Sei sulla pagina 1di 48

CAHIER DE CHEVET

Quando san Marco alsa la coa tute le bestie sbasa la soa.

Scoutismo: bambini vestiti da cretini comandati da cretini vestiti


da bambini.

Football americano: sport per bestie praticato da bestie.


Calcio: sport per umani praticato da bestie.
Rugby: sport per bestie praticato da gentiluomini.
Monsieur de la Palice est mort,
est mort devant Pavie.
Un quart dheure devant sa mort,
il tait encore en vie.

Graffito allo Steri di Palermo


Allegramente o carcerati, chquannu chiovi
A buona banna siti

da Mario CERVI su Ugo OJETTI

Per avere una medaglia al valore lumile soldato doveva


lasciarci la pelle, ma nellambito dei comandi compreso il
comando dellaustero e severo Cadorna fioccavano le
ricompense.
Attorno al quartier generale cadorniano di Udine gravitava
anche lo scrittore Ugo Ojetti (il caff Dorta attiguo al
comando veniva chiamato il trincerone del Dorta perch l
gli eletti dello Stato Maggiore facevano la guerra).Ojetti fu
dunque incaricato, dopo la presa di Gorizia nel 1916, di
verificare quali danni avessero riportato le opere darte della
citt, e per limpresa merit una medaglia di bronzo.
La cosa fu commentata da un epigramma micidiale:

Ancor che al monte austriaca minaccia


duri, tu varchi intrepido lIsonzo
e una medaglia arride alla tua faccia
Ugo, di bronzo.
(Giannino Antona Traversi)
2
ARISTOTELE

Luomo saggio non persegue ci che piacevole, ma lassenza di


dolore.

Ansaldo Giovanni
(Su Il Telegrafo l11 dicembre 1941 dichiarazione guerra agli USA)
Ma il duce lha visto mai lelenco dei telefoni di New York?.
(Solo a New York i telefoni erano 6 volte superiori a quelli dellintera
penisola italiana.)

3
ARLETTY (Lonie Bathiat)

La celebre attrice accusata di collaborazionismo per avere amato un


ufficiale tedesco durante loccupazione:
Insultee par l'un des FFI a son arrestation, elle eut cette reponse
foudroyante:
J'ai le coeur aussi Francais que le votre, mon cul, lui, est
international! .
4
BORGES Jorge Luis

Gli dissi che a un gentleman non possono interessare che le


cause perdute

...defin la democrazia unestensione arbitraria della statistica.

Nessuno sa di quale porta, il marmo sia la chiave.

BRIANTE DA PRIENE

La maggioranza degli uomini cattiva.

5
BUCCI Anselmo

Adulaire diceva che larte questa:


Un uomo va a spasso, con le mani in tasca, in una foresta. Torna a
casa e disegna la Cattedrale di Rouen.

Ama soltanto quello che non sai fare.

Chi disprezza il prossimo si preoccupa gi troppo del prossimo.

La vita non che il fallimento delle previsioni.

Non diffidare dei cattivi, ma degli imbecilli; e, sopra tutto, dei


buoni.

6
BUFALINO Gesualdo

La morte: un esilio? Un rimpatrio?

Il peccato: inventato dagli uomini per meritare la pena di vivere,


per non essere castigati senza perch.

Morire. Non fosse che per fregare linsonnia.

Se Dio esiste, chi ? Se non esiste, chi siamo?

In un mondo darrivisti buona regola non partire.

Per un po si conservano in un cassetto, ma qualcuno infine li butta


nel buttatoio, gli occhiali dei vecchi, dopo la morte.

Diffidate degli ottimisti, sono la claque di Dio.

I vincitori non sanno quello che perdono.

7
CLINE Louis-Ferdinand

Come il montone che, sul fianco, in un prato, agonizza e bruca


ancora. La maggior parte della gente non muore che allultimo
momento; altri cominciano e si prendono ventanni danticipo e
qualche volta anche di pi. Sono gli infelici della terra.

(1)

Notre vie est un voyage


Dans l'hiver et dans la Nuit,
Nous cherchons notre passage
Dans le Ciel o rien ne luit.
(Chanson des gardes suisses, 1793)

Il tenente colonnello Thomas Legler, proveniente dal cantone svizzero di


Glarona (Glarus), comandava un reggimento della Guardia Svizzera (Garde
Suisse) nell'esercito napoleonico che, fallita la disastrosa invasione della
Russia, ebbe a subire la pi rovinosa delle ritirate con il famoso passaggio
della Beresina. Il 28 novembre 1812 scrisse questo famoso canto tentando
di rianimare in qualche modo i
propri soldati morenti; ne venne fuori per un terribile canto di
disperazione. I soldati svizzeri lo cantarono proprio al momento del
passaggio del fiume, certi di perire.
Cline, per, nel riportare la prima quartina del canto, lo attribu
8
erroneamente (come "Chanson des Gardes Suisses 1793") alle Guardie
svizzere al servizio di Luigi XVI durante la Rivoluzione Francese, e che
furono massacrate nella presa delle Tuileries.

Unser Leben gleicht der Reise


Eines Wandrers in der Nacht;
Jeder hat in seinem Gleise
Etwas, das ihm Kummer macht.
Aber unerwartet schwindet
Vor uns Nacht und Dunkelheit,
Und der Schwergedrckte findet
Linderung in seinem Leid.
Mutig, mutig, liebe Brder,
Gebt das bange Sorgen auf;
Morgen steigt die Sonne wieder
Freundlich an dem Himmel auf.
Darum lat uns weitergehen;
Weichet nicht verzagt zurck!
Hinter jenen fernen Hhen
Wartet unser noch ein Glck.

(2)
CANTO DELLA BERESINA
La nostra vita come il viaggio
di un viandante nella notte;
ognuno ha sul suo cammino
qualcosa che gli d pena.
Ma, inattese, innanzi a noi
calan la notte e loscurit,
e loppresso allor ritrova
consolazione nella sua pena.
Coraggio, coraggio, cari fratelli,
cessate le paurose angosce;
domani sorger ancora il sole
cos gentile nel cielo.
Ed allora andiamo avanti;
non ritiratevi scoraggiati!
Oltre ad ogni lontana altura
ci aspetta ancora la fortuna.

9
CERONETTI Guido

Non bisogna avere che relazioni superficiali con chi respinge agli e
cipolle, perch si tratta di caratteri deboli, incapaci di profondit.

Cervantes Miguel de (Don Quijote)

La derrota es trofeo de almas bien nacidas.


10
Chateaubriand Franois-Ren de

La ragione non ha mai asciugato una lacrima e in una societ


atea i dolori umani fanno fumare l'incenso, la Morte il
Celebrante, l'altare una Bara e il Nulla la divinit

(Anni) CHIARI (co) Walter

C chi generoso nel dare e c chi generoso nel ricevere.

Chiese che sulla sua tomba fosse scritto:

Non preoccupatevi, solo sonno arretrato

11
CHURCHILL Winston

Gli italiani perdono le partite di calcio come se fossero guerre e


perdono le guerre come se fossero partite di calcio.

CIORAN Emil

Ho conosciuto tutte le sconfitte, compreso il successo.

Il futuro sempre stato atroce.

A che serve polemizzare con il nulla? tempo di ricomporci, di


trionfare sulla fascinazione del peggio. Non tutto perduto:
restano i barbari. Da dove emergeranno? Non importa. Per il
12
momento ricordiamoci che presto si metteranno in marcia, e che,
pur preparandosi a festeggiare la nostra rovina, meditano sui
mezzi per risanarci, per porre termine al nostro raziocinare e ai
nostri sproloqui. Nellumiliarci, nel calpestarci, ci confe-riranno
energia sufficiente per aiutarci a morire, o a rinascere. Che
vengano a sferzare il nostro pallore, a rinvigorire le nostre ombre,
che ci riportino la linfa che ci ha abbandonati. Avvizziti, esangui,
non possiamo reagire contro la fatalit: gli agonizzanti non si
coalizzano n si ammuti-nano. Come contare sul risveglio, sulle
collere dellEuropa? La sua sorte e persino le sue rivolte sono
decisamente altrove. Stanca di durare, di intrattenersi ancora con
se stessa, lEuropa un vuoto verso il quale muoveranno ben
presto le steppe un altro vuoto, un vuoto nuovo.

Clemenceau Georges

(raccontato da Indro Montanelli)


Al tavolo di pace di Versailles, l'anziano prostatico Clemenceau, guardando
il nostro Orlando continuamente in lacrime per le umiliazioni che, a suo
dire, gli Alleati gl'infliggevano, bofonchiava:

Ah, se io potessi pisciare come lui piange!.

13
COLUCHE (al secolo Michel Grard Joseph Colucci)

Compagni, il capitalismo lo sfruttamento delluomo da parte


delluomo; il sindacalismo lopposto.

CONRAD Joseph

Come faccio a spiegare a mia moglie che quando guardo fuori dalla
finestra sto lavorando?

14
D'Annunzio Gabriele (Carta del Carnaro)

[...] il lavoro, anche il pi umile, anche il pi oscuro, se sia bene


eseguito, tende alla bellezza e orna il mondo. [...]

DETTO ZEN, GIAPPONE, (SEC.XIV)

Prima dellilluminazione, tagliar la legna e prender lacqua alla


fonte.
Dopo lilluminazione, tagliar la legna e prender lacqua alla fonte.
15
Evola Julius

Quello su cui nulla puoi, nulla possa su di te.

FIELDS W. C.

Chiunque odia cani e bambini non pu essere completamente


cattivo.

Primo premio, una settimana a Philadelphia. Secondo premio, due


settimane
16
FLAIANO Ennio

Levo moderno finito. Comincia il medio-evo degli specialisti.


Oggi anche il cretino specializzato.
Il peggio che pu capitare a un genio di essere compreso.

Occhio ai corruttori di minoranze.

La cosa mi ha tanto impressionato, credimi, che non sono riuscito a


chiudere occhio tutto il pomeriggio.

In amore bisogna essere senza scrupoli, non rispettare nessuno.


Alloccorrenza, essere capaci di andare a letto con la propria
moglie.

La pornografia noiosa perch fa del pettegolezzo su un mistero.

Conoscere se stesso. Dopodich diventa impossibile vivere insieme


con se stesso.

Quando la vanit si placa, luomo pronto a morire e comincia a


pensarci.

I giorni indimenticabili della vita di un uomo sono cinque o sei in


17
tutto. Gli altri fanno volume.

Miss Fullbright. Sempre prima alla scuola del vizio. Con le borse di
studio sotto gli occhi.

C un sacco di gente che vive e lavora a Macerata. (Lessenza di


Cechov).

Un critico rovinato dalle cattive compagnie teatrali.

Non chiedere alle bottiglie di Morandi che cosa contenevano e


perch stanno insieme, ora sono vuote, e nemmeno recipienti,
sono lidea di un mondo possibile, di soluzioni possibili.

La petulanza del temporale che si ostina a ripetersi come se non


avessimo capito che lestate se ne va.

Un altro anno ci lascia. Abbiamo vissuto commettendo errori,


lunico modo di vivere senza cadere. Vivere una serie ininterrotta
di errori, ognuno dei quali sostiene il precedente e si appoggia al
seguente. Finiti gli errori, finito tutto.

E un poeta cos cattivo che sette citt si rinfacciano il disonore di


avergli dato i natali.

Litaliano mosso da un bisogno sfrenato di ingiustizia.

Quando luomo non ha pi freddo, fame e paura scontento.

Ci sono molti modi di arrivare, il migliore di non partire.

Litaliano una lingua parlata dai doppiatori.

I capolavori oggi hanno i minuti contati.

Loppio ormai la religione dei popoli.

Lei non pu immaginare quanto io non sia irremovibile nelle mie


idee.

In questi tempi lunico modo di mostrarsi uomo di spirito di


essere seri. La seriet come solo umorismo accettabile.
18
La razza non data dal colore della pelle ma dallinsensibilit al
rumore.

Niente razzismi, daccordo. Ma la razza un modo di vivere. Ed


qui che sono possibili le distinzioni.

Se i popoli si conoscessero meglio, si odierebbero di pi.

Riportato da E.F.
Museo Correr: come si elegge il Doge.
Dal Maggior Consiglio si cavano a sorte 30;
dai quali si cavano 9(nove);
i quali eleggono 40;
dai quali si scelgono 12;
questi eleggono 25;
dai quali si cavano 9;
questi eleggono 45;
dai quali si cavano 11;
questi eleggono 41;
fanno il Serenissimo almeno 25 palle bianche ma prima
confermato dal Maggior Consiglio.

FLAUBERT Gustave

Essere stupidi, egoisti e avere buona salute sono tre requisiti per la
felicit. Se manca la stupidit, manca tutto.
19
GIANNINI Guglielmo

Ecco poi Giovanni Spadolini, direttore del Corriere ma erudito fin


dall'infanzia. Mi azzardo [Mario Cervi, recensendo un libro di Giancarlo
Mazzuca su Montanelli] a trascrivere ci che Guglielmo Giannini, creatore
dell'Uomo Qualunque, disse un giorno. Spadolini e Mario Missiroli erano
seduti a un tavolo all'aperto del Bolognese, in piazza del Popolo a Roma.
Usciva Giannini e Missiroli lo abbord: Ti presento un ragazzo che un
portento di cultura,ha approfondito la questione romana. Il ragazzo era
Spadolini al tempo magro e brufoloso, che snocciol un buon quarto d'ora di
sapienza storica. Giannini lo ascolt, poi toccandogli con un dito la guancia
sinistra bofonchi: Nh, giuin, chiavamme, giovanotto pensiamo a
scopare.

GIDE Andr

La Svizzera un roseto senza rose e senza spine.


20
MENANDRO

Infatti noi viviamo non come vogliamo, ma come possiamo.

GUGLIELMO IL TACITURNO

Non occorre sperare per intraprendere, n riuscire per


perseverare.

GUICCIARDINI Francesco
21
E filosofi, e e teologi e tutti gli altri che scrutano le cose sopra
natura o che non si veggono, dicono mille pazzie: perch in effetto
gli uomini sono al buio delle cose, e questa indagazione ha servito
e serve pi a esercitare gli ingegni che a trovare la verit.

Non cosa che gli uomini nel vivere del mondo debbino pi
desiderare e che sia pi gloriosa che vedersi el suo inimico
prostrato in terra e a tua discrezione; e questa gloria la raddoppia
chi la usa bene, cio con lo adoperare la clemenza e col bastargli
davere vinto.

N Alessandro Magno, n Cesare, n gli altri che sono stati


celebrati in questa laude, usorono mai clemenza per la quale
conoscessino guastare o mettere in pericolo lo effetto della sua
vittoria, perch sarebbe forse pi presto demenza; ma solo in
quegli casi ne quali lo usarla non diminuiva loro sicurt e gli
faceva pi ammirabili.

Sono varie le nature degli uomini: certi sperano tanto che mettono
per certo quello che non hanno, altri temono tanto che mai sperano
se non hanno in mano. Io mi accosto pi a questi secondi che a
primi: e chi di questa natura si inganna manco, ma vive con pi
tormento.

HIROHITO
(Haiku)
Valoroso il pino
Che non cambi colore
Sotto il peso della neve
22
HELLER Joseph (da Comma 22)

Chi pazzo pu essere esentato dalle missioni di volo. Chi chiede


di essere esentato dalle missioni di volo non pazzo.

HOLIDAY Billie

New Orleans cos violenta che se vai a comprare un paio di calze


di nylon ti chiedono la misura della tua testa.

23
HOPPER Edward

La cosa pi importante di un quadro quella che non si pu


definire, o, per meglio dire, che non si pu spiegare.

I CHING, un verso

Il nobile mette in palio la propria vita.


24
JNGER Ernst

Non prendetemi per una guida, ma per una mappa.

(da Le Api di Vetro)


Non c nulla di pi vecchio del giornale vecchio di un giorno.

Un sottile pettine di corno color avorio, come ne rompo spesso,


due al mese, e proprio come quello che poco tempo fa mi si
spezzato in mano la prima volta che lo adoperavo, costa, pressa
poco, cento franchi. Qualora se ne prenda, invece, un altro del
tutto simile, di una specie di celluloide, che fa, pi o meno, il
medesimo servizio e che ha il pregio di una durata quasi illimitata,
si paga un quarto di questo prezzo. Tuttavia, nelluomo, quella
forza che lo trattiene da tale economia vale come la pi preziosa.

25
KIPLING Rudyard

Un inglese? Un imbecille. Due inglesi? Due imbecilli. Tre inglesi?


Un popolo.
Un tedesco? Un lavoratore. Due tedeschi? Una birreria. Tre
tedeschi? La guerra.
Un francese? Un eroe. Due francesi? Due eroi. Tre francesi? Un
menage.
Un russo? Una bomba. Due russi? La rivoluzione. Tre russi? Nulla.
Un italiano? Un bel tipo. Due italiani? Un litigio. Tre italiani? Tre
partiti politici.

KRAUS Karl

La psicanalisi quella malattia mentale a causa della quale essa


crede di essere una terapia.

26
LAO TSE

Quello che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo
chiama farfalla.

LEONARDO

A torto si lamentan li omini della fuga del tempo, incolpando quello


di troppa velocit, non saccorgendo quello esser di bastevole
transito. Ma bona memoria di che la natura ci ha dotati, ci fa che
ogni cosa lungamente passata ci pare essere presente.
Io tubbidisco, Signore, prima per lamore che ragionevolmente
portare ti debbo, secondaria ch tu sai abbreviare o prolungare le
vite a li omini.

Lomo e li animali sono propi transito e condotto di cibo, sepoltura


danimali, albergo de morti, facendo a s vita dellaltrui morte,
guaina di corruzione.
27
Agli italiani la filosofia fa venire sonno, ai tedeschi lo fa perdere.

Dio ci scampi e liberi dalle cose utili.

I fascisti in Italia sono una trascurabile maggioranza (Longanesi),


che si divide in fascisti e antifascisti (Maccari).

Il facile difficilissimo. Il semplice complicatissimo.

Quando Longanesi fu rimbeccato da un camerata per aver cambiato


bandiera, replic:
Vero fascista lei!? Ma i veri fascisti siamo noi Noi che dapprima
non ci credemmo, poi fingemmo di crederci, poi credemmo di
fingere, poi lo tradimmo, poi lo rimpiangemmo. E ora ora non
sappiamo pi neanche noi che cosa siamo n cosa saremo Eccoli i
veri fascisti!.
28
LUCREZIO CARO Tito

Ma, finch lontano, ci che desideriamo ci sembra superare ogni


cosa; poi, quando quello ci dato, aneliamo ad altro ancora, e
uneguale sete di vita perennemente ci affanna.

Dolce, quando i venti sconvolgono le acque nellampio mare,


osservare da terra il travaglio altrui.

MACCARI Mino

Anche gli antichi, dopo tutto, di coglionerie ne dicevan tante.


29
Dopo aver trovato, allora che bisogna cercare.

Epitaffio: Nacque, nocque.

Faiblesse oblige.

I fascisti in Italia sono una trascurabile maggioranza (Longanesi),


che si divide in fascisti e antifascisti (Maccari).

Lunico modo di incoraggiare larte quello di scoraggiarla.

O Roma o Orte!

Per tutti i dentisti propongo la fucilazione.

Siamo fascisti assaltatori.


Allegri e pieni di giovent.
Perch mutarci in assessori
O Benito, o Patria, o Ges.

Un deputato fascista, analfabeta, fesso e malvagio s vantato


daver dato qualche pugno agli oppositori alla Camera.
Diciottomila lire per un cazzotto ogni tanto: caro. Ne abbiamo
dati tanti e per nulla!

Un pugno duomini indecisi a tutto.

(sotto unillustrazione de Lalmanacco si Strapaese 1928):


I due Nani di Strapaese
Che si veston di fustagno
Son briganti a proprie spese
Senza lombra di guadagno.

Da LAntipatico-Alanacco per il 1959/1960-acura di Italo Cremona e Mino


Maccari:
Meglio bastardi che mai.

Non fare fotografie a colori: sono ridicole.

E con noi chi contro di noi.

30
Prima di assumere una persona al tuo servizio accertati che non sia
stato ministro.

Dagli pure il voto ma non la mano.

Se ti cara la pelle smetti di fumare camomilla.

Conta che ti passa.

I corpi bassi sono ammessi in amore.

Spera in un mondo peggiore: non avrai troppe delusioni.

Non fare oggi ci che non potrai fare domani.

Cerca di assicurarti una larga partecipazione agli inutili.

Ricordati di avere sempre le carte in fregola.

Niente paura, linfarto si ripete.

Non fare agli altri ci che vorresti fosse fatto a te.

Belato fra le donne.

Scegli un letto a due pazze, se vuoi divertirti.

Diffida di coloro che hanno sempre in bocca la parola Umanit:


quasi sempre sono ladri, accaparratori, imbroglioni, ipocriti, maiali
e forse anche assassini.

Se senti dire istanza sociale, attenzione al portafoglio.

Andreotti: voce antiquata che sta per ti andre.

Non comprar quadri astratti: fatteli da te.

Non odiare i preti: non tutti sono democristiani.

Brucia le unghie senza tagliarle, avrai una curiosa sensazione.

Metti polvere di riso dentro lorologio, si fermer allistante.


31
Scherza coi finti e lascia stare i tonti.

uno dei nostri, evitalo.

laratro che scava il microsolco ma la Rai che lo diffonde.

Petrolini ha sempre ragione.

Se ti senti un po onesto non uscire di casa.

Lonest una malattia che passa presto, ma bisogna stare attenti


alle ricadute.

Fotti, e non parole.

Non c lue senza re.

La lingua morta va cremata.

Tuo padre ha fatto come te, ma non se ne ricorda.

Se riesci a stare pi di due minuti in compagnia di un cretino, sei


un cretino anche tu.

MAGRITTE Ren

ripeteva spesso che la riproduzione di un quadro gli era


pi che sufficiente e che non gli interessava vedere gli originali pi
di quanto leggere i libri sui manoscritti dei loro autori.
32
MAHLER Gustav

Tradition ist Bewahrung des Feuers und nicht Anbetung der Asche.

La tradizione la conservazione del fuoco e non ladorazione delle


ceneri.

MALAPARTE Curzio

Lotto settembre un giorno memorando:


volta la fronte allinvasor nefando
LItalia, con lantico suo valore,
alla vittoria guid il vincitore.
Lotto settembre memorabil data:
volte le spalle allinfausta alleata
gi con il ginocchio a terra,
33
corremmo a vincer coi nostri nemici
arditamente quella stessa guerra
che avevamo gi persa con gli amici.

MARCHESI Marcello

Nel 1942 Marchesi era in Africa a fare la guerra. Al ritorno scrisse:


Possibile
che quando ero l in buca
ad El Alamein
con i proiettili
che mi arrivavano sopra
come indici puntati
io fossi l
per obbligare Anna Frank
a restare / chiusa in soffitta,
in attesa della morte?
Questa la vera sconfitta.

Matti a Mauthausen:
Per errore
rest chiuso
quella volta
nella nostra camera a gas
uno delle SS.
Morimmo ridendo.
34
MAUPASSANT Guy

Il caso lo pseudonimo di Dio quando non vuol firmare.

MELVILLE Herman

(da Moby Dick)


Credo che il mio corpo sia soltanto la feccia del mio essere
migliore. Di fatto, prenda il mio corpo chi vuole: prendetelo, non
sono affatto io.
35
MISSIROLI Mario

Giornalista: ulcera garantita, corna spesso incombenti, linfarto


dietro langolo ma sempre meglio che lavorare.

MORANDOTTI Alessandro

La storia insegna che la storia non insegna nulla.

Lesperienza quella cosa che una volta acquisita a caro prezzo,


non serve pi.

Ammazzare il tempo nellattesa che il tempo ci ammazzi.

Cambiano i costumi. Il malcostume resta.

Che fastidio quando mi accorgo che i miei simili mi considerano un


loro simile.

36
Neppure lingiustizia uguale per tutti.

C da chiedersi se valga la pena di sforzarsi tanto per farsi


comprendere cos poco da cos pochi.

Tutte le verit sono gi state dette, ma lo spazio per altre


menzogne infinito.

Buona parte delle decisioni sbagliate dovuta al vizio di prenderle


dopo aver ragionato.

Al problema religioso vi sono due soluzioni comode: aver fede o


non credere. Il dubbio dei forti.

MUSSOLINI Benito

"Comunichi al Senatore Agnelli che nei nuovi stabilimenti Fiat


devono esserci comodi e decorosi refettori per gli operai. Gli dica
che il lavoratore che mangia in fretta e furia vicino alla macchina
non di questo tempo fascista. Aggiunga che l'uomo non una
macchina adibita ad un'altra macchina." Firmato, Benito Mussolini.
(Il testo di questo telegramma, datato 16 luglio 1937 ed indirizzato al
Prefetto di Torino, tratto dagli archivi di Duilio Susmel ed stato
pubblicato il 30 gennaio 2002 dal quotidiano Libero).
37
ORAZIO FLACCO Quinto

Nei momenti difficili ricordati di conservare limperturbabilit, e in


quelli favorevoli un cuore assennato che domini la gioia eccessiva.

PALAZZESCHI Aldo

Ora io prender il tranvai, andr al caff, domander penna carta e


calamaio e scriver: tamo.

PAPINI Giovanni

Ognuno ama d'immenso amore l'umanit chiuso nella solitudine


della sua casa. Appena esce fuori e comincia ad aver che fare con
38
Pietro e con Giuda, uomini parlanti e camminanti, l'amore si
cambia in disprezzo o in odio.
(da UN UOMO FINITO 1913)

POE Edgar Allan

Tredici province egizie decisero di colpo di essere libere,


proponendo in tal modo un magnifico esempio al resto
dellumanit. Riunirono i loro saggi, e apparecchiarono la
Costituzione pi ingegnosa che fosse possibile concepire. Per
qualche tempo se la cavarono non troppo male. Alla fine, tuttavia,
quei tredici stati, pi altri quindici o venti, finirono in preda del pi
odioso, del pi intollerabile dispotismo di cui mai si sia sentito
parlare sulla faccia della Terra. Chiesi quale mai fosse il nome del
tiranno usurpatore. Per quel che il Conte riusciva a ricordare, il suo
nome era Plebaglia.
(Ultimi Lavori, 1850)

POPPER Karl

Somigliamo a un uomo scuro che cerchi in una stanza buia un


cappello nero che forse non c.
39
PREZZOLINI Giuseppe

In Italia nulla stabile, fuorch il provvisorio.

Io non sono sempre delle mie opinioni, n appartengo sempre alla


mia scuola.

Io sto bene nelle strade, finch vedo che me ne posso escire.


Appena comincian le siepi mi sento a disagio.

[...]campioni, insieme alla propria famiglia, delle virt che fanno


generalmente guadagnare lautorit: ossia il compimento dei
propri doveri, lonest personale, la capacit del giudizio non
partigiano, il mantenimento della parola data, la specchiatezza dei
costumi, la coerenza dellazione con il pensiero, la modestia nella
vita sociale.

SARPI Paolo

Sopra tutto abbi per certo, che non troverai in nessun libro cosa, se
non la sai prima; e servono li libri per esercitazione, non per
istruzione.
40
SBARBARO Camillo

Amico con chi puoi stare in silenzio.

E uno qualunque; ma al suo primo passo una madre gio, una


donna gli trem tra le braccia, un figlio lo pianger. Nessuno pu
avere di pi.

SCHOPENHAUER Arthur

La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. Leggerli in ordine


vivere, sfogliarli a caso sognare.
41
Non v rosa senza spine, ma vi sono parecchie spine senza rose.

Chi vuole misurare le felicit di una vita intera in base alle gioie
e ai piaceri assume un criterio completamente sbagliato, poich le
gioie sono negative; che esse possano rendere felici una follia
nutrita e coltivata dall'invidia, poich le gioie non vengono sentite
in termini positivi, come accade invece per i dolori; sono dunque
questi ultimi, con la loro assenza, che costituiscono il criterio di
misura della felicit

Di ci che si ha fanno parte principalmente gli amici. Ma tale


possesso ha la particolarit che il possessore devessere nella
stessa misura il possesso dellaltro. In un libro genealogico dei re
di Sassonia del XVII secolo, conservato presso il castello di caccia
di Moritzburg, la mano di un ignoto nobiluomo del tempo scrisse:
Amour vritable
Amiti durable
Et tout le reste au diable.

I bisogni principali della vecchiaia sono la comodit e la sicurezza:


per questo in tarda et si ama soprattutto il denaro, come sostituto
delle energie mancanti.

I caratteri cupi e meticolosi incontreranno qualche dolore


immaginario, ma meno dolori reali dei caratteri sereni e
spensierati: infatti chi vede tutto nero e teme sempre il peggio non
avr modo di sbagliarsi altrettanto spesso di chi attribuisce
sempre alle cose un colore e un aspetto sereno.

SLATAPER Scipio

Dentro di noi saccumulano molte nausee e schifi, e un giorno


escono e ci appestano laria che respiriamo. Secca assai vestirsi,
mangiare, alzarsi dalla sedia, ed inutile; ma meglio non turbare
42
le abitudini e mettere un piede avanti allaltro perch ci hanno
insegnato a camminare. Soltanto non porre ostacoli alla noia,
perch allora il pensiero sagita e fa patire; ma se no, la vita
procede calma, senza scosse n sussurri

SVEVO Italo

McCourt pesca un ricordo del genero di Svevo a riguardo di una storiella


che lo scrittore triestino amava raccontare: Luomo dei nostri tempi
quando nasce ancora selvaggio, anzi un animaletto. Si nutre di
cibi naturali e semplici, e poi a stento si avvezza a gradire quelli pi
complicati che la civilt gli appresta. Si affina perci lentamente e
diviene integralmente civile solo il giorno che giunge a gustare
appieno il gorgonzola.

43
de TALLEYRAND PRIGORD Charles Maurice

Diffidate del primo impulso. sempre generoso.

TAVOLATO Italo
44
Si deve sapere che una banalit, anche se torna continuamente a
capo, non ancora una poesia.

Una delle malattie mentali pi diffuse il buon senso.

TROMBADORI Duccio

Siamo vecchi marinai


dun temibile vascello
che inseguendo nuove terre
s arenato sul pi bello.
Poi per ci siamo accorti
che la causa del naufragio
stava proprio dentro noi,
era un semplice presagio:
sentivamo dentro al cuore,
con la scienza e la coscienza,
che del nostro comunismo
era meglio fare senza

TWAIN Mark
45
Io non domando di che razza un uomo; basta che sia un essere
umano; nessuno pu essere qualcosa di peggiore.

VAN GOGH Vincent

Se prendiamo un treno per andare a Tarascona o a Rouen,


possiamo prendere la morte per andare su una stella.

Vivante Cesare
46
(Venezia, 6 gennaio 1855 Siena, 5 maggio 1944, considerato il padre del
diritto commerciale italiano)

Le societ migliori sono quelle nelle quali uno dei due soci muore la
notte immediatamente dopo la firma del contratto.

WILKIE Wendell L

Chiunque non sia stato vagamente socialista prima dei 40 anni non
ha cuore. Chiunque sia ancora socialista dopo i 40 anni non ha
testa.

WHITMAN Walt

Vi hanno detto chera bene vincere la battaglia?


Io vi dico ch un bene altres soccombere
E che le battaglie si vincono e si perdono con identico cuore.
47
WILDER Billy

Sul menu di un ristorante di Berlino sta scritto, a firma Billy Wilder:


Non ho bevuto vino e non ho mangiato piatti appetitosi per una
settimana. In sette giorni ho perso esattamente sette giorni di
vita.

WODEHOUSE P.G.

Di rugby non so nulla. So soltanto che in campo si possono fare


cose che, fuori, frutterebbero quaranta giorni di galera.
48

Interessi correlati