Sei sulla pagina 1di 182

, rr)\.

lecnichL'
Nuove,via Eritrt'a21,20157Milano
| ,'|()nr':tel.0239090273,
fax0239090255,
',.rrI li[1i1r|lganichenuove.com
' ', lrrr': tel. 023c1090251 - 0239090252,fax 0239090373,
Ir| : \,('nrlite-libri@)tecnichenuove.com Un'unicoforza,l'Amore
1, rvrr,ryT.tecnichenuove.cclm unisceinfiniti mondi
e li rendeuiui
' , . ,1,ri-89--18
l-2201-7
Giordano
Bruno
' rr r ri l'itti sor-rorise'rvati. Nessuna parte clel libro put) essereliprodotta o difiusa col-r
r r( ./r()qlralsiasi,fotocopie, microfilm o altro, senzail permessoscritto dell'editore.

i1 rrrilrts rr'served. No part of this book shall be reproduced, storecl irr a retrie'val
r, nr. ()r'tr'.rnsnrittecl,
by any means,electronic,mL'chalricalphotoctlpying, recttrding
,,llrt'rrviscwithout written permissiorrfrom the publisher.

| | ,lrt()fr'tliclriarala propria disponibiliti a regolarizz.rreevctrtuali omissir)lti() err()ri


lr.r I I rrlrtrziorrr..

r ,, 1 ' r , rlur, r: ll)T , Mila no


ll l rr t r , rziorridi B.rrna baOrrir, Chiar a Buc c her i e Ket t y Negr et t i
1 , . I I r .,, . r. / | \)n( 't'tlito riale
Nu: clva Videt t s t ena,M il. r no
' l r, r rrrrir,rlit' ia cura d ell'a rtrtor r '

' , r , 1 , 1 | . rlilotip o,Scttimo Milanes e ( M I )


, r' , ,1r.,t,rrrrP,1rrcl 1'r.'me sc'di m aggio2008
, r, , lrrrll, rlr
\2

Indice

Il LagoIncantato 1
Premessa 7
Tu cosapensi?. i1
Sul concettodi verih ,.7

La tua Realh 31
Latuavisionedellarealta 35
Il cervello 39
-Feedback Cervello-Realta
.... 43
- Cervello, memoriae computer 46
La mente 51
- Letueveri0 . 59
- Memorie 72
- Ripetere e negare 75
- Esempidi vitaquotidiana .. 7B
Intuizioni 83
- Fantasia e immaginazione.. 97
Modellimentali 103
- Filtri sensoriali 108
Modellomentalee neonato 113
ModellomentaleNeonatoin adulti t17
Il tuo passato t2:)
Credenze e conflitti r29
- LiberoArbitrioe sensodi colna r33

VII
c c
267
l r r lic it a 139 Chi si lamentad un ladro
- I vantaggidi chi fa la "vittima"
268
St a b i l i he mOtlva . . r46 272
l l puntoch i a ve 153 -Moti vazi oni ... . .
277
l'ensieried emozioni 160 Tueglialtri ..
281
Cestionedellecrisi 164 Sperare d triste
282
llarrb i n i t70 - vvr Pv felice
Corpo
287
Anziani 772 Sesso.
293
Genitorie figli . 175 Lugua5ilianzad contro natura
297
llazionalitde spiritualit) 178 Esserebuoni d contro natura
d benee male' . 301
- E nt a n g l e m ent . . . 181 Perdonare
- Relativitie campionnipresenti e asPettative
Desideri
30s
188 309
- J'u,noi e I'assoluto 190 Cambiare
317
l,'Amore 195 ExotropicMind: il Metodo
317
- Sinceritd 199 - Premessa
- Io scelgo,io voglio,io sono . . . . 332
- Evoluzionedell'uomo 203 14.)
- Ricercadel piaceree bisogno 208 - Preparazionee allineamento
l,a tramadellaRealD .
- Desideri/Volonh
34r
2r1 ) rn
Jal
- Fisicaquantisticae vita quotidiana. . . 2r6 Appendice
'- 347
- Il paradosso del gattosiavivo siamorto 220 Testdel proprio set-Point (statoemotivo in condizioni normali)
')r'). 351
A t t i tu d i n i ,tendenz e, f at t i,ec c e z i o n i..... - Lettureconsigliate
353
Ondechecollassano 227 - Postulaticonclusivi
.. 354
liisicao filosofiaquantistica? 231 - Ringraziamentt
La natura0 privadi leggifisiche . 231
( )ssen'atoricoscienti 232
Interazionitra cosee persone 2:t4
Comesi creala RRealtiche ognunclvive? . 237
Mir a co l i 242
Vedereper credere 244
( )ttimismoe pessimisrno 256
Fortunae sfortuna 258

V II I INDICE
x
IOSCELCO
IOVOCLIO
IOSONO
@
il lago Incantato
Chiedi e ti sard dato

i't>," f mmagina di essere sullarivadelgrandeLagoIncantato. Intorno,lungola sponda,


Irr
rd innumerevoli persone rivoltead esso. Aituoilati quelleconle qualihaileSamidi
-l I
Iparentela, affettivio di amicizia, poi altrivisifamiliarie viaviatantaaltragente,
'al- maivistaprima.Ognunadi lorob in piedie stalanciando deisassinel lago,anchetu
lo fai.Qualcuno riesce a tirareanchesassi rnoltogrossie moltolontano, altrisologra-
$. 'Ll nellidi sabbia vicinoai propripiedi,altriaspettano di vederedovegli altri li lanciano,
l_.
pertirareanchei loronellestesse areedellago,altriancoratiranoa caso.Ognisasso
- piccoloo grande, lanciato vicinoo lontano, conforzao fiaccamente, conconcentra-
I zioneodistrattamente - entrando in contattoconI'acqua producedelleonde.Sassi
t , {rnl
I \\i : grandiproducono ondegrandi,sassi piccoliondepiccole.
\ .\ "^,3*-$a-: Tuttele persone hannoinoltre,davantia sd,unasortadi piccologolfopersonale,
cheguidale ondechegiiungono dallagoversoi loropiedi.
-j i . : , * . -, -

u,. .or'6-'
\
t,, \,
"sdtr- Tuttele ondeprodottedaciascuno con i proprisassiinteragiscorro tra lorosom-
\\-
' t\. mandosi in alcunipuntie annullando.si in altri.Quellechegiungono sullarivadellago
0
i' ':
sonoil risultato di tuttele ondechetutti i sassi
nel tuo golfo,e arrivanoin prossimitir
prodottotu, coni tr-roi sassi,
hannoprodottomaquellecheentrano
deituoi piedi,sonosoprattutto
comefossero rivolte,e riconoscessero,
quellechehai
chi ha datoloro
origine.Ognialtrapersona lanciaproprisassie ha ondenel propriogolfo.Mad un
LagoIncantato: le ondechegiungono lungole suesponde si trasformano e generano
scenari, comefilmtridimerrsionali; IaRealta condivisa,quellachetutti percepiscono e
vivonocollettivamente, afaredasfondo. Male or-rdechegiungononeltuo porticciolo
.sono soprattutto quellechehaigenerato tu, chesonostateprodotte unicamente date
c 6
e dai tuoi sassie che,primadi arrivarenel tuo piccologolfo, meglio,ma sembrachequasitutti, invece,voglianocontinuare, e lo facciano di pro-
hannointera{itocontuttele altreondedelLago.Ancheque- posito,a lanciarlicasualmente e senzafarealcunosforzo.Molti,addirittura,sembrano
stesi trasformano e generano cosema soloperte e sonoin furiosiconchi,invece, si impegna neisuoilanci,o anchesolosorride... Decididi voler
primo piano:la Realh individuale, quellacheognunovive capiree vai a chiedere a uno di lorochecosaaspetta a tiraremelioi suoisassi,anzi-
individualmente all'interno di unaRealt)collettiva, condivisa, chdlamentarsi e arrabbiarsi.Quellod un LagoIncantato! Lasuareazione ti lasciaalli-
a faredasfondo. Lo stesso 0 pertutti gli altri.Quelleondeper- bito:
sonalidipendono da quantie qualisassiognunoha lanciato, "Qualisassi? QualeLagoIncantato? Tu seipazzo!Io davantiai miei piedivedoche
dalledimensioni,dalladistanza, ma soprattuttoda dove,nel c'dsolospazzalurae schifezze e chedavantiai piedidi altri ci sonoinveceun saccodi
lago,hannotoccatol'acquae sonoaffondati in esso.Ognivolta cosebelle.Quellolh,vedi?E li chesela spassa felicemente mentreio sonoquichesof-
clreun sasso toccaI'acqua, in quelLagoIncantatoaccade qualcosa: si muovetutto fro.Lo odio!Sonofurioso!Io devosempresubireingiustizieperch6, sonobuonoe one-
rrnche soloperun granellodi sabbia. Genera qualcosa chea voltesembraemergere, stomentrealtrisela godonosoloperchdsonodisonesti edegoisti. E quell'altrolai'E
altreriaffondare subitodopo,ma spesso rimanea gallae vienetrascinatodalleonde pienodi cosebellissime, e gli avanzano pure,ma quandoEiliho chiestodi darneuna
personali proprionelgolfopersonale di chi le ha prodotte. anchea mesaichecosami harisposto? Mi harisposto di farmela ancheio coni sassi!
Osservi chequalcunosembraessere concentrato e felice.Scrutail largoe, prima Ti rendiconto?Coni sassi!Mi prendepurein girol... Sassi? Alloraanchetu mi stai
di lanciarei suoisassi,prendebenela mira.Scegliei piirgrandie sembracheriesca,o prendendo in giro!Vattene!"
almenoci provi,a mandarliin puntiprecisidelLago,sceltidalui, e sembra chesappia Lo fai e vaiversounadi quellepersonecheinvecestalanciando felicemente i suoi
gi) chequellocheemergera, d proprioquellochevuole.Sorrideadognisuolancio.I sassi.Lechiedichecosastiafacendo. Sorridendo emozionato ti dice:
suoisassiproducono ondebelleedevidenti, chesi propagano coinvolgendo tutto il "Sai? QuestoLagod incredibile! Ho scoperto cheha in sddi tutto,cosefantastiche,
Lagoma arrivanosempre,puntuali,nel loro piccologolfo,a trasformarsi in coseche tesoriimpensabili, esperienze dasogno,qualsiasi cosariescaadimmaginare b daqual-
sembra rendano il padrone, ognivolta,pii felice. cheparteli sottoe seriescoa colpirlaconil sasso 6iiustoarrivaa me. D straordinario!"
Altri,invece,sembrano moltoconfusi,distratti,lancianoperlopiirsassolini e sem- "Dawero? Macomefai a sapere dovedevitirarepercolpirla?"
bra chelo facciano a caso,senzanemmenoguardare doveli stannotirando,dove "E questala cosapiir incredibile!: Mi bastapensare, concentrarmi sullacosache
cadclrronel LaSo,checosafannoemergere e checosaprodurranno nel loropiccolo voglioaveree chedevocolpire.Piird bellad piir sonofeliceanchesolopensando di
golfo.Guardano solochecosac'i davanti ai loropiedie ai piedideglialtri,fannocon- poterlaavere. Primadi tirareil sassolo scelgo, lo tengio in mano,chiudogli occhie mi
fronti,giudicano, alcunidi lorosembrano cupi,altri rabbiosi, altri si lamentano, altri immaginodi vederlae chesiagii mia,perch6so che l'avro,funzionacosi.A quel
semhrano sperare in qualcosa,matengono gli occhichiusi.Il piccologolfodi moltidi puntosuccede unacosaincredibile! Lo so,penserai ched impossibile maseci provi
krroi sporco,erosodaondedeboli,caotiche, turbolente cheEiiungiono ai loropiedi anchetu e ci riescicapiraiched cosi:io tiro il mio belsasso dovevogilio, cercosolodi
traspttrtando e trasformandosi in cosechesonoevidentemente diverse daquelleche mandarloin un puntodel Lagodoveci sonopocheondedi quellefattedaglialtri con
.siaspettavano, moltaspazzatura. Ti sembrainspiegabile: tutti hannotutti i sassiche i lorosassiedd [acosachevogliochev) propriodoveio ho tiratoil sasso! E quellacosa
vofllionoe possono lanciarlidovevogliono.Potrebbero almenocercare di lanciarli checolpisce il mio sasso! Funziona cosi!E il contrariodi quellochesi potrebbe cre-

IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO IL LAGOINCANTATO
c o
Irrt'l [o devosolo tirarlo beneperchdfacciadellebelleonde in tutto il Lagoed d cib carenemmenodi capirecome era potutaapparire.Poi I'ho raccontatoai miei genitori,
lrr voglio che va proprio [i, me ne sonoaccortolPoi le mie onde la portanoda me, all'iniziocredevano I'avessirubataa qualcuno.Forseancoralo credono.E poi ho pen-
. (inrt:sc mi riconoscessero e sapessero
esattamentedovesono.E fantastico,dai, rrrova satoche forsequalcunomi averra fattouno scherzo,ma bello!E me ne sonodimenti-
rnc hct ul " cato. Qualcheanno fa, poi, mi d successauna cosabruttissima ed ero dawero dispe-
"Certocheci provo!" rato.A un certo punto ho provatoa esprimereun desideriofelicetirando un sasso,
Sorridi anchetu cercandodi frenarela sua eccitazioneche, pur delicata,ti tra- cosi,mi d venutospontaneofarlo nel mezzodellamia disperazione, solo per cercare
\'() loe. un sollievo.E mi sonoaccorto,e mi sonoricordato...Dai,provaanchetu, dai.fallo,ti
"Ma scusa.se b cosi semplice,gli altri che cosaaspettanoa farlo ancheloro?" pregol"
"l.l che ne so?Ho provatoa dirlo ad alcuni di loro ma mi hanno detto che sono un "Ma seisicuroche tutto questosiaReale!'Ho provatoa parlarecon uno di loro: dice
l)irzz() visionario,nessunomi ha creduto,mi sonoanchepresodegliinsulti e qualcuno che nd il Lagond i sassiesistonoe che le solecoserealisonoquelleche ti arrivanoai
lr.rcercatoanchedi darmele.Tu sei il orimo che me lo ha chiestoe mi ha ascoltato. pi edi .a caso."
(ir uz ie!" "E anchese fosse?Anche se il Lago,i sassie le onde fosseroirreali?Anche io, tu e
"Fl tu come hai fatto a scoprirequestacosa?" gli altri potremmoessereirreali,e anchele cosechearrivanoai piediallora,e ancheil
"Da piccolo,giocando,una volta casoallora!A me interessagodermiqualunquecosapossavivere,realeo irrealepoco
c'eroriuscito:avevodesideratotan- importa,io sonofelicee la mia felicithe realee invecedi perderetempo a chiedermi
ti s s i mou n a pi staper l e mi e mac- che cosad realee che cosad irrealeme la godo,mi godo tutto quello che per me d
chinine,per giocarciinveceche in reale,gli altri possonocrederein quellochevogliono...Dai,proval"
mezzoa tutti quei sassi.
Pensavo allamia pistapreferita rli quantotu possa
b moltopiu realistica
fie6foil',Veclrai,
Questg orapensare...
e ho sorriso mentre toglievo un
sassodavantialla mia macchinina
p re fe ri tati ra ndol oi n acqua.vi ci no
alla riva ma a casoe senzapensare
a dove andasse.senzanemmeno
guardarlo.
Pocodopo mi sonogirato e in
riva al Lagoc'eraIa mia pistapre-
ferita.Ho credutofosseapparsadal
nulla! Ero troppo felice e ho ini-
ziato subito a giocarcisenzacer-

IO SCELCOIO VOGLIOIO SONO IL LACOINCANTATO


c
Premessa
o vissutoil periododellastesura
di questolibroalternandostatiemotivientu-
siasmanti a momentidi profondotormento.AllagrandeGioiaperognunadelle
intuizionichequestolibromi hapermesso di averesonospcssoseguitiperiodi
di profonderiflessionie anchedi inizialmenteinspiegabili esperienze realicherni por-
tavanoa dovermiconfrontare,esplicitamentee in molte occasionicon sofferenza,con
gli effettidi tali intuizioni; forzando,quasiobbligandoil lato pii.rdiffidentee razionale
della mia mente a dovernericonosceree confermareil valore.Ti confesst-r che l'es-
sermi trovatoa doverpassarevelocementee direttamentedalla te<-rria alla praticad
stato veramenteFantastico,ma in diverseoccasioni- soprattutto quando ho dovuto
affrontareaspettiche all'epocami eranoancorapoco chiari - molto impegnativo.
Quandodivieniconsapevole di comei tuoi pensieri,le tue paure,i tuoi desideri.le tue
aspettative, il tuo statod'animoma soprattutt<-r le tue credenzepossonocondizionare
in modo direttoe potentele tue esperienze di vita producendocoincidenzeed eventi,
comese"qualcunosapesse", la prima reazionenormalecredosiala paura.
Comereagirestise provassiprima ad imrnaplinartiuna qualsiasiccisapoi a ripetere
nellatua mente,con una precisamodalih, delleparoleassociate ad essae ti ritrovassi
entrobrevetempoa vivereun'esperienza collegabile direttamente a quellocheti seisolo
immaginatoi'E comereagirestiseti accorgessi che per effettodi un tuo pen.sierri.detta-
to da una tua paura,ti ritrovassia doveraffrontareuna crisi apparentemente casr.ralema
direttamentecollegataproprioa queltuo apparentemente innocuupensieroi' Se riesci
ad accorgertie a comprendere,finalmente,come si produconole tue esperienze di vita
e com'e,tutto sommato,estremamente sempliceriuscirea guidarneattivamente la lorcl
pienerazione. oginipaurasvanisce per lasciarepostoa un'irnmensa Gioia.
Primascoprichehai vissutoignorandoqualcosadi estremarnente importante,che
ti d forsecapitato,talvolta,nel tuo passato, di intuire,di desiderare di volercapire,ma
c c
;rllafineavevirinunciatoforsesoloperchderamoltodiversodacid
checredevidi cer- prodottoanchein seguitoallamia innatarepulsione versotutti i bugiardi,gli oppor-
(irrt' Poiscopricheun latosconosciuto dellatua menteha un accesso, sottilema tunisti,gli ignavi,i tristi lamentosivittimistie colorocheapprofittano opportunisti-
diretto.a ognicausa,a ognieffetto,a ognicosa,a ognipersona, a ognievento,a ogni
csPerienza camentedi chiunquesianellasostanza incapace di essereautonomamente felice.
chevivi,e ti accorgicheI'unicacosacheti served sapere comeriuscirea
c.nnscerloperentrarein relazione Unodei miei desiderid quellodi poterusciredi casae, anzich6. dovereinteragire
con la Realtdin un modonrtuo, completamente convittimedelleloromenzogne, gra-
diversodal precedente, confalsie opportunisti sorrisi,concattiveria
perchdcaratterizzato,innanzitutto, dallaGioiaspontanea.
Nloltedellecosecheleggerai tuita,coningiustificabile rabbia,consubdolainvidiae tanta,inutile,assurda e distrut-
ti potrannosembrare, almenoall'inizio,
difficilidaaccet- poterincontrare persone
[.rremapoi,vedrai,saraisorpreso tivatristezza, ovunque conocchifelicicheparlanodi cose
dacometutto ti sembrer)semprepiir familiaree felici,poteraccendere
"normale". la televisione, la radioo aprireun giornalee accedere a notizie
sinceree bellestorie
()uestolibrod I'effettodi un mio desiderio: Io mi ritengosoddisfatto e felicedi quellochesonoe dellamiavita,ancheseessere
quellodi riuscirea capiree spiegare Ie
dinamiche feliciin un mondodi tristi pubessere moltoimpegnativo. Questolibro Ela miarispo-
chestannoallabasedelreesperienze cheognunovive,ie. poterneeven_
Iualmentericavarneuno strumentoutile a viveredi attivi protagonisti sta,il mio personale e ambizioso contributoaffincheIa tua realthe quellain cui tutti
in modo viviamopossaessere piir felice,e mi auguro,sinceramente, cheanchegraziea te che
cnstruttivoe felice,anzichdcontinuando a crederenellafortuna,nellasfortunao nel
caso.utile perpermettere staileggendo, la quantitirdi sorri.si sincerie di occhifelici,anchedi estranei,chetutti
a chiunquedi potersisentire,finalmente, semplicemente potremocontribuirea diffondere, perpoterliincontrare,
piuttostochetristementeimpotenteo, peggio,spietatament siasemprepiir grande.
Ttotente, e onnipotente.
Moltisi riduconoa vivereinfelicemente, o lamentandosi ostentando il propriovitti-
mismosoloperchdincapaci di accorgersidell'enormepoterechehannosullaRealth e
con il qualegenerano lorostessile esperienze infelicichecredonodi subirementre
altri approfittano e sfruttano,congli atteggiamenti onnipotentidi chi vuoletrarre
vantaggidallalorocondizione di frustranted,ebolezza-dalla
qualesi ritengono,oltre-
tutto,incapaci di poterusciredasoli.
con questolibro ho volutoancherealizzare uno strumento,un metodo,chefosse
trtileedefficace pertutti colorochesi creanocontinuedipendenze conil terapeuta,
trraestro,5luru,piuaritore, espertoo leaderdel momento,affinch6potessero iniziare,
{'inalmente,a rivolgere la loroattenzione allasorgenteprimadellalorocondizione: la
loro mente.Ladefinizione di un metodopratico.h. poi.rr. permettere a chiunquedi
groteraccedere, direttamente edefficacemente, agliaspettipiu limitantidellapropria
ttltnte,e quindidellapropriavita,i stataunanaturale conseguenza dellemiemotiva-
ziorriiniziali,cheho abbracciato e seguitoconGioia.Motivazioni cheho sicuramente

IOSCELCO
IO VOC.IOIO SONO PREMESSA
6
TUcosapensi?
f mmaginaseunostranofenomeno coinvolgesse tutta l'Umanit2re portasse tutti, in
I questo momento, a vedersi realizzare immediatamente qualunque cosa pensino.
ICnipensasseperesempio: "chebellosedimagrissi5-6 kg"assisterebbe allaimme-
diatariduzione delsuopeso;"sesolofossil0 annipiirgiovane", ringiorranisse subito:
"comevorreiincontrareI'uomodellamiavita",selo vedesse arrivareallaporta;"vor-
reitantoessere ricco",si trovasseseduto su un mucchiodi lingottid'oro;"vorreitanto
piuarire dallamia malattia", piuarisseall'istante.
Ti piacerebbe? Considera che,moltoprobabilmente, in unosimilescenario gran
partedell'attuale UmaniDsi autodistruggerebbe entropoche ore.Seopinuno realiz-
zasse immediatamente tutto cio chepensavedrebbe realizzati anchepensieriquali
"miamoglieha I'amante". "mi stannorubandoI'auto","adesso faccioun incidente",
"mi stoammalando", o "adesso muoio"e subirebbe inevitabilmente gli effettidi tutto
cid di cui ha paura.
Avereil totalecontrollodeipropripensierieracid a cui ambivano gli scienziati
rinascimentali (o maghi),unacapacitd allaqualeun uomopotrebbe giungere solose
tosseprivodi qualsiasi formadi paura.I maghirinascimentali, perchi vuolecrederci,
ambivanotuttaviaa raggiungere la totalee amorevole padronanza dellaloro vita
immaginativa perpoter,attraverso di essa,esercitareun controlloconsapevole sulla
natura,sullaRealti,mediantepuri atti di volonD.Maoggila magiab perlopii consi-
deratapurafantasia...

perpetuo
Il calendario delle13lunedi 28 iornideiMaya- colorochesi sonorivelati
essere,in assoluto, deltempo- descrive
i massimiconoscitori I'andamento deltempo
anchein relazione Perla finedel2012d previsto
adondeo ciclievolutivi. il risvegliodi
un Bolontiku- o signoredeltempo- checoinciderebbe conla finee I'iniziodi un

ll
6 6
generea
Quandouna personad infeliceo insoddisfattadella sua vita, tende in
r.o\,o cicloevolutivo.Lo scenarioche ti ho prima descrittod un'ipotesidi quelloche |a Realti, qualcuno o qualcosa in essa
gradodi lamentarsi, a sentirsivittima e a sperareche
potrrbbc accadere.Le tendenzepostenel futuro prodotteda chiunque sia in a cambiare, che se riuscissea
poi con un cambi, senza accorgersi che se invece fosselei stessa
immediatamente,
1,.|]rur. genererebbeil suo presente,inizialmente intervenire sulle sue credenze,le sue emozioni, i suoi pensieri,i suoi giudizi e moti-
r it;rrcloe un'ampiezzaprogiressivamente sempre maggiori. Solo chi fossecapace di
al futuro in modo in
felice' comunione di intenti, vazioni e il suo modo di vedere,di percepiree viverela Realthcambierebbero,condi-
l)r,nsare rivolgendosi costantemente
da nuove credenze' zionando potentementee favorevolmenteanche la Real$r,qualcuno o qualcosain
s,,lrraw,ivrebbe dandoorigine a una nuovaUmanith caratterizzata
possibilista
e amorevole. Ma forse,d essa,a farlo e potrebbevivere finalmente esperienzedi vita diverse,possibilmente
rrtroviparadigmi,da un atteggiamentomentale
felici. Solo cambiandola propria mente si permetteanchealla propria Realtir- e a
r e stap ur af ant as ia.
;rr r clrqu '.
tutta la Realtir- di cambiare.
( ){ni tuo pensierob come fosseI'effettodel viaggio,su binari precostruiti, di un tre- E solo cambiandoil proprio modo di crederee quindi di emozionarsi,di percepire,
,'rinoche segueitinerari, percorsidiretti o tortuosi chevannoda una stazioneall'altra' pensare,giudicare,desideraree affrontarela Realtdche anche la propria vita futura
( )gni tua sequenzadi pensieri,pocoimporta se innescatada cid che hai percepitodalla pud finalmentecambiareperchti,e lo vedremo,d cosi che si permettealla Realh che
Itealtdo dallatua immaginazione,d I'effettodi percorsimentali preferenzialicapacidi ognuno vive individualmentedi poterlo fare.
lare emergleredallatua mente inconsapevole emozionipotenti e incontrollabili'
Emozionie pensieri
sonoindisso-
lubilmente legati da una relazione
associativapossibilista,nella quale
cause ed effetti si confondono, si
sovrappongonoe si scambiano sul
terrenodelleproprie credenzeincon-
sapevoli.Queste credenze,nonostan-
te possanoportareuna personaa vive-
re paradisi o inferni emozionali ed
esperienziali, sonostateprodottedalla
mente utilizzando delle regolemolto
elementari per arrivare, senzache ce
ne si accor$a, a Poter considerare
veriti qualunque cosa, ideao concet-
to. anche se d falso,infelice,inoppor-
tuno, obsoleto, inutile o limitante.

TUCOSAPENSI? t3
l'2 IO S C E I,G OIO V OGLIOIO S ON O
c 6
Qlili,l/i I L A 0uANt)O:.,rutfKl51nJ, It LJNA Sui poteri miracolosidel
M A PJrtl'l0Nf riFAN{)tl)1rr tRl NiiANlr (.0Mt "pensiero positivo"
sonostatidetti
D,{ DITRLS,O , r, ^ lrNf l t 0 ,
e scrittifiumidi parole,d tuttavia
evidentea tutti che I'essere
umano ha grandi difficolti nel
controllareo cambiareil proprio
o
modo di pensareperchdi suoi
c
o pensierie le sueemozionidipen-
c
(.(lt,A
l,i I'f(;(;r(ll {.llflll I'051rA lAkl [iA 5F Ar'Vfll {il]A clAlr ilP0 0l ! donoda aspettidellasuamente
I ir^l)DRil/Afll t tl NlPl i A t [nA IlfNi rlrl lll lll | | I 551llf |fl'(i.ir,i) o dei quali D inconsapevole e sui
DrNAttAfu'LHi 0ut!r0 r , IRFt]Dt Alll)I1 0lYl llAlll (.rl)l o
.N

'r l N l l R l M ft''1 l ( l
qualiDincapace di esercitarecon-
'-
!

6 trollo.
i5
Chiunquesi azzardia direa
s un depresso, a un infelicemalin-
a
I
l conicoo a un tristevittimistadi
@
"pensare - anchesegli
positivo"
elencasse e gli spiegasse
amorevolmentetutti i vantaggiche ne potrebbericavaree
tutti miracoliche potrebbevivere- si troveri a essere,immancabilmenteed entro
i
brevetempo,travoltoda insulti o da ur-relencointerminabiledi vicendetristi, disgra-
zie, malattie,ingiustizie,violenze,tradimenti, abbandoniecc, di cid che I'infelice
ritiene di averesubito,con tutte le ragioni che crededi avereper giu.stificare
la sua
infelicita,concludendopiir o meno cos\:"Corned possibilepensureposilit'o in queste
condizioni?!" .
Vedremocome qualsiasiproblemache oginiessereumano possatrovarsia dovere
affrontarenellasuavita deriviperlopii dallapropriaincapacihdi guidareconsapevol-
mente i propri pensieri,di esserepadronedellasua,spesso"atrofizzata"o divenuta
inesorabilmente pessimista,
vita immaginativa.
Dallamemoriadi tutto cii chesi i uissuto,pensato,immaginato,ossentato,ascoltato
deriuanole proprie credenze-ueritdinconsapeuolidaile quali dipendonole proprte Dire ad un triste vittimista di pensare positivo equivale a dire a un treno
Emozioni-Pensieri-Giudizi-Percezione-Motlelli-Azioni-Motiuazionie Fantasiemu di andare in un luogo diverso da quello verso cui i suoi binari lo portano.
anche,conseguentemente, le esperienzechesi uiuono. Sen'ono nuovi binari. serve costruirli.

t1 IOSCELGO
IO VOGLIO
IO SONO TUCOSAPENSI? l5
c c
Er{Tusn$rrib
\
-1/-.-44

Ya
9.
s-

-Q * z

-,JL\
IO SCEI,CO
IO VOGLIO
IO SONO TUCOSAPENSI?
c 6
lrrrnrafirrache le tue emozionie i tuoi pensierisianoprodotticlaun ,.trenino,,, piccolo
Diccolo,che viaggianel tuo cervellosu binari che seguonosolidi percorsiche la Per una personache ha quasisemprepensatotristemente,pud esserernoltodiffi-
tua
.rente ha costruitoin sepiuitoa tutto quelloche hai vissuto,visto, cile produrreancheun solo pensierofelicee ottimista;anchequandovive situazioni
ascoltato,pensato,
dr:tt<i,fatto,sognatonel corsoili tutta la tua vita. Immagina,inoltre, lelici,i suoi pensierisonosemprerivolti a trovarneil lato infeliceoppures,..rno in con-
che la tua mente
.sraarrivataa credere,senzache tu te ne siamai accorto,che trasto con quello che la sua mente in realti crede.Pensarecon ottimismo d allora
cid a cui conduconoquei
lrinari sianoverih assolute, dautilizzareedifenderee alle quali gli comechiederea un treno di seguireun percorsoalternativo,diversodai suoi tradizio-
altri e la Realtddeb-
banoadeguarsi. rralie privo di binari.Per poterloseguire,ammessoche lo vogliafare,dovri costrr-rirsi
nuovi binari e farloprima di trovarsinellasituazionedi voler cambiarepercorso.
Pensarein modo diversopud ancheessereparagonatoa chieclereall'acquache
scorrenel letto di un fiume di usciredal suo corsoe seguireun nLrovopercorsoche
passisu collinee montagne.Per poterloseguiredovrhessereprima scavatoil nucivo
letto del fiume.
Oppure0 c<-rme chiedereallacarrozzache viaggiasulle montagne rllssc di uscire
dai .suoibinari e seguireun nuovopercorsonel vuoto:dovrannoprima esserecreati
r.ruovipercorsinel vuoto.
'{.7r, Nelcorsodellamiavita ho avutodiversepossibilihdi accorgermi, ultintamentemol-

?il tissime,di corneil mio entusiasmoe Ia mia felicit) dipendessero, pir) che dallaltealta,
dallacapacitirdellamia mente di interagirecoerentementee in modo costruttivocon il

*:3;
ir-".
mio corpo e con la Realttrintorno a me; cosi come ho avuto molte possibilih di accor-
germi cheall'origirre di mie esperienzedoloroseo di crisivi fosseropaureradicatenella
mia mente,miei preEiiudizi o resistenzead affrontarecambiamenti.

si
t*'ji;
Ma fin dallamia adolescenza, cosicomeero riuscitoa provaregrandestima e ammi-
razionevers<ttutte le personefelicied entusiasteche incontravo,provavoun gran fasti-
dio - spessoprivo di giustificazionirazionali- versoquelleche inveceeranotristi e
...1,
ostentavanoun atteggiamentovittimista.
,-Jtl Gii allora mi sembravadi assisterea uno scenario- nel qualeanchea me capitava
talvoltadi cadere- di una personache .silamentadi al'eremal di testamentre b lei stes-
saa tirarsidellemartellatein testa.
Crescendoho iniziato a farmi delleideesia su come potereuscireda quell'atteggia-
mento siasu comeavrei potuto interpretarela Realti per interagirecon essa,andando
oftre le emoziclniche provavoper ciii che le mie credenzemi facevanoapparireessere.
I lr IOSCELCO
IO VOCLIO
IO SONO
TUCOSAPENSI? t9
c @
( )grritrrltache perdmi sembravadi capirequalcosa Realthin gienerale (quellain cui vivonotutti). Di questolibro, in particolare,quelloche
di nuovoo di diversoda cid che il
sursocorrunedicee prclvavo a parlarnecon altri, tentandodi spiegareo proporreuna mi ha mapigiiormente entusiasmatob I'averdefinitoun metodo,cheti illustrerdin segui-
divcrsavisionedellaRealD,mi sembrava assolutamente inutilee vano. to, che pud permetterea chiunquedi poter risvegliareed applicarea proprio vanta$$io
ll linguaggioche la maggior parte della personeutilizzaper parlaredi un proprio - e a vantaggiodi tutti coloro con cui ha a che fare- la potenzacreatriceche caratteriz-
Iroblemaemotivoo affettivoE quellodelvittimismoe quell'atteggiiamento mi indispo- za,in quellarelazione,la mente umana.Quandola relazionetra I'uomo, la suamentee
rreva.Ogni volta che ho affrontatodellecrisi, relativea relazioniaffettivesofferteo ami- la Realthi gestitain modo consapevole e costruttivo,chiunque,indipendentemente da
cizic tradite,e mi sonotrovatoad avereprofondidubbisu aspettidellamia vita e delle chi sia,comevivae checosafaccia.si aprea possibilitirgrandiose,tanto incredibiliquan-
rttieenlozioni,mi sonoancheaccorto,parlandonecon altri, chetutti avevanoavutopro- to fonte di autenticaGioia e di evoluzione.Se questarelazioneviene invecegestitain
blemi delgenerema quasinessunosembravaaverlisaputi modo distruttivoe passivopud portarechiunque,indipendentemente da chi siae come
Sestirecostruttivamente. solo
strbiti' Comesevivesseronormalmentema con ferite mai rimarginatee semprepronte viva e che cosafaccia.a chiuderela suavita entro limiti assurdie infelici.La cosache mi
;t tttrnarea sanSluinare. E forseancheper questoche al,evoiniziafoad affrontarlida solo. ha resopiu felicein assolutob stataproprio averetrovatoin quel metodouna soluzione
in solitudine. La solitudined stataperme unadellepiu girandimaestre; evitandodi farmi estremamente sempliceed efficace, chechiunquepud applicarein totalee assolutaauto-
condizionaredalleopinioni di altri potevoaffrontarele mie emozionientrandoin esse, nomia,da solo,senzabisognodell'aiutodi nessunoe di nient'altrooltre che di sesiesso
;rnchesoloper accorgermidi quantofossero,in realD,fragili e astratte. e dellapropriacapaciDdi pensare,di sceglieree volere.
l,a mia visionedellaRealti iniziavaad esseresemprepiu autoresponsabilizzante e per Tutto quello che leggeraiin questolibro d frutto perlopii di mie intuizioni e di
tluestodistanteda quellaa cui tutti sembravano aversceltodi aderire.SeI'arrivarea rite- ricerchetradizionaliche ho fattosoprattuttoper trovareconfermead esse.
trernliin qualchemodocomunqueresponsabile detlemie esperienze di crisimi impedi- La mia passioneper la fisicaquantisticami ha permessodi trovareimportanti rela-
va di sentirmi una vittima, dall'altromi davauna bellissimasensazione di potenza,per_ zioni con gli studipiir recentisullaneurofisiologia del cervelloe sul "funzionatnento"
che mi aprivaallapossibilitddi sentirmiresponsabile anchedellemie esperienze felici. della Realtirin relazionealla mente umana.Si tratta di aspettiche riguardanodiretta-
(Jrrella visionee quellasensazione mi hannoportatoa viverecoltivandola Gioiae I'En- menteoglnunodi noi - come il fattoche cid che ognunoha nellapropriamenteinter-
t Ltsiasmo chea volte,quandointeragiscocon altri, cercodi nascondere, ancheper evita- nel beneo nel male,con quellochestaal di fuori di essa- che 0 utile conoscere
t'erisce,
rc di esseregiudicatopii ingenuodi quantopossaessere, a farericerche,a scoprire,a per potersiinnanzi tutto accorgiere di come la Realthpossaesserediversa,decisamente
irrventare,a scrivere,a faree pensarecoseche mi dannoGioia. migliore,di quelloche ognunopub esserearrivatoa credere.
IJopoi iniziatoa condividere con altri le mie ideee la mia visionedellaRealtdintor- Quandoci si accorgedi qualcosadi nuovo, nascononuoveopportuniti e si possono
rr, all'anno2000quando,mentreprogettavo un'apparecchiatura per il miglioramento ancheprodurre nuove motivazioni.E allora che si pud sceglieredi voler cambiare
tltlltr stat<-r emotivo,ho scritto il mio primo libro, La Fisicadell'Anima, eho iniziato a qualcosa, possibilmente in meglio,anchedi sestessi,per sestessi,la propriaRealt),la
trncre conferenzesull'arEiomento e successivamente seminari. propriavita e la vita di chiunqueabbiaa che fare con noi. A quel punto, chi ha prodotto
I)evoammettere,tuttavia,che solorecentemente- e scriverequestolibro b statoper una motivazioneal cambiamentopotrd finalmentee facilmentefarlo applicandoil mio
rrrt illLrnrinante - mi d sembrato,finalmente,di avercompresogli aspetticrucialidella metodo.E ininfluente chi tu sia,che cosatu faccia,dovee come tu viva, d importante
rt'l;rzi,rretra I'uomo.la sua mente,Iasua Realh (quellache vive personalmente) e la solo che tu sia in gradodi pensarea cid chevuoi esseree a cib chevuoi vivere.

20 IO SCEI,GO
IO VOGLIO
IO SONO TU COSAPENSI? 2l
c c
L'uso consapevoledegli strumenti che la nostra mente ha naturalmente a dispo-
da relazionipossibilistiche
La Realti che ognunovive pud essererappresentata all'in-
sizione pud permettere a chiunque di costruirsi, in totale autonomia e indipendenza,
dinamicoin continuaevoluzione.
terno di un Drocesso
nuovi percorsi mentali capacidi produrre nuove emozioni e nuovi "binari" sui quali
far viaggiareanche nuovi "trenini" di pensieri felici, con tutti gli effetti tanto incre-
dibili quanto positivi che, lo vedremo, ne possono allora, finalmente, derivare.

Tutto cid che ognuno pensa con la sua mente consapevole


e tutto cib che ognuno conseguentementevive,
deriva da tutto cid che la sua mente inconsapevoleritiene essereveriti.

Ti descriverdanchele delicatee potentissimedinamichequantisticheche sono


all'originedeifenomenisincronicitantocari a Jung,di coincidenze favorevolio sfavo-
revoli,deglieventiprevedibilio imprevedibilie dellamaggiorparte delleesperienze
che ognunovive.Dinamicheche sonofortementecondizionate soprattuttoda quello
che la propriamente inconsapevole credeessereveroe da cid che ognunoha pensato
nel suo passatoe pensanel presente.Queste,se da una parte portano a doverammet-
tere (unapersonatriste ha in generemolta difficolh a farlo)che ognunod in qualche
rnodoresponsabile di tutte le esperienzeche ha vissutoe chevive (anchedi quelleche
hanno portatome a scriverequestolibro e Te a leggerlo),dall'attragli possonoperd
lrcrmettere,cambiandoautonomamentee senza l'aiuto di nessuno le sue credenze
irlconsapevolilimitanti, di cambiarele proprie emozionie pensieriinducendola Realt)
it produrreanchetutte le nuoveesperienze potenziantie feliciche potd, finalmente, Quellosoprad lo schemadi un cicloripetitivo,"chiuso",in cui una personapud ritro-
tlcsiderare.immaginaree viverenel suo futuro. varsia viveree nel qualegli unici cambiamentisono quelli che awengonofrazie a
cambiamentidellaRealtdintrodotti da altri o dalla Realthstessa.

'22 IOSCELCO
IOVOCLIOIO SONO TUCOSAPENSI? 23
c c
I-erelazionipossibiliste
"credenze-emozioni-pensieri-esperienze
di vita" possonocon-
durre a due diversevisioni dellaRealti e relativiscenari.

6.Nis? Il primo b quellodi chi pensae Eiiudicasestessoe la Realtdin modo distorto,conflit-

c)
w tuale,limitante e "statico"anchesolo per il fatto che le sue cred,enze sonoperlopiir
riferiteal proprio passatoe induconoa produrrepensieriripetitivi semprepiir lonta-
ni dal presentedella Realth.E la visionedi chi ritiene di viverein una Realti giover-
natain variamisura dal caso,daglialtri o dallafortuna/sfortuna,oppuredallagene-

ag"
+d!!!!
tica ma anchedal proprio karma,da influenzeastrologicheecc.[Jnapersonacrededi
subirele esperienze che vive (in particolarequelleche teme)senzaaccorgersi
sepptlreinconsapevolmente le ha prodottelei stessao ha fortementecontribuitoa
farlo."Ma come?lcome possoaver"prodotto"io di essermiammalato,di esserestato
traditoo lasciato!Di esserestatoderubatoo licenziato!..."Seti interessa
devisolocontinuarea leggere.Chi si ritiene una vittima passivadelleesperienze
che

scoprirlo
che
oaonu vive i il tipico soggettotriste che vive nell'insoddisfazione
sua mente una seriedi cred,enze
e nel tormento. ha nella
che sono perlopiirfalseo limitanti e che ritiene
inconsapevolmente verita assolute.E pieno di aspettativee speranzedi cambiamen-
ti felicineglialtri e nellaRealh,ma i incapacedi produrrecambiamentifelicinei
Ir questocaso,invece,il ciclosi apree si inizianoa viverenuove
esperienze quandoe suoi pensieri.Sonopersonechevivonoin generelamentandosie sentendosivittime
.srsi introducononuove credenzee, conseguentemente,
nuovi pensieri.un nuovo impotenti di ingiustizieo dellasfortuna,che hannouna visioneperlopiugrigiae tri-
rrcnsieropud esserepotenzialmenteprodotto in qualsiasimomento ma pud essere
stedellavita e dellaRealtaindipendentemente da qualesia.
cstremamentedifficileo inutile farlo quandonella propria mente
inconsapevole si Il secondoscenariod quellodi chi si d accortoche le sueesperienze di vita sonosl
strntrprodottecredenze/veritiche to contraddiconoo quando
si sono costruiti in essa condizionatedalla Realtire dagli altri, ma sono anche in grado di adeguarsiin
llcrcor.sl associativi
privilegiatiche limitanola Iiberh dei propri pensieriproprio
come rnodotanto formidabilequanto"misterioso"alle sue credenze,a cib che dentro di
binari che,se da una partepermettonoe guidanoil percorso
di un treno,dall'altralo sri"sente"e credeesserevero.E in questosecondocasocheallorasi possono, auto-
li.tllitanoad esseresemprelo stesso.Perriuscirea produrrefacilmente
nuovi pensieri, nomamente,trovare motivazioni,stimoli a pensaree a giudicarese slessoe la
chc.sianoefficacia produrrecambiamentiin sestessie nellaReala,
si deveperoprima Realh in modoottimistico,potenziante, attivo,felicee coerentecon quellochesi
inten'enirenellapropriamente inconsapevole per produrrenuovecredenze/verita o desideraperchdci si b accortiche si pud partecipareattivamentea indurre la Realth
;rttttttllare
vecchiecred'enze/verih. Per far questod importanteiniziarealmenocon il
''trt.rrrrtttersi" a crearele esperienze di vita felici,quellein cui si d staticapacidi crederee chepiir
di avereuna visionepossibilistadellaRealti. si desideravivere.

24 IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO TUCOSAPENSII' 25
c c
Sul concettodi verite
,rrlrclnrrche cosi come le proprie credenzeinconsapevoli, derivatedal proprio pas-
;irto,sonoallabasedi tutti i propri pensierie dellamaggiorpartedelleesperienze
che
;i vivrn<r,allo stessomodo nuove credenze - che oEinunopud iniziarea produrrein
yrrirlsiirsi
momento- possonocondurrea produrre nuovi pensierie allora anchea
'rvcrenuoveesperienze. Potraifinalmenteaccorgertidi quali possonoesserele false
:redenzeradicatenellatua menteinconsapevole, quelleinopportune,vecchieo limi- Il concettodi Veriti 0 un'invenzioneumanainesistentein natura.
rrnti che hanno costruito i binari che guidano i tuoi pensieripresentie scoprire
;ttantosiain fbndofacileintrodurneconsapevolmente di nuove,piir felici,costruttive, Qualsiasiconcettoconsideratoveriti pud soloessereo falso
rtttralizzate al presentee in sintoniacon la tua natura,i tuoi desiderie le tue ambi- o una descrizionepiir o menoapprossimata, soggettivae temporanea
: ioni. di elementi parzialidellaRealti.

I nretodo,che ho chiamatoExotropic Mind, puo permetterea chiunque Io voglia di umanola parolaVeritir


er I'essere
'irrscire,da solo e in totaleautonomia, significa pieno corrispondenzu
a divenireI'attivoe consapevole attoreprota-
Ionista,produttore,regista,scenografodel "film" dellasua vita, intervenendoconsa_ con la Realtdeffettiua.esuttezza.
rr:r'olmente e direttamentesia nella propria mente inconsapevole sia nelle..trame All'originedi ogniconflittoumanoc'b
;uantistiche"e invisibili dellaRealti, partecipandoalla creazionedelle propriecre- proprioil fatto che quandoun uomo
lutze e delleproprieesperienze di vita attraversonull'altroche I'usoconsapevole delle arrivaa credere cheunaqualsiasicosao
trtlplic.issimeregole che stanno alla basedel funzionamentodella mente e della concetto siaunaVerith,quindiassoluta,
(taltd. E un metodoche pud permettereancheal .soggettopiir razionale pessimista esatta, incontrovertibile
edeterna,tende
e
li trasformarsiin un generatoredi entusiasmo,di ottimismo e di esperienze di vita inevitabilmente a cercaredi imnorlaad
elici perchdindica un modo sempliceed efficaceper cambiarein meglio il proprio altri.
rrpportocon se stessie la Realtd. d un processo
La Realt),lo vedrer.r-ro,
dinamicoin continua e irreversibileevo-
'itl cttrsodel libro ho cercatodi fornirespunti di riflessione e di incoraggiamento per Iuzione. caratterizzatoda cambiamenti e
Iriunquesia,per qualsiasimotivo,insoddisfatto di s6 o clellasuavita e per chiunque dal[acompartecipazione, ad ogni evento,fenomenoo esperienza, in modo manifestoo
rt' sia soddisfatto ma desideriscoprirecome poterladirettamentee autonomamente invisibile,di tutta la Realti. Anzichdimpegnarsinellaricercao nellaproduzionediveri-
rr i fliora rea n cor a. t), scientifiche, religiose,ideologiche, comportamentaliecc.,I'uomopotrebbeinvece
limitarsi a cercaredi comprenderela RealDnel presente,con le minori approssimazio-
ni che gli sonopossibilipartendoperbdal presupposto che d incapacedi capirequantola
suaattualeapprossimazione siavicina o lontanadallaRealti fino a quandoha prodotto

IOSCELGO
IOVOCLIOIOSONO 27
o @
trtlirllliglioreapprossimazione con cui poterconfrontareIa Realh e I'approssimazione
tuno, oltre a ripercorrerevecchieo produrrenuoveconnessionineuronalinellapro-
Ireccdetrte.Ma cid pud esserefatto soloa posteriorie, soprattutto,c'd il granderischio pria merrte,provocacarnbiamentianche nella Realtdesterna.ProduceInformqziotti
che qr-rando si d prodottaun'approssimazione miglioredellaprecedente la RealD,nel Pure,privedi energia,prive di spazioe di tempo e per questoonnipresentinellospa-
I r;rttempo,potrebbeesserecambiata.
zio e nel tempo. Si tratta di Attitudini e Tendenzeche entrano in relazionecon la
Seti 0 successo di giudicareripetutamente in modonegativouna persona, queltuo di ogni cosaancora
tramadellaRealtir,di tutta la Realth,e intera$iscono con I'essenza
gitrdiziopuo avereassuntonellatua rnentecaratteredi veritae alloracon quellaper-
prima che una qualsiasi esperienzapossa manife attualizzandosi
starsi rrelpresentein
sotlapotraiviveresoloesperienze perlopiirconflittuali,nonostanteil tuo giudizioini- proprio pensiero in
modovivibileo visibilesensorialmente. Ogni d $radodi condizio-
zi.rlefossesoloun'approssimazione. gli rendere pii o meno proba-
naree guidare eventiin una direzione o in un'altra,di
comunementesi ritiene che sia importante solo quello che ognuno dice e fa, piuttosto favorire coincidenze, fenomeni sincronici
bili certi accadimenti che altri, di
t ltr e ll<crh e d i sd d v is ibilee perc e p i b i l d
e a g l i a l tri e p o i c h 6i p ropri pensi eri egi udi zi dalla capacitirdi una per-
favorevolio sfavorevoli.Tutto cid awiene indipendentemente
s , r rr. invi si b i l ie per lopiirim pe rc e p i b i ldi a Sl ia l tri o g n u n o te ndea ri tenerl i,.cose" indipendente
sonadi accorgersi di che cosad prodotto dalla sua mente e di che cosa i
lrstratte,private,di minore valoreo importanzarispettoa qualsiasicosapossadire o
dalla sua mente, owero ben poco.Una volta che avrai compreso,che ti saraiaccorto
l.rre.Ma ognunonellasua menteha delleinfbrmazioni,dei concettie dei modelliche
di cid che il tuo pensared in gradodi produrreall'internoe all'esternodi te, se riusci-
gtstiscecomefosseroverih assolutenonostantepossanoesserefalsi,soggettivi,inop-
rai ad accettarloe lo vorrai, potrai, molto piU facilmentedi quantr-rtu possaora cre-
Portunio obsoletiperchddedottida esperienze vissutein passatoe in contestidiversi tlere,utilizzarele tue parolee i tuoi pensieriper a5iirein modo attivo,costruttivoe
tiit quellipresenti.Questepresunteverih soggettive sonotuttaviaquelleda cui dipen- vantagiEiioso dentrodi te, nellatua mente,e fuori di te, nellaRealDche vivi. Saraiper-
rkrnoogni propriaemozione,ogni pensiero, ogni giudizioe,conseguentemente, il pro- vasoda un irrefrenabileentusiasmoche ti farddimenticareche cosasia la noia..'
grriomodo di interpretaree agirenellaRealt).
ognuno, senzache se ne rendaconto,vive, si emoziona,soffre,gioiscee interagi-
Nulla di tutto quelloche leggeraiha alcunapresunzionedi verih, sonosolo mie opi-
s(u con gli altri e la Realh in funzionedi esse.Ogni propriopensieroe giudizioricalca
e relative,alcunecondivisibilifacilmente,altre no.
nioni, possibiliste
lrrtrpripercorsimentali associativipreferenziali- indipendentemente dal fatto che
|ossanoes.sere infelici,inopportunio sbagliati- comebinari precostruiti,rinforzan-
La Veri$ e un concettoassolutoche gli uomini utilizzanoper riferirsia concettiche
ilrrli ulteriormenteogni volta che vengono utilizzati. Poichdi propri pensierinascono
sono relativi.Qualsiasicredenzaritenuta veriti dovrebbeesseretrattata solo come
rrtlla propriamentee sono invisibiliagli altri, si d portatia ritenerli cosepersonalie
un'opinione relativae soggettiva,anchese condivisada un giruppo,per quanto vastrr
Irir';rte,ma anchea sottovalutarne gli effetti,in sestessie nellaRealtd.Ma i propri pen-
possa,essere,di persone.I conflitti umani nasconodal tentativodi una o piir personedi
sit'ri interaAiscono e interferiscono con la Realtde con il corsodegli eventiin modo imporre proprie Verit) ad altre persone.Dallapropriaesperienza dellaRealt)derivala
llrnto insospettabile quanto potente.Tulte le esperienze che ognunovive e vivrd nel propria mente si tramutano in
propria visionedella Realtde le credenze che nella
itto I'tttttro,con se stesso,con gli altri e tutta ta RealD,sonofortementeconclizionate ma molto
Verith.E a quel punto che scatta il meccanismo, utile alla soprawivenza
l;rciir che ognunocredee pensadi sestesso,deglialtri e dellaRealtir. poichd sono ritenute Verit2rsi
pericoloso quando si tratta di ideologieo opinioni:
( )gni proprio pensiero,feliceo infelice.ripetitivoo nuovo,
opportunoo inoppor- ritiene conseguentemente che siano assolutee si tende, anzich6.considerarlesolo pro-

au IOSCELGO
IOVOGLIO
IO SONO DI VERITA
SULCONCETTO 29
o c
prie. personalio condivisemagari da un "gruppetto" (relativamente
intcra)di persone,ad imporleagilialtri senzaconsiclerare
irr altre Veriti semplicemente
all'umanit)
chegli altri possonocredere
perchhannoavutoaltre esperienzedellaRealti,nella
I,a tua Realth
Itcalti. Un altro aspettodelicatod che chi ha smessodi averedubbi riguardo qual_
a
i'osae la cui mentesi E costruitadellecredenzelverita o ha aderitoa veritadi altri, qua-
ItrrrtlLreessesiano,si sentemeglio e tendea sentirsi migliore degli altri. La Realtiri un processodinamicoin continuae irreversibileevoluzione
l-'Llmanihintera potrebbecambiarein megilioanchesolo se la parola,,Veriti" (exotropia) canttet'tzzatada cambiamenti.
\'enisseeliminatada tutti i vocabolarie linguaggie sostituitacon:,,Sapere di...", ,,opi_
rritrnedi..." o altro chesiarelativoanzichdassoluto. Invecedi Veriti scientifica,sapere oginieventoo esperienza locale(checoinvolgeanchesolouna o piir persone)
;cientifico;invecedi VeriD religiosa,saperereligiosoecc..Nei tribunali
invecedi fare e copartecipa
interferisce tuttala Realtir,localee universale.Luomohadasem-
littrare di dire la veriti, si potrebbefar giuraredi dire quellochesi sa,tutto quelloche precercato perriuscire
di comprendere la naturadellaRealhchelo circonda
;i s;re rrient'altroche quelloche si sa.
primaa soprawivere efficientemente,poia viverein essail piu felicemente possibile.
Anche le sconvolgentie sorprendentiscopertedella fisica quantisticahanno
Perquantoriguardala soprawivenza d stato,a oggi,effettivamente moltobravo,glra-
,'rrstrettoI'uomoa rinunciarea esprimereconcettiin termini ,Jj,,cerlezze', portandolo ziesoprattutto a un corpoe un cervellochesi sonoevolutiproprioe soprattutto a tale
rd esl.trimersi solo in termini di pnssibilit)relative,cliprobabilih.eualsiasrconcetto,
scopo, maperquantoriguarda ilviverein essafelicemente, ahim6,sembra cheI'uomo
tlea,fenomeno,esperienza dovrebbeesseredescrittosolo in termini di possibilitde
siaproprionegatoin questo.Ognunoha dellesuepersonali ideee credenze sulla
rrohahiliD.Volendocomunquecontinuarea mantenerevivo il termine"Veriti".
lo si Realtichesonoderivatedacomeha interpretatoe pensatole sueesperienze di vitae
lrit'rehheallorautilizzaresolo per concetti,se ne esistessero, che si rivelanoessere daquantohaappreso edd credutodaglialtri.Pudfacilmente essere statoportatoa cre-
rssoluti, almeno relativamenteall'uomo. Tutta I'umanitd, nessuno escluso,
si derechela suavitae le sueesperienze di vita sianogovernate soloin minimaparte
lrrvrebbetrovareassolutamenlee all'unanimitdcl'accordosu di essie seanche
un solo dallesuescelteo dallasuavolontde chesianoinvece, in variamisura.soprattutto I'ef-
ronrolbssein disaccordo, si dovrebberinunciarea chiamarlaverit)... fettodelcaso,deglialtri,deldestino, dellafortuna/sfortuna, dellasuagenetica, oppure
delsuokarma,di leggidivine,delsuoternanatalee di influenzeastrologiche, deicon-
flitti esistenziali
o dellavolontbdeisuoiSenitorie antenati, di cidched statoe havis-
sutoin viteprecedenti, dellavolontirdelsuoangelocustode e spiritiguida,delleambi-
zionievolutive dellasuaanimae/oaltro...

Thtto quellocheun uomoqede che abbiainfluenzasulla suavita


e sulle sueesperienze di vita, ha influenzasulla suavita
e sulle sueesperienze di vitao

io IOSCELGO
IOVOGLIO 3l
IO SONO
c 6
che molte dellepersoneche stannovivendoquellamalattiaguarirebbero, tutte quelle
che ci credono,le cui ntenti hannofattodi quellainftirmazioneuna veriti.
Tutto cid in cui si crede,senzadubbi e indipendentemente dal fatto che sia una
cosareale,che sia limitante o potenziante, condizionaIe esperienze che si viv<-rno,
la
propriavita e il corsodeglieventiin essa.Il problemarisiedenel fatto che nessunosa
esattamentequelloche la sua mente- consapevole e inconsapevole - credeesserevero
e si ritrovaa vivereperlopiirsubendogli effettidellesuecre,Jenze/verita, senzaaccor-
gersine che la Realh chevive dipendesoprattuttoda esse,nd che gli basterebbe cam-
biarle per vivereuna Realtddiversae piir felicema soprattuttoche, se lo vuole,pud
cambiarle,facilmente,e pud iniziarea farlo in qualsiasimomento.
Normalmente,quandouna personavive in mododiversoda comeha speratoo si d
aspettato, tendein modo razionalea voler cercaredi cambiarele coseall'esterncl di s6
o a lamentarsicon altri perch6sianocostoroa farlo.C'd chi d un vero e pr{)|rio spe-
cialistain questo.Lamentarsie fare la vittima divieneper alcune personeil r-nodo
naturale,normalee spontaneocon cui si relazionacon se stessoe con gli altri. Che
cosac'd di sbagliatoin questo?fusolutamentetuttol Personalmenteho semprefatto
faticaa sopportarechi impegnail suo tempo e la suaenergiavitaleper ar$ornentare,
elaborare, giustificaree spiegarele ragionidellasuainfeliciti che partonosempredal
presupposto di ritenersivittima di una qualsiasisituazioneche a suo dire si d svih-rp-
I tltrellocheognunocrededi sestesso, patain modo totalmenteindipendente da lui.
dellavita,dellaRealti,delleesperienze chevive
lrr determinacid che ognunod e le esperienze Ora che so - e scriverequestolibro b stata per me una vera rivelazi<tne - che
di vita che vive e vivr). euello che la
tr;rrrentecredeverofavoriscelarealizzazione ognunovive una propria Realti che corrispondeperlopiira quell<tche la sua mente
di cid chepud diventarevero,anchese
rr lirssesoloper Te. credeesserela Realtir,ho finalmenteanchecapitoperchdio stessoho sempreavuto
Se per esempio,venissediffusaI'informazione difficoltirsiaa viverecerteesperienze clrecredevodi desiderare ma clre la mia mente
che da oggi una sempliceinfluenza
rlivcntatauna malattiache pud condurrealla morte entro pocotempo,d probabile ritenevaimpossibilio estremamente improbabili,siaa sopportarechiunquetendesse,
lrr rnolte personeche si ammalanodi influenzamorirebberoentro poco tempo, comeproprioatteggiamento, a lamentarsie a farela vittima.
trt'llcche ci hanno creduto,quellele cui menti hanno fatto di quellainformazione
rrrlrveriti. Allo stessomodo,sevenissediffusal'informazioneche da oggi si pud gua-
irt ttltro pocotempo da una qualsiasimalattiaprima considerata letale,d probabile

IO SCELGO
IOVOGLIO
IO SONO LATUAREAUTA 33
c
La tua visione della Realth
Ogni emozioneche provi 0 indipendentedall'esperienzache stai vivendo,
dipendesolo da come la tua mente la giudica.

a nostramentegiudicacontinuamentetutto cid con cui entra in relazionepro-


ducendoemozionidallequali deducipoi cid che ritieni esseregiusto/sbagliato,
bello/brutto,possibile/impossibile ecc.Le emozionicheprovisonoindipendenti
da cid con cui entri in relazioneperchdsonoil risultatodi percorsiassociativi prodotti
nellatua menteche ti portanosemplicemente a rivivereemozionifiir provatein pas-
satoe presentinellatua memoriainconsapevole.
C i b che i rnmaginio che per cepisci con essapr oduce
dallaRealt irnell'int er agir e
solo degli stirnoliche d la tua mentea Sestireemotivamentein baseunicamenteai
significatiche riescead associare loro.Sevivi una bellaesperierrza che producestimoli
chesonoperdstatidallatua menteassociatiin passato a brutte emozionisaraiportato
a credereche si tratti di una bruttaesperienza.
Cosifacendola vivrai male e rinforzerai la credenzapresentenella tua mente.
Ognunoha un propriopersonale archiviodi informazioni,perlo;riuinconsapevoli,
che la propriamenteutilizzaper giudicareogni elemer-rto dellaRealti cor.tcr-risi con-
fronta.Ma nessunopub averevissutnle stesseesperienze con le stessereaziottiemo-
tive e gli stessipensieridi qualcunaltro,percidognunoha un proprioarchivio,unico,
lt rntrpioni che ognuno proua (luando immagina o uiue una certa esperienzatlipendono personale, diversoda quellodi chiunquealtro. E per questocheognunoha unavisione
-solo
Lhttnne e a co.saIa sua mente la associaTtergiudicarla, tlipendono dalle proprie credenze limitata,distortae soggettivadellaRealth,ma ha soloquella,per questoi difficileche
itttnsapetoli prodotte a loro uolttt dtt tutto cid che si i u[ssuto,immaginato e sognato rie.sca ad acc0rgersene.
nel Ttropriopassato. S e qual cunoti chiedesse di ent r ar ein una saccapienadi liquidoam niot icoe di
rimanerru,i, aI buio,con un respiratore, ragigornitolato su te stessoper alcunimesi,che
cosarisponderesti? E evidentechesarebbeun'esperienza insopportabile per chiunque.

35
c c
ronostantetutti I'abbianovissuta.Difficilericordarlaconsapevolmente, almenoper i Prova ora a immaginarti al posto di Adamo,
rrirni t.nesitrascorsinell'uterodi tua madreb probabileche la tua mentefosseinca- "apparso"sulla Terraper primo Aih adulto e fisica-
r,rrr di volerecldesiderare altro. menteautosufficiente, senzanessunoa dirti quello
I Tnessere rriventeraggiungela suamassimacapacitadi percepiree acquisireinfor- chesei e cid che deviessere, che cosad il benee che
rr;rziorri dallaRealtdda ancoraprima di nascerefino al terzoanno di vita.La mente0 cosad il male, che cosa b giusto e che cosab sba-
ril'inizioincapacedi confronti,di associare cid che percepisce nel presentea cid che gliato,belloe brutto,possibilee impossibile, peccato
r;rlrcrcepitonel passatoe quindi, anzichd, giudicare,accettareo rifiutare,percepisce e o virtir, piacere
o dolore, facileo probabile
difficile, o
;r scnrplicemente suo tutto cid che percepisce. Un essereumano pronto per nascere, improbabile,che cosa devi m:rngiare, come devi
;c gli fussepossibile, potrebberimanerein quellaRealti- una "sacca"di liquidocaldo vestirtiecc.,e senzaancoraalcun"peccatooriginale"
rrncheper rrrillennisenzasoffrirne. per il quale sentirti in colpa.Saresticostrettoad
Il vero trauma d invecela nascita.Un numero infinito di nuoveinformazioni,di agire intuitivamente.Qualsiasicosa potessifare,
;r:nsazionifisichesconosciute: suoni, luci, il pesodel corpo,il freddo,I'arianei pol- mangiare,pensare,sarebbeil solo effettodi scelte
rtotti,tutto insierne.Un'esperienza sconvolgente di separazione dall'unicaRealtir, dal- autenticamente tue, fatteunicamentein virti di cid
'tttrica"enerfia"
che conosce,quelladellasua fonte primariadi vita e di .sensazioni: che la Realtir intorno a te ti mette a disposizione e
' t r trror tta te rn< 1.
dellatua capacith di accorgertene. Tu e la tua vita
lrn adultoc()nuna mentericcadi credenze sarebbeprobabilmer-rte incapace di sclp- potresteessereprofondamente diversise nessunoti
rortare rrn cosi rapido cambiamentodi Realtd.Anche per un neonatod probabile avesse condizionato a credere nellecosein cui credi.
'lrt cio costituisca un trauma,ma la plasticitddel suo cervello,la capacit)di proclurre
,'rlricctt.tt'trte ttuovipercorsiassociativi neuronalipiuttostoche insisterenel ripercor-
,'r't tluclli che ha giir lo rendonocapacedi affrontarequalsiasiesperienza imparando
L rr ssa.
llitcnfo personalmente, in oginicaso,che la consuetudine modernadi separare un
r('{rnltodallarnadreper lasciarlosolo,in un lettino, in una stanzapienadi estranei
rr r t 'lr tlo ro a p p e nanat i ( c hec o n rel u i b p ro b a b i l ec h e s i a n o ,a l menoi ni zi al mente,
lr s 1 , , '1 ';1si1a1u1na pr at ic ainut i l rn e n tev i o l e n ta .C h e s i a i n v e ceuna consuetudi ne
tt,rtltrnafinalizzataa prepararele personead essereinfelici,a esserequindi facilida
, ,'rt roll a r-ep e rc hpor t at ea v iv e re fi
, n d a l l an a s c i tan, e l l ap a u ra?

| {; IOSCEI,GO
IOVOGI-IO
IO SONO LA TUAVISIONEDELLAREAUIA 37
c
il cer",vello
piu complessa
J I cervelloumanoe probabilmente la strutturadi materiaorganizzata
e misteriosa dell'intero Universo. Ha perd un aspettosconcertante: il suo funzio-
I
Inamento si basasu delleregolecosisemplici,cosielementarida Iasciareallibiti.E
in gradodi memorizzaree di recuperareuna quantitirpressochd infinita di informa-
zioni - questod grandiost-l - ma I'aspettoforsedeludented che lo fa attraversosole
associazioni, che d)valore alle informazionisolo in basealla faciliti con cui riescea
recuperarlee che questadipendea sua volta unicamenteda quanto le utllizza.La
logicaestremamente elementaresu cui si basad simile a questa:se utilizzandocerte
informazioni sono ancora vivo, significa che sono giuste. Ha il grande varrtaggiodi
essereun sistemadinamico:pub gestireun'enormequantiti di informazioniriconfi-
gurandosicontinuamentee autonomamente,aggiungendonuove ass,rci.rzioni a
quelfe vecchie,o producendone di nuoveper memorizzarenuoveinftirmazit,,ni.
Questecaratteristiche, per quantostraordinarie, presentano degliinconvenienti: se
una persona d ignara del modo estremamente con
elementare cui il suo cen'relloprodu-
ce le sue credenze,lesueverih e le conseguentiemozioni,pub molto facilmentearriva-
re a pensaree a produrreSiudizisu sestessoe la RealDche sonosolo ripetizionidi pro-
pri pensierie Siudizi precedenti,prodotti nel suo passato,ma soprattuttopuo convin-
cersi che sianogiusti nonostantepossanoesseresbagliati,superatio adeguatialla sola
soprawivenza(anzich6a viverefelicemente), evitandocosidi cambiare,di "aggiornarsi".
Qualunqueuomo, per il solofatto che D gradodi pensaree conseguentemente
in di
produrregiudizi, pud facilmenteriteneredi esseremolto, molto, molto piir intelli-
gentedi quantoin Realh sia,pub credereche i suoi pensierisianomolto piir "giusti"
di quanto in Realti siano.Una personache si accorgedi quanto la logicache il suo cer-
vello utilizza per funzionare(e lo vedremomeglio tra poco) sia elementareha perb
una preziosaopportuniDper iniziarea esserealmenoun po' piu umile.

39
o c
ll cervello,indipendentemente dal suo "padrone"e dall'usoche ne fa, d un sistema che sia soprattuttoin questaabilit) che il cervello- comesistemafisico,materiale- si
hiokrgicodinamicoevidentemente molto sofisticato, capace- d importarrtericordarlo esprimein mente,in coscienza. in Anima o spirito.
anchedi permettereil funzionamentoe la soprawivenzadel corpo fisicointerpre- La parte esternadel cervello,la corteccia,b costituitada circa 100.000.000.000
tando,attribuendosignificatie producendoreazionialla percezionesensorialedel- (cento miliardi) di neuroni. Ogni neurone pud averefino a 10.000ramificazioni
I'ambientee del corpo,coordinandoconseguentemente I'attivih dei trilioni di cellule (mediamentesonoun migliaio),le cui terminazionisinaptichelo possonocollegare,
checostituiscono il suocorpo.Ma il cen'elloumanoha ancheun'altragrandiosacapa- dinamicamente, ad altrettantineuroni.Il risultatod che il numerodi possibilidiverse
cit), tantosconosciuta quantopotente,e nellaqualecredofermamente(l'hoanticipata combinazionidi connessionineuralidel nostrocervellod estremamente superioreal
nel mio libro Exotropia e se stai legEiendo questolibro capiraiil perch6):possiamo numero di atomi presentinell'interoUniverso.Peravereuna vagaideadi quanti atomi
considerarloancheun sistema"quantistico"capacedi acquisireper via extrasenso- potrebberoessercinell'Universo, consideraanchesolo che a ogni turl respiroespelli
riafe,di elaboraree generareinforntazionipttre.Ladifferenzafondamentaletra infor- nell'ariaun numerodi atomi pari a un 1 seguitoda23 zeri. Sononumeri intpressio-
rrazionitradizionalie informazionipured che le prime richiedonoun supportoiisico nanti.
localein cui poter esserescritte,veicolateo memorizzate,le secondeno, sono infor- Si ritieneche ogni connessione sinapticacostituiscaun'associazione tra informa-
maz i o n ip ri vedi ener gianel s e n s otra d i z i o n a l ed e l te rmi n ee per questosonoonni - zioni diversee che sianoquesteassociazioni a permetteredi memorizzaree recupe-
presentinello spazio,in tutto lo spazio.Tali informazioniinteragiscono con la trama rare le informazionistesse. Comei neuronie le loro connessioni sinapticheriescanoa
dellallealti e contribuiscono a crearegli eventie le esperienze in cui il cen'ellostesso, memorizzareinformazionie ancorapocochiaro.Si potrebbesupporreche il cervello
attraversoil corpofisicoche controlla,vive e vivrd nello spazioe nel tempo.Ritengo memorizziinformazioninei neuronie dia loro significatiattraversole associazioni, i
col l egamentisi na pt icicon alt r i neur onie le r elat iveinf or m azioni,m a quest aidea
derivaprobabilmente ancheda quelloche I'uomo consideraessereun'informazione:
qualcosadi univocoe fissato.Io credoinveceche la Realh siaun processodinamicoe
che anchele informazionicon cui la naturae il nostrocervellohannoa che faresiano
concettidinanrici.Piuttostoche memorizzareinformazioniil cer.,'ello creasemplice-
rnenteassociazioni tra elementichesonotradottiin reazionibiochimichee quelloche
noi riteniamoessereinformazionisonointerpretazionidinamichedellesoleassocia-
zioni che fe dovrebberomemorizzare.Sono invecele soleconiigurazionidi associa-
zioni tra neuroni- realizzateda connessionisinaptiche- che permettonodi merlo-
rizzaree recuperareinformazioni,che costituisconoe riproduconole informazioni
stesse.
I neuroni,attraversole Ioro sinapsie le cellulegliali,avrebberoailora Ia solafun-
zionedi realizzaretali connessioni associativee tenerlevive perchdpossanoprodurre
littogrufia al microscopioelettronicodi un neuronee una reteneuronale. reazionichimiche quandovengonosemplicementeattivateda un pensieroche le

/( l IOSCELGO
IO VOGLIO
IO SONO II, CERVELLO 4l
c c
attraversa. Ogni volta che questoawiene,inoltre, ne vengonoprodottedi nuove.Le rispettoa quelleprodottedal cervellodi un altro bambinoche interagendocon un
rcaziclnichimichepr<ldottevengonopoi percepitecome emozioni.Ogni noslropen- caneci avesseinvecegiocatoe fossestato da lui coccolatoaffettuosamente, provando
sieroe il sempliceeffettodell'averseSuitoun certo percorsoassociativo tra neuroni piacereper questo.Nei rispettivi cervelliverrebbememorizzatoil concetto"cane"ma
collegatifra loro da sinapsicome un trenino che pub ragipiiungiere varie stazioni con associazioni e significatidiversiperchdrelativialla loro personalee soggettiva
seguendoun percorsosu binari in cui, perb, sono il percorsoe i relativibinari che esperienza di interazione con un cane.Nel primo, oltre ad associazionicon colore,
costituiscono le stazionistesse. aspetto,nome,forme,odori, suoni ecc.,vi sarebberoanchele associazioni cane-cat-
Laspetto"sconvolgente" di tutto cid d che la capacitir del cervellodi memorizzare tivo-dolore-pericolo. Nel secondo, invece,cane-buono-gioia-piacere.Le pseudoinfor-
runaquantitapraticamenteinfinita di informazioniderivadal fatto che quest'ultime, mazioni sono memorizzatedalcervelloper essereutilizzatepersonalmentepiuttosto
anzich6esserememorizzate,vengonosolo "dedotte"all'occorrenza.Cid vienefatto che per esserecondivisecon altri comeawiene,per esempio,per le informazionipre-
ogni volta che,nel presente,gli serve,gli "capita"di farlo.Trattienein s6 soloaspetti senti in un dizionarioche devonoprodurre significatiuguali per tutti; e.sse devono
dellaRealtdtradottiin segnalibiochimiciche sonoassociati fra loro in configurazioni inveceooteressereutili a soprawivereindividualmente, anchefrazie o nonostantegli
d inam i ch eL. er eaz ionis uc c e s s i viep,e n s i e ri ,l e e m o z i o n ii,g i udi zi e l e azi onichenoi altri, afle loro informazionie a comele hanno memorizzate.
consideriamo effettodi nostrescelteo di informazionipresentinellanostramemoria Le informazioniche ognuno mernorizzaattraversoassociazionisono pseudoinfor-
sono invecesolo I'effettodi come le configurazionidi associazioni, stimolatesenso- mazionidinamicheancheperchdriconducibilia immaginisimbolichedi contestiespe-
r i alm e n ted all' es t er noo im m a g i n a ti v a m e n te d a l l ' i n te rn od i sd, " combaci ano" con rienzialisoggettiviche possonocambiarenel tempo.Se il primo bambino,dopoquella
quelleacquisitein sd nel passato. esperienza dolorosa,avesseinoltre continuatoa pensareal suodoloree ai cani comeani-
Ii comese invecedi memorizzare,per esempio,il concetto"cane"e associarvi dei mali cattivi.il suo concettodi cane= cattivoavrebbeassuntonel suo cervelk-r carattere
significati,il cer"',ello memorizzisolo associazioni cli significatida cui poi deduceil cliveriti. condizionando quelbambinoad averesemprepauradei cani,di qualsiasi cane
concetto"cane"quandogli servefarlo.In questocasooginicenrellomemorizzaI'in- (mentrealtri ci giocanofelicemente), anchese nel frattempod diventatoadultoe pud
lirrmazionerelativaal concetto"cane"utllizzandoassociazioniproprie,personali,sog- dit'endersi, ancheseindossaabitidiversida quellocheavevairritatoctuelcane...
gettiveche possonocambiaredinamicamentenel tempo e produrre effettidiversiogini
volta che ognuno interagisceo pensa,nel presente,a un cane.In cervellidiversila
ste.ssa informazione- pur avendolo stessonome o significato- viene memorizzalae
l'eedbackCervello-Realm
ricostruitaartificiosamente in modo diversoe sopigettivo, producendoall'occorrenza
significati,emozioni,pensieridiversie soggettivi.Quelleche il cervellomemorizza Quandosi ha pauradi rivivereun'esperienzache si i vissutadolorclsamente in passato
(comeper esempioquelladi esseretraditi o lasciati,di ammalarsio di perdere del dena-
srrnodunque,piuttosto che informazioni univoche,pseudoinformazionidinamiche,
stt11t1e t t iue e possibiliste. ro) o quandosi ha pauradi vivereun'esperienza infeliceche si d immaginatada soli o
dopcrmagariaverlavistaviveredolorosamente daaltri, si tendeinconsapevolmente a fare
ll cer.',ello di un bambinoche, interagendoper la prima volta con un cane,viene
,rggreditoe morso (magariperch6indossaun vestitocon un odore che irrita I'ani- di tutto per viverlao riviverlaappenapossibile.Questoawiene per tre ra5liont:
rn;rlc),sofTrendo molto per questo,produceuna seriedi associazionimolto diverse

12 IO SCEI,GO IO SONO
IO VOGLIO II, CERVELLO 43
6 o
perchdle propriecredenzee ipropri pensieri,lovedremo,condizionanola Realti MaI'opportunitidi produrrenuovecredenze e annullare vecchiepaurela si hasempre,
a produrreproprio le esperienze che corrispondonoalle propriecredenzee pen- lo si pudfarein qualsiasi momentoe senzadoveraspettare di vivereo riviverele relative
sieri ricorrenti: esperienze perchdla mented incapace di distinpiueretra esperienzerealmente vissuteo
perchdle propriecredenzeentranoa far partedi propri modelli mentali che fil- soloimmaginate. Quando si riesceadaffrontare e dissolvereunapropriapaura,qualun-
trarroe riorientanola percezionesensoriale: viene"lasciatopassare"soprattutto queessasia,si liberala propriamentee sestessidainutili limiti e si possono finalmente
cid cheappartieneo E relazionatocon [e proprie credenze,su cui si focalizzalapro- produrrenuovipensierie nuovecredenze, si evolverendendo partecipe tutta la Realt)
pria attenzione,e viene"offuscato"cid che d nuovo o diversoda esse,che viene chequandosi arricchisce di nuoveinformazionicostruttiveevolveanch'essa. Ma in
ignoratodallapropriaattenzione; genere, quandosi stabene,si tendea essere "distratti"daaltro.Unapersona cheavesse,
perchdvivereo riviverele esperienze tristi o dolorosevissuteo pensatein passato, peresempio, pauradeiragni(magarisoloperchequandoerapiccolaun suocompagno
ma in situazionidifferenti,in tempi diversi,con un proprio corpo diversoe con di giochilehatiratoin faccia un puzzolente ragnodigomma, facendole male...)potreb-
personediverse,produceun feedback cerebralepotenzialmente evolutivo.Si ha la besemplicemente immaginarsi di averetantiragni,simpatici e amici,cheI'aiutano a
preziosaopportunit), proprio mentre le si vive o rivive,di cambiarequalcosa.tli farecosebellissime, al finedi riconfigurare leproprieconnessioni sinaptiche associate al
perfezionare e aggiornarele credenze dellapropriamente,di trovarenuovesolu- concetto "ragno".Granpartedelleesperienze tristicheognunovivesor-to prodotte e
ziorriche permettanodi gestiree risolverecostruttivanrente quell'esperienza gra- tenuteattivedacredenze tristi dellapropriamenteche,anzich6, essere cambiate, sono
zrea nuovi pensieri,a nuoveassociazioni e azionipossibilmentef-elicie a nuove statesologestiteconattegigiamenti vittimistici.Granpartedi tutte le esperienze tristi
informazionidi cui il propriocervelloma anchetutta la Realti viene,senzache ci cheesistono e chechiunquepubvivered prodotta, tenutaattivadallecredenze di tutti i
se ne renclaconto,resapartecrpe. tristi e vittimistichesonoin circolazione e cheDensano adesse.

IVolti si riducono a rivivere periodicamentele stessetristi esperienze,quelle che


Un'Umanithdi personechefosserotutte capacidi produrrepensierifelici
trmono magsiormente,spessorivissutecon personee scenaridiversiancheperchd
sarebbeun'Umaniti di personechevivonotutte esperienzefelici.
ttrtteIevolteche le hannovissutee ne hannoavuto['opportuniti,ripercorrendonella
Dropriamente le precedentiassociazioni mentali infelici,anzich6approfittarneper
lrrrrdrrrne altre, nuove,costruttive,felici ed attualizzate al presente,hanno probabil- Il feedback potenzialmente
Cervello-Realt2r pudessere
evolutivo interpretato in que-
trrenteincolpatoaltri, si sonolamentatidi altri o dellapropriasfortunae si sonochiusi felicema seperqualsiasi
stomodo:la nostranaturad, a priori,straordinariamente
irt rrnostaticovittimismopur di evitarequalsiasicambiamentonelleproprie credenze ragioneunapersona viveo immaginadi vivereesperienze infelici,la suamentee la
t rteipropri pensieri.Se ne avessero inveceapprofittatoper provarenuovesoluzioni, RealDla porterannoa viverleo a reimmaginarleperpoterriuscire a rinfor-
, anzichd
lrr,rdrrrrecambiamenti,nuovi pensierie nuove credenze felici,avrebberopotuto dis- zarle,atrovaresoluzioni,a produrrefinalmentenuovipensieri felicichele permet-
solverele loro pauree smetterecosi di pensarea esse.Sarebbern quel casovenuta tano,e permettanoallaRealD,di farleviverenuovee diverse esperienze felici.Sele
tt t t t t r rl a "n e ces s it a
inc ons ap e v o l ed"i ri v i v e rl ep e r i n i z i a refi nal mentea vi vernedi esperienzecheuna personavivesonoper loro naturainfelici,riuscirea produrre
lluovc,diversee maparifelici. comunque, nonostante pensieri
le si stiavivendo. e credenzefeticipudprodurrecam-

14 IO SCELGO
IOVOCLIOIO SONO It- CER\ELLO 45
@ o
biamenti,nella propria mente ma anchenella Realth,che faccianofinire tali espe-
realizzare sonoestremamente elementari:l'addizione@dAe la sottrazione(sub).
rienzeo le faccianocambiarein altre migliori o felici.Se,per esempio,nessunocre-
Ancheper esegiuire semplicimoltiplicazionio divisioniil processore di un compu-
dessee pensasse di poter esseretradito o lasciato,di ammalarsio di perderedel denaro, di addizionie sottrazioni'Pudsembra-
ter deveprimatrasformarlein unasequenza
quelgeneredi esperienze smetterebbe semplicemente di esisteree conseguentemente
re incredibilecheun computerpossariuscirea faretutto ciddi cui d capacegraziea
di poter esserevissutoe tutti ne trarrebberoun vantagsioevolutivo. ma ci riesceperch{d in gradodi
duesoleoperazioni aritmetichecosielementari
compierlea unavelocitialtissima. Perquantoriguardala menteumana'ritengo
Le esperienzetristi che una personapuir vivere hanno lo scopo di stimolarla "aritmetica"ched in gradodi compieresiaI'addizione che
cheI'unicaoperazione
a trovare nuove soluzioni, a produrre nuovi pensiei e credenzepii felici, nuovi colle$amenti sinapticifra i neuronichevengonorag-
realizzaaggiungendo
costruttive ed evolutive che possanopermettere a lei giunti attraverso sinaptici- ognivoltachesi pensa,si ascolta,
vecchicollegamenti
e agli altri di smettere di viverle. qualcosached gihconosciuto - e tra i neuronicheven-
si vive,si immagina,si sogina
gonoraggiuntiattraverso nuovicollegamenti sinaptici(questo, a menochesi sia
'futto il peggioche esisted creatoda chi credee pensaal peggio.Tutto il meglioche
bambini,richiedeun maggiorsforzo)quandosi pensa,si ascolta,si vive,si immagi-
esisted creatoda chi credee pensaal meglio. Ognunodi noi interagiscecontinua- per la primavoltanellapropriavita.
na,si sognaqualcosa
nente, direttamenteo indirettamentecon una grandequantit?rdi persone;le espe-
rienzechevive dipendonoperlopiudallesue credenzee pensierima anchedallecre-
denzeepensieridi tutti colorocon cui direttamenteo indirettamenteinteragisce. Ci
.sonopersonele cui credenzee relativipensierisonoperlopiirtristi e distruttivie se le
tsperienzeche vivono fosserounicamentequelleprodottedalle proprie credenzee
pensieri,probabilmentesi autodistruEigerebbero entro brevetempo. Riesconoinvecea
soprawivere,seppuretristemente,giraziesoprattuttoai pensieridi altre personeche
Ir conosconoe chevogliono loro bene,che pensanoa loro con g;ioiaaugiurandoloro il
h.'rtcdi cui esseson<.r
incanaci.

Oervello,memoriae computer
Uunicainvenzione umanachepotrebbeessere paragonata a un cervellod il compu-
ter,anchesevi sonoalcunedlfferenze nelleloro basidi funzionamento.
sostanziali
Nelcasodi un processoreelettronico, aritmeticheched in gradodi
le operazioni

IL CERVELLO 47
16 IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO
6 c
cambiare daun chipall'altroe,ognivoltachesi accede adoEinuna di esse,anchenello
I collegamentisinapticivengonosolo aggiunti,quelli che vengonopercorsi stesso chip.Questememoriedovrebberri poter acquisire e trattenere informazioni
quandosi pensanormalmentesonoquelli chesonostatisemplicemente piil usati senzadoverle collocare in puntiprecisiraggiungibili elettricamente coor-
attraverso
in passato perch6ogni volta chesonostati utilizzatine sonostati aggiuntidi dinateunivoche, ma producendo soleassociazionidinamiche tra punti ra$$iun$ibili
nuovi.I pensierichesi producononormalmentesonoil sempliceeffettodei pro, attraverso percorsivariabili.Il lorovaloreo accuratezza dipenderebbe solodallafaci-
pri percorsimentaliassociativipiil facili da percorrereproprioperchdhannoun la qualea suavoltadipenderebbe soloda quanto le informazioni stesse
lih di recupero
maggiornumerodi connessioni sinapticheequivalenti. Tuttoqui. D per questo verrebbero semplicemente Main
utllizzate. questo caso,le forme di arti-
intelligenza
motivochechi si 0 abituatoa pensaresempree solocosetristi ha un'enormedif- ficialichene potrebbero derivare presenterebbero gli stessivantaSgii ma anche Eili
ficolD a produrreancheun solopensierofelice,i suoipercorsiassociativi mentali stessiproblemidi quellaumana.Unavoltatrattatauna qualsiasi informazione come
piil facilisonoquellirelativia pensieritristi,ma d ancheveroil contrario,a mano inizierebbe adagirein funzione di essa, anchesequellainfor-
unaveritir,I'intelligenza
a manochesi iniziaa pensare felicemente, divienesemprepii facilefarlo.Il cer- mazioned sbagliata.
velloumanoEmoltopiil "stupido"di quantosi possacredere,ma il fattochepossa
potenzialmente produrrecosegrandioseememoizzareun'enormemoledi infor- di cui la menteumana,grazieal cer-
Edoravedremole cosestrabilianti(odevastanti)
mazionipud facilmenteindurrechiunquea crederedi esseremolto pir)intelli- vello,pubessere
capace.
gentedi quantole regolesu cui b basatoil suofunzionamentopotrebberolasciar
intendere...

Ii maggiorlimitedi un computer, rispettoallamenteumana,d rappresentato dalla


quantitidi informazionia cui pudaccedere anchesela loro stabiliti,attendibilitir,
itccuratezzao precisione
d decisamente a favoredelcomputer. See quandol'uomo
dovesseriuscirea produrrememoriebiologichee/oquantistiche, in gradoeventual-
nrentedi autoagsiornarsi
dall'ambiente attraversosensorio entanglemenl, ancheun
computerpotrebbe sviluppareformedi intelligenzacomenoi la intendiamo.

Unamemoriapercomputerche,anzichdmemorizzare ogniinformazione all'interno


di unacelladi memoriaraggiungibile in modounivoco,fossein grado
elettricamente
di tratteneree riprodurreinformazioni
attraverso
soleassociazioni,solicollegamenti
dinamici cheperderebbero la necessitb
di doveressereraggiuntidirettamente tra-
rrritecoordinate univoche- permetterebbeprobabilmentedi inserireimmense quan-
tit;rdi informazioniin pochissimospazio,
masarebbero informazioni chepotrebbero

4u IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO IL CER\ELLO 49
@
La mente
Le tue conuinzionidit)e,tl(tn(t
i tuoi 1tt'ttstt'rr
I tuoi pensieridi\attt(nt(,
le tue pttntlr'
Le tue parole diuanld,t()
le tue tt:iotrt
Le tue azioni diuenldn(,
le tue ahiluditti
Le tue abitudinidiuertltrtro
i tuoi t,ukrr
I tuoi ualoriditenl(Dt()
il tuo deslirto
(l;rntlIr
r

I te r m inem er t t evienenor m alm ent eulilizzaloperdescr iverle e f unzionisupt , r i, r r


J
I del cervello. La mente umana d dotata di liberoarbitrio,di una coscienza in f rrrtlrr
I di discernere autonomamente il benedal malee di produrre (lo fa continuanrcnt(')
pensieri,emozionie giudizi. Pud accederea una quantit) di informazioniestrrrrr;r
mente piir grandedi quanto si riescaa essereconsapevoli.Il suo funziooamr:ntot'
rroltoinnanzi tutto alla sopravvivenza del corpo- per questoscopoil cervelloir crrit'
d
associata efficientissimo lo
e d statosoprattuttonel corsodei milioni di anni in etrr
I'uomoha lottatoper la soprawivenza - ma ha una tendenzaevolutiva,volta quintli.r
produrrecambiamentimigliorativiin se stessae nellaRealDrin cui vive.
Da circa un secoloa questaparte la socieh b molto cambiata,e continuaa llrrlo

l-rI
c @
sernpre piu rapidamente; le ambizioni dell'uomo moderno vannosemprepii oltrela insiemeai concettidi proiezione e rimozione, il cardinedelpensiero e dellapraticir
solasoprawivenza efficiente.Lasuaattenzione d oSgiperlopiir rivoltaallaricercadel psicoanalitica portandoquestoconcettoa livellidi popolariDmai raggiuntiprima.
benessere e delpiacere. E soprattutto perquestomotivoche,oggipiir chemai,oSnuno Tuttala storiadellapsicoanalisi corrisponde a un tentativo di definireunateoriadella
dovrebbe riuscirea farcambiare, a farevolvere anchela suamenteperportarlaa saper mentefondata sull'inconscio. Lapsicoanalisi d la teoriadell'inconscio su cui si fond:r
produrree giestire costruttivamente il benessere chea suavoltadovrebbe permettergli I'approccio psicoterapeutico chehaavutoI'awiopropriodal lavorodi Freud,forseil
di produrreancheesperienze piu costruttive, evolute, feliciedambiziose dellasola primoadaccorger.si, tra I'altro.cheI'inconscio d incapace di produrreEiudizi, di attri-
soprawivenza efticiente. buirevalori,di riconoscere il beneo il malee anchedi qualsiasi moralith.PerFreud
Chiunque siavivoe in gradodi pensare pudfarloe devefarlosevuoleevitaredi tutti i disturbio patologie mentalieranodaricercarsi in disturbio conflittinellarela-
ridursia soprawivere tristemente producendo soloconflittiin unasociet)in cuivi d, zionedell'Uomo conil sesso e conla propriasessualitd. PerJur-rgi, invece, eradaricer-
tutto sommato, un grande bene.ssere (prodotto dai pochiche,standospesso umil- carsiin disturbie conflittinell'espressione spiritualedi sestessie dellaRealtir. Ivlal;r
mentenell'ombra, creanoe producono evoluzione costruttiva). Un soggetto triste, spiritualititd I'espressione dellarelazione deltutto(edell'Uomo) conil tutto,lavisione
incapace di pensieri costruttive
e azior-ri edevolutive chevivain un contesto in cuivi d spirituale dellarealh di Jungb alloraforsequellachelo haportatoanchealladefini-
benessere essere stimolatoadimpegnarsi a diventare felicee zionedelconcetto di inconscio collettivo.
{razieadaltri, dovrebbe
costruttivoanchelui piuttostocheambireal benessere pretendendolo o rubandolo a Io credochela ragionesianellacombinazione, piuttostochenellacontrappo.si-
chi b statorealmente capace di produrlo.Main unasocietir in cui il benessere prodotto zione,dellerispettive visionidi Freude Jung.sessualitd intesacomeespressione
costruttivaliberae felicedellapropriaenergiasessuale e spiritualitiintesacome
da pochissimi vienevissutoda pochie desiderato in modoperlopiirrazionale, fru-
perchdogichiunque vivain espressione costruttiva e felicedellapropriacapacitldi amareconla propriapotenza
strantee maldestro dagliattrii conflittisonoinevitabili
pudrtenire creatricee divina.Tutti i conflittidell'Uomo, consestesso, congli altri e conla Realta
unarealt)localecaratterizzala daunacertaculturae credenze consolidate
potrebbero alloraderivaredallaprofondaconfusione generata siadallecredenze pro-
rapidamente a conoscenza - lraziea Internete allatelevisione - di culture,credenze
dottedallarepressione sessuale siadaquelleprodottedallarazional izzazione dellaspi-
e modidi viverediversidaisuoie ritenere chesoloil propriomodello culturale siagiu-
ritualiti.Religioni natee sviluppatesi in diversicontestisociali, periodistoricie aree
stoe quellodeglialtrisbaliato. Giudicare sbagliato qualcuno d ilprimo passo per
geografiche, un tempoisolatefra loro,hannoprodottodifferentiinterpretazion i razic>
interrompere ogni possibile "comunione di intenti"ed entrarein conflittoconlui.
nalidellaspiritualita chesonostatesottoposte/imposte agliuominicomecredenze
Razionalizzare il propriorapportocongli altri e il loro apparente benessere significa
concarattere di verih.La razionalizzazione dellaspiritualitiha toltoall'Uomo Iasua
darevalore, piuttosto chea quello cheuna persona credee pensa, soloa comeappare, potenza divinapercr.,ncentrarla nell'immagine, esterna a lui, di un essere superiore,
a cidchedice,fae possiede. capace di crearema anchedi giudicare, di premiare o punireI'uomoin basea leggi
Il termineinconsciod statoutilizzatodaK.R.Eduardvon Hartmannperindicare apparentemente amorevolima chesembranoessere stateinterpretate al finedi ren-
il principiochestaallabasedellasuafilosofia rifacendosi alle"percezioni insensibili" dereI'uomoincapace di accorgersi dellasuanaturadivina.Limmagiine di un Diosupe-
di Leibnizsull'esistenza di unazonainconscia. Schopenhauer ritenevainconscia la rioreedesteruo all'Uomohapermesso "esclusivisti"
alleChiese e ai suoiportavoci di
volontidi vivere.Freude in seguitogli psicologi delprofondofecerodell'inconscio, ottenere un enormepoteresuglialtri uomini.A seguitodellemigrazioni e dell'evciltr-

52 IOSCELGO IO SONO
IOVOGLIO LA MENTE D.l
c c
zionetecnologica, che ha permessolo sviluppodi reti di comunicazioni(soprattutto una camicia dello stessocolore di quella che vent'anni prima indossava,quando
uomini residentiin diverseareegeografiche
Internete televisione), caratterizzate da andavaalle scuoleelementari,un suo compagnodi classeantipatico,che la insultava
diversecredenzesono entrati in contatto tra loro. Le loro credenze- e quelle che piit e la picchiava...In questocasola menteconsapevole cercamotivazioniinesistentiper
sono statesaldamenteassociateal concettodi veriD sono per taluni proprio quelle giustificareun'emozioneche derivada sue associazioni mentali inconsapevoli pro-
religiose- si sono potute confrontareproducendoinevitabili contrapposizioni, dotte nel suo passato.
creandouna grandeconfusionema anche profondi conflitti, soprattuttoderivanti La mente inconsapevole accedeautonomamentee automaticamentealle informa-
dallediverseinterpretazionirelativeai concettidi bene,di male e di punizionea cui zioni memorizzatenella sua memoria inconsapevole attraversosempliciassociazioni
I'u6moveramentespiritualesa inveceaccederee attribuire significaticostruttivispon- e presentail risultatoallamenteconsapevole nellaformadi emozioni,combinazionidi
taneamente, indipendentemente dai precettidi qualsiasiReligione. sostanzechimiche in gradodi produrre effetti fisiologicizu tutto il corpo.In un adulto
qualsiasigiudiziomentaleconsapevole d comunquel'effettodellesueemozionie sen-
Perevitareassociazioni con i concettijunghiani o freudianidi conscioe inconscio,ho sazioniche derivanodalle associazioniche la sua mente ha percorsopartendoda cid
preferitoutilizzarei termini mente consapeuoleper indicarequelladi cui ci si accorge ha percepitoo pensatonel presentee cid che hamemorizzatonel passato,che d nella
consapevolmentee mente inconsupeuoleper quella di cui si d incapacidi accorgersi suamemoriainconsapevole. Le emozionisonoquindi I'interfaccia tra la menteincon-
consapevolmente. Il funzionamentodella mente b caratterizzatoda due livelli fonda- sapevolee la mente consapevole e possonopermetteredi accorgersidi quali credenze
mentali di attiviti: quellaconsciao consapevole e quellainconsciao inconsapevole. sianopresentinella propriamemoria inconsapevole. Riusciread accorgersidi quali
Anchele informazionia cui i due livelli di attivit?raccedonoper poter produrrequal- possanoessereaprealla meravigliosapossibiliti di cambiarle,d fondamentaleriuscire
siasireazionefisiologica,emotivae di pensierosonodescrivibilida due livelli:le infor- a farlo perchdle informazionipresentinella propria memoria inconsapevole sono
mazioni cctnsapeu oIi e quelle inconsapettoIi. prioritarierispettoa quellepercepiteo prodottenel presenteperchdnellamentesono
Ora vediamodue esempidi mente e informazioni consapevolie mente e informa- associatead esperienzegi) vissutenelle quali si d riusciti a soprawivere.
zioni inconsapevoli. E soprattutto per questomotivo che d importante riuscire a "riempire la propria
Se una personache sadi conoscere la lingua ingleseincontraun americano,potri mente" anchedi informazioni e credenzefelici, relativea esperienzefelici, anchese,
parlareconsapevolmente con lui in ingleseutilizzandole informazionirelativeallalin- almenoinizialmente,sonosoloimmaginate.
gua inEilese di cui d consapevole. Mentee informazioniin questocasosonoconsape- La mente funzionaattraversoassociazioni;i giudizi dellamente consapevole sono
v o li. l'effetto delle emozioni derivateda associazioniprodotte dalla mente inconsapevole.
Seuna persona,ignaradi comela suamenteproduceemozioni,incontraun estra- Un meccanismosorprendentementesemplicema molto efficientequandosi hanno a
neo e provada subito una sensazionenegativa,vieneprobabilmenteportata dallasua disposizione tantissimeinformazioni.
menteconsapevole a cercaredi capirerazionalmente che cosac'd in lui di "sbagliato", La mente di un bambino d piir portata ad accettareche a giudicarela Realh, la sua
se questaprima ricercarisultasse vanainizierebbealloraa comportarsicon lui in un memoriaha molte meno informazionirispettoa quelladi un adultoe le nuoveinfor-
rnododa portarlo a dire o fare qualcosadi "sbagliato".Ma la sua mente inconsapevole mazioni vengonoacquisitedirettamente,senzafiltri derivati da modelli mentali (che
grotrebbe averprodottoquellasensazione nepiativasoloperchdquell'estraneo indossa vedremoin seguito).La sua mented apertae propensaad acquisireanchepiir infor-

54 IOSCELCO IO SONO
IOVOGLIO LAMENTE CD
6 c
nazionigi) associate tra loro comeinteri modellidi comportamento. Perun bambino Metaforicamente D come se un topolinoche vive su un transatlantico
fosseconvinto
d un vantaggioenorme:poter osservareil comportamentodi esseriumani vivi
lr,restcl di esserelui a guidarlo.
.rcr impararerapidamenteda essicome soprawiverenello stessoambiente.
l'er chi ambiscea qualcosadi piir dellasemplicesoprawivenzaefficiente,vivere
lclicementeper esempio,questamodalitddi funzionamentodella mente pud avere
rffetti devastanti.Se da piccolichi si ossen,ab vivo ma infelice,il comportamentoche
si acquisir)sari efficaceper soprawiverema in modo infelice.Nessunosi accorgedi
rssereo di esserestato nella sostanzauna "fotocopia"di coloro che ha iniziato ad
osservareda appenanato in poi, perch6la sua mente consapevole se lo e dimenticato,
rra la suamente inconsapevole se ne ricorda,eccome!Dopoavereimparatoda chi ci +\ !t,
sta intorno a soprawivereefficientemente, si dovrebbe,da subitoo al piir presto,ini-
ziare anchea produrre autonomamentenuove informazioniutilizzandola propria
irnmaginazione in modo felice.Ma nessunoci insegnaa farlo,sembraanzi che ogni
[enitore tendaspontaneamente a volere,nei propri figli, dellefotocopiedi se stesso
che conferminoe dianouna continuih alla suavisionedellarealD.alle sue cred,enze
dateper veree piiuste.Ma d inutile preoccuparsi, puoi iniziarea cambiare,a produrre
r-rnatua visionefelicedellaRealti in qualsiasimomento,andandoavanticon la lettura
sccipriraiquantod facile...
-t*

Mentre la mente consapevole di un adulto


elaborae interpretaattraversoassociazioni al
massimo poche decine di informazioni al
secondo,la mente inconsapevole ne processa
F:3j
decinedi milioni.Anchesesi trattaperlopiirdi
stimoli e informazioniambientali,la differenza
d sconvolgente.Significa in buona sostanza
che le emozioniche ognuno provae i giudizi
z4
ie,*A
dffi#;""t
che produce quando vive. pensa, sogna o
immaginauna qualsiasiesperienza
per circail 99,999998
dipendono
%oda informazionidi cui
.ffi
b inconsanevole.

5(i IOSCELCO
IO VOGLIO
IO SONO LA MENTE cl
o o
E molto importantesapereche la quantit) di informazioniinconsapevolia cui la
mente inconsapevole accedeo pub potenzialmenteaccedered immensamentesupe-
riore a quellea cui la menteconsapevoleriescead accedere'

Sembra,lo vedremo,che ancheun singolofotone,elettroneo atomo possaavere


direttamenteaccessoa tutte le informazioni che caratterizzanola Realtdin cui si sta
Indipendentemente ciairisultati- piir o meno noti e a cui o$nunopud credereo no - manifestando.In fisica quantisticaquestoaspettoe stato ipotizzatoe definito,seppur
di esperienzedi trance,ipnosi regressiva, percezioniextrasensorialio chiaroveggenza, con ampiezzapiir limitata,con il termine"variabilinascoste".
si pud ritenereche ognunodi noi possapotenzialmente accedere sia a tutte le irrfor-
mazionicon cui si d, in qualsiasimodo,confrontatoin tutta la propria esistenza firr da
prima dellanascita,siaa qualunqueinf<-rrmazione esistente, presente in tutta la Realtit Le tue YeritA
manit'esta6 nella sua trama invisibile.In questocasosi tratta di intuizioni. La mente
umanapud potenzialmenteavereaccessoa qualunqueinformazionepresentein tutta l-a nostramenteacquisisce continuamenteinformazionidall'ambiente e da sestessa.
la RealDanchesenzaaccedere alla propriamemoria.Questad un'opportunitiche,se Tut t o quelloche r iuscianr o
Lo fa naturalm ent ee in m odo per lopiuinconsapevole.
accettata,sviluppatae sfruttata,pud portare qualsiasiuomo a interpretaree viverein attraversoi sensia percepiredall'esterno
o cheprclduciamo
dentronoi stessipensando
modo completamentediversola Realt),molto pii felicementedi quanto abbiamai viene memorizzato grazie a una sempliceoperazionecapacedi rinforzarevecchie
saprrtofare. associazioni o crearnedi nuove:I'addizione.
Possonoessereancheinfclrmazioni molto

58 IOVOGLIOIO SONO
IO SCELGO t,AMENTE 59
c c
diversetra loro: concetti,nomi, giudizi,emozioni,sensazioni. numeri,valori.espres- si pensanocosenuoveche producononuoveassociazioni.liin quest'ultimocasoclrt'
sioni, forme,colori,odori, giudizi, suoni ecc. Se studiamo una lingua straniera,per la mentedell'essere umano pub cambiareed evolvere.
esempio,dovremofar nostreinformazioni che ci dovremo ricordare consapevolmente, Nonostante le regolechela menteutllizzaper percepire,selezionare,ntemorizz;rrt'
dovremoper questo memorizzarlestabilmente nella nostra memoria consapevole. e accedere alleproprieinformazionisianoestremamente semplici,si sonorivelateel'l'i
Gatto irr inglesesi scrivecat e si pronuncia chet. Alla parola gatto in italiano verra cacissimequandoil fine d la solasoprawivenza.Ma se si d ignari di come la propria
mentalmentea-ssociata la suatraduzione scritta e la sua pronuncia in inglese ma nella mentefunzionae si subiscesoltantoquestosuo fur-rzionamento, d molto facileritro-
memoria inconsapevole vengonocomunque registrate anche tutte le informazioni varsia vivereintelicemente. Sonoproprioquestesempliciregoleche possonoportart
relativeallaparolaEiattocon cui ci si d confrontatinellapropriaesistenza. Quellederi- una personaa credereche concettifalsi,inopportunio semplicemente obsoletisiano
vate da tutte le proprie esperienzedi interazioni con gatti, con le relative informazioni inveceverit) assoluteche devonoessereaccettateda tutti. Questoesponeal grandc
sensoriali, ma anchequellederivatedalleesperienze immagiinate o sognatein cui sono rischiodi soprawiveresi in modo efficientema tristemente,rendendola propriavita
stati presentidei gatti. e quefladelfepersonecon cui si ha a che fareun calvariocaralleyizzato da iraintendi-
menti, malintesie conflitti,senzaun'apparente via di uscita.
Qualunquesiail soggetto,qualunquesiala suamotivazione- studiareuna linEiua,
.soprawivere, vivere,lavorare,amare,esserefelici ecc. - fra tutte le informazioni
memorizzateinconsapevolmente la mentededuce,autonomanrente, quelleche soncr
Pub sembrare sconcertante,ma quello che per la mente Dpiir importante per
le proprie Veritd.Questod forse uno degli aspetti piir deiicati di tutto il funzionamento arrivarc ad atMbuire a un'informuione caraftere di Veritd Dtuft'altro che il suo
della mente. Relativamentea un gatto, se [a propria prima esperienza, avvenuta contenuto: 0 solo la faciliti con cui riesce a recuperarla dalla sua memoria. La
magari in un particr-rlare contesto,d stata quella di essere stati graffiati o morsi da uno facilith di recupero dipende solo dal numero di associazioni mentali, di connes-
di essie da allorasi d iniziato a pensare che i gatti sono cattivi (e si d magari evitato, per
sioni sinaptiche che portano a essa, queste dipendono unicamente da quante
questo,cliinteragirenuovamentecon loro in contesti diversi e avere I'opportuniti di volte si D confrontata con essa.Che sia stata vissuta, letta, ascoltata,pensata,
potercambiareidea),la propria veritirsarh che i gatti sono cattivi e tutta la propria vita immagiinatao sognata0 indifferente. Quante piir volte un'informazione si ! pre-
saraalloracondizionata da taleverit) soggettiva. Questovaleper qualsiasi cosacon cui sentata nella proptia mente, tanto maggiorc i il numero di associazioni menta-
si pud interagirerealmenteo con I'imma$inazione. li che sono state prodotte e che possono ricondune a essae tanto piir quell'in-
La mente memorizzainformaziclniper poter accederead essequandole possono formazione sarir considerata dalla propria mente una veriti assoluta.
servire.Per farlo usasempliciregolebasateunicamentesu associazioni tra informa-
zior-ri.Leemozioni che ognuno prova vivendo o pensando a qualsiasi cosa sono ['effetto
di questeassociazioni inconsapevoli che vengono ripercorse nella propria mente. Dalle E importantesapereche qualsiasigiudiziola propriamentepossaesprimereriguardo
pr-ri i propri pensieri, giudizi e azioni che a loro volta producono qualsiasicosa- che sia bellao brutta,verao falsa,giiustao ingiusta,piacevole o dolo-
emgzioniderivano
altre informazioniche la mente tnemorizzae su cui producealtre associazioni in un rosa,realeo irrealeecc.- d solo una propriapersonaleipotesibasatasu approssima-
cic l o co n ti n uoc he dur a t ut ta l a v i ta . A v o l te l a me n te p e rcorre, uti l i zza sempre le zioni, D per questoche pud ancheesserecompletamente sbagliatao semplicemente
n-redesinte associazioni tra ie stesse - o simili -- informaziotri, a volte si percepiscuno o irradeSuata o inopportunain relazioneal presenteche si vive e al futuro che si vuole

60 IO SONO
IOVOGLIO
IOSCELGO IAMENTE 6l
c o
in modo obiettivo dellapropriairnmaginazione, utilizzatamagarie inconsapevolmente appostain nrodrr
vivere.Ogni giudiziod solouna vagaipotesi,incapacedi descrivere
giudicato perchd la mente, per produrre utllizza le propriecre- pessimistico, senzachevi siaalcunarealeminaccia(comeuna belvao nemicoferoce)
cid che viene iudizi,
proprie verith (che si d costruite nel proprio passato e per questo sono for- e si e irr contestisocialie arnbientaliche sugseriscono di evitaredi attaccareo scap-
denzee le
riesca a mettere in dubbio i propri giu- parefisicamente, quellesostanzechimiche anzich6, essereutilizzatee metabolizzate
tementesoggettive). B difficile che un uomo
perche prima di tutto, accor$ersi di quali siano le proprie verita e rirrrangiono in circolo,ancheper molto tenrpo,e possonoportareall'assuefazione. In
dizi sia dovrebbe,
o, magari,piir realistiche,sia perchti questocasouna personapotr) alloraincominciare,e continuarea farlo inconsapevol-
riuscirea considerareanche veriti alternative
che le emozionicheprovaquandosi confronta,pensa n.rente apl.rosta.a produrrepensierie situazioniconflittualiche provocanoin lei paura
ognunoritiene,erroneamente,
giudica qualcosa siano causate da cid che sta giudicandopiuttosto che, come soloper far produrreal suo corpole sostarrze chimichealle qualisi d assuefatta.
Chi si
e
propria merrte. d abituatoa viverein un clima di paurapud prodr,rrre continuamenteconflittisoloper
awiene,solodalla
viverele stessesensazioni a cui si Eabituatoiassuefatto,senzarra5laririusciread accor-
gersiche i l cl i ma dellaRealt i in cui vive e cam biat oo e pr of ondanr entdiver
e soda
Affincheuna qualsiasicosa,idea,concetto,persollapossaesseregiudicata,deveessere
e si realizza cluelloa cui t'ra abituato/a.ssuefatto e, soprattutto.che potrehhe camhiare qualsiasi
in
associataa proprie infbrmazioni memorizzatein precedenza. Lassociazion
i p ro p ri p e rc o rs i
rn e n ta l i
c h e hanno pi u connessi oni momentoil suo approcciomentalevers(,la Ilealti\.
sem p l i ce me ntreiper c c r r r e n d o
sinaptichea cui sonoanche associate le reazioni biochimiche che vengono percepite
si manifesta l-a mentepuir tnentorizzaree utilizzareancheinfi-rrmazioni nuove.assentidalleprclprie
come emozioni.tjesitodelleproprieassociazioni mentali inconsapevoli
nella forma di emozioni. Oltre al cervello, anche ogni cellula nrcmori e.Quai siasi inf or m azione,
anchese si e incapacr di giudicar laper chdnuo\ : ; I ,
alla melte consapevole
prowista di codice produce sostanze, i neuropeptidi, asso- vienecomunquemenrorizzata nellapropriamenteinconsapevole attraverso a.ssocirzio-
del nostrocorpo Sienetico
una cellula riceve stimolazioni esterne che corrispondono ni in gradodi produrreemozioni,ma la mentedi un adultopui porredei filtri quarrdo
ciatead emoziorri.Quando
che condi- tali iniormazioniarrivanodall'esterno. Qualsiasi giudiziolxrtri comunquearn"errire sol<r
a elementispecificidel propriocodicegenetico,rilasciale relativesostanze
provate. Il concetto a me molto caro di felicith srrccessivamente alla memorizzazione di un'infirrrnazione perche questa dovracomlln-
zionano le emozioni che vengono
quate persona quando vive esperienze in sirrtonia con la sua que essereprirnastatain qr.ralche modoassociata ad altre infcrrrrrazioni ricarrate nragari
secondoil una d felice
per ogni cellula del suo corpo. Chi riesce a far vivere ai trilioni delle da altri pensieri,esperienze, sogni,intuizioni,e per questopresentiin merno-
fantasie,
naturavaleanche
che rispettino la loro natura, anche solo, per esenlpio. ri a. La rl ente di un bam bino.inr r ece. accet t am olt o f acilm ent enuoveinf or m azioni,
celluledelsuo corpoesperienze
senzafiltri, ancheconsapevolmente, anchese e incapace di giudicarleproprioperche.
con uno stile {i vita sano,pub esserenaturalmentepii felicedi chi invecefa vivereal
si
anchefrazie ad esse, creale basimentalidei giudizi chepror.ltrrr) in tuturo.La nrente
suo corpoesperienze contrariealla sua natura.Ogni propriaemozione,cornela feli-
consapevole di un adultopuirfiltrareo rifiutarea priori infrirmazioninuovellrovenienti
cita, I'entusiasmoo paura,corrispondea un proprioprofilo biochimico,una sorta
la
dall'esterno di se.Lo fa in gienerequandola suamenteha prodottoun sufficiente nurre-
di cocktaildi sostanzechimicheversole quali una personapuo anchesviluppareuna
liirma di dipendenza. La paura,per esempio,d l'effettodi un profilobiochirnicocarat- ro di prel;unte verita,considerate assolutc(anchesesbagliate o linrilanti),ma chesi sono
comunquerivelateutili a soprawivere. La menteinconsapevole, invece,acquisisce qual-
Icrizztrtoda sostanzeche sol'loanchestimolanti e anestetizzantiperch6preparanoe
predispongono il corpoall'attaccoo alla fuga.Ma secid di cui si ha paurad solofrutto si asii nf< rrnrazionesenzagiudicar laper che0 incapace di dist inguer e tra inf or m azior ri

62 IO SONO
IO VOGLIO
IO SCELGO LA MENTE 63
c @
lo fardsolola menteconsapevole
vereo false,realio astratte, succes-
conleassociazioni
sivee unicamente sullabasedella con
facilita cui potrhrecuperarle. SI CURANOSOLO

Vi b un altro aspettoche pub appariresconcertante: la mente,oltre a essere


incapacedi riconoscere a priod se un'informazione Dvera o falsa,D anche
incapacedi distinguerese tale informazione i ricavata dalla Realti' da espe'
rienz,evissuteo seb "irreale" perch6 solo imma$inata, pensata o so$nata.Per
la menteun'informazione e un'informazione e basta, saranno le SueaSSocia-
zioni con altre informazioni giit proprie a farle in seguito ed eventualmente
attribuiresignificatie valori.Ma$$ioreE il numerodi voltein cui la mentesi
confrontaconun'informazione, qualunqueessasiae qualunquene siala fonte,
SArcHEeuEsrA
maggiored la quantitd di associazioni mentalicheprodurrire quindi la faciliti E'FANTASTI CA
concui quelfinformazione potri essere Successivamente recuperata.
pud essere consapevolmente o LE MALATTIE
E h solafacilith con cui un'informazione SI CURANOSOLO
inconsapevolmente rrcupenta dalla memoria che porta la mente ad attribuirle CONI FARMACI
E'UN FARM ACO ?-
automaticamentecaratteredi Verith. Semplicemente,piir la mente si con-
fronta con un'informazione,pii la ritiene vera,indipendentemcnte dal suo
contenuto.Un'informazione falsa ma facilmente accessibile d considerata "piir
vera"di qualsiasi altrainformazione meno accessibile, anche se molto piit rea-
listicadellaprima.Se un'informazione d realistica ma nuova e per questo
assente dallapropriamemoria,oppureseproduceassociazioni in contrastocon
quelledi altre informazioni simili e facilmente accessibili (quindi ritenute
vere),verrircomunqueacquisita inconsciamente ma resterir inutilizzabile per-
ALLORAE' UN'IDIOZIA,
ch6rifiutata o considerata falsa. E questo il motivo per cui le persone adulte ASSOLUTAMENTE INEFFI.CACE,
hannoin genereuna grandedifficolti adaccettarecambiamenti:la loro mente CHEFUNZIONI
CHI CREDE
E'SO LOUNO STUPI DO
rifiuta a piiori qualunqueinformazionenuovasein contrastocon le informa- SU66ESTIONABILEI
zioni che ha gii in s6.Pud cosisoprawiveresi in modoefficiente,ma con
grandidifficolti a viverefelicemente,a cambiare,ad adattarsidinamicamente
il presentee ai cambiamentidel suocorpoe dellaRealti,ad evolvere.

IA MENTE 65
64 IOVOCLIOIO SONO
IO SCELGO
o o
t l n nre cl i co
o u n inf egner ec he p e r a n n i h a a s c o l ta tos, tu d i a to,ri petutoa se stesso, La proprietddella mente umana di poter attribuire caratteredi veriD a qualunque
p t, rrsirto
i rrl i rrr naz iora- rciui la su a m e n teh a p ro fre s s i v a m e n teattri bui toi nconsapc- informazione, anchesesuperatada altrepiir adatteal presente,
anchesefalsao incon-
volrrit'ntecaratteredi veritir,potrh al'eregrandidifficolti, una volta iinito il percorso sistente,pud essereabilmentesfruttataper produrre condizionamentie manipola-
tli str-rdio,ad accettare o anchea solclprenderein considerazione qualsiasinuovaintbr- zioni individualio di massa,promuovereconsumio condizionare comportamenti.Ma
rrrirzione diversao in contrastclcon quelleche ha rxemorizzatoin precedenza e dive- questaproprieti dellamented anchequellache pud portarecon facilit) una personaa
p ro fe s s i o neep e rq ual unque
r .su erre rit i.Q ues t ov alepe r q u a l u n q u e
rr Lr t le uomo,qrl al - viverein modo inlelice(pur soprawivendoefficientemente); cid awiene, in partico-
silsi cosafaccia. lare,quandononostanteil suo corpo e la sua Realtdesternasianocambiate,la sua
mente rimane "ancorata"semprealle stessecredenze,divenuteprogressivamente
semprepiii inopportuneo obsolete.Riuscirea sopra'uvivered gii un grandesuccesso,
L'U NIVER
rla perviverefelicementeI'essere umanodeve,oggipiu che mai, considerando i rapidi
L'UNIVERSO cambiamentiesterni, fare un piccolo sforzo, volto innanzi tutto a una gestione
TENDEAL
cAos costruttiva,dinamicaed evolutivadelleproprie credenze,al loro costanterinnova-
mento e adeguamento allaRealtdnel presente.
Vedremoin sepiuitocomefare,b molto
faci l e...

La mentedi molte persone,una voltacheha costruitouna propria"solida"basedi cre-


denzeche utilizza in continuazione(per quanto soggettive, errateo distruttivepos-
sanoessere), arrivaa considerarle verih assoluteeinizia alloraa trascorreretutto il
5A I CHE L ' U N IV ER SOE' U N PR O C E5 S O resto dellasua vita solo in funzionedi esse,accettandoaltre informazionisolo se e
I N CO NT I N U AE IR R E VE R S IBIL E quandoconfermanotali verithe rifiutandoa priori tutte quelleche possononegarlee
- questod I'aspettopiir grave- cercandodi imporleaglialtri, giudicandolisoloperdire
Q U ES TAE ' U N ' ID IOZI loro che sbaglianosesi rifiutano di farlo. Sono soggetti"pesanti"con cui d particolar-
IV A D I A L C U NFON D A ME N TO..
mente impeginativo averea che faresia perchdsono incapacidi aprirsi a un dialogo
costruttivo,siaperch6rifiutanoa priori qualsiasicambiamentonel loro modo di pen-
{' fr} saree interpretarela Realh. Creanosempreconflitti e fannoperderetempoperchdsi
pud parlaree proporreloro qualunquenuovaarpiomentazione senzapoter mai arri-
vare a nulla di diversoda quelleche sono le loro credenze/veritd:verrannotutte sem-
pre e comunquerifiutatea priori.
Sono personeche quandofanno qualsiasidomandaformulano contemporanea-
rnente,nellaloro mente,anchela relativarisposta"giusta",l'unicachebisogner)dare

(i(i I o v O c l. l0 los o N()


to sclil.G() I,AMENTE 67
c o
loro affinchi possanoaccettarla,e s e I' i n te rl o c u to red o v e sseri spondereirr modir solo pensando, innumerevolivolte.Ogni credenzalveritidistorcela percezionesia di
diversodovra,molto probabilmente, subireuna lunfa e inutile discussione voltasolo s6 siadellattealti. Il processomentalepotrebbeessereil seguente:una personainizia
a farglicambiarerisposta. a riceveredall'esternoinformazionitra [e quali vi sono "magro", "grasso","bello",
"brutto"; la sua mente creaquindi le prime associazionimentali"magro" e "bello",
"grasso"e "brutto",da cui derivanole successive associazioni:
"+ sonomagro"<+ "+ sonobello"
"+ sonomagro" <> "+ solroattraente",ecc.

('retlenzt'lulseo lirrtilunti clr lunntt assutttoil utrutteredi rcrila pnxluttno nxttlellimetttuli


t'ht,liltrano Iu pert'ezione sensriala, limitailo e tliskrct'ndo ciitt'lteuiettat,i.stoull'e.stemo
WG
tli sea rcnfermudellepnryriercri|a.

Nla,oltreagli inevitabilicorrtlittichederivanodal (attoche personediversehanrrocre-


denze/rrerit)differenti.questo nreccanisrrorrentale inconsapevole pud anche far
Nello schema.sonoropprese,ttaliTtossibilipercorsi associatittinei rluuli lu relazione
lrrnnralare.
LIna patologia per
come I'anoressia, esempio,derivadal fattoche la mente GRqSSL/l= BRUTTA ha assunto caruttere di teriti producerulo un pericoloso circolo tiziostl
pub arrir,'are
incor.t.sapevole ad attribuirecaratteredi veritaa un'informazirincf;rlsao con distctrsfutnettella percezione della reultti. Il concetto RELLA i raguiunuibile ed associabile
rtraleassociata e autodistruttivache e stataripetutamentalmentea se stessi,ancl're a sd solo Dussandoattrat)erso il concetto fu|AOPt..

6fl IO SCEI,GO
IO \OCI,IOIO.SONO LA MENTE 69
@ o
A questopunto una personapub iniziarea pensareripercorrendole relativeassocia- nrentali,i propri pensieripotrannopcrcor
Unavolta prodottele nuoveassociazioni
zioni in vari contesti:giuardando la televisione, leggendogiornali,confrontandosi con rerle:
altri ma soprattuttofacendolospontaneamente e autonomamente. I suoi pensieripos-
sonodivenirericorrentie ossessivi e produrreirnmaginimentaliche ripercorronodi "ho le mestruazioni"<) "sono fertile" <+ "sono sana" <> "sono felice" <+ "solto
continuosemprele stesseassociazioni rinforzandoleoginivolta con altre connessioni attraente"<> "sonoamabile"e "sonobella".
sinaptiche. Propiressivamente quelleassociazioni assumonocaratteredi veritirassoluta
ed entranoa far partedei propri modelli mentaliche a lclrovolta distorceranno e fl[- e produrrerlotiv:izionivoltea ricercaredi avereun corposanoe tertilepiutto.sto
chc
treranno sempre piir anche la percezionedella Realtir.Un rnodello mentale pud soloma$ro.
riorientarela percezione sensoriale e filtrarea priori qualsiasiinformazionecontraria
allapropriaveriti e lasciirrepassare soloquelleche la confernrano, rinforzandola ogni
volta.In questicasila mente entra in un circoloviziosoin cui la percezionedistorta
dellaRealtdrafforzala causadelladistorsionestessa.Per uscirnesi dovrebberopro-
durre nuoveassociazioni tra informazionirelativeallastessatematicama con conte-
nuti diversi,i concetti"magro"e "grasso"vannoassolutamente evitati,ripetendoa se
stessinuoveaffermazioni(checi .sicredao meno d ininfluente)basatesu nuoveasso-
ciazioni,evitandola negazione di cid che E gii considerato veritd.Nuoveinformazioni
e nuoveas.sociazioni che possanoprogressivamente far perderela priorit) alle asso-
ciazionimentaliprecedenti,riducendocosi la faciliti mentalecon cui possonoessere
percorse, graziea nuovi percorsiassociativi alternativi,pii sanie realistici.Peresem-
pio, per Ltnaragazzain etb fertile:

"felice" e "bella" da cui: "+ sonofelice" <+ "+ sonobella"


"felice" <+ "attraente" da cui: "+ sonofelice" e "+ sonoattraente"
"felice" <+ "amabile" da cui: "+ sonofelice" <+ "+ sonoamabile"
"corposano" <+ "felice" da cui: "+ sonosana" e "+ sonofelice.
amabile.attraentee bella" Nello schema sulo roppresentati possibili percorsi associotiuigrazie ui quali
"corposano" <+ "esserefertili" il sntcetlo Blll,LtI pui esserera1tliutto anche ultrauerso percorsi e possibilita utilizzando
"ho le mestruazioni"<> "sono fertile" r-ome "cltiaue" un cottcetto secutdario (auerele mestt'uazitni) in-so-spettabile
e ilel tutto
scr.tlleqatoai concetti IIRIITTA e GRASSAche permette inoltre di far perdere il carattere
di ueritd alla relazione MAGRA = llELLA.

70 IO SCELGO IO SONO
IOVOGLIO I-AMENTE 7l
@ c
ll lrrttoche le donneanoressiche softranodi amenorrea(la percentuale di grassocor- diversochedirlo e ripeterloa un adulto.Alla mentedelprimo possonoessere sufficienti
porco troppo bassafa si che il corpo stessosi rifiuti di doveraffrontareuna gravidanza pocheripetizioniperchdessale attribuiscacaratteredi veriti, alla mentedi un adultone
che.in tali condizionifisiche,b ritenutadal corpoa rischio)pud esseresfruttatofavo- possonoserviremolte di pii, in relazioneal numero di informazioniche ha gia memo-
rev<llmente per produrre nuoveassociazionimentali sanee costruttiveponendo,anzi- rizzatoe che possonoesserestateassociate ad altre infornrazionicon contenutidiversi.
chd nel ridurre il pesocorporeo,nel tornaread averemestruazioniIa condizioneper Se qualcunodicea un barnbinoche b brutto e stupidodue voltear giorno e che d
e.ssere bella,attraente,sanae felice.Questod solo un esempio. belloe intelligentediecivolteal giorno,assumer)caratteredi veriti la secondaaffer-
mazione.
Sea un adulto,in tutta la suavita,d statodetto 10.000volteche E brutto e stupi<Jo
Memorie e 9000volte che i bello e intelligente,assumer)caratteredi verit) la prima afferma-
zione.Ma selo stessoadultoha anchepensato2000voltedi esserebelloe intelligente,
Se il valoreche la mente attribuiscealle informazioni che memorizzad indipendente sar) la secondaaffermazionead assumereper la sua mente caratteredi veriD. Ma d
dai loro contenuti ma dipendeunicamentedal numero di associazioni mentali che quelloche chiunquepensae ripetea se stessodi sestessoo dellaRealtache puo pro-
portano ad essee frazie alle quali potrd recuperarle,quanto pii un'informazione i durre le piir grandiclifferenze,
anchein personea cui altri potrebberoarrerdettocose
stata ascoltata, detta, pensata o utilizzata, tanto pii sarh inconsciamente ritenuta diverseun gran numerodi volte:quelloclred soprattuttoimportanted cio cheognuno
vera, a prescinderedai suoi contenuti. pensa.Questr-r aspettodellamented estremamente delicatoma, se sfruttatoconsape-
La mente inconsapevolememorizzatutto, indipendentemente dal numero di volte volmentee vantapigiosamente, d ancheun potentissimostrumentoc<tncui poterevol-
che si confrontacon la stessainformazionee anchedal fatto che quella informazione verenellaGioiaperchepud permetterea chiunquedi costruirsio ricostruirsiproprie
siastataascoltatae vissuta,o solo immaginata,pensatao sognata.Quelloche cambia credenze/verit2r senzadover-sempre cercareI'approvazior-re
deglialtri. Senzadipendere
d la quantiti di associazioni mentali,di connessionisinaptichee quindi la facilih di da nessunaltro.Dalleproprie credenzelveriti nel presentedipendonole propneemo-
recupero.In che cosasi traducetutto questonelleesperienze di vita quotidiana? Se a zioni,i propri giudizie pensieri,ma anchele esperienze chesi vivonoe comele si vive.
un bambinovieneripetutapii volte ['affermazione"sei un ignorunte",nellasuamente
quell'informazioneverr) memorizzatagraziea tutte Ie as.sociazioni relativeal conte- Iiin.steinsostenevache, piuttosto che la conoscenza,d I'immaginazionead al'ere
sto (colori,suoni. odori, emozioni.espressioniecc.)che potrannopermetterealla l'alore.La conoscenza ha molto meno valoredell'immaginazione propriclper quanto
mentedi recuperarla successivamente. Maggiored il numerodi ripetizioni.magpiiore appenadetto,ma pud ancherenderestupidie limitati.Succedequandosi arrivaa rite-
e il numerodi associazioni mentaliche ne derivano,maggioresari la facititircon cui ncre verita solo Ie informazioniricevuteda altri nel proprio passato.Si puo irrfatti
potraessererecuperata da cui I'attribuzioneinconsapevole di caratteredi verita.E evi- divenireincapacidi accettarenuoveinformazionisolo perchdsono diverseda quelle
dente che .seun bambino ha nella sua mente una tale informazione,considerata chesi hannogi) e che si ritengonoveriti. E ancheper questomotivoche far cambiare
irrconsapevolmente verit), avri molte difficoltha viverequalunqueesperienza che la qualsiasiideaa una personaanzianad in generemolto piir difficileche farlacambiare
stcssamentepud avereassociato al doveressereintelligenti... a un bambino.E soprattuttola maggioredifficoltirad accettarecambiamentinellenro-
I)ire e rineterea un bambinol'affermazione"sei un i(moronte"ha inoltre un effetto priecredenzeche fa diventare"anziana"LrnaDersona.

72 IOSCELGO
IOVOGLIO
IO SONO IA MENTE 73
6 o
I conflitti nasconosia quandcluna personacercaconsapevolmente
qualcosache d contrarioa que[[oche la sua menteinconsapevole
di crederein
ritieneverita- que-
Ripeteree negare
sti sonocontlitti interiori- sia quandouna personacercadi imporre le proprieverit)
ad un'altrapersonache ha invecealtreverit). Se a un individuoviene ripetutaper 100 volte una stessaaffermazioneda un'unica
Se una personadicea se stessadi essereuna bravapersonama la veritddellasua fonte (la stessapersona,lo stessomessaggiopubbticitarioecc.)o da 100fonti di infor-
r n ented ch ee " c at t iv a"le
, s uee mo z i o n ii,s u o i g i u d i z i .i s u o i p ensi erii,l suocornpor- mazionedifferenti (diversepersone,diversi messaggiecc.),si ottengionogli stessi
t ame n toe l e s ue es per ienz de i v i ta s a ra n n oc o m u n q u ere l ati vea quel l oche l a sua risultati.Per la mente inconsapevole,pii che da quanteper.sone o messagsidiversi
mente incor-rsapevole ritierrevero. E li che bisognasapereinterr,renire. arrivauna stessainformaztone, d importantequantevoltevieneripetuta.
PoichdI'unicaopet'azione aritnteticachela menteinconsapevole d in gradodi fared I'ad-
dizione,d incapace di riconoscere l'ar'r'erbio
di negazione "non".Direa una persona"ru
non sei ignorante",oppure "ryn 0 ueroclrc sei ignorunte"per la sua mente inconsape-
vcrleequivalea dire "sei ignorunte", "0 uero che sei ignoruLrle", questoancheindipen-
dentementedal fatto cl-requellaassociaziorre abbiagih as-suntocaratteredi veriti.

NON FAREIL CATTIVo !


NON oTSoBBEDIRE!
FAREIL CATTTVOI
._ DISOBBEDrRFt.,

74 IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO i,A MENTE t3
c 6
Tutto quelloche hai letto e legigerai fino allafine del libro proponele stesseinlirr
Negareun qualsiasiconcettoo associazione
ha per la menteinconsapevole mazioni sia alla tua mente consapevole sia alla tua mente inconsapevole. Qualsiirsi
lo stessoeffettocheconfermarlo. affermazioneche contengaawerbi di negazioneproduceturbolenzementalianclrr:
soloper il fattoche alla menteconsapevole arrivaun concettocon contenutooppostrr
Lassociazione mentaleb tra il concetto "io sono"e"ignorante". il cervello 0 incapace a quel l o che ar r iva alia m ent e inconsapevole. Pensaanchesolo,per esem pio,agli
di eliminare, una volta prodotta, quell'associazionee I'awerbio"non", oltrea essere effettiche possonoaverenellamentedellepersonei comandamenti di religiosiimpa-
deltutto inefficace e inutilepercercare di eliminare quell'associazione (lamentesa rati a memoria,quindi ascoltatio letti molte volte,che inizianocon awerbi di nega-
faresoloaddizioni, sasoloapigiiunEiereconne.ssioni sinaptiche), facendo ripercorrere zi one...
allamenteinconsapevole I'associazione tra iconcetti"io sono"e"ignctrante" la rin-
torzaulteriormente aggiungendo unanuovaconnessione. Seun percorso associativo Qualunqueconcetto,una volta che d statoefficientementememorizzatoe la mente gli
tra un primoe un secondo concetto ha maggioriconnessioni rispettoa un percorso ha attribuitocaratteredi veriti, puo quindiesseremolto difficileda rimuovere,a meno
primoconcetto che lo si vogliae si sappiacomelare.Vedremopiir avantiil rnetodoche ho sviluppato
associativ<-rtra lo stesso e un terzo,quellocheverri segiuito coni pro-
pri treninidi pensieri sarisetnplicemente quellochehapii connessioni. a tale scopo.Chiunquepud infatti sfruttarevantaggiosamente anchequestare6iolauti-
Ripetere che
lizzatadallamente inconsapevole, ripeterrdoun'affern-razione a se stesso,utilizzando
un'informazione d sbagliata ha quirrdiI'effetto
di rinforzarla facendo si chela mente
la prclpriamente consapevole per parlarealla mente inconsapevole in un modo elTi-
inconsapevole la consideri ancorapiir vera.Perneutralizzare un'associazione serve
cacea produrrein essagli effettivoluti. La menteinc<-rnsapevole d semprein ascoltoc
alloraprodurnealtre,alternative e tra significatie concettidiversi,chesianopiu
producesempre nuove associazioniattraversonLloveconnessionisinaptiche,si;r
"solide" di quellaprecedente.
quandorinforzavecchieassociazioni, siaquandone creadi nuove.Ancheseall'inizio
E rnoltoimportante conoscere anchequestoaspetto dellapropriamenteperchri,
la menteconsapet'ole potrirconsiderare i contenutidi una qualsiasi aff'ermazione inve-
anches<.rlo pensando o parlando adaltri,si possono produrreeffetticompletamente
"tu nonseimalata","tuttonsei rosimili,continuandoa ripeterlaa se stessula sua mente inconsapevole inizierhpro-
oppo.sti a quellichesi vorrebbero. Direa unapersona
Qressivamente a crederechesianoveri. le suecredenzecambierannoe alloraanchelr
hruttu","tu tlollsei grassd'oppure "tu non sei cottipa"producenellasuamente
sue emozioni,giudizi,pensieried esperienze di vita potrannocambiare,ancheradi-
inconsapevole gli effettiesattamente oppostia quellidichiarati.
calmente.
Forselo avrainotato:ho scrittoquestolibro senzautilizzare,volutamente, I'awer-
Molti "megalomaniegocentrici"riesconoad averesuccesso nellavitagrazieal fatto
bio di negazione"non".Gli unici casiin cui i presente,virgolettato.sottolineatoe in
che continuanoa ripeterea se stessi- e la loro mente lo riconoscecomeveriti - di
corsivo- qui e nei soli esempidi questobrevecapitolo- sonoquelliin cui I'ho scritto
c.ssere bravissim i,bellissim i,dei gr andi,degli esser iillLr m inat i,dei f enom eniccc.
ancheper spiegareperchdho evitatodi farlo nel restodel libro. E molto probabilecl-re
,\nchesed comunquepiu ammirevoleuna personachesi sovrastima di unachesi sot
que.sto siail primolibro,finoadoggi,adessere statoscrittosenzaulilizzare I'awerbiodi to.stimae vivelamentandosi, questepersonepossonorisultareagtialtri insopportahili
neSazione, rispettando quindiil fattochela nrenteinconsapevole d incapace di ricono- tyuantoi vi t t im ist i lam ent osiaut olim it ant i( i vit t im ist i inf elicipos. sonoaddir it t Lr r ir
.scerloe mentrtrizza informazioni soloagipiiurtgendo
associazioni,connessioni sinaptiche. rrdiarli...). Ma esisteuna via di mezzo,quellacheauspicoche coloroche leggonoqur

76 IO SCELGO
IOVOGLIO
IO SONO I,AMENTE ll
@ c
.s[omio libro seguiranno.[Jnadellemotivazioniche mi ha portatoa scriverequesto in pienerale - possonoesseretendenzialmente ottimistici o pessimistici,produr-
l ih r o d qu e l l adi per r net t er a fal seo
e c h i 0 v i tti rn ad e g l i e ffe ttil i mi ta n ti di credet-rze rannoalloraassociazioni mentalie.sattamente come .sele relativeinformazioniti
inopportunedellasua mente inconsapevole (perchdper esempioderivatee riferitea fosserostatedetteo ripetute da altri o come seavessirealmentevissutoesperienze
runpassatoormai remoto)di riappropriarsi dellepropriepienecapacitadi espressione relativea quelloche hai soloimmaginato.I tuoi soli pensierifarannosi che la tua
e iniziare,autonomamente, a farequalcosadi utile e concretoper potere,finalmente, mente possaprodurre credenzeche potr) arrivarea considerareveri$ in baseuni-
csserefelice,produttivo,creativo,efficientee costrurttivo. smettendola di lamentarsio camentea cib che hai immaginatoe pensato,condizionandopositivamenteo nega-
di cercarefuori di s6una soluzioneai propri disagi,a vantag$iosuo,di tutti coloroche tivamentesia le tue emozioni,giudizi e i pensieriche produrraisuccessivamente
h;rnnoa che farecon lui e di tutta la Realta. sia il tuo comportamentonei suoi riguardie le sue consegiuenti reazioninei tuoi
riguardi.
.
fsempi di vita quotidiana Un uomo fa un'ot,ancea una donnache conosce,la donna prova fastidioma evita,
pertimidezz4per "educazione", per pigriziao negligenzadi dirgli subito,sincera-
mente,che talecomportamentola infastidisce. Lui inizia a pensarea lei con insi-
Incontri una personache ha delleparticolaricaratteristiche (sesso, aspetto,toncr stenza,a farsi dellefantasiementali,ad immaginarsiesperienze con lei. Si rive-
di voce,odore,postura,tipo di abiti ecc.).La tua mente inconsapevole puo avere donoaltre voltee ogni volta lui le fa altreauances.I-ei,come la prima volta,evitzr
associato, in passato,alcr-rnedi quellecaratteristicheall'esserecattivi,disonesti, di reagire,di permetterglidi produrreaspettative su di lei. I pensierinellamente
bugiardio infedeli,oppureall'essere buoni,onesti,sincerie fedeli.Quelleassocia- dell'r-romo possonodiventareripetitivie ossessivi fino a convertirsinellasuamente
zioni,ripercorseinconsciamente farannosl che incontrandolaproveraidelleemo- in veriti. A quel punto le sueauancespossonoanchediventaredecise,esplicite,
zionie produrrai,subitodopo,fliudizi(evidentemente soggettivi,arbitrarie molttl invadentio produrrecomportamentiinopportuniancheviolenti perchdcoerenti
probabilmente sbagliati)ai quali,secontinueraia pensarci,la tua mentepotrdarri- con le veritd che si d costruito tutto da solo nella sua mente e senzache I'altra
varead attribuirecaratteredi veritit,indipendentemente da comequellapersonad abbi afatto nu lla per im pedir lo,f in dall'inizio.A quel punt o qualsiasir if ir "r t o da
realmente.Da quel giudizio inizialetutt'altro che obiettivodipenderiril modo in partedi lei, seppurtardivo,potrebbeessereinefficaceperchdcontrarioalla veriti
cui tu interagiraicon lei ma anchequelloin cui lei irrterapiird con te. dell'altroche,in quantotale,vienedallasua mente riconosciutacomeassolutae
Inc<rntriuna personaprivadi elementilrazie ai qualila tua mentepossaassociarla val i daqui ndi per ent r anr hi.E m olt o im por t ant eesser esincer icon gli alt r i, nel
a personecon cui ti sei confrontatoin passato:nessunaassociazione = nessuua
beneo nel male,da subito,per evitareche possanoprodurreaspettative e crearsi
entozione.E molto probabilechetu possaalloraevitarlanell'indifferenza, anchese da soli verit) contrariea quelloche si vuole.Piu si aspetta,piD sari difficilecam-
potrebbeavereun ruolo importanteper la tua vita ed evoluzione.I piir grandi biare[e cosea meno di intervenirein modo estremamente decisoe risoluto.Molti
tesori si celano spesso proprio dentro ciir verso cui si b indifferenti, senza emo- comportamenticriminalrtra i qualiviolenzesulledonnederivanoda visionigra-
zioni. Oppurepotresti iniziare a fantasticareimmaginandoe pensandoche sia vementedistortedellaRealDa cui certepersonepossonoarrivareattraversoloro
sincera,onestaecc.o chesiacaitiva,falsa,disonesta
l.rrrona. ecc.I tuoi pensierie la pensieriossessivi. Vi sonosoggettile cui menti hanno acquisitoinformazionisul
tulr irnmaginazione-invirtu di altretue credenzesu te stesso,li altri e la Realtir sessoquasiesclusivamente da media pornograficiestremi (comeaccadespesso

7ll IOSCELCO IO SONO


IOVOGLIO I.A MENTE 79
o 6
nelle culture in cui vi b una forte repressione dai quali possonoavere
sessuale), Un sistemainformaticoavanzatorealizzaapprossimazior-ri di previsiorlinrrtt'r,r,,
dedottoe prodotto l'errata e grave credenzache il sesso,anchese fine a se stesso, logichechevengonopuntualmentecomunicatedai massmedia.Miliorridi po'sorrt
anchesefra estraneie senzaamore,ancheseimpostoo violentob, per chiunquelo che cre dononella lor o at t endibilit . piu \ , di quant oin r ealt i sia,cont r ibuisc{) r o, r
pratichi,sempree comunquefonte di piacere.Se una tale credenzaarriva,nelle renderlepii pr obabili.O Snivolt ache,per esem pio, r 'ienelor o det t oche il {ior n, ,
loro rnenti. ad assumerecaratteredi veriD possonoarrit,area sentirsi autorizzati dopopioverd,inizierannoa pensare.a credere,a predispr,rrsi per tale eventort'rr
anchea violentareuna donnacredendo,oltretutto,chea lei possapiacere.Potreb- dendololoro stessipiu probabile.Si potrebbefacilmenteverificare,su basistatisti
bero rifiutarea priori qualsiasireazionecontrariaa quellache nella loro mente d che,come la diffusior-re di qualsiasinotizia,anchedi aspettiche appaionr)css('r('
divenutauna verit), o ancheconsiderareil rifiuto partedellaloro verita.Quanto indiper-rderrti dallecredenzeo volont) degliuomini, rendepiir probahilela suastrc
piir una societhD sessualmenterepressivatanto piir si manifestanoin essacom- cessiva o ulteriorerealizzazione. Questofenomenoe ancheconosciutoin relaziont
portamentiaggressivie deviati.Lassenzaassolutadi riferimenti associativirelativi al l ' and am entdi o t it oli di bor sam a in quest ocasoe r it er r ut cl unicam ent eI 'ellr t t , '
all'espressione sessuale
positiva,felicee amorevoledell'energia unita allapresenza di cond izionanr ent mient alisLr llescelt edi clr iacquist ao conr pr at it oli.
di soli riferimenti negativipud indurre facilmenteIe personea prodtrrreproprie Quel l eche venglonocom unem ent echiam at epr of ezieaut or ealizzantsono i cr t '
personaliassociazioni mentalicontro natura.La gestioneconflittualedi qualsiasi denzerelativea qualcosa cheawerra in futuro che,proprioper il fattochevengon,,
informazionerelativaaI sessod anchealla basedel fatto che [e deviazionisessuali credute,irrf-luenzarro le personeo Ia Realti ad adeguarsiad e.s.se. Le profezie;rrrl,,
sonoperlopitrcronichee recidive.Sea soggettinellacui menteil sessod associato realizzantipossonoesseresia relativea sestessie condizionarese stessisia rsst'r,
a credenze/verit)deviatevenisseroanchesolo fatti vedere,ripetutamentee con relatirrea tutta la ltealti e condizionarela Real0 stessa. Quantopiu si ritienc crt'
insistenza, dei filmati in cui due personefannosessocon piacerema in un conte- di bi l e,a pr ior i,una t ilr t e di inf or nt azioni,
qualr - r nque essasia,t ant opiu si t er r t lt 'r ; r
stocliveroAmore,rispettoreciproco,gioia,armoniae sincerae felicecondivisione, a produ r r epiir f acilm er r tcr e edenzee pensierri elat ivealle suepr evisionicht ' r t 'n
si potrebberoforseriportarea pensaree vil'erela loro sessualitb in modo costrut- derannopii pr obabilelalor o r ealizzazione. Unaper sonache cr ede,per t sr nr pi, , .
tivo ed evolutivo.Ma la repressionesessualecaratlerizza,in varia misura, tutte le che una personaabbiadoti infallibilidi chiaroveggenza. tencleria produrrentoll,I
societdmoderne,e una "terapia"di questotipo sarebbeattualmentecomunque faci l nt ent e velocer nentcr e ed, enzelverba. sue pr evisioni.
it a sat.est r lle qualt r r r t lr r ,
rifiutata a priori, anchese si rivelasseefficace. essesiano.facendopoi inconsapevolmente in mcidodi realizzarlelei stessa.
o Uno schieramentopolitico,in vista di elezioni,inizia una propapianda basatasul S epen sie im m aginiper diecivolt eal gior nochela per sonacheam i t i siainf et [ , 1t .
ripetere-continuamente e a piir voci - affermazioninegiativeche riguardanoI'av- anches eper un cer t onum er odi volt e( inf er ior ea dieci)qualcunot i diceil cont r . r
versariopolitico.Ancheseparziali,false,inventate,inverosimilio costruite,il solo rio o l'ir,'iesperienze che ti rno.strano che inveceti an'rae ti d fedele,se nella llr trr,r
fattodi ripeterlein continuazioneporta facilmenteIa mente inconsapevole di chi rnentela tua credenza,/veriti d quellache d infedele,quellapersonaverraconrun
ascoltaa produrre credenzeche possonoprogressivamente assumerecaratteredi que condiziunata, propriodai tu<lipensierie dallatua credenzaa tradirti.
verith. Lawersario,trovandosia doversidifendere,negher:Iprobabilmentetali S e perrsie inr r r r aginiper diecivcllt eal gior no che il t uo ccir pc- i rm alat o.clr t 's, r
afferrnazionicorrendopero cosi il rischio di rinforzarele relativeassociazioni brutto, che nessunot i am a,anchese per un cer t o num er o di volt e ( inier ior . r , r
mentaliinconsapevoli di chi lo ascolta. di eci )algior noqualcunot i diceil cont r ar ioo vivi esper ienze che t i r - r . r ust r ano
t 'lr , '

80 IO SONO
IOVOGLIO
IO SCELGO 1.,\MENTI| ul
O o
d quellache sei
sei sano,bello e amato,se nellatua mente la tua credenzalveritit
malato,brutto e ignorato,il tuo corpoverr) comunquecondizionato, propriodai
tuoi pensierie datlatua credenza,ad ammalarsi,imbruttirsi e ad essereignorato
lntuizioni
dagtialtri.
()unt&t [tt tuu percezionepenetrertt le o.scw'enebbie dell'illusiottt'
Cli esempipotrebberoessereinflniti. Qualunquecredenzache arriva ad assumere
surci iulifferette u tuttct cid che lui udito
nella propriamente caratteredi verita,se da una partepud impediredi poter cono-
riguurdo u questo mondo e u/succz.s.srr,o.
scerela RealDper quelloche d, dall'altra- lo vedremomeglioin seguito- condiziona
la Realh stessaad "adeguarsi"ad essa. 13hagavadCita
2.52

T l n o str r , co t'l 'r erri ccVc co n


a
t ir r t r lr ncnt r , Jt t r Jver so r
I
I st r r si. inlir r r r r lr ziord;r ir ll'e
st er no che il cer velloint er
pl'r t ; rr : t r ; r t luctin ir nr r ur gir r r .
sucr t i,r 'r lor i.gust i.scnsazior ri
iisichet at t ili e t er m iche.Lr r
t'to.stra nrerrtcgruirinoltrepro,
dur r c inlir r r nazioniaut or t o,
r r t am cnt e,r 'ecchie0 nuovt ,
c( r r prt 'nsicli. im r r t ; r ginazior r t . .
llr t t l; r si;.r . sr igr r i.t r r ; rcsist t .
; r r r elt rt r r r '; r lt r lst r lur dir i; r li. r
via di c<ir r oscenza gr azieall. r
qtral cpoterotlener cir - t f br nazioni, qr - r elle
in assolut opiu pr eziose: le int uizior r i, inlir r
ttti tzi ot'atti
ti nt edir elt am ent cpervia cxt r ascnsor iale dallapr opr ia. \ nint a e dallat r anur
rrtvi si bi ldcl
e l allcalt a.[ r soloat lr aver so int uizioniche t i puoi avvicinarall'essenza e t li
ci i r chc sei ,a ciir che gli alt r i, lc cosee t ut t a la l{ealt i sonor r elpr esr nt cr a cio a et r i
tcrtdonitrelt fut ur o.Q uandoulr a Dcr solr a r iescead ent r ar ein cor r t at t ocon la llealt lr

82 IOVOGLIOIOSONO
IO SCELGO fi:t
@ o
attraversointuizioniconsapevoli, entrain unatbntedi conoscenza purae straordina- Quest'ultimoelementoe caratterizzato
cla:
ria,incommensurabilmente piirvasta,potentee autentica di qualsiasi infbrmazione
possaaverenellasuamemoria,possaprodurreautonomamente o interpretare senso- . una componenteassoluta,che derivadallapropriastoriaevolutivaindipendente-
rialmente.NelmiolibroLaFisicadell'Anima avevo definitoquesta condizione, carat- mente dall'attualemanifestazionefisicacon un corpo;
terizzatadaunostatoemotivofeliceedentusiasta, "entrarenel flussa". . una componenterelativa,chedipendedallastoriaevolutivadel corpocon cui ci .si
Comeperla mentee lesuememorie, chepossono essere siaconsapevoli siaincon- manifesta.
sapevoli,anchele intuizionipossono essere consapevoli o inconsapevoli. Le prime
sonoquelledi cui ci si accorge, le seconde sonoquellechecondizionano emozioni, Il proprio istinto innato derivada questacomponenterelativache,alla nascita,pub esse-
pensierie azionima ancheintericomportamenti senzachece ne si acc<-rrSa. Mae re caralterizzato da:
inrportante innanzitutto distinSuere fra intuizioniedistinto.Quest'ultimo produce
reazioniemotive,{iudizi e comportamenti pereffettodi associazioni tra informazioni . capacitadi distinEiuere autonomamenteil Benedal Male,indipendentemente da
presentinellapropriamemoriainconsapevole. Quando vivio immaginiun'esperienza, regole,leggi,religioni,qualunqueinsegnamento di altri o da proprieesperienze;
la tuamentela associa sempre, o cercadi farlo.a informazioni derivate dallatuasto- . capacitirdi scegliereautonomamente: LiberoArbitrio;
ria evolutivae dalleesperienzechehaivissuto,percepito o pensato neltuo passato. Le . espressione originariadi se nella Sincerit),Cioia,Amore,Gratitudinee Condivi-
conseguenti emozionie giudizipossono essere, proprioperquesto,moltodistantio sione.
anchein contraddizione con l'essenza dellecosecheinvecepud essere soloessere
intuita.Uessenza dellecoseE caratterizzatada cid cheognicosad,in sensoassoluto, Questitre elementidannoall'essereumano.alla nascita,la capacit)potenzialedi poter
nel presente con la suanaturaletendenza evolutiva,edt indipendente da qualsiasi immaginare,produrree viverepotenzialmente qualsiasiesperienza.
anchequellacon-
associazione chepubessere invecesolorelativa,perchdderivatadalpassato. Pensare e sideratapii-rmiracolosa.
agirepereffettodi intuizioniEcompletamente diversodalpensare e agirepereffetto Il proprioistinto innatovienepoi, al fine dellaprioritariasoprawivenza efficiente,
dell'istintoo deilarazionalith,anchesoloper il fattochele primesonoassolute, i fortementecondizionatoda quando.da dove,da come,da chi si nascee da con chi, con
secondi relativi. che cosae come si interagiscea partire dallapropria nascitafino a circa tre anni di etir.
(luestocondizionamento si traducenellelimitazioni,negliatteggiamenti spesso fuor-
ogunodi noi ha:
Quindi,riassumendo, viantima utili a soprawiverein quellaRealtadi queItempoche andrannoa costituire
i propri istinti relativi a quellaRealt) di quel tempo. E cosrche un proprio istint<r
. un Corpoconun cervello e sensichepercepiscono elementi
dellaRealtd
Manifesta innato caratterizzatoda Sincerih, Gioia, Amore, Gratitudinee Condivisionepuo
e produconoazioniin essa; t[lversi confrontareed essere"dominato",per una pura questionedi prioriti, da un
. una Menteconsapevole e una inconsapevole chepercepiscono ancheelementi lrroprio istinto relativo, caratterizzatoda Falsit), Tristezza,Solitudine, Egoismo e
dellatramadellaRealtie producono in essa;
Attitudinie Tendenze t )pportunismo.Il proprio istinto pud quindi potenzialmentepermetteread opiniuomo
. un'Animapiil o menoevoluta. rli compieremiracolievolutivinellaGioia(cid accadequandosi d riuscitia dareprio-

84 IOVOCLIOIO SONO
IOSCELGO INTT]IZIONI 85
@ 6
rit) al proprio inr-rato), ma anchea produrre devastazioni distruttivenell'int'elicit), puo essereun grandevantaggio proprioper evitarepregiudizi, ma Ie sueintuizioni
quandoa dorninarela scenanell'espressione dellapropriaesistenza rimaneil proprio potrannoprobabilmente produrrecoseutili "solo"a sestessa, a chi vivecomeleio a chi
istintorelativo.E per questochei molto meglioevitarecomunquedi "fidarsi"del pro- riescea crederle, Le intuizionicheriguardano altrepersone sonoaccessibili a tutti e
p ri o i sti nt oe at T idar sali l a c a p a c i thi n n a tad i p o te ra c c edere di se e del l a
al l ' assol uto ognunole ha ognivoltacheintera6iisce direttamente o indirettamente conchiunque,
Realti presente.attraversointuizioni. mapossono produrresensazioni fortementein conflittoconquellochealtrepersone
possono credere, singolarmente o collettivamente e,in genere, sonolimirarea unaper-
Le intrrizicrni autentichesonoconcetti"astratti"perchi derivanoda Inftrmttzktnifltre cezionesolorelativaallasimilitudineo alla differenza di quellapersona dasti.Unaper-
prirredi contestispazio-ten.rporali o di relazionicausa-effetto, ancheper questosol.to sonapotrebbe, peresempio, essere considerata datutti la piir"buona"e "brava"cheesi-
velocissime, sfuggevoli e in lleneredifTicili,li per li, claricotroscere, da capiree interpre- stama essere tutt'altroe solochi d in gradodi riconoscerla intuitivamente pudaccor-
tarein modoconsapei'ole e razionale. Sonometatilricamente comedeisemicherradclno, gersene' Inoltre,chi d tormentatoe distruttivopub identificare intuitivamente come
imprevedihili e fr.rlminei,clall'alto: sevengonotrattenutida un "terrenof-ertile", possono positivele persone chesonoin qualche modosimilia s6e comenegative le persone che
diveni."e alherie foreste.sevengonolasciatipassare o secadonosu un terrenoarido.sva- invecesonocostruttive eviceversa. Capitaspesso chepersone distruttive piacciano even-
rri.scor.ro irnniediatamente nel nulla.ll terrenod la hasedi conoscenza clteognunosi e ganoaiutatee difesedaaltri distruttiviinconsapevoli dellalorocondizione.
costrLrito nellapropriat,itae nei riguartlidel quale.alTinchd siafertileper le intuizioni. Chi b interessato adavereintuizionirelativamente allaricercascientifica d impor-
va ntanlenutriun ;rtteggianrento nrentalefirrtemente possibilista.Con il giustoatteggia- tantecheabbiaunavastaconoscenza scientificamasoloseessad accompagnata daun
nento mentale,nraggitiri.srirro le proprieconosccnze meglioe,altrirnentie megliosele atte$$iamento mentaleprivodi pregiiudizi e fortemente possibilista. E allorachepuir
propriecono.scenze sono limit;rte.Sappiar-rto che le proprieconoscenza possonoaver accorgersi intuitivamente che,peresempio, unateoriascientifica d sbagliata nonostan-
prodottocredenzeA'eriti shagliate. obsoleteo fuon'rianti e un'intuizione potrehhe essere te possaessere considerata collettivamente valida,e cercare di migliorarla o farericerche
ignoratasolr perchtlin contracl,Jizi()ne con esse.Tuttodipendeda chetipo di intuizione perdimostrare qualcosa chetutti credonoimpossibile, In relazione a qualsiasi possibile
si ar.nbi.sce ad avere.SenrbraclreIiinsteinabbiaprirnaintuito la legfledellarelativit;ie intuizione, nulladi tutto quellochesi sa,chesi d studiato, chesi d lettoo ascoltato
solosrrcce.ssir'.rrncnte, {razieanr-'he alla suaconoscenza dellafrsic;re dellamatematica, andrebbe considerato comeveriti masolocomepossibiliticonampimarginidi errore.
sia rir-rscito a clefinirlae frrrrnalizzarla. Le grarrtlioperedell'ingefn<i compiuteda quel- Sideveinoltreessere prontia cambiare, rinnovare, aggiornare qualsiasi propriacreden-
I'u ,l .r'rsounos t at epos s i b i lgi ra z i c .s o p ra ttu tto
a l l as rtaS randecouoscenza uni ta a ttn zao a produrnedi nuovein virtirdi cidchesi intuisce, ancheseb in contrasto concuel-
attegf iarrrentu rnen tale iortemente pri.ss i biIista. lo chesi credeo chetutti gli altricredono.
Urravastaconoscenza con un attelgiarrentomcrrtalechiusopuirprodurresoloela- Tuttipossono potenzialmente avereintuizioniconsapevoli, saperle riconoscere e
burazionio rielahorazioni di coseg-iirrote,basate su riferirnentibibliografici di altri che, gestirecostruttivamente, madevonoessersi saputipreparare un terrenofertile,essersi
perquantoutili possanorivelarsi. s<lrro in genereprivedi elernerrti realmenteittntivatirri messinellacondizione di apertura mentale perpoterlericonoscere e riuscireadaccet-
edevrtlutivi. U11persrina chearnhisce ad avereintuizioni".solo" su se.stes.sa, altreper-
.sr-r tarnegli eventuali contenutiedeffetti,ancheseall'inizioappaiono difficilidacom-
soneo su aspettidell'esistenza urnanapuiranchee.ssere analfabeta e viverenei boschi prendere o sonodeltutto incomprensibili. euandosi ha unaveraintuizione, si ha la
ignorandoqualsiasi conoscenza tradizionale, anzi,in queicasiuna conoscenza limitata .sensazione di essereentratiin contattoconqualcosa di profondamente giiusto, si po.s-

86 IOVOGLIO
IO SCEI,CO IO SONO INTUIZIONI 87
o c
sonoancheaveresensazioni fisichecomebrividio grandeGioia.Sensazioni chesono denzesolovagheipotesie partiredal presupposto chetutto Dpossibile.Larazi<t-
comunquediverseda quellechesi possono emotivamente provarea seguitodi qual- nalithservirisuccessivamente, dopoavereavutoIe intuizioni,perconvertirle in
siasiassociazione o giudiziomentale. concettio in qualcosa di condivisibile conaltri.Ritengochela cosapiir importante
Permettersiin condizione di avereintuizioniefficacie saperle riconoscere d anche siapropriodi riuscireadavereun atteggiamento mentalefortemente possibilistrco
importantela propriacondizione e lavitalitAdel proprio
fisica,la salute,l'efficienza evitandoqualsiasi pregiudizio;
corpochedipende, anch'essa, daquantosi d staticapacidi avereintuizionie produrre intenzionicostruttive.Evitareilpiir possibile di interagirecon persone chepos-
pensieri, faresceltein "comunionedi intenti"conesso.Chi riescead essere intuitivo sonoavereintentidiversie tantomenodi direloroquellochesi stafacendo. E fon-
pubapplicare questasuacapaciha ognisettoredellasuaesistenza o limitarlasoload damentale riuscirea entrarein unacondizione di "allineamento" di volontd,pen-
alcuniaspettidi essacontinuando adagiresecondo le suecredenze o il sensocomune sieri,parolee azionigrazieallasinceritiassoluta - direcid chesi pensao tacere-
su altri. Questod un peccatoperchduna personagenialee intuitivapotrebbeessere ed evitaretutto cid chesi percepisce come"turbolento"o diversodacid chesi d,
capace di cosegrandiose vivendomoltoa lungoe in salute,ma in generevienefermata evitandodi esporsia qualsiasi situazione o informazione conflittualeo innaturale;
conI'eDdaproblemidi saluteperch6d in quelsettoredell'esistenza umanacherisie- nutrirsi con alimenti"vivi". E ancheimportantecon checosasi fa interagireil
donole credenze limitantipiir difficilidacambiare. propriocorpoe quindiancheil cibochesi introducein esso.Nutrirsiconvegetali
crudi,fruttae verdurafrescae di stagionein abbondanza, beremoltaacquaedevi-
Sonodiventato inventore e scrittorequandoho iniziatoadavereintuizioniconsapevoli. tarecarni,alcolicie sostanze chimichedi sintesio comunqueestranee allanatura.
Oggisonoquasisemprea "caccia di intuizioni",peraverneil piir possibile
ho progressi- Il piattopreferitoda Leonardo da Vincisembrafosseil minestrone di verdure;
vamente introdottounaseriedi cambiamenti nelmiostiledi vita,nelmiomododi com- quasitutti i profetie i grandiinventoridelpassato sembrafosserovegetariani;
portarmi,di pensare,nel rapportoconla mia mente,le miecredenze, fli altrie la Real- paceinteriore.Cercaredi mantenere la propriamentein una condizione di pace,
ti. Quando sonoallaricercadi intuizionispecifiche - peresempio comeora,mentrescri- evitandoqualunque esperienza o pensiero chepossaportarea pensare conpaurao
vo questolibro- mi mettoin unacondizione chechiamodi "isolamento costruttivo" in a produrre"turbolenze";
cui,personalmente, cercodi rispettare unaseriedi principi.Ecconela sintesi: sorrideree giocare.sorridendo, il corpoe il cervellorispondono comequandosi d
felici.Pensando allecosechesi ambiscerealizzare o capireattraverso intuizioni,
. il corpocomeun"'antenna". Daremoltaimportanza all'efficienzadelpropriocorpo comesele si fossegtdrealizzate o capite,vienespontaneo pensarecon gioiaed
e mantenerlo in unacondizione naturaledi salute,efficienzae vitaliti ottimali; entusiasmo maanchegiocaree divertirsi,comesesi fossebambini;
o concentrazione e attenzione.
"Sintonizzarsi" sul temaspecifico relativoa cib che ricettiviti eprontezzaper riconoscere le intuizionie prenderle "alvolo"associando
si vuoleintuire,concentrando tutta la propriaattenzione su cib chesi vuolerea- subitoloroqualcheconcetto o scrivendo subitoquellochesi d intuito.Le intui-
lizzare,scoprireo inventareattraverso intuizionipensando, comeselo si fossegii zioni possono"arrivare"in qualsiasimomentoe da qualsiasifonte,anchela pitr
realizzato,
al fineanzichallecause,al cosaanzichd al come; insospettabile. Quandosi d in unasituazione di ricettivithintuitiva,si possono
. rinunciarea un approcciorazionalealla Realti. Evitaredi pensarea tutto quello viveree riconoscere moltissimifenomenisincronici. A qualsiasi intuizioneva
chesi sao chesi crededi sapere,considerare la propriaconoscenza e le propriecre- "agganciata" velocemente, mentrepassa fulminea,unaqualcheassociazione men-

88 IO SCELCO
IOVOGLIO
IO SONO INTUIZIONI 89
6 6
tale(presadal proprioterrenodi conoscenza o, meglio,da un'altraintuizione) richiedono, piuttostochesolenuoveassociazioni sinaptiche tra i neuronigiaprr-
utilea trattenerlain sd.Anche questa deveessere la piir nuovapossibile perevitare sentinel cervello,ancheIaproduzione di interenuovereti neuronali;
le interferenze delle proprie credenze passate chesonotutte perlopitr limitanti; elasticiti mentalee capacitidi adattamento. Stabilireuna relazionecostruttivac
esserepronti a cambiarele proprieconvinzionirinunciandoa darleperscontate, feliceconla Realt),qualunque essasia,qualunque cosasi stiafacendo, ovunquesi
anchesesi Dfermamente credutoin essepergranpartedellapropriavita.Per siae qualunquesiail giudiziomentalechesi puddarea essa.Preziose intuizioni
esempio, un fisico potrebbe ritenere,a causadi esse,cheperdimostrare unacerta possono arrivareallamentein qualsiasi momentoattraverso qualsiasipensierorr
gli
cosacheha intuito servonotanti soldie un laborato rio attrezzatissimo quando essere veicolatesensorialmente da qualsiasicosa,unafrasesentitadireda qual-
invece gli potrebbe bastare quello gii
cheha a disposizione; oppureunadonnacr cunoo scrittain qualsiasi luogo,un'immagine, un suono,un odore,un animale.
un uomocon problemi di peso potrebbe ritenere, a causadi esse, chepuddima- un sogno,un vegetale, un colore,unasensazione ecc.;
grire solo affrontandoun costosointerventochirurgico,quandopotrebbe mentefelice.Peressere felici,servesoloprodurrepensierichesianoin sintonia
bastarle/gli riuscireadamareil suouomo/lasuadonnae il suocorpo.Ci si pub conIaproprianaturae quandosi d in sintoniaconla proprianaturasi riesceanche
esercitare ad accettare e trarrevantaggidai cambiamenti anchesoloprovandoa adascoltare tutta la natura.
cambiare le proprie abitudini: leggendo libridiversida quelli lettitinora,andando
in luoghidiversi, vestendosi in mododiverso ecc.; Portoquasisemprecon me un piccoloquaderno dovepotere,in qualsiasi moment<1,
immaginazione e fantasia.E fondamentale I'usofantasioso, curiosoe creativo scrivere velocemente quellochemi sembradi avereintuito.A voltesonoconcettiche
della propria immaginazione (in questo i bambinisono maestri), ancheperchda capisco soloa distanza di anni,oppurequandoin seguitolegigo qualcosa scrittodaaltri
volteIe intuizioniforniscono solo piccole parti di un quadro molto piir ampio, sullostesso argomento e mi accorgiocheall'epoca erostatoincapace di capirecheco.sa
comefossero pezzi di un puzzle, e poichd si potri conoscere il quadro solo quando avevointuito.Unavoltatrattenutio scrittii contenutidi massima delleproprieintui-
sar) completo,con un'immagiinazione creativae fantasiosa si possono tenere zioni,essipossono poi essere elaboratimentalmente, ancherazionalmente, perpoter
insieme prowisoriam entei vari pezzi: essere compresi e utilizzatiperrealizzare qualcosa o peressere condivisiconaltri.
fareattiviti fisica.Solorecentemente d statoscoperto chel'attiviti fisicavolonta- All'iniziod estremamente difficilepotercondividere i frutti delleproprieintuizioni
piir
ria,oltrea tutti ivantaggi o menonoti,sembra stimolare anchela neurogenesi perch6sonoacausali, si ha difficolDa spiegarlio a giustificarliperchdpossono esserc
(la produzione di nuovi neuroni)nell'ippocampo. La credenza di un cervello privi di causepostenel passato e avereinvececause-finaliti postenel futuroe si capi-
"cablato" conareespecifiche destinatea scopispecifici e conun numerodi neu- rannosoloa posteriori,in seguitoallaloro realizzazione o trasformazione in qualcosa
pud
roni chedallanascita solorimanere pressochd invariatoo ridursi,d ormai di concreto.
statasfatataanchescientificamente. Sembrachei nuovineuronistimolatidall'at- Cidchehai appena lettorelativamente a comeaveree gestireintuizionid quellr
tivih fisicavolontariao daaltropossano migrareedessereutilizzatisolonel ca.so cheio cercodi farequandovoglioessereil piir intuitivopossibilema d solouna mia
il cervellosiasottoposto a nuovistimolicomenuovipensieri, nuoveesperienze indicazione perchdanch'iosonocomunquecondizionato dallemie credenze. Sela
realio immaginative, altrimentivengono perduti, riassorbiti: una possibilit)fatta miamentecredesse cheperessere intuitivodevonecessariamente rispettaretutti quei
apposta per gestire nuoveinformazioni prodotte o derivate da intuizioniche principi,potrebbe impedirmidi avereintuizioniquandoevitodi rispettarne ancheuno

90 IO SCELGO TOSONO
IOVOCLIO INTUIZIONI 9t
c c
solo...Anchequellevannoconsiderate possibilitie sarebbe quindimegliocredere di
poterneaveresempree comunque. Tu o altri potresteavereintuizioniconsapevoli
TRAMADELI.AREALTA
l
REALTA
DELLA
anchein condizionidifferentio segiuendo principidiversimadi unacosasonocerto:le CREDENZE
oo CONSAPEVOLI
intuizionisonoun donochein qualchemodoci si devemeritaresviluppando la pro- Ntr
pria innatacapaciDdi essere autonomamente felici,di AmarenellaCioia- sestessi, CREDENZE
0)E l ,i'
IMONSAPTVOTI
chi si sceglie, lavitae la Realt)- unitaa unachiaradeterminazione adopporsi a qual- ::,i,r
PENSIERI
#;
siasimanifestazione delmale,in qualsiasi forma.
In effettitutti hannocontinuamente intuizioni,anchesesonoincapacidi accor- F([
PAROLE
gersene perchdsonoperlopiiiintuizioniinconsapevoli, sonoquellechespinSono una O AZIOM
V
personaafaree direcose,adandareo adessere in certipostiin certimomentipreci.si,
adessere attrattio respintidacertepersone, certecoseo certi luoghi.La tramadella
Real6produce esperienze conducendo le persone, quellechenepossono essere coin- ...t
volte,ad esserloperlopir)attraver.so intuizioniinconsapevoli. Quello che si fa per Giving
effettodi intuizioniinconsapevoli ha motrvazioni in finalitirpostenel futuro,prodotte (de)
dall'evoluzione dellaRealtie dallecredenze, daipensieri, daidesideri e dallepaureche '.>
ognunohanellasuamente,nelpresente.
Comeci si devecomportare quandosi hannointuizioniconsapevoli riguardoa espe- 50LO SENSORIALE IIVA
'
rienzedi vitaquotidiana e qualcuno ci fadelledomande al riguardo?Vediamo un esem- 8rf$E '.r"' $t$tf,[Tr{'
pio banale: sequalcuno ti chiedessepercheevitila persona cheti haappena presentato, A*TTITTJVE rr 0ErDEBr
perchdvuoi andartene da un postodoveseiappenaarrivato,oppureperch6vuoi fare . $'1Unl :- ENtt6rAs'lto
. {REDE
qualcosa di "irrazionale", sed quellocheintuisciched giustochetu facciala tua rispo- 'PERA
wrIInrsilo AUTONESPONSABITITA'
stapotrebbeesserepiir o menoquesta"ignoroil perchdma sentosemplicemente ched i
TRISTF 'rEucgt'
PRODUCCAOS ' PRCIDUCE
la cosagiusta chedeuofareper me ed d quellocheuogliofaresenzapormi domandee QRDINE
SOulBIl ::' AtlA
tantomenodarmio darerisposte". E evidente chequestod socialmente inaccettabile, I
$5@NO OPPOITU].IITA'
tutti si aspettano sempredi sentirsidaredellemotivazioni perognicosachesi dicao si INDIF,dNbENZA
DIPENDENZA :]i:.
'
faccia.Chivivedi intuizionipudperquestoaveredifficolDnell'interagire o nell'avere Produceproblcnie lnpcdinenii probltnir inrpcdimcnti
Rigolvc
r,' rispornioc fn drparmiorctcrnpo
:1.:r|,'
relazionicherichiedano I'approvazione razionale deglialtri,anchesealcuninepossono Perda e fif pcirdart Tempo
rimanereaffascinati sele intuizioni,anzichdapparire sempliciscuse, sonoautentiche e FroduceCoincidenzcgf ororevoIi .], 11"i'r producccoincidcnzc fqvorcvoli
producono, nel tempo,risultatifelici.Unapersonacheagisceintuitivamente sarebbe VA TUTTO'STORTO' j:ir.' IUTTO "FILA LISCIO'
i.:a,',..r;r':i
stataun tempoconsiderata oggiforsesolodisubbidiente.
eretica,

92 IO SCELGO
IOVOCLIOIO SONO INTUIZIONI 9:l
6 c
Le persone in turbolenza sonoquellechementonomoltofacilmente, anchesenza descriverein modocausaleperpoteressere accettabili
e condivisibili
ancheda clri
accorgersene, le personeallineatetendonoinveceadessere spontaneamente sincere; credesoloin cidched osservabile,
ripetibile
e dimostrabile.
le primeproducono aspettative, le seconde desideri,la differenzafra aspettative e
desideriDenorme.Le primevivonosperandopassivamente chela Realti cambi,le Finoa un certopuntodellamiavita sonostatomoltorazionale, ancheio comemolti
seconde contribuiscono in modocreativoa produrrei cambiamenti nellaRealti.Le altri credevo soloa cid cheeraosservabile, ripetibilee dimostrabile e chefossestato
primereagiscono allecrisicheproducono sostanzialmente dasolelamentandosi e scritto,possibilmente, in libridi testo"ufficiali"o suqualche pubblicazione scientifica
negando convittimismoognipropriaresponsabiliti, sonoin generetristi, razionalie autorevole. Mi ricordocheeromoltopresuntuoso, chetendevo sempre a difendere le
producono caos,le seconde reagiscono assumendosene la responsabiliD e conazioni miecredenze/verih cercando di convincere gli altri di quantofossero giustee a rifiu-
consapevoli voltea produrrecambiamenti in lorostesse,sonospirituali,felici,e pro- farequalunque cosafossediverso. Mi vantavodi essere ateo.Vivevocomunque conun
duconoordine.Leprimevivononellapaurae diffondendo paura,la pauraportaall'at- sensodi "incompiutezza".Ho capitosoloin segluito quantosbagliassi e soprattutto che
taccoo allafugafisiologica e all'immobilitirmentaleantievolutiva. Leseconde vivono I'intelligenza necessaria percredere soloin cida cui tutti possono credere, perchtiin
nell'entusiasmo cheletteralmente significa"esserein collegamento conDio dentro qualchemodr-r evidente,dimostrato e condiviso dallecredenze dellamaggioranza degli
di te". altri, verantente minima.Aderirea credenze diffusee accettate collettivamente.
anchesefalseo limitanti(malo si pudsapere soloa posteriori, quandosi d scopert<r
Peressere e mantenersi capacidi avereintuizioniconsapevoli, ritengocomunque edd statoaccertato chelo erano)d il modopiu rapidoe banaleperottenereil consens<r
importante, comeho accennato prima,essere allineaticonsestessie la Realtirper deglialtri. Beneo maletutti, e in particolare chi fa politicao dirigei massmedia,
riuscireadentrarein "comunionedi intenti"consestessie la RealD.La sincerihd la primadi diffondere qualsiasi notiziaconsiderano innanzitutto il consenso o I'au-
basedi partenzaper entrarein "comunionedi intenti"consestessie tutta la Realti,la diencechepossono ricavare dacidchediconoo fanno.Aderireal sensocomune, qua-
condizione cheprecede glistatimentalidibeatitudine, definitianche nirvana
di estasi, lunquecosasi dica,d la cosapiir faciledafarsi.
o di illuminazione.
Essere autenticie sincerid unacaratteristicanaturalee innatadel- Ignoravochecosafossero le intuizionie il mio atteggiamento mentalemi portava.
I'essere umano,divenutaperdoggimoltoraraancheperchdsi vieneeducati, fin da comunque, a rifiutarea prioridi crederein chiunquesostenesse di averneo dichia-
piccoli,a mentiree si vivein unasociet)chedevei suoiequilibrial mantenimento di rassequalsiasi cosache,anzich6esserestatadimostrata, fosse"solo"frutto di intui-
credenze basateperlopir)su bugie.Perallinearsisi dovrebbe ancheriusciread essere zioni,di "fantasie" sueo di chicchessia. Oggiriescoa comprendere chi rifiutadi accet-
con la propriaattenzionementalenel presenterivoltoal futuro.Normalmentel'at- tarecosecheho scrittoo progettato graziea intuizioniperchdanch'io,un tempo,
tenzionedellamenteo d distrattadacoseirrealio si muoverimbalzando tra credenze avreiprobabilmente fattolo stesso. Il me stessodi un tempoavrebbe avutodifficolti
derivatedalpropriopassato, spesso quelle"sofferte",e un futuroincerto... adaccettare il mestesso di oggi.Mi sonotuttaviaritrovatospesso a rifletteresullentie
A voltesi possono avereintuizionianchesuaspettidellaRealhchepossono essere esperienze passate nellequali,pur essendo alloraun razionale, erocomunque riuscito
moltocomplessi perpoteressereutllizzati o condivisiconaltri,in questocasopossono a prendere decisioni sullabasedi mieintuizioniche,ancheserazionalmente ingiusti-
doveressereelaboratisul proprio"terreno"di conoscenza per molto tempo,anche ficabili,si eranorivelate,nel tempo,profondamente giuste.Cosicomemi d accaduto
anni o unavita intera(dipende da quantosi d lenti),primadi poterlirappresentare e di ritrovarmia vivereesperienze di crisiprofonda, soffrendo anchemolto,a seguitodi

Oll
roScnr-corlvocto
rosouo INTUIZIONI 95
6 6
giustema contrariea cib cheinveceero e sonasplendida. Male intuizionisonoacausali,sonodimostrabili solo,eventualmente ,
sceltecheeranoforsestaterazionalmente
avessi avuto preziose intuizioni- soprattuttoriguardoalla a posterioriquandod magaritroppotardiperagiredi conseguenza... Sii costruttivoc
avevointuito.Nonostante
persone - chemi avrebbero potuto permettere di evitaretali esperienze feliceallora,e fidatidelletue Intuizioni!Mettersiin condizione
di averneconsapevol-
naturadi certe
(seavessi evitatofin dall'iniziodi avererelazioni di amicizia o di collaborazione con mentee avereil coraggiodi seguirleconviene, sempre!
loro),avevopreferitoseguirela mia razionalitir e cid mi eracostato caro. Per quanto
abbiavissutoquelleesperienze in modosofferto, oggisochemi sonostatecomunque Fantasiae immaginazione
per
moltoutili, anchesolo avermi permesso di capire quantofossegrandeil valore
dellemie intuizioni.Ognicrisi,affettiva,economica salute,offrepreziose
o di oppor- Le esperienze cheognunovivepossono
tunitirperaccorgiersi e capirechecosadi se stessi si deve cambiare e un cambiamento esseredeterminanti, nel beneo nel male,
DtalequandoD,innanzitutto, un cambiamentodi pensieroe di credenze. speciedabambini,ma d soprattutto dal-
Anchequandoeroun razionale convintoavevomolteintuizionie in alcunicasiero l'usopersonale che oginunoha fatto e fa
statocomunquecapace di seguirle.Oggile intuizionirappresentano la miafontepri- dellapropriaimmaginazione - costrut-
mariadi conoscenza e sareiincapace di fare qualsiasi scelta rinunciando a esse.Le tivo/ottimistico,
aridoo distruttivo/pessi-
informazioni sensoriali chemi arrivanodall'esterno hanno per me un valore molto mistico- che possonodipendere gran
relativo,bassissimo quando si tratta in particolare di giudizi di persone su altreper- partedellepropriecredenzelveritd e con-
sone.Cercoinoltredi evitarevolontariamente ogni tentativo da parte di chiunque di seguentemente le propriescelteed espe-
ripetermiin continuazione le stesse cose o di convincermi di qualcosa che, intuitiva- rienzedi vita.Qualsiasi cosavengapen-
mente,percepisco comeirrealistico, ma evitodi discutere con loro quandoil loro satafacendo un usovividodellapropria
approcciob unicamenterazionale. immaginazione pud essereimmediata-
Capitaspesso di sentireallaradioo allatelevisione notiziedi criminalibrutalio mente memorizzatastabilmenteanche
violentiassassini che, prima di rivelarsitali, erano considerati da tutti persone"nor- nellapropriamemoriaconsapevole e puir
mali"checonducevano unavita normale. Si intervistano parenti, amicio conoscenti rinnovareconmaggiorefacilih e velocit;r
e tutti, immancabilmente, sottolineano la normaliD di quel criminale senzacapaci- anchele propriecredenze. Le culturc
tarsidi comeabbia potuto farecib cheha fatto. Una persona pud anche vivete24ore modernesembrachefacciano moltopoco
per
su24 conun'altrae farlo annisenza riuscire razionalmente a capire o riconoscere affinch6la gentepossasviluppare un'im-
chi siaveramente, sebbene la prima volta che l'ha incontrata, prima ancora di osser- maginazione vivida,ottimisticae costrut-
varlao prima
parlarci, ancorache sua la mente abbia potuto produrre associazioni, tiva.La stessaimpostazione dellaeduca-
emozionie eiudizi,avrebbepotutoin una frazionedi secondointuire chi era,acce- zionescolastica sembraessere pocopro-
dendointuitivamente direttamente allasuaessenza. Succede ancheil contrario,$iu- pensaa stimolareI'immaginazione dci
dicarerazionalmente qualcuno in modo negiativo nonostante sia,in realti, una per-

Io soNo
roscir,coIo voGLIo INTUIZIONI 97
96
o @
Siovaniscolari.Ci sonotecnichedi memorizzazione dasecoli- basate
conosciute sul- e anchedi migliorarenotevolmente il rapportoconla suavita immaginativa e quindi
I'usovividoe costruttivodellapropriaimmaginazione - che permettere
potrebbero a con la Realtbe la suavitavissuta.Manessunsistemasocialechefondii suoiequilibri
qualsiasi
adolescente esamiscolastici
studie superare
di affrontare conestrema faciliti perlopiirsull'esercizio del controllodellemassesi d mai rivelatofavorevole alladiffu-
sionedi tali tecniche,tantomenoallaloro introduzione a livelloscolastico.
I mezzidi comunicazione di massariportanouna quantiti esasperata di cattive
notizie,di fatti di cui doveraverepaurae propongono. tra informazionipubblicitarie
esplicite,
subliminalio mascherate da notizie,storiebasateperlopiirsu modellicom-
portamentali conflittualichevengonocome"innestati"nellementidebolichediven-
gono,a lorovolta,dipendentie attratteda quelgeneredi informazioni,conducendo
VERITA cosia un circoloviziosoa cui solofontidi informazioni e di storiefelicie ottimistiche
TRA DI IN CUI DEVI potrebbero porrefine.La televisione, in particolare, oggi[aprimae avolteunicafonte
di informazioni perla stragrande ma$gioranza dellapopolazione, produceinforma-
zionivisive e uditivecheriducono gli sforziimmaginativi deglispettatori. Sei modelli
<v dellaRealDpropostisonomoltospesso basatisustoriebruttee dellequaliaverepaura,
i$"
G
1. ?t;
$. o
senzaun'immaginazione

proposta dall'esterno.
felicee ottimistica
unapropriaRealtimentalee conseguentemente
divienemoltodifficileriuscirea crearsi
vissuta, diversa
Altrefontisolovisive,comei libri,o soloauditive,
daquellacheviene
comele sto-
rie raccontate o la radio,possono invecestimolareI'immaginazione ma sesi tratta
* ancoradi cattivenotizieo fattidi cui averepaura,d forsemegliocontinuarea evitare
e di usarela propriaimmaginazione, anchein queicasi.,.A unapersona conunamente
pienadi dubbi,di paure,di modelliconflittuali e ormaiincapace di un'immaginazione
vividae felicesi pubfarcredere facilmente qualsiasi cosa.Mai propripensieri edemo-
zioni,Iepropriecredenze, tutto quellochela mentearrivaa considerare veriti, come
abbiamo vistoevedremomeglioin seguito,condizionano fortemente, oltrechele pro-
priescelte- comechi votarealleprossime elezioni politiche e comespendere soldi-
anchetutte le esperienze cheunapersona vivee vivr) nelsuofuturo.
Le notizietristiattraggono le persone tristi,quellechesi preoccupano, quellele
cui menticercanocauseconcui giustificare la loro lrislezzae allequalinotiziedi per-
sonechecompiono belleazioni,chevivonobelleesperienze di successo possono, per
questo,soloinfastidire.Il fattocheIe cattivenotiziefaccianoascolto.abbianomag-

98 IOVOCLIO
IO SCELGO TOSONO INTUIZIONI 99
6 o
gioreaudience di quellebuonedimostra mentid difficileanchesoloaccorgersi cheipropridesideri, pensieri e immaginazioni.
indirettamente quantagentetristec'bin anchequellichesembrano felici,sonocomunquetristi.Allafinedardindicazioni prc
circolazione. Oltreai neuronie allecon- cisesu comepoterportarela propriamente,anchesesi d incapacidi accorgersi della
nessioni sinaptiche chevengonopercorse naturadeipropripensieriattuali,a produrrepensierifelici.Chiunquesiavivoe il)
e rinforzate a ognipensiero, anchela bio- gradodi pensare pud,indipendentemente la propria
da tutto e da tutti, risvegliare
chimicadel cervelloe del corpodi chi immaginazione sopitae utilizzarlafelicemente per produrre, dapprimasoloafferma-
viveconi pensieririvoltia cid chetemee zionicostruttivee ottimistiche,poianchepensieri e cred,enze felicipercondurrela sua
di cui ha paurad moltodiversadaquella mentea essere, finalmente, la formidabile fontedi Gioiae di esperienze feliciche
di chi vivecon i pensieririvolti a cid che avrebbe potutoessere fin daquandosi erapiccoli.
desidera e di cui d entusiasta. E facileche Vedremochefado Destremamente facile.
si creiun circoloviziososiaperchdi pro-
pri percorsimentaliassociativi pessimistipossono divenirequellisemprepiir privile-
giatie spontanei siaperchdil cervelloe il corpostesso possono sviluppare formedi
assuefazione e di dipendenza allabiochimicadellapaura.Eppuresonoin tantia essere
felici,nonostante tutto, e ad essere conle loro mentiin circolivirtuosiconil proprio
cervelloe corpofantasticamente allabiochimicadellaGioiae dell'Entusia-
assuefatti
smo.Probabilmente stannoaspettando di potertornarea giuardare la televisione
ancheloro,senzadoversisottoporre a dosimassicce di biochimicadellalristezza,del
vittimismoe dellapaura.
II fattocheognunopossapotenzialmente immaginare qualunque cosa- anchele
esperienze pii felicied emozionanti cheabbiamaivissuto- autonomamente e indi-
pendentemente da quellochevivee da qualunquecosagli vengadettariguardola
Realtiintornoa lui, b grandioso, fenomenale, straordinario e potentepergli effettiche
hadentroe fuoridi s6.D un veropeccato chequasinessuno lo facciacostruttivamente,
ma la cosatristed chemolti,anchequandopensano a esperienze chele loro menti
ritengonobellee piacevoli, immagiinano perlopii esperienze comunqueprivedi
autentica Gioiaperchddettatedapaureirrisolte,opportuniste, o chevannoa dannodi
qualcun altro.
Chi d tristedentroproducepensieritristi, immaginaesperienze tristi chelo con-
duconoavivereesperienze tristi.E nellapropriamentechesi devecambiare, altri-

100 IO SCELGO
IOVOGLIO
IO SONO INTUIZIONI l0l
6
Modelli mentali
I concettodi Modellomentale(diseguitoModello)d statopostulato nel 1983da
Johnson-Laird: "Unacopiamentaleinternachepossiede la stessastruttura di rap-
porti delfenomenocherappresenta". Secondo Laird,la mentecostruisce Nlodelli
chepossono rappresentare il mondofisico,i concettiastrattio le sequenze di eventi
perspiegarsi gli eventi,percomprendere le esperienze e pe(fronteggiare le situazioni
nuove.Perch6un Modellosiautile,tuttavia,d ininfluentecheforniscala spiegazione
completadi un fenomenochecorrisponda esattamente a cid cherappresenta. La sua
funzionalitdrisiedenel fattocheognimodellod unasemplificazione dellaRealt)che
vuolerappresentare. I Modellisonocostruitisullabasedi informazioni approssimative
e incomplete, e questofattopubdeterminarne il fallimento.Seabbiamoun Modello
sbagliato, riferitoper esempio al funzionamento di un oggetto,si commetteranno
moltoprobabilmente errori nell'utilizzarlo."Lapotenzadeimodellimcrttalid cheper-
mettonodi indouinarecosapuo succederein situazioni nuouee insolite./...Jse il
modellod sbaglioto,sbagliancheft-r"(Norman,1997).
Lutllizzodi Modellidettagliatiimplicherebbe I'impepino di granpartedellerisorse
e dellecapacith di processo dellamente:sei modellisonotroppocomplessi, si avrebbe
un sovraccarico chepotrebbeportaresiaa conclusionisbagliatesia soprattuttoad
allungare i tempinecessari perprodurlee questofarebbe perderela loroutilit2r. Su
questabaseho personalmente introdottoalcunenuoveinterpretazioni rispettoal con-
cettodi ModellomentaledefinitodaLaird,vediamole.
Partendodal presupposto chela menteumanamemorizza tutte le informazioni,
realio immagiinarie con cui si confronta,quellepresentinellamemoriaconsapevole
sonoin generedi facilerecupero peril loro prontoe immediatoutllizzoma la loro
quantit)Eestremamente limitatarispettoallavastihdelleinformazioni presentinella
propriamemoriainconsapevole, perle qualii tempidi recupero possono essere troppo

103
6 6
Lrnghiper un loro immediato utilizzo. Capitaspessoche una personacerchi di ricor- I Modelliservono allamenteperpoterpiiudicare in modorapidoedefficiente la
lare qualcosasenzariuscirci ma che,dopo qualcheora o anchegiorni, appenad stata RealDin relazione innanzituttoallasoprawivenza. Sonoutilissimiin particolare se
'itrovatanella sua memoria inconsapevole, riaffioranella sua mente consapevole. I si affrontano situazionidi veropericoloperla propriaincolumiDfisica.Permettono di
t'lodellisono il rimedio alla maggioredifficolh di recuperodi tali informazioni.Si riconoscere in modo estremamente rapido,seppurapprossimato, opportuniho
ratta di "estratti sintetici" - a cui la mente attribuiscecaratteredi verith - di grandi minaccemaanche,e questod un aspettomoltodelicato, di filtrare,di scartare a priori
luantiti di informazioni inconsapevoli.Alla mente servonoper produrre comporta- dalla percezione sensoriale tutto cib chela mented incapace di giudicare (ossiadi
nenti automaticiche siano immediati,importantissimiin situazionicomplessedi capiresed un'opportunit)o unaminaccia) perchdin memoriamancanoinformazioni
rericolocomequellein cui la soprawivenza pud esserea rischio. grazieallequalipoterlosapere primachesiatroppotardi.
La mente umana inizia a produrre Modelli fin da quandoinizia a interagirecon Un bambinocheda piccolo,la primavoltacheha interagitocon il fuoco(magari
nformazionidall'ambiente, fin da prima della nascita. Sonoderivatidallesoleasso- quellodellacandelina dellatortadelsuoprimocompleanno), si d scottatoe ha sof-
:iazioni mentali (come piacere, dolore, pericolo, opportunitd ecc.)tra possibilisog- ferto,ha nellasuamemoriae nei suoiModelligeneralizzato e associato il concettodi
Ietti mentali riconoscibili per via associativa (io, donna, uomo, amico,amica,estra- fuocoal pericolo.Il giornochedovesse, in seguito,trovarsicoinvoltoin un incendio
reo, cane, gatto, belva feroce, extraterrestre ecc.) e, poichddefiniscono perlopiircom- saprdreagirefuggendo, senzaperderetempoa cercaredi capiresequelfuocod "cat-
rortamenti riferiti a feneralizzazioni,sono indipendentida "chi" sono realmentei tivo".Ma i propri Modellipossono creareglrandiprobleminellanormalevitaquoti-
;oggettistessi,ma dipendonosolo da che cosasembranoessere.Se una personati diana perchd il caratteredi Veritdchela menteattribuisceloro d derivatodagenera-
rpparee/o si comporta con te in un certo modo che corrispondead associazionipre- lizzazioniarbitrariee soggettive e pubfacilmente portareunapersona a farsiideesba-
;enti in un tuo Modello,ne deriverannotuoi giudizi e rapidereazioniimpulsive,auto- gliatee ad averecomportamenti sbagliati,considerandoli perdgiusti.Seinvecedel
natiche. lazione di Modelli si manifestain genere nellafocalizzazionedella propria fuoco,la cui generalizzazione pubessere utile allasoprawivenza, ci si riferisce per
rttenzionesu pochi dettaglidello scenarioche si sta vivendoe in reazioni"impulsive" esempio a persone, gli atteggiamenti, il comportamento, il mododi faree parlare di
r cui seguonoazioni "automatiche".Qualsiasicomportamentodettato da un proprio una persona buonae pienadi amorecon cui ci si d confrontatida piccolipossono
vkrdelloha per la mente caratteredi verih (ritieneche sia giusto)perchdd prodotto essere entratia farpartedi propriModellie sedagrandici si trovaa interagireconuna
la un modelloche per la mente ha gih caratteredi veritd,indipendentemente dalla persona cattiva,privadi amoree opportunista macapace di averegli atteggiamenti, il
;ituazioneche si stavivendoma soprattuttoda chi d quellacosao personae da che comportamento, il mododi faree parlare chenelproprioModellod associato all'essere
-'osapud volereda te. Poich6al fine dellasoprawivenzala reazionedeveessereinnanzi buonie amorevoli, si vivrannomoltoprobabilmente esperienze dolorose; lo stessovale
.utto rapida,anzich6. cercaredi capirese,per esempio,la persona,la cosa,la belvaecc. ancheal contrario.Le generalizzazioni deipropriModelli,quandosonoriferitea per-
-'on cui si sta interapiendo d buona o cattiva,la qual cosarichiederebbetempo, la sonema ancheadesperienze di vitain genere, possono portarea vivereesperienze
lente pieneralizza e produce immediatereazionisulla basedellesue generalizzazioni. completamente diverseda quellocheci si pud aspettare.
II prcrcesso pe rcezione-associazioni (nella memoria)-emozione-pensieri-giudizio-rea- I Modellimentaliderivanounicamente da generalizzazioni di propriee personali
:irne viene abbreviato nel molto piir rapido processopercezione-associazione (nei esperienze passate, per questo sonoestremamente soggettivie approssimativi. Tanto
tu trleIIi ment ali )-reazione. utili in situazionidi realepericoloquantopocoobiettivie in generecontroproducenti

lo4 IOVOGLIOIO SONO


IOSCELGO MODELLIMENTALI r05
6 CI
e si riescea rinnovarliconsapevolmente, al presente
agipiiornandoli (vedremo piir
avanticomefare)possonodivenireun preziosostrumentoperviverefelicemente.E
daipropriModelliche
infattisoprattutto dipendonoi propricomportamenti,
le pro-

I
:
t
, ,@
Creazione.
dell'inmaging
Propri
MODELLI
della
'! l
Realti
prieemozioni,giudizi,e granpartedeipropripensieri.

Sehai semprecrcdutocheDquelloche succedenellaRealti, ll fuori,


cheti pub renderefeliceo triste, inizia a considemrela possibiliti che,
invece,il fatto che tu sia felice o triste dipendesoprattutto da quello chec'D
dentrodi te, nellatua mentee nei tuoi Modellimentali.
,tirffi Realt*
t
IJoriginedi ogni infeliciti Din paureinopportunee

Y falsecredenzelimitanti enkate a far parte di propri Modelli mentali.

Vediamo un esempio di applicazione


di un Modellomentale nellavitaquotidiana. Due
donnee la primavoltachedaragazzine sonoandate in unadiscoteca. Laprimaincon-
tra I'uomoe I'amoredellasuavitae la seconda vieneinvecepesantemente molestata
che appartieneallemiecredenzeperch6ho informazioni a cui da alcunibruti. La primapud averprodottoI'associazione mentale:"discoteca"<+
associarloe possogiudicarlo.
Rifiutoa priorituttoil resto "opportunitifeliced'amore",la seconda:"discoteca" <+ "gravepericolo!".Se
perch6sareiincapacedi giudicarlo. entrambe, dopoaverlavissuta,hannoripensato spesso a quellaesperienza, la primaal
modoin cui d iniziatoil suograndeamore,la seconda a comesi d spaventata o ha sof-
quandoperesempio impedisconola percezione e la conoscenza di cidcheun'altraper- ferto,le loro associazionimentalihannoassuntocarattere di verit) entrandoa far
sonapudessere realmente. Unavoltaprodottoun giudiziosu unapersona, sequesto partedei loro Modelli.Oltreprobabilmente ad amarele discoteche la primae ad
d derivatodaun proprioModellodivieneinconsapevolmente e automaticamente una odiarlela seconda,il giornocheentrambe dovessero avereunafigliacheha raggiunto
propriaveriD.Ci si impedisce cosidi poterconoscere quellapersona perch6si vedr)e I'et) perpoterandarein discoteca, la primasi trover),naturalmente e spontanea-
si accetter)
di lei solocid checonferma il propriogiudizio.I Modelliservono soloa mente,a incentivare suafigliaadandarcimentrela seconda reagir)istintivamente, in
poter soprawivereefficientemente in ambientiostili ma costituisconoun grande predaallapaura,proibendoglielo. Entrambe le duedonnecondizionerebbero le pro-
limiteal potervivere felicemente,soprattutto seI'ambiente d moltomenoostiledi priefiglieadaderirealleloroverih e ai loromodelliancheseentrambisonoriferitia
quantopossaessere statoin passato,nel corsodi tutta la storiaevolutivadell'uomo. situazioniestreme pocorealistiche.MaquestoDquellochetutti i genitoritendono
Maseci si accorgedeilimiti cherappresentano nellanormalevita quotidiana attuale sempre,seppureinconsapevolmente, a farecon i lorofigli:trasformarliin "fotocopie"

10 6 IOSCELGO
IO VOGLIO
IO SONO MODELLIMENTALI 107
6 6
Questoawienequandovoglionotrasferireloro le proprieveritire i pro-
di loro stessi.
pri Modelli.Molti adolescenti vivonocon un sensodi profondainsoddisfazione, di
inquietudine unitaa un desiderio chea voltesi esprime
di ribellione in modogenera-
lizzatoe inopportuno controi proprigenitorimaanchecontrogli altri, la societ)o se
stessi,soloperch6la loro mentevivein modoconflittuale il confrontofra i propri
Modelliprodottia seguitodi loro esperienze, nel presentee quellichesonostatiloro
proposti/imposti dai genitoriderivatidalleesperienzedi questiultimi, nel passato.I
nrodellimentalisonogeneratie riferitiallepropriecredenze dalleproprie
derivate
esperienze e per questodevonoaverecaratteredi individualit),sonoe devonoessere
personalie soggettivi,qualsiasitentativodi generalizzazione chepud derivareanche
da un'ideadi uguaglianza che(comevedremo)d profondamente contronaturapub
produrretormentoe infeliciD,maanchede$enerare giravemente.

Fittri sensoriali
Un aspettoestremamentedelicatodei Modelli mentali d I'effettoche hanno sulla per-
cezionesensorialedella Realth.Fanno da filtro, eliminando da essao ponendo in
secondopiano tutti gli elementi e i dettagli che mancanodi associazionia cib che si
conosceed b giudicabile.
Una personache credeche la vita sia triste e grigia avr), per effetto dei suoi filtri
sensorialiderivati dai suoi Modelli, la propria attenzionefocalizzatasu cid che della
Real$ d triste e grigio. Una personache credeche la vita sia felicee colorataavrd,gra-
zie ai suoi filtri sensoriali,la propria attenzione focalizzatasu cib che della Realh d
felicee colorato. RICOSTRUZIOI{EDELL'I]UMAGINEVISIVA
Le informazioni che ognuno di noi ricevecontinuamentedall'ambientesono tan- (Valorizzazione
deglielementicorrispondentiallepropriecredenzee Modellimentalie
tissime,troppeper poter esseretutte interpretatee giudicateefficientemente,allora la di tuttocio che d nuovoo diversoda essi)
attenuazione
mente - a eccezionedi quella dei bambini, assetatadi tutto cid che d nuovo elimina
a priori cid che sarebbecomunque incapacedi giudicareper la mancanzadi proprie La stessaimmaginedi una casain uenditapud essereuistain modomolto diuersoda chi
associazioni. ha credenzee Modelli mentali infelici risnetto a chi ha credenzee Modelli mentali felici.

r08 IO VOGLIO
IO SCELGO IO SONO MODELLIMENTALI 109
c 6
Se si vuole iniziarea vivere in modo piir felicela propriavita, bisognainiziareanche;r
vederetutto cid che di feliceesistegi) nella Realh. La prima cosasu cui si dovrehbc
riusciread interveniresonoipropri Modellimentali.Cambiandole propriecredenzt,
anchei propri Modellipossonocambiaree alloracambiaancheil modo in cLril'ienel'rer
cepitoil mondoperch6la propriapercezionesensoriale vienefiltratae riorientatain fun-
zionedellepropriecredenze.Chi d incapacedi produrre credenze e Modellifelicit anchc
incapacedi accorgersidi tutte le opportuniD felici che la Real6 Bli offre e continuer;ra
viverenel suo mondo grigio e triste,vedendosolo quelloche d grigio e triste in esso.

$"rr,.'*o "a*"o*,oar?

DELL'IMMAGINEVISIVA
RICOSTRUZIONE

In un conlestoconpii personesconosciutetra le quali ui possonoessere,indipendentemente


dalla loro opparenza,persone"buone"(rappresentatecon angioletti alle spalle)e persone
"cattiue"(rappresentatecon mostri alle spalle)risultano euidenti(e si puo essereattratti)
da quellechehanno caratteristichecorrispondentialle proprie credenzee Modelli mentali,
felici o infelici chesiano.

110 IOVOCLIOIO SONO


IOSCELGO MODELLIMENTAL] llt
6 6
Modellomentalee neonato

s
Ognunoha nellapropriamentei propriModellimentali.Poich6dallanascita la pro-
priasoprawivenza dipendeunicamentedachi ci staintorno,il Modellorelativoalle
PENSAE GIUDICA relazioni d moltoprobabilmente
affettive il primochevieneprodotto:lo chiamiamo
ORATAE FELICEN' "ModelloMentaleNeonato". E basato
sul seguente processomentaleinconscio ele-
mentare.

MODELLOMENTALENEONATO
how un "DISAGIO".
io "BISOGNO" di ponti rimedio, mo ignom chercsa forc + 'IIIPOTENZA",
so solopiangerc, ollotu + 'PIANGO'
'QUALCLJNO"si occorgedi me, mi riwlge Ia suo'AITENZIONE", arriaa
dalf *ESTERNO"e "RISOLVE"il m io'DISAGIO'7'BISOGNO".
Questotipo di relazionelo chiomerd 'A!!(nE'.

tt2 IO VOCLIOIO SONO


IO SCELGO MODELLI
MENTALI 113
6 o
La mentedi un neonatod incapace di attribuirenomi e significatia oggetti,soggettio
Le associazionimentaliinconscechene derivanosono:
personema cib d ininfluente, la sua mente memorizza solole associazionitra gli sti-
se+ "DISAGIO" <+ "BISOGNO"<+ "IMPOTENZA" moli percepitisensorialmente a cui potri associare
nomi e significatiin seguito.
allora=+'PIANGERE'
ss + "QUALCUNO"<+"ESTERNO"<+ "AITENZIONE' <+ "SOLUZIONE"
Va notatoche Ie percezionirelativealla serrsazione di disogio vengonofacilmenteasso-
se=t "STO BENE"
ciate,da subito,a quellerelativeallesensazionidibisognoe di impotenza.Uazione pian-
allora+ "AI[ORE'
gere d.Iapossibilesohrzione,I'unicadi cui si d capaci,da utilizzarsiquandoallora ci si
Il processo mentalepud esserecosiriassunto. senteimpotenfi, incapaciautonomamentedi capirequalesia I'origine del disagioe di
Sequolcunodall'esternomi rtwQe lo suoattenzione, mi capiscee mi fa stare porvi autonomamente rinredio(questaassociazione e anchequellache porta,quando
benequondoho un disogio, vuol dire cfte MI AMA. invecesi ritienedi avercapitoqualesiaI'originedi un propriodisagio,a sentirsionnipo-
Ma anche:Qualannoall'esternomi ama SOLOSE mi riaolgela sua attenzione, tenti). Asentirsiimpotenti siassociapiangere.Sepiangereproduce una soluzione(per-
copiscee risolae ogni mio disogio, facendomistore bene. chd inducequalcunoa trovarla),plcngere d alloralasoluzionee se la soluzioneprovie-
Nederivanoanchele possibiliassociazioni. ne dall'esternodi sd ne deriva chele sofuzioni ai prcpri disagi sono all'esternodi s6.
c Stobme solo se mi sentoAmato.
Il concettoastrattodi Amore viene quindi associato,direttamenteo indiretta-
. Stobme solo se gualc-unooll'esterno di ne mi riwlge Ia suaattenzione.
mente, ai concetti di bisogno, impotenza, piangere, aftenzione esterno, soluzione
. Stobenesolo se mi sentoAnoto da gualcunoall'esterno di me.
esterno.
. La soluzioneo qualsiosi mio disogio i all'esterno di me.
r Se sfo male sono impotmte, possosolo piangere (lamentormi e fare lo uit-
Il ModelloNeonatopu<)averemolte varianti, tanti vi hanno applicatosolo piccole
timo...) modifichee continuano autilizzarlo - in modo "devastante"per loro stessie chi ha a
che fare con loro - ancheda adulti. Ecco un esempiodelleassociazioniche la loro
Un neonato puoprovare unasensazione di disagiopermillemotivia lui ignotiquali nrentepotrebbeutilizzare:sequandoero neonatoprovavoun sensodi impotenzaogni
caldo/freddo,
fame/sete,cacca/pipi, interazione
distruttivaconqualcuno o qualcosadiver- volta che vivevoun disagiosenzasaperedi che cosaavevobisogno,ora che son<l
sodas,malessere fisico.Il fattochequalcuno esferno a lui possa
capire qualesial'origi- adulto, quandoprovo un disagioe ritengo di saperedi che cosaho bisogno,allora
nedelsuodisagio e riuscirea porvirimedioindipendentemente dalui d fondamentale per provo un sensodi onnipoteraa, da cui deriva il sensodi esserenel fiusto nelpreten-
la suasoprawivenza, per questonellasuamentesi attivasubitola definizione di un dere qualunquecosa,magari in nome dell"'amore",da qualcuno.Se ho un disagio,
Modello. Luisasolo,perlopiiinconsapevolmente, dormire, mangiare, ascoltare,
sentire, piango (o manifestoil mio dolorein vari modi), ma seso di che cosaho bisogno (onni-
vedere,farecaccae pipi,ridere,piangere o essere Masepiangendo
indifferente. riescea potenza),qualcuno chemi ama DEVE assolutamentesoddisfarell mio disagio, il mio
richiamarel'uftenzionedi qualcunoesternochepud rappresentare la soluzioneal suo bisogno; se lo fa, allora,/o amo anche ro, altrimenti significa cherifiutq di amormi,
disagioe seb questoquellocheaccade quandopiange, quelqualcuno all'esterno
riescea e che allora d caftiuo e bugiordo, io sono una uiftima e posso,devoiniziare a disprez-
farlostarebene,deduce allora:"quelqualcuno all'esternodi me'miAma"'. zarloe odiarloe ad agiredi consegiuenza.

ll4 IO SCELGO
IO VOCLIOIO SONO MODELLIMENTALI ll5
c o
aspettarsinulla in cambio.Quandoqualcuno riescea fare qualcosaper qualcun altro
IEDEREIL IESTITIIIO CFE OH COIIE SONO DISPERATA.
FATTOALLA llAIA BAASOLA! gARO INCAPACEDI /{VER,E
EIDUCA incapacedi "ricambiareil favore",significache lo Ama. Chiunquesia arrivatoall'et)
rN QUALSIA$ UOI O
adulta c'd riuscito, necessariamente, girazieal fatto che qualcuno,quando era appena
nato,si d presocura di lui e lo ha quindiAmato,indipendentemente da cio che Ia sua
mentecredache sial'amore.

Modello mentale Neonato in adulti


J I
II Il ModelloNeonatod o Dstatopresentenellamente di chiunquesiadivenutoadulto.Ma

l, (
)
se quel primo modello, anzich6, essereslato rinnovatonel tempo per essereadeEiuato
presenteed essereutile anchea produrreesperienzefelici nel presentedi un adolescen-
te o un adulto,d rimastopressochd invariato,alloraancheuna personaadultamolto
al

\ intelligente pud averecomportamentiassurdie inaccettabili.Questovale per ogni pro-

I
I

I
prio Modello:deveessereagigiornato in continuazione,arricchitodi nuoveinformazioni
e associazioni, rinnovatoe adegiuato dinamicamenteal presentegrazieai cambiamenti
del corpocon I'eti, ai cambiamentidellaRealtdin cui si vive,allecondizioniin cui si vive
e Sraziea tutte le nuoveesperienze, reali o immagiinarieche direttamenteo indiretta-
nrenteoglnunovive.
E evidenteche il Mode[[oNeonatod perfettosoloper un neonato,incapace di avere Il cen'elloha una grandissimaplasticitae la mentepud, grazieproprio a questapla-
una qualsiasiideasu che cosasianolui e la Realti che lo circonda.Quandovive una sticitir,produrrecontinuamentenuoveassociazioni e nuovecredenzema pochissimi
sensazione di disagio,d incapaceanchesolodi capireil perch6,nellasuamentevi sono sfruttano questa possibilitd
e si riduconoautilizzaresempresolo le associazioni che
informazionisufficientiper produrre reazioniautomatiche,come pianpiere,ma insuf- hanno utilizzatopirl spesso,quelleche sonodivenuteloro piir "familiari".
ficientiper poter produrregiudizi.E inoltre incapacedi prenderefisicamenteinizia- A mano a mano che il corpoe la Realtdintorno cambiano,anchei propri Modelli
tive ed e soprattuttoinconsapevole di che cosasia lui stesso,il suo corpo e come devonoessererinnovati,ma il fattoche ogni volta cheuno stessoModellovieneutllizza-
usarlo.Molti credonodi poter6iiustificare di amareperchdritengono
la loro incapacitir to consolidail suo caratteredi Verit2rfa si che possarimaneresoslanzialmente lo stesso
che la loro infanziasia statapriva di amore, questosolo perchtiignorano che cosasia per tutto il restodellapropriavita. Questod il rrotivo per il qualela stragrandemaggio-
realmenteI'amore.Se sonovivi e adulti significache comunquequalcunosi e preso ranzadellagentecontinuaad applicareil ModelloNeonatoe altri modelliinfantilipro-
cura di loro - senzariceverepressochdnulla in cambio (...)- altrimenti sarebbero dotti nell'adolescenza, nonostantesiaadulh. Pressochti tutti desideranoamareed esse-
morti. Questod cid che caratterizzallveroAmore, gioire nel dare per dare,senza re amati felicementema quasinessunoriescea vivererelazionidi Amore autentico,

ll6 IO SCELGO
IOVOGLIO
IO SONO MODELLIMENTALI tt7
o o
costruttivo,evolutivo,longevonellaGioiae nell'Armonia(la coppia Illuminata),soprat-
tutto perchdnelleloro menti c<-rntinuano
ad essercapplicatiModelli riferiti al passatoe
credenze/verit)contrarieall'amore.

Poichdquei Modelli e veriti prevedonoin genereche sia l'Amoresia le soluzioniai loro


disagipossanoe debbanoproveniredall'esterno,le personeche hanno tali Modelli
continuanoad aspettare, a giudicaree sperare,accusandoI'esternose ignoraIe loro
richiestee aspettativesenzaaccorgersi che il veroproblemad solonelleloro menti.
Il ModelloNeonato,come qualsiasialtro Modello,pud tuttaviaesserefacilmente
cambiatoe attualizzatoal presentesemplicementeproducendo,da soli, nuoveasso-
ciazionimentali,applicandoil metododescrittoallafine del libro,basatosull'usocon-
sapevoledell'immaginazione e dellaripetizione.

Ma a molti il ModelloNeonatopiacecositanto chevoglionoassolutamente tenerselo,


continuanoad applicarloogniqualvoltane hanno I'occasione. Permetteloro di scari-
caresu altri la responsabilitddellapropria feliciti e di sentirsi autorizzatia lamentarsi
e farela vittima senzaalcunsensodi colpa,credendooltretuttodi esserenellarafione.
E troppobello,troppocomodoper rinunciarvilMa quelModellod invece"devastante"
sia per loro siaper chiunqueabbiaa che farecon loro.Vi sonomolti aspettidel com-
portamentoche caratterizzanochi d affezionatoa quel Modello,tra i quali:

' richiamareI'attenzione altri sullapropriaeventualeinfelicita/soffe-


dell'altro/degli
renza,mostrandosisemprecomevittime;
' fare in modo di soffrire ed essereinfelice per mettere alla prova l'amore dell'altro
giudicandonele reazioniper poterloconfernrare;
o aspettarsiche sia sempreI'altro a dover scopriree capire la causadella loro infeli-
citi/sofferenza(tu sei incapacedi capirmi...);
' difenderee considerarele proprie ragioni o ar6iomentazioni veritd assolutee
incontrovertibili:
' credereche qualsiasirimedio alla loro eventualeinfelicitVsofferenzadebbae possa
veniresempree soltantodall'altro(esterno).

ll8 IO SCELCO
IO VOCLIOIO SONO MODELLIMENTALI rr9
c c
Quest'ultimo aspetto d anchequellocheha portatogli uominim<-rderni a produrreuna senzaesprimere e rivelaresestesse sinceramente macontinuando a direbugiee a difen-
societidi tipoeconomico-consumistico esasperato. Il fattochela maggioranza delleper- deree mantenere attivele propriecredenze inopportune e obsolete. Recitanola parte
sonecredachele soluzionia ogniloroeventuale disagio esistenziale o problema clivita dellapersona brava,buonae incompresa, lamentandosi pur di evitarequalunque cam-
debbano provenire sempredall'esterno e mai da lorostessipermettea chiunqueabbia biamentoin lorostesse, maintantoil lorocorpocambia(in genere, conI'etd,in peio).
qualsiasicosadavendere loro- prodotti,beni,terapie o servizi- di trarneprofittivenen- Possono rifiutarsidi crederenellatelepatia e nellaletturadelpensiero ma pretendono
do oltretuttoriconosciuti inconsciamente come"amorevoli". Moltepersone spendono i chechi le amaconosca semprecidche"hannodentro",cibdi cui hannobisogno. senza
proprisoldiin realDpercercare di sentirsiamate,sonoquellepercui i soldisonosem- chelorostesse Io sappiano e soprattutto senzachesi accorgano di checosalorostesse
preinsufficienti,semplicemente perchdseguono un concetto di amoreched irreale.Per debbano fareperpoteressere felici.Tuttoquestoperch6considerano la risposta
alleloro
molti,inoltre,amaresignifica solosentirsiamatigrazieaunaforza, un ,,istintoprimor- preteseunadimostrazione di Amore.
diale"chedovrebbe poftareI'altroa prendersi curadi loro,capirli,conoscerli e accettar-
li, qualsiasicosasiano,qualsiasi Sevuoi essereamato/aper quellochesei, scegliprima tu chi vuoi essere
cosadicanoo facciano. Maquestocomportamento pud
essere giustoe opportuno e rivelatiper quellochesei!
soloperun neonatochehaa chefareconla suamamma...
Lamadreamail figliosopraognicosaperchrS guidatadaun "istintoamorevole inna-
to",cercasoprattutto di capirlo,di percepire Ogni crisi affettiva che chiunquepossavivereDun invito a cambiare
ognisuodisagio e porvirimedio.Il neona-
to puoancheevitaredi doversi "meritare"I'amoredellamamma,d amatoin quantotale, se stessi,ad ag$ornare,rinnovareproprie credenzee il proprio Modello
in quantoessere assolutamente MentaleAffettivo per adeguarloal presente.
innocente, indifeso,perlopiiiincapace di intendere e di
volere,di giudicare e agire.Maun neonato d un neonato, un adultod un adulto,sonodue
Realtdcompletamente diverse. Un adultochesi aspetta o pretendedi essere amaroln I ModelliAffettiviacquisitidai comportamenti dei proprigenitorisonoquelliche
quantotale,a priori,senzasaperselo meritare, senzafarenullapermeritarselo 0 un dis- hannoin assolutoil maggiorpesoe possonomantenerlo ancheper tutta la vita,
adattato.Questopermolti d inaccettabile proprioperchdcontrarioa cidcheil Modello soprattuttoquandosi Bevitatodi sostituirliconModellipiiraffiniallaproprianatura
Neonatoprevede e si aspetta dall'amore: Amored quandoricevoattenzionisenzafare nelpresente e sesi ha un atteggiamento voltoa difendere e imporrela propriavisione
nulla,oltrechepiangere, permeritarlo...D certamente moltocomodopretendere di dellaRealtiagli altri, piuttostochea cambiarla. Chi ha acquisitoModellidi Vero
essere amatiperquellochesi d,perquellochesi "hadentro",essere capitie pretendere Amoreavrh,moltoprobabilmente, unavita affettivapienadi VeroAmoreancheseha
cheI'altrorisponda prontamente ponendo rimedioa ognipropriodisagio. Machecos'i fattopocopercambiarli.Sarannoaltri fronti dellavitaa impegnare la suaattenzione
cheognunohadentrodis6?Qualisonoi motivipercuisi dovrebbe amareunapersona e volonQr perpotersieventualmente rinnovaree viverefelicemente in essi.Chi ha
piuttostocheun'altra? E giiusto pretendere chesia"l'altro"a scoprirliin virtirdi un acquisito Modellidi tipo conflittuale avrdinvece,moltoprobabilmente, problemia
"istintoinnato",comefaceva la suamammao chi si d presocuradi lui quandod natoi, gli stessiavutidaisuoigenitori.In questocasola suaattenzione
livelloaffettivo, e
Perunapersona in gradodi pensare, di parlare,di scegliere, di volere,di muoversie di volontddovrebbero portarloa rinnovarsiproprionell'ambitoaffettivo.
agiire,
delegare all'altrocidcheinnanzituttodevefarelui consestesso d un "lusso"e una Perqualcunopudessere piirfacile,peraltri meno- siamotutti diversi- mac'dun
pretesainaccettabile. Ci sonopersone chesi aspettano di esserecapitesenzaparlare, asnettochevaleindistintamente oertutti: chi ambisce adAmareedessere AmatoVera-

120 IO SCELGO
IO VOGLIOIO SONO MODELLIMENTALI t2l
@ o
mente.adavererelazioniumanecostruttivee felicidovrebbe,

paradossale cheognuno debba


innanzitutto,iniziarea
rinunciareautllizzareil vittimismocomestrumentodi gratificazione
assumersi la
o di ricatto.Puo
responsabilithdella
II tuo passato
sembrare assurdo e
propriavitae dellapropriafeliciti,ma e normalequandoci si accorSe chela causa
primadi queltichesi ritengonoessere i propriproblemi0 solonellapropriamente, questoscenario:
Jmmagina viviin unacasain cui tienitantissime cose,Ti arrivala
cosrcorneanchelasoluzione.
I notiziadi un'imminente alluvione cheavrdeffettidevastanti su tuttoil mondo.Sta
Iarrivando, ora,propriodoveseitu. Seiassalito dal panico.Puoisalvartisolose
Seil ModelloAffettivoacquisito daipropriEienitori d statoinfelice,primachequalcun<-r
riesciadandareil piir in alto possibile al piir presto.La tua mented spaventata ma in
possa pensare di averfinalmente trovato a chi poter attribuire dellecolpedovrebbe consi-
provare un attimodi luciditi realizzicheb quellochevuoif,are.Vuoi farlo.Un ricordoimprov-
derarecheseha raggiunto I'autosufficienza fisica pud e dovrebbe comunque
gli abbiapermesso viso:nel tuo garagec'Euna mongolfiera, ti eri scordatodi averla,corri a cercarla,la
Amoree Gratitudine versochi lo hamesso al mondoeversochiunque portinel tuo pirande giardinoe la preparial decollo. Mentresi gonfiacorri in casaa
di soprawivere dallanascita. Pub essere un concetto di Amore diverso daquellocheha
prendere tuttele cosea cui tienidi piire Iecarichinellacesta. Lamongolfiera d pronta
nellasuamente,meglio!Chiunque siain grado semplicemente di pensare hatutti gli stru-
e Tu ti prepariaffannosamente al decollo."Alzati!AlzatllAtzati!",ripetinellatua
menticoncui costruirsi un proprio Modello Affettivo personale pieno di Gioia e di Armo-
mente.Ma d troppopesante. Inizi a cercaretra le cosecheti seiportatoquellepiir
nia.Sehaevitatodi farlo,sehapreferito continuare autilizzare quellodi "seconda mano"
pesanti, a cui seidispostoa rinunciare, e le butti.Mad ancoratroppopesante, continui
chehaacquisito, "fotocopiato", daipropri genitori o da altri, almeno la smetta di lamen-
perlui' E evi- a toglierecose,disperato, mad sempretroppopesante. Haianchecosedi valore."Que-
tarsie inizia rinnovare i propriModelli,questolibrosembrafattoapposta
(difame' steno!Levogliotenereconme!"pensimentreinizia sentire,in lontananza, un suono
dentechesefin clallanascita nessuno si fosse preso cura di noi saremmo morti
ha acqui-
cupocheaumenta, si awicina.Lebutti.Devirinunciarea portareconte anchele cose
di freddo, o mangiatidaun animale...), ma la nostra mente, come una spugna,
persone piu leggere, anchequelleallequalicredevi fosseimpossibile rinunciare.
sitodasubitoinformazioni, prodotto associazioni e Modelli dall'ambiente e dalle
Ti rimaneun albumdi fotografie, lo sfoglivelocemente. Nevediuna,d quelladel
intornoa noisemplicemente perchdquellepersone eranovive,hannosaputosoprawive-
e quellodobbiamo
momentochecrediessere statoil piir felicedi tutta la tua vita.I tuoi occhilo dicono.
re in quell'ambiente. La nostra prioritirassoluta d la soprawivenza
Tieniquellafra le manie butti le altresul fuocodellafiammaa gascheha riempitola
innanzituttoimparare. Se il loro comportamento, tra di loro o con noi,d statoconflittua-
fisica,abbia- mongolfiera di ariacalda.Soloin quelmomento,solodopocheti seitolto tutto e sei
per
le o infelice la mented irrilevante. Una volta raggiunta I'autosufficienza
personali Model- rimastoconsolola tuafotografia in mano,la mongolfiera ha iniziatoadalzarsi,prima
gli
mo avutotutti strumenti, il tempo e la possibilitir di costruirci i nostri
pianopiano,poi semprepii velocemente, oraseiin alto.Salvo.Vivo.Guardiversoil
li felici.Chihaevitatodi farlo, perche distratto o semplicemente perchd incapace diaccor-
conmar- bassoquell'onda mostruosa chestatravolgendo, distruggendo tutto. Seiterrorizzato,
gersidi questa possibilit),pubcomunque iniziarea farloin qualsiasi momento,
nellaGioiae nell'Ar- sconvolto, ma allostesso tempofelicedi essere riuscitoa salvarti. "E adesso chefac-
gini di migtioramento grandiosi. Lacapacitd di viverefelicemente
cio?Sarannomorti tutti! Chefineavrannofattotutte le miecosei,E il mondo?"pensi
moniaopinuno la pude sela rlevecostruireinnanzituttodasolo,e perpoterlofaregti d
e ti chiedi:"Ho persotutto,sonovivomasolo,forseeramegliosefossimortoanch'io?"
sufficiente essere vivoe in gradodi pensare, d semplice ! Allora,cosaaspetti?

r22 IO SONO
IO VOGLIO
IO SCELGO r23
c c
riflessioni,altri dubbi. Sei sconvolto,esausto,troppeemozioni,tutte insieme, ch6 eragia l), ci viveva.Altri, chiss).C'bsolouna cosache noti, in loro. Hannotutti in
'llrc
I rr,ppi1rg1.15ispi, chiudi gli occhie crolli. Poi il nulla.Nellatua
tutti insieme.Ti accasci, mano, come te, una fotografiadel loro momento piir felice,del loro passatoe negli
rrt rrteil nulla.il silenzioassolutofuori e dentrodi te. occhiuna luce.Sonofelici.Comelo seitu.
lliapri gli occhi,sentidellevoci,sei in cima a una montapina. Il Sole.Molti altri si
:,rrrosalvati,chi in mongiolfiera, comete, chi in elicottero,chi in deltaplano,chi per-
Il passatoserve solo a una cosa:
a poter esserenel presente per crearsi un fututt migliore.

Tutte le tue credenze, veritire Modelliderivanoda quelloche hai pensatospontanea-


menteo che seistatoindotto a pensarepartendosoprattuttoda quelloche hai acquisito
e vissutocon altri nel tuo passato.La massima"libertird'azione"I'hai avutaquandoeri
piccolo,quandoavevimolta fantasia,curiositire un'immaginazionevivida con le quali
riuscivi facilmentea crearenuovi scenaripercorrendonuovevie di pensiero,giocando
con i tuoi pensierie la tua immaginazione creandoinconsapevolmente nuovi percorsi
nel tuo cervello.Poi con i tuoi pensieri hai iniziato a produrre credenze e a introdurre
limiti, la tua attenzioned slatasempre piir portata al mondo reale, quello visibileda tutti,
e a un approcciorazionale,causalead esso. Alcuni tuoi pensieri hanno iniziato a essere
ricorrenti facendodivenire,nel tuo cervello, alcuni percorsi neuronali sempre piir privi-
legiatie caratterizzantiil tuo atteggiamento mentale, felice,triste, ottimistico, pessimi-
stico,razionale,possibilistaecc.Le tue credenzesonodivenutetue veritir e hannopro-
dotto il tuo carattere,la tua personalita.
Qualunquepossaesserestatoil tuo passato,qualunquesiala tua abilitbnel ricordar-
ti consapevolmente le esperienzeielici e le esperienze infelicichehai vissuto,qualunque
possanoesserele veriD che si sonoconsolidatenellatua mente,I'unica cosaimportan-
te del tuo passatoil quella di averti perrnesso di esserequi, ora, vivo, nel presentea
poter pensare felicemente a un futuro da vivere felicemente. Anche se la tua mente,
quandopensi,seguei suoi percorsiassociativiprivilegiati- ora lo saie tra pocoscoprirai
anchecome fare a crearnedi nuovi - tu sei potenzialmentein piradodi pensarea qual-
siasicosaindipendentemente daltuo passatoe daltuo presenteche d ancoramolto lega-
to ad esso.Per questo puoi voltarti indietro,versoil ricordo che hai di tutte le persone,

t24 IO SCELCO IO SONO


IOVOGLIO IL TUOPASSATO 125
c c
di tutteleesperienze, belleo bruttechepuoiavervissutoeversotutteleassociazioni che produrrenuovecredenze e nuovipensieri.sfruttandoalcuneproprietir
dellatuamente,
la tuamentepudaverricavato daesse, e riuscireadessere semplicemente Grato.Grato d molto,moltopiil semplice
di quantotu possaoraritenere.
peril fattodi essere ancoravivoe poteressere qui,ora,nelpresente. Fratanteassocia-
zioniprodotte datanteesperienze, latuamentehacomunque saputoestrarreeutilizza- Thfto quello che puoi averdonatosenzaricevercnulla in cambio,
requellecheti hannopermesso di soprawivere. Questo, anchesepudsembrarti banale, ha aumentatola tua grandezza,
0 grandiosol Il funzionamento deltuo cervellod finalizzato innanzitutto allasoprawi- nessunoti devenulla.
venzadeltuocorpoe in questod evidente chehaavutosuccesso.
Qualunque esperienza tu possa avervissuto, conchiunquepossa avertiportatoa sof-
irire o a gioiree con chiunquepossaavertiminacciatoo salvatola vita,puoi essere Riuscirea provareuna sensazione di Cratitudinepensando al propriopassato, qua-
comunquegratoperchdoraseivivonel presente e saichepuoiprodurrenuoveinfor- lunqueessopossaessere stato,d unagrandiosa e profondaesperienza liberatoria.Ma
mazioni,tantofeliciquantoriescia immaginarle, conla nascente consapevolezza cheti quandola propriamenteiniziaa produrreproprieverih divieneincapace di accorgersi
possono portareavivereigrandicambiamenti felici,in Tee fuoridi re, chehaiprima chesonosoloapprossimazioni, d moltofacilealloraritrovarsia viveree far viveread
forsesolovaSamente sperato.Le informazioni chehainellatua memoriasonostrausa- altri esperienzeinutilmenteconflittuali Le propriecredenze/verith,
e dolorose. anzi-
te,vecchie e perlopiudi "seconda mano",lasciale ld,nelpassato, nelnullairreale,anche chessere difeseperessere mantenuteinalterateneltempo,dovrebbero essere conti-
seti sonofamiliari.Considerale comesfossero fotogrammi di un vecchiofilm in bian- nuamente rinnovate nel presente,in <lgnipresente,a manoa manochesi cambiae
co e nero,dalasciare dov'dperch6d inutilecontinuare a rivedere lo stessofilm quando chela RealDcambia.
puoiprodurnedi nuovi,d inutilea te,a chi ha a chefareconte e a tutta la Realtdche La mented capace di immaginare, fantasticare,
ambire,desiderare, entusiasmarsi
aspetta qualcosa di nuovo,di evolutivo, e produrreautonomamente qualsiasi nuovapropriaverit2r,intesacomepossibilith
anchedate.con latuafantasia, conla tuaimma-
ginazione puoi,nelpresente - I'unicotra passato, presente attualizzataal presenterivoltaal futuro;evitaredi utllizzarequestapossibilitirb un
e futuroadessere reale- pro-
gravedemerito.
durnedi nuovi.a colori,piirattuali,felicie rivoltial futuro-anchesehaigi) 100anni,il
tuo futurod prezioso, ognisecondo d prezioso- sapendo ched lacosamigliorechepuoi
fareperevolvere, peressere felicee perviverli.
E il presente quelloin cui vivi e il futuroquelloin cui vivrai,d assurdo perdere il
tempopresente conpensieri vecchi,strausati o infelicidelpassato. Il tuopresente dipen-
desoprattutto dallecredenze chehai prodottonel tuo passato, ma nel presente orasai
chepuoicreartituttelenuovecredenze chevuoiperessere autonomamente felicee pro-
dufti un futuromigliore,bellissimo. Lacosapii.rpotentechepuoiiniziareafareperpre-
pararela tua mentea produrrenuovecredenzefelici d propriorivolgertia tuttequelle
chederivano daltuopassato conGratitudine. Andando avanticonla letturascoprirai che

126 IOSCEI,GO
IOVOCLIOIO SONO IL TUOPASSATO t27
o
Credenzee conflitti
1-1 ualunquc cosatu possa consapevolmente credere, seisicurochesiastatascelta
r.ir
tei Fin dallanascita, qualcuno ci insegna e ci ripete checosad giustoe che
t f
cosa i sbagliato,cid che d bene e cid ched male, possibile o impossibile; come
\
dohbianio comportarci, nutrirci,vestirci, checosadobbiamo fare,dire,pensare... Cre-
scendoveniamocircondatidaaltri checi dicono,ci ripetono, ci urlano,ci suggeri-
.scono,ci propongono, ci impongono, ci consigliano, ci mostrano quellochedobbiamo
essere,pensare, diree fare...Tuttocibcontribuisce a produrrenellamentedi ognuno
di noi dellecredenze, dellepresunte veritdche,pur permettendoci di soprarvivere,
hannoI'altorischiodi essere falsee inopportune e di produrrecontinuidubbi.Tutte
le esperienze cheabbiamo vissutoci hannoportatoa produrrecredenze, quindiemo-
zioni,quindipensieri chehannoa lorovoltarinforzato lecredenze dacui hannoavuto
originenonostante potessero essere, inopportune
fin dall'inizio, o infelici.Luomopro-
ducecredenze proprioperevitare il dubbio,la primacausa dellasuainfelicit).Setutto
quellocheci d statt-r dettoe mostratodaaltri fossesernpre statoveroe correttoper
ognunodi noi. nessunoavrebbe dubbie tutti sarebbero probabilmente felici.Ma
I'uomointerpreta soggettivamente IaRealtie la Realticambia, il corpodellepersone
cambia, lesituazioni e gli .scenarichesivivonocambiano e anchecidcheperqualcuno
un tempo poteva semhrare ver()cambia.
Sei propridubbiproducono infeliciti,le falsecredenze ritenuteveritdproducono
invececonflittie quindi conducono anch'esse all'infelicit).Qualb alloraI'atteggia-
mentopiir felicechepossiamo avere? [Jnatteggiamento mentalebasatosu credenze
possibilistiche ottimiste.Credere perevitaredubbima essere sempreprontia dubbi
temporanei per produrre nuovecredenze. Qualunque dubbiotu possaavere,considera
chec'dsempreunarisposta checontiene un cambiamento costruttivo, allineato con
quellochetu seinelpresente e conquellochela Realtb d nelpresente. Qualsiasicer-

129
c c
tezzatu possaavere,considerainnanzi tutto che pud esseresbagliatao obsoletae che
Le proprie Credenze e i propri Giudizi sono solo approssimazioni della
ce n'e sempreun'altra piir costruttiva,piir allineatacon quello che tu sei nel presente
Realth capaci di rendere piir probabile cib che pub divenire Realti.
e con quelloche la Realtdb nel presente.Devisolo scegliere,tra infinite possibilitd
coesistenti,
in che cosacredereed esseredispostoa cambiare.Anchese per la nostra Ogni nostro pensiero,ogininostro iudizio derivada nostre credenzelveritd,, ma ogni
nrenteCredenzeeYeritd.sonoequivalenti,abbiamovisto che si tratta di due cosecom- nostro pensierocontribuiscea produrre la nostraRealt).Tutte le informazioniche
pletamentediverse! derivanodai nostri pensierientranoin relazionecon la trama dellaRealQr e co-parte-
cipano nel produrre quelli che in fisica quarrtisticasono definiti collassidi funzioni
d'onda frazie ai quali, fra tutte le possibilit) coesistentiche la trama dellaRealtdha in
s6,deriva,come se tbsse"scelto",cio che si attualizzer),cid che si manifesterinella
TU DEYI FARETUTTO Realti con spazioe tempo.
QUELLOCHETr DrCOrO Se credi che una cosa sia impossibile, ti sari impossibile viverla,
E OBBEDIRAAI
sEAIIPRE! se credi che sia difficile, ti sarir difficile viverla.

Pub sembrareassurdoe difficileda accettare,ma le esperienze che ognunovivesono


fortementee sottilmentecondizionate,anche a distanzadi spazioe di tempo, da
ognunadellecredenzeche ognunoha nellasuamente.
Ogni essereumanotendea condividerese stessoma soprattuttole proprieidee,le
proprie credenzecon gli altri. Condividerese stessi- nonostanteanche il concettodi
condividerepossaesserefacilmentefrainteso- b il principioche sta alla basedell'A-
rnoreautentico,quelloa cui tutti, consapevolnrente o no e indipendenterrenteda ciir
che ognur.rocredeessereI'amore,tendiamo.Questoprincipio profondanrente spiri-
tuale ed evolutivoha perd, quandoviene interpretatoin modo razionale,un brutto
effettocollaterale:la menteconsapevole di Llnapersonapud facilrnerrtearrivarea rite-
nere giusto che le sue credenzelveritidebbanoautomaticamenteessereanchele cre-
denzelverihdeglialtri. E in questocasoche si produconoconflitti.Questoaccadeper-
ch6,comeabbiamovisto,nellapropriamente il concettodi verithE associato al con-
cettodi assolutoe la mentededucecheseuna veritdd validaper sestessidebbaesserlo
ancheper tutti gli altri e tutti devonoaccettarla;
si tendeallora,anzichrja condividerla
per ridiscuterla,ad imporla. Questoapproccioe contro natura perchdd il concetto
stessodi verit) assolutaad esserecontro natura,comequellodi uguaglianza.

130 IOSCELGO
IO VOGI,IO
IO SONO CREDENZE
E CONFLITTI l3l
o 6
zioni, approssimazionisoggettivee temporaneeriferite a cib che pub esserestatoe
QU ES TAE ' LA V E R ITA ' potrebbecontinuaread essereper qualchealtro presentema chepud cambiare,anche
TUTTI QUELLI CHE CREOONOAO ALTRO profondamente. nel futuro.

"VERTTA'.!
ro cREDorN QUESTA La differenzatra una personacostruttivache evolvee produceevoluzionerispettoa
(IAAPOTREBBE
ESSERE
SBASLIATA) una distruttiva che d "ferma" e producecaosd proprio nell'atteggiamentoche ha nei
riguardidellepropriecredenze.Entrambehanno proprieconvinzioni,idee,concetti
in cui credono,ma la prima le considerasolo possibilih ed d sempreprontaa cam-
biarle con altre piir efficienti,piir utili, piir attuali e si impegnaper farlo, la secondano,
le consideraveriD che devonoesserevalide per tutti, si opponea priori a qualsiasi
cambiamentoe si impegnasoloper imporlead altri.

libero Arbitrio e sensodi colpa


Abbiamovistocheil nostrocervellopud gestireunaquantihpressochd infinitadi
informazioni ma utilizzando percorsiassociativi soEigettivicostruitiin passato che,
comei binaridelproprio"treninomentale", portanoa ripensare a cosegi) pensate in
passato riprovando le stesseemozionidelpassato. Ognipropriopensiero segueper-
corsiprecostruiticomefosseroi binaridi un treno,b perquestochechi hafattodive-
I .xggeltct a sinistra d costruttitto/euolutiuo, ha proprie credenze ma D disposto ad accettare nirela propriamentepessimista - perch6I'haabituata a pensare,fratuttele possibi-
canbiamenti. Quello a destra d distruttit'o, ha proprie credenzelt,eritti,
lit), sempree soloa quellepeggiori- pudaveregrandidifficoltira produrreun qual-
rifiuta cambiamenti in essee t'uole imporle ud altri.
siasipensiero feliceo anchesolodiverso daisotiti.Pudperdaccadere che,pensando a
unaqualsiasi cosa,seguendo i percorsi associativi costruitinellapropria
privilegiati
siamo tufti diversi, siamo tufti un divenirc in una Realti che b un divenire. mente,il propriotreninoarrivia un bivio,unadiramazione conpercorsiassociativi
alternativi conbinaripiiro menoequivalenti,
clifferenti, piiro meno"solidi".E il punto
deldubbiocheprecede la possibilihdi fareunascelta.
l..rllealt) d possibilista
e tutto cid che esistein essasonopossibilitiin divenire.Tutto Il propriotreninopuballorascegliere, mentrepensando vaallaricercadi informa-
('\'olvee nulla pub rimanereugualepersempre.AncheseI'uomoriescea descrivere in zioni,seseguire unastradao cambiare direzioneperseguirne un'altra.E in quelcaso
trn rnodoapparentemente verosimilela Realti. si tratta sempree solo cli interpreta- cheawieneun fenomeno estremamente preziosochecaratterizza la grandiosith poten-

t:12 IOSCELGO
IOVOGLIOIO SONO E CONFLITTI
CREDENZE 133
c 6
zialedell'essere umano:pud scegliere consapevolmente se continuarea segiuirei per-
corsi associativia lui pii familiari o intraprendernealtri, diversi,con binari equivalenti
ma menosolidi,menofamiliari,o magariprivi di binariperchdel tutto sconosciuti. In
quel caso,meraviglioso,potenzialmentemiracolosoe allo stessotempo inquietantesi
pud infatti anche riuscire ad intraprendereun percorsoassociativocompletamente
nuovo creandosiin tempo reale,nel presente,i nuovi binari su cui far viaggiarenuovi
pensieri.Tutto questod il LiberoArbitrio, un grandedono e allo stessotempo,per alcu-
ni - in particolareper tutti gli indecisi(gli ignavidell'infernodantesco)- una condanna
perchdvissuto,piuttosto che come una fonte di grandioseopportuniti e possibilitd,di
infelicitde tormento.GIi indecisisono coloroche,pur di evitaredi rischiaredi sbagliare
preferiscono seguiresempree solopercorsidi pensieroche ritengonosicuri,quelli in
generpii familiari,quelli piir owi e scontatiperchdgia percorsitantevolte da loro o da
coloro a cui hanno affidatola responsabilitd delleproprie credenze.Gli indecisivivono
nel bisognodi certezzema affidanoad altri la responsabilit)di ogni loro sceltaperchd
sonoincapacidi scegliere,di voleree di essereautonomamente.Sonomoltissimi:costi-
tuisconola stragrandemaggioranzadellapopolazione.Pur di evitaredi usareil proprio
Libero Arbitrio preferisconorivolgersiai costruttivi o ai distruttivi, a coloro che sono
invecestati capacidi produrrecredenzeper poter utilizzareapparentemente solidibina-
ri mentali,anchesesonostati precostruitida altri.
Il primo riferimentodegliindecisisi chiamaSensoConrune,altri riferimentisono
le personeche hannoelettocomepropri leader."Agganciano" il loro cordoneombeli-
calesimbolicoa espertio scienziatidegnidellamassimafiducia,a genitori,a opinion
leader,a medici,a guaritori,a politici,a uomini di Chiesa,ad amici, a glrru, a carto-
manti ecc.,a chiunquepossanodelegarela responsabilitd delleloro scelte.Sonoper-
soneche proprio per questoloro atteggiamento vivonoinfelicementeo comunquea
un livello di feliciti "normale"decisamenteinferiorea quello che potrebberoespri-
mere. Le loro ambizioniemotivesonoautolimitatealla serenit).un concettotriste-
nrentesottotonodi felicitbmolto in vogatra chi d normalmentetriste per gli auguri
natalizi.
{ ,"\a, t
Poich6la verafeliciD derivainnanzitutto dal Densare in modo allineatoallanro-

t34 IO SCELGO
IO VOCLIOIO SONO CREDENZE
E CONFLITTI r35
6 c
pria natura,quellaautentica,quellache molti sonoincapacidi accorgersidi avere,il trio ("lo Scelgo,Io Voglio,Io Sono"sono le parolechiavi)pud permettereal proprio
pensarein basealle sceltee alla naturadi altri escludeerpriori la possibili$rdi viverla. cervellodi produrre qualsiasinuovo percorsoassociativo,nuove credenze,nuovi
Gli indecisisonodistributoriautomaticidi aspettative secondoquestomodello:'sefaz binari capacidi guidarenuovi pensierie nuoveemozioni;cambiamentiche inizial-
quello che mi aspetto da te sard finalmente felice e te ne sardgrato, altrimenti sard mente sarannosolo nella propria testama successivamente si estenderannoanchea
infelicee sard solo per colpa tua" . La loro motivazioneinconsapevole potrebbeessere corrispondentinuovi percorsiesperienziali nellapropriavita, nellaRealthesterna.
questa:"ho dei profondidubbie ho decisochesonoincapace di trovarerisposteda solo
(ancheperch6sesbagliassi mi dovreipoi sentirein colpa).tu mi serviper evitareque- Tutti gli indecisigeneranocaose fannoperderetempo,molti .sonoapparentemente
sta possibilitir,mi fiderire faro cid che tu mi hai suggerito(o consigliato,o detto o ordi- innocui,altri evidentemente limitanti e pessimistiattratti da tutto cid che spaventa.
nato)di faree cosi,sesoffrirdo fallirb,potrd dareogni colpaa te e potrd iniziarea sen- Ceneranocont'litti perchd si nutronoperlopiirdi paurae voglionopoterneprovareper
tirmi una vittima, disprezzandoti". qualsiasicosa,sannolamentarsie ostentarevittimismo anchese in realti a loro piace
esserecosi.
Se oggi provi disprezzo per qualcuno che in passatohai ammirato o ritenuto Ogni proprio percorsodi pensierogeneraancheun proprio percorsoemotivo,
di amare, significa che lo hai usato per affidargli tue responsabilitlr come un treno a vaporeche viaggiandoproduceSettie nuvoledi vapore,il proprio tre-
che hai voluto evitaredi assumerti. nino mentalegenerapiettie nuvoledi emozioni.I binaridivengonofamiliariperchdlo
divengonole relativeemozioni,belleo brutted ininfluente,il cervelloe il corpodiven-
Chi evitadi farescelteautonomeilludendosidi evitaresensidi colpasi impediscein gono dipendenti,assuefatticomea una drogaalle emozionigeneratedai propri pcn-
realti di poteresserefelice.Gli indecisicredononel caso,nellafortuna,nellasfortuna sieri e si entracosifacilmentein un circoloviziosoche li rendesemprepii ricorrenti.
o a qualsiasiinfluenzaesternapossapermetterekiro di togliersila responsabilihdetle Diventa un atteggiamentospontaneoche si pub perd interrompere e trasforntarein
proprie scelte.Hanno rinunciato a esercitareil loro poteresu se stessie la Realtd un circolovirtuosose si riescea diveniredipendentiad emozioniche sianoinvecedi
quandohannorinunciatoa farescelteautonomee consapevoli. Si guardanobenedal- Gi oi a.
I'utllizzareil loro LiberoArbitrioproprioperchdcib implicherebbe il doversiassumere Il proprio trenino dei pensieripud partire da qualsiasistazioneperandarerrelle
la responsabilit) dellepropriesceltema anchedei propri pensieri,intenzioni,paure, direzioneabitualio esserespostatosu qualsiasialtro binarioversoaltre direzioni.Il
conflitti e insicurezze, e quindi del propriostatoemotivoe dellapropriavita. Quando cambiamentopuo esserefatto quandoci si accorEie che viaggiandosi sta entrando
poi si ritrovanoa vivereesperienze doloroseo diverseda quellein cui speravano - e nelle tenebre,o quandosi arrivaa un bivio e si pud sceEiliere di cambiaredirezione.
con quell'attepigiiamento cio d inevitabile-, possonoallorainiziarea lamentarsi,a sen- Lindecisoha perd semprebisognoche anche qualsiasipercorsoalternativoabbia
tirsi e farele vittime, il loro hobbypreferito... solidibinari,Dquestoil suo grandelimite.Quellocheserved allorareinformorelapro-
Anchese la stragrandemaEigiioranza della gente cercadi evitaredi farlo, b proprio pria menteinconsapevole creandoe rinforzandobinarialternativie, soprattutto.desi-
l'utilizzocostruttivo,ottimisticoe felicedel proprioLiberoArbitrio che pub permet- derareinnanzitutto di voler vivereemozir-rrri diverseda quelleche il proprio trenino
tere a chiunquedi essereun sorgenteinesauribilee autosufficiente di Gioiatrasbor- producequandoviaggianelle proprie tenebrementali. Le tre autodichiarazioni: 1o
danteche si traducein continui successi. Un uso costruttivodel proprioLiberoArbi- Scelgo,lo Voglio,Io Sono, che caratterizzanoil metodoche descriverdnel dettaglioin

136 IO SCELGO IO SONO


IO VOGI,IO E CONFLITTI
CREDENZE 137
@ @
.seguito,sono quelleche possonomettereil tre-
nino dellapropriamente in condizionedi poter
finalmentecambiarebinari ed emozioni.
Felicim
D evidenteche,anchesolodal punto di vista
emotivo,riuscirea pensarein modo felicee otti-
mistico d estremamentevantaggiosoma gli
effetti positivi che il pensarefelicementepud
produrrevannoben oltre il solo proprio benes-
sere.Ogni proprio percorsodi pensierooltre a
generareemozionigeneraancheinformazioni
che interagisconocon la trama della Realtd,
semprein "ascolto",rendendopiir probabilile
esperienzeche sono allineatecon i loro conte-
nuti e portandochi ha una mentefeliceanchea
vivereesperienze felici.

LluomoDfelicequandoviveesperienze
in sintoniacon la suanatura.

olte culture propongonomodelli socialie religiosifondatisulla soft'erenza


dell'uomo,dataquasiper scontata,sul sacrificiola cui accettazionevienepro-
postacomeuna virtu e indicatacomevia necessaria per il raggiungimentodi
una piioiasuccessivao una beatitudineottenibile,purtroppo,solo dopo Ia morte. Le

r38 IOSCELGO
IO VOGLIO
IO SONO 139
o c
subdoleassociazionipotrebberoesserequeste:se sonouiuoe uoglioottenere qualsiasi lice.E una differenzasottilema profonda.Unapersonachecredeche la suafelicit)
successo deuo soffrire e sacrificarmi ma Ia uera gioia potrd euentualmente raggiun- dipenda unicamente da fattoriesterniinducela suamentea produrrecondizioni e
gerla solo dopo la morte e solo se aurd sofferto e mi saro sacrificato abbastanza men- chela mettonoautomaticamente
aspettative nellacondizione di essereinfelice.Chi
tre sono stato uiuo. Questo ha indotto molte personead avere nella propria mente pensaa cidchedovrebbe perchdpossaessere
accadergili feliced comeseammettesse di
- relativamentea qualsiasiforma di felicit), propria o di altri- delle associazionifor- essereinfelicee chegli mancaqualcosa. PorredellecondizioniallapropriafeliciDche
temente conflittuali che le portano, ogni volta che sono felici o stanno per pensareo dipendono daaltri portala propriamentea crederedi essereinfeliced cid creail pre-
fare qualcosache pud dareloro cioia, a sentirsiin colpa.una personapotrebbe,per supposto per esserlo e continuaread esserloindipendentemente daglialtri e dalla
esempio,sceglieredi farsi una bella e costosavacanzao di acquistareuna bella auto- Realtdchesi vive.
mobilee trovarsiin difficolti nel dirlo ai propri parenti;pud alloraancheinventarsi,
comegiustificazione,di avereavuto scontiparticolario un'offertairrinunciabile.Anzi-
Ia tua Feliciti, quellaautentica,
chd esserefierae orgogliosadellapropriascelta,fattaper la propriafelicitd,tendea
dipendeunicamenteda te.
minimizzarneil valoreper evitaredi sentirsiin colpao di essereaccusatadi egoismo
o sconsideratezza (accadesoprattuttose gli interlocutorisono tristi vittimisti). Pos-
sonoper questomotivo anchearrivaread impedirsi,a priori, di esserefelici.Possono Tutti ritengonodi ambireallafeliciti ma solopochiriesconoa volere,permettersi ed
anchedichiararedi voler (in generelo speranosoltanto)esserefelici ma fanno di tutto. accettare di essere felici.La feticiDd tuttaviala condizione normale,naturaledi ogni
perlopii inconsapevolmente, per evitaredi esserlo,producendocontinui autoimpedi- individuoperchdappartiene al suoinnatoassoluto. Essere felicid un elemento che
menti comepensaresempree soloal peggio,sceEiliere semprei postipeggiori,le per- caratterizzal'essenza, I'Animadell'uomo, di oniuomo.Quandounapersona si impe-
sonee i tempi peggioriper qualsiasicosafacciano,per esempioapplicandoil Modello disce,consapevolmente o inconsapevolmente, di essere feliced comesetrattenesse,
AffettivoNeonatoquandosi relazionanocon altri. comeseimpedisse all'energia ched in lui di esprimersi, di espandersi, di farloevolvere.
Il fattoche una personapossacredereche la soluzioneai propri problemie la pro- Anzich6. focalizzare la suaattenzionesulla ricercadi una propriafeliciD interiore
pria felicih debbanoproveniredall'esternodi s fa si che se Ie venissechiestocome autonomae stabile,basatasu un rapportocostruttivoed evolutivocon sestessoe la
giudicala suavita e comevorrebbeche fosse,probabilmente risponderebbe chevuole Reatti,continuaa credere, applicando perlopiiril ModelloNeonato, chela suafeticit2r
un lavorosicuro,una bellafamiglia,dei figli sanichegli diano gioia,pensandoa cib dipenda unicamente da comel'esterno risponde ai suoibisogni,precludendosi cosi
che potrebberenderlafelicesoloin basea cid che ritieneche tutti gti altri desiderino. autonomamente di poteressere felice.Pudiniziarealloraa disperdere quellapreziosa
Potrebbeallora magari ancheriuscire,in anni, ad avereun lavorosicuro,una bella energiia trattenutain s6e lo fa,in genere, attraverso un vittimismocronicoo la ricerca
famigliae dei figli saniritrovandosiperda esserecomunqueinfelice.Unapersonache inopportunadel piacerefine a sestesso, dirottandolaper esempioversoil sessocon
a quelladomandarispondesse invece:"Vogliofaretutto quello che possoper essere estranei, I'alcol,la drogao qualsiasi altracosale diapiacerefisicoo mentalee versola
felice,inclusoavereun lavoro,una famigliae dei figli a cui poter dare lamia cioia", qualepubanchesviluppare assuefazione. Lo fa perconsolarsi'
inizierebbespontaneamente a faretutto cid che,anchenel lavoro,nellafamigliaecc. Attraverso il piaceretrovaun sollievo,ched perbsempree solotemporaneo, che
gli dh gioiae ad evitarespontaneamente tutto cid che invecepotrebberenderloinfe- nermette allasuamentedi illudersidi essere felice.

r40 IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO FELICITA t4l
@ c
Fai tutto quellochegli altri ti hannodettoche0 giustofare,crediin tutto quelloche
La condizione nonnale della natura dell'essereumano b la Gioia assoluta
gli altri ti hannodettoche b giustocrederee ti troveraia viverein un maredi dubbi
e incondizionata.
e ad essereprofondamente INFELICE.
l.;rsofferenzaemotivaderivaunicamentedall'incapacit)di accorgersied esprimerela
propriaveranatura,evolutivae felice.Quandola sofferenza emotiva,anzichdessere
solo temporaneaperch6sfruttatavantapigiosamente per produrre rapidi cambiamenti
itl se stessie nei propri pensieri,0l'effetto del rifiuto di affrontarecambiamenti.
divieneuno sprecoinutile dellapropriaenergiavitalee del propriotempo.Sprecoche
vienein genereaccompagnato dallapassivitd,dal vittimismo,dalle lamentelee dalla
sPeranza di essere"salvato"da qualcosao qualcunoche si ritiene dovernecessaria-
trtenteessereal di fuori di s6.Ma il soggettoinfeliceche vive in uno stato di sofferenza
cnlotiva cronica d quello idealeper opinisocietddittatorialeo consumistica,perchdd
quellopiir facileda controllare,da guidarenellescelte.

UnapersonaFeliceEindlpendente, incontrollabilee .,fortunata".


Per questoaffascinachi ambiscead esscreFelice.amatada chi to b
e odiatada chi 0 incapacedi esserlo.

Nessun verosuccesso pudessere ottenutoattraverso la sofferenza,


d soloun mezzo
chepudessere utileper indurrei cambiamenti in sestessigrazieai qualipoterpoi
vivereesperienze
di verosuccesso. in qualsiasi
Il verosuccesso, campoo settore,
d uno
solo:quellochevieneprodottodall'Entusiasmo e nellaGioia.

La tua Feliciti dipendeunicamentedalla tua capaciti di produrre pensieri


e giudiziallineaticon il presentee in sintoniacon la tua naturachepub
esseremolto diversada quellaa cui la tua menteinconsapevoleDarrivata
Il vecchioparadigmad quello a cui tutti siamo stati razionalmenteabituati a credere:
a credere.Quello che ti caraftet'azacomeessereumanovivo e in grado
di pensarc0 riassumibilein tre parole: se mi accadono delle cose belle, alloro sono felice, se mi occadono delle cose brutte,
allora sono infelice.ll nuovo paradigmadice esattamenteil contrario;se sono felice,
A}I6PB, GIOIA, GRAIITUDINE.
allora mi accodono cose belle, se sono infelice, allora mi accadono cose brutte. Quelli

142 IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO FELICITA 143
chevivonosecondo il primoparadigma
CI o
sonospontaneamente infelicie viceversa.
I piir seguonosemplicementei percorsiassociativiche nella propria memoria sono piir
razionali possono trovareconferme delnuovoparadigma neicollassiquantisticidelle facili da percorrere(perchdrelativia cio che piir si d pensato)e il ricordo preponde-
funzionid'onda, chevedremo tra poco.Nelprimocasola responsabiliti dellapropria rantesu tutti d divenutoquello relativoa quel dolore.Anchesolo pensarecon odio,
felicititvienescaricata agli altri o allaRealt),ma gli altri e la Realtdrispondono a rabbiao rancorea una personache si d amata in passatoproducenuove associazioni
quellochesi d, e sesi d infelicirisponderanno in modoinfelice.Nelsecondo casoci si mentali pensieri-emozioni,emozioni-pensieri. Quelle emozioni si associanoperd
assume la responsabilithdellapropriafeliciD,gli altrie la Realtd
risponderanno allora anchea un concettogenericodi personaamataproducendoeffetti negativi,anchecon
di conseguenza. qualunquealtra persona.Vienecompromessa sul nascerequalsiasinuovarelazione
perch6si d associato nellapropriamenteil concettodi amorea quellodi tradimento,
la cosapii potenteche si possafare per cssereAmati da quarcunocapaoe di dolore,di rabbia,rancoree odio. Lassociazione"amore" =+ "tradimento" si traduce
di Amareb rluscire ad essereFelici, indipendentementeda lui. in "se amo" + "vengo tradito" che, se assumecaratteredi veriti (accadesolo se si d
pensatointensamenteo molto spessoa quell'evento).porta a credere,consapevol-
menteo inconsapevolmente, che qualsiasipersonasi possaamare,inesorabilmente,
Vediamo un esempiopraticodi comeunavisioneinfelicedetlaRealtiL possaporrarea tradir)r.Taleassociazione entreri anchea far parte del proprio rnodellomentaleaffet-
vivereinfelicemente. Prendiamo unapersonaallaqualed accaduto di soffriremoltoa tivo che inizieri a filtrare la percezionedellaRealti: fra tutte le personeche incontreri
seguitodell'essere statatraditasessualmente da chi ritenevadi amare.Nellasua e con cui interagiri, noteri soltanto,si accorgerirsoltanto,vedrasoltanto,si enrozio-
mente,associate a quellapersona, sonomemorizzatetutteleesperienze chehavissuto neri soltantoper quelleche hannoirr sd la caratteristica di essereinfedeli.Sceglierir
con lei compresa quellarelativaal propriodolore-per-tradimento o tradimento-per- cos)inconsapevolmente e si innamoreradi una personache la tradiri di nuovo.
dolore.Unapersona chesoffreperessere statatraditad in genereunapersona chesof- Se invecedovesseiniziare una nuova relazionecon una personache per suascelta
frivaancheprima,perpauradi essere tradita.Sequellad statala primavoltachele d d fedelea chi ama (la propriamentesi sbagliaspessissimo...) vivri comunquemalela
accaduto,avrebbepotuto comunquein precedenza averosservato altri soffrirea relazioneperchdi suoi percorsiassociativila porterannofacilmentea pensareche
seguitodi un tradimento e la suamenteaverprodottola pauradi quell'esperienza, anchequellapersonaIa vogliatradire,soffrir) autonomamenteperchdla sua mente
anchesenzaaverlavissutapersonalmente. La menteproducesoloassociazioni nelle continueraa rievocarela sofferenza associataai suoi percorsimentaliassociativi rin-
quali,moltospesso, si confondono causeconeffetti.Sedopoaverpersonalmente vis- forzandoliogni voltae introducendonellatrama dellaRealti informazioniche rende-
sutoil tradimentoha iniziatoa pensare moltoa quellaesperienza dolorosa le suerela- ranno piir probabileche cib awengadi nuovo,che si ripeta quell'esperienzasofferta
tiveassociazioni mentalisi sonovia via consolidate producendo tutta una seriedi con ogni altra personache amerA.I meccanismiassociativipossonofacilmentefare
effettitra i qualiquelloprobabile di arrivaread odiarequellapersona cheerastata entrareuna personain un circoloviziosoa cui pub porrefine soloproducendonuove
"tantoamata",coneffettidevaslanti, anchea distanza di spazio-tempo,perentrambie credenze, possibilmenle felici,con un uso costruttivo,ottimisticoe felicedel proprio
pertutti quellicheverranno,eventualmente, dopo. Libero Arbitrio, ma setrreancheconoscerecome fare.Questolibro ha proprio questo
E comeseavesse dimenticato tuttelealtreesperienze cheavevano vissutoinsieme, proposito:permettertidi accorgertidellecredenzelimitanti che possonoessereradi-
in particolare quellebelle,intensee fontedi grandegioia,perchdi propripensieri catenellatua menteinconsapevole per cambiarle,facilrnentee con Gioia.

144 IO SCELGO
IOVOGLIO
IO SONO FELICITA 145
c o
Quelloprecedented solo un esempiospecificoi cui concettipossonoperd essere
applicatia qualsiasiesperienza infeliceche chiunquepossatenderea vivereo a rivi- sET-POmrEirozroilAlE
verea seguitodell'averlavista,pensata,sognatao vissutanel suo passato.Credosia
+ 10 Magsimafeliciti
evidenteche lasciareche il proprio passatoo le propriepaurepossanocondizionare o
neSativamente la propriavita presentee futura, se si puo evitaredi farlo,i assurdo. B
Cercadi evitaredi riportare nel presentegli effetti di sofferenze,reali o immaginate, 7 E TEMPORANEA
VARIA;ZIOI{
passate,
per il tuo benee per quellodi tutti colorocon cui hai e avraia che fare. A SEGUITODI
D
-
i- FELICE
A
STATO
EssereFelici Dun grandeMerito. EMOTIVO
2 SET-POINT NORMALE
Essereinfelici il peggiordemerito.

1
Stabilithemotiva 2
\'
A

Il fattochevivendouna certaesperienza ci si sentafelici,infelicio indifferentidipende


unicamenteda comequellaesperienza d statainterpretatae a che cosae a quali emo- 6
sEcurToDl
zioni e stataassociata nellapropriamente inconsapevole. Le prime sensazioni di sof- ESPERITIIZA SOFFEtrA
I
ferenzache si vivono sono in generequelle relativea esperienzedi dolore lisico a I
seguitodi urti, cadute,incidentio punizioni fisiche.Le prime in cui si provapaura
sonoquellerelativea esperienze sconosciute, che la propriamented incapace di inter-
prefareo giudicareper produrrereazionispecificheefficienti.La paura induce,per
questo,semplicementeall'attaccoo alla fuga,e quandoattaccoo fugiasong irrealizza-
bili, all'immobilitde/oal pianto.Dalleproprieprime esperienze di doloree di paurala
mentecostruiscele basidellepropriecredenzeda cui dipenderanno le successive rea- La mente ha ancheun proprio soggettivoprofilo biochimicoche corrispondeal
zioni emotive,iudizi, pensierie azion| Ma le proprie reazioniemotiveconseguentia proprio stato emotivonormale (set-point)indipendentedalleesperienzeche vive o
esperienze vissuteo immaginatesonotemporaneee produconoemozionitemporanee immagina.E quelloche caratterizzaanchecomee checosasi tendead iniziarea pen-
ancheperchdhannoil fine di dareuna chancedi cambiamentointeriorechedeverea- sarequandod in condizioninormali e a tornarea pensaredopoesperienze vissuteo
lizzarsiin tempi brevi,altrimentisonoinutili e si torna nellapropriacondizioneemo, immaginateche hanno prodottoemozionitemporanee.Il proprio set-pointcaratte-
tiva normale. mentaleversose stessi,gli altri e la Realti. Pud
rizza ancheil normale atteggiiamento

t46 IO SCELGO
IO VOCLIOIO SONO FELICITA 147
c c
esserelmmaglnato comeil propriopersonale "livellodi riferimento",
identificabile
con o obsolete- d innanzitutto sullapropriapersonalee soggettivacondizioneemotiva
magi$iore o nlinorefelicita.apatiao infelicit),quelloa cui ognunotendespontanea- normale(set-point)e stabilitiremotiva.che ognunodovrebbeiniziaread intervenire.
mente.
Vedremocome si pud fare.
Daltemponecessario perritornareal proprioset-point, a seguitodi un'esperienza Il proprioset-pointb quellostatoemotivocon il quale,per esempio,ci si risveglia
emotivarealeo immaginata chela propriamentehafiurlicatofeliceo infelice, deriva normalmenteal mattino e si provaprima che Ia propriamenteabbiainiziatoa pen-
la propriastabiliDemotiva.Tempibrevi- comequelliche caratterizzano i bambini- sare,a giudicaree a far partirei propri trenini sui propri binari.Da quellacondizione
sonoindicedi unaforteabilitda produrrerapiclicambiamenti nellapropriamentee di partenzadipendonoi pensierie i giudizi che la propriamente inizieri a produrre,
identificano la capacitidi esprimere lapropriaattitudine evolutiva.
Tempilunghisono ma anche[e esperienzeche consegiuentemente si vivranno.Chi d normalmehtetriste
inveceindicedi unascarsa abilitira produrrecambiamenti nellapropriamentee iden- d in generechi ha una menteabituataa una visionedellaRealtadi tipo causaledeter-
tificanoI'incapacit)di esprimere la propriaattitudine evolutiva. ministicoe credeancorache la suafeliciti dipendaunicamentedallaRealtirall'esterno
di s6 e che questasiasoloquellachesi manifestaa lui sensorialmente. Seuna persona
r Ognunoha unapropriacondizione emotivanormale(set_point). si svegliagi) triste, avr) difficolh ad accettarela sua condizionecome un semplice
r Esperienze feliciinnalzanotemporaneamente il propriostatoemotivosoprail invito a cambiarese stessae inizier) a cercaredellecause,dei colpevoli,qualcunoo
proprioset-point. qualcosache la suamentepossaidentificarecomecausadellapropriatristezza.
Laspettodrammatico di questoatteSgiamentod che anche se la sua vita dovesse
' Esperienze infeliciabbassanotemporaneamente il propriostatoemotivosotto
il proprioset-point. essererazionalmenteperfetta,anchese dovesseaveretutto cid che altri possonodesi-
r Il temponecessario a ritornareal proprio set-pointd soggettivoe variabile derare(d importanteche i desiderisianopropri...), quandola suamentei incapace di
(tempilunghiindicanounabassa stabiritiemotiva,tempibrwi, un,altastabilita trovare una motivazionerazionaleche possain qualchemodo giustificarela sua tri-
emotiva). stezza,s ne creaappositamente almenouna. Far) in modo - sempreinconsapevol-
r Il proprioset-pointpub essere innalzatoo abbassato mente - di pensarea qualcosadi triste o di cui poter aver paura,ma soprattutto cer-
stabilmentee autonoma-
menteintervenendo sullepropriecredenze. cher) di entrarein conflitto con qualcuno,tanto per darealla sua mente quelloche
vuole:una causaesternaa stia cui poterattribuirela colpa.Pud limitarsia pensarea
' La propriastabiliti emotivapud esseremiglioratastabilmentee autonoma-
menteintervenendo sullepropriecredenze. qualcosadi cui averpaura- e la televisionele puir offriresicuramentemolti spuntia
tal fine -, a qualcosadi "irreale" perchgeneratanellasua mentea sepiuitodi sueasso-
ciazionitristi o inopportune,oppurela pud creareappositamente perchdsia anche
Invecedi cercare semplicementedi vivereesperienze cheIapropriamentegiudicadi sensorialmente Reale.
felicitbche,oltread essere
solotemporanee, espongono al graverischiodi inseguire Ci sonopersoneche si specializzanonel produrre conflitti con chiunque, lo fanno
illusionie di produrrecomportamenti anchedevastanti o criminali- perchdo sono perlopitrsoloper darealle propriementi razionalidellecauseche possanogiustificare
limitateallasolaricercadelpiacere finea sestesso,o sonoderivate da proprrecre- la loro condizioneemotivatriste,senzaaccorgersichequellacondizionedipendeuni-
denzechehannoun'altaprobabilitidi essere false,limitanti,inopportune,
distruttive camenteda Ioro.

148 IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO FELICITA 149
6 o
Se invecehanno una causarazionaleche possagiustificarela loro infelicita(per- Tutto dipendedall'atteggiamentomentaleche una personad riuscito a costruirsi e a
ehd ['hannoSia usatain passato),si "aggrappano"ad essasenzalasciarlapiit. Possono qualedei due paradigmi(indicatiin precedenza) ha voluto o preferitoaderire.Chi, tro-
che stanno sprecandola
tenerselaben stretta ancheper tutta la vita senzaaccor5iersi vando.siad affrontareuna crisi, pensaperlopii a cid che teme e che producein lui sof-
propriavita. Pud accadere,per esempio,quandouna donnasi precludela possibiliQrdi ferenzacomea un problemaesternoa stiavrdgrandi difficoltdad uscirnemigliore per-
vivererelazionid'amorea seEiuito dell'aversubltouna violenzada piccolache ha por- chd,anzichdcambiarequalcosain sestesso,tenderirsempread aspettarsio sperarein
tato la suamenteprima a pensarepoi a crederecheogni relazionesiaviolenta,oppure cambiamentiall'infuori di s6,in altri o nella Realti. Chi inveceriesce,nonostantela
quandouna personasi precludela possibilit)di esserefeliceperchdla sua mentesi d crisi,a pensareche il suo problemaha innanzitutto radiciall'internodi sd,nellapro-
legatasaldamenteal doloredi un lutto o di una separazione vissutanel suo passato pria mente,e cercasoluzioniin propri cambiamentipiuttostoche soloall'esterno, se
remoto. riescea produrre nuovi pensieri,nuoveassociazionimer-rtalifelici perch6 attualizzati
al presente,ne uscir) rapidamente, migliore,innalzandoanchela sua condizionee il
Sono molte le personela cui condizionenormale d divenutalatristezzaa seguitodella suo livellonormaledi feliciD.Il proprioatteggiamento mentaledipendeunicamente
produzionecontinuae prolungatadi pensieritristi. Anchequandodovessero vivere dallepropriecredenzee da quellochesi pensaper mantenerleo per cambiarle.
un'esperienza che la loro mentegiudicabellissimae nellaqualeancheloro riesconoa
vivere attimi di felicit), hanno sempreun velo di tristezzanegli occhi e tendono
comunquerapidamentea tornarealla loro normalecondizionedi tristezza.Ci sono
perdanchepersonela cui condizionenormaled la felicit) e anchese dovessero vivere
un'esperienza che la loro mentegiudicabruttissima,nellaqualeancheloro riesconoa
vivereattimi di infeliciti, hanno sempreuna luce di felicitdnegli occhi e tendonorapi-
damentea tornarealla loro normalecondizionefelice.

I veri problemi nasconoquandouna persona,la cui condizionenormale d.latristezza,


vive rrn'esperienza che la sua mente giudicaprofondamenteinfelicee, anzichtipro-
cltrrrecambiamentiin s6 che la faccianoevolveree uscirerapidamenteda quellacon-
tlizioneper tornare almeno al suo stato normale, rimane in uno stato di profondatri-
sltzza a tempo pressoch6indeterminato,abbassandoil suo stato emotivo normale a
rrn livelloinferiore.Se il suo statonormalefossela feliciti, sarebbefortementemoti-
vlrtoa tornarvi il piir rapidamentepossibile,ma poich6anchequello d triste, la sua
rrrotivazione d debolee allorapub rischiaredi mantenersiemotivamentea un livello
sempre piir triste.Un circoloviziosochealcuni chiamanodepressione.

150 IO VOGLIO
IO SCELGO IO SONO FELICITA l5l
6
Il punto chiave
che opinunogeneranellapropriamenteseguonopropri percorsimentali
]Rensieri
I associatividai quali dipendonoanchele emozioniche provamentre pensa.ognuno
rha inoltre una propria e soggettivacondizioneemotivaa cui tende spontanea-
mente, indipendentementedalle esperienzeche vive, che fa come da stazionedi par-
tenzae di arrivodei suoi trenini di pensieried emozioni.
e una personavive un'esperienzache la sua mente giudica positivao negativa.i
suoi pensierie le sue emozionidivengonofelici o infelici e il suo stato emotivo-
rispettoalla sua condizionenormale- cambiaper un periododi tempo,piir o meno
prolun$ato,chedipendeunicamenteda cid che riescea pensaredi nuovoo di diverso
durantee successivamente a quellaesperienza, dopodich6il suostatoemotivotendea
tornarequelloche corrispondeallasuacondizioneemotivanormale.
Poichdil percorsoassociativo cheogni pensieroseguegeneraancheemozioni,per
provareemozionidiversebisognasemplicemente segiuirepercorsidiversi:averepen-
sieri diversi.Questopud essereestremamentedifficile- soprattuttose si d adulti, se si
d normalmentetristi o si hanno paurespecifiche- perchdsi d incapacidi far viaggiare
i propri pensierisu nuovi percorsiprodotti all'istantedai nuovi pensieri;bisognaallora
prima produrre, poi consolidarenuovi percorsiassociativiper permettere,senza
grandi sforzi,di farvi viaggiarei nuovi pensieri.
Abbiamovistoche il cerv'ello funzionain modoadditivo,aggiungenuoveassocia-
zioni attraversonuove ramiflcazioni- collegamentisinapticifra neuroni o reti neurali
- ogni voltachevieneprodottoun pensieroo chevienevistoo ascoltatoqualcosa, rin-
forzandoil vecchiocollegamento sevienepercorsaun'associazione gi) esistente
o pro-
ducendoneuno nuovo se si tratta di una nuova associazione. Vi possonoessereallora
neuronio reti neuralicollegateda un numero altissimodi ramificazionisinaptiche*
capaci,quandovengonopercorsepensando, di produrreforti emozioni(belleo brutte)

153
c
ed altrecollegateda una solaramificazione
o
sinaptica,appenafattae privadi associa-
zioni in gradodi produrreemozioni.Il propriotreninodei pensieritendea percorrere, Diagrammi per la rappresentazione grafica
:rndando da un neuroneall'altro,da una rete neuraleall'altra,sempree.soltantoi col- di processi mentali associativi (o rauo Marchesi)
lcgamentipiir consolidati,quelli che hannoun grandenumero di connessionisinap-
tiche (lepropriecredenzedivenutele proprieverih) perch6gii percorsitantevoltenel Reti Neuronali Associazioni Sinaptiche S i mbol i
passato, ma pud, potenzialmente,
creata.all'occorrenza,
ancheviaggiaresu una nuovasingolaconnessione
dal trenino stesso.Tutti i grandi uomini che nel corso della
nostrastoriasonostati capacidi realizzare
i'
i
"l
.,r )---- da (ealizzarsi
----"( o ASSOCIAzIONEFELICE

operestraordinarie, nell'arte,nellatecno-
Iofia o utili all'evoluzionedell'Umanitiin genere,sonoquelli che hannosaputoedu-
Concetto
possibile @ A S S O C I A ZI O N E
I N FE L I C E

carela proprianrentead interagirecon il lato piir misteriosoe invisibiledellaRealh. + PERCORSODOMINANTE

coltivandouna grandecapacitaintuitiva, e ad avereil controllo della propria vita \--l


F-,,,-\--l"-\l I D O MI N A N TE

immaginativa attraversola capacitadi far viaggiarei propripen.sieri


in qualunquedire- .:""l"Ta debole SENZAALTERNATIVA

zione,anchesulle nuove- e quindi deboli- connessionisinapticheappenaprodotte


per effettodelleIoro intuizioni,dellaloro immaAinazione creativae dellaloro volonti. t,
? POSSIEILITA
ALTERNATIVE

\-/ ' p o s s t b rl i t e p e rc o rri b rt e


9V D I S TO R S I O N E
Concetto N E L L A P E R C E ZI O N E

Ogni pensiero ma anche ogni immagine, ptcezione o parola detta o olr" tl PERiCOLOSO
ascoltata,qualunque essa sia, nuova o vecchia D ininfluente, produce una
nuova, debole connessioneassociativache si aggiunge alle altre gii presenti, r--------------I = C O N FL I TTO

rinforzandole o che crea, per prima, una nuova associazione. V TURBOLENZA

tt
forte/verita
Concetto
consolidato ASSOCIAzIONI
SECONDARIE
C O N FL I TTU A L I

I)erpoterillustraregraficamente i concettiespostie poterliadattarea vari casiho rea-


lizzatoil sequentetipo di diagrammi: -rr\
rmp e o rme n t o
Y ALTERNATIVE
PERCORRIBILI

ldentite
G ctRcoLo vtzloso

Diagrammi dell'Autore per la rappresentazionegrafica dei processimentali associatitti.

154 IO SCEI,GO
IO VOGLIOIO SONO IL PUNTOCHIAVE 155
6 @
felicitdolatristezza,dipendeunicamenteda comeha gestitola suacapacit)di affron-
tare cambiamentie di produrrepensierifelici.A qualsiasieventualeesperienza
parti,
colarmenteinfelicevissutaessaavrebbepotuto reagirecon esperienze immaginative
narticolarmente felici.

VARIAZIONE NEL PROPRIOSET.POINT


1STATOEMOTIVONORIT4ALE)

E S P E R I E N ZAFE L I C E
It MigtioEmento nel lreale o imTginativa)
SET .PO I N T ;.
b a seguito di nuovi pensieri telici
cne hanno cteato nuove
1 possibilitA ,
-,
,1
,l 3 S E T-P OIN T

oN /
1 t" "'
mrgl i orato

IJ S E T-P OIN T
i: I i ni z i al ei nv ari ato

S E T.P OIN T
peggrorato

Peggioramento nel
SET.POINT
O ESPERIENZASOFFERTA a seguito di pensieri infelici
I ( r eal eo i m m ag i n a t i v a ) che hanno assunto
carattere di Verit?t
- 1O Massima infelicila
l,a propriacondizioneemotivanormaledipendeda comesi d reagitoa esperienze vis-
l l p r o p r i oS E T - P O IN Ta ttu a l ed i p e n d ed a i ,p r o p rpi e n si e r p
i a ssa tr ,
sute di gioiao di doloree da come si d agito per produrreimmaginativamente espe- oalrepropfleespenqn.ze tmmastnattve e oa come st e reagtto
ad esperlenzer'ealifelicre sofl6rte.
rienze di gioia o di dolore nel proprio passato.Esperienzedi sofferenzaparticolar-
r.nenteSravio impegnative, o sequenzedi esperienze sofferteconcomitantidurantele
ryualisi b statiincapacidi produrrecambiamentidi pensiero, possonoaverportatouna Per capirecome poter arrivaread avereuna gestionecostruttiva,feliceed evolutiva
personaad abbassare progressivamente la propria condizioneemotivanormale,ma dellapropriamente- e quindi dellapropriaesistenza - immaginiamoche il processo
valeancheil contrario.Quindi,se la condizioneemotivanormaledi una personab la creativodellarelazionetra I'uomo,la suamentee la Realh (la suain narticolare)
oossa

156 IOSCELCO IO SONO


IOVOGLIO IL PUNTOCHIAVE r57
@ 6
esseresemplificatoin una relazionedi causa-effetto,di azione-reazioneche ten$a in
le reazioniinterne (cambiamentimentali) alle azioni esternedella reciprocamente perch6la Realti interna dellapropriamentee quellaesterna
considerazione
(cambiamenti
Realtir in esperienzedi vita) e le reazioniesternealle azioniinterne.Si delle esperienzedi vita sono entrambemanifestazioniinterconnessedella
dovrebbealloracercare di: stessacosa:un processodinamico,un ciclo continuobasatosu cambiamenti
in cui le esperienzeche si vivonooffrono I'opportunithdi cambiarei propri
. cambiareautonomamentele proprie credenzee quindi il proprio modo di pensare pensierie, viceversa,consentonoai propri pensieridi cambiarele esperienze
e di emozionarsiper awicinarsi costruttivamentee felicementealle esperienzeche chesi vivono.
introduconocambiamentinellapropriavita nel presente. Azioneesterna-reazione Possiamocercaredi interpretarequesto processoe di chiamarlo come
costruttivainterna; vogliamo,evoluzionismo,disegino intelligente,volonti Divina,determinismo
. cambiare,indipendentementedalle esperienzevissute,le proprie credenzee causale,ordineimplicato,sintropia.Io I'ho chiamatoexotropiaper indicare
quindi il proprio modo di pensaree di emozionarsiper awicinarsi costruttiva- un processo,un ciclo continuonel qualesolo il presente,che si creae si
mente e felicementealle esperienze, ai cambiamentiche si desideravivere in annullacontinuamette,Dreale;un ciclobasatosu cambiamentitendentiall'e-
futuro. Azionecostruttiva interna- reazioneesterna. voluzioneproprioperchdtutto, ancheseappareindipendente e separatod inti-
mamenteinterconnesso e interdipendente ed oginicosatendead agire,per
Quandole esperienze di vita propongono,offronoo impon$onocambiamenti,chi i questo,in comunionedi intmti con ogni altra cosa.Tendead amare.
costruttivo ed evolutivo riescea cambiaresestessoproducendonuovi pensierie nuove possaawenirein
Liespressione di ogni cosacheesistee ogni cambiamento
credenze, capaci di renderlo tanto piir felicequanto piir gli permettonodi riawicinarsi perch6 I'interazione,in comu-
essatendono,in natura,ad essereevolutivi
alla suanatura e alla natura delle nuovaRealtdnel presente.Chi invecerifiuta di cam-
nione di intenti con il tutto, fa si che ogni eventualecambiamentochepro-
biare se ste s s oeddinc apa c e d i d u rre n u o vpi e n s i e rie n u ovecredenze
p ro -perchdha
ducevantaggiindividualisiavantaggioso ancheper tutta la Realti. Peresem-
lasciatoche la sua mente arrivasse ad opporsia qualsiasi cambiamento - si render)
pio, ogni piantaproduceossigenoutile a chi pud respirarlo,ogni frutto pro-
tanto piir infelice quanto piir le sue vecchie credenze e isuoi vecchipensieri
si allon-
ducevitaminaC utile a chi pub nutrirseneecc.
tananodalla sua nuova natura e dalla nuova Realti nel presente'
Quellochela Realti offre adognunodi noi sonoinfinite, preziose,possibiliti.
Ogni essereumanosi gestisce,in questoprocessoo ciclo,comemegliocrede,
La vera origine della propria gioia o soffetenza, piuttosto che essere ricercata comevuole o b arrivatoa crederesia giusto.Ma se credeche i suoi pensieri
nelle azioni esteme e nelle esperienzevissute, Dnel modo con cui ognuno rea- siano solo un effetto della Realti che vive, per lui sari soprattuttocosi, se
gisce ad esse, se con i soliti vecchi pensieri o con altri, nuovi e agiornati' per' invececredechela Realti chevivesiasoloun effettodeipensiericheproduce,
ch6 D da essi che dipendono sia le proprie risposte emozionali sia le proprie
per lui sari soprattuttocosi.Ma solo quandoama,quandoriescead agirein
sedenze e le successiverisposte esperienziali della Realtir.Azioni e reazioni, comunionedi intenti con se stesso,altri e la Realti, puit rcalizzarccid verso
cause ed effetti si confondono, si scambiano, si annullano e si rigenerano cui tende,ed essereautenticamente felice,per questo.

r58 IO SONO
IOVOGLIO
IOSCELCO IL PUNTOCHIAVE r59
c o
stabilmente felicedipende solodallapropriamenteinconsapevolee capireched dali che
La RealtirDpossibilista,0 questoche la tendeFantastica,Inhigante' bisogna incominciare Si pudriuscireadessere
ad intervenire. felicianchesolopensan-
Misteriosa,Bellissima,Entusiasmante,DMna! Ognunopud faredellasua do,e pensando felicemente si possonoalloraanchevivereesperienze felici.l cambia-
Realtircib che sa sceglietr, che savolere,chc sa esseree crcdcrc. menticheun approccio autoresponsabilizzanteallaReathpossono produrrein sestes-
si e nellaRealDsonoformidabilie insospettabilmente potenti.Comee perch6ti sarl
ancorapiirchiarotra poco.
Pensieried emozioni Molticredonochele emozionicheprovanodipendano unicamente dalleesperienze
chevivonoe chetutti, a pariti di esperienze, debbano provarele lorostesse emozioni.
Abbiamovisto che le credenzee le associazioniche la propria menteutilizza per inter-
Quandosi dicea qualcuno"quellapersonami fa starebene,quellatal cosami fa stare
pretare,giudicaree interaSirecon la RealDderivanotanto dalleproprieesperienze vis-
mele,ecc.",si cercaI'approvazione deglialtri ritenendo cheancheli altri debbano
sute quanto da tutto cid che si d immaginato e pensato nel proprio passatoe, soprat-
provarele stesse emozioni.Male proprieemozionisonogenerate dalpropriocervello
tutto, che le esperienze che ognunovive sono in qualchemodo collegatee derivate
e dipendono unicamente daipropri,personali e soggettivi, percorsimentaliassociativi
dalle proprie credenzee pensieri. Chi riescea pensarein modo creativoe feliceutiliz-
chepossono si essere stimolatidacid chesi percepisce, ma derivanounicamente da
zando la propria immaginazione,senza limiti, senza pregiudizi, senza paure e
cid chela propriamentehavissuto,pensato o immaginato nelpropriopassato. Sevivi
riuscendoa provare autonomamentegioia ed entusiasmopensandoa tutto cib che
vuole vivere, agiisce potentemente sulle esperienzeche vivr?rin futuro. Anche se il
un'esperienza chela tua mentegiudicabella,proviunabellaemozione perchil tuo
tuttoawienesoloa livelloimmagi- cervellola associaa qualcosa chehaivissuto,pensato o sognatodi bellonel tuo pas-
nativoe anchesela propriamente satoe viceversa.
pud essere tendenzialmente pessi- Ognitua emozioned soloun effettodi una tua associazione mentaleche pud,
mista,i importante almenopro- owiamente, essere siafelicemaancheinfelice. Seriescia produrreesperienze imma-
varci.e iniziarea farloil primapos- ginativefelici,tantopiir d vividoe felicecib a cui riescia pensare, tantopiir evidentiti
sibile. sarannole emozionicheil tuo cervellogenerer).Un aspettofantasticoconseguente
Tuttocidchepudderivare daun allacapaciD di produrreesperienze immaginative felicid quellodi produrrebelleemo-
approccio immaginativo felice
verso zioni chepossono rinforzarevecchiefeliciassociazioni o Eienerare nuovefeliciasso-
la Realt) d strabiliante, ma per ciazioni.Queste ultimesonoquellechepossono cambiare le propriecredenze tanto
e
riuscireadaccettarlocomprender- quantole esperienze vissute,facendo anchedelbene,oltrecheallamente,anchealla
lo appienod importanteviverlo.Si salute,vitalitdebellezza di tutto il corpo.Un altroaspettomoltoimportante - che
pud iniziareanchecon I'accettare vedremomegliopiir avanti- d chele esperienze chepensidi vivereconla tua imma-
cheil poteressere autenticamente e giinazionecondizionano sottilmente anchele esperienze realichevivraineltuo futuro.

160 IO VOGLIO
IO SCELCO IO SONO IL PUNTOCHTAVE t6l
@ c
Quandoimmaginivividamentecon gioiaed entusiasmodi vivereuna certaesperienza
awengonodei cantbiamenti,oltre che nel tuo cervelloe nel tuo corpo,anchenelle La Realti che vivi D l'effetto dell'interazione della proiezione invisibile
informazionipresentinellatrama dellaRealh dallequalidipendonole esperienze che verso I'esterno del tuo cenello - con tufti i suoi contenuti - con le
vivrai nel tuo futuro. Il tuo cenello cambiama anchela Realti, la tua Realtirin parti- proiezioni invisibili verso I'esterno di tutto cib che esiste.
colare.iniziasottilmentea muorrersiin una direzioneo in un'altrautilizzandoanche
hai prodotto.
le informazioniche Tu, con i tuoi rrensieri,
Nella trama della Realtdiniziano ad esistereda prima di potersi manifestarein espe-
rienzevissute,anchetutte le esperienze possibilie impossibili,bellee brutte,bellis-
sime e bruttissinre.inutili, felicie tristi che chiunquepossaavereimmaginatoo pen-
sato.Le tue credenzee i tuoi pensierisonoinvisibilmenteproiettateall'esternocondi-
zionando,facendomuovere la trama della Reattdper crearele basi per la loro realiz-
zazione.Tutte le esperienzecreateda cid che tutti credono,pensano,immaginano
coesistonoin stati potenziali sovrappostifino a quando,interagendotra loro, collas-
sanoattualizzandosinelle esperienzereali, manifesteche vengionovissute.Le cre-
,Jenze e i pensieridi ognunosvolgonoun ruolo inconsapevolmente determinante sulle
esperienzeche si attualizzerannoindividualmente.Quelloche hai creduto,che hai
pensatoe immaginato nel tuo passatoha fortementecondizionatocid che stai viven-
do nel tuo presentee, allo stessomodo, quello che credi, pensie immagini ora condi-
ziona fortementecid che vivrai nel tuo futuro, cid che diverri Reale,per Te,a causao
{razie aTe.

r62 IO SCEI,GO IO SONO


IOVOG],IO IL PUNTOCHIAVE 163
6 c
(lestionedelle crisi Scriverequestolibro mi ha permessodi capireche qualsiasicrisi una personapossa
vivered innanzitutto I'effettodi snecredenzefalse o irrealisticheperch6inadeguate o
lontanedallaRealtapresente.Crisi affettiveper effettodi proprie credenzesulla Realti
e sullepersonea cui si ritienedi volerebeneche portanoa produrrepaure,malintesi,
La sofferenzaemotivaDsoloI'effettodi errori di interpretazionee giudizio aspettative,condizionamentireciprociturbolenti e comportamentiinopportuni o
dellaRealth,la suaunicautiliti Dquelladi metterein luce credenze infelici.Crisi di saluteper effettodi talsecredenzesull'alimentazione,sullemalattie,
sbagliate,conflittualio limitanti chevannocambiate. sul propriocorpoe il suo rapportocon la propriamentee la realti. Crisi economiche
per effettodi falsecredenzerelativeai concettidi merito e di valoreecc.

Quando si vive una qualunque crisi significa che si hanno uedenze sbagliate
o in contrasto con la Realth presente.

Ognunoha nellapropriamenteuna seriedi credenze che ha acquisitodaglialtri e dal-


I'ambienteo che ha prodt-rttolui stessoper effettodi esperienze e conseguenti pensieri
ricorrenti.Abbiamovisto che per la mente produrrecredenze/veritid molto facile:
bastapensare,ascoltareo immafinare ripetutamente,volontariamenteo involonta-
riamente,qualcosa, qualunquecosa.Il difficiled accorgersisesonosbagliateo inade-
guate al presentee intervenirevolontariamenteper cambiarle/rinnovarle. Ma per
accorgersiche qualchepropriacredenzad sbagliatab sufficientetrovarsiad attraver-
sareuna crisi,0 allorache sarebbeutile intervenireper cambiarle/rinnovarle.
Chi vive perlopiumantenendoe difendendole credenzeche ha prodottonel suo
pa.ssatotendea produrresemprelo stessogeneredi pensierie a viveresemprelo stesso
generedi esperienze ma con un progressivo peSgioramento nel tempo.
Sesi trattadi credenzefelici,realistiche.possibiliste,
validenel presentee rivoltea
un futuro felice.la propriaesistenzapud esprimersicomeuna fantastica, meravigliosa
e inesauribilefontedi Gioiae di esperienze felici,per sestessie pertutti colorocon cui
si possaavere,direttamenteo indirettamente, a che fare.Se si tratta di credenzeche
sono statefelici in passatoma sonodivenuteinadeguateper il presenteperchdsono
rimaste le stessenonostantesi sia cambiati fisicamente(per esempiocrescendoo

164 IO SCELGO IO SONO


IO VOGLIO IL PUNTOCHIAVE 165
6 o
si sar)progressivamente semprepii infeliciedesposti a viverecrisi.Se normalmentein peggio- dovuteai cambiamentievolutiviche nel frattemposol'ro
invecchiando),
cheeranoadattea un certocontesto (per
esterno esempio fami- avvenutinella Realtdindipendentemente da lei e che [a portanoa esseresemprepiir
si trattadi credenze
lavorativri o religioso)masonodivenuteinade$uate perchd il contesto d lontanadalpresente. Chi evitadi partecipare e co-partecipare con propri cambiamenti
liare,sociale,
si vivrannocrisi.Moltecredenze possono anchederivaredaerrori di inter- ai cambiamentidellaRealt)si trova inevitabilmente a subirli nella forma di crisi. I-a
cambiato.
pretazione dellaRealtinei riguardideiqualisi sonoprodottipensieriossessivi. Qual- capaciGdi gestirecostruttivamente le propriecrisi,rivolgendosiinnanzitutto all'in-
nellapropriamentefinoadassumere carattere di verit) terno di s6,allapropriamenteanzichriall'esternoalla ricercadi colpevoli,b una carat-
siasicredenzachecristallizza
pudcomunque produrrenel temposolocrisiperchd comesesi rimanesse fermi teristicadellepersonefelici,evolutee cheevolvonorapidamente. di gestire
La capacitir
piir
sempre da quella Reale costruttivamente le propriecrisi b fondamentale in qualsiasirelazioneumanasi viva.
all'interno di unapropriarealtirillusoriachesi allontana
LaRealtid,secondo il mio modelloexotropico, un NellerelazioneaffettivecostituisceI'elementofondamentale indispensabile per poter
nelpresente checambiaedevolve.
processo dinamicoin continuae irreversibile evoluzione nellaquale solo il presente d costruirerapportifelicie longevi,evolvendoanchegraziead essi.
a volteimpercettibilmente a voltebruscamente, allontanandosi Percambiarei propri pensieri,riawicinarsial presentee crearsiun futuro diverso
reale.Cambiasempre,
in generale e dalpassato di ognuno,indipendentemente dallesuecredenze da quelloche si credeo che si teme possaessere,bisognaquindi innanzitutto inter-
dalpassato
pressochti sempreuguali. veniresulleproprie credenzelverit)per sostituirlecon altre piu felici. Questopud sem-
e pensieri
di cui molti, affezionatiacredenze falsee semprepitrobso- braremolto difficilesoprattuttoperchdla propriamente inconsapevole considerale
Gli unici cambiamenti
crisisemprepiir
di s<-rpportare propriecred,enze/yeriti assolutamente giuste,qualunqueessesiano.E per questoche
lete,sonocapacisonoquellirelativiallasolacapacit2r
Maognicrisi,anzich{semplicemente rinforzare la propria capacihdi si pud avereun'enormedifficoltaad accorgersiche possonoesseresbagliate.Se si
impeEinative.
sopportazione, dovrebbe inveceindurrecambiamenti in sestessiutili a evitare chesi chiedesseaunaragazzaanoressica o ad un ladro o ad un assassino o ad un pedofilo,ad
e cidawienesoloquandola crisivienevissutacome uno stimolo a un terrorista,a genitori che stannoportando la giovanefiglia ad essereinfibulata (la
;rossaripresentare,
produrrenuovecredenze,pii felicie vicineal presente.Cambiamenti in se stessi che ntutilazionee restringinrentotramite cucituradell'organosessuale femminileprati-
di ognicrisid pro- cataancoraogginel mondo,ogni fiorno, a oltre 5000bambine):"perchdfai quelloche
smuovano dadovesi d, dadoveci si d fermati.Laspettograndioso
di propriecredenze sbagliate e poter,allora, fai/", tutti, se rispondessero sinceramente,rivelerebbero quasisicuramentedi rite-
prio la possibilith cheoffredi accorgersi
produrrenuovipensieri,nuoveassociazioni mentali,nuovecre- nersinel giustoperchdi loro comportamenti,anchese produconodanni,sofferenza o
finalmente cambiare:
perla tramadellaRealtir. Ma questo lo si pudfare la morte di altri, sono I'effettodi credenzeprofondamentedistruttivema divenute.
denzepiirfelicie nuoveinformazioni
momento,b inutileattendere di doveraffrontare per
utracrisi accorpiersi di nellaloro mente,verita.
in qualsiasi
Cene si pudaccorgere anchein condizioni normali, pensando a cid Per capirese e quali proprie credenzepossonoesseresbagliatebastaosservarnegli
dovercambiare.
piuttostochea cib chedadolore' effettinelleesperienze che si vivono:se una qualsiasiesperienza, vissutao anchesolo
chedaEiioia
e ha prodotto immaginatae ritenutada se stessigiustaproduceGioia,Amore,Armoniao Successo
Laspettodelicatodi una mentecheha fattopropriecerlecredenze
stesso generedi per sestessima ancheper chiunquealtro ne sia direttamenteo indirettamentecoin-
certesueverit2rd che,a paritirdi stimoliesterni,produrrdsemprelo
cosiinconsapevolmente a irrdurre la volto,pud essereritenutaindicativamente gliusta:seinveceproduceesperienze di crisi
emozioni, di pensierie di giudizi,continuando
seppurcon piccole varianti - in sti,oppureproduceesperienze felici per se stessima sofferenzaper altri, allora i
Realha produrreperlei lo stesso $eneredi esperienze,

166 IO SONO
IOVOGLIO
IO SCELGO IL PUNTOCHIAVE r67
6 6
lecitoiniziarealmenoa porsideisanidubbisullepropriecredenze
desiderare di riuscirea cambiarle.
e iniziarealmenoa EVOLUZIONE
Cambiare le propriecredenze d moltopiir faciledi quantosi possasupporre. Gra-
zie allesemplicissime regoleutilizzatenel metodocheti illustrerdpiir avanti,chiun- I
quepudprodursiautonomamente nuove,piirattualie piir felicicredenze/verih e met- I
tersinellacondizione di poterprodurrenuovipensierie viverenuoveemozionied EftfrI
esperienze di vitafelicipersestessi e anchepergilialtri. I
Ognicrisi,ofni esperienza chesi viveconsofferenza o cheproducein altri soffe- FHrlA
renza- qualunque essasia,qualunque possaessere la causachela mentepossaattri- :
F|E UR".|
buirle- andrebbe innanzituttovistacomeun invito,un'opportunitir a cambiare il pro- I
priopersonale mododi credere e pensareperpotersiriawicinareil pii rapidamente Tlliirtt
possibilea cid che[aRealtird nel presente e adun futuroi[ piir f'eliceimmaginabile. r
La Realti pud evolvereanchegrazieagli effetti di tue credenzee pensierifelici, rrfillt*:l
ma seseiincapacedi produrne,evolveanchesenzadi te. Chi sacambiarespontanea- I
menteil propriopersonale
dosifelicemente
e soggettivo
al presente
mododi credere
e proiettandosi
e pensare la Realtd, allinean-
versoun futurofelice,evitaspontanea- t"'E
mentecrisipers6e peraltriperchd vivendoneIpresente contribuisce
mentee nellaGioia,a crearela suaRealDfuturafelicee a far evolvere,
gii, spontanea-
perquesto,
. .:xiii,i,vz
anchetutta la Realtir.

Sestai affrontandouna crisi, qualunqueessasia,invecedi cercarecolpevoli


1+rFFtf1St"2
o pensareal passato,sfotzatidi far sorridereil tuo viso e concentrala tua
attenzionesolo sull'immaginedi te, Felice,nel tuo futuro.
Piir Felicedi quantotu sia mai statonellatua vita.
Lasciatiandarein quellasensazione di te e ripeti:
"Io SonoAmore,Gioia,Armonia",
ripetilo,ripetilo, ripetilo...
Otlnuno ha ua propria tendenza euolutiua che pud o meno realizzarsi. Ogni crisi, emotiyu
e/o lisiologica, piccola o grande, ua semplicemente considerata un inuitct a cambiare le prcprie
credenze e quindi pensieri, abitudini, lter "rientrare".sul proprio percorso naturolmante felice.

r68 IO SCELGO
IO VOGI,IOIO SONO IL PUNTOCHTAVE 169
o @
mentodi personeimpegnatea produrremenzogne,violenza,a soffrireo a lamentarsi,
Bambini acquisir)comunquecomesuo modello,senzagiudicarlie senzafiltri, tali compgrtu-
menti, ade$uandose stessoa quellaRealtaper poter soprawivereefficientemente i1
Tutti i bambini sonodei veri geni,degli illuminati essa,secondoIe regoleche la sua mente ha acquisitoda essa.Anchese il compurta-
rJacui ogni adulto potrebbeimparare (o meglio merrtodellepersoneche osservagli offrono un modellotutt'altro che felice,se puir
reimparare)tautissimo.Sonoprividi pregiudizi,di osservarled perchdsonovive e lui deveinnanzi tutto impararea sopra',viverein quella
credenzeconsolidatesi in verit2r,hanno immagina- Realtd.Appenaavr) raggiunto I'autosufficienzafisica,perd,potrd prodursi dei moclelli
zione, creativit2r, curiosita e fantasiavivida, un comportamentali migliori, sar) una suapossibilitd, un suo compitoe una respopsabi-
apprendimento facile e veloce, un'intelli6lenza litd. Se qualcunogli insegnasse a farlolo farebbeda subitoma quelli da cui acquisisce
accesa e possibilista. La loro attenzione d tutta quei modelliconosconoevidentemente solo queimodellie sonoincapacidi proporgli
rivolta al presente e al futuro, il passato D per loro
altro, per questodovrd intuire da solo come fare.Tutte le personegenialiche I'uma-
prirrodi interesse.Sono caratterizzatida camhia- nit) ha conosciutolo hannosaputofare.
menti continui che li marrtengiono vicini e.in sinto- ognuno ha a disposizione strumentipotentissimicomel'immaginazione, la capa-
nia con la Realt) che vivono nel presente. E soprat- cit) di scegliereche cosapensaree il libero arbitrio, da piccoliancoramolto libero.
tutto per questo che sono spontaneamente felici'
ognuno pud usarequesti strumenti per produrre nuove credenzee nuovi modelli
Sono tuttaviafortemente esposti a subire condizio- mentali felici ma se nessunogli diceo gli spiegacome poter utilizzarein modovan-
narnenti limitanti esterni,in particolareda chi d taggiosoe costruttivola suaimmapiinazione e see incapacedi intuirlo da solo,perch6
vicino a loro, da chi osservancl. Devonoimparareil portatoda altri a "disallinearsi" o a distrarsicontinuamenteda se stesso.rimarr) con
piu possibilee il piu rapidamentepossibilecid che quei modellie vivri tristemente.Vivracome se fosseuna "fotocopia"di chi ha osser-
in cui sononatigli comunica
I'ambiente le basidi conoscenza
e Eilioffrepercostruirsi vato fin da piccolo.Chiunquesia ridotto ad essereuna fotocopiadi qualcunaltro ha
in
conle qualiriuscirea soprawivere. quell'ambiente,in presente.
quel molta diiiicoltirsia a esserefelice,sia a produrre qualcosadi nuovo, di migtiore di
quelloche ha vistoe che esistegih.Alla Realt)le fotocopiesonoinutili. E comeavere
Un bambinod un'opportunitipreziosissima perqualsiasi adulto,chepud imparare
una libreriacon migliaiadi libri che sonoesclusivamente "fotocopie"di soli due o tre
tantissimo tuttavia
dalui. Gliaclultitendono a considerarlie a trattarlicomeinferiori
pii piccqlo e deboledelloro- e originali.Sevuoi esserefelicedeviessereun originale.E per questoche qualsiasi prin-
- lo fannoprobabilmente solo perchti
il loro corpod
rniglioredi quella cipiodi uguapilianza applicatoagli uomini producesolotristezza,crisi e disorcline.
questod un peccato perch6la mente rli un bambino d decisanlente
Siamotutti fisiologicamente simili, ognuno d interconesso sottilmentecon ogni
di qualsiasi
adulto. altro e pud potenzialmente agirein comunionedi intenti con ogni altro,ma ognunod
Un bambinochesi trovasse fin dallanascita,
adessere, in un ambientetristedi per- una realtda sd,unicae irripetibile.Un bambinodovrebbeessere aiutatoa scoprirequal
perlopiir
sonetristi,impegnate a e
mentirsi ad imporsiin modo conflittualele rispet- d la sua realti, a crearela sua realt),piuttostoche essereportatoa divenireuna foto-
tivecredenze, messodavanti
o chevenisse a un ad
televisiore osservareil comporta- copiadi realDaltrui.

170 IOVOGLIOIO SONO


IO SCELCO IL PUNTOCHIA\,E 17l
@ 6
Un bambinoha una menteprivadi pregiudizie avidadi informazioniproprioperch6 . si divieneirremovibilisullepropriecredenzefon-
deverapidamente costruirsile basidi conoscenza concui potrir,in futuro,produrrei damentali,quelle che riguardano la propria esi-
proprigiudizi.E unacondizione estremamente vantaS$iosa perun rapido,efficiente e stenza,stile di vita, lavoro,salute,ideologiepoliti-
possibilmente feliceapprendimento. Le nuoveinformazioni vengono acquisitediretta- che,famiglia,gusti,abitudini ecc.e si rifiuta a priori
mentedall'ambiente - senzaessere primafiltratedamodellimentali- e pubpercorrere qualsiasicambiamentoin esse,accettandonuove
facilmente dasubitole nuoveconnessioni e associazioni neuronalichei suoipensieri informazioni solo se confermanole proprievecchie
creanonelsuocervello. Acquisisce e fasueinformazioni dall'ambiente esterno conestre- credenze;
ma facilitirattribuendo ad esse,fin dasubito,carattere di veriD pur mantenendo una . si usa l'immaginazionesolo per ricordareil pas-
grandeplasticiD, unafortedisponibili0r versoqualsiasi cambiamento, a$$iornamento o sato e sempremeno per pensareal futuro, tanto
perfezionamento in esse. Produce inoltreautonomamente moltenuoveinformazioni e meno a un futuro che possaesserefonte di gioia o
associazioni grazieallasuavividaimmagiinazione e fantasia. Le credenze di un bambino diversoda quello- in pienere triste - che si credeo
sonomoltoflessibilie facilidacambiare graziea unafantastica attitudineadaccettare che si teme che sari;
qualsiasicambiamento in esse,d perquestoched genialee riesceadessere facilmente e si produconopensieriutilizzandosempree solo i
Clibasta
felice, pocoperesserlo. Cerca curiosamente e accetta nuoveinformazioni, qua- vecchipercorsiassociativiprivilegiatiche si sono,
lunqueessesiano,prendendole perbuonee credendo a essefin dasubito.Peccato checi nel tempo,semprepiir consolidatinel proprio cer-
sianointornoa lui adultichegli impongono limiti e gli diconochecosad impossibile, vello.
vietato,difficilee in checosadevecredere, altrimentisarebbe nellecondizioni ottimali
perpotercompiere qualsiasimiracolo. In questomodo,una persona pubriuscirea divenireprogressivamente semprepitr
inutilea sestessa quindimuore,ancheperquesto.
e all'Universo, Utilitdintesainnanzi
tutto comecapacit)di produrrenuoveinformazionipensando. Il pensieroDil nostro
Anziani primo e pii potentestrumentodi creazione. E quandoi propripensieridivengono
progressivamente soloripetizionidi vecchipensieri
o soloI'effetto di proprievecchie
Si ritiene che una personasia anzianaquandoha raggiuntoun'eth predefinitadal credenze e convinzioni dalpropriopassato
derivate o daquellodi altri chesi diviene
Sensocomune,ma una personadiventatanto piir anzianaquanto piu la sua mente inutili. E vecchiocoluichesaprodurresolocosecheesistonogii o chesonogi)resi-
diventarestiaad accettarecambiamenti.Quandola mente di una personaha prodotto stite,vecchie,cherifiuta di cambiareil propriomododi pensareevitandodi usare,in
sufficienti credenze- alle quali ha attribuito caratteredi veritir - per poter soprawi- modonuovoe felice,la suaimmaginazione.
vereefficientemente, tendea voler evitarequalsiasicambiamentoin esse.In questo Nelnostroattuale.senso comunevi sono,peresempio, informazioni qualiquella
modo,perd,oltre ad invecchiareiniziandola degenerazione del suo corpo,si preclude cheEnormale viveresolofinoa 80,90anni,chedai60-70d normaleavereacciacchi e
di poteressereautenticamente felice.Si pud esseregid vecchi anchea 20 anni, si pud malattievariedacui si pudguariredifficilmente o soloutilizzando farmacio chirurgia.
essereancora giovania 100anni. Si iniziaad invecchiare quando: Seuna persona assumecomesueveritdquelleinformazioni, quandoraggiungera

172 IO SCELGO IO SONO


IOVOGLIO IL PUNTOCHTAVE t73
c c
quell'eti,ancheseil suocorpofosse ancorasanissimo, inizierir
a conformarsi a quelle comei tuoi pensierisul tuo futuropotrebbero cambiare sesoloriuscissia crederedi
chela suamenteritieneessere le verithassociatea quell'eti.Potrirlamentarsi quanto potervivere,comeAdamo,930 anni in salute,efficienza e vitalitir.Se anchesolo
vuolemaognunod il primomaggiore responsabilee al tempostesso vittimadellepro- riuscissia credere di poterviverealmeno150anni,sano,vitaleedefficiente finoall'ul-
prie credenzeedd li chedovrebbe innanzitutto intervenire, felicemente, per potersi timo,potrestipermettere allatuamentedi tornarea pensare in modosimilea quello
permettere e meritaredi viverefelicemente. Lambiente esterno hacertoinfluitosulle di quandoeri ancoraadolescente, ma con il grandevantaggio, rispettoad allora,che
credenze cheognunoha nellasuamente,ma ognunohaanchela capacitir di pensare osgiseimoltopitrsaggio,espertoe capace...ForseDsolouna leggenda, forseallora
e di immaginare qualunque altracosadiversa daquellachegli b statasemplicemente misuravano gli anniin mododiversoo forseAdamoe gli altri eranovissuticositanto
proposta, seha evitatodi farlod unasuaresponsabilih. La mented incapace di distin- semplicemente perchderanonatigi) adultie nessuno hapotuto,nelprendersi curadi
gueretra cidchesi d ascoltato o visto,dacidchesi d pensato o immaginato. loro,trasferire lorodellecredenze limitantitra le qualianchequelleched normale
invecchiare, ammalarsi e morire.MaI'aspetto importante, cheAdamoe gli altri siano
NellaBibbia,AnticoTestamento, Il Pentateuco, la Genesi,d scritto"...Questod il libro esistitio no,b cheavrebbero comunquepotutopensare e agiresolointuitivamente e
dellagenealogiadi Adamo.QuandoDio cred l'uctmolo fecea somiglianzadi Dio; viverecosinelpresente e in sintoniaconla Realtie la naturaedd questochepotrebbe
maschioe femmina li creo,li benedisse e li chiamit uomini quandofurono creati. averpermesso lorodi viveretantoa lungo.
Adamoaueuocsntotrentaanni quandogenerda suuimmagine,a suasomiglianza,un
figlio e lo chiamdSet.DopctuuergeneratoSet,Adumouisseancoroottocentoanni e
generofigli e figlie.L'interauita di Adamofu di notecentotrentoanni; poi mori. Set Genitori e figli
aueuacentocinqueanni quandogenerdEnos:dopoauergeneratoEnos,Setuisseanco-
ra ottocentosette anni e generofigli e liglie. L'interauita di Setfu di nouecentododici "Gli Dei hanno messoin croce i loro figli."
anni;poi mori.Enosaueuanouanta anni quandogenerdKenan;Enos,dopoatqr gale-
rato Kenan,uisseancora ottocentoquindicianni e generdliqli e figlie. L'intera uita di La croced la rappresentazione simbolicadello spazio-tempo,della Realtdmanifesta.I
Enosfu di nouecentocinque anni;poi mori. Enochaueuosessantacinque anni quando genitorifannonascerei loro figli nellospazio-tempo dovehannola possibilitddivivere
generdMatusalemme. Enochcammindcon Dio; dopoouergeneratoMatusalemme, esperienzee, potenzialmente,evolvere,cambiare,introdurre qualcosadi migliore,
uisseancoraper trecentoanni e generdfigli e liglie. L'interauita di Enochfu di trecen- nuovo o piir efficienterispettoquello che hanno trovato quandosono nati. E una pos-
tosessantacinque onni.PoiEnochcammindconDio....,perchrlDio l'aueua preso.Matu- sibiliti che pud esserefortementefavoritao inibita dai genitori che, nel beneo nel
salemmeaueuacentottantasette anni quandogenerdLamech;Matusalemme,dopo male, di fienerazionein generazione,tendono a produrre "fotocopie"di loro stessi.
ooergeyprotoLamech,uisseancorosettecentottantadue anni egenerdfigli e figlie.L'in- Segiudicassimorazionalmenteche cosad un figlio,si potrebbefacilmenterischiare
terauitadi Matusolemme fu di nouecentosessantanoue anni;poi mori...". di considerarloun "parassita",un essereche d capacesolodi chiederee da cui si dovreb-
be evitaredi aspettarsiqualunquecosain cambio.In Realti un figlio d) hai suoi genito-
maseseianzianoo pros-
Anchechi hagrandefedenellaBibbiahadifficoltha crederci, ri moltissimo:oltre al sensodi immortaliti che derivadall'averdatocontinuiti a proprio
provaanchesoloa immaginare
simoa esserlo, comela tua vitapotrebbe
cambiare, codicegenetico,tramandatodi generazionein generazioneda milioni di anni, anchela

174 IO SCELGO IO SONO


IO VOGLIO IL PUNTOCHTAVE 175
@ c
puo aver Genitori"evolutivi":hannoentrambirisoltole propriepauredellamorte e dellasoli-
preziosissima opportunitirdi poter imparare,ricordareda lui tutto cib che
curiosih, la Gioia,la velocih con cui tudinee vivonoloro stessiun processo di ev<-rluzione,accelerato ulteriormentedai figli
tlimenticatoilivenendo adulto come lo stupore, la
intelligenza. che dannoloro la possibilitidi mantenereanchele loro menti e i loro corpi giovani
uscireda qualsiasicrisi, la meravigliae I'acutissima
(accadequandosannoimpararedai figli...). Stimolanoin loro I'entusiasmo, la gioia,
Genitori "fotocopiatrice": le I'autcrsufficienza, l'intuizione,I'indipendenza, la meraviglia,la gratitudinee la sco-
paure della morte e della pertadellaloro natura.Si rivolgonoa loro con affermazionipotenzianti.
solitudine(chederivanodal- Qualunqueadultocheinteragisce con dei bambinipud contribuirenotevolmente ad
I'averiniziato a vivereesPe- aiutarliad essere persone felicie geniali,b sufTicientenrostrarsiloro felicie genialilSesi
rienze nello sPazio-temPo) d incapacidi questo,si possonoallorafareloro affermazionipotenzianticome"tu sei un
sono irrisolte e Portano genio, tu sei bellissimo, tu sei Gioia, tu sei un cuntpione, tu sei intelligerzte, tu sei brttuo,
all'incapacit)di evolvere,di tu sei sincero, tu sei lettle, tu sei onesto,ecc.". Nel casofacciaqualcosadi contrario a tali
cambiare,e a faredei ProPri affennazioni,evitarequalsiasinegazione(sappiamoormai che Ia mentesafaresoloaddi-
figli fotocopiedi se stessima zioni)e qualsiasi affermazione con awerbidi rregazione perchdabbiamovistocheper la
con il compito,Paradossale, sua mente incorrsaperrole d come dirgli esattamenteil cclntrario.Usareinveceafferma-
che riescano a fare, nella zioni quali "un genio si comportttin ttn modo dit,erso".l,asua puntualerispostamolto
vita, cosemigliori di quelle probabilmentesarir"e comesi comportaun gtenio?".Inquel caso0 indispensabile dare
d i c u i l oro sonostaticaP aci ' spiegazioni solo.se si d dei geni (e si sacomesi comportaun enio).sarebbe devastante
Ma una fotocopiaPud solo se la suamenteassociasse I'essereun genioa cosecome,per esempiti.mangiarequello
ripetere,piii o menofedelmente, il suooriginale: cio ched giirstatovissutodaisuoi che Sli d statomessonel piatto,che ha un'altissirraprobabiliDdi esserecontrarioalla
genitori,conforse piccole varianti, quelle introdotte dall'ambiente esternochenel suanatura... Gli si potrebbeinvecedire semplicemente"lopuoi scoprireda sob, quttn-
Irattempo b cambiato. Questigenitori impon$ono aifiglile proprie visionidellaRealth' tb seifelice"e se proprio si rruoleesagcraresi potrebbeaSgiungere"e quandob scopri
le proprieveriti che spessosono molto diverse tra un $enitore e utche u me, perclt i tlu Euutdo sononato che stctcercontlct,set'tzuriuscirci,
le propriecredenze, in^segtrulo
I'aitroproducentlo nella mente del figlio conflittiancora magiSiiori deiloro'Li trattano di capirlo. Tupotresli -scoprirb e in.segnarmelo!"
e sefannoqualcosa contrario allelorocredenze,li puniscono
comeunaloroproprietir Qualunquecosai figli possanofare,bisognaassolutanrente euitureaffermazioni
o li insultano. Gli impediscono di introdurre cambiamenti, si rivolgono a loro con quali ".sezun ignorunte,sei cuttiro, sei brutto, sei uno schifrtsoecc.", questeafferma-
e afl'ermazioni limitanti, fuorvianti
conflittuali, o inutili ma sono prontia
negazioni zir-rnipossonosolopeggiorarele cose,i genitori le u.sanonormalnrenteper riportarli
stupirsisesi ritrovanoad avere un figliosocialmente disadattato. all'obbedienza o per portarli ad aderirealle loro credenze(ciodper farnefotocopiedi
loro stessi)senzaaccorgersidi quantosianodevastantie compromettentiper il loro
equilibrioe futuro.La mentedi un bambinole acqui.sisce comeveree porterasestesso

IO SONO
IO VOGLIO
IO SCELGO IL PLINTOCHIAVE 177
t76
6 o
d adeguarsi ad essee, probabilmente, a far adeguaread essei suoifigli. di generazione
r g e nera zi o n e . . .
Se ituoi genitori si sono comportati con te in modo limitante, E forsesoloperchd
genitori si
lnorouatlo gli effetti di quello che faceuano.E molto probabile che i loro
iano,a loro voita,comportatiallg stesso modo con loro. FIaiperd comunque, giraziea
lrro, potuto soprawiveree imparato a farlo, questo d fbndamentale, e ora che sei
dulto e sei in grado di pensare puoi fare tu, a te stesso,tutte le affermazioni pii gran-
liosee potenzianti che puoi immaginare. Il tuo cervello d sempre in ascolto, il tuo
in
orpo e sempre ascolto, tutta la Realtir d sempre in ascolto e tutto e sempre pronto
. cambiare.Sii tu a dire loro qualcosadi bello!

e spiritualith
Razionanm
,aseparazione tra scienzae religionechecaratterizza I'Occidente d probabilmente ini-
;iatanelXVIsecoloconla nascitadelmoderno metodo scientifico.Prima,lo sviluppo
lellaconoscenza scientificaerafortemente frenatodalcredoreligioso che,essendo
..aratterizzato accettava
da credenzelveritir, solo scoperte chele confermasse. Manel-
'antichiti lo sviluppodellaconoscenza umana aweniva perlopiu attraverso un
rpprocciospiritualeadessa.
Molticredono cheperpotersiritenere spiritualisiasufficiente aderireadun qual-
:hecredoreligioso e rispettareisuoi precetti,o almeno alcuni di essi".Io credoche
a spiritualiDautentica vadaben oltre I'aderirea una qualche religione cosl comela
'icerca autentica vada benoltre un approccio semplicemente razionale alla l'utti hanrrouna percezionesensoriale dellaltealti alla qualein molti hannoc<intri-
scientifica
propongo le miedefinizioni- bui to a darespi ega zioni r azionalipiu o m eno soddisf acentt ant i. clut ili per pr odur r e
tealti.Quidi segiuito
tecnol ogi e bene.; serquante oinut ili per viver eielicenr ent e.
[ Jnalor o analisicr it ica
pud rivelareforti contraddizionie produrredubbi.
Tutti, in variamisura,hanno (ti almenohannoavutoquandoeranopiccoli)un'in-
tui zi onespi ri tual ed ellaI t ealt ) alla qualein r r r olt ihannodat o,per lopiuat t r aver s<r
Chiesee Religioni,risl.roste a cui si devecredere(fede).ma una loro analisicriticapuit
rivelareforti contraddizioni, altri dubbi.Le Chiesee le lleligioni,ad eccezione del Bud-

178 IO SONO
IOVOGLIO
IO SCELGO IL PUNTOCI{IAVE 179
6 c
piir unafilosofia evolutiva dellavitacheunaReligione, sonoil
ismo,considerabile Una personab spirituale se 0 felice
isultatodi unarazionalizzazione dellaspiritualiD' capacedi interagirc intuitivamente,attivamente
Quando I'uomo vive nel dubbio, diventaconfusoe soffre,allorala suamentepro- e costnrttivamentecon la Realtir.
lucecredenze e veritirper soprawivere efficientemente cercandodi evitaredi avere
presunte verit) sonolontanedalpresente dellaRealt2r
lubbi,masequellecredenzeo
'uomocontinuera, cercando razionalmente di difenclerle,a viverecrisi,a produrre
,onnittle a soffrire.D alloracheun approccio spiritualeallaRealt2r, intesocomeinte- Entanglemen[
.azioneintuitivaaperta,possibilista e in comunionedi intenticonla Realtitpresente
tud essere illuminante.Unavoltacheci si d apertiadunarelazione attivae consape-
Il fenomeno dell'entanglement d.una delle
roleconla Realta presente, la percezione e I'interazione conI'essenza visibilee invisi-
scopertepiir sconcertantie affascinantidel-
qualsiasi miracolo. Si cambia velocemente, si evolvecon
tile deltuttorendepossibile I'ultimo secolo.Il termine"entanglement"fu
a Realhchea suavoltaevolveanchegraziea chi riescea interagirvicostruttivamente introdottoper la prima voltada Schrddinger
rer contribuirea produrrefuturi costruttivie felici' nella discussione dei fondamentidellamec-
conse
La spiritualitisi esprimenellacapacit)di avereun rapportocostruttivo canica quantistica,ed d conosciutoanche
gii altri e la Realtdnelpresente. Maoginisuaformalizzazione in leggi o precetti
stessi, come "correlazioneo paradossoEPR" (dalle
- I'uornocedespesso allatentazione, quandoscopreo credein qualcosa, di tradurloin
iniziali di Einstein-Podolsky-Rosen)
o dimo-
regoteo leggia cui attribuirecarattere di Veritirassoluta - pudcostituireun ostacolo
strazionedel teorema o disuguaglianzadi
u.*^o.u-Uiumentie quindiun frenoall'evoluzione,aspetto cheinvececaralterizzala
Bell. Rigorosee molteplici dimostrazioni
spiritualitirautentica' scientifichehannoconfermato la suaosservabiliti e ripetibilihe,ancheserimaneun
la
uuomo,conle chiesee le relativeReligioni,ha in qualchemodorazionalizzato fenomeno inspiegabile,
scientificamente hannomessoin luceuno degliaspettipiir
perdereil carattereevolutivocheinveceavrebbe potuto/dovuto
spiritualihfacendole misteriosidellaRealtb:quellochepermette a unoo pii elementimanifesti di essere
carafterizzarla. Alcune Religioni,inoltre, si basanosu testi sacriin cui i concetti collegatiindissolubilmente(entangled)ancheseseparatifisicamentenellospazio,
.rpr.rri da profetie illuminati- comeMosb,Gesir,zoroastro, confucio,Buddhae
qualunque cheli dividee ovunque
siala distanza sianonell'Universo.
- sonostatiinterpretatie trascrittiutilizzando il linguaggio dell'epoca,
Maometto Un fotone,un elettrone, ma ancheun atomoo unastrutturaorpanizzata della
reinterpretati ognivoltachesonostatitradottiin altrelinguee nellevarieepochein materiapossono, semplicemente modificando il loro comportamento, cambiare allo
funzione deidiversicontesti storicie sociali. E moltoprobabile checoncettiin origine
propriaspiritualiti stessomodoancheil comportamento di un altro fotone,elettrone,atomoo struttura
illuminanti,perchdoffrivanola possibilit)all'uomodi viverela organizzata dellamateriacon cui sonoentangled, istantaneamente e ovunquesiano
sianostati"fraintesi" dauominidellevarieChiese, spessopiir
nellaGioiae nell'Amore, nellospazio,senzaawalersidi null'altrocheil propriocomportamento e senzachetra
al loro poteree al controllodellemassecheallaspiritualitd, fino a divenire
interessati i duevi siaalcunaformadi comunicazione rilevabile. Questofenomeno d la classica
unadelleattualimaggioricause di infelicihe conflittisociali'

IO SONO
IOVOGLIO
IO SCELGO IL PUNTOCHIA\E r8l
180
@ c
plrnta di un icebergche sottendea qualcosadi infinitamentepiit vastoe nascostoper- Lentanglementevidenziail lato segreto,nascosto,invisibile e impercepibilepiir
cl'r6irnplicache ogni cosache esistenell'Llniverso pub potenzialmente condizionareil importantedi cib che noi crediamoesserela materiae la Realtd.Se ogni
cosache esi-
contportamento,in modo totale ma anchesolo parziale,di ogni altra cosaesistente ste nell'Universo pub potenzialmente produrreun'azionea distanzaistantanea, senza
Ogni cosae ogni esseresono in qualchemodo,seppurrazionalmente
rrell'LIniverso. awalersidi null'altroche di se stessae il proprio comportamento,e
owio che anche
inspiesabile, collegaticon tuttu cid che esiste,interagiscono e condizionanoin varia noi esseriumani produciamoe subiamogli effettidell'entanglement.
rnisura.con Ia loro essenza e con il loro comportamento, tutto ciir che esiste. Il ricercatoreDeanRadin,nel suo hbro EntarrytedMinds,hailimostrato gli
effetti
a distanzatra le menti di personeentangled.Quandosi tratta di particelle
o strutture
Nell'Universo vige un principio grazie al quale, in certe circostanze, elementaridellamateria,il cui statopud essereiclentificato da pochevariabilicomela
cib che appareessereseparatonello spaziod in realtirstrettamentecollegato posizionee la quantitadi moto, I'entanglement determinaeffetiiimmediatamente evi-
attraverso lo spazio e il tempo. denti. Ma quandosi tratta di strutture organizzatedella materia molto
complesse
come I'essereumano' caratterizzate da un numero pressoch6infinito ili variabili,il
Entanglement fenomenodell'entanglement pud produrreeffettipiir difficilida evidenziaree perlopiir
o La dimostrazione del teoremadi Bell inconsapevoli, ma semprepresenti.
confermachc un'esperienza di inte- Ogni essereumanoi sottilmenteentangledcon ogni cosache esistenell'unjverso
()
razioneavvcnulanel passatotra due ma c()t]glialtri esseriumani il livellodi entanglementd molto pir)forte,in particolare
elcnrenticreatra gli stessiuna firrnra con quellicon cui ha relazionidi parentelao ha avutorelazioniaffettive
o con le quali
di "collefanrcntoattivo" in tetlptt fotone B ha condivisoesperienze intime, fisicheo mentali.
fotoneA
realechesi nuntietrenel tempo. Lo stato emotivo, Ie sceltee il comportamentodi ognuno di noi
sono in varia
o Il conrportamcnto di ofnuno di essi A ccoppramento misuracondizionateanchedallostatoemotivo,le sceltee il comportamento
di tutta
iI comportarnento
crincliziona dellal- i nterazi one
i nti ma I'Umanitde in particolaredellepersonecon cui si b maggiormenteentangled.
dallospazicr
tro. indipcndentenrerrte
cheli separa.
r ()uestoteoremai stato dimostrato,
Anima condrvisa
vcriiicatoe confermatosperinrcntal-
dalla Coooia di fotoni
menteinnumerevolivolteanchecon
f\ -_^--_r__:nrn
. e n ta n g lem.
\*cr " l;;;;;;,,;;,'-"\J
stnrtturedellamateriacomplesse. t I

prodotle da uno condrzronano


il comportamento dell altro
a qualsiasi distanza

182 IOVOGLIO
IOSC!]LGO IO SONO IL PUNTOCHIAVE r83
c o
Ogni voltachestabiliamouna relazioneaffettiva,emotivao sessuale
conun altro essereumanootteniamoun $randepoteresu di lui/lei e gli
diamoun grandepoteresu di noi. Solovolendoglisempree comunquebene,
talepoteresi traducein un "vanta$gio":
Amoree Gratitudine.

Accoppiamento
intima
interazione

Anima condivisa
. " ': ii:'*o dalla coppia i'lt*
\ r.n
i\
ir\ entanglement Volermalea una personacon cui si 0 entangled
llli Leinformazioni 'i* equivalea volermalea una partedi se stessi.
JJ tS Drodotteda unocondizionano'"'
dell'altro
il comportamento
! { $,''
" : o":':':"l.oi'i"51

IO SONO
IOVOGLIO
IO SCELGO IL PUNTOCHIA\,E
c e

Persona In turbolenzatr Incapace di essere autonomamente


!
Fellcer dl Amore e Gratltudlne.
F Grporta a lnterteran:e eatetnsr sl condlvldc ca$ualmento
o per efictto della volonte dl alttl. | loggetta con la quale
C entangled la condlzlonano, qualunque sla la loro natura'

Persona ralllneatat, capace dl essere autonomamente


Thntopiir una personaD"debole"tanto maggioreDI'influenzachealtre Fellce, dl Amore e Gratltudlne.
personeesercitano,attraversocanalidi entanglement,su di lei, Si autoprotegge da Interierenze e3terne, pu6 Scegllere con Ghl
ancheperquestoconvieneessere"forti e allineati": condlvldersl. I roggettl con la quale C entangled poasono
Gioia.Amoree Gratitudine. condlzlonarla rolo se anchtegtl capael dl Amore e Gratltudlne.

186 IO SCELGO IO SONO


IO VOGLIO IL PUNTOCHIAVE
@ c
Ma il campogravitazionale,come la materia,d ancorauna manifestazionedi qual-
Relativithe campionnipresenti cosa,una forza,cheproprio perch6manifestad misurabile,mentre ogni campopud
essereper natura onnipresente,in questocasoa grandi distanzepotrebberoessere
;; ;.;;;; ;;;'; ;;;; ristrettae sienerare, derinita manifestisolo isuoi effetti indiretti e il fenomenodell'entaEilement confermerebbe tale
piir
daEinsteinnel 1905e nel 1915d unadelle colos- mia ipotesi.Il fenomenodell'entanglement all'epocadi Einsteinera ancorasolo un
salie grandiose operedell'ingegno umano.Einstein d concettoteoricoprivo di dimostrazione,anzi. Einsteinstessolo avevadefinitocon
statoun grandescienziatoma ancheun grande Podolskye Rosencome paradossoperchtiera convinto che fosseun fenomenoirreale
uomoconuna personalitd caratterizzata dallamera- e impossibile da dimostrare.La fisicaquantisticaeraper lui, all'epoca, ancoraincapace
viglia,dall'umilt),dallagratitudine, dall'attrazione di offrire un modellocompletodellaRealti nel qual casosi sarebbedovuto presup-
capacitidi porre che I'entanglement fosseun fenomenoreale,ma cio era (edd tuttora) conside-
versoil misteroe da una straordinaria
probabilmente conla suavividaimma$ina- rato razionalmenteinspiegabile, a meno di rinunciarea una visionedeterministica
superare,
limitee qualsiasi pre$iudizio deri- della Realtde accettareche oSni oggettopresentein essasia caratterizzatoancheda
zione,qualsiasi "variabilinascoste"
razionaledellaRealtd. impossibilida rivelareo misuraredirettamente. Questofenomeno
vanteda un'interpretazione
par- vi ol a,tra l ' al tro,una delleim plicazionidellar elat ivit hche r iguar dala velocit i della
Einsteinha sintetizzato la teoriadellarelativitir
gli piuttosto luce,la massimaraggiungibileda qualsiasicosasia prowista di energiama dimostra
tendodalpresupposto che oEietti fisici,
indirettamentecheogni cosacheesistepossiede ancheun campoprivo di energiache
cheessere consideratinellospazio, hannonellospa-
proprio per questopub essereallora onnipresentenello spazio.La sua genialitdha
zio una loro estensione,come campo: "ll concetto di spazio uuoto perde quindi di fattocomunquesl che con la suaopposizione a ritenerel'entanglementun fenomeno
significato. [...] La teoria della relatiuitd generale implica Ia rappresentazionedella possibilee realeabbiaindicatouna via di conoscenza, di indagineche d statapoi per-
Reattd fisicaattrauersoun compo continuo" e i concetti di particella materialeo di corsacon successo nei decennisuccessivi, appenala tecnologiaha permessodi farlo.
movimento hanno un ruolo marginale, tutt'altro che fondamentale:"Leporticelle Einstein ha avuto ragione,anche quandoha avuto torto, ha prodotto conoscenza
possonosoloapparire come regioni limitate di spazio in cui il campo di forze o la den' costrtrttivaed evolutivagrazieal fattoche,molto probabilmente, senzala suaopposi-
sita di energie d particolarmente eleuato". zione nessunoavrebbenenlmeno preso in considerazione quel fenomenoe tanto
Laspettointeressante che possiamodedurreda come Einsteinha sintetizzatoin meno avrebbecercatodi studiarloe di capiresperimentalmente se fossereale.
pocheparolela relativih b che ogni cosamaterialesi manifestacome materiasolo in
una limitataareadi spazioma si estendecome spazio,come campo,ben oltre quello Combinando il concetto di campo che deriva dalla teoria della relativiti -
che occupacome materia.Se consideriamola Terrae il campogravitazionaleuna sua che riguarda comunque aspetti manifesti nella forma di particelle, materia
estensionecome spazio,possiamodedurreche questocampo,pur diminuendo di o forze - al fenomeno dell'entanglement possiamo oggi ragionevolmente
"solida",possa ritenere che ogni cosa che esiste ha, indipendentementeda ogni sua
intensih a mano a mano che ci si allontanadallasua manifestazione
possibile manifestazione lisica nello spazio, anche un campo "nascosto"
estendersi all'infinito.Sebbenea una distanzainfinita I'intensitirdel campogravita-
e invisibile che si estende, mantenendo inalterata la sua inlluenza. all'infinito.o
zionaleterrestresarainfinitesima,essad tuttaviaancorapresente'

188 IO VOGLIOIO SONO


IOSCELCO IL PT]NTOCHTAVE 189
6 c
ll campochepossiamo definire"nascosto" di ogni cosad informazione puraprivadi [-evoluzione delprocesso dinamico"Realti"si pudcompiereanchesenzadoverla
energiae quindionnipresente nellospazio. Ognicosacheesiste ha un campo chesi identificare pseudoumana
in un"'intelligenza maassoluta e superiore",grazieal fatto
estende in tutto I'Universo senzaperderela capacitirdi produrre effetti con la distanza che I'interazionea distanzapermette
la co-partecipazione
di tutti i campi
onnipresenti
- comeinveceaccade peri campigravitazionali o elettromagnetici' Cibsignificacheil e si traduce in cambiamenti nellaRealti
che possono essere considerati"condivisi"e
campodi onicosainteragisce conil campodi ognialtracosaesistente, chetutto d in "collaborativi" e quindievolutivi.
qualchemodoin contattocostante contutto e tutto in qualche modo influenza e con-
iirionu tutto.In virtir di quantovistofinora,ritenerecheanche il nostro cervello e Tutti i campi,onnipresenti,interagendosimultaneamente tra loro generano
quindila nostramenteabbianoun campochesi estende all'infinitoe che interagisce un unico campoonnipresente, la trama dellaRealth, che si attualizzain
con ognialtracosaesistente d molto ragionevole e tutt'altrochemetafisico o filoso- eventinel presenteproducendo cambiamenti nello spazio e nel tempo
fico.Ogniinformazione presente in essad quindipresente anche in tutta la Realfi e, risultanti dallaco-partecipazionedi ogni cosacheesiste.il un concetto
proprioperquesto,pud condizionarla in modofavorevole o sfavorevole. al qualeun uomo spiritualepuil associarela parolaAmore.

Luomohacercato questo
di interpretare processoe di giustificarne razionalmente gli
Tlr,noi e I'assoluto nello
effettimanifesti spazioe nel tempo producendo Religioni e costruendo Chiese
intornoall'immagine pseudoumana (in quantocaratterizzata dalgiudizio)di un Dio.
La Realtirb un processo dinamicoin continuae irreversibile evoluzione. Evolve Unessere superiore,onnipresente, estremamente intelligente e potente chehacreato
comunquee lo fa con o senza di te,con o senza il tuo contributo' ma solo chi riescea tuttocidcheesistee delleleggiper poi dedicarsi
a "siudicare" gli umani e deciderese,
co-partecipare consapevolmente alla propria evoluzione, "condividendosi" e contri- unavoltamorti,premiarlio punirliperI'eternitd in base
buendoanchea quelladellaRealt)pudsperimentare laverarealizzazione e vivereper a comehannorispettato o violatotali leggi.
questonellostatodi Gioiaautentica e dinamica. Com'dpossibile chela Realthriescaad Ma riflettendosu questa immaEiine di Diosi potrebbe
evolveree a farlo spontaneamente? Anche se,quando si cercadi esprimereconcetti dedurre che siaun effettodi come li uominivivonoloro
umanamente profondi e assoluti, il linguaggio tradizionale b un po' limitantee stessiil lororapporto congli altrie [aRealti:giudicando
"freddo",ho ceicatodi spiegarlo utilizzandoI'espressione "comunioned'intenti"'che continuamente tutto sulla basedelle loro credenzel
coinvolgeinvolontariamente ogni cosa,oppure"interazione costruttivaa distanza di veritVleggi. Oppureha cercatodi spiegiare questc-r
pro-
tutto contutto". Ci si puir awicinare alla comprensione razionale del concetto di evo- in
cesso altri modi,chiamandolo evoluzionismo, deter-
luzionedellaRealti combinandoil concettorelativisticodi campoa quellodi entan- minismocausale, ordineimplicato, sintropia,principio
glement,partendodal presupposto chel'entan$lement pud essere totale- comenel antropicoecc.o con il modernoe genericoconcettodi
casodel fenomeno osservato e dimostrato sperimentalmente - o parziale; in questo "intelligent design"oppuresemplicemente negandolo,
casooEinicosad in variamisuraentangled con ognialtrain funzionedellasuastoria conreha tirttoconil concetto scientificodi entroniadel-
evolutivae della forma con cui pub eventualmente manifestarsinellospazio' I'Universo.

r90 IOVOGLIOIO SONO


IO SCELGO IL PUNTOCHTAVE t9l
6 6
si d tolto ogni poterecreativo-evolutivoattivoriducendosi cosia crederedi dover
Ritengochetutto cib derividauno sforzocheI'uomoha fattopercercaredi spie-
con la Realh.La percezione
e dellasuainterazione
garegli effettidellasuaesistenza essere soloun passivo e impotenteosservatoredi leggi- quelleprodottedalDioin cui
unitaal desiderio ha accettato di credere- chedevesolorispettare vivendonellasperanza di un futuro
umana,perlopiitintuitiva,di un campoassolutoe onnipresente
migliorema decisoda quelsuostesso Dio o dagliuominidi Chiesa, i suoiportavoci
razionale dell'uomodi voleretrovareuna causachegiustifichiogni cosa,lo possono
pseudoumana grandiosa.superioree umanicondirittod'esclusiva (chepossono,peresempio, deciderechi,comee a quali
averportatoa ritenerechevi siaun'intelligenza
in comu- condizioni pudentrarein comunione conDio).Eglidevesperare inoltrecheDiosia
capacedi Amoreinfinitoforseperchdl'uomoassocia allaco-partecipazione
campoonnipresente e la Realtdnellasua conlui e la suasofferenza clementee compassionevole.
nionedi intenti che caratterizzaquesto
la suaesperienzaumanadell'Amore. E indubbioinoltrecheunataleimmaginedi Dio ha permesso agliuominidelle
essenza
relativeChiese, gli autoproclamatisuoiportavoci esclusivisti
umani,di ottenere un
affascinante e ha avutomoltosuccesso tra gli enorme potere suglialtriuomini.
Lideadi un Dio superiored certamente
uominiforsesoprattuttoperch6offreunaqualchegiustificazione allaloro percezione
ma presenta tra i quali:
alcunieffetticollaterali, Il modellodellaRealticheho chiamatoexotropia (edd ancheil titolo del relativo
spiritualedellaRealtd,
libro)parteinvecedalpresupposto chel'uomoha un ruoloattivoe potentein una
. un'autentica implicaunarelazione
spiritualitir dinamica e in comunione di intenti Realtiche,oltread essere un processo dinamicocheevolve, ha bisognoanchedel-
I'uomoperevolvere. Ogniuomoha in sdil Divinoe pudautonomamente entrarein
conunaRealthcheevolvee checambianel tempo;questaevoluzione vieneimpe-
comunionecon il Divinoched in ognicosa.Levoluzione dellaRealtiha prodotto
ditadaun concettodi spiritualitb"statico"perch6limitatoal rispettodi leggialle
qualid statoattribuito,tantotempofa,carattere di veritdassoluta; I'uomoe I'uomopudprodurreI'evoluzione dellaRealh.Sela Realhevolveattraverso
. la riduzionedelruolodell'uomoal soloobbligodelrispettodi tali leggi/veritd, per un concettodi "comunione quandoI'uomoviveun'esperienza
di intentiinvolontaria",
poteressere successivamente giudicatoe conseguentemente premiatoo punito,gli d'Amoreautentico, di Gioiacondivisa, viveun'esperienza di "comunione di intenti
di sestesso
attivaall'evoluzione volontariao consapevole"ched evolutivae feliceperchdprofondamente in sintonia
hatoltooginipoterecreativoe di co-partecipazione
Il ruolodell'uomod invecemoltopiir importantee creativoproprio con la naturasuae dellaRealtistessa. Quandounapersona divienecapace di vero
e dellaRealtd.
perch6pub,amando, partecipareattivamentea produrrecambiamenti evolutiviin Amore,si "allinea"
conla Realhedentrain comunione di intenticonsestesso e con
e in tutta la Realtd; essaedd allorachepudevolvere sestesso, la suaGioiae partecipando
condividendo
sestesso
r il fattochevi sianopiii Religionie cheognunasiastatacaratterizzata daunapre- attivamenteancheall'evoluzione dellaRealh.consanevolmente.
tesadi esclusiva e da diversecredenzelveritdha portatogiliuomini ad entrarein
conflittofra loro,allontananoli daun'autentica spiritualitdevolutivacaratterizzala
dall'espressione dell'Amore e dellaGioiafratutti $li uomini.

In buonasostanza, conle Religioni- a esclusione - I'uomoha raziona-


delBuddismo
e
amandonellaGioiacondivisa
lizzatola suainnataspiritualit)e capacihdi evolvere

192 IO SONO
IOVOGLIO
IOSCELGO IL PUNTOCHIAVE r93
c
UAmore
Tutto quello chehai donoto ha aumentatola tua grandezza
o, quandoti seiaspettotoqualcosain cambio,l'ha distrutta.

I veroAmored I'esperienza assoluta umana,la suafonteprimariadi


dell'esistenza
Gioiaedenergia vitalee ciochepudmaggiormente art'icinarlo
adesprimere
lasua
essenzadivinain forzacreatrice.
La RealDevolvegrazieall'interazione, in comuniorredi intenti,di tutto cid cheesi-
ste,questoe Amore.Uessereumano appartienealla natura,vive esperienze in sinto-
nia con la naturarealizzando sestessoquandoanch'esso viveesperienze in comr-rnione
di intenti, di veroAmore.LAmore puo essereespresso in relazionea tutti gli aspetti
dellapropria esistenza; quandoalvienetra due personeche si sono reciprocamente
sceltenellaCioia,si pud realizzareil miracolodellaCoppiaIlluminata,la piir potente
esperienza evolutivache due persouepossonoviverequandosi fondono,consapevol-
mentee sinceramente in un "noi" entrandoin reciprocacr-rmunione di intenti.
Per poter viveretale esperienza entrambidovrebberoperd.innanzi tutto, essere
prima riusciti ad entrarein conrunionedi intenti con se stessiallineandole proprie
cre'Jenze,lapropriavolonta. ipropri pensieri,parolee azioni,ed avereIe stessemoti-
vazionie gli stessiintenti. Ii in quel casoche possonoalloracondividersi, Amandosi
autenticamente per produrrespontaneicambiamentievolutivie felici in loro stessie
in tutta la Realtd,consapevolmente.
Ogni uomo vivecomunquecambiamentiin sestessoe nellaRealD,ma, in genere,
subendolio producendolisenzaaccorgersene, senzache corrispondanoalla sua
volont),ma piuttostoallesuepaureirrisolte.Motivazioniconsegiuenti a credenze delle
quali riescein generead essereconsapevole solovagamenteo in modo conflittuale.

r95
CI c
Se,peresempio, la tua volontdd quelladi essere sano,ma le tue credenze, Ietue altrelavoranoperla costruzione di unaprotezione temporanea e la ricostruzione del
paure,i tuoi pensieri, le tue parolee le tue azionisonoriferiteperlopiia malattie, tessutodanneggiato. Azionilocaliindividualichecoinvolgono I'interocorpoper il
senzanemmeno accorgertene ti disallineie vai in "turbolenza" conte stesso e la Realtd benedi tutto il corpo.Tuttoawienein perfettacomunionedi intenti,senzarivali0r,
producendo fenomenicaoticicomeesperienze di crisi,di sofferenza o malattia.Lo senzaopportunismo, ognicellulaesprimela propriaindividualitiperil beneproprioe
stessoaccade in unacoppiaquandola volontdd quelladi vivereun Amoreautentico, collettivodandoil massimodi sestessa, senzapretendere chelo faccianoaltreal suo
chesiafelice,appassionante, condiviso, stimolante, piratificante,
appagante e lonEievo posto,senzamentire,senzacercaredi imporrela suavolontiro le suecredenze alle
ma nellapropriamentevi sonocredenze in cui I'Amoreb associato al sacrificio, all'es- altre,senzagiudicare, lamentarsi o sperare.Ognunaagiisce peril suobene,peril bene
sereun rimedioallasolitudine, all'essere un'espressione spiritualedi sdin conflitto dellealtrecellule,per il benedelsistemadi cui tutte fannoparte.Questod semplice-
con I'espressione felicedellapropriasessualith o al riceveree daresolopersoddisfare menteAmore.Il corpodi chiunquesiavivo straripadi Amore,anchesela mentecon-
le proprieaspettative. In unacoppiale parolechiavesonosincerihe disponibilit) a sapevole d incapace di accorgersene. Ma setutte quellecellulepensassero e agissero
cambiare le propriecredenze, a miglioraresestesso anchegrazieall'altro. comeuomini"normali",si innescherebbero invecerivalitire conflitti:pochesi dareb-
Ognivoltachesi mentea qualcuno, ogni voltachesi diconoparolediverseda beroun grandafarementremoltealtreresterebbero soloa guardarle per giudicarle,
quellochesi pensa ci si disallineae sivain turbolenza. LaRealhrisponde soloal risul- guide
alcunesi autoproclamerebbero dellealtrein virtil di leggisuperiori, altrein
tatodell'interazione tra cibcheunapersona d nellasuaessenza - cid in cui credee che virtir dellaloro conoscenza scientificao del loro potereeconomico o politico,moltis-
pensa - e cidcheognicosab nellasuaessenza. Sei vericontenuti dellatuamente,dei simestarebbero soloa lamentarsie piangere, alcuneapprofitterebbero dellasituazione
tuoipensieri, delletueparolee delletueazionisonodiversi e in conflittotra loroe con persacchegigiiare e rubareecc.Verrebbe forseindettoun referendum perdecidere chi
il bene,la Gioiadellacoppia, produrraiturbolenze che,oltread impedirtidi mante- devecomandare, e secondovaghi principidi uguaglianza quelle piir velocidovrebbero
nerti allineatoconte stesso, I'altroe la Realti,ti portanoa viveredi aspettative e spe- rallentare e portarsi allavelocitidi quellepiir lente...
ranzenellasolitudine perchdprodurraicaose continueesperienze di crisi. Moriremmosicuramente entropocotempo,a seguitodi un banaletaglietto... E
incredibilecomeI'essere umanoriescacomunquead essereinfeliceo ad ammalarsi
UessereumanoDun "sistemabiologicoinerziale"chefunzionaadAmore nonostante il suocorpostraripid'Amore. Nessuno deveinseginare a nessuno adamare,
tendentead evolvereattraversola condivisione, perimpararea farlobasterebbe guardare dentrosestessi,nellaproprianatura.
in comunionedi intentidi s6consestesso,l'altroe la Realti.
I'espressione Ognunoha,nellasuamente,un personale e soggettivo concettodi amorecheha
costruitoattraverso associazioniconaltri concetti,tra questivi possono essere:Gioia,
Comesi puddirechefunzionaadAmore?Un esempio: a tutti b capitatodi tagliarsie Armonia,Passione, Sinceritd,Piacere,Condivisione,Bellezza, Sesso, Energia,Attra-
di guarirein modonaturalee spontaneo senzanemmenoaccorgersene: anchesoloa zione,Protezione, Attenzioni,Cure,Aiuto, Figli, Immortalith,Coccole,Sicurezza,
segiuito
di un banale taglio,nelcorposi innesca un processo checoinvolge milionidi Dare,Madre,Padre,Comprensione, Casa,Cibo,Compagnia, Amicizia,ma ancheTra-
cellule.Celluledelsistema immunitario chearrivano a fermarele apigressioni esterne dimento,Bugie,Conflitto,Bisogno, Dolore,Ricevere, Liti, Possesso, fupettativeecc.
di unamoltitudine di viruse batteri,presentinormalmente sullapelle,checercano di Inoltre,la logicaelementare pii diffusanellenormalirelazionidi coppiad questa:
entrareattraverso la ferita.Altrecellulearrivanoa fermarela fuoruscita di sangue, "Vistocheci piacciomo,se Tumi ami e me lo dimostri soddisfacendo le mie aspet-

196 IOSCELCO
IOVOGLIO
IO SONO UAMORE 197
CI @
ttttiue e facendomi felice allora ti amerd anche io". Ma questalogica d basatasolo sulla
reciprocasoddisfazionedelle proprie aspettative,molto piir simile ad uno scambiodi
Sincerith
rnercichead un principiodi comunionedi intenti.
Esseresincerisignilicasemplicemente dire quellochesi pensa,
Questad la mia definizionediAmore nellacoppia. senzaatigiunte,omissionio atigiustamenti.

La sinceriti Dterapeutica,curail corpo,allineae scioglieil karma.


La menzognaammala,intossicail corpo,produceturbolenzee karma.
PerI'essere umanod cosinormalementirechelo fa senzanemmenoaccorgersi di
quandoe quantospesso lo faccia.Anchela persona cheritienedi essere la piir sincera,
primadi esprimersi, primadi direqualsiasi cosa,ricorrespontaneamente a "aggiusta-
menti"vari,a omissioni, elaborazioni, aggiunte e interpretazioni in funzione dellesue
motivazioni, di chi sonoi suoiinterlocutorie di chi vuolfar credereloro di essere. La
sinceritid un fenomeno rarissimo, d unacaratteristica umanainnatachevienein
generepersafin dapiccolinell'emulare chi abbiamoavutointornoa noi, perlasciare
il postoa un filtro razionalecaratterizzato dall'opportunismo del momentoo dalla
pauradi essere giudicatinegativamente.
LaveriD intesacomeespressione sinceradi cid chesi pensae si fa d la base,EI'e-
lementochecaratterizza la solidiDdellefondamenta su cui si pudcostruirequalsiasi
cosadi imponentee di grandioso. Lamenzogna, I'espressione "corretta",aggiustata o
nascosta di cid chesi pensae si fa d inveceI'elemento che caralterizza I'instabilihdi
fondamenta sullequali,nel tempo,qualunque cosasi cercherd di costruire, crollerd
miseramente. Nasciamo sinceri,la nostranaturad spontaneamente sinceramaimpa-
riamorapidamente a mentiredachi osserviamo, spesso daancoraprimadi averimpa-
ratoa parlare. Impariamo a farloinizialmente persoprawivere - unapersona sincera
in unaRealtdabitatadabugiardid destinata adessere daloro isolatao uccisa- poi per
convenienza, per pigrizia,per pauradelgiudizioaltrui e perevitarepunizioni,infine
per cercaredi appariremiglioridi quellochesiamo.Il bambinotendea diretutto
quellochepensa,chesae chevuolesaperesenzafiltri. Peresempiocapitaspesso di

198 IO VOGLIO
IO SCELGO IO SONO UA]'{ORE 199
6 6
assisterealla punizionedi un bambino,da parte dei suoi genitori, per averspontanea-
DIMAaRITA E CHE mente riferito a qualcunoun loro commento "privato" poco carino o negativo.
SELVESTiTOI E anchecosichesi insegnaloro a mentire,mostrandosiloro nell'attodi mentiree
punendoli quandosono sinceri. E molto pericolosoesseresinceri in un mondo di
bugiardi;ancheper questo,se si scegliedi esserlo,bisopina ancheimpararea tacere.
Ma almeno,in un rapporto di coppiache ambiscead esseredi vero Amore, si pud e si
deveriuscirea esserereciprocamente sinceri:seentrambiriesconoa farlo,quellacop-
pia pud divenireilluminatae illuminateper gli altri. Anchementireb pericoloso, d la
prima causadel proprio disallineamento con se stessie la Realh. intossicaI'organi-
smo, creapercorsicerebraliridondantie conflittualiperchdnello stessoriferimento
temporalevengono memorizzatesia le informazioni della propria esperienzavissuta
o pensata, per comed statavissutao pensata, siaquelledellapropriaesperienza inven-
tata e taciuta o raccontatacon varianti, omissioni ecc.
Ogni menzognad anchefonte di stressfisicci:la macchinadellaveritir,per esempio,
0 basatasull'identificazione indirettadi dichiarazionifalseattraversola rilevazionedi
segnaliindicedi stressfisicoqualivariazioninel battitocardiaco,nellarespirazione, nella
microcircolazionesanguigna,nelladilatazionedellapupillaecc.Ogni volta che una per-
sonamente,stressail suo cer-
vello e il suo corpo.Ci sono
personeche possonoarrivare
anchead ammalarsia sefuito
delle loro menzoSne.Laver
saputocostruire e vivereuna
relazione di coppia basata
sullasinceriti pud,ancheper
questo,esserepotentemente
terapeutico. Molti guariscono
da malattie dopo aver final-
mente rivelato menzogne
nascoste magariper anni.

200 IO VOGLIO
IO SCELCO IO SONO LAMORE 201
c o
Quantopiir un uomo d razionaletanto pir) basala consapevolezza che ha di s6sul con- Evoluzionedell'uomo
sensoche ritienedi averedaglialtri. Il consensodeglialtri si pud otteneregrazieareali
meriti o attraversomenzogne.Luomo ama tremendamentecercaredi apparire O t'eleui o te leui.
miglioredi quelloche d e la menzognad una via molto piir semplice,rapidae faciledel Proverbioromano
realemerito.E cosiche la tendenzanaturaledell'essere umano ad evolvere, a miglio-
rare se stesso,si traducespessonel solo misero e triste cercaredi appariremigliore di LevoluzionedellaRealti si rnanifesta attrarrerso continui cambiamenti;a volte sono
quello che d attraversomenzogne.Ma mentire per cercaredi appariremigliori di lenti e inawertibili, a volte sono bruschi e violenti,possiamoimmaginarli come le
quelloche si E nell'illusionedi faremeglioche sesi fossesinceriha un caroprezzo:si ondedi un oceano.
produconoturbolenzeche conduconoa incomprensioni,a malintesie a conflitti;si
rimandasolonel tempoquellochegli altri, comunque,prima o poi conosceranno. La La tendenzadi ogni cosa che esisteb quella di evolvere;auche I'essereumano,
menzognab un'invenzioneumana,la Realti rispondee si attualizzanel tempo in base nonostantein pochi riescanoarealizzarla.ha questatendenza.Quelli che ci riesconoli
a cid che si d, a cid che si credee che si pensa.Chiunquepud diventarebello,ricco e pr.toiinnanzitutto riconosceredalfattoche hannoocchifelicianchequandosonoseri.
potenteattraversomenzognema feliceno, perchi la suafelicithrimanelegataallasua Chiunquepuo esserefeliceperqualsiasi motivo,ma chi evolvelo d necessariamente,
capacit2rdi vivereesperienzeche sianoin sintonia con la sua natura,e nella sua natura lo d comunque,qualunqueesperienza viva,perchdd una personarealizzata,che realiz-
vi d anchela sinceriti. za sestessanel divenire.Il corpodell'essereumano d,caratterizzato da carnbiamenti,si
nasce,si cresce,si matura,si invecchia.Ma mentre la Realti e il corpo cambiano,la
In un'Umanih che apparesofferentesi pud arrivarea credereche si possaottenereil menteconsapevole cerca,ancorandosi alle sue credenzelverit),di opporsia qualsiasi
consensodegli altri soffrendoo facendocrederea coloro che soffronodi esseredalla cambiamento.Opponendosiai cambia-
loro parte,di volerlidifendereo proteggeree che qualsiasipropriafeliciti, ricchezzao menti ci si opponeperdalla propriaevo-
successorivelatopubblicamentepossanoesporreal graverischio di perdereconsenso luzionee ci si ritrova ad esseresempre
e/o di essereperseguitati.Ma ogni volta che ci si mostrainfelici o si appogsiachi d infe- piir lontanidalpresente.Ci si disallinea
da
lice si contribuiscea far si che I'Umanit) sia semprepiir infelice.Ma ci sono molte piir sestessie dallaRealb e si entra in turbo-
personefelici di quantochiunquepossacredereo di quantotelevisionie massmedia lenzacon se stessie con la Realti,produ-
voglianofar credere,E per questoche ogni propriafeliciti e oEinipropriosuccesso va cendocaose vivendocrisi.
rivelatoe mostratoaSlialtri confierezza.Si perderiril consensodei tristi vittimisti ma
quellodei felici costruttivi,contribuendoanchea far si che I'Umanitd I cambiamentinel propriocorpoe nella
si conquisterir
possaesseresemprepiir felice. Realtdpossonoesseresubiti passivamen-
te oppuregestiti,accettatio prodottiatti-
vamente,"cavalcati"consapevolmente.
Chi produceautonomamentei cambia-

202 IO VOCLIOIOSONO
IO SCELCO LN\4ORE 203
V
c t c
ptenti nel proprio modo di pensareche gli permettonodi esserenel presentein modo La tua felicitddipendeunicamenteda te, dallatua capacitddi produrre pensieri
costruttivoed evolutivod come secavalcasse le ondedellavila, restandosemprein alto, costruttivi,allineaticon il presentee in sintonia con la tua veranatura.Ma il problema
nellaGioiae nel successo. Le ondevannoe vengono,salgonoe Scendono, arrivanoimpe- fondamentaledell'essereumano d quello di ignorarequal d la suavera natura, e que-
tuose6 si calmanoquandouno meno se lo aspetta,ma sesi d fermi - perchdci si oppo- sto lo si pud dedurreanchesolo considerandoi desideriche produce.per sapereo
ne ai cambiamenti- si sari come una boaancoratasul fondo e si verrh sbattuti un po' decidereche cosadesiderare,molti, anzich6guardarsidentro rivolgendosialla propria
qua e un po' ld, un po' su e un po' giir e, ogni tanto, si verd travolti fino ad esseresom- natura,si guardanointorno per capirlodaglialtri, da quellochegli altri diconoo sem-
mersi.Lesseretravolti da ondedi cambiamentipud esseremolto utile per accor$ersiche brano desiderare.Possonopoi fare di tutto, anche andandocontro la propria natura,
L molto megliosganciarsidal fondo.Il fondosonole proprie credenzestatiche e i model- anche mentire, ingannareo derubarepur di cercaredi realizzaredesideridedotti da
li mentali che ne derivano.Per riemergereci si pud allora ingegnareper trovaresolu- altri e ritrovarsi poi a scoprire, quand'ancheli realizzassero, di esserepiir infelici di
zioni che permettano,per esempio,di soprawiverein una situazionedi pericoloo di prima.
cambiaree riuscirea esserefelici in una situazioneritenutatriste' ognuno di noi tendead evolvere, a migliorarese stesso,ma ognunoha attitudini
Chi vive nel presenteproducelui stessocambiamenti,onde che governarima- proprie che lo caratterizzano,che lo rendonounico, irripetibile e diversoda ogni altro;
nendosempresu di esse.Cambiainsiemead esse,le cavalcaevitandocosiogni crisi, sed incapacedi accorgersene agirdsolo in baseal sensocomuneproducendoda solo la
vivendocon un sensodi potenza,di padronanza. Chi si opponeai cambiamentiviene sua infelicitd.Accorersidi sd per produrreprima cambiamentidentrodi sd che alli-
invecetravolto dalleonde prodotteda altri e dalla Realtire vive costantementein crisi neinocon Cioiaal presente, quindidesideriche lo proiettinonel futuro con ancorapiir
con un sensodi impotenza,di schiavitir. Gioia,d questala missioneevolutivadi ogni uomo.

fjevoluzionee caratterizzatada cambiamentiche la paura impediscee I'entusiasmo ogni personapud viverequalunqueesperienza, un miracolocome una tragedia,con o
genera.Pauraed entusiasmosonoprodotti nella mente in funzionedellesue credenze. senza"l'aiuto" dellatrama dellaRealti e le interferenze deglialtri. Quandosi riescead
Unu p.rronu che vive nella paurad infeliceanchesolo per il fatto che producepensieri allinearsicon Ia trama dellaReal0, la si pud informareconsapevolmente delleesperien-
che la immobllizzanoe la portanoa viverein modo contrarioalla sua natura e alla sua ze che si voglionoviveredandolesemplicementele informazioniche le servonoperchd
evoluzione.Pud anche razionalmenteritenersi felicema solo perchi ignora che cosa possaprodurle.NellaRealDstessaquelleinformazioniinizierannoad interagirecon le
sia la felicitlrautentica,quella che derivadalla percezionedella propria realizzazione altre gii presentiin essae con quelleprodotteda altri. Seentranoin comunionedi inten-
in comunionedi intenti con la Realh' ti con esse,si attualizzerannoe produrrannoquell'esperienza. euesto punto d estrema-
Anchealle personeche hanno saputoesserenormalmenteentusiaste,felici e rea- mentedelicato.Le informazioniprodotteindividualmentepossonocondizionarela Real-
lizzate pud accaderedi ritrovarsi ad essereinfelici, ma se cid accaded solo per brevi, ti nel suo corso autonomamenteevolutivo,favorevolmenteo sfavorevolmente. Ma la
temporaneimomenti, quelli necessaria produrre in se stessei giusti cambiamentidi Realh evolvecon o senzadi te, con o senzadi me e di chiunquealtro.
pensieroche li riportino costruttivamenteal presente.Invecedi lamentarsie conti- Noi possiamointerferire"frenando"(producendoturbolenzee crisi) o ,.accele-
nuare a pensarealle stessecoseper farle divenireverih, anchese sbagliate,pitr rassi- rando" il suo processoevolutivo,ma ci d preclusofermarloo invertirnela direzione
curanti, questepersonecambianomigliorando se tessee a$endorapidamente. semplicementeperchdanchenoi siamoprodotti da quel processoe anchenoi ten-

204 IO VOCLIOIO SONO


IOSCELGO LAMORE 205
o c
diamo ad evolvere(nonostantela mente consapevole cerchi in generedi opporsia lento e distruttivo con essa.Potd comunque riuscire a diventarepiir ricco di quanto
qualsiasicambiamento). Lo facciamoquandosiamofeliciperch6I'esserlod semplice- sia' ma dovri fare tutto da solo,senzala co-partecipazione
dellaRealtde precludendosi
mente una conseguenza in comunionedi intenti con la Realtir.La nostra
dell'essere la possibilitidi poteresserefelice.
tendenzaad evolveresi pud realizzare quandosiamofelici,quellod il segnale, la Realtd Se una personadesideraprovarepiaceresessualee rivolge la sua attenzionea una
"collabora"senzaprodurre alcun giudizio (come invecefa normalmentela mente personache invecedesideratutt'altro, i suoi pensieriprodurrannoinformazioniin
umana) alla realizzazionedi tutto ciir che pud desiderarechi d riuscito ad essereauto- turbolenzacon la tendenzaevolutivadellaRealtae di quellapersona.I suoi desideri,
rromamente felice. tutt'altro che in comunionedi intenti, rimarranno nella sua mente a condizionare
Quandouna personaproducedesideriche possonodanneggiarealtri e portarli solo le sue azioni. Potr) comunqueriuscire ad interagireintimamentecon lei ma
fuori,disallinearlidal loro processoevolutivo,ancheseallasuamenteconsapevole tali dovri agirerazionalmente e senzala co-partecipazione
dellaRealt),precludendosi per
desiderisembranofelici, sono inveceinfelici e, se si realizzeranno,sari solo perchd chi questola possibilit)di poteresserefelice.
li ha prodottiha agitorazionalmente nellaRealtd,senzala sua"compliciti".Se il pro-
prio esserefelici implica inveceI'essereancorapiir utili a se stessi,agli altri e alla Qualsiasi desiderio che coinvolga altre persone,
Realti,tutto I'Llniverso " collabora"a rendereanchegli altri piit felici e se stessopiir per poter essere felicemente attualizzato in eventi ed esperienze dalla Realth,
evoluto. dev'esserein comunione di intenti con la Realti e con i desideri delle altre
Comesi traducequestoin praticai'Se i desideridi una personasonorivolti a pro- persone coinvolte.
curarsi piaceri,ricchezzeo poteri a proprio vantagiSio ma a dann6 di altri o della
Realtir,puirancheriuscirea realizzarlima potrd farlosolocon un approcciorazionale Immaginiamoora una personaadultala cui menteconsapevole speradi yoler essere
di causa-effettocon la Realth,senzala sua "collaborazione"e dovrir comunque amatada qualcunoma il concettodi amoreal qualela suamenteinconsapevole crede
"pagare",prima o poi, per tutto cid cheottienein questomodo.Lapprocciopossibili- derivaancoradal ModelloMentaleNeonato.Le informazioniche proclurrebbe pen-
sta ed evolutivoin cui causeed effettidivengonoindistinguibilie gli eventifavorevoli sandosarebberoper questo"conflittuali".incapaciquindi di farla entrare in comu-
sonoprodotticon la collaborazione dellaRealtdsi ottieneinvececon un approcciospi- nione di intenti con sestessae la Realta.Per potersi attualizzarein esperienze,
le infor-
rituale,in comunionedi intenti con la Realtd.Seuna personaproducedesiderifelicidi mazioni che arrivanoalla trama dellaRealDdevonoesserechiaree allineatecon il pre-
ricchezza, li potr) realizzaregraziealla"collaborazione"sincronicadellaRealh stessa sente.Anchese quellapersonavenissetravoltadall'arnoredi qualcunaltro, potrebbe
entrandoin contunionedi intenti con essa,coincidenze favorevoligli permetteranno vivereun'esperienza molto diversada quellache il suo modelloI'ha portataa sperare
di produrre nuovaricchezzaavantafgiosuo e dellaRealtir,piuttosto che procurarsela di viveree potr) allora giudicarlapriva d'amorenonostantelo sia.Allinearsicon se
razionalmente, "rubandola"esplicitamente o subdolamente ad altri. stessinel presentei fondamentalesia per produrre informazioni capacidi convertirsi
Se il desideriodi ricchezzaderiva unicamente dall'invidia,dalla paura della in esperienze sia per accorgersene quandocid accade.
poverh,di essereabbandonati o dallamancanzadi amoreversose stessirimarr) "ina- E inoltre importanteprodurre informazionifelici ancheper "proteggersi"dalle
scoltato"dallaRealDsemplicementeperchdd infelicee interagiscein modo turbo- interferenze di chi potrebbedesiderare per noi, cosechevogliamoevitaredi vivere.

206 IO VOGLIOIO SONO


IO SCELGO IAMORE 207
6 c
Molte personesi specializzano nel distrarsida loro stesseevilandocosi di affrontare
La Realtirpartecipaallatealwzazione di qualunquedesidedodi chiunque' la verasorgentedellapropriaRealta:sestesse.Si riduconoa ricercareil piacereper biso-
purchdentri in comunionedi intenti con la Realti, gno di un sollievo,nell'illusionedi poteresserefelici graziead,esso, ma qualsiasifelicit)
purchd sia allineatocon le proprie credenze ottenutada un piacerericercatoper bisognod illusoriae temporanea.Il bisognocondu-
ele sedenzedi chiunquene possavenirecoinvolto. ce in Sienerea desideriinopportuni,distruttivi o che creanodanni a se stessi.ad altri o
alla Realtd.Ogni piacereottenutoinveceper Gioia,per effettodi pensieri,di desiderie
scelteconsapevoli di una personaallineatacon sestessae la Realti che ha saputoinnan-
Ricercadel piaceree bisogno zi tutto essereautonomamente felice,pud donareulterioregirandee autenticaGioia,
alzarelapropriacondizioneemotivanormalea un pii alto livetloclifelicitae andarecosi.
La ricercadel piacered uno deglielementiche caratterizzano I'essereumano ma che direttamenteo indirettamente,anchea vantagsiodeglialtri e dellaRealti.
ognunoesprimein modo soggettivoperchepud essere sia il naturaleeffettodellapro- Tantopiir una personad triste, tanto pii d attratta da tutto cid a cui Ia sua mente
pria felicitire allineamentocon la Realtd- che stimolaa pensare, a faresceltecostrut- attribuisceun significatodi piacereritenendoinoltredi avernebisogno.provainvidia
tive,consapevoli e a produrrecambiamentinellagioia- sia I'effettodellapropriainfe- per chi b felicee pud anchearrivarea disprezzare e odiarechi vive normalmentecon
licit) e disallineamentodalla Realtdche porta a pensaree a fare scelterazionaliin cid a cui la suamenteattribuiscesignificatodi piacere.E molto probabilechenellasua
generedistruttive. menteconcetticomeAbbondanza - cibo - Soldi- sesso- Amore- Lusso- ma anche
Chi d fermo nellesue credenzeE normalmenteinfelicee pud cercaredi vivereespe- Droga- Alcol- Trasgressione - sianoassociatia concettidi piaceree di Bisogno.
rienzeche la suamenteritiene,erroneamente, felici;concentraallorala suaattenzione Anche le personefelicisonoattrattedall'abbondanza, dai soldi,dalsesso.dall'A-
sullaricercadel piacerefine a sestesso,anchedanneggiando sestesso,gli attri o la Real- more,dal lussoecc.,e possonogoderedi ogni cosachepossadareloro piacere,ma con
ti e peggiorando ulteriormente le cose (sesso con estranei senza amore, una differenzadi basefondamentale: la loro motivazione.La motivazionealla ricerca
soldi/lusso/comodihottenuti con qualsiasimezzoe ostentati,cibo costosoe pocosalu- del piacereche partedal "triste" d il Bisogno,la motivazionealla ricercadel piacere
tare,esercizio delpoteree controllosuglialtri ecc.).Il piacereottenutocon queipresup- che partedal "felice"d la Gioia.Motivazionidiverseproduconopensieri,emozionied
postipud daresollievoma d soloun'illusionedi felicitdperch6d sempretemporaneoe azionidiverse.I tristi, per soddisfare il loro Bisogno,possonomentire,rubare,ucci-
comunquedistantedall'essenza dellecose.Chi d costruttivoed evolveconcentrainvece dere,violentare,possonoarrivarea fare qualunquecosala loro mente "disallineata"
la suaattenzionesulle proprie credenze cercandodi aggiornarlecontinuamentecon produca.I felici, per soddisfareil loro desideriodi Gioia,possonoutrlizzaretuttoil loro
nuovi pensieriattualizzaticostruttivamenteal presenteche sonofelicie produconofeli- talento,enfusiasmo, immaginazione e creativitdper farecoseche sonoin comunione
citi quandopartecipanoattivamenteai cambiamentievolutividellaReatti stessa.Felici di intenticon la Real6,perch6loro stessisonoallineaticon la Realt).Il Bisognoimpe-
perch6sannoadeguarsiai cambiamentidellaRealtdsenzadanneggiarenessunoma anzi discedi apprezzaye il valoredellecose,di qualunquecosa,perch6nascecon la moti-
c<-rntribuendo a creareuna Realti migliore,per sestessie per tutti quelli chesannoesse- vazionedi voler ristabilireuna condizionedi felicitdchesi e stati incapacicliprodurre
re, pensaree viverein essanello stessomodo. La ricercadel piacered allora naturalee e avereda soli. La Gioiaautentica,invece,producecioia attraversol'apprezzamento
autenticae rivoltaa viverein sintoniacon I'essenza dellecose. del valoredellecose.

208 IO SONO
IOVOGLIO
IO SCEI,GO LAMORE 209
c
I_,atrama della Realth
L'illusionepii pericolosoe quella che esistasoltanto un'unica realtti.

PaulWatzlawick

uasitutti credonochesia reale


solo cid che si manifestae pud
essere percepito sensorial-
mentt, che sono in grado di vivere
con il proprio corpo e interpretare
con la propria mente. Ma la Realti.
ancoraprima di poter esserevista e
vissuta,viene"creata"a un livellopiu
profondo,invisibile,nascosto allaper-
cezione sensor iale.Ha una t r am a
caratterizzatadalla partecipazione
attivadi tutto I'Univer.sr.rma checoin-
volgeindividualmente opiniessereed ogni singolaesperienza che,direttamenteo indi-
rettamente,contribuiscelui stessoa produrre.
Quandograzieallapropriavistasi osservaqualcosa, si sfruttaIa proprietidellaluce
ambientaledi interagireed esserein variamisurariflessao assorbitada essae la capa-
citl del nostrocervellodi interpretaregli effettidi tali interazioniper traclurliin forme
e colori.Ma nellecoseche si osservano, ancoraprima di essereosservate, awengono
cambiamentitanto intportantiquantoimpercepibili.
se, per esempio,rtrganizziamo un esperimentoper tlimostrareche gli elettroni
sonodelleparticelle,aspettandoci chesi manifestinoe si comportinoda narticelle.I'e_

2tl
@ o
sperimentodimostred che si tratta effettivamentedi particelle.Se si allestisceun altro Ogni esperi enzdi a vit a che si af f r ont aha in sd,da pr im a che possap1; 111i11. 51, r r r 11r r
esperimento per dimostrareche gli elettronisonoinvecedelleonde,aspettandoci che quel l oche I' uomocr edeesser ela Realt )m anif est a- I 'unicache r it ienecon(t lt , r I
si manit'estinoa noi comportandosi da onde,I'esperimento dimostrerdchesonoonde. real esol operchpud per cepir lasensor ialm ent-et ut t e le inf or m azior rpr i r r r , lr r ' l,
Lesperimentoin questioned quello realizzatoper la prima volta da ThomasYoungnel servonoper potersimanifestare,attualizzare in eventinello spazioe nel trnll)o. ( tt'nl
1801e definitodal premioNobelper la fisicaFeynmann"un esperimentoimpossibile, esperienza di vita si pud attualizzarenel presentesolose d stataprima {r:nrr;rt,r,r rrrr
assolutamente impossibileda spiegarein qualsiasimodo classico". livello latentepiir profondo- che potremmo considerareper questo"sonnr)t,r s, r,
Ma allora, gli elementi che costituiscono la materia che cosa sono? Sono cose potenziale - nellatrama quantisticae invisibiledellaRealtd.Vi partecipao{rrrt os,r, lr,
astratte come onde o concrete come particelle? Sono e si manifestano a noi in fun- esi ste,tutte l e i n f or m azionipur eche sono. st atpr e odot t eda ogni cosaint r t '; r gr sr , , r r , ,
zione di quello che crediamo che siano! Si manifestanoa noi nel modo che piir si tra loro per produrreogni evento.
awicina, nel rispetto di tutta la Realth,a qullo che scegliamo, crediamo, vogliamo - E comese ogni esperienza di vita, bella,brutta,o ordinaria,venisseprirrr;rprr't,.r
consapevolmnteo no - che siano. La Realti ha delle dinamiche, che precedono la rata,scritta su un quadro sommerso,invisibileche emergenella Realtirsulsorr,rlr.
sua manifestazionenello spazioe nel tempo, che le permettono di adegiuarsi,di adat- attualizzandosi in essa,soloquandod terminato,soloquandob prontoa farkrrrt.l, ,,n
tarsi a quello che crediamo e da cui deriva cosa, perlopiir inconsapevolmente, ci si testoe nel rispetto(in comunionedi intenti) di tutta la Realh.ogni voltachr sr 1't'rr'.r
aspettada essa.D come se "aspettasse" le informazioni presenti o prodotte dalle a qualunquecosad come se si scrivesse, si diseginasse,
si dipingesse invisihilrut't)ttsrr
nostre menti - delle quali nemmeno noi siamo consapevoli- per sapereche cosa di un quadrosommersoche inizieraa "fremere"per poter emergere.OHni|.,,,rrrr,.r,,
fare, per derivare come evolvere, come cambiare e quali eventi produrre. Tutto cid che ognunoproduce- che siarelativoa proprie credenze derivatedal proprir,l)irss.rtr r.
che awiene in essad possibilista ma fortemente condizionato da cib che ogni essere al futuro, a propri desideri,aspettative,ambizioni, paure o conflitti - segnirdr r t r ,r(| r
pensantecrede. su quadrisommersiin attesadi esserepronti per emergerenellaRealtdsensori;rlt. t,,.r
Quelloche ognunocrede,i suoi pensieri,Siudizi,paure,gioie,desiderie aspetta- esserevissuti.
tive sonotutti elementimentali che possonoessererazionalmenteconsideratiastratti, Abbiamovisto che ogni volta che si pensaa qualsiasicosanel proprio co'\,r.rl,:r
ma sonoinformazioniche interagiscono, interferiscononel condizionareil compor- creanonuoveo si rinforzanovecchieconnessioniassociative fra neuroni. ll pr',,1,1,'
tamentodi tutto cid che osserviamo e viviamo,anchedi tutto cid a cui rivolgiamosol- cervellocambia,le proprieemozionie la propriapercezione dellaRealtacanrl'riirrro rrr,r
tanto la nostraattenzionementale,ovunquesia.Se d evidenteche qualsiasiforma di anchela trama invisibiledi tutta la RealDcambia.Tutta la Realh vieneresapirrtrtrpt,
interazionemisurabile producecambiamentimisurabili (ad ogni azionecorrisponde di ogni cambiamentodi pensiero,indipendentemente da quando,nel tempo,tirlic;rrrr
una reazione), quelloche d difficileda accettarerazionalmente d cheancheil solocre- biamentiriuscirannoa manifestareiloro effetti,Anchegli altri cambianoper cilt'lt,
dere,pensareo giudicarequalcosapossaprodurre interazionieinlerferenzecon quella dei nostri pensieriquandostannoanch'essidisegnando invisibilmentequalcos;r srrll;r
cosacondizionandone iI comportamentonellaRealtdmanifesta. Questad forsela pro- stessatela- perchi si b parlatocon loro di cid chesi vorrebbevivereo evitareo p1.y.1 i 11.
prietapiu sconcertante dellarelazionetra I'uomo,la sua mentee la RealG.Proprietir comunquecoinvoltinellastessaesperienza - o quandovengonocoinvoltidallaIiurlt.r
che pud sembrarefantasiosao filosoficama d cid che la fisicaquantisticaha in qualche perchdsonodisponibilia farlo.
modo dimostratoin modo ineouivocabile. Appenaogni proprio quadro sommersod finito - cib awiene quandooQniclt'

212 IOSCELGO
IOVOGLIOIO SONO LA TRAMADELLAREALTA 2lil
c c
mento dellaRealtbche lo costituisced disponibile- emergeattualizzandosi nel pre- chi subisceil furto ma, poichdd inconsapevole deglieffettidei suoi pensieri,inizierira
sente.divenendovisibile e vivibile sensorialmenteda chi lo ha scritto, dise$nato, lamentarsi,a sentirsiuna vittima e a ritenersisfortunatoecc.Se avessescritto qucl
o inconsapevol- quadrosommersovivendoin una Realt) dovetutti sono felici ed onesti,dovenessuno
dipinto e da tutti coloro che nel presentesi sonoconsapevolmente
di un quadrosommerso(la sua potrebbemai nemmeno pensaredi poter rubare un'automobile,quel quadrosarebbc
menteresidisponibilia parteciparvi. Lattualizzazione
emersionenella RealD sensorialemanifesta)puo richiederepochi attimi, secondi, rimastosommersosenzapoter emergere.Ma d sufficienteche ancheuna solaaltra
personaabbiapensatoche, appenane avesseavuto I'occasione, avrebbevolentieri
minuti, giorni, anni, anche una vita intera, o pud rimanere un'opera sommersa
incompiutaa tempo indeterminatoma "latente".Questoi forseun aspettodi quello rubatouna bellaautomobile,e nellatrama dellaRealDrd arrivataanchequell'infr-rr-
che molti chiamanokarma. mazione.
E I'interazionefra tutte le infbrmazioni presentinella trama della Realh che pro-
Vediamoun esempiopraticopuramentipotetico.LInapersonainiziaa desiderare di duce gli eventi.Il ladro si trova cos)sia ad esserenella stradagiusta al momento giu-
possedere una vistosae costosaautomobile.Nellasuamente inconsapevole I'avereI'at- sto siaa provareil desideriodi rubareproprioquell'automobile piraziea coincidenze a
tenzionedegli altri d associatocon I'essereamato ma l'essereamato d ancheassociato lui favorevoliprodotte dal derubato.Levento furto dell'automobiled l'eff'ettodell'at-
all'essere immeritevoledi amoreoppured presenteun'associazione di sestessocon la tualizzazione, dell'emersione di un quadrosommersoin cui hannoscritto,pur senza
povert), oppure altre associazionicome bella macchina= ricchezza,ricchezza= conoscersi, in due:chi ha prodottopensieriper effettodellapaurache gli rubassero
rubare.La sua menteinconsapevole puo inizialmentecredereche possedendo un'au- I'automobilee chi ha prodottopensieriper effettodellasuaattitudinea rubareauto-
mobili. Entrambi autori inconsapevolidi uno stessoquadroche si d attualizzatocon la
tomobileche attira l'attenzionepossaesserepiir felice(perch6pitr amato)ma tutte le
sueassociazioni mentalientrerannoin gioco.A distanzadi temporiescead acquistare compliciti di tutta la Realh che ha prodotto eventisincronicivolti a far si che quel
quell'automobilema le sue associazionimentali lo portanoad avereda subito una quadroemergesse con tutti i suoi elemential postogiustonel momentogiusto.
forte paura che qualcunopossarubarglielae o$ni volta che la parcheggiasi ritrova a Questod un esempiopuramenteindicativoche pud perb,come concetto,essere
pensare: "me la ruberanno",immaginandosiche cid awenga.Ogni volta che torna a applicatoa qualsiasialtro possibileeventodellavita in cui la pauradi vivereuna certa
prenderla,prima di poterlavederepensa:"me I'avrannorubata"e cosivia, ripetuta- esperienza rendepiu probabileviverla.Si tratta infatti di produrrecon i propri pen-
m e n tep e r g ior ni e gr or ni. sieri,informazionipure,attitudinie tendenzeche possonocontribuirea rendereuna
Con le sue credenzee le sue associazioniinconsapevoliproducepensieriche scri- certa esperienzapiu o meno probabile.Anche chi fosseassolutamenteprivo della
paurache gli rubino I'automobile,sevive in una Realh in cui molti rubanoautomo-
vono su un quadro sommersoche ha come protagonistail furto della sua bella e
vistosaautomobile.In quel suo quadrod previstoche sia qualcunoa rubarla.Appena bili, pud subireun furto. Si tratta di aumentareo ridurre le probabilitddi vivereuna
nellaRealthtutti gli elementidi quel quadrosommerso"furto dell'automobile" sono certaesperienza.
disponibili,il quadrod prontoe pud emerereattualizzandosi nel presentecon la col- Ognuno pub anche produrre informazioniche lo protegganodal vivereeventi
laborazione di qualcunoche,graziea sue intuizioni inconsapevoli attintedallatrama indesiderati,cio awiene quandole informazioniche Io caratterizzano sonofelici come
I'Amore,la Gioiae I'Armonia.Chi vivesolosperandoha in generei suoi pensieridomi-
dellaRealtde coincidenzea lui favorevoli(prodotteanch'essedallatrama dellaRealti),
nati dallapauraed d incapacedi produrrepensierifelici che possanoalmenoproteg-
si troveri al postogiustoe al momentogiustoper farlo.Il vero arteficedi tutto cid d

214 IO SONO
IOVOGLIO
IO SCELGO LA TRAMADELLAREAUIA 215
c
si ritrovaalloraad esserein baliadi eventivoluti da altri, da coloroche.invece
o
Sierlo; ALIC U SEI TUTTO PERME! Ancheil soloaccorgiersi di avere
di limitarsia sperare,sannocredere,nel beneo nel male,in quellochevogliono.
un poterepud avereeffetti poten-
t issim i.D un pot er eche chiunque
Tutto quello che crediamoesserela Realh d solo I'effettoevidentedell'attualizzazione SSERNECERTT2 sia vivo e in gradodi pensarepos-
dellatrama sommersadellaRealh costituitada attitudini e tendenzeche interagi- siedee uLilizzasem pr e.in gener e
sconotra loro. Si traduconoin Realti sensorialeappenala loro interazioneproduce maldestramente perchdd inconsa-
qualcosa nel presente,
di attualizzabile nel rispetto,in comunionedi intenti con tutta pevoledi averlo. Lo applicaogni
la Realtirma senzache vi siaalcungiudizio. volta che credeo che pensaa qual-
Staitranquillo,mi raccomandolE normaleaveredifficold a rinunciarea conside- siasicosa.bellao brutta.E proprio
rare Realee verosolocid che d osservabile o in qualchemodo misurabile,ripetibilee I'usoinconsapevole e maldestrodel
dimostrabileperchquestisonoi concettiche sonoallabasedellaconoscenza scienti- proprio poteresulla Realtda por-
ficamoderna,di unavisionerazionale, causale, deterministicadellaRealticheha con- tare un individuo che potrebbe
dizionatoe condizionada secoli,nel benee nel male,tutti noi. Ma tu puoi cambiare, esserepotenzialmenteilluminato
ancheora,se lo vuoi veramente,ogni cosa. dallaGioiaassolutaa viveretristemente. ognuno,senzaaccorgersene, produceda solo
anchele pr<-rprie esperienzedi crisi,proprioquellea cui ha pensatoper cercaredi evi-
Fisicaquantisticae vita quotidiana tarle, quelle che ha tanto speratodi evitare.Molti arrivano a ritenere che la vita
e f 'Umaniti sianociniche e spietatesolo perchdla Realtdrealizzaallalettera,senza
farsidomande,senzagiudicare,senzainterpretarequeiloche pensano,quelloin cui
Esseestpercipi credono.
(esistered esserepercepito).
D un potereche pud esseredifficile accettaredi avereperchd,se da una parteapre
Berkeley a possibilitapotenzialmente illimitate,rivelaanchead oginiindivicluoche devecorag-
5!iosamente assumersila responsabilit)delle esperienze che vive nel presentee che
Alcunescoperte dellafisicaquantistica sonosconcertanti.Seandiamooltrela loro vivrd in futuro, perchquestedipendonoperlopii-rdalle sue credenzee dai suoi pen-
interpretazionedal puntodi vistapuramente scientifico/matematicoe proviamoa sieri.D per questoche chi si lamentaper qualsiasimotivo d comese fosseun ladrodi
considerarleper le implicazionichepossono averenell'esperienza
di vita quotidiana, tempo ed energiavitale altrui. Ognunod il primo responsabile delleesperienze che
chiunque- ancheI'individuopii razionale - pudtrarneuna grandiosa possibilitd: vive e anzichrjlamentarsiper cercaredi togliersio negarequalsiasisuaresponsabilitd
quelladi accorgersi sia"elastica"
siadi quantolaRealtir e "malleabile"
siadi quantosia ed evitaresensidi colpa,dovrebbeinvecereagireproducendoin s icambiamentidi
grandeil poterechehasu di essa. chiunquepudallorasviluppare, ancheutilizzando pensieroche urgono, affinchdpossaanche lui, come altri, vivereesperienzefelici.
la suarazionalib,lasuacapacit), di guidare
moltospirituale, conlapropriavolontile Le scopertedellafisicaquantisticaci offrono la meravigliosapossibilitddi accor-
esperienzechevivee vivranelsuofuturo. gierci,seppuredovendoricorrere in taluni casi a sforzi immaginativi- questo
e e

2r6 IO SCELGO
IOVOGLIO
IO SONO LATRAMADELLAREAUTA 217
o 6
comunqueun bene-, chela Realh,oltreadessere quellacheci appare, haancheuna
tramanascosta, segreta,invisibilee possibilista. r Lo spazioe il tempo sonovariabili relative a chi li vive localmente.
Quandoalcunigrandiuominidallementistraordinarie hannoiniziatoadindagare o Una stnrtfura della materiapub condizionareil comportamentodi un'altra
le struttureelementari dellamateriahannofattoscoperte sconcertanti,comequella struttura dellamateriaistantaneamente e a qualsiasidistanzanello spazio,
chei comportamenti e le modalitir di manifestazione delleparticellechela costitui- awalendosisolo di se stessa (entan!ilement)?
sconosonorazionalmente inspiegabilie meravigliosamente incomprensibili. e La coscienza e il pensieroumanovannoconsiderate comeentitir fisiche.
Alcunideglieffettichesi d osservato sonoin gradridi produrrenellospazio-tempo
sonostatisfruttatiin moltetecnologie moderne,marestarazionalmente incompren- Sorpreso? La cosaperdpiir sorprendente d chele scoperte dellafisicaquantistica si
sibilecomee perchdriescano a farecertecose.Nascondono misteriprofondi,primo sonorivelateesattee hannopermesso la realizzazionedi nuovee utilissimetecnologie
fra tutti quellodellaloroesistenza: seesistano realmente o sesianosolomanifesta- tra le qualivi sonoi semiconduttorichesonoallabasedi ognidispositivo elettronico,
zionidellacoscienza, dellavolont2r di chi li indaga.A voltesi manifestano,a voltespa- la lucelaser,lecentralinucleari(maanchele bombeatomiche), i navigatorisatellitari,
riscononelnulla,a voltesi trasformano in cosediverse comeondee/oparticelle anche la spettroscopia grazieallaqualed possibile indagareI'Universo, i computerquanti-
di tipo moltodiversotra loro,a voltehannopiir comportamenti simultaneie sovrap- sticie moltoaltro.Scoperte chehannopermesso inoltredi introdurreuna nuova
posticome"girare"siaversoI'alto(up)siaversoil basso (down\(comeseun orologio
visioneedinterpretazione dellaRealDbasatasul possibilismo anzich,4,sul determini-
potesse andarecontenrporaneamente siain sensoorariosiain sensoantiorario). In smo,nellaqualee divenutoinappropriato cercaredi produrredistinzioni tra osserva-
effettila fisicaquantistica ha evidenziato aspettidellaRealt)cheil metodoscientifico toreedosservato maanchetra causeedeffettie i miracolisonoconsiderati fenomeni
classico, caratterizzatodall'essere causale e deterministico, d statoincapacedi gestire ordinari.TuttaI'economia mondiale modernasi fondaedb permessa dascopertediret-
senzaricorrere a interpretazioni chesembrano essere - comemoltedellemiein que- tamenteo indirettamente conla fisicaquantistica;
collegate solola spiritualit)del-
stolibro- piirfilosofiche e spiritualichescientifiche. I'uomo- in rnanoa Chieseche,ogEiipiir chemai,sonodivenutefontepiir di conflitti
Eccotiunabrevissima sintesidi alcunidegliaspettidellaRealhchela fisicaquan- tra i loroseguacichedi evoluzione- d rimastaancora al di fuoridellesueimplicazioni.
tisticaci hadatola possibilihdi poteraccettare.
Seapplichiamo le scoperte dellafisicaquantisticaallavitaquotidiana ci troviamodi
r Nientepub esserecerto,tufto 0 solopii o menoprobabilee/opossibile. frontea nuoviscenari, moltodiversidaquellia cui ci siamoabituatia credere. Ritengo
. Quello che determinache cosasi manifesta(attualizzal b I'interazione/ chetutto quellochenoi crediamo esserereale,primachedivenga realevienecostruito
ossenrazione. conla partecipazione, in variamisura,di tutti colorocheparteciperanno a unadata
o La l{ateria D fatta sia di energiasia di particellesia di ondesia di niente, esperienzamaanchedi tuttala Realth.
tutto insieme. I termini utilizzatiin fisicasonointerazionee ottualizzazione.ll concettodi inte-
. D impossibileisolare/separare un sistemadachi lo osseila (e dalrestodella razioneesprime la situazione in cui dueo pii elementi detlarealtiagiscono, diretta-
realtir...). menteo indirettamente, uno sull'altro.
Un'implicazione praticadi questoaspetto d,
peresempio, quellacheanchequandounapersona crededi averesubitoun'esperienza

218 IO SCELGO
IOVOGLIO
IO SONO LA TRAMADELLAREALTA 2r9
O c
unicamentea causadi un'altra,entrambihannoin realti,consapevolmente o incon- presentabilidaondechesi estendono all'infinito;ognunadi questepossibilitd, nessuna
sapevolmentepartecipato in modoattivoallacreazionedi quell'esperienzaclaancora esclusa,pudpotenzialmente attualizzarsi e divenirerealemaquandoawieneun'intera-
primachevenisse vissuta,entrambinesonoresponsabili. zione,unasoladi esse,sceltafrale infinitepossibilithcoesistenti, e si mani-
si attualizza
Altreimplicazionisonochequellocheognunopensa di altrepersonelecondiziona festanel mondoreale,nellospazioe nel tempo.Vi sonoquindidueaspettidellaRealh,
nel comportamento cheavrannonei loro riguardi,cheimmaginando di vivereuna quellocheprecede lasuamanifestazione/attualizzazione, fattadi infinitiuniversipoten-
certaesperienzasi contribuisce
attivamente a produrla,
checredendo ai miracolisi ziali nei qualicoesiste
tutto e tutto d possibile,e quellodellasuaattualizzazione.nel
contribuisce
a renderlipossibili
e moltoaltrochein parteho descrittoin questolibro. qualeunasola,sceltafra tuttele possibiliD coesistenti,
si manifesta nellospazio-tempo.

Il paradossodel gatto sia vivo sia morto Primacheunacosa,fenomeno


possibilee tuttelepossibiliD,
o esperienza si manifesti
bellee brutte,meravigliose
nellaRealtdd dunquetutto
e tristi,immaginabili e inim-
maginabili, miracolose e ripetitive,
straordinarie e ordinarie,prevedibilie imprevedi-
Entrin Schrtidinger,premio Nobelnel 1933,ha dato un contributo fenomenalealla fisi-
bili,esistonogi) in unostatodi coesistenza chepur essendo considerabile "astratto",
ca quantisticasoprattuttocon la suaEquazioned'ondavt, frazie alla qualeha saputo
perchdinvisibile, d piirrealedi cibchesi manifesta nellaRealtd visibilesemplicemente
descriverela Realtdin termini di "ondeprobabilistiche"capacidi rappresentare cid che peril fattochesenza di essola Realtd visibilecesserebbedi esistere.Sarebbe I'attodel-
qualcosapub essereda ancoraprima chesi mani-
I'osservazionc, dell'interazione ma,aggiungoio,anchedelcredere, delpensare, del
festi in modo visibilein fenomenio esperienze. giudicareindividualmente o collettivamente, chedetermina checosasi attualizza
SecondoSchrddinger,qualunquecosad rappre-
manifestandosi in eventonellaRealth spaziotemporale.
sentabileper mezzodi onde che si estendono
all'infinito ed b quandoawiene un'interazione
(unamisurazione) chesi determinain modouni-
Primacheawengaun'interazioneche"scelga"checosasi attualizzanellaRealti
vocoquellochesi manifester)nel mondo reale.
tutto esistegiir in stati quantisticicoesistentie sowapposti.
Latto dell'osservazione/misurazione o interazio-
ne determinaquelloche d statochiamatocollas-
so della funzione d'onda. funzione d'onda che
descrivela coesistenzae I'onnipresenza di tutte le
frossibilihprecedential collassostesso.Il contri-
buto di Schrddingeralla conoscenza dellanatura
dellaRealti d stato,per questo,colossale.
La Realtasarebbedunquecostituitada infini-
te possibilitbcoesistentiin stati sovrappostirap-

220 IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO LA TRA]W\DELLAREALTA 221
c o
Tuttavia,ritenereche sia l'osservazione a determinarecid che viene osservato.che sia
Il paradosso delgattodi Schrddinger
la stessaosservazione a crearela Realthosservabile, d molto limitante sia perchein
0 un esperimento un po' cinicoma
puramente concettualeideato da lineateoricasi potrebbealloraritenereche a un ciecosarebbepreclusala possibiliti
di vivereuna qualcheRealtirdiversada quellasceltaper lui da altri, ma soprattutto
Schrddinger alloscopodi dimostrare
perch6ogni accadimentopotrebbeesserecreatosolo mentre viene osservato/vissuto.
comequellacheeraI'interpretazione
dellameccanica quantistica Anzichdla solaosservazione imminenteall'attualizzazione ritengo che sianoinvece
classica
risulta essereincompletaquando soprattuttole credenzepresentinellementi di chi osservae i loro atti di pensieroche
precedonol'attualizzazionea determinare,a condizionarefavorevolmenteo sfavore-
devedescrivere sistemifisiciin cui il
livellosubatomico interagisce conil volmentela "scelta"di cio chesi attualizzera. Le inforrnazionipure prodotteda atti di
livello macroscopico. Consistenel coscienza, da credenzee da pensierisono privedi spazio-tempo e la Realti le utilizza
metterein una scatolad'acciaioun un po' comefa il nostrocervellocon le sueassociazioni, tutte interagiscono con tutte
contatoregeigercollegatoa un dispositivoin gradodi rompereuna fialettadi cia- e il risultatod datopropriodall'interazione complessiva.
nuro nel casoin cui unapiccolaquantiti di sostanza radioattivadovesse decadere. Il cen'elloproducerisultati in tunzionedelleassociazioni che sono pii.rfacili da
Questa sostanza ha il 50% di probabilitistatisticadi decadere entro un'ora. Nella percorreree utilizzareperchdrinforzateda pensieriricorrenti.Le informazionipure
scatolaviene rinchiusoancheun gattoia cui sortedipendedalfattochetalesostan- presentinella trama dellaRealtapossonoallora rimanereancheper anni, decennio
zadecada o no.Dopoun'orala scatolavieneaperta. secoli in "attesa"di potersi attualizzarenel contestoche le vede prevaleresu altre o
Uaspetto rivoluzionariointrodottoda questoesperimento d chela funzione appenanellatrama dellaRealtisonodisponibilitutte le informazioniper I'attualizza-
d'ondachedescrive I'interosistemadimostrachefino all'apertura dellascatolail zionedell'esperienzaa cui si riferiscono.
Ma I'interazione di informazionionnipresenti
gattoesistein uno statodi vita e di morte sovrapposto perch6I'atomoda cui pud produrreancheattualizzazionidi qualcosadi nuovo,prodottoproprio dallaco-
dipendela suacondizione esistenei duestatisovrapposti. parteci pazi on(ecom unionedi int ent i. . . ) di ognunadi esseed d in quel casoche si
QuestaEunasemplificazione estremacheconsidera soloduestati,ma il gatto, compieI'evoluzione.
finoall'aperturadellascatola, esistein statimultiplisovrapposti nei qualioltread
esseresiavivo sia morto d anchefelicee infelicee sveglioe addormentatoe affa-
matoe sazioederettoe sdraiatoe inquietoe tranquilloe sanoe ammalatoe spa-
Attitudini, tendenze,fatti, eccezioni
ventatoedentusiasta e a destrae a sinistraecc...
La Realtd.prima di esseremanifestain materia,energlia, spazioe tempo,d dunque
costituita da una trama fatta da informazioni pure che interagisconotra loro produ-
Peri fisicisarebberole interazioniosservatore-osservato
a determinarela sceltadi che cendoattualizzazioni.Questeinformazionipossonosolo aggiungersiad altre infor-
cosa,tra le infinitepossibilitdcoesistentiin statisovrapposti,
si manifester) nella mazioni senzaannullarsimai perchdsono prive di tempo e quindi onnipresentiin
Realtiosservabile;ma il dibattitod ancoraapertoe sonostateformulatemolteipotesi. esso,proprio come le associazioni mentali che possonosolo aggiungersiad altre. l,e

,rt IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO LA TRAMADELLAREAUTA 223
@ o
Informazionipure(descrittenei libri La Fisicadell'AnimaedExotropia)sonocosti- tudini e tendenzeesistentie disponibilinella trama dellaRealtd,anchese a noi del
tuite daAttitudini e Tendenze. tutto sconosciute.Trattandosidi Attitudini e Tendenzed scorrettoe inopportunoaverc
LeATTITUDINIsonoindividuali, relativequindial singoloelemento(fotone,elet- qualsiasipretesadi certezza.
trone,atomo,strutturaorganizzata dellamateria,essere umanoecc.)chesi manife- Il desideriodi certezzee la loro ricerca o applicazionesu altri o la Realtirproduce
sta,chepubmanifestarsi nellospazio-tempo conun corpoo cheagiscesenzamanife- turbolenzee decoerenze nelle informazioni perchdlacertezzad un concettoassoluto
starsinellospazio-tempo conun corpo(vi sonoentih informazionali chepossono inesistentein natura.
interagirecomunqueconla tramadellaRealtdpercondizionare eventinellospazioe I-lapproccio correttod quellodi averee coltivaredesiderialimentati,il pitr possi-
neltemposenzamanifestarsi nellospazio-tempo). bile,con autenticaGioiaperch6quell'emozione a un "segnale"di coerenza, di allinea-
mento con se stessie la Realti. Tutte le informazioniche ognuno ha nella propria
Le TENDENZEsonoinvececondivise, interaSiscono universalmente fra loro,
mente,nella sua memoria,le sue credenze/veritd, desideri,ambizioni,motivazioni,
sonoperquestoconsiderabili in "comunione di intenti"con tutto cid cheesistein
paure,entusiasmi,tutte le immagini riferite al proprio passatoo quelle riferite al pro-
tuttala Realtde la suatrama.Leesperienze chesivivononelpresente e si vivrannonel
prio futuro (il valore che ognuno potrebbeattribuire ad essed ininfluente perchd le
futuropossono quindiessere "guidate"dallepropriecredenze e pensieriperessere
informazionipure che ne derivanosono prive del concetto"umano" di giudizio,di
resepiir o menoprobabili,piir o menofattibili,ma la loro eventuale attualizzazione e
tempo e di causa-effetto)interagisconocostantementefra loro e con quelle presenti
il modoin cui si potranno attualizzare dipende da tutte le informazioni presenti nella
nella Realtir,perch6prodotte dalla Realtirstessao dalle menti di altri. Dal risultato di
tramadellaRealtd, anchedaquelleprodotte, nelbeneo nelmale,daaltrie chepotreb-
tale interazionedipendecid che si attualizzanel presentee cosi di seguitoper ogni
beroriguardarci anchedirettamente. Pii pensieri si producono perfavorireun evento
presentesuccessivo.
piir lo si rendequindiprobabilema d fondamentale chequeipensierisianocoerenti, I FATTI sono I'attualizzazionedi Attitudini e Tendenzein eventi presenti- mani-
sianoallineaticon le propriecredenze. Vi Dinoltreun'enormedifferenza tra deside- festazioniin spazio-materia-energia di qualsiasifenomenoo esperienze di vita - per
rarelsperare qualcosa piuttostochedesiderare/volere qualcosa, la vedremomeglioin effettodi informazioni"vecchie"riportatedi voltain volta nell'eventopresentedall'e-
seguito. Sela menteconsapevole di unapersona desidera, peresempio, vincereuna vento precedente. Possonoper questoesserein qualchemodo prevedibilio attesied
grossa sommaa una lotteriama la suamenteinconsapevole credechesiapoverao essereconsideraticausali-deterministici. Sono quelli di cui si occupa,per esempio,
sfortunata, oppurechesiapurae spirituale e chechi d riccod "sporco"e meschino, I'approccio scientificomodernoche richiedela ripetibilitd.
queidesidericonsapevoli sarannodeltutto inefficaci. E importantequindi,primadi Le ECCEZIONI si manifestanoinvecequando l'attualizzazionenell'eventopresente
tutto, mettersid'accordo su quellochesi vuoleconla propriamenteinconsapevole e d prodottada informazionivecchiema ancheda informazioninuove.Sonoper questo
"aggiustare" le propriecredenze per poterriuscirea realizzarlo consapevolmente. eventiinattesio imprevedibili,che esconodall'ordinarioconcettodi causa-effetto. Pos-
Riguardo alleesperienze chesi puddesiderare vivered inoltremoltopiirefficace con- sonoessereconsiderateeccezionitutti i fenomeni,eventio esperienze "improbabili",che
centrare la propriaattenzionesemplicemente sulrisultato, suquellochesivuoleotte- si realizzanononostanteabbianobasseo bassissime probabilitbstatistichedi realizzarsi
nereo vivere,lasciando chesiala tramadellaRealtda produrlosfruttando I'intera- e nonostanteI'assenza di causepresentinel passato(perchdle reali causepossonoanche
zionein comunionedi intenti.la comunicazione direttae istantanea fra tutte le atti- esserepostenel futuro). Nellatrama dellaRealthpassatoe futuro sonoconcettiastratti,

224 IOSCELCO
IOVOGLIO
iO SONO LA TRAMADELLAREAUTA 225
c
\
6
solo il presented Realee su di essoagisconosia causepostenel passatosia causeposte
nel futuro. Ogni presentecrea inoltre il suo passatoe le Attitudini e Tendenzedel suo
Ondeche collassano
futuro. Possonoessereconsiderateeccezionile guarigioni consideratemiracolose,le
Tuttocidchesi manifesta nellaRealtlosservabile - lo spazio, la materia,i fatti,le ecce-
vincitea lotterie,qualunquecoincidenza sincronicache possafavorireo segnalare la zioni,gli esperimenti scientifici,
le esperienzedi vita- b il risultatodi un'interazione
prossimarealizzazione di un eventoma anchequalsiasieventopossaessereconsiderato totalecheproduceunasceltaunivocae in genereirreversibile. Unascelta"pescata" fra
un miracolo. gli infinitiaccadimenticoesistenti
in statisovrapposti presentinellatramadellaRealtd
LevoluzionedellaRealti e di noi stessisi realizzaattraverso le eccezioni.Gli eventi perch6prioritariao dominantesullealtreo prodottaal momentopereffettodellaloro
causali-deterministici, i fatti, sonoquelli che rispondonoa informazioninotechesi ripe- interazione. Tutto,primadi poterdiveniremanifesto, deveessere primacreatoa livello
tono replicandosi di eventoin evento.Informazioninuovepossonointerromperela cate- informazionale.
na dellareplicazionedi informazionivecchietra un eventopresentee il successivo rea-
lizzandocosl le eccezioni.
Unapersonachevuolevivereuna qualsiasieccezione - comeun'esperienza diversa
REALTA TRATI'ADELLA REA$A
da quelleche ha vissutonormalmente- o che vuoleuna vita differenteda quellache
MANIFESTA
ha vissutofino al suo attualepresenteb fondamentaleche riescaa produrre nuove
informazioni.Puo farlo graziea nuovi pensieri,nuovi desiderialimentaticon Gioia INFlilITE POSSIBITFA
allineatia nuovecredenze. COSISTENTIIN STATI
Anchela distinzionetra cid ched possibilee cid che d impossibiled un'invenzione QUANTICISOVRAPPOSTI

umana.Nulla d impossibilee tutto d possibileperchdnella trama dellaRealh tutto


coesistee interagiscecon tutto. Anchese nello spazio-tempopud manifestarsisolo
una cosaallavolta,qualunquecosa,eventoo esperienza, fatto o eccezionepud mani-
festarsisesi riesconoa produrre informazionisufficientementeforti, chiaree coerenti.
La trama della Realtd"aspetta"informazioni proprio per sapereche cosa altualizzare
in esperienze e risponde,rapidamente, senzagiudicareo filtrarenulla. Un'esperienza
diventaimpossibilesoloquandonellamentedi chi potrebbepotenzialmente TUTTF '.
viverlala
INTERAGISCONO
credenzache cid sia impossibileha assuntocaratteredi veritd. TRA LOEO E COLLASSANO
Luomo ha inventatoe prodotto cosefantastichee strabilianti ma con i concettidi ATTUALIZZANDOSI NEL SOLO
EVENTOPRESENTE CHE SI
veriti e di impossibilitiha fattodei veri disastri!Si d creatoda solodei limiti nei quali MANIFESTAE SI ANNULLA
si riduce in generea soprawivereefficientemente- ma in modo infelice- in una GENERANDO ALTREINFINITEPOSSIBILITA
IN UN PROCESSO CONTINUOE SENZAFINE
Realti che invece0 caratterizzataproprio dall'esserepriva di limiti.

226 IOSCELGO
IO VOGLIO
IO SONO LA TRAMADELLAREALTA 227
c c
E comeseavessimounmazzoinfinito di carteinvisibilidal qualepub esserescelta mazionivannoa interagirecon quelledegtialtri e con quelledellatrama dellaRealtd
una solacartaaffinchddivenga"reale",visibile,manifesta,f.orsefrazie al collasso,in e dall'interazione complessiva ne risultaun solo eventoche si attualizzerinellospa-
essa,di tutte le altre.Il mazzodi cartepud esseresemplificatoe descritto,utilizzando zio-tempopresente.Se una personad inconsapevole delleinformazioniche possiede
la matematicadelleonde,dallafunzioned'ondadi Schrddingerma potrebbeessere e che produce lei stessa,tanto meno pud riuscire ad essereconsapevole delleinforma-
anchedescrittoin altri modi, comecon matrici o linSuaggi. zioni chepossiedono e che produconogli altri e [a Realta.E per questoche d incapace
Il nostroattualeUniverso,quelloin cui viviamo,ci apparestabile,nel sensoche di capireconsapevolmente che cosae perchdlo pud aver portatoa vivereuna certa
piranpartedi cid che lo costituiscesi comportain un modo che ci sembraprevedibile, esperienza piuttosto che un'altra.Cib d inint'luente, d inutile cercaredi capireil per-
molto probabilmenteanche perchdI'essereumano, credendoche quello sia il suo chd delle cose,causeed effetti sono nella natura indistinguibili.Una disgraziapub
comportamento"normale", lo condizionaa comportarsicosi. Ma potrebbeessere accadereperchdqualcunod statoincapacedi essereautonomamentefelice,quel tanto
qualsiasialtra cosae averequalsiasialtro comportamento.La teoria del principio da poterlaevitare,ma ancheperchdpossaaveremaggioriopportunitddi riusciread
antropicodi BrandonCarter,per esempio,vedecomefinaliD dell'Universo I'esistenza esserefelice ed evolverein futuro, nonostantee graziead essa,realizzandocid verso
dell'uomoma I'uomo,in quantoesserecapacedi produrrecon i suoi pensieriinfor- cui tende.Il giudizio,la distinzionefra benee male,tra gioiae dolore,sonosolouna
mazioni pure, 0 entrato a far partedel processocreativo-evolutivodell'Universostesso preroSativa umana,la tramadellaRealtdproduceeventiper effettodell'interazione tra
e da quandoha iniziato ad esisteree a pensarein essopartecipaanch'essoa creareogini le informazioniche giungonoad essae quelleche ha a disposizione.
presente,opinifuturo, ma ancheoginipassato.Lapparentestabilitdattualedell'Uni- E certamenteimportantequelloche si vive nel presentema d soprattuttoimpor-
versodipenderebbe quindianchedalfattoche I'essere umanolo condiziona,con le sue tantecomesi reagiscea cid che si vive nel presente,se si d capacidi partecipare atti-
credenze,ad esserestabilema la suanatura rimane fortementepossibilista.Il fatto che vamentee consapevolmente a cid che si vivr) in futuro producendonuoveinforma-
da quel mazzo invisibilee infinito vengasceltao prodottauna carta piuttosto che zioni o seci si limita a subirepassivamente ogni esperienza producendoinformazioni
un'altradipendeda qualicartesonostateprima prodottee dal risultatodellaloro inte- caoticheche pienerano impedimentie ostacoli.Le esperienze che vivi e vivrai dipen-
razione.Nel casodell'essere umano,le esperienze chevivedipendonoperlopiirdatutte donomoltissimodai contenutidelleinformazionichesonopresentinellatua mentee
le informazioniche derivanodallesue credenze,dai suoi pensieri,giudizi, da tutti i che sonogenerateda essa,ma ancheda quellepresentie generatedallamentedi altri
contenutidellasua memoria- consapevole o inconsapevole- dai suoi modelli men- e da quellechesonopresentinellaRealtiindipendentemente da te. Chetu possacono-
tali, dallesue paure,desideri,entusiasmi,motivazioni,aspettative ecc.,sonomoltis- scerele altre informazionid difficilema anche poco importanteperchtiquelloche d
sime, sonoquelle che caratterizzanoogni essereumano e delle quali ognuno d perlo- determinanterelativamente alle tue esperienze d cid che producitu nel presente,se
piu inconsapevole. Affinchdsianoefficacinel produrre interazionie collassidi funzioni riescia produrre informazionicoerenti,chiaree felici,capacio meno di entrarecon
d'ondache corrispondonoai suoi desideri,d necessario che le relativeinformazioni forzain comunionedi intenti con la Realtir.E comunquemolto importante,direi
sianoallineate,coerenti,altrimenti produconosolo turbolenze.Allinearele proprie determinante.riuscireanchead essereriservati:evitadi rivelaread altri i contenutidei
credenzeinconsapevoli ai propri pensierie desidericonsapevolib comeprodurreuna pensieriche produciriguardoqualunqueesperienza tu scelgadi voler viverenel tuo
lucelaser,capacedi tagiliare piuttostocheuna luceche illumina un ambiente
I'acciaio, futuro. Cid ti permettedi evitareche gli altri possano,con i loro pensieri,produrre
producendointerazioniin gradosolodi impercettibilicambiamenti.Le proprieinfor- informazioniche interferisconodistruttivamentecon le tue Qenerando cosi imnedi-

228 IO SCELGO
IOVOCLIOIO SONO LA TRAMADEI,LAREAUTA 229
t
o c
menti e ostacoli.Questovale soprattutto per personecon cui si d fortemente entan-
gled (a meno che si stia vivendouna relazionedi "CoppiaIlluminata")e che potreb-
beroanchesolo essereinvidiose;le credenzee i pensierideglialtri potrebberoessere
Fisica
rivolte ad impedirti che i tuoi desideri,una volta conosciuti,possanorealizzarsi.
Riguardoalle informazioni presentinella Realti indipendentementeda te, poich6
o filosofia quantistica?
la Realti b un processoevolutivochesi realizzagraziealla comunionedi intenti tr4
informazionipure, pud spontaneamente produrre solo collassidi funzioni d'ondf
felici,"buoni", "amorevoli" ed evolutivi (indipendentemente dallacapacit)dell'uomg. 1-\ ltre agli aspettidellafisicaquantisticapuramentescientificiche richiedono,
di giudicarli tali). Anche solo smettendodi pensarea qualsiasicosa"brutta" o infc- p.t.rt.r. condivisio sfruttatiin applicazionitecnologiche,di essererapprc.
I I
lice si tende spontaneamentea vivere esperienze"belle", felici ed evolutive perchd 0 \-/ sentati matenraticamente e dimostrati attraversoesperimentiripetibili da
quella la tendenzanaturale della Realti e di chiunque viva in essa. E per questo ch6 d chiunque,vi sonoanchealtri aspettidifficili da rappresentare matematicamente o dir
importanteche qualunquetuo pensieroo desideriosiafelice.Il tuo soloesserefelicAti dimostrarecon il tradizionalemetodoscierrtifico, per questopossonovenireconsids
mette- indipendentemente da che cosastai pensandoper esserlo- in potentecomu- rati filosoficianchesesonoin gradodi rivelareimportantiaspettidellaRealthe fornirt
nione di intenti con te stessoe la Realtddandoai tuoi pensierie desideriforzaaffinchl, preziosispunti di riflessione.Vediamoallora come concepivanola Realt) alcuni dr
possano,interagendocon tutte le altre informazioni,guidarnel'attualizzazione. coloroche I'hannoindagatanei suoi aspettipii intimi, cercandodi dedurloda alcurrr
La trama dellaRealti d la tela su cui puoi e deviscriverecid che vuoi viverepeiche delleloro affermazioni.Iniziamoda quelledi Mu Planck.
essad semprein ascoltoe aspettada te le informazioni con le quali produrre Ie espe-
rienzeche ti riguardanoe che ti coinvolgono:che sianobelleo brutte, rif'eritea cid che
vuoi o a cid chetemi d ininfluente.Quandole produciinizianoad interagirecon'tutte La natura 0 priva di leggi fisiche
le altre e a condizionarele attualizzazionidegli eventiche ti riguardano.Se riguaidano
te, riguardanoanchela RealGed ogni cosao personavi sia o viva in essa.Passatoe Max Planck,premio Nobclnel 1918,e stato il padrefondatort'
futuro sonoelementiastratti,irreali,dellaRealh,I'unicacosaRealesonole informa- della teoria deiquanti e dellafisicaquantistica.Scopri,tra lt'
zioni che produconoI'eventopresente,questosi attualizzapoi si annullae quindi se alt r e cose,che le par t icelleelem ent arei gli at om i hannoe sr
ne attualizzaun altro, successivo, con i cambiamentiche derivanodalle informazioni scambianoenergiasecondomultipli interi di quantiD elemcrr
prodottenell'eventoprecedente.I concetti di passatoe futuro derivanosolo dalla tari, quanti di energiaappunto,da lui quantificatied espressl
nostrapercezionedi un processocaratterizzatoda una continua creazionee annulla- matematicamente. Planckritenevache la naturafosseprivadt
mento di eventi presentie dalla nostra memoria. Ogni eventopud essere"spinto" in leggi fisiche e che I'uomo produces.se solo approssimaziortr
una direzioneo in un'altra da informazionirelativeal passatoma pud ancheessere dedr-rcendole dai compclrtamenti che riuscivaad osservare, clte
"trainato" in una direzioneo nell'altrada informazionirelativeal futuro. Per questoi fossequindi inopportuno "supporreche esistanoleggi fisichc.
tuoi desideririvolti al futuro sono molto piir reali di quanto tu possacredere. che sittno esistite fino od ora. o che continueranno ad esisttr(

230 IO SCELGO IO SONO


IOVOGLIO 2:ll
c @
in formo analoganel futuro". Ritenevaanche che la scienzafosseincapacedi svelare nica quantistica si detteconsiderare il pensiero come un'essenza fisica". E noto che
il mistero fondamentaledella natura "questo perchd, in ttltima analisi, noi stessi Bohr ritenevache I'alberoche avevanel suo giardinoesistesse manifestandosi real-
siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risoluere". Che una qualsiasi nuova mente solo quandolui o qualcunaltro lo guardava,mentre se nessunolo guardava
scopertascientifica,piuttosto che trionfare "perchdi suoi oppositorisi conuinconoe sparivanel nulla, forseper esisteresolo in modo potenziale,possibilisticoo latente;
ttedonola luce" potessefarlo solo "perchd alla fine muoiono e ndsceuna nuoua gene- avrebbepotuto essereun alberoo qualsiasialtra cosama, secondolui, la suamanife-
razione a cui i nuoui concetti diuentano familiari". stazione"reale"aweniva solo quandoqualcunointeragivacon essoosservandolo.
Questoconcettod molto significativoperch6esprimele enormi difficolDche I'es- Bohr ha azzardatoI'ipotesiche la Realtd,come noi crediamoche sia,esistesolo per-
sereumanoincontranell'affrontare qualsiasicambiamentonel suo modo di crederee chd c'dqualcunodi coscientee di macroscopico che interapiisce "Cosciente
con es.sa. e
pensarela Realtir,tanto che solo la morte di chi credeancorain una vecchia"veriti" macroscopico" d evidentemente I'essereumano ma si pud ritenereche ancheun elet-
pub toglierei freni all'affermazione di una nuova"veriti" che per poter finalmente trone o fotone possanoesserecoscienti,dipendetutto da che cosasi intendeper
trionfare deveaverequalcunoa sostenerla:una nuova Senerazioneche in quanto coscienza. lazzardo,se possiamoritenerlotale,per uno scienziatodel suo calibrob
nuovad meno condizionatada vecchiecredenzee anertaa crederea cosenuove. stato soprattuttoritenere che sia I'essereumano a crearela Realh in cui vive,nel
sensoche tutto cib che I'essere umanocrededi vivered allorasoloun effettodellasua
Osservatoricoscienti coscienzaowero dellasua interazionecon la Realt).Piuttostoche le interazionifra
particelle,il veroprotapionista b "chi" sta interagendocon questeparticelle.
Qualsiasiforma di interazioneproducecambiamentireciprociin cid che interagi-
NielsBohr,premio Nobelnel 1922,d statopadrecofonda-
sce.Se il solo atto di osservare qualcosasignificainteragirecon quellacosae quindi
tore dellafisicaquantisticae dell'interpretazione di Cope-
cambiarla,I'attiviti di pensiero di un esserecosciented in gradodi produrreintera-
naghensecondola qualele solecoserealisonoi risultatidi
zioni;oltre alleosservazioni, allora,anchele credenze e i pensieriumani sonoin grado
esperimenti,cosl come vengonomisurati da ossenratori
di interagiree quindi interferire,condizionare, cambiarefavorevolmente o sfavorevol-
"coscienti e macroscopici". "E sbttgliato pensare che lo
mentechi li ha prodottie la Realtd.
scopo della fisica sia di trouare com'd la natura. La fisica
Ma se cid con cui si interagisce d rappresentabile da ondeche si estendonoall'infi-
riguarda cio che possiamo dire riguardo olla natura". Poi-
nito, interagendo con qualsiasicosasi interagiisce
con tutta la Realt).La coscienzae il
ch6 quello che i fisici stavanoscoprendodella Realti era
pensieroumano,pur essendoritenutecose"astratte"perchdinvisibilie impondera-
veramentesconcertantee incomprensibile, piuttostoche
bili, sonoda considerare essenze fisicheperchdcapacidi produrreinterazionie quindi
cercaredi capireil comee il perchddellanatura,essipote-
cambiamentinellaRealt).
vanosololintitarsia esprimereopinionirelativamente a cib che osservavano,
opinioni
umane che potevanoesseredel tutto indipendentida cid che la natura d. Bohr ha
estesoil concettodi interazioneattraversolo scambiodi fotoni,di vettori mediatorio
all'atto della misurazione,all'azionedel pensiero'se sr uuole interpretare la mecca-

232 IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO F'ISICA
O FILOSOFIA
QUANTISTICA? 233
c c
Interazionitra cosee persone interagendoin quell'esperimento e cid che sialtualizzad il risultatounivocodi tale
interazionetotale del tutto con il tutto.
Tutto d possibile, ancheche i fotoniabbianouna coscienza e sianoloro a decidere,
o chesianomessaggeri e testimonidellecoscienze con tutte le credenzee i pensieridi
Tutta la Realti D I'effetto di interazioni. coloroche stannoosservando o vivendoI'esperimento o dellacoscienzacollettivadi
Ogni volta che interagisci con qualcosao qualcuno, tutta I'umaniti o dell'intero Universo.Le variabili nascosteipotizzateda Einstein
una parte di te diventa simile a cid con cui hai interagito. sarebbero alloratutte le informazionirelativea tutto I'Universo presente.In ogni caso,
Sii attento a cib con cui interagiisci, sii attento a ciir che pensi. piuttostoche I'attodi osservare, possiamoverosimilmenteritenereche sianosoprat-
tutto le informazionipresentinellacoscienzadell'osserr,,atore o degliosservatori che
Per poterosservare una qualsiasicosasi sfrutta la luce,serveche vi sia luce (fotoni). interagiscono direttamenteo per tramite di fotoni a determinareil collassodellafun-
Losservazione si basasull'interpretazione di fotoni che,interagendocon I'ambiente, zione d'ondae I'eventoche ne risulta,cib che si attualizza.Ogni informazionerelativa
vengonoassorbiti,rimbalzati,deviatida tutto cid che in essod presente.Quandorag- a tutto cid ched direttamenteo indirettamente coinvoltonell'esperimento, quellepre-
giungono I'occhioumano sono poi trasformatiin segnaliche ven6ionoinviati dal sentinellacoscienza collettivae nellecoscienze di chi partecipaall'esperienza, intera-
nervoottico allacortecciavisivae quindi trasformatidal cervelloin immagini,forme, gisconodeterminandoil risultato,cid che attualizza,che si vive,che si osserva.
colori,movimenti.La mente,attraverso associazioni e confronticon immagini,forme, PoichdnellaRealti tutto E in qualchemodo interconnesso con tutto - i fenomeni
colori e movimenti memorizzatein passato,produceemozioni, quindi giudizi e altri dell'entanglement e deicampirelativistici possonodimostrarlo- il collasso dellefunzio-
pensieri.E un processoche richiedetroppo tempo perchdla solaosservazione possa ni d'ondasarebbeil naturaleeffettodei cambiamentiprodotti dall'interazionetra infor-
essereI'arteficedel collassodellafunzioned'ondache determinache cosasi attualiz- mazioni pure e il risultato del collassodipendeallora da tutte le informazionipresenti
zeri,in evento,se,facendoriferimentoall'esperimento del gattodi Schr6dinger, all'a- nell'Universo,nellecoscienzedi tutti gli esseriin gradodi pensaree soprattuttoin quel-
perturadellascatolaquel gattosari vivo o morto. Abbiamoquindi diversepossibilitlr le di chi vive localmenteI'esperienza. Ogni informazioneha un "peso"diverso,coloro
per cercaredi comprenderequestofenomeno:che d la luce ambientale,i primi o il che sonocoinvolti in un'esperienza e rivolgonola loro attenzionesu una qualsiasicosa,
primo fotoneche, interagendocon il gatto all'aperturadellascatolafa collassarela che produconopensieririvolti ad essaavrebbero,rispettoalla totaliti delleinformazio-
funzioned'onda,determinandose questosar) vivo o morto, riportandopoi con altri ni, un pesomaggiore.Tra colorochestannovivendola stessaesperienza, le informazio-
fotoni la relativaimmaginea chi osser.ua il qualegiudicherdcid che osserva,oppure ni provenientida chi producei pensieripir) "forti" perchdcoerentie allineaticon le sue
sonoi pensieriche chi osservaha prodottoimmediatamente prima di aprirela scatola credenzeavrannoinoltre un pesomaggioreper determinareI'esitodel collasso.
che determinanosu qualeeventola funzioned'ondacollasser). Vediamoun esempiopraticodi interazionirelativamenteall'esperienza umana:
[,a luce potrebbealloraesseresoloun testimone,un messaggero di tutte le infor- prima che tu stia per incontrareuna qualsiasipersona,questad contemporaneamente
mazionipresentinellaRealtd,compresequellepresentinellementi di chi ha allestito sia la personapiir buona,generosa,onesta,leale,corretta,amabileecc.sia la piir cattiva,
ed osserva l'esperimento. Oppure,semplicemente, tutti i fotoni coinvolti,il gatto,I'in- disonesta,sfeale,scorretta,disprezzabile ecc.ha in sd tutte le possibiliD,sovrapposte e
tero esperimento, tutti coloroche lo osservano ma anchetutto I'Universopartecipano coesistenti.Quandola incontri e interagiscicon lei, le informazionirelativealle tue cre-

234 IOVOGLIO
IO SCELGO IO SONO FISICAO FILOSOFIA
QUANTISTICA? 235
6 c
denzeinteragiscono conle informazioni relativeallesuecyedenze maanchecontuttele Tuttele informazionipurepresentiin tutta la Realhinteragiiscono tra loroe determi-
informazioni relativeallecredenze di tuttal'Umanitde conquelledi tutto I'Universo. Le nano,attraverso collassidi funzionid'onda,gli eventicheognunovivema il risultato,
suee le tuesonoperdquellechehannomaggiorpesonell'influire sulrisultatodeicol- nel presente,
cib che siattualizzerir dipendefortementeda ogni credenza cheogni
lassidellefunzionid'ondachederiveranno datali interazioni
rendendo pii o menopro- uomoha nellasuamentee daognipensierocheproduceperchdd questala veraforza
babileun comportamento, chequestapersonapotri averenei tuoi riguardi,piuttosto capace di influenzare
direttamente il comportamento di tutto cidcheesiste,rendend<r
cheun altro.A seguitodell'interazione, unasola(pervoltae in sequenza) tra le infinite piiro menoprobabili ancheinteresequenze di eventi.
possibilitdcoesistenti
in statisovrapposti o unanuovapossibiliD derivatadall'interazio-
nedi quellecoesistenti si attualizzerimanifestandosi nellaRealtisensoriale.
Comesi crea la Realthche ognunovive?
Il fatto cheuna persona"normalmente"cattivapossaesserebuonacon te,
o viceversa,dipendetanto dalei quantoda te. Tutte le informazionipure esistentiinteragisconotra loro per produrre la RealDmani-
festae le esperienze, ifatti e le eccezioniche ognuno ed ogni cosavivonoindividual-
Quandogiudichinegativamente unapersona, la condizioniad essere
mente in essa.Cosicome sulla superficiedi un oceanovi sono infinite onde ma solo
nei tuoi riguardicometu I'hai giudicata.
una alla volta giunge su ogni porzionedellasuariva, di tutte le informazioni relativea
Meglioallorapensarebenee darlefiducia,
tutti gli eventi possibiliche coinvolgonolo stessoo gli stessisoggetti,solo un evento
a menochesiaunapersonahiste e pessimistao irremovibilenellesue credenze,
allavolta siattualizzerdnel presente.Se ogni proprio pensierosi convertissein Realtir,
in quelcasoil meglioevitarla...
ogni eventopresentepotrebbeprodurreinfiniti universiparallelitra i quali ognuno
"scepilierebbe" consapevolmente o inconsapevolmente in qualecontinuarea vivere.In
Quandosi vivonoesperienze checoinvolgono pii persone, ognunadi essecontri- ogni casodeveesserefatta una sceltaunivoca.Per esempio,di tutti coloro che ambi-
buisce,oltre checon azionie parole,soprattuttocon le sue credenze e pensieri sconoa vincereuna lotteria solo uno vincerd,probabilmentequello che ha credenzee
all'andamento ed esitodell'esperienza collettiva.Un soloottimistacapace di cre- pensiericoerentie allineati con quell'esperienza, che ha saputoprodurre le informa-
deree pensare(allineato) all'esitopositivodi un'esperienza chelo riguardae che zioni piir felici,prive di paureo aspettativedi quel presenterelativoalla suavincita che
riguardae coinvolgepii personepudneutralizzareg,lieffettidevastanti, confusie si b attualizzato.Oppuretutti vinconogenerandoun equivalentenumero di diversi
caoticianchedi milioni di individuipessimisti e disallineati,producendo dasolo, Universiin opinunodei quali vi d un unico diversovincitore e ognuno sceglierdin
direttamente e autonomamente esitifavorevolidi collassidi funzionid'ondache qualecontinuarea viverein basealla coerenzadi quellaesperienzacon le informazioni
vannoa beneficio suoe deglialtri,nonostante gli altri.Cidvaleperdancheal con-
che ha nellasuamente.
trario:un solodistruttivoconvintopud,in un mondodi tristi incapacidi verootti-
Ritengoinutile a questopropositoformulareipotesie cercaredi capiresevi possono
mismochevivonosolosperando, produrredisastriinimmaginabili.
essereinfiniti universiparallelio uno solo,quelloched importantee cid che oglnunovive
Chidominae guidaglieventib chi 0 capace di credere a cidchepensain modopii
in ogni presentedellasuarealh e checosapud o devefareper viverecid chevuole.Tutte
efficacedi quantosappianofaregli altri.o
le ondedi quell'oceanointeragisconotra loro ma soloun'unica ondaarriva su ogni sin-

236 IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO FISICAO FILOSOFTA
QUANTISTICA!' 237
6 6
gola porzione di spiaggia.Tutte le siasilotteriavi sonomilioni di personeche sannosolosperaredi vinceree una solache
informazioni presenti nella trama lo vuolee lo credeveramentecon la suamenteconsapevole e inconsapevoleallineate
della Realti interaEiisconofra loro e su quellavittoria, sarirpiir probabileche sia lei a vincere,ma anche in quel casola sua
produconoil "collasso"da cui risulta eventualevincita potri esseretale solo se in "comunionedi intenti" con tutta la Realtir
I'unico evento che si attualizza nel e quindi se tale esperienzapud essereper lei evolutiva.Per molte persone"disalli-
presentedi ognuno. neate"pud esserepiti evolutivoperderechevincere,esserepovereche ricche...Sealla
Se immaginiamodi poterdareun stes.saestrazioneci sono milioni di personedisallineateche speranoe 100allineateche
valoread ogni onda e che questosia lo voglionoveramente,nellatrama dellaRealtdsi attualizzerirprobabilmentein evento
compresotra -10 e +10,un'ondache la vincita dellapersonache tra quelle 100 d statacapacedi esseremaggiormentein
vale +5 che interagiscecon un'altra "comunionedi intenti" con la Realh.In buonasostanza, vincechi saAmare,sa desi-
ondachevale-5 producecomerisul- deraree volerein modo piu autentico.E per questomotivoched fondamentale, prima
ta to I' a n n u l l amentodel l e due onde ancoradi iniziarea pensaredi "dire"alla Realtdquellochesi vuole,riusciread entrare
+ 5 -5 = 0 . S e un onda che val e + 7 innanzitutto in "comunionedi intenti" con sestessie con essae per farlobisognaper
interagiscecon una che vale-5 pro- prima cosariuscire ad allinearele proprie cyedenze ai propri desideriottenendocosi,
duceinvececome risultato2. Se una tra I'altro,di divenireautonomamente felici,indipendentemente da qualsiasi
cosaaltri
personapensaconsapevolmente che o la Realh possanoessereo fare.
vuolevincerea una lotteriae questainformazioneha valore 10 ma nella sua mente
inconsapevole vieneprodottaI'informazione checid E impossibile, quindi-10, perchd, "Gli angeli ti aiutano a realizzare i tuoi desideri solo quando riesci ad essere
per e.sempio, crededi esserepoverae "sfortunata",I'informazionerisultantesardnulla. felice, anche se euitano di farlo." (La fisica dell'Anima)
Ma quandosi trattadi informazionipure,di attitudinie tendenzepresentinellatrama
dellaRealti,cercaredi attribuireloro un valored inutile perch6,essendoprivedi spa- Il metododescrittoalla fine del libro parte proprio da questopresupposto,intervenire
zio, son<-ronnipresentie quindi ogni informazioneinteragiscecon una quantiti infi- prima sulleproprie credenze limitanti,per "sbloccarle",quindi produrredesiderialli-
nita di altreinformazionie il risultato,sevi sar) un risultato,sar) semplicemente pro- neatiad esse.Tornandoall'esempioprecedente dellalotteria,piuttostoche iniziarea pen-
dottocon la co-partecipazione di tutto I'Universo.
Le informazionichehannomaggior saredi volervinceresi dovrdprima riuscirea far si che quel desideriosiaallineato,in
pesonel determinareun eventospecificoe individuale,comeun'esperienza personale comunionedi intenti con la propriamente inconsapevole e le suecredenzeproducendo
che coinvolgesolosestessi,sonocomunquequellechesonodirettamenteo indiretta- una credenza./veritadi ricchezzacheprevalgasu ogni altra credenzainconsapevole che
mente collegate,riferite o pertinentia chi partecipao vienecoinvoltoin quell'espe- possaesserein contrastocon queldesiderio.Soloalloraquelpensiero/desiderio sari effi-
rienzanel contestodi tutta la Realh presente. cacee potentenell'interagirecon le informazioni presentinella trama della Realtir,la
Piir informazioni contrastantivi sono riguardo a una certa esperienza,pin D diffi- quale"trover)" il modo, il "come" attualizzaretale desiderioin eventosfruttandotutto
cile permettereallaRealh di realizzarlaeviceversa. Sead ogni estrazionedi una qual- cid che esistee facendoparteciparein comunionedi intenti tutta la Realti.

238 IO SCELGO
IO VOCLIOIO SONO FISICAO FILOSOFIA
QUANTISTICA? 239
6 c
Dopo esserestati capacidi allinearela propria mente consapevole con quella le informazioniche arrivanonellatrama dellaRealtdpossonopotenzialmente attua-
inconsapevole e la Realh, si potranno,seguendodellesempliciregole- come quella lizzarsiin eventoper produrre le esperienzeche ognuno vive individualmente.La
di evitaredi coinvolgerealtre personeoltre a se stessi-, produrredesideria volonta Realti che ognuno vive individualmented prodottadalla Realtaproprio e soprattutto
relativialleesperienze che si voglionovivereo a cosechesi voglionoottenerecon una in basealle informazioniche ognunoha prodottoindividualmente.
grandeprobabilithdi successo anchein tempi brevi. Ogni informazioneprodottadallamente- consapevole - di ogni
o inconsapevole
Se lanci un sassoin uno stagnocalmissimo,produrraiondeevidentiin tutto lo sta- personaha in sdsia una attitudine individuale,checaratterizzalocalmente-nello spa-
gno, ma se lanci un sassoin un mare in tempestaI'ondaprodottada quel sasso,pur
zio-tempo- chi I'ha prodotta,siauna tendenzacondivisa,che interagisce con tutte le
interagendo con le altre,produrd effettiinosservabili.
Quellochesi attualizzanelpre- altre informazioniesistentinellasuatrama. Seproduci informazionidi salutee di ric-
sentecon maggioreprobabilitdd I'evento,fatto o eccezionecaratterizzatoda informa- chezza,questeriguardanocomunqueTe che le hai prodotte.Se produci informazioni
zioni coerentie allineate,cid equivalea lanciaremassienormicapacidi produrreonde
di salutee ricchezzarivolte a un'altra persona,questecontinuerannoa riguardare
evidentianchein un mare in tempesta.Ma ancheun Srandesassoin un mare calmo
soprattuttoTe.PotrannoriguardareancheI'altrapersonaseanchele sue informazioni
produceondeevidenti.Volervincerea una lotteriaequivalea lanciareun sassoin un
hanno crintenutisimili ed entrano,per questo,in comunionedi intenti con le tue.
mare fortementemossoperchdmoltissimealtre personestannolanciandosassinello
Anchese produci informazionidi malattia,violenza,poverh, con rabbiao rancorc
stessa"zona",volereesserefelici e capacidi vivereuna relazioned'amoreslncerae
rivoltead un'altrapersona,questecontinuerannoa riguardaresoprattuttoTee solose
appassionante equivalea lanciareun sassoin un mare calmodovesolopochealtre per-
ancheI'altra personadovesseprodurre informazionisimili, relativeal vivereespe-
sonestannolirandosassi.
rienzedi malattia,violenzaecc.,potrannoprodurreeffettiche riguardanoanchelei.
Se la menteconsapevole di una personaproduceI'informazione "lo voglioil mio corpo
magro,bello,sanoe vitale" mentre si immagina di passeggiare felicementecon un Riuscire ad entrare in comunione di intenti con se stessi e produrre
costumesuccintoal soledi una bellissimaspiaggiacaraibica,ma la suamenteincon- informazioni felici e di successoindipendentemente dalla Realti e dagli altri
sapevole ha in s6 credenzeche produconol'informazione"lo sonosemprepiti grassa 0 la pii potente protezione da qualsiasi interferenza di altri,
e brutta, dimagrire d difficilissimo"con associatala propria immagine sotto un anche la pii "nefasta".
ombrellonecon un costumeintegralee il corpocopertoda un pareoper esserenasco-
sto allavistadeglialtri, nellatramadellaRealti arriverdcid che risultadall'interazione
delleinformazioniche - consapevolmente e inconsapevolmente - questapersonaha Quandoriesciad essereautonomamentefeliceproduciun effetto"amplificante"su tutte
prodotto,rendendopir) probabilel'attualizzazioneproprio di cid che ne risulta. le informazionifelici,tue e di altri rivoltea te, e "annullante"su tutte le informazioni
In quel casole informazioniprodotteentrerannoin turbolenzatra di loro e il risul- infelici,tue e di altri su di te, e vivraile esperienze
che ne deriveranno.Viceversa,
chi d
tato sardI'effettodi tale turbolenza.Ancheper questo,d importanteinnanzi tutto met- infeliceproduceun effettodi interazione"amplificante"con tutte le informazioniinfeli-
tersi d'accordoalmenocon sestessisu quelloche si vuoleeiniziarea "convincere"di ci e "annullante"con tutte le informazionifelici che chiunquepotrebbeprodurresu di
cid chesi vuole,prima che la tramadellaRealtd,la propriamenteinconsapevole. Tutte lei e vivri, conseguentemente, le esperienzechederiveranno anchedai loro pensieri.

240 IO SCELCO
IOVOGLIOIO SONO FISICAO FILOSOFIA
QUANTISTICAi' 24r
c 6
Miracoli sua naturavi potesseessereuna attitudinea viveretalepossibiliD.Gesirha probabil-
menteannullatogli impedimentialla realizzazione cli cid che il ciecoavrebbeanche
potuto credere,voleree realizzareda solo.
Se per di piir tutti quelli che conoscevano quel ciecogli avevanodetto o avevano
pensatocheeraimpossibilechepotesse mai vedereperchdnatocosi,le probabilitiche
riuscisseda solo a viveretale esperienza eranobassissime. La grandezzadi una per-
sonailluminata capacedi produrre miracoli derivainnanzi tutto dallasuacapaciti,sia
di interferire costruttirramentee in comunione di intenti con la Realh, sia di riuscire
a crederefermamentein qualsiasicosacon una padronanzaassolutadellasua vita
immaginativa.
Chiunquevoglia vivere una qualsiasiesperienza, eccezionaleo ordinaria,deve
riuscire,prima di tutto, ad evitaredi averequalsiasidubbioal riguardoe il fattoanche
solo di credereche una certaesperienza o una certapersonadotatadi particolaripoteri
possanogluarirlopud esseresufficientea sbloccarele sue credenzelimitanti. Inoltre,
quandoCesirha interagiitocon quel ciecoe ha voluto che potessevedere,ha sicura-
mente creduto- piuttosto che sperato- che potessefarlo perchdsapevadi poter pro-
durre miracoli e cosi i stato. Le sue successiveparole"La tua fedeti ha guarito" con-
fermerebbero sia che il miracolod potuto awenire perch6il miracolatoha permesso
che accadesse siache il veropotererisiedenel credere.Le informazioniallineatepro-
Prendiamoin considerazione il miracolodellaguarigionedel nato ciecoda partedi dotte dallavolontirferma e potentedi Gesirhanno potuto permetterequell'errento
Cesi. Indipendentemente dal fatto che qualcunopossadubitareche sia realmente felice perchi anche la volonti del cieco,seppuredebolee probabilmenteconflit-
awenuto,d un esempiodi interferenzacostruttivae feliceda parte di una persona- tuale,avevaprodotto,grazieall'interventodi Gesi, informazioniallineatecon tale
anchese considerata incarnazionedivina- su un'altra.Un miracolod un'eccezione a possibiliti.
quelloche e consideratoil normalecorsodeglieventi. Speraredi potervivereun miracoloe crederedi poterloviveresonodue cosecom-
Informazionipure prodotteda Gesi si sono potute attualizzarein un eventomira- pletamentediverse,ma se il proprio triste speraresi unisceal felicecrederedi un altro
coloso,innanzi tutto perch6relativea un'esperienza che ancheil cieco,seppurein cid chevienefinalmentecredutopossibilepud attualizzarsi.
modo conflittuale,volevavivere.
Se quest'ultimoera stato incapacedi produrre da solo tale miracolo forseera per-
chd lui stessoavevadifficolh o dubbi nel crederedi potercivederee probabilmente
anchei suoi genitorie molti altri credevanotaleeventoimpossibile, nonostantenella

242 IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO FISICAO FILOSOFTA
QUANTISTICA? 243
o o
Vetlereper credere Se consideriamol'essereurnano,il suo comportamentoe tutte le sue esperienze
(qualiammalarsio guarire,innamorarsio tradire,dimagrireo inglrassare,
di vita
arricchirsio
impoverirsi).pud ancheesseretentatauna qualcheapprossimazione, ma solosullabase
di approssimazioni statisticheindividualmenteinutili. Quest'ultimepossonoavereuna
Chi crede nel caso ha una mente che lo considera verith ceftavaliditi per comprenderequalipossanoesserele tendenzesocialio collettive,quan-
e vive una vita governata dal caso. do.siconsiderano grandinumeri,ma quandosi cercadi applicarle al singoloindividuo,
Chi crede nella fortuna e sfortuna ha una mente che le considera veritir oltre che essereirreali,sono perlopiirlimitanti perchdd inducendoloa credereche una
e vive una vita governata dalla fortuna e sfortuna. certaesperienza possaesserepiu o meno probabileche la si fa divenirepii o menopro-
Chi credei miracoli impossibili si preclude,da solo, la possibilithdi viverli. babile.Setutti credessero fermamenteche in una settimanasi pub guarireda un tumo-
re o tnorire per un'influenza.le morti per influenzae Ie guarigionispontaneeda tumori
La naturadellaRealtb0 possibilistica e per questopub produrrequalsiasievento,fatto grandi
subirebbero variazioni.statistiche.Se tutti credessero fermamenteche qualsiasi
o eccezione. Luomo ha sempre cercato di ricondurretutto cib che si manifestao che malattiasia solo l'anomala.rarissimae corlunque sempretemporaneamanit-estazione
awiene in essaa dellecauseche gli permettano di crederedi poterprevedere in modo di un disagiodel proprio corpr-r, tutti si ammalerebbero molto n.tenoe guarirebbero
certola realizzazione di un determinato fenomeno. In molti casi la sua capacitirdi pro- rapidamente,
molto ma soprattutto,a seSuitodi una causafuturo-presentevolLaa una
durre previsionisi e rivelatamolto accurata e i prodotti di tutta la tecnologia rnoderna finalitirdi salutetotale,cambierebbero drasticamente il propriostiledi vita, la propriaali-
ne sonola testimonianza, ma parlaredi certezzenellerelazionicause-effetto rimane,
mentazionee il rapportocon se stessie la RealD.Lessereumano d inoltre perlopiir
in generale,un'approssimazione molto azzardata perchti qualsiasi evento impossibile imprevedibile a sestessopercheha una grandedifficoltaa controllareconsapevolmente
da prevedere e sempreprontoa manifestarsi in ogni cosa,infinitesimamente piccolao
i suoipensierie le sueemozionie questoperchdd perlopiirignaroche questidipendono
Srandeche sia,ed d proprio questo aspetto della Realta, molto evidente nell'infinitesi-
dallecredenzeche ha nellasuamenteinconsapevole.
mamentepiccolodi una particellasubatomica,meno nel grandedi un essereumano Se diamo un calcioa una palla,sappiamoche questasi muoverdin una direzione
e molto menonell'infinitesimamente grandedell'interoLlniversomanifesto, a rivelare e ragsiungerauna distanzache sappiamodipenderedallaforzae dalladirezionecon
che la Realt),nel suo essere possibilista,d governata da relazioni di causefuturo-pre- cui e statacolpita,dall'attritodell'aria,dal vento ecc.Se diamo un calcioa una per-
sente(o da finatitapr-rstenel futuro) piuttostochecausepassato-presente. sona,nessuntipuo sapere,a priori. come reagird.Ma quellapallasi comportain quel
modo perchdchi la colpiscesa che si comporta in quel modo o si comporterebbe
Chi credesoloa quellochevedeo chei statovisto dai "molti" comunquein quel modo anchese chi lzrcolpiscesapesse, credesseche colpendola
bloccala suaevoluzionee si costringlea vivereun futuro limitato potrebbesparirenel nulla o trasformarsiin un'altra cosa?Quantoinfluiscecio che sap-
a cid cheha visto o Dstatovisto nel passato. piamo e quindi crediamodellecosesul loro comportamento? E quandoosservlamo
per la prima volta il comportamentodi una cosa,quello che ne deduciamoquanto
condizioneri le nostrecre,Jenze e quindi il comportamentoche quellacosapotr) avere
in futuro?Quandoaccadonodei fatti ai quali abbiamodifficoltda collegareuna causa,

244 IOSCELGO IO SONO


IOVOGLIO FISICAO FILOSOFIA
QUANTISTICA? 245
CI 6
comeincontrareuna personamalvagiache ci derubapiuttostoche una illuminatache
ci arricchisce,comevivereuna pirandiosa e.sperienza d'amorepiuttostoche un triste
abbandonooppurecome bucareuna ruota dell'automobilepiuttostoche vincereun
premioa una lotteiia,si d portatia credereche sianofatti awenuti per caso,senzauna
causa,oppurche sianostati guidati da una forza misteriosaa cui d statodato il nome
di fortuna o sfortuna.Ma per ognuno di quei fatti vi possonoessereuna causa,pii
causeo infinitecausecombinatetra loro - estremamente difficilida poteridentificare
perchd alla loro realizzazionepotrebbeaver partecipato,semplicemente,tutta la
Realti - le quali, anzichdessercausepassato-presente sono in realtircausefuturo-
presente, deltefinalih che sonostateperlopiirprodottedai propri pensierie dallepro-
prie credenze.
Nel presentedellaRealt)pub potenzialmente manifestarsi qualsiasicosa,evento,
fatto,eccezione, in qualsiasiesperienzadi vita individualeo collettivacauseed effetti
coa$iscono, coesistonoin stati sovrapposti,
sono indistinguibilie inseparabiliperche
interdipendentie possonoancheautogenerarsene di nuovi interagendoreciproca-
mentefra loro (in comuttittnedi intenti).E per questoche nellaRealti,fondatasulla
possibiliD,cid cheognunocredee pensaha un ruolo determinante. Si pud continuare
a ritenereche cid che awiene nel presentesia prodottoda cause- se cosivogliamo
continuarea chiamarle* cheagisconodal passato"spingendo"le coseversouna dire- zionetotale fra loro. Il passatod come una sciadi illusionevisibile che il presente,
zionepiuttostoche un'altra,ma quellad un'illusioneperchdle verecausesonosolo andandodi evento in evento verso il futuro, si lascia dietro permanendonella
quellefuturo-presente, chiamiamolefinalih o tendenzese voEiliamoma sono infor- memoria di ogni cosache esiste.o
mazioniche comeforzeagisconodal futuro per "attirare"le coseversouna direzione,
coinvolgendonella loro realizzazionetutta la Realti.
Ognunopud crederequellochevuolee chi credechesiasoloil passato- d facilefarlo
perchdalmeno localmentesi possonovedere,misurare,registrareo memorizzareele-
menti manifestiin esso- vivecon tutta la suaattenzionerivoltaa comprendere il solo
comunemente si crede che il presentesia prodotto dal passato,da causepassato-
passatoda cui ritieneprovenganoe debbanoesserele uniche causedel suo presenre
futuro. In realti D esattamenteil contrario: d prodotto da tendenzedinamiche
illudendosicosi di poter prevedere,attraversola conoscenza di causepassato-futuro
poste nel futuro, da causefuturo-presente, attualizzazioni di collassi di funzioni
che in realti sonosoloalcunideglieffetti,i comportamentifuturi, ignorandodi poter
d'ondaprodotte dinamicamentenei vari presentiche si susseguonoe in intera-
inveceinterveniredirettamentesu tendenzepostenel futuro per produrre in e.ss6
causefuturo-presente versocui il suo presentepud tendere,con la collaborazione di
246 IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO
FISICAO FILOSOFTA
QUANTISTICA? 247
CI CI
tuttala RealtdUniversale. MaI'atteggiamento conil futurorichiedeun approccio com-
pletamente comunque approssimazionilimitantiperchdpossono
diversodaquellochesi haconil passato. Perpotergiustificare il presente, esserefattesoloa posteriori,
dopo
cheun eventopresente d accaduto, soloconsiderando
il passato va identificato, osservato e compreso, il futuropudsoloessere percepito quellepochevariabililocalivjsibi-
li o misurabilichesi riescono a farrisarirea quel|evenio,
peitu.bando
intuitivamente o creatoproducendo informazioni e immaginimentali,credendo ad inottrein questo
modoIesueattitudinie tendenze originali.
essecomefossero vere.Ognuno,peresistere nellaRealtimanifesta, pudriferirsie uti-
Iizzareanchesoloframmentilocalie isolatidellaRealtdo aspettilimitatidellepossi- Il fatto che misurandoo anchesolo osservando
qualsiasi cosaperturbiamo il suonaturale.orportu- *fr,; - :X*
bilit) di espressione e di manifestazione dellaRealt).Unapersona chepossiede un ter- mento d confermatodal principio di indetermin
renoe a cui venisse regialataun'astronave chepudfareviaggiintergalattici nellospa- aztone
zio e neltempoma 0 incapace di accorgersene, potrebbeutilizzarlaanchesolofissan-
fisicaquantistica,
formulatodal premioNobeiWe;;;;
dolasulsuoterreno, comenull'altrocheunacasain cuiabitare, dormire,mangiare, o *
farneunadiscoteca o un ristorante. efinito Ai
dopo
J^^^ ..L^ ^: : ^ -
che si d cercatodi comprendere,
attraverso
I,os- nii
Nessuno pud impedirglidi utilizzarequalcosa chepotrebbecompiereimprese
grandiose servazione, il comportamentonel tempodi particelle S
soloperfarecoseestremamente limitate,banalie apparentemente
rischi.Perchdil rischiopiirgranded quellodi viveresenzaconoscere
privedi subatomiche
ri;;;;;#ffii#,"J#;:tfifilf ;
la verafelicit) servazionedel lorocomportamento
chesi puoesprimere solovivendoesperienze in sintoniacon la proprianatura,alli- nel passato _ iden_
tificatodalla loro posizionee quantitadi moto _
neateconessae cidchela Realt)d nellasuaessnza. E un peccato, masequellaper_ avrebbe costituitoun formidabile elementodi previ_
sona,nellacosachegli d stataregialata riescea vederesolounacasain cui far abitare sionedellorocomportamento nelfuturo.Il risultatod statoperdcheanchesoloosser-
le suelimitateambizioni, ne far) I'unicousochecidin cui credegli permette di fare, vandoqualcosa si perturbail suocomportamento, portandolo
nellaconvinzione,
essersi
oltretutto,di fareil megliopossibile.
ridottia viverecosi,tristemente.
che peciatolSonotantiad que
rrochesa
rebbe
i","'.''",;J#i:",ii?il'll
il;il'{,i.T::,:#:ff
a essere
,:';ffi,.1:
diversoda
o d cid chechi osserva pub essere portatoa dedurre.a giudicare,
D il risultatodell'interazione di tuttele informazioni purepresentinellatramadella a crederepereffetto
di taleosservazione a perfurbarla?Laseconda possibilit)potrebbe
Realtia determinare lasceltaunivocadi cosasi attualizza nellospazioe neltempopre- essereconsiderata
un'estensione, piuttostocheun'alternativa allaprima.
sente.I contenutidelleinformazioni pure,in quantoattitudinie tendenze, esprimono Letend,enzeche caratterizzanoreinformazioni pureesprimono
semplicemente checosapubpotenzialmente manifestarsi e versoqualedirezione unao cid chepudpoten-
piit cosepossono zialmentemanifestarsi in ogni eventopresente e futuroancheper effettodi cause
potenzialmente continuare a manifestarsi nelcontesto di tuttalaReal- postenelfuturo,cause a cui co-partecipa
perdl'interaRealt).Il fattochel,uomocreda
h checambia,di presente in presente e tra un presente e I'altro.Il comee il perchdi chela Realtisiacausare - e percauseintendesoloquellepurrut*pr.r.nte,
o$nieventopresente sonoininfluenti,sarannoquelligiusti- nel contestodi tutta Ia reuniche
chepuirosservare .- Io porta,perognifenomeno,
Realtie in comunionedi intenticontuttala Realta- cheservonoperpoter realizzare cid a cercaresempree sorocausenelpas_
.satochepossano giustificarlo, motivarro,
spiegarlo.
versocui oginicosapud tendere.Perognicosa,fattoo eccezionepossono essere cercati, o un.n.-p.iq*ra.n. ognruomo
d in genereportato,conrasuamente,u..r.u..
identificati, attribuitiqualsiasi "come"e quarsiasi "perche", ma tali attribuzioni sono solonel ,ul purrutor. causedi ogni
esperienza chevivenelpresente. Maleverecausedi cidcheuiu.n.ipr.r.nte sonore
248 IO SCELGO
IO VOGLIO
IO SONO FISICAO FILOSOFIA
QUANTISTICA? 249
6 c
cndenzefutureverso[e qualiogni suo presentetende.Peresentpio, perch6quelcieco
r cui Gesirha dato la vistaera nato ciecoi'Allora si credevache fossenato con delle E assurdo guardare al solo passatoper capire il perchd del presente
:olpeo cheavesse subitoinfluenzediaboliche.Chiunquepub cercaredi trovarequal- quando si puir crearc un futuro verso il quale fare tendere il presente
;iasicausanel passatocomeaspettigeneticidei suoi Senitori,influenzenegiative sue, indipendentementedal suo passato.
li altri o dell'ambiente, nra la causapotrebbeancheessere, semplicemente, che d nato
:os)perchdpotesseesserenel futuro miracolatoda Gesir,co-partecipandocosi a una
Uno deglieffettidel crederesolonellacausalit)passato-presente d il ritenereche ogni
:or.nplessa esperienza evolutivavolutae prodottada Cesucon la co-partecipazione di
cosadebbaavereun inizio e una fine.PerquestoI'uomoha anchecercatodi dareuna
lolti altri individui.Il suo ruolo avrebbepotuto esserequellodi essersiresoinconsa-
spiegazione causaleall'Universo credendo, in particolare,che debbaavereavutoun'ori-
revolmentedisponibilead entrare a far parte di una tendenzaevolutivapostanel
gine.Questolo ha portatoa confrontarsicon un'enormedifficoltd:dovertrovareuna
'uturo graziealla sua capacitddi produrre nuove credenze,seppurin circostanzepar-
causapostanel passatodel['Universo che giustifichiun suo eventualeinizio quandoil
,icolarie graziea cid che I'uomo ha chiamatofede.
ptrssato-presentecon- suo inizio, in quantotale,dovrebbeessereprivo di un passatoprecedente.per superare
Il fatto che un uomo possacrederesolo in una Realtd,causale
questadifficolt)ha alloraprima prodottocredenze di una suaorigineDivina,caratteriz-
liziona fa Realh a comportarsicon lui in modo perlopiircuusalepttssato-presente ma
un'astronavesolo come un'abitazione staticamente fissata zataquindi dal mistero,poi. divenendosemprepii razionale,si d voluto inventareun
luesto equivale ad utilizzare
r un terreno.Quest'uomosi precludela possibilitirdi sfruttarea propriovantaggioil teoricoe ipotetic<t miracolosoiniziospontaneo privodi cause,lo ha chiamatoBig Bang
mtenzialeimmensoche la Realtagli offre,quellodi poterconcentrarela suaattenzione e lo ha collocatonel tempoa circa 14 miliardidi anni fa.Pur di confermarele suecre-
;u eventi,desiderio obiettivifuturi per produrrecausefuturo-presente,finalih alla cui denzed ancheriuscito a produrre un'infiniti di ricerchefinalizzatea cercaredi dimo-
realizzazione nel tempo possaco-partecipare tutta la Realt)-Agire sull'aspettocausale strarlo e confermarlononostantesia indimostrabilee inconfermabile.
Personalmente lo ritengo un colossale abbagtiocosi cornetutte le ricerchefatte
'utttro-presentedellaRealtdoffre immensivantaggi,primo fra tutti quello che,produ-
:endomentalmentedei chiariobiettivifuturi e riuscendoad allinearliallepropriecre- pcr cercaredi conferrnarlo, semplicemente perchdil fattoche il presentesiaprodotto
lenze inconsapevoli, la Realtirstessagenereri coinvolgendotutta se stessa,la sequenza da causepo.ste nel suo passatoi soloun'illusionea cui I'uomoha sceltodi credere,per
li "cau.se", di coincidenze, di eventichefaccianotendere,cheportinoil presente ad essi. comodih e a sepiuito dellasuapercezione sensoriale dellaRealtir.
Qualetendenzaposta
Arrzichdcercaredi conoscerequalepassatoha prodottoil presenteper cercaredi preve- nel futurcl, qualecausafuturo-presente potrebberoaverprodottotutto cid che esiste
lere in basead essocomeevolver)in futuro, ci si pud invececoncentraresu qualefutu- nel presente,noi compresi?una tendenza,una causafuturo-presentepossibilista-
ro si vuoleviveresapendoche il presentesi muoverd,tender) ed evolved versodi esso. perchdaccettavariazioni* e puramenteevolutiva,che permettea tutto cid che pud
Le cause futuro-presente sono le uniche a esserereali, quelle passato-presentesono riusciread esisteredi divenirearteficee co-partecipe dellapropriaevoluzionee dell'e-
solo un loro effetto ritenuto reale solo perch6visibile. voluzionedi tutta la Realti attraversocanrbiamentilocalio individualiche si "auto-
correggollo"spontaneatlente in virti dell'essereinvisibilrnente c<-rllegati,
entangled,
al tutto, e per questospont aneam ent"in e com unionedi int ent i" con il t ut t o. ogni
cosaesistente, visibileo invisibile,contribuisce,semplicemente attraversoi cambia-

250 IO SCELGO IO SONO


IO VOGLIO FISICAO FILOSOFTA
QUANTISTICAi, 251
@ c
prt>durre, anchesenzasaperlo,anchesenzaaccorger- pud essereresopartecipedellasuastessaevoluzionefutura?D molto piu
menti che pub potenzialmente semplicedi
di ogni altracosache esiste.Ogni cosacheesiste,esistein virti di quantosi possacredere.Un'Umanitdfattadi personefeliciche credononei
sene,all'evoluzione miracolie
nel l al oro capacit )individualedi pr odur lisar ebbe.
una tendenzaa farlo e ad evolverepostanel futuro. Le causefuturo-presenteesistere indubbiam ent e, un'Um anit ache
scley6llteregeneranoil presenteche d l'unica cosarealein quanto manifestain spazio evolvemoltcipiu rapidamente e felicemente di quellaattuale.
e materia-energia. Il passatod inesistente. d soloun'illusioneche pr-roaverechi, come La scienzad deterministica, causalepassato-presente e tutta la tecnologiache pro-
l'uomo,ha una memoriagrazieallaqualepud "fermare"in sd,memorizzando, i vari duce d dovuta al fatto che utilizzae sfrutta le componenti che ritiene esserecausali
dinamicocontinuo di creazionee passato-presente dellaRealh (chesono tali forseancheperch6I'uomo ha credutoe
eventipresentiche si susseguonoin un prt-rcesso
anrrullamento di eventipresenti,grazieal qualepossonoawenire i carnbiamentiche voluto che lo fossero)e cid, almenofino ad oSSi,si d rivelatauna strategiavincente,
pernrettonola r ealizzazi onedella tendenzaevolr:t iva' al menoper;l rodur r e t ecnologia.M a la scienzasi t r over ainevit abilm ent a e dover
Ma torniamoalleesperienze di vita individuale.Chi d tristeo d comunqueinsoddi- affrontaregli aspetticausalituturo-presente che la fisicaquantisticaha gia permesso
sfattodellasua vita presentee vuole portarlaad esserefelicepud e deveintervenire di intuire; lo fard probabilrnentequando affronteri il teletrasrrortodi orQanismi
direttamentesul futuro versocui il suo attualepresentetendelasciandoche siapoi la vi venti .
Realtdstessaa Eiuidarela sua evoluzioneversodi esso.Credoche sia proprio questo Quandouna personavive un'esperienza infelicepud cercarenel pas.sato tutte le
qr-relloche alla Realtariescemeglio:degtiobiettivifuturi feliciversoi quali orientare causechevuoleper tentaredi darea taleesperienza una giustificazione ma il punto d:
il suo processoevolutivo.Se la nostracoscienzaE il frutto di un processoevolutivo, dovesta portandoquell'esperienza, \'ersoche cosa?A un miglioramentoo a un ulte-
pud e deveesprimereessastessauna volont) costruttivaed evolr-rtiva. Agiresul futurtl ri ore pe$$i orament odella sua condizione'/Q uali azioni deve com pier eaf f inch
producendoattraversoatti di coscienza causefuturo-presente, obiettivifelici ed evo- migliori e quali deveevitare?' Se la tendenzapostanel futuro d vivereinfelicernente. le
lutivi, anzichticontinuarea preoccuparsi del passatoper cercaredi prevedere da esso sueesperienze evolveranno attraverso una sequenza di eventiin quelladirezigne,poco
il futuro- compromettendone coslfacendoI'evoluzione felice- presentaenormivan- importacome'Se la tendenzapostanel futuro d una vita felice,le sueesperienze
eyol-
tagSi.Il passato. qualunquepossaessere- che sianremorizzatonellamenteo scritto verannoin quelladirezione,pocoimportacome.Sapercrearecausee porlenel futuro
su un qualsiasisupportod ir-rinfluente , riguardaaspettiaccaduti,determinatie significaacquisireil controllodellapropriaesistenza ed evoluzionein un nrotioinfi-
immutabili della Realt), la sua storia, reale o presunta,capitao interpretatapoco nitamentepiu potentedel cercaredi agire in tunzionedi ipotesidi causeiclentiiicate
importaperch6d quellachesi credechesia,mentreil futuro d dinamicoe possibilista nel pas.sato.
e pud cambiarenel divenire,accettae producevariazioninel corsodellasequenzadi Puoi incontrareuna personaper te importanteo vivereuna certae.sperienza per te
presentiche portano al|attualizzazionedi ogni causafuturo-presentesia in esso.E un illuminantesenzadovertiaffidareal casoma semplicemente ponendonel tuo futuro
divenireche rifiuta restrizionio inrposizioninel corrresari il suo corsodi eventima degliobiettivi.dellecausefuturo-presente che possonopermetterealla Realti di pro-
accettaobiettivi chesi realizzeranno con modaliti imprevedibilia priori. Questae la durre quell'incontroe quell'esperi enzapreziosi. Perchdil nostroUniversoDquelloche
proprieti dellaRealh piu misteriosa,per certi aspettisconcertantema strabiliantee d oggi?Possiamocredereal Big Bang,a una storiaevolutivabasatasul caso,a un l]io
potentissima. Versoche cosapuo esserefatta evolvereuna qualsiasicosache esiste? creatore,si pud cercareo inventarequalsiasicausapassatarna I'Universopotrebbe
Che cosanel futuro ha prodottocid che esistein qllestopresentee come il presente esserequelloche d oggi semplicemente perchevi potessero essere, ossi, nel presente,

252 IO SCELCO IO SONO


IO VOGLIO FISICAO FII,OSOFIA
QTIANTISTICA? 253
Y
6 I o
possibile. Se,per esempio,in una squadradi calciovi d ancheun sologiocatorela crri
strutture della materia cosi evoluteda poter vivere.Questad la basedel principio
mentecredefermamenteche sia impossibilevincereuna certapartita,le probabilittr
antropicodi Brandon Carter e anchedella Realthsintropicadi Fantappib.Il presente
che tutta la squadrapossavinceresi ridurranno enormemente,a prescinderedallc
causatodal passatoe dal futuro ma soprattutto creatodal suo futuro, da cid versocui
loro capaciDfisichee tecniche.
tende.Ma piuttosto che ritenerel'essereumano il fine versoil qualetutto l'Universosi
Chi credeche certecose,fenomenio esperienze sianoimpossibili,potri far collas-
d evoluto,ritengiosia piir correttoconsiderareI'essereumano un sempliceprodotto
sarele funzionid'ondache lo riguardanosoloa favoredeglielementidellaRealti che
intermediodel processoevolutivo,exotropico,che caratterizzaI'Universo.Luomo d
sonodiversida quellecose,fenomenio esperienze, precludendosi da solola possibiliti
una struttura organizzatadella materia capacedi pensaree produrre informazioni *
o inconsapevolmente - che possono,semplicemente, esserepiu o di viverli, e se anchedovessetrovarsiaviverle grazieallecredenzemeno limitanti di
consapevolmente
all'Universo per continuare ad evolvere. altri, i suoi modellimentaligli impedirebbero di vederleo di accorgersene.Nellatrama
meno utili
dellaRealti c'd tutto, tutto d possibile, anchei miracoli,le cosee i fenomeniincredi-
Ogni pensieroproduceinformazionipure ma ogni credenzainconsapevole limi-
introduce dei limiti ai pensieri che si producono riducendo le possibiliD diattua- bili, tutto pud comunqueesserecreatoappositamente purch6 sia in comunionedi
tante
intenti con tutto il restodellaRealt).
lizzazioneai soli fenomeniche sonocreduti possibili.In generesi credonopossibili
in passato. Con le propriecre- I fisici quantisticisono abituati ad averea che fare con eventi inspiegabiliche
soloquellichesonogii awenuti e/osonostati osservati
i pensieri che ne derivano si possono quindi produrre efficacemente soloespe- hannodel miracoloso.Nell'estremamente piccolole variabiliin gioco sonorelativa-
denzee
cheevolvequandoproducequal- mentepochee questopermette,per esempio,a certeparticelledi trasfrirmarsiin altre
rienzegi) vissute,inutili per I'evoluzione dellaRealDr
particelle,di sparirenel nulla o di riappariredal nulla e di averecomportamentiche
cosadi nuovo.La mentedi ogni uomo tendeinoltread "aggrapparsi" saldamente alle
e le ritiene vere, nonostante possano essere sbagliate o fortemente limi- dovrebbero, secondouna visionecausaledeterministicadellaRealti,essereloro pre-
suecredenze
clusi;ma questoforseancheperchdgli uomini chehannodatoorigineallafisicaquan-
tanti, perchdse d ancoravivo significache per la soprawivenzavanno bene,ma anche
perchdritiene,in Senere,che la Realtirsia causale(passato-presente) e vuole,per que- tisticapotrebberoavereavuto,fin dall'inizio,un attegipiiamento mentalebasatosulla
di poter prevedere razionalmente le cose in modo causale. Ma oSni cre- curiosit), Ia possibiliti e Ia meraviglia.Caratteristichequestealquantorare tra gli
sto, cercare
d limitante perchd restrin6ie le probabiliDr di cid che pud essere vissuto scienziatitradizionaliortodossi,che si sono limitati a voler prima vedere,per poter
denzacausale
delle esperienze ritenute possibili e quello che verr) vissuto potrd essere crederein quelloche i primi fisiciquantisticihannoinvecesaputoprima credere,per
all'ambito
potersicosipermetteredi vederee scoprire.Il volervedereper credereo il sapercre-
prodottodallaRealtdsoloall'internodi tale ristrettoambito.
dereper vederesonodue approccimolto diversiperchdsi riferisconoil pnmo a cause
Quandoun gruppo di personepartecipae condividela stessaesperienza(unasqua-
passato-presente, il secondoa causefuturo-presente. Credomolto probabile,per que-
dra di calcio,una coppiadi amanti,un team di lavoroecc.),quellocheverrhvissutoda
quel gruppodipenderdfortementeda cib che risulter)dall'interazione inconsapevole sto,chemolto di cid ched statoosservato, comei vettoridi interazioni,siastatoincon-
dellecredenze di tutti coloro che fanno parte di quel gruppo. Una singola personache sapevolmente creatoproprio da chi ha creduto fermamentenella loro esistenzada
prima che potessero essereanchevisti.
ha a che fare solo con se stessapuo fare accaderequalsiasicosaa cui riescea credere,
ma quandoun gruppodi personecondividele stesseesperienze, quellepossibiliten-
deranno a restrinfersi all'ambito di solo cib che tutti quelli che vi partecipano credono

254 rovoclro ro soNo


ro scELGo FrsrcA
o FrLosoFrA
QUANTTSTTCA? 255
t
c c
Ottimismoe pessimismo vol ereescl uder e a pr ior i qualsiasif or m a di int en'ent o"int elligent e"o Divinosr r ll. ,
Realti.Boltzmanneraun fisicoe un formidabilestatisticocheha datoimportantie,,n
tributi alla teoriaatomicae alla teoriacineticadei gas.ma la sua tragiicamorte iutr'
E meglio essereottimisti ed aueretorto nuta nel 1906per suicidiod un fatto che,pur essendorazionalmentedifficilecoll,'
piuttosto che pessimisti ed auereragione. garlo alla sua visionedella Realh - evidentemente ateae fortementepessimist;r
A. Einstein ritengo personalmentesia invecestato proprio un devastanteeffettodi questlrsrr.r
visioneprofondamente contrariasiaallanaturadell'essere umanosiaalla naturadcll.r
Realtb.Ritengochesiapropriola visioneche ognunoha dellaRealDe le credenze clrr'
In un gruppo di persone che lavonno in team, le ctedenzelimitanti producerelativamentead essaa condizionarefortementesia la realh che vive si;rh'
di una sola persona fortemente pessimista possono avere reazi onie azi oniche puo pr odur r ein essa.
effetti estremamente limitanti sulle esperienze If termineexotropiaesprimeun concettodi "trasformazionerivolta all'esterrro
che viwi tutto il team. E viceversa. che d esattamenteil contrariodi quello espressodal termine entropiache signil'ic;r
"trasformazionerivoltaall'interno".Il postulatofondanrentale: "La Realti d un pro
La massimaespressione, formalizzatascientificamente,del pessimisnroumano d forse cessodi nami coin cont inua ed ir r ever sibileevoluzione"nega e si cont r apponc; r
I'applicazione dell'entropiaall'Universo.Definito su basi puramentestatisticheda quantoespresso dall'applicazione del secondoprincipiodellatermodinamicaall'Uni
Boltzmannnel 1872,d un concettoche rivelaun punto deboledel inetodoscientifico verso.Ma caos,ordinee disordine,involuzioneed evoluzionesonotermini che espri
moderno:Dstatoinfatti certificatocome"verit) scientifica"dallascienzaufficiale,pur mono concettichepossonoesserequantificatisolosesene riduceenormementeI'anr-
mancandodel requisito,che per la quasitotalitddeglialtri fenomenii ritenutoindi- piezzaasolee semplicivariabilichedevonopoteresserequantificate e chedovrebbero
spensabile, delladimostrabilitdattraversoI'osser.uazione (comedel restotutte le teorie in qualchemodo cercaredi rappresentarli. Per evoluzioneintendosemplicemente gli
che riguardanoI'Universo). eft'ettidellatendenzaa esisterecon una semprmaggiore efficienza, qualsiasitentl
II terzopostulatodel second<-r principiodellatermodinamicaesprimela tendenza tivo di quantificare tale concettod ad altissimorischiodi esserefuorviantesoprattutlo
dell' Univ er saol l ' i n v o l u z i o n ea,l d i s o rd i n ea, l c aos,al l a morte termi ca.
irre ve rsi b i le se si consideranole forme di vita, vegetali,animali o unraneche fanno parte dcll;r
Secondoquestopostulato,la variazionedel disordinedell'Universopub solo essere Realti (definitein questoambitodal premio NobelPrigogine"strutturedissipativr").
magpiiore di zero.Nel mio libro E.rotropn ho messoin dubbiola validiti dell'applica- Due esseriumani posson()essereperfettamenteequivalentidal punto di vistadcllr
zionedell'entropiaall'Universo,per larlo ho definitoun nuovo modellodellaRealtd variabilitermodinamichequali la temperaturadel loro corpo,ma il primo potrehlrt'
che,pur essendo anch'esso privo di dimostrazione attraversoI'osservazione, d almeno essereestremamentepoco evoluto e capacedi produrre solo disordinee caosin st; t'
in gradodi fornireun'interpretazione piir realisticae ottimisticadellaRealth.Lentro- fuori di s6,il secondopotrebbeessereinvecefontedi ordineed evoluzionepersc r' l)('r'
pia E un prir-rcipio dellatermodinamicache si d rivelatoperfettoquandoapplicatoa tutta la Realti. Un solo microrganismovivo, in grado di nutrirsi e di ripnrdrrrsi.
macchinetermiche- comefrigoriferio motori a scoppio- ma ritengoche la suaappli- potrebbeessereconsideratopiir evolutodi un'interaEialassia privadi qualsiasilirrrrr;r
cazioneall'interoUniversosiaun inverosimileazzardointellettuale,motivatosolodal di vita. Cid che invececaratterizzailconcettodi evoluzioned che si tratta di un t)r(,

256 IOVOCLIOIO SONO


IO SCELGO FISICAO FILOSOFLA
QUANTISTICA?, 257
v
@ c
cessodinamicg,caratterizzatoda cambiamenti,che coinvolgetutta la Realh. Tali Un uso felicee ottimisticodellapropriaimmaginazioned la basedi partenzaper per-
cambiamentipossonoessereconsideratievolutivi solosesonovolti al ragigiun$imento mettersidi potervivereuna qualunqueesperienza felice,anchesenzaprecedentinel
di una sempremaggioreefficienzanell'esistenzadi ctri li ha prodotti ma soprattuttodi propriopassato, ma I'usodella propria immaginazione b tbrtementecondizionato - in
tutta la Realthe per questoevidentemente inquantificabili.Ogni essereumano puo generefortementefrenato- dallepropriecredenzelimitanti e spesso pessimistiche. In
esserepiit o meno evolutodi ogni altro soprattuttoin relazionealla sua capacitddi un gruppodi personeche lavoranoin team,le credenze, i pensierie i giudizilimitanti
creareo distruggere,di provareemozioni e di produrre emozioni, di produrre e di una