Sei sulla pagina 1di 4

ITIS G.

Galilei AREZZO TECNOLOGIE MECCANICHE DI PROCESSO E DI PRODOTTO CLASSE 3 MECCANICI


LEGHE METALLICHE NON FERROSE Pagina 1

LEGHE METALLICHE NON FERROSE

Leghe metalliche non ferrose leghe metalliche realizzate con metalli diversi dal ferro
Metalli non ferrosi:
pesanti
3
massa volumica > 5 kg/dm rame, piombo, nichel, stagno, cromo, zinco, oro, argento
leggeri
3
massa volumica 2 5 kg/dm alluminio, titanio
ultraleggeri
3
massa volumica < 2 kg/dm magnesio

RAME E LEGHE DEL RAME


Il rame un metallo di colore rosso usato fin dal 4000 a.C. perch reperibile allo stato nativo (puro allo stato naturale) oltre che
combinato.
Principali caratteristiche:
temperatura di fusione Tf = 1083 C
elevata massa volumica ( r = 8,94 kg/dm )
3

discreta resistenza meccanica anche a bassa temperatura ( Rm = 220 430 MPa; E = 130000 MPa )
ottima conducibilit elettrica (resistivit elettrica r = 17,24 x 10 Wm )
-9

ottima conducibilit termica (conduttivit termica k = 391 MW/mK )


elevata resistenza alla corrosione (in aria forma una pellicola di ossido o di carbonati che passivano il materiale, cio
impediscono ulteriori reazioni chimiche e quindi anche la corrosione)
buona plasticit (allungamento percentuale a rottura A = 30% )
buona saldabilit
buona truciolabilit
buona fondibilit
possibilit di riciclaggio totale

Il rame riciclabile al 100% mantiene le propriet chimico-fisiche-tecnologiche e quindi non ha limitazioni di uso buona parte del
rame in uso proviene dal riciclaggio (anche di quello dellantichit)

Leghe del rame

Leghe di rame rame come elemento fondamentale di lega in quantit > 50%

1) da lavorazione plastica P
Designazione convenzionale delle leghe di rame:
2) da fonderia G

1) Leghe di rame da deformazione plastica


Si distinguono in:

a) Leghe allo stato grezzo di fusione b) Leghe allo stato di semilavorati si distinguono in base la
metodo di ottenimento
elemento di alligazione EX: Ps Cu Zn 40 UNI 4891
EX: P Cu Zn 28 Sn 1 UNI 6400
%Zn
deformazione %Zn %Sn metodo di ottenimento: elemento fondamentale di lega
plastica elemento fondamentale di lega Ps = stampati Pf = fucinati
categorie Pe = estrusi
questa lega un ottone, perch lelemento di lega lo zinco Pl = laminati Pt = trafilati
(primo elemento elencato dopo il rame) con 28% di Zn e 1%
di Sn questa lega un ottone, perch lelemento di lega lo zinco
(primo elemento elencato dopo il rame) con 40% di Zn

2) Leghe di rame da fonderia


Secondo lo stato di finitura si distinguono in:

a) Leghe allo stato di pani rifuse per ottenere getti b) Leghe allo stato di getti

EX: G Cu Sn 10 UNI 7013 EX: Gs Cu Sn 12 UNI 7013

%Sn %Sn
getti (fonderia) elemento fondamentale di lega tecnica di elemento fondamentale di lega
ottenimento:
Gs = getti colati in sabbia Gc = getti colati in conchiglia
questa lega un bronzo, perch lelemento di lega lo categorie Gd = getti colati a pressione
stagno (primo elemento elencato dopo il rame) con 10% Gcf = getti colati in centrifuga Gct = getti colati in continua
di Sn
questa lega un bronzo, perch lelemento di lega lo stagno
(primo elemento elencato dopo il rame) con 12% di Sn
ITIS G. Galilei AREZZO TECNOLOGIE MECCANICHE DI PROCESSO E DI PRODOTTO CLASSE 3 MECCANICI
LEGHE METALLICHE NON FERROSE Pagina 2
Tipi di leghe di rame

OTTONE
Lega binaria di rame + zinco
(Cu = metallo di base; Zn = elemento fondamentale di lega, Zn < 45%)

Ottoni binari solo rame + zinco facilmente deformabili a Ottoni speciali rame + zinco + altri elementi caratteristiche
freddo e a caldo degli ottoni binari elevate dalla presenza degli elementi di
alligazione (Pb, Sn, Al)

Caratteristiche degli ottoni: buone propriet meccaniche; ottima resistenza alla corrosione; buona lavorabilit alle macchine utensili;
buona lavorabilit per deformazione plastica (estrudibili, stampabili, forgiabili, trafilabili); buona fondibilit.

Impieghi degli ottoni: elettricit (apparecchiature elettriche, interruttori, contatti, portalampada); autotrasporti (radiatori per veicoli, impianti
elettrici); settore marino (scambiatori di calore, piastre); munizionamento (bossoli); idrosanitaria (rubinetti, valvole, radiatori, tubazioni);
industria chimica (scambiatori); industria meccanica (bulloni, viti, ingranaggi, minuterie metalliche); edilizia e arredamento (cerniere,
serramenti, elementi di mobili, maniglie); monetazione e simili (monete, targhe, medaglie, decorazioni); strumenti musicali (gli ottoni).

BRONZO
Lega binaria di rame + stagno
(Cu = metallo di base; Sn = elemento fondamentale di lega, Sn = 2 30 %)

Bronzi binari solo rame + stagno sottoposti a deformazioni Bronzi speciali rame + stagno + altri elementi caratteristiche
plastiche, contengono piccole quantit di fosforo dei bronzi binari elevate dalla presenza degli elementi di
alligazione (Pb, Zn, Cd)

Caratteristiche dei bronzi: ottima resistenza alla corrosione; buone caratteristiche meccaniche; basso coefficiente di attrito; buona
lavorabilit per deformazione plastica (estrudibili, stampabili, forgiabili, trafilabili); ; buona fondibilit; costo elevato.

Impieghi del bronzo: cuscinetti (bronzine, particolari meccanici con basso attrito radente), lavorazioni di fusione in getti (corpi per valvole,
rubinetti, corpi per ruote dentate, campane); monete; medaglie; sculture (statue); strumenti musicali (piatti per batteria, piatti per
orchestra, trombe, sax).

CUPRALLUMINI (detti anche bronzi allalluminio)


Leghe binarie di rame + alluminio (Cu = metallo di base; Al = elemento fondamentale di lega, Al = 6 12 %) + eventuali altri elementi (Fe
migliora Rm; Ni migliora E e resistenza a corrosione; Mn stabilizza la struttura cristallina).
Caratteristiche dei cuprallumini: resistenza alla corrosione, alla cavitazione, allerosione, allossidazione, allusura; buone propriet
meccaniche; buona saldabilit.
ITIS G. Galilei AREZZO TECNOLOGIE MECCANICHE DI PROCESSO E DI PRODOTTO CLASSE 3 MECCANICI
LEGHE METALLICHE NON FERROSE Pagina 3

CUPRONICHEL (detti anche bronzi al nichel)


Leghe binarie di rame + nichel (Cu = metallo di base; Ni = elemento fondamentale di lega, Ni = 10 30 %) + eventuali altri elementi (Mn e
Fe migliorano Rm, resistenza allerosione, lavorabilit).
Caratteristiche dei cupronichel: elevata resistenza alla corrosione e allerosione, anche in acqua di mare.

ALPACCHE (dette anche leghe bianche, nichel-silver, argentana, nichelina, costantana)


Leghe terziarie di rame + nichel + zinco (Cu = metallo di base, Cu = 50 70 %; Ni = elemento fondamentale di lega, Ni = 10 18 %; Zn =
elemento fondamentale di lega, Zn = la restante %).
Caratteristiche delle alpacche: buona resistenza alla corrosione; buone propriet meccaniche; buona lavorabilit; ottima deformabilit
plastica; facilmente lucidabili e argentabili.

ALLUMINIO E LEGHE DELLALLUMINIO


Lalluminio un metallo di colore bianco-argenteo, usato dalla fine del 1800.
Principali caratteristiche:
temperatura di fusione Tf = 660 C
bassa massa volumica ( r = 2,7 kg/dm )
3

bassa resistenza meccanica ( Rm = 70 MPa; E = 67500 MPa ) migliorano molto nelle leghe di alluminio
elevata conducibilit elettrica (resistivit elettrica r = 27,2x10 Wm )
-9

elevata conducibilit termica (conduttivit termica k = 237 W/mK )


buona resistenza alla corrosione (con lossigeno forma una pellicola di ossido che impedisce ulteriori reazioni chimiche e quindi
lo protegge superficialmente)
buona plasticit (allungamento percentuale a rottura A = 50% ), e quindi buona deformabilit (laminabile, trafilabile, estrudibile,
piegabile, imbutibile, stampabile)
buona truciolabilit
buona saldabilit
buona fondibilit
possibilit di riciclaggio totale

Metallurgia dellalluminio

Il minerale pi importante per la produzione industriale dellalluminio la bauxite, che un insieme di ossidi idrati tra cui lallumina Al2O3.
Le principali fasi del processo di ottenimento dellalluminio sono tre:
fase 1: produzione dellallumina dalla bauxite
fase 2: riduzione dellallumina ad alluminio primario
fase 3: raffinazione dellalluminio primario

Classificazione dellalluminio
Alluminio puro tecnico
alluminio da lavorazione plastica P PALP
1) alluminio primario ALP metallo di prima fusione
Tipi di alluminio puro tecnico alluminio da fonderia G GALP
(metallo puro al 99,0 99,8 %)
alluminio da lavorazione plastica P PALS
2) alluminio secondario ALS riciclato da rottami
alluminio da fonderia G GALS
ITIS G. Galilei AREZZO TECNOLOGIE MECCANICHE DI PROCESSO E DI PRODOTTO CLASSE 3 MECCANICI
LEGHE METALLICHE NON FERROSE Pagina 4
Impieghi dellalluminio puro tecnico:
elementi di strutture poco sollecitati
scambiatori e utensili da cucina (discreta conduttivit termica)
industria elettrica (elevata conduttivit elettrica)
involucri e scatolame (leggerezza)
industrie chimiche ed alimentari (resistenza alla corrosione)
edilizia, arredamenti, infissi (aspetto estetico)
pannelli, coperture, fasciami di serbatoi (elevata resistenza agli
agenti atmosferici)

Leghe dellalluminio (o leghe leggere)


3
Leghe di alluminio alluminio come elemento fondamentale di lega in quantit > 50%; massa volumica < 3 kg/dm

leganti = formano leghe binarie (Al + 1 legante) o leghe complesse (Al + pi leganti)
Cu; Si; Mg; Zn; Mn; Li
Elementi che formano leghe con lalluminio:
correttivi affinazione grano, neutralizzazione impurit, miglioramento lavorabilit,
incremento caratteristiche meccaniche Fe; Ni; Ti; Sn; Cr; B; Zr

Classificazione delle leghe di alluminio in base a:

a) impiego generale leghe da lavorazione plastica o leghe da fonderia

b) composizione chimica in base al legante che conferisce le particolari propriet


classi di leghe ed effetto dellelemento di lega:
Leghe Al-Cu (Al-Cu-Mg, Al-Cu-Si): piccole percentuali di Cu aumentano la resistenza meccanica
Leghe Al-Si (Al-Si-Mg, Al-Si-Cu): migliora la colabilit e la resistenza meccanica
Leghe Al-Mg (Al-Mg-Mn, Al-Mg-Si): migliora la resistenza alla corrosione, lattitudine alle lavorazioni plastiche e allutensile
Leghe Al-Zn: migliora la resistenza meccanica e la lavorabilit
Leghe Al-Mn (Al-Mn-Mg): buone propriet meccaniche e buona deformabilit plastica
Leghe Al-Li: diminuisce la massa volumica
Leghe Al-Sn: hanno propriet antifrizione
Leghe Al-Mn-Ni: elevate propriet ad alta temperatura

c) attitudine al trattamento termico di bonifica leghe bonificabili (adatte ad essere indurite attraverso la bonifica) o leghe non bonificabili

d) attitudine al trattamento meccanico di incrudimento leghe da incrudimento (resistenza e durezza possono essere incrementate solo
attraverso incrudimento) o leghe non da incrudimento

e) impiego specifico classi di leghe:


Leghe per usi generali Leghe resistenti a caldo
Leghe resistenti alla corrosione Leghe per usi speciali

Designazione convenzionale delle leghe di alluminio:

1) Leghe per lavorazione plastica P


A) In base alla destinazione di uso
2) Leghe per getti G

1) Ps = semilavorati stampati; Pf = semilavorati fucinati; Pe = semilavorati estrusi;


Pl = semilavorati laminati; Pt = semilavorati trafilati
B) In base alla destinazione di uso
2) Gs = getti colati in sabbia; Gc = getti colati in conchiglia; Gd = getti colati a pressione;
Gcf = getti colati in centrifuga; Gct = getti colati in continua

1) Leghe di prima qualit o primarie ottenute da materie prime nessun prefisso davanti
C) In base alla qualit
2) Leghe di seconda qualit o secondarie ottenute da riciclaggio prefisso S

1) composizione qualitativa nella sigla ci sono solo i simboli chimici degli elementi di lega, ma non le
loro percentuali EX: SGAlCu ; GcAlCu ; PtAlSi
D) In base alla composizione
2) Composizione quantitativa nella sigla ci sono solo i simboli chimici degli elementi di lega seguiti
dalle loro percentuali EX: GAlSi7 ; GAlCu3Ni