Sei sulla pagina 1di 7

Intrappolato in una miniera d'oro

La storia di Charlie
a cura della scuola Primaria di Gorno

A Gorno c'erano le miniere di zinco e piombo, i proprietari gestivano anche le miniere


d'oro in Australia. Spesso, soprattutto durante i periodi di crisi, essi proponevano ai minatori pi
capaci di andare a lavorare in Australia dove, dicevano, si poteva far fortuna, diventare ricchi.
Alcuni partirono subito per l'Australia approfittando dell'occasione mentre altri partirono negli anni
successivi.

Modesto Varischetti, un 32enne di Gorno appena rimasto vedovo prese la


decisione di partire anche lui per lAustralia, per cercare fortuna, per aiutare la famiglia e i suoi 5
figli.
Con tanti altri minatori prese il treno fino a Genova e poi sal sul transatlanticoBarbarossa
che dopo 30 giorni di navigazione lavrebbe portato in Australia.
Stringe in mano la sua valigia di cartone con i vestiti, del cibo e la foto di famiglia. Il viaggio
veniva pagato dai proprietari della miniera ma si doveva poi restituire i soldi sottraendoli allo
stipendio in Australia.
Ogni minatore che partiva aveva paura, paura di ci che li aspettava in quella nuova terra, una
terra sconosciuta con una lingua diversa, paura di non riuscire ad avere i soldi per tornare a casa
e riabbracciare i suoi cari.
LAustralia non era come i minatori avevano immaginato. era calda, secca,piana I minatori
venivano ospitati in case costruite con pezzi di lamiera. Erano molto piccole considerando il
numero dei minatori dovevano arrangiarsi.
Di certo era meglio vivere nelle case di Gorno ma in Australia avevano la convinzione di poter far
fortuna per tornare al paese d'origine molto pi ricchi di prima.

Pioveva ormai da molti giorni a Bonnievale.


Era il 19 marzo 1907, Modesto Varischetti, o Charlie come in Australia ormai lo chiamano tutti,
e i suoi amici stavano lavorando in miniera come tutti i giorni quando improvvisamente and via
la luce, l'acqua inizi ad entrare e a sommergere la galleria.
Le macchine perforatrici smisero di lavorare, tutti si affrettarono ad uscire ma la sfortuna cadde
proprio su Charlie che rimase intrappolato, al buio e da solo nella rimonta dove stava
lavorando al livello 10 della miniera di Bonnievale.
La disperazione lo assal quasi subito.
I compagni di lavoro di Charlie sapevano che era andato a lavorare in miniera al posto di un altro
minatore malato ma allappello non cera.
Pensarono fosse sepolto vivo quindi cercarono di mandargli dei segnali battendo sulle rocce dal
livello 9.
Quando infine Charlie mand una debole risposta, i suoi compagni capirono che era ancora vivo
cos andarono dal direttore della miniera a sollecitare larrivo dei soccorsi.

Scoperto che Charlie era ancora vivo si cominci a pensare ad un modo per riportarlo in
superficie.
Crabb, il direttore della miniera australiana di Bonnievale, prese la mappa della miniera e guard
dove avrebbe potuto trovarsi Charlie.
Intanto delle pompe cercavano di rimuovere l' acqua da livello dieci ancora allagato, ma dopo
nove ore di lavoro lacqua si era abbassata solo di 23 centimetri.
Crabb continuava a pensare, anche una volta a casa sua, ad un modo per salvare Charlie.
Le pompe continuavano a lavorare per abbassare il livello dellacqua ma era troppa... a quel ritmo ci
sarebbero volute settimane!
Il figlio di Crabb sentendolo parlare gli consigli di usare i palombari per portargli cibo e
riuscire a salvarlo.

Crabb immediatamente richiese lattrezzatura necessaria e due palombari.


Hughes e Fox due minatori e palombari partirono subito per Kalgoorlie.
Il tubo per laria lungo a sufficienza per raggiungere Charlie si trovava a Fremantle a circa 600 Km
dalla miniera.
Il governo del Western Australia ordin un treno speciale chiamato SpecialRescue che
viaggi giorno e notte con priorit assoluta coprendo la distanze fra Fremantle e Kalgoorlie in
tempo di record.
Quel record rimase imbattuto per molto tempo.
Una volta giunta a Kalgoorlie i cavalli trasportarono velocemente l' attrezzatura fino alla
miniera di Bonnievale.
Il palombaro Hughes fece il suo primo tentativo di salvataggio partendo dallimbocco
numero 22 sotto gli occhi del direttore della miniera Crabb.
Aveva dei tubi attaccati per poter respirare anche in miniera.
Le persone lo aspettavano preoccupate fuori dalla miniera e si
chiedevano seCharlie fosse ancora vivo.

Era il terzo tentativo del palombaro Hughes per salvare Charlie.


Il primo tentativo era fallito perch l'altro palombaro al livello 9 era bloccato e non riusciva pi a
continuare e nel secondo tentativo un tubo si era impigliato in un attrezzo.
Nell'ultimo tentativo, il palombaro Hughes ha finalmente contattato Charlie.
Charlie era l da alcuni giorni da solo al buio era stordito e quando il palombaro sbuc fuori
dall'acqua Charlie pens che fosse il diavolo, pensava che per lui fosse finita. Hughes cerc di
stringergli la mano ma lui si ritir spaventato allora cerc di comunicare le sue intenzioni con gesti
e Charlie finalmente cap: era salvo, erano venuti a prenderlo!
Il 28 marzo 1907: Hughes raggiunse Charlie e dopo avergli legato in vita una funelo guid verso
l' uscita dopo 206 ore sotto terra.
Charlie, Modesto Varischetti, era confuso, aveva una benda sugli occhi per ripararli dalla luce del
sole, era molto bagnato e provato dalla stanchezza.
La gente esultava per il miracoloso salvataggio di Charlie.
I parenti rendevano grazie a Dio perch era sano e salvo.
Poi lo portarono in ospedale con una barella.

I giornali italiani e australiani riportano la notizia che Modesto


Varischetti Charlie l'emigrante di Gorno era stato tratto in salvo da due palombari nella miniera
di Bonnievale.
Era diventato il simbolo della generosit degli australiani che lo avevano salvato.
Nei libri australiani di storia veniva raccontata la storia di Charlie per dimostrare la bravura degli
australiani.
Charlie dopo la brutta disavventura in miniera non si arrese e ritorn a lavorare nella miniera di
Bonnievale con i suoi compagni di lavoro.
Charlie mori a 57 anni di silicosi e non torn pi a Gorno.

SETTEMBRE 2011

LA SCUOLA PRIMARIA DI GORNO PREMIATA AL CONCORSO INTERNAZIONALE PER I 150


ANNI DELLUNITA DITALIA

Potrebbero piacerti anche