Sei sulla pagina 1di 3

Filippo Maria Sanna 3 SB Gruppo 1 24-01-2016

Relazione di Scienze
Titolo:

Obbiettivo: Misurare la temperatura di solidificazione di alcune sostanze, e osservare come cambia


a seconda della molalit.

Introduzione teorica:
Una soluzione congela a una temperatura pi bassa di quella del solvente puro: la diminuzione del
punto (o temperatura) di congelamento si chiama abbassamento crioscopico.
Anche questa propriet delle soluzioni una diretta conseguenza dell'abbassamento della tensione
di vapore della soluzione rispetto a quella del solvente puro; semplificando si pu dire che in
soluzione, le molecole del soluto interferiscono con le forze attrattive tra le molecole del solvente ed
ostacolano la solidificazione delle molecole del solvente alla loro normale temperatura di
congelamento. Pertanto la temperatura di congelamento di una soluzione si abbassa rispetto a quella
del solvente puro, cio per esempio, per l'acqua si presenta a una temperatura inferiore a 0 C.
L'abbassamento della temperatura di congelamento (abbassamento crioscopico) tcr di una
soluzione rispetto a quella del solvente puro direttamente proporzionale alla molalit (m) della
soluzione: tcr = Kcr * m
Se la sostanza disciolta, libera ioni, nella formula occorre moltiplicare il risultato per il numero di
ioni sprigionati.

Materiale:
Becher;
Provette;
Porta provette;
Spatola;
Termometro;
Ghiaccio tritato \\
= Miscela Frigorigena
Cloruro di Sodio //
Soluzione di NaCl in acqua (0,1 m)

Rischi: Non vi sono rischi nell'effettuare questo esperimento.


Precauzioni: Occorre prestare attenzione alle provette immerse nella miscela frigorigena in quanto
si potrebbero spaccare.
Procedimento:
1. Preparare la miscela frigorigena, cio fare alcuni strati di ghiaccio e di cloruro di sodio, fino
a portare la temperatura a circa -8 C; in caso la temperatura sia pi bassa aggiungere sale,
nel caso opposto aggiungere ghiaccio.
2. Preparare la soluzione di acqua e NaCl (Guarda calcoli), sciogliendo la dovuta quantit di
NaCl in una determinata massa di H2O. Ogni gruppo ha preparato una soluzione diversa in
modo da confrontare alla fine dell'esperimento i dati ottenuti e per velocizzare i tempi.
3. Immergere la soluzione contenuta nella provetta nella miscela frigorigena, ora scegliere un
intervallo di tempo e prelevare la temperatura della soluzione ogni tot di tempo. Evidenziare
il valore della temperatura in cui la soluzione inizia a solidificare.
Tabella:

NaCl + H2O 0,5 m


Tempo (s) Temperatura (C) Tempo (s) Temperatura (C)
30 1 270 - 4,4
60 - 1,5 300 - 4,4
90 - 5,3 330 - 4,6
120 - 7,2 360 - 4,9
150 -3
180 - 3,5
210 -3
240 -3

C6H12O6 + H2O 0,1 m


Tempo (s) Temperatura (C) Tempo (s) Temperatura (C)
0 21 180 0
30 7 210 0
60 4,5 240 0
90 2 270
120 1 300
150 0,5

C12H22O11 + H2O 0,1 m C12H22O11 + H2O 0,5 m


Tempo (s) Temperatura (C) Tempo (s) Temperatura (C)
0 21 0 21
30 5 30 9
60 - 2,5 60 5
90 -5 90 4,8
120 -6 120 4
150 - 6,2 150 3,5
180 180 3,5
210 210 3
240 240 2,5
270 2,5
300 2,5
330 0,1
360 - 1,5
390 - 2,5
420 -2

Calcoli:
2. Preparare la soluzione
Dati: 0,1 m (mol/Kg)
Molisoluto= Molalit * Massasolvente = 0,1 mol/Kg * 0,1 Kg = 0,01 mol
Massasolvente= 0,1 Kg = 100 g
Massasoluto= Molisoluto * Massa Molecolare = 0,01 mol * 58,44 g/mol = 0,58 g

3. Abbassamento crioscopico
tcr = Kcr * m * i

Soluzione NaCl 0,5 m


tcr = 1,86 * 0,5 * 2 = 1,86 C
Soluzione C6H12O6 0,1 m
tcr = 1,86 * 0,1 = 0,18 C
Soluzione C12H22O11 0,1 m
tcr = 1,86 * 0,1 = 0,18 C
Soluzione C12H22O11 0,5 m
tcr = 1,86 * 0,5 = 0,93 C

Conclusioni:
Se confrontiamo il risultato teorico con quello pratico notiamo che ci sono considerevoli differenze,
l'unica temperatura a cui ci siamo avvicinati quella della soluzione di acqua e glucosio (C6H12O6),
anche la temperatura della soluzione di sale e acqua simile a quella ottenuta nei dati. Per il resto ci
troviamo risultati totalmente differenti. Una motivazione la sbagliata preparazione di una
soluzione quale C12H22O11 + H2O 0,1 m. Mentre negli altri risultati non abbiamo saputo trovare
giustificazioni ragionevoli.