Sei sulla pagina 1di 18

16/3/2017 Manuale

TEMPAIR:GUIDAALLUTILIZZO

1.FUNZIONAMENTODELSOFTWARE
Il programma, utilizzando il metodo delle ammettenze e la procedura descritta nella norma UNI
10375,consentedicalcolarelatemperaturainternaoperantediunambiente.

Laproceduradicalcolopu,sinteticamente,esseresuddivisaintrefasi:

Definizione dei parametri termici dei componenti opachi e trasparenti che il progettista
intendemettereinopera
Sceltadellecondizioniclimatiche,dellageometria,identificazionedellesuperficimurariesulla
basedelleinformazionicontenutenellabancadatidelsoftware
Calcolodelletemperatureevisualizzazionerisultati.

Le operazioni iniziali sono facilitate dalla presenza di una serie di dati relativi al comportamento
termicodeiprincipalimaterialidacostruzionepresentisulmercato.Icomponentisonostatidivisiin
categorieeinclusiinduemacrosezioni:ArchiviostruttureopacheeArchiviostrutturetrasparenti.
La prima contiene tutti i parametri relativi ai materiali utilizzati per la realizzazione di componenti
murarie mentre la seconda raccoglie le strutture trasparenti, specificandone le caratteristiche
necessarie:geometria,tipodivetroeditelaio,ecc.
Nelcasoincuinonfossepresenteunmaterialenecessariopercomporreunastratigrafia,lutente
halapossibilitdiinserirloneldatabaseelettronico,specificandolepropriettermiche.
Levocidiquestoelenco,possonopoiessereutilizzateperlacostruzionedellestratigrafierelative
allinvolucrodelfabbricatodelqualesivuolecalcolarelatemperatura.

Una volta completate le fasi preliminari, possibile accedere alla sezione di calcolo. Il software
prevede l'impostazione delle zone termiche che si intendono testare e la scelta del contesto
climaticonelqualeinseritoledificio.
Inseguitosipassaallinserimento,zonaperzona,deidaticoncernentilecondizionidiventilazione,
degliapportiinterni,delleareedellestrutturemurarieedeiserramenti.
Infine,conunappositocomandovienevisualizzatalascansioneorariadelletemperatureinternee
la relativa rappresentazione in un grafico cartesiano. In questo modo possibile svolgere un
confronto diretto con la temperatura esterna o con quella di unaltra zona termica presente nel
fabbricato.

2.SCHERMATADIACCESSO
Perunamigliorefruibilitdelsoftware,laschermatainizialestataideataconloscopodifacilitare
sialaccessoallefasidilavoropreliminarichelaripresadopouninterruzione.
Una volta aperta lapplicazione, lutente accolto da una maschera che offre una serie di
possibilit:

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 1/18
16/3/2017 Manuale

Figura1MascheraIniziale

I primi due link consentono di accedere alla banca dati delle strutture il terzo consente la
creazione di un nuovo progetto, mentre il quarto permette di aprire un file di lavoro creato in
precedenza.

Le funzionalit dellapplicazione possono essere attivate utilizzando tre menu a discesa presenti
nellabarraaldisottodiquelladeltitolo:ArchivioStrutture,Edificio,Calcolo.
La descrizione di ognuna di esse avverr seguendo la normale procedura di calcolo della
temperatura,inmododaguidarelutenteinognifasedilavoro.

3.MENUARCHIVIOSTRUTTURE

3.1ARCHIVIOSTRUTTUREOPACHE
possibile accedere a questa sezione attraverso lapposito comando nella maschera iniziale o
selezionando,conilmouse,lavocenelmenuArchivioStrutture>Opache.
Inquestomodo,appareunaschermatacheconsentelacostruzionedellestratigrafiemurarieela
relativaverificadellepropriettermichestazionarieedinamiche.

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 2/18
16/3/2017 Manuale

Figura2ArchivioStruttureOpache

3.1.1BANCADATIMATERIALI

In primo luogo, necessario verificare che i materiali che si intendono utilizzare siano presenti
nellarchivioechequestisianodotatidellepropriettermichedesiderate.
Per completare questa operazione, occorre selezionare una categoria, nellapposito elenco a
discesa (Figura 3, Riquadro 1), e accertare la presenza dellelemento cercato tra quelli proposti
(Figura3,Riquadro2).

Figura3SceltaMateriali

Nelcasoincuiilmaterialedesideratononfossepresentetraquelliarchiviati,TempAirconsentedi
creareunanuovavoceneldatabase.
Per compiere questa operazione, cliccare sul comando Archivio materiali utente (in alto a
sinistra).Comparirlaseguentemaschera:

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 3/18
16/3/2017 Manuale

Figura4InserimentodiunNuovoMateriale

Linserimentopuesserecompletatointretappe:perprimacosadeveesseresceltalacategoria
diappartenenzadelmateriale(Figura4,Riquadro1),successivamentedeveesserecompletatoil
quadrorelativoalladescrizioneealleproprietfisiche(Figura4,Riquadro2),infine,utilizzandoil
comandoSalva(Figura4,Riquadro3)idativerrannomemorizzatiallinternodellarchivio.

Note:

Ladescrizioneilnominativocheconsentediidentificareilmateriale.
Ilcalorespecificodeveessereinseritoutilizzandounasolaunitdimisuraascelta(tra
kcal/kgKeJ/kgK),inseguitoilsoftwaremostrerilsolovaloreespressoinkcal/kgK.

Per visualizzare i materiali inseriti nellarchivio, nella pagina relativa alla costruzione della
stratigrafia,necessariochesiaattivalopzioneMaterialeutente,postaaldisottodellatendina
destinataallasceltadellecategorie(Figura5).

Figura5Opzione"MaterialiUtente"

3.1.2COSTRUZIONEDIUNASTRATIGRAFIA

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 4/18
16/3/2017 Manuale

Per creare un nuovo componente opaco, accedere alla sezione Archivio strutture > Opache e
cliccare sul comando Nuova Stratigrafia, posto in basso a destra (Figura 6, Riquadro 1): in
questo modo compariranno, nello spazio bianco centrale, le prime righe di una tabella allinterno
dellaqualesonopresentileresistenzedovuteaicoefficientiliminari.
Il secondo passo, rappresentato dalla scelta dellorientamento dellelemento (parete, solaio o
pavimento)edallasuaposizione(internaoconfinanteconlesterno)(Figura6,Riquadro2).
Inseguito,siprocedeallinserimentodeglistrati:

scegliere linsieme di ricerca, materiali di default o materiali utente, (selezionando o meno


lappositaopzione)e,inseguito,lacategoriavolutaallinternodellelencoadiscesa(Figura6,
Riquadro3)
cliccaresullavocedesiderataallinternodellatabellainaltoadestra(Figura6,Riquadro4)e
specificarelospessorenellacaselladitesto(Figura6,Riquadro5)
confermare la scelta con il comando aggiungi strato( Figura 6, Riquadro 6). Questa
operazione pu essere completata in due modalit: inserisci o sostituisci, in un caso il
materiale viene aggiunto a quelli gi presenti, nellaltro la riga selezionata allinterno della
tabellacentralevienecancellataesostituitadaquellaconlecaratteristicheappenascelte.

Ilprogrammaconsentedieliminareunostratoinseritoerroneamentemedianteilcomandoelimina
strato(Figura6,Riquadro7).
Una volta completata la scelta di tutti i componenti, selezionando il comando Salva stratigrafia
(Figura 6, Riquadro 8), il software, dopo aver richiesto un nome, memorizza nellarchivio
corrispondentelaparetecreata.

Figura6CostruzioneStratigrafia

3.2ARCHIVIOSTRUTTURETRASPARENTI
possibile accedere a questa sezione attraverso lapposito comando nella maschera iniziale o
selezionandolavocenelmenuArchiviostrutture>Trasparenti.
ConilcomandoNuovo(Figura7,Riquadro1)siprocedeallacreazionediunnuovoserramento,
mediante il comando Apri (Figura 7, Riquadro 2) possibile visualizzare le propriet relative al
serramento selezionato. Cliccando sul tasto Elimina (Figura 7, Riquadro 3) il componente
finestratovienecancellatodallelenco.
file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 5/18
16/3/2017 Manuale

Figura7NuovoSerramento

3.2.1INSERIMENTODIUNNUOVOSERRAMENTO

UtilizzandoilcomandoNuovo,lapplicazioneguidalutenteattraversounaseriedischermateche
consentonodifornirealprogrammatutteleinformazioninecessarieallosvolgimentodeicalcoli.
Ilprimopassoriguardalasceltadeltipodiserramento(Figura8Riquadro1).

Figura8SceltaLayoutSerramento

Nel caso in cui la forma richiesta non fosse presente, utilizzando lopzione altra geometria
lapplicazioneconsentirlinserimentodialcunidatigeneralirelativialserramentoinmododapoter
completareicalcoli(Figura8Riquadro2).
Il menu a discesa posto in basso a destra consente di scegliere se il serramento opaco o
trasparente(Figura8Riquadro3).
MedianteilcomandoAvantisipassaallasezionesuccessiva(Figura8Riquadro4).Questa
costituitadaunaseriedischermateallinternodellequalidevonoesserespecificati:lageometria,il
tipoditelaio,iltipodivetroelecaratteristichedellegiunzionitraidue.

La scheda relativa alle dimensioni, richiede i soli valori numerici necessari al calcolo dellarea
totale e della superficie vetrata in funzione della tipologia scelta. Una volta completato il primo
quadro,lapplicazioneconsentelaccessoallealtreschermate.

La sezione dedicata al telaio, guida lutente attraverso la scelta dei materiali: plastica, legno o
metallo. Nel primo caso, viene richiesta un' ulteriore specifica riguardante la tipologia di materia

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 6/18
16/3/2017 Manuale

plastica nel secondo deve essere scelta la densit del legno nel caso di telai metallici,
necessario inserire una serie di dati comunemente contenuti nelle schede tecniche dei prodotti
(area proiettata interna e esterna, area sviluppata interna e esterna e, per elementi con taglio
termico,ladistanzaminimafralesezionidimetallo).

Dopoavercompletatoidatirichiestiperiltelaio,deveesseresceltoiltipodisuperficievetrata.La
prima operazione, consiste nello scegliere il numero di vetri presenti e linclinazione, rispetto
allorizzontale, della finestra. A questo punto, appare una schermata simile a quella per la
costruzionedellepareti.

Figura9InserimentoNuovoTipodiVetro

Inizialmentenecessarioverificareche,nelriquadroinbassoasinistra,siapresenteiltipodivetro
da installare (Figura 9, Riquadro 1). In caso contrario possibile, mediante il quadro a destra
(Figura9,Riquadro2),arricchirelarchiviodelprogrammainserendonuovidatiememorizzandoli
conilcomandoSalvavetro(Figura9,Riquadro3).
Una volta effettuato questo controllo, si procede alla definizione del vetro del serramento. Per
compierequestaoperazione,cliccareconilmousesullaposizionedellastratigrafiachesiintende
modificare (Figura 10, Riquadro 1), selezionare il tipo di vetro nellelenco in basso (Figura 10,
Riquadro2)econfermarelasceltaconilcomandoinseriscivetro(Figura10,Riquadro3).
Inquestomodo,leproprieteilnomedelcomponenteselezionatovengonoinseritenellatabella
centralesostituendoladicituraVetro*numero*(Figura10,Riquadro1).

Figura10CreazioneVetrocamera

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 7/18
16/3/2017 Manuale

Nelcasoincuisivogliacalcolareilcomportamentotermicodiunafinestradotatadischermatura,
siconsideriloschermocomeunulteriorestratodivetrodelserramento.
Occorre inoltre definire le caratteristiche dellintercapedine. Vengono offerte due possibilit: se
lutente a conoscenza della resistenza termica dellintercapedine, la pu inserire direttamente,
oppure,pudelegareilcalcolodiquestoparametroalsoftware,cheloeffettuasecondolanorma
UNIEN673,infunzionedellospessoreedeltipodigasallinternodellospaziotralelastre.Per
accedere allo spazio destinato a queste informazioni, cliccare sulla voce intercapedine della
tabellaprincipale(Figura11).

Figura11CaratteristicheIntercapedine

Ilpassosuccessivoriguardalegiunzioni:ilprogrammacalcola,secondoUNIENISO100771,un
valore di trasmittanza lineare in funzione dei materiali scelti precedentemente. Nel caso in cui
questofattorenonfossequellorichiesto,possibilemodificarloscrivendonellappositacasellail
valorecorretto.

Per verificare che tutti i quadri siano stati completati, lapplicazione dotata di una schermata
riassuntiva denominata Risultati e Verifiche, comprendente tutte le propriet termiche del
serramento.
Terminato linserimento dei dati, possibile salvare le scelte effettuate, specificando il nome di
riferimentodelserramento(ComandoSalvanellacolonnaasinistra).

4.MENUEDIFICIO
Linsiemediopzionicontenuteallinternodiquestocomandoconsentelagestionedeifiledilavoro.
Lelencoadiscesa,comprendelefunzionichepermettonodicreareunnuovoprogettooaprirne
unoesistente,effettuareilsalvataggiosempliceoconspecificadiunnuovonome.

Figura12MenuEdificio

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 8/18
16/3/2017 Manuale

5.MENUCALCOLO
Dopo aver richiesto, allinterno del menu "Edificio" o grazie alla maschera presente al momento
dellapertura del programma, la creazione di un nuovo file di lavoro o lapertura di uno gi
esistente,lasezioneCalcologuidalutenteattraversotuttiipassinecessarialladeterminazione
dellatemperaturamediaoperante.
Perraggiungerelobiettivo,leprincipalitappesono:

Sceltadaticlimatici
Creazionezonetermiche
Definizionedivolumi,condizionidiventilazioneeapportiinterni
Inserimentostruttureopache
Inserimentostrutturetrasparenti
Calcoloevisualizzazionerisultati.

Diseguitovieneriportata,ladescrizionedituttelevocipresentiallinternodelmenu.

5.1SCELTADATICLIMATICI
Questo foglio elettronico, a cui si accede attraverso il comando Dati climatici posto nel menu
Calcolo,permettediinquadrareilfabbricatonelcontestoclimaticodiappartenenza.
I parametri di riferimento sono costituiti dalla temperatura e dallirradianza solare, entrambe
calcolateduranteilmesediluglio.
Inizialmente deve essere scelta lorigine dei dati. Sono disponibili due opzioni, selezionabili
medianteclicdelmouse:

NormaUNI10349:siaccedeallapartediarchiviointernodedicatoaidaticlimatici.
Allinternodelsoftwaresonomemorizzatiiparametrirelativiaciascuncapoluogodiprovincia
italiano.Selezionando,nellelencoadiscesa,lacittdesiderata,latabellasottostanteviene
completatainmodoautomatico(Figura13).
Datiutente:selutilizzatoredelsoftwareinpossessodeidatirelativiallalocalitincuiverr
realizzatoilfabbricato,possibilecompilaremanualmentelatabella.
Peruncalcolocorretto,completaretuttiicampirelativialledirezioniversolequalisono
esposteleparetiperimetralioisolai.Nonnecessarioriempirelecellerelativeaglialtripunti
cardinali.
Unavoltaterminatolinserimento,clapossibilitdisalvareidatidellatabella(comando
Salvadati),percompletareloperazionenecessariospecificareunnomenellacasella
Descrizione.
UnulterioreopzionerappresentatadalcomandoIrradianzadalatitudine,inquestocaso
inserendolalatitudinenellappositacasella,ilsoftwarecalcolaautomaticamenteivaloridi
irradianzapertuttigliorientamenti.

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 9/18
16/3/2017 Manuale

Figura13<SchermataDatiClimatici

Un ultimo parametro a cui necessario prestare attenzione, costituito dalle propriet


caratteristichedellaria:nelriquadroinaltoadestrasonocontenutideivalorididefaultmediche
consentonodiproseguirenellutilizzodellesimulazionisenzaerrori.Tuttavia,percalcoliparticolari
possonoessererichiestiunacapacittermicaeunadensitspecifici(Figura14).

Figura14Caratteristichedell'Aria

5.2CREAZIONEZONETERMICHE
Ilpassosuccessivoalladefinizionedeidaticlimaticilacreazionedellezonetermiche.
La zona termica lunit spaziale di riferimento allinterno della procedura di calcolo: definita
come uno spazio di volume determinato, interamente separato dallambiente esterno o da altri
ambientiattiguimediantepareti,solai,ecc.
Ognizonatermicapuesserecostituitadaunaopistanze,infunzionedelcarattere(adiabaticoo
disperdente)dellesuperficidiseparazionetradiesse.
Seglispaziconnessisonodotatiditemperaturesimilipossibilestrutturarelanalisisuununico
ambiente,alcontrario,selepartizioniinternedelimitanovolumiatemperaturadiversa,bisogner
articolarelostudiosuzonetermicheseparate.
Perprocedereallacreazionediunanuovazona,siutilizzailcomandoGestionezoneallinterno
delmenuCalcolo>Zonetermiche(Figura15,Riquadro1).

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 10/18
16/3/2017 Manuale

Figura15GestioneZoneTermiche

Il comando Gestione zone attiva una nuova maschera in cui sono elencate le zone termiche
presentinelprogettoalqualesistalavorando.
Per aggiungere una nuova zona termica cliccare sul comando Aggiungi zona (Figura 15,
Riquadro2).Inquestomodo,lapplicazioneaggiungeallelenconellapartesuperioredellafinestra
unanuovariga.
La procedura automatica inserisce la dicitura Zona *numero* (Figura 15, Riquadro 3) per
attribuire un nuovo nome alla zona creata, cliccare sul nominativo presente, digitare la nuova
descrizioneeconfermarepremendoiltastook(Figura15,Riquadro4).
Unavoltacompletatolinserimento(chepuessereripresoemodificatoinognimomento),lelenco
dellezonetermichevieneriportatonelmenuCalcoloallavoceZonetermiche.

5.3VOLUME,VENTILAZIONEECARICHIINTERNI
Perprocederealladefinizionedellecaratteristichediciascunazonatermicabisognaaccederealla
sezione apposita, cliccando sul nominativo della zona che si intende modificare allinterno
dellelencopresentenelmenuCalcolo>Zonetermiche(Figura16).

Figura16SelezioneZonadaCompletare

In questo modo appare una schermata costituita da tre parti: Ventilazione e carichi interni,
StruttureopacheeStruttureTrasparenti.

Nella sezione "Ventilazione e carichi interni", il programma mostra nella parte sinistra dello
schermo,unaseriediopzionichepermettonolacompilazionedellatabellarelativaaiflussitermici
(adestra)(Figura17).

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 11/18
16/3/2017 Manuale

Figura17SchedaVentilazioneeCarichiInterni

Ilprimodatorichiestoquellorelativoalvolumetotaledellazonatermica(Figura17,Riquadro1).

Successivamente si passa alle informazioni relative alla ventilazione (Figura 17, Riquadro 2).
Selezionando la modalit di apertura delle finestre desiderata, il software propone dei valori di
defaultinserendolinelleappositecelle.Aquestopuntopossibileseguireduepercorsi:

Assistito:nelcasoincuisisiaaconoscenzadelladisposizionedelleaperturee,quindi,del
carattere trasversale o non trasversale allambiente della corrente daria, selezionare con il
mouse lopzione desiderata alinterno del riquadro apposito. I valori contenuti nelle caselle
relativeairicambidariasubirannounamodificainfunzionedellasceltaeffettuata
DatiPersonalizzati:seilprogettistainpossessodeidatirelativiairicambiorariincondizioni
di finestre aperte e chiuse, pu inserirli direttamente digitandoli allinterno delle celle. In
questo caso le scelte selezionate nel percorso guidato (relative al tipo di ventilazione) non
vengonoconsiderate.

Laterzafasedicompilazioneriguardagliapportiinterni(Figura17,Riquadro3).
Ancheinquestocaso,possibilesceglierefraduemodalitdiinserimento:

Valori UNI 10375: la normativa sul quale basato il software calcola i contributi interni in
funzionedivalorimediasecondadelladestinazionedusodellambiente.Vengonoproposti
tretipodiambiente:Soggiorno/Cucina,Cameradaletto,Ufficio.Digitandolasuperficie
delleporzionidizonatermicadestinateaciascunadellefunzioniproposte,automaticamente
lapplicazionecalcolairelativiflussitermici.
DatiUtente: possibile utilizzare questa modalit quando lutilizzatore del programma in
possesso dei contributi orari dei flussi derivanti da attivit svolte allinterno della zona
termica.
SelezionarelopzioneDatiUtente(Figura18,Riquadro1)inserireilvaloredellasuperficie
della zona termica in una delle celle utilizzate nella procedura automatica (Figura 18,
Riquadro 2) (in questo caso non ha importanza in quale casella si inserisce il dato)
compilare manualmente la colonna Flussi Termici della tabella a destra (Figura 18,
Riquadro3)conicontributioraridesiderati.

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 12/18
16/3/2017 Manuale

Figura18InserimentoCarichiInterniUtente

5.4STRUTTUREOPACHE
Lapaginarelativaallestruttureopacheconsentedidefinirelecaratteristichedellesuperficimurarie
chedelimitanoosonocontenutenellazonatermica.
Il software mostra, nella parte superiore della schermata, lelenco delle stratigrafie disponibili,
contenutenellarchiviostruttureopacheprecedentementecompilato.
Ciascunelementomurariopuessereinseritosecondolaprocedura:

Selezione della stratigrafia tra quelle presenti in database: per scegliere la tipologia
desiderata,sufficientecliccaresullarigaditabellacorrispondente(Figura19,Riquadro1).
Specificadellecondizionialcontorno,orientamento,colorazioneesuperficie
Confermadelleopzioniscelte.

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 13/18
16/3/2017 Manuale

Figura19SchedaStruttureOpache

Devonoinoltreesserespecificateunaseriedicaratteristicherelativealsingolocomponenteopaco
eallezonecheessosepara(Figura19,Riquadro2):

Condizioni al contorno: occorre definire il carattere disperdente o adiabatico dellelemento


considerato.
Per i componenti disperdenti necessario selezionare, allinterno del menu a discesa, la
zonaversolaqualeessarivolta.Lepossibilitpropostesono:unaltrazonatermicainserita
nellostessoprogettodilavoro,lesternooilterreno.
Nelcasoincuilaparetenonsubiscairraggiamentosolare,selezionarelacasellaapposita.
Orientamento:solonelcasodiparetidisperdenti,percomponentiverticaliscegliereilpunto
cardinale corretto, per elementi orizzontali il programma seleziona automaticamente
lopzioneOrizzontale(inquestocasonondeveesseresceltaalcunadirezione).
Area:specificarelasuperficiedellapareteodelsolaio.
Coloredellasuperficieesterna:ilcomportamentodinamicodipendeanchedallacolorazione
delle superfici esterne allambiente. Cliccare sullopzione che pi si avvicina al colore reale
delcomponente.Nelcasodistruttureadiabatichequestainformazionenonvienerichiesta.

Una volta completati tutti i dati richiesti, possibile confermare le scelte effettuate utilizzando il
tasto Aggiungi (Figura 19, Riquadro 3): in questo modo, la stratigrafia scelta viene inserita nel
quadronellaparteinferioredellaschermata(Figura19,Riquadro4).
Nel caso in cui fosse stato commesso un errore relativo a uno dei dati richiesti, necessario
eliminarelaparetedallelencoriassuntivo(selezionarelarigaerrataepremereilpulsanteElimina
(Figura19,Riquadro5))eripeterelinserimentocorrettamente.

Laschermatariporta,inoltre,unquadrorelativoaiparametritermiciglobalidellazonatermicache
vieneaggiornatoinseguitoallinserimentodiciascuncomponentemurario(nellaparteinbassoa
sinistradellaschermata).

5.5STRUTTURETRASPARENTI
Linsieme dei parametri relativi alle componenti vetrate pu essere inserito allinterno dei calcoli
attraversolasezioneStruttureTrasparenti.
Il funzionamento di questa parte dell'applicazione molto simile a quella relativa alle strutture
opache:lutentehaadisposizioneiserramenticontenutineldatabasedelsoftware,chepossono
file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 14/18
16/3/2017 Manuale

esseresceltidallelenconellapartesuperioredellaschermata.

Unitamentealtipodiserramento,necessariodefinirealcunecondizionialcontornoriguardanti
lorientamentoelapresenzadieventualiaggetti.

Leoperazionidiinserimentodiunserramentoallinternodeidatirelativiallazonatermicapossono
esserecosriassunte:

Selezionedellafinestraallinternodiquellesalvateinarchivio
Specificadellorientamento
Definizionedeiparametrirelativiaglieventualiaggetti
Confermadellescelteeffettuate.

Figura20SchedaStruttureTrasparenti

Unavoltaindividuatalatipologiadiserramentodesiderato(Figura20,Riquadro1),selezionareil
punto cardinale verso il quale rivolta scegliendolo tra quelli contenuti nella rosa dei venti nella
partealtadelloschermo(Figura20,Riquadro2).
Laparterelativaallecondizionialcontorno,inquestocaso,vienecompletatadalquadrorelativo
agli aggetti: strutture poste a protezione del serramento, con lo scopo di limitare lingresso della
radiazione solare allinterno del fabbricato. La compilazione di questa sezione da eseguire
solamentenelcasoincuiquestisianopresenti(Figura20,Riquadro3).
Una volta ultimata la scelta di tutte le caratteristiche della chiusura trasparente, esse devono
essereconfermateselezionandoilcomandoAggiungi(Figura20,Riquadro4).
In questo modo, verr inserita una riga alla tabella nella parte bassa della schermata con le
principalicaratteristichedellelemento(Figura20,Riquadro5).
Incasodierrori,eliminareilcomponenteselezionandolodalquadroriassuntivonellapartebassa
dellaschermataepremendoilcomandoElimina(Figura20,Riquadro6)eripeterelaprocedura
diinserimento.

5.5.1INSERIMENTOAGGETTI

Idatirichiestipergliaggettisonolaprofonditeladistanzadalserramento.
Nel caso in cui lutilizzatore fosse in difficolt nella definizione della posizione dellelemento
protettivo,possibilevisionareunoschemaingradodichiarireognidubbiocliccandosulcomando
?(Figura20,Riquadro7).
In questo modo compare una finestra con un ipotetica vista del prospetto esterno della parete,
file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 15/18
16/3/2017 Manuale

specificando cosa si intende per lato destro o sinistro e i punti rispetto ai quali necessario
calcolareledistanzerichiestedalprogramma(Figura21).

Figura21SchemaDimostrativoAggetti

Comenelcasodellapaginarelativaallestruttureopache,laschermatamostrataallutilizzatoresi
completa con un riquadro (in basso a destra) che contiene le caratteristiche termiche, calcolate
conilmetododelleammettenze,relativeallazonasullaqualesistaoperando.
Essevengonoaggiornatenonappenaunnuovocomponentevieneaggiuntoallazonastessa.

5.6RISULTATI
Inseritituttiidatirichiesti,siattivailcomandoRisultati,accessibiledalmenuCalcolo:

Figura22Comando"Risultati"

Inquestomodo,vieneattivatoilprocessodicalcoloiterativocheportaalladefinizionedeirisultati.
Successivamente,lapplicazionemostralapaginarelativaairisultati,espressisiasottoforma
tabularechedigraficocartesiano(Figura23).Inquestomodopossibileeffettuareunprimo
confrontoconlatemperaturaesterna.
Ilprogramma,inoltre,premendoilcomandoStampareport,redigeundocumento(salvabilein
formato.doco.htmloppurestampabile)contenenteiprincipalidatirelativiallecaratteristiche
dellazonatermicaeairisultatiottenuti.

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 16/18
16/3/2017 Manuale

Figura23RappresentazioneRisultati

InaggiuntaallasezioneDettagliozona,riferitaallasingolazonatermica,TempAirdotatodi
duefunzionidestinateallacomparazionedeidatirelativiazonetermichedifferenti.
Questopuesserefattoosservandoivaloriditemperaturaraccoltiallinternoditabellenella
sezioneConfrontozone(Figura24).
Inquestocasonecessarioscegliere,allinternodelmenuadiscesa,qualizonetermiche
confrontare.

Figura24ConfrontoZoneTermiche

SullabasedellescelteeffettuatenellapaginaConfrontozone,allinternodellasezioneConfronto
zone grafico (Figura 25) viene costruito un grafico cartesiano, che, attraverso una
sovrapposizione di curve,mostra landamento orariodella temperatura delle zone termiche
selezionateedellambienteesternoinununicavisualizzazione,consentendounrapidoconfronto
deidati.

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 17/18
16/3/2017 Manuale

Figura25ConfrontoZoneGrafico

file:///C:/Program%20Files%20(x86)/TEP/TempAir/MANUALE/Manuale.htm 18/18