Sei sulla pagina 1di 2

Filippo Maria Sanna 1 SB

15/05/2014

Grado di permeabilit di alcuni materiali

Materiale :
ghiaia, sabbia fine, pietrisco, argilla;
parte di bottiglia (mo' di imbuto);
7 beker ( varie portate, varie sensibilit)
pipetta ( p. 100 ml, s. 1 ml )
garza
elastico
pozzo

Obbiettivo:
osservare il grado di permeabilit dei diversi materiali, e riprodurre il
fenomeno dei pozzi nelle falde acquifere.

Introduzione teorica:
La permeabilit in geologia una propriet delle rocce o dei terreni
inconsolidati e rappresenta la capacit di essere attraversati dai fluidi. Il
valore della permeabilit di grande importanza per determinare la
produttivit dei giacimenti di idrocarburi o dei pozzi per la produzione
d'acqua.

Rischi :
Nessun rischio presente nello svolgimento di questo esperimento.

Procedimento :
preparare il filtro naturale versando ogni materiale in un'imboccatura
diversa di bottiglia, coprire il parte superiore della bottiglia
(tappo),adesso in posizione contraria, con la garza e fissarla con un
elastico. Adesso che abbiamo i filtri, possiamo impostarli ognuno su un
beker diverso; ora definire un tot di acqua da versare dentro, versarla e
aspettare che la frequenza delle goccioline che cadono dentro al beker sia
bassissima, dopo di ci concludere le proprie osservazioni, fare lo stesso
procedimento per ora chiudendo totalmente il tappo della bottiglia in
modo di non permettere la fuori uscita dell'acqua, infilare il nostro
pozzo in miniatura e aspirare da essa con la pipetta l'acqua sino a
quando esso si svuota totalmente.

Osservazioni :
Filtro composto dalla sabbia fine: rilascia solo una minima parte
dell'acqua versata, da ci possiamo dedurre che la sabbia permeabile, la
frequenza dell'acqua arriva a quasi zero dopo circa 2 minuti.

Filtro composto dal pietrisco: rilascia solo una parte dell'acqua versata,
da ci possiamo dedurre che il pietrisco anch'esso permeabile ma non
quanto la sabbia fine, la sua frequenza si abbassa a circa 50 secondi
mentre si azzera quasi a circa 1 minuto e mezzo.

Filtro composto dalla ghiaia: rilascia quasi totalmente l'acqua versata, da


ci possiamo dedurre che la ghiaia e s permeabile ma molto poco in
confronto alla sabbia fine e al pietrisco, la frequenza qui si abbassa a 55
secondi e si azzera quasi subito dopo che la frequenza si abbassa.

Filtro composto dall'argilla: l'argilla non permette che l'acqua la


attraversa, dobbiamo aspettare una lunga sessione di tempo prima di
aspettare che le prime goccioline attraversino quest'ultima.

Nella seconda parte dell'esperimento riusciamo a estrarre molta acqua


dalla ghiaia appunto per la sua poca permeabilit mentre meno riusciamo
a estrarne dal pietrisco e dalla sabbia.