Sei sulla pagina 1di 148
; ae “Un anno di successi,,.” PAC AMART EL IMMENSO PER ME a ANNA VERRA 4 Al iE "Lc BELLA SIGNORA @ Bi: GNOREBGL NOS PENSARE CHE A TE C)VORREBBE 1 MARE & DANCING BIL) DENIS + DISPERATO BOCTOS 1AZ2 i MK FUNK ae DONNA CON TE ie DONNE fF ALIANE GiLANE.P) £ SOLE NELLA PIOGSIAis oe TA'OOMENICA DELLé SALME # LA NEMO LE DONNE Dt MODENA 4 LLORANFO SE RUE WARGHA\ MEGU MEGUN * NELi’. GET + PFRSOME SILENT QUELLO Ee SON & RINGRAZIG DIO « SCRAYIM: SE BASTASSE UNA CANZONE-& SIRTAKI SOVIO QUFSIO SOLr STE CHE NON SOc Sle [PAVRO TH Sf UNS TATE HT, DAG UOMINI Si} + VARIETA @ VAITENE AMORE 4 VERSO DlGNt eG RICH AODEL "56 € LA VITA MUD, SE oe PICA ve. INDICE HAO - pag, 2 AMARTI E L'IMMENSO PER ME >» 6 ANNA VERRA » 10 ATTENTI AL LUPO » 13 BELLA SIGNORA q » 16 BISOGNEREBBE NON PENSARE CHE A TE 2 Cl VORREBBE (L MARE DANCING BLU .. DENIS DISPERATO eeccsere DOCTOR JAZZ E MR. FUNK DONNA CON TE 8 DONNE ITALIANE 46 GL AMORI » 54 IL SOLE NELLA PIOGGIA » 58 INSIEME os snse - ot LA DOMENICA DELLE SALME » 62 LA NEVICATA DEL '56 » 72 LA VITA MIA... sist » 69 LE DONNE Di MODENA one > 76 LLORANDO SE FUE (LAMBADA) «. > 80 MEGU MEGUN » 86 NELLA MIA CUTA > 83 PERSONE SILENZIOSE > 90 PIOVE een » 96 ‘{QUELLO CHE NON + 3 RINGRAZIO DIO . > 100 SCRIVIMI asses + 104 SE BASTASSE UNA CANZONE > 108 SIRTAKI ae > 112 SOTTO QUESTO SOLE a - > >14 . TE CHE NON SO CHI SED .-eeneu-- RIANQEORT!.« CREAN, +7 TLAVRO svnnne : DIZON MUFICALL 5 120 TU... St ee Serta Automste CHSERTA- NORD: > 125 UN ‘ESTATE ITALIANA ee + 128 UOMINI SOU. » 134 VARIETA » 137 VATTENE AMORE 14d VERSO. LIGNOTO 144 ER GENTILE CONCESSIONE DELLE EDIZIONI MUSICALt CANALE 5 MLISIC ROSALINA LA DROGUERIA DL DREGOL - EMI MUSIC PUBLISHING FIALA-ASSIST-DSMALUMA- MIMO- BMG ARIOLA INSIFME-I RIGAILO - FADO CBS \/LSIC PUBLISHING - EMI SONGS- BOLLICINE -DSCOR- 50 BABILONIA- NUMBER TWO - NAIONE-UBAL- NUDVA FONIT CETRA. LIMMINSO- LA CALERE. YOR MUSIC -SORPASSO -LA ROSA DELLIN. \VERNO- 'ALTRA META - UALTERNATIVA” WARNER CRAPPEAL MLISC ITALIANA - IT DISCHI ITALIA . COSTA EST MUSIC -SCORRBANDA - UNS LRA ~ FORTISSIMO - SUVANI ZEREONI - PENELOPE - SERA LATINA - WARNER BROS MUSIC ITALY - PEER - EARFALLA = LITE Testo di F. SALVE Shuffle tempo on Musica di M, NATALE-R.TURATTI-S.MELLONIF.SALVE. eae can -to la cin-zo-ne pit bet che che wnano- da so-Im che fa Go “to 1a canzone pik for che Cha wna no- a so-la che fa : ee See =| : —————— sacar Se 2 8 De ——— a2 a canto a caezo-nepié stret - ta del mon - do che a © can-to la canzo-nepis se - xy delmon- do che ie — Se = = es = E + Ee = = oe rs = fe oltam-na a -ta so-la che fa a ¢ satto le canzo” ne pi @ha waa s0.ta soln che fa a ¢ canto Tn cameo - = ta delnon - do . stare del mon — do e ——— == He as os - cen—ta Tk camo -ne pid al = ta del-men - do che Cha u-na no -ta so Ia che fo ea —to 1a canzo- ne pismo ~ ta del men - do che cha ume ao -ta so - ta che fa 3 = See a CANALE 5 MUSIC si Copyright. 1990 by CANALE 5 MUSIC s.r. 1 Tutti dint sono riservati a termini dilegge- All rights reserved. Intemational copyright secured Wile Europa, 48 - Colegno Monzese (Mh = Graziegrazie a tutti,non me Vaspettane, grazie, voglio riugraziare tutti i miei collaboratori Le ST FED » a De me Dat % at @ pot segue ~via - mo— in on ma-re digwai_ pen-sa-re sem - pre can-ta - re mai @ siacmo an eo - ra in un ma-re diguai.. ode Fa De Fe Do Coro — Fiat ay Bene no-ta so - ta che ti fa so gnar Fa Le ba-stau-na pa - ro-la per po - ter can - tar, Re an atti Ratt can-to la canzo-nepivalle - geadelmon-do che Chau-na no-ta so - 1a che fa a = SS SS Fin a © can-to la can-zo-ne pid preoccu-pa-ta delmon - do che chau -ma 90 - ta so - 1a che fa 2 © can-to Ia canzone pidscioe- = —— = Se > 2 = SS = eek: S= ~ean-te del mon - do che chau-aa a0 -ta so- la che fa a e ean-to la can-zo-ne piu puz-zo-len-te del mon-do che chav-na n0-ta'so-la ma fa_ = can-ta- re sem-pre— pen-sa- re mai Se Re set poi_ci tro ~via ~ mo in un mare diguai_ pen-sa - re Re Sa Ke So Re sem - pre ean-ta- re mai__ e Re qi ke Sol in wa mare di gu: Se —_Parlato: aw hed ho fatto noe cancone eho e'8 dentro solo una pase, e che ti fa Fisti e allora? Qui é guarant'anni che e'¢ sempre le stessa musica e non silamente mai nessun, — so - gnar ba-stau-na pa- - 7 i (arlato) Avete semtito che orchestra? Sentirete che pezzo!! Adesso lo faccio io, ‘poi tutti insieme. E canto la canzone pitt bella del mondo che cha una nota sola che fa: A e canto la canzone pit stretta del mondo che c’ha una nota sola che fa: A € canto la canzone pit! storta del mondo ‘che cha una nota sola che fa: A canto la canzone pitt alta clel mondo cche c’ha una nota sola che fa: A Aa Bae ie A (Parlato) Grazie, grazie a tutti, non me [‘aspettavo Igcazie! Voslio ringraziare tutti miet collaboratori che hanno reso possibile tutto cid. Volevo fare un pezz0 vocale, solo vocate, € ci sono riuscitotl! E canto la canzone pitt forte del mondo che c’ha una nota sola che fa: A canto la canzone pill sexi del mondo che c'ha una nota sola che fa: A e canto la canzone pitt salutare del mondo che c’ha una nota sola che fa: A € canto la canzone pitt muta del mondo che c’ha una nota sola che fa... Cantare sempre, pensare mai poi ci troviamo in un mare di guai. Pensare sempre, cantare mai, e siamo ancora in un mare di gual. COGS Fir Sp LS Re ripele sfumando (Coro) E una nota sola che ti fe sognar ‘basta una parola per poter cantar. An An AWA, AL AL ALA, E canto la canzone pitt allegra del mondo che c’ha una nota sola che fa: A @ canto la canzone pitt preoccupata del [mondo che c’ha una nota sola che fa: A © canto la canzone pitt scioccante del [mondo che cha una nota sola che fa: A @ canto la canzone pit. puzzolente del mondo: C’ha una sola nota che fa. Cantare sempre, pensare mai poi ci troviamo in un mare di gua Pensare sempre, cantare mai ¢ siamo ancora in un mare di gual. (Parlato) E va be, ho fatto una canzone che c@ dentro solo una parola....¢ allora? Qui & quarant’anni che ’® sempre Ja stessa Imusica, € non si lamenta mai nessunolt! (Coro) E una nota sola, che ti fa sognar basta una parola per poter cantar Aon Are Ao Au AA AA AMARTI E LIMMENSO PER ME Testo di E. RAMAZZOTTI- A, COGLIATI. Musica di E. RAMAZZOTTI - P. CASSANO. Moderatamente Lento — + —— c= SS ——— Fa Selm7 a De Fi-noa te hos-per toimiei oc -chiewe-do fi - noa te © @- mar - ti Vim-men - so por me, Salm? Fa Selim? ~ An - che sein fon-do io mon _ci_cre -do pen - so che a - mor-tiélim-men - so per Lama sib Ee Rem? Doe Solm? De Do me. Co-sa cer- co non lo so ar) chea Fa Falidim Solm Solmt+ LA DROGUERIA DI DRUGOLO s.r. - Via Vittoria Colonna, 23 ~ Milano. SCORRIBANDA sr, Edizioni Musicali - Corso d Porta Vittoria, 54 - Milano, UNA LIRA s..s, Edizioni Musicali- Via F. Cavallott, 145 - Monza, ‘Copyright 1990 by LA DROGUERIA DI DRUGOLO s..SCORRIBANDA s.r1/UNA LIRA s.as. T ti sono riservatia termini di legge. bee cocker, TB oeiun ilo — Foaiillcan « wiligenta “in Tomorpbte cS glial’ Windoniesiiten. 'S an i — efi te we Sa SS tte ee ¢] SS EE ee eee a a te a Dam-miuna —par-ten ~ 2a per ri ~sponder-mi—diquan-t@ not - te cé Dom Mi Fa Fa per jag giun-ge rete Fi noa te 19 sib Lamt Ret Sol Lama giun-ger-tiin 0 ~ gai senso fi- noa che a+ mar-tie Vim-men - so. per De Re Re £ mache oa ZR weve dia eae nit ee a wm = e po quan-do cor - ro la mia vi = te che pit for - te non si pud an -che se la_mia_te sta gunvia- vai di fan- ta = a sis e trop po per-se trop-po mie pos-so far-ce -la con te. Files Dod iam Rem? vote Sol mt Lam? Sib Dot Fi. noate jo vo-glivarri- var -_ti_den- tro o- 1a che le Fa Lam? sib Rem7 ma-ni_mi por - ta-no fi - moa te rag - giun-ger-tiin 0 —_gni_sen-so De Selm fe Lan fi - noa che a mar-ti@Tim-men so pe Fino ate ho aperto i miei occhi e vedo fino ate amarti @ 'immenso per me Anche se in fondo io non ci credo penso che amarti @ immenso per me Cosa cerco non lo so ma so che adesso sei tutto cid che trovo io Fammi camminare lungo gli argini di una certezza calmami le rapide del cuore Dammi una partenza per rispondermi di quanta notte c’é per raggiungere te Fino ate raggiungerti in ogni senso fino a che amarti & Vimmenso per me E anche se qualche volta so di esagerare un po’ quando corro la mia vita che pit forte non si pub anche se la mia testa 2 un viavai di fantasie ‘troppo perse troppo per me posso farcela con te Fino ate io voglio arrivari dentro ora che le mani mi portano. fino ate raggiungerti in ogni senso fino a che amarti@ Vimmenso per me 10 ANNA VERRA Testo © Musica di P. DANIELE Sot An-na_yer rh Anne ver 3 col suo mo do di guar-dar ci den - tro dim-mi quan Rem Fe Mir Len Pe Sol noicheabbia-moun mon ~ do que; sao qer - raf EMI MUSIC PUBLISHING ITALIA sil. - Via C. Ravizza, 43/45 - Milan, Edizioni Musical BAGARA sr-l.- Via G, Regroli, 89 - Fol Copyright 1989 by EM MUSIC PUBLISHING ITALIA si.L/8AGARIA Sh Tutt t dint riervat n do da cam-bia re mm, ‘nciche cie-mo-ziv-nia - moanco - Fs Ren Sinz Mir Lam da van tial ma © mh. Anta vero eS = ia —— = a ===: Fare Rem Sim? Nt serum gior- no pie=n0 oi so te eal to ra ti cer. che = for-se per so - gna-rean - eo 8 2 se co si lon-ta-no it | ma- re chi, iz An-ta ver ri! ma-re Anna verra col suo modo di guardarci dentro dimmi quando questa guerra finira roi che abbiamo un mondo da cambiare rnoi che ci emozioniamo ancora davanti al [mare ‘Anna verra @ sara un giomo pieno di sole fe allora siti cercherei forse per sognare ancora ancora... ‘Anna, dimmi se 8 Cosi lontano il mare Anna verra col suo modo di rubarci dentro di sorridere per questa liberts noi che abbiamo un mondo da cambiare noi che guardiamo indietro cercando di non sbagiiare ‘Anna verra raccoglieremo i cani per strada Gi inventeremo qualche altra cosa per non essere pit soli ‘Anna, dimmi 13 ATTENTI AL LUPO Testo e Musica di RON Moderato ramics) oy, Dr Dy Dov Dy Dy Dy D (eegue ritmica) tuuo BD bassa) Do Mim Fa Sol? Do Mim Ba Sol? I I Fa Sol? Do Mim Fa Sol? wna don -nina piceo-la cosh con due oc____chi gran--di per guar- De Mim Pe Sol? Lam Mim 1 sda-re at ne e pit ci pen-sa pid. non sa a-spet-ta__ Fe Sol? Fe 7 Lem Mi a-+mo-re mio non de-vi sta-re in _pe—— Edizioni ASSIST S.p.A. - V. Rolandino, 1 - 40124 Bologna, Edizioni DAMALUMA s.r, - V. Rolandino, 1 ~ 40124 Bologna, 1990 (anno di prima pubbiicazione) Diritt ciservati a termini di legge per tutti paesi del mondo, Al rights reserved 4 —na questa vita@u-na ca - tena qualche volta fa un po’ male. zt 5 Rem bs 6 guarda co-me son tranquil - la io___ anche se at-tra-ver - 50 ill bo - = sco con l’a-iu - to del buon Dio__ stando sem-pre at-ten - ta al — =s.Fo oS S552 nS Pa a 7 ay a pi ob ee 6 lupo _atten-ti al lu-po... atten-ti al lu-po... living toge - ther rh Fa gg Be De Mim living toge - ther laggid c'® un prato piccolo cosi = conun gran ru-mo-re di ci - ca-le 1 fe Sol7 Do Mim fe Sol? e un pro-fu-mo dol-ce ¢ pie - co- lo co - st a-mo-re De Mim i Sol? mio @ar-ri-va-ta Tle - sta. te a-mo-re 5 Ss £ wae : — Lam Mim Fa Sol 7 miso. darori - vata Voit te oe z JS == q Dusae oo = SSS oi Coda ua aim & she thse liv-ing to-ge - ther copa Do Mim living to-ge - ther Fa Sel7 De Mim living to-ge - ther Fa Sol7 Do Mi Fe Sol7 Lam Mim Fa Ce una casetta piccola cost con tante finestrelle colorate una donnina piccola cosi ‘con due occhi grandi per guardare ec un omino piccolo cosi che toma sempre tardi da lavorare ha un cappello piccolo cosi ccon dentro un sogno da realizzare © pid ci pensa, pit: non sa aspettare amore mio non devi stare in pena questa vita @ una catena qualche volta fa un po’ male guarda come son tranquilla io anche se attraverso il bosco con I'aiuto del buon Dio stando sempre attenta al lupo. attenti al lupo. attenti al lupo. Living togheter Living togheter Sol 7 LamMi m Fa Fate Laggid c’e un prato piccolo cosi con un gran tumore di cicale © un profumo dolce e piccolo cosi amore mio @ arrivata estate amore mio & arrivata estate € noi due qui distesi a far ‘amore in mezzo a questo mare di cicale questo amore piccolo cos ma tanto grande che mi sembra di volare pid ci penso pid non so aspettare amore mio non devi stare in pena questa vita @ una catena qualche volta fa un po’ male guarda come son tranquilla i0 anche se attraverso il bosco con I’aiuto del buon Dio stando sempre attenta al lupo attenti al lupo. attenti al lupo. Living together Living together. BELLA SIGNORA Testo di L. DALLA ‘Musica di M. MALAVASI Moderato (Strum) 7 Ty 7 Rem? Fa Sot Rem? Buta sem-pre i mt — te at 0 — ri o— Lhe viesta_de-tro_Io_ spec — chiga se meet == SS Segue ro ex Sahl Fa sot _ en-tain ca-sa sca — ra Si sie- gai piedi del let bmi fe Par — mi di te, bel — la sig — a par-la-mi dt cei mi pass ——— a eT I si? Do. Fa Ta Rem# Rem? See 7 oe eae ep Pp Rem? Ta Sol Edizioni Musicali DANALUMA s.r. Via Rolardino, 1 - Bologna Edizioni Musicali MIMO s.r. - Via San’Alessandro, 7 - Roma 1989 (Anno di prima pubblicazione). Diriti riservata termini di legge per tut i paesi del mondo, All rights reserved, ~5.¢ (eS oi segue 10 "ri — tor-ne — ri Fer chého _be-wu~ vant ca Lam? iH Fale cae cersenne arti. seme Sox cevmaslitaraall somes ——— SS — 4 = sibry Lam? ‘Solm7 ne-r0 nel-la_not —te scu io ti to-vo bel-la,nonmi fai pa-u te, chenonho pau ma Por-ta-micon te, “nei tuoi i= len ra sis gno-ra_so- ti or-ta-mi con iat Rem? Rem Sib? Lan? Parse) ss ves pasa: a Sa Se SiP7+ Do = = C ( {Stram.) 18 Ti so-ngan-da-tog cerca Og men20~ gor) Fa Sol Rem? Fa di ——_____ sc ~ te = che, spiag-geaf-fol — la Rem7 Fa Sol Bussa sempre di notte ad ogni ora poi entra in casa sicura si siede ai piedi del letto non vuol pitt fandar via poi si spogtia nuda Parlami di te, bella signora parlami di te, che non ho paura parlami di te, dei tuoi silenzi parlami di te, dei tuoi tanti amanti, dei tuoi {tanti amanti Uho vista dietro allo specchio anche [stamattina si, era Il seduta lo mi facevo la barba e lei compagnia poi, {non I’ho pid veduta “sono andata via” ‘Mla solo per un minuto “ritorners"” Perche ho bevuto “mi verrai a cercare” Non si cerca il dolore, ma mi batte il cuore Parlami di te, bella signora del tuo mare nero nella notte scura io ti trovo bella, non mi fai paura signora solitudine, signora solitudine Parlami di te, bella signora parlami di te, che non ho paura portami con te, nei tuoi silenzi ortami con te, nei tuoi appartamenti Ti sono andato a cercare nel buio delle discoteche Oa mezzogiomno in riva al mare nel sole delle spiagge affollate Parlami di te, bella signora del tuo mare nero, nella notte scura io ti trovo bella, non mi fai paura signora solitudine, signora solitudine re nel bu-io del-le ricvagl ma-re nel somke del-le Sot vo® «® vo: n«®.© Ad libitum sfurrando DANCING BLU Testo € Musica di F. CONCATO Moderato lo ti guar do guar demiun po'an- che w cB mol-ta gen-te che bal - la ea mid vol-te ti per - do jn que- sto Dancing Blu Co-si_ sex y io non ne ho vi ste mai sta notte EMI MUSIC PUBLISHING ITALIA si. Via C. Ravizza, 43/45 - 20149 Milano, ROSALINA Edizion’ Musical srl. Via A. Sangorgio, 12 - 20145 Milano. © Copyright 1990 by EML MUSIC PUBLISHING ITALIA &..l/ROSALINA s, Tutt drt! sono eservat 20 $0: 10 tre-men - do mi semtoanchebel - fo: che doles fi -ne che a- ra oS “+ — = & a, Se SS Reb? tab Reba Dom? Sibm? Guar - da mianco - ra Jo sguar-do che sai fa re pe ft Eee c tab Dem? rviarri-vail to prof mo @in-tan- to guar - doituoi fin -chie mi sen - pte ee ee sibm? to con-fu 20. Che co sa woi fa re, Dor Fam Dom? wuoi far - mi di - spe-ra We Ti muo-vi so-si be = Id a = eee i ey SS == — Reb Dom? Sibma ne: for-s@ sa 13 que-sto rit - mo-che pic - chia,som- ge le ca- te Dom? Rebr Dom? Sibmz 2a tab ae tab Reb Lab lo ti guardo guardami un po’ anche tu c’e molta gente che balla ea volte ti perdo in questo Dancing Blu. Cost sexy io non ne ho viste mai stanotte sono tremendo mi sento anche bello che dolce fine che farai. Guardami ancora lo sguardo che sai fare mi arriva il tuo profume € intanto guardo i tuoi flanchi € mi sento confuso cche cosa. vuoi fare, vuoi} farmi Ti muovi cos! bene forse sara questo ritmo che picchia rompe le -catene. isperare? Ti allontani dimmi ma dove vai hai gia davanti tre falchi € volano bassi, vediamo cosa fai Reb Ripetere sfumando Poi ritorni stringimi solo un po’ puoi darmi un bacio se vuoi continua il tuo gioco & molto bello ¢ io ci sto. Guardami ancora lo sguardo che sai fare ti muavi da impazzire dentro una gonna leggera che pud tramortire balliamo ancora adesso chiudo gli occhi forse ho sognato tutto ma sento ancora il profumo sei tu e sento che mi tocchi Guardami ancora stammi pil vicino arriva quel profume: intanto guardo i tuoi fianchi € mi sento Iconfuso cosa vuol fare, fo non ne posso pits ti muovi cost: bene forse sara questa banda che picchia in questo. Dancing Blu, 22 BISOGNEREBBE NON PENSARE CHE A TE Testo di G. MORRA Musica di M. FABRIZIO Moderatamente ing (Chit.) (Basso) $e (Orkono) TE a : a a segue simile) Bi — so — gne — reb-bes—ve— rey cw—retal-men tem - eee ih eae iy ee ae SS = = 2? a aa ae =a} v= £3 = fe in qe st fm-g we - de ma —s0 — stgit cie —lo a fer —mar-sigl im cen 0 dal ‘ie — To —ne : eae = fe = ie ee t = SE e = j Rem6 bi so—me—reb.—be ama — re dv—we —— wo ton a— si fat—im dles~se —re mol — tgat—ten 0 S mo~ str SN Mi Suen) pa ta Lam Rom Mir Non la—men—tr—si tut— tei gior—no non di Per chet pro tie—maz_ton” con fonmeet— "ste é SSS SS Ee Lam Edizioni Musical: BMG Ariola S.p.A. - Via Sant’Alessandro, 7 - Roma. INSIEME s.r. - Via Quintiliano, 40 - Milano, 71990 (Anno di prima. pubblicazione) Dini riservati a termini di legge per tut! | paesi det mondo, All rights reserved. ee ee aaa de- ra —re pit od faz ai re non mo qualche vol — tia cam —— mi —m re sulle pepo se Ss — St pit Bi-so-gne~reb-be non pen=sa— re chea ac—qie del mare, Bi-so-gne~reb-be _non_pen—sa — re chea Lam Do te pon pen-sa-re ches te coche si te non pen-sa-re ches te fe-¥- a Do Lag Bem tam v= ve suyomastel—lgg gb nel fon — do vo — le re bengal sen-za di-— ven —ta— re mai pil nien- te so — spe- si fra la mon-do co — me Bi-so-gre gen —te chee’. reb~be non pen-sa—re ches Bi-sovgre — reb-be_non pen~sa—re ches Lam Rem lam Do Fa. im Do te, te tro-va~ re te, te tro-va- re Do Lam sem-prejl_mo ai que~ sta im ~ mea preil_mo~ @i co mus ni — ca— re — que-stoim-men 2a Basso) os baste aa Rem stel-la ogi nel fon-do Lam Mi? Bi-so-gne~ I 8.0) oa gs base Lam Rem Lam Sfumando Bisognerebbe avere un cuore talmente puro in questo fango vedere nascosto il cielo bisognerebbe amare davvero non avere paura, Non lamentarsi tutto il giomo non disperare non rispondere al male con il male non desiderare pid di fuggire non morire mai pit Bisognerebbe non pensare che a te non pensare che ate e che si viva su una stella o giti nel fondo volere bene al mondo com’é. Bisognerebbe non pensare che a te, te trovare sempre il modo di comunicare questo immenso amore solo amore senza piti dolore solo amore. Perche si tratta di rimettersi in discussione di fermarst ad un centimetro dal burrone si tratta di essere molto attenti ai nostri cambiamenti Perch@ il problema @ non confondersi col [rumore 2 di abitare questo spazio interiore scoprirsi qualche volta a camminare sulle acque del mare. Bisognerebbe non pensare: che a te non pensare che a te, te felici senza diventare mai pid niente sospesi tra la gente che c’®, Bisognerebbe non pensare che a te, te trovare sempre il modo di comunicare questo immenso amore solo amore senza piti dolore solo amore. Bisognerebbe non pensare che a te, te trovare sempre il modo di comunicare ‘questo immenso amore solo amore senza pid dolore solo amore. Cl VORREBBE IL MARE... Testo e Musica di M. MASINI - G.C. BIGAZZI Lento Ci vorrebbe i mare che accarezza i piedi mentre si cam — 5 Dom Sol a = mina versoun punto che non vedi _—ci vorrebbe tl mare su questo ce~ i os & SS SS Fam7 sibs Mib Sol? Dom mento ci vorrebbe il so—le col suo oro-e col suo.argento —_e per questo a— =mo-re figlio di un’e~ state ci vorrebbe il sale per guori-re le fe— Dom Fam? sibs rite dei sor—ri-si bianchi fra le labbra. = ro-'sa a conetacre. Dom Fam? I BIGALLO Edizioni Musicali sa. - Via Delle Mantellate, 3 - 50129 Firenze, FADO s.r. - Via Berchet, 2 - 20121 Milano, © Copyright 1990 by Edizioni Musicali IL BAGALLO -nie le ma-nj su co" glio—ni ¥O-glio vi-vere in u- na cit—ta dove al — Jo-ra della —pe-ri — 66 =ticyo mon Gi iano spargi — menti di songue 0 di de-ter- SS = si-vo- @ tordd sera Ho eil mi itlustre cu-gieno DeAndrode we e. Sibm era - vamo — gliul-ti- mi cit—ta~di - ni ti -be- ri oe ee di questa fa-mosa cit—td ci - vile perchéavevamo un cannone nel cor— $——— Solb —~ Sage = = ti -le un can — none nel corti — le sibm sab La dome — pa Aa B poi segue Sibmz i iain wan@antl—. "si ea pateeaneanoenrciaen ny ma \ z # SS J + a a : Sibm = = tocombe ae = ce-se-ro Ja te e-vi= sionee ci guardaro-no canta reper Lab usnamezzo-ret- ta poici mandarono a ca ~ gare sib® = voi che ave-te can—ta— = paCaD Ipoi segue Solb — = risti voi d-ve ~ vate voci po — tenti lingue alle— sobs) sib mt =nate a battere il tam-bu=ro vol ave - va~te vo-ci po=tenti bm Lad Solb a= dot-te per il vattancu ~ lo. — =e La do-me— mentre il AaB poi segue ext) cuore d'-ta - lia da Pa — lermogdA-o - sta si gon- Sib m= -fiovain un co-ro di vi — brante pro- testa x sak con accento genovese. - 6s Tentd la fuga in tram verso le sei del mattino dalla bottiglia ci orzata dove galleggia Milano non fu dificile seguirlo ii poeta della Baggina* la sua anima accesa mandava luce di lampadina li incendiarone il letto sulla strada di Trento fluscl a salvarsi dalla sua barba tun pettirosso da combattimenio | Polacchi non moritono subito « inginocchiati agli ultimi sermafori rifacevano il trucco alle toie di regime fanciate verso il mare i traffcanti di saponette mettevano pancia verso est chi si convertiva nel novanta ne era dispensato nel novantuno tn scimmia del quarto Reich ballava la polka sopea il muro fe mentre si arrampicava le abbiamo visto tut il culo la piramide di Cheose yolle essere ricostruita in quel giomo di festa asso per masco schiavo per schiavo ‘comunista per comunista La domenica delle salme non si udirono fucilate il gas esifarante presidiava le stade ta domenica delle salme Si pot via tut i pensier e le regine del “tua culpa” affollarone i parrucchiert Nell‘assolata galera patria il secondo secondino disse a “Bali ci Sexo" che era il primo = si pud fare domani sul far del mattino - € furono inviati messi fanti cavalli cani ed un somaro ad annunciare lamputazione della gamba di Renato Curcio il carbonaro Il ministro det temporali in un tripudio di tremboni auspicava democrazia con ls tovaglia sulle mani ¢ le mani sui [coglioni = voglio vivere in. una cit dove all’ora dell’aperitivo rnon ci siano spargimenti di sangue di dotersivo ~ tarda sera io e il mio illustre cugino [De Andrade* eravamo ght ultimi citadini liberi questa famosa citta civile perch? avevama un cannone nel cortile La domenica delle salme nessuno si fece male tut a seguiro il feretro del defunto ideale a domenica delle salme si sentiva cantare = quanté bella giovinezza ‘non vogliamo pid invecchiare - Gli uhimi viandanti Si ritirarono nelle catacombe accesero la televisione e ci guardarono [cantare per una mezz’oretta poi ci mandarono a cagare = voi che avete cantato sui trampoli ¢ in [einocchio oi pianofort a tracolla vestti da Pinocchio voi che avete cantato peri longobardi ¢ per Tceniralist per I'Amazzonia e per la pecunia nei palastilist dai padri Marist voi avevate vod potenti Tingue allenate a battere il tamburo voi avevate vor potenti ‘adatte peril vaifanculo ~ La domenica delle salme gli addet alla nostalgia ecompagnaroro tra faut i cadavere di Utopia la domenica dele salme fu una domenica come tante i giomo dopo cerano i segni di una pace terificante Mente il cuore d'ttalia da Palermo ad Aosta fi gonfiava in un coro “di vibrante protesta’” »* Baggina: cosi viene chiamata a Milano la Casa di Riposo per Anziani “Pio Albergo Tr vulzio”. * Baffi di Sego: gendarme austriaco in una satira di Giuseppe Giusti * De Andrade: vedi “Serafino Ponte Gran- de” di Oswald De Andrade. LA VITA MIA Testo e Musica di A. MINGHI Moderatamente Vi-ta mia non sap— SSS be f De piano pi aterea reiaay pices shinee orate wemge eui Lam via tiselintri — stintae pol, pot tl sel strani — Bem Rem Fa Rem = 1a. non di cl pid “che bel tempo sei tu? intar = 0 Fa Solt Sol Do Mim pio-ve yor= rest u = re, ral-treddarti insieme a me, Lam Do _ SS SS SSS f= 2 Rem Fi 2 miabbando —ne - ret per ve-der di nuo- NUOVA FONIT CETRA 5.p.A. Edizioni Musicali - 20141 Milano, Via G. Meda, 45. LIMMENSO sa.s. 00125 Roma, Wia Pietro Cartoni, 71 LA-GALERE s.a.5- Edizioni Musical - 201.41 Milano, Via Val di Sole, 22. © Copyright 1989 by NUOVA FONIT CETRA S.p.A/L'IMMENSO s.a.s/LA GALERE s.as, Tut diet sono riservati- = vo le vi — ta ma, rae pi-dissimo acdio = = aa — = f =F == Fe Sot sot Do EB guardo tuoi ve-do cuori e sono gli alberi che an— Lam = che, ho sca-lato anch’10 @ an-n)—da-t0 las-sii Sel + risve-do te che sei, che se: ka vinte Fa Remo Mim Sol oF Fe Sar Do Fa sib Selmé a che begli occhi ve~dret con gt occhi Re Sot Do quanto a ~ mo-re cottu rato oon le pa Sa Senza Rit la vi-ta jsaltando lar n mani che ho le: Lam CODA perce’ iremare fa Ret con te che por-th via Sol Vita mia non sappiamo pit! afferrare maneggiare questo amore che svanisce © sguscia via, 1 sei intristita e poi, poi ti sei stranita, non dici pid "che bel tempo che sei tu” infatti piove vorresti uscire, raffreddartiinsieme a me, jo, vestito leggerissimo morrei @ mi abbandonerei per veder di nuovo la vita mia, rapidissimo addio, E guardo fuori, vedo cuori e sono gli alberi che anch‘io ho scalato anch’io € annidato lassi rivedo te che sei che sei la vita mia Questa vita tra le braccia tra le mani ha un bel volto la tua faccia ha un gran bel viso, ha il vuoto che dai tu anche il tuo sorriso jo I’ho vissuto e confuso sul mio, Se questa é vita rho toccata, I"ho sentita su di me, Pho abbracciata in te, guardo meglio e non c’é pit dubbio che tu sia, che sei, la vita ria Che begli occhi vedrei ccon gli occhi miei, quanto amore catturato con le mani che ha le ali e con le ali svanira ed io mi innamorai, venni a dirlo a te ti confidai che eri tu 0 era mai. Ce un temporale, possiamo uscire e raffreddarci insieme ormai, tremare, perché tremare fa la vita che se ne va con te che porti via con te la vita mia perché tremare fa la vita che se ne va on te che porti via con te fa vita mia 2 LA NEVICATA DEL ’56 Testo di F. CALIFANO - C. VISTARINI Musica di L. LOPEZ - FM. CANTINI Lentamente Ti si condiyem wl-t si sen-t-va sol-tan —— to A rusmo-re del é& === === =— SEH et a oe ee oe a & (arpessiare) = Soim fiom iment z = oe = Sa 7 Fal) Fal, si? Dom? sib “Mi Re Lecanzonial-ls ra Je par-ti-tealto sta sulle spal-le Solm ai nfo padre lin Hinsenarrinbea sien: ‘ergs togumeun dll Dom Fal Edizioni Musical YOR MUSIC s.r. - Via della Giuliana, 38 - Roma, SORPASSO sur. Via S, Barnaba, 32 - Milano, © Copyright 1990 by Edizioni Musicali YOR MUSIC s.r. - Roma/SORPASSO s.r. - Milano, “Tut | dirt sono riservat Solm Dom ~na-va jo bambi-na so gnaxgynve~sti-to da. se-ra_— com tre-mii-la sot Fal Dom? tu la donna che git Jo por- ta~va- Tessas FER rE C’e-ra sempreun gran sole ra bella co— me =ri z= Solm Solm? Do tae Ce-ra pu-re la una, molto. me-glio dia~ z = Dom? ral 4 —me, co~ are, co - me che c’e-rspo-sto pucre per le = sat bok eee sembracva Vc me-ri-ca > SSS = ss Pp eS petra Lam4/7 Do Sol chi that 0m ¢ 2-8 es lam? Re? Sol Lam Re? Sot Poi a ne-vi—ca-ta del cin quants Ta. (Orch), Lam4/7 Ro-mae-ra tutta candida, tutta pus ti=tae ticle da Ro-maera fit= ta cmdim da, force pus icta e livel= da ; a BSS um © thai pit vies co um aoa aa & tha pu wse eo & = =. = eS eu Re? lam? re? wa Heche tempt austen Lam? Re? Lam? Re? 8 A tempo (Orch) Sot a € Do Sol Lam? Re? Lam? Re? Lam?_Re7 Shunané=——— Ti ficordi una volta si sentiva soltanto il rumore del fiume... la sera 1i ricordi lo spazio i chilometri interi automobili poche... allora. Le canzoni alla radio... le partite allo stadio sulle spalle di mio padre [a fontana cantava quell’acqua era chiara dimmi che era cos. Cera pure la giostra sotto casa nostra la musica che suonava io bambina sognavo un vestto da sera con tremila sottane tu la donna che gia lo portava era sempre un gran sole ¢ la notte era bella comer tu Cera pure la luna molto meglio di adesso molto pit: di cosi Com’, com’e, com’é che c’era posto pure per le favole un vetro che riluccica sembrava l'America e chi I'ha vista mai e zitta zitta pol la nevicata del ‘56 Roma era tutta candida tutta pulita e lucida tu mi dici di si Phai pid vista cost che tempi quelli LE DONNE DI MODENA Testo e Musica di F. BACCINI Liberamente SK be ton = ne ai Mo- de na han- no le os- sa grin - di Do = Fa Pranoforte e voce, quasi libero Sol a Do te den. ne di Mo- de- na hhan- no tar ghii tian chi ae BE aga SBE GER Besson ins sw SS == I SSS 55664555 Lam oe Fa Sol De =k (parlvo) E pon eit ca-so di es- se-reil ma-ri- to leg -ge-re il gior- na- le Lam Fa De a Ritmo swing (Partate) Ma wut te fan-no da man gia- re, sano cu ci na - 2 Fe ESS sot Do Sel Fe Ea sor re o-dia no sti-ra e e san far I's mo- De. Set re Es sa SS Sal » GS BI ca fan- no da mania re san- no cu- ci- na Do. Fa Sol Do Sol Fa sel Proprieta per tut i Paes: INSIEME s..1- Via Quintliane, 40 - Milano, ‘opyright 1990 by INSIEME 3. SUGARMUSIC FRANCE 80, Avenue de: Champs-Elysées Paris 8s pour France, Eurape | etterritoires de perception drccte de la SACEM, excepte le Lixenburg, SUGARMUSIK VERLAGS Gmbt - Grintal 34 - D-8000 Munchen 81 fir Deutschland und Gstrrech, SUGARMUSIC ESPANOLA, S.A. - Valle del Ebro, 1 - Las Lomas - Boadils (Madrid) 28660 para Espana y Portugal. SUGARMUSIC BENELUX SPRL, - 8-10 F, Neuay Stree - 1060 Brussels pour Belgique et Luxembourg, SUGARMUSIC NETHERLANDS B.V. - Meander 735 - 1181 WN Amstelveen for Netherlands, “Tutt dirt sono riservata termini di legge, All rights reserved, international copyright secured. - oe 0- die-no sti- ra e@ san far emo 35 - re. Ed io che so no u -no. spi- ci- toma Derr wooo, Fe i= gno Mi muo-vo di not te proseque simile gay aim Mim De ae! con t'i- stin to diumba - gni- no Hei, fam. mi ca- pir reunpo’ Fa De Rem aia Dot ch Stal SS) Sel Rem dat % at poi Sexue seon-da- no le piu- me Ledon- ne di Na- po-ti sour Se ee eee Fe Sol Dek Re Sot so- no tut te del- le mam-me le don - ne di Na- po- i sj mache bel-lain- ven -zia ne ie-sco-noa i = de-re an- che Re Swing sotto T'al-Wu-vio - ne E an-ch’esse far-no da_mangia - re Sot La Re 4 Sol La Re Z| sano cu- china - o-die no sthra - fe 22 ee ayer Le tas ne e san far 'e-mo ® fan-no da mangia- re sot 3 1 Es Re La Re san-no cu- ci-na te o- diana sti- ra re e san far fa. mo e Sim no us no gi i= to ma li-gno t OU os, Fale mimuovo di not - te con Ii stin- todiun vam - pi- ro ‘proseygue simile Sim Fat Hei, fam- mi ca-pi-reunpo’ se ci stai 79 oF f = PS se = (10 volte) percussion Fatt Sot La Fim Le donne di Modena hanno le ossa grandi Le donne di Modena hanno larghifianchi Le donne di Modena accettano un invito Enon é il caso di essere il marito Le donne di Genova portano gone strette Le donne di Genova non ridono per niente Le donne di Genova pensano sia normale Mettersi a leto ¢ leggere il giomale Ma tutte fanno da mangiare. sanno cucinare Odiano stirare e san far I'amore Ed lo che sono uno spirito maligno Mi muovo di notte con Iistinto di un [bagnino Hei, iammi capire un po" se cl stal oppure [no Le donne di Padova guardano dietro i vetri Le donne di Padova non hanno mai segreti Le denne di Padova non @ un luogo comune Che sotto il vestito nascondano le piume Le donne di Napoli son tutte delle mamme Le donne di Napoli si gettano tra le fiamme Le donne di Napoli, Dio, ma che bella [invenzione Sel Le Ret Riescono a ridere anche sotto I'alluvione E anch’esse fanno da mangiare, sanno Icucinare Odiano stirre e san far Vamore Fanno da mangiare, sanno cucinare ‘Odiano stirare e san far amore Ed io che sono uno spirito maligno Mi muovo di notte con listinto di un Ivampiro Hey, fammi capire un po’ se ci stai oppure Ino Le donne di Modena hanno le ossa grandi Le donne di Genova ridono fra i denti Le donne di Napoli, Dio, ma che bella linvenzione Le donne che ho avuto sono un’illusione Infati, faccio da mangiare, non so cucinare (Odio ricamare ma so far ‘amore Faccio da mangiare, odio ricamare Faccio anche l'amore ma, ormai & un [particolare LLORANDO SE FUE (“LAMBADA’) Adattamento del testo nella versione interpretata dai Kaoma: A.MARAVI-M.FERREIRAJ.ARL Testo e Musica di ULISES EGONZALO HERMOSA Moderato orch. o£ (segue) Do Rem Solem 1Bht 1986 by PROMOCIONES Ediciones Intemacionales S.A. 1990 by Ext! SONGS FRANCE s.a.r.L/PROMOCIONES ¥ Ediciones Intemacionales S.A. 81 cho-ran-do se fo-i que un di-a sone fezcho-rar sib choramcbesta-ra ao len-brar de unewar que un di - a nacsou-be cui- gar i choraréesta-r8 ao lembrar dem amor que un @i- a nao sou-becui- dar. orch. 82 == SSE tae 645 == eS pe ceda CODA Rem LLORANDO SE FUE Lorando se fue la que un dia me enregd su amor Llorando se fue la que tun dia me entregd su amor Llorando estara recordando el amor gue un di dia no supo cuidar Llorando estara recordando el amor Que un dia no supo cuidar La recuerdo hoy y en mi echo aa existe ef recor La recuerdo hoy y en mi echo no existe el rencor Llorando estar. Rip.ad lib. dissolvendo Fa LAMBADA Chorando se toi, quem um dia so me fez [chorar Chorando se foi, quem um dia so me fez Ichorar CChorando estara, ao lembrar de um amor que um dia nao soube culdar Chotando estars, ai fembar de un amor que tum dia nao soube cuidar A recordacao vai estar com ele aonde for a recordacao vai estar pra sempre aonde zu {for Chorando se foi, quem um dia so me fez ichorar Chorando se foi, quem um dia so me fez [chorar Danea, sol e mar, guardaret no olhar, 0 {amor faz perder encontrar lambando estarei ao lembrar que este amor por um dia, um istante, foi rei A recordacao vai estar com ele aonde for a recordacao vai estar pra sempre aonde for ‘Cherando es ara, ao lembrar de um amor que um di ao soube cuidar Cancao riso e dor, melodia de amor lun momento que fica no ar 83 NELLA MIA CITTA Testo di MOGOL Musica di MANGO. Moderato Nel-la_ mia cit - ¢é una ca—sa bian- g rane é a o-+ — =a Re a tempo bassi_ = segue bassi Set fz im we Re Tne Nel—lo mia cit-ta {seers —— Re -co con-un ghi-cine in ho ~ re — (8 #-g. f = = z=) 2 = i Mim Se a NUOVA FONIT CETRA S.A. Exizioni Musical - Via G, Meda, 43 - 20141 Milano. LA ROSA DELLNVERNO 25. Edizioni Musicali - Via G, Meca, 45 - 201.41 Milano, ALTRA META sf. Via Brera, 6 20121 Milne, © Copyright 1980 by Edizioni Musicli NUOVA FONIT CETRA S.p.A/LA ROSA DELLINVERNO 6.2.6/VALTRA META «rl Tut Grit sono tiserva. sale. sale su Sul-la mia cit — to cé un ce- lo gran- de che ti spalanca il cus re e® non ti de-lu de mai Ea fe we Shal-la la lau ce miot—tra~ver— sa Re Mim Sot quan-to ma - le fa ma nel par-co si mug ve gid R Lamz Lam u- na brez-za che pet—ti-nail pro ome: e sial- a = Mim Sol Re -lorga te - li - ce Ld palin tol nel — Vin-ti - mi to vow @ cer— care Ia vo-ce tua = el aes Mim Sol Re Lam? Lam che rie cheg-gio per tut—toil sel — cia-to___tungo = 3 i <4 # me 2 Mim Sol Re viale dl=be — ra - to shal - lala nel - Min - f1- ni to va— Sos Lam Sin t Nekia mia cit— ta |. (Stal fo fa) (set) Mim ff nella mia cit tei splendida cit— te (el ea i (Shor dol-ce mia cit 16 te=ne ~ ma at —td : Tee [Mim ‘Sol ) ella img sit 1a SI Tey i (ns) Sim? Nella mia citta Shalla-la © una casa bianca il giomo sta iniziando con un glicine in fiore urvaltra volta ormai che sale, sae, sale su ‘ed un clackson ri svelia gid ‘emergendo da un mondo agitato Sulla mia citta cche mi i c’é un cielo grande sp sconiato che ti spalanca il cuore Shalala e non ti delude mai il mio canto se ne va 2 cercare un‘immagine Shalala . che risboccia per tutta la casa come fosse una rosa shalla-la una rosa senza et la luce mi attraversa quanto male fa ma nel parco si muove gia una brezza che pettina il prato Shallada € si allarga felice nella mia citta ‘i cara mia, La pitt in 1a netlinfinito wa Splendida-chta 2 cercare la voce tua Fe eee cee alba shallla cche rieccheggia per tutto il selciato pier lungo il viale alberato orig, shallada nell‘infinito la edema Nella mia citta shallala '@ una ferrovia nella mia citta che sferraglia da sempre shaliala ma non mi abbandona mai guardando in la © rimasto un prato ancora un po’ spelacchiato dove correvamo noi MEGU MEGUN Testo di F, DE ANDRE - I. FOSSATI Musica di F. DE ANDRE - M, PAGANI Moderato Bo mie m e mi a-na ea-na — e a la-ia sciurti aa 5 ee Reaus. (senza faa) ae L c (sur “al-a eo ciueocctuequccé da rebel — were (eo Tce fin a pig-gié piggi fe rin ow sn B'nta galleria gente = v? — Resus intra au sediu sciorte a—ma ~ ru-tia logugu den spe-sid en-tu ms streitu vagueitan te dumandan chi 'é —@_sustansa e ou mesté che pe Ia Edizioni Musical JUBAL sl. = Via Berchet, 2 - 20121 Milano, © Copyright 1990 by Edizioni Masicall JUBAL sc Tutt diritti sono reer. 87 latri ou vieg—gid ou nu 6 oi te tucca’n purté le-pe-gi- sue ‘na SS [= or ss FS ae . Fasus Solsus Fasus stansia IG- ve-ga © ‘nte 1 G-tra_stansia &@ ba segue Sol sus Fa sus Sol sus Fasus —gasce a da ox me-nii e ti cu ‘na quéeche mu ti vodu a tid’ Sol sus Fasus — Solsus Fasus bibbia ‘ita mi-agia serraa ive anche ou barcun e aren -se— Sol sus Fasus Sol sus pinig =ni-te sur- vou coéu un! _____ mé-gi mé-gu_mé- Sol sus Lesus:Dosus -Resus Dogus Resus Dosus_ = gu mé megan —__ Un! chin-a chin-o 2d oS x 7 Resus Regus Resus Dyas Kean Doms Resusp agus dacu ca—re—gun —___[¥ Na co 12" _——<—_ Resus Desus. Resus asus un! chebe-lin de u no-luche ti me ta Recus Dgsus Resus Dsus Resus Uh! cha sun de pig—gid de Ya—ia_ sevaa 7% Resus Degus Resus Desus Resus Re Yu = spird temo Let ge BY i 7 EJ palXa@ poi segue a-si — name SEGUE Resus Resus Dysus Frsus Resus Desus Dosus un! Resus Dysus asus Resus Doss Dosus Resus Desus Fasus e Re Re mégu mégu mé. gu me megun. Resus pagis —Dosus Resus Dasus Fasus Resus DesusDosus uh! chin-a china zi da.ou co-re~gun. = ad lib. r F + Resus Dosus Fasis Recus Dosus Rest Dos Fas. Resus Dos, Dosus ee le a . We eee MEGU MEGUN Emiemie mi eanae and ea Vala sciunt e sua sud @ ou codu ou cou ou coe da rebella fin a prgaia piggia ou trén ou trén E ‘nta galleria sénte ‘a intra au seu sciérte amarutia loeugu de ‘n spesié e ‘ntu stréitu Yaguéitan te dumandan chi a susténsa e ou mesté cche pe’ liatr ou viagaia ou nu Vé poi te tcca ‘n purté lepegust: € ‘na stinsia lavega inte Vatra stansia © bagasce a di ov mend e ti cu’na qude che nu ti vodu a ti 'a Bibbia ‘nta midgia serra a ciave anche ou barcéin € arensenite survia ou coeu Uh mégu mégu mégu mé megén Uh china chin-a 20 da ou caregiin 'Na carga dia nésciu de ‘n turta ‘na faina ch’a soa ea ghe manca ‘a s8 atti sdssa résca da ou xatta in 20 se ti git ‘a testa ti te véddu ou co © a sta foea gh’e ou repentin ch’a te tacche ‘na pasciun pe ‘na faccia da Madonna ch’a te sposta ou ghirindin, ‘an amd mai in esclusiva sémpre cun quarcésa da pagd nna scignurin-a che sattu 4 cda a gh’a ou garbu da scignéa Uh mégu mégu mégu mé megin Uh chin-a chin-a zi da ou caregun Uh che belin de ‘n ndlu che ti me faiésci fa Uh cha sn de piggid de V'aia se va a [uspia Emiemiem pu and nu and sta chi sta chi sta chi durmt durmt nu and nu and sta chi sta chi sta chi astname MEDICO MEDICONE Eioeioe io andare andare uscire all’aria sudare sudare il cuore il cuore il cuore da trascinare fino a prendere a prendere il teno il treno E nella galleria la gente entra al buio esce ammalata cesso dun farmacista € nello stretto ti guardano ti domandano chi sei il patrimonio e il mestiere cche per loro il viaggiare non fo & oi ti tocca un portiere viscido © una stanza umida ce nell‘altra stanza le bagasce a dare il ment ¢ tu con una voglia che non vuoi a tirare la Bibbia nel muro cchiudere a chiave anche la finestra a acciambellarti sopra il cuore. Uh medico medico medico mio medicone Uh vient vieni git dal seggiolone Una sedia dura scemo di un tortaio una farinata che suda @ le manca il sale tutti succhiatori di lische dal pappone in gid se giri la testa ti vedi il culo ea star fuori C@ il rischio che ti tocchi una passione per una faccia da Madonna che ti sposta il como tun amore mai in esclusiva sempre con qualcosa da pagare tuna signorina che sotto la coda haa il buco da signora Uh medico medico medico mio medicone Uh vieni vieni gid dal seggiolone Uh che cazzo di contratto mi faresti fare Uh che a forza di prendere aria si va fall'ospedale Eioeioe io non andare non andare stare qui stare qui stare qui dormire dormire eioe ioe io non andare non andare stare qui stare qui stare qui sognare PERSONE SILENZIOSE Testo e Musica di L. CARBONI Lentamente wie “oe os 5 Ge o ¥ ef Do7+ Sot Do7+ Fal+ Sol FEdizioni Musical: BMG Ariola5.p.A. - Via Sant/Atessandro, 7 - Roma, ASSIST sr, - Via Rolandino, 1 - Bologna. 11889 (Anno di prima pubblicazione). Dirit servatia termini di legge per tut i paesi del mondo, All rights reserved. 1 bi-tu—a-tiad a —— scol-ta sre ce sem-pre mol-w asf ste DoT Fa? sot Te che met-to-ngjn or — i pensie~ Fe che metio-ngin or — nei—_pensie— ab ae @ con-trad- dit to-ri_pen- a con-trad-dit ~ to-ri_pen— Sera pe bs Bigpond rz # = sot la Sim Tee _—— = = G SS SS SS = sol ‘G sim a a a 2 & SSS 2 o = Do?+ Fal+ 92 ee & = = port Pid! Mosso ge (Srum.) a 2S Aa ae ryyry WEE (Segue) La si an Sofm la Si Dotm Do? De%6 Do7+ Ad tibitum Di persone silenziose ce ne sono eccome sono timide presenze nascoste tra la gente Ma il silenzio fa rumore «ali occhi hanno un amplifcatore quegli occhi ormai da sempre abituati ad ascoltare Persone che non san parlare che mettono in lordine i pensieri persone piene di paura che qualcuno possa [sapere i loro piccoli e grandi contradditori pensieri Allimprowviso seappi via Senza salutare sli occhi scendono le scale Ron So cosa vanno a fare Sfumando Sea commuoversi o a sognare ad arrabbiarsi oa meditare ma nell’anima si sa c’e sempre molto da fare Persone che non san parlare che mettono in lordine i pensieri pessone piene di paura che qualcuno possa Ieiocare 0i loro piccoli e grandi contradditiori [pensieri --- Allfimprowiso scappi via senza salutare vorrei essere un angelo per poterti accompagnare QUELLO CHE NON... Testo e Musica di F. GUCCINI Ammonia Sel Sel De ‘Sol Cie Fae Do Do Sol Mi eT Res Feo De Ret sel a la wedi nel cie- to quel - Vals ta pres~ sio ne? Le 4 _ ee 2 ee SS SS ee Sot De sot sen-tiu’ na sta na sta = gio- ne? Maa not- te la neb- bia ti Re Mim Do di- cedun fia. wo cheil dio del t'in- ver-nogarri - va- to Lo sentiun a- e- reo che por- ta lon- ta- no? Lo Sel EMI MUSIC PUBLISHING ITALIA sl. - Via C. Ravizza, 43/45 - 20149 Milano, LALTERNATIVA Edizioni Musical sr. - Via Riva Reno, 65 - 40122 Bologna © Copyright 1990 by EMI MUSIC PUIBLISHING ITALIA s.c IUALTERNATIVA s.r, - Bologna, Tutti diciti sono rservat on By Mim Do pro-vae 1i- pro- va mail sen- so del ve- ro mon to - va? bo Sot Do Le Re sen-till pe che di cor tis ti ba-gna- ti di auto a_mo-vis rene Sot Re Mim pa fa pals i- da li- nea di vec-chie fe - ri- te di Sim De Sot let- te-reor- mai_non spe - di- te? Lo ve- dill w-mo-1e di Ls Re Sol fa vo- le spen- te? Lo sai che non sia mo pil nien- te? Non Re Mim sin si jamoun a-e feo néum pia» no sto- na- to sta. gio-ne, cor- ti-lead_un Sot Re Sel De sot De di- ce pian pia copa Sel sia - mo non Re Da Capo at poi CODA Sot Non sia - mo non De Mi mo Tprowisaaiont edi anmonica Sot be ai La vedi nel cielo quellalta pressione? La senti una strana stagione? Ma a notte la nebbia ti dice d’un fiato € il dio dell‘inverno @ arrivato Lo senti un aereo che porta lontano? Lo senti quel suono di un piano di-un Mozart stonato che prova ¢ riprova ma il senso del vero non trova? Lo senti il perché di cortli bagnati, di auto a morire nei prati la pallida linea di vecchie ferite, di lettere ormai non spedite? Lo vedi il rumore di favole spente? Lo sai che non siamo pit niente? Non siamo un aereo ne un piano stonato, stagione, cortile od un prato? Conosci Vodore di strade deserte che portano a vecchie scoperte, @ nafta, telai, ciminiere corrose 4 periferie misteriose, a rotaie implacabili per nessun dove, a letti, a brandine, ad alcover F Sol Lo sai che colore han le nuvole basse, ¢ i sedili di un’ex terza classe, Vangoscia che da una pianura infinita? Hai voglia di me ¢ della vita, di un giorno qualunque, di una sponda Ibrullar Lo sai che non siamo pit) nulla? Non siamo una strada né malinconia, ‘un treno 0 una periferia, non siamo scoperta né sponda sfiorta, non siamo né un giomo né vita. Non siamo la polvere di un angolo tetro in 5ass0 tirato in un vetro lo schiocco det sole in un campo di grano, ‘non siamo, non siamo, non siamo? Si fa a strisce il cielo € quell'alta pressione & un film di seconda visione, € Furlo di sempre che dice pian piano: rnon siamo, non siamo, non siamo. PIOVE Testo © Musica di RON Moderato Tut-t quanti i = coro pen—sa so-loa to woies—se- re i di — co-to—— per = cha? Mim Re Ser-ve so-lo la for-tu — na e quella ce hai = Sot quin-di re = sta bu — m0 do - v0 sei In-ve-co c@ chi di - oc no Proprieth per tut i Paesi: WARNER CHAPPELL MUSIC ITALIANA S.p.A. - Co Buenos Aires, 79 - 20124 Milano. [ASSIST Edizioni Musicali sl. - Via Rolandino, 1 - 40124 Bologna Edizioni Musicals BMG Arila S.p.A. - Via S. Alessandro, 7 - 00131 Roma © Copyright 1990 by WARNER CHAPPELL MUSIC ITALIANA S.p.AJASSIST s.:L/BMG Ariola S.p.A “Tutt dint di esecuzione, traduzione e trascrizione sono riservati per tutti | paes fo dav-ve- 1m bye - m0 non ck 6, = —— St — x SS ee = = Mim Re non, che non sto be — ne qua— ron,sto nem-me-no be — ne a, — fon cum po- sto giv - sto qui perme, Per scon- ta - to non es Se-ree - du co - to per ché Pio ~ ve pio = Si, pigmve su gi ft = = — = SS SSS SS = a Re Lats oo te fue = ve- e-gni Giorno, su a noi, Re ai 98 Sol . ap 6 flea te per é a ee “| a) inl —— SSS SS SSE La Dh we eempee 5 peccnaia: BeOS jue Bae pecsatels ta Mas-s © — oni giorno su gino —— tu pa Sar poi segue Sol : “e = Sim? Mim Re Si pio- ve su— noi SEGUE pio los wis Lem tam ‘ad lib Tutti quanti dicono pensa solo ate vuoi essere ridicolo, perche? Serve solo la fortuna e quella tu ce hai quindi resta buono dove sei. Invece c% chi dice no, proprio no. jo davvero buono non ci sto, non, che non sto bene qua rnon sto nemmeno bene la, non c’@ un posto glusto qui per me. lo voglio essere cosi non dire mai di si non dar niente per scontato non essere educato perche piove, piove, si, piove su di noi, cose nuove, ogni giomo, su di noi, Fino a che siam tutti qui chiusi in. una stanza di problemi seri non ce ne Pur avendo tutto quanto noi non ne abbiamo mai abbastanza ma per quelli che stan fuori non ce n’é. Ma invece il posto giusto @ li, proprio fi sotto un cielo aperto che confonde ta milioni di persone che sempre dentro alle tempeste sono come un mare ¢ le sue onde. UI futuro invece & fi & non dire mai di s} non dar niente per scontato non essere educato perche piove, piove, si piove su di noi cose nuove, ogni giomo su di noi, I futuro & qui davanti il futuro siamo tant non dar niente per scontato, 8 appena cominciato perché piove, piove, si piove su di noi cose nuove, ogni giomo su di noi. RINGRAZIO DIO Testo di A. RIZZO Musica di RAMBOW - R. SILVESTRO. Moderatamente in4 Ma_ che preghie—ra 8_ Per quel-licheo -ramai_ = = Fatm7 Sim7 Fatm? ‘Sol7+ Fa?m7 Mim7 Bayes meni a ate és —— =F Ha we a Fat? La J ™ Edizioni Musical: IT DISCHI ITALIA J. - Via SantAlessandro, 7 - Roma, Edizioni Musical: BMG Ariola 5.p.A. - Via Sant’Alessandro, 7 - Roma. 1990 (Anno di prima pubblicazione) Dirit riservata termini di legge per tut | paesi del mondo, All rights reserved 101 ° rio ~gra~ zi Di ° per le ~ca-rgil_mon — dye poi____la-sciar — ganda —— re. Rin=gra-zio Di — ~ca-seil_ mon —— dpe far —— siin-na——mo-ra re dun ‘al tro Di- siP7 La? Rem = frac hoe = = t = + — t = z = hes Lim soon a Oe aww em 4 ck « 0 P F siby Lar =ne-strea-per te © chia-ti cie=to. és S ——s 2S SS aS E = sib? Lal Rom Do Solm Rem Do 102 eee SO fore i Xa oi segue ae Si ee a SSS SS PS ee pe (Coro bn. Do Solm Rem Do Dh sa acon Rin-gra-zioDi— 0. Rin-gra-zio Di — sti_gior — Solm sib? La? Per que-sta vo — alia doe poi Ia—sciardgsnda— re. Rin= gra=rio Di — SSLa os J? PF Se aaa Te = sib7 La? Rem °. Rin —granzio Di © demcian ~ z = — ——t + = SSS aS === + 103 = comma san — gue di gio-va~ni vi—— te eal mio _o-mo che? fug-gi-to_via.. r r Lat si la? eal mio wo-mo che? fug-gi-to via nemmengun podiaf-fet- Rem Sotm sib7 La? to... Rem Se prego e non so mai scandire le parole non quelle che ricordo io ma quelle che trasmette il cuore. Ma che preghiera & gettata contro i muri tra i santi disperati e il vino di questo tempo alcoolico questa sono io. Ringrazio Dio Fingrazio Dio per le foto che spedisci ai nostri giomi per questa voglia di respirare soffocare il mondo e poi lasciarlo andare. Ringrazio Dio ringrazio Dio dacci ancora sangue di giovani vite le finestre aperte e chiari pari al cielo. Se Dio fosse gi qui ti pare che sbagliavo ti avrei capito subito avtei Capito me. Per quelli che oramai non mandano pit annunci dlamore e vita sui giomali io canto a questi brividi questa sono io. Ringrazio Dio, grazie a Dio per quest‘anima pesante contro il petto per questa voglia di farsi male soffocare il mondo e farsi innamorare da un altro Dio, Ringrazio Dio dacci ancora sangue di giovani vite eal mio uomo che @ fuggito via... nemmeno un po’ d'affetto. SCRIVIMI Testo di N. BUONOCORE - M. DE VITIS Musica di N. BUONOCORE Moderato Seri: vi- mi quan- doilven - toa-va —spo- glia - to dial = be = fi Rer+/ Glialti so - nosnda- tial ci- nema ma ty vuoi re-sta- re Ls Dofm7/t glia ci parse - real-lo - F = is SS Rer4/9 Sim7 ae divmen = isc = re mai di me = a = == Sim? Mit Ese non a wai dai = re niente . Re Le Mi Patm? EMI MUSIC PUBLISHING ITALIA s.r. ~ Via C. Ravizza, 43/45 - 20149 Milano, COSTA EST MUSIC sinc. - Viale Libera, 17- 47100 For © Copyright 1990 by EM! MUSIC PUBLISHING ITALIA s.r. - MilarolCOSTA EST MUSIC sarc. - Fort. Tutt dint ono riservat 105, di garth - cola re non ti de- vi preoc » cu-pa - re Lao Re Sim, Sold jo sa ped ca pie ame sempli-ce sa-l - to Ci wo Doe Fab m Sim7/9 Dot Fat le poco per sen - tir - si pid vie ch ai dat % a ®. poi Segue sim? wir vo- gia di ane © Seri vie mi SEGUE: Sim? Miz Eade Rel an-chequandopen - se-rai che tiselinna» mo Rem Mi La Falime Rem? sol7 Do Fs De Fate/9 Do 106 f _ Tso - = + = Sa See = —f- S Mim? Fate ti div men tis ca - emai di. me 4 Rem? sel? De Fe De wo-vi-le pa-ro_- le non ti de- vi preoc_- cu-pa - re io @- pid ca-pi- re Ame sem- pli-ce sa- w- to Ci wo-le po-co persen tir si pid vie ci fi... Sori-vi = mi Rem? Solt an-che quando pen - se- rai che ti seiin- na-mo~ 107 tae Tu seri vie mi Sol fe Sol7 De Fe De Scrivimi quando il vento avra spogliato gli alberi Gili altri sono andati al cinema ma tu vuoi restare sola Poca voglia di parlare allora scrivimi Servira a sentirti meno fragile quando nella gente troverai solamente indifferenza Tu non ti dimenticare mai di me E se non avrai da dire niente di particolare non ti devi preoccupare jo saprd capire ‘A me basta di sapere che mi pensi anche un minuto perché io so accontentarmi anche di un semplice saluto Gi wole poco per sentirsi pit vicini Scrivimi quando il cielo sembrera pit limpido Le giornate ormai si allungano ‘Ma tu non aspettar la sera se hai voglia di cantare. Scrivimi anche quando penserai cche i sei innamorata... E se non sai come dire se non trovi le parole non ti devi preoccupare jo saprd capire ‘Ame basta di sapere che mipensi anche un minuto perch io so accontentarmi anche di un semplice saluto Gi vuole poco per sentirsi pit: vicini. Scrivimi anche quando penserai cche ti sei innamorata. Tu scrivimi. SE BASTASSE UNA CANZONE Testo di E. RAMAZZOTTI - A. COGLIATI Musica di E. RAMAZZOTTI - P. CASSANO Moderatamente lento _ — 2S ==: ——= 3 Se 2 2 Se ba - stas- sew - na bel- la can - 20 - ne 9-4 = —— = — — — i # i > Co afar pin-ve- ea -mo- re si po = treb = be can tar-laun mi - Lam? Ret sol - lia ae un mi- lio -ne di vol- te ba-stas- se gia Lem? Rer De ba-stas- se gid non ci vor- reb-be poi tan- tozim-pa reread a-ma-re di pid Se ba stésseu-na ve-ra can ——————I ae jet iMiz Le z0- ne per con-vin- ce - re glial ti si po i Sim? Ma LA DROGUERIA DI DRUGOLO sn, - Via Vitoria Colonna, 23 - Milano. SCORRIBANDA |. Edizioni Musical - Corso di Porta Vittoria, 54 - Milano. UNA LIRA s.as. Edizion’ Musicali - Via F. Cavallot, 145 - Monza © Copyright 1990 by LA DROGUERIA DI DRUGOLO s.r.L/SCORRIBANDA s.1/UNA LIRA sas Tuati| dititi sono riservata termini di legge 109 web- be can-tar- la pi for - te vi- sta che s0 - noin non si do -web-be lot- ta- 1 per far-si sen - ti- re di pi Seba stas-seu - na buo-na can web - be to. var- ta nel cua - re sen-zaan-da- re lon Sib, ¥ eee t , ta no ba-stas-se gid ba-stas-se gia \ SS > be doe SSS me wb? 7% t > ok , sam non ci sa - 1eb-be bi- so-gno di chie-de-re la ca- ri - 1 De-di-ca- toa wt- ti quel-li che 0 so-noat-lo sban-do de- di ca- toatut-ti quel-li che ‘non Solm ib sib Fa han-noa-ws-toan-co- 1a nien- te @ © so-noaimar- gi - ni da sem-pre Mid c= sib Doms Me Re de- di-ca-toa tt- ti quel- li che stan no spet= tan - do de- di-ca-toa wt-ti quel- li che fe mib sib Fa + man-go-no dei $0 - gna-to- i per que-sto sempre pit da so - li Dom7 z orci. -in ogni sib Rem Solm ie sen - so han-no cre - du - to cer- ca-toe vo - w- to che fos- se co po & == — Mib =——= shee. che fos-se co - si han -no cre du - to cer - ca-toe vo - Se bastasse una bella canzone a far piovere amore si potrebbe cantarla un milione tun milione di volte bastasse gia bastasse gid non ci vorrebbe poi tanto a imparare ad [amare di pi Se bastasse una vera canzone per convincere gli altri si potrebbe cantarla pit forte visto che sono in tanti fosse cosi, fosse cosi non si dovrebbe lottare per farsi sentire di Ipiv. Se bastasse una buona canzone a far dare una mano si potrebbe trovarla nel cuore senza andare lontano bastasse gid, bastasse gia rnon ci sarebbe bisogno di chiedere la Tearita.. Dedicato a tutti quelli che sono allo sbando dedicato a tutti quelli che rnon hanno avuto ancora niente © sono ai margini da sempre dedicato a tutti quelli che stanno aspettando dedicato a tutti quelli che rimangono dei sognatori er questo sempre pitt da soli. m fos se co si Se bastasse una grande canzone per parlare di pace si potrebbe chiamarla per nome aggiungendo una voce e urvaltra poi, un‘altra poi fin che diventa di un solo colore pit vivo [che mat Dedicato a tutti quelli che sono allo sbando dedicato a tutti quelli che hanno provato ad inventare una canzone per cambiare dedicato a tutti quelli che stanno aspettando dedicato a tutti quelli che Yenuti su con troppo vento quel tempo gli & rimasto dentro. dedicato a tutti quelli che in ogni senso hanno creduto, cercato e voluto che fosse {cos. nz SIRTAKI Testo di MOGOL Musica di MANGO Lento =f po Do 7? 9ge7 7 95 p ep 5 ‘ Sot Tiho persoun p= mii persoun po ma quanto to non lo $0 De Sol Do Sol Rem Lam non so, —___ soltanto un po~ co spe-ro sia po-co —_ Do Lam ima Lam Sims Fag Faby e mon di pil Io tho com~ bia - to 1 eee SSS SS SS Do Sol un po’ ti ho consuma - to la vita a volte confon — de, ti fon= De Sot Rem Lam auras pot tu comprendi tri prendi sel tem — Do Lam Sims Lam -po cé Ma questo sir Sol NUOVA FONIT CETRA $.p.4. Edizioni Musical - Via G. Meda, 45 - 20141 Milano. LA ROSA D’INVERNO sas. Edizioni Musical - Via G. Meda, 45 - 20141 Milano. LALTRA META sl, Edizioni Musicali - Via Brera, 6 - 20121 Milano, © Copyright 1990 bby Edizioni Musieali NUOVA FONIT CETRA S.p.A/LA ROSA DEL Tutt dint sono rservat .VERNO S.aS/U’ALTRA META s.r 13. danzoto seap-penati_ ri-e-—sce il li-mi-te lo so-i 6 il nostro a— ce Rem Mit Lam Lat Rem Sol7 =mo - re pro-ve-ci ti pro vacionche tu per fa-vo — re Lam Fa Do i pianto tuto Sol Rem Mit Lam Lat Si pudasciu—ga — re Pro-wa-ci_ tu pro~ vacianche tu per ta-vo— Rem Sol? Lam Fa Sol re oh!_ Fal-lo se vuoi meglio se pucicon pii amo — re = = > Do Fa Salt Do mraz (vocatizz, act tib.) Do Ti ho perso un po’ provaci tu mi hai perso un po” provaci anche tu ma quanto io non lo so per favore non so. il pianto tu lo sai si pud asciugare Provaci tu soltanto un poco spero sia poco e non di pi per favore fallo se vuoi meglio se puoi con pid amore, provaci anche tu lo ti ho cambiato tun po’ ti ho consumato la vita a volte confonde ti fonde lo ti ho scofpito jo ti ho disegnato poi tu comprendi ma adesso dimmi chi sei e ti riprendi ‘ chi sei. salen ee Ed io chi sono Ma questo sirtaki Fuomo che sono io non lo so. danzalo se appena ti riesce Ma questo sink il limite lo sai @ il nostro amore x SOTTO QUESTO SOLE Testo di F. BACCINI - E. PRANDI P. BELLI Musica di P. BELLI - E, PRANDI sib Rem Sol m7 Det A La faccio fini = ta @ meglio spa Par Sib Mib sib ie vi la- stio la fo- to- gra-fia ba EMI SONGS Edizioni Musicali s.r. - Milano - Via Ravizza, 43/43, FORTISSIMO GRUPPO EDITORIALE s.|. - Milano - C.so Buenos Aires, 79 - Milano, INSIEME <1 - Milano - Via Quintiliano, 40 - Milano, DANNY ROSE - Via Pola, 7 - Teri © Copyright 1990 by EMI SONGS/FORTISSIMO/INSIEMEIDANNY ROSE. “Tutt dint sono riservati a termini di legge. All rights reserved. International copyright secured 115, cia-vo la Car of Ru-bauena bi ci ean - dia-mo chi lo 2 la pren-do sul se - , ' = 2 ——- + — = S54 == Sol m7 Dow 5 tio si fug- gia-moalia gran - de fug -giamo da str = BB da AaB, sencavitornelo, Ferd (22 volta) a C Sovto que-sto so- le@ bel - lo pe da-la- ewe ma SEGUE: ve da sda - re sot - to questo so- led ros si col finto- nee ne - anche da be - 1 sot - to questo so- led bel - Fa Rem? SolT De 116 lo pe-da-la-re se ma c® dasu-da- 1 — sot- to que. sta so - le ros si col fia to - ne. e dal 8a B poi da Ca HNE ‘ad libitum sfumando La faccio finita & meglio sparire Vi lascio la fotografia, baciavo la Carra. La faccio finita e fammi il piacere Cosa dovrei dire io Mi han sorpreso con Mina Ruba una bici e andiamo chi Jo sa La prendo sul serio dai Fuggiamo alla grande fuggiamo da star Si parte stasera é meglio domani Guardiamo la partita so gia com’ finita E allora e con la bici fuggiamo e chi lo sa Si parte sul serio dai partiamo alla grande Partiamo da star Sotto questo sole & bello pedalare se Ma c’é da sudare Sotto questo sole rossi col fiatone © Neanche da bere Alora s0 io cosa facciamo, facciamo che fandiamo CC’ gente che ha pagato non pu fine qui Gi stanno. chiamando, Baccini dai si va Aspetta un momento, quella in prima fila Mi ha guardato ci sta Sotto questo sole & bello pedalare se Ma ce da sudare Sotto questo sole rossi col fiatone e Neanche da bere. 7 TE CHE NON SO CHI SEI Testo e Musica di L. CARBONI Lentamente Gui-do pia — no (Rem4) Rem An-diamo fi-ng lag - gi’ __ mai connes-su— sibre Solm? Lam? +: dammiusna ma ~ 0 mi ver - go — gno Rem Do Rem Soin! Lam? Rem Mi Si Ya-vrai ca ~ pi-tgan — che tu non mi ri-co-no — sco pit__ chi sei__ @i par-lar-neanche con te — te che non so Rem sibts Do Fa Solm7 Edizioni Musical: BMG Ariola S.p-A. - Via Sant’Alessandiro, 7 - Roma. ASSIST s.r. - Via Rolandino, 1 - Bologna. 1989 (Anno di prima pubblicazione) Dirittieiservati a termini di legge per tutti i paest del mando. All rights reserved, ug. wCente volte ho pa-u — ra sai di moneambia — re__ = Dy == = Rem SolmT di noncambia — re pid... di noncambia — re pid, ® dinon trova — re pit Solm®9 Solmé Solm7 Rem di noncambia ~ re pi.._ i nonpre-ga ~ re pit... di nona-ma ~ re pits, Solm7 Do Do Lam? (Strum.) wan EEE < Rem#7 — Solm7—Do Rem Do - Rem sib7e 7 (Segue ritmo) vate con vite po sere pa@ a poi serue Solm? Solm? Coda__ Sol? (Umprovy. Chitarra) ' | m7 Rem Som? Do _Do. sid sib Guido piano cos! parliamo un po’... andiamo {fino a laggit .. Bammi una mano non mi riconosco pitt [avrai capito anche tu Certe volte ho paura sai di non cambiare di non cambiare pi. Te lo giuro non Vavrei detio mai a nessuno ‘mi vergogno di parlame anche con te che [non so chi sei = Certe volte ho paura sai di non cambiare di non cambiare pit Di non giocare pit: di non trovare pid di [non cercare pit di non pregare pid! di non amare pit! di non Iparlare pit 9 Ad libitum ‘Sfumando 120 x TI AVRO Testo e Musica di E. RUGGERI Moderato (4=67) Hai mai se-gi-toi1vo-l al diun fal-co 0 diungab-bia-na? Mim sit Traiet- to: rie ar- dite nel ven- to dentroalcie-lolon-tano ia so-no co = 7 Mim sit si eho vooglie di vo - ta-re men-tre di-co che tia- vrb e tia vo Hai os: serva-toilpa-sta —diunqualsi- a- si fe- li- no 0 la vo-glia di vie ve ve che fo gr a-ri)bam-bi-no? 10 Mim sit s0- 10 co-s) @nonmi posso fer. ma-re quan-do di co che tia - e Lan De ve tia- web Tia- wd per-ché sto ma-le se Re Mim Re Sot Edizioni SUVINI ZERBONI S.p.. - Via Quintiliano, 40 - Milano, PENELOPE s.as. Foro Buonaparte, 67 - Milano. © Copyright 1990 by Edizioni SUVINI ZERBONI S.p.A./PENELOPE sas. - Milano. Tut i diciti sono riservati a termini di legge. All rights reserved. International copyright secure. 121 fon ti sen- to mia tia vrd per-ché non pos - sopiiia - spet-ta- re @~ rd per-ché ti vo - glo e conla fan-ta-sia ho Re Sol Ret Do Sel co stu- i» tounmon- do che do. vrai garda - re so- la- men- te tw Hai maicer-ca- to nella not-te wagiiani-ma- io - i nei per-cor-si impre-ci-si 0 nei po-chico-lo-ri 9 so-n0 co 2 si e nonmi pos: sosba- glia-re quando di- coche tia~ ved tia a Lam Do Re we Tia wd per-ché di certo ti co- no: sce vo gid tia Mim Re Sot Lam? Re 122 vid per-ché mi de -_ vo rae con - ta-re tia vr per ché non fer» mo la mia cu rio. si ta e sot Ret De Sel vorgliounpo- sto den - troaHame-mo: ria vogliounpestoden - tro te Do Sol Do Sol Re Non mi re- si-ste-we non e- si- tase che non ab-bia-mo wm - po non a= scia- re con- su- ma-re il mo -men-to se do ma-nici r- ga-le- uma fo- to gra fi- a Reb mab De Reb fnon la~sciar-la —seo- lo-ri- we nonbuttar - la via 3 Sot De Re Sol Ret Do Sol Tia- wre per-ché sto ma-le © on ti sen-to mia tia Re Set Lam Re suid per- ché non pos - sopiva - spet-ta- re ie Sat De Re: vr per-ché in fu- tw 10 io ti ris tro-ve- ro tia wre per-ché mel li = bro del - a vi tamia —c'B scrit- to che tia wd, 124 Le Fam? Rete Mia Le Fain? Rent Misi Hai mai seguito il volo Di un falco o di un gabbianot Traiettorie ardite nel vento Dentro al cielo lontano lo sono cost E ho voglia di volare Mente dico che ti avrd Et avd Hai osservato il pasto Di un qualsiasi felino © la voglia di vivere che Fa gridare il bambino? fo sono cost E non mi posso fermare Quando dico che ti ave Ti avid Ti avrd perché sto male Se non ti sento mia Ti avrd perché non posso pitt aspettare Ti avrd perche ti voglio E con la fantasia Ho costruito un mondo Che dovrai guardare solamente tu Hai mai cercato nella notte Tra gli animali soli Nei percorsi imprecisi ‘© nei pochi colori Mia Ls lo sono cost E non mi posso sbagliare Quando dico che ti avid Tiavro Ti avrd perché di certo Ti conoscevo gia Ti avr perché mi devo raccontare Ti avid perché non fermo La mia curiosita E voglio un posto dentro alla memoria ‘Voglio un posto dentro te Non mi resistere non esitare Che non abbiamo tempo Non lasciare consumare il momento Se domani ci regalerd una fotografia Non lasciarla scolorire non buttarla via Ti avrd perché sto male Se non ti sento mia Ti avrd perché non posso pid! aspettare Ti avrd perché in futuro lo ti ritrovero Ti avrb perché nel libro della vita mia CB scritto che ti avr. TU... SI Testo di A. MANGO. Musica di MANGO. Moderato (¢ = 114) cheesy FLEE LEE segue ms Mn Mh Mb ro pote Di nvo-vo co-sa ¢é den-tro la mia z Fas =a vis ta do-ve fi-si-sce 1a piog - gia co-min-ci tu. La sab-bia co-me te = Ri-ma-oi li co-si mon-do da sco - scot-ta fra le segue Claves 3 7 newiah Rem See di = ta fg caeel in velecrindadl eli ox the :chepelldbopiads sprit fe ota fra queste leovsio = In che co-sa Sti — secs a = + — SSS SSS ———_ a ha wat ae soln ts Per-du-toun pd co - si in que-sto se-co-lo ti a Acdessso che sei qui coo quel sor-rivso da br Reni armonietegate Fe NUOVA FONIT CETRA S.p.A. Edizioni Musicali - Via G. Meda, 45 - 20141 Milano, SERA LATINA ss, Edizioni Musicali - Via G. Meda, 43 - 20141 Milano, © Copyright 1990 by Edizioni Musicali NUOVA FONIT CETRA S.p.A,SERA LATINA sas, Tut f ditt sono riservat 16 a- mo per-du-to co - me te. Gh. Bee scia- re Perquan-ta not - te 2. oe = SS === $ —— So Min? Pa ar-di-toaffet-to_mi =o Te sn a cia mes-soilcuo-re Di - 0. = vic ta vicvtie me pioggia 6 Marzo pvge-ra erg eh vi- tavuoiper te 2 qua-le_sor-gen-te vuoi be-re Co-gli la ro- z | te a ae = su pre-sio = suche quiades - 0 2 ceaemeatiemess ated) A Fo) in os aden gs Set Lan = te bel ta ve -ra-mea-te te com-ple — . -men = te dea-tro ael-la_men-te—___ ciha mes-soil cvo-re_Di- \ cc! re aR wh Ri-ma-ni 1 co-si fi “ b x & Cpe PLcmicensa ritmica) Fae eos Mh Mp Mp Lam senza ritmica) ms netLhn, = Di nuovo cosa c’é dentro la mia vita dove finisce la pioggia cominci tu la sabia come te scotta fra le dita ¢ nella storia infinita ci sei di pid. Perduto un po’ cos) in questo secolo ti amo perduto come te. Tu si... ardito affetto mio. Tu si... ci ha messo il cuore Dio. Vivi la vita vivi in me pioggia di marzo leggera dimmi che vita vuoi per te a quale sorgente vuoi bere. Cogli la rosa preziosa che qui adesso c'e tu serenamente, bella veramente tu completamente dentro nella mente ci ha messo il cuore Dio. Rimani I cosh Rimani li cosi mondo da scoprire ora fra queste lenzuola che cosa sei ‘Adesso che sei qui ccon quel sorriso da bruciare per quanta notte Tu i... ardito affetto mio, Tu si... ci ha meso il cuore Dio. Vivi la vita vivi in me gia di marzo leggera dimmi che vita vuoi per te a quale sorgente vuoi bere. Cogli la rosa preziosa che qui adesso 8 serenamente, bella veramente completamente dentro nella mente ci ha messo il cuore Dio. 128, UN’ESTATE ITALIANA (TO BE NUMBER ONE - SUMMER 1990) Testo di E. BENNATO - G. NANNINJ - J. WHITLOCK Musica di G. MORODER Lento 1 Set? ahat we've workeg Proprets permit i erondo: © Copyright 1989 by CIORGIO MORODER PUBLISHING (Ascap) - U.S.A. SUGARMUSIC Edizioni Musical sl tala, Per Malia WARNER BROS, MUSIC ITALY s.r. (Subveditore di GIORGIO. MORODER PUBLISHING) -C.so Buenos Aires, 79- Milano, SUGARMUSIC Edirioni Musical S.c1. - Via Quintiliano, 40 - Milano, Tua diritti eiservatya temnini di legge, All ight reserved, International copyright secured 129 — Teaching forthe high ‘est goal we can aocam- Bia re te re go-te del fio co ma vo lio Torts cuo-rein oa. 130 = eee = Jain how we play the fair ost game this isthe vento ae ca rer za te ban ~ die re ar ri vaun ‘chance we take Teaching forthe tp art vt doe te revset me Bn sib Sel m time re - cords the in our shearts To be scioglitn un ab — brac- clo Ia fol ~ in Not ti ae é Tambor ene valng Tine the wind Sing hare Bit aware playing Tai7 mandi ene ‘se-uen-doun oat Sotto cle diune-state it 131 ae ————————— ram-ber one winning e-gainana— gain ‘each ing fe gltoe-ehe tuoi, souadi win lce re wore sa te, weras ren tu ram pb Quet UN'ESTATE ITAUANA Forse non sara una canzone a cambiate le regole del gioco ma voglio viverla cost quest’avventura senza frontiere e con il cuore in gola. | mondo in una giosta di colori il vento accarezza le bandiere arrva un brivido, @ ti trascina via e sciogli in un abbraccio la folial Nott magiche inseguendo un goal sotto il cielo di un’estate italiana «© negli occhi tuoi, voglia di vincere Unfestate, un’avventura in pit! Quel sogno che comincia da bambino che ti porta sempre pit! lontano hon & una favola @ dagli spogliato escono ragazzi e siamo noil Notti magiche inseguendo un goal sotio il cielo di un’estate italiana €e nogli occhi tuoi, voglia di vincere un‘estate, un‘avventura in pial Notti magiche inseguendo un goat sotto il cielo di un’estae italiana @ negli occhi tuoi, vodlia di vincere unfestate, un‘avventura in pil Unfavventura in pid! Untaweentura... goal! 133 ‘TO BE NUMBER ONE (SUMMER 1990) This 's what we've worked for all our lives Reaching for the highest goal we can We choose to give it all ‘When competition calls ‘Time records the victory in our hearts To win or lose is not the only thing Ivs all in how we play the fairest game ‘This is the chance we take Reaching for the top Time records the victory in our hearts To be number one Running lke the wind Playing hard - but always playing fair {foh yeah) To be number one Winning again and again Reaching higher In the biue italian sky This is what we've wanted all our lives Shining like a shooting star at night We've got o give it al When we hear the call Time records the victory in our hearts To be number one Running like the wind Playing hard - but always playing fair Uioh yeah) To be number one Winning again and again Reaching higher In the blue italian sky Coro Blue italian sky To be number one Running like the wind Playing hard - but always playing fair {(oh yeah) To be number one Winning again and again Reaching higher - in the blue italian sky Coro Blue italian sky To be number one Coro: To be number one! Tutt: Number one! 134 UOMINI SOLI Testo di V. NEGRINI Musica di C. FACCHINETTI q 2 Ff Lin “contri do_- ye ta gen_- te vieg - giao va —a E Farm fuga? + ieidepre 1a eee See Aeteeer aT = tem pre sempre ~ te fi-eoeraun al = tro po = - j Ly < SS ce igre = eae mi? a An-co-ra_ ti chia-me-ro (1) 143, oreh, CODA sens ritmicn Vattene amore cche siamo ancora in tempo credi di no, spensierato sei contento, vattene amore che pace pid non avd ne avrai perderemo il sono credi di no i treni e qualche ombretio pure il giomale leggeremo male caro vedrai i chiederemo come mai il mondo sa tutto [di noi, Magati di chiamerd trottolina amorosa e “dudu dadadda’” € il tuo nome sara il nome di ogni citta di un gattino annaffiato che miagolerd il tuo nome sara su un cartellone che fa della pubblicita sulla strada per me ed io col naso in su la testa ci sbatterd sempre la senipre tu, ancora un altro po" © pol ancora non lo so. Vattene amore mio barbaro invasore credi di no. sorridente truffatore vattene un po’ che pace pit: non avrd ne avrai vattene 0 saranno guai e piccoli incidenti ‘caro vedrai Dal Sat ogi la stellare guerra che ne verr’ 1 nostro amore sara li tremante brillante cost. Ancora ti chiamerd ‘ottolina amorosa ¢ “dudu dadadda” € il tuo nome sara il freddo e Yoscurits tun gattone arruffato che mi graffiera il tuo nome sara - un mese di siccita e nel cielo non c’8 - pioggia fresca per me ed io col naso in su la testa ci perderd sempre 1a, sempre tw. ancora un altro po’ © poi ancora non lo so. ‘Ancora ti chiamer’ trottolina amorosa ¢ “dudu dadadda’” «il tuo nome sara il nome di ogni cinta 4 un gattina annafiato che miagolera il tuo nome sara su un cartellone che fa della pubblicita sulla strada per me €6 io col naso in su Ia testa ci sbattero sempre li sempre tu. ancora un altro po! © poi ancora non lo so, 44 VERSO LIGNOTO Testo e Musica di G. e R. BELLA - D. DI GREGORIO Moderato Mim Law! Set De 7 va que —stau— un note to va co-meun flu Sel De Re Sol ay Mie © cer-coil ma — re, ve la mia vi- - ta seor re come plog-gia suun — ci FADO sil, Via Berche, 220121 Milano, LUFE Edizioni Musicali st, Via Berchet, 2 20121 Milano UALTRA META Edizioni Musicals. Via Brera, 6 - 20121 Milano, > Copyright 1990 by FADOVLIFEIL'ALTRA META. Tutt iri sono rservat. 145 slo sen—zain-du — gio va b Be sib kine eae o Mat aip So co ore i che Vo-riz-z0n-te fos — se tami a [anche ades— $0) sib -. 8 sor ri den-to (co-meit vol = ‘che an-co-ranin-na nan-na Mib sub Dom? e can-tas-se pia—no. Por ||?” 9 —vun-quea-mo-re ci si — a = =) Dakar Poi segue Dom? 146 che Yo -riz~zon-te fos a eee cantasse piano. Per ripetere Asrumando Dotmt Fad Va questo autunno lento va come un fiume che non sa dove andare ma va e cerca il mare, Va la mia vita scorre come pioggia su un ciliegio senza incugio va segue la valle. Ma io (lo contesso) vorrei anche adesso) che lorizzonte fosse familiare (come il voto) sorridente (di mia mamma} che ancora ninna nanna ccantasse piano. Per me (che mi sento} per me (quasi vento) cche avanzo con fiducia indifesa (come un vaso) trasparente (con fa mente) che cerca un po’ d'amore ‘ovunque amore ci sia Va questo azzurro aero va scintillante se ne va e mi porta con sé verso lignoto. Ma io ece “ne AMARTI E L'IMMENSO PER ME ANNA VERRA ATTENTI AL LUPO BELLA SIGNORA BISOGNEREBBE NON PENSARE CHE A TE Cl VORREBBE IL MARE DANCING BLU DENIS. DISPERATO DOCTOR JAZZ E MR. FUNK DONNA CON TE DONNE ITALIANE GLI AMORI IL SOLE NELLA PIOGGIA INSIEME LA DOMENICA DELLE SALME LA NEVICATA DEL '56 LA VITA MIA LE DONNE DI MODENA LLORANDO SE FUE (LAMBADA) MEGU MEGUN NELLA MIA CITTA PERSONE SILENZIOSE PIOVE QUELLO CHE NON RINGRAZIO DIO SCRIVIMI SE BASTASSE UNA CANZONE SIRTAKI SOTTO QUESTO SOLE = TE CHE NON SO CHI SEI TI AVRO TU... SI UN'ESTATE ITALIANA UOMINI SOLI VARIETA VATTENE AMORE VERSO L'IGNOTO Distribuzione RICORDI F. Salvi E. Ramazzotti P. Daniele L. Dalla G. Morandi C. Caselli M. Masini F. Concato L. Dalla M. Masini Ladri di Biciclette A. Oxa Pooh Toto Cutugno Alice T. Cutugno F. De André M. Martini A. Minghi F. Baccini Kaoma F. De André Mango L. Carboni Ron F. Guccini P. Turci N. Buonocore E. Ramazzotti Mango F. Baccini L. Carboni E. Ruggeri Mango G. Nannini - Pooh G. Morandi Mietta - A. Minghi Marcella e Gianni Bella Ladri Di Biciclette E. Bennato wr]