servizio, ci far sperimentare una comunione
ogni giorno pi profonda e gratificante. C una potente verit e una grande
promessa contenuta nella Parola a riguardo: (Gc.5.16).

Un modello biblico straordinario

Il re Davide fu chiamato uomo secondo il cuore di Dio. Esso aveva alcune


caratteristiche fondamentali per esserlo, una delle pi importanti di tutte era la
sua trasparenza.(Sl.51.6).
Egli si mostrava davanti a Dio e agli uomini esattamente come era e aveva
fatto una esperienza si vita cos forte con Dio che:

1) Davide aveva sperimentato la sua onniscienza: (Sl.139.1/6)


2) Davide aveva sperimentato la sua onnipresenza: (Sl.139.7/12)
3) Davide aveva sperimentato la sua onnipotenza: ( Sl.139.13/18)
4) Davide voleva con tutto se stesso sperimentare senza barriere la comunione
con Dio ( Sl.139.23/24)

Cosa ci impedisce di farlo?

Nota: Questi punti sono volutamente commentati in modo sintetico per far si
che la discussione sia ampliata nel gruppo. Pensiamo a queste attitudini
inserite specialmente nella nostra famiglia. Deve essere molto chiaro per noi il
fatto, che queste attitudini di fatto, ci impediscono di vivere la comunione con
le persone pi vicine a noi.

a) Lautoinganno: A volte siamo convinti che nascondendo le nostre debolezze


possiamo sopravvivere alla nostra immagine.
b) Labitudine: Siamo talmente abituati a pensare che Dio sa tutto che
perdiamo gradualmente labitudine a confessare i nostri falli
c) La reputazione: Pensiamo che la reputazione che ci siamo costruiti, sia cos
preziosa da non potere mostrarci per ci che siamo veramente
d) Lorgoglio: Non possiamo confessare un peccato ad una persona che fa
errori pi grandi dei miei e quindi mi giudicher
e) Conformazione a modelli errati: Abbiamo imparato a non aprirci con gli altri
per un modello famigliare errato
Studio sul Il risveglio spirituale nella famiglia
La via della comunione Modulo n 3
3
Concludiamo lo studio con una preghiera insieme al nostro coniuge o con un
famigliare o semplicemente da soli con Dio, chiedendo se ne sentiamo la
necessit, di sperimentare la vera comunione come ha fatto Davide.
Chiediamo a Dio di investigarci e mostrarci la strada per camminare nella
luce.()