Sei sulla pagina 1di 3

ANALISI DEI PESONAGGI DELLA TRAGEDIA DI

SHAKESPEARE
OTELLO (OTHELLO) IL MORO DI VENEZIA
OTELLO
E il generale dell'esercito veneziano.Un uomo dalla pelle nera
(detto il moro di Venezia) proveniente dall'africa e che ha scalato
le gerarchie dell'esercito attraverso il duro lavoro,l'impegno ed i
successi ottenuti in battaglia.Otello e' molto rispettato come generale
ma meno rispetato come persona,a causa della sua condizione di diverso in
Venezia (sia per il colore della pelle che per essere un forestiero).
Otello e' un uomo onesto,che ingenuamente crede che anche gli altri lo
siano.
E' un uomo passionale,che ama profondamente Desdemona,anche nel
momento in cui
la uccide.Iago e' abile ad usare la feducia di Otello per manipolarlo,
ed Otello cessa di credere in Desdemona,facendo via via sempre piu'
affidamento
sui consigli di Iago.Desdemona era tutto per Otello,e quando lei muore
anche
lui non desidera piu' vivere,a maggior ragione dopo che ne ha capito
l'innocenza.

DESDEMONA
E la fedele ed appassionata moglie di Otello.dolce e saggia e fedele, si fida
ciecamente di Otello ,e questa fiducia estrema la portera' alla
morte,impedendole
di salvarsi quando vi erano gli elementi per sospettare che Otello volesse
ucciderla.
Non riesce a farsi una ragione del perche' Otello la accusi diessere una
adutera,e
per questo crede che alla fine la sua innocenza deve necessariamente
emergere.
Chiede a cassio di aiutarla a scacciare i brutti pensieri di Otello,ma Iago
manipolera'
i fatti e riuscira' a rendere otello ancora piu' geloso.La sua estrema fedelta'
e
lealta' verso il marito si spingeranno fino al letto di morte dove,
consapevole di
essere stata appena uccisa, si autoaccusera' della sua stessa morte per
tentare di
salvare il marito.La morte di Desdemona e' simile a quella
di una santa: muore innocente e ,come moltissimi studiosi ritengono
,vergine.

IAGO
Pur portando la tragedia il nome del moro di Venezia,e' indubbio che Iago
ne sia il
protagonista principale ,il motore dell'azione e causa di tutti gli
avvenimenti.
Sebbene dica a Roderigo,nel primo atto,che lui odia il moro perche' ha
scelto Cassio
e non lui come luogotenente ,e perche' sospetti l'esistenza di una tresca tra
Emilia e
lo stesso otello,non sono questi i reali motivi che spingono all'odio ,ma una
invidia
insita in lui,che prova dolore nel vedere la felicita' altrui.
Non la semplice gelosia di chi teme di perdere qualcosa che ama,ma il
disprezo del bene
in se e per se.Iago progetta la caduta di otello fin nei minimi
dettagli,distillando
travestite di verita' delle parole che annientano la volonta' di Otello,tanto
che se
anche e' Otello ad avere ucciso Desdemona,la colpa e lo stesso gesto si
possono fare
ricadere direttamente su Iago.Gli unici interessi di Iago sono quelli di
salvare la sua
persona e la sua reputazione,al solo scopo di poter
commettere,insospettato,altro male.
Arriva ad uccidere la moglie quando questa capisce la vertita' sulla morte di
Desdemona.

EMILIA
E' la dama di compagnia di desdemona e lamoglie di Iago.
Di ottimi sentimenti e di maggior senso pratico di desdemona.
Il suo senso della giustizia trionfa nel momento della sua morte.
E' infatti pronta a donare la sua vita e sacrificare il suo matrimonio
accusando
il marito di avere causato la morte di una innocente.Anche lei,come
desdemona,muore
cantando la canzone del salice.
Per sua sfortuna mette in moto il meccanismo che condurra alla morte della
sua amata
padrona ed amica Desdemona,dando a suo marito il fazzoletto smarrito da
Desdemona,
che Otello prendera' come prova per il tradimento di sua moglie.

CASSIO
E' il luogotenente scelto da Otello ,
la cui reputazione e' ben conosciuta anche in
mondi lontani,per via dei meriti riportati in battaglia.
Inoltre e' un amico fidato di Otello.
Cassio e Desdemona fanno il posibile per evitare la
caduta di Otello ,ma a causa della gelosia
alimentata da Iago,ogni parola detta ottiene il solo
scopo di fare ulteriormente ingelosire Otello.

BRABANZIO
E' il padre di Desdemona e senatore della repubblica
di Venezia.E' molto preoccupto quando viene
a sapere che sua figlia e' fuggita con otello.
Cio' che lo preoccupa non e' il fatto in se che sua
figlia sia fuggita,ma che sia fuggita con un nero.
E questo pur conoscendo i meriti e le virtu' di Otello.
Brabanzio arriva ad accusare pubblicamente Otello di
magia nera e di plagio ,poiche' non puo' farsi
una ragione di come sua figlia possa essersi
innamorata di una persona con la pelle scura.

RODERIGO
E' il complice di Iago nella attuazione del suo piano
criminale.Roderigo e'stato a lungo un corteggiatore di
Desdemona,ed e' un facoltoso veneziano,che dopo il matrimonio
di Otello e Desdemona vede infrante le proprie speranze,
ed e' pronto a tutto pur di provare lo stesso a realizzarle.

Potrebbero piacerti anche