Sei sulla pagina 1di 2

Filippo Maria Sanna II SB 24/05/15

Relazione di Scienze
Titolo: Mitosi e Meiosi
Obbiettivo: Osservare e riscontrare al microscopio
le varie fasi della meiosi e della mitosi.

Introduzione teorica:
La mitosi un processo legato alla divisione cellulare. Attraverso la mitosi una
cellula si divide in due cellule figlie che risultano geneticamente e morfologicamente
identiche tra loro e alla cellula madre. La mitosi preceduta dalla interfase durante la
quale si ha la duplicazione del DNA e dei cromosomi che da 2n divengono quindi 4n.
La duplicazione avviene a met dell'interfase, nel corso della cosiddetta fase S. La
fase S preceduta dalla fase G1, in cui la cellula si accresce e si prepara alla sintesi
del DNA, ed seguita dalla fase G2, durante la quale la cellula continua ad
accrescersi e si prepara ad entrare in mitosi. L'insieme dei fenomeni che avvengono
durante la divisione cellulare prende il nome di ciclo cellulare. Esso dura dalle 10 alle
24 ore circa a seconda degli organismi.
La meiosi un processo caratteristico delle cellule eucariote, essa riguarda
unicamente la produzione delle cellule sessuali o gameti degli organismi
pluricellulari. Con la meiosi, attraverso un processo piuttosto complesso, una singola
cellula diploide, dopo aver replicato una sola volta il suo DNA, da origine a quattro
cellule figlie, i gameti appunto, dotate di un patrimonio dimezzato di cromosomi e
dette perci aploidi. La meiosi si differenzia dall'altro processo di divisione cellulare,
la mitosi, nella quale si formano due cellule figlie aventi lo stesso patrimonio
genetico della cellula madre.

Materiale:
Microscopio ottico;
Vetrino copri oggetto, contenente cellule riproduttive maschili (spermatozoi),
in condizioni favorevoli per la meiosi;
Vetrino copri oggetto, contenente cellule vegetali, in condizioni favorevoli per
la mitosi;

Rischi: non vi alcun rischio nell'eseguire questa esperienza in laboratorio.

Procedimento: Incastrare il vetrino sul microscopio ottico e osservare, fare la stessa


cosa con l'altro vetrino. L'ingrandimento ottimale per vedere x40.
Osservazioni:
Durante le osservazioni abbiamo riscontrato quasi tutte le fasi riguardanti la mitosi e
la meiosi tranne il riconoscer quando si tratta di metafase I o metafase II, inoltre
stato pi difficile riscontrare le fasi del secondo ciclo nella meiosi piuttosto che le fasi
della mitosi.
Fasi appartenenti alla mitosi e alla meiosi:
Profase; i filamenti di DNA si organizzano in strutture dallaspetto di bastoncelli, i
cromosomi. Ogni cromosoma possiede una strozzatura, che viene detta centromero.
La duplicazione del DNA gi avvenuta. Nella tarda profase (prometafase) il
nucleolo scompare.
Metafase; La membrana nucleare gradualmente scompare e i cromosomi restano
liberi nel citoplasma, mentre i centrioli si sdoppiano e migrano in direzione opposta,
formando un fascio di fibre che assume la forma di un "fuso", il cosiddetto fuso
mitotico. Le coppie di cromatidi si muovono su un piano immaginario che taglia a
met la cellula detto piano equatoriale. In questa fase i cromosomi raggiungono il
massimo grado di visibilit al microscopio, a causa della loro forte spiralizzazione.
Ci ne facilita l'osservazione.
Anafase; nellanafase i due cromatidi di ciascun cromosoma si separano e si spostano
uno verso un polo della cellula e laltro verso il polo opposto. In questo modo
ciascuna met cellula riceve un uguale numero di cromatidi;
Telofase; Ciascun gruppo di cromatidi viene circondato da una nuova membrana
nucleare, quindi i cromatidi cominciano a decondensarsi e a formare i due nuclei
figli. In ciascuna cellula figlia compare anche il nucleolo. Alla fine di questa fase
ciascuna cellula figlia avr una copia di ciascun cromosoma e, quindi, un patrimonio
cromosomico completo.
La metafase, anafase, e telofase le abbiamo riscontrate anche nel secondo ciclo
della meiosi.
Disegni: