Sei sulla pagina 1di 3

CISL MARCHE

Dipartimento Mercato del Lavoro

Dati cassa integrazione gennaio/giugno 2010 su gennaio/giugno 2009

PROVINCIA Genn/Giugno 2010 Genn/Giugno 2009 Differenze %

ANCONA ordinaria 2.134.555 1.937.333 + 10%

straordinaria 1.948.184 1.387.058 + 40 %

totale 4.082.739 3.324.391 + 22.8%

ASCOLI - FERMO ordinaria 798.757 963.799 -17%

straordinaria 1.221.081 671.554 + 81 %

totale 2.019.838 1.635.353 + 23.5%

MACERATA ordinaria 647.320 888.496 - 27%

straordinaria 862.208 558.130 + 54%

totale 1.509.528 1.446.626 + 4.3%

PESARO-URBINO ordinaria 1.859.372 1.914.719 - 2.8%

straordinaria 1.551626 272.229 + 469%

totale 3.410.998 2.186.948 + 55.9%

TOTALE MARCHE ordinaria 5.440.004 5.704.347 - 4.5%

straordinaria 5.583.099 2.888.971 + 93.2%

TOTALE 11.023.013 8.593.318 + 28.2%

CASSA IN DEROGA ORE AUTORIZZATE GENNAIO/GIUGNO 2010

ANCONA 1.522.167 ASCOLI/FERMO 1.909.925

MACERATA 1.212.142 PESARO 1.978.887

TOTALE MARCHE 6.623.121


(NON PARAGONABILE AL 2009 A CAUSA DEL DIVERSO UTILIZZO DELLO STRUMENTO DISOCCUPAZIONE PER
SOSPENSIONE)
L’utilizzo della cassa integrazione nelle Marche

I dati messi a confronto riguardano il semestre gennaio/ giugno 2010 rispetto al semestre
gennaio/giugno 2009.
Nell’industria marchigiana, mentre rimane pressoché invariato il dato della CIG ordinaria,
si registra un forte aumento della Cassa Straordinaria che praticamente raddoppia
( + 93%).
Questo è un dato fortemente preoccupante in quanto le aziende che utilizzano lo
strumento straordinario si trovano a gestire situazioni più problematiche; ci troviamo infatti
di fronte a crisi aventi carattere strutturale e non transitorio, che in genere riguardano
aziende di medie/grandi dimensioni la cui crisi ha dirette ripercussioni sull’indotto e quindi
sul territorio.
Il quadro trova in qualche modo conferma dall’incrocio dei dati della Cig Straordinaria con
quelli sulla Cassa in Deroga che riguardano perlopiù aziende artigiane molto spesso
contoterziste; il numero di ore di cassa in deroga richieste ed autorizzate è infatti
consistente e l’utilizzo maggiore si registra negli stessi settori in cui aumenta la cassa
straordinaria: la meccanica, le calzature, l’abbigliamento ed il legno;
dobbiamo mettere in conto che, soprattutto per la deroga, non tutte le ore richieste
verranno utilizzate; infatti il focus dell’INPS sul primo trimestre 2010 evidenzia un “tiraggio”
del 59%: su 100 ore richieste le aziende ne hanno utilizzate in madia 59.
I dati sono comunque preoccupanti: sarà ancora un anno difficile per l’occupazione,
nonostante qualche segnale che la “caduta libera” si sia arrestata.
Ci riferiamo ai dati presentati dall’ Osservatorio della Regione Marche che evidenziano
come il primo quadrimestre 2010 rapportato allo stesso periodo del 2009 veda diminuire di
2.039 unità il numero dei lavoratori licenziati ed iscritti nelle liste di mobilità, e contrarsi il
tasso di disoccupazione che si attesta ad aprile al 5.6 % contro il 7.5 % del quarto
quadrimestre 2009.