Sei sulla pagina 1di 2

Studio dell'icona del Cristo Pantocratore di Rostov (primo terzo del XVI secolo)

CRISTO PANTOCRATORE DI ROSTOV

Immagine centrale della Deesis proveniente dalla Chiesa del villaggio Gumenets (primo terzo del XVI
secolo) conservata nel Museo-comprensorio di Rostov.

Iconografa caratterizzata da: proporzioni allungate, disegno rigoroso e nitido, tonalit pi


corpose ed intense nella pittura dell'incarnato, bagliori freddi delle lumeggiature sul manto.
Il volto del Cristo richiama un certo senso di immaterialit, trascendenza e distacco ascetico.

2013 - Studio a cura di Rosella Crespi Pagina 1


Studio dell'icona del Cristo Pantocratore di Rostov (primo terzo del XVI secolo)

SCHEDA DEI COLORI


HIMATION (MANTO)
Campitura: Velatura di giallo
Velatura di verde + nero (ripetere pi volte)
Grafia: verde + nero
Ombreggiatura: grafia diluita
Schiarimenti: 1) verde + bianco,+ poco blu -i- poco giallo
2) verde + bianco + poco blu

CHITONE (VESTE)
Campitura: Velatura di giallo
Velatura di rosso + poco blu (ripetere pi volte)
Grafia: rosso + poco blu + poco nero
Schiarimenti: 1) pi scuro della base: rosso -i- blu (colore diluito, come un ombreggiatura)
2) rosso + blu -i- bianco
CLAVO
Campitura: giallo + rosso
Grafia: campitura + rosso

ROTOLO
Campitura: giallo + verde + bianco + poco nero
schiarimento : bianco

CAPELLI, VOLTO E MANI


Campitura: giallo, verde, rosso

SFONDO
giallo, bianco

Pigmenti usati:
ROSSO: rosso ercolano,
GIALLO: ocra gialla,
VERDE: terra verde,
NERO: nero avorio,
BLU: blu oltremare,
BIANCO: bianco zinco, bianco titanio

2013 - Studio a cura di Rosella Crespi Pagina 2