Sei sulla pagina 1di 6

AM 298-2

Amadeus
Amadeus

Amadeus
Ottorino Respighi
(Bologna, 9/7/1879 - Roma, 18/4/1936)
Concerto allantica in la minore per violino e orchestra P075 (30'50)
1 Allegro 12'58
2 Adagio non troppo 8'10
3 Scherzo. Vivace, tempo di minuetto 9'41
Sei pezzi per violino e pianoforte P031 (25'49)
4 Berceuse 3'47
5 Melodia 3'46
6 Legende 5'52
7 Valse caressante 4'11
8 Serenata 2'48
9 Aria 5'23
Cinque pezzi per violino e pianoforte P062 (21'40)
bl Romanza 4'34
bm Aubade 3'28

non in vendita separatamente da amadeus


bn Madrigale 4'33
bo Bereuse 2'56
bp Humoresque 6'07
Ottorino Respighi
Concerto allantica
Davide Alogna, violino Irene Veneziano, pianoforte Pezzi per violino e pianoforte
OrchestraVivaSinfonica
Std = F di Sanremo Davide Alogna, violino Irene Veneziano, pianoforte
ITC Benguiat = Amadeus
Roberto Gianola, direttore
Neuzeit Std = per la diffusione
Fondazione
Orchestra Sinfonica di Sanremo
Roberto Gianola, direttore
T. T.: 78'21
REGISTRAZIONE inedita

CopRetro0914.indd 2-3 31/07/14 11.50


OTTORINO RESPIGHI
(Bologna, 9/7/1879 - Roma, 18/4/1936)
Guida allascolto
Ottorino Respighi
Concerto allantica
Guida allascolto
gnificativa lo stile di Respighi, specie per
quanto riguarda il trattamento dellorche-
stra e la ricerca espressiva di effetti croma-
Pezzi per violino e pianoforte
Concerto allantica in la minore per violino e orchestra P075 tici fuori dallordinario. Laltro aspetto da
1 Allegro (12'58) 2 Adagio non troppo (8'10) 3 Scherzo. Vivace, tempo di minuetto (9'41) considerare va riferito allamore che il
Composizione 1908 Prima esecuzione Budapest, 1925 di Stefano Valanzuolo compositore bolognese nutr per i classici
Prima edizione inedito (Respighi ne ha ricavato in seguito una riduzione e, segnatamente, per lantico in musica; un
per violino e pianoforte, rimasta anche essa inedita) amore evoluto in ricerca priva di eccessi fi-
Organico violino solista, flauto, 2 oboi, 2 clarinetti, fagotto, 2 corni, archi
Registrazione live in concerto 13 marzo 2014, Teatro dell'Opera del Casin, Sanremo lologici ma perseguita tenacemente e con
coerenza nel tentativo di giungere a un lin-

N
Sei pezzi per violino e pianoforte P031 ellaccingersi allascolto e allanalisi guaggio che, nel segno di una tradizione
4 Berceuse (3'47) 5 Melodia (3'46) 6 Legende (5'52) di questo progetto discografico, in- nobile e italiana, evolvesse in forme altre,
7 Valse caressante (4'11) 8 Serenata (2'48) 9 Aria (5'23) teramente dedicato allopera violi- personali e attuali.
Composizione 1901 (il n. 2 del 1902, San Pietroburgo) nistica di Ottorino Respighi, sar bene Questo specifico approccio respighiano,
Prima esecuzione Monghidoro, Chiesa della Madonna dei Boschi, 1901 (n. 6) prendere in considerazione un paio di ele- confortato da una predilezione violinistica
Prima edizione Bologna, Bongiovanni, 1905 menti che, opportunamente messi in con- assodata, conduce alla genesi del Concerto
Organico violino e pianoforte nessione, ritroveremo alla base degli esiti allantica in la minore per violino e or-
musicali. Il primo, pi specifico, dato dal- chestra P075. Scritto tra il 1905 e il 1908,
Cinque pezzi per violino e pianoforte P062 la predilezione che il compositore ebbe nei costituisce, a ben vedere, forse il primo
bl Romanza (4'34) bm Aubade (3'28) bn Madrigale (4'33) confronti del violino: molto giovane, Re- esempio compiuto di riflessione intorno
bo Bereuse (2'56) bp Humoresque (6'07) spighi entr a far parte dellOrchestra del al passato attuata da Respighi. Sar solo
Composizione 1906 Dedica al Duca di York Teatro Comunale di Bologna, la sua citt, e dopo lesecuzione a Berlino (1909) de Il la-
Prima esecuzione Teatro Regio Ducale di Milano, 26 dicembre 1770 in seguito fu ingaggiato come violinista al mento di Arianna, trascrizione fantasiosa
Prima edizione Vienna - Trieste, Schmidl, 1906
Organico violino e pianoforte Teatro Imperiale di Pietroburgo per la sta- sulloriginale di Monteverdi, che pubblico
gione dopera italiana (1898-1900). Questa e stampa tedeschi prenderanno a lodare
esperienza in Russia, aggiungiamo, lo pose la mano felice del giovane autore italiano,
Davide Alogna, violino Irene Veneziano, pianoforte a confronto diretto con Rimskij-Korsakov, capace di ridare luce, con gusto e persona-
Orchestra Sinfonica di Sanremo Roberto Gianola, direttore il quale avrebbe influenzato in maniera si- lit, a capolavori qualche volta dimenticati.

bookletCD0914.indd 2-3 31/07/14 11.52


Guida allascolto Guida allascolto

Il Concerto in la minore pagina persino (1906), rendendo coerente oltre che stori- venire, quasi pervenendo a un neoclas- concorre, per contrasto, linserimento del
un po misteriosa cui la storia, ad onta della camente interessante la scelta di program- sicismo ante litteram (Stravinskij non ha Minuetto, ultimo omaggio alla tradizione.
bellezza oggettiva della materia musicale, ma riportata in questo cd. ancora svelato il suo Pulcinella) che sfocia Gli altri due lavori inclusi in questo disco
non ha concesso fortuna e fama adeguate. Prima del Concerto allantica, Respighi nelladozione di un linguaggio, per certi proiettano, invece, Respighi in una dimen-
Eseguito per la prima volta a Budapest, da si era gi cimentato nella produzione per versi (e solo a tratti), neobarocco. Alla fine, sione cameristica entro la quale, specie
Remy Principe (gi Primo violino dellOr- violino e orchestra, tra laltro privilegiando il Concerto si pone quale tappa significativa in anni giovanili, egli si mosse spesso e
chestra di Santa Cecilia) negli anni Venti la stessa tonalit in la minore; ma aveva nellambito di un percorso strumentale che volentieri, dando spazio importante alla
del secolo scorso, il Concerto quasi scom- lasciato incompiuto quel primo lavoro, prova a scrollarsi di dosso il retaggio del produzione per violino. In questo caso,
pare, successivamente, dal grande reperto- che sarebbe poi stato completato addirit- grande Ottocento europeo, e nel farlo non per, il semplice discorso di rivalutazio-
rio per lo strumento. Riapparir negli anni tura nel 2009 da Salvatore Di Vittorio. In disdegna di guardare indietro, ad arche- ne e/o riscrittura del passato non appare
Novanta, grazie a unintuizione del violini- seguito, Respighi avrebbe poi composto tipi inossidabili, in modo comunque non sufficiente a esaurire limpeto creativo e
sta tedesco Ingolf Turban, che a Respighi il Concerto gregoriano (1921) e il Poema pedissequo. la novit profusi dallautore bolognese. Il
conceder assidua attenzione discografica. autunnale (1925), per violino solista. Il Il primo movimento del Concerto (Allegro quale si muove, specie a inizio carriera,
Ma entrare in possesso della parte solisti- Concerto allantica, tra tutti, il brano 1) si apre con un tema in minore evocato in unItalia musicale assillata soprattutto
ca, ancora oggi non possibile: del Con- forse pi ortodosso nellapproccio e nei dallorchestra e subito ripreso dal solista, dallansia di seppellire il verismo, troppo
certo esiste una sola edizione a stampa ed risultati, almeno per quanto concerne la al quale la partitura lascia, in seguito, varie poco radicato per non essere condannato a
limitata al noleggio delle parti orchestrali. struttura generale (articolata in tre mo- chances di visibilit durante lo sviluppo del un rapido esaurirsi. Scrive Casella che al-
Stimolato da unascolto casuale alla radio, vimenti) e ladesione a uno schema che secondo tema, in maggiore, e durante la la produzione di Respighi guard con cura
pochi anni fa, Davide Alogna si posto, in- rimanda a quello del concerto grosso, sia corposa cadenza finale. Il secondo tempo non casuale nel 1941: Per reagire contro
fine, sulle tracce del manoscritto respighia- pure attraverso la mediazione della forma (Adagio non troppo 2) quello che, con il verismo lunica via possibile era quella
no, e lo ha trovato muovendosi tra Monaco sonata. Qualcuno, nella volont di rifarsi ogni probabilit, fa pensare allo stile anti- di appoggiarsi sulle avanguardie europee
e Bologna. Di pi: tra le mani gli capitato a una prassi formale consolidata, non ha co del titolo: unampia melodia si imprime nate dallimpressionismo. E in questo, Re-
pure lautografo della riduzione originale saputo cogliere i segni di una personali- nella memoria dellascoltatore, proiettata spighi fu con noi tutti. Ma gli manc, a un
per violino e pianoforte, questa assoluta- t originale e di un progetto audace. Una su uno sfondo di rassicurante rigore for- dato momento, il coraggio di andare avanti
mente inedita, che di fatto apparenta ancor considerazione, questa, che suona tuttavia male. Il pi complesso dei tre movimenti su quella via, che doveva portare, e infatti
pi esplicitamente la pagina, per questioni ingenerosa. Contestualizzando, infatti, lo- quello finale (Scherzo. Vivace, tempo di port, a una totale reazione contro lim-
di gusto e scrittura, ai quasi coevi Sei Pezzi pera, ci si rende conto di come Respighi minuetto 3), disegnato in modo da assi- pressionismo Vi erano in lui due nature:
P031 (1901-1905) e ai Cinque Pezzi P062 qui appaia precursore di uno stile di l da curare al racconto un brillante finale cui una sensibilit sinceramente orientata ver-

4 5

bookletCD0914.indd 4-5 31/07/14 11.52


Guida allascolto Guida allascolto

so il modernismo e una seconda natura i segni di un idioma originale. Proprio per fatto che siano stati pubblicati singolar- di questa sua qualit nella Romanza bl che
che lo port ad adagiarsi comodamente questo, i sei tasselli in questione, ai quali mente. Insieme, piuttosto, formano una apre il ciclo. Aubade bm appena uno schiz-
sulle posizioni del successo, impedendogli lautore riserva attenzione particolare in sorta di polittico articolato in sei minia- zo, attraversato da echi popolari. Con Ma-
di superare limpressionismo franco-russo termini violinistici, sembrano tratteg- ture, ognuna in grado di esibire la propria drigale bn lautore si addentra con acclarata
dal quale era partito e che rimase sempre, giare nostalgicamente le vestigia di una carica inventiva formale e melodica in consapevolezza nel territorio classico, ma
assieme con un certo carattere romanti- mitteleuropa musicale incarnata da Schu- margini ridotti. I titoli, la cui funzione sem- la traccia di base trasformata fino a dare
co alquanto intedescato ereditato dal suo mann e specialmente da Brahms, meglio bra essere pi allusiva che didascalica, for- sviluppi sorprendenti. Ancora una melo-
maestro Martucci, la base della sua arte. ancora se filtrato attraverso il magistero niscono delle cordinate emotive, mentre dia dolcissima per la Bereuse bo, sostenuta
Disamina acuta, come si vede, che giusti- di Martucci; oppure guardare a un certo i brevi racconti si snodano in un sapiente da una trama pianistica fitta e sapiente.
fica pure lamore di Respighi nei confron- universo francese, imperversante allepoca equilibrio di luci e ombre che contribuir a Lultimo brano, Humoresque bp, anche
ti di quel poema sinfonico intedescato, presso autori emergenti, curiosi e borghe- fare dellop. 62 uno dei punti di riferimento il pi lungo dei cinque, trovando sviluppo
appunto, di ascendenza straussiana, cui si, fissato in atmosfere che definiremmo della letteratura cameristica di inizio No- in tre sezioni che si intersecano, facendo
acceder in varie occasioni, cedendo a una addirittura proustiane, come quelle del vecento. Gran tessitore di temi melodici, seguito alla brillante cadenza violinistica
tendenza, per altro dichiarata, al descrit- Valse Caressante o della Serenata. Che sia Respighi fornisce un pregevole esempio di esordio.
tivismo. Hausmusik o musique de chambre, parlia-
Ma non questo che ci interessa, nel caso mo di musica niente affatto superficiale, al
specifico, quanto, piuttosto, quel passag- di l della patina gradevolmente salottiera
gio in cui Casella sottolinea il peso, nella e dellimpatto melodico accattivante.
vicenda respighiana, del modello impres- Del 1906, come si diceva, sono infine i
sionista franco-russo (in questa prima fa- Cinque Pezzi P062, pubblicati a Vienna,
se, pi franco che russo Rimskij arriver dove la casa editrice Mozarthaus, gestita
poi), motore e freno dellimpulso creativo. dal triestino Carlo Schmidl, dava impulso
I Sei pezzi per violino e pianoforte P031, notevole alla diffusione degli autori italia-
infatti, vanno ricondotti nei margini di una ni. Rappresentativi di una fase evolutiva
visione europea cui Respighi si adegua, pi matura, in cui il violinista va lasciando
specie agli esordi del Ventesimo secolo, spazio creativo sempre pi ampio al com-
quasi a cercare nel caleidoscopio di sug- positore, questi sketches non impongono
gestioni ricavate da viaggi, studi e ascolti un ascolto in sequenza, come dimostra il

6 7

bookletCD0914.indd 6-7 31/07/14 11.52


Interpreti
Interpreti

Davide Alogna, violino


Si diplomato con il massimo dei voti in violino e in pianoforte principale al Conser-
vatorio G. Verdi. La sua carriera musicale si apre con il Premir Prix a lunanimit al
Irene Veneziano, pianoforte
Interpreti

Svolge intensa attivit concertistica in tutto il mondo. A Pechino stata nominata mem-
bro onorario del Beijing Bravoce Music Club e in Per ha ricevuto il titolo di Visitante
Conservatorio Superiore di Parigi e CNR di Boulogne Billancourt e con il I premio al distinguida.
Prix dinterpretation musical del 2009 della Cit Universitaire di Parigi e dallINAEM Nel 2011 ha debuttato al Teatro Alla Scala di Milano. Ha vinto una trentina di concorsi
di Spagna. Ha studiato composizione con Luca Francesconi. Si perfezionato sotto pianistici nazionali ed internazionali. Semifinalista al prestigiosissimo Concorso F.
la guida di Felice Cusano, Maryvonne Ledizes, Zakhar Bron, Pavel Berman e Klaidi Chopin di Varsavia, ha ottenuto tra gli altri il Prix Jean Clostre a Ginevra e il Grand Prix
Sahatci. Ha seguito allAccademia Chigiana i corsi di perfezionamento di Giuliano Car- al Tim di Parigi. Si diplomata con 10, lode e menzione al G. Puccini di Gallarate. Ha
mignola che gli ha conferito il diploma donore definendolo un grandissimo talento. ottenuto il Diploma Accademico di II livello al G. Verdi di Milano, il Diploma di Mu-
Svolge unintensa attivit concertistica sia da solista che da camerista per importanti sica da Camera allAccademia di Imola, il Diploma di Perfezionamento allAccademia
associazioni concertistiche in tutto il mondo. di S. Cecilia di Roma (e Borsa di studio G. Sinopoli consegnatale dal Presidente della
Nellaprile 2014 il suo debutto solistico alla prestigiosa Philarmonie di Berlino. Ha colla- Repubblica G. Napolitano al Quirinale) tutti con lode. Ha collaborato con importanti
borato con Natalia Gutman, Eliso Virsaladze, Andrea Bacchetti, Roberto Plano, Leonora musicisti e direttori dorchestra.
Armellini, Giulio Tampalini, Massimo Laura. Ha collaborato, anche in veste di prima docente di pianoforte al Conservatorio A. Scontrino di Trapani.
parte, con istituzioni tra cui lOrchestra Sinfonica Verdi di Milano, il Teatro Comunale
di Bologna, lAccademia Nazionale di Santa Cecilia e lOrchestra della Toscana. Orchestra Sinfonica di Sanremo
Nel 2010 gli stato conferito dal comune di Milano il Premio alleccellenza nella musica Una delle pi antiche e prestigiose realt musicali italiane con i suoi cento anni di vita fe-
2010. Gli stato affidato per lungo tempo uno Stradivari con il quale ha tenuto concerti steggiati nel 2005, fa parte delle dodici Istituzioni Concertistico Orchestrali riconosciute
in diretta RAI, per il Consiglio dei Ministri e negli U.S.A. Ha allattivo diverse incisioni dallo Stato ed Istituzione Culturale di Interesse Regionale della Regione Liguria; dal 1
da solista per le etichette Velut Luna, Phoenix Classics, Amadeus e Brillant Classics. Ha gennaio 2003 ha acquisito la natura giuridica di Fondazione.
tenuto numerose tourne accompagnato da svariate orchestre tra cui lorchestra Filar- Sede principale dei suoi concerti, pi di cento allanno, il Teatro dellOpera del Casin
monica Italiana(OFI), la Sinfonica di Sanremo, lOrchestra di Stato del Messico (OSEM), di Sanremo. Nella sua lunga storia ha visto alternarsi i pi grandi direttori ed i maggiori
lOsteirreichische Symphoniker di Linz (Austria), lOrchestra Tchaikovsky (Russia), le solisti internazionali; il Direttore Stabile ed Artistico Bruno Santori, mentre il Presi-
Filarmoniche di Kiev, di Leopoli (Ucraina), Kalisz(Polonia) Ploiesti, Bacau (Romania), dente Onorario il M Gianluigi Gelmetti.
lorchestra Baskent di Ankara, lIstanbul Philarmonic (Turchia), Orchestra del Mediter- Attenta alla valorizzazione dei giovani talenti, dotata di una grande versatilit che le
raneo (Francia), la Filarmonica di Gorizia, lOrchestra 1813 di Como. permette di eseguire, sempre con grandi riconoscimenti, sia il repertorio classico, che
docente di Violino presso il Conservatorio F. Cilea di Reggio Calabria. Dal 2013 Di- quello romantico, moderno e contemporaneo. Dal 2003 partecipa ininterrottamente al
rettore artistico del Festival Como Classica. Festival della Canzone Italiana di Sanremo organizzato dalla RAI. Dal 2006, sotto legida

8 9

bookletCD0914.indd 8-9 31/07/14 11.52


Interpreti

della Regione Liguria, ha instaurato una convenzione con il Teatro dellOpera Giocosa
di Savona per la produzione di diverse opere liriche.
LOrchestra vanta collaborazioni con numerosi e prestigiosi Enti musicali italiani e
stranieri; in particolare nel giugno 2003, nellambito di una trionfale tourne che toccava
anche Venezia, Vienna e Praga, lOrchestra ha tenuto alcuni concerti a San Pietroburgo,
per i festeggiamenti dei trecento anni della fondazione di questa citt.
Amadeus
n. 298 (09/2014)
Roberto Gianola, direttore
Periodico registrato al Tribunale di Milano 186/19-03-1990
Considerato uno dei pi interessanti direttori della nuova generazione, intraprende in
C e 2014
poco tempo importanti collaborazioni con orchestre in Usa, Russia, Messico, Austria,
Francia, Turchia, Spagna, Portogallo, Ungheria, Repubblica Ceca, Ucraina, Bulgaria,
Romania, Brasile, Venezuela, Egitto e negli Emirati Arabi. A soli 34 anni ha debuttato
nella prestigiosa Carnegie Hall di New York. Direttore responsabile Gaetano Santangelo
Tra le altre, In Italia ha diretto lOrchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, lOrchestra Redazione Andrea Milanesi
Grafica Dario Codognato
dellArena di Verona, lOrchestra Sinfonica Siciliana, lOrchestra Sinfonica di Sanremo. Impaginazione Riccardo Santangelo
Specializzato nellopera lirica, ha gi diretto in numerose repliche tutto il repertorio
tradizionale. Da ricordare il grande successo ottenuto a Seul dove ha diretto Traviata con Registrazione 13 marzo 2014, Teatro dell'Opera del Casin, Sanremo (Registrazione live in concerto, P075);
23 maggio 2014 (P031) e 23 giugno 2014 (P062), BartokStudio, Bernareggio (MB);
Mariella Devia e la recente partecipazione alla produzione di Nabucco al Teatro di Pe- Direzione artistica Raffaele Cacciola e Federico Caldara
chino con Plcido Domingo. Apprezzato anche nel campo sinfonico, ha diretto Mahler, Ingegnere del suono Raffaele Cacciola
Bartk, Respighi in Messico, Russia, Ungheria e Brasile. Tecnico del suono Claudio Gattuso
Editing BartokStudio
Nellestate 2013 stato assistente di Myung-Whun Chung per la preparazione del
In copertina Davide Alogna, Irene Veneziano e Roberto Gianola
Requiem di Verdi con lOrchestra della Fenice di Venezia e lArena di Verona. Ottiene (Foto di Alessandro Matola, scattata presso la "Tenuta dell'Annunziata" di Uggiate Trevano, Como)
inoltre un grande successo al Lincoln Center di New York.
Nel 2014 ha diretto al Filarmonico di Verona la Vedova allegra di Lehr nella Stagione Davide Alogna: A Gaia, con cui condivido tutti miei sogni, ai miei genitori Mariella e Pietro e ad Anna e Gianni.
Si ringrazia il Liceo Musicale Appiani di Monza per la disponibilit.
lirica.
Roberto Gianola: Dedico questa pubblicazione alla mia cara mamma che sempre con me.

N.B.: possibile scaricare questo booklet in formato digitale


all'indirizzo www.amadeusonline.net/books/201409.pdf

10 11

bookletCD0914.indd 10-11 31/07/14 11.52