Sei sulla pagina 1di 16

Istituto Comprensivo Statale Bernardo Pasquini Massa e Cozzile

Dirigente scolastico prof. Anna Maria Pagni

VERIFICA Coordinatore prof.:


DELLA PROGRAMMAZIONE
EDUCATIVO DIDATTICA
DEL CONSIGLIO DI CLASSE Italiano:
Storia :
Geografia:
Inglese:
Spagnolo:
Tedesco:
Francese:
Matematica:
Scienze:
Tecnologia:
Arte e immagine:
Musica:
Scienze motorie:
Religione:
Anno scolastico : 2012-2013 Sostegno:
Approfondimento di lettere:
Strumento:
Violino:
Classe : Chitarra:
Pianoforte:
Flauto traverso:

N di allievi: di cui M F
allievi ripetenti della prima :
allievi ripetenti della seconda :
allievi ripetenti della terza :
allievi inseriti in seconda :
allievi inseriti in terza:
allievi portatori di handicap:
allievi che non hanno conseguito la validit di frequenza delle lezioni :
allievi stranieri non italofoni :

Nome allievi che hanno frequentato strumento:


lindirizzo musicale:
Pianoforte

Flauto traverso

Violino

Chitarra

Nome allievi : 2 lingua:


Spagnolo

Tedesco

francese

SITUAZIONE CONCLUSIVA DELLA CLASSE

voti Competenze nomi


10-9
Molto corretto, responsabile, sempre assiduo
nell'impegno, attivo e stimolante nella
partecipazione alle lezioni; metodo di studio
organico e funzionale. Comprende e interpreta in
modo esaustivo messaggi di vario tipo, regole e
procedimenti; sa riferire quanto ascoltato o letto
attraverso codici completi e appropriati alle varie
discipline; sa distinguere in modo sicuro gli
elementi di comunicazione e/o di una situazione
complessa.
*valutazione di eccellenza (10)
8 Corretto, responsabile, costante nellimpegno,
attivo nella partecipazione alle lezioni, metodo di
studio organizzato e autonomo. Comprende e
interpreta in modo completo messaggi di vario
tipo, regole e procedimenti, sa riferire quanto
ascoltato o letto in forma chiara e accurata; sa
distinguere gli elementi di una comunicazione e/o
di una situazione complessa.

7 Corretto, attento, regolare nell'impegno: metodo di


studio autonomo. Sa leggere in modo corretto;
comprende messaggi di vario tipo, regole e
procedimenti; riferisce in modo sicuro quanto
ascoltato o letto; sa distinguere gli elementi
essenziali di una comunicazione e/o di una
situazione abbastanza .

6 Sufficientemente corretto, abbastanza attento,


regolare nell'impegno, abbastanza preciso
nell'assolvere i doveri scolastici. Sa leggere in
modo incerto; conosce e comprende talvolta in
modo incerto gli elementi essenziali di semplici
messaggi di vario tipo, regole e procedimenti
semplici; sa riferire, se guidato, gli elementi
essenziali di una semplice comunicazione e/o di
una situazione non complessa; memorizza
semplici messaggi.

5
Non sempre regolare nellimpegno, attenzione
discontinua, impegno saltuario, metodo di lavoro
non autonomo Conosce e comprende in modo
incerto gli elementi essenziali di semplici messaggi
di vario tipo; riferisce in modo poco chiaro gli
elementi essenziali di una semplice comunicazione
e/o di una situazione non complessa.

4 Attenzione e impegno inadeguati, metodo di


lavoro confuso o disorganizzato; non conosce e
comprende solo in parte gli elementi essenziali
delle varie discipline. Non in grado di riferire,
anche se guidato, gli elementi essenziali di una
semplice comunicazione.

Casi particolari
Cognome nome Motivazioni* Cause**
1.
2.
3.
4.

LEGENDA MOTIVAZIONI * LEGENDA PRESUMIBILI CAUSE**


A. gravi difficolt di apprendimento 1. ritmi di apprendimento lenti
B. difficolt linguistiche (stranieri) 2. situazione familiare difficile
C. disturbi comportamentali 3. motivi di salute
D. portatore di H 4. svantaggio socio culturale
E . altro: difficolt nellapprendimento 5. scarsa motivazione allo studio
6. difficolt di relazione con coetanei e/o
adulti

Validit dellanno scolastico


Tutti gli alunni hanno frequentato oltre i 2/3 dellanno tranne:
per motivi di salute o famiglia accertati dal Consiglio di
Classe.
per motivi non considerati validi dal Consiglio di
Classe.

SITUAZIONE CONCLUSIVA DELLA CLASSE

Valutazione sul raggiungimento degli obiettivi definiti in fase di programmazione


Nomi Area non Area Potenziame Consolidame Recupero
cognitiva cognitiv nto nto in
a
Per gli obiettivi NON COGNITIVI se la media :
10-9-8-7 : + ob. raggiunto 6: 0 ob. parzialmente raggiunto 5: -
ob. non raggiunto
Per gli obiettivi COGNITIVI se la media :
10-9-8: + ob. raggiunto fascia P 7-6 e un 5: + ob. raggiunto fascia C alcuni
5:0 parz.raggiunto fascia R
Molti 5: - ob.non raggiunto fascia R

RECUPERO specificare la/le materie


Non ammissione
Nomi Motivazioni

EFFICACIA DELLE ATTIVITA SVILUPPATE

CLAS PROGETTI, INIZIATIVE EFFIC POCO NOMI ALUNNI


SE PARTICOLARI E ATTIVIT ACE EFFIC (solo per le attivit che
INTEGRATIVE ACE non coinvolgono lintera
classe)

2 Ed. alimentare (ASL)

3 Speak easy

1 Ed. ambientale

1,2,3 REMUTO (coll. con FMM)

1,2,3 Circle time

1,2,3 Sportello psicologico(ASL)


1,2,3 Forte processo immigratorio

1,2,3 Extempore pittura

1,2,3 Festa della Toscana

1,2,3 Giornata della Memoria

1 Polizia postale

1 Volontari canile-LAV

1 Ed. stradale

1,2,3 Teatro in lingua inglese e L2

1,2 Orientamento musicale -


continuit

1,2,3 Bottega dei sogni

1,2,3 Arance della salute

1,2,3 Prog. MIUR Piano solo

1,2,3 sicurezza

1,2,3 incontri alunni primaria


(Continuit)

1,2,3 PIA alunni rumeni

1,2,3 Streatching in classe (ASL)

1 Amici del microscopio

1,2,3 Centro sportivo scolastico

1,2,3 Giochi sportivi studenteschi

2 Legalit-intercultura

2 PIA Difesa delle minoranze

2 Ed. alla donazione AVIS (ASL)

3 Costituzione,Atlante, giornalisti
dei conflitti

3 consultorio giovani (ASL)

3 progetto Coop

2 pronto intervento (AVIS)

2 Per un pugno di libri

2 PIA Rom:stereotipi e pregiudizi


3 Certificazione linguistica

3 Latino

3 extempore poesia

3 patentino

3 riconoscere le proprie
attitudini (orientamento)

3 Orientamento musicale
(continuit)

Proiezionefilm:
Rappresentazioni teatrali o
musicali
Visite a mostre e/o musei:

Viaggi di istruzione:

altro

ATTIVITA PARTICOLARI

Attivit svolta nomi Valutazione

recupero extracurricolare

alfabetizzazione

progetto ORME

Attivit personalizzate per alunni DSA

Potenziamento

VERIFICA E VALUTAZIONE

Modalit di verifica
Sono state previste Prove scritte
quesiti
vero/falso
scelta multipla
completamento
libera
elaborati
altro
Prove orali:
interrogazione
intervento
dialogo
discussione
ascolto
altro
Esercitazioni:

Valutazione: prove di ingresso


diagnostica

formativa osservazione e controlli relativi agli


obiettivi non cognitivi
verifiche orali e scritte in itinere
altro

sommativa eventuali condizionamenti socio-


culturali e ambientali
progressi rispetto ai livelli di partenza
risposta agli interventi individualizzati
altro

RAPPORTI CON LE FAMIGLIE

Eventuali collaborazioni e/o problemi

ora settimanale di ricevimento


ricevimenti generali
comunicazioni e/o convocazioni in casi particolari
incontri collegiali scuola-famiglia
altro:

Data firma coordinatore

(per le classi prime e seconde)


(la relazione finale del C. D. C. per la classe 3 continua, quindi cancellare data e
firma)

CRITERI PER LA CONDUZIONE DEL COLLOQUIO DESAME


Voto Nome Obiettivi cognitivi da verificare in base alle fasce di livello
10/9 Il Consiglio di Classe intende accertare la conoscenza specifica di
argomenti pluridisciplinari, le capacit analitiche, elaborative ed
espressive nonch le possibilit di giudizio dellalunno. Proporr, quindi,
di approfondire i contenuti, individuare e definire regole e procedimenti,
interpretare in modo personale fatti e concetti effettuando efficaci
collegamenti interdisciplinari

8 Il Consiglio di Classe intende accertare la conoscenza approfondita e le


capacit di elaborazione e di espressione dellalunno che dovranno
risultare ben strutturate. Saranno richiesti inoltre lapprofondimento dei
contenuti, lindividuazione precisa di regole e procedimenti, nonch
lorganizzazione sistematica di concetti attraverso collegamenti opportuni

7 Il Consiglio di Classe intende accertare una conoscenza chiara degli


argomenti proposti e la capacit di orientarsi fra i contenuti disciplinari,
individuando regole e procedimenti ed illustrando correttamente fatti e
concetti mediante adeguati collegamenti interdisciplinari

6 Il Consiglio di classe intende accertare le abilit basilari di


comunicazione e di orientamento dellalunno. Pertanto il colloquio
desame verter su esperienze di apprendimento diretto, su i contenuti
essenziali nellambito delle diverse discipline e sullillustrazione di
elaborati di carattere operativo, esposti in un linguaggio accettabilmente
corretto. Sar accertata anche la capacit di effettuare semplici
collegamenti

Casi Il Consiglio di classe, considerata la disponibilit dellalunno verso le


particol attivit pratico operative, baser il colloquio principalmente sulle
esperienze, sul vissuto personale e sullillustrazione di attivit svolte ed
ari elaborati realizzati. Attraverso luso di immagini e di linguaggi non
verbali si accerter, inoltre, la capacit di operare semplici collegamenti,
sia pure guidati.
SCHEMA RIASSUNTIVO OBIETTIVI NON COGNITIVI E COGNITIVI DEI CASI
PARTICOLARI

( obiettivi non cognitivi inserire: scarso, sufficiente, buono obiettivi cognitivi:


crocettare a fianco)

Nome Partecipazione Impegno Interesse Permangono


lacune in:
Italiano
Storia-geografia
Matem.-scienze
Inglese
Seconda lingua
Tecnologia
Musica
Arte
Sc.motorie
Italiano
Storia-geografia
Matem.-scienze
Inglese
Seconda lingua
Tecnologia
Musica
Arte
Sc.motorie
Italiano
Storia-geografia
Matem.-scienze
Inglese
Seconda lingua
Tecnologia
Musica
Arte
Sc.motorie
Italiano
Storia-geografia
Matem.-scienze
Inglese
Seconda lingua
Tecnologia
Musica
Arte
Sc.motorie
Italiano
Storia-geografia
Matem.-scienze
Inglese
Seconda lingua
Tecnologia
Musica
Arte
Sc.motorie
SCHEMA RIASSUNTIVO ALUNNI CON SUFFICIENTE PARTECIPAZIONE ,
IMPEGNO E INTERESSE MA CON DIFFICOLTA COGNITIVE

Nome:

Agli alunni sar data la possibilit di


trattare temi svolti nei lavori da loro
prodotti (percorsi interdisciplinari, tesine,
mappe concettuali)

SCHEMA RIASSUNTIVO DELLE PROVE SCRITTE PRE ALUNNI H E DSA

ALUNNI H: ( nomi) Per le seguenti materie effettuer le


prove differenziate:

italiano
Matematica
Inglese
Lingua 2
Prova Invalsi di italiano
Prova Invalsi di matematica

Alunni DSA: (nomi) Per le seguenti materie effettuer le


prove con lausilio del computer , del
lettore mp3, calcolatrice e di tutti gli
strumenti compensativi di cui ha sempre
fatto uso

Prova invalsi di italiano


Prova invalsi di matematica
CRITERI PER LA VALUTAZIONI DELLE PROVE SCRITTE ED IL COLLOQUIO ORALE

CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PROVA SCRITTA DI ITALIANO

1) Aderenza alla traccia e ricchezza di contenuto


10/9 Completamente rispettata
8/7 Rispettata in gran parte
6 Sufficientemente rispettata
5/4 Rispettata solo in parte o non rispettata
2) Coesione, coerenza e organicit dei contenuti
10/9 Appropriate
8/7 Discrete
6 Accettabili
5/4 Scarse
3) Correttezza morfologico-sintattica e padronanza del lessico
10/9 Testo completamente corretto
8/7 Testo abbastanza corretto
6 Testo parzialmente corretto
5/4 Testo scorretto

CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PROVA SCRITTA DI MATEMATICA

1. COMPRENSIONE : Comprensione delle regole, propriet e del linguaggio grafico


2. ELABORAZIONE LOGICA: Formulazione delle ipotesi risolutive nei problemi
3. ELABORAZIONE OPERATIVA: Applicazione delle regole e procedimenti e uso degli
strumenti operativi
DESCRITTORI
VOTO

4 quesiti svolti correttamente, in modo articolato e completo 10

4 quesiti svolti correttamente, in modo completo con lievi imprecisioni 9

3 quesiti svolti correttamente + 1 quesito svolto parzialmente 8

2 quesiti svolti correttamente + 2 quesiti svolti in modo parziale 7

2 quesiti svolti correttamente 6

3-4 quesiti svolti parzialmente ma con gli elementi essenziali

1 quesito svolto correttamente e gli altri con elementi essenziali 5

nessun quesito trattato 4

1. COMPRENSIONE : Comprensione delle regole, propriet e del linguaggio grafico


10 approfondita e corretta
9 -esauriente e corretta
8 corretta
7- quasi sempre corretta
6- generalmente corretta
5- non completa
4- lacunosa o inadeguata
2. ELABORAZIONE LOGICA: Formulazione delle ipotesi risolutive nei problemi
10-sicura e personale
9- sicura
8-molto buona
7-buona
6-sufficientemente appropriata
5-modesta
4-molto limitata
3. ELABORAZIONE OPERATIVA: Applicazione delle regole e procedimenti e uso degli
strumenti operativi
10-appropriata
9-sicura
8-appropriata
7-soddisfacente
6-essenziale
5- con qualche difficolt
4-difficoltosa

CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA PROVA SCRITTA E ORALE DI LINGUA STRANIERA

PROVA SCRITTA

Brano di comprensione

1. completa (10)
2. abbastanza completa (9)
3. buona (8)
4. soddisfacente (7)
1) Comprensione
5. globale (6)
6. parziale (5)

7. scarsa/difficoltosa (4)

1. ampia e personale (10)


2. ampia (9)
3. buona/appropriata (8)
2) Produzione 4. soddisfacente (7)
5. accettabile (6)
6. limitata (5)
7. frammentaria (4)

1. corretto (10)
2. generalmente corretto (9)
3) Uso delle strutture / grammatica / 3. appropriato (8)
lessico / ortografia 4. complessivamente appropriato (7)
5. non sempre corretto (6)
6. incerto (5)
7. inappropriato (4)

Lettera

1. attinente
1) Attinenza alla traccia 2. parzialmente attinente
3. non attinente
1. ampia e personale (10)
2. ampia (9)
3. buona/appropriata (8)
2) Produzione 4. soddisfacente (7)
5. accettabile (6)
6. limitata (5)
7. frammentaria (4)

1. corretto (10)
2. generalmente corretto (9)
3) Uso delle strutture / grammatica / 3. appropriato (8)
lessico / ortografia 4. complessivamente appropriato (7)
5. non sempre corretto (6)
6. incerto (5)
7. inappropriato (4)

PROVA ORALE

1) Conoscenza degli argomenti

2) Autonomia organizzativa ed espositiva

3) Correttezza espressiva
MODALITA DI CONDUZIONE DEL COLLOQUIO DESAME

Riguardo al colloquio gli insegnanti stabiliscono che questo sar graduato secondo le
capacit del candidato, tenendo conto del suo percorso scolastico e prender il via da
un argomento scelto dallinsegnante o dal candidato relativo al lavoro pluridisciplinare
preparato in forma cartacea o tramite PowerPoint. Il colloquio si dovr poi ampliare in
modo consequenziale ad altri contenuti pi o meno impegnativi, a seconda della fascia
di appartenenza dellalunno.
Per gli alunni con particolari problemi si far in modo che il candidato possa parlare di
ci che ha preparato, per metterlo in grado di dare il meglio di s.

Il colloquio dovr consentire di valutare, attraverso il coinvolgimento delle varie


discipline di studio, la maturazione globale dellalunno e tender ad accertare in quale
misura sono stati acquisiti gli obiettivi dellarea cognitiva, tenendo conto delle fasce di
livello.

In particolare il colloquio dovr appurare:

1. la chiarezza e la correttezza espositiva;


2. luso e la padronanza dei linguaggi specifici;
3. il possesso di conoscenze culturali generiche e specifiche;
4. la capacit di rielaborazione e valutazione critica di conoscenze e di fatti;
5. la capacit di effettuazione autonoma di collegamenti tra i diversi argomenti;
6. il grado di acquisizione di un metodo di studio.

Coordinatore prof.

Data ....................... ....................................

IL CONSIGLIO DI CLASSE

......................................
......................................

......................................
......................................

......................................
.....................................

......................................
.....................................
......................................
......................................

......................................
.......................................

......................................
.......................................