Sei sulla pagina 1di 4

Il Castello delle note .

Progetto musicale
Scuola materna Perinaldo A.S. 2016/2017

Cera una volta, tanto tempo fa in uno stupendo


paese chiamato Perinaldo, un magico maniero
detto il Castello delle Note. Il castello era
abitato dalla bellissima regina Birbantina,
dallaffascinante re Favoloso e dalle notine
musicali. Questo castello non era come gli altri
castelli bui e paurosi. Era un castello pieno di
sole e tanta musica che persino le rane nello
stagno saltavano felici nel sentirla. Il guardiano
Formaggino custodiva lentrata del castello e
non lasciava entrare nessuno, cos che gli
abitanti del castello non venissero disturbati. Il
guardiano Formaggino aveva una chiave
speciale per aprire le porte del castello. Essa
aveva un nome curioso e si chiamava Chiave di
violino. La regina Birbantina tutte le mattine
scendeva le scale e andava in cucina a sedersi
sul suo dondolo magico. Mentre La regina era
solita riposarsi, il re ghiotto mangiava le sue
ciambelle di mele. Al primo piano del castello
si trovava invece il suo adorato micio Gigio.
Micio Gigio non amava essere chiamato gatto,
perch altrimenti, dispettoso comera, graffiava
i suoi padroncini. La Regina Birbantina tutte
le mattine,dopo aver fatto giocare Micio
Gigio,saliva al secondo piano del castello a
suonare il pianoforte. Nel frattempo il re
Favoloso stava seduto vicino ad una grande
finestra ad osservare una bellissima Farfalla,
mentre fuori dalla vetrata splendeva un
bellissimo Sole. La musica era talmente
melodiosa che arriv fino alle orecchie di un
malvagio mago che abitava l vicino, il Mago
Silenzio. Il perfido Mago Silenzio, geloso della
felicit che regnava nel castello, aveva fatto un
incantesimo proprio il giorno del compleanno
della Regina. Mago Silenzio con un malefico
trucco aveva fatto sparire i suoni, le voci ed
anche i rumori che si udivano nel castello. Egli,
non conoscendo la differenza tra suoni e rumori
aveva cancellato tutto, ed aveva rinchiuso in
cantina tutte le notine musicali. La Regina
disperata sale in cima alla torre a chiedere
aiuto per spezzare lincantesimo e rimettere
tutto a posto. Come? Chiederete voi. Vi
ricordate del guardiano Formaggino, egli non
era stato colpito dallincantesimo di Mago
Silenzio perch stava fuori dal castello. Dovete
sapere che il guardiano Formaggino aveva una
sorella Fata di nome Brontolina. Brontolina era
espertissima nel rompere gli incantesimi.
Adesso voi pubblico e voi Notine musicali
chiamerete i due fratelli a sistemare la
questione. Dunque insieme chiamerete
Formaggino e Brontolina.
Foooooormaagginooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!
Brontolinaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!
Il guardiano Formaggino ecco che tira fuori
dalla tasca la sua speciale chiave (ricordate la
chiave di violino ) e recita una formula magica.
C una chiave tutta gialla che si mette nella
toppa e fa aprire quella porta.
Uno, due, tre e la porta si apre solo per me.
Uno, due, tre e tu mago non ci sei pi.
In un battibaleno la porta della cantina si apr e
tutte le notine che erano state rinchiuse furono
finalmente libere. Ecco poi Brontolina che
prende dalla sua borsetta una polverina magica
e soffia su ciascuna delle notine dicendo: sui
piedi per danzare, sulle spalle per volare, sulla
bocca per cantare. A questo punto le notine
erano libere dallincantesimo e la Regina ed il
Re felici e contenti continuarono a vivere nel
loro magico castello delle note.

Ora, gentilissimo pubblico, che tutti i


protagonisti di questa magica storia sono
finalmente liberi di cantare e ballare vi
offriranno delle canzoncine e dei piccoli balletti
studiati durante questanno scolastico. Buon
divertimento.